Demenza

La demenza è una disfunzione dell'intelletto, la sua sconfitta, a seguito della quale si verifica una diminuzione della capacità di comprendere le connessioni tra le realtà, i fenomeni, gli eventi circostanti. Con la demenza, i processi cognitivi si deteriorano e si osserva un esaurimento delle reazioni emotive e dei tratti caratteriali, spesso fino a quando non scompaiono completamente. Inoltre, si perde la capacità di separare l'importante (fondamentale) dall'insignificante (secondario), si perde la criticità per il proprio comportamento e il proprio linguaggio.

La demenza può essere acquisita o congenita. Il secondo si chiama ritardo mentale. La demenza acquisita si chiama demenza e si manifesta in una memoria indebolita, una diminuzione dello stock di idee e conoscenze.

Cause di demenza

Poiché la demenza si basa su una grave patologia organica del sistema nervoso, qualsiasi disturbo che possa causare la degenerazione e la distruzione delle cellule cerebrali può diventare un fattore che provoca lo sviluppo della demenza..

Molto spesso, questa disfunzione colpisce le persone della categoria di età, ma oggi la demenza si trova spesso nei giovani..

La demenza acquisita in giovane età può causare:

- intossicazione che porta alla morte delle cellule cerebrali;

- abuso di liquidi contenenti alcol;

- tossicodipendenza e altri tipi di dipendenze, ad esempio dipendenza da cibo o droghe, shopaholism, dipendenza da Internet, dipendenza dal gioco d'azzardo;

Nel primo turno, nel periodo della vecchiaia, si possono distinguere forme specifiche di demenza, in cui il danno alla corteccia cerebrale è un meccanismo patogenetico indipendente e dominante della malattia. Queste forme specifiche di demenza includono:

- Morbo di Pick (di solito si manifesta nelle persone di età superiore ai cinquant'anni ed è caratterizzato da distruzione e atrofia della corteccia cerebrale, principalmente nelle regioni frontale e temporale),

- Morbo di Alzheimer (si verifica prevalentemente dopo i sessantacinque anni, patologia neurodegenerativa, che inizia con una memoria a breve termine compromessa, man mano che la patologia si sviluppa, anche la memoria a lungo termine è compromessa, compaiono disturbi del linguaggio e disfunzioni cognitive, il paziente perde gradualmente l'orientamento e la capacità di prendersi cura di se stesso),

- demenza a corpi di Lewy (manifestata dal quadro clinico di parkinsonismo e deterioramento cognitivo progressivo nel primo anno di sviluppo della malattia).

In altri casi, la distruzione del sistema nervoso è di natura secondaria ed è una conseguenza della malattia sottostante, ad esempio, patologia vascolare infettiva e cronica, danno sistemico alle fibre nervose.

I disturbi vascolari sono più spesso le cause del danno cerebrale secondario, in particolare l'ipertensione e l'aterosclerosi.

Le cause comuni che danno origine allo sviluppo della demenza comprendono i processi neoplastici del sistema nervoso, la corea di Huntington (patologia ereditaria del sistema nervoso), le degenerazioni spinocerebellari (atassia spinocerebellare), la malattia di Gellerworth-Spatz (patologia neurodegenerativa, accompagnata dalla deposizione di ferro nel cervello), la deposizione di ferro nel cervello. Meno comunemente, la demenza acquisita è causata da malattie infettive come meningite cronica, encefalite virale, AIDS, neurosifilide, malattia di Creutzfeldt-Jakob (patologia cerebrale distrofica progressiva).

La demenza acquisita può anche verificarsi:

- con alcune disfunzioni endocrine (sindrome di Cushing, disfunzione della tiroide e delle ghiandole paratiroidi);

- come complicanza dell'insufficienza renale o epatica;

- come complicanza dell'emodialisi (procedura di purificazione del sangue extrarenale);

- carenza di vitamine del gruppo B;

- con gravi malattie autoimmuni (sclerosi multipla, lupus eritematoso sistemico).

In alcuni casi, la demenza è il risultato di un complesso di cause. La demenza senile mista è un classico esempio..

Sintomi di demenza

A seconda della forma di demenza, fattore eziologico della malattia, i sintomi della patologia in questione possono essere trasformati. Tuttavia, ci sono manifestazioni generali di demenza, che includono:

- progressivo deterioramento, nella prima volta, della memoria a breve termine;

- difficoltà con la parola, in particolare, nella selezione delle parole e nella pronuncia delle frasi;

- disorientamento nel tempo;

- difficoltà nello svolgere compiti difficili che richiedono un dispendio mentale.

La sintomatologia di questo disturbo è caratterizzata da uno sviluppo lento, a seguito del quale può procedere per molto tempo inosservato dagli altri e dal paziente stesso. L'oblio, che all'inizio è estremamente raro, si verifica gradualmente più spesso.

I principali sintomi della demenza sono i seguenti:

- il livello di sviluppo corrisponde a quello del bambino;

- la capacità di criticità scompare;

- pensiero astratto disturbato, disturbi del linguaggio, disfunzione percettiva e motoria;

- perdita delle abilità domestiche di base, come la capacità di vestirsi in modo indipendente, l'aderenza all'igiene personale;

- disorientamento nello spazio.

La demenza nei bambini è, in primo luogo, una violazione della funzione intellettuale causata da danni al cervello, che porta a disadattamento sociale. Si manifesta, di regola, con un disturbo della sfera emotivo-volitiva dei bambini, disturbi del linguaggio, disturbi motori.

Di seguito sono riportati i sintomi in base alla forma di demenza.

La classificazione principale del disturbo considerato della tarda età consiste di tre tipi: demenza vascolare, che include aterosclerosi cerebrale, atrofica (Pick, morbo di Alzheimer) e demenza mista.

La forma classica e più comune di demenza vascolare è l'aterosclerosi cerebrale. Il quadro clinico di questo disturbo varia a seconda dello stadio di sviluppo della patologia..

Nella fase iniziale predominano disturbi simili alla nevrosi, come apatia, letargia, debolezza, aumento della stanchezza e irritabilità, disturbi del sonno e mal di testa. Inoltre si notano difetti di attenzione, si accentuano i tratti della personalità, si manifesta distrazione, disturbi affettivi manifestati da esperienze depressive, incontinenza affettiva, "debolezza", labilità emotiva.

Nelle fasi successive, i disturbi della memoria per nomi, date, eventi attuali diventano più pronunciati. In futuro, i disturbi della memoria diventano più profondi e si manifestano sotto forma di paramnesia, amnesia fissativa progressiva, disorientamento (sindrome di Korsakov). La funzione del pensiero perde flessibilità, si irrigidisce, la componente motivazionale dell'attività intellettuale diminuisce.

Quindi, c'è la formazione di demenza aterosclerotica parziale di tipo dismnestico. In altre parole, la demenza aterosclerotica si verifica con una predominanza di disturbi della memoria..

