Acatisia che cos'è e come eliminare la malattia?

L'acatisia è una sindrome clinica che si manifesta come uno stato di estremo disagio motorio.

Molti spesso la confondono con una banale irrequietezza, ma le origini dell'acatisia sono molto più profonde, sebbene esternamente sia espressa in questo modo.

Prima di tutto, questo termine ha trovato un uso diffuso in psichiatria, poiché questa patologia è un noto effetto collaterale degli antipsicotici, che vengono utilizzati nelle istituzioni pubbliche ovunque e in modo spaventosamente incurante..

Questo è il desiderio più forte di una persona di cambiare in qualche modo la sua posizione: il paziente con questa malattia si muove molto, ma non trova un posto per se stesso da nessuna parte. Essendo un fenomeno motorio solo a livello superficiale, la sindrome è un enorme stress interno che può essere alleviato solo parzialmente dal movimento. Dopo aver cambiato posto, il paziente si calma per un po ', ma poi la tensione si accumula di nuovo ed è costretto a muoversi ancora e ancora.

È abbastanza difficile addormentarsi, ma durante il sonno i movimenti si interrompono, ed è questo punto che funge da differenza nella diagnosi differenziale con una sindrome delle gambe senza riposo molto simile, ma con un'eziologia diversa

Le cause dell'acatisia


Prima di tutto, la malattia in questione è nota come complicanza causata dall'assunzione di farmaci psicotropi. Molto spesso si tratta di antipsicotici. Quando viene prescritto un nuovo farmaco più potente o il dosaggio viene aumentato per i malati di mente, l'acatisia si verifica molto spesso..

Inoltre, questo sintomo può causare una brusca interruzione dell'assunzione di grandi dosi di tranquillanti o potenti psicostimolanti. La biochimica cerebrale del paziente semplicemente non può adattarsi così rapidamente alle nuove condizioni e cerca di soffocare il disagio a modo suo. Con un trattamento accurato, si deve anche tenere conto di tutte le possibili interazioni farmacologiche, ad esempio i citocromi epatici, il grado di legame dei farmaci alle proteine ​​plasmatiche e, naturalmente, la farmacodinamica.

Farmaci, il cui uso porta allo sviluppo di una forma acuta:

  • gli antipsicotici (il più delle volte tipici - aloperidolo e clorpromazina), gli "atipici" agiscono in modo più delicato, ma a volte causano questo forte stato di disagio interno;
  • molti antidepressivi, principalmente SSRI del gruppo, meno spesso SSRI, l'acatisia durante l'assunzione di antidepressivi triciclici si verifica solo quando si assumono dosi particolarmente elevate superiori a quelle raccomandate dalle istruzioni;
  • preparati di litio;
  • inibitori dell'enzima monoamino ossidasi (una comune riduzione dell'enzima MAO - previene la degradazione della serotonina e delle monoamine), tuttavia ciò accade raramente;
  • antagonisti del calcio;
  • alcuni degli antiemetici;
  • antistaminici di prima generazione ad alto dosaggio;
  • reserpina;
  • farmaci a base di levodopa (molto probabilmente c'è un cosiddetto effetto feedback - la patologia si sviluppa quando si dimentica la dose successiva o quando ci si avvicina al momento del ricovero).

La malattia in questione può svilupparsi non solo sullo sfondo dell'assunzione di potenti farmaci, ma anche con il loro improvviso ritiro. L'astinenza da dosi elevate di farmaci causa anche acatisia successiva.

Molto spesso si tratta delle seguenti sostanze:

  • oppiacei;
  • alcol;
  • benzodiazepine (potenti tranquillanti);
  • barbiturici;
  • psicostimolanti.

Inoltre, i medici notano lo sviluppo di forme lievi della malattia in stati di carenza di ferro, in caso di avvelenamento da monossido di carbonio. Bene, certo, con il morbo di Parkinson. Si può affermare con sicurezza che l'eziologia della malattia risiede nei sintomi da deficit della carenza di dopamina nella via nigrostriatale..

Alcuni credono che la sindrome delle gambe senza riposo sia solo una versione più lieve associata a una lieve carenza dopaminergica. Nel trattamento di questa sindrome, gli agonisti dei recettori della dopamina vengono utilizzati sotto forma di compresse (mirapex, PK-merz) e un cerotto (rotigotina).

Meccanismo di accadimento

I medici associano l'acatisia alle prime manifestazioni di tipo parkinsoniano associate all'interferenza con farmaci psicotropi nel sistema dopaminergico del paziente. E se nel caso degli antipsicotici tutto è abbastanza semplice e chiaro (antagonismo diretto ai recettori della dopamina del secondo tipo), allora questa patologia quando si assumono inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina e altri antidepressivi, a quanto pare, si manifesta a causa dell'antagonismo della serotonina e della dopamina nel cervello.

In questo caso è già presente una certa carenza di dopamina, soprattutto nel percorso nigrostriatale che interessa le capacità motorie. Ecco perché questo effetto collaterale si sviluppa da un effetto apparentemente insignificante e indiretto..

Esiste anche un'ipotesi meno comune che associa l'acatisia a disturbi nei sistemi endogeni oppioidi e noradrenergici dei pazienti. Un'altra cosa è che tali cambiamenti non sono supportati da una solida base di pubblicazioni scientifiche, e molto raramente compaiono nella pratica, essendo, probabilmente, una componente secondaria. La cosa più importante è che non ci siano violazioni del sistema nervoso periferico con acatisia. Questa sindrome è di natura puramente psicologica..

Quadro clinico

L'acatisia si manifesta come un fenomeno puramente mentale associato a un forte disagio interno. Allo stesso tempo, i movimenti facilitano le condizioni del paziente per un tempo certo, estremamente breve, ma non danno la calma completa, spesso riscaldando sempre di più l'agitazione interna.

Gli stereotipi sui motori stanno crescendo. Vi è un'elevata comorbilità con stati depressivi, agitazione, labilità emotiva, ansia. Forse è la sensazione opprimente di intensa ansia che meglio descrive l'acatisia. Allo stesso tempo, in un ospedale psichiatrico, è estremamente importante poter distinguere i sintomi della malattia in questione dalla progressione della malattia sottostante, perché le condizioni del paziente dipendono direttamente dalle prescrizioni successive..

Quindi, se un neurolettico viene prescritto durante l'acatisia, a volte peggiorerà e diventerà ancora più insopportabile per il paziente e coloro che lo circondano. Allo stesso tempo, i pazienti possono mantenere una certa adeguatezza, calmarsi durante la conversazione, ma se la loro attenzione è distratta, la condizione patologica ricompare.

Molti pazienti fumano molto e spesso, cercando di portare un sollievo almeno temporaneo. Gli stereotipi motori e l'ansia interna possono essere espressi a vari livelli. Molto spesso, i pazienti si strofinano i piedi sulla gamba se sono in posizione seduta, camminano costantemente da un angolo all'altro, si agitano, si alzano e si siedono di nuovo. Battere i piedi sul pavimento è caratteristico.

Naturalmente, le manifestazioni sono, sebbene biochimiche, ma compulsive nella loro manifestazione interiore. I pazienti sono ben consapevoli di causare disagi agli altri, ma non possono fare nulla con se stessi. Esiste anche una forma particolarmente grave, che spesso porta a insonnia e grave esaurimento del corpo. Il grado di eccitazione mentale è colossale. È necessaria un'emergenza medica qui.

