Ascolto attivo: tecniche ed esercizi per lo sviluppo delle abilità

L'ascolto attivo è un'abilità utile per stabilire un contatto profondo con l'interlocutore, trovando efficacemente una soluzione congiunta ai problemi. Questa è un'abilità di comunicazione complessa, a volte sconcertante. Per molti, l'ascolto è la percezione passiva delle informazioni dalle persone che li circondano..

Il satirico americano Mark Twain ha descritto accuratamente l'atteggiamento al contatto con l'interlocutore: "La maggior parte delle conversazioni sono un monologo alla presenza di testimoni". Ma questa posizione diventa una trappola, cadendo nella quale interpretiamo male il significato della conversazione. Il dialogo si conclude con incomprensioni, sensazioni spiacevoli, problemi nelle relazioni. Come evitarlo?

Ascolto attivo: che cos'è

Quando parliamo con qualcuno, spesso non siamo completamente coinvolti mentalmente nel processo. Il nostro cervello è impegnato con processi astratti:

  • forti esperienze emotive;
  • riflessioni sui problemi personali;
  • valutazione soggettiva dell'interlocutore.

Questi sono scenari di comunicazione comuni che sembrano normali. Ascoltiamo, ma non sentiamo! Ciò esprime un approccio passivo al contatto con le persone, diventando causa di molte difficoltà. L'ascolto attivo è l'esatto opposto della normale comunicazione. È un processo di interazione cosciente, in cui l'attenzione è focalizzata sui pensieri e sui sentimenti dell'altra persona. Non ci sono rumori di fondo nella testa, sono assenti anche processi estranei (ad esempio, valutazione dell'aspetto).

Siamo assorbiti dal momento qui e ora, quindi dirigiamo la conversazione nella direzione necessaria, otteniamo molte informazioni utili. Non sarà distorto dai nostri filtri mentali soggettivi. Inoltre, avendo appreso la tecnica dell'ascolto attivo, è possibile inviare segnali di interesse all'interlocutore. Diventeranno una solida base per relazioni fruttuose in futuro..

Tecnica di ascolto attivo: principi di base

Non importa quanto sia eloquente l'oratore, possiamo ottenere il massimo dalle informazioni presentate solo se impariamo ad ascoltare correttamente. Questo è precisamente l'obiettivo dell'ascolto attivo. I principali fattori che contribuiscono al suo sviluppo:

  1. Accettazione dell'interlocutore così com'è. Rappresenta un attento controllo delle emozioni e dei giudizi soggettivi che possono interferire notevolmente con la comprensione di ciò che si sente.
  2. Contatto con gli occhi all'altezza degli occhi. Consiste nell'astenersi dalla tentazione di guardare oggetti estranei o vestiti dell'interlocutore. Meglio guardarti negli occhi.
  3. Fare domande. Rappresenta un appropriato chiarimento dei significati, che serve come conferma di un sincero interesse per l'argomento della conversazione.

La tecnica di ascolto attivo è utilizzata in psicologia. Gli psicologi lo descrivono come la percezione dell'informazione "con tutto il corpo". È scientificamente provato che l'ascolto attivo aiuta a comprendere meglio lo stato delle persone. Quando comunicano con i clienti, gli specialisti utilizzano metodi di partecipazione a un dialogo che aiutano a determinare con maggiore precisione la loro condizione. Immersione profonda, creazione di fiducia e analisi del paziente forniscono cure efficaci. Questi momenti spiegano il secondo nome per l'ascolto attivo: empatico.

Il libro "I miracoli dell'ascolto attivo" ti aiuterà a studiare più a fondo la tecnica per stabilire un contatto tra l'ascolto attivo e l'argomentazione. L'autore è il famoso scienziato russo, divulgatore della scienza, l'onorata psicologa Yulia Borisovna Gippenreiter. È stata la prima a introdurre il concetto di ascolto attivo nella nostra cultura, ha descritto cosa include, come migliora notevolmente la qualità della vita..

Tecniche efficaci di ascolto attivo

Esistono molti modi per trasformare l'ascolto passivo in ascolto attivo. Oltre ai fattori di base di cui sopra, ci sono altre tre tecniche con cui vale la pena familiarizzare. Ti aiutano a capire rapidamente il processo.

Tecnica di ascolto attivoCaratteristiche:
EcoConsiste nel ripetere le ultime parole del partner, ma con intonazione interrogativa. Questo è il momento giusto per chiarire e dimostrare l'importanza delle informazioni provenienti dall'interlocutore. Enfasi sull'importanza della personalità.
InterpretazioneImplica fare ipotesi sugli obiettivi e le ragioni di tale posizione dell'interlocutore nel dialogo. Spesso inizia con la frase "Presumo che tu volessi ottenere quanto sopra...". Ti permette di dimostrare un genuino interesse per l'opinione di un'altra persona e di chiarire i dettagli.
ParafrasandoÈ una breve ripetizione di quanto è stato detto. L'inizio della frase è la frase: "Se ho capito bene, intendi...". Ti permette di mostrare interesse e scoprire le sfumature.

Pertanto, l'ascolto attivo è una tecnologia che quasi sempre include due componenti:

  • chiarimento dei veri significati della conversazione;
  • la manifestazione di segni che confermano il valore del dialogo.

Sentendo il proprio significato e il genuino interesse per la conversazione, l'interlocutore diventa più aperto. Ciò contribuisce a una comunicazione fruttuosa e reciprocamente vantaggiosa, all'emergere di fiducia, a relazioni forti. Tali risultati sono preziosi in qualsiasi area della vita (comunicazione con familiari e amici, collaborazione con partner e colleghi).

L'empatia è un potente amplificatore di tutte le tecniche e tecniche di ascolto attivo. Le persone che sanno come sentire lo stato degli altri sono in grado di stabilire rapidamente un contatto positivo, utilizzare qualsiasi tecnica in modo appropriato e delicato. Pertanto, per migliorare l'efficacia dell'uso delle tecniche selezionate (dall'elenco sottostante), è importante lavorare sul livello dell'empatia..

Pausa

Dopo che l'avversario ha finito la sua storia, resta in silenzio per un paio di minuti. Una tale pausa ti permetterà di digerire meglio ciò che hai sentito, di separare le emozioni dal vero argomento della conversazione. Una tale interruzione consentirà alla persona che parla di fare una pausa, ricordare qualcosa di importante e dirlo. Utilizzare spesso questa tecnica lo aiuta ad aprirsi ancora più in profondità dopo una breve pausa..

Si prega di precisare

A volte l'interlocutore perde molti dettagli importanti e interessanti nella sua storia. Prestare loro attenzione è un ottimo modo per sottolineare il valore delle informazioni che provengono da lui e il suo sincero interesse per esse. Inoltre, questa tecnica di ascolto attivo aiuterà a evitare omissioni e rafforzare i rapporti di fiducia, per formare nell'immaginazione un quadro completo dell'argomento della conversazione..

Sviluppare un pensiero

A volte una persona devia dall'essenza della conversazione o non riesce a trovare le parole esatte per continuare l'argomento. In questo caso, un eccellente assistente sarà la ricezione dell'ascolto attivo per sviluppare l'idea principale della conversazione. È necessario riportare l'oratore al filo conduttore del dialogo e svilupparlo delicatamente insieme a lui.

Fare un messaggio

Una tecnica utilizzata per fornire un feedback delicato. A seconda delle caratteristiche situazionali, può essere implementato in due versioni:

  1. Messaggio di percezione. L'ascoltatore condivide le sue impressioni sul partner o direttamente dalla conversazione avvenuta. Questo approccio è particolarmente prezioso per rafforzare i legami tra figli e genitori, coniugi.
  2. Messaggio di auto-percezione. In questo caso, l'ascoltatore descrive il suo stato interno dopo la conversazione, i cambiamenti avvenuti.

Qualunque sia il messaggio contenuto nel messaggio (positivo o negativo), è importante esprimerlo con un tono calmo e amichevole. Maleducazione, accuse aggressive e altre forme negative di espressione di sentimenti annullano istantaneamente l'intera efficacia dell'ascolto attivo.