Con l'aterosclerosi cerebrale, si osservano raramente psicosi acute o subacute, che si manifestano più spesso di notte, sotto forma di delirio, combinato con un disturbo della coscienza, idee deliranti e allucinazioni. A volte possono comparire psicosi deliranti croniche insieme a delusioni paranoiche.

La malattia di Alzheimer è una demenza degenerativa primaria, che è accompagnata dalla progressione costante della disfunzione della memoria e dell'attività intellettuale. Questo disturbo inizia, di regola, dopo aver superato il traguardo dei sessantacinque anni. La malattia descritta ha diverse fasi del suo decorso..

La fase iniziale è caratterizzata da disfunzioni cognitive e declino mnestico-intellettuale, che si manifesta con dimenticanza, deterioramento dell'interazione sociale e dell'attività professionale, difficoltà di orientamento nel tempo, aumento dei sintomi di amnesia fissativa, disorientamento nello spazio. Inoltre, questa fase è accompagnata da sintomi neuropsicologici, tra cui aprassia, afasia e agnosia. Si osservano anche disturbi emotivi e della personalità, come una risposta subdepressiva alla propria incoerenza, egocentrismo e idee deliranti. In questa fase della malattia, i pazienti sono in grado di valutare criticamente le proprie condizioni e cercare di correggere la crescente incoerenza.

Lo stadio moderato è caratterizzato dalla sindrome neuropsicologica temporo-parietale, un aumento dei fenomeni di amnesia e una progressione quantitativa delle violazioni dell'orientamento spazio-temporale. La disfunzione della sfera intellettuale è particolarmente pronunciata: una pronunciata diminuzione del livello dei giudizi, difficoltà con l'attività analitico-sintetica, nonché disturbi del linguaggio, disturbi dell'attività ottico-spaziale, prassi, gnosi. Gli interessi dei pazienti in questa fase sono piuttosto limitati. Hanno bisogno di assistenza e cure costanti. Tali pazienti non sono in grado di far fronte ai doveri professionali. Tuttavia, allo stesso tempo, mantengono i loro tratti fondamentali della personalità. I pazienti si sentono inferiori e rispondono adeguatamente emotivamente alla malattia.

La demenza grave è caratterizzata da un completo esaurimento della memoria e idee frammentate sul sé. In questa fase, i pazienti non possono fare a meno dell'aiuto e del supporto totale. Non sono in grado di fare le cose più elementari, come l'igiene personale. L'agnosia raggiunge il suo apice. La rottura della funzione del linguaggio è più spesso del tipo di afasia sensoriale completa.

La malattia di Pick è meno comune dell'Alzheimer. Inoltre, ci sono più donne tra il numero di individui malati. Le manifestazioni principali risiedono nelle trasformazioni della sfera emotivo-personale: si osservano profondi disturbi di personalità, la criticità è completamente assente, il comportamento è passivo, spontaneo, impulsivo. Il paziente si comporta in modo scortese, giura, ipersessuale. Non è in grado di valutare adeguatamente la situazione.

Se per le fasi iniziali della demenza vascolare è caratteristico l'acuirsi di alcuni tratti caratteriali, allora la malattia di Peak è caratterizzata da una brusca modifica della risposta comportamentale fino al completamente opposto, in precedenza non inerente. Ad esempio, una persona educata si trasforma in una persona maleducata, una persona responsabile si trasforma in un irresponsabile.

Le seguenti trasformazioni si osservano nella sfera cognitiva sotto forma di profondi disturbi dell'attività mentale. Allo stesso tempo, le abilità automatizzate (come: contare, scrivere) persistono per molto tempo. I disturbi della memoria si verificano molto più tardi delle trasformazioni della personalità e non sono così pronunciati come nell'Alzheimer o nella demenza vascolare. Fin dall'inizio dello sviluppo della patologia in questione, il discorso del paziente diventa paradossale: le difficoltà nella scelta delle parole giuste si uniscono alla verbosità.

La malattia di Pick è un particolare tipo di demenza di tipo frontale. Sono inclusi anche: degenerazione della regione frontale, motoneuroni e demenza frontotemporale con sintomi di parkinsonismo.

A seconda del danno primario a determinate aree del cervello, si distinguono quattro forme di demenza: demenza corticale, subcorticale, cortico-subcorticale e multifocale.

Nella demenza corticale, la corteccia cerebrale è principalmente colpita. Più spesso a causa di alcolismo, Pick e malattie di Alzheimer.

Con la forma sottocorticale della malattia, soffrono principalmente le strutture sottocorticali. Questa forma di patologia è accompagnata da disturbi neurologici, come rigidità muscolare, tremori degli arti e disturbi dell'andatura. Più spesso causato dal morbo di Parkinson o di Huntington e si verifica anche a causa di emorragie nella sostanza bianca.

La corteccia cerebrale e le strutture sottocorticali sono colpite nella demenza cortico-sottocorticale, che è più spesso osservata nelle patologie vascolari.

La demenza multifocale si verifica a causa della formazione di più siti di degenerazione e necrosi in diverse parti del sistema nervoso. I disturbi neurologici sono piuttosto diversi e sono causati dalla localizzazione di focolai patologici.

Puoi anche sistematizzare la demenza, a seconda dell'entità delle lesioni per demenza totale e lacunare (le strutture responsabili di alcuni tipi di attività mentale soffrono).

Di solito, i disturbi della memoria a breve termine svolgono un ruolo principale nei sintomi della demenza lacunare. I pazienti possono dimenticare ciò che hanno pianificato di fare, dove sono, ecc. La criticità al proprio stato è preservata, le violazioni della sfera emotivo-volitiva sono scarsamente espresse. Si possono notare sintomi astenici, in particolare instabilità emotiva, pianto. La forma lacunare della demenza è osservata in molti disturbi, comprese le fasi iniziali della malattia di Alzheimer..

Con la forma totale di demenza si nota una graduale disintegrazione della personalità, la funzione intellettuale diminuisce, la capacità di apprendere si perde, la sfera emotivo-volitiva è disturbata, la vergogna scompare, il cerchio degli interessi si restringe.

La demenza totale si sviluppa a causa di disturbi circolatori volumetrici nelle aree frontali.

Segni di demenza

Ci sono dieci segni comuni di demenza..

Il primo e il primo segno dello sviluppo della demenza sono i cambiamenti nella memoria e, soprattutto, a breve termine. Le trasformazioni iniziali sono quasi invisibili. Quindi, ad esempio, il paziente può ricordare gli eventi della passata giovinezza e non ricordare i cibi che ha mangiato a colazione.

Il prossimo segno precoce dello sviluppo della demenza sono i disturbi del linguaggio. È difficile per i pazienti trovare le parole giuste, è difficile per loro spiegare le cose elementari. Potrebbero tentare invano di trovare le parole giuste. La conversazione con una persona malata con demenza precoce diventa difficile e richiede più tempo di quanto prima.

