Ritiro ritiro della nicotina

Quando un fumatore esperto smette di fumare, sperimenterà sicuramente l'astinenza dalla nicotina. Questo è uno stato di disagio del corpo che porta molta sofferenza a una persona. L'affermazione che non c'è sindrome da astinenza quando si vuole smettere di fumare e le sensazioni spiacevoli dipendono dalla forza di volontà, l'umore per il futuro è solo un mito. Ogni fumatore attraversa questa fase, ma dura per tutti in modi diversi: da una settimana a un mese.

Le statistiche dell'OMS mostrano che ogni anno le sigarette causano la morte di 6 milioni di persone, di cui poco meno della metà sono bambini. Non ultimo ruolo in questa situazione appartiene alla difficoltà di smettere di fumare, un forte desiderio di nicotina mentre si cerca di abbandonare una cattiva abitudine. Questa è la sindrome da dipendenza. L'astinenza da nicotina è simile all'astinenza da alcol. Questo è stress per l'intero organismo. Questo è il motivo per cui è così difficile smettere di fumare. Ma ci sono modi per alleviare questa condizione. E devi conoscerli come un'ancora di salvezza.

Cause

La nicotina è un'endotossina di cui il corpo ha bisogno per i normali processi biochimici. Ma quando questo veleno arriva a una persona dall'esterno, interrompe l'intero sistema metabolico ben oliato, i processi metabolici. La cosa peggiore è che i neuroni del cervello sono più vulnerabili alla nicotina, ed è lì che avvengono le prime trasformazioni negative..

L'exo-veleno innesca lo sviluppo di un riflesso di piacere condizionato in risposta a una sigaretta fumata. Interferisce con il sistema di regolazione ormonale del corpo, sostituisce la dopamina - la sostanza della gioia, formando un bisogno psicologico per se stessi.

La cessazione improvvisa delle sigarette provoca uno stato di stress, che viene definito fragilità: i neuroni urlano che stanno morendo senza nicotina e chiedono il suo ritorno. Il sistema nervoso riceve costantemente segnali sulla mancanza di dopamina e adrenalina, ma non è in grado di correggere immediatamente la situazione. Mancano gli ormoni naturali della felicità. E il fumatore prende di nuovo una sigaretta, convincendosi che sia proprio l'ultima.

Diversi fattori contribuiscono a questo:

  • Età. Sfortunatamente, più giovane è il fumatore, più velocemente diventa dipendente dalla nicotina..
  • La durata della dipendenza dalle sigarette. L'esperienza è una fedele alleata del fumo.
  • Mancanza di aiuto familiare. È quasi impossibile smettere di fumare senza il supporto dei propri cari..
  • Amici e colleghi che fumano. Il cattivo esempio è contagioso.
  • Condizioni generali del corpo. Le malattie somatiche (specialmente dei polmoni) peggiorano i sintomi di astinenza.

Durata del recesso

La durata dell'adattamento alla vita senza sigarette dipende principalmente dallo stadio della dipendenza:

  • Livello familiare: fumare fino a 5 sigarette al giorno senza regolarità. È reversibile e non richiede sforzi titanici, tempo.
  • Abitudine: consumo fino a 15 sigarette al giorno con sviluppo di dipendenza fisiologica e lievi sintomi di astinenza. Reversibile con un certo sforzo, con il supporto dei propri cari.
  • Dipendenza: la necessità di un massimo di 1,5 pacchetti di sigarette al giorno. Voglia irresistibile di nicotina, tolleranza. La necessità di fumare 24 ore su 24 (dopo i pasti, di notte, a stomaco vuoto) con elevati danni agli organi interni.

L'astinenza si sviluppa già nelle prime ore dopo l'assenza della dose abituale di nicotina nell'organismo, ma può ritardare di due o tre giorni.

Il tipo di reazione è strettamente individuale ed è determinato da una serie di punti:

  • Il numero di sigarette fumate giornalmente e l'esperienza del fumatore.
  • Varietà (forza) di tabacco.
  • Sesso ed età. Le donne, a causa del loro dispositivo fisiologico dipendente dagli ormoni, separarsi dalle sigarette è molto più difficile e problematico.
  • Psicotipo della personalità. Gli ottimisti hanno un vantaggio innegabile.
  • Salute generale, soprattutto del sistema nervoso.

Secondo le previsioni più ottimistiche, con una coincidenza favorevole di tutte le circostanze, la durata del recesso è limitata a una settimana o dieci giorni..

Previsione pessimistica - un mese o più.

Sintomi di astinenza da nicotina

La nicotina colpisce tutti gli organi e tessuti interni, quindi i sintomi di astinenza sono polimorfici: cuore, vasi sanguigni, sistema nervoso centrale, tratto digerente.

  • Aumento dell'aggressività, irascibilità incontrollata, irritabilità irragionevole. Una costante sensazione di ansia, la voglia di fare tutto velocemente, l'impossibilità di aspettare il risultato delle tue azioni e di chi ti circonda.
  • Sindrome da stanchezza cronica, debolezza, affaticamento.
  • Bocca secca, sete costante
  • Tremore agli arti.
  • Emicrania, svenimenti, vertigini.
  • Sintomi di intossicazione: nausea, dispepsia.
  • Disturbi del sonno.
  • Alta pressione sanguigna, aritmia, battito cardiaco lento o accelerato.
  • Mancanza di respiro, tosse umida con molto catarro, costante sensazione di soffocamento, soffocamento.
  • Stato depressivo.
  • Costante desiderio di mangiare (polifagia).
  • Allergia.
  • Disidrosi.
  • Stress costante.

Capire cosa sta succedendo e un appassionato desiderio di separarsi da una cattiva abitudine può alleviare la situazione..

La risposta del corpo in ogni fase

I narcologi dividono l'intero periodo di smettere di nicotina in tre fasi principali: l'inizio (primo giorno), raggiungendo il massimo, i primi sette giorni. Controllo: i primi 30 giorni senza sigarette. Questo è il momento della ristrutturazione più attiva del corpo. Nuove abilità comportamentali vengono sviluppate entro 21 giorni.

Il primo giorno

La fame di nicotina si verifica durante la prima ora in cui si smette di fumare. L'ansia poco chiara cresce e dopo 8 ore non è più controllata dal paziente. Oltre all'irritabilità, non ci sono sintomi somatici. Da qui il nervosismo: niente fa male, ma lo stato di disagio è evidente. In russo, si chiama "mayata". C'è anche un altro scenario: oltre alla leggera gioia che non fumi e che non succede nulla di negativo, nasce l'euforia. Ma il giorno dopo viene sostituita dalla depressione mattutina: tutto è sbagliato, tutto è sbagliato, non serve nulla.

Picco di astinenza

Nel 90% dei casi, il disagio massimo si verifica il secondo giorno in cui si smette di fumare. Questo stato di picco continua in modi diversi per tutti. Da una settimana a un mese. Questo è il periodo più difficile. Tutti i pensieri sono concentrati su una cosa: non fumare! E qui si manifesta la sintomatologia più eclatante: rabbia, rabbia, desiderio di litigare, imprecare, offendere sia con le parole che con i fatti. Il paziente si arrabbia facilmente e distrugge tutto ciò che gli capita a portata di mano.

