Sindrome aseno-nevrotica: cause, sintomi, diagnosi, trattamento

La sindrome aseno-nevrotica è un tipo di nevrosi che può verificarsi sia negli adulti che nei bambini. L'asthenoneurosi porta al fatto che le persone diventano nervose e allo stesso tempo sperimentano costantemente un aumento della fatica. La malattia è spesso chiamata astenia, debolezza neuropsichiatrica, sindrome da stanchezza cronica, astenonurosi o sindrome astenica..

La malattia insorge e si sviluppa solitamente a causa di anomalie nell'attività dell'intero sistema nervoso autonomo. Una persona con sindrome astenica ha costantemente bisogno di supporto e protezione.

Il numero di pazienti con astenia aumenta più volte all'anno. Un brusco salto nella crescita dei pazienti è associato a un ritmo di vita accelerato, scarsa ecologia, stress regolare e depressione. La sindrome aseno-nevrotica spesso preoccupa i bambini vulnerabili, che prendono tutto "a cuore", reagiscono attivamente a qualsiasi stimolo e si arrabbiano anche a causa di piccoli fallimenti.

L'asthenoneurosi può essere confusa con l'affaticamento, che si verifica con un aumento dello sforzo mentale o fisico. Secondo l'ICD 10, i pazienti vengono diagnosticati con il codice F48.0, che sta per altri disturbi nevrotici.

Le cause della malattia

Un gruppo abbastanza ampio di fattori può essere attribuito alle cause dell'aspetto e dello sviluppo della sindrome. A volte è abbastanza difficile determinare il motivo per cui si è verificata la malattia. Per fare questo, devi trovare uno specialista veramente qualificato..

Le cause più comuni di sindrome astenica includono:

  • Stress frequente. Forti esperienze ed eventi tragici possono portare a sovraccarico e esaurimento del sistema nervoso e, di conseguenza, all'astenia.
  • Malattie infettive. Qualsiasi infezione che si verifica insieme alla temperatura e all'intossicazione del corpo, provoca la morte delle cellule nervose e la comparsa della sindrome astenica.
  • Trauma cerebrale. Anche piccoli lividi spesso portano a disfunzioni dell'intero cervello. Le lesioni diventano particolarmente pericolose durante l'infanzia, quando le ossa del corpo sono ancora deboli e fragili e il cervello sta aumentando attivamente di dimensioni. È per questo che in nessun caso dovresti scuotere e vomitare un neonato..
  • Sovraccarico regolare del sistema nervoso. Una mancanza di riposo e un corrispondente deterioramento del benessere si riscontra ora in ogni seconda persona sulla Terra. Di recente anche i bambini hanno iniziato ad affrontare questo problema..
  • Carenza di vitamine. Una diminuzione della quantità di minerali e vitamine nel corpo porta all'esaurimento e all'indebolimento del sistema nervoso.
  • Intossicazione. Il fumo, l'abuso di alcol e l'uso di droghe avvelenano il tessuto cerebrale, causando la morte di un numero enorme di cellule nervose.
  • Malattie del sistema endocrino. Le violazioni nel lavoro del pancreas, della tiroide e delle gonadi spesso portano alla morte cellulare e allo sviluppo di astenia.
  • Caratteristiche personali di una persona. Abbastanza spesso, l'astenoneurosi si verifica in quelle persone che si sottovalutano come persona. I pazienti diventano anche inclini a un'eccessiva drammatizzazione e soffrono di una maggiore sensibilità..
  • Fattori sociali. Prima o poi, ogni persona ha difficoltà sul lavoro, a scuola o nella vita personale. Tutti questi casi hanno anche un impatto negativo sul funzionamento del sistema nervoso autonomo..

Nei bambini, la sindrome aseno-nevrotica può verificarsi a causa di:

  1. Ipossia fetale;
  2. Infezioni durante lo sviluppo fetale;
  3. Lesioni da parto;
  4. Vari difetti del sistema nervoso;
  5. Cattive abitudini della madre durante il periodo di gestazione.

Sintomi di astenoneurosi

Di solito, i pazienti non attribuiscono molta importanza ai primi segni della sindrome, poiché sono attribuiti alla manifestazione di affaticamento. Le persone si rivolgono a un medico per chiedere aiuto anche quando diventa impossibile far fronte ai problemi accumulati da soli. Molto spesso, la diagnosi viene fatta se non ci sono disturbi somatici o neurologici.

I primi sintomi della sindrome astenica includono:

  • Apatia e irritabilità irragionevole;
  • Stanchezza regolare;
  • Diminuzione dell'immunità, che porta al verificarsi di infezioni e raffreddori.

Nei bambini, l'astenoneurosi grave si manifesta in modo diverso rispetto agli adulti. Il bambino è osservato:

  1. Cambiamenti improvvisi di umore;
  2. Mancanza di appetito e rifiuto completo di mangiare;
  3. Attacchi incontrollati di aggressione;
  4. Pianto frequente e malumore;
  5. Scarica di rabbia su giocattoli e cose preferite;
  6. Stanchezza incessante;
  7. Dolore regolare in diverse aree della testa;
  8. Diminuzione del rendimento scolastico;
  9. Difficoltà a comunicare con altri bambini.

Fasi della sindrome astenica

I medici distinguono 3 fasi dell'astenoneurosi:

Nella prima fase, né i pazienti né i loro parenti di solito sospettano della presenza di patologia. Le persone associano tutti i sintomi di accompagnamento dell'astenia alla stanchezza e non prendono sul serio i primi segni della malattia. A poco a poco, una persona smette di controllare il suo comportamento, in qualsiasi momento può ridere o piangere.

Nella fase successiva dello sviluppo della malattia compaiono un'eccessiva emotività e un deterioramento del benessere: frequenti mal di testa, una costante sensazione di affaticamento e l'efficienza diminuisce. Il paziente è regolarmente preoccupato per l'insonnia, tutto il tempo che vuole sdraiarsi per riposare, ma le sue forze non vengono ripristinate anche dopo il sonno.

Durante la terza fase, il quadro clinico della sindrome diventa evidente. La fatica e l'ansia vengono sostituite dalla completa indifferenza verso tutto ciò che sta accadendo intorno. Una persona non è più interessata a film, intrattenimento o nuove conoscenze. Appare una depressione prolungata, che può essere affrontata solo con l'aiuto di antidepressivi.

