Cos'è l'Agnosia?

L'agnosia è una malattia caratterizzata da una violazione di alcuni tipi di percezione, derivante da danni alla corteccia cerebrale e alle strutture subcorticali adiacenti.

Quando le parti di proiezione (primarie) della corteccia sono disturbate, si verificano disturbi della sensibilità (perdita dell'udito, funzioni visive e dolorose alterate). Nel caso in cui siano interessate le parti secondarie della corteccia cerebrale, si perde la capacità di percepire ed elaborare le informazioni ricevute.

Agnosia uditiva

L'agnosia uditiva è il risultato di un danno all'analizzatore uditivo. Se la parte temporale dell'emisfero sinistro è stata danneggiata, si verifica una violazione dell'udito fonemico, caratterizzata da una perdita della capacità di distinguere i suoni della parola, che può portare a un disturbo del linguaggio stesso sotto forma di afasia sensoriale. In questo caso, il discorso espressivo del paziente è una cosiddetta "insalata verbale". Possono verificarsi anche violazioni di dettatura e lettura ad alta voce..

Se l'emisfero destro è danneggiato, il paziente smette di riconoscere assolutamente tutti i suoni e rumori. Se le parti anteriori del cervello sono interessate, tutti i processi procedono con la conservazione dei sistemi uditivo e visivo, ma con una violazione della percezione generale e del concetto della situazione. Molto spesso, questo tipo di agnosia uditiva si osserva nelle malattie mentali.

L'aritmia dell'agnosia uditiva è caratterizzata dall'incapacità di comprendere e riprodurre un certo ritmo. La patologia si manifesta con danni alla tempia destra.

Un tipo separato di agnosia uditiva è un processo che si manifesta in una violazione della comprensione dell'intonazione del discorso di altre persone. Si verifica anche con la sconfitta temporale destra.

Agnosia visiva

L'agnosia visiva è una violazione della capacità di riconoscere gli oggetti e le loro immagini con completa sicurezza visiva. Si manifesta con numerose lesioni della corteccia occipitale. L'agnosia visiva è suddivisa in diversi sottotipi:

  • L'agnosia simultanea è una violazione della capacità di percepire un gruppo di immagini che formano un unico insieme. In questo caso, il paziente può distinguere tra immagini singole e complete. Si sviluppa a seguito di danni all'area in cui si verifica la giunzione dei lobi occipitale, parietale e temporale del cervello;
  • L'agnosia del colore è l'incapacità di distinguere i colori mantenendo la visione dei colori;
  • La lettera agnosia è l'incapacità di riconoscere le lettere. Questa patologia è chiamata "analfabetismo acquisito". Quando la parola è intatta, i pazienti non possono né scrivere né leggere. Si sviluppa quando l'emisfero dominante della regione occipitale è danneggiato.

Agnosia tattile

L'agnosia tattile è una violazione del riconoscimento di forme e oggetti al tatto. Appare dopo la sconfitta del lobo parietale degli emisferi destro o sinistro. Esistono diversi tipi di agnosia di questa natura:

  • L'agnosia soggetta è una patologia in cui il paziente non può determinare la dimensione, la forma e il materiale di un oggetto, mentre è in grado di determinarne tutti i segni;
  • Agnosia tattile: incapacità di riconoscere lettere e numeri disegnati sulla mano del paziente;
  • L'agnosia delle dita è una patologia caratterizzata da una violazione della definizione dei nomi delle dita quando le si tocca con gli occhi chiusi del paziente;
  • Somatoagnosia: l'incapacità di identificare parti del corpo e la loro posizione l'una rispetto all'altra.

Agnosia spaziale

Un tipo come l'agnosia spaziale è caratterizzato dall'incapacità di riconoscere le immagini spaziali e di navigare sul posto. In tali situazioni, il paziente non è in grado di distinguere la destra da quella sinistra, confonde la disposizione delle lancette sull'orologio e cambia le lettere in parole in parole. Si manifesta come risultato di danni al lobo occipitale scuro. Disturbi diffusi delle strutture corticali possono portare a una sindrome in cui il paziente ignora metà dello spazio. Con questa variante dell'agnosia spaziale, non nota completamente oggetti o immagini situati su un lato (ad esempio, a destra). Mentre ridisegna, raffigura solo una parte del disegno, dicendo che l'altra parte non esiste affatto.