Il terzo segno sono gli sbalzi d'umore. Ad esempio, gli stati d'animo depressivi sono compagni costanti della demenza precoce..

L'apatia e la letargia possono essere considerate il quarto segno della patologia in esame. Una persona affetta da demenza perde interesse per un'attività o un hobby precedentemente amato.

Il quinto segno è la comparsa di difficoltà nell'esecuzione di compiti ordinari. Ad esempio, una persona non è in grado di controllare il saldo di una carta di credito.

Spesso, nelle fasi iniziali della demenza, una persona si sente confusa. La confusione nasce come conseguenza della diminuzione della funzione di memoria, cognizione e giudizio, che è il sesto sintomo del disturbo descritto. Il paziente dimentica i volti, l'interazione adeguata con la società è disturbata.

Il settimo segno è la difficoltà di memorizzare le trame, la difficoltà di riprodurre un programma televisivo o una conversazione.

Il disorientamento spaziale è considerato l'ottavo sintomo della demenza. Il senso della direzione e l'orientamento nello spazio sono funzioni mentali comuni che sono tra le prime ad essere compromesse nella demenza. Il paziente smette di riconoscere punti di riferimento familiari o non è in grado di richiamare le indicazioni utilizzate in precedenza. Inoltre, diventa piuttosto difficile per loro seguire le istruzioni passo passo..

La ripetizione è un segno comune di demenza. Le persone con demenza possono ripetere le attività quotidiane o raccogliere oggetti ossessivamente non necessari. Spesso ripetono domande a cui è già stata data risposta..

L'ultimo segno può essere considerato un disadattamento ai cambiamenti. Per le persone che soffrono del disturbo descritto, la paura del cambiamento è caratteristica. Poiché dimenticano volti familiari, non sono in grado di seguire i pensieri di chi parla, dimenticano perché sono venuti al negozio, lottano per un'esistenza di routine e hanno paura di provare cose nuove..

Trattamento della demenza

Nel primo turno, il trattamento della demenza viene selezionato in base al fattore eziologico. Le principali misure terapeutiche nelle prime fasi dello sviluppo della malattia sono ridotte alla nomina di nootropi e tonico generale.

Si possono distinguere metodi comuni di trattamento della demenza: prescrizione di antipsicotici, farmaci che promuovono la normale circolazione cerebrale, aggiunta di cibi ricchi di antiossidanti alla dieta quotidiana, controllo sistematico della pressione sanguigna.

Altri metodi dovrebbero essere usati per la terapia per la demenza vascolare. In questo caso, le misure terapeutiche sono mirate alla causa principale della distruzione neuronale. Oltre alla nomina di farmaci farmacopea, è necessario regolare la dieta, normalizzare la routine, escludere il fumo e sviluppare un complesso di semplici esercizi fisici. Viene praticato anche per allenare l'attività mentale, soluzione di semplici esercizi mentali. Le passeggiate quotidiane sono consigliate come misure terapeutiche e profilattiche per la demenza..

La prescrizione di farmaci si basa sulle condizioni del paziente. Oggi, i seguenti agenti farmacopea sono più spesso prescritti: farmaci antidement, antipsicotici e antidepressivi.

Il primo gruppo di farmaci ha lo scopo di proteggere i neuroni dalla distruzione e migliorare la loro trasmissione. Questi farmaci non cureranno la malattia, ma possono rallentare in modo significativo la velocità del suo sviluppo..

Gli antipsicotici sono usati per alleviare l'ansia ed eliminare le manifestazioni aggressive.

Gli antidepressivi sono prescritti per eliminare le manifestazioni di ansia, eliminare l'apatia.

La demenza nei bambini suggerisce il seguente trattamento: l'uso sistematico di psicostimolanti (sydnocarb o caffeina sodio benzoato). I tonici alle erbe sono spesso consigliati. Ad esempio, preparati a base di Eleuterococco, Schisandra, ginseng. Questi farmaci sono caratterizzati da una bassa tossicità, hanno un effetto benefico sul sistema nervoso e aumentano la resistenza a vari tipi di stress. Inoltre, quando si tratta la demenza infantile, non si può fare a meno di assumere nootropi che influenzano la memoria, l'attività mentale e l'apprendimento. Il più delle volte prescritto Piracetam, Lucetam, Noocetam.

Autore: Psiconeurologo N.N. Hartman.

Dottore del Centro Medico e Psicologico PsychoMed

Le informazioni fornite in questo articolo sono destinate esclusivamente a scopo informativo e non possono sostituire la consulenza professionale e l'assistenza medica qualificata. Al minimo sospetto di demenza, assicurati di consultare il tuo medico!

10 segnali che indicano che sei a rischio di demenza senile in futuro

L'accademico Bekhterev, colui che ha dedicato la sua vita allo studio del cervello, una volta ha notato che solo al 20% delle persone verrà data la grande felicità di morire senza perdere la ragione sulle strade della vita. Il resto, ahimè, si trasformerà in malvagio o ingenuo senile zavorra sulle spalle dei propri nipoti e figli adulti. L'80% è nettamente superiore al numero di coloro che, secondo le statistiche senz'anima, sono destinati a sviluppare il cancro, il morbo di Parkinson o ad ammalarsi in vecchiaia per fragilità ossea.

Per entrare nel felice 20% in futuro, dovrai provare ora.

Il famoso poeta sovietico Zabolotsky ha inventato una ricetta universale per una vita sana, che, come ricordo, è stata costretta a memorizzare tutti gli studenti delle scuole superiori. Sì, la stessa quartina:

“Non lasciare che la tua anima diventi pigra,
per non schiacciare l'acqua nel mortaio,
l'anima deve lavorare
giorno e notte e giorno e notte ".

In effetti, nel corso degli anni, quasi tutti iniziano a essere pigri. Il paradosso è che lavoriamo molto nella nostra giovinezza per non avere problemi in vecchiaia. Ma risulta il contrario: più ci calmiamo e ci rilassiamo, più danni facciamo a noi stessi.

Il livello delle richieste si riduce a un insieme banale: "mangia gustoso - dormi molto". Le preoccupazioni per il pane quotidiano scompaiono. Il lavoro intellettuale si riduce alla risoluzione di cruciverba. Ma d'altra parte cresce immensamente il livello delle richieste e delle pretese alla vita ea chi sta intorno: "Ho centellinato qualche difficoltà, adesso ce la puoi fare!"

Il peso del passato pesa molto, ma non è sempre semplice. La categorizzazione e la percentuale dei giudizi di valore sono in aumento. L'irritazione derivante dal non capire qualcosa si traduce in un rifiuto della realtà. Una persona, senza accorgersene, diventa stupida, o addirittura si trasforma completamente in tirannia, aumentando il divario tra sé e il mondo che lo circonda.