Di solito le persone con sindrome aseno-nevrotica cercano assistenza medica al secondo o terzo stadio, quando non è più possibile affrontare la malattia da soli. Nel caso in cui la sindrome sia passata allo stadio finale, i pazienti non cercano più di migliorare il proprio benessere. Parenti e amici li portano dal dottore.

Conseguenze e complicanze della malattia

Molto spesso, la sindrome aseno-neuratica si presenta in forma cronica. Ma se è assente almeno un trattamento minimo della patologia, possono sorgere gravi complicazioni:

  • Ictus;
  • Attacco di cuore;
  • Ulcera allo stomaco ed esacerbazione di malattie gastrointestinali;
  • Disturbi ormonali.

Inoltre, in assenza di una terapia adeguata, può comparire depressione, che a volte porta anche al suicidio. Nelle fasi iniziali della malattia, una persona è ancora in grado di aiutare se stessa da sola..

Le complicanze dell'astenia nei bambini possono portare a malfunzionamenti della ghiandola tiroidea e, di conseguenza, a disturbi del sistema riproduttivo. Gli adulti possono avere problemi riproduttivi.

Diagnostica

La diagnosi della malattia, prima di tutto, comporta un interrogatorio orale del paziente. Il medico dovrebbe scoprire tutto ciò che preoccupa il paziente. Di solito, il quadro clinico della malattia diventa chiaro anche nelle sue prime fasi. Ecco perché non è difficile iniziare il trattamento della sindrome astenica il prima possibile. L'importante è determinare la vera causa dell'insorgenza della malattia, poiché è proprio la sua eliminazione che garantisce il successo del trattamento e il completo recupero del paziente.

Trattamento di astenoneurosi

La terapia della sindrome dovrebbe essere completa e includere diverse aree:

  1. Assunzione di farmaci. Di solito, durante la prima fase dello sviluppo della sindrome, puoi limitarti all'uso di tisane, complessi vitaminici e all'uso della medicina tradizionale. Se la salute di una persona peggiora, il medico prescrive vari sedativi, a volte antidepressivi.
  2. Aiuto psicologico. Nelle prime fasi la malattia può essere curata anche a casa: aromaterapia, bagni rilassanti e passeggiate all'aria aperta.
  3. Uno stile di vita sano. Una corretta alimentazione, sport e una chiara routine quotidiana aiuteranno a far fronte a qualsiasi malattia, inclusa l'astenoneurosi.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica prevede l'assunzione dei seguenti farmaci:

  • Sedativi: "Sedasen", "Persen", nonché tinture di motherwort, biancospino e valeriana. Il corso di ammissione deve essere di almeno due settimane.
  • Antidepressivi con il minor numero di effetti collaterali: Novo-Passit, Azafen, Doxepin, Sertralin.
  • Farmaci antiastenici: "Enerion" e "Adamantylphenylamine".
  • Nootropics: "Phenibut", "Cortexin", "Nooclerin".
  • Adattogeni: "vite di magnolia cinese", "tintura di eleuterococco".
  • Complessi vitaminici: "Neuromultivitis".

Inoltre, con il trattamento farmacologico, vengono solitamente prescritte procedure di fisioterapia: massaggio terapeutico, aromaterapia, elettrosonno e riflessologia.

Psicoterapia

La terapia per la sindrome astenica non può essere immaginata senza l'aiuto di uno psicologo. Il paziente deve assolutamente visitare uno specialista per chiarire la diagnosi e prescrivere il trattamento appropriato.

Di solito, il terapista consiglia al paziente di allontanarsi dalla propria malattia e di procurarsi degli hobby, ad esempio raccogliere monete, lavorare all'uncinetto o disegnare immagini. Inoltre, l'arte terapia o terapia con sabbia per molti anni aiuta i pazienti a far fronte all'astenoneurosi. Non dovresti trascurare gli esercizi di respirazione, poiché aiuta non solo a rilassare tutto il corpo, ma anche a ricaricarsi di buon umore..

Le seguenti raccomandazioni aiuteranno a far fronte alla malattia:

  1. Prima di tutto, devi sbarazzarti di tutte le cattive abitudini;
  2. Esercizi di forza e carichi cardio dovrebbero essere eseguiti quotidianamente;
  3. Il lavoro dovrebbe sempre essere alternato al riposo, non dovresti sforzarti troppo;
  4. Aggiungi più carne, soia, fagioli e banane alla tua dieta abituale;
  5. È obbligatorio assumere complessi vitaminici;
  6. E la cosa più importante è mantenere un ottimo umore per tutto il giorno..

Terapia tradizionale

Prima di tutto, non dimenticare che è estremamente indesiderabile trattare l'astenia solo con metodi popolari, poiché un effetto positivo può essere ottenuto solo con una terapia complessa. Ma come effetto aggiuntivo, i medici raccomandano le seguenti ricette:

  • Foglie di menta, radici di orologio a tre foglie e valeriana in proporzioni uguali, circa 2 cucchiai. l., devi tritare finemente e mescolare. Dopo - in un bicchiere di acqua bollente, devi aggiungere 2 cucchiaini. raccolta, lasciare per un'ora in un luogo caldo, quindi filtrare. Ogni giorno dovresti bere mezzo bicchiere al mattino e alla sera. Il corso del trattamento è di un mese.
  • 2 cucchiai. l. la motherwort deve essere versata con un bicchiere di acqua bollente e posta a bagnomaria per 20-30 minuti, senza portare a ebollizione. Quindi dovresti aggiungere acqua bollita al volume che era all'inizio nella ciotola. Vale la pena prendere un decotto 3 volte al giorno prima dei pasti, 1⁄3 parte di un bicchiere.
  • La valeriana e l'erba madre possono anche essere assunte in forma di pillola. Il medico curante deve determinare il dosaggio richiesto. E per preparare un infuso di Valeriana officinalis, aggiungere un cucchiaio di erba ad acqua bollente calda e lasciare agire per 20 minuti. Prendi il rimedio per un quarto di bicchiere tre volte al giorno e prima di coricarti.
  • La camomilla, l'erba di San Giovanni e il biancospino devono essere mescolati in 1 cucchiaio. l. e versare un bicchiere di acqua bollente. L'infusione dovrebbe durare 30-40 minuti. Si consiglia di prendere il medicinale prima di coricarsi.
  • La combinazione dell'erba di San Giovanni con i fiori di tiglio essiccati aiuterà a far fronte alla stanchezza cronica. Devi mescolare 1 cucchiaio. l. componenti e lasciare l'infuso per 20 minuti. La bevanda deve essere assunta a stomaco vuoto al mattino e alla sera prima di coricarsi, 50 ml. A volte una tintura alcolica viene preparata dalle erbe, che devono essere assunte 2-3 gocce prima dei pasti.
  • Per migliorare l'umore e stimolare il sistema nervoso, puoi seguire un corso di trattamento con la vite di magnolia cinese o eleuterococco, che vengono venduti in qualsiasi farmacia. I fondi hanno un effetto benefico su tutto il corpo, aiutano ad aumentare l'immunità, ricaricare di energia e uno stato d'animo positivo. Inoltre, le tinture aiuteranno a far fronte a apatia, isteria, ipotensione e mal di testa nella sindrome astenica..

