Alcolismo cronico: cause, prevenzione e conseguenze

L'alcolismo è una patologia grave caratterizzata da sviluppo progressivo, voglie incontrollate e graduale dipendenza dall'alcol. Si sviluppa sullo sfondo dell'assunzione sistematica di bevande alcoliche con la formazione di dipendenza psicologica e fisiologica. Codice ICD 10 - F10.

La dipendenza da alcol è un problema non solo in Russia, ma in tutto il mondo. Questa malattia è pericolosa non solo per il paziente stesso e non solo per ragioni mediche. L'alcolizzazione della popolazione comporta pronunciate conseguenze negative di natura demografica, sociale ed economica..

Secondo l'OMS, c'è una tendenza persistente verso un aumento dell'incidenza delle malattie a livello mondiale: in 10 anni (2000-2010), il numero di alcolisti nel mondo è quasi raddoppiato.

L'alcolismo cronico è una malattia a lungo termine, ma in via di sviluppo irreversibile. Negli uomini, la dipendenza cronica si verifica dopo 10-12 anni di uso sistematico, nelle donne - un po 'più velocemente.

I fattori provocatori dell'alcolismo

Il meccanismo della dipendenza non è del tutto chiaro; è associato all'effetto dell'etanolo sui sistemi neurochimici del cervello. Il motivo principale per cui le persone inizialmente consumano alcol è il suo effetto rilassante, l'emergere di euforia, una sensazione di appagamento. Diversi fattori diversi giocano un ruolo nello sviluppo della dipendenza. Assegna le cause psicologiche, biologiche e sociali dell'alcolismo.

Cause biologiche

L'ipotesi che l'alcolismo sia ereditario è nata molto tempo fa, ma solo con lo sviluppo della genetica è diventato possibile studiare questo problema al giusto livello scientifico..

A seguito di numerosi studi non sono stati trovati i geni dell'alcolista, ma ne sono stati individuati altri, la cui presenza in determinate combinazioni rende più probabile lo sviluppo della dipendenza da alcol. Cioè, non è una malattia ereditaria, ma una predisposizione ad essa.

La ricerca e la ricerca di geni per l'alcolismo sono ancora in corso, quindi sono in arrivo altre scoperte che potrebbero cambiare l'idea di questo problema..

Ragioni psicologiche

L'etanolo agisce come un sedativo sul sistema nervoso, quindi molte persone che provano disagio emotivo cercano di calmarsi baciando la bottiglia..

La causa del consumo di alcol è l'aumento dell'ansia, dell'irritabilità e dell'eccessiva sensibilità. L'etanolo ha un effetto disinibitore, quindi alcune persone cercano di acquisire maggiore fiducia in se stessi bevendo alcolici..

A volte la ragione per lo sviluppo dell'alcolismo è l'incapacità o l'incapacità di raggiungere qualsiasi obiettivo.

La crescita dell'alcolismo può anche essere spiegata dal ritmo della vita odierna: una persona è in uno stato di stress permanente, deve risolvere molte domande e problemi. L'alcol, d'altra parte, provoca la produzione di ormoni di gioia e piacere, quindi, dopo averlo assunto, l'umore di una persona migliora ei problemi svaniscono in secondo piano. L'opportunità di rilassarsi, di uscire per un po 'dal vortice degli eventi è ciò che attrae le persone.

Ragioni sociali

Molti fattori giocano un ruolo nell'aumento del numero di persone dipendenti dall'alcol: storici, culturali, familiari e altri..

In Russia, l'aumento del numero di alcolisti è associato proprio a eventi economici e politici. In primo luogo, lo stato ha introdotto una restrizione significativa sulla vendita di alcolici.

I risultati della campagna anti-alcolici sono ambigui: la situazione demografica è migliorata, ma il consumo reale di alcolici è appena diminuito a causa dell'aumento dell'offerta di alcol contraffatto e del consumo di sostituti artigianali. Poi la situazione è cambiata radicalmente: il monopolio di Stato è stato abolito, mentre la legislazione anti-alcol è stata imperfetta. La pubblicità diffusa, la vendita aperta rendevano disponibile l'alcol. Di conseguenza, il livello di alcolismo in Russia è aumentato in modo significativo e continua a crescere.

Si ritiene che in tempi di fratture, una situazione instabile nello stato, vi sia un aumento del numero di alcolisti. Ma anche nei paesi ricchi ci sono molte persone dipendenti.

Ad esempio, la Svizzera ha un consumo di alcol pro capite più elevato rispetto a Cuba instabile..

L'atteggiamento verso l'alcol nella società gioca un ruolo importante. In alcuni gruppi etnici e culturali, il bere non è accettato o è vietato per motivi religiosi.

In Russia, l'atteggiamento nei confronti dell'alcol è positivo o neutro. Fin dall'infanzia, una persona vede le persone bere, e se questo accade anche nella sua famiglia, allora semplicemente non percepisce l'alcol come qualcosa di brutto o pericoloso.

Usato spesso, perché così accettato nel gruppo sociale in cui si trova la persona. Può essere una famiglia, un gruppo di amici o un gruppo di studenti o dipendenti..

Patogenesi

Secondo alcuni ricercatori, la patogenesi della malattia si basa sull'attivazione delle catecolamine e di altri sistemi neurotrasmettitori del cervello..

Le sostanze fisiologicamente attive (catecolamine e oppioidi endogeni) influenzano varie parti del sistema nervoso, il che porta allo sviluppo di alcuni effetti (diminuzione della sensibilità alle influenze esterne, dolore, formazione di reazioni emotive e comportamentali). L'abuso sistematico di alcol sconvolge il lavoro di questi sistemi, che è la ragione della formazione della dipendenza, così come le sue manifestazioni (aumento della tolleranza all'alcol, sintomi di astinenza).

Inoltre, l'etanolo è una sostanza tossica che penetra nel corpo e si scompone in un composto ancora più velenoso: l'acetaldeide. Ha un effetto distruttivo sulle cellule, interrompe il metabolismo cellulare.

L'influenza costante dell'acetaldeide con l'uso sistematico porta a un'intossicazione cronica. Soprattutto, il fegato, il cuore, i vasi sanguigni e il cervello soffrono dell'effetto velenoso di questo metabolita dell'etanolo..

Fasi della malattia

Nel suo sviluppo, la dipendenza da alcol attraversa diverse fasi. Ognuno di loro è caratterizzato dal proprio quadro clinico, dal grado di coinvolgimento nell'abitudine, dalla perdita di un atteggiamento critico nei confronti dell'alcol, nonché dallo sviluppo di patologie sullo sfondo di un'intossicazione costante.

