Sintomi da astinenza nella tossicodipendenza

Qualsiasi persona tossicodipendente prima o poi subirà sintomi di astinenza o, in altre parole, sintomi di astinenza. Questa condizione si sviluppa gradualmente e più una persona è dipendente, più velocemente ha la sindrome da astinenza..

Cause di occorrenza

La sindrome da astinenza nella tossicodipendenza si verifica entro il primo giorno dopo la riduzione della dose o l'interruzione completa dell'uso dei farmaci.

La sindrome da astinenza nella tossicodipendenza è causata principalmente dal fatto che, sotto l'influenza di droghe, il corpo cessa di funzionare normalmente. Dopo aver interrotto l'assunzione di sostanze, il corpo per molto tempo non può farcela da solo, da cui deriva questa grave condizione..

I principali sintomi e manifestazioni

I sintomi da astinenza nella tossicodipendenza possono manifestarsi in modi diversi, a seconda di quali sostanze e da quanto tempo una persona ha utilizzato. Un ruolo significativo è giocato dalla durata dell'esposizione al farmaco sul corpo, dal dosaggio e dalle caratteristiche individuali di una persona.

Tra i principali sintomi ci sono:

  • Depressione, apatia;
  • Letargia, stanchezza;
  • Attacchi di vertigini;
  • Salivazione abbondante;
  • Irascibilità, irritabilità;
  • Disturbi del sonno;
  • Perdita della funzione intestinale (diarrea, vomito o costipazione).

I tipi di sindrome da astinenza da farmaci sono anche suddivisi in base al tipo di farmaci utilizzati. È consuetudine fare riferimento a quelli più leggeri causati dall'hashish o da altre droghe "leggere". Passa con calma, si manifesta sotto forma di depressione.

I sintomi più gravi di astinenza da oppio ed eroina. Una persona sperimenta sofferenza fisica e psicologica.

Come trattare

Prima di tutto, dovrebbe essere chiaro che l'astinenza dalla droga è trattata solo da specialisti nelle istituzioni istituite per questo. Se si verifica una sindrome da astinenza, i parenti non dovrebbero seguire i gusti del paziente e dargli una dose.

Inoltre, non sarai in grado di trasferire una tale condizione da solo a casa. In un istituto medico, il paziente riceverà il primo soccorso, sotto forma di pulizia del corpo da sostanze stupefacenti.

Ulteriori lavori vengono eseguiti con il consenso del paziente. Dovrebbe essere chiaro che i medici aiuteranno ad alleviare la sofferenza fino alla scomparsa della sindrome da astinenza, ma ciò non allevierà ulteriori sofferenze. Pertanto, è così importante non interrompere e continuare il trattamento..

Anche dopo che il dolore è passato, il desiderio di droghe non scomparirà. Il paziente avrà anche bisogno di aiuto psicologico per far fronte alla dipendenza e tornare alla vita normale..

Sintomi da astinenza nella tossicodipendenza

La tossicodipendenza è una malattia grave che provoca danni agli organi interni, lo sviluppo di disturbi mentali e neurologici e porta anche al degrado della personalità. I tossicodipendenti, sia fisicamente che mentalmente dipendenti da sostanze psicoattive, nel tempo, in assenza di cure mediche, aumentano le dosi di ammissione, il che a volte comporta conseguenze irreversibili per il corpo umano e la psiche.

Un segno di dipendenza fisica a tutti gli effetti è la formazione di una sindrome da astinenza quando il farmaco viene sospeso. Con l'uso regolare, le sostanze stupefacenti vengono incorporate nel metabolismo a livello molecolare e il tossicodipendente sviluppa una condizione fisicamente e psicologicamente grave a seguito di una diminuzione della dose o della sua assenza..

Perché possono verificarsi sintomi di astinenza?

Il farmaco è in grado di cambiare i processi metabolici nel corpo e questo fattore è la ragione della formazione di uno stato di astinenza. A causa della tossicodipendenza, i neurotrasmettitori, responsabili della trasmissione dei segnali nervosi, non sono in grado di funzionare a pieno regime. Il corpo, in linea di principio, è un meccanismo molto complesso e con l'assunzione regolare di un sostituto artificiale sotto forma di una sostanza narcotica, il processo naturale di sintesi dei neurotrasmettitori naturali viene sospeso e i sostituti entrano nel metabolismo. Allo stesso tempo, la quantità di neurotrasmettitori organici sta gradualmente diminuendo..

Di conseguenza, quando, per qualche motivo, la ricezione di sostituti diventa impossibile, la persona cade in una condizione terrificante e difficile, che si chiama "rottura". Il nome è nato per un motivo: durante questo periodo, il tossicodipendente sperimenta un dolore molto forte, paragonabile a se tutte le sue ossa fossero rotte contemporaneamente. È quasi impossibile sopravvivere a un tale stato da solo, quindi l'assistenza qualificata dei narcologi in tali momenti è inestimabile. I medici raccomandano ai parenti e agli amici del tossicodipendente, con sintomi appropriati, di non auto-medicare e di cercare cure mediche urgenti.

Anche l'esperienza dell'uso di droghe è importante: più è lungo, più dosi una persona prende in una volta, più forte sarà la dipendenza. C'è una spiegazione biologica per questo: nel tempo, il cervello, con l'assunzione regolare di "sostituti", produce i propri neurotrasmettitori sempre meno, il che significa che la percentuale di elementi artificiali nel metabolismo è significativamente più alta. Irrompere i tossicodipendenti incalliti sarà molto più difficile che per coloro che hanno appena iniziato a essere coinvolti nella droga.

Tipi di sintomi di astinenza per la tossicodipendenza

La sindrome da astinenza ha diverse varietà, differiscono nel tipo di farmaci che il tossicodipendente stava assumendo. Il più lento e più semplice di tutti i sintomi di astinenza è quello che si sviluppa a seguito del ritiro dell'hashish. Durante questo periodo, il paziente avverte solo un leggero disagio psicologico..

Una dipendenza molto più rapida e, di conseguenza, la sindrome da astinenza si sviluppa con l'abuso di alcol, stimolanti, barbiturici e ipnotici. Il decorso più rapido e complesso è la sindrome da astinenza nella dipendenza da oppiacei, eroina, cocaina. La rottura si manifesta non solo da psicopatologici, ma anche da gravi sintomi vegetativi..

Sintomi di astinenza da tossicodipendenza

A seconda del tipo di farmaco, sia la gravità che la clinica differiranno. Inoltre, sono importanti la durata dell'uso, il volume delle dosi e le caratteristiche individuali del corpo del tossicodipendente. Tuttavia, i sintomi più comuni sono i seguenti:

  • sensazione di debolezza;
  • vertigini;
  • apatia, mancanza di forza;
  • dolori muscolari - una condizione simile alla comparsa dell'influenza;
  • forte dolore alle ossa e alle articolazioni;
  • aggressività, aumento dell'irritabilità;
  • agitazione psicomotoria;
  • aumento della sudorazione, salivazione;
  • disturbi del sonno: insonnia, incubi;
  • disturbi dispeptici sotto forma di dolore addominale, diarrea, nausea e vomito;
  • ipotensione periodica e ipertensione.

I sintomi da astinenza si interrompono quando viene assunta una nuova dose del farmaco. Spesso i tossicodipendenti possono esagerare i reclami e fingere di ricevere un'altra dose di sostanza psicoattiva..

Fasi dei sintomi di astinenza

Gli esperti distinguono tra il primo e il secondo stadio della sindrome da astinenza. La condizione inizia a svilupparsi con manifestazioni lievi, ma senza un'adeguata assistenza medica, si sviluppa in un disturbo grave. In alcuni casi, i pazienti sviluppano immediatamente le fasi finali del ritiro. All'inizio, il tossicodipendente può ancora resistere al suo desiderio e il periodo di lieve tensione dura 1-2 giorni.

Nella seconda fase, la sindrome da astinenza progredisce in modo significativo, la necessità di assumere il farmaco diventa fondamentale e sopprime tutti gli altri desideri e bisogni. Anche in questa fase inizia il processo di degrado. Nell'ultima fase, il paziente ha una condizione dolorosa, una persona del genere non può pensare a nient'altro che a un farmaco. Ha disturbi del sonno persistenti, ha incubi, non può muoversi e pensare normalmente..

Cosa prova un tossicodipendente durante l'astinenza?