Parlare di emozioni

Questa tecnica di ascolto attivo implica una comunicazione aperta sullo stato interiore dell'interlocutore, esprimendo il desiderio di supportare o aiutare. Ad esempio, quando l'oratore è molto turbato durante la conversazione, questa tecnica è implementata dalla frase "Vedo quanto sia difficile e doloroso per te parlarne...". Aiuta a dimostrare l'atteggiamento empatico che spesso costituisce la base di una relazione di fiducia.

Fare commenti sulla conversazione

La ricezione consente di esprimere il risultato finale sullo sviluppo di successo (o viceversa) della conversazione. Fornisce un commento sul raggiungimento di una comprensione comune di un argomento. Se ciò non è stato ottenuto, il commento potrebbe riflettere un problema di malinteso. È così che si forma la fase successiva della sua risoluzione effettiva (dopo l'esatta formulazione dell'oggetto della controversia o il mancato accordo).

Tecniche di ascolto attivo

Le tecniche di ascolto attivo sono diverse dalle tecniche. Si basano sullo sviluppo della capacità di comprendere il significato di una conversazione più profondo di quanto le parole lo trasmettano. È stato detto sopra che la capacità di empatia gioca un ruolo enorme nell'attuazione di successo della tecnica di ascolto attivo e argomentazione. È lei che sta alla base dei metodi moderni, manifestati a tre livelli fondamentali:

  1. Empatia. Consiste nella manifestazione delle stesse emozioni che si impossessano dell'avversario. Ad esempio, quando piange, anche l'ascoltatore ha le lacrime agli occhi..
  2. Simpatia. Si manifesta sotto forma di offerta per aiutare l'interlocutore quando si trova in una situazione difficile.
  3. Simpatia. Rappresenta un atteggiamento di supporto e benevolo persistente nei confronti di chi parla.

Usare i metodi è un modo per penetrare nel mondo interiore di un'altra persona, quando la conversazione non si limita alle parole. Diventa capiente e informativo, ma richiede anche grandi costi psico-emotivi. Anche se ripagano pienamente nella successiva formazione di relazioni forti e di fiducia.

I principali metodi di ascolto attivo sono formulati dal leader e creatore della psicologia umanistica - Karl Rans Rogers. Sono i seguenti:

  1. Partecipazione sincera e profonda al mondo interiore della persona che parla.
  2. Espressione aperta dei sentimenti.
  3. Mancanza di ruoli distintivi limitati alle attività formali.
  4. Stabile adempimento degli obblighi nei confronti dell'interlocutore.

Esercizi per sviluppare capacità di ascolto attivo

La formazione in coppia viene utilizzata per sviluppare questa utile abilità. Uno dei partecipanti interpreta il ruolo dell'ascoltatore e il secondo - l'oratore. Quindi si scambiano di posto. In media, la durata dell'esercizio dura 30-45 minuti. Durante questo periodo, vengono implementate le seguenti fasi:

  1. Durante i primi 5 minuti, uno degli interlocutori parla di difficoltà personali, indicando le probabili ragioni del loro verificarsi. Il partner interagisce con lui utilizzando tecniche di ascolto attivo.
  2. Un paio di minuti dopo la prima fase vengono assegnati alle dichiarazioni dell'oratore su cosa esattamente nel comportamento dell'ascoltatore lo abbia aiutato o ostacolato ad aprirsi nella conversazione.
  3. Dopo questi 5 minuti, la persona che parla continua a condividere i propri pensieri. Ora su quali tratti del carattere lo aiutano ad affrontare queste difficoltà. La sfida del suo partner è continuare a utilizzare l'ascolto attivo, tenendo conto degli errori individuati nella seconda fase.
  4. Per i successivi 5 minuti, l'ascoltatore riassume ciò che l'oratore ha imparato dalle due storie precedenti. Annuisce solo con segni che segnalano l'accordo con lui o viceversa. Se vengono individuate interpretazioni errate, l'ex ascoltatore le corregge in modo tale che l'interlocutore sia d'accordo con lui.

La fine del primo cerchio di classi arriva dopo che l'oratore della coppia può formulare esattamente cosa esattamente è stato capito correttamente e dove si è verificata l'interpretazione errata. Dopo di che i partner cambiano ruolo.

Esempi di ascolto attivo nella pratica

Gli esempi dell'uso di tecniche di ascolto attivo sono ovunque. Sul lavoro, si riflettono sotto forma di migliori relazioni con il team. La famiglia aiuta a superare i periodi di crisi e conflitto. Allo stesso tempo, in qualsiasi interazione, l'ascolto attivo si manifesta su due piani: non verbale e verbale. Il primo prevede espressioni facciali e gesti che rendono il contatto più profondo. Nel secondo si tratta di frasi correttamente costruite secondo la tecnica scelta. Per esempio:

  1. "Cosa intendi esattamente?"
  2. "Ti capisco perfettamente!"
  3. "Questo è davvero interessante!"

Include anche la questione di come sia successo all'interlocutore.

Conclusione

La parola è il modo principale di comunicazione tra le persone, che viene spesso eseguita con disprezzo. Durante la conversazione, gli ascoltatori sono distratti dall'essenza della conversazione, non percepiscono le informazioni presentate o le interpretano in modo errato. Questo poi influisce negativamente sulla relazione. Le tecniche di ascolto attivo possono aiutare ad eliminare queste difficoltà in modo che l'interazione con le persone sia gratificante e apra nuove prospettive di sviluppo..

Psicologo pratico. Fornisco consulenza su questioni di relazioni, conflitti e sviluppo personale. Aiuto nella riabilitazione dopo un trauma psicologico.

Ascolto attivo: che cos'è in psicologia

La parabola dice che Dio ha dato a una persona 2 orecchie e una bocca in modo che ascoltasse l'interlocutore 2 volte e dicesse solo 1 volta. La capacità non solo di ascoltare, ma anche di sentire l'interlocutore aiuta in molti settori dell'attività umana. Cioè, l'ascolto attivo ti consente di risolvere molti problemi della vita..

Cos'è l'ascolto attivo

L'ascolto attivo (AC) è un'abilità di comunicazione complessa, i cui partecipanti interagiscono direttamente o indirettamente tra loro. Per la prima volta, la teoria della tecnologia dell'ascolto attivo o empatico è stata descritta dallo psicoterapeuta americano Carl Rogers.

Sembrerebbe che sia difficile ascoltare l'interlocutore. Ma, di regola, durante la comunicazione diretta, una persona sente solo ciò che vuole sentire o qualcosa di accattivante, il resto delle informazioni non viene notato dal cervello, poiché in questo momento è impegnato con altri pensieri. Con l'ascolto attivo, una persona astrae dalle proprie emozioni ed esperienze e si concentra sulla percezione della parola.

Utilizzare nella psicologia della comunicazione

Il metodo di percezione attiva è una tecnica utilizzata nelle pratiche psicologiche, nelle consultazioni psicoterapeutiche, durante vari corsi di formazione al fine di comprendere meglio i sentimenti e le esperienze di una persona.

La tecnica di ascolto nella psicologia della comunicazione viene utilizzata per:

  • dirigere la conversazione nella giusta direzione;
  • assistere nella comprensione, valutazione e memorizzazione delle informazioni;
  • incoraggiare l'interlocutore a rispondere alle domande necessarie;
  • assicurazione contro l'errata interpretazione delle informazioni;
  • stabilire un contatto psicologico con l'interlocutore e allineamento armonioso della conversazione;
  • stabilire una convivenza senza conflitti nella società.

Barriere all'ascolto attivo

Nonostante il desiderio di ascoltare attentamente le persone intorno, non sempre ci sono le condizioni per questo..

Cosa può interferire con l'ascolto attivo:

  1. Il desiderio di trarre frettolosamente una conclusione (basata sulla propria visione del mondo e sull'esperienza di vita esistente) prima che tutti i fatti, gli argomenti e le prove necessari siano chiariti.
  2. Una tendenza a percepire selettivamente le informazioni (ascolta solo ciò che vuoi sentire).
  3. Bias.
  4. Pregiudizio.

Importante! Oltre all'ascolto attivo, si distingue anche l'ascolto passivo, la cui essenza è la capacità di ascoltare silenziosamente l'interlocutore.

Tipi di ascolto attivo

Il processo di percezione attiva delle informazioni può essere suddiviso in 2 tipologie, che vengono definite:

  1. ascolto attivo maschile;
  2. ascolto attivo femminile.