Diventa ostile, sordo e cieco alla chiamata dei propri cari; perde la forma fisica e intellettuale. La memoria, la capacità di pensare soffre. E gradualmente una persona si allontana dal mondo reale, creando il suo mondo di fantasia, spesso crudele e ostile, doloroso, dal quale chiunque venga a contatto con lui vuole scappare il più lontano possibile, ovunque guardino i suoi occhi.

Soprattutto, la demenza minaccia coloro che hanno vissuto la loro vita senza cambiare i loro atteggiamenti. Tratti come l'eccessiva aderenza ai principi, la perseveranza, il conservatorismo hanno maggiori probabilità di portare alla demenza in età avanzata rispetto alla flessibilità, alla capacità di cambiare rapidamente le decisioni, all'emotività.

Le prime rondini

La demenza non arriva mai all'improvviso. La demenza non è follia e nemmeno un disturbo mentale, e certamente non è una malattia. Pertanto, è incredibilmente difficile risalire al suo inizio..

Progredisce negli anni, acquisendo sempre più potere su una persona. Il fatto che ora sia solo un prerequisito in futuro potrebbe diventare terreno fertile per i germi della demenza. Ecco alcuni segnali indiretti che potresti aver bisogno di aggiornare il tuo cervello..

1. Diventi sensibile alle critiche, mentre tu stesso critichi gli altri troppo spesso.

2. Non vuoi imparare cose nuove. Piuttosto accetta di riparare un vecchio telefono cellulare di quanto capirai le istruzioni per un nuovo modello.

3. Dici spesso: "Ma prima", cioè ricorda e nostalgico dei vecchi tempi.

4. Sei pronto a parlare di qualcosa con estasi, nonostante la noia negli occhi dell'interlocutore. Non importa che si addormenti ora, l'importante è che ciò di cui parli sia interessante per te..

5. Trovi difficile concentrarti quando inizi a leggere letteratura seria o scientifica. Capisci male e ricordi quello che leggi. Puoi leggere metà del libro oggi e domani puoi dimenticarne l'inizio..

6. Hai iniziato a parlare di argomenti in cui non sei mai stato esperto. Ad esempio, sulla politica, l'economia, la poesia o il pattinaggio artistico. Inoltre, ti sembra di essere così bravo con la questione che potresti iniziare a dirigere lo stato domani, diventare un critico letterario professionista o un giudice sportivo.

7. Dei due film - un'opera di un regista di culto e un famoso romanzo / poliziesco - scegli il secondo. Perché stressare di nuovo?
Non capisci affatto cosa qualcuno trova interessante in questi registi di culto.

8. Sei sicuro che gli altri dovrebbero adattarsi a te e non viceversa.

9. Molte cose nella tua vita sono accompagnate da rituali. Ad esempio, non puoi bere il caffè del mattino da una tazza diversa dalla tua amata senza prima dare da mangiare al gatto e sfogliare il giornale del mattino..
La perdita anche di un solo elemento ti sconvolgerebbe per l'intera giornata..

10. A volte noti che stai tiranneggiando gli altri con alcune delle tue azioni e lo fai senza intenti dannosi, ma semplicemente perché pensi che questo sia più corretto.

Aggiornamento del cervello!

Si noti che le persone più brillanti che preservano la ragione fino alla vecchiaia sono, di regola, le persone di scienza e arte, cioè quelle che, in servizio, devono mettere a dura prova la loro memoria e fare un lavoro mentale quotidiano. Inoltre, devono tenere sempre il dito sul polso della vita moderna, stare al passo con le tendenze della moda e persino anticiparle in qualche modo. Questa "necessità di produzione" è la garanzia di una felice e ragionevole longevità.

1. Inizia a imparare qualcosa ogni due o tre anni. Certo, non devi andare al college e ottenere un terzo o addirittura un quarto grado. Ma potresti seguire un corso di aggiornamento a breve termine o padroneggiare una professione completamente nuova. Una vecchia parabola sufi: "Un discepolo diventa più saggio agli occhi di Dio, ma diventa più giovane agli occhi delle persone!"

2. Circondati di giovani. Da loro puoi sempre raccogliere ogni sorta di cose utili che ti aiuteranno a rimanere sempre moderno..

3. Se non hai imparato nulla di nuovo per molto tempo, forse non stavi guardando?

4. Di tanto in tanto, risolvi problemi intellettuali e supera tutti i tipi di test su argomenti, il vantaggio di entrambi è ora più che sufficiente su Internet.

5. Impara costantemente le lingue straniere. Anche se non le parli e non impari la lingua correttamente, la necessità di memorizzare regolarmente nuove parole ti aiuterà ad allenare la tua memoria..

6. Crescere non solo verso l'alto, ma anche verso l'interno! Estrarre vecchi libri di testo e richiamare periodicamente il curriculum scolastico e universitario!

7. Fai sport! L'esercizio fisico regolare prima e dopo i capelli grigi ti salva davvero dalla demenza.

8. Allena spesso la tua memoria, sforzandoti di ricordare poesie che una volta conoscevi a memoria, passi di danza, programmi che hai imparato all'istituto, numeri di telefono di vecchi amici e molto altro - tutto ciò che puoi ricordare.

9. Rompere le abitudini e i rituali! Quanto più il tuo giorno successivo sarà diverso da quello precedente, tanto meno è probabile che tu "fumi" e arrivi alla demenza. Guida per lavorare su strade diverse, rinuncia all'abitudine di ordinare gli stessi piatti, fai quello che non sei mai stato capace di fare

10. Dare più libertà agli altri e fare quanto più possibile da soli. Più spontaneità, più creatività. Più creatività, più a lungo manterrai la mente e l'intelligenza!

10 segni di demenza: quale soffre per primo

Sintomi di demenza: disturbi della memoria, della parola e del disorientamento

Laura Wayman è una gerontologa, autrice del metodo di cura della demenza

I sintomi della demenza nelle persone anziane spesso sconcertano i propri cari: sono cambiamenti legati all'età o è già una malattia? Test speciali e descrizioni dettagliate dei segni di demenza aiutano a identificare la demenza.

La demenza è un termine generico per un intero gruppo di disturbi cerebrali. Il tipo più comune di demenza è il morbo di Alzheimer, che rappresenta il 60-80% di tutti i casi di demenza. Tutti i tipi di demenza causano disturbi mentali tali che:

  • le capacità di una persona diventano un ordine di grandezza inferiore al livello intrinseco in lui prima (ad esempio, prima una persona aveva sempre una buona memoria, ma ora no);
  • risulta impossibile svolgere i soliti compiti e doveri quotidiani;
  • una delle quattro abilità mentali di base soffre:
    1. memoria a breve termine (la capacità di assimilare e utilizzare nuove informazioni),
    2. discorso (la capacità di scrivere, parlare e comprendere la lingua scritta o parlata),
    3. funzioni visivo-spaziali (la capacità del cervello di trasformare i segnali visivi in ​​una conoscenza precisa della posizione di un oggetto nello spazio; la capacità di comprendere e utilizzare simboli, mappe, ecc.),
    4. funzioni cerebrali esecutive (capacità di pianificare, ragionare, risolvere problemi, concentrarsi su compiti specifici).