Forme

L'acatisia è generalmente classificata secondo diversi criteri. Nella letteratura medica, le classificazioni sono molto diffuse in base al tipo di manifestazioni dominanti e al tempo del decorso dei sintomi. A seconda del tipo scelto cambia anche il trattamento, ma i sintomi residui rimangono simili in quasi tutti i casi..

Classificazione dominante:

  1. La forma mentale della malattia. Sono evidenti l'irritabilità, la labilità emotiva e l'ansia del paziente. I disturbi motori sono meno pronunciati.
  2. L'acatisia motoria si manifesta sempre come un tipo di disturbo motorio o un altro. La gravità è diversa, mentre i disturbi neurologici passano in secondo piano. Scarsa prognosi.
  3. Forma sensoriale. I pazienti perdono il controllo sui propri muscoli, prurito, scabbia e noduli alle articolazioni si verificano senza motivo. È importante distinguere tra questo tipo di acatisia e le cosiddette discinesie acute, che si verificano in modo simile dopo la terapia neurolettica. Alcune manifestazioni possono anche essere inventate dal paziente, cioè il movimento non si verifica effettivamente. Forse questo è già un tentativo di emergenza da parte della psiche del paziente di compensare la carenza di dopamina nigrostriatale.

Viene anche diagnosticata una senestopatia non chiara. La prognosi più difficile.

Classificazione per fattore "temporaneo":

  1. Forma precoce o acuta. Si verifica molto rapidamente, nei primi giorni o settimane dopo l'inizio dell'assunzione di farmaci psicotropi.
  2. Forma tardiva (o, altrimenti, cronica, ACT) della malattia. Inizia dopo che il trattamento è stato effettuato e simboleggia l'incapacità del corpo di adattarsi ai cambiamenti nella biochimica cerebrale che sono insorti, dura a lungo.
  3. La sospensione di ACT si manifesta più spesso in un contesto di interruzione improvvisa del farmaco.

È necessario distinguere tra i sintomi di ACT e il morbo di Parkinson. Nonostante tutte le somiglianze esterne, il primo ha cause esogene e il corpo ha la possibilità di tornare al suo stato originale senza interferenze esterne. I neuroni dopaminergici sono preservati e un'ulteriore terapia con agonisti del recettore della dopamina può causare solo complicazioni ancora maggiori. Dovresti stare molto attento ai dosaggi e affrontare il trattamento della malattia sottostante..

Diagnostica

Non sono necessari studi speciali per confermare ufficialmente la diagnosi. Il medico stesso valuta i dati anamnestici, il grado di disturbi mentali e del movimento esistenti e certamente identifica la forma e la gravità dell'acatisia. Un caso a parte è la diagnosi di ACT. Gli ultimi dati di lavori scientifici in questo settore si sono rivelati incoerenti con il quadro della medicina basata sull'evidenza, pertanto i medici utilizzano ancora la cosiddetta scala Burns del 1989 nella loro pratica, che consente di identificare l'acatisia da farmaci e determinarne più o meno attendibilmente la gravità.

Vengono valutati vari movimenti del paziente e il contenuto emotivo in essi implicato: se il paziente è agitato o, al contrario, è calmo, se si avvertono elementi di ansia interna e così via. L'opinione del paziente stesso è necessariamente presa in considerazione. Anche la diagnosi differenziale con sindrome delle gambe senza riposo e avvelenamento da farmaci è difficile. Il trattamento delle sindromi è fondamentalmente diverso.

Trattamento

Eliminare l'acatisia sembra molto semplice. Hai solo bisogno di smettere di prendere il farmaco che lo causa. Ma a volte anche una sospensione temporanea del trattamento è impossibile, e quindi viene presa la decisione di sostituire il farmaco originale con un farmaco con una quantità relativamente minore di effetti collaterali. Spesso alla terapia vengono aggiunti farmaci ausiliari, "correttori".

L'elenco degli agenti utilizzati dipende dalla condizione specifica ed è piuttosto ampio:

  1. Anticolinergici e antistaminici (difenidramina, atarax, ciclodolo).
  2. Potenti benzodiazepine come clonazepam e diazepam. Riducendo significativamente i sintomi dell'ansia, influenzano indirettamente i sintomi motori. Sono particolarmente spesso usati in caso di difficoltà nella diagnosi. Nominato per un periodo relativamente breve.
  3. Beta-bloccanti lipofili (che passano attraverso il BBB): il propranololo e il pindololo sono particolarmente efficaci. Nei casi più gravi, sono combinati con anticolinergici, sebbene siano estremamente affidabili di per sé e siano la prima scelta.
  4. Anche i bloccanti del recettore della serotonina (5-HT2) possono avere un effetto significativo.
  5. Anticonvulsivanti (aumentano la quantità di GABA nel cervello e provocano un effetto sedativo): gabapentin, valproato.
  6. Gli oppioidi deboli come la codeina sono estremamente efficaci, ma deve essere considerato il rischio di una successiva dipendenza.
  7. Nootropics di vario spettro: piracetam, picamilon, noopept.
  8. Farmaci antiparkinsoniani: levodopa, ciclodolo, agonisti dei recettori della dopamina, inibitori delle COMT. Allevia efficacemente i sintomi sia fisici che mentali.
  9. Amantadina (essendo, inoltre, un antagonista NMDA, è in grado di esacerbare la psicosi nei pazienti suscettibili e schizofrenici).
  10. Piridossina.

Se la forma precoce della malattia ha una prognosi favorevole ed è quasi sempre bloccata con successo dai beta-bloccanti, ma nel caso dell'ACT, ci sono cambiamenti a lungo termine nella biochimica cerebrale, quindi ogni intervento medico dovrebbe essere calcolato attentamente.

L'obiettivo principale è raggiungere la sensibilità iniziale dei recettori. Tuttavia, al primo segno di grave ansia da movimento, informa il medico. essere sano!

Acatisia

Tutti i contenuti iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

  • Codice ICD-10
  • Cause
  • Patogenesi
  • Sintomi
  • Diagnostica
  • Trattamento
  • Chi contattare?
  • Prevenzione
  • Previsione

L'acatisia è una sindrome pronunciata di ansia costante e riluttanza a sedersi in un posto. In questo stato, una persona non può essere in una posizione per molto tempo, ha bisogno di muoversi costantemente. È in grado di assumere la stessa posa per molto tempo. Questo porta a un disagio costante. Questa patologia si manifesta con una serie di disturbi motori. Si verificano anche disturbi sensoriali.

Codice ICD-10

Cause di acatisia

È stato a lungo riconosciuto che la principale fonte dello sviluppo della malattia è associata all'interruzione del normale funzionamento della corteccia visiva. Anche i sistemi classificati come limbici sono relativamente colpiti. Tale manifestazione viene confrontata con un cambiamento nella sensibilità e irritabilità della maggior parte dei recettori. Questo può essere il sistema noradrenergico e dopaminergico. La struttura sottocorticale del cervello si presta a un'influenza negativa.

Una tale manifestazione è considerata abbastanza normale per i pazienti che devono assumere farmaci antipsicotici e antiemetici o antidepressivi di vari gruppi e psicostimolanti. Questo sintomo può svilupparsi con la più forte dipendenza dalla droga. Ci sono stati casi di sviluppo di patologie sullo sfondo di carenza di ferro nel corpo, morbo di Parkinson, avvelenamento da gas.