Ascolto attivo maschile

Questo metodo di percepire le informazioni presuppone un ascolto attento dell'interlocutore, un'analisi completa delle informazioni ricevute, porre domande chiarificatrici, partecipazione attiva alla discussione sull'argomento della conversazione, riflessione. Molto spesso utilizzato durante riunioni di lavoro, trattative, conferenze.

Ascolto attivo delle donne

Questo è un modo di comunicazione più emotivo e aperto, in cui l'empatia viene utilizzata per avvicinarsi all'interlocutore, per ispirare la sua fiducia, per simpatizzare con i suoi problemi. Nel processo di comunicazione, l'enfasi è sui sentimenti e le emozioni e non sulla quantità di informazioni trasmesse.

Tecnica di ascolto attivo

Yu B. Gippenreiter nel suo libro "I miracoli dell'ascolto attivo" dichiara la grande importanza di questo fenomeno nella vita di ogni persona che vuole avere una comunicazione efficace con le persone che lo circondano..

Esistono molte delle più comuni tecniche di ascolto attivo:

  • "Echo" - una riproduzione letterale dell'ultima frase con intonazione interrogativa.
  • Parafrasando - un riassunto dei pensieri principali di quanto è stato detto (di regola, inizia con la frase: "Se ho capito bene, allora...).
  • Interpretazione - esprimere un'opinione sulle vere intenzioni del parlante, fatta sulla base delle informazioni percepite (una frase tipica inizia con le parole: "Penso che tu...).

Ogni tecnica, a sua volta, include diversi componenti integrali:

  1. Neutralità, cioè rispetto incondizionato per una persona senza critiche, condanne o valutazioni soggettive.
  2. Benevolenza, cordialità, simpatia per l'interlocutore.
  3. Sincero interesse per la persona, incoraggiando il desiderio di raccontare.

Ogni sessione di ascolto attivo è costruita secondo uno specifico algoritmo:

  • Contatto visivo (gli occhi degli interlocutori sono allo stesso livello). L'ispezione dell'interlocutore dalla testa ai piedi o l'ambiente può indicare che l'argomento della conversazione è poco interessante o secondario.
  • Uso moderato delle espressioni facciali e dei gesti (testa che annuisce, assenso, ascolto con tutto il corpo).
  • Porre domande chiarificatrici, richieste di chiarire punti poco chiari nel discorso.
  • Tenendo conto dei sentimenti e delle emozioni del partner di conversazione, empatia.

Importante! Dovresti distinguere tra fare domande e fare domande. Il primo indica l'ascolto disattento dell'interlocutore, il secondo, al contrario, parla di comunicazione attiva.

Ascolta e ascolta

Tecniche relative agli elementi dell'ascolto

Per l'ascolto attivo, vengono utilizzate le seguenti tecniche:

  • Pausa. Aiuta a capire cosa hai sentito, a esprimere i tuoi commenti durante la conversazione. Un oratore in questo modo può enfatizzare alcuni elementi del discorso..
  • Una precisazione. Consente di chiarire, dettagliare ciò che è stato detto o non mettere a tacere i punti acuti della questione in discussione.
  • Raccontare. Fornisce l'opportunità di scoprire se le informazioni sono trasmesse e comprese correttamente, aiuta a evidenziare gli argomenti e i fatti necessari.
  • Sviluppo del pensiero. Attiva gli interlocutori a partecipare alla conversazione, ad esprimere le proprie opinioni sull'argomento di discussione.
  • Il messaggio sulla percezione dell'interlocutore (trasferimento della tua opinione sull'oratore).
  • Un messaggio sulla percezione di te stesso o una descrizione dei tuoi sentimenti.
  • Nota sull'andamento del dialogo (polilogo) - valutazione del processo di comunicazione.

Tecniche di ascolto attivo

La tecnica AU aiuta a comprendere il significato profondo di tutte le parole pronunciate, a penetrare nel mondo interiore di chi parla. Nella vita di tutti i giorni, questa penetrazione si chiama empatia, che si manifesta in 3 livelli:

  1. Empatia (mostrando gli stessi sentimenti che mostra l'interlocutore).
  2. Empatia (il desiderio di aiutare ad alleviare la sofferenza dell'interlocutore).
  3. Simpatia (buona volontà verso una persona).

Per sviluppare l'innata capacità di empatia, lo psicoterapeuta K. Rogers suggerisce di utilizzare i seguenti metodi:

  • adempiere regolarmente agli obblighi assunti;
  • esprimi sinceramente i tuoi sentimenti;
  • mostrare complicità con i sentimenti interiori dell'interlocutore;
  • rifiutarsi di svolgere ruoli caratteristici durante la conversazione.

Tecniche di percezione attiva

L'essenza del metodo di percezione attiva è la capacità non solo di ascoltare le parole pronunciate, ma anche di vedere il significato profondo nascosto dietro di esse, che può essere rivelato con l'aiuto di brevi frasi che incoraggiano l'interlocutore. È necessario non solo consentire all'oratore di parlare, ma anche partecipare attivamente al processo di trasmissione e ricezione delle informazioni.

Esempi di ascolto attivo

La maggior parte dei dialoghi che hanno uno specifico argomento di discussione possono essere considerati un esempio di ascolto attivo:

  • Conversazione tra venditore e acquirente (prima, il venditore ascolta attentamente i desideri dell'acquirente, quindi gli interlocutori cambiano ruolo: il venditore offre soluzioni al problema e l'acquirente ascolta e sceglie).
  • Comunicazione con i bambini. È importante ascoltare ogni bambino e non solo per capire i bisogni immediati, ma anche per aiutare il bambino ad affrontare le sue emozioni e desideri. A volte la percezione attiva aiuta a indurre il bambino a determinate azioni, a insegnare qualche nuova abilità. L'ascolto attivo è ampiamente utilizzato in pedagogia.
  • Rapporti tra amici e parenti (consente di stabilire un'atmosfera confortevole).
  • La comunicazione tra i partner imprenditoriali aiuta a far crescere il business.
  • Partecipazione all'aumento dell'efficienza delle vendite. Un responsabile vendite di successo sa come presentare correttamente il suo prodotto e convincere un potenziale acquirente a effettuare un acquisto. Per fare questo, la parte utilizza metodi come la comunicazione non verbale, la parafrasi, il chiarimento e la capacità di riassumere..

Comunicazione con il bambino

Importante! La capacità di ascoltare attentamente l'interlocutore può essere coltivata in te stesso attraverso un lungo allenamento. Ciò aiuterà non solo a essere considerato un piacevole interlocutore, ma fornirà anche l'opportunità di ricevere maggiori informazioni..

Esercizi di ascolto attivo

Prima di iniziare a padroneggiare la tecnica dell'ascolto attivo, vale la pena comprendere i principi di base della percezione attiva:

  • Abbandona l'abitudine di interrompere l'interlocutore;
  • Mantenere un costante contatto visivo;
  • Rispondi a una domanda se suggerisce una risposta e non cercare di cercare risposte a domande retoriche;
  • Mostra feedback: supporta, annuisci con la testa, incoraggia a continuare con frasi brevi;
  • Non interferire con l'esplosione di sentimenti sfavorevoli (per non assumere la negatività su di te, devi astrarre temporaneamente dall'energia negativa e continuare la comunicazione dopo l'esplosione di emozioni tossiche).

Dopo aver accettato e padroneggiato i principi dell'AU, puoi iniziare ad allenare la capacità di percepire attivamente le informazioni..

Esercizio in coppia

Il primo esercizio viene svolto in coppia, dove una persona funge da oratore, l'altra da ascoltatore. Per 5 minuti, l'oratore parla di diversi problemi personali con enfasi sulle proprie difficoltà. In questo momento, il partner utilizza tutti i metodi e le tecniche di percezione attiva. Un minuto dopo la fine di questa parte dell'esercizio, l'oratore analizza le azioni dell'ascoltatore: cosa ha aiutato e cosa ha impedito di parlare di sé. Per i successivi 5 minuti, l'oratore parla dei suoi successi e risultati e l'ascoltatore cerca di utilizzare efficacemente le tecniche AC, tenendo conto degli errori precedenti. Nei successivi cinque minuti, l'ascoltatore racconta ciò che ha capito e ricordato dal monologo e l'oratore reagisce alla storia solo con un cenno del capo positivo o negativo. Inoltre, in caso di reazione negativa da parte di chi parla, l'ascoltatore si corregge. Dopo la fine della prima fase dell'esercizio, i partner ripetono l'allenamento, cambiano solo i ruoli. Alla fine della lezione, riassumi e analizza quale ruolo è più difficile: ascoltatore o presentatore.

