ADATTAMENTO

(dal lat. adaptare - adattare) - in senso lato - adattamento alle mutevoli condizioni esterne ed interne. A. umano ha due aspetti: biologico e psicologico.

L'aspetto biologico di A., che è comune agli esseri umani e agli animali, include l'adattamento dell'organismo (essere biologico) a condizioni ambientali stabili e mutevoli: temperatura, pressione atmosferica, umidità, illuminazione e altre condizioni fisiche, nonché ai cambiamenti nel corpo: malattia, perdita K.-L. corpo o limitazione delle sue funzioni (vedi anche ACCLIMAZIONE). Le manifestazioni di A. biologica includono una serie di processi psicofisiologici, ad esempio. adattamento alla luce (vedi A. sensoriale). Negli animali, A. a tali condizioni si realizza solo entro i limiti dei mezzi interni e delle possibilità di regolazione delle funzioni del corpo, mentre una persona utilizza vari mezzi ausiliari che sono prodotti della sua attività (abitazioni, indumenti, mezzi di trasporto, apparecchiature ottiche ed acustiche, ecc.). Allo stesso tempo, una persona ha la capacità di regolazione mentale volontaria di determinati processi e condizioni biologici, che espande le sue capacità adattive..

Lo studio dei meccanismi regolatori fisiologici di A. è di grande importanza per la risoluzione di problemi applicati di psicofisiologia, psicologia medica, ergonomia, ecc. Di particolare interesse per queste scienze sono le reazioni adattative del corpo a effetti avversi di intensità significativa (condizioni estreme), che spesso si presentano in vari tipi di attività professionale. e talvolta nella vita quotidiana delle persone; la combinazione di tali reazioni è chiamata sindrome da adattamento.

L'aspetto psicologico di A. (parzialmente sovrapposto al concetto di adattamento sociale) è l'adattamento di una persona come persona all'esistenza nella società in conformità con le esigenze di questa società e con i propri bisogni, motivazioni e interessi. Il processo di adattamento attivo dell'individuo alle condizioni dell'ambiente sociale è chiamato adattamento sociale. Quest'ultimo viene realizzato attraverso l'assimilazione di idee sulle norme e sui valori di una data società (sia in senso lato che in relazione all'ambiente sociale più vicino: un gruppo sociale, un collettivo di lavoro, una famiglia). Le principali manifestazioni dell'A. Sociale sono l'interazione (compresa la comunicazione) di una persona con le persone che la circondano e la sua vigorosa attività. L'istruzione e l'educazione generale, così come il lavoro e la formazione professionale sono i mezzi più importanti per raggiungere il successo sociale A..

Gli individui con disabilità mentali e fisiche (udito, vista, linguaggio, ecc.) Incontrano particolari difficoltà nella A. In questi casi, l'adattamento è facilitato dall'utilizzo nel processo di apprendimento e nella vita di tutti i giorni di vari mezzi speciali per correggere le funzioni disturbate e compensare le funzioni mancanti (vedi PSICOLOGIA SPECIALE).

Lo spettro dei processi A. studiati in psicologia è molto ampio. Oltre alla nota A. sensoriale, A. sociale, A. alle condizioni estreme di vita e attività, la psicologia ha studiato A. processi alla visione invertita e spostata, che sono stati chiamati percettivi, o sensomotori A. Il cognome riflette il significato che il motore l'attività del soggetto per ripristinare l'adeguatezza della percezione nelle condizioni date.

C'è un'opinione secondo cui negli ultimi decenni è emersa una branca nuova e indipendente della psicologia chiamata "psicologia estrema", che studia gli aspetti psicologici dell'A. Umana in condizioni di esistenza soprannaturali (sott'acqua, sottoterra, nell'Artico e Antartico, nei deserti, negli altopiani, ovviamente nello spazio). (E. V. Filippova, V. I. Lubovsky.)

Adattamento: che cos'è in psicologia

L'adattamento è la capacità di un organismo vivente di adattarsi alle mutevoli condizioni del mondo esterno. Attraverso questo processo, il comportamento umano viene regolato. Gli antropologi e gli psicologi ritengono che sia stato grazie a questo meccanismo che la società è stata in grado di raggiungere un alto livello di sviluppo..

Esistono diversi tipi di adattamento: biologico, etnico, psicologico, sociale

Cos'è

Nell'antica Grecia, le persone cercavano di capire esattamente come funziona il meccanismo di adattabilità. Ippocrate e Democrito riflettevano su questo. Sono giunti alla conclusione che le condizioni di vita cambiano l'aspetto di una persona. Successivamente, tali idee furono supportate da Lamarck e successivamente da Darwin.

Inizialmente, l'idea dominante era che il concetto di adattamento fosse associato solo al livello fisiologico. Tutto è cambiato con l'avvento della teoria di Selye.

Definizione in psicologia

G. Selye è stato in grado di introdurre un nuovo concetto: l'adattamento psicologico. Ha anche identificato tre fasi nello sviluppo del processo: ansia, resistenza, esaurimento. La sua idea è stata completata dal fisiologo N. Fomin: da un lato, i cambiamenti si verificano nel corpo, dall'altro, tutti i sistemi cercano di funzionare alla vecchia maniera. È questa contraddizione che genera l'adattamento.

A. Maslow ha inteso questo termine come l'interazione tra l'uomo e l'ambiente, che si traduce in salute spirituale. In caso di discrepanza tra i valori morali e la situazione, si verifica un conflitto che l'individuo cerca di risolvere rapidamente.

L'adattamento è un termine in psicologia visto da più angolazioni. R. Lasarusa aveva la seguente opinione su questo tema: nel processo di conoscenza del mondo, una persona riceve informazioni che non sempre corrispondono ai suoi atteggiamenti. Il risultato è un conflitto. L'adattamento determina la velocità con cui l'individuo risolve la contraddizione..

L'adattamento è un concetto chiave in psicologia. In psicoanalisi è inteso come il lavoro dei meccanismi di difesa della personalità. Funzionano in modo che una persona possa risolvere situazioni di conflitto con la minima perdita per la psiche..

L'adattamento è una definizione ambigua in psicologia. Molti studiosi avevano le loro opinioni sul suo significato. I. Miloslavsky credeva che, grazie all'adattabilità, una persona impari i modelli di comportamento accettati.

Per la prima volta, il termine è stato considerato nel mondo antico. Durante questo periodo, le opinioni degli scienziati sono cambiate più di una volta..

Fattori di sviluppo

L'adattabilità umana dipende non solo dalle sue capacità e dalle riserve interne del corpo. Anche le condizioni esterne influenzano il processo. Nell'ambiente materiale, tali fattori si distinguono: oggetti artificiali (attrezzature). Nel sociale: progresso sociale, etnia, condizioni di vita, ecc..

Importante! I fattori naturali sono il clima, i cataclismi, la flora e la fauna che circondano l'individuo.

Ogni giorno una persona si trova di fronte a fattori negativi. Non pensa nemmeno a cosa sia l'adattamento ea come si manifesti. Deve respirare aria sporca, sperimentare radiazioni elettromagnetiche, ecc. Tutto ciò influisce negativamente sulla salute..

Tutti possono entrare nel processo di adattamento in uno stato diverso. Una persona affronta rapidamente lo stress, si abitua a nuove condizioni, un'altra: ci vorrà più tempo.

Tra la terminologia si può trovare la parola "adattabilità", che significa la capacità di un individuo di adattarsi alle condizioni ambientali. Gli scienziati ritengono che fattori ambientali e soggettivi influenzino la velocità.

Il primo gruppo comprende la natura dell'attività, le condizioni di vita, l'ambiente sociale. Il secondo gruppo è il sesso, l'età, le caratteristiche psicofisiologiche. Nella comunità scientifica non vi è consenso su quale gruppo abbia una maggiore influenza sullo sviluppo dell'adattabilità..

C'è un'altra teoria. In esso si distinguono solo quattro fattori psicologici di adattabilità: cognitivo, emotivo, motivazionale, pratico. Sono tutti ugualmente importanti. Ad esempio, con una motivazione positiva, l'individuo si adatta meglio. L'adattamento avviene solo durante l'implementazione delle attività, poiché nel processo viene sviluppato un nuovo modello di comportamento.

Tipi principali

Il termine "adattamento" indica diversi processi che possono influenzare sia i livelli fisiologici che psicologici. Questa divisione consente di comprendere meglio le caratteristiche di ogni tipo di adattabilità, questo è importante per comprendere lo sviluppo della società..

Biologico

La sua manifestazione più brillante è l'evoluzione. Significa che le specie che non potevano adattarsi all'ambiente si sono estinte. Nella popolazione compaiono animali con caratteristiche diverse. Nel corso della selezione naturale, il più adatto sopravvive e inizia a riprodursi.

Nonostante le loro dimensioni, i dinosauri non erano in grado di adattarsi ai cambiamenti ambientali, quindi si estinsero tutti.

Per capire cos'è l'adattamento non è affatto necessario conoscere la definizione, è importante comprendere le caratteristiche del processo. Nel corso dell'adattamento, le specie hanno sviluppato meccanismi di sopravvivenza, ad esempio la colorazione protettiva.

Sociale

È più difficile scoprire cos'è l'adattamento umano, poiché in lui non si manifestano solo le caratteristiche biologiche. Nella vita, deve adattarsi alle esigenze della società. Si abitua ad andare a scuola, a lavorare, a seguire certi rituali.

Importante! In caso di espulsione da un gruppo sociale, l'individuo sperimenta emozioni negative.

Nel corso dell'interazione, una persona capisce come si relaziona al personale dell'organizzazione o cosa fare nelle diverse situazioni. Maggiore è la sua adattabilità, più facile è per lui raggiungere il successo in tutte le aree. È difficile capire esattamente cosa significhi adattamento. Per ogni individuo, questo processo avviene individualmente..

Etnico

Anche l'adattabilità dei gruppi nazionali procede in modi diversi. La difficoltà principale è che il processo è ostacolato dai conflitti razziali.

Nella vita di tutti i giorni, un gruppo etnico separato può inventare soprannomi offensivi, è oppresso in senso sociale e non è autorizzato a lavorare e studiare. Nonostante lo sviluppo moderno del mondo, questo problema non è ancora completamente risolto..

La questione etica è il limite di un'influenza accettabile. Se un gruppo etnico si è trasferito per vivere sul territorio di un altro Paese, è obbligato ad abbandonare le proprie tradizioni e ad adottarne completamente altre? In una tale situazione, è impossibile determinare inequivocabilmente se l'adattamento sarà vantaggioso, ciò che è in ciascun caso specifico viene considerato separatamente.

Psicologico

È una specie importante che determina la vita sociale di un individuo. Comprende l'adattamento alle esigenze specifiche della società. Ad esempio, in Russia è consuetudine riferirsi rispettosamente a una persona con "tu", chi non segue questa regola è considerato un trasgressore.

L'adattamento è una definizione della psicologia sociale. Il termine indica la capacità di un individuo di comprendere le esigenze di altre persone e di cambiare in base ad esse..

La capacità di passare ai ruoli sociali è anche correlata all'adattabilità.