Fase uno

Nella prima fase dello sviluppo della dipendenza, i segni della malattia sono difficili da notare. È caratterizzato da una forte voglia di bere ricorrente, mentre in assenza di tale opportunità, presto passa.

Quando c'è la possibilità di assumere alcol, la persona beve di più e ogni volta che la dose aumenta. Anche il volume e la frequenza del consumo di alcol sono in costante crescita. La persona inizia a cercare una scusa per bere alcolici o inventa scuse per bere.

Sebbene la necessità di bere sorga sempre più spesso, una persona non accetterà di ammettere di essere malata.

Già nella prima fase dello sviluppo, l'alcolismo di solito si manifesta come una sbornia ricorrente..

Quando è ubriaco, un alcolizzato può comportarsi in modo aggressivo, intollerante, essere nervoso o ansioso. Occasionalmente si verifica una perdita di singoli episodi dal ricordo di eventi avvenuti in stato di intossicazione.

Di norma, in questa fase, la malattia non viene riconosciuta e il trattamento non viene eseguito. La persona continua a bere e l'alcolismo entra nella seconda fase di sviluppo.

Fase due

La malattia diventa evidente. Circa il 90% delle persone registrate con dipendenze da droghe soffre di alcolismo del secondo stadio.

I principali segni della malattia sono lo sviluppo della resistenza agli effetti dell'etanolo e dei sintomi di astinenza..

Il controllo sulla quantità di alcol è completamente perso, una persona può bere alcolici in volumi molto grandi. Allo stesso tempo, il suo meccanismo di difesa cessa di funzionare, che viene attivato dall'intossicazione. In una persona sana, il corpo cerca di sbarazzarsi delle tossine attraverso il vomito e si osservano altri sintomi di avvelenamento.

L'alcolista non avverte nausea e vomito.

Dopo aver bevuto alcol al mattino, sperimenta molte manifestazioni negative, che cerca di neutralizzare assumendo una nuova dose. Dopodiché, non riesce a smettere, ricominciando a bere alcolici. Una persona ha un'abbuffata di più giorni, che è estremamente difficile da interrompere senza l'uso di farmaci. La cancellazione improvvisa porta allo sviluppo di condizioni gravi da parte della fisiologia e della psiche.

Nella seconda fase, il carattere inizia a cambiare: una persona può essere aggressiva, irritata e nervosa. Questo comportamento è più intenso quando non è in grado di prendere la dose successiva. Spesso si sviluppano disturbi mentali, il più delle volte sullo sfondo di sintomi di astinenza acuti. Gli stati subdepressivi e depressivi sono caratteristici. Diminuisce l'intelligenza, il declino cognitivo.

Le conseguenze più comuni dell'alcolismo cronico della seconda fase sono la perdita del lavoro, numerosi conflitti con i propri cari e talvolta una rottura completa con la famiglia. La cerchia sociale sta cambiando: una persona è in contatto principalmente con i compagni di bevute. Gli interessi ristretti, gli atteggiamenti morali ed etici si smarriscono, l'alcolista diventa cinico, comincia a degradarsi.

Terza tappa

Il segno più caratteristico che la malattia è passata al terzo stadio è una significativa diminuzione della dose di alcol necessaria per ottenere l'intossicazione.

Letteralmente un bicchiere è sufficiente per un alcolizzato, tuttavia, la dose non funziona molto a lungo e prende il successivo. Per questo motivo, sembra che una persona non sia mai sobria, e in realtà è così.

In questa fase della dipendenza, l'alcol non porta più relax o piacere, ma è un mezzo per mantenere la vita. Pertanto, il rifiuto di utilizzare senza trattamento farmacologico in questa fase della malattia è impossibile. L'interruzione improvvisa termina, di regola, con lo sviluppo di psicosi di varia gravità.

Cambiamenti gravi e talvolta irreversibili si verificano nella fisiologia e nella psiche del paziente. C'è un marcato degrado personale, una significativa diminuzione del livello intellettuale, lo sviluppo di cambiamenti patologici negli organi interni.

Le conseguenze dell'alcolismo cronico

Effetti dell'etanolo e dei suoi metaboliti:

  • ha un effetto distruttivo sulle membrane cellulari dei tessuti del corpo;
  • ha un effetto vasodilatatore;
  • sconvolge il funzionamento del cervello;
  • migliora la separazione dell'urina;
  • aumenta la sintesi dell'acido cloridrico nello stomaco.

Il costante effetto tossico dell'etanolo e dei suoi prodotti di ossidazione porta allo sviluppo di molti danni agli organi e ai sistemi.

Gli alcolisti cronici hanno:

  • danno strutturale al miocardio;
  • processi infiammatori di eziologia alcolica (gastrite, epatite, pancreatite);
  • funzione renale compromessa;
  • disturbi del funzionamento dei sistemi ematopoietici, immunitari, nervosi, digestivi e altri.

L'abuso di alcol a lungo termine aumenta il rischio di attacchi di cuore, ictus, emorragie cerebrali e subaracnoidee e lo sviluppo di encefalopatia. Si verificano lesioni multiple del sistema nervoso autonomo, si sviluppano polineuropatie.

L'alcolismo diventa la causa del progressivo danno epatico alcolico, che termina con la cirrosi. I dipendenti aumentano notevolmente il rischio di sviluppare il cancro del tratto digestivo.

Lo stato mentale di una persona si sta deteriorando in modo significativo. Dopo abbuffate prolungate, si osservano spesso varie psicosi sullo sfondo del ritiro. Si chiamano alcol metallico e sono il risultato di danni tossici cronici.

Questi includono alcolici:

  • delirio;
  • allucinosi;
  • psicosi delirante;
  • depressione;
  • epilessia.

Gravi patologie degli organi interni, che si verificano sullo sfondo dell'alcolismo cronico, spesso finiscono con la morte. La causa più comune di morte è rappresentata da disturbi critici nell'attività del cuore e dei vasi sanguigni..

Inoltre, la morte per alcolismo si verifica a causa di complicazioni di cirrosi alcolica, necrosi pancreatica, avvelenamento acuto con etanolo e acetaldeide. I tentativi di suicidio vengono spesso effettuati sullo sfondo di disturbi mentali.

La morte avviene per negligenza, a seguito di incidenti, danni meccanici agli organi interni, incidenti stradali.

Segni diagnostici

Ai narcologi russi viene diagnosticato l'alcolismo cronico sulla base dell'identificazione dei seguenti segni:

  • mancanza di controllo della dose, consumo di volumi significativi di alcol;
  • nessun riflesso del vomito dopo aver assunto una quantità significativa di alcol;
  • la presenza di sindrome da astinenza quando smetti di usare;
  • lunghe abbuffate;
  • compromissione parziale della memoria per eventi che si verificano in uno stato di intossicazione.