All'inizio, il tossicodipendente trema, i brividi attraversano il corpo, poiché con un freddo, parallelamente, il sudore appiccicoso inizia a risaltare abbondantemente. Un po 'più tardi, si sviluppano altri sintomi: disturbi delle feci (il più delle volte - diarrea), vomito, nausea continua, mancanza di appetito, naso che cola e starnuti frequenti.

Inoltre, sullo sfondo dei primi segni di astinenza, si sviluppano forti dolori e dolori alle ossa e alle articolazioni: è difficile per una persona sedersi, mentire, camminare, si precipita come un animale ferito. Spesso i tossicodipendenti "oscillano" e corrono sul letto, come se non riuscissero a trovare la pace da soli. Gemono e si dimenano, cercando invano di trovare una posizione comoda..

Inoltre, i pazienti possono iniziare a strapparsi i capelli dalla testa, sbattere la testa contro il muro, il pavimento e altri oggetti duri, tagliarsi la pelle, colpire gli arti con oggetti contundenti. Questi sono tentativi irrequieti e caotici di interrompere un dolore con un altro (questo è uno dei motivi per cui non dovresti provare a "curare" un tossicodipendente da solo - in questo stato può facilmente togliersi la vita, poiché sta vivendo un dolore disumano). In tali momenti, il tossicodipendente è pronto per qualsiasi crimine per il bene di una nuova dose, al fine di salvarsi dalla sofferenza crudele..

Ma il disagio fisico non è tutto. Sullo sfondo di tutto questo incubo, è presente anche la sofferenza mentale: una persona non riesce a dormire, viene dimenticata solo per brevi periodi di tempo in terribili incubi. Sono presenti paranoia e rabbia: per il paziente in tali momenti non esiste nulla tranne il suo dolore e le pareti in cui soffre.

I dolori, sebbene abbastanza forti, non sono fatali - non muoiono a causa della sindrome del dolore durante l'astinenza. Ma ancora, in un tale stato, i tossicodipendenti sono pronti al suicidio. Anche gli attacchi di cuore che si verificano con la sindrome da astinenza sono pericolosi, poiché il sistema cardiovascolare soffre durante questo periodo..

Come alleviare l'astinenza a casa?

Sfortunatamente, sbarazzarsi dei sintomi di astinenza a casa può portare a conseguenze imprevedibili, quindi è estremamente importante cercare aiuto medico in modo tempestivo. I tossicodipendenti esperti si preparano in anticipo per il ritiro, acquistando farmaci appropriati dalla farmacia, alleviando parzialmente il tormento imminente. I farmaci sono principalmente sostanze stupefacenti leggere. Tutto finisce con risultati deludenti: assumendo questi farmaci per 2-3 giorni, i tossicodipendenti di solito superano le dosi consigliate e le riserve si stanno esaurendo rapidamente. Così, dopo alcuni giorni, il tossicodipendente si precipita di nuovo alla ricerca di una dose..

Tuttavia, ci sono modi per alleviare i dolori dei sintomi di astinenza a casa: gli esperti raccomandano di fare esercizi leggeri, facendo periodicamente una doccia di contrasto (circa 3 volte al giorno). Per alleviare il dolore con la sindrome da astinenza, Sedalgin o Tempalgin è adatto, per i brividi: paracetamolo, aspirina. Per il disturbo delle feci - Imodium, Smecta. Parallelamente, si consiglia di bere tè verde e bevande diaforetiche, che aiuteranno a rimuovere rapidamente i composti tossici dal corpo. Si consiglia di utilizzare il normale miele naturale per migliorare il sonno..

La nostra pratica mostra che il 90% dei tentativi di trattare la dipendenza a casa finisce in frustrazione e fallimento. Pochissimi sono in grado di sopportare i morsi del ritiro, la maggior parte dei pazienti dopo 2-3 giorni di tormento torna di nuovo nella palude narcotica. Un'altra parte dei tossicodipendenti si limita a ritardare il momento del ritorno alla droga, cercando di tanto in tanto di controllare la propria condizione.

Va ricordato che la disintossicazione è solo la fase iniziale del trattamento della tossicodipendenza. Non risolve il problema, ma consente solo di rimuovere in modo indolore la dipendenza fisica dal farmaco. Per un trattamento completo, è necessario contattare uno specialista. È importante iniziare una procedura di riabilitazione immediatamente dopo aver interrotto i sintomi dei sintomi di astinenza, che cambieranno i processi di pensiero del tossicodipendente e inizieranno una nuova vita..

Prima di contattare narcologi e psicoterapeuti, si raccomanda di alleviare le condizioni del paziente con uno sforzo fisico moderato e una doccia di contrasto. I farmaci antinfiammatori non steroidei aiutano con il dolore. Se una persona inizia a sentirsi meglio, è comunque necessario consultare urgentemente uno specialista.

Complicazioni

Nel processo di rottura nel corpo, c'è una discordia tra il lavoro di vari organi e sistemi, che è associata a dolore, disagio e altri sintomi spiacevoli. Solo persone volitive e molto pazienti possono trasferire un tale stato, non senza l'aiuto della medicina tradizionale e delle medicine farmaceutiche..

In assenza di cure mediche adeguate, molto spesso si verificano varie complicazioni:

  • stato di psicosi, allucinazioni;
  • disturbi cardiaci, attacchi, attacchi di cuore, arresto cardiaco;
  • colpi;
  • crisi epilettiche;
  • gonfiore del cervello;
  • epatica, insufficienza renale.

Ciascuna di queste condizioni è molto grave e, in assenza di cure adeguate, può causare la morte..

Pronto soccorso per i sintomi di astinenza

I parenti e le persone vicine al tossicodipendente molto spesso commettono un errore fatale nel desiderio di fornire aiuto: somministrano al tossicodipendente una dose piccola o regolare del farmaco. Naturalmente, il tormento cesserà immediatamente e il paziente si sentirà guarito, la sua mente annebbiata si schiarirà ei suoi sintomi fisici scompariranno. Ma questa è una pessima idea, in quanto peggiorerà solo il problema della dipendenza. Dopo un certo periodo, il tossicodipendente avrà di nuovo bisogno di una dose del farmaco, poi ancora e ancora.

Se vuoi davvero aiutare, contatta un centro specializzato per il trattamento della droga, coinvolgi specialisti esperti e discuti la procedura con loro. Il paziente verrà ricoverato in ospedale e sottoposto a un corso di disintossicazione, cioè una completa pulizia del corpo da composti tossici, che allevierà i sintomi dell'avvelenamento. È importante capire che il corso aiuterà ad alleviare una persona dal dolore, ma non rimuoverà la dipendenza psicologica.

Trattamento dei sintomi di astinenza da narcotici

Procedura per il trattamento della dipendenza da oppiacei:

  • privazione del paziente di farmaci;
  • l'introduzione di FANS (analgesici: Lornoxicam, Ketorolac) a dosi terapeutiche medie e alte;
  • l'introduzione di antagonisti-agonisti dei recettori oppioidi (Tramadol), che consente di salvare il paziente dal dolore, la dose viene gradualmente ridotta;
  • l'introduzione di inibitori di enzimi proteolitici di natura proteica (Aprotinina);
  • l'introduzione di agonisti del recettore alfa-adrenergico (Clofelin), che normalizza l'equilibrio della neuroregolazione delle catecolamine del cervello, allevia la sindrome somatovegetativa. Il corso è prescritto per 5-7 giorni, la dose viene gradualmente ridotta;
  • l'introduzione del bloccante alfa-adrenergico Proroxan, che consente di alleviare i sintomi autonomici;
  • l'introduzione di tranquillanti benzodiazepinici (Nitrazepam, Phenazepam, Diazepam), che alleviano una persona dai disturbi d'ansia e normalizzano il sonno;
  • l'introduzione di antidepressivi e antipsicotici che consentono al paziente di riprendersi dalla depressione (Sertralina, Fluoxetina, Paroxetina, Imipramina);
  • l'introduzione dell'antipsicotico Tiapride, che consente la sedazione;
  • realizzazione di terapia sintomatica sotto forma di assunzione di nootropi, vitamine, epatoprotettori;
  • l'introduzione di neurolettici aloperidolo, clozapina, clorprotixene, droperidolo, che riducono al minimo le manifestazioni di affetto, psicosi, agitazione psicomotoria. I farmaci non sono prescritti per intossicazione grave da droghe o alcol e per disturbi della coscienza.