Un'organizzazione può avere le proprie regole di condotta. Se un principiante può impararli rapidamente, allora ha un alto livello di adattamento. Nella pedagogia moderna, questo termine è anche di grande importanza: per gli studenti, abituarsi al processo educativo avviene in condizioni di stress..

Le caratteristiche dell'adattabilità delle persone, dal punto di vista delle scienze sociali, sono considerate nell'ambito delle scienze sociali. Queste informazioni sono di grande importanza per comprendere le caratteristiche dello sviluppo della società..

La conoscenza dell'adattabilità è utile in ambito professionale. Può essere difficile per un principiante entrare a far parte della squadra, ma alcuni padroneggiano rapidamente, altri lentamente. È importante che un leader capisca come condurre correttamente la gestione del team al fine di ridurre i livelli di stress.

Violazioni

Con una combinazione sfavorevole di circostanze, si verifica un disadattamento. Può succedere per vari motivi. Con una forma di comportamento deviante, una persona sceglie modi per raggiungere obiettivi che non sono approvati da un gruppo sociale.

Il tipo anticonformista si manifesta nel rifiuto di seguire gli atteggiamenti accettati, e quello innovativo è volto a trovare nuove soluzioni. Entrambe le opzioni possono apparire in età diverse.

Grazie alla forma deviante di comportamento, l'umanità è stata in grado di svilupparsi attivamente

Il disadattamento patologico può essere interpretato come un grave disturbo mentale. Si sviluppa sullo sfondo di lesioni organiche, deviazioni nella salute fisica. Non dovresti aspettarti azioni adeguate da una persona del genere..

È necessario distinguere tra forme di comportamento devianti e patologiche, poiché si tratta di processi diversi. Sono in relazione tra loro e influenzano l'individuo. Al momento del conflitto tra valori interni e condizioni ambientali compare un lieve disadattamento.

Una persona supera il problema o soffre di depressione, apatia, nevrosi. Psicologicamente, l'opposizione porta un grave disagio, ma dopo aver risolto il conflitto, l'individuo riceve trasformazioni qualitative nella psiche..

Non tutte le persone possono determinare la specie, la capacità di adattamento, cos'è così brevemente. Il termine è inteso come meccanismi importanti che garantiscono la normale esistenza della società nel mondo..

Il concetto di adattamento dal punto di vista della psicologia

Rubrica: psicologia

Data di pubblicazione: 01.06.2018 2018-06-01

Articolo visto: 4197 volte

Descrizione bibliografica:

Aleksandrov I. A. Il concetto di adattamento dal punto di vista della psicologia / I. A. Aleksandrov. - Testo: diretto // Giovane scienziato. - 2018. - N. 22 (208). - S. 283-285. - URL: https://moluch.ru/archive/208/51057/ (data di accesso: 15.06.2020).

Questo articolo fornisce una panoramica degli aspetti psicologici dell'adattamento. Viene effettuata l'analisi dei lavori dei principali scienziati-psicologi stranieri e nazionali nel campo dell'adattamento sociale e psicologico, vengono considerati il ​​contenuto e le caratteristiche del concetto.

Parole chiave: adattamento socio-psicologico, personalità, meccanismi di adattamento, gruppo sociale.

L'urgenza di questo problema risiede nell'interesse pubblico a preservare e migliorare la salute mentale e fisica di una persona. A questo proposito, lo studio delle leggi, dei principi e dei meccanismi di adattamento umano in varie condizioni sociali e industriali a vari livelli sta attualmente acquisendo un significato teorico e pratico fondamentale..

Il termine "adattamento" è molto comune in diverse scienze. Questa parola deriva dal latino e significa adattamento. Il termine è stato introdotto per la prima volta da G. Aubert. Il concetto stesso, secondo G. I. Tsaregorodtsev nella sua opera "Problemi filosofici della teoria dell'adattamento", contribuisce all'unificazione della conoscenza di vari sistemi. I concetti scientifici generali aiutano a unire gli oggetti studiati di scienze diverse in teorie olistiche [11].

L'adattamento è considerato da diversi punti di vista: nell'antica Grecia, pensatori come Anassagora, Ippocrate e Democrito cercavano di spiegarlo filosoficamente, sottolineando che l'aspetto può dipendere dal modo di vivere. Una spiegazione dell'adattamento attraverso l'evoluzione fu tentata per la prima volta da Lamarck, le cui idee si formarono nella teoria dell'adattamento di Darwin. Fisiologicamente, la capacità di riserva del corpo fornisce la capacità di adattarsi a livello biochimico e cellulare. Secondo il modello classico di G. Selye, lo sviluppo dell'adattamento psicologico avviene in tre fasi: ansia, resistenza, esaurimento. Durante l'adattamento sono coinvolti due sistemi opposti: un sistema di cambiamenti che interessano gli organi e i sistemi del corpo da un lato e il sistema per il mantenimento dell'omeostasi dall'altro. NA Fomin nel suo lavoro "Human Physiology" sostiene che mantenere un equilibrio tra questi due sistemi porta all'adattamento [9].

Dal punto di vista di A. Maslow, l'adattamento psicologico è l'interazione ottimale tra l'individuo e l'ambiente. L'obiettivo di questo adattamento è raggiungere una salute spirituale positiva. L'incoerenza dei valori personali con la percezione della situazione sociale provoca un conflitto, che la persona sta cercando di eliminare attraverso attività mentali e lavorative [3].

Dal punto di vista di R. Lasarus, nel processo di percezione del mondo, una persona riceve informazioni che contraddicono i suoi atteggiamenti. Quindi, sorge un conflitto tra atteggiamenti personali e l'immagine della realtà. L'intensità delle reazioni dell'individuo volte ad eliminare il fattore irritante indica il grado di adattamento della personalità.

Nel lavoro di IA Miloslavskaya "Il ruolo dell'adattamento sociale nelle condizioni della moderna rivoluzione scientifica e tecnologica", viene evidenziata la natura oggettiva e soggettiva dell'adattamento. È anche indicato che, grazie all'adattamento sociale, una persona apprende le abilità e gli standard di vita necessari per adattarsi a condizioni di vita ripetitive [4].

In psicoanalisi, nelle opere di Z. Freud e A. Adler, l'adattamento è presentato dal punto di vista dell'analisi dei meccanismi di difesa della personalità. L'adattamento include sia le situazioni legate alla risoluzione dei conflitti sia i processi dalla sfera dell'Io, libera dai conflitti. Una persona ben adattata vive senza disturbi della produttività e con uno stato mentale equilibrato. La personalità cambia nel processo di adattamento e anche l'ambiente cambia. L'ego regola il processo di adattabilità [1].

L'adattamento socio-psicologico si basa sull'interazione dell'individuo e del gruppo, in cui la personalità funziona normalmente senza conflitti gravi ea lungo termine con l'ambiente interno ed esterno, cioè adempie il suo ruolo, soddisfa i suoi bisogni sociali, si afferma e dimostra tipi di adattamento normali, devianti e patologici [cinque].

Il normale adattamento si esprime in un comportamento stabile in situazioni di conflitto, senza cambiare la personalità stessa e le norme del gruppo sociale con cui la persona interagisce. Con l'adattamento deviante, una persona garantisce la soddisfazione dei suoi bisogni senza tener conto dei bisogni di un gruppo sociale, e l'adattamento patologico porta a conseguenze negative per la persona nell'interesse del gruppo sociale, che può portare a disturbi nevrotici [5].

Nella letteratura specializzata esiste una definizione più ampia di adattamento sociale. L'adattamento sociale è il risultato di cambiamenti sociali, psicologici, morali, economici e demografici nella relazione tra gli individui. Va notato che il processo di adattamento socio-psicologico non ha un arco temporale rigido. In questo caso, la capacità di adattamento può essere giudicata dalla velocità del suo corso [7].

LP Khokhlova identifica le condizioni necessarie per realizzare l'adattamento sociale e psicologico. Le condizioni sono esterne e interne. Le condizioni esterne includono l'attività congiunta con il gruppo e la sua capacità di contrastare l'adattamento con l'individuo. Le condizioni interne includono le proprietà del più alto livello di struttura personale, come atteggiamenti, obiettivi di vita, punti di riferimento [10].

L'adattamento è direttamente correlato alle caratteristiche della personalità. Ad esempio, suggestionabilità, autocontrollo emotivo-volitivo, ansia, attività lo influenzano. Quest'ultimo è evidenziato separatamente. KK Platonov, in un dizionario conciso del sistema di concetti psicologici, descrive l'attività come un'attività intenzionale cosciente di un individuo e le sue qualità socio-psicologiche integrali che determinano e caratterizzano l'effetto del soggetto su oggetti, processi e fenomeni della realtà circostante o determinano il grado di questa influenza [6].

Quindi, ci sono due fattori nell'attività: cambiamento e conservazione. Da un lato, la persona cambia attivamente il suo sistema di relazioni, entrando in un nuovo ambiente di conflitto e, dall'altro, cerca di mantenere invariate le posizioni chiave del suo sistema di valori e relazioni. L'equilibrio tra questi parametri porta all'adattamento socio-psicologico della personalità [8].

Riassumendo, possiamo dire che l'adattamento socio-psicologico può essere definito come il processo di ingresso di una persona in un collettivo, in un nuovo ambiente sociale per esso. In base a come si sviluppa la relazione tra individuo e gruppo, si possono distinguere i seguenti tipi di adattamento: normale, deviante e patologico. L'adattamento è considerato come un certo periodo, dopo il quale viene stabilito il rapporto ottimale tra personalità e ambiente, cioè si ottiene lo stato di adattamento [2].

Poiché esistono differenze nella capacità di adattamento, il compito di studiare e sviluppare un sistema per migliorare l'adattabilità al fine di avere un impatto efficace sulle persone diventa la massima priorità. Inoltre, l'inclusione di questo parametro come uno dei principali nello sviluppo di programmi di formazione per specialisti di qualsiasi livello contribuirà a migliorare i livelli dello stato psicologico della società e la sua capacità di lavorare..

  1. Il realismo trascendentale di Debolskiy N.G. Hartmann. // Nuove idee in filosofia, raccolta di articoli. 13.SPb.: Istruzione, 1914.
  2. Kovrigina I.S Adattamento sociale e psicologico: essenza, tipi e fasi della formazione // Problemi reali delle scienze umane e naturali. 2009. No. 9. Dal 201 al 205
  3. Maslow A. Psicologia dell'essere. M.: Rifl-libro, 1997.304 s.
  4. Miloslavskaya I. A. Psicologia e filosofia sociale / Ed. B.F. Parygina. Numero 2. M.: Istruzione, 1973,173 s.
  5. Nalchadzhian A. A. Adattamento socio-psicologico della personalità (forme, meccanismi e strategia). M.: Yerevan, 1988.253 s.
  6. Platonov K. K. Un breve dizionario del sistema di concetti psicologici. M.: Scuola superiore, 1984,176 s.
  7. Sablin V.S. Psicologia umana. M.: Mysl, 2004.352 p..
  8. Tereshchenko N.G. Supporto psicologico dell'adattamento del personale nell'organizzazione // Adattamento della personalità nel mondo moderno / ed. M.V. Grigorieva. Saratov: Libro scientifico, 2012. pp. 204–215
  9. Fomin N.A. Fisiologia umana. M.: Istruzione, 1982.320 s.
  10. Khokhlova L.P. Studio della capacità di adattamento dei collettivi. Fondamenti psicologici della formazione della personalità nel contesto dell'educazione sociale // Domande di psicologia. Mosca. 1984.S. 174–176
  11. Tsaregorodtsev G.I. Problemi filosofici della teoria dell'adattamento. Mosca: istruzione, 1975.277 p..