Abilità di ascolto attivo

Esercizio "Telefono rotto"

Per completare questa attività sono necessarie 5 persone: un oratore e 4 ascoltatori. L'oratore e il primo ascoltatore rimangono nella stanza. L'oratore legge il testo che descrive un determinato evento, il partner lo ascolta attentamente e cerca di ricordare i dettagli del messaggio. Dopo aver letto il testo una volta, viene chiamato il secondo ascoltatore e il primo ascoltatore ripete il testo che ha sentito. Le azioni vengono ripetute finché l'ultimo partecipante non ascolta la propria versione del testo. Quindi tutti si riuniscono e confrontano la storia del 4 ° ascoltatore con l'originale..

L'esercizio mostra che le persone ricordano le informazioni in modo selettivo, in base alla loro visione del mondo e alla loro esperienza di vita.

Esercizio di consapevolezza

L'allenatore divide il gruppo in tre. Ad ogni partecipante viene consegnato un piccolo abstract. Entro 3 minuti, tutti i partner leggono simultaneamente i loro testi ad alta voce e cercano di ascoltare i messaggi degli altri concorrenti. Il compito di ogni partecipante è ascoltare e ricordare il più possibile le informazioni provenienti da altre persone. Di norma, più volte un tale esercizio risulta essere praticamente inefficace, ma nel tempo le persone imparano a isolare l'essenza tra il flusso sparso di informazioni..

Pertanto, il metodo di ascolto attivo è importante non solo per i professionisti, ma anche per ogni persona. La percezione attiva delle informazioni si verifica molto spesso, quasi tutti i dialoghi contengono elementi dell'AU.

Ascolto attivo

Cosa distingue una persona da un animale? Discorso attivo e vario. L'uomo ha creato un linguaggio per esprimere i suoi pensieri, desideri e sentimenti agli altri attraverso di esso. Ciò rende importante l'ascolto attivo. Esistono alcune tecniche e tecniche di ascolto attivo, metodi. Usando esempi, considereremo come si manifesta e usando esercizi mostreremo come svilupparlo..

Le persone si ascoltano raramente. Sfortunatamente, l'incapacità di ascoltare l'interlocutore porta al fatto che le persone non si capiscono, non trovano soluzioni a situazioni problematiche, non sono d'accordo e rimangono con le loro lamentele. Ecco perché l'ascolto attivo diventa importante quando una persona capisce di cosa sta parlando l'interlocutore..

Devi essere in grado non solo di parlare, ma anche di ascoltare. Le persone che sono in grado di ascoltare ciò che viene detto loro raggiungono il successo. Come dice il proverbio, "il silenzio è oro". Ma se allo stesso tempo una persona è inclusa nella comprensione delle parole dell'interlocutore, allora il suo silenzio si trasforma in un gioiello inestimabile..

Cos'è l'ascolto attivo?

Parlando di ascolto attivo, è difficile trasmetterne l'intero significato. Cos'è? L'ascolto attivo è la percezione del discorso di qualcun altro, in cui c'è un'interazione diretta e indiretta tra i partecipanti al processo. Una persona sembra essere inclusa nel processo di conversazione, sente e comprende il significato delle parole di chi parla, percepisce il suo discorso.

Per capire un'altra persona, devi prima ascoltarla. Come puoi comunicare e non sentire un'altra persona? Molte persone pensano che questo sia assurdo. In effetti, la comunicazione della maggior parte delle persone è superficiale e unilaterale. Mentre l'interlocutore dice qualcosa, il suo avversario medita sui propri pensieri, ascolta i suoi sentimenti che sorgono in risposta alle parole dell'oratore.

Se ricordi, molti noteranno che nel momento in cui sentono una parola spiacevole, tutto ciò che viene detto dopo rimane inascoltato. Avendo sentito una parola significativa per se stessi, una persona acuisce la sua attenzione su di essa. È emotivo, pur considerando cosa dire all'interlocutore. Potresti anche non notare che la conversazione è già andata in una direzione diversa..

L'ascolto è chiamato attivo solo perché una persona non si concentra esclusivamente sulle proprie esperienze ed emozioni, ma percepisce il discorso che viene detto dall'interlocutore.

L'ascolto attivo aiuta:

  • Riporta la conversazione in carreggiata.
  • Rispondi alle domande che ti aiuteranno a ottenere le risposte di cui hai bisogno.
  • Comprendere correttamente e accuratamente l'interlocutore.

In senso generale, l'ascolto attivo aiuta a stabilire un contatto con l'interlocutore e ottenere da lui le informazioni necessarie..

Tecnica di ascolto attivo

Se sei interessato alle tecniche di ascolto attivo, allora dovresti leggere il libro di Hippenreiter "I miracoli dell'ascolto attivo", dove nota il ruolo cruciale di questo fenomeno. Se le persone vogliono stabilire contatti efficaci con i propri cari e le persone intorno a loro, allora dovrebbero essere in grado non solo di parlare, ma anche di ascoltare..

Quando una persona è interessata a un argomento di conversazione, di solito ne viene coinvolto. Si appoggia o si gira verso l'altra persona per capirla meglio. Questa è una delle tecniche di ascolto attivo quando una persona è interessata ad ascoltare e comprendere le informazioni..

Altri fattori che influenzano l'ascolto attivo efficace sono:

  • Eliminazione di argomenti incomprensibili per l'interlocutore. Questi includono difetti di accento e linguaggio..
  • Accettazione incondizionata dell'avversario. Non giudicare quello che dice.
  • Fare domande come segno di impegnarsi in una conversazione.

Tecniche di ascolto attivo:

  1. "Echo" - ripetendo le ultime parole dell'interlocutore in tono interrogativo.
  2. Parafrasare è un breve trasferimento dell'essenza di ciò che è stato detto: “Ti ho capito bene...? Se ti ho capito bene, allora... ".
  3. Interpretazione: un'ipotesi sulle vere intenzioni e obiettivi dell'oratore, basata su ciò che ha detto.

Attraverso l'ascolto attivo, una persona si immedesima e chiarisce le informazioni per se stessa, chiarisce e pone domande, trasferisce la conversazione all'argomento desiderato. Ciò aumenta notevolmente il senso di autostima se la persona è brava nelle tecniche di comunicazione..

Il contatto visivo dice molto su ciò che una persona è interessata:

  • Il contatto all'altezza degli occhi indica che una persona è interessata all'interlocutore e alle informazioni che fornisce.
  • La discussione dell'interlocutore parla più dell'interesse per la personalità di chi parla che delle informazioni che fornisce.
  • Uno sguardo agli oggetti circostanti suggerisce che una persona non è interessata né alle informazioni né all'interlocutore stesso.

L'ascolto attivo include cenni del capo, esclamazioni di conferma ("Sì", "Ti capisco", ecc.). Non è consigliabile terminare le sue frasi dopo la persona, anche se la capisci. Lascia che si esprima in modo completo e indipendente..

Un elemento importante dell'ascolto attivo è fare domande. Se fai domande, stai ascoltando. Le risposte ti aiutano a chiarire le informazioni, aiutano l'interlocutore a chiarirle o a passare all'argomento desiderato.

Le emozioni di una persona dovrebbero essere notate. Se dici di notare quali emozioni sta provando, significa che è intriso di fiducia in te..