È impossibile identificare in modo inequivocabile le ragioni dello sviluppo del problema. Sono associati a gravi disturbi che possono insorgere a causa dell'ereditarietà e dell'influenza di fattori negativi..

Acatisia causata da neurolettici

L'acatisia causata dagli antipsicotici si sviluppa principalmente nei pazienti che assumono farmaci tipici come i recettori della dopamina. Dosi aumentate, così come un rapido aumento del dosaggio, possono portare a conseguenze negative..

Anche gli antipsicotici atipici possono causare acatisia. Questo è particolarmente pericoloso per i pazienti con disturbi dell'umore. In questo caso c'è un alto rischio di effetti collaterali. Il gruppo di rischio comprende persone di mezza età e donne. Con lesioni cerebrali organiche e consumo sistematico di alcol, aumenta la probabilità di sviluppare akatasia.

I sintomi della malattia includono componenti sensoriali e motorie. Il primo tipo include sensazioni interne scomode. Allo stesso tempo, una persona capisce che è il disagio che lo spinge ad agire. È vero, non è possibile descrivere in modo definitivo ciò che sente. I sentimenti possono essere di natura generale. Questi includono ansia, irritabilità e tensione interna..

La seconda componente è prevalentemente motoria, è caratterizzata da movimenti che hanno natura ripetitiva. Il paziente inizia ad agitarsi sulla sedia, cambia costantemente la sua postura, incrocia le gambe e ripete una serie di azioni continue. Tutto accade consapevolmente, una persona semplicemente non può fermarsi. I pazienti spesso passano da una gamba all'altra, saltano sulle dita dei piedi o marciano sul posto.

Questa malattia spesso fa sì che i pazienti ignorino un regime speciale di assunzione di farmaci. Il disagio costante può essere esacerbato da pensieri di suicidio. Anche una forma lieve della malattia porta molto disagio. Porta al rifiuto del paziente di prendere medicine e diventa causa di abbandono della malattia. Spesso sulla base di ciò si verificano atti di violenza e suicidio.

Patogenesi

Come e cosa causa le cause patogene dell'acatisia non è stato ancora studiato in modo affidabile..

Sintomi dell'acatisia

I sintomi dell'acatisia sono vari, ma si manifestano principalmente come ansia e irritabilità. Come accennato in precedenza, la malattia ha due componenti principali. Un componente di loro è decisivo, l'altro non è così ovvio.

Il primo componente si chiama sensoriale. È caratterizzato dalla manifestazione di un disagio interno acuto. Sono loro che inducono una persona a compiere alcune azioni specifiche. Sono sempre eseguiti consapevolmente, a volte anche sotto il controllo del paziente stesso. La componente sensoriale di solito si manifesta come una vaga paura interiore, tensione costante, umore spesso mutevole, irritabilità aumentata. Spesso il paziente ha anche dolore agli arti inferiori..

Il secondo componente è chiamato motore. Una persona ripete costantemente un movimento specifico. Ogni paziente ha la propria serie di movimenti e raramente si ripetono tra di loro. Alcune persone camminano incessantemente, altre possono ballare sul posto, altre fanno oscillare il corpo in modo caotico, altre saltellano su una sedia, ecc. Spesso, appena iniziano a muoversi, i pazienti urlano e muggiscono rumorosamente. Non appena il picco di attività inizia a diminuire, i suoni scompaiono..

Acatisia e insonnia

L'acatisia e l'insonnia sono due sintomi che "camminano" tra loro. A causa di disturbi nel cervello, una persona cessa gradualmente di controllare le sue azioni. Non può stare fermo e quindi deve essere in movimento.

Se il paziente non dorme, le sue forze si esauriranno rapidamente. Ma, a causa del fatto che una persona ha costantemente bisogno di muoversi, spenderà energia e si sentirà molto peggio. Senza riposo, il paziente può iniziare ad avere pensieri suicidi. Se non inizi a risolvere il problema nelle prime fasi, nel tempo porterà a una forma avanzata della malattia. È caratterizzata da un atteggiamento violento nei confronti del proprio corpo e dal desiderio di suicidarsi.

Diagnosi di acatisia

La diagnosi di acatisia è un processo piuttosto serio. Il fatto è che è difficile per i pazienti esprimere i propri sentimenti, tanto più descriverli. Pertanto, non possono dire al medico cosa li preoccupa. Le letture cambiano costantemente. Questo è semplicemente fuorviante il medico. Dopo tutto, la descrizione può sia destare il sospetto di una simulazione sia portare a una diagnosi errata. Ma il problema è che tutto fa infuriare il paziente. Pertanto, cerca con tutte le sue forze di dare al medico una falsa testimonianza..

I sentimenti del paziente lo portano semplicemente a uno stato di disperazione e nevrastenia. Dopotutto, non può spiegare chiaramente cosa gli sta succedendo. Questo porta spesso alla comparsa di tendenze depressive, fino al desiderio di suicidarsi. In una situazione del genere, il medico deve applicare tutte le sue conoscenze. Dopotutto, non deve solo identificare il tipo di disturbo in una persona, ma anche capire il motivo di questa azione. Inoltre, è necessario collegare tutto con l'assunzione di farmaci specifici e l'anamnesi..

Burns Akathisia Scale

La scala dell'acatisia delle ustioni ti consente di determinare lo stato di una persona, per caratterizzarla in modo più accurato. Il paziente deve essere esaminato per il test. Una persona deve assumere una posizione seduta, quindi una forma libera (almeno 2 minuti in ciascuna posizione). Anche i sintomi identificati in un'altra situazione dovrebbero essere registrati. Successivamente, con l'aiuto della conversazione diretta, dovrebbero essere identificate anche le sensazioni provate dal paziente..

Sulla base dei risultati ottenuti, si traggono conclusioni. Quindi, 0 è il normale movimento articolare. A 1 - l'irrequietezza motoria è osservata. Una persona inizia a strascicare i piedi, a fare un passo da un piede all'altro, a pestare sul posto. A 2 - i sintomi di cui sopra sono rivelati. Per 3, la gravità dei movimenti è caratteristica. Il paziente non è in grado di rimanere fermo durante l'esame.

Se guardi il test dal lato della consapevolezza del paziente di irrequietezza motoria, allora 0 significa la sua completa assenza. Per 1, l'ansia inconscia è caratteristica. A 2, c'è un'incapacità di mantenere le gambe a riposo. Per 3 - un desiderio costante di rimanere in movimento.

Per quanto riguarda l'esperienza di irrequietezza motoria, a zero è assente, a 1 - debole, 2 - medio, 3 - pronunciato. Esiste anche una valutazione globale della condizione umana, con 1 - dubbio, 2 - lieve, 3 - medio, 4 - distinto, 5 - pronunciato.

Chi contattare?

Trattamento dell'acatisia

Il trattamento dell'acatisia è di natura individuale ed è prescritto solo dopo l'esame. Il modo migliore e solo sicuro è annullare completamente o ridurre significativamente il dosaggio del farmaco utilizzato, che ha causato i sintomi spiacevoli. È vero, questo non è sempre possibile e ci sono ragioni oggettive per questo. Ciò è dovuto principalmente alla salute mentale del paziente. Quando i farmaci utilizzati vengono cancellati, il suo benessere può peggiorare drasticamente..