L'identificazione di questi segni viene effettuata utilizzando conversazioni con il paziente, questionari speciali e test, intervistando i propri cari. Si raccolgono anamnesi, si individuano episodi di assenteismo dovuti a ubriachezza, situazioni di conflitto in famiglia, casi di reato (violazione dell'ordine pubblico, guida in stato di ebbrezza, ecc.). Sono allo studio anche problemi fisiologici: disturbi nel lavoro di vari organi causati dall'uso prolungato di grandi volumi di alcol..

Inoltre, vengono utilizzati metodi di esame di laboratorio: vengono studiate l'attività enzimatica, la composizione del sangue.

Trattamento di alcolismo

Nel trattamento della dipendenza da alcol, viene utilizzato un approccio integrato con una combinazione di terapia etiotropica e sintomatica, nonché psicoterapia. Prima di tutto, è necessario stabilire ed eliminare i fattori provocatori dell'alcolismo: psicologici, fisiologici e sociali.

Il trattamento farmacologico comprende l'uso di farmaci per disintossicare il corpo, stabilizzare la condizione con una brusca cessazione del consumo di alcol, ansiolitici e ipnotici per mitigare le manifestazioni di astinenza.

Successivamente, il trattamento viene effettuato con farmaci che formano un riflesso condizionato di avversione all'alcol.

Questo metodo è chiamato terapia dell'avversione e include la formazione nel paziente di una sensazione di paura della morte, che può seguire a causa dell'assunzione congiunta di alcol e droghe..

Il trattamento farmacologico deve essere supportato da metodi psicoterapeutici per correggere la dipendenza da alcol. Senza un aiuto psicologico, il rischio di ricaduta è piuttosto alto. Lo psicoterapeuta forma l'atteggiamento del paziente verso una vita sobria, aiuta a superare le difficoltà che si presentano, a stabilizzare il background psico-emotivo.

La riabilitazione sociale comprende la risocializzazione del paziente, l'assistenza nella ricerca di un lavoro, il ripristino della struttura della personalità di una persona come membro della società. Sfortunatamente, questa parte del trattamento complesso in Russia viene ancora implementata in un volume minimo..

Prevenzione dell'alcolismo

La prevenzione dell'alcolismo dovrebbe essere basata sull'uso di due strategie: ridurre l'influenza dei fattori che provocano l'alcolismo e rafforzare i fattori protettivi che causano la resistenza all'alcol.

Le misure preventive sono generalmente suddivise in:

  • primario - volto a prevenire l'inizio del consumo di alcol da parte di persone che non lo hanno provato (a tal fine, è necessario condurre un lavoro educativo ed educativo nelle famiglie e nelle istituzioni educative, da parte dello stato - restrizione della vendita di alcol per età, divieto di pubblicità di prodotti alcolici, azione penale per coinvolgimento minori nell'uso sistematico di alcol);
  • secondario - volto a prevenire lo sviluppo della dipendenza da alcol nelle persone che bevono alcolici sporadicamente;
  • terziario - rivolto a persone che soffrono di alcolismo (tale prevenzione viene svolta in due direzioni: aiutare nel trattamento della dipendenza e prevenire i guasti nelle persone che sono riuscite a rinunciare all'alcol).

Il tuo narcologo consiglia: le conseguenze sociali dell'alcolismo

L'alcolismo non è solo un problema medico, ma anche un problema sociale acuto. In Russia, a causa del crescente alcolismo della popolazione, la situazione demografica ne risente notevolmente.

L'alto tasso di mortalità degli alcolisti (a seguito di malattie, incidenti, tentativi di suicidio ed episodi criminali) riduce notevolmente il necessario divario tra fertilità e mortalità, che rischia di ridurre la popolazione.

I bambini nati da genitori che soffrono di alcolismo ereditano la tendenza a sviluppare questa malattia, soffrono di ritardo mentale e fisico e varie patologie. Ciò non solo peggiora la demografia, ma porta anche a grandi perdite economiche: lo stato spende enormi quantità di denaro per il mantenimento e il trattamento di queste persone.

Il numero crescente di crimini commessi mentre si è ubriachi è un problema totale. Molto spesso si tratta di reati gravi (omicidio, lesioni personali gravi). Inoltre, gli alcolisti sono inclini ad atti illegali, cercando di ottenere fondi per acquistare alcolici (furto, rapina, aggressione, prostituzione). C'è un grave problema di incidenti stradali che si verificano a causa di colpa di guidatori ubriachi.

Cosa devi sapere sull'alcolismo cronico?

I parenti di una persona che beve hanno difficoltà. La loro vita si trasforma gradualmente in un incubo nella realtà. E tutti vogliono uscire dal circolo vizioso, per far smettere di bere alla persona amata. Tuttavia, spesso non capiscono cosa è necessario fare per questo, a chi rivolgersi. E tutto perché lo stato di alcolismo cronico non è associato a una malattia che deve essere curata. È per curare, con l'aiuto di narcologi e psichiatri, e non cercare di "metterlo fuori combattimento" dal paziente o rimuoverlo con rimedi popolari.

Quadro clinico

Allo stato attuale, l'alcolismo cronico è ufficialmente riconosciuto come una malattia ed è incluso nell'ICD 10 (codice di diagnosi - F10.2). Come ogni altra malattia, ha un proprio quadro clinico: sintomi e stadi. L'ICD 10 (codice F10.2) definisce questa condizione come segue: "l'alcolismo cronico è un forte desiderio di alcol, il suo uso regolare, che causa sintomi di astinenza se l'alcol smette di entrare nel corpo". La definizione è abbastanza completa, tuttavia, per l'uomo comune è difficile da capire. Tendiamo a definire l'alcolismo a livello intuitivo e non è facile per noi comprendere tutti i termini medici..

Nel frattempo, è utile per ogni persona conoscere quei sintomi che indicano che è stato superato un traguardo pericoloso, ed è l'alcolismo cronico che si verifica, e non solo l'amore per l'alcol:

  • mancanza di controllo sulla quantità di alcol consumata,
  • forte desiderio patologico di bere,
  • aumentare la dose di alcol per ottenere l'effetto desiderato,
  • la comparsa di una sindrome da astinenza poche ore dopo l'ultima assunzione di etanolo.

Questi segni sono descritti nell'ICD 10 (codice F10.2). Ognuno di loro è comprensibile per un medico, ma per una persona comune richiedono una spiegazione separata..