Tecniche di ascolto attivo

Considera le tecniche di ascolto attivo:

  • Pausa. Questa tecnica aiuta a pensare a ciò che è stato detto. A volte una persona tace, semplicemente perché non ha il tempo di pensare a qualcosa di più di quanto inizialmente voleva dire.
  • Una precisazione. Questa tecnica viene utilizzata per chiarire, chiarire ciò che è stato detto. Se questa tecnica non viene utilizzata, spesso gli interlocutori pensano a vicenda ciò che non è loro chiaro.
  • Raccontare. Questa tecnica aiuta a scoprire come sono state comprese correttamente le parole dell'interlocutore. O l'interlocutore li conferma o specifica.
  • Sviluppo del pensiero. Questa tecnica viene utilizzata come sviluppo dell'argomento della conversazione, quando l'interlocutore integra le informazioni con i suoi dati.
  • Messaggio di percezione. Questa tecnica prevede l'espressione di pensieri sull'interlocutore..
  • Messaggio di auto-percezione. Questa tecnica implica l'espressione dei sentimenti e dei cambiamenti personali che si verificano durante la conversazione..
  • Messaggio di avanzamento della conversazione. Questa tecnica esprime una valutazione di come va la comunicazione tra gli interlocutori.
vai su

Tecniche di ascolto attivo

Parlando di metodi di ascolto attivo, stiamo parlando di capire le parole di chi parla più di quanto esse trasmettano. Questa è la cosiddetta penetrazione nel mondo interiore di chi parla, comprendendone i sentimenti, le emozioni e le motivazioni..

Nella vita di tutti i giorni, questo metodo si chiama empatia, che si manifesta su tre livelli:

  1. L'empatia è una manifestazione degli stessi sentimenti dell'interlocutore. Se piange, allora piangi con lui..
  2. L'empatia è un'offerta del tuo aiuto, vedere il disagio emotivo dell'altra persona.
  3. La simpatia è un atteggiamento bonario e positivo nei confronti dell'interlocutore..

Alcune persone nascono con un'innata tendenza all'empatia, altre sono costrette ad impararla. Ciò è possibile attraverso autoaffermazioni e metodi di ascolto attivo..

Per penetrare nel mondo interiore dell'interlocutore, Karl Rogers propone le seguenti tecniche:

  • Costante adempimento degli obblighi.
  • Espressione dei sentimenti.
  • Complicità nella vita interiore dell'interlocutore.
  • Mancanza di ruoli caratteristici.

Si tratta di ascolto empatico, quando una persona non solo ascolta ciò che gli viene detto, ma percepisce anche informazioni nascoste, partecipa a un monologo con frasi semplici, esprime le corrispondenti emozioni, parafrasa le parole dell'interlocutore e le indirizza nella giusta direzione.

L'ascolto empatico implica il silenzio quando l'interlocutore può parlare. Una persona deve prendere le distanze dai propri pensieri, emozioni e desideri. Si concentra completamente sugli interessi dell'interlocutore. Qui non dovresti esprimere la tua opinione, valutare le informazioni. In misura maggiore, stiamo parlando di empatia, sostegno, simpatia.

Le tecniche di ascolto attivo sono discusse su psytheater.com:

  1. Parafrasare: ripetere frasi significative e importanti con parole tue. Aiuta a sentire le tue dichiarazioni dall'esterno o il significato che trasmettono.
  2. Tecnica dell'eco: ripetere le parole dell'interlocutore.
  3. Riassumendo è un breve trasferimento del significato delle informazioni espresse. Sembra conclusioni, conclusioni di una conversazione.
  4. Ripetizione emotiva: rivisitazione di ciò che è stato ascoltato con la manifestazione delle emozioni.
  5. Chiarimento: porre domande per chiarire ciò che è stato detto. Indica che l'oratore è stato ascoltato e ha anche cercato di capire.
  6. Una conseguenza logica: un tentativo di avanzare ipotesi sui motivi di ciò che è stato detto, lo sviluppo del futuro o della situazione.
  7. Ascolto non riflessivo (silenzio attento) - ascolto silenzioso, approfondendo le parole dell'interlocutore, perché puoi perdere informazioni importanti.
  8. Comportamento non verbale: stabilire un contatto visivo con l'interlocutore.
  9. Segni verbali - continuazione della conversazione e indicazione che la stai ascoltando: "sì, sì", "continua", "ti sto ascoltando".
  10. Il mirroring è espressione delle stesse emozioni dell'interlocutore.
vai su

Esempi di ascolto attivo

L'ascolto attivo può essere utilizzato ovunque si incontrino due persone. In misura maggiore, svolge un ruolo importante nel campo del lavoro e delle relazioni. Le vendite possono essere un esempio lampante, quando il venditore ascolta attentamente ciò di cui l'acquirente ha bisogno, offre possibili opzioni, amplia la gamma..

L'ascolto attivo nelle vendite, come in altri ambiti della vita, è necessario per consentire alla persona di fidarsi e parlare dei propri problemi. Quando si stabilisce un contatto, le persone hanno determinati motivi che spesso non vengono pronunciati. Per aiutare una persona ad aprirsi, devi stabilire un contatto con lui..

Un altro esempio di ascolto attivo è la comunicazione con un bambino. Bisogna capirlo, riconoscere le sue esperienze, scoprire i problemi con cui è venuto. L'ascolto attivo è spesso utile per incoraggiare un bambino ad agire quando non solo si lamenta ma riceve anche utili consigli su cosa fare dopo..

L'ascolto attivo viene utilizzato in tutti i tipi di relazioni in cui l'elemento di fiducia e cooperazione diventa importante. L'ascolto attivo è efficace tra amici, parenti, partner commerciali e altre categorie di persone..

Esercizi di ascolto attivo

L'ascolto attivo dovrebbe essere sviluppato in se stessi. Ciò è possibile con il seguente esercizio:

  • Un gruppo di persone viene preso e diviso in coppie. Per un certo tempo, uno dei partner interpreterà il ruolo di ascoltatore e il secondo - l'oratore.
  • Per 5 minuti, l'oratore parla di un paio di problemi personali, concentrandosi sulle cause delle difficoltà. Allo stesso tempo, l'ascoltatore utilizza tutte le tecniche e le tecniche dell'ascolto attivo..
  • Entro 1 minuto dopo l'esercizio, l'oratore parla di cosa lo ha aiutato ad aprirsi e cosa lo ha ostacolato. Ciò consente all'ascoltatore di comprendere i propri errori, se ce ne sono..
  • Per i prossimi 5 minuti, l'oratore dovrebbe parlare dei suoi punti di forza, che lo aiutano a connettersi con le persone. L'ascoltatore continua a utilizzare tecniche e tecniche di ascolto attivo, tenendo conto dei propri errori commessi l'ultima volta..
  • Per i prossimi 5 minuti, l'ascoltatore dovrebbe raccontare di nuovo tutto ciò che ha capito da entrambe le storie dell'oratore. Allo stesso tempo, l'oratore tace e solo con un cenno del capo conferma o nega la correttezza del fatto che l'ascoltatore lo abbia capito o meno. L'ascoltatore in una situazione di disaccordo con lui deve correggersi fino a quando non riceve la conferma. La fine di questo esercizio è che l'oratore può chiarire dove è stato frainteso o distorto.
  • Quindi l'oratore e l'ascoltatore cambiano ruolo, tutte le fasi vengono ripetute in un modo nuovo. Ora l'ascoltatore parla e l'oratore ascolta attentamente e utilizza tecniche e tecniche di ascolto attivo.

Alla fine dell'esercizio, i risultati sono riassunti: quale ruolo è stato il più difficile, quali sono stati gli errori dei partecipanti, cosa avrebbe dovuto essere fatto, ecc. Questo esercizio non solo ti consente di provare le capacità di ascolto attivo, ma anche di vedere le barriere di comunicazione tra le persone, per vederle nella vita reale.

Le persone comunicano tra loro attraverso la comunicazione. Parlare è uno dei modi per costruire relazioni e connessioni. L'ascolto attivo è un metodo per stabilire con successo contatti tra le persone interessate. Il risultato della sua applicazione può piacere e sorprendere molte persone..

La cultura della comunicazione moderna è piuttosto bassa. Le persone parlano molto, spesso senza ascoltare i propri interlocutori. Quando sorge il silenzio, molto spesso le persone sono immerse nei propri pensieri. E quando nasce una conversazione, le persone cercano di interpretare ciò che sentono a modo loro. Tutto ciò porta a incomprensioni e decisioni sbagliate sulla base dei risultati..

Sviluppare l'ascolto attivo elimina tutti i problemi di comunicazione. Stabilire contatti amichevoli è il vantaggio iniziale di questa tecnica..