La componente principale del trattamento è considerata la nomina di farmaci che possono aumentare l'effetto di antipsicotici o antidepressivi senza i loro effetti collaterali pronunciati. Ciò ridurrà significativamente la dose di farmaci che provocano l'acatisia..

Esistono diversi modi principali per eliminare la malattia. I farmaci antiparkinsoniani vengono utilizzati attivamente. Questi includono Biperiden, Benztropine e Trihexyphenidil. Questi farmaci vengono solitamente somministrati insieme agli antipsicotici per prevenire malattie o per trattare effetti collaterali imprevisti. Il dosaggio è prescritto solo dal medico curante.

  • Antistaminici e anticolinergici. Non sono farmaci potenti con forti antistaminici. Ma allo stesso tempo possono essere utilizzati nel trattamento. Quindi, difenidramina, Atarax e Amitriptilina andranno bene. Un ulteriore vantaggio nell'utilizzo dei dati con i farmaci è che sono modi per sedare e quindi calmare una persona. I fondi riducono l'ansia, lo stress interno e l'insonnia. Le dosi vengono assegnate individualmente.
  • Tranquillanti. Riducono significativamente l'attività della malattia. Questi farmaci salvano il paziente da sentimenti di ansia, insonnia costante e eccitazione spontanea. Sono principalmente prescritti in quei rari casi in cui non è possibile per un medico condurre una diagnosi dettagliata del decorso della malattia..
  • Beta bloccanti. Alcuni esperti ritengono di essere efficaci nel trattamento della malattia. Questi includono Propranolol, Nadolol e Metoprolol. Possono ridurre l'effetto dei neurolettici, ridurre l'ansia.
  • Anticonvulsivanti. Spesso hanno un buon effetto con l'akatasia. I farmaci consigliati includono valproato, gabapentin e pregabalin. Hanno una pronunciata attività anti-ansia..
  • Oppioidi deboli. Gli oppioidi deboli sono considerati particolarmente efficaci per l'acatisia. Questi includono codeina, propossifene, idrocodone.
  • Trattamento della forma tardiva di acatisia. Con questo modulo, vale la pena cancellare il farmaco principale e sostituirlo con un neurolettico atipico. In questo caso sono adatte Clozapina e Olanzapina. Il dosaggio di tutti i suddetti medicinali è prescritto dal medico. Non esiste un regime di trattamento standard.

Trattamento dell'acatisia con rimedi popolari

Il trattamento dell'acatisia con rimedi popolari è usato raramente. Dopotutto, questa è una malattia grave che richiede un approccio professionale. Se una forma lieve della malattia viene trascurata, c'è il rischio di causare gravi conseguenze..

Ma nonostante questo, ci sono diverse buone ricette fatte in casa. Il primo ha lo scopo di rimuovere una maggiore eccitabilità. Per la sua preparazione, vale la pena prendere 150 ml di cesti di fiori di camomilla ordinaria, 100 ml di fiori di biancospino spinosi, fiori secchi e corolle di motherwort. Tutto questo è accuratamente mescolato tra loro e preso un cucchiaio un'ora dopo un pasto..

Un'altra ricetta prevede l'utilizzo delle radici di Potentilla oca e cicuta in un rapporto 1: 1. In totale, vengono presi 4 cucchiai di questa raccolta e riempiti con un litro d'acqua. Dopodiché, tutto viene portato a ebollizione. La tintura dovrebbe essere lasciata in infusione durante la notte. Assumere 100 g 4 volte al giorno prima di uno spuntino o di un pasto completo.

Per migliorare le condizioni generali, vale la pena preparare 2 cucchiai di radici di rosa canina tritate finemente, versarle con un bicchiere d'acqua e far bollire a fuoco basso per 20 minuti. Successivamente, il brodo deve essere lasciato raffreddare, quindi filtrarlo. È necessario bere il prodotto 30 minuti prima dei pasti, mezzo bicchiere.

Fenazepam con acatisia

Spesso ai pazienti viene prescritto fenazepam con acatisia. Il farmaco combatte perfettamente contro varie condizioni nevrotiche, simili alla nevrosi e psicotiche. Il fenazepam ha un effetto sedativo e principalmente effetti anti-ansia. Non molti antipsicotici sono in grado di farlo..

Il farmaco è prescritto in compresse per somministrazione orale. Su base ambulatoriale, sono sufficienti 0,25-0,5 mg 2-3 volte al giorno. Se una persona è in ospedale, prendi 3-5 mg. Quando l'epilessia viene eliminata, la dose giornaliera può aumentare in modo significativo, alla fine è di 2-10 mg.

Nonostante la sua elevata efficienza, il farmaco può causare una serie di effetti collaterali. Questi includono alterata coordinazione dei movimenti, debolezza muscolare, sonnolenza e vertigini. Ci sono anche controindicazioni. È impossibile utilizzare il prodotto in caso di debolezza muscolare e grave compromissione del funzionamento dei reni e del fegato. Naturalmente, durante la gravidanza non vengono presi farmaci..

Prevenzione

La prevenzione dell'acatisia consiste nel limitare l'uso dei tipici antipsicotici. Soprattutto in situazioni in cui sono controindicati. Questo vale per i pazienti con gravi disturbi affettivi.

Prima di iniziare la terapia antipsicotica, il medico esaminerà attentamente il paziente. Dopotutto, un trattamento selezionato in modo errato può causare lo sviluppo di disturbi extrapiramidali negli esseri umani. Se il paziente sta assumendo antipsicotici, deve essere esaminato frequentemente e monitorato. Dopotutto, il minimo eccesso della dose può portare allo sviluppo di akatasia. Questo processo può essere prevenuto sia dai parenti del paziente che da lui stesso. È importante monitorare le sue condizioni e, se compaiono strani sintomi, inviare immediatamente la persona a un appuntamento con uno specialista.

Gli antipsicotici spesso causano disturbi della coscienza. Sono in grado di agire nella direzione opposta. Invece di calmare una persona, i farmaci la fanno diventare agitata. Questa condizione deve essere affrontata correttamente. È meglio non permetterlo. Una visita tempestiva a un medico e una dose calcolata correttamente non porteranno mai allo sviluppo di akatasia..

Previsione

La prognosi dell'acatisia dipende interamente dalla forma della malattia. Naturalmente, anche le ragioni giocano un ruolo significativo. Con la forma di dosaggio della malattia, è difficile fare una prognosi. Dopotutto, il corso del trattamento è di circa 6-8 mesi. Questo è un momento difficile, le condizioni del paziente devono essere costantemente monitorate.

Con la forma di astinenza di akatasia, la prognosi è positiva. Dopotutto, la durata del trattamento è breve e non supera i 20 giorni. Entrambi i casi sono variabili.

Naturalmente, è difficile dire che tutto andrà bene o male. Come accennato in precedenza, tutto dipende dal grado della malattia. La prima forma richiede un monitoraggio costante del paziente. È moralmente difficile sopportare tutte queste difficoltà, ma, tuttavia, le previsioni favorevoli in questo caso sono ottime. La seconda forma è più ottimista, ma richiede comunque molto controllo. È necessario non essere confusi con i farmaci per il trattamento, monitorare costantemente il paziente e fornirgli assistenza. In questo caso, la previsione sarà favorevole..