Determinazione dell'essenza dell'adattamento in psicologia

Le persone vivono e funzionano nell'ambiente esterno, modificandone alcuni aspetti. Il mondo, con i suoi oggetti e fenomeni, a sua volta, ha anche un impatto su ogni organismo e sulla sua psiche, che è tutt'altro che sempre positivo e utile. L'isolamento dall'ambiente porterà inevitabilmente alla morte.

  • Definizione e concetto di adattamento
  • Adattamento in psicologia
  • Il successo dell'adattamento e dei suoi tipi
  • Disturbi dell'adattamento

La fauna e l'uomo sono sottoposti a una rigorosa selezione naturale: sbalzi di temperatura, pressione atmosferica, umidità, illuminazione e altri parametri fisici e fisiologici. Avendo vari adattamenti, capacità tecniche, rimaniamo creature per natura sensibili e piuttosto vulnerabili.

Ciò è particolarmente sentito con improvvisi cambiamenti nell'ambiente. Ad esempio, abbassare la nostra temperatura corporea di soli cinque o sei gradi può portare alla morte..

A livello fisico, dalla nascita alla morte, le persone utilizzano una massa di meccanismi naturali che, cambiando i propri indicatori a seconda delle condizioni circostanti, gli permettono di rimanere in un normale stato di funzionamento.

La trasformazione dei parametri avviene non solo a livello fisico, ma anche a livello mentale. Il mondo, negli ultimi anni, ha subito un'accelerazione nello sviluppo, non tutti hanno il tempo di rendersi conto di ciò che sta accadendo e di ricostruire indolore. Esperti, medici e psicologi affermano che una persona su tre oggi ha bisogno di aiuto o di cure per attivare gli adeguati meccanismi di adattamento del mondo interiore..

Scienziati che hanno dato un contributo significativo allo studio di questo problema e hanno dato le loro definizioni: fisiologo francese C. Bernard, fisiologo americano W. Cannon, biologo russo A. N. Severtsov, fisiologo canadese G. Sele.

Definizione e concetto di adattamento

Ogni ricerca scientifica dell'organismo nel legame "uomo-ambiente" giunge prima o poi alla comprensione dei meccanismi che hanno permesso all'umanità di attraversare l'intera evoluzione, nonostante gli evidenti e nascosti aspetti di rinnovamento.

I fenomeni del mondo esterno e interno passano costantemente il punto di equilibrio, si adattano l'un l'altro. Una persona, autoregolatrice, conserva parametri favorevoli nel suo corpo e accetta condizioni di vita nuove, anche imperfette. Ad esempio, decisioni sfavorevoli: malattia cronica, fuga nella malattia. Questi meccanismi sono chiamati omeostatici. Cercano di bilanciare, stabilizzare il funzionamento di tutti i sistemi di supporto vitale per evitare la morte.

L'adattamento, l'adattamento è un processo in cui l'interazione e lo scambio di ambienti esterni ed interni è ottimizzato al fine di preservare la vita. La definizione stessa ha avuto origine nel XIX secolo in biologia. Successivamente è stato applicato non solo alla vita dell'organismo, ma anche allo sviluppo della personalità e persino al comportamento collettivo..

Diamo un'occhiata ad alcuni dei linguaggi scientifici che definiscono "Cos'è l'adattamento":

  • corrispondenza dinamica dell'equilibrio del sistema abitativo e dell'ambiente esterno;
  • adattamento della struttura e delle funzioni del corpo e degli organi all'ambiente;
  • adattamento dei sensi alle caratteristiche degli stimoli, protezione dei recettori e del corpo dal sovraccarico;
  • adattamento biologico e psicologico del corpo alle condizioni esterne e interne;
  • la capacità di un oggetto di mantenere la propria integrità quando si modificano i parametri ambientali mediante meccanismi di autoregolazione.

Qualunque sia la definizione che assumiamo, i cambiamenti nella vita di tutti i giorni sono in corso. Il successo dell'adattamento e dell'autoregolamentazione porterà al normale sviluppo dell'individuo, alla sua salute fisica e mentale.

Il successo dell'adattamento può essere garantito dall'allenamento, esercizi speciali progettati sia per il corpo che per l'anima..

Adattamento in psicologia

Un numero enorme di discipline scientifiche multidirezionali ha affrontato il problema dell'adattamento da diverse angolazioni di vista e ha formulato la sua definizione: biologia, psicofisiologia, medicina e psicologia medica, ergonomia e altre. Novità: psicologia estrema, psicologia genetica.

I processi adattativi influenzano con i loro cambiamenti tutti i livelli dell'esistenza umana dal biologico molecolare a quello psicologico e sociale.

Gli psicologi considerano l'adattamento come un tratto della personalità da adattare, il suo parametro di attività nel mondo umano. Se l'organismo possiede reazioni biologiche di autoregolazione, allora la personalità possiede vari mezzi per l'integrazione in un unico sistema: assimilazione di norme, valori, norme della società attraverso il prisma dei loro bisogni, motivazioni, atteggiamenti. In psicologia, questo è designato come adattamento sociale..

Nel sistema di adattamento della personalità, gli esperti distinguono tre livelli:

  • mentale (mantenimento dell'omeostasi mentale e della salute mentale);
  • socio-psicologico (organizzazione di un'adeguata interazione con le persone in un gruppo, squadra, famiglia);
  • psicofisiologico (mantenimento della salute fisica attraverso l'equilibrio del rapporto tra corpo e mente).

Il successo dell'adattamento e dei suoi tipi

La formulazione e la possibilità di realizzare compiti nella propria vita è un indicatore del passaggio di successo dell'adattamento mentale da parte di una persona. Ci sono due criteri: oggettivo e soggettivo. Parametri importanti in questo caso: istruzione, educazione, attività lavorativa e formazione professionale.

Disabilità e disturbi mentali e fisici (difetti di vari organi o limitazioni del corpo) complicano l'adattamento sociale. In questi casi, il risarcimento viene in soccorso..

C'è un intero concetto che rivela l'essenza e la definizione della sindrome dell'adattamento. Stiamo parlando dello stress come fenomeno naturale in fase di adattamento a condizioni di vita sfavorevoli. Il sollievo completo dallo stress è la morte, quindi combattere non ha senso. Gli psicologi insegnano come utilizzare mezzi disponibili e adeguati di protezione psicologica.

Gli esperti distinguono adattamenti dinamici e statici. Con uno statico, le strutture della personalità non cambiano, vengono acquisite solo nuove abitudini e abilità. Nella dinamica - ci sono cambiamenti negli strati profondi della personalità. Ad esempio, nevrosi, autismo, alcolismo: adattamenti irrazionali alle condizioni negative della vita.

Disturbi dell'adattamento

Se una persona si trova in una situazione di stress, in tre mesi ci sono tutte le possibilità di osservare reazioni di disadattamento, che, a loro volta, non durano più di sei mesi. E non sempre: più forte è lo stress, più luminosa è la reazione del disturbo dell'adattamento. La forza del disadattamento dipende dall'organizzazione personale e dalla cultura della società in cui una persona vive.

Lo stress diminuisce e la personalità ritorna gradualmente ai soliti meccanismi adattativi. Nel caso in cui il fattore di stress non scompaia, la persona è costretta a passare a un nuovo livello di adattamento.

Il cambiamento della scuola o del lavoro collettivo, la perdita di persone care, genitori e altri stress che hanno cambiato il normale corso della vita, portano a una violazione dello stato psico-emotivo. Ci vorrà del tempo per stabilizzarsi a qualsiasi età..

Quali disturbi vengono diagnosticati dagli esperti nelle persone che si trovano in nuove condizioni di esistenza? Elenchiamo i più comuni: depressione, ansia, comportamento deviante.

Pertanto, il problema dell'adattamento è interdisciplinare e molto rilevante nel mondo moderno. Numerosi studi forniscono ancora più nuove domande e misteri. Il processo di adattamento nella sua base biologica e mentale è continuo e serve a preservare la vita.

Adattamento

L'adattamento è l'adattamento del corpo alle circostanze e alle condizioni del mondo. L'adattamento umano avviene attraverso le sue caratteristiche genetiche, fisiologiche, comportamentali e personali. Con l'adattamento, il comportamento umano è regolato in base ai parametri dell'ambiente esterno.

Le peculiarità dell'adattamento umano sono racchiuse nel fatto che egli deve raggiungere contemporaneamente l'equilibrio con le condizioni ambientali, raggiungere l'armonia nel rapporto "uomo-ambiente", adattarsi ad altri individui che cercano anche di adattarsi all'ambiente e ai suoi abitanti.

Concetto di adattamento. Esistono due approcci all'analisi del fenomeno dell'adattamento. Secondo il primo approccio, l'adattamento è una proprietà di un organismo vivente autoregolante, che garantisce la costanza delle caratteristiche sotto l'influenza delle condizioni ambientali su di esso, che si ottiene grazie alle capacità adattive sviluppate.

Per il secondo approccio, l'adattamento è un'educazione dinamica, il processo di abituarsi di un individuo alle circostanze dell'ambiente..

Poiché una persona è un sistema biosociale, il problema dell'adattamento dovrebbe essere analizzato secondo tre livelli: fisiologico, psicologico e sociale. Tutti e tre i livelli hanno una connessione tra loro, si influenzano a vicenda, stabiliscono una caratteristica integrale del funzionamento generale dei sistemi del corpo. Tale caratteristica integrale si manifesta come una formazione dinamica ed è definita come lo stato funzionale dell'organismo. Senza il termine "stato funzionale" è impossibile parlare del fenomeno dell'adattamento.

L'adattabilità in situazioni in cui non ci sono barriere al successo si ottiene attraverso meccanismi costruttivi. Questi meccanismi includono processi cognitivi, definizione degli obiettivi e comportamento conforme. Quando la situazione è problematica e satura di barriere esterne ed interne, il processo di adattamento avviene attraverso i meccanismi protettivi della personalità. Grazie a meccanismi costruttivi, una persona può mostrare una risposta adeguata ai cambiamenti delle circostanze della vita sociale, sfruttando l'opportunità di valutare la situazione, analizzare, sintetizzare e prevedere possibili eventi.

Si distinguono i seguenti meccanismi di adattamento umano: intelligenza sociale - la capacità di percepire relazioni complesse, dipendenze tra oggetti dell'ambiente sociale; immaginazione sociale: la capacità di comprendere l'esperienza, determinare mentalmente il destino, realizzare se stessi ora, le proprie risorse e capacità, collocarsi nel quadro dell'attuale fase della società; aspirazione realistica della coscienza.

L'adattamento della personalità consiste in un sistema di meccanismi di difesa, grazie ai quali si riduce l'ansia, si assicura l'unità del “concetto di io” e la stabilità dell'autostima, si mantiene la corrispondenza tra le idee sul mondo e sulla persona stessa in particolare.