Compaiono insonnia persistente, pensieri di morte, suicidio.

Ciò è dovuto alla criminale de-nicotinizzazione del corpo: il veleno necessario per l'equilibrio non proviene né dall'esterno, né è prodotto dal fegato stesso, che è abituato ad essere depresso. La ghiandola viene ripristinata dopo tre o quattro giorni e da questo punto in poi i sintomi somatici iniziano a diminuire..

Rimane solo la dipendenza psicologica.

7 giorni

L'altezza degli eventi. Il tremore delle mani si manifesta costantemente, nausea, dolore dietro lo sterno, pupille dilatate, dispepsia o costipazione, tosse umida dolorosa, esacerbazione di tutte le malattie croniche.

È meglio sopravvivere questa volta sotto la supervisione di un medico e con il suo aiuto..

Solo uno specialista è in grado di selezionare i rimedi sintomatici necessari, calcolarne il dosaggio, redigere un regime posologico, parlare con i propri cari dei modi per sostenere la cessazione del fumo. Le erbe medicinali da sole non sono sufficienti qui, il più delle volte.

30 giorni

Questo è il periodo di astinenza che si attenua. Supera il somatico, più o meno normale con la psiche. L'umore migliora, la vitalità aumenta, sorgono piani per il futuro. Il corpo innesca un potenziale di autodepurazione che è stato finora soppresso dalla nicotina. Le tossine e le tossine sono tolte all'esterno con tutti i mezzi disponibili: tratto gastrointestinale, reni, polmoni, pelle. L'immunità è ancora molto debole e c'è la possibilità di prendere un raffreddore, un'infezione. Pertanto, il compito principale di questo periodo è l'indurimento, la stimolazione delle forze immunitarie.

Dopo aver superato la barra dei trenta giorni, i pazienti acquisiscono fiducia in se stessi e in questa fase diventa improbabile un ritorno a una cattiva abitudine..

Il tuo narcologo consiglia: le conseguenze

Un aiuto professionale prematuro con i sintomi di astinenza porta alle seguenti complicazioni:

  • Disturbi metabolici (perdita incontrollata di peso e appetito).
  • Aritmie e angina pectoris (problemi vascolari).
  • Stomatite aftosa (ridotta digestione del cibo, irritazione delle mucose).
  • Esacerbazione della patologia polmonare e sviluppo di una componente asmoide (espettorato e spasmo bronchiale).
  • Vene varicose (insufficienza venosa dovuta a una violazione del sistema di coagulazione del sangue).

Cosa fare in caso di crisi?

I narcologi offrono diverse opzioni di aiuto in una situazione di crisi:

  • Terapia sostitutiva. Sostituzione della nicotina esogena delle sigarette con un'altra esonicotina. Ad esempio, i rimedi Nicorette con la nicotina: cerotto, spray, chewing gum, compresse. Non molto tempo fa, il metodo di iniezione del 30% di nicotina era popolare, ma non si giustificava e oggi è applicabile solo come adiuvante.
  • Uso di antagonisti dei recettori nicotinici. Il principio attivo in tali preparati è alcaloidi simili alla nicotina: citisina, lobelina, pilocarpina. I farmaci hanno gli stessi nomi, inoltre qui sono inclusi anche fondi come Champex, Tabex. I medicinali sono efficaci, ma vengono utilizzati solo sotto la supervisione di un medico, perché hanno gravi effetti collaterali: intolleranza individuale fino all'anafilassi, depressione del centro respiratorio, disturbi del ritmo cardiaco, vasospasmo dei reni, albero bronchiale, fegato.
  • Sviluppo di regimi terapeutici complessi, che includono i primi due metodi con l'aggiunta di tranquillanti: Mebikar, Corrida, Gamibazin o Zyban, che aumentano la resistenza alla nicotina. Il trattamento complesso è possibile solo sotto controllo medico.
  • Medicinali che garantiscono il rifiuto della nicotina da parte dell'organismo: soluzioni di AgNO3, CuSO4, Tannino, Emitina. Sono efficaci ed efficienti, ma molto scomodi da usare..

Inoltre, va ricordato che un attacco acuto di astinenza può essere alleviato con semplice acqua, prendendo solo pochi sorsi, facendo jogging, un bagno caldo..

Il risultato zero è un motivo per cercare aiuto medico.

Segni di successo

La salute è il miglior indicatore di una cura efficace per la dipendenza da nicotina. Dopo la sospensione della nicotina, il paziente sente ogni giorno un cambiamento in meglio:

  • L'impulso è normalizzato.
  • La pressione sanguigna si stabilizza.
  • I pensieri diventano chiari, pensa, il lavoro è facile.
  • Le pulsazioni patologiche cessano, il flusso sanguigno torna alla normalità.
  • L'odore e il gusto ritornano.
  • Respira profondamente.
  • La fatica diminuisce.
  • Alta efficienza.
  • La tosse scompare.
  • Potenza, aumenta la libido.
  • Il sistema immunitario è normalizzato.
  • La digestione funziona come un orologio.
  • La pelle acquista una gradevole tonalità, l'acne, la desquamazione scompare, i capelli e le unghie acquisiscono lucentezza e forza.
  • L'alitosi scompare, i denti si illuminano gradualmente.
  • Il sonno diventa profondo, calmo.

I medici dicono che dopo aver smesso di fumare, il rischio di cancro e malattie cardiovascolari (e tengono il palmo della mano tra le cause di morte) si riduce del 90%. Il punto per sbarazzarsi della dipendenza da nicotina può essere raggiunto quando il desiderio di fumare scompare completamente.

Sintomi da astinenza per smettere di fumare

I sintomi da astinenza quando si smette di fumare sono un fenomeno inevitabile affrontato da tutte le persone che cercano di combattere una cattiva abitudine. Questa condizione, accompagnata da una serie di sintomi spiacevoli, appare come risultato dell'assenza totale o parziale di nicotina nel corpo. Poiché la nicotina crea dipendenza, a causa di una diminuzione della dose, il corpo inizia a richiedere il rifornimento, il che porta al ritiro della nicotina. La durata di questa condizione dipende in gran parte dalla durata del fumo, nonché da fattori come la salute e l'età di una persona. In questo articolo, discuteremo le cause ei sintomi di questo fenomeno e prenderemo in considerazione farmaci per alleviare i sintomi di astinenza..

Come si manifestano i sintomi di astinenza?

Questa condizione viene spesso definita sindrome da astinenza. Comincia a manifestarsi sotto forma di una forte voglia di fumare entro poche ore dall'ultima sigaretta fumata. Quanto durano i sintomi di astinenza? È molto difficile rispondere a questa domanda, poiché dipende da vari fattori. In media, la durata di questa condizione dopo aver smesso di fumare può variare da due settimane a un paio di mesi..