È possibile sbarazzarsi dei sintomi di astinenza solo in un'istituzione specializzata; i tentativi indipendenti di trattare la tossicodipendenza quasi sempre terminano con un ritorno alla loro vita precedente. Non consigliamo di provare il destino e una persona cara, data la complessità della tossicodipendenza..

Sindrome da astinenza da farmaci

Soddisfare:

  1. Cause e fasi della formazione della sindrome da tossicodipendenza.
  2. Le principali manifestazioni cliniche della sindrome da astinenza da farmaci: 2.1. Sintomi di astinenza da droghe durante l'assunzione di cocaina.
    2.2. Astinenza da farmaci da eroina e altri oppioidi.
    2.3. Ritiro dalla dipendenza da marijuana.
    2.4. Rottura quando si utilizzano psicostimolanti sintetici della "nuova generazione" (sali, meta, ecc.)
  3. Principi di trattamento per la sindrome da astinenza da farmaci

La sindrome da astinenza nella tossicodipendenza è un sintomo "classico" della già formata dipendenza non solo mentale, ma anche fisica da composti psicoattivi. Questa condizione richiede un trattamento speciale? Sicuro! Un approccio medico professionale non solo allevierà i sintomi principali dei sintomi di astinenza dalla droga. Se dopo la disintossicazione "collegare" la psicoterapia, c'è una reale possibilità di sbarazzarsi completamente della patologia.

Cause e fasi della formazione della sindrome da tossicodipendenza

Gli esperti elencano i fattori che aumentano il rischio di tossicodipendenza:

  • Relazioni e ambiente familiare. Di norma, anche i bambini che si sviluppano in condizioni socialmente svantaggiate iniziano a utilizzare composti psicoattivi e in tenera età.
  • Un magazzino speciale di carattere. Persone che cercano di "scappare" dai problemi, temendo di assumersi la responsabilità di azioni o decisioni prese che sono sotto la pressione dei loro superiori (a proposito, il controllo eccessivo e la pressione dei genitori inducono un adolescente a "sfuggire" alla realtà in questo modo).
  • Cerchia di amici. Come dimostra la pratica, nella stragrande maggioranza dei casi, una persona socialmente prospera prova psicostimolanti sulla convinzione di amici, per un "giro" a una festa, ecc., Molti sono "mal presi".
  • Grave shock. A volte si assumono farmaci per "buttare fuori" dalla testa pensieri, ricordi, problemi.

La cosa peggiore è che nessuno è immune dalla tossicodipendenza. Negli ultimi anni si sono diffusi gli stimolanti sintetici. Sono pericolosi a causa della rapida formazione di dipendenza, rapido danno agli organi interni e conseguenze disastrose. Nonostante le azioni delle forze dell'ordine, queste sostanze sono prontamente disponibili: vengono distribuite attraverso speciali siti Internet.

Principali manifestazioni cliniche di sospensione del farmaco

I sintomi di astinenza nella tossicodipendenza presentano alcune differenze a seconda del tipo di stimolanti utilizzati dal paziente. I tempi del suo sviluppo e la durata variano. La gravità della salute e il rischio di complicanze dipendono da:

  • lo stato di salute generale (spesso i tossicodipendenti soffrono del virus dell'immunodeficienza, dell'epatite e di altre malattie tipiche di tali pazienti);
  • esperienza di dipendenza;
  • tipo di farmaci utilizzati, via di somministrazione, dose;
  • concomitanti dipendenze patologiche (alcolismo, fumo di tabacco, ecc.).

Sintomi di astinenza da droghe durante l'assunzione di cocaina

La ciclicità è caratteristica e il tossicodipendente può sentirsi abbastanza soddisfacente, ma in realtà lo stato psico-emotivo relativamente uniforme viene bruscamente sostituito da un desiderio acuto, quasi irresistibile per la cocaina. Con questo tipo di dipendenza, il ritiro è caratterizzato da:

  • i primi tre giorni: depressione, irritabilità, ansia, insonnia;
  • i prossimi 4-5 giorni - normalizzazione del sonno e miglioramento generale del benessere;
  • i prossimi 4 giorni - ripresa dell'astinenza, esacerbazione del desiderio di cocaina.

Astinenza da farmaci da eroina e altri oppioidi

La dipendenza progredisce molto rapidamente - dopo 3-5 iniezioni. I sintomi da astinenza si sviluppano come segue:

  • Dopo 6-8 ore: tensione, ansia, disforia, malessere. I "classici" sintomi di astinenza da oppio sono lacrimazione, congestione nasale, starnuti e indigestione. Tipici sono anche tachicardia, tremori, vampate di calore, insonnia con contemporanea forte sensazione di affaticamento, anoressia.
  • Entro la fine del primo giorno di sospensione del farmaco: il dolore muscolare e articolare si unisce ai sintomi di cui sopra.
  • La fine del secondo è l'inizio del terzo giorno. Si sviluppa un tipico "ritiro" con forte dolore, una sensazione di ansia e paura si sviluppa in paranoia, in generale, il paziente perde il significato di ulteriore esistenza, compaiono pensieri suicidi. L'attrazione diventa incontrollabile.
  • Nei giorni 3-4, i dolori acuti nell'area intestinale si uniscono, la frequenza delle feci raggiunge 10-15 volte, le feci possono essere mescolate con il sangue. Possibile condizione subfebrilare, ipertensione, takicardia. Tra i disturbi psicoemotivi, l'autoaggressione è tipica (spesso un tossicodipendente infligge ferite da taglio sull'avambraccio).

L'apogeo dell'astinenza da oppio è di 3-5 giorni dopo il ritiro dello psicostimolante. In generale, la condizione acuta può durare fino a 10-14 giorni.

Ritiro dalla dipendenza da marijuana

L'astinenza da "hashish" è raramente menzionata, poiché la formazione di dipendenza fisica si verifica dopo 2-3 anni di fumo regolare di hashish. In generale, i sintomi di astinenza sono relativamente facili da tollerare ed è del tutto possibile affrontarli senza ricorrere all '"artiglieria pesante". Per "ritiro" sono caratteristici:

  • cambiamenti di umore (di solito prevalgono depressione, rabbia, isteria, depressione);
  • paura e ansia;
  • dispnea;
  • pesantezza e dolore nella zona del torace;
  • prurito, bruciore, formicolio della pelle senza manifestazioni visibili di dermatosi;
  • sudorazione;
  • diarrea;
  • fotofobia;
  • una sensazione di spremitura e pulsazione nelle tempie.

I sintomi di astinenza da hash raggiungono il picco nei giorni 4-5 e il periodo di sospensione stesso dura circa 2 settimane.

Rottura quando si utilizzano psicostimolanti sintetici della "nuova generazione" (sali, meta, ecc.)

La clinica di astinenza per questo tipo di dipendenza è caratterizzata da:

  • sonnolenza, specialmente durante il giorno, mentre una persona non riesce a dormire;
  • debolezza e depressione;
  • malizia e isteria, spesso - pensieri di suicidio e autoaggressione;
  • perdita di appetito;
  • sensazioni dolorose;
  • paranoia, attacchi di panico.

I primi sintomi di astinenza compaiono dopo 8-9 ore, il periodo acuto può durare fino a 4 giorni. Quindi (soggetto a un adeguato supporto farmacologico) le condizioni del tossicodipendente si stabilizzano, ma un'attrazione acuta per lo stimolante persiste per 10 settimane.

Principi di trattamento per la sindrome da astinenza da farmaci

Con rare eccezioni, il sollievo delle manifestazioni di astinenza dal farmaco è ridotto a terapia sintomatica intensiva e disintossicazione. Dato il rischio di complicazioni e la necessità di un controllo medico 24 ore su 24, tutte queste procedure dovrebbero essere eseguite rigorosamente in ambiente ospedaliero.

Di solito utilizzato:

  • potenti sedativi, spesso del gruppo delle benzodiazepine, che hanno inoltre attività anticonvulsivante;
  • bloccanti dei recettori α e β adrenergici, calcioantagonisti per la normalizzazione del sistema cardiovascolare;
  • analgesici e antispastici;
  • mezzi per abbassare la temperatura, compresi "improvvisati" - impacchi freddi, sfregamenti, ecc..
  • imitazione dell'effetto placebo - i tossicodipendenti che iniettano droghe per via endovenosa spesso lamentano un forte prurito al gomito (o altre parti del corpo), che può essere rimosso da qualsiasi iniezione endovenosa (soluzione salina, acqua per preparazioni iniettabili, ecc.)
  • antagonisti specifici per la dipendenza dal gruppo oppio - farmaci a base di naloxone o naltrexone.