Si distinguono i seguenti meccanismi di difesa psicologica: negazione - ignorando informazioni indesiderate o episodi che traumatizzano la psiche; la regressione è la manifestazione di strategie comportamentali infantili da parte di una persona; formazione di reazione - cambiamento di impulsi irrazionali, stati emotivi al contrario; repressione - "cancellazione" di ricordi dolorosi dalla memoria e dalla coscienza; soppressione - quasi la stessa repressione, ma più consapevole.

I meccanismi di difesa di base sopra descritti nell'adattamento della personalità, ci sono ancora ulteriori, sono considerati più maturi: proiezione - attribuire a qualcuno qualità, azioni che sono inerenti alla personalità stessa, ma lei non ne è consapevole; identificazione - identificarsi con un personaggio reale o fantasticato, attribuendogli le sue qualità; razionalizzazione - il desiderio di spiegare un atto interpretando gli eventi in modo tale da ridurre il suo effetto traumatico sulla personalità; sublimazione: la trasformazione dell'energia istintiva in forme di comportamento e attività socialmente accettabili; umorismo: cercare di ridurre lo stress mentale utilizzando espressioni o storie umoristiche.

In psicologia esiste il concetto di barriera di adattamento, significa una sorta di confine nei parametri dell'ambiente esterno, oltre il quale l'adattamento della personalità non sarà più adeguato. Le proprietà della barriera di adattamento sono espresse individualmente. Sono influenzati da fattori biologici dell'ambiente, tipo di personalità costituzionale, fattori sociali, fattori psicologici individuali di una persona, che determinano le capacità adattative di una persona. Tali proprietà personali sono l'autostima, il sistema di valori, la sfera volitiva e altri..

Il successo dell'adattamento è determinato dal pieno funzionamento del livello fisiologico e mentale dell'individuo. Questi sistemi sono interconnessi e funzionano. C'è una componente che garantisce questo rapporto di due livelli e svolge la normale attività dell'individuo. Tale componente può avere una duplice struttura: un elemento mentale e fisiologico. Questa componente nella regolazione dell'adattamento umano sono le emozioni.

Fattori di adattamento

L'ambiente esterno ha molti fattori naturali e fattori creati dalla persona stessa (ambiente materiale e sociale), sotto la loro influenza si forma l'adattamento della personalità.

Fattori naturali di adattamento: componenti della fauna selvatica, condizioni climatiche, casi di disastri naturali.

L'ambiente materiale include tali fattori di adattamento: oggetti ambientali; elementi artificiali (macchine, attrezzature); ambiente di vita immediato; ambiente di lavoro.

L'ambiente sociale ha i seguenti fattori di adattamento: società statale, etnia, condizioni di una città moderna, progresso sociale ad essa associato.

I fattori ambientali più sfavorevoli sono considerati antropogenici (tecnogenici). Questo è un intero complesso di fattori a cui una persona deve adattarsi, poiché vive ogni giorno in queste condizioni (inquinamento elettromagnetico provocato dall'uomo, struttura delle autostrade, discariche di rifiuti, ecc.).

Il tasso di adattamento relativo ai fattori di cui sopra è individuale per ogni persona. Qualcuno può adattarsi più velocemente, qualcuno trova questo processo molto difficile. La capacità di una persona di adattarsi attivamente all'ambiente è chiamata adattabilità. Grazie a questa proprietà, è molto più facile per una persona ricevere una sorta di movimento, viaggio, condizioni estreme.

Secondo una teoria, il successo del corso del processo di adattabilità è influenzato da due gruppi di fattori: soggettivo e ambientale. I fattori soggettivi includono: caratteristiche demografiche (età e sesso) e caratteristiche psicofisiologiche di una persona.

I fattori ambientali includono: condizioni e circostanze della vita, natura e modalità di attività, condizioni dell'ambiente sociale. I fattori demografici, in particolare l'età di una persona, hanno un'influenza bidirezionale sul processo di adattamento di successo. Se guardi da un lato, l'età di un giovane gli offre più opportunità e nella vecchiaia queste opportunità diminuiscono. Ma, con l'età, una persona acquisisce l'esperienza dell'adattamento, trova un "linguaggio comune" con l'ambiente esterno.

In un'altra teoria psicologica, si distinguono quattro fattori psicologici di adattamento della personalità. Il fattore cognitivo include abilità cognitive e caratteristiche specifiche dei processi cognitivi. Il fattore di risposta emotiva include caratteristiche della sfera emotiva. L'attività pratica è un fattore nelle condizioni e nelle caratteristiche dell'attività di un individuo. La motivazione della personalità è un fattore speciale di adattamento della personalità. Ad esempio, se la motivazione per raggiungere il successo prevale in una persona sulla motivazione per evitare il fallimento, allora si forma un adattamento di successo e l'attività chiave diventa più efficace. Inoltre, la natura dell'adattamento è influenzata dalla corrispondenza del nucleo motivazionale della personalità agli obiettivi e alle condizioni dell'attività. Il motivo è un fattore di adattamento e con il suo aiuto viene mediata l'influenza delle circostanze esterne sull'individuo.

Tipi di adattamento

Esistono quattro tipi di adattamento: biologico, sociale, etnico e psicologico.

L'adattamento biologico di una personalità è un adattamento alle circostanze del mondo circostante, che è sorto attraverso l'evoluzione. L'adattamento biologico si manifesta nella modifica del corpo umano alle condizioni ambientali. Questo fatto è la base per lo sviluppo di criteri per la salute e la malattia. La salute è lo stato in cui il corpo si adatta il più possibile all'ambiente. Quando il processo di adattamento viene ritardato, la capacità di adattamento diminuisce e la persona si ammala. Se il corpo è completamente incapace di adattarsi alle condizioni ambientali necessarie, ciò significa il suo disadattamento.

L'adattamento sociale di una persona è il processo di adattamento di una persona o di un gruppo a una società sociale, che sono le condizioni attraverso le quali sono incarnati gli obiettivi di vita. Ciò include l'abitudine al processo educativo, al lavoro, alle relazioni con persone diverse, all'ambiente culturale, alle possibili condizioni di svago e divertimento..

Una persona può adattarsi passivamente, cioè senza cambiare nulla nella sua vita, o attivamente, cambiare le condizioni della propria vita. Naturalmente, il secondo modo è più efficace del primo, perché se speri solo nella volontà di Dio, puoi vivere tutta la tua vita in previsione dei cambiamenti e non aspettarli mai, quindi devi prendere il destino nelle tue mani.

Il problema dell'adattamento umano all'ambiente sociale può essere espresso in varie forme: dalle relazioni tese con un gruppo di lavoro o educativo alla riluttanza a lavorare o studiare in questo ambiente..

L'adattamento etnico è un tipo di adattamento sociale, che include l'adattamento dei gruppi etnici alle peculiarità del loro ambiente di insediamento dalle condizioni sociali e meteorologiche.

Il problema dell'adattamento delle minoranze etniche è l'atteggiamento razzista degli indigeni nei loro confronti e la discriminazione in termini sociali.

L'adattamento psicologico della personalità è notato in qualsiasi forma di adattamento. L'adattabilità psicologica è un importante criterio sociale con cui si valuta la personalità nell'ambito delle relazioni, in ambito professionale. L'adattamento psicologico di una persona dipende da vari fattori mutevoli, come i tratti caratteriali, l'ambiente sociale. L'adattabilità psicologica ha un aspetto come la capacità di passare da un ruolo sociale a un altro, e ciò avviene in modo abbastanza giustificato e adeguato. Nel caso opposto, stiamo parlando di disadattamento o disturbi della salute mentale di una persona.

Disponibilità personale ad adattarsi ai cambiamenti nell'ambiente, un'adeguata valutazione mentale caratterizzano un alto livello di adattabilità. Una persona del genere è pronta per le difficoltà ed è in grado di superarle. La base di qualsiasi adattamento è l'accettazione della situazione attuale, la comprensione della sua irreversibilità, la capacità di trarne conclusioni e la capacità di cambiare il proprio atteggiamento nei suoi confronti..

Se una persona non può soddisfare i suoi bisogni reali, a causa di risorse psicologiche o fisiche insufficienti, l'equilibrio della relazione "persona-ambiente" può essere disturbato, il che a sua volta può causare ansia in una persona. L'ansia può provocare paura e ansia in una persona, oppure può servire come meccanismo di difesa, svolgere una funzione protettiva o motivazionale. L'emergere dell'ansia migliora l'attività comportamentale, modifica le forme di comportamento o attiva i meccanismi di adattamento intrapsichico. Inoltre, l'ansia può distruggere stereotipi di comportamento non sufficientemente adattivi, sostituendoli con forme di comportamento adeguate.

Il processo di adattamento non è sempre adeguato. A volte è influenzato da alcuni fattori negativi e quindi il processo viene interrotto, iniziano a formarsi forme di comportamento inaccettabili.

Esistono due tipi di forme inaccettabili di adattamento: deviante e patologico. La forma deviante del comportamento adattivo combina le forme e i metodi di azione che forniscono alla persona la soddisfazione dei suoi bisogni con un metodo inammissibile per il gruppo.

Le caratteristiche dell'adattamento in forma deviante si esprimono in due tipi di comportamento: anticonformista e innovativo. Il tipo di comportamento deviante non conforme spesso provoca conflitti di gruppo. Un tipo innovativo di comportamento deviante si esprime nella creazione di nuovi modi di risolvere situazioni problematiche.

La forma patologica di adattamento viene effettuata attraverso meccanismi patologici e forme di comportamento, che portano alla comparsa di sindromi psicotiche e nevrotiche.

Insieme alle forme patologiche, c'è il disadattamento. Il disadattamento è una violazione dell'interazione tra una persona e l'ambiente, che è accompagnata da conflitti tra individui e all'interno della personalità stessa. È anche definito come un comportamento non conforme alle norme e ai requisiti dell'ambiente. È possibile diagnosticare il disadattamento secondo determinati criteri: una persona ha una violazione dell'attività professionale, problemi nelle relazioni interpersonali, reazioni emotive che vanno oltre i confini della norma (depressione, aggressività, ansia, isolamento, vicinanza e altro).

Il disadattamento personale in termini di durata è: disadattamento situazionale temporaneo e stabile e stabile generale. Il disadattamento temporaneo si verifica quando una persona entra in una nuova situazione per se stessa, alla quale è imperativo adattarsi (iscriversi a scuola, assumere una nuova posizione, avere figli, cambiamenti di regime imprevisti e indesiderati, ecc.).

Il disadattamento di una forma situazionale stabile si verifica quando è impossibile trovare modi adeguati di adattamento in condizioni insolite quando si risolve una situazione problematica (al lavoro, nelle relazioni familiari).

Il disadattamento personale può verificarsi se una persona ha vissuto una situazione difficile e traumatica per la psiche; è sotto stress; ha vissuto una situazione estrema, traumatica, a cui ha partecipato direttamente o ne è stato testimone, tali situazioni sono associate alla morte, alla sua potenziale probabilità o ad una reale minaccia per la vita; sperimentare la sofferenza propria o altrui, provando un senso di impotenza, paura o orrore. Queste situazioni spesso causano PTSD. Inoltre, il disadattamento di una persona si verifica in caso di sua inclusione non riuscita in un nuovo ambiente sociale per lei oa causa di problemi nelle relazioni personali e interpersonali..