I sintomi di astinenza sono noti a tutti i fumatori, perché tutti si sono trovati in una situazione in cui non è possibile fumare una sigaretta. In una situazione del genere, iniziano a comparire i seguenti segni:

  • grave mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  • forti voglie di sigarette;
  • insorgenza rapida di affaticamento;
  • sopraffatto e depresso;
  • a volte può verificarsi stitichezza;
  • le mani iniziano a tremare e compaiono i crampi;
  • vomito;
  • aumento dell'appetito;
  • picchi di pressione, presenza di tachicardia;
  • tosse;
  • c'è una sensazione di ansia e irritabilità;
  • appare uno stato depressivo;
  • problemi di sonno che portano all'insonnia.

La durata di ogni sintomo può variare. Inoltre, possono verificarsi altri sintomi della sindrome da astinenza, che saranno di natura individuale e non si manifesteranno in tutti. Alcuni quitters possono affrontare complicazioni che possono derivare da problemi di salute o malattie croniche.

Ma non aver paura, perché tutte queste manifestazioni scompaiono nel tempo. Esistono anche farmaci speciali che possono alleviare i sintomi dei sintomi di astinenza..

Che cosa causa la sindrome da astinenza

I sintomi da astinenza quando si fuma non appaiono così forti come quando si smette di alcol o droghe. Tuttavia, ha un forte effetto su tutti i sistemi del corpo, che diventa una vera tortura per un ex fumatore. La nicotina ha interferito con ogni processo in atto nel corpo umano, quindi, in sua assenza, cade in uno stato di stress e ci vuole tempo per imparare ad esistere senza questa sostanza nociva.

Vale anche la pena notare che la dipendenza da nicotina si manifesta in diverse forme: fisica e psicologica. Questi fattori portano alla formazione di voglie. La nicotina colpisce il sistema nervoso in modo che vi sia un'ondata di adrenalina e si avverta un'ondata di energia. Nel fumatore si formano endorfine e l'umore migliora. Ma questo effetto non dura a lungo e dopo un po 'il corpo richiederà di nuovo un'altra dose di nicotina.

Il nostro corpo è in grado di ricordare determinate sensazioni, quindi le sigarette iniziano ad essere associate a qualcosa di piacevole e rilassante e la loro assenza a stress e irritabilità. Tale autoinganno diventa la causa dello sviluppo della dipendenza dai prodotti del tabacco, il cui impatto negativo porta alla comparsa di varie malattie..

Si tratta di dipendenza psicologica. Con il fisico, tutto è molto più pericoloso. Nicotina, catrame e altre sostanze nocive iniziano a interferire con ogni processo nel corpo. I sistemi nervoso e periferico si prestano a grande influenza. I costituenti del fumo di tabacco stimolano i processi biochimici. Il corpo si abitua all'assistenza fornita e in mancanza di essa diventa difficile per lui farlo da solo.

Come sbarazzarsi dei sintomi di astinenza

Esistono farmaci che possono aiutare ad alleviare i sintomi di astinenza. Ma ricorda che senza la motivazione e il desiderio di smettere di fumare, niente può aiutare. La cosa più importante da fare per un fumatore che vuole sbarazzarsi di una cattiva abitudine è essere paziente. Ascolta le raccomandazioni dei medici e cambia il tuo stile di vita. Distraiti con attività gratificanti come l'escursionismo, lo sport, un nuovo hobby. Cerca in vari forum per supportare gli ex fumatori. Se la voglia di fumare si verifica frequentemente, tieni con te lecca-lecca o semi.

Se i sintomi di astinenza iniziano a manifestarsi in modo molto forte e non c'è la forza per sopportarli, allora dovresti cercare l'aiuto di uno specialista. Potrà prescrivere farmaci che possono sostituire la nicotina. Questi fondi includono Tabex, Brizantin e altri.

Nel caso in cui la condizione psicologica si stia deteriorando molto e inizi a svilupparsi una grave depressione, il medico può prescrivere antidepressivi. Molte persone sostituiscono la nicotina con gomme da masticare e cerotti. I produttori di sigarette elettroniche affermano che possono essere utilizzate per smettere di fumare. Ma non innamorarti dei loro espedienti, poiché le sigarette elettroniche contengono anche nicotina, quindi non scambiare una vecchia abitudine con una nuova..

Se i sintomi di astinenza causano la manifestazione di malattie croniche, è necessario consultare urgentemente un medico. Egli prescriverà la terapia necessaria e monitorerà il passaggio.

Se questo articolo ti spaventa, non dovresti aver paura. Gli effetti dei sintomi di astinenza, sebbene spiacevoli, possono essere sperimentati. Inoltre, in breve tempo sarai in grado di sbarazzarti definitivamente della cattiva abitudine e la temporanea reazione negativa del corpo non può essere paragonata ai risultati positivi che ti attenderanno dopo la fine di questo periodo..

Sindrome da astinenza da nicotina

L'astinenza da nicotina, o sindrome da astinenza da nicotina, è un complesso di sintomi che compaiono dopo aver smesso di fumare. La durata e la gravità di questa condizione sono influenzate da molti fattori, il che significa che è di natura individuale. Questo fenomeno è dovuto alla dipendenza del corpo dal costante apporto di nicotina..

Inoltre, la dose successiva di questa sostanza è diventata necessaria e abituale. La durata e la natura del corso di questo processo differiscono tra tutti i fumatori. Ma la cosa principale è superare tutte le condizioni negative associate alla sindrome da astinenza da nicotina e tornare a uno stile di vita sano..

In che modo la nicotina influisce sul corpo

È noto che la nicotina ha un effetto su quasi tutti gli organi e sistemi importanti del corpo. Con lo sviluppo della dipendenza fisiologica e psicologica dalla nicotina, una persona sperimenta alcune manifestazioni spiacevoli. Questo diventa il motivo per cui una persona torna ancora e ancora alle sigarette..

Quando, sullo sfondo della cessazione del fumo, una persona sviluppa spiacevoli sensazioni soggettive, si chiama sindrome da astinenza da nicotina. La nicotina forma non solo dipendenza fisica ma anche psicologica nel fumatore. Quest'ultimo influisce su un cambiamento nel background emotivo di una persona.

Il fumatore si abitua al rito del fumo, che gradualmente diventa parte integrante della sua vita. La dipendenza fisica consiste nel fatto che il corpo si abitua all'effetto stimolante della nicotina sul sistema nervoso. Quanto la voglia di fumare passa dipende dal carattere della persona, dalla sua forza di volontà e dalla forza della motivazione.

Il fumo interrompe il lavoro dei sistemi cardiovascolare, nervoso ed endocrino. Quasi tutti i fumatori soffrono di tosse umida persistente, che può trasformarsi in cancro ai polmoni. Il fumo a lungo termine porta ad avvelenamento cronico da nicotina, che si manifesta nei seguenti processi:

  • malattie respiratorie croniche;
  • diminuzione dell'acidità nello stomaco;
  • processi infiammatori nella mucosa orale;
  • aumento della salivazione;
  • motilità ridotta dell'intestino crasso.

Nonostante il fatto che la sindrome da astinenza da nicotina generalmente scompaia molto più facilmente di una condizione simile con dipendenza da droghe o alcol, quasi tutti i fumatori trovano difficile tollerare il disagio associato allo smettere di fumare.

Perché si verificano i sintomi di astinenza?