A che punto un normale desiderio di bere si trasforma in un desiderio patologico di alcol? Dove puoi tracciare una linea chiara? In effetti, la divisione è piuttosto arbitraria. Si ritiene che bere amore per rilassarsi, alleviare rigidità inutili e divertirsi sia la norma. Questo comportamento è considerato tradizionale. Ma il desiderio di alcol non per il bene di qualcosa, ma nonostante ciò è già una patologia. Contrariamente a cosa? Sì, almeno il deterioramento dei rapporti con la famiglia e gli amici, la salute minata, gravi postumi di una sbornia. Quando l'alcol non porta più il suo antico piacere, ma una persona persiste ancora nel bere, questo è uno dei segni di una malattia in via di sviluppo.

Un altro segno importante è la perdita del controllo quantitativo e situazionale. Ciò significa che il paziente inizia a consumare alcol in quelle situazioni in cui l'assunzione anticipata di alcol non era tipica per lui. Qualsiasi ragione è adatta, anche la più stupida e inverosimile, qualsiasi azienda. Le circostanze diventano irrilevanti. Inoltre, la persona inizia a bere molto di più. Il primo bicchiere è seguito dal secondo, terzo, ecc. E non può più fermarsi. La sua norma è passata da tempo, ma continua ancora a bere e non se ne accorge nemmeno. Questo sintomo appare spesso uno dei primi, quindi è proprio il "campanello d'allarme" che avverte di pericolo.

La dose di alcol che in precedenza promuoveva il rilassamento non è più avvertita dal paziente. Per ottenere l'effetto desiderato, deve bere sempre di più. Con il tempo, la sindrome da astinenza si unisce. Una persona inizia a sentirsi male senza alcol, ha mal di testa, nausea, vomito e altri sintomi della sindrome da astinenza (codice ICD 10 F10.3). Solo la dose successiva di alcol aiuta a rimuoverli. Il paziente inizia freneticamente a cercare un modo per ubriacarsi, l'ubriaco si sviluppa in un altro alcol e ulteriormente in un cerchio. Qui, nessuno intorno a te dubita che una persona abbia sviluppato alcolismo cronico: questo è quanto diventa ovvio.

Flusso in fasi

Come ogni malattia, la dipendenza da alcol non si sviluppa immediatamente, ma passo dopo passo, iniziando con segni piccoli, appena percettibili, e terminando con un quadro clinico dettagliato. È molto importante capire che questa malattia ha fasi per iniziare a combatterla già nelle prime fasi. Sfortunatamente, nel nostro paese, la maggior parte delle persone inizia a prendere sul serio l'alcolismo cronico solo nelle ultime fasi, e sono piuttosto frivole riguardo alle prime manifestazioni minori..

L'alcolismo in una fase iniziale è praticamente indistinguibile dall'ebbrezza domestica episodica. Tuttavia, ci sono diversi punti che dovrebbero destare qualche sospetto tra familiari e amici. In primo luogo, è la maggiore frequenza del consumo di alcol. Forse un tale periodo è arrivato nella vita di una persona (ad esempio, ci sono molte vacanze di seguito), ma, molto probabilmente, non è così. In secondo luogo, il paziente inizia a bere 2-3 volte più bevande alcoliche alla volta rispetto a prima, il che indica la formazione della sua tolleranza a piccole dosi di alcol. Inoltre, i cambiamenti iniziano nel carattere di una persona. Diventa più aggressivo, scortese, irritabile. Anche in uno stato di ubriachezza, non è il rilassamento che predomina, ma la tensione.

La seconda fase inizia dal momento in cui una persona sviluppa la sindrome da astinenza. Iniziano i tentativi regolari di ubriacarsi, che in futuro possono provocare abbuffate. In questa fase, non ci sono ancora abbuffate, ma la quantità di alcolici aumenta ancora di più. Una persona smette di preoccuparsi di inventare una scusa e il volume di alcol consumato in una volta può aumentare fino a 5-6 volte rispetto alle cifre iniziali. In questa fase, il paziente ha vuoti di memoria. Non riesce a ricordare come si è comportato durante l'alcol successivo. Quando è ubriaco, perde completamente il controllo di se stesso e può rappresentare un pericolo per gli altri.

La terza fase (finale) è caratterizzata da una completa perdita di ogni controllo. Iniziano le abbuffate infinite, la tolleranza all'alcol aumenta e quindi il paziente beve ancora di più. Non riceve più alcuna soddisfazione, ma è sempre ubriaco, in assenza di alcol, inizia un terribile "ritiro". Ci sono segni di una incipiente disintegrazione della personalità: la scomparsa di tutti gli interessi nella vita, il minimo affetto, emozioni sottili - tutto ciò che chiamiamo degradazione alcolica. Sfortunatamente, i parenti del paziente iniziano spesso a dare l'allarme solo in questa fase, il che significa che i momenti migliori per chiedere aiuto sono già stati persi.

Caratteristiche del trattamento

Il pericolo dell'alcolismo cronico sta nel fatto che questa malattia non solo distrugge la psiche, ma influisce negativamente anche sull'attività di altri organi e sistemi. L'ICD 10 (codice F10.2) menziona solo i danni dell'etanolo al cervello, al fegato e allo stomaco. Nel frattempo, le bevande alcoliche hanno un potente effetto negativo su tutti gli organi e sistemi: il cuore e i vasi sanguigni, i reni, il pancreas, i genitali, le ghiandole, il sistema sanguigno, ecc. Soffrono. L'elenco può essere continuato quasi indefinitamente. Questo è il primo motivo per cui il trattamento per l'alcolismo cronico dovrebbe essere iniziato il prima possibile. Il secondo è una maggiore possibilità di ottenere un risultato positivo nell'eliminazione della dipendenza. C'è anche un terzo: iniziare la terapia prima che si verifichi il crollo della personalità..

Non dimenticare mai che la dipendenza da alcol è una malattia e dovrebbe essere curata dai medici, non dai guaritori tradizionali. I tentativi di aiutare a casa sono inutili e spesso pericolosi. Solo un narcologo esperto può aiutare a far fronte alla malattia. In questo caso, il trattamento dell'alcolismo cronico deve essere necessariamente volontario. Solo se il paziente stesso è interessato a smettere di bere può essere ottenuto un buon risultato. I farmaci vengono selezionati in base allo stadio della malattia e ai sintomi. Di norma, devi prima rimuovere l'intossicazione da alcol e solo dopo passare alla lotta contro la dipendenza..

I farmaci utilizzati a tale scopo agiscono in modo da formare l'effetto condizionato negativo del paziente sull'alcol. Pertanto, il trattamento è estremamente spiacevole: una persona deve affrontare nausea, vomito, mal di testa. Ma questo è il punto: un cattivo stato di salute deriva dall'uso di alcol e quindi il corpo smette di assumere alcol.