Lo stato di disadattamento è accompagnato da violazioni del comportamento umano, a seguito delle quali sorgono conflitti, che spesso non hanno gravi motivi e ovvi motivi. Una persona si rifiuta di adempiere ai propri doveri, al lavoro mostra reazioni inadeguate agli ordini dei suoi superiori, cosa mai accaduta prima. Esprime attivamente la sua protesta a coloro che lo circondano, fa del suo meglio per resistere. In precedenza, l'individuo era sempre guidato da valori sociali e norme accettabili, grazie alle quali veniva regolato il comportamento sociale delle persone..

Il comportamento anomalo deviante deviante è una forma di manifestazione di disorganizzazione di una persona o di un gruppo nella società, che mostra incoerenza con le aspettative e le esigenze morali e legali della società. Questo andare oltre il solito stato normativo è associato al suo cambiamento e alle condizioni di attività e all'esecuzione di una certa azione. Questa azione è chiamata azione. Un simile atto gioca un ruolo significativo nel processo di adattamento. Con il suo aiuto, una persona è in grado di esplorare l'ambiente, mettersi alla prova, testare le sue capacità, risorse, identificare le sue qualità, aspetti positivi e negativi della personalità, caratteristiche, intenzioni, scegliere modi per raggiungere obiettivi.

Il comportamento deviante si forma più spesso durante l'adolescenza. È durante questo periodo che una persona è molto ricettiva, forma il suo atteggiamento nei confronti del mondo, delle persone, questo influisce sul suo adattamento in un ambiente vicino e in un ambiente sociale, e in generale. Un adolescente si considera autorizzato a scegliere personalmente come comportarsi, e spesso considera le regole e le leggi stabilite dalla società come intrusive e cerca di resistere. La deviazione negativa è osservata in manifestazioni come mentire, comportamento scortese e impudente, pigrizia, aggressività, tendenza a litigare spesso, fumare, saltare le lezioni, alcol, droghe e droghe.

C'è anche una deviazione positiva, si rivela nel desiderio di una persona di sperimentare, studiare qualcosa, identificare le proprie capacità. Questo spesso si manifesta nell'attività creativa, nella capacità di creare un'opera d'arte e nel desiderio di realizzare le proprie idee. L'adattamento positivo è più favorevole in relazione all'adattamento dell'individuo nell'ambiente sociale.

Autore: psicologo pratico N.A. Vedmesh.

Relatore del Centro Medico e Psicologico "PsychoMed"

adattamento

Dizionario psicologico e psichiatrico esplicativo conciso. Ed. igisheva. 2008.

Un breve dizionario psicologico. - Rostov sul Don: "PHOENIX". L.A. Karpenko, A.V. Petrovsky, M.G. Yaroshevsky. 1998.

Dizionario dello psicologo pratico. - M.: AST, Harvest. S. Yu. Golovin. 1998.

Dizionario psicologico. LORO. Kondakov. 2000.

Un grande dizionario psicologico. - M.: Prime-EUROZNAK. Ed. B.G. Meshcheryakova, acad. V.P. Zinchenko. 2003.

Popolare enciclopedia psicologica. - M.: Eksmo. S.S. Stepanov. 2005.

  • aggressività fisica
  • adattamento psicologico

Scopri cos'è "adattamento" in altri dizionari:

Adattamento - apportare modifiche all'EGCO IR di Mosca, effettuate esclusivamente ai fini del loro funzionamento su specifici mezzi tecnici dell'utente o sotto il controllo di specifici programmi utente, senza concordare tali modifiche con......

ADATTAMENTO - (dal tardo lat. Adaptatio adattamento), il processo di adattamento di un organismo (adeguamento), popolazione o comunità a determinate condizioni ambientali; corrispondenza tra le condizioni ambientali e la capacità degli organismi di prosperarvi...... Dizionario ecologico

ADATTAMENTO - (dal tardo latino Adaptatio) sociale, un tipo di interazione di una persona o di un gruppo sociale con l'ambiente sociale, durante il quale vengono coordinate le esigenze e le aspettative dei suoi partecipanti. La componente più importante A. coordinamento...... Enciclopedia filosofica

Bee Adaptation - Informazioni di base Genere... Wikipedia

ADATTAMENTO - [lat. adattatio adattamento, adattamento] 1) adattamento del corpo alle condizioni ambientali; 2) elaborazione del testo per semplificarlo (ad esempio, un'opera in prosa fittizia in una lingua straniera per coloro che non sono abbastanza bravi...... Dizionario di parole straniere della lingua russa

adattamento - adattamento, adattamento, adattamento, adattamento, assuefazione, coadattamento, semplificazione Dizionario dei sinonimi russi. adattamento vedi adattamento Dizionario dei sinonimi della lingua russa. Guida pratica. M.: R... Dizionario dei sinonimi

ADATTAMENTO - (dal lat. Adaptare per adattarsi), l'adattamento degli esseri viventi alle condizioni circostanti. R. il processo è passivo e si riduce alla reazione del corpo ai cambiamenti fisici. o fisico chem. condizioni ambientali. Esempi A. In protozoi d'acqua dolce, osmotico. concentrazione...... grande enciclopedia medica

adattamento - Il processo di adattamento alle mutate condizioni ambientali. [RD 01.120.00 KTN 228 06] adattamento Adattamento alle nuove condizioni, qui: adattamento dell'ambiente di vita, degli edifici e delle strutture, tenendo conto delle esigenze delle persone con mobilità ridotta...... Guida del traduttore tecnico

ADATTAMENTO - (Adattamento) la capacità della retina di adattarsi a una data intensità luminosa (luminosità). Dizionario Samoilov K.I. Marine. ML: Casa editrice navale statale della NKVMF dell'URSS, 1941 Adattamento dell'adattabilità dell'organismo... Dizionario marino

adattamento - ADATTAMENTO (dal lat. adaptatio adattamento) una forma di controllo da parte degli organismi delle influenze dell'ambiente esterno ed interno, che consiste nella tendenza a stabilire un equilibrio dinamico con loro. Nel processo di A. human, si possono distinguere due aspetti...... Encyclopedia of Epistemology e Philosophy of Science

ADATTAMENTO

ADATTAMENTO (dal lat. Adaptare - adattare) - in senso lato - adattamento alle mutevoli condizioni esterne ed interne. A. umano ha due aspetti: biologico e psicologico.

L'aspetto biologico di A., che è comune agli esseri umani e agli animali, include l'adattamento dell'organismo (essere biologico) a condizioni ambientali stabili e mutevoli: temperatura, pressione atmosferica, umidità, illuminazione e altre condizioni fisiche, nonché ai cambiamenti nel corpo: malattia, perdita K.-L. corpo o limitazione delle sue funzioni (vedi anche Acclimatazione). Le manifestazioni di A. biologica includono una serie di processi psicofisiologici, ad esempio. adattamento alla luce (vedi A. sensoriale). Negli animali, A. a tali condizioni si realizza solo entro i limiti dei mezzi interni e delle possibilità di regolazione delle funzioni del corpo, mentre una persona utilizza vari mezzi ausiliari che sono prodotti della sua attività (abitazioni, indumenti, mezzi di trasporto, apparecchiature ottiche ed acustiche, ecc.). Allo stesso tempo, una persona ha la capacità di regolazione mentale volontaria di determinati processi e condizioni biologici, che espande le sue capacità adattive..

Lo studio dei meccanismi regolatori fisiologici di A. è di grande importanza per la risoluzione di problemi applicati di psicofisiologia, psicologia medica, ergonomia, ecc. Di particolare interesse per queste scienze sono le reazioni adattative del corpo a effetti avversi di intensità significativa (condizioni estreme), che spesso si presentano in vari tipi di attività professionale. e talvolta nella vita quotidiana delle persone; la combinazione di tali reazioni è chiamata sindrome da adattamento.

L'aspetto psicologico di A. (parzialmente sovrapposto al concetto di adattamento sociale) è l'adattamento di una persona come persona all'esistenza nella società in conformità con le esigenze di questa società e con i propri bisogni, motivazioni e interessi. Il processo di adattamento attivo dell'individuo alle condizioni dell'ambiente sociale è chiamato adattamento sociale. Quest'ultimo viene realizzato attraverso l'assimilazione di idee sulle norme e sui valori di una data società (sia in senso lato che in relazione all'ambiente sociale più vicino: un gruppo sociale, un collettivo di lavoro, una famiglia). Le principali manifestazioni dell'A. Sociale sono l'interazione (compresa la comunicazione) di una persona con le persone che la circondano e la sua vigorosa attività. L'istruzione e l'educazione generale, così come il lavoro e la formazione professionale sono i mezzi più importanti per raggiungere il successo sociale A..

Gli individui con disabilità mentali e fisiche (udito, vista, linguaggio, ecc.) Incontrano particolari difficoltà nella A. In questi casi, l'adattamento è facilitato dall'uso nel processo di apprendimento e nella vita di tutti i giorni di vari mezzi speciali per correggere le funzioni compromesse e compensare le funzioni mancanti (vedi Psicologia speciale).

Lo spettro dei processi A. studiati in psicologia è molto ampio. Oltre alla nota A. sensoriale, A. sociale, A. alle condizioni estreme di vita e attività, la psicologia ha studiato A. processi alla visione invertita e spostata, che sono stati chiamati percettivi, o sensomotori A. Il cognome riflette il significato che il motore l'attività del soggetto per ripristinare l'adeguatezza della percezione nelle condizioni date.

C'è un'opinione secondo cui negli ultimi decenni è emersa una branca nuova e indipendente della psicologia chiamata "psicologia estrema", che studia gli aspetti psicologici dell'A. Umana in condizioni di esistenza soprannaturali (sott'acqua, sottoterra, nell'Artico e Antartico, nei deserti, negli altopiani, ovviamente nello spazio). (E. V. Filippova, V. I. Lubovsky.)

Addendum: L'aspetto psicologico dei processi A. esseri viventi consiste, prima di tutto, nell'interpretazione adattativa del comportamento e della psiche. Dalla t. Evolutiva Sp. l'emergere dell'attività mentale era uno stadio qualitativamente nuovo nello sviluppo di meccanismi e metodi di adattamento biologico. Senza questo meccanismo, l'evoluzione della vita presenterebbe un quadro completamente diverso da quello studiato dalla biologia. Crescendo ha espresso pensieri profondi sul fattore mentale dell'evoluzione e A. alle mutevoli condizioni non stazionarie dell'ambiente. il biologo A. N. Severtsov (1866-1936) nella sua piccola opera "Evoluzione e psiche" (1922). Questa linea è ripresa dai teorici dell'ecologia comportamentale (ad esempio, Krebs e Davis, 1981), che si sono posti direttamente il compito di indagare accuratamente l'importanza del comportamento per la sopravvivenza in un aspetto evolutivo..