Nessuna quantità di erbe, rimedi casalinghi o ricette può aiutarti a superare i sintomi di astinenza dalla droga. Al fine di prevenire complicazioni, interruzioni (assunzione di una nuova dose) e migliorare le condizioni del paziente, è necessario contattare assolutamente Ugodie. I nostri medici forniranno tutta l'assistenza necessaria nel più breve tempo possibile..

Sindrome da astinenza da farmaci

Perché le droghe sono così pericolose? Certo, con la sua famigerata "fragilità", che in medicina viene chiamata "sindrome da astinenza da droghe". Questo è un intero complesso di conseguenze mentali e fisiche che si sviluppa quando smetti di usare droghe. I sintomi da astinenza con i farmaci durano un ordine di grandezza più a lungo rispetto al consumo di alcol. Ad esempio, con alcuni tipi di farmaci, la sindrome da astinenza può durare dai 10 ai 14 giorni. Allo stesso tempo, per tutto questo tempo, il cinico dell'astinenza sarà estremamente pronunciato, il tossicodipendente dovrà affrontare gravi violazioni nel lavoro di tutti gli organi e sistemi.

La sindrome da astinenza da narcotici si manifesta con un lieve malessere. Il tossicodipendente inizia a sentire freddo, depressione, apatia, sudorazione aumenta bruscamente. Ecco perché, prima di tutto, i tossicodipendenti cercano di nascondersi sotto una coperta o una coperta calda. Quindi inizia nausea, vomito, feci molli, dolore addominale associato al fatto che il corpo sta cercando di purificare il corpo dai veleni accumulati il ​​più rapidamente possibile. È impossibile addormentarsi e se il tossicodipendente si addormenta, si sveglierà molto rapidamente da terribili incubi.

Chi incontra per primo i sintomi di astinenza pensa che tutto finirà qui, che presto diventerà più facile, che il “ritiro” dura al massimo un paio d'ore. Ma no, peggiorerà solo. Non per niente la parola "spezzare" deriva dal verbo "spezzare". Una persona in stato di astinenza sviluppa dolori muscolari, che ricordano fortemente lo stadio iniziale dell'influenza, ma con forti dolori alle ossa e alle articolazioni. A una persona sembra che le sue ossa siano attorcigliate, il dolore si diffonde ai muscoli. Molti in questo stato iniziano a rotolare sul letto, a battere contro gli oggetti. Tuttavia, il dolore indiretto non coprirà il forte dolore dei sintomi di astinenza. Molti tossicodipendenti non sono in grado di sopravvivere al ritiro da soli. Qui, o una persona si porterà al suicidio o il cuore non resisterà a un tale carico sul corpo..

Classificazione dei sintomi di astinenza per tipo di farmaco

È importante capire che l'intensità della sindrome da astinenza, la forza del dolore, i segni dipendono non solo dall'esperienza nell'uso di farmaci e dalle caratteristiche individuali dell'organismo, ma anche dal tipo di farmaco utilizzato. Oggi sono note molte varianti di sostanze stupefacenti, ma menzioneremo i principali tipi di sintomi di astinenza da droghe:

  • Oppio (eroina, metadone)
  • Cocaina
  • Cannabinoide (canapa, marijuana, hashish)
  • Anfetamine
  • Nicotinico
  • Alcolico

1) eroina
Poche dosi di questo farmaco oppioide semisintetico sono sufficienti per far sviluppare al corpo una forte dipendenza. Il fatto è che la base dell'azione dell'eroina è la sostanza diacetilmorfina. È questo elemento che interagisce con i recettori oppioidi nel corpo del tossicodipendente e inibisce molto rapidamente la sintesi delle endorfine, riduce significativamente la sensibilità dei recettori. Una dose è sufficiente per danneggiare notevolmente il sistema antidolorifico del corpo. Di conseguenza, dopo una dose una persona inizia ad avere un forte "ritiro". La durata della sindrome da astinenza da eroina (astinenza da eroina) può variare notevolmente a seconda del corpo, dell'esperienza. Quindi, per alcuni, il "ritiro" scompare in 4 giorni, mentre altri possono provare dolore fino a due settimane (e anche di più). Ci sono quattro fasi di sviluppo nell'astinenza da eroina..

2) marijuana
I sintomi di astinenza con la marijuana si sviluppano ancora più lentamente rispetto al caso dell'alcolismo, perché è una droga molto facile. Se una persona fuma moderatamente marijuana, i sintomi di astinenza possono comparire solo 2-3 anni dopo l'uso sistematico. I sintomi non sono così gravi come nel caso della dipendenza da eroina, tuttavia, questa sindrome da astinenza è anche caratterizzata da tremori alle mani, irritabilità, depressione, perdita di appetito, insonnia, ecc. Il periodo di astinenza con la marijuana può durare da 4-5 giorni a diverse settimane.
3) canapa
Si ritiene che i farmaci a base di canapa siano i farmaci più sicuri e innocui. Tuttavia, sono anche in grado di formare una forte dipendenza mentale e fisica, anche se questo processo si estende per molti mesi. I sintomi di astinenza dalla cannabis parlano dell'inizio della dipendenza dalla droga. Una persona può sentirsi dipendente dalla cannabis solo dopo sei mesi di uso regolare. I sintomi di astinenza saranno classici, anche la durata sarà di almeno 3-4 giorni.
4) hashish
La dipendenza si sviluppa fumando le cime pressate ed essiccate della cannabis tanto lentamente quanto fumando marijuana. Molte persone iniziano a sperimentare la dipendenza fisica solo dopo 3-4 anni di uso intermittente. È vero, e la durata del "ritiro" può allungarsi per diversi mesi. Per tutto questo tempo una persona sperimenterà insonnia, debolezza, ansia, dolori al petto pressanti, pianto, sbalzi d'umore, ecc. I sintomi di astinenza dall'hashish durano in media 2-3 giorni.
5) anfetamine
Gli psicostimolanti come l'anfetamina hanno un effetto pronunciato sul sistema nervoso centrale, aumentano significativamente l'umore e l'iperattività. Di solito, l'anfetamina è caratterizzata da una sindrome da astinenza breve (circa 2-3 giorni, se non è stata consumata una dose troppo grande). Questa condizione è caratterizzata da insonnia, depressione, apatia e altri classici sintomi di astinenza..
6) cocaina
Nella sua azione, la cocaina è molto simile all'anfetamina: induce anche una potente euforia. È vero, questo stato dura non più di un'ora e l'effetto dell'uso inizia a scomparire entro mezz'ora dopo averlo assunto. La cosa più pericolosa della cocaina è che i suoi prodotti di decadimento vengono escreti molto lentamente dal corpo. Allo stesso tempo, la "rottura" di un consumatore di cocaina è la più potente e pericolosa di tutte le droghe. Può durare più di una settimana, e per tutto questo tempo i sintomi saranno molto pronunciati, dal dolore la persona non avrà altri pensieri, se non cercare una nuova dose. È dalla sindrome da astinenza da cocaina che le persone spesso si suicidano..
7) Metadone
La particolarità del metadone è che in molti paesi è questo farmaco oppioide sintetico che viene utilizzato nel trattamento della dipendenza da oppio. Ecco perché gli spacciatori stanno diffondendo attivamente voci secondo cui il metadone è completamente sicuro e non causa dipendenza. Ancora oggi, ci sono dibattiti attivi sulla possibilità di usare il metadone come terapia sostitutiva, perché con l'uso regolare di questo farmaco per più di 20 giorni si sviluppa una dipendenza altrettanto forte e la sindrome da astinenza dal metadone è molto più difficile da trasferire rispetto ad altri farmaci oppioidi..
8) Nicotina
I tipi di sintomi di astinenza da farmaci sono diversi, ma è con il "ritiro" da nicotina che le persone incontrano più spesso. Ci sono più che sufficienti fumatori nella nostra società, ma la nicotina sviluppa anche dipendenza nel corpo. Con il fumo frequente, il cervello percepisce il processo del fumo come un normale stato biochimico. Questo è il motivo per cui, quando si cerca di smettere di fumare, il cervello inizia a mancare di piacere artificiale, il solito componente esce dal metabolismo. Di conseguenza, c'è un acuto desiderio di fumare, la persona diventa irritabile, mal di testa, tosse, iniziano i picchi di pressione, l'appetito aumenta in modo significativo. A proposito, questo è il motivo per cui gli ex fumatori stanno ingrassando così attivamente..

