Abstract "L'influenza dell'alcol sul corpo di un adolescente"

Il saggio presenta materiale sulla storia dell'aspetto delle bevande alcoliche, l'ubriachezza tra gli adolescenti, l'effetto dell'alcol sul corpo e sulla prole dell'adolescente, la ricerca a scuola

Scarica:

L'allegatoLa dimensione
Abstract "L'influenza dell'alcol sul corpo di un adolescente"195,3 KB

Anteprima:

Istituto scolastico statale municipale "Scuola secondaria Soligalichskaya" Distretto municipale di Soligalichsky della regione di Kostroma

Estratto sull'argomento

sul corpo di un adolescente "

Il lavoro di uno studente di grado 9 B

MCOU "Scuola secondaria Soligalichskaya"

Yusova Svetlana Leonidovna,

MCOU "Scuola secondaria Soligalichskaya"

La storia dell'emergere delle bevande alcoliche ………………………………….3

Wow! Le persone bevono davvero così tanto. 3-4

Ragazzi, cosa bevete. 4-5

L'effetto dell'alcol sulla prole …………………………………………… 6

Elenco delle fonti e della letteratura utilizzate ………………………..10

Di recente, sempre più spesso puoi vedere adolescenti in uno stato di intossicazione alcolica, sempre più spesso puoi vedere ragazze che bevono apertamente bevande alcoliche. Questo problema ha colpito anche la nostra città. Fin dalla tenera età, i genitori consentono ai propri figli di assaggiare bevande alcoliche. Poi gli adolescenti iniziano a bere alcolici per l'azienda, poi bevono proprio così, senza motivo. Bere spesso diventa una cattiva abitudine e può portare all'alcolismo. A causa dell'abuso di alcol, in una persona si sviluppano maleducazione, egoismo e licenziosità morale. Gli ubriaconi perdono il loro aspetto umano, diventano violatori dell'ordine pubblico. L'alcol distrugge la salute, rilassa la volontà, priva una persona di una professione, sfigura la prole, porta al degrado della personalità. Crediamo che il problema dell'alcolismo sia uno dei problemi più importanti che l'umanità deve affrontare..

Argomento del saggio: "L'influenza dell'alcol sul corpo di un adolescente". Questo argomento non è stato scelto a caso. Poiché l'infanzia e l'adolescenza sono un periodo speciale nella vita di una persona, in questo momento vengono gettate le basi della salute fisica e mentale. Il cervello in via di sviluppo è altamente sensibile all'azione di sostanze tossiche e velenose. E l'alcol, come stanno diventando sempre più convinti gli scienziati, è un veleno cellulare, la cui azione è tanto più pericolosa perché non si manifesta immediatamente, creando dapprima un'impressione ingannevole di innocuità.

L'obiettivo principale che mi sono prefissato quando lavoro al mio saggio è mostrare gli effetti negativi dell'alcol sul corpo dell'adolescente.

Tutte le ricerche sono state condotte tra gli studenti della nostra scuola e i loro genitori.

La storia dell'emergere di bevande alcoliche

L'ubriachezza è un esercizio di follia

La storia della produzione di bevande alcoliche risale a millenni. Le bevande alcoliche erano ottenute da succo di palma, orzo, grano, riso, miglio e mais. Ma il vino d'uva era particolarmente diffuso nei tempi antichi. Ladro della mente: questo è il nome dell'alcol da molto tempo. Le persone hanno imparato a conoscere le proprietà inebrianti delle bevande alcoliche almeno 8000 anni aC. - con l'avvento delle stoviglie in ceramica, che hanno permesso di fare bevande alcoliche da miele, succhi di frutta e uva selvatica.

La diffusione dell'ubriachezza in Russia è associata alla politica delle classi dirigenti. È stata anche creata l'opinione che l'ubriachezza sia presumibilmente una vecchia tradizione del popolo russo..

Gli arabi iniziarono a ricevere alcol puro nel VI-VII secolo e lo chiamarono "al kogol", che significa "inebriante". La prima bottiglia di vodka fu prodotta dall'arabo Rabez nell'860.

Wow! Le persone bevono davvero così tanto?