Inoltre, i farmaci vengono utilizzati per aiutare a combattere i disturbi mentali e altri sintomi negativi di astinenza, così come i farmaci per il trattamento di malattie concomitanti derivanti dall'uso di alcol a lungo termine. La psicoterapia aggiuntiva è di grande importanza. Solo un trattamento così complesso può dare il risultato desiderato. Tuttavia, va ricordato che, in effetti, questa malattia è ancora incurabile: c'è solo un'opportunità per ottenere una remissione stabile (e anche permanente). Ma l'alcol per un tale paziente dovrebbe rimanere per sempre vietato. La ricaduta è possibile anche a causa di un bicchiere di vodka o un bicchiere di vino.

È meglio non affrontare mai l'alcolismo cronico: lascia che aggiri la tua famiglia. Ma, in ogni caso, il nemico deve essere conosciuto di vista (soprattutto nel nostro paese, dove è così forte). Se tu ei tuoi cari bevete alcolici anche in piccole quantità, significa già che vi trovate in un gruppo di rischio relativo (dopotutto, non saprete mai esattamente quando supererete il limite). Pertanto, stai sempre attento e attento. Assicurati che l'alcol aggiunga varietà al tuo tempo libero e non sostituisca tutte le altre forme di svago. Ricorda che ci sono i primi piccoli segni, prestando attenzione ai quali puoi fermarti in tempo. Bevi il meno possibile e solo nei giorni festivi, ei guai ti aggireranno..

Alcolismo

Informazione Generale

L'alcolismo è una malattia che si manifesta con l'abuso sistematico di alcol, caratterizzata da dipendenza mentale da intossicazione, disturbi somatici e neurologici, degrado della personalità. La malattia può progredire con l'astinenza dall'alcol.

Nella CSI, il 14% della popolazione adulta abusa di alcol e un altro 80% consuma moderatamente alcol, a causa di alcune tradizioni di consumo che si sono formate nella società.

Fattori come conflitti con i membri della famiglia, uno standard di vita insoddisfacente e l'incapacità di realizzare se stessi nella vita spesso portano ad abusi. In giovane età, l'alcol è usato come un modo per provare conforto interiore, coraggio e superare la timidezza. Nella mezza età, è usato come un modo per alleviare la fatica, lo stress e allontanarsi dai problemi sociali.

L'uso costante di questo metodo di rilassamento porta alla dipendenza persistente e all'incapacità di provare conforto interiore senza intossicazione alcolica. In base al grado di dipendenza e ai sintomi, si distinguono diversi stadi dell'alcolismo..

Fasi dell'alcolismo

La prima fase dell'alcolismo

Il primo stadio della malattia è caratterizzato da un aumento delle dosi e della frequenza dell'assunzione di alcol. Esiste una sindrome di reattività alterata, in cui cambia la tolleranza all'alcol. Le difese dell'organismo contro il sovradosaggio scompaiono, in particolare, non c'è vomito quando si bevono grandi dosi di alcol. Con una forte intossicazione, si osservano palinsesti - vuoti di memoria. La dipendenza psicologica si manifesta con una sensazione di insoddisfazione in uno stato sobrio, pensieri costanti sull'alcol, aumento dell'umore prima di assumere alcol. Il primo stadio dura da 1 a 5 anni, mentre l'attrazione è controllabile, non essendoci sindrome da dipendenza fisica. La persona non si degrada e non perde la capacità di lavorare.

Le complicazioni con l'alcolismo del primo stadio si manifestano principalmente dal fegato, si verifica la degenerazione grassa alcolica. Clinicamente, quasi non si manifesta; in alcuni casi, può esserci una sensazione di pienezza nello stomaco, flatulenza, diarrea. La complicanza può essere diagnosticata dall'aumento e dalla consistenza densa del fegato. Alla palpazione, il bordo del fegato è arrotondato, è alquanto sensibile. Con l'astinenza, questi segni scompaiono..

Le complicanze del pancreas sono la pancreatite acuta e cronica. Allo stesso tempo, si notano dolori addominali, che sono localizzati a sinistra e si irradiano alla schiena, così come diminuzione dell'appetito, nausea, flatulenza, feci instabili.

Spesso l'abuso di alcol porta a gastrite alcolica, in cui non c'è anche appetito e nausea, sensazioni dolorose nella regione epigastrica.

Fase due

L'alcolismo del secondo stadio ha un periodo di progressione da 5 a 15 anni ed è caratterizzato da un aumento della sindrome da reattività alterata. La tolleranza all'alcol raggiunge il massimo, sorgono le cosiddette pseudo abbuffate, la loro frequenza non è associata ai tentativi del paziente di sbarazzarsi della sua dipendenza dall'alcol, ma a circostanze esterne, ad esempio la mancanza di denaro e l'incapacità di ottenere alcol.

L'effetto sedativo dell'alcol viene sostituito da quello attivante, i vuoti di memoria quando si bevono grandi quantità di alcol vengono sostituiti dall'amnesia completa della fine dell'intossicazione. Allo stesso tempo, l'ubriachezza quotidiana è spiegata dalla presenza di una sindrome di dipendenza mentale, in uno stato sobrio il paziente perde la capacità di lavorare mentalmente, l'attività mentale è disorganizzata. Si sviluppa la sindrome da dipendenza fisica da alcol, che sopprime tutti i sentimenti tranne il desiderio di alcol, che diventa incontrollabile. Il paziente è depresso, irritabile, inoperativo, dopo aver assunto alcol, queste funzioni sono a posto, ma si perde il controllo sulla quantità di alcol, il che porta a un'intossicazione eccessiva.

Il trattamento dell'alcolismo nella seconda fase deve essere effettuato in un ospedale specializzato, da un narcologo o uno psichiatra. Un forte rifiuto dell'alcol causa sintomi somatoneurologici dell'alcolismo come esoftalmo, midriasi, iperemia della parte superiore del corpo, tremori delle dita, nausea, vomito, indebolimento dell'intestino, dolore al cuore, fegato, mal di testa. Ci sono sintomi mentali di degrado della personalità, indebolimento dell'intelletto, idee deliranti. Spesso c'è ansia, irrequietezza notturna, attacchi convulsivi, che sono i precursori della psicosi acuta - delirio alcolico, comunemente chiamato delirium tremens.