Anosognosia

Tra tutte le altre forme di questa patologia, si distingue un tipo speciale di agnosia: la cosiddetta anosognosia (sindrome di Anton-Babinsky). Questa patologia è caratterizzata dalla negazione da parte del paziente della sua malattia o da una ridotta criticità della sua valutazione. Si verifica con lesioni dell'emisfero sottodominante.

Diagnosi, trattamento e prognosi per l'agnosia

L'agnosia viene diagnosticata nel corso di un esame neurologico completo, il suo tipo esatto viene rivelato utilizzando test speciali.

Il trattamento di questo complesso di sintomi si verifica durante il trattamento della malattia sottostante e pertanto ha una variabilità significativa. Oltre al trattamento, la prognosi dipende dalla gravità della patologia sottostante. Nella pratica medica vengono descritti casi, sia di una cura spontanea dell'agnosia, sia di un decorso prolungato della malattia, quasi per tutta la vita.

Le informazioni sono generalizzate e fornite solo a scopo informativo. Al primo segno di malattia, consultare il medico. L'automedicazione è pericolosa per la salute!

Agnosia

io

AgnoseI (greco prefisso negativo a- + cognizione gnōsis)

violazione dei processi di riconoscimento e comprensione del significato di oggetti, fenomeni e stimoli che provengono sia dall'esterno che dal proprio corpo mantenendo la coscienza e le funzioni degli organi di senso. In contrasto con i disturbi elementari delle sensazioni e delle percezioni, A. è un disturbo dell'attività nervosa superiore, in cui soffrono i meccanismi gnostici (cognitivi) superiori della riproduzione integrale delle immagini integrali. Distinguere tra forme gustative (riconoscimento alterato delle sostanze secondo il loro gusto), visive, olfattive (riconoscimento alterato di un oggetto e una sostanza dall'olfatto), sensibili e uditive di A. Il carattere specifico di A. dipende dalla localizzazione della lesione nelle parti corrispondenti della corteccia cerebrale. La A. visiva si verifica quando sono interessate le parti parietale posteriore e occipitale anteriore della corteccia; uditivo - con danni al lobo temporale; sensibile - con danni principalmente alla regione temporale. Alcuni A., in particolare l'anosognosia, possono indicare la localizzazione del processo nell'emisfero destro del cervello. Nei bambini, A. si osserva nella paralisi cerebrale infantile e nelle lesioni corticali di varie eziologie..

Visivo (ottico) A. - non riconoscere gli oggetti e le loro immagini durante la percezione visiva. Con questo modulo A. il paziente vede oggetti e immagini, ma non li riconosce, ad esempio prende per ore un telefono con disco rotante; quando gli viene chiesto di disegnare un oggetto, può raffigurarne solo i singoli dettagli, ma non può disegnare e completare l'intera immagine. La gravità della A. visiva dipende dalla prevalenza del processo patologico; con lesioni limitate si osservano forme cancellate che compaiono in condizioni complicate: quando manca il tempo o quando le immagini si presentano in condizioni "rumorose", ad esempio quando le figure di contorno sono barrate da linee tratteggiate, ecc. I tipi di A. visivo sono A. appercettivi (l'impossibilità di riconoscere oggetti e immagini mentre viene preservata la percezione dei loro segni individuali - il paziente può nominare il colore, la forma, la dimensione dell'oggetto, ma non può riconoscere l'oggetto stesso); associativa A. (il paziente percepisce l'intera immagine visiva nel suo insieme, ma non può riconoscerla); A. visivo-spaziale (incapacità di valutare le relazioni spaziali nella percezione visiva o nella riproduzione di immagini, strutture); prosopagnosia, o A. sui volti (non riconoscendo volti familiari e le loro fotografie); simultanea A. (violazione della percezione sintetica simultanea di singole immagini che compongono un'unica trama); colore A. (incapacità di riconoscere i colori, nominarli, scegliere oggetti del colore specificato da un insieme di oggetti multicolori).