Dieta per la sindrome neuro-astenica

Dalla dieta abituale del paziente, è imperativo escludere carne grassa, cibi fritti e spezie piccanti. Dovresti limitare il consumo di caffè e tè, puoi sostituirli con un infuso di biancospino o rosa canina. Si consiglia di mangiare più frutta e verdura possibile. Anche olio vegetale, pane nero e pesce grasso aiuteranno a migliorare il tuo benessere. E per rallegrarsi, gli esperti consigliano di mangiare una fetta di cioccolato fondente al giorno e in nessun caso utilizzare prodotti da forno.

Trattamento della sindrome nei bambini

La terapia per la sindrome astenica nei bambini è leggermente diversa dal trattamento della malattia negli adulti. Per aiutare tuo figlio, dovresti:

  1. Introdurre nella sua dieta tanto cibo sano corretto, vitamine utili e vari microelementi;
  2. Escludere bevande che contengono caffeina dalla dieta;
  3. Arieggia la stanza del bambino più volte al giorno;
  4. La sera, è necessario trascorrere del tempo all'aria aperta, è particolarmente utile camminare poco prima di coricarsi;
  5. Garantire un sonno sano e adeguato sia di giorno che di notte;
  6. Escludere guardare la TV e giocare al computer durante un'esacerbazione della malattia.

Prevenzione della sindrome

Come misura preventiva per la malattia, sono adatti gli stessi mezzi necessari per trattare la sindrome. Gli esperti consigliano di introdurre una routine quotidiana, la maggior parte della quale dovrebbe essere presa dal riposo. Dovresti passare a un'alimentazione sana e corretta, ricca di vitamine e minerali. Allo stesso tempo, è necessario limitare l'assunzione di grassi e carboidrati. L'esercizio fisico e l'attività fisica all'aperto possono anche aiutare a distogliere la mente dai sintomi della "stanchezza cronica" e migliorare il tuo benessere generale..

Previsione

L'asthenoneurosi non è una malattia grave se trattata tempestivamente. Le persone con astenia devono essere registrate da un neurologo, seguire tutte le sue raccomandazioni e assumere i farmaci necessari. Inoltre, uno stile di vita sano e attivo, il buon umore e una visione positiva del mondo giocano un ruolo decisivo nel trattamento della sindrome. La cosa principale è non iniziare il decorso della malattia, che può portare a disturbi della memoria, diminuzione della concentrazione e sviluppo di depressione o nevrastenia.

Sindrome aseno-nevrotica

La sindrome astenico-nevrotica (sin. Astenia, sindrome astenica, sindrome da stanchezza cronica, debolezza neuropsichica) è un disturbo psicopatologico a lenta progressione che si manifesta sia negli adulti che nei bambini. Porta alla depressione senza una terapia tempestiva..

La causa più comune della formazione della malattia è l'influenza a lungo termine di situazioni stressanti. Oltre a questo fattore, molti altri fattori patologici e fisiologici possono influenzare l'insorgenza del disturbo..

I sintomi della sindrome aseno-nevrotica sono aspecifici: affaticamento, debolezza costante, diminuzione delle prestazioni, instabilità emotiva, disturbi del sonno e apatia.

Per scoprire la causa dello sviluppo del malessere, vengono eseguiti test di laboratorio ed esami strumentali. Un posto speciale nella diagnosi è occupato dalle manipolazioni eseguite dal medico.

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica sta cambiando lo stile di vita, assumendo farmaci e usando rimedi popolari. La terapia non sarà completa senza arrestare la malattia sottostante.

Nella classificazione internazionale delle malattie, l'anomalia non ha un suo significato, ma appartiene alla categoria "Altri disturbi nevrotici" - il codice ICD-10 sarà F48.0.

Eziologia

La malattia si sviluppa sia nell'adulto che nel bambino, ma alcuni dei fattori predisponenti possono differire. Ad esempio, la sindrome aseno-nevrotica nei bambini nella maggior parte delle situazioni si forma sullo sfondo di tali anomalie:

  • ipossia fetale;
  • meningite precedente, encefalite o altre malattie che influenzano negativamente il sistema nervoso centrale;
  • eventuali infezioni di natura batterica o virale, spesso accompagnate da neurotossicosi;
  • persistente attività fisica o mentale eccessiva;
  • assunzione insufficiente di vitamine e micronutrienti con il cibo;
  • trauma alla testa;
  • conflitti costanti in famiglia, all'asilo o alla scuola: questo motivo spesso funge da provocatore della malattia nei bambini dall'età di 3 anni.

Negli adulti, le seguenti condizioni possono agire come trigger:

  • intossicazione cronica del corpo con sostanze chimiche, tossiche e velenose;
  • dipendenza a lungo termine da cattive abitudini;
  • aumento della pressione intracranica;
  • superlavoro cronico;
  • mancanza di sonno;
  • violazione dei processi metabolici nel cervello;
  • distonia vegetativa-vascolare - il provocatore più frequente di astenia nelle donne durante la gravidanza.

Nella maggior parte dei casi, la sindrome nevrotica in un bambino e in un adulto si sviluppa come conseguenza di tali problemi:

  • lesioni vascolari del cervello;
  • malattia ipertonica;
  • aterosclerosi vascolare;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • pielonefrite cronica;
  • anemia da carenza di ferro e altre malattie del sangue;
  • tubercolosi o brucellosi;
  • lesione ulcerosa dello stomaco o del duodeno;
  • qualsiasi anomalia che provochi una diminuzione della resistenza del sistema immunitario.

L'influenza dell'eredità gravata non dovrebbe essere esclusa.