Le complicanze dell'alcolismo di secondo grado da parte del fegato sono rappresentate dall'epatite alcolica, spesso di forma cronica. La malattia è più comune nei pazienti persistenti che progressivi. Come le complicazioni di primo grado, l'epatite manifesta pochi sintomi clinici. Una complicazione può essere diagnosticata dalla patologia gastrointestinale, si osserva gravità nella regione epigastrica dello stomaco, ipocondrio destro, leggera nausea, flatulenza. Alla palpazione, il fegato è indurito, ingrossato e leggermente doloroso..

La gastrite alcolica nella seconda fase dell'alcolismo può avere sintomi camuffati da manifestazioni di sintomi di astinenza, la differenza è il vomito ripetuto doloroso al mattino, spesso mescolato con sangue. Alla palpazione c'è dolore nella regione epigastrica.

Dopo un consumo prolungato di alcol, si sviluppa una miopatia alcolica acuta, compaiono debolezza, gonfiore nei muscoli delle cosce e delle spalle. L'alcolismo il più delle volte causa cardiopatia non ischemica.

Terza tappa

L'alcolismo del terzo stadio differisce in modo significativo dai due precedenti, la durata di questa fase è di 5-10 anni. Questa è la fase finale della malattia e, come dimostra la pratica, il più delle volte finisce con la morte. La tolleranza all'alcol diminuisce, l'intossicazione si verifica dopo piccole dosi di alcol. Il binge drinking finisce con l'esaurimento fisico e psicologico.

L'ubriachezza a lungo termine può essere sostituita da un'astinenza prolungata o dal persistere dell'alcolismo quotidiano sistematico. Non c'è effetto attivante dell'alcool, l'intossicazione termina con l'amnesia. La dipendenza psichica non ha sintomi pronunciati, poiché nella terza fase dell'alcolismo si verificano profondi cambiamenti mentali. La dipendenza fisica, da parte sua, si manifesta in modo abbastanza forte, determinando il modo di vivere. La persona diventa scortese, egoista.

In uno stato di intossicazione, si manifesta instabilità emotiva, che rappresenta i sintomi di alcolismo, allegria, irritabilità, rabbia si sostituiscono imprevedibilmente a vicenda.

Il degrado della personalità, la diminuzione delle capacità intellettuali, l'incapacità di lavorare, portano al fatto che un alcolizzato, non avendo fondi per le bevande alcoliche, usa surrogati, vende cose, ruba. L'uso di surrogati come alcol denaturato, acqua di colonia, vernice, ecc. Porta a gravi complicazioni.

Le complicanze dell'alcolismo del terzo stadio sono spesso rappresentate dalla cirrosi alcolica del fegato. Esistono due forme di cirrosi alcolica: forma compensata e scompensata. La prima forma della malattia è caratterizzata da anoressia nervosa persistente, flatulenza, affaticamento e diminuzione dell'umore apatico. Si verifica un assottigliamento della pelle, su di esse compaiono macchie bianche e vene dei ragni. Il fegato è ingrandito, denso, ha un bordo affilato.

L'aspetto del paziente cambia notevolmente, c'è una forte perdita di peso, perdita di capelli. La forma scompensata della cirrosi epatica differisce in tre tipi di sintomi clinici. Questi includono l'ipertensione portale, che porta a sanguinamento emorroidario ed esofageo, ascite - l'accumulo di liquido nella cavità addominale. Si osserva spesso ittero, in cui il fegato è notevolmente ingrandito, nei casi più gravi si verifica insufficienza epatica, con lo sviluppo del coma. Il paziente ha un maggiore contenuto di melanina, che conferisce alla pelle una tinta itterica o terrosa.

Diagnosi di alcolismo

La diagnosi di alcolismo può essere sospettata dall'aspetto e dal comportamento della persona. I pazienti sembrano più vecchi della loro età, con il passare degli anni il viso diventa iperemico, il turgore cutaneo si perde. Il viso assume una speciale promiscuità volitiva, dovuta al rilassamento del muscolo circolare della bocca. In molti casi, c'è disordine, negligenza nell'abbigliamento..

La diagnosi di alcolismo nella maggior parte dei casi è abbastanza accurata, anche quando si analizza non il paziente stesso, ma il suo ambiente. I familiari di un paziente alcolista hanno una serie di disturbi psicosomatici, neurotizzazione o psicotizzazione del coniuge che non beve e patologie nei bambini. La patologia più comune nei bambini i cui genitori abusano sistematicamente di alcol è la piccola insufficienza cerebrale congenita. Spesso questi bambini hanno una mobilità eccessiva, non sono concentrati, hanno una brama di distruzione e un comportamento aggressivo. Oltre alla patologia congenita, lo sviluppo del bambino è influenzato anche dalla situazione traumatica in famiglia. I bambini hanno logoneurosi, enuresi, paure notturne e disturbi comportamentali. I bambini sono depressi, inclini a tentativi di suicidio, spesso hanno difficoltà ad apprendere e comunicare con i coetanei.

In molti casi, le donne incinte che abusano di alcol hanno un feto alcolizzato. La sindrome alcolica fetale è caratterizzata da gravi disturbi morfologici. Molto spesso, la patologia fetale consiste nella forma irregolare della testa, proporzioni del corpo, occhi sferici infossati, sottosviluppo delle ossa mascellari, accorciamento delle ossa tubolari.

Trattamento di alcolismo

Abbiamo già brevemente descritto il trattamento dell'alcolismo, a seconda delle sue fasi. Nella maggior parte dei casi, può verificarsi una ricaduta dopo il trattamento. Ciò è dovuto al fatto che il trattamento è spesso finalizzato solo all'eliminazione delle manifestazioni più acute dell'alcolismo. Senza una psicoterapia condotta correttamente, mancanza di supporto da parte dei propri cari, l'alcolismo ricorre. Ma come dimostra la pratica, è la psicoterapia che è una componente importante del trattamento..

La prima fase nel trattamento dell'alcolismo consiste nell'eliminare le condizioni acute e subacute causate dall'intossicazione del corpo. Prima di tutto, viene eseguita l'interruzione dell'abbuffata e l'eliminazione dei disturbi da astinenza. Nelle fasi successive, la terapia viene eseguita solo sotto la supervisione del personale medico, poiché la sindrome delirica che si verifica quando l'abbuffata viene interrotta richiede psicoterapia e una serie di sedativi. Il sollievo della psicosi alcolica acuta consiste nella rapida immersione del paziente nel sonno con disidratazione e supporto del sistema cardiovascolare. In caso di grave intossicazione da alcol, l'alcolismo viene trattato solo in ospedali specializzati o dipartimenti psichiatrici. Nelle fasi iniziali, il trattamento anti-alcol può essere sufficiente, ma più spesso, quando l'alcol viene sospeso, si verifica un deficit nella regolazione neuroendocrina, la malattia progredisce e porta a complicazioni e patologie d'organo.