Sensibile A. - l'impossibilità di riconoscere oggetti da stimoli tattili, dolorosi, termici, propriocettivi o loro combinazioni. A. sensibile include somatoagnosia, A. spaziale, emisomatoagnosia, anosognosia, A. digitale e tattile e anche astereognosi. Somatoagnosia: l'incapacità di percepire adeguatamente il tuo corpo e le sue frequenti (violazioni dello schema corporeo). Parti del corpo (testa, braccio o gamba) possono essere percepite come sproporzionatamente grandi o piccole, oppure potrebbe non esserci alcuna sensazione di parti del corpo (autopagnosia). Spaziale A. - ignorando un lato (di solito sinistro) del corpo e il lato sinistro dello spazio. L'emisomatoagnosia è il riconoscimento di solo una metà del corpo. L'anosognosia è l'inconsapevolezza del proprio difetto, ad esempio un arto paralizzato. Dito A. - incapacità di riconoscere, mostrare e nominare le dita, spostare il dito nominato. Tattile A. - l'incapacità di distinguere gli oggetti (carta, vetro, pelle, ecc.) Quando vengono toccati. Astereognosi: non riconoscere gli oggetti al tatto, se possibile, per descrivere i loro segni individuali.

Uditivo (acustico) A. - compromissione della capacità di distinguere i suoni della parola (fonemi) e comprendere il discorso rivolto al paziente (vedere Afasia).

Se si sospetta A., viene mostrato un esame neurologico completo del paziente e l'esclusione della patologia degli organi sensoriali. Nella diagnosi della A. visiva, vengono utilizzati insiemi di oggetti e immagini (colorati, monocromatici, di contorno, con immagini sotto dipinte), così come figure barrate e "rumorose", immagini di lettere e numeri che sono simili nei contorni, disegni con contorni sovrapposti di vari oggetti, immagini di soggetti, fotografie di volti familiari. Al paziente vengono offerti vari compiti (disegnare e anche riprodurre disegni). Nella diagnosi di A. uditivo, vengono utilizzati compiti speciali per differenziare suoni familiari e fonemi vicini nel suono, la percezione e la riproduzione di strutture sonore ritmiche, prestare attenzione alla comprensione del parlato (Discorso). L'identificazione delle diverse forme A. è di grande valore topico e diagnostico..

Bibliografia: S.V. Bebenkova Sindromi cliniche di danno all'emisfero destro del cervello in ictus acuto, M., 1971; Badalyan L.O. Neurologia da bambini, M., 1984; Luria A.R. Fondamenti di neuropsicologia, M., 1973; Chomskaya E. D. Neuropsicologia, M., 1987.

II

AgnoseI (agnosia; A- + cognizione gnōsis greca)

violazione dei processi di riconoscimento di oggetti e fenomeni mantenendo la coscienza e la funzione degli organi di senso; osservato quando alcune parti della corteccia cerebrale sono interessate.

AgnoseSono un acusticoecheskaya (a.acustica) - vedi Agnosia uditiva.

AgnoseSono apperceptechiaro (A. apperceptiva; syn. Lissauer apperceptive agnosia) - visivo A., caratterizzato dall'impossibilità di riconoscere interi oggetti o le loro immagini pur mantenendo la percezione dei soli segni individuali.

AgnoseSono apperceptechiaro Lisseuera - vedi Agnosia apperceptive.

AgnoseSono un socioechiaro (a. associativa) - visivo A., caratterizzato da una violazione della capacità di riconoscere e nominare oggetti integrali e le loro immagini mantenendo la loro percezione distinta.

AgnoseSono malatoeI (a. Dolorosa) - A., manifestato da un disturbo nella percezione degli stimoli dolorosi, ad esempio la percezione di un'iniezione come un tocco.

AgnoseIo assaggioeI (a. Gustatoria) - A., manifestato da un disturbo nel riconoscimento delle sostanze dal loro gusto.

Agnoseio spementale (a. visualis; sin.: A. ottica, cecità mentale ") - A., caratterizzato da un disturbo del riconoscimento di oggetti e fenomeni mantenendo la loro percezione visiva.

AgnoseSono su letsa (prosopagnosia; sinonimo prosopagnosia) - visivo A., manifestato dalla mancanza di riconoscimento di volti familiari.

AgnoseSento l'odoreiotel (a. olfactoria) - A., manifestato da un disturbo del riconoscimento di oggetti o sostanze dal loro odore.