Cause dei sintomi di astinenza

Le sostanze stupefacenti agiscono su alcuni recettori nei tessuti del corpo umano. Ciò porta a uno squilibrio nei processi metabolici negli organi e nei sistemi del corpo umano. Quindi, ad esempio, con l'alcolismo, lo sviluppo di uno stato di astinenza si verifica a seguito della "crisi della serotonina e della dopamina".
Tutte le cause dei sintomi di astinenza sono ridotte all'uso frequente di farmaci. La scienza è molto difficile spiegare le ragioni dello sviluppo della dipendenza, ma cercheremo di spiegare questo fenomeno in modo più semplice. Il fatto è che i farmaci hanno un forte effetto distruttivo sul corpo, perché sono tutti veleni. Tuttavia, assolutamente tutte le sostanze stupefacenti sopprimono l'azione di alcune sostanze nel cervello che potrebbero fermare una persona. Di conseguenza, il corpo stesso non può segnalare in alcun modo che è ora di fermarsi. Tuttavia, in caso di rifiuto di usare droghe, i veleni inizieranno gradualmente ad essere rimossi dal corpo, il cervello tornerà gradualmente al suo stato normale e il corpo inizierà a "vedere" tutti i danni causati. Naturalmente, è in questo momento che apparirà il "ritiro". A proposito, ecco perché la nuova dose affronta in modo così efficace i sintomi di astinenza, perché il farmaco soffoca nuovamente il dolore. Pertanto, tutte le cause dei sintomi di astinenza sono ridotte all'uso di droghe..

Trattamento dei sintomi di astinenza da narcotici nella clinica dell'Alco-Center

Il modo migliore per combattere la tossicodipendenza è trattare i sintomi di astinenza dalla droga in una clinica. È qui che verranno fornite tutte le condizioni per un rapido recupero e il tossicodipendente non sarà in grado di ottenere una nuova porzione del farmaco. Essendo sotto la costante supervisione dei medici, il paziente assumerà tutti i farmaci necessari, che ripristineranno rapidamente il normale funzionamento del corpo e, cosa più importante, rimuoveranno rapidamente il "ritiro".

Il trattamento dei sintomi di astinenza dalla droga nella clinica viene effettuato in tre periodi:
1) Periodo di disintossicazione
> È in questa fase che tutti i farmaci ei prodotti della loro lavorazione vengono rapidamente rimossi dal corpo. Questo viene fatto usando contagocce con soluzioni saline, diuretici. Naturalmente, una rapida pulizia del corpo porterà al più forte "ritiro", quindi il medico ferma tutto il dolore con l'aiuto di farmaci speciali. Inoltre, esiste anche un servizio come la disintossicazione da oppioidi ultraveloce (abbreviata come UFOD), in cui viene introdotta una dose maggiore di antagonisti nel corpo e la persona viene posta in uno stato di anestesia. Sì, il corpo soffrirà di dolore, ma la persona stessa non sentirà questo dolore.
2) Periodo di recupero
La lotta contro la tossicodipendenza non finisce con la pulizia del corpo, perché una persona sviluppa depressione sullo sfondo del rifiuto delle droghe. Ecco perché gli vengono prescritti antidepressivi e vengono iniettati tranquillanti, anticonvulsivanti e antipsicotici per combattere il desiderio di droga. Completa il complesso delle procedure con l'introduzione di nootopi e antiossidanti al fine di ripristinare il normale funzionamento del sistema nervoso centrale.
3) Periodo di remissione
Il periodo finale di recupero, quando una persona impara a vivere di nuovo con l'aiuto di uno psicologo. Sì, il mondo dei tossicodipendenti sta cambiando radicalmente, hanno un atteggiamento completamente diverso verso certe cose, verso i valori. Ecco perché l'aiuto degli psicologi è così importante, è così importante socializzare una persona.

Sindrome da astinenza (sintomi da astinenza) nei tossicodipendenti. riferimento

Dmitry Rogozin, Rappresentante permanente della Russia presso la NATO, spera che la Federazione Russa e l'Alleanza del Nord Atlantico saranno in grado di sviluppare un approccio comune per combattere la diffusione della droga dall'Afghanistan, tenendo conto delle opinioni degli esperti nazionali.

Sindrome da astinenza, altrimenti l'astinenza è una sindrome di disturbi fisici e / o mentali che si sviluppa nei tossicodipendenti qualche tempo dopo l'interruzione del farmaco o la riduzione della sua dose. La rottura fa parte della sindrome da dipendenza fisica.

Le droghe diventano parte integrante del corpo del tossicodipendente. Senza farmaci, nessuna funzione del corpo può funzionare normalmente. Il ritiro dai farmaci inizia con il ritiro. La natura del ritiro dipende dai farmaci assunti dal tossicodipendente. Con la dipendenza da eroina e cocaina, il ritiro è il più forte. Si manifesta in gravi disturbi fisici. Con l'hashish, il ritiro si manifesta principalmente nel disagio psicologico. Per alleviare i sintomi di astinenza, il tossicodipendente deve assumere un'altra dose del farmaco.

Ogni tossicodipendente sente inequivocabilmente l'approssimarsi del ritiro. I primi sintomi di astinenza iniziano a comparire 8-12 ore dopo l'ultima dose..

Ecco come viene descritta la sindrome da astinenza da eroina nel libro dello psicologo medico Dili Yenikeeva "Come prevenire l'alcolismo e la tossicodipendenza negli adolescenti": “Questa è una delle opzioni di astinenza più gravi tra le altre forme di tossicodipendenza e abuso di sostanze. In 8-12 ore dopo l'iniezione di eroina o l'inalazione della sua polvere attraverso il naso, si verificano dilatazione della pupilla, lacrimazione, naso che cola, starnuti, brividi, periodicamente compaiono "pelle d'oca". L'appetito scompare, la voglia di droghe è intensa, sorge uno stato di tensione emotiva, ansia, ansia. Il paziente non riesce a dormire. Quindi il freddo è sostituito da una sensazione di caldo, ci sono attacchi di debolezza e sudorazione. Una sensazione di disagio appare nei muscoli della schiena, del collo, delle braccia, delle gambe. C'è tensione muscolare, desiderio di allungare, allungare i muscoli. Questa condizione viene paragonata dai tossicodipendenti alla sensazione che si ha quando si "siedi su una gamba", ma si diffonde alla maggior parte dei muscoli scheletrici. C'è dolore ai muscoli masticatori e alle articolazioni intermascellari, aggravato quando il paziente cerca di mangiare o anche al pensiero del cibo.

Quindi tutti i sintomi che c'erano si sono intensificati. "Pelle d'oca", i brividi diventano costanti, le pupille sono larghe, quasi non reagiscono alla luce. Lo starnuto diventa parossistico, 50-100 volte di seguito. Dagli sbadigli, "mascelle". Appare una forte salivazione. Entro la fine del secondo giorno inizia il periodo più difficile. Ci sono forti dolori alla schiena, alle gambe, al collo. I tossicodipendenti li descrivono come segue: "tira" i muscoli, "tira", "tira". A causa del dolore intenso, il tossicodipendente non trova un posto per se stesso, quindi si alza, poi si sdraia di nuovo, si gira nel letto, si massaggia i muscoli, si porta le ginocchia al mento. Gli sembra che quando si muove, il dolore diminuirà e si alza dal letto. Ma i dolori non vanno via. Il tossicodipendente sperimenta uno stato doloroso di ansia agitata, irrequietezza patologica. Periodicamente si verificano crampi ai muscoli del polpaccio. Il paziente diventa arrabbiato, aggressivo. Il desiderio di droga è irresistibile, in questo stato il tossicodipendente è capace di qualsiasi violenza, crimine, menzogna, solo per ottenere la droga. Per 3-4 giorni, vomito e diarrea si aggiungono alle sensazioni già esistenti. La diarrea e il vomito possono essere ripetuti, fino a 10-15 volte al giorno, con crampi nell'intestino. La temperatura corporea aumenta. I pazienti non possono mangiare nulla, perdono 10-12 chilogrammi di peso. Non dormono la notte, cadendo nell'oblio solo per un breve periodo durante il giorno. I pazienti che usano farmaci per via endovenosa sviluppano un forte prurito lungo le vene. Esteriormente, i pazienti sembrano esausti, come durante una grave malattia. L'espressione sul viso è sofferente. Gli occhi sono spenti, profondamente infossati. Pelle secca, pallida o grigiastra.