La sindrome da cessazione del fumo tende a manifestarsi nei fumatori esperti. Provoca disagio innescato da un cambiamento delle abitudini, nonché sintomi di astinenza, che è caratterizzato da un deterioramento del benessere dovuto alla cessazione dell'assunzione di nicotina..

Ciò diventa inevitabile, poiché la nicotina è stata a lungo la forza trainante di molti processi biochimici nel corpo. Dopo aver smesso di fumare, il corpo si ricostruisce per funzionare normalmente. Questo provoca un certo disagio che impedisce all'ex fumatore di tornare alla vita che aveva prima delle sigarette..

L'astinenza dalla nicotina accompagna l'intero periodo di ristrutturazione del corpo in un modo nuovo dopo una completa cessazione del fumo. Inoltre, una persona avverte disagio psicologico quando smette di fumare. Il fumo a lungo termine ha sviluppato numerosi riflessi condizionati negli esseri umani.

Così si abitua a una sigaretta davanti a una tazza di caffè o durante una pausa di lavoro con i colleghi, durante periodi di stress nervoso in altre situazioni. Tali piccoli rituali si trasformano gradualmente in un'abitudine, senza la quale una persona inizia a sentirsi a disagio..

Le manifestazioni di astinenza da nicotina sono dovute anche a certi atteggiamenti formati nel fumatore, che sono direttamente correlati al fumo. Ad esempio, i fumatori sono fiduciosi nel sedativo o, al contrario, nell'effetto attivante delle sigarette.

Infatti le sigarette sono tossiche e non hanno alcun effetto sedativo. Tali effetti del fumo sono condizioni normali del corpo, senza gli effetti della nicotina. Quanto dura un ritiro dopo aver smesso di fumare dipende da alcuni fattori..

Sintomi e durata dell'astinenza da nicotina

L'astinenza da nicotina è una sindrome da astinenza che si verifica quando si smette improvvisamente di fumare o si riduce il numero di sigarette fumate. È così che il corpo reagisce alla mancanza di nicotina, poiché durante il fumo questa sostanza è riuscita a essere inclusa in tutti i processi metabolici del corpo. Segni di astinenza da nicotina iniziano a comparire entro poche ore dall'ultima sigaretta fumata.

In generale, sono caratterizzati dal verificarsi delle seguenti condizioni:

  • mal di testa;
  • tosse umida che non scompare dopo il trattamento;
  • dispnea;
  • debolezza e stanchezza;
  • cambiamento di appetito e nausea;
  • calo della pressione sanguigna;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • irritazione e depressione;
  • violazione del funzionamento del tratto gastrointestinale (tratto gastrointestinale);
  • voglia irresistibile di fumare.

Queste manifestazioni non si presentano tutte allo stesso tempo, sono più caratterizzate dalla periodicità. I sintomi vanno da gravi a lievi. La sindrome da astinenza da nicotina è inevitabile per i fumatori che decidono di smettere di fumare. I sintomi di questa condizione possono durare da 1 settimana a un mese..

Nei casi più gravi vengono utilizzati farmaci per migliorare il benessere della persona e ridurre la voglia di fumare. Allo stesso tempo, va ricordato che tutte le prove apparentemente difficili alla fine gioveranno alla salute. Dopodiché, il corpo inizierà a funzionare normalmente..

Il periodo di tempo in cui smetti di fumare dipende dalla storia del fumo, dal numero di sigarette fumate al giorno e dalla salute generale. I sintomi di astinenza di un fumatore si manifestano in modi diversi. Ma ci sono alcuni sintomi comuni di astinenza da nicotina, che sono condizionatamente suddivisi per giorno:

  • 1-3 giorni. È caratterizzato dalla comparsa di maggiore irritabilità e ansia. Diminuzione dell'appetito.
  • 3-6 giorni. Una persona può soffrire di insonnia, si sviluppa la depressione. Compaiono bruciore di stomaco, tinnito, vertigini con movimenti improvvisi;
  • 6-9 giorni. La pelle cambia: compaiono desquamazione, infiammazione ed eruzione cutanea. C'è gonfiore dei tessuti molli, disfunzione del tratto gastrointestinale, depressione, una sensazione costante di un grumo di muco in gola.
  • 9-12 giorni. Vertigini, tendenza a dormire durante il giorno, letargia. La secchezza della pelle aumenta.
  • 12-15 giorni. Costipazione e flatulenza, tosse con catarro. Stanchezza nervosa sull'orlo di un esaurimento nervoso. Durante questo periodo, il desiderio di fumare diventa insopportabile e una persona può essere attratta dalle sigarette per diversi giorni..
  • 15-18 giorni. I dolori muscolari e articolari iniziano a disturbare, compaiono dolori alle ossa. La persona diventa incline a sviluppare malattie respiratorie. C'è un aumento dell'appetito.
  • 18-21 giorni. Disturbo da aumento della sudorazione, aumento della voglia di urinare, mancanza di respiro, sete costante. C'è amarezza nella bocca e dolore nell'ipocondrio destro. I crampi muscolari agli arti inferiori non vengono disturbati durante il sonno notturno.
  • 21-24 giorni. Bruciore di stomaco dopo aver mangiato cibi grassi, tosse con catarro, sensazione di secchezza e tensione della pelle.
  • 24-27 giorni. Normalizzazione della pressione sanguigna secondo la norma di età, stabilizzazione del sonno. La voglia di fumare raggiunge il suo massimo.
  • 27-30 giorni. Un leggero letargo continua durante il giorno. Il lavoro del tratto digestivo è normalizzato, le condizioni della pelle migliorano.

Un mese dopo aver smesso di fumare, il fegato inizia a produrre autonomamente la propria nicotina, necessaria per il normale funzionamento del corpo. Questo è quando sarà più facile per un ex fumatore superare la voglia di sigarette..

Molti fumatori riferiscono che i sintomi di astinenza gravi non sono durati più di una settimana. È allora che si verifica il picco della sindrome da rigetto. E se riesci a superare te stesso e smetti di fumare in questo momento, è probabile che la persona smetta per sempre..

Quanto tempo ci vuole per smettere di fumare

La dipendenza dal fumo si forma su 2 livelli: psicologico e fisiologico. La pratica dimostra che la dipendenza fisica dalla nicotina passa più velocemente. In pochi giorni, il corpo è in grado di riprendersi rapidamente senza il doping da nicotina.

È molto più difficile affrontare la dipendenza psicologica poiché ci vorrà più tempo per sbarazzarsene. La durata del processo di cessazione del fumo dipende da alcune caratteristiche individuali di una persona:

  • atteggiamento psicologico;
  • carattere;
  • stato di salute;
  • esperienza di fumo continua.

Nessuno specialista può dare una risposta esatta su quanto tempo ci vuole per smettere di fumare. Questo indicatore è individuale. Quindi, alcuni sono in grado di dimenticare le sigarette dopo 2 settimane, mentre altri impiegheranno molti mesi per uscire da questa dipendenza..

Durante il periodo in cui smette di fumare, una persona può affrontare 2 punti di svolta. Questi sono i momenti in cui i fumatori tornano alla loro abitudine qualche tempo dopo aver tentato di smettere di fumare. Il primo si verifica quando una persona che smette di fumare pensa che la sua dipendenza sia diminuita ed è in grado di controllarsi completamente. Quindi, a causa dello stress e di altra ansia, torna a fumare..