AgnoseIo all'ingrossoecheskaya (a. optica) - vedi Agnosia visual.

AgnoseSono le ditaeI (a. Digitorum) - una violazione isolata del riconoscimento, selezione e visualizzazione differenziale delle dita, sia le dita proprie che di altre persone; parte della sindrome del giro angolare.

AgnoseSono largoenatal (a. spatialis) - visivo A., caratterizzato da una violazione della capacità di navigare nello spazio o valutare le relazioni spaziali.

Agnoseio sono simultennaya (a. simultanea; francese simultane simultaneo, lat. simul insieme, simultaneamente) - A. visuale, in cui il riconoscimento dei singoli oggetti è preservato, ma non c'è capacità di percepire un gruppo di oggetti (immagini) nel suo insieme o una situazione nel suo insieme.

AgnoseSi diceeI (a. Auditiva; sin.: A. acustica, sordità mentale) - A., manifestata dall'incapacità di distinguere i suoni della parola (fonemi) e riconoscere gli oggetti dai loro suoni caratteristici.

AgnoseSono tattoelino (a. tactilis) - A., manifestato dall'incapacità di determinare al tatto la natura della superficie degli oggetti.

Agnosia - che cos'è? Tipi, cause, segni, principi di trattamento della malattia

L'agnosia è una violazione di diversi tipi di percezione (tattile, uditiva e visiva) mantenendo la coscienza e la sensibilità. Questa condizione si riferisce a patologia e si verifica a causa di danni alla corteccia e alle strutture sottocorticali del cervello.

Perché sta succedendo? Qual è la ragione per il verificarsi dell'agnosia? Quali sono i tipi di patologia? Quali sintomi indicano la sua presenza? E, soprattutto, come affrontarlo? Bene, questo e molto altro verrà discusso ora.

Cause

I cambiamenti patologici nei campi associativi di proiezione secondari della corteccia cerebrale sono i fattori che provocano l'agnosia. I motivi per cui si verificano sono evidenziati nel seguente elenco:

  • Trauma cranico. Questa è la causa principale dell'agnosia. La patologia si sviluppa a causa di danni meccanici alle zone secondarie della corteccia, che si sono verificati al momento della lesione, nonché a causa di processi post-traumatici (disturbi microcircolari, infiammazioni, ematomi).
  • Disturbi acuti della circolazione cerebrale. In termini semplici, i neuroni dei campi secondari nel segmento dell'ictus emorragico o ischemico muoiono. Ciò porta alle modifiche sopra descritte.
  • Ischemia cerebrale cronica. Questo è il nome di una condizione patologica caratterizzata da una mancanza di afflusso di sangue, a causa della quale non esiste un normale metabolismo nel sistema nervoso centrale. Il fallimento progredisce e alla fine porta alla demenza - demenza acquisita.
  • Tumori cerebrali. Portano alla compressione e alla successiva distruzione dei neuroni..
  • Encefalite (infiammazione del cervello). Ha eziologia post-vaccinazione, batterica, virale e parassitaria.
  • Malattie degenerative del sistema nervoso centrale. Questi includono il morbo di Parkinson, di Pick, di Schilder e di Alzheimer.

Cosa si può dire della patogenesi dell'agnosia? Questo è un argomento piuttosto complesso e specifico..

In termini semplici, le informazioni che entrano nel cervello umano passano attraverso tre campi associativi. Il primo lo accetta. Nella seconda viene analizzata e generalizzata. Il terzo sintetizza.

Quindi, con l'agnosia nel secondo campo, si osserva una disfunzione, un disturbo a causa del quale questa catena viene interrotta. È per questo che una persona perde la capacità di percepire immagini olistiche e riconoscere gli stimoli esterni. Tuttavia, la funzione degli analizzatori rimane intatta..

Patologia uditiva

Con questa violazione, una persona ha difficoltà a riconoscere parole e suoni, nonostante la sicurezza delle funzioni degli analizzatori coinvolti in questo. L'agnosia uditiva si verifica a causa di danni alla regione temporale.