La seconda fase del trattamento ha lo scopo di stabilire la remissione. Viene eseguita la diagnostica completa del paziente e la terapia dei disturbi mentali e somatici. La terapia nella seconda fase del trattamento può essere piuttosto peculiare, il suo compito principale è eliminare i disturbi somatici, che sono fondamentali nella formazione del desiderio patologico di alcol..

I metodi di terapia non standard includono la tecnica Rozhnov, che consiste nella terapia dello stress emotivo. Una buona prognosi nel trattamento dà un effetto ipnotico e le conversazioni psicoterapeutiche che lo precedono. Durante l'ipnosi, al paziente viene instillata un'avversione all'alcol, una reazione nausea-vomito al gusto e all'odore dell'alcol. Viene spesso utilizzato il metodo della terapia verbale avversiva. Consiste nell'impostare la psiche utilizzando il metodo della suggestione verbale, rispondendo con una reazione emetica al consumo di alcol, anche in una situazione immaginaria.

La terza fase del trattamento prevede il prolungamento della remissione e il ritorno a uno stile di vita normale. Questa fase può essere considerata la più importante per il trattamento di successo dell'alcolismo. Dopo le due fasi precedenti, una persona ritorna alla vecchia società, ai suoi problemi, agli amici, che nella maggior parte dei casi sono anche alcolisti, ai conflitti familiari. Ciò influisce in gran parte sulla ricaduta della malattia. Affinché una persona sia in grado di eliminare in modo indipendente le cause ei sintomi esterni dell'alcolismo, è necessaria la psicoterapia a lungo termine. Il training autogeno ha un effetto positivo ed è ampiamente utilizzato per le terapie di gruppo. La formazione consiste nella normalizzazione dei disturbi del sistema nervoso autonomo e nel rilascio dello stress emotivo dopo il trattamento.

Viene utilizzata la terapia comportamentale, la cosiddetta correzione dello stile di vita. Una persona impara a vivere in uno stato sobrio, a risolvere i propri problemi, acquisendo l'abilità dell'autocontrollo. Una fase molto importante nel ripristino della vita normale è il raggiungimento della comprensione reciproca in famiglia e la comprensione del tuo problema.

Per il successo del trattamento, è importante realizzare il desiderio del paziente di sbarazzarsi della dipendenza da alcol. Il trattamento obbligatorio non produce gli stessi risultati del trattamento volontario. Tuttavia, il rifiuto del trattamento richiede il rinvio obbligatorio del paziente per il trattamento all'LTP dal narcologo locale. La terapia nella rete medica generale non dà risultati positivi, poiché il paziente ha libero accesso all'alcol, gli amici ubriachi lo visitano, ecc..

Nel caso in cui l'abuso di alcol sia iniziato in età adulta, è necessario un approccio individuale nella scelta della terapia. Ciò è dovuto al fatto che i sintomi somatoneurologici dell'alcolismo compaiono molto prima dell'inizio della dipendenza e dei disturbi mentali.

La mortalità nell'alcolismo è più spesso associata a complicazioni. C'è uno scompenso degli organi vitali causato da alcol prolungato, sintomi di astinenza, malattie intercorrenti. Il 20% dei pazienti anziani alcolisti presenta segni di epilessia; la sindrome acuta di Gaie-Wernicke è leggermente meno comune. Gli attacchi di entrambe le malattie con intossicazione da alcol possono essere fatali. La presenza di cardiomiopatia alcolica peggiora significativamente la prognosi. L'uso sistematico continuato di alcol porta alla mortalità.

Meno del 25% dei pazienti con questa complicanza vive più di tre anni dopo la diagnosi. La morte per suicidio occupa un'alta percentuale di mortalità per intossicazione alcolica. Ciò è facilitato dallo sviluppo di allucinosi cronica, parafrenia alcolica e delirio di gelosia. Il paziente non è in grado di controllare i pensieri deliranti e commette atti insoliti in uno stato sobrio.

Alcolismo cronico: sintomi e trattamento della malattia

Ci sono diverse fasi nello sviluppo di una condizione come l'alcolismo cronico, in cui la malattia è accompagnata da diversi sintomi caratteristici. I narcologi notano che la dipendenza patologica causata dall'alcol etilico si sviluppa negli uomini più spesso che nelle donne. L'intossicazione prolungata causa disturbi nel funzionamento di tutti i sistemi del corpo del paziente, portando alla formazione di gravi cambiamenti. La malattia alcolica è una patologia pericolosa che richiede un trattamento a lungo termine..

Cos'è l'alcolismo cronico

Una malattia caratterizzata da una dipendenza patologica dall'etanolo è chiamata malattia alcolica cronica. Le persone con questa attrazione hanno disturbi psicopatici e patologie degli organi interni causati dall'uso prolungato di bevande contenenti alcol in grandi quantità. Una caratteristica distintiva della malattia alcolica è un cambiamento nella tolleranza verso l'etanolo e la formazione di sintomi di astinenza..

L'alcolismo ha due principali effetti patologici sul corpo di una persona che soffre di dipendenza:

  • effetto narcotico;
  • effetti tossici dell'alcol su organi e sistemi.

Cause

L'alcolismo si sviluppa sotto l'influenza di diversi motivi. Il progresso è influenzato dalla frequenza e dal volume dei liquidi consumati insieme alle caratteristiche individuali del corpo. Alcune persone sono più suscettibili di altre allo sviluppo della dipendenza a causa del loro ambiente specifico, predisposizione mentale e stato emotivo (alta suggestionabilità, paura costante, depressione).

Una causa ereditaria (genetica) della malattia è comune. È stata stabilita la dipendenza della formazione della dipendenza dall'etanolo dalla mutazione del gene che codifica per la proteina di trasferimento della serotonina. Gli esperti osservano che i parenti diretti di un alcolizzato hanno una probabilità 7-10 volte maggiore di essere dipendenti dall'uso di bevande contenenti etanolo rispetto alle persone nella cui famiglia non c'erano membri che bevono..