Per accelerare il processo di eliminazione della dipendenza da nicotina, sono coinvolte varie misure preventive. La persona sta cercando di tenersi occupata con un nuovo hobby o hobby. Il primo punto critico si verifica circa 2 settimane dopo aver smesso di fumare. Questo periodo è considerato il più instabile. Se lo superi, dopo 8-9 mesi una persona può facilmente rinunciare a una sigaretta, anche nei momenti difficili..

Il secondo punto critico può superare una persona 2-3 mesi dopo aver smesso completamente di fumare. In questo momento, una persona può avere il desiderio di godersi il fumo e il fumo di tabacco. Quindi è importante resistere alla tentazione e superare questa brama..

Puoi farlo tenendoti occupato con qualche nuovo ed eccitante hobby. Il processo di smettere di fumare sarà più facile se tale impresa viene condotta in tandem con qualcuno. Quanto sarà difficile o facile smettere di fumare dipende da quanto tempo lo fai. Se una persona fuma attivamente da più di 10 anni, mentre fuma un pacchetto al giorno, è improbabile che possa smettere di fumare a un certo punto.

In questo caso, l'eliminazione graduale delle sigarette sarà più efficace. Questo metodo creerà condizioni favorevoli per il normale adattamento del corpo in condizioni di cessazione del fumo. Si consiglia ai forti fumatori di utilizzare la terapia sostitutiva della nicotina.

Puoi scegliere l'opzione migliore dopo aver consultato il tuo medico. È importante formare la giusta motivazione e avere sufficiente forza di volontà. Molto spesso, il processo di smettere di fumare viene ritardato a causa della paura di cambiare qualcosa nella tua vita..

Quindi, la sindrome da astinenza da nicotina è il risultato di una completa interruzione dell'assunzione di questa sostanza nel corpo dall'esterno. I sintomi spiacevoli e talvolta dolorosi che si presentano in questo contesto indicano una mancanza di nicotina. Dopotutto, questa sostanza per molto tempo è entrata densamente in tutti i processi metabolici del corpo e ha causato dipendenza.

Sintomi da astinenza quando si smette di fumare

Il fumo di tabacco è un enorme danno per il fumatore stesso e per le persone intorno a lui. E lo sanno tutti. Molte persone vogliono separarsi da questa dipendenza per sempre, ma non possono farlo da sole, poiché devono affrontare un problema serio. Questa è la necessità di superare la dipendenza psicologica e chimica, che è spesso accompagnata da vari sintomi e manifestazioni negative. Scopriamo quanto dura un astinenza quando si smette di fumare e come alleviare questa condizione..

Astinenza da nicotina

L'astinenza da nicotina è una serie di manifestazioni negative che si verificano entro 1-2 ore dopo aver smesso di fumare. E con ogni ora che passa questo stato si intensifica. Secondo gli esperimenti condotti dagli scienziati, se una persona non ha il divieto di fumare e un paio di sigarette rimangono nella sua tasca, allora potrebbe ritardare il tempo di fumare senza alcun sintomo. Ma un rifiuto completo provoca l'astinenza da nicotina, che è anche chiamata sintomi di astinenza. Tra le sue principali manifestazioni ci sono tali stati umani:

  • vivo desiderio di fumare;
  • irritabilità e aggressività eccessive;
  • depressione, ansia, stress emotivo;
  • tremori delle mani e tremori in altre parti del corpo;
  • mal di testa e vertigini;
  • depressione, difficoltà a concentrarsi e ricordare;
  • brusco calo della pressione sanguigna;
  • tosse, mancanza di respiro, difficoltà a respirare;
  • aumento della fame.

Importante! Tutti questi sintomi compaiono nei primi giorni e settimane. Indicano la cessazione dell'assunzione di nicotina nel corpo e la normalizzazione del suo funzionamento. Puoi sopravvivere ai sintomi di astinenza quando smetti di fumare da solo, ma in alcuni casi è meglio chiedere aiuto a uno specialista.

Quanto durano i sintomi di astinenza

In termini di intensità, i sintomi di astinenza sono di natura individuale e dipendono dalla motivazione, dall'età e dalla storia del fumo, nonché da molti altri fattori. Se i fumatori abbandonano questa cattiva abitudine, puoi anche fare a meno dell'astinenza dalla nicotina. Questo è particolarmente comune quando una persona ha una forte motivazione o c'è qualche distrazione nella vita, ad esempio una malattia, la nascita di un bambino, un nuovo amore, la morte di una persona cara o una forte passione per lo sport..

Ci sono diverse fasi nel recupero del corpo dopo aver smesso di fumare, ognuna delle quali ha i suoi sintomi:

  1. Il primo giorno. Già 1-2 ore dopo aver smesso di fumare, un forte fumatore sviluppa una fame di nicotina. E dopo 6-8 ore, questo stato aumenta così tanto che è difficile per una persona concentrarsi su qualcosa di specifico, appaiono ansia e irritabilità.
  2. I primi giorni dopo aver abbandonato la cattiva abitudine. Una persona è sull'orlo del baratro e pensa tutto il tempo "a fumare, non a fumare". La durata di questo periodo può essere di 3-4 settimane. La persona è perseguitata da irritabilità, depressione, incontinenza, problemi di sonno e un appetito brutale. Il fumatore può anche essere visitato dal desiderio di suicidarsi.
  3. Un mese dopo aver fumato. I sintomi acuti dell'astinenza da nicotina stanno gradualmente scomparendo, ma il desiderio di fumare tormenta ancora la persona. Il corpo inizia a purificarsi lentamente dalle tossine e dalle tossine che si sono accumulate durante il fumo. Durante questo periodo, le malattie croniche possono peggiorare, l'immunità può diminuire. Ciò è causato da una ristrutturazione del corpo e dalla scomparsa della dipendenza da nicotina.

Importante! A causa dei cambiamenti che si verificano nel corpo sotto l'influenza di questa cattiva abitudine, una persona può soffrire il desiderio di fumare di nuovo, non solo per le prime settimane, ma anche durante i primi anni. Ecco perché, anche se hai smesso di fumare molto tempo fa, non rilassarti e non lasciarti perdere. Una sigaretta può portare alla ripresa del fumo.

Come alleviare l'astinenza da nicotina

L'astinenza da nicotina peggiora l'umore e il benessere di una persona, impedendole di condurre una vita normale. Quando si svezza la dipendenza, il carattere del fumatore può cambiare radicalmente ed essere integrato da aggressività, rabbia, scoppi violenti. I medici spiegano questo con i cambiamenti nel sistema ormonale e la ristrutturazione dovuta alla mancanza di apporto artificiale di nicotina..

Sfortunatamente, è impossibile eliminare il rischio di astinenza da nicotina ed eliminare i sintomi di astinenza. Ma gli esperti danno diverse raccomandazioni su come facilitare la cessazione del fumo:

  • trascorri i primi giorni a casa, e non al lavoro, dandoti l'opportunità di riposarti e non mostrare rabbia e rabbia in pubblico;
  • nelle prime settimane per evitare forti stress e ansia, superlavoro;
  • rifiutare temporaneamente di trascorrere del tempo insieme in compagnia di colleghi o amici con cui hai precedentemente fumato;
  • chiedere sostegno morale a parenti e amici;
  • dormire e riposare di più;
  • trova ciò che ami e immergiti in esso;
  • utilizzare tamponi da masticare speciali, compresse, cerotti.