Esistono tre tipi di questa patologia:

  • Semplice. Una persona non è in grado di identificare i suoni: gocciolare acqua dal rubinetto, fruscio delle foglie degli alberi, bussare alla porta, scricchiolio di una sedia, ecc..
  • Ascoltare il discorso. La persona non riconosce la parola. Per lui, suona come un insieme di suoni non familiari.
  • Tonale. La persona non percepisce alcun aspetto espressivo della voce. Semplicemente non distingue tra colorazione emotiva, timbro, tono. Ma il significato di quanto gli è stato detto è assolutamente chiaro.

Inoltre, parlando dei tipi e delle cause dell'agnosia uditiva, va notato che spesso viene diagnosticata una forma cancellata di compromissione della percezione. Il suo sintomo principale è la compromissione della memoria uditiva. Una persona semplicemente non riesce a ricordare più di un segnale acustico..

Diagnosi di patologia uditiva

È necessario parlarne in continuazione dell'argomento. Non è difficile per un medico rilevare la presenza di agnosia uditiva. Di solito vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • Alla persona viene chiesto di ripetere una frase espressa da qualcun altro. Se ha l'agnosia, accorcia le parole, fa uscire le sillabe. Inoltre non riescono a imparare nemmeno la poesia più semplice..
  • Al paziente viene chiesto di riprodurre un determinato ritmo o numero di suoni (applausi, ad esempio). Una persona con agnosia non sarà in grado di farlo: sottovaluterà o sovrastimerà il loro numero e timbro..
  • Al paziente vengono date diverse composizioni da ascoltare. Una persona con agnosia non può distinguere l'una dall'altra. Se gli permetti di ascoltarli in pochi minuti, non li riconoscerà. Nei casi più gravi, una persona sviluppa mal di testa durante l'ascolto di musica, ansia.
  • Alla persona vengono date registrazioni vocali da ascoltare e gli viene chiesto di descriverle. Le persone con agnosia non saranno in grado di dire chi sta parlando: un uomo o una donna.

Tuttavia, nonostante la presenza di disturbi così gravi, i pazienti con patologia nella maggior parte dei casi hanno un udito acuto sensibile..

Patologia tattile: caratteristiche e diagnostica

Poiché stiamo parlando di quali sono le principali cause di agnosia e quali sono, è necessario parlare di questo tipo di malattia..

Con la patologia tattile, una persona non è in grado di riprodurre le sensazioni fisiologiche da lui provate. Il motivo sta nella sconfitta delle aree secondarie del cervello. La percezione visiva rimane normale, ma una persona non può riconoscere questo o quell'oggetto al tatto, a causa del quale perde la capacità di navigare nello spazio.

Non è difficile riconoscere se un paziente ha agnosia tattile. Hai solo bisogno di chiudere gli occhi e fargli sentire un oggetto. Una persona semplicemente non può determinarne le dimensioni, la forma e l'affiliazione funzionale..

In casi particolarmente gravi, i pazienti non sono nemmeno in grado di determinare la qualità del materiale. Non capiscono davvero se un oggetto sembra ruvido o liscio, bagnato o asciutto, ecc..

Anosognosia

Questo è uno dei tipi di somatoagnosia, una patologia in cui una persona non riconosce parti del proprio corpo. Questo tipo di malattia include le seguenti manifestazioni:

  • Anosognosia dell'emiplegia. La persona non è consapevole di avere una paresi o paralisi unilaterale, o lo nega.
  • Anosognosia della cecità. Il paziente nega o non si rende conto di non essere in grado di vedere. Percepisce le immagini confabulatorie come reali..
  • Anosognosia dell'afasia. Con questo disturbo, una persona non nota affatto i suoi errori di parola, anche se parla nel modo più indistinto possibile.

In termini semplici, il termine "anosognosia" indica una mancanza di consapevolezza dei propri disturbi e malattie. Una persona non solo li nega per principio, ma crede davvero sinceramente di essere sano.

Autotopagnosia

E questo è il secondo tipo di disturbo correlato alla somatoagnosia. Puoi scoprire la sua presenza in una persona ignorando metà del suo corpo. E molti pazienti semplicemente non riconoscono alcune delle sue singole parti o valutano in modo errato la loro posizione nello spazio..