Indubbiamente, nella struttura del modo di vivere degli animali, a partire dai protozoi comportamentali A. La visione del comportamento e della sua regolazione mentale come forme attive di A. è stata sviluppata da molti psicologi della cosiddetta A. orientamento funzionalista. Come è noto, W. James era alle origini del funzionalismo in psicologia, ma il funzionalismo iniziale non era nemmeno in grado di proporre un programma di ricerca eco-comportamentale ed ecopsicologica. Tuttavia, il funzionalismo ha fornito, in linea di principio, una visione teorica corretta, all'interno della quale è possibile confrontare diverse forme evolutive di comportamento e processi mentali. Sulla base di questa visione, J. Piaget ha sviluppato un concetto impressionante di sviluppo intellettuale. Lo stesso Piaget ha notato la sua adesione alle idee di E. Claparede secondo cui l'intelletto svolge la funzione di A. in un nuovo ambiente (per un individuo e una specie biologica), mentre l'abilità e l'istinto servono A. a circostanze ricorrenti. Inoltre, l'istinto è in parte simile all'intelligenza, poiché il suo primo utilizzo è anche A. a una nuova situazione per l'individuo (ma non per la specie). Ma solo con il reale sviluppo della zoopsicologia e dell'etologia è arrivata la comprensione e la convalida della necessità di studiare la psiche e il comportamento nella struttura (contesto) del tutto, che è chiamato uno stile di vita. Questa idea non perde la sua validità anche durante il passaggio al campo della psicologia umana (vedi Psicologia ambientale). (B. M.)

Scopri cos'è ADAPTATION in altri dizionari:

ADATTAMENTO

È un indicatore integrativo dello stato di una persona, che riflette la sua capacità di svolgere determinate funzioni biosociali, vale a dire: adeguata percezione della realtà circostante e del proprio organismo; un adeguato sistema di relazione e comunicazione con gli altri, capacità di lavorare, studiare, organizzare tempo libero e svago; variabilità (adattabilità) del comportamento in accordo con le aspettative di ruolo degli altri (Dizionario psicologico. M., 1997. S. 13). Quando si studia l'adattamento, una delle questioni più urgenti è la questione del rapporto tra adattamento e socializzazione. I processi di socializzazione e adattamento sociale sono strettamente correlati, poiché riflettono un unico processo di interazione tra individuo e società. Spesso, la socializzazione è associata solo allo sviluppo generale e all'adattamento - con i processi adattativi di una personalità già formata nelle nuove condizioni di comunicazione e attività. Il fenomeno della socializzazione è definito come il processo e il risultato dell'assimilazione della riproduzione attiva dell'esperienza sociale di un individuo, svolta nella comunicazione e nell'attività. Il concetto di socializzazione è più correlato all'esperienza sociale, allo sviluppo e alla formazione dell'individuo sotto l'influenza della società, delle istituzioni e degli agenti di socializzazione. Nel processo di socializzazione si formano meccanismi psicologici dell'interazione dell'individuo con l'ambiente, che si verifica nel processo di adattamento. Così, nel corso della socializzazione, una persona agisce come un oggetto che percepisce, accetta, assimila tradizioni, norme, ruoli creati dalla società; la socializzazione garantisce il normale funzionamento dell'individuo nella società. Nel corso della socializzazione, si svolgono lo sviluppo, la formazione e la formazione della personalità, allo stesso tempo la socializzazione della personalità è una condizione necessaria per l'adattamento dell'individuo nella società. L'adattamento sociale è uno dei principali meccanismi di socializzazione, uno dei modi di socializzazione più completa. Pertanto, l'adattamento sociale è: a) un processo costante di adattamento attivo dell'individuo alle condizioni del nuovo ambiente sociale; b) il risultato di questo processo. Il contenuto socio-psicologico dell'adattamento sociale è la convergenza degli obiettivi e degli orientamenti di valore del gruppo e dell'individuo che ne fa parte, l'assimilazione di norme, tradizioni, cultura di gruppo e l'ingresso nella struttura del ruolo del gruppo. Nel corso dell'adattamento socio-psicologico si attua non solo l'adattamento dell'individuo alle nuove condizioni sociali, ma anche la realizzazione dei suoi bisogni, interessi e aspirazioni; la personalità entra in un nuovo ambiente sociale, diventa il suo membro a pieno titolo, si afferma e sviluppa la sua individualità. Come risultato dell'adattamento socio-psicologico, si formano le qualità sociali di comunicazione, comportamento e attività, adottate nella società, grazie alle quali una persona realizza le sue aspirazioni, bisogni, interessi e può autodeterminarsi. Il processo di adattamento nel concetto psicoanalitico può essere presentato sotto forma di una formula generalizzata: conflitto - ansia - reazioni difensive. La socializzazione della personalità è determinata dalla repressione della pulsione e dal passaggio di energia agli oggetti sanciti dalla società (Z. Freud), nonché dal desiderio dell'individuo di compensare e sovracompensare la propria inferiorità (A. Adler). L'approccio di E. Erickson si discosta dalla linea psicoanalitica principale e presuppone anche la presenza di una via d'uscita positiva da una situazione di contraddizione e instabilità emotiva in direzione di un equilibrio armonico tra la personalità e l'ambiente: contraddizione - ansia - reazioni protettive dell'individuo e dell'ambiente - equilibrio armonico o conflitto. Seguendo 3. Freud, il concetto psicoanalitico di adattamento è stato sviluppato dallo psicoanalista tedesco G. Hartmann. G. Hartmann riconosce la grande importanza dei conflitti per lo sviluppo dell'individuo, ma osserva che non tutti gli adattamenti all'ambiente, non tutti i processi di apprendimento e maturazione sono in conflitto. I processi di percezione, pensiero, parola, memoria, creatività, sviluppo motorio del bambino e molto altro possono essere liberi da conflitti. Hartmann introduce il termine "sfera dell'Io priva di conflitti" per designare la totalità delle funzioni che in un dato momento influiscono sulla sfera dei conflitti mentali. L'adattamento, secondo G. Hartmann, comprende sia i processi associati a situazioni di conflitto sia quei processi che sono inclusi nella sfera di I. Gli psicoanalisti moderni, seguendo 3. Freud, distinguono due tipi di adattamento: 1) l'adattamento alloplastico viene effettuato a causa dei cambiamenti nel mondo esterno, che una persona si impegna a metterlo in linea con i suoi bisogni; 2) l'adattamento autoplastico è fornito dai cambiamenti nella personalità (la sua struttura, abilità, abilità, ecc.), Con l'aiuto del quale si adatta all'ambiente. Questi due tipi di adattamento psicologico sono completati da uno in più: la ricerca dell'individuo di un ambiente a lui favorevole. La direzione umanistica della ricerca sull'adattamento sociale critica la comprensione dell'adattamento nel quadro del modello omeostatico e propone la posizione dell'interazione ottimale tra l'individuo e l'ambiente. Il criterio principale per l'adattamento qui è il grado di integrazione della personalità e dell'ambiente. Lo scopo dell'adattamento è raggiungere una salute spirituale positiva e la corrispondenza dei valori della personalità ai valori della società. Allo stesso tempo, il processo di adattamento non è un processo di equilibrio tra l'organismo e l'ambiente. Il processo di adattamento in questo caso può essere descritto dalla formula: conflitto - frustrazione - atto di adattamento. I concetti di questa direzione si basano sul concetto di una personalità sana e autorealizzante che si sforza di raggiungere i suoi obiettivi di vita, sviluppando e utilizzando il suo potenziale creativo. L'equilibrio, il radicamento nell'ambiente riducono o distruggono completamente il desiderio di autorealizzazione, che rende una persona una persona. Solo il desiderio di sviluppo, di crescita personale, cioè di autorealizzazione, costituisce la base per lo sviluppo sia della persona che della società. Si distinguono reazioni comportamentali costruttive e non costruttive. Secondo A. Maslow, i criteri per le reazioni costruttive sono: la loro determinazione in base alle esigenze dell'ambiente sociale, attenzione alla risoluzione di determinati problemi, motivazione inequivocabile e chiara presentazione dell'obiettivo, consapevolezza del comportamento, presenza nella manifestazione di reazioni di alcuni cambiamenti di natura intrapersonale e interazione interpersonale. Le reazioni non costruttive non sono riconosciute; mirano solo ad eliminare esperienze spiacevoli dalla coscienza, senza risolvere i problemi stessi. Pertanto, queste reazioni sono analoghe alle reazioni di difesa (considerate nella direzione psicoanalitica). I segni di una reazione non costruttiva sono aggressività, regressione, fissazione, ecc. Secondo K. Rogers, le reazioni non costruttive sono una manifestazione di meccanismi psicopatologici. Secondo A. Maslow, le reazioni non costruttive in determinate condizioni (in condizioni di mancanza di tempo e informazioni) svolgono il ruolo di un efficace meccanismo di auto-aiuto e sono caratteristiche di tutte le persone sane in generale. Esistono due livelli di adattamento: adattamento e disadattamento. L'adattamento si verifica quando una relazione ottimale tra l'individuo e l'ambiente viene raggiunta attraverso un comportamento costruttivo. In assenza di una relazione ottimale tra l'individuo e l'ambiente a causa del predominio di reazioni non costruttive o del fallimento di approcci costruttivi, si verifica un disadattamento. Il processo di adattamento nella psicologia cognitiva della personalità può essere rappresentato dalla formula: conflitto - minaccia - reazione di adattamento. Nel processo di interazione delle informazioni con l'ambiente, una persona incontra informazioni che contraddicono i suoi atteggiamenti esistenti (dissonanza cognitiva), mentre sperimenta uno stato di disagio (minaccia), che stimola la persona a cercare opportunità per rimuovere o ridurre la dissonanza cognitiva. Si sta tentando: di confutare le informazioni ricevute; cambia i tuoi atteggiamenti, cambia l'immagine del mondo; trovare ulteriori informazioni per stabilire la coerenza tra le viste precedenti e le informazioni contrastanti. Nella psicologia straniera, la definizione non comportamentista di adattamento si è diffusa. Gli autori di questa direzione danno la seguente definizione di adattamento sociale. L'adattamento sociale è: uno stato in cui le esigenze dell'individuo, da un lato, e le esigenze dell'ambiente, dall'altro, sono pienamente soddisfatte. È uno stato di armonia tra l'individuo e la natura o l'ambiente sociale; il processo mediante il quale si ottiene questo stato armonioso. Pertanto, i comportamentisti intendono l'adattamento sociale come un processo di cambiamenti (fisici, socioeconomici o organizzativi) nel comportamento, nelle relazioni sociali o nella cultura nel suo insieme. Lo scopo di questi cambiamenti è migliorare la capacità di sopravvivenza di gruppi o individui. In questa definizione c'è una connotazione biologica, che indica una connessione con la teoria dell'evoluzione e un'attenzione principalmente all'adattamento dei gruppi, piuttosto che un individuo, e non stiamo parlando di cambiamenti personali nel corso dell'adattamento dell'individuo. Nel frattempo, in questa definizione, si possono notare i seguenti punti positivi: 1) riconoscimento della natura adattativa della modifica del comportamento attraverso l'apprendimento, i cui meccanismi (apprendimento, apprendimento, memorizzazione) sono uno dei meccanismi più importanti per l'acquisizione di meccanismi adattivi della personalità; 2) l'uso del termine "adattamento sociale" per denotare il processo mediante il quale un individuo o un gruppo raggiunge uno stato di equilibrio sociale nel senso di non sperimentare un conflitto con l'ambiente. In questo caso, stiamo parlando solo di conflitti con l'ambiente esterno e ignoriamo i conflitti interni dell'individuo. Il concetto interazionista di adattamento definisce l'adattamento effettivo di una persona come un adattamento, al raggiungimento del quale una persona soddisfa i requisiti minimi e le aspettative della società. Con l'età, quelle aspettative che si presentano alla persona socializzata diventano sempre più complesse. Ci si aspetta che l'individuo passi da uno stato di completa dipendenza non solo all'indipendenza, ma anche all'assunzione di responsabilità per il benessere degli altri. Nella direzione interazionista, una persona adattata è considerata una persona che non solo ha assimilato, accettato e implementato le norme sociali, ma si assume anche la responsabilità, stabilisce e raggiunge obiettivi. Secondo L. Phillips, l'adattamento si esprime in due tipi di risposte alle influenze ambientali: 1) accettazione e risposta efficace a quelle aspettative sociali che ciascuno soddisfa in base alla propria età e sesso. Ad esempio, attività educative, instaurazione di relazioni amichevoli, creazione di una famiglia, ecc. L. Phillips considera tale adattamento un'espressione di conformità a quei requisiti (norme) che la società impone al comportamento di un individuo; 2) flessibilità ed efficienza nel soddisfare condizioni nuove e potenzialmente pericolose, nonché la capacità di dare agli eventi la direzione che desiderano. In questo senso, adattamento significa che una persona utilizza con successo le condizioni create per raggiungere i suoi obiettivi, valori e aspirazioni. Il comportamento adattivo è caratterizzato da un processo decisionale di successo, prendere iniziative e definire chiaramente il proprio futuro. I rappresentanti della direzione interazionista condividono i concetti di "adattamento" e "adattamento". T. Shibutani credeva che ogni persona potesse essere caratterizzata da una combinazione di tecniche che gli permettessero di affrontare le difficoltà, e queste tecniche possono essere considerate come forme di adattamento. Pertanto, l'adattamento si riferisce a modi ben organizzati di affrontare i problemi tipici (al contrario dell'adattamento, che è che il corpo si adatta alle esigenze di situazioni specifiche). Questa comprensione dell'adattamento contiene l'idea dell'attività di un individuo, un'idea della natura creativa, propositiva e trasformativa della sua attività sociale. Quindi, indipendentemente dalle differenze nelle idee sull'adattamento in vari concetti, si può notare che la personalità agisce nel corso dell'adattamento come soggetto attivo di questo processo. S. L. Rubinshtein, analizzando le opere di S. Buhler, ha adottato e sviluppato l'idea del percorso di vita ed è giunto alla conclusione che il percorso di vita non può essere inteso solo come somma di eventi di vita, azioni individuali, prodotti della creatività. Deve essere presentato come qualcosa di più integrale. Per rivelare l'integrità, la continuità del percorso di vita, S. L. Rubinshtein ha proposto non solo di individuare le sue singole fasi, ma anche di scoprire come ciascuna fase prepara e influenza la successiva. Pur giocando un ruolo importante nel percorso della vita, queste fasi non lo predeterminano con fatale inevitabilità. Uno dei pensieri più importanti e interessanti di S. L. Rubinstein, secondo K. A. Abulkhanova-Slavskaya, è l'idea di trasformare le fasi nella vita di una persona, che sono determinate dalla personalità. S. L. Rubinstein afferma l'idea dell'attività della personalità, la sua “essenza attiva”, la capacità di fare scelte, prendere decisioni che influenzano il proprio percorso di vita. S. L. Rubinstein introduce il concetto di personalità come soggetto della vita. Le manifestazioni di questo soggetto consistono nel modo in cui vengono svolte le attività, nella comunicazione, in quali linee di comportamento si sviluppano in base ai desideri e alle possibilità reali. KA Abulkhanova-Slavskaya identifica tre strutture del percorso di vita: la posizione della vita, la linea della vita e il significato della vita. La posizione di vita, consistente nell'autodeterminazione dell'individuo, è formata dalla sua attività e si realizza nel tempo come una linea di vita. Il significato della vita determina in modo prezioso la posizione nella vita e la linea della vita. Particolare importanza è attribuita al concetto di "posizione di vita", che viene definita "il potenziale di sviluppo della personalità", "un modo di realizzare la vita" sulla base dei valori personali. Questo è il principale determinante di tutte le manifestazioni vitali della personalità. KA Abulkhanova-Slavskaya definisce il concetto di "prospettiva di vita" nel contesto del concetto di percorso di vita di una persona come il potenziale, le capacità di una persona, che si sviluppa oggettivamente nel presente, che dovrebbero manifestarsi anche in futuro. Seguendo S. L. Rubinstein, K. A. Abulkhanova-Slavskaya sottolinea: una persona è il soggetto della vita e il carattere individuale della sua vita si manifesta nel fatto che la personalità funge da organizzatore. L'individualità della vita consiste nella capacità dell'individuo di organizzarla secondo il suo progetto, secondo le sue inclinazioni e aspirazioni, che si riflettono nel concetto di "stile di vita". KA Abulkhanova-Slavskaya propone il criterio principale per la scelta corretta del percorso di vita di una persona: soddisfazione o insoddisfazione per la vita. La capacità di una persona di prevedere, organizzare, dirigere gli eventi della sua vita o, al contrario, obbedire al corso degli eventi della vita ci consente di parlare dell'esistenza di vari modi di organizzare la vita. Questi metodi sono considerati come la capacità di diversi tipi di individui di costruire le loro strategie di vita spontaneamente o consapevolmente. Il concetto stesso di strategia di vita KA Abulkhanova-Slavskaya definisce come un allineamento costante delle caratteristiche della sua personalità e del modo di vivere, la costruzione della sua vita basata sulle sue capacità individuali. La strategia di vita consiste nei modi di cambiare, trasformare le condizioni, le situazioni di vita in accordo con i valori dell'individuo, nella capacità di coniugare le proprie caratteristiche individuali, il proprio status e le opportunità di età, le proprie pretese con le esigenze della società e di chi lo circonda. In questo caso, una persona come soggetto della vita integra le sue caratteristiche come soggetto di attività, soggetto di comunicazione e soggetto di cognizione, e correla le sue capacità con gli scopi e gli obiettivi di vita prefissati. L'adattamento sociale è un indicatore integrativo dello stato di una persona, che riflette la sua capacità di svolgere determinate funzioni biosociali, vale a dire: adeguata percezione della realtà circostante e del proprio organismo; un adeguato sistema di relazioni e comunicazione con gli altri; capacità di lavorare, studiare, organizzare tempo libero e svago; variabilità (adattabilità) del comportamento in accordo con le aspettative di ruolo degli altri (Dizionario psicologico, M., 1997, p. 13). Quando si studia l'adattamento, una delle questioni più urgenti è la questione del rapporto tra adattamento e socializzazione. I processi di socializzazione e adattamento sociale sono strettamente correlati, poiché riflettono un unico processo di interazione tra individuo e società. Spesso, la socializzazione è associata solo allo sviluppo generale e all'adattamento - con i processi adattativi di una personalità già formata nelle nuove condizioni di comunicazione e attività. Il fenomeno della socializzazione è definito come il processo e il risultato dell'assimilazione della riproduzione attiva dell'esperienza sociale di un individuo, svolta nella comunicazione e nell'attività. Понятие социализации в большей степени имеет отношение к социальному опыту, развитию и становлению личности под воздействием общества, институтов и агентов социализации. В процессе социализации формируются психологические механизмы взаимодействия личности со средой, осуществляющиеся в процессе адаптации. Таким образом, в ходе социализации человек выступает как объект, воспринимающий, принимающий, усваивающий традиции, нормы, роли, созданные обществом; социализация обеспечивает нормальное функционирование индивида в обществе. В ходе социализации осуществляются развитие, формирование и становление личности, в то же время социализация личности является необходимым условием адаптации индивида в обществе. Социальная адаптация является одним из основных механизмов социализации, одним из путей более полной социализации. О. И. Зотова и И. К. Кряжева подчеркивают активность личности в процессе социальной адаптации. Они рассматривают социально-психологическую адаптацию как взаимодействие личности и социальной среды, которое приводит к правильным соотношениям целей и ценностей личности и группы. Адаптация происходит тогда, когда социальная среда способствует реализации потребностей и стремлений личности, служит раскрытию и развитию ее индивидуальности. В описании процесса адаптации фигурируют такие понятия, как «преодоление», «целенаправленность», «развитие индивидуальности», «самоутверждение». В зависимости от структуры потребностей и мотивов личности формируются следующие типы адаптационного процесса: тип, характеризующийся преобладанием активного воздействия на социальную среду; тип, определяющийся пассивным, конформным принятием целей и ценностных ориентаций группы. Как отмечает А. А. Реан, существует еще и третий тип адаптационного процесса, являющийся наиболее распространенным и наиболее эффективным с точки зрения адаптации. Это вероятностно-комбинированный тип, основанный на использовании обоих вышеназванных типов. При выборе того или иного варианта личность оценивает вероятность успешной адаптации при разных типах адаптационной стратегии. При этом оцениваются: а) требования социальной среды – их сила, степень ограничения целей личности, степень дестабилизирующего влияния и т. п.; б) потенциал личности в плане изменения, приспособления среды к себе. Большинство отечественных психологов выделяют два уровня адаптированности личности: полная адаптированность и дезадаптация. А. Н. Жмыриков предлагает учитывать следующие критерии адаптивности: степень интеграции личности с макро– и микросредой; степень реализации внутриличностного потенциала; эмоциональное самочувствие. А. А. Реан связывает построение модели социальной адаптации с критериями внутреннего и внешнего плана. При этом внутренний критерий предполагает психоэмоциональную стабильность, личностную конформность, состояние удовлетворенности, отсутствие дистресса, ощущения угрозы и состояния эмоционально-психологической напряженности. Внешний критерий отражает соответствие реального поведения личности установкам общества, требованиям среды, правилам, принятым в социуме, и критериям нормативного поведения. Таким образом, дезадаптация по внешнему критерию может происходить одновременно с адаптированностью по внутреннему критерию. Системная социальная адаптация – это адаптация как по внешнему, так и по внутреннему критерию. Таким образом, социальная адаптация подразумевает способы приспособления, регулирования, гармонизации взаимодействия индивида со средой. В процессе социальной адаптации человек выступает как активный субъект, который адаптируется к среде в соответствии со своими потребностями, интересами, стремлениями и активно самоопределяется. Guarda

ADATTAMENTO

IAdaptation (adattamento latino di adattamento: sinonimo: adattamento, reazioni adattative) sviluppo di nuove proprietà biologiche in un organismo, pop. Guarda