La popolazione mondiale beve circa 30 miliardi di litri di vino all'anno. Se questa quantità di vino viene versata in bottiglie e disposta in fila, la sua lunghezza sarà pari a dieci volte la distanza dalla Terra alla Luna. Quindi la produzione di vino sulla Terra ha già, per così dire, raggiunto lo "sviluppo cosmico", solo il suo consumo, purtroppo, sta attraversando un periodo di "infanzia incontrollata". In media, ogni abitante del pianeta produce quasi 10 litri di vino all'anno. In alcuni dei principali paesi produttori di vino, il consumo di vino pro capite è 10-15 volte questa cifra..

Infine, la birra è una categoria speciale di bevande alcoliche. A volte si dice che la birra sia un prodotto prezioso, e anche chiamata "pane liquido". In precedenza, il più forte dei tipi di birra leggeri domestici - "San Pietroburgo" conteneva il 6%, e nel più comune "Zhigulevskoe" - 2,8% di alcol. Ora, alcuni pettini di birra contengono più del 6% di alcol. Ma nella birra sono presenti varie sostanze che aumentano la sensibilità dell'organismo all'alcol, migliorandone l'assorbimento. Pertanto, mescolare birra e vodka tende a portare a ubriachezza rapida e intensa..

Ragazzi cosa bevete!

Nel mondo degli organismi microscopici, forse i più onnipresenti sono il lievito. Lasciare il succo d'uva o di bacche in un luogo caldo per un po '. Fermenterà. Ciò accadrà perché i funghi nel succo hanno iniziato a moltiplicarsi intensamente. Nel corso della loro attività vitale, convertono lo zucchero (oltre che l'amido), contenuto, ad esempio, nelle patate, nelle barbabietole, nei cereali, nella frutta e nei frutti di bosco, in vino o alcol etilico (etanolo). C'è un gruppo di bevande alcoliche, per la cui preparazione vengono prese le uve.

Negli ultimi anni si trovano spesso sugli scaffali dei negozi bottiglie con etichette straniere. Questo è vino o liquori più forti. I più apprezzati sono il rum, ottenuto dagli scarti della produzione dello zucchero di canna, e il whisky, ottenuto da prodotti a base di cereali saccarificati..

Sempre più spesso, si può sentire dai media che le bevande alcoliche sono al primo posto in termini di numero di falsi. I produttori clandestini non diluiscono le bevande alcoliche con nulla al fine di trarne il maggior beneficio (in termini monetari). L'additivo più pericoloso è l'alcol metilico. L'alcol metilico è un veleno neurovascolare e cento grammi di esso sono fatali per l'uomo.

Perché le persone bevono?

Come scrisse S.Ya. Marshak, "Ci sono tali ragioni per l'ubriachezza: commemorazioni, vacanze, riunioni, saluti, battesimi, matrimoni e divorzi, gelo, caccia, Capodanno, guarigione, inaugurazione della casa, tristezza, rimorso, divertimento, successo, ricompensa, un nuovo grado e solo ubriachezza senza motivo ".

Probabilmente avrete sentito l'espressione: “Beviamo, riscaldiamoci”. Nella vita di tutti i giorni, si ritiene che l'alcol sia un buon modo per riscaldare il corpo. Parlare dei benefici dell'alcol è solo un malinteso abbastanza comune. Leo Tolstoy ha scritto: "Il vino distrugge la salute fisica delle persone, distrugge le capacità mentali, distrugge il benessere della famiglia e, ciò che è più terribile, distrugge l'anima delle persone e della loro prole". E il più antico scienziato Plutarco disse: "Un ubriacone non darà alla luce nulla di nativo"..

Cosa ha causato l'uso diffuso di bevande alcoliche nel mondo moderno? Dicono che pochi bar, ristoranti, caffè e discoteche "inculcano" l'ubriachezza tra i giovani. Secondo i dati sulla Russia, le bevande alcoliche in questo paese vengono consumate quotidianamente dall'8% - 12-14 anni, 20% - 15-17 anni, 31% - 18-20 anni, 41% - 21-24 anni.