Classificazione

La sindrome aseno-nevrotica nei bambini e negli adulti, a seconda del fattore eziologico, è:

  • cerebrogenico - ha una relazione con patologie cerebrali;
  • somatogeno - associato a patologie degli organi e dei sistemi interni, ad eccezione del sistema nervoso centrale;
  • cerebro-somatogeno;
  • disadattivo: lo sviluppo di questa forma è influenzato da carichi esorbitanti, ad esempio la morte di una persona cara, è più comune nei bambini;
  • nevrastenia - associata all'esaurimento dell'attività nervosa superiore.

È consuetudine che gli specialisti nel campo della neurologia distinguano diversi gradi di gravità del decorso della sindrome:

  • Iniziale. Si esprime in frequenti scoppi di irritabilità, spesso ignorati dalle persone. La persona stessa e coloro che la circondano pensano che il suo carattere si sia semplicemente "deteriorato", pertanto il trattamento della malattia viene raramente affrontato.
  • Moderare. L'instabilità emotiva lascia il posto all'indifferenza, accompagnata da un deterioramento del benessere.
  • Pesante. Stato depressivo, sullo sfondo del quale c'è una frequente suscettibilità del corpo al raffreddore.

Sintomi

Il quadro clinico della malattia combina tre componenti:

  • segni diretti di sindrome astenica;
  • violazioni causate dall'influenza della patologia sottostante;
  • disturbi provocati dalla reazione psicologica del paziente al problema.

Con la sindrome aseno-nevrotica, si nota la presenza di tali sintomi:

  • debolezza costante;
  • affaticabilità veloce;
  • diminuzione delle prestazioni;
  • disturbi del sonno - sonnolenza diurna, frequenti risvegli notturni, alzata mattutina o insonnia;
  • frequenti sbalzi d'umore;
  • irritabilità e nervosismo costanti;
  • stato apatico;
  • aumento del malumore e pianto nei bambini;
  • diminuzione dell'attività mentale;
  • freddo degli arti;
  • fluttuazioni negli indicatori del tono del sangue;
  • mancanza di respiro inspiegabile;
  • lieve dolore nella regione del cuore;
  • tachicardia;
  • labilità del polso;
  • sensazione di calore in tutto il corpo;
  • mancanza di appetito;
  • violazione dell'atto di defecazione, che è spesso espressa dalla stitichezza;
  • mal di testa;
  • diminuzione della potenza negli uomini;
  • violazione del ciclo mestruale nelle donne;
  • raffreddori frequenti o malattie infettive;
  • attacchi di panico;
  • incapacità di esprimere pensieri a parole;
  • maggiore sensibilità ai suoni forti, alla luce intensa e ad altri stimoli esterni.

Le manifestazioni cliniche sono tipiche sia per un adulto che per un bambino piccolo..

Diagnostica

Un neurologo esperto non ha problemi con la diagnosi di sindrome aseno-nevrotica. È molto più difficile stabilire il fattore eziologico che ha portato alla formazione della malattia. Il processo diagnostico deve necessariamente avere un approccio integrato..

La prima fase della diagnostica prevede il lavoro personale del medico con una persona:

  • familiarizzazione con la storia della malattia non solo del paziente, ma anche dei suoi parenti - per identificare il principale provocatore patologico o l'influenza dell'eredità gravata;
  • raccolta e analisi di una storia di vita - per confermare l'impatto di cause che non sono associate al decorso di una particolare malattia, ad esempio, qual è l'atmosfera emotiva in famiglia o se una persona sta assumendo farmaci;
  • misurazione degli indicatori di polso, tono sanguigno e frequenza cardiaca;
  • valutazione delle condizioni generali;
  • sondaggio dettagliato - per scoprire la prima volta dell'apparizione e la gravità dei segni di patologia, che indicherà lo stadio della malattia.

I test di laboratorio più informativi:

  • esami clinici generali del sangue e delle urine;
  • biochimica delle urine e del sangue;
  • test sierologici;
  • coprogramma;
  • Diagnostica PCR;
  • test immunologici.
  • monitoraggio quotidiano della pressione sanguigna ed ECG;
  • Ecocardiografia;
  • FEGDS;
  • TC e RM del cranio;
  • radiografia con o senza mezzo di contrasto;
  • ecografia.

Per stabilire la causa della patologia, oltre al neurologo, prendono parte al processo di diagnosi i seguenti specialisti:

  • gastroenterologo;
  • cardiologo;
  • ginecologo;
  • traumatologo;
  • nefrologo;
  • oncologo;
  • pneumologo;
  • endocrinologo;
  • specialista in malattie infettive;
  • urologo;
  • terapista;
  • pediatra.

A seconda di quale medico si reca il paziente, verranno assegnati esami strumentali e di laboratorio specifici. Dopo che uno specialista ha esaminato i risultati di tutte le procedure diagnostiche, verrà elaborata una tattica terapeutica individuale.

Trattamento

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica combina:

  • limitare lo stress fisico e mentale;
  • sonno completo per 7-8 ore al giorno;
  • prendere farmaci;
  • Nutrizione corretta;
  • Terapia fisica, inclusi esercizi di respirazione;
  • l'uso di ricette della medicina tradizionale.

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica con farmaci include l'uso di tali fondi:

  • adattogeni;
  • antidepressivi;
  • sonniferi;
  • tranquillanti;
  • formulazioni nootropiche;
  • agenti neuroprotettivi;
  • antiossidanti;
  • complessi vitaminici e minerali.

I pazienti necessitano di una dieta ricca di triptofano. Elenco di tali prodotti:

  • banane;
  • Kiwi;
  • rosa canina;
  • ribes nero;
  • carni dietetiche;
  • frattaglie;
  • uova;
  • mele;
  • agrumi;
  • Fragola;
  • verdure crude;
  • formaggi a pasta dura;
  • pane grosso.

Il trattamento con rimedi popolari per la sindrome non è proibito, il che implica la preparazione di decotti curativi a casa a base di tali erbe:

  • rosa canina;
  • radice di valeriana;
  • Melissa;
  • menta;
  • camomilla;
  • motherwort;
  • luppolo;
  • rosmarino;
  • geranio.

Prima di utilizzare metodi non tradizionali, dovresti consultare il tuo medico..

Molto spesso la sindrome aseno-nevrotica negli adulti e nei bambini comporta la visita di uno psicologo o psicoterapeuta.

È impossibile sbarazzarsi completamente del disturbo senza un'eliminazione completa della malattia sottostante..