Ascolto attivo

L'ascolto attivo è un'abilità comunicativa complessa, una percezione significativa della parola. Implica l'interazione diretta di tutti i partecipanti al processo di comunicazione (ascoltatore e oratore) e l'interazione indiretta quando viene percepito il parlato che suona in TV, radio, da un computer, ecc. L'ascolto attivo può aiutare a comprendere, valutare e ricordare le informazioni veicolate dall'interlocutore. Inoltre, le tecniche di ascolto attivo possono indurre l'individuo a rispondere, dirigere la conversazione nella giusta direzione, prevenendo incomprensioni o interpretazioni errate dei messaggi ricevuti dall'interlocutore..

Tecnica di ascolto attivo

Gippenreiter ha introdotto il termine ascolto attivo nella nostra cultura. A suo parere, l'ascolto attivo dovrebbe essere significativo per tutti, poiché apre nuove opportunità per stabilire un contatto profondo tra genitori e figli, coniugi adulti tra loro, colleghi di lavoro, ecc. Tale ascolto può alleviare i conflitti e le tensioni emergenti, creare un'atmosfera di gentilezza e calore, spirito di reciproca accettazione. Il libro di Gippenreiter "I miracoli dell'ascolto attivo" fornisce istruzioni passo passo per padroneggiare l'abilità dell'ascolto attivo, risposte alle domande più frequenti e una miriade di esempi di vita che mostrano l'efficacia della capacità di ascoltare attivamente..

Lo scopo di ogni udienza è quello di ottenere quante più informazioni possibili per poter prendere la decisione giusta. La qualità di qualsiasi conversazione dipende non solo dalla capacità di parlare, ma anche dalla capacità di percepire le informazioni. Quando il soggetto è interessato a una conversazione, cerca di ascoltare attentamente e involontariamente si volta verso il soggetto che sta attualmente parlando, o si sporge nella sua direzione, ad es. il contatto visivo è stabilito.

La capacità di ascoltare come se "con tutto il corpo" aiuta a comprendere meglio la personalità dell'interlocutore e dimostra l'interesse dell'interlocutore per lui. È necessario ascoltare l'interlocutore sempre con attenzione, soprattutto quando c'è il pericolo di eventuali malintesi. La formazione di incomprensioni è possibile quando la conversazione stessa o il suo argomento sono troppo difficili da capire o completamente sconosciuti. Ciò accade anche quando l'oratore ha qualche difetto di parola o accento. In questi casi e in molti altri, è necessario sviluppare capacità di ascolto attivo..

L'accettazione incondizionata è importante in qualsiasi interazione, soprattutto per stabilire un contatto con figli o coniugi. La comunicazione dovrebbe essere basata sul principio dell'accettazione incondizionata.

L'accettazione incondizionata consiste principalmente nel dimostrare a un altro individuo che una persona esiste e ha il suo significato. Si può ottenere l'accettazione incondizionata di un altro da una varietà di fattori, ad esempio, ponendo domande che dimostrano all'individuo che la sua opinione è importante per te, che vorresti conoscerlo e capirlo meglio. Ma la cosa più importante nella domanda è la risposta. È qui che sono necessarie tecniche di ascolto attivo. Esistono le seguenti tecniche: "eco", parafrasi e interpretazione.

La tecnica dell '"eco" è una ripetizione letterale delle ultime parole dell'interlocutore, ma con intonazione interrogativa. La parafrasi è un breve trasferimento dell'essenza delle informazioni trasmesse dal partner. Di solito inizia con le parole: "se ti ho capito bene, allora...". L'interpretazione è un'ipotesi sul significato reale e corretto di ciò che è stato detto, sui suoi obiettivi e ragioni. Usa una frase come questa: "Presumo che tu...".

La tecnica dell'ascolto attivo consiste in: capacità di ascoltare ed entrare in empatia con l'interlocutore; nel chiarirsi le informazioni, parafrasando le dichiarazioni dell'interlocutore; nella capacità di porre domande sull'argomento della conversazione.

Grazie al metodo di ascolto attivo, l'autostima di una persona aumenterà e l'interazione con gli altri migliorerà. L'ascolto attivo aiuta a identificare i problemi e le possibili soluzioni..

La capacità di ascoltare attivamente è un certo algoritmo di azioni. Quindi, la prima cosa da fare con l'ascolto attivo è guardare l'interlocutore, poiché il contatto visivo è un elemento significativo della comunicazione. L'interesse per le informazioni trasmesse dall'interlocutore si esprime guardando negli occhi dell'interlocutore.

E se esamini completamente l'interlocutore ("dalla testa ai piedi"), allora questo indica che l'interlocutore stesso è più importante per te, e non le informazioni da lui trasmesse. Se durante una conversazione consideriamo gli oggetti circostanti, questo indicherà che la persona non è importante né l'interlocutore né le informazioni trasmesse a lui, in particolare al momento.

L'elemento principale dell'ascolto attivo è la capacità di mostrare all'interlocutore che sta ascoltando con attenzione e con interesse. Ciò si ottiene accompagnando il discorso del partner con un cenno del capo, pronunciando parole come: "sì", "ti capisco", ecc. Tuttavia, una manifestazione eccessiva può causare una reazione inversa.

Inoltre, non dovresti provare a completare la frase al posto dell'interlocutore, anche se capisci appieno cosa vuole dire l'oggetto della comunicazione. È necessario consentire all'individuo di comprendere e completare il pensiero per se stesso.

In situazioni in cui qualcosa nella conversazione non è chiara, dovresti fare domande. È necessario contattare il proprio interlocutore per chiarimenti o chiarimenti. Il desiderio di ottenere chiarimenti o informazioni aggiuntive è uno degli indicatori più importanti dell'ascolto attivo. Nei casi in cui è chiaro di cosa sta parlando l'interlocutore, ma non può esprimere il suo pensiero da solo, puoi aiutarlo con una domanda. Ma poiché ogni domanda implica solo poche opzioni di risposta, dovresti imparare a porre le domande giuste..

Un altro elemento importante della percezione attiva è la riformulazione delle dichiarazioni del partner di comunicazione. Parafrasare implica un tentativo di chiarire il significato di un'espressione ripetendo al partner le proprie informazioni, ma in altre parole. Oltre alla corretta comprensione, la parafrasi offre all'interlocutore anche un'ulteriore opportunità per notare che sta ascoltando attentamente e cercando di capire.

Non poco importante nella percezione attiva è l'osservazione dei sentimenti del partner. Per fare questo, puoi usare una frase di questo tipo: "Capisco quanto sia difficile per te parlarne", ecc. Questo mostra al partner che sono in empatia con lui. L'enfasi dovrebbe essere posta sul riflettere i sentimenti espressi dall'interlocutore, il suo stato emotivo e le attitudini.

La caratteristica principale della percezione attiva, che ne aumenta l'efficacia, è determinata dal fatto che tutte le possibili interpretazioni errate e dubbi vengono eliminati nel processo di comunicazione verbale. Cioè, quando un partner di comunicazione agisce dalla posizione di ascolto attivo, può sempre essere sicuro di comprendere correttamente l'interlocutore. È il feedback verbale che conferma la corretta comprensione del partner e l'atteggiamento nei suoi confronti senza pregiudizi, e fa della percezione attiva (ascolto) un mezzo di comunicazione così efficace. Le tecniche di percezione attiva sono descritte più dettagliatamente nel libro "I miracoli dell'ascolto attivo" di Julia Gippenreiter.

Tecniche di ascolto attivo

L'ascolto attivo, a volte chiamato anche riflessivo, sensibile, premuroso, è oggi il modo più efficace di percepire qualsiasi informazione. Questo è il motivo per cui è così importante utilizzare tecniche di ascolto attivo nella vita di tutti i giorni..

Tra i metodi di ascolto attivo, si distinguono: pausa, chiarimento, racconto, sviluppo del pensiero, messaggio sulla percezione, messaggio sulla percezione di se stessi, osservazioni sul corso della conversazione.

La pausa consente al partner della comunicazione verbale di pensare. Dopo una tale pausa, l'interlocutore può aggiungere qualcos'altro, dire qualcosa di cui prima avrebbe taciuto. Consente inoltre all'ascoltatore di prendere le distanze da se stesso, dalle sue valutazioni, sentimenti, pensieri e concentrarsi sull'interlocutore. La capacità di passare al processo interno del partner di comunicazione, allontanarsi da se stessi è una delle condizioni più difficili e più importanti per la percezione attiva, che crea uno stato d'animo di fiducia tra i partner di conversazione.