Quando si esamina un gruppo di persone che soffrono di alcolismo, si è riscontrato che circa il 95% di loro ha iniziato a bere all'età di 15 anni. Nelle famiglie in cui gli adolescenti bevono spesso alcolici, il 68% dei padri e il 64% delle madri avevano solo un'istruzione primaria o un'istruzione secondaria incompleta. La stragrande maggioranza di questi adolescenti (75%) aveva un rendimento scolastico basso, erano caratterizzati da una spesa insignificante del loro tempo libero: ozio passeggiando per le strade con gli amici, giocando d'azzardo, visitando bar, discoteche, ecc. I fatti di cui sopra indicano la necessità di formare atteggiamenti astemi nelle giovani generazioni..

Effetto dell'alcol sulla prole.

Il corpo del bambino è particolarmente sensibile agli effetti dell'alcol e di altre sostanze tossiche. Nei bambini e negli adolescenti:

  1. aumento della permeabilità alle pareti vascolari;
  2. instabilità e violazione facile di processi metabolici;
  3. una diminuzione dell'attività dei sistemi enzimatici responsabili del metabolismo, compresi quelli che provengono dall'esterno, soprattutto nei bambini piccoli;
  4. immaturità dei meccanismi epatici responsabili della disintossicazione da sostanze nocive, in particolare la loro ossidazione, acetilazione.

L'alcolismo dei genitori influisce sulla salute della prole in 3 modi:

  1. Effetti tossici sulle cellule germinali;
  2. Effetti sul feto in via di sviluppo;
  3. Intossicazione da alcol di un bambino nel primo periodo dopo la nascita.

In caso di alcolismo materno si verificano violazioni particolarmente gravi dello sviluppo fetale: spesso si verificano aborti spontanei o la nascita di bambini morti. Un bambino della famiglia di un alcolizzato è in una trappola da cui è impossibile uscire: se non ha un grave grado di danno, allora con medio e leggero è estremamente suscettibile allo psicotrauma. In molti casi, purtroppo, collocare un figlio di una famiglia alcolizzata in un collegio è la soluzione migliore..

Interrogare. Identificare la percentuale di scolari che hanno provato l'alcol.

Agli studenti dei gradi 7-11 della nostra scuola è stato offerto un questionario che conteneva diverse domande:

  1. In che forma stai studiando?
  2. Sai come l'alcol influisce sul corpo in crescita?
  3. Hai mai provato bevande alcoliche ?
  4. Quali sono state le ragioni per il tuo primo bere?
  5. A che età hai bevuto alcolici per la prima volta??
  6. I tuoi genitori ti permettono di bere alcolici?
  7. Cosa bisogna fare per convincere gli adolescenti a smettere di bere?

Conclusioni dal sondaggio:

Dallo studio è emerso che quasi tutti gli adolescenti conoscono gli effetti nocivi dell'alcol sull'organismo e le conseguenze del suo consumo, le regole per la sua vendita, ma più della metà ancora lo usa o lo ha fatto, nonostante il divieto dei genitori. E un altro fatto importante: l'adolescente medio beve alcolici per la prima volta all'età di 12-14 anni, il che consente di trarre conclusioni e previsioni deludenti. Qual è il motivo?

Potrebbe mancare un'efficace politica di sanità pubblica per affrontare e prevenire l'alcolismo negli adolescenti. Forse la società non presta abbastanza attenzione a questo problema, considerandolo non così importante, senza nemmeno rendersi conto delle conseguenze disastrose che causerà l'ulteriore ringiovanimento dell'alcolismo. Ma ancora, questo problema esiste e, contrariamente ai desideri di molti, colpisce ogni persona..

Dopo un sondaggio con gli studenti della nostra scuola, è stato svolto un lavoro preventivo: conversazioni durante le ore di lezione, in lezioni di biologia sugli effetti nocivi dell'alcol sul corpo dell'adolescente. Dopo che il sondaggio è stato condotto di nuovo.