Importante! Alcuni esperti raccomandano di sostituire le sigarette normali con quelle elettroniche quando si smette di fumare. Ma non tutti i medici supportano questa opzione, poiché può semplicemente portare alla sostituzione di un'abitudine con un'altra..

Ricorda, non importa da quanto tempo fumi o quanta forza di volontà hai. L'abitudine e il desiderio persistente di fumare possono tornare dopo 1-2 sigarette anche dopo decenni. Uno stile di vita sano, facendo ciò che ami, una dieta equilibrata, che contenga tutti i nutrienti necessari, riducendo la quantità di stress e superlavoro, un'atmosfera favorevole a casa e al lavoro ti aiuterà a smettere di fumare per sempre. E se hai paura di non far fronte ai sintomi di astinenza quando smetti di fumare, o hai già fatto diversi tentativi infruttuosi, cerca l'aiuto di uno specialista. Ti aiuterà a trovare i metodi più appropriati per alleviare la dipendenza fisica e superare la psicologia.

Sindrome da astinenza del fumatore

Che cosa sono i sintomi di astinenza?

La sindrome da astinenza è un complesso di vari disturbi somatoneurologici e spesso mentali che insorgono sullo sfondo di un consumo più o meno prolungato di alcol dopo aver interrotto l'assunzione di alcol.

Cause

La causa più profonda dei sintomi di astinenza è il tentativo del corpo di ripristinare lo stato che esisteva durante il periodo di uso attivo di alcol o altre sostanze stupefacenti.

Per un organismo abituato a essere in uno stato di intossicazione cronica (oa ricevere una dose di un farmaco, la nicotina), l'assenza di un farmaco è uno stato anormale, non può portare la fisiologia in una "norma" narcotica. E sono i tentativi di compensare l'assenza della sostanza che ha causato l'abitudine che sono le manifestazioni della sindrome da astinenza..

Sintomi di astinenza

I sintomi di astinenza differiscono a seconda della sostanza utilizzata: i più gravi dopo i farmaci, più leggeri dopo l'alcol, i sintomi di astinenza meno pronunciati dal fumo. Ma indipendentemente dalla valutazione oggettiva, le sensazioni soggettive sono difficili da sopportare, causano sintomi dolorosi (astinenza, sbornia, segni di mancanza di nicotina).

Tutti i sintomi si dividono in lievi e gravi, oltre che neurologici, somatici, psichiatrici. La comparsa di alcuni sintomi dipende da quali sostanze hanno causato lo stato di astinenza.

Trattamento

In generale, le tattiche di trattamento dei sintomi di astinenza sono simili per vari motivi eziologici e consistono nelle seguenti fasi:

1. Trattamento delle manifestazioni fisiche (dolore, nausea, vomito).

Il trattamento deve essere effettuato sotto la supervisione di un medico. Ciò è in gran parte dovuto al fatto che l'effetto di molti farmaci con l'astinenza è perverso, o potrebbe persino rivelarsi l'opposto dell'effetto atteso. Se la sindrome è limitata solo a queste manifestazioni, allora è limitata al trattamento ambulatoriale.

2. Sollievo dai disturbi neuropsichiatrici (allucinazioni, deliri, convulsioni e altri).

Effettuato in un ospedale, sotto la supervisione di tossicologi e psichiatri.

3. Trattamento delle dipendenze.

Ma già una serie specifica di farmaci viene scelta in base al tipo di dipendenza: per il ritiro dei farmaci vengono utilizzati farmaci potenti (antipsicotici, antipsicotici, antidepressivi, benzodiazepine, bloccanti dei recettori oppioidi, beta-bloccanti, tranquillanti e altri) quando si smette di fumare - con un effetto meno attivo.

Sintomi da astinenza quando si fuma

Nonostante il fatto che la terminologia "sindrome da astinenza" non abbia attecchito in relazione al fumo di tabacco (ciò è dovuto al fatto che la nicotina non è ufficialmente considerata un narcotico), tutte quelle manifestazioni che tormentano le persone nella prima fase di smettere di fumare non sono altro che l'astinenza. mancanza di una sostanza familiare e tentativi del corpo di ripristinare l'equilibrio.

Caratteristiche:

I sintomi di astinenza dal fumo compaiono in breve tempo, di solito entro un'ora dall'ultima sigaretta fumata. La sua durata totale va da alcuni giorni a due mesi con una graduale diminuzione dei sintomi.

La facilità dei sintomi è tipica della sindrome da astinenza dal fumo. Questo di solito è:

  • sintomi respiratori: mancanza di respiro, difficoltà respiratorie, aumento della tosse;
  • sintomi gastrointestinali: disturbi delle feci, fastidio alla bocca, sapore sgradevole del cibo, disturbi dell'appetito, nausea;
  • da parte del sistema nervoso centrale e del sistema nervoso autonomo: tremori alle mani, sudorazione, disturbi del sonno, ansia, irritabilità, disturbi dell'attenzione e della memoria.

Durata dei sintomi di astinenza con la cessazione del fumo

È difficile individuare un periodo generale, tipico di tutti: in molti modi, la durata dei sintomi di astinenza quando si smette di fumare dipende da quanto tempo una persona ha fumato, da quante sigarette ha fumato al giorno.

È anche impossibile escludere il fattore psicologico: se una persona è determinata a smettere di fumare in modo deciso, lo fa per sua decisione volontaria, la gravità e la durata dell'astinenza sono piccole. Coloro che non sono arrivati ​​a questo di loro spontanea volontà, ma attraverso concessioni ai propri cari, persuasione e nel loro cuore non credono nel successo o non vogliono smettere, allora i sintomi saranno più pesanti e più lunghi.

Trattamento

La facilità dei sintomi suggerisce un trattamento domiciliare e la domanda principale qui è come rimuovere le manifestazioni di astinenza da nicotina. Si ipotizzano due direzioni:

  1. sopportare, mostrando forza di volontà e resistenza;
  2. utilizzare cure per il fumo, la maggior parte delle quali sono progettate per alleviare i sintomi di astinenza.

Questi prodotti includono le compresse "Tabex", "Champix", "Lobelin", "Citizin", "Corrida Plus", "Zyban", "Brizantin". È interessante notare che in questo gruppo, sia i farmaci che hanno un effetto sostitutivo della nicotina, sia gli antidepressivi, sia i farmaci che causano disagio dal fumo (la cosiddetta terapia avversiva).

L'essenza dell'uso di tutti questi farmaci è che, a causa dei loro meccanismi d'azione, riducono la gravità dei sintomi di astinenza da nicotina, facilitando il processo di smettere di fumare.

Va ricordato che l'astinenza da nicotina non è la condizione più semplice per il corpo e non dovresti prendere alla leggera i segni di cattiva salute.