Chiarimento significa una richiesta per chiarire o chiarire qualcosa dal discorso pronunciato. In qualsiasi comunicazione ordinaria, piccole imprecisioni e imprecisioni vengono pensate dai comunicatori l'uno per l'altro. Tuttavia, quando nel corso di una conversazione vengono sollevate questioni emotivamente significative, vengono discussi argomenti difficili, spesso gli interlocutori evitano involontariamente di sollevare questioni delicate. La chiarificazione è in grado di mantenere una comprensione dei pensieri e dei sentimenti dell'interlocutore nella situazione che si è creata.

Raccontare è un tentativo da parte di un attento interlocutore di ripetere brevemente ciò che il partner ha detto con le sue stesse parole. Allo stesso tempo, chi ascolta dovrebbe cercare di evidenziare e sottolineare i pensieri e gli accenti più importanti. Il racconto è un'opportunità di feedback, per capire come suonano le parole dall'esterno. Il risultato della rivisitazione può essere la conferma da parte dell'interlocutore che è stato compreso, oppure diventa possibile correggere le affermazioni. Inoltre, la rivisitazione può servire come un modo per riassumere.

Con l'aiuto della tecnica di sviluppo del pensiero, si cerca di raccogliere e far avanzare ulteriormente il corso dell'idea o del pensiero principale dell'interlocutore.

L'ascoltatore può comunicare all'interlocutore la sua impressione di lui, che si è formata nel processo di comunicazione. Questa tecnica è chiamata messaggio di percezione..

E il messaggio dell'ascoltatore all'interlocutore sui cambiamenti nel suo stato personale nel processo di ascolto è chiamato ricezione del messaggio sulla percezione di se stesso. Ad esempio, "Odio sentire questo".

Il tentativo dell'ascoltatore di informare su come, a suo avviso, la conversazione può essere intesa nella sua interezza è chiamato ricezione di osservazioni sul corso della conversazione. Ad esempio, "sembra che abbiamo raggiunto una comprensione comune del problema".

Tecniche di ascolto attivo

La capacità di ascoltare attentamente e comprendere un interlocutore in psicologia è chiamata empatia. Ci sono tre fasi dell'empatia: empatia, simpatia e simpatia.

L'empatia si verifica quando una persona prova emozioni identiche a quelle naturali. Quindi, ad esempio, se il dolore è accaduto a una persona, un'altra può piangere con lui. L'empatia è una risposta emotiva, un impulso ad aiutare qualcun altro. Quindi, se uno ha un dolore, il secondo non piange con lui, ma offre aiuto.

La simpatia si manifesta in un atteggiamento caloroso e benevolo nei confronti delle altre persone. Quindi, ad esempio, quando ti piace una persona esteriormente, ad es. evoca simpatia, voglio parlare con lui.

L'empatia aiuta una persona a capirne meglio un'altra, la capacità di dimostrare all'altro che è importante. Alcune persone hanno un'empatia innata o possono sviluppare questa qualità in se stesse. Esistono due metodi per sviluppare l'empatia: il metodo dell'autoaffermazione e il metodo dell'ascolto attivo..

Il metodo dell'ascolto attivo è una tecnica che viene utilizzata nella pratica della consulenza psicologica e psicoterapeutica, in vari corsi di formazione. Permette di comprendere meglio lo stato psicologico, i pensieri, i sentimenti dell'interlocutore con l'aiuto di alcune tecniche, che implicano la manifestazione attiva di considerazioni ed esperienze personali.

Si ritiene che Carl Rogers sia l'autore di questo metodo. Credeva che quattro elementi fondamentali costituissero le fondamenta di una relazione significativa e benefica: espressione di sentimenti, adempimento regolare degli obblighi, mancanza di ruoli caratteristici, capacità di partecipare alla vita interiore di un altro.

L'essenza del metodo di percezione attiva risiede nella capacità di ascoltare e, soprattutto, di ascoltare più di quanto riportato, dando indicazioni nella giusta direzione con l'aiuto di brevi frasi. L'interlocutore non deve limitarsi a parlare, l'interlocutore deve partecipare invisibilmente al monologo con l'aiuto di frasi semplici, nonché la ripetizione delle parole dell'interlocutore, parafrasandole e indirizzandole nella giusta direzione. Questa tecnica si chiama ascolto empatico. Durante tale audizione, è necessario prendere le distanze da pensieri, valutazioni e sentimenti personali. Il punto principale durante l'ascolto attivo è che il partner nella comunicazione verbale non deve esprimere le proprie opinioni e pensieri, valutare questo o quell'atto o evento.

L'ascolto attivo ha diversi metodi distinti: parafrasi o eco, riassunto, ripetizione emotiva, chiarimento, conseguenza logica, ascolto non riflessivo, comportamento non verbale, segnali verbali, rispecchiamento.

La tecnica dell'eco consiste nell'esprimere i pensieri in modo diverso. Lo scopo principale dell'ecotecnica è chiarire il messaggio, dimostrare al partner di comunicazione che è ascoltato, dando una sorta di segnale sonoro "Io sono lo stesso di te". Questo metodo consiste nel fatto che un interlocutore restituisce a un altro le sue affermazioni (più frasi o una), parafrasandole con le sue stesse parole mentre inserisce frasi introduttive. Per parafrasare le informazioni, è necessario scegliere i momenti più significativi e significativi delle dichiarazioni. Con il cosiddetto "ritorno" della replica, non c'è bisogno di spiegare cosa è stato detto.

Una caratteristica di questa tecnica è la sua utilità nei casi in cui le dichiarazioni dell'interlocutore sembrano comprensibili al suo interlocutore. Accade spesso che tale "intelligibilità" sia illusoria e non si verifichi un reale chiarimento di tutte le circostanze. La tecnologia Echo può risolvere facilmente e facilmente questo problema. Questa tecnica dà al partner di comunicazione un'idea di essere compreso e incoraggia una discussione su ciò che sembra più importante. Con l'aiuto della parafrasi, un argomento di comunicazione consente a un altro di ascoltare la sua affermazione dall'esterno, consente di notare errori, realizzare e formulare chiaramente i suoi pensieri. Inoltre, questa tecnica dà tempo per la riflessione, che è particolarmente necessaria in una situazione in cui è impossibile trovare immediatamente la risposta..

Riassumere è riassumere, evidenziare l'idea principale, riprodurre le parole dell'interlocutore in forma generalizzata e sintetica. Lo scopo principale di tale tecnica è mostrare che l'ascoltatore ha colto per intero le informazioni di chi parla e non solo una parte. Le sintesi vengono trasmesse utilizzando una serie specifica di frasi specifiche. Ad esempio, "in questo modo". Questo metodo aiuta quando si discutono reclami o si risolvono problemi. Riassumere è molto efficace nei casi in cui il chiarimento è in un vicolo cieco o si protrae. Questa tecnica è un modo abbastanza efficace e inoffensivo per terminare una conversazione con un interlocutore troppo loquace o semplicemente loquace.

La ripetizione emotiva è una breve ripetizione di ciò che hai sentito, preferibilmente utilizzando parole chiave e frasi dei clienti. In questa tecnica, puoi porre domande come: "Ti ho capito correttamente?" Allo stesso tempo, l'interlocutore è lieto di essere stato ascoltato e capito correttamente e l'altro ricorderà ciò che ha sentito.

Il chiarimento consiste nel chiedere al relatore uno specifico chiarimento. Devi iniziare con domande elementari, chiarendo quelle. L'efficacia del chiarimento nella maggior parte dei casi dipende dalla tecnica stessa di porre le domande. Le domande dovrebbero essere aperte, dovrebbero essere - come se non fossero finite. Le domande di chiarimento di solito iniziano con "dove", "come", "quando", ecc. Ad esempio, "cosa intendi?". Con l'aiuto di tali domande, puoi raccogliere le informazioni necessarie e significative che rivelano il significato interiore della comunicazione. Tali domande chiariscono a entrambi i partner i dettagli della conversazione che sono stati persi nella comunicazione. In questo modo, mostrano all'interlocutore che il partner è interessato a ciò che sente. Con l'aiuto delle domande, puoi influenzare la situazione in modo che il suo sviluppo avvenga nella giusta direzione. Con l'aiuto di questa tecnica, puoi rilevare le bugie e il suo background, senza generare ostilità da parte del partner di comunicazione. Ad esempio: "puoi ripeterlo di nuovo?" Con questa tecnica, non dovresti porre domande che richiedono risposte monosillabiche..