  1. Conosci gli effetti nocivi dell'alcol sul corpo?
  2. Bevi bevande alcoliche (tutto il tempo)?
  3. Se bevi alcolici, quanto spesso?
  4. Se bevi alcolici per quale motivo?
  5. Cosa si può fare per impedire agli adolescenti di bere alcolici?
  1. Gli adolescenti conoscono i pericoli dell'alcol
  2. La percentuale di adolescenti che bevono è diminuita
  3. Gli adolescenti sono chiaramente consapevoli dell'alternativa al bere

Dopo aver condotto una ricerca, sono giunto alla conclusione che fin dalla tenera età i bambini iniziano a provare le bevande alcoliche e molto spesso questo accade in famiglia. Così, i genitori stessi provocano l'inizio del consumo di alcol da parte dei bambini, l'ulteriore consumo di alcol non si verifica in famiglia, per altri motivi, il più delle volte "per l'azienda". Gli adolescenti non si rendono conto completamente degli effetti nocivi dell'alcol sui loro corpi. A questo proposito, è urgente adottare misure per la propaganda anti-alcol e l'educazione anti-alcol.

La prevenzione dell'alcolismo richiede l'attuazione di una serie di misure per scoraggiare l'uso di alcol. La base per la prevenzione dell'alcolismo è uno stile di vita sano, il lavoro educativo con la popolazione, la propaganda anti-alcol, il lavoro anti-alcol con i genitori. Un gran numero di adolescenti consuma bevande alcoliche. Questo è un problema globale per il nostro Paese. Occorre fare di tutto per salvare l'umanità dalla malattia cronica "alcolismo". Non si può sopportare la progressiva diffusione dell'ubriachezza, che danneggia la salute delle persone, soprattutto dei bambini.

Il problema dell'alcolismo necessita di una soluzione collettiva e richiede l'attuazione di ampie misure sociali, pedagogiche, mediche e legali.

La famiglia è fondamentale per l'educazione anti-alcol. La scuola, la medicina, le forze dell'ordine non raggiungeranno il loro obiettivo se le usanze anti-alcoliche persistono in famiglia. Uno dei principali modi di recupero è l'educazione precoce contro l'alcol a livello scientifico moderno.

Abstract di medicina
L'effetto dell'alcol sul corpo di un adolescente

Comitato di Stato della Federazione Russa

per l'istruzione secondaria

Scuola secondaria di Lgovsk numero 1

"L'influenza dell'alcol sul corpo di un adolescente"

Completato: studente 11 classe "B"

Kasmynina Tatiana Viktorovna

Korostelev Viktor Ivanovich

SODDISFARE

1. STORIA DELLE INDICAZIONI FONDAMENTALI DELLO STUDIO DELL'ALCOLIZZAZIONE ANTICIPATA. 3

2. CARATTERISTICHE DELL'ALCOLIZZAZIONE DELLA GIOVENTÙ. nove

3. ANALISI COMPARATIVA DELLA PREVALENZA E DEL CARATTERE DELL'ALCOLIZZAZIONE PRECOCE. tredici

4. EFFETTO FISIOLOGICO DELL'ALCOOL. 20

5. CARATTERISTICHE CARATTERISTICHE DEI PAZIENTI CON ALCOLISMO PRECOCE. 22

6. CAMBIAMENTI NELLE OPERAZIONI. 24

7. CAMBIAMENTI DELLA SFERA DI SENSO DELLA PERSONALITÀ. 26

8. ELENCO BIBLIOGRAFICO. 29

undici. STORIA DELLE PRINCIPALI DIREZIONI DELLO STUDIO DELL'ALCOLIZZAZIONE ANTICIPATA

Lo studio del consumo di alcol tra i giovani in Russia si basa in gran parte sull'esperienza di studi simili all'estero, avvenuti tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. sono stati ampiamente condotti in Europa occidentale e Nord America e sono stati condotti in varie direzioni:

- - studiato la prevalenza e la natura del consumo di alcol da parte degli studenti;

- - ha studiato l'effetto dell'alcol su bambini e adolescenti;

- - è stata determinata la relazione tra rendimento scolastico e consumo di alcol;

- - sono stati sviluppati e testati programmi di educazione anti-alcol;

Un posto importante tra gli studi di questo periodo era occupato da opere che illustrano la prevalenza e la natura delle abitudini di consumo, quando ai bambini venivano somministrate bevande alcoliche per

- - "per facilitare la dentizione",

- - "calmarsi" (Yakubovich, 1894, 1900; Goryachkin, 1896).