Prevenzione e prognosi

Per evitare problemi su come trattare la sindrome aseno-nevrotica, è sufficiente seguire una serie di semplici regole. La prevenzione delle malattie include:

  • mantenere uno stile di vita sano e attivo;
  • nutrizione completa ed equilibrata;
  • razionalizzazione della routine quotidiana;
  • evitare la fatica mentale ed emotiva;
  • limitare lo stress;
  • uso adeguato dei farmaci - tutti i farmaci devono essere prescritti dal medico curante;
  • diagnosi precoce e trattamento tempestivo delle patologie che possono essere complicate dalla sindrome;
  • prendendo vitamine;
  • rafforzamento permanente del sistema immunitario;
  • passando almeno 2 volte all'anno un esame preventivo completo in clinica.

La sindrome aseno-nevrotica nei bambini e negli adulti nella maggior parte delle situazioni ha una prognosi favorevole. La completa assenza di terapia porta allo sviluppo di un grave stato depressivo. Non dimenticare le complicazioni della malattia di base, che in alcuni casi può portare alla morte..

Sindrome aseno-nevrotica

L'adagio "tutte le malattie vengono dai nervi" non è poi così lontano dalla verità. Nelle condizioni moderne, una sovrabbondanza di informazioni, un aumento dello stress psicologico e mentale, condizioni ambientali sfavorevoli, malattie trasportate dall'organismo non sono sempre causate da virus, batteri o patologie degli organi interni; molto spesso, è lo stress che causa lo stato doloroso di un'intera generazione.

Una delle manifestazioni a cui prestiamo così raramente attenzione, ma di cui soffrono così spesso i nostri cari, è la sindrome aseno-nevrotica. Questo è uno dei tipi più comuni di nevrosi, in altre parole, un'interruzione del funzionamento del sistema nervoso umano, che colpisce non solo la psiche, ma anche il lavoro di molti organi vitali..

Cos'è l'ANS, quanto è pericoloso, come riconoscere la presenza di una sindrome e, soprattutto, come iniziare il trattamento, considereremo in ordine nel seguente articolo.

Diagnostica

Nonostante il fatto che osserviamo problemi con stati simili alla nevrosi molto più spesso di quanto sembri, nella maggior parte dei casi sia i pazienti che l'ambiente circostante chiudono semplicemente un occhio su ciò che sta accadendo, non riconoscendo segnali pericolosi. Il motivo è che la sindrome aseno-vegetativa (così chiamata per la sua stretta connessione con i disturbi del sistema nervoso autonomo) nelle fasi iniziali è simile alla normale stanchezza, sbalzi d'umore o perdita di forza dopo l'esercizio. Tuttavia, può avere manifestazioni piuttosto ampie, da focolai di aggressività immotivata a problemi al cuore, organi respiratori, appetito e disturbi del sonno..

Per fare una diagnosi, sarà necessario escludere tutte le altre possibili cause di tali condizioni per esclusione. I disturbi nel lavoro del sistema nervoso autonomo del corpo possono essere causati da vari fattori e si manifestano in diverse combinazioni di sintomi spiacevoli. Per alcuni, la principale difficoltà è lo stato generale di "cattiva salute" e un calo della capacità lavorativa, per altri - problemi sociali, perdita di autocontrollo e instabilità della psiche.

ANS e VSD

Vari disturbi vegetativi non si limitano a una singola malattia clinicamente riconosciuta e sono più spesso chiamati un'altra parola: VSD (distonia vegetativa-vascolare). Ciò significa che il sistema nervoso autonomo umano, che è responsabile del lavoro di tutti i sistemi di organi che non possiamo controllare consapevolmente (battito cardiaco, contrazione delle pareti dello stomaco, ecc.), Svolge in modo errato le sue funzioni e dà agli organi "comandi sbagliati".

Anche la sindrome aseno-nevrotica, o psicovegetativa, indica in qualche modo un simile "errore": il corpo reagisce agli stimoli circostanti non come dovrebbe nel suo stato di salute. Questo si riferisce piuttosto al campo della salute mentale umana, ma può anche interessare problemi che sono classici per la distonia fisiologicamente manifestata, come:

  • insonnia, attacchi di panico notturno;
  • dolore al petto;
  • disturbi cardiaci;
  • soffocamento, mancanza di respiro;
  • emicrania, vertigini, disorientamento nello spazio;
  • mancanza di appetito, disfunzione intestinale, ecc..

I classici sintomi di ANS, noti come segni di "sindrome da stanchezza cronica", possono essere ricondotti a tre stadi della malattia..

Sintomi

Di norma, i pazienti iniziano a cercare l'aiuto di un medico solo dopo aver raggiunto il secondo stadio, quando la sindrome distonica inizia a fornire inconvenienti fisici che non possono essere superati da soli..

Fase uno

È caratterizzato da una maggiore eccitabilità nervosa di una persona, alternata a un rapido dispendio di energia e una sensazione di vuoto. Irritabilità, intolleranza verso gli altri, reazione intensa all'illuminazione, rumori e odori, aggressività immotivata o esaurimenti a breve termine sono tutti segni che stress e tensione mantengono la psiche in uno stato sovraeccitato, prevenendo il rilassamento.

Lo stress non consente di dormire a sufficienza la notte, il riposo non porta sollievo, il paziente vede sogni inquietanti e si sveglia con la testa pesante, la capacità lavorativa e la concentrazione diminuiscono.

Fase due

Significa che la sindrome della distonia autonomica è passata a una fase più attiva. La stanchezza aumenta nel tempo, il paziente si sente sopraffatto e letargico, il sistema nervoso è ancora in uno stato di maggiore eccitabilità, ma dopo perde rapidamente le sue risorse. Sono possibili attacchi di panico e mancanza di respiro, una persona soffre di mal di testa e picchi di pressione, non è più in grado di sopportare il normale carico di lavoro ei contatti sociali portano a conflitti e una sensazione di completo esaurimento.

Terza tappa

In questa fase, la stanchezza cronica raggiunge il limite quando l'apatia e la depressione superano la risposta agli stimoli e la persona non è più in grado di aiutare se stessa da sola. In questo stato, il paziente cerca di evitare il più possibile ogni uscita dalla società, è incapace di un'interazione adeguata, si chiude in se stesso e diventa ossessionato dal deterioramento del benessere fisico, senza cercare di prendere misure migliorative. Incubi, insonnia, paure e pensieri depressivi si sovrappongono a problemi con cuore, vasi sanguigni, respirazione, digestione, disturbi ormonali.

Una volta raggiunto il terzo stadio, i pazienti non sono più propensi a cercare aiuto: le persone vicine che sono preoccupate per le loro condizioni lo fanno per loro.