Se i sintomi, tra cui tosse e manifestazioni neurologiche, si intensificano, compaiono nuove sensazioni dolorose, il benessere generale va oltre l'ambito di un leggero malessere, è opportuno consultare immediatamente un medico, poiché è possibile che patologie latenti, sia infettive che somatico e neurologico.

Sindrome da astinenza nell'alcolismo

Sindrome da astinenza da alcol - ICD-10: F10.23, F10.23 (0-9) - tipica dell'alcolismo cronico. Una sbornia, nonostante l'opinione popolare, l'astinenza in senso stretto non lo è.

I sintomi della sindrome da astinenza da alcol possono variare in gravità, da lieve a estremamente grave.

I segni di lieve astinenza sono più comuni nei bevitori cronici, allo stadio 2 dell'alcolismo e dopo un breve periodo di consumo di alcol. A volte i sintomi di astinenza gravi iniziano con sintomi lievi.

I segni lievi tradizionalmente includono: mancanza di appetito, nausea e vomito, dolore addominale, disturbi delle feci, mialgia (dolore muscolare), vari disturbi del sonno - dalla sonnolenza all'insonnia, incubi. Spesso ci sono manifestazioni dal sistema cardiovascolare: tachicardia, aumento o diminuzione della pressione sanguigna, polso irregolare.

Irritabilità, comportamento aggressivo e irrequieto, labilità dell'umore, disturbi dell'attività nervosa superiore, inclusi disturbi della memoria, vari tipi di amnesia sono tipici.

Nella maggior parte dei casi, l'astinenza lieve viene trattata in regime ambulatoriale, ma andare dal medico non sarà superfluo, poiché in questa condizione molte patologie sono spesso mascherate dalla sindrome da astinenza da alcol, che può essere riconosciuta solo da un medico, e la mancata fornitura di cure mediche per queste patologie è irta di gravi complicazioni fino alla morte.

L'astinenza grave è caratteristica del binge drinking prolungato, a 3 stadi di alcolismo, con profondi cambiamenti patologici. È caratterizzato da un aumento della gravità dei segni della fase precedente per un breve periodo - in 1-3 ore, nonché dall'aggiunta di quanto segue: confusione, disorientamento nel tempo e nello spazio, varie allucinazioni, delirio, convulsioni, febbre.

La comparsa di almeno uno dei segni elencati richiede il ricovero in un reparto di tossicologia o in un reparto specializzato in un ospedale narcologico. L'aumento dei segni di gravi sintomi di astinenza e il loro esito in una catastrofe possono verificarsi molto rapidamente, quindi il ricovero in ospedale non può essere rifiutato.

Caratteristiche:

Tra le caratteristiche della sindrome da astinenza da alcol, si dovrebbe notare quanto segue:

  • i sintomi lievi si sviluppano entro 6-48 ore e possono durare (senza trattamento) fino a 10-15 giorni;
  • sintomi gravi possono svilupparsi entro 2-5 giorni dall'ultima assunzione di alcol; - i sintomi non si sviluppano sempre in fasi, è possibile formare immediatamente una condizione grave senza un periodo prodromico sotto forma di sintomi lievi;
  • i sintomi spesso compaiono o peggiorano verso sera.

Quanto dura l'astinenza da alcol

In media, la durata per una forma lieve è fino a 10 giorni senza trattamento o fino a 5 giorni con trattamento ambulatoriale. La prognosi per una forma grave dipende interamente dal tipo e dal volume della patologia sviluppata: i sintomi di astinenza con esito nelle psicosi alcoliche sono più gravi e più lunghi, e con disturbi somatovegetativi, più facili e più brevi..

Trattamento

Il trattamento per la sindrome da astinenza da alcol è principalmente finalizzato a stabilizzare lo stato, ridurre il carico di intossicazione, ripristinare le funzioni di organi e sistemi. Le tattiche vengono scelte in base alla sintomatologia presente al momento.

Se si esprimono disturbi somatici, vengono utilizzati farmaci che normalizzano il lavoro degli organi interni, con predominanza di disturbi neurologici, sedativi appropriati.

Viene utilizzata una varietà di farmaci, ma tra questi è obbligatoria l'introduzione di vitamine del gruppo B, in particolare la tiamina. La carenza di vitamine di questo gruppo svolge uno dei ruoli principali nella formazione dell'astinenza da alcol.

Inoltre, le persone che bevono cronicamente mostrano segni di polipovitaminosi, che è anche uno dei componenti della patogenesi dell'astinenza da alcol, e richiede la nomina di un complesso di vitamine sotto forma di compresse multivitaminiche o (se la somministrazione orale è impossibile) farmaci per la somministrazione parenterale.

Rimozione della sindrome in clinica

In un ambiente ospedaliero, nella fase diagnostica, vengono determinati i principali indicatori di biochimica del sangue e OAC, OAM, vengono rilevati segni di disidratazione e viene determinata la gravità dei sintomi. I farmaci vengono prescritti in base non solo al loro stato attuale, ma anche alla storia del paziente (ad esempio, le benzodiazepine non sono indicate per patologie epatiche alcoliche).

La direzione principale della terapia: stabilizzazione dello stato neurologico, ripristino dell'equilibrio acido-base. Le dosi vengono selezionate in modo che il paziente possa addormentarsi, ma allo stesso tempo non perda il contatto al risveglio. Usa benzodiazepine, barbiturici, antipsicotici.

Da farmaci di altri gruppi è possibile somministrare diuretici (con iperidratazione), preparati di magnesio e potassio, farmaci cardiovascolari, in particolare beta1-bloccanti.

La durata media del ricovero (a condizione che non vi siano psicosi alcoliche) va dai tre ai sette giorni. Con l'aggiunta di psicosi alcoliche, complicazioni da altri organi (in particolare, sono spesso presenti patologie gravi del tratto gastrointestinale), il trattamento prosegue in un ospedale specializzato con un'adeguata selezione della terapia farmacologica, seguito dal trasferimento in terapia ambulatoriale.

Rimozione della sindrome a casa

Molti "specialisti" cresciuti in casa, dopo aver ascoltato abbastanza consigli, iniziano il trattamento dell'astinenza a casa con l'impostazione di un contagocce - somministrazione endovenosa di soluzione salina o disintossicante. Questa è una tattica errata, poiché in molti casi la somministrazione endovenosa di volumi aggiuntivi di liquidi sullo sfondo dell'iperidratazione esistente porta al rapido sviluppo di complicazioni incompatibili con la vita..

La decisione sull'introduzione di ulteriori volumi di fluido per via orale o parenterale è decisa dal medico in base alla totalità dei dati dell'esame e alle condizioni del paziente.

Con sintomi lievi in ​​ambiente ambulatoriale, è sufficiente monitorare la condizione, assumere vitamine e altri farmaci come prescritto da un medico.

Il danno di smettere di fumare, succede anche

VOGLIO SMETTERE DI FUMARE?

Quindi passare attraverso un piano per smettere di fumare..
Sarà molto più facile smetterla..

Sintomi da astinenza quando si smette di fumare

Soddisfare:

  1. Perché si verificano i sintomi di astinenza: meccanismi di formazione della dipendenza da nicotina.
  2. Il quadro clinico dei sintomi di astinenza.
  3. Perché il trattamento della dipendenza da nicotina è importante?.
  4. Come alleviare i sintomi dei sintomi di astinenza.