Tipi di demenza

Esistono oltre settanta tipi di demenza. Alcuni dei più famosi sono:

  • Il morbo di Alzheimer;
  • lieve deterioramento cognitivo (MCI), stadio pre-demenza;
  • demenza mista - malattia di Alzheimer in combinazione con demenza vascolare;
  • demenza con corpi di Lewy;
  • Morbo di Parkinson;
  • demenza lombare (morbo di Pick);
  • Malattia di Creutzfeldt-Jakob (CJD);
  • idrocefalo normoteso (NTG);
  • Malattia di Huntington (HD);
  • Sindrome di Wernicke-Korsakov.

Diversi tipi di demenza sono caratterizzati da segni, velocità di sviluppo e modelli comportamentali diversi, quindi è estremamente importante ottenere una diagnosi accurata che indichi il tipo di demenza. Con una tale diagnosi, il paziente e il caregiver potranno apprendere di più sulle presunte (impossibile dirlo con certezza) dinamiche dello sviluppo di questo specifico tipo di demenza. I farmaci possono aiutare ad alleviare alcuni dei problemi comportamentali associati a determinate condizioni mediche.

10 primi segni di demenza

Con i normali cambiamenti legati all'età, non si verifica perdita di memoria che potrebbe interrompere la vita quotidiana di una persona. Tuttavia, non esiste una linea chiara tra cambiamenti normali e sintomi allarmanti. E poiché c'è una tale incertezza, se ti sembra di notare una diminuzione delle capacità mentali della persona amata, è consigliabile consultare un medico - e meglio con uno specializzato in demenza..

Gli esperti dell'Alzheimer's Disease Association (USA) hanno formulato i primi dieci segni di demenza:

  1. Disturbi della memoria a breve termine. Se una persona dimentica le informazioni ricevute di recente, questo è uno dei sintomi più comuni della demenza..
  2. Difficoltà a completare compiti comuni. Le persone con demenza spesso trovano difficile pianificare e gestire le attività quotidiane. Ad esempio, dimentica la sequenza di azioni durante la preparazione del cibo; non ricorda come rispondere a una telefonata; perso giocando al tuo gioco preferito.
  3. Disturbi del linguaggio. Una persona con Alzheimer spesso dimentica parole semplici o le sostituisce con parole o frasi strane, che possono rendere difficile la comprensione della loro lingua parlata e scritta. Ad esempio, non riesce a trovare una forchetta e chiede: "Dammi. Ebbene, questo da mangiare"..
  4. Disorientamento nel tempo e nello spazio. Una persona con la malattia di Alzheimer può perdersi vicino a casa propria, dimenticare dove si trova e come è finita in questo posto, e non sapere come tornare a casa..
  5. Incapacità o ridotta capacità di pensare bene. Un malato di Alzheimer può, ad esempio, indossare diversi strati di indumenti in una giornata calda o quasi niente in una giornata fredda. Ci sono difficoltà nella gestione del denaro: accade che i pazienti diano con calma grosse somme agli agenti di vendita telefonici.
  6. Problemi con il pensiero astratto. Una persona con Alzheimer ha spesso difficoltà insolite a risolvere compiti mentali complessi, come dimenticare cosa sono i numeri e come usarli..
  7. Strana disposizione delle cose. Una persona con Alzheimer può mettere cose in posti inaspettati, come scarpe col tacco alto nel frigorifero e perline in una zuccheriera..
  8. Umore e comportamento mutevoli. Una persona che soffre di Alzheimer è caratterizzata da sbalzi d'umore improvvisi senza una ragione apparente: da uno stato di calma - alle lacrime, immediatamente - alla rabbia.
  9. Cambiamenti di personalità. La personalità di una persona con demenza può cambiare drasticamente. Il paziente può essere estremamente indeciso, sospettoso, timoroso o molto dipendente da qualcuno della famiglia.
  10. Mancanza di iniziativa. Una persona con malattia di Alzheimer diventa completamente passiva, in grado di stare seduta per ore davanti alla TV, dormire più a lungo del solito o rinunciare alle attività quotidiane.

Sintomi della demenza: come vengono influenzati la memoria, la parola e il pensiero

I tipi progressivi di demenza, incluso l'Alzheimer, influenzano i processi mentali fondamentali, comprese le seguenti sei aree.

Memoria. Una persona con la memoria indebolita non è in grado, ad esempio, di tenere a mente la sequenza di azioni: vestirsi - salire in macchina - pranzare con i propri cari. Gli eventi iniziano ad esistere nella sua mente indipendentemente l'uno dall'altro, fuori dal contatto con gli altri, il loro contesto viene cancellato.

Discorso e comunicazione. La capacità di comunicare è ciò che ci collega con altre persone, ci consente di scambiare un'ampia varietà di informazioni. È con il suo aiuto che esprimiamo i nostri bisogni e sentimenti. La parola è il mezzo di comunicazione più ovvio, ma ce ne sono anche altri: gesti, movimenti del corpo, espressioni facciali.

Una persona con demenza perde gradualmente questa capacità. Le difficoltà di solito iniziano con la scelta delle parole: una persona può lottare a lungo per trovare una parola adatta in una conversazione. Può dimenticare i nomi delle persone che conosce bene. Successivamente, sorgono difficoltà con l'espressione dei pensieri: ad esempio, una persona sa esattamente cosa vuole dire, ma non può formulare in alcun modo. Questo lo porterà a uno stato di confusione e perdita ed è probabile che eviti la comunicazione..

Tali difficoltà e frustrazioni possono causare forti esplosioni emotive; alcuni pazienti iniziano persino a incolpare i loro caregiver per i loro problemi di comunicazione.

Pensiero logico. Di norma, ci aspettiamo che tutti intorno a noi siano in grado di ragionare ragionevolmente e fare affidamento sulla logica nel comunicare con noi. Spesso ci rivolgiamo al ragionamento nella vita di tutti i giorni e usiamo logica e credenza in molte situazioni - e ci aspettiamo lo stesso dai nostri interlocutori. Ci sembra che alla fine tutto sia deciso dagli argomenti della ragione..

Tuttavia, la demenza capovolge tutto. Le normali forme di comunicazione, come la persuasione, stanno diventando sempre meno efficaci. Passando alla logica, perdiamo in anticipo e talvolta otteniamo l'opposto del risultato desiderato. Gli inviti a pensare a qualche passo avanti non faranno che confondere il paziente, provocare il rifiuto o un comportamento sconsiderato.

Poiché una persona con demenza perde la capacità di ragionare ragionevolmente, il caregiver deve assumersi sempre più responsabilità nel prendere decisioni..

Giudizio. Il giudizio è ciò che possiamo porci alla domanda: "E se?" Ci permette di valutare i rischi, i pro e i contro di ogni situazione. Ciò significa che con l'aiuto del giudizio prevediamo le possibili conseguenze degli eventi, il che è molto importante per la nostra sicurezza..