Sindromi nevrotiche e simili alla nevrosi

Una sindrome neurovegetativa non curata nel tempo può portare ad un deterioramento dello stato mentale generale, allo sviluppo di anomalie cliniche fino alla schizofrenia. Esiste un'ampia gamma di varianti e forme che possono assumere le sindromi nevrotiche..

  • sindrome angiodistonica (mal di testa, alterazioni del tono vascolare);
  • sindrome da insufficienza autonomica periferica (disturbi nel funzionamento di organi, ghiandole endocrine, ecc.);
  • sindrome da iperventilazione (mancanza di respiro, respiro accelerato e palpitazioni, sensazione di soffocamento).

Tutti questi stati sono in qualche modo correlati tra loro..

Sindrome da distonia autonomica: che cos'è?

Prestazioni ridotte e affaticamento costante possono essere solo uno dei segni di cambiamenti patologici nel corpo umano. Se stress prolungati, malattie o altri motivi hanno portato a disturbi nel lavoro degli organi interni, il riposo dalla "stanchezza cronica" non sarà in grado di correggere la situazione.

Se, durante lo studio dell'attuale fase della malattia, il terapeuta diagnostica la sindrome da disfunzione autonomica, può essere necessario l'aiuto di altri specialisti per ulteriori trattamenti e l'elaborazione di un quadro completo. Psicologo, neuropatologo, endocrinologo, cardiologo: tutti questi medici dovranno passare attraverso per assicurarsi che la sindrome da VSD non rappresenti una seria minaccia.

Dopotutto, l'interruzione del sistema cardiovascolare, ad esempio, può causare una grave malattia cronica e, di conseguenza, la morte. La distonia in sé non è pericolosa per la vita, ma le sue conseguenze possono essere molto gravi se non agisci in tempo.

Cause di occorrenza

Lo sviluppo della sindrome aseno-nevrotica è direttamente correlato alla vita psicologica interiore di una persona. Tutto ciò che mette sotto stress il sistema nervoso centrale - stress, stress mentale, pressione emotiva dalla famiglia o dall'ambiente circostante - influenza indirettamente il sistema nervoso autonomo. La sindrome neurovegetativa si sviluppa quando la tensione nei muscoli (compresa la muscolatura liscia degli organi interni) non corrisponde alla realtà, spende più risorse di quanto dovrebbe e provoca notevoli cambiamenti nel corpo.

Una causa comune della sindrome distonica risiede davvero nella vita e nello stress lavorativo. Tuttavia, anche altri fattori possono provocare un problema simile, come ad esempio:

  • disturbi patologici degli organi interni;
  • predisposizione genetica;
  • intossicazione (comprese quelle causate da alcol, caffeina, nicotina, sostanze stupefacenti);
  • trauma alla testa;
  • malattie infettive gravemente trasferite;
  • malnutrizione, cattive condizioni ambientali;
  • mancanza di ossigeno, ipossia cerebrale (a partire dal periodo di vita perinatale).

Qualunque cosa influenzi lo sviluppo della sindrome aseno-nevrotica, alle ragioni fisiche si aggiunge sempre un catalizzatore psicologico. Questo è il motivo per cui lo psicologo e il terapeuta devono unire le forze per elaborare un programma completo di trattamento e cura del paziente..

Trattamento

Il corso del trattamento sarà mirato principalmente all'eliminazione della causa, ma se nel processo sono coinvolte patologie trascurate degli organi interni, dovrai far fronte alle loro conseguenze. Malattie croniche di reni, cuore e vasi sanguigni, problemi di circolazione sanguigna e digestione, respirazione e vita sessuale in alcuni casi vengono alla ribalta quando la sindrome aseno-nevrotica negli adulti va di pari passo con cattive abitudini e abuso di uno stile di vita malsano.

A seconda della situazione, al paziente viene prescritto:

  • consultazioni con uno psicoterapeuta;
  • un corso di trattamento farmacologico;
  • fisioterapia;
  • trattamento Spa.

Se la sindrome della distonia vegetativa deriva da uno stile di vita improprio, viene prescritta una dieta appositamente selezionata che corregge le caratteristiche nutrizionali e il corpo riceve gli elementi necessari per stabilizzare il suo lavoro.

Terapia

La disponibilità a lavorare per migliorare la propria condizione e la consapevolezza della presenza di una situazione di stress in quanto tale sono molto importanti per il punto di partenza della riabilitazione di un individuo. In poche parole, una persona non può essere curata finché non riconosce la presenza della malattia. La sindrome psicovegetativa causata da stress represso richiede un'attenta analisi.

La terapia sarà finalizzata ad affrontare il problema e ad una via d'uscita sistematica dalla situazione. In molti casi, è la ricerca panica di una soluzione al problema "irrisolvibile" che porta a nevrosi e ulteriore astenia. Correggendo attentamente gli errori, il pensiero positivo e il ritorno a uno stile di vita sano, è possibile superare la sindrome aseno-vegetativa.

Terapia farmacologica

Quando la semplice terapia psicologica non è sufficiente, il medico può prescrivere un ciclo di farmaci farmacologici aggiuntivi. Questi includono:

  • sedativi;
  • antipsicotici;
  • antidepressivi;
  • ipnotico.

Tutti questi fondi sono volti a ridurre l'eccitabilità del sistema nervoso, il completo rilassamento del corpo, che non è in grado di liberarsi dallo stress anche durante il riposo fisico, a correggere i disturbi del sonno. Il paziente si libera di pensieri e paure ossessive, inizia finalmente a dormire a sufficienza, è in grado di analizzare con calma la situazione e rivedere i compiti.

Ma vale la pena ricordare che la sindrome della distonia vegetativa-vascolare è associata non solo al lavoro del sistema nervoso, ma anche agli organi vitali, quindi l'uso di farmaci dovrebbe essere molto attento. In nessun caso dovresti auto-medicare e acquistare farmaci senza la raccomandazione del tuo medico.!

Fitoterapia

Spesso, quando il VSD è associato alla sindrome aseno-nevrotica, il trattamento di bambini e adulti si concentra sulle malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Il lato cardiologico è la causa più preoccupante, poiché un forte dolore al petto e l'incapacità di respirare provoca la paura di una minaccia di infarto e la vasocostrizione e l'apporto insufficiente di ossigeno al cervello portano a debolezza, tinnito e svenimento.

Per alleviare lo stato di crisi, equalizzare la frequenza cardiaca, dilatare o restringere i vasi sanguigni, utilizzare tinture a base di erbe e fitopreparati, noti per le loro caratteristiche di effetto sui sistemi cardiovascolare e nervoso del corpo.