Questo tipo di patologia include:

  • Emisomatoagnosia. Una persona ignora metà del corpo, ma allo stesso tempo le sue funzioni sono parzialmente preservate. Il paziente semplicemente non li usa. Può "dimenticare" di avere un braccio sinistro, una gamba, ecc..
  • Somatoparagnosia. Il paziente percepisce la parte del corpo interessata come estranea. Può credere seriamente che qualcun altro sia accanto a lui e che la sua seconda gamba, mano, ecc. Gli appartenga. Nei casi più gravi, le persone avvertono la "separazione" del corpo, come se fosse stato tagliato in due parti.
  • Allostesia somatica. Il paziente avverte un aumento del numero dei suoi arti. Ad esempio, potrebbe pensare di avere due o tre mani sinistre.
  • Postura autopagnosia. Una persona non è in grado di determinare esattamente in quale posizione si trovano le sue parti del corpo. Non capisce davvero se la sua mano è in basso o in alto, se è seduto o sdraiato.
  • Violazione dell'orientamento. Con questa patologia, il paziente non conosce concetti come "destra" e "sinistra". Questo di solito è causato da un danno al lobo parietale sinistro..
  • Agnosia delle dita. Patologia specifica. Se è presente, una persona non è in grado di mostrare sulla sua mano il dito che il medico mostra sulla sua mano.

Anche l'apractoagnosia appartiene a violazioni di questo tipo. Questo è un caso speciale. È difficile per le persone con questo disturbo eseguire movimenti orientati nello spazio. È difficile per loro rifare il letto (mettono il copriletto non lungo, ma trasversalmente), trovare la strada per la stanza o il reparto, mettere i piedi nella gamba dei pantaloni o indossare la maglietta sul lato destro.

Come in ogni altro caso, nella diagnosi della somatoagnosia vengono utilizzati metodi, test e test neuropsicologici..

Agnosia visiva

Si manifesta nell'incapacità di riconoscere e determinare le informazioni che arrivano attraverso l'analizzatore visivo. Esistono i seguenti tipi di agnosia di questo tipo:

  • Soggetto. Una persona non riconosce gli oggetti. Può descrivere alcuni dei loro segni, ma non è in grado di dire esattamente cosa vede. Causa: danno alla superficie convessitale della regione occipitale sinistra.
  • Prosopagnosia. Una persona non riconosce un volto. Se il suo amico si trova di fronte a lui, distinguerà i suoi occhi, labbra, naso, guance, capelli, ma non capirà chi è. In casi particolarmente gravi, le persone non si riconoscono nemmeno allo specchio. Causa: danno alla regione occipitale inferiore dell'emisfero destro.
  • Colore. Una persona non può raccogliere le stesse sfumature e determinare in che modo questo o quel colore si riferisce a qualsiasi oggetto. Ad esempio, non capisce che l'arancione è arancione. Causa: danno alla regione occipitale dell'emisfero dominante sinistro.
  • Ottico. Una persona non può immaginare un oggetto e dargli una caratteristica (descriverne la consistenza, la forma, le dimensioni, l'ombra, ecc.). Gli viene chiesto di descrivere un cetriolo e capisce di cosa si tratta, ma non può parlare di questo ortaggio. Causa: danno bilaterale alla lesione della regione occipito-parietale.
  • Simultanea. Una persona è in grado di percepire solo un'unità semantica. Vede un solo oggetto, indipendentemente dalle sue dimensioni. Causa: restringimento del campo visivo, danno alla parte anteriore del lobo occipitale dominante.
  • Motore ottico. Una persona non può dirigere il suo sguardo nella direzione necessaria, concentrarsi su un dato oggetto. È persino difficile per lui leggere, poiché il passaggio da una parola all'altra è un vero problema. Causa: danno bilaterale alla regione occipito-parietale.

Con qualsiasi agnosia visiva, come era già possibile capire, i sintomi sono molto specifici. Una persona che soffre di questa patologia deve fare molto lavoro per analizzare ciò che vede.