Sfortunatamente, la demenza perde questa abilità in tempi relativamente brevi. Le menomazioni cognitive minano il giudizio e cambiano drasticamente il modo in cui la persona con demenza prende le decisioni e le attua. Allo stesso tempo, può valutare in modo molto diverso i suoi problemi di pensiero e questa valutazione cambia con il progredire della malattia..

Nelle fasi iniziali della demenza, il paziente è in grado di essere consapevole dei suoi disturbi, ma in seguito questa comprensione viene persa. Ciò pone una domanda difficile per i caregiver su quanto l'opinione del paziente debba essere presa in considerazione nel prendere decisioni relative alla vita..

Pensiero astratto. Usiamo il pensiero astratto in tutti i casi non legati a oggetti specifici. In effetti, molti fenomeni che diamo per scontati sono essenzialmente astratti: ad esempio i numeri, la direzione del movimento, il tempo. Il passato e il futuro sono tenuti nella nostra testa nella sequenza richiesta anche grazie al pensiero astratto. La possibilità è anche una categoria astratta; le categorie "dove" e "quanto" appartengono al pensiero astratto. Infine, le astrazioni sono legami emotivi che ci uniscono alla famiglia e agli amici..

Come altre abilità mentali, il pensiero astratto nella demenza viene danneggiato e perso abbastanza presto, il che significa che molti concetti su cui facciamo costantemente affidamento nella vita di tutti i giorni perdono il loro significato per una persona con demenza..

Percezione. La percezione normale ha due livelli. In primo luogo, percepiamo il mondo attraverso i nostri sensi: vista, udito, tatto, olfatto e gusto ci permettono di ottenere informazioni sugli oggetti nel mondo esterno. In secondo luogo, il cervello dà un senso alle informazioni che riceve..

Una persona con demenza spesso commette errori sia a livello dei sensi che a livello di interpretazione. Ad esempio, potrebbe scambiare un programma televisivo per la realtà e iniziare a parlare con i personaggi televisivi. I riflessi negli specchi, compreso il proprio, possono sembrare al paziente come una specie di persone, che ora appaiono, ora scompaiono. Invece di uno schema sul pavimento, è in grado di vedere buchi che devono essere evitati o barriere che non possono essere attraversate.

Questa interpretazione errata viene talvolta definita pseudoallucinazioni. Poiché sono causati dal deterioramento della vista e dell'udito, a volte il paziente può essere aiutato dal loro esame e correzione. Ma anche se i suoi occhi e le sue orecchie sono perfettamente sani, probabilmente ha ancora problemi a interpretare i loro segnali..

Le informazioni sul sito sono solo di riferimento e non sono una raccomandazione per l'autodiagnosi e il trattamento. Per domande mediche, assicurati di consultare un medico.

Sintomi di demenza nelle donne: come compaiono i primi segni di demenza

La demenza senile colpisce spesso le persone anziane. Non sono consapevoli delle loro azioni, non capiscono cosa sta succedendo loro, a volte non riconoscono i loro parenti e dimenticano i loro nomi. Non sono da biasimare per questa grave malattia. Ma tutti gli oneri dell'assistenza 24 ore su 24 ricadono sulle spalle dei parenti. Devono affrontare problemi non solo di natura fisica, ma anche per superare difficoltà economiche, sociali e materiali. Ti aiuteremo a riconoscere i primi segni e sintomi della demenza nelle donne, scoprire se può essere trattata e se la prevenzione è possibile.

Descrizione

Il nome ci è venuto dalla lingua latina. La malattia colpisce il cervello, provoca la distruzione irreversibile del sistema nervoso superiore e si manifesta in deterioramento cognitivo. Una persona perde conoscenza, abilità pratiche, non è in grado di imparare qualcosa di nuovo. La sua capacità mentale è drasticamente ridotta, la sua memoria si deteriora e inizia a soffrire di un disturbo della personalità.

Scegli un servizio per il tuo parente

Questa patologia comune è stata studiata in tutto il mondo da diversi decenni. Tutti gli studi su questo argomento hanno dimostrato che quasi 48 milioni di persone sul pianeta sono affette da una grave malattia. L'Organizzazione mondiale della sanità prevede che il numero di casi quasi raddoppierà entro il 2030 e entro il 2050 questa cifra salirà a 136 milioni. standard di vita.

Nella Federazione Russa, i dati statistici non sono del tutto accurati, poiché i parenti considerano questo fenomeno un processo di invecchiamento naturale e non si rivolgono alle istituzioni mediche per una diagnosi.

Come si manifesta la demenza nelle persone anziane?

Negli ultimi anni la malattia è diventata molto "giovane" e non conosce confini. I Dissennatori possono diventare non solo coloro che hanno più di 70-80 anni, come si pensava in precedenza, ma anche cinquanta. I sintomi spaventano i membri della famiglia che si trovano sullo stesso territorio del "mostro" che perde la memoria, lancia i piatti e spacca l'appartamento, si precipita a litigare con i propri cari, spalma escrementi sui muri e sul letto e spesso scappa di casa. Questo comportamento può durare da tre mesi a diversi anni. Il risultato della malattia è l'assoluta immobilità. Il momento più difficile per la famiglia. Amici e compagni in qualche modo scompaiono rapidamente dalle loro vite, succede che il marito non lo sopporta e lascia la famiglia.

Spesso la popolazione non dispone di informazioni complete su come trattare questi pazienti. I medici prescrivono la terapia, ma non dicono come cambierà in futuro l'esistenza del caregiver.

Questo problema può essere risolto, perché in Russia funzionano un gran numero di istituzioni per anziani. Ad esempio, la rete di case di cura per anziani "Care" rappresenta 10 accoglienti case nella regione di Mosca. Accolgono oltre 500 reparti. Il personale medico qualificato fornisce assistenza di prima classe per gli anziani. È stato sviluppato un vero e proprio cinque pasti al giorno, in cui il menu è compilato individualmente per tutti, secondo le raccomandazioni di uno specialista. Il personale si occupa della salute fisica e mentale. Ogni giorno cercano di diversificare il loro tempo libero con giochi attivi, serate musicali, conversazioni tematiche, picnic. Ogni giorno si tengono lezioni di ginnastica e recupero mentale.

Cause di demenza negli anziani

Fondamentalmente, l'impulso per i cambiamenti negativi sono malattie già esistenti che sono sorte a causa di danni al sistema nervoso centrale, come: Alzheimer, Pica e sindrome del corpo di Lewy. Ma possono anche provocare la morte delle cellule cerebrali:

  • Ipertensione.
  • Aterosclerosi.
  • Tumori benigni e maligni.
  • Ictus.
  • Dipendenza da tabacco e alcol.
  • Ferita alla testa.
  • Aids.
  • Meningite.
  • Encefalite virale.
  • Sclerosi multipla.
  • Patologie endocrine.
  • lupus eritematoso.