La ferma convinzione nell'effetto rinforzante dell'alcol prevalente nel XIX e all'inizio del XX secolo ha spesso portato all'alcolizzazione diretta del bambino. Roesch (1838) si risentì del gusto precoce di alcol di molti bambini in Francia. Nella zona della Bassa Senna, secondo la ricerca di Tourdot (1886), è nella famiglia che i bambini vengono coinvolti nell'ubriachezza, perché, per quanto giovani, ricevevano la loro porzione di vodka durante le vacanze. Lyon (1888), descrivendo in dettaglio tre casi di alcolismo cronico negli adolescenti, indica la moltitudine di tali esempi, specialmente tra i giovani impiegati nel commercio del vino. Legrain (1889) ha scritto che in Francia il consumo di alcol è molto diffuso tra alunni e studenti.

In Borgogna c'era l'usanza di far assaggiare ad un bambino il vino dell'ultima vendemmia. Morean (1895) ha notato che nei quartieri popolari di Parigi, i bambini di 4-10 anni in vacanza visitano taverne e ristoranti con i loro genitori. Barties (1896) dipinge un quadro dell'uso diffuso di alcol da parte dei bambini, sia nella popolazione urbana che in quella rurale della Francia.

Demme (1885, 1886), Kraepelin (1912) e altri hanno sottolineato l'usanza di dare alcol ai bambini in Germania. Ad esempio, esaminando una delle scuole di Bonn, è emerso che su 247 bambini (maschi e femmine) di età compresa tra 7 e 8 anni, solo uno non aveva ancora consumato bevande alcoliche. Circa il 75% di loro beveva già vodka, Stumpf (1882) affermò che già nel primo anno di vita i bambini spesso ricevono regolarmente birra. In Germania, secondo Demme (1886), le madri erano estremamente convinte degli effetti benefici del cognac sui bambini, quindi molte madri davano loro qualche goccia di questa bevanda per "stimolare l'appetito" e "migliorare la digestione", e il dosaggio era solitamente regolato a loro discrezione o consigli di amici.

Mc. Nicholl (1908), esaminando i bambini in cinque stati degli Stati Uniti, ha scoperto che il 14% dei bambini nativi americani è "ubriaco di genitori amorevoli" e il 65% dei figli di immigrati dall'Europa. In Scozia, ai bambini veniva dato un ciuccio immerso nel whisky o nell'acqua mescolata con alcol per "calmare" i bambini. In Belgio, l'usanza era quella di trattare i bambini con vodka al ginepro, e lì la birra veniva spesso sostituita al latte. In Austria, ai bambini dei poveri veniva solitamente offerto un bicchiere di vodka prima di andare a scuola in inverno per "riscaldare e soddisfare la fame"..

In Russia a quel tempo, anche le abitudini di consumo di alcol erano molto diffuse, contribuendo alla dipendenza dall'alcol sin dalla prima infanzia. Secondo V.F. Yakubovich (1894, 1900) tra la popolazione della "classe inferiore" era consuetudine insegnare ai bambini la vodka fin dall'infanzia con un aumento graduale della dose di alcol fino a diversi bicchieri. C'era una credenza popolare che se dai la vodka ai bambini, non berranno quando diventeranno adulti..

Secondo le osservazioni di G.P. Goryachkina (1896), le bevande alcoliche vengono solitamente somministrate a bambini deboli, emaciati e traballanti per "rafforzare il corpo", "migliorare" il sonno e l'appetito. Il vino porto serve come mezzo per aumentare l'appetito, la tintura di lampone - per il raffreddore, il Cahors e il liquore di amarene sono usati per la diarrea, il "brandy" - per le invasioni di elminti, ecc. Negli strati poveri della popolazione, la vodka è considerata un rimedio universale..

Tra gli studi sull'influenza dell'alcol sul corpo del bambino, spicca innanzitutto il lavoro di IV Sazhin "L'influenza dell'alcol sul sistema nervoso e le caratteristiche dell'organismo in via di sviluppo" (1902). Contiene numerosi, a volte unici, esperimenti e osservazioni sull'influenza dell'alcol sul sistema nervoso del bambino; esempi convincenti lo dimostrano già piccole dosi di alcol hanno un effetto dannoso sullo sviluppo del cervello e sulle caratteristiche di una persona in crescita.