La durata dei sintomi di astinenza in generale varia ed è determinata dalla durata dell'anestesia, dalle dosi di oppiacei e da una serie di altri fattori, inclusa la "mentalità di rifiutare o continuare a prendere droghe". In media, la durata dei sintomi di astinenza senza trattamento è di 2 settimane, ma può essere più lunga.

Dopo la scomparsa dei sintomi acuti dei sintomi di astinenza, si osservano effetti residui sotto forma di attrazione irresistibile per il farmaco, umore basso, disforia (un disturbo dell'umore caratterizzato da un affetto teso, maliziosamente malinconico con irritabilità pronunciata, raggiungendo esplosioni di rabbia con aggressività), disagio mentale, astenia (condizione dolorosa, manifestato da un aumento della fatica e dell'esaurimento con estrema instabilità dell'umore), disturbi del sonno (sindrome da astinenza ritardata). Durante questo periodo, il desiderio del farmaco è facilmente attualizzato, il che influisce sul comportamento dei pazienti. Diventano isterici, si arrabbiano di nuovo, chiedono la dimissione con qualsiasi pretesto, disorganizzano il lavoro nel reparto (se sono in ospedale). Per una ragione minore, il loro umore diminuisce, sorgono tendenze suicide, che richiedono misure terapeutiche adeguate e tempestive. Il periodo di manifestazioni ritardate dei sintomi di astinenza può durare da 2 a 5 settimane dopo la scomparsa dei sintomi acuti. In questo momento sono frequenti le ricadute spontanee della malattia..

I sintomi da astinenza scompaiono completamente dopo pochi mesi..

Il materiale è stato preparato sulla base di informazioni provenienti da fonti aperte

Sindrome da astinenza da diversi tipi di sostanze

L'uso di droghe provoca danni irreparabili alla salute ed è un pericolo per la vita!

Sindrome da astinenza, "ritiro" - un complesso di sintomi che si sviluppa dopo la cancellazione o una forte diminuzione dell'assunzione di alcol, tabacco, droghe o farmaci psicoattivi assunti per lungo tempo, ripetutamente o in dosi elevate. Il grado di manifestazione dipende dal tipo di sostanza e dai dosaggi utilizzati. La sindrome da astinenza è uno stadio naturale della dipendenza.

Tipi di sintomi di astinenza

A seconda della sostanza, si distinguono le sindromi da astinenza:

  • alcol
  • oppioidi
  • cannabinoidi
  • cocaina
  • sedativi o sonniferi
  • stimolanti
  • nicotina
  • allucinogeni
  • solventi aerosol
  • più composti psicoattivi

Nella classificazione internazionale ICD-10 delle malattie utilizzate, ci sono:

  • sindrome da astinenza non complicata
  • complicato da convulsioni

Meccanismo di sviluppo

Ciascuno dei composti di cui sopra si lega a un certo tipo di recettore e provoca una catena di processi biochimici correlati nel corpo umano, con conseguenti sintomi clinici di intossicazione da alcol o droghe.

Poiché ci sono molti recettori e sostanze biologicamente attive nel corpo - ormoni, neurotrasmettitori, è possibile comprendere l'essenza di ogni tipo di sindrome da astinenza solo conoscendo quali manifestazioni ciascuna delle sostanze ha nel corpo.

L'alcol e vari farmaci provocano sintomi agendo su:

  • sistema oppioide endogeno
  • Sistema GABAergico
  • sistema di catecolamine
  • sistema dopaminergico
  • serotonina
  • recettori colinergici
  • recettori nicotinici
  • recettori cannabinoidi del corpo, ecc..

Entrando nell'organismo, tutte queste sostanze si legano a un certo tipo di recettore e rendono superflua la produzione di proprie sostanze di struttura simile (ad esempio oppiacei endogeni, cannabinoidi, ecc.). Ciò porta a una carenza dei propri neurotrasmettitori, modifica l'attività dei sistemi enzimatici. In risposta, il corpo aumenta la produzione di sostanze biologicamente attive - catecolamine (in particolare, dopamina), ma a causa del blocco degli enzimi, non si trasforma in norepinefrina e si accumula nel cervello in grandi quantità, causando sintomi di astinenza. Inoltre, il suo accumulo è tipico dell'uso di una qualsiasi delle sostanze psicoattive elencate e il grado di manifestazione della sindrome dipende direttamente dalla sua concentrazione nel corpo. Pertanto, il trattamento dei sintomi di astinenza mira a normalizzare la produzione di dopamina nel sistema mesolimbico del cervello. Un eccesso di catecolamine danneggia le cellule cerebrali, soprattutto l'area responsabile della memoria e delle emozioni, logora il cuore, provocando aritmie, ischemia.

Diagnostica sindrome da astinenza di un tossicodipendente, un alcolizzato

La diagnostica si basa sulla raccolta di anamnesi, esame clinico, studi di laboratorio e analisi della sfera mentale della personalità. La storia di solito segue un precedente abuso di alcol o droghe e segni clinici compatibili con i sintomi di astinenza da sostanze.

Durante la diagnosi differenziale, vengono necessariamente prese in considerazione le malattie somatiche e mentali che si verificano con manifestazioni cliniche simili. I sintomi da astinenza con convulsioni sono differenziati da epilessia endogena, dolore addominale da patologia addominale acuta, reazioni autonome da crisi vascolari, ecc. Se c'è un ragionevole dubbio che i sintomi siano causati solo dalla sindrome da astinenza, devono essere nominate consultazioni di specialisti specializzati terapista, anestesista, neurologo, chirurgo, ecc.) e ulteriori ricerche.

Per valutare le condizioni generali del corpo, sono prescritti: ECG, ecografia degli organi interni (secondo le indicazioni), grafico R del cranio, organi del torace, EEG e altri studi. Oltre alla nomina di esami clinici generali del sangue e delle urine, viene eseguita un'analisi del sangue biochimica, al fine di stabilire il fattore causale dell'astinenza, viene eseguita una ricerca di sostanze psicoattive o dei loro metaboliti nei fluidi biologici (sangue, urina, saliva).

Le manifestazioni cliniche dei sintomi di astinenza dovuti a vari motivi sono in gran parte simili. Gli esami del sangue generali e biochimici riflettono lo stato del fegato, dei reni e di altri organi interni senza riferimento al fattore causale. La diagnosi differenziale specifica è possibile con l'aiuto del prelievo di sangue, urina, saliva per alcol, contenuto di stupefacenti e psicotropi utilizzando analisi tossicologiche chimiche (vari tipi di cromatografia). Quindi, l'alcol nelle urine può essere rilevato entro 7-12 ore dopo il consumo, la cocaina - entro 6-8 ore ei suoi metaboliti - per altri 2-4 giorni, eroina, morfina - entro 3 giorni, marijuana - fino a 4 settimane. La scienza forense utilizza anche metodi per rilevare i composti narcotici nei capelli umani..

La peggiore conseguenza è il deterioramento mentale irreversibile

È necessario riconoscere la dipendenza il prima possibile e iniziare a trattarla.

Sindrome da astinenza - un complesso di disturbi

La gravità dei sintomi dipende dal fattore causale e dallo stadio della malattia. Gruppi di sintomi:

  • i sintomi aspecifici dell'intossicazione da sostanze includono: fastidio, debolezza, debolezza, mal di testa
  • I sintomi generali della sindrome da astinenza includono segni caratteristici del ritiro di qualsiasi sostanza psicoattiva (conflitto, aggressività, depressione, disforia, rifiuto di assumere farmaci, ecc.)
  • sintomi specifici includono segni di astinenza di uno specifico composto farmacologico
  • sintomi di esacerbazione di malattie concomitanti o malattie appena acquisite sullo sfondo di intossicazione cronica

Sintomi da astinenza nell'alcolismo, in contrasto con i postumi di una sbornia

La sindrome da astinenza da alcol è un complesso di sintomi che si verifica nei pazienti con alcolismo, a seguito di una brusca cancellazione o diminuzione della quantità di alcol consumata. Di solito si verifica dopo 5-6 ore - 2 giorni dal momento della cancellazione e dura 48-72 ore - 2-3 settimane.