A rischio sono le persone i cui parenti più stretti erano già dissennatori prima dei 65 anni o soffrivano di diabete e obesità.

Classificazione dei tipi di malattia nel sesso debole

La demenza senile si divide in tre tipi:

  • Atrofico. È caratterizzato da una degenerazione primaria nel cervello.
  • Vascolare. È anche chiamato secondario, poiché si sviluppa sullo sfondo delle deviazioni esistenti.
  • Misto. Si basa sui due punti precedenti.
  • Multifocale. L'intero sistema nervoso è interessato.

Inoltre, gli esperti identificano la localizzazione della corticale e sottocorticale.

Trigger per i primi segni di demenza nelle donne sotto i 50 anni

Le cause sono mutazioni puntiformi nei geni DNMT3A e TET2, responsabili della crescita dei vasi sanguigni durante tutto il ciclo di vita..

Scienziati americani e australiani hanno dimostrato che uno stile di vita povero porta anche alla demenza.

Per la prevenzione è necessario:

  • Non abusare di tabacco e prodotti alcolici.
  • Mangia bene e correttamente. Includere pesce, verdura e frutta nella dieta.
  • Fai sport attivi.
  • Rafforzare le connessioni neurali, mantenendo il cervello in buona forma leggendo, imparando lingue straniere.
  • Lavora su un computer, padroneggia i gadget ("allenamento" del cervello).
  • Non ignorare i disturbi depressivi.
  • Tratta l'ipertensione e il diabete.
  • Non ignorare la perdita dell'udito o il danno e chiedere il parere di un otorinolaringoiatra.

Caratteristiche delle manifestazioni della demenza legata all'età nella femmina

I suoi rappresentanti sono intrinsecamente più emotivi degli uomini e quindi sono soggetti a frequenti sbalzi d'umore. Dovresti prestare attenzione se tu o una persona cara mostrate:

  • Irritabilità.
  • Aggressione improvvisa.
  • Piangere o risate irragionevoli.
  • Depressione grave prolungata.
  • Sospetto eccessivo.
  • Testardaggine irragionevole.
  • Riluttanza a comunicare.
  • Accuse contro parenti, vicini o completamente estranei.

I primi segni e sintomi di demenza in una donna

Determinerai l'insorgenza della malattia in base a come il reparto formula le sue idee durante una conversazione, quanto male ha iniziato a memorizzare le informazioni, è in grado di ragionare e analizzare, come parla con gli altri e quanto è attenta.

Ti daremo anche 12 segnali che puoi usare per navigare per una diagnosi preliminare..

Le nostre pensioni

Ramensky

Sheremetyevsky

Difficoltà a esprimere i tuoi pensieri

Non scoraggiarti se di tanto in tanto non riesci a trovare la parola giusta. Forse il motivo è l'eccitazione. Ma se tu o il tuo parente chiamate il letto "la cosa su cui dormono" e non siete in grado di ricordare il nome corretto, allora questo è un segnale che ci sono disturbi cerebrali ed è ora di agire. E prima è, meglio è.

Inoltre, se è difficile per te descrivere i tuoi pensieri sulla carta, ti senti inibito, allora la demenza sta già progredendo.!

Vuoti di memoria a breve termine

Accade spesso che per distrazione mettiamo una cosa da qualche parte e poi la cerchiamo. Oppure dimentichiamo il nome di un amico, artista e scrittore. Ricordiamo a lungo la conversazione o l'evento accaduto. Qui è già necessario consultare un medico, poiché questo può diventare un segno, se non di demenza, quindi infiammazione o atrofia della corteccia prefrontale del cervello, i gangli principali.

Ma i malfunzionamenti del sistema nervoso includono anche tali sintomi:

  • si prega di ripetere più volte la stessa frase;
  • la necessità di promemoria e appunti costanti su carta;
  • difficoltà a ricordare cosa è successo di recente.

Brutto sogno

Se noti un disturbo nel modello di sonno del tuo parente, cioè, vuole rimanere sveglio la notte e riposare durante il giorno, allora questo è spesso un segnale per l'inizio della malattia.

Cambiamenti di personalità e sbalzi d'umore

La demenza prende il sopravvento sulle persone quando il loro carattere cambia drasticamente. Diventano:

  • oppresso;
  • ansioso e sospettoso;
  • depresso;
  • silenzioso;
  • aggressivo o scontroso.

Di solito sono così in un ambiente scomodo per se stessi e quando compiono azioni insolite.

Errori di giudizio

Chiama immediatamente il tuo medico e fai il test se:

  • Ho smesso di compilare correttamente fatture e documenti.
  • Non puoi più distinguere il taglio delle banconote, ti confondi nei cartellini dei prezzi, non puoi fare calcoli matematici elementari nella tua mente.
  • Non puoi determinare la distanza da un oggetto all'altro a occhio, ti perdi nell'orientamento.
  • Dimenticare l'ordine di processi semplici (come preparare una frittata).

Le nostre pensioni

Golitsyno

Minsk

Un pasticcio nella mia testa

Disturbi sostanziali portano al disorientamento. Inoltre, una persona del genere non ricorda eventi passati, non è in grado di scegliere il tipo di attività al momento, non comprende il significato della conversazione, non distingue i volti dei conoscenti.

Beta amiloide elevato

Un peptide che si accumula nel cervello distrugge le connessioni neurali e forma placche amiloidi. Il loro accumulo porta ad ansia e irritabilità. Il loro aumento contribuisce ai cambiamenti nei ritmi del sonno e della veglia..

Scomparsa del senso dell'umorismo

I pazienti perdono la capacità di rispondere adeguatamente al sarcasmo nella loro direzione, spesso si offendono e iniziano a comportarsi in modo inappropriato con il burlone. E viceversa, ridono quando guardano programmi televisivi con notizie tragiche (omicidi, catastrofi, disastri di massa). Il comportamento illegale e assurdo si manifesta nell'ultima fase della demenza.

Stato depressivo

Vale la pena considerare se la persona amata è sempre stata attiva, ma non molto tempo fa è stato preso in giro, non è interessato ai problemi degli estranei, non si dedica al suo hobby, ha perso ogni interesse per il lavoro ed evita la compagnia degli amici. Se vive la giornata dalla TV al letto, allora dovrebbe piuttosto essere persuaso a presentarsi a un neurologo.

Inosservanza dell'igiene personale

Un'altra chiara prova dell'inizio della demenza, in cui sono presenti le seguenti cose:

  • Mancanza di volontà di riordinare la mattina (pettinarsi i capelli, lavarsi i denti, lavarsi il viso).
  • Ignorando la routine della doccia.
  • Disordine nei vestiti.
  • Pigrizia che impedisce al paziente di tagliarsi le unghie delle mani e dei piedi.

Sulla persuasione e le chiamate a prendersi cura di se stessi, la risposta dovrebbe essere: "perché farlo, se tutti intorno sono i tuoi?".