E IO. Predkaln (1910) descrive l'usanza nella maggior parte delle imprese industriali di organizzare un "matrimonio di apprendisti" nella trasformazione di un apprendista in apprendista. A tal fine, l'amministrazione dell'impresa può anche emettere specificamente un anticipo fino a 20 rubli (di solito fornito solo in caso di morte o malattia grave di un membro della famiglia). Il denaro ricevuto è stato bevuto da apprendisti adolescenti insieme ai lavoratori in una sera.

- - desiderio di imitare gli anziani,

- - caratteristiche anatomiche e fisiologiche del corpo del bambino e dell'adolescente

tutte queste erano condizioni favorevoli allo sviluppo dell'alcolismo in giovane età. Il ruolo principale in questo, secondo la convinzione della maggior parte degli autori, spettava alla falsa opinione profondamente radicata nella società che l'alcol sia un "calmante", "rafforzante", "nutriente"..

Analisi della letteratura domestica sul problema dell'alcolizzazione infantile e giovanile, pubblicata dall'inizio degli anni '90. e fino al 1914 (la ricerca fu interrotta a causa della guerra), permette di individuare le seguenti aree principali:

- - lo studio dei fattori che contribuiscono allo sviluppo dell'alcolismo tra gli studenti (Grigoriev, 1898, 1900; Dembo, 1900; Korovin, 1908; e altri);

- - studio dell'influenza dell'alcol su bambini e adolescenti (Goryachkin, 1896; Erisman, 1897; Sazhin, 1902; Shcherbakov, 1907; e altri);

- - studio delle capacità della scuola nella lotta contro l'alcolismo (Portugalov, 1895; Virenius, 1900; Nevzorov, 1900; Plotnikov, 1900; Kanel, 1909, 1914; Gordon, 1910; e altri).

La maggior parte dei lavori di questo periodo utilizzava metodi di indagine e intervista o questionari..

Uno dei primi tentativi di studiare la portata dell'alcolismo tra i bambini appartiene all'editore della prima rivista russa anti-alcol "Bulletin of Sobriety" (1894-1898) NI Grigoriev. Ha inviato una richiesta ai capi delle scuole rurali sulla prevalenza del consumo di alcol tra i bambini contadini. Sono pervenute risposte da diverse parti della Russia, a testimonianza dell'uso quasi completo di bevande alcoliche tra i bambini delle campagne, che nella maggioranza sono stati introdotti, e talvolta sono stati costretti a bere alcolici dai loro genitori.

Nel 1900, N. I. Grigoriev condusse anche uno studio tra gli scolari urbani e con l'aiuto di insegnanti di quattro scuole cittadine furono intervistati studenti di età compresa tra 8 e 13 anni. Si è scoperto che su 182 studenti, 164 avevano familiarità con le bevande alcoliche e 150 bevevano vodka. Al momento dell'esame, molti di loro erano in uno stato di ebbrezza e hanno detto che gli piaceva bere, perché dopo di che il loro umore è migliorato e "la loro testa faceva rumore". Per origine sociale, gli intervistati erano figli di piccoli negozianti, artigiani, portieri, custodi. N.I. Grigoriev ha anche notato che alla maggior parte dei bambini è stato dato il primo bicchiere dai genitori durante una vacanza o una visita.

AM Korovin ha anche studiato in dettaglio la natura dell'alcolizzazione dei bambini: cosa bevono, la frequenza dell'intossicazione, l'atteggiamento dei bambini nei confronti dell'alcol, ecc. Sulla base di materiale statistico convincente, ha confermato ancora una volta che i primi educatori "alcolisti" sono i genitori. Quindi, i genitori danno l'acqua ai ragazzi nel 68,3% e alle ragazze nel 72,2% dei casi..