Una conseguenza logica implica la conclusione da parte dell'ascoltatore di una conseguenza logica dalle dichiarazioni dell'interlocutore parlante. Questo metodo permette di chiarire il significato di quanto detto, di ottenere informazioni senza ricorrere a domande dirette. Questa tecnica differisce dalle altre in quanto l'interlocutore non si limita a parafrasare o riassumere il messaggio, ma tenta di dedurre una conseguenza logica dall'affermazione, propone un'ipotesi sulle ragioni delle affermazioni. Questo metodo implica evitare la fretta nelle conclusioni e l'uso di formulazioni non categoriche e morbidezza di tono..

L'ascolto non riflessivo o il silenzio attento risiede nella percezione tacita di tutte le informazioni indiscriminatamente o ordinate. Dal momento che a volte qualsiasi frase dell'ascoltatore può essere passata nel vuoto o, peggio ancora, può causare aggressività. Questo perché frasi del genere vanno contro il desiderio di parlare dell'interlocutore. Quando si utilizza questo metodo, è necessario chiarire all'interlocutore, con l'aiuto di un segnale, che l'ascoltatore è concentrato sulle sue parole. Un cenno del capo, un cambiamento nell'espressione facciale o un commento affermativo possono essere usati come segnale..

Il comportamento non verbale consiste nel contatto visivo con una durata dello sguardo diretto direttamente negli occhi dell'interlocutore per non più di tre secondi. Quindi devi guardare il ponte del naso, la metà della fronte, il petto.

Una postura attiva implica l'ascolto con espressioni facciali espressive, un viso luminoso e non con un'espressione facciale sprezzante.

I segni verbali consistono nel dare all'interlocutore segnali di attenzione con frasi del tipo: "continua", "ti capisco", "sì, sì".

Il mirroring è l'espressione di emozioni che sono in sintonia con le emozioni del partner di comunicazione. Tuttavia, questo metodo sarà efficace solo nel caso in cui si riflettano esperienze reali, che si sentono in un momento particolare..

Esempi di ascolto attivo

L'ascolto attivo può essere utilizzato per migliorare le prestazioni di vendita. La percezione attiva nelle vendite è una delle abilità di base di un venditore di successo (direttore delle vendite), che aiuta a "parlare" con il potenziale acquirente. Questa abilità dovrebbe essere utilizzata in tutte le fasi dell'interazione cliente-gestore. È più efficace ascoltare attivamente nella fase iniziale della ricerca, quando il venditore scopre di cosa ha esattamente bisogno il cliente, così come nella fase di lavoro con le obiezioni.

L'ascolto attivo nell'area vendita è essenziale per convincere i clienti a parlare dei loro problemi. Per fare un'offerta redditizia a un potenziale acquirente specifico, è necessario capire cosa sarà vantaggioso per lui. Per scoprirlo, devi fare le domande giuste. Vengono utilizzati due metodi di ascolto attivo: non verbale, parafrasando, riassumendo e chiarendo.

L'ascolto attivo è necessario anche quando si interagisce con i bambini, che consiste nell'usare determinati metodi. Per ascoltare il bambino, dovresti voltarti verso di lui in modo che gli occhi siano allo stesso livello. Se il bambino è molto piccolo, puoi prenderlo in braccio o sederti. Non dovresti parlare ai bambini di stanze diverse o allontanarti da loro mentre fai i lavori domestici. Dal momento che il bambino giudicherà dalla postura quanto sia importante per i genitori comunicare con lui. I genitori dovrebbero rispondere affermativamente. Evita frasi che hanno la forma di una domanda o che non esprimono empatia. È necessario mantenere delle pause dopo ogni osservazione. Gippenreiter ha descritto l'ascolto attivo in modo più dettagliato nei suoi libri.

L'ascolto attivo è insostituibile nelle relazioni familiari e negli affari, in quasi tutte le aree dell'interazione personale. Un esempio di una tecnica gratificante di ascolto attivo è la frase: "Ti sto ascoltando", "Molto interessante". Un esempio di chiarimento è la frase - "Come è successo?", "Cosa intendi?" Un esempio di empatia è "sembri un po 'turbato". Un esempio di sintesi è la frase: "A quanto ho capito, questo è il pensiero chiave di quello che hai detto?".

Esercizio di ascolto attivo

Esiste un'enorme varietà di esercizi diversi per sviluppare tecniche di ascolto attivo. L'esercizio di ascolto attivo coinvolge diversi partecipanti e durerà 60 minuti. Tutti i partecipanti si siedono in cerchio. L'esercizio viene eseguito in coppia, quindi a ogni partecipante viene offerta la possibilità di scegliere un partner.

Successivamente, le carte vengono distribuite con regole scritte per l'ascolto attivo. I ruoli vengono assegnati a coppie. Un partner "ascolterà" e l'altro "parlerà". L'incarico comprende diverse fasi successive, progettate per un periodo di tempo limitato. Il facilitatore ti dice cosa fare, quando iniziare il compito e quando finirlo..

Quindi, la prima fase è che il "parlante" per cinque minuti racconta al suo partner in una coppia le difficoltà della sua vita personale, i problemi di interazione con gli altri. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta al "parlante" quelle qualità che danno luogo a tali difficoltà. In questo momento, l '"ascoltatore" deve seguire le regole dell'ascolto attivo, aiutando così l'interlocutore a parlare di sé. Il presentatore interrompe la comunicazione dopo cinque minuti. Inoltre, l '"oratore" è invitato a dire all' "ascoltatore" per un minuto cosa aiuta ad aprirsi e parlare liberamente della sua vita e cosa, al contrario, ha reso difficile una storia del genere. È importante prendere sul serio questa fase, perché in questo modo l '"ascoltatore" può scoprire da solo cosa sta facendo di sbagliato.

Dopo un minuto, il leader dà il secondo compito. Il "parlante" dovrebbe, per cinque minuti, raccontare al suo partner in coppia i punti di forza della sua personalità nella comunicazione, che lo aiuta a stabilire l'interazione, costruire relazioni con altri soggetti. L '"ascoltatore" dovrebbe nuovamente ascoltare attivamente, utilizzando determinate regole e tecniche e tenendo conto delle informazioni ricevute dal suo partner durante il minuto precedente.

Dopo cinque minuti, il facilitatore interrompe la comunicazione e suggerisce una terza fase. Ora l '"ascoltatore" deve raccontare al "parlante" in cinque minuti quello che ha ricordato e capito da solo dalle due storie del partner su se stesso. In questo momento, il "parlante" dovrebbe tacere e solo con i movimenti della testa mostrare se esprime accordo con ciò che "ascoltatore" dice o meno. Se il “parlante” mostra che il partner non lo ha capito, allora “l'ascoltatore” si corregge finché il “parlante” annuisce, confermando la correttezza delle parole. Dopo la fine della storia "ascoltatore", il suo partner può notare ciò che è stato distorto o mancato.

La seconda parte dell'esercizio consiste nel cambiare i ruoli di "ascoltare" in "parlare" e viceversa. Queste fasi vengono ripetute, ma allo stesso tempo il leader inizia ogni volta una nuova fase, assegna il compito e lo termina.

L'ultima fase sarà una discussione congiunta su quale ruolo sarebbe più difficile, quali metodi di ascolto attivo sarebbero più facili da eseguire e quali, al contrario, sono più difficili, di cosa è più difficile parlare, sulle difficoltà di comunicazione o sui punti di forza che i partner sentivano come "oratore", quale effetto hanno avuto le varie azioni dell '"ascoltatore".

Come risultato di questo esercizio si forma la capacità di ascoltare un interlocutore di comunicazione, si realizzano le barriere dell'ascolto, quali: la valutazione, il desiderio di dare consigli, di raccontare qualcosa dall'esperienza passata. Le capacità di ascolto attivo miglioreranno le tue interazioni quotidiane con le persone nella tua vita personale e in pubblico. Sono anche aiutanti indispensabili nella conduzione di un'impresa, soprattutto se è legata al settore delle vendite..

Autore: psicologo pratico N.A. Vedmesh.

Relatore del Centro Medico e Psicologico "PsychoMed"