Tisane e preparati a base di erbe possono salvare da attacchi ipertensivi e calmare il background emotivo, sono più sicuri di un corso di antidepressivi e non provocano il rischio di dipendenza. Tuttavia, il loro uso dovrebbe anche essere coordinato con i medici: non dovresti auto-medicare quando c'è il rischio di sovrapporre i sintomi di altri problemi. Ad esempio, se il VSD è accompagnato da minzione frequente, vomito o costipazione, alcune erbe che sono diuretiche o causano reazioni allergiche individuali possono essere un "disservizio" nel trattamento della condizione generale.

Prevenzione

Un ambiente psicologico sano, l'aderenza a una routine quotidiana, una dieta equilibrata e il rifiuto delle cattive abitudini sono verità ovvie, ma sono il principale metodo di prevenzione di cui ha paura la sindrome distonica.

La salute mentale dipende anche dalla presenza di vari tipi di stress: l'esercizio è importante quanto il lavoro mentale e deve compensarlo. Per medici e pazienti che affrontano nevrosi, esercizi di fisioterapia, stare all'aria aperta e l'equilibrio dei carichi sono verità insostituibili.

Prenditi cura della tua salute, sia fisica che psicologica, e quindi le cause della sindrome astenico-nevrotica non ti daranno più fastidio.

Sindrome aseno-nevrotica (nevrastenia)

Informazione Generale

La neurastenia (nevrosi astenica, sindrome astenico-nevrotica) è un disturbo mentale appartenente al gruppo delle nevrosi, che si sviluppa a seguito di un prolungato sovraccarico mentale o fisico. Rispondendo alle domande "Stati astenonurotici, cos'è" e "chi è suscettibile a questo disturbo", va notato che questa condizione si sviluppa solitamente nei giovani. È associato a stress trasferiti, forti esperienze emotive, problemi di sonno costanti, ecc. Spesso un tale disturbo si verifica quando una combinazione di trauma mentale con un lavoro troppo duro, mancanza di sonno, mancanza di riposo normale, ecc. La sindrome neurastenica si sviluppa spesso in coloro il cui corpo è indebolito infezioni, fumo, alcol, dieta malsana, ecc..

Per la prima volta, i segni di nevrastenia furono descritti dal medico americano Georg Beard - era nel 1869. Successivamente, la diagnosi di "nevrastenia" è diventata molto popolare - è stata fatta molto spesso, ma allo stesso tempo il termine ha acquisito un significato sempre più ampio.

Il codice ICD-10 per la sindrome aseno-nevrotica (nevrastenia) è F48.0. Le persone che sviluppano sintomi astenici sono irritabili, facilmente agitate, hanno difficoltà a concentrarsi su qualsiasi cosa e si lamentano della stanchezza. Hanno difficoltà ad addormentarsi e svegliarsi.

Il trattamento di questa condizione viene effettuato non solo con un metodo farmacologico. È inoltre necessario correggere la routine quotidiana e lo stile di vita..

Cos'è la nevrastenia, i sintomi e il trattamento della malattia - questo sarà discusso nell'articolo seguente.

Patogenesi

Al centro della nevrastenia c'è un conflitto psicologico, la cui essenza è la contraddizione tra desideri e possibilità..

Nella patogenesi della nevrastenia, sono importanti sia i fattori somatici che quelli mentali. Il ruolo principale è giocato dalla reazione della personalità al trauma. In questo caso, non solo le circostanze oggettive della vita sono importanti, ma anche il modo in cui il paziente si relaziona ad esse. Con la nevrastenia, si nota una contraddizione tra le capacità dell'individuo e le sue esigenze per se stessa. Questa discrepanza è coperta dalle risorse interne, dalla mobilitazione degli sforzi, che alla fine porta alla disorganizzazione del corpo.

Classificazione

Lo stato aseno-nevrotico può avere tre forme:

  • La nevrastenia iperstenica è lo stadio iniziale della nevrastenia ed è lei che si manifesta più spesso. Questa condizione è caratterizzata da eccitabilità e irritabilità. Il paziente può essere infastidito da cose apparentemente ordinarie - persone in gamba, rumore, ecc. Allo stesso tempo, queste persone hanno una diminuzione della capacità lavorativa a causa di incapacità mentale, superlavoro e distrazione. Se una persona inizia comunque a lavorare, allora è spesso distratta, reagisce agli stimoli, ecc. Di conseguenza, la sua produttività del lavoro è molto bassa. Si notano anche gravi disturbi del sonno: il paziente si addormenta con difficoltà, spesso si sveglia, è disturbato da sogni inquietanti associati a quelle preoccupazioni che sono nella sua vita. Di conseguenza, al mattino si sente stanco, non avendo il tempo di riprendersi durante la notte. La conseguenza di ciò è un cattivo umore, una sensazione di debolezza con un mal di testa alla cintura. Inoltre, con questa forma di nevrastenia, si notano debolezza generale, disturbi della memoria, sensazioni somatiche spiacevoli.
  • La debolezza irritabile è il secondo stadio della malattia, che è intermedio. Durante questo periodo, una persona sviluppa la cosiddetta "debolezza irritabile", una condizione in cui l'eccitabilità e l'irritabilità sono combinate con grave affaticamento e rapido esaurimento. Violenti scoppi di irritazione si verificano anche per motivi minori. Questi focolai sono brevi ma molto frequenti. Il paziente può mostrare pianto, che in precedenza non era caratteristico di lui. Un'altra caratteristica di questa fase è l'intolleranza alla luce intensa, al rumore, agli odori forti. La capacità di controllare le tue emozioni è persa. L'umore può cambiare drasticamente, c'è una tendenza alla tristezza e alla depressione. Se stiamo parlando di una forma grave di nevrastenia, potrebbe esserci un sintomo di depressione, esaurimento, manifestato da letargia e indifferenza per ciò che sta accadendo nella vita. In questa fase si notano problemi con il sonno e l'appetito. Problemi di sonnolenza durante il giorno, insonnia di notte. Ci sono anche problemi di digestione: bruciore di stomaco, eruttazione, costipazione, ecc. Spesso possono iniziare mal di testa, problemi nell'attività sessuale.
  • Nevrastenia ipostenica: nella terza fase della malattia prevalgono stanchezza e debolezza. I principali segni di questa malattia durante questo periodo sono apatia, sonnolenza, debolezza, letargia. Una persona non è in grado di mobilitarsi e lavorare, è costantemente disturbata da pensieri di spiacevoli sensazioni somatiche. L'astenia si nota su uno sfondo di umore basso. Possono apparire ansia, indebolimento degli interessi, ma in generale l'umore è inerente a un carattere nevrotico, alla labilità emotiva. I disturbi ipocondriaci e l'ossessione per le sensazioni interne non sono rari. Se lo stato astenico-nevrotico viene adeguatamente trattato durante questo periodo, nel tempo inizia il processo di guarigione: il sonno migliora, la gravità dei fenomeni depressivi diminuisce.