Confrontando gruppi di scolari che bevono e non beventi, M. Korovin ha mostrato l'effetto negativo dell'alcol sullo sviluppo fisico e mentale dei bambini, sul loro comportamento. L'autore giunge alle seguenti conclusioni:

- - i principali promotori del consumo di alcol tra i bambini sono i loro genitori;

- - gli scolari rurali bevono negli stessi casi della popolazione adulta - durante le vacanze, le celebrazioni, ecc.;

- - i ragazzi preferiscono bevande alcoliche forti, le ragazze - più deboli;

- - tra gli scolari "bevitori" più spesso degli studenti "sobri", si notano debolezza fisica, ritardo mentale e cattivi comportamenti.

Lo status sociale delle loro famiglie si rifletteva anche nell'alcolismo degli studenti. Secondo la quota di bambini che hanno familiarità con le bevande alcoliche, tutte le famiglie sono state chiaramente divise in tre gruppi:

1) 1) dipendenti - il 51,8% dei bambini consuma alcolici;

2) 2) lavoratori - 41,9; contadini - 41,8; artigiani - 41,6;

3) 3) commercianti - 26.2; clero - 20,8%.

Numerosi studi degli anni 20-30. illustra le contraddizioni tra gli atteggiamenti alcolici dichiarati dei membri della famiglia e le abitudini alcoliche stabilite a cui aderiscono. Quindi, secondo i materiali di Mikhailov (1930) nelle famiglie

- - incoraggiare i bambini a bere lo 0,5% dei genitori,

Ma insieme a tali esplicite dichiarazioni anti-alcol in famiglia, possono coesistere forme di introduzione attiva dei bambini alle usanze alcoliche come l'invio di loro ad acquistare bevande alcoliche. Secondo E.I. Deichman (1927), vengono mandati i bambini in età scolare

- - per la birra nel 37,5% delle famiglie,

A.I. Iskhakova (1929) fornisce dati sulla frequenza del consumo di alcol da parte di genitori e figli in varie situazioni:

Il 4,5% dei genitori beve ogni giorno - lo 0,7% dei bambini

la domenica 7,3% - 2,0%

nei giorni festivi 54,2% - 25,0%

di distanza 1,1% - 0,5%

È facile vedere che il modello di alcolismo dei genitori è in gran parte copiato dai bambini. I. Kankarovich (1930) indica che l'alcolismo dei genitori in almeno la metà dei casi è accompagnato dall'alcolismo dei loro figli. V. Lipsky e I. Tetelbaum (1929) sono meno categorici: "Le famiglie che consumano bevande alcoliche si trovano un po 'più spesso tra gli adolescenti che bevono - 73,4% rispetto ai non bevitori - 67,3%. La differenza, tuttavia, è così piccola che l'astinenza da i non bevitori di alcol interamente a causa dell'influenza della famiglia sono vietati ".

Così, negli studi degli anni 20-30. il quadro principale è dato dall'alcolizzazione di bambini e adolescenti che esisteva in quel momento con un'enfasi speciale sull'influenza della famiglia, i genitori nell'introduzione dei bambini all'alcol.

Il periodo moderno di studio sull'alcolismo precoce è segnato da numerosi tentativi di rivelare più a fondo le cause dell'abuso di alcol..

Confrontando l'influenza dei coetanei, delle abitudini di consumo, della famiglia e del sesso degli adolescenti sul loro consumo di alcol, Forslung (1970) ha scoperto che il comportamento alcolico della madre ha un impatto significativo sull'alcolismo, principalmente delle sue figlie. Il comportamento alcolico del padre determina quello della figlia e ha la maggiore influenza sull'alcolizzazione dei suoi figli. L'influenza dei pari era associata al fatto che un adolescente beveva o meno in assenza del controllo dei genitori. Vidkhri (1974) identifica diversi tipi di relazione tra la cultura alcolica dell'ambiente microsociale e gli atteggiamenti dell'individuo nei confronti dell'alcolismo:

- - la "cultura dell'astinenza" corrisponde all'atteggiamento di completa astinenza;

- - "cultura ambivalente" - un atteggiamento alcolico ambiguo e contraddittorio;

- - "cultura liberale" corrisponde a un atteggiamento "permissivo", ma che proibisce l'ubriachezza totale;

- - "cultura patologica" - un atteggiamento alcolico che consente qualsiasi manifestazione di ubriachezza.