Manifestazioni vegetative generali, come debolezza, affaticamento, mal di testa, diminuzione dell'umore, nausea, diarrea, flatulenza, secchezza delle fauci, labilità della pressione sanguigna - si verificano sia con il consumo episodico di alcol (sbornia) che con la sindrome da astinenza da alcol. Le differenze tra i due stati sono che durante i postumi di una sbornia non c'è desiderio di bere di nuovo e l'introduzione di alcol aggrava solo l'attuale clinica dell'avvelenamento. Nei pazienti con alcolismo, al contrario, l'abolizione di una sostanza che è stata iniettata nell'organismo per lungo tempo, che ha ricostruito il metabolismo, provoca un complesso di manifestazioni dolorose che gli alcolisti cercano di ridurre con un uso ripetuto. Pertanto, l'alcolismo cronico è caratterizzato da un desiderio persistente di riprendere l'alcol (ubriacarsi) per migliorare la salute, alleviare la tensione e l'ansia, che è un segno di dipendenza..

Le manifestazioni da parte della psiche e del sistema nervoso non sono specifiche, poiché si osservano in altre condizioni. Questi includono: sonno agitato intermittente, sogni vividi e spaventosi, ipersensibilità ai suoni, illusioni uditive e visive, sudorazione, aumento della frequenza cardiaca, tremori, contrazioni agli occhi, convulsioni epilettiformi. Nei giovani alcolisti con capacità compensative sufficienti, le manifestazioni possono essere limitate solo dai sintomi vegetativi..

A seconda della prevalenza dei sintomi, la sindrome da astinenza da alcol è:

  • neurovegetativo (manifestato da debolezza, sete, gonfiore, disturbi del sonno, diminuzione dell'appetito, labilità della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca, tremori alle mani)
  • cerebrale (forti mal di testa, vertigini, nausea, perdita di coscienza, iperacusia, convulsioni)
  • viscerale (manifestazioni gastrointestinali da nausea, gonfiore, dolore addominale, vomito, sindrome diarroica, mancanza di respiro, dolore al cuore, aritmie)
  • psicopatologico (umore basso, ansia, fobie, insonnia, sogni vividi e insoliti, allucinazioni, disorientamento temporaneo dopo il risveglio, delirio, tendenze suicide)

Sintomi da astinenza (sintomi da astinenza) dovuti all'astinenza da oppioidi

La sindrome da astinenza da oppio si sviluppa entro 5-6 ore - un giorno dopo l'ultimo utilizzo e indica l'inizio del 2 ° stadio di tossicodipendenza - dipendenza fisica. Alcune settimane di assunzione regolare di oppioidi sono sufficienti per la sua formazione. La gravità delle manifestazioni è associata alle dosi assunte e alla durata di utilizzo. Le manifestazioni raggiungono il massimo dopo alcuni giorni, continuano senza trattamento fino a 2-3 settimane e scompaiono con la terapia entro una settimana.

I sintomi da astinenza sono caratterizzati da diverse sindromi:

  • vegetativo ("stato simil-influenzale" - lacrimazione, naso che cola, starnuti, sbadigli, ipertermia, sudorazione, brividi, ingrandimento della pupilla, diarrea, aumento della pressione sanguigna, aumento della frequenza cardiaca)
  • psicopatologico (desiderio appassionato di droghe, debolezza generale, diminuzione dell'umore, ansia, irritabilità, tensione, aggressività, disturbi del sonno prolungati, panico). Nelle persone con una breve esperienza d'uso, le psicosi sono più cancellate
  • doloroso (manifestato da dolore muscolare, articolare e addominale). La sindrome del dolore grave di solito si verifica nei tossicodipendenti con una lunga esperienza di utilizzo e con malattie concomitanti. In presenza di dolore addominale, è necessario diffidare di altre diagnosi che si verificano con manifestazioni simili, ad esempio patologia acuta degli organi addominali. Il mal di testa dovrebbe essere differenziato dal danno organico al sistema nervoso
  • convulso (in rari casi)

Ritiro dopo la sospensione dei cannabinoidi

Le manifestazioni massime si verificano nel 3-5 ° giorno e durano circa una settimana. La sindrome da astinenza si sviluppa dopo diversi anni di uso regolare di derivati ​​della canapa.

  • sindrome neurovegetativa (debolezza, debolezza, palpitazioni, iperidrosi, nausea, vomito, tremori agli arti, sensazione di oppressione al petto, mancanza d'aria, fastidio al torace, ecc.). Diagnosi differenziale con malattie cardiache
  • psicopatologico (desiderio di assumere un farmaco, disforia, diminuzione dell'appetito, apatia, irritabilità, ansia, disturbi del sonno, pensieri suicidi)

La sindrome psicopatologica è rara, principalmente sotto forma di delirio. La diagnosi differenziale viene eseguita con psicosi e disturbi organici della personalità.

Sindrome da astinenza da cocaina

Si manifesta un giorno dopo l'ultimo utilizzo, diventa massimo dopo 2-3 giorni e dura fino a 2 settimane - un mese.

  • sindrome psicopatologica (desiderio irresistibile di droghe, letargia, diminuzione dell'umore, depressione, pensieri suicidi, mancanza di soddisfazione da qualsiasi cosa, sensazione di disperazione, agitazione o letargia psicomotoria, insonnia, delirio). Questi sintomi sono differenziati da una varietà di malattie mentali.
  • manifestazioni vegetative (aumento dell'appetito)

Ritiro dal fumo

L'astinenza dal fumo di tabacco compare pochi giorni dopo l'ultima fumata e dura fino a 1,5 settimane.

  • manifestazioni vegetative (debolezza, iperidrosi, nausea, vomito, mal di testa, aumento dell'appetito, tosse)
  • psicopatologico (desiderio di tabacco, ansia, pignoleria, dispersione, ansia, diminuzione dell'umore alla depressione, scoppi periodici di rabbia o irritabilità, elementi di derealizzazione, insonnia, difficoltà di concentrazione)

Chiama e avrai tempo per salvare la persona amata!

Ogni giorno potrebbe essere l'ultimo!

  • Intorno all'orologio
  • Anonimamente
  • È libero

Trattamento dei sintomi di astinenza

La terapia dei sintomi di astinenza di qualsiasi eziologia ha diverse direzioni:

  • minimizzare le manifestazioni di astinenza di una sostanza psicoattiva e trattare le complicanze
  • ripristino di organi e sistemi danneggiati dall'assunzione cronica di sostanze
  • bloccando la sindrome delle voglie patologiche

La terapia viene implementata prescrivendo farmaci per normalizzare le funzioni somatiche, lo stato mentale e utilizzando metodi di psicoterapia. Quando si prescrivono farmaci per correggere le funzioni mentali, il monitoraggio viene costantemente effettuato, vengono valutati i benefici ei rischi dell'utilizzo di un particolare farmaco.

Trattare eventuali sintomi di astinenza gravi

In caso di intossicazione grave, vengono prima eseguite la disintossicazione e la correzione dei segni vitali:

  • effettuare il trattamento con metodi di disintossicazione extracorporea - plasmaferesi, emosorbimento
  • prescrivere terapia infusionale, enterosorbenti
  • HBO (ossigenazione iperbarica)
  • ossigenoterapia
  • correzione della carenza di liquidi ed elettroliti, equilibrio acido-base (con alcalosi, citrati, acetati vengono somministrati per via endovenosa), con acidosi - acesolo
  • il fattore causale di astinenza, come l'alcol, viene lasciato e la dose viene gradualmente ridotta per ridurre la gravità della manifestazione, il farmaco oppiaceo viene sostituito dal tramadolo (un analgesico semi-narcotico)

Ulteriore trattamento post-sindromico dopo il ritiro da una condizione grave

Tutti i farmaci elencati di seguito, al fine di evitare la dipendenza, vengono prescritti in dosi minime, corsi intermittenti con cambio di farmaco e vengono gradualmente cancellati. I farmaci di questi gruppi non sono prescritti nel periodo acuto di grave avvelenamento da droghe o alcol, nonché in caso di depressione respiratoria o cardiaca.