Disturbo del movimento

Le difficoltà di coordinazione portano al fatto che il paziente spesso cade quando cammina. È difficile per lui scendere e salire le scale, fare il bagno da solo. Non troverà la strada giusta per tornare a casa, poiché la sua visione spaziale cambierà. Non è in grado di distinguere i parametri degli oggetti, la distanza tra loro.

Le nostre pensioni

Rublevsky

Dolgoprudny

Dispiegare le cose in luoghi

Tutte le persone, almeno una volta nella vita, hanno questi momenti in cui di fretta mettono qualcosa e al mattino non riesci a trovarlo. In una persona sana, questo accade in casi isolati. Con calma medita e riproduce per tappe tutta la serata di ieri. Chi è affetto da demenza senile può lasciare, ad esempio, un pettine nel congelatore del frigorifero e quindi incolpare la famiglia per questo..

Come non confondere i sintomi della demenza precoce e dell'invecchiamento naturale

Di solito si rivolgono ai medici per chiedere aiuto in una fase avanzata della malattia, quando una volta il reparto si è perso per strada senza ricordare il suo indirizzo. In questo momento, è già difficile aiutare un paziente che ha sette anni di vita. Ecco perché i medici avvertono che quando compaiono i segni di cui abbiamo discusso sopra, devi assolutamente presentarti a una struttura medica. È meglio venire in clinica proprio così che perdere il momento e guardare la mente di una persona cara svanire.

L'indagine dovrebbe essere condotta nella fase di apatia, distrazione, aggressività, isolamento e compromissione della capacità di ricordare.

Video: tutto sulla demenza senile

Proponiamo di vedere visivamente l'intero processo sui segni e sintomi iniziali della demenza nelle donne..

Confronto del comportamento di una persona sana e malata

Hai notato strane azioni illogiche dietro un parente, un'apparenza disordinata e questo ti ha allertato? Quindi lascia cadere tutti i casi pianificati e guardalo per alcuni giorni..

  • Diminuzione delle capacità mentali e della memoria.
  • Aggressione.
  • Distrazione.
  • Perdita di tempo e orientamento.
  • Dimenticanza.
  • Sostituzione di concetti e frasi.
  • Inciampando di punto in bianco.
  • Errori matematici durante la compilazione delle fatture.
  • Risveglio notturno.
  • Apatia al lavoro.
  • Perdita di senso dell'umorismo.
  • Camminare senza meta per le stanze.

Scegli un servizio per il tuo parente

I principali segni e manifestazioni della demenza dalla fase iniziale alla demenza totale

Tutto ciò che abbiamo elencato sopra è una fase iniziale della malattia. Ma a seconda del focus della lesione, una persona potrebbe sperimentare:

  • Gravi disturbi mentali.
  • Ragionamento allucinatorio (quando si parla con personaggi di fantasia).
  • Incapacità di ricordare eventi passati.
  • Completa disintegrazione della personalità.
  • Discorso alterato e capacità di riconoscere le cose.
  • Follia, in cui il lavoro mentale e fisico declina.

Inoltre, puoi facilmente verificare i turni di occupazione. Se hai un autista davanti a te, presta attenzione al fatto:

  • come naviga attraverso un terreno familiare;
  • guida secondo i segni;
  • come reagisce alla forza maggiore;
  • quale indicatore di direzione si accende quando si cambia movimento;
  • qual è il suo comportamento durante gli "ingorghi", aspetterà con calma il passaggio o andrà a sorpassare sul lato della strada;
  • confonde i meccanismi di controllo.

Test di malattia

Esistono diversi modi in cui viene determinata l'insorgenza della demenza senile. Ne presentiamo uno, che aiuterà a distinguere il decadimento naturale del corpo dalla demenza. Va ricordato che solo un medico qualificato può ottenere il risultato più affidabile. Dai un'occhiata:

  • In che modo una persona si orienta nello spazio, può trovare la strada di casa se succede qualcosa, fa distinzione tra unità di tempo.
  • Memoria a breve e lungo termine.
  • Esecuzione di compiti per scomporre un semplice processo in algoritmi, ad esempio, preparare il caffè o lavare i vestiti.
  • Percezione visiva - chiesto di disegnare una o più forme semplici su carta.
  • Discorso del paziente. Si scopre anche come il soggetto ascolta gli altri.
  • Conoscenza del reparto sul mondo circostante. Il medico chiede di dare voce alla nomina di oggetti.
  • Intelligenza. Per questo, vengono utilizzati diversi metodi di ricerca..

Ho dimenticato di mettere il pranzo in frigorifero

Non ho cucinato il cibo

Non riesco a trovare una parola mentre parli

Parla una lingua incomprensibile, in cui le frasi vengono messe fuori tema

Hai dimenticato l'indirizzo esatto degli amici

Ho dimenticato il mio luogo di residenza

Non ricordavo quanto sarà 6x7

Hai dimenticato tutti i semplici calcoli (addizione e sottrazione)

Ho perso le chiavi del mio appartamento

Non ricorda che ha il suo posto

Cambiamenti dell'umore a breve termine e apatia

Costante sospetto e malcontento

Caratteristiche distintive del sesso debole

Secondo le statistiche, il numero di donne che soffrono di demenza è quasi il doppio rispetto agli uomini. Le ragioni di questa distribuzione non sono state ancora individuate, ma ci sono ipotesi:

  • I rappresentanti della metà forte dell'umanità hanno una durata di 10-15 anni più breve, quindi semplicemente "se ne vanno" prima e non vivono abbastanza per vedere i marasma senili.
  • Gli scienziati hanno trovato in loro un nuovo materiale biologico che protegge la corteccia cerebrale dallo sviluppo dell'Alzheimer.

Dopo cinquant'anni, si verificano cambiamenti ormonali nel corpo. Nel periodo del climaterio, consigliamo di contattare un ginecologo, che prescriverà un trattamento completo. Se dopo la terapia il nervosismo e il pianto non scompaiono, allora devi vedere un neurologo.

Come si manifesta la malattia negli uomini

Oltre a una diminuzione delle funzioni cognitive, durante un'esacerbazione si nota uno stato aggressivo. Questo è segnato da gelosia violenta, accompagnata da dimissioni di mano, conclusioni inadeguate, sospetti, ossessioni, interrogatori.

Scegli un servizio per il tuo parente

Il "sesso forte" spesso abusa di alcol e, di conseguenza, la demenza si sviluppa sullo sfondo dell'alcolismo.

Di regola, i sintomi sono diversi rispetto alle donne. Non perdono la memoria, mantengono la capacità di ragionare, parlare correntemente, riconoscere i parenti e gli oggetti domestici e non dimenticare i dati del proprio indirizzo. Pertanto, l'esame e la diagnosi sono difficili.

Abbiamo parlato in dettaglio delle cause di una grave malattia, dei suoi sintomi.