Acatisia che cos'è

I farmaci antipsicotici causano acatisia e sindromi simili al parkinson (chiamate "parkinsonismo da farmaci") attraverso la loro capacità di bloccare i recettori della dopamina di tipo D2 nelle vie nigrostriatali del cervello (nel sistema extrapiramidale). Gli antidepressivi serotoninergici possono causare acatisia a causa di un effetto indiretto sulla trasmissione dopaminergica nel sistema nigrostriatale (attraverso la stimolazione dei recettori della serotonina come [[5-HT2]] livelli elevati di serotonina sullo sfondo della loro assunzione) ea causa di relazioni reciproche (antagonistiche) tra sistemi di segnalazione dopaminergici e serotoninergici.

La gravità e la gravità dell'acatisia possono variare da una leggera sensazione di tensione interna, ansia o ansia (che può anche non essere realizzata dal paziente stesso e può passare facilmente inosservata dal medico anche con un attento esame e un interrogatorio dettagliato del paziente) alla completa incapacità di stare fermo, accompagnata da grave ansia debilitante, come se "Mangiare" o rosicchiare il paziente dall'interno, una sensazione costante di affaticamento, affaticamento e debolezza, depressione grave e disforia (manifestata da irritabilità, nervosismo, impulsività e aggressività e talvolta una sensazione di paura, orrore o panico difficile da descrivere).

L'acatisia è spesso difficile da descrivere dal paziente e in molti casi rimane non diagnosticata o diagnosticata erroneamente (interpretata dai medici come una esacerbazione della psicosi, un aumento dell'agitazione o dell'ansia o la condizione può essere scambiata per mania, depressione agitata o ansia). Le difficoltà nella diagnosi dell'acatisia sono aggravate dal fatto che l'acatisia e la forte ansia, paura, disforia associate aggravano realmente lo stato mentale dei pazienti e possono portare ad un aumento dell'eccitazione, esacerbazione della psicosi, aumento delle allucinazioni e delirio, peggioramento della depressione o sviluppo di una vera o apparente resistenza a antipsicotici e / o antidepressivi. Nei casi in cui un tale errore nella diagnosi si verifica sullo sfondo dell'uso di farmaci antipsicotici (antipsicotici), cioè nel contesto dell'acatisia causata da antipsicotici, molto spesso porta ad un aumento errato delle dosi di antipsicotici utilizzati, a un trasferimento ingiustificato del paziente a un antipsicotico più potente o ad un'aggiunta ingiustificata di ulteriori antipsicotici (ad esempio, sedativo a bassa potenza NL). Questo, a sua volta, può esacerbare l'acatisia e altri effetti collaterali extrapiramidali degli antipsicotici. [1] I pazienti sicuri descrivono spesso ciò che accade loro come una sensazione intensa di tensione interna e disagio o come "tortura chimica".

La presenza e la gravità dell'acatisia possono essere misurate oggettivamente utilizzando la scala di acatisia di Burns (inglese).... [5] [6] [7]

La patogenesi dell'acatisia è sconosciuta, ma è presumibilmente associata a una disfunzione del sistema dopaminergico (mesocorticale), possibilmente oppioide o noradrenergico. L'acatisia si sviluppa più spesso nelle donne di mezza età [8].

Presentazione clinica e storia tipica

Healy et al nel 2006 hanno descritto l'acatisia come segue: tensione interna, insonnia, sensazioni di disagio interno, irrequietezza motoria o agitazione, ansia pronunciata o panico. Di conseguenza, può svilupparsi una maggiore labilità degli affetti, ad esempio, aumento del pianto o irritabilità, temperamento caldo, aumento dell'eccitabilità, impulsività o aggressività. È interessante notare che alcuni pazienti hanno una risposta clinica opposta agli SSRI o agli antipsicotici, sotto forma di una diminuzione delle fluttuazioni affettive, una diminuzione della spontaneità e dell'impulsività, lo sviluppo di apatia e adynamia (una diminuzione dell'attività motoria spontanea), fino allo sviluppo dell'appiattimento emotivo, che è chiamato sindrome dell'apatia da SSRI e Sindrome da deficit indotto da neurolettici (NIDS), rispettivamente, nel caso degli SSRI e degli antipsicotici. Le ragioni di questa differenza nelle risposte dei diversi pazienti agli stessi farmaci sono sconosciute, poiché la ricerca in questo settore è ancora insufficiente. Allo stesso tempo, è noto che la sindrome dell'apatia da SSRI e la NIDS sono, di regola, conseguenze ritardate e tardive del trattamento a lungo termine con SSRI o antipsicotici. Allo stesso tempo, l'acatisia è più tipica della fase acuta del trattamento. Inoltre, non c'è né antagonismo né correlazione diretta tra acatisia e queste due sindromi cliniche: la presenza o l'assenza di acatisia in un paziente non significa che non svilupperà successivamente NIDS o apatia da SSRI, ma non significa il contrario. [nove]

Jack Henry Abbott, un assassino condannato, ha descritto i suoi sentimenti dopo essere stato costretto a prendere farmaci antipsicotici nel 1981:

Questi farmaci, farmaci di questo gruppo, non si calmano né alleviano la tensione nervosa. Sopprimono e attaccano. Ti attaccano dall'interno, così profondamente dentro che non sei in grado di trovare la fonte del tuo dolore e disagio mentale. I muscoli delle mascelle impazziscono e si rifiutano di obbedirti, si stringono convulsamente, così ti mordi l'interno delle guance, delle labbra o della lingua, le mascelle si spezzano, i denti battono e il dolore ti attraversa. E ogni giorno dura per ore. La tua schiena diventa rigida, tesa e terribilmente dritta, quindi difficilmente puoi muovere la testa o il collo di lato, piegarti o raddrizzarti, e talvolta la tua schiena si piega contro la tua volontà e non puoi stare in piedi. Il dolore interno ti penetra e galleggia lungo le fibre nervose. Soffri di ansia dolorosa e senti di aver bisogno di muoverti, camminare, fare una passeggiata e questo allevierà la tua ansia. Ma non appena inizi a muoverti o camminare, ti stanchi e ti senti di nuovo ansioso, senti che stai facendo qualcosa di sbagliato e hai bisogno di sederti e riposare. E così si ripete ancora e ancora, ancora e ancora, cammini, ti siedi, salti di nuovo e cammini e ti siedi di nuovo. Provare un dolore di cui non riesci a trovare la fonte, impazzisci per l'ansia, ti mangia dall'interno e non riesci a trovare sollievo nemmeno respirando..
Jack Henry Abate
In the Belly of the Beast (eng.) Russo. (1981/1991). Libri vintage, 35-36. Citato in Robert Whitaker, Mad in America (2002, ISBN 0-7382-0799-3), 187.