ADATTAMENTO

L'ADATTAMENTO in biologia è lo sviluppo di qualsiasi tratto che contribuisca alla sopravvivenza di una specie e alla sua riproduzione. Gli adattamenti possono essere morfologici, fisiologici o comportamentali, mentre gli adattamenti morfologici includono cambiamenti nella forma o nella struttura del corpo. Un esempio di tale adattamento è il guscio duro delle tartarughe, che fornisce protezione dagli animali predatori. Gli adattamenti fisiologici sono associati ai processi chimici nel corpo. Pertanto, l'odore di un fiore può servire ad attirare gli insetti e quindi contribuire all'impollinazione della pianta. L'adattamento comportamentale è associato a un aspetto specifico della vita dell'animale. Un tipico esempio è il sonno invernale di un orso. La maggior parte degli adattamenti sono una combinazione di questi tipi. Ad esempio, il succhiasangue nelle zanzare è fornito da una complessa combinazione di adattamenti come lo sviluppo di parti specializzate dell'apparato orale adattate alla suzione, la formazione di comportamenti di ricerca per trovare una vittima animale, nonché la produzione di speciali secrezioni da parte delle ghiandole salivari che impediscono la coagulazione del sangue succhiato. adattarsi all'ambiente. Per capire come ciò avvenga, è necessario considerare non solo l'animale o la pianta nel suo insieme, ma anche la base genetica dell'adattamento, la base genetica. In ogni specie, il programma per lo sviluppo dei tratti è incorporato nel materiale genetico. Il materiale e il programma in esso codificato vengono passati da una generazione all'altra, rimanendo relativamente invariati, a causa del quale i rappresentanti dell'una o dell'altra specie sembrano e si comportano quasi allo stesso modo. Tuttavia, in una popolazione di organismi di qualsiasi specie, ci sono sempre piccoli cambiamenti nel materiale genetico e, quindi, variazioni nei tratti dei singoli individui. È da queste diverse variazioni genetiche che il processo di adattamento seleziona quei tratti o favorisce lo sviluppo di quei tratti che aumentano maggiormente le possibilità di sopravvivenza e quindi la conservazione del materiale genetico. L'adattamento, quindi, può essere visto come un processo mediante il quale il materiale genetico aumenta le sue possibilità di sopravvivenza nelle generazioni future. Da questo punto di vista, ogni specie rappresenta un modo efficace di preservare un certo materiale genetico. Per trasferire materiale genetico, un individuo di qualsiasi specie deve essere in grado di nutrirsi, sopravvivere fino alla stagione riproduttiva, lasciare la prole e poi diffonderla su un territorio quanto più vasto possibile. Tutte le piante e gli animali devono ricevere energia e varie sostanze dall'ambiente, principalmente ossigeno, acqua e composti inorganici. Quasi tutte le piante utilizzano l'energia del Sole, trasformandola nel processo di fotosintesi (vedi anche FOTOSINTESI). Gli animali ottengono la loro energia nutrendosi di piante o altri animali, e ogni specie è in qualche modo adattata per procurarsi il cibo. I falchi hanno artigli affilati per afferrare la preda e la posizione degli occhi davanti alla testa consente loro di stimare la profondità dello spazio, necessaria per la caccia quando si vola ad alta velocità. Altri uccelli, come gli aironi, hanno sviluppato lunghi colli e zampe. Si nutrono vagando attentamente in acque poco profonde e intrappolando gli animali acquatici. I fringuelli di Darwin, un gruppo di specie di uccelli strettamente imparentate delle Isole Galapagos, forniscono un classico esempio di adattamento altamente specializzato a diversi modelli di alimentazione. A causa di alcuni cambiamenti morfologici adattivi, principalmente nella struttura del becco, alcune specie sono diventate granivore, altre insettivore.Se ci rivolgiamo ai pesci, i predatori, come squali e barracuda, hanno denti aguzzi per catturare le prede. Altri, come le piccole acciughe e le aringhe, ottengono piccole particelle di cibo filtrando l'acqua di mare attraverso le branchie a forma di pettine.Nei mammiferi la struttura dei denti è un ottimo esempio di adattamento al tipo di dieta. I canini ei molari di leopardi e altri felini sono estremamente affilati, il che consente a questi animali di tenere e lacerare il corpo della vittima. In cervi, cavalli, antilopi e altri animali al pascolo, i grandi molari hanno ampie superfici a coste adatte a masticare erba e altri alimenti vegetali.Vari metodi per ottenere sostanze nutritive possono essere osservati non solo negli animali, ma anche nelle piante. Molti di loro, principalmente legumi - piselli, trifoglio e altri - si sono sviluppati simbiotici, ad es. rapporto reciprocamente vantaggioso con i batteri: i batteri convertono l'azoto atmosferico in una forma chimica disponibile per le piante e le piante forniscono energia ai batteri. Le piante insettivore come la caracenia e la drosera ricevono azoto dai corpi degli insetti catturati dalle foglie intrappolate. L'ambiente è costituito da componenti viventi e non viventi. L'ambiente di vita di qualsiasi specie include animali che si nutrono di individui di quella specie. Gli adattamenti delle specie carnivore sono diretti verso un foraggiamento efficiente; le specie preda si adattano per evitare di cadere preda dei predatori Molte potenziali specie di prede hanno colori protettivi o mimetici che le nascondono ai predatori. Pertanto, in alcune specie di cervo, la pelle maculata dei giovani è invisibile sullo sfondo di punti alternati di luce e ombra e le lepri bianche sono difficili da distinguere sullo sfondo del manto nevoso. Anche i corpi lunghi e snelli degli insetti stecco sono difficili da vedere perché assomigliano a ramoscelli o rametti di cespugli e alberi.Cervi, lepri, canguri e molti altri animali hanno sviluppato gambe lunghe che consentono loro di sfuggire ai predatori. Alcuni animali, come gli opossum ei serpenti dalla faccia di maiale, hanno persino sviluppato un comportamento peculiare: l'imitazione della morte, che aumenta le loro possibilità di sopravvivenza, poiché molti predatori non mangiano le carogne. Alcune specie vegetali sono coperte di spine o spine che spaventano gli animali. Molte piante hanno un sapore disgustoso per gli animali e fattori ambientali, in particolare climatici, spesso mettono gli organismi viventi in condizioni difficili. Ad esempio, animali e piante spesso devono adattarsi a temperature estreme. Gli animali sfuggono al freddo utilizzando pellicce o piume isolanti, migrando verso climi più caldi o ibernando. La maggior parte delle piante sopravvive al freddo, entrando in uno stato dormiente equivalente all'ibernazione negli animali.In calore, il raffreddamento dell'animale avviene attraverso la sudorazione o la respirazione rapida, che aumenta l'evaporazione. Alcuni animali, soprattutto rettili e anfibi, sono in grado di andare in letargo in estate, che è essenzialmente lo stesso del letargo invernale, ma causato dal caldo, non dal freddo. Altri cercano semplicemente un luogo fresco: le piante possono mantenere la loro temperatura in una certa misura regolando la velocità di evaporazione, che ha lo stesso effetto rinfrescante della sudorazione degli animali. La riproduzione è una fase critica per garantire la continuità della vita, il processo durante il quale il materiale genetico viene trasmesso alla generazione successiva. La riproduzione ha due aspetti importanti: l'incontro di individui di sesso diverso per lo scambio di materiale genetico e l'allevamento della prole Il numero di adattamenti che assicurano l'incontro di individui di sesso diverso è una comunicazione sana. In alcune specie, l'olfatto gioca un ruolo importante in questo senso. Ad esempio, i gatti sono fortemente attratti dall'odore di un gatto durante l'estro. Molti insetti secernono il cosiddetto. gli attrattivi sono sostanze chimiche che attraggono individui del sesso opposto. Gli odori dei fiori sono adattamenti delle piante efficaci per attirare gli insetti impollinatori. Alcuni fiori hanno un odore dolce e attirano le api che mangiano il nettare; altri hanno un odore disgustoso, attirano mosche che si nutrono di carogne.La vista è anche molto importante per incontrare individui di sesso diverso. Negli uccelli, il comportamento di accoppiamento del maschio, le sue piume lussureggianti e i colori vivaci attirano la femmina e la preparano per l'accoppiamento. Il colore di un fiore nelle piante spesso indica quale animale è necessario per impollinare quella pianta. Ad esempio, i fiori impollinati dai colibrì sono colorati di rosso, il che attira questi uccelli Molti animali hanno sviluppato modi per proteggere la loro prole durante il periodo iniziale della vita. La maggior parte di questi adattamenti sono comportamentali e comportano azioni di uno o entrambi i genitori che aumentano le possibilità di sopravvivenza dei giovani. La maggior parte degli uccelli costruisce nidi specifici per ogni specie. Tuttavia, alcune specie, come l'uccello bovino, depongono le uova nei nidi di altre specie di uccelli e affidano i piccoli alle cure parentali della specie ospitante. Molti uccelli e mammiferi, così come alcuni pesci, hanno un periodo in cui uno dei genitori si assume grandi rischi, assumendo la funzione di proteggere la prole. Sebbene questo comportamento a volte minacci la morte del genitore, garantisce la sicurezza della prole e la conservazione del materiale genetico. Diverse specie animali e vegetali utilizzano una strategia di riproduzione diversa: producono un numero enorme di prole e la lasciano non protetta. In questo caso, le scarse possibilità di sopravvivenza in un individuo in crescita sono bilanciate dal gran numero di prole. Vedi anche RIPRODUZIONE Reinsediamento. La maggior parte delle specie ha sviluppato meccanismi per rimuovere la prole dai luoghi in cui sono nati. Questo processo, chiamato dispersione, aumenta la probabilità che la prole cresca in un'area che non è stata ancora occupata La maggior parte degli animali evita semplicemente i luoghi in cui la concorrenza è troppo forte. Tuttavia, si stanno accumulando prove che la dispersione è guidata da meccanismi genetici e molte piante si sono adattate alla propagazione dei semi da parte degli animali. Quindi, i frutti composti di cocklebur hanno degli uncini sulla superficie, con i quali si aggrappano alla lana degli animali di passaggio. Altre piante producono frutti gustosi e carnosi come le bacche che vengono mangiate dagli animali; i semi passano attraverso il tubo digerente e vengono "seminati" intatti altrove. Il vento viene utilizzato anche per diffondere le piante. Ad esempio, le "eliche" dei semi d'acero sono trasportate dal vento, così come i semi dell'ovatta, che hanno creste di peli fini. Le piante steppiche del tipo Tumbleweed, che acquisiscono una forma sferica nel momento in cui i semi maturano, sono sospinte dal vento su lunghe distanze, spargendo i semi lungo il percorso. Sopra c'erano solo alcuni dei più eclatanti esempi di adattamenti. Tuttavia, quasi tutti i tratti di qualsiasi tipo sono il risultato dell'adattamento. Tutti questi segni costituiscono una combinazione armoniosa, che consente al corpo di condurre con successo il proprio stile di vita speciale. Una persona in tutte le sue caratteristiche, dalla struttura del cervello alla forma dell'alluce, è il risultato dell'adattamento. I tratti adattivi facilitavano la sopravvivenza e la riproduzione dei suoi antenati, che avevano gli stessi tratti. In generale, il concetto di adattamento è di grande importanza per tutte le aree della biologia. Vedi anche HERITAGE. Guarda

ADATTAMENTO

ADATTAMENTO (dal tardo lat. Adaptatio - adattamento) sociale, un tipo di interazione di una persona o di un gruppo sociale con l'ambiente sociale, in ho. Guarda