Cause

La neurastenia si sviluppa nelle persone sullo sfondo del sovraccarico mentale e fisico, che a sua volta provoca il superlavoro del corpo. La ragione per lo sviluppo di un tale stato può essere un conflitto interno, una psiche debole, l'adesione a lungo termine a una dieta molto rigida, ecc..

Il verificarsi della nevrastenia è influenzato da fattori predisponenti e provocatori. Quelli predisponenti includono:

  • aumento dell'ansia;
  • tendenza al perfezionismo;
  • periodo di convalescenza dopo malattie somatiche.

I fattori provocatori includono:

  • forte stress;
  • situazioni di conflitto in famiglia e sul lavoro;
  • mancanza di riposo normale per lungo tempo;
  • ha subito lesioni, compreso il parto;
  • gli interventi chirurgici trasferiti;
  • malattie infettive;
  • malnutrizione e, di conseguenza, carenza di vitamine e altre sostanze importanti;
  • abuso di alcol, fumo;
  • mancanza di attività fisica;
  • mancanza di sonno;
  • intossicazione;
  • disturbi endocrinologici;
  • condizioni psicosociali avverse;
  • condizioni meteorologiche avverse, ecc..

Sintomi e segni di nevrastenia

Segni e sintomi della sindrome aseno-nevrotica dipendono dallo stadio della malattia.

  • Nella prima fase, i sintomi della sindrome nevrastenica sono: irritabilità, emozioni instabili, grave eccitabilità, aggressività, pianto. Le donne hanno spesso la tendenza all'isterismo, si verificano sbalzi d'umore.
  • Nella seconda fase, i sintomi della nevrastenia negli adulti e nei bambini si manifestano con un esaurimento generale, affaticamento e debolezza. Il sonno e l'appetito sono disturbati, l'immunità si deteriora, il che può portare a malattie somatiche.
  • Il terzo stadio è caratterizzato dalla depressione. Il paziente vuole pace e solitudine, ha apatia e letargia, non c'è gioia nella vita.

In generale, i sintomi della nevrastenia possono essere molto diversi. I più tipici di essi sono caratterizzati da un indebolimento delle funzioni di inibizione interna..

  • Irritabilità: si manifesta l'intemperanza, che in precedenza era insolita. Anche ragioni minori possono portare il paziente a reagire violentemente a loro con urla e azioni..
  • Sensibilità a sostanze irritanti minori: ad esempio, il paziente può essere notevolmente irritato dal fruscio della carta, dal suono delle attrezzature di lavoro, ecc..
  • Frequenti scoppi emotivi: sono caratteristiche frequenti, ma brevi manifestazioni di rabbia. Con tali attacchi, la coscienza rimane.
  • Lacrime: maggiore eccitabilità, che in precedenza era insolita per gli esseri umani.
  • Distrazione e compromissione della memoria: la concentrazione dell'attenzione diventa più difficile, quindi il paziente cerca di evitare gli sforzi mentali.
  • Problemi sessuali: negli uomini è possibile l'eiaculazione precoce e questo può successivamente trasformarsi in una sindrome ossessiva. È difficile per le donne provare piacere durante il rapporto, poiché non possono essere distratte da pensieri ossessivi. Se il problema peggiora, può portare a frigidità nelle donne e indebolimento della potenza negli uomini..
  • Maggiore sensibilità: irrita il suono, la luce, aumenta la sensibilità al caldo e al freddo.
  • Insonnia: a causa del pensiero sui problemi, il paziente non riesce a dormire la notte. Di conseguenza, questo porta a temere che non sarà in grado di addormentarsi, il che alla fine esacerba la situazione..
  • Sensazione di debolezza mattutina: il paziente si sveglia di cattivo umore, non vuole alzarsi dal letto. Tuttavia, la sera si sente un po 'più allegro, il che gli impedisce di andare a letto in tempo e di riposare completamente..
  • Stanchezza costante, sia fisica che mentale. Una sensazione di vuoto è caratteristica: il paziente non è contento di nulla, tutto sembra grigio e senza volto.
  • Mal di testa: il dolore alla cintura è caratteristico, come se un casco fosse messo sulla testa.
  • Manifestazioni somatiche: la schiena ei muscoli possono ferire, compare sudorazione, problemi al tratto gastrointestinale, minzione frequente, ecc..

Se non viene fornito un trattamento tempestivo e adeguato, la nevrastenia può portare a malattie di natura sia neurologica che fisiologica..

Analisi e diagnostica

Lo specialista esegue la diagnostica, valutando il quadro clinico, nonché i reclami del paziente e dei suoi cari. Nel processo di definizione di una diagnosi, è imperativo visitare un terapista e condurre quegli esami che prescrive per escludere altre malattie.

Poiché la nevrastenia può essere un segno di una malattia del cervello. Pertanto, è importante disporre di tomografia computerizzata o risonanza magnetica per escludere tali malattie. Inoltre, il medico può prescrivere la reoencefalografia per valutare la circolazione sanguigna nel cervello..

Su una varietà di risorse Internet, puoi eseguire un test per la nevrastenia. Tuttavia, un tale test non può essere considerato un analogo della diagnostica: può solo confermare o negare la presenza di una tendenza a tale malattia..

Trattamento della sindrome aseno-nevrotica

Il modo in cui trattare la nevrastenia dipende dallo stadio della malattia e dalla gravità dei suoi sintomi in un particolare paziente. Se stiamo parlando dello stadio iniziale della malattia, il trattamento della sindrome aseno-nevrotica comporta una revisione del regime di lavoro e riposo, l'eliminazione di quei fattori che hanno provocato un sovraccarico emotivo.

Il trattamento della nevrastenia a casa deve essere effettuato secondo lo schema prescritto dal medico. È molto importante fornire una buona alimentazione, terapia vitaminica, misure riparatrici a casa. È molto importante determinare la causa che ha provocato questa condizione ed eliminarla..