Una conseguenza comune dell'acatisia causata da antipsicotici o antidepressivi è il rifiuto del trattamento (mancanza di compliance al trattamento), la sfiducia o l'ostilità nei confronti dei medici e del personale medico, la paura del trattamento e dei farmaci. Nei casi più estremi di fallimento del trattamento dovuto ad acatisia, i pazienti che ricevono antipsicotici per disturbi psicotici o nausea possono tentare la fuga dall'ospedale a causa delle sensazioni dolorose provocate dai farmaci. [dieci]

Classificazione

L'acatisia si suddivide, a seconda delle sue manifestazioni dominanti o principali, in:

  • acatisia motoria (principalmente irrequietezza motoria, irrequietezza, irrequietezza);
  • acatisia mentale (ansia, tensione interna, ansia, irritabilità, non necessariamente manifestata nella sfera motoria);
  • acatisia sensoriale (sensazioni peculiari di "torsione", "eversione", "prurito", o "scabbia", o "stiramento" nei muscoli o nelle articolazioni, che non sono sempre realizzate in specifici atti motori e sono spesso interpretate dai medici curanti come senestopatie).

A seconda del momento in cui si verifica nel corso del trattamento, l'acatisia è suddivisa in:

  • acatisia precoce o acuta (acatisia acuta), che si manifesta nei primi giorni e settimane, e talvolta anche nelle prime ore dopo l'inizio del trattamento con antipsicotici o antidepressivi;
  • acatisia tardiva o cronica (acatisia tardiva, acatisia cronica), che si manifesta dopo diverse settimane o mesi di trattamento con antipsicotici o antidepressivi ed è molto più difficile rispondere alla terapia;
  • acatisia da astinenza, che si manifesta nel processo di riduzione delle dosi o ritiro dei neurolettici (spesso a causa di una diminuzione del parkinsonismo da farmaci e dell'inibizione motoria, oa causa di un indebolimento degli effetti sedativi e anticolinergici aspecifici di bassa potenza NL, l'acatisia inizia a prevalere).

Il termine "pseudoakatizia" significa irrequietezza motoria in assenza di sintomi mentali di acatisia [1].

Cause

Molto spesso, l'acatisia è un effetto collaterale dei farmaci antipsicotici (il rischio di acatisia esiste con l'uso di quasi tutti gli antipsicotici [11]), ma possono esserci altre cause. L'acatisia può essere causata da:

  • Antipsicotici tipici non sedativi [12] come aloperidolo, droperidolo, pimozide, trifluoperazina.
  • I cosiddetti antipsicotici "atipici" (molto meno frequentemente): la tendenza a provocare effetti collaterali extrapiramidali, ed in particolare l'acatisia, è inferiore in essi rispetto agli antipsicotici tipici, a causa del forte blocco della serotonina 5-HT2 recettori (come risperidone, olanzapina, quetiapina), che potenziano la trasmissione dopaminergica nel sistema nigrostriatale e controbilancia il blocco della dopamina D2-recettori, oa causa della presenza di un'attività agonista dopaminergica incorporata nel farmaco (come nell'aripiprazolo).
  • Antipsicotici sedativi (anche meno comuni dei non sedativi), come zuclopentixolo o clorpromazina, in cui la propensione a causare acatisia è ridotta dall'attività anticolinergica e antistaminica del farmaco.
  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), principalmente fluoxetina [13] [4], paroxetina [9]. L'acatisia, insieme a una esacerbazione iniziale di ansia, insonnia e, insieme al fatto che il benessere e i livelli di energia nei pazienti che ricevono antidepressivi di solito tornano alla normalità prima che la malinconia, l'umore depresso e i pensieri suicidi scompaiano, è suggerito come uno dei possibili meccanismi che portano ad un aumento del suicidio. rischio, rischio di manifestazioni di aggressività o comportamento impulsivo pericoloso in pazienti che ricevono SSRI [13].
  • Meno comunemente, altri antidepressivi come antidepressivi triciclici, inibitori delle MAO [4], venlafaxina, duloxetina, trazodone.
  • Farmaci antiemetici, principalmente bloccanti D2 come metoclopramide e tietilperazina.
  • Reserpine [4].
  • Levodopa e agonisti del recettore della dopamina [8].
  • Preparati al litio [4].
  • Benzodiazepine (alprazolam, lorazepam) [4].
  • Calcio antagonisti [8].
  • Farmaci antiserotoninici (metisergide (inglese) russo, ondansetron) [4].

Inoltre, i motivi possono essere:

  • Astinenza da oppiacei, alcolici o benzodiazepine, barbiturici (l'acatisia è un sintomo comune).
  • Interruzione improvvisa dell'uso di benzodiazepine [4].
  • Uso di psicostimolanti come anfetamina, metilfenidato, metanfetamina.

Con alcune malattie extrapiramidali (in particolare con il morbo di Parkinson) l'acatisia può manifestarsi spontaneamente, in assenza di farmaci. Acatisia grave è stata anche descritta in pazienti con lesioni ipossiche dei gangli della base derivanti da avvelenamento da monossido di carbonio. [4]

Patogenesi

La patogenesi dell'acatisia è sconosciuta, ma è presumibilmente associata a una disfunzione delle vie mesocorticali dopaminergiche che innervano la corteccia frontale e cingolata. Per questo motivo, l'acatisia, a differenza di altri effetti collaterali extrapiramidali, si verifica spesso quando si assume la clozapina neurolettica atipica, che agisce principalmente su D4-recettori nella corteccia e nel sistema limbico. L'effetto positivo degli oppioidi e dei beta-bloccanti nell'acatisia indica che i sistemi oppioide e noradrenergico sono coinvolti nella sua patogenesi e la violazione della loro interazione con i sistemi dopaminergici sembra essere di significativa importanza. [4]

Le differenze nella risposta agli antipsicotici mostrano che l'acatisia acuta e l'acatisia tardiva, con somiglianza esterna, possono avere una base fisiopatologica diversa - l'acatisia tardiva può essere basata non sul blocco dei recettori della dopamina nel sistema mesocorticale, ma sull'ipersensibilità di questi recettori. [4]

Problemi diagnostici

Uno studio pubblicato nel 2006 da Healy, Herxheimer e Menkes nel Regno Unito indica che l'acatisia è molto spesso diagnosticata erroneamente e descritta nei rapporti sulla frequenza degli effetti collaterali degli antidepressivi negli studi clinici come agitazione, insonnia, ansia, sindrome ipercinetica "o" iperattività motoria ". Pertanto, l'effettiva incidenza di acatisia durante il trattamento con antidepressivi negli RCT viene sistematicamente sottostimata, il che porta alla pubblicazione di informazioni errate nei libri di consultazione e nelle istruzioni per i farmaci e una valutazione errata del rischio di acatisia da parte dei medici [9].

Questo studio mostra anche che l'acatisia è spesso fraintesa e troppo restrittivamente interpretata come acatisia motoria, una semplice irrequietezza motoria che può essere descritta più accuratamente come discinesia. Ciò non tiene conto della probabilità che il paziente possa sperimentare acatisia mentale (non motoria), non manifestata da un aumento pronunciato dell'attività motoria, ma avvertita internamente come ansia, disagio, ansia o tensione, o provare acatisia sensoriale - sensazioni di "prurito", "formicolio" o "stretching" nei muscoli e nelle articolazioni, che non porta necessariamente a frequenti cambiamenti visibili nella postura. Inoltre, Healy et al.Hanno dimostrato che esiste una stretta relazione tra acatisia indotta da antidepressivi o neurolettici e comportamento pericoloso, aggressività e impulsività, inclusi suicidi improvvisi e fuggiaschi ospedalieri, e che l'acatisia può peggiorare lo stato mentale dei pazienti e portare a un esacerbazione delle condizioni iniziali del paziente. psicopatologia (in particolare, psicosi, depressione, mania o ansia). Lo studio afferma inoltre che esiste un'ampia base di evidenze cliniche che collega l'acatisia con gli SSRI e che i pazienti che ricevono SSRI hanno circa 10 volte più probabilità di abbandonare il trattamento a causa dell'acatisia difficile da tollerare rispetto ai pazienti che ricevono placebo (5% contro 0,5% ).