L'autore vede le ragioni dell'ubriachezza nelle caratteristiche del processo di socializzazione, che hanno distorto le norme culturali di comportamento, compreso il consumo di alcol.

2. 2. CARATTERISTICHE DELL'ALCOLIZZAZIONE DELLA GIOVENTÙ

Analizzando in generale gli studi stranieri moderni sul problema dell'alcolismo tra i giovani, si possono notare una serie di caratteristiche caratteristiche. Molti dei dati ottenuti in questi lavori, da un lato, consentono di individuare le dinamiche dell'alcolismo, di valutare l'efficacia delle misure adottate per contrastare l'uso di alcol da parte di bambini e adolescenti. I ricercatori stranieri si sono concentrati sullo studio delle cause dell'alcolizzazione principalmente sull'analisi dell'influenza dell'ambiente microsociale - genitori (madre e padre), amici, compagni - e sullo studio dell'influenza di tradizioni e costumi. D'altra parte, psichiatri e psicologi di paesi stranieri spesso cercano di spiegare lo sviluppo dell'alcolismo in giovane età principalmente per ragioni interne (eredità, caratteristiche di una personalità premorbosa). A difesa delle loro opinioni, hanno avanzato numerose teorie sull'origine dell'alcolismo: genetotrofico, allergico, endocrinopatico, psicoanalitico e altre, che attribuiscono la causa dell'alcolismo a vari cambiamenti biologici nel corpo o alle aspirazioni umane inconsce ("la necessità di autodistruzione", fissazione orale, omosessualità latente). L'approccio sociale all'alcolismo come vizio sociale viene essenzialmente sostituito dalle versioni più recenti del freudismo, dell'ecologia sociale, ecc. I tentativi di alcuni scienziati occidentali di fornire un'analisi oggettiva dell'alcolismo come fenomeno sociale non vanno oltre le proposte riformiste. Molto spesso non rivelano il condizionamento sociale dell'alcolismo, la sua dipendenza dalle relazioni sociali..

L'analisi del consumo di birra da parte degli scolari in tre città rivela un dettaglio significativo. In tutti e tre i gruppi di età, tra i ragazzi, i rappresentanti di Inta erano in testa e tra le ragazze - di San Pietroburgo. Le studentesse in una grande città sono più "emancipate" nei problemi di alcolismo rispetto ai loro coetanei delle regioni meno urbanizzate.

Un collegamento importante nello sviluppo dell'alcolismo degli scolari è la loro introduzione ai costumi alcolici della famiglia e l'uso di bevande alcoliche in un gruppo di pari (Fig. 1, 2). Come si può vedere dalle illustrazioni, in tutte e tre le città, gli scolari iniziano a partecipare all'alcolismo in compagnia di amici in misura uguale con l'età. L'opposto è vero per il bere in famiglia. Sia i ragazzi che le ragazze mostrano chiaramente una dipendenza diretta della frequenza di alcolizzazione in famiglia dal "livello di urbanizzazione" (con i tassi più alti in tutte le fasce d'età a San Pietroburgo).

Figura: 1.Frequenza delle bevande alcoliche consumate dagli scolari in famiglia (per 100 soggetti)

Il fatto che i bambini provenienti da famiglie che rispettano la legge arida, in relazione ai bambini provenienti da famiglie che non la rispettano, hanno condannato meno l'ubriachezza (t = 3,4) e più spesso hanno incontrato difficoltà nelle sue qualifiche (t = 3,8), forse a causa della mancanza di "pratica alcolica" nelle loro famiglie. La più alta frequenza di qualificazione dell'ubriachezza come fenomeno normale è stata riscontrata nelle famiglie con il consumo predominante di bevande alcoliche nei fine settimana, che potrebbe essere stata conseguenza di una sorta di adattamento dei bambini alle bevande familiari che non avevano ancora raggiunto il livello di asocialità, come nelle famiglie con consumo quotidiano, dove questo indicatore è il più piccolo ( t == 2.1). I bambini di famiglie con consumo quotidiano di alcol, così come i bambini di famiglie che osservano la "legge secca", hanno mostrato