“Smettere di fumare è facile! L'ho fatto mille volte! " È questa affermazione di Mark Twain che caratterizza con precisione i numerosi tentativi di sbarazzarsi della smania quasi irresistibile di sigarette. Nonostante la massa di informazioni sui pericoli del fumo di tabacco, il fumo è spesso percepito come un'abitudine completamente innocua (e fino a poco tempo fa alla moda). Di solito tutto inizia come coccole innocenti: un paio di sigarette quando si parla con gli amici, si discute delle ultime notizie nella sala fumatori in ufficio, e molti non si accorgono di come pochi pezzi si trasformano gradualmente in una dozzina, o addirittura in un pacchetto al giorno. E smettere di fumare non è più così facile: oltre a quella psicologica, la nicotina provoca dipendenza fisica. E senza un'assistenza psicoterapeutica e medica competente, è molto difficile far fronte ai sintomi di astinenza quando si smette di fumare.

Perché si verificano i sintomi di astinenza: meccanismi di formazione della dipendenza da nicotina

Dopo l'inalazione del fumo di tabacco, circa il 25% della nicotina entra immediatamente nella circolazione sistemica e raggiunge il cervello entro 10-15 secondi. Pertanto, in termini di inizio dell'effetto, il fumo è paragonabile alla somministrazione di farmaci per via endovenosa. Una delle caratteristiche che determinano la dipendenza fisica dal tabacco è la sua rapida distruzione nell'organismo (l'emivita non supera le 2 ore). Questo spiega la frequente voglia di fumare ancora e ancora..

Come altri psicostimolanti, il fumo, come uno dei principali neurotrasmettitori, l'acetilcolina, colpisce le strutture dopaminergiche del cervello. Un potente rilascio di adrenalina, norepinefrina, endorfina e alcuni ormoni (in particolare, adrenocorticotropo, cortisolo) ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale. Questo forma una sorta di effetto "positivo" per il fumatore e il desiderio di ripeterlo di nuovo.

Il quadro clinico dei sintomi di astinenza

I primi segni di sintomi di astinenza compaiono molto rapidamente - 2–2,5 ore dopo l'ultima sigaretta fumata, raggiungendo un picco entro 24 ore. Quanto dura l'astinenza da nicotina dipende da molti fattori, in particolare, dalla storia del fumo e dal carattere del fumatore. Di solito i sintomi principali persistono per 2-3 settimane, manifestazioni individuali - fino a diversi mesi. Spesso i tossicodipendenti ammettono di non avere problemi a fumare anche 2-3 anni dopo l'ultima sigaretta.

Oltre al desiderio appassionato, quasi irresistibile di fare una pausa sigaretta, si manifesta il periodo acuto dei sintomi di astinenza:

  • malessere;
  • debolezza;
  • irritabilità, intolleranza, ansia;
  • deterioramento dell'umore;
  • aumento dell'appetito e il fumatore di solito preferisce non pasti completi, ma spuntini, dolci, ecc.;
  • mal di testa.

Un po 'più tardi appare una tosse, è difficile per una persona concentrare la sua attenzione su qualcosa, tormenti di insonnia durante la notte e, al contrario, sonnolenza durante il giorno. Inoltre, per i sintomi di astinenza quando si smette di fumare, una diminuzione della pressione sanguigna, l'intolleranza all'esercizio sono tipici. I tentativi indipendenti di smettere di fumare sono spesso accompagnati dalla comparsa di chili in più, poiché il desiderio di "cogliere" pause di fumo persiste per molti mesi.

Perché il trattamento della dipendenza da nicotina è importante?

In media, una sigaretta contiene fino a 0,5 mg di nicotina, una dose convenzionalmente letale per l'uomo è di circa 60 mg.

Gli effetti fisiologici del tabacco includono:

  • costrizione dei vasi periferici;
  • aumento della peristalsi;
  • diminuzione generale della velocità dei processi metabolici;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • aumento dell'eccitabilità;
  • tachicardia e palpitazioni.

A lungo termine, il fumo influisce negativamente sulle funzioni di quasi tutti gli organi e sistemi. Prima di tutto, questa dipendenza è associata ad un aumentato rischio di cancro. Ovviamente le vie respiratorie sono le prime ad essere colpite. Ma i fumatori sono più spesso diagnosticati con neoplasie maligne della laringe e della trachea, dello stomaco, dell'intestino, del fegato.

La probabilità di sviluppare:

  • ipertensione;
  • aterosclerosi;
  • attacco di cuore;
  • disturbi della circolazione cerebrale;
  • ulcera gastrica, colite ulcerosa;
  • malattia polmonare ostruttiva.

Quando si fuma, le infezioni virali respiratorie sono molto più difficili, le donne hanno la menopausa prima e il rischio di osteoporosi aumenta. L'abitudine patologica non intacca nel migliore dei modi l'aspetto, la condizione dei denti.

Come alleviare i sintomi dei sintomi di astinenza

Come dimostra la pratica, circa il 90% dei fumatori dichiara il desiderio di sbarazzarsi di questa cattiva abitudine, ma senza un aiuto professionale solo il 5-7% può farlo. La causa più comune di ricaduta è l'influenza di fattori di stress e altre circostanze esterne. Inoltre, molti non sono scoraggiati dal tornare al tabacco da gravi problemi di salute..

In "Ugodiya" gli specialisti sono ben consapevoli di come aiutare non solo a sbarazzarsi dei sintomi dei sintomi di astinenza quando si smette di fumare, ma anche a far fronte alla malattia in generale.

Esistono diversi metodi oltre a trattare la dipendenza da nicotina. Esso:

  • terapia sostitutiva;
  • consultazioni con uno psicologo;
  • codifica;
  • fisioterapia.

Di norma, la monoterapia non porta il risultato desiderato, quindi i medici preferiscono un trattamento complesso. Per alleviare i sintomi di astinenza acuti, vengono mostrati farmaci contenenti dosi minime di nicotina, disponibili sotto forma di compresse, gomme da masticare, cerotti, spray. Non differiscono nel meccanismo d'azione, un rimedio specifico viene scelto esclusivamente sulla base delle preferenze personali del paziente.

Man mano che i sintomi dei sintomi da astinenza si attenuano, la dose dei farmaci contenenti nicotina viene ridotta. Per eliminare nervosismo, ansia, ansia e correzione dei disturbi del sonno vengono utilizzati sedativi. I più sicuri di tutti sono i sedativi a base di erbe, ma con una lunga storia di dipendenza e manifestazioni pronunciate di astinenza, l'effetto delle erbe medicinali di solito non è sufficiente.

In questi casi, uno specialista seleziona individualmente antidepressivi e / o ipnotici. L'applicazione inizia con una dose minima, che viene quindi lasciata invariata o aumentata a giustificato dal punto di vista terapeutico. Contemporaneamente avvia un corso di psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Dopo l'eliminazione dei principali sintomi della sindrome da astinenza, si raccomandano l'agopuntura e la codifica. Questo approccio consente di ottenere un risultato positivo nel più breve tempo possibile ed evitare ricadute..