Trattamento

Il modo migliore e più corretto per trattare l'acatisia è annullare o ridurre le dosi del farmaco che ha causato l'acatisia, o trasferire il paziente da questo farmaco a un altro farmaco che causa un'acatisia meno pronunciata o che dà questo effetto collaterale meno spesso (ad esempio, il trasferimento da un potente antipsicotico molto potente a un più lieve e meno potente, da non sedativo a sedativo, da tipico a atipico, passaggio dagli SSRI alla mirtazapina o ai triciclici sedativi). Tuttavia, ciò non è sempre possibile per ragioni oggettive, in particolare, a causa dello stato mentale del paziente e del rischio del suo deterioramento quando il farmaco viene cancellato, quando la sua dose viene ridotta o sostituita con un altro farmaco psicotropo, e spesso per ragioni finanziarie, organizzative (mancanza di farmaci necessari, loro inaccettabili costo elevato), in alcuni casi, a causa della scarsa tolleranza di farmaci alternativi a causa di altri effetti collaterali.

Inoltre, come componente importante del trattamento dell'acatisia, deve essere considerata la possibilità di prescrivere farmaci che possono potenziare (potenziare) gli effetti desiderati di antipsicotici o antidepressivi senza potenziarne gli effetti collaterali extrapiramidali: questo può ridurre la dose dei farmaci che inducono l'acatisia. Ad esempio, il carbonato di litio è inefficace contro l'acatisia in quanto tale, ma potenzia l'effetto anti-maniacale degli antipsicotici ed è in grado di aiutare a ridurre più rapidamente l'agitazione psicotica, l'aggressività e l'impulsività. Il litio può anche potenziare gli effetti degli antidepressivi; nel caso della sua efficacia nel paziente, ciò consente di ridurre le dosi di antipsicotici e antidepressivi necessarie per normalizzare il suo stato mentale - che, a sua volta, può ridurre l'acatisia o ridurre il rischio che si verifichi. Tuttavia, quando si prescrivono farmaci aggiuntivi, si dovrebbe tenere conto della loro tossicità e degli effetti collaterali e valutare individualmente il rapporto "beneficio / danno per il paziente"..

Farmaci antiparkinsoniani

Molto spesso, per il trattamento dell'effettiva acatisia causata da antipsicotici, vengono prescritti farmaci antiparkinsoniani del gruppo degli anticolinergici centrali, come il trihexyphenidil (ciclodolo), biperiden (inglese) russo. (akinetone), benztropina. Questi farmaci sono così spesso prescritti in concomitanza con antipsicotici per prevenire o eliminare i loro effetti collaterali extrapiramidali da essere spesso definiti "correttori" per gli effetti collaterali degli antipsicotici. Tuttavia, questi farmaci sono molto più efficaci nella prevenzione e nel trattamento dei veri effetti collaterali extrapiramidali degli antipsicotici, come discinesie acute (spasmi muscolari), tensione e rigidità muscolare, tremori, parkinsonismo da farmaci (rigidità, debolezza, brady- o acinesia / ipocinesia). Non sono sufficientemente efficaci o inefficaci (almeno come monoterapia) per l'acatisia, poiché l'acatisia non è un vero effetto collaterale extrapiramidale, ma un fenomeno psicosomatico complesso, le cui cause e meccanismi di sviluppo non sono stati ancora completamente studiati.

Antipsicotici e tranquillanti sedativi

Nel trattamento dell'acatisia possono essere utilizzati anche altri farmaci con forte effetto anticolinergico centrale e / o antistaminico, non formalmente appartenenti al gruppo dei farmaci antiparkinsoniani. Ad esempio difenidramina (difenidramina), idrossizina (atarax) o piccole dosi di antidepressivi triciclici con spiccata attività anticolinergica e antistaminica (ad esempio amitriptilina), piccole dosi di antipsicotici sedativi con concomitante attività anticolinergica e antistaminica (in particolare, clorpromazene) o clorpromazene. Un ulteriore vantaggio dell'uso di questi farmaci può essere la loro spiccata attività sedativa e ipnotica, che consente di alleviare o ridurre ansia, paura, tensione interna, agitazione o insonnia, sia associate che non associate ad acatisia. Spesso, questi farmaci (soprattutto antipsicotici sedativi) vengono prescritti nei casi in cui il medico ha difficoltà nella diagnosi differenziale della condizione - sia che sia dovuta ad acatisia o esacerbazione della psicosi, un aumento dell'eccitazione e dell'ansia (secondo il principio "aiuterà sia da quello che da un altro").

Anche i tranquillanti delle benzodiazepine, come clonazepam, diazepam, lorazepam, contribuiscono alla riduzione dell'acatisia [4]. Questi farmaci contribuiscono anche all'eliminazione o alla riduzione di ansia, agitazione e insonnia, non associati ad acatisia, e potenziano l'effetto sedativo (ma non antipsicotico) dei neurolettici, aiutando a fermare rapidamente l'agitazione, la mania o l'esacerbazione della psicosi. Pertanto, sono spesso prescritti anche nei casi in cui è difficile condurre un'accurata diagnosi differenziale della condizione..

Beta bloccanti

Inoltre, i beta-bloccanti lipofili (che penetrano nel sistema nervoso centrale), come il propranololo non selettivo o il metoprololo selettivo, sono efficaci per l'acatisia. Aiutano anche a ridurre la tachicardia ei tremori associati all'uso di antipsicotici o antidepressivi, ridurre l'ansia (principalmente riducendo le manifestazioni autonome esterne di ansia e interrompendo l'ansia da feedback positivo - manifestazioni autonome - ansia). I beta-bloccanti possono anche aumentare in qualche modo gli effetti antipsicotici e antimanici dei neurolettici. Il pindololo (Wisken) ha un vantaggio se usato con SSRI e SNRI perché sembra potenziare l'effetto degli antidepressivi serotoninergici e non solo ridurre l'acatisia che provocano.

Farmaci con attività antiserotonina

I bloccanti del recettore 5-HT2 sono efficaci anche nell'acatisia, in particolare l'antistaminico ciproeptadina (inglese) russo. (peritolo), una ritanserina specifica antagonista della serotonina (ing.), antidepressivi mianserin (inglese) russo. [4], trazodone, mirtazapina.

Anticonvulsivanti

Spesso, i farmaci GABAergici sono altamente efficaci nell'acatisia: valproato [14] [15], gabapentin [16], pregabalin [17]. Hanno anche una spiccata attività anti-ansia. Il valproato è in grado di potenziare l'effetto anti-maniacale degli antipsicotici, ridurre l'eccitazione, l'aggressività e l'impulsività, che possono ridurre la dose di antipsicotici. La letteratura descrive casi in cui la somministrazione di farmaci acido valproico, gabapentin o pregabalin ha permesso di evitare l'uso di più farmaci e di limitarsi alla monoterapia in completa assenza di acatisia visibile nel paziente..