Patologia ottico-spaziale

È caratterizzato da un disturbo nel determinare i parametri dello spazio. Ecco i tipi di questa violazione:

  • Agnosia della profondità. Una persona non può localizzare correttamente gli oggetti in tre coordinate spaziali. Soprattutto in profondità. Causa: violazioni nella regione parieto-occipitale (sezioni centrali, di regola).
  • Patologia stereoscopica. L'incapacità di vedere un'immagine tridimensionale, in altre parole. Causa: rottura dell'emisfero sinistro.
  • Patologia unilaterale spaziale. Una persona semplicemente non percepisce ciò che sta accadendo alla sua sinistra. Causa: lesione del lobo parietale, lato controlaterale del prolasso.
  • Violazione dell'orientamento topografico. Con questa patologia, una persona conserva la memoria, ma perde la capacità di navigare. Può perdersi nel suo cortile, perdersi nella città in cui ha vissuto tutta la vita. Causa: danno alla regione parieto-occipitale.

La presenza di una delle patologie non è solo scomoda, ma pericolosa. Se, ad esempio, a una persona viene diagnosticata un'agnosia visiva ottico-spaziale, i cui sintomi sono stati discussi sopra, allora può facilmente perdersi anche nel suo appartamento. Pertanto, la malattia deve essere affrontata. Ma come?

Diagnosi di patologie visive

Avendo sospettato la presenza di una malattia, è necessario andare da un neuropsicologo. Per prima cosa, diagnosticherà l'agnosia e poi prescriverà un trattamento.

Esistono molti metodi per determinare la presenza di patologia. Per esempio:

  • Chiudono gli occhi e danno l'oggetto al tatto. Lo descrive, dà il nome corretto. Quindi mostrano una foto di questo oggetto. In presenza del soggetto agnosia, non lo riconoscerà.
  • Al paziente viene offerto di ridisegnare un'immagine semplice. Completa l'attività, ma non riconosce ciò che ha copiato.
  • Gli vengono mostrate le stesse persone, prima coprendosi il viso (lasciando i capelli, i vestiti, l'andatura nel video, ecc.) E poi aprendoli. Nel primo caso li riconoscerà. Nel secondo - no.
  • Alla persona viene chiesto di portare questo o quell'oggetto in ufficio. Se ha un'agnosia profonda, allora mancherà. Anche se il soggetto è a portata di mano.

E il trattamento con l'agnosia? Questo è un argomento molto serio. Stiamo parlando di danni al cervello e agli analizzatori, quindi solo uno specialista altamente qualificato può prescriverlo e solo dopo aver scoperto quale area è danneggiata nel paziente.

Per questo, vengono eseguiti studi tomografici (MRI, MSCT, CT). Gli stessi metodi vengono utilizzati quando si sospetta qualsiasi altro tipo di patologia..

Principi generali di terapia

Il trattamento esatto dipenderà dalla causa dell'agnosia. Questo determina tutto. A seconda di cosa ha causato la patologia, alla persona verrà prescritta una terapia, che include metodi conservativi, neurochirurgici o riabilitativi. O forse tutti insieme.

Il trattamento conservativo include:

  • Assunzione di farmaci trombolitici e vascolari. Hanno lo scopo di normalizzare il flusso sanguigno cerebrale. L'indicazione è ischemia cerebrale. Inoltre, con questa malattia vengono prescritti agenti antipiastrinici. Se una persona ha un'emorragia intracranica, vengono prescritti agenti antifibrinolitici. E con trombosi - trombolitici.
  • Antiossidanti e neurometaboliti. Migliorano i processi metabolici e aumentano significativamente la resistenza dei tessuti cerebrali all'ipossia.
  • Farmaci anticolinesterasici. La loro ricezione è finalizzata alla normalizzazione delle funzioni cognitive e neuropsicologiche..
  • Attuazione della terapia etiotropica. Implica l'assunzione di farmaci antivirali, antibatterici e antiparassitari.

La riabilitazione richiede almeno tre mesi. Include:

  • Psicoterapia. Ha lo scopo di ripristinare la sfera mentale umana. È importante aiutarlo ad adattarsi alla situazione che si è sviluppata in relazione alla malattia.
  • Lezioni con un logopedista. Indicato per le persone che soffrono di agnosia uditiva, disgrafia e dislessia.
  • Terapia occupazionale. Nel suo corso, una persona supera i sentimenti di inferiorità, migliora l'adattamento sociale, è distratta dalle preoccupazioni.

L'intervento neurochirurgico può essere richiesto solo se il medico ha diagnosticato al paziente un tumore cerebrale o una lesione cerebrale traumatica.