  • per alleviare l'ansia, ridurre la prontezza convulsiva, vengono prescritti tranquillanti: diazepam, lorazepam, ecc..
  • per normalizzare il sonno, vengono utilizzati tranquillanti con effetti ipnotici: nitrazepam, zopiclone, zolpiderm
  • le paure patologiche sono alleviate dai tranquillanti clonazepam, alprazolam, ecc..
  • poiché gli psicostimolanti vengono prescritti oxazepam, tofisopam, ecc..

Trattamento dei sintomi di astinenza nell'alcolismo

Disintossicazione prescritta: nei casi lievi, farmaci orali come "rehydron", in casi moderati - infusione. Per l'infusione endovenosa, vengono utilizzate soluzioni di elettroliti, glucosio con potassio, magnesio e vit B1 alla velocità di 10-20 mg / kg di peso. Per il corretto calcolo del volume di infusione, vengono presi in considerazione la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna, la perdita di liquidi al giorno, i dati ECG.

I principali farmaci per alleviare i sintomi di astinenza da alcol sono:

  1. tranquillanti (diazepam, lorazepam, nitrazepam, clordiazepossido), che hanno un effetto anticonvulsivante, anti-ansia, non deprimono la respirazione e non provocano disturbi extrapiramidali - somministrati per via intramuscolare o orale
  2. B-bloccanti (anaprilina, atenololo) - alleviano i sintomi autonomici, abbassano la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca
  3. A-bloccanti (pirroxan): riducono la gravità della sindrome autonomica
  4. bloccanti dei canali del calcio (nifedipina)
  5. con una combinazione di sintomi di astinenza ed epilessia nella storia, vengono utilizzati anticonvulsivanti: finlepsina (carbamazepina), depakin, lamotrigina
  6. agenti neuroprotettivi (nootropi - piracetam, aminalon, mexidol, ecc.) - migliorano il metabolismo cerebrale, hanno effetti antiipoxici e stabilizzanti la membrana. Questo gruppo di farmaci riduce il mal di testa, la letargia, la letargia, migliora il pensiero e la memoria e riduce anche la durata dei sintomi di astinenza. Poiché i farmaci elencati hanno anche un effetto psicostimolante, non sono prescritti per l'agitazione psicomotoria.
  7. cerebrolysin
  8. antidepressivi per i segni di depressione e per bloccare il desiderio di alcol
  9. i farmaci normotimici (sali di litio, valproati) sono prescritti solo per l'epilessia concomitante
  10. vitamine e minerali. Con l'alcolismo, l'assorbimento del magnesio nell'intestino è ridotto, il che porta a tremori, spasmi convulsivi, ansia e insonnia. Queste manifestazioni possono essere fermate dal solfato di magnesio e dal farmaco Magne-B6, che hanno un effetto sedativo. Il trattamento complesso comprende vitamine del gruppo B, vitamina C e PP per via endovenosa e intramuscolare
  11. epatoprotettori per mantenere la funzionalità epatica (ursosan, heptral, acido tiottico, L-ornitina)
  12. la citoflavina antiossidante attiva i processi metabolici nei tessuti cerebrali, migliora la microcircolazione, elimina i disturbi sensoriali, ripristina l'intelligenza
  13. preparati di amminoacidi (cortexin)
  14. farmaci che dilatano i vasi sanguigni e migliorano le proprietà reologiche del sangue (instenon, pentossifillina, nicergolina)

Trattamento dei sintomi di astinenza da narcotici

Trattamento per l'astinenza da oppio

  1. ritiro della droga
  2. uso di analgesici - FANS (ketorolac, lornoxicam) a dosi terapeutiche medio-alte
  3. antagonisti-agonisti dei recettori oppioidi (tramadolo) - prescritti per alleviare il dolore per i primi giorni con una riduzione graduale della dose
  4. per alleviare il dolore, vengono utilizzati anche inibitori di enzimi proteolitici di natura proteica (aprotinina)
  5. Gli agonisti dei recettori alfa-adrenergici (clonidina) normalizzano l'equilibrio della neuroregolazione delle catecolamine del cervello, allevia la sindrome somatovegetativa, vengono prescritti per 5-7 giorni con una graduale riduzione della dose
  6. proxan (alfa-bloccante) è usato per alleviare i sintomi autonomici
  7. sollievo dall'ansia e dai disturbi del sonno: tranquillanti benzodiazepinici (nitrazepam, diazepam, fenazepam)
  8. antidepressivi (imipramina, maprotilina, sertralina, fluoxetina, paroxetina) e antipsicotici sono usati per rimuovere il paziente da uno stato depressivo
  9. tiapride antipsicotico - per la sedazione
  10. i neurolettici (aloperidolo, droperidolo, clozapina, clorpromazina, clorprotixeni, ecc.) sono usati per alleviare la psicosi, l'affetto, l'agitazione psicomotoria e il desiderio patologico di droghe. Il loro appuntamento non è raccomandato in caso di grave intossicazione da alcol o droghe, nonché nei disturbi della coscienza
  11. terapia sintomatica (vitamine, nootropi, epatoprotettori)

Trattamento della sindrome da astinenza da cocaina

  • ritiro della droga
  • la nomina di tranquillanti (diazepam, fenazepam, ecc.)
  • la nomina di antidepressivi (paroxetina, sertralina, ecc.)
  • correzione del sonno (nitrazepam)
  • anticonvulsivanti (fenobarbital, carbamazepina)
  • epatoprotettori, nootropi, vitamine
  • trattamento sintomatico di patologie cardiovascolari e di altre patologie con farmaci specifici (glicosidi, diuretici, farmaci antiaritmici, ecc.)

    Trattamento della sindrome da astinenza da cannabinoidi

    1. ritiro della droga
    2. trattamento con tranquillanti (diazepam, fenazepam)

    Trattamento della sindrome da astinenza da tabacco

    1. terapia sostitutiva (nicotina interna, citisina, anabasina)
    2. gli stessi farmaci di tranquillanti, neurolettici, antidepressivi, anticonvulsivanti
    3. terapia sintomatica (vitamine, nootropi)
    4. farmaci per il trattamento della patologia concomitante

    Psicoterapia

    La psicoterapia come metodo di trattamento riparativo consente ai tossicodipendenti di socializzare. Comprende la psicoterapia individuale, di gruppo e familiare. I metodi utilizzati sono diversi: ipno-suggestivo, cognitivo-comportamentale e altri tipi. L'essenza della metodologia risiede nell'adattamento psicologico della persona dipendente nella società, nel ripristino della famiglia, del lavoro e delle relazioni interpersonali.

    La "terapia ambientale" implica il recupero in un ambiente creato artificialmente di un centro di riabilitazione, dove i pazienti imparano ad assumersi la responsabilità, aiutare gli altri, condurre una vita normale.

    La nomina nel periodo acuto della suddetta serie di misure consente di ridurre la durata della sindrome da astinenza a 3-5 giorni, ridurre al minimo il danno tossico agli organi interni, evitare complicazioni e migliorare i risultati a lungo termine del trattamento.

    "I materiali pubblicati in questa pagina sono a scopo informativo e sono destinati a scopi educativi. I visitatori del sito non devono utilizzarli come raccomandazioni mediche. La determinazione della diagnosi e la scelta di un metodo di trattamento rimane la prerogativa esclusiva del medico curante! L'azienda non è responsabile per eventuali conseguenze negative, derivanti dall'uso delle informazioni pubblicate sul sito web https://nasrf.ru/

    Ti ricordiamo che siamo contrari alla distribuzione, vendita e utilizzo di sostanze psicoattive.

    La produzione, la vendita, il trasferimento illegali di stupefacenti, sostanze psicotrope o loro analoghi e la vendita e il trasferimento illegali di piante contenenti stupefacenti / sostanze psicotrope è punibile ai sensi della legge 228.1 del codice penale della Federazione Russa.

    La propaganda di stupefacenti, sostanze psicotrope o dei loro precursori, piante contenenti stupefacenti o sostanze psicotrope o loro precursori, e le loro parti contenenti stupefacenti o sostanze psicotrope o loro precursori, nuove sostanze psicoattive potenzialmente pericolose è punibile in conformità con la legge del Codice amministrativo della Federazione Russa Articolo 6.13. "

    L'uso di droghe provoca danni irreparabili alla salute ed è un pericolo per la vita!