Oppioidi deboli

Anche gli oppioidi deboli - codeina, idrocodone, propossifene - sono efficaci per l'acatisia. Allo stesso tempo, gli studi sottolineano che i pazienti che soffrono di acatisia, come i pazienti con dolore cronico grave, non sono generalmente inclini a dosi eccessive non autorizzate di oppioidi e allo sviluppo di una vera dipendenza da farmaci. [18] [19] È stato anche dimostrato che nei pazienti con acatisia causata da neurolettici, il sistema oppioide endogeno non è sufficientemente attivo. [20]

Altri farmaci

Uno studio ha scoperto che la vitamina B6 è efficace contro l'acatisia neurolettica. [21] Secondo alcuni rapporti, i farmaci nootropici - piracetam, pantogam, picamilon possono essere efficaci.

La maggior parte dei pazienti con acatisia (specialmente con grave, grave) non beneficia della monoterapia e richiede l'uso combinato di 2-3 o più farmaci, ad esempio un farmaco antiparkinson (ciclodolo) + tranquillante benzodiazepinico (diazepam) + beta-bloccante (propranololo).

In casi di acatisia particolarmente resistenti alla terapia, si possono usare con cautela l'amantadina [4] o gli agonisti D2 (ad esempio la bromocriptina), ma si deve tenere presente che questi farmaci possono esacerbare la psicosi e ridurre l'effetto antipsicotico dei neurolettici. Inoltre, nei casi resistenti vengono utilizzati clonidina (clonidina), amitriptilina, piracetam e oppioidi [4].

Trattamento dell'acatisia tardiva

In caso di acatisia tardiva, il farmaco deve essere sospeso se possibile, sostituito con un antipsicotico atipico (clozapina, olanzapina), o almeno la dose deve essere ridotta. Dopo l'interruzione del farmaco, si osserva una regressione dei sintomi per diversi mesi o anni. I beta-bloccanti e gli anticolinergici sono inefficaci per l'acatisia tardiva. I farmaci di scelta sono i simpaticolitici (reserpina, tetrabenazina), che hanno un effetto positivo in oltre l'80% dei pazienti. Gli oppiacei sono altrettanto efficaci nell'acatisia tardiva come nell'acatisia acuta. Con la carenza di ferro (secondo alcuni rapporti, potrebbe essere uno dei fattori nello sviluppo dell'acatisia), la sua compensazione è necessaria. Nei casi refrattari, la terapia elettroconvulsivante a volte è utile. [4]

Guarda anche

  • Sindrome da deficit neurolettico
  • Distonia acuta
  • Distonia tardiva
  • Discinesia tardiva
  • Disturbi neurolettici extrapiramidali

Appunti

  1. ^ 123 Szabadi E (1986). "Akathisia - o non seduto." British medical journal (Clinical research ed.) 292 (6527): 1034-5. PMID 2870759.
  2. ↑ Martin BrüneLadislav Haskovec e 100 anni di Akathisia. The American Journal of Psychiatry (maggio 2002). Archiviata dall'originale il 24 febbraio 2012.Estratto il 24 agosto 2011.
  3. ↑ Pavel Mohr, Jan VolavkaLadislav Haskovec e acatisia: 100 ° anniversario. Il British Journal of Psychiatry (2002). Archiviata dall'originale il 24 febbraio 2012.Estratto il 24 agosto 2011.
  4. ↑ 12345678910111213141516 Disturbi extrapiramidali: una guida alla diagnosi e al trattamento / Ed. V.N. Stock, I.A. Ivanova-Smolenskaya, O.S. Levin. - Mosca: MEDpress-inform, 2002.-608 p. - ISBN 5-901712-29-3
  5. ↑ Barnes Akathisia Scale
  6. ^ Barnes TR (1989). "Una scala di valutazione per l'acatisia indotta da farmaci." The British Journal of Psychiatry: the journal of mental science 154: 672–6. DOI: 10.1192 / bjp.154.5.672. PMID 2574607.
  7. ^ Barnes TR (2003). "The Barnes Akathisia Rating Scale - rivisitato." J. Psychopharmacol. (Oxford) 17 (4): 365-70. DOI: 10.1177 / 0269881103174013. PMID 14870947.
  8. ↑ 123 Shtok V.N., Levin O.S. Disturbi extrapiramidali medicinali // Nel mondo dei farmaci. - 2000. - No. 2.
  9. ^ 123 Healy D, Herxheimer A, Menkes DB (2006). "Antidepressivi e violenza: problemi all'interfaccia tra medicina e diritto". PLoS Med. 3 (9): e372. DOI: 10.1371 / journal.pmed.0030372. PMID 16968128.
  10. ^ Akagi H, Kumar TM (2002). Lezione della settimana: Akathisia: trascurato a un costo. BMJ324 (7352): 1506-7. DOI: 10.1136 / bmj.324.7352.1506. PMID 12077042.
  11. ↑ Tsygankov B.D., Agasaryan E.G. (2006). "Farmaci antipsicotici moderni e classici: un'analisi comparativa di efficacia e sicurezza". Psichiatria e psicofarmacoterapia8 (6).
  12. ↑ Diaz, Jaime. Come le droghe influenzano il comportamento. Scogliere di Englewood: Prentice Hall, 1996.
  13. ^ 12 Hansen L (2003). "Acatisia correlata all'incremento della dose di fluoxetina nella depressione: implicazioni per la cura clinica, il riconoscimento e la gestione dell'acatisia indotta da inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina". J. Psychopharmacol. (Oxford) 17 (4): 451-2. DOI: 10.1177 / 0269881103174003. PMID 14870959.
  14. ↑ "Gestire l'acatisia acuta e cronica indotta da antipsicotici." PMID 10647977.
  15. ↑ "Sodio valproato e biperiden nell'acatisia, parkinsonismo e ipercinesia indotti da neurolettici. Uno studio cross-over in doppio cieco con placebo ". PMID 6134430.
  16. ^ "Gabapentin nel trattamento dell'acatisia indotta da antipsicotici nella schizofrenia". PMID 15812271.
  17. ↑ "[Sindrome delle gambe senza riposo]". PMID 18656214.
  18. ^ Walters AS, Hening A (1989). "Gli oppioidi sono un trattamento migliore per l'acatisia acuta rispetto a quella tardiva: un possibile ruolo del sistema oppiaceo endogeno nell'acatisia indotta da neurolettici". Ipotesi mediche28 (1): 1-2. PMID 2564626.
  19. ^ Walters A, Hening W, Chokroverty S, Fahn S. (1986). "Reattività agli oppioidi in pazienti con acatisia indotta da neurolettici". Disturbi del movimento 1 (2): 119-27. PMID 2904116.
  20. ^ (1984) Evidenza di inattività del sistema oppioide nell'acatisia indotta da neurolettici. Risultati psichiatrici13 (2): 187. PMID 6151714.
  21. ^ Lerner V, Bergman J, Statsenko N, Miodownik C (2004). Trattamento con vitamina B6 per l'acatisia acuta indotta da neurolettici: uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo. Il Giornale di psichiatria clinica65 (11): 1550-4. PMID 15554771.

Letteratura

Zhilenkov OV Sulla correlazione di depressione neurolettica e acatisia // Problemi effettivi di psichiatria e narcologia moderne: Raccolta / Sotto totale. ed. P.T. Petryuk, A.N.Bacherikova. - Kiev - Kharkov, 2010 - T. 5.