Fattori di rischio

I narcologi russi identificano diversi principali fattori di rischio per lo sviluppo della dipendenza da alcol:

  1. Tolleranza all'alcol etilico. Per raggiungere uno stato di euforia, il corpo richiede una grande dose di alcol, che i sistemi non sono in grado di rimuovere senza complicazioni. Ogni volta che la dose viene bevuta, la dose aumenta e l'intossicazione diventa più forte..
  2. Abuso. Le persone che bevono con parsimonia e moderazione non soffrono di alcolismo. Per prevenire lo sviluppo di alcolismo maschile e femminile, i narcologi raccomandano di bere alcolici nelle seguenti quantità: alle donne è consentito 1 bicchiere di vino o 50 ml di vodka al giorno, uomini - 2 bicchieri di vino o 75 ml di vodka.
  3. Sovraccarico psico-emotivo. Lo sviluppo prolungato di alcuni disturbi (depressione, patologie psicopatiche) aumenta i rischi di una persona di sviluppare la dipendenza.
  4. Inizio precoce. I minori sono altamente suscettibili agli effetti dannosi dell'alcol. Sviluppano una dipendenza in circa cinque anni..
  5. Patologie croniche degli organi interni. La violazione dell'escrezione di prodotti di scarto e malattie dell'apparato digerente contribuisce allo sviluppo della dipendenza.
  6. Stress e stress fisico. La mancanza di un riposo adeguato porta alla dipendenza da caffeina, nicotina e alcol.
  • Come ricaricare PayPal
  • Come cucinare la farina d'avena pigra in un barattolo di perdita di peso
  • Insalata caprese - ricetta passo dopo passo con una foto. Come preparare una classica insalata caprese italiana

Effetti

Il consumo eccessivo e costante di alcol interrompe il funzionamento di tutti i sistemi. In tali pazienti vengono spesso diagnosticate patologie degli organi interni: malattie cardiache, cambiamenti nella funzione del fegato, dello stomaco, dei reni, nei casi più gravi, si sviluppano cirrosi ed epatite cronica. L'alcol etilico influisce negativamente sul cuore, causando un infarto miocardico. L'abuso di alcol porta a cambiamenti irreversibili nel cervello e dipendenza mentale da questa sostanza, cambiamenti emotivi.

Fasi di alcolismo cronico

La dipendenza dalle bevande alcoliche si sviluppa gradualmente. Le fasi ei segni dell'alcolismo cronico sono caratterizzati da un graduale aumento del bisogno di alcol di una persona e dall'incapacità di controllare i propri desideri. Una persona violenta cessa di valutare oggettivamente la situazione. L'alcolismo della birra è leggermente diverso dalla vodka, ma si sviluppa in modo impercettibile. Il trattamento della malattia dipende dallo stadio della dipendenza e dallo stato mentale del paziente..

Fase uno

Nella prima fase, una persona aumenta gradualmente la dose che beve, perde rapidamente il controllo su se stessa e si comporta in modo sfacciato. Se ha pancreatite cronica, gastrite o patologia epatica, l'intossicazione da alcol si verifica più velocemente. Il paziente riesce a malapena a superare la voglia di bere, rendendosi conto di essere eccessivamente attratto dalle bevande alcoliche. La terapia del paziente nella prima fase della dipendenza ha spesso successo.

Fase due

Tra i sintomi del secondo stadio della dipendenza si distinguono i sintomi da astinenza, caratterizzati dal desiderio di avere i postumi di una sbornia il giorno successivo dopo aver bevuto molto. Il paziente sviluppa resistenza a piccole dosi, quindi inizia a consumare circa mezzo litro di bevande forti al giorno. Il paziente ha insonnia, irritabilità, aggressività, encefalopatia alcolica, amnesia. A causa degli effetti tossici dell'alcol, spesso si verifica un riflesso del vomito.

  • Uso di olio di ricino per la stitichezza
  • Antibiotico Flemoxin Solutab
  • Quali sono i lassativi più efficaci per la stitichezza?

Terza tappa

La degradazione dell'alcol nella terza fase progredisce. L'intossicazione patologica porta all'intossicazione cronica del corpo. La terza fase dell'alcolismo si manifesta con sintomi gravi. Una persona malata ha seri cambiamenti in tutti i sistemi interni e la sua personalità degrada. C'è una violazione della parola, del pensiero, l'intelligenza diminuisce a causa della distruzione del cervello. Le abbuffate lunghe possono essere sostituite da brevi pause e le ricadute di intossicazione alcolica sono molto difficili da sopportare. Questa forma di intossicazione spesso finisce con la morte..

Sintomi di alcolismo cronico

I primi sintomi della malattia alcolica sono sottili. La persona può sembrare felice, ma inizia a provare disagio, che diminuisce dopo aver assunto la dose. Successivamente, durante la formazione della patologia, il paziente diventa irritabile o può mostrare rabbia se non gli viene dato da bere. I sintomi di astinenza sono difficili e una persona sperimenta cambiamenti di sbornia nel corpo: perdita di appetito, tremori, febbre, sudorazione. A causa della distruzione dei vasi sanguigni nel cervello e di molti recettori dei neurotrasmettitori, sono possibili crisi epilettiche.

Condizione mentale

Un paziente con il secondo e il terzo stadio della malattia alcolica necessita di psicoterapia, perché la persona non può fermarsi e spesso non si rende conto di avere problemi seri. L'umore del paziente cambia rapidamente da depressivo ad aggressivo. In situazioni gravi, l'alcolista può vedere allucinazioni visive ed essere soggetto a psicosi alcolica. Tali condizioni richiedono il ricovero con riabilitazione a lungo termine in centri speciali..

Stato fisico

Gli alcolisti cronici sviluppano gradualmente molte malattie degli organi interni. Spesso, quando sono sobri, i pazienti avvertono un dolore che diminuisce o scompare completamente dopo aver bevuto. Le bevande alcoliche causano le seguenti patologie:

  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni - ipertensione, aritmia, infarto, ictus;
  • interruzione del sistema digestivo - gastrite cronica, pancreatite, epatite, cirrosi, ulcera allo stomaco;
  • patologia renale - nefropatia, cambiamenti nell'equilibrio del sale marino del plasma sanguigno.

Trattamento di alcolismo cronico

Per ottenere la remissione a lungo termine, il paziente deve sottoporsi a un corso di farmaci per fasi con un narcologo e ricevere supporto psicologico. Fasi della terapia del paziente:

  • esclusione di bevande alcoliche;
  • la formazione di avversione per loro;
  • riduzione dell'intossicazione corporea;
  • trattamento di malattie concomitanti;
  • impatto psicologico sul paziente;
  • riabilitazione sociale.

Prevenzione dell'alcolismo cronico

Per evitare la formazione di una malattia alcolica, è necessario limitare il più possibile l'uso di bevande alcoliche. Le persone a rischio che hanno parenti che bevono in famiglia dovrebbero abbandonare completamente l'alcol etilico. La solitudine e l'ozio spesso contribuiscono alla dipendenza. Le persone che si sentono depresse per mancanza di domanda devono trovare un hobby interessante per comunicare con gli amici che non bevono. Se hai già una dipendenza, devi cercare aiuto il prima possibile, senza aspettarti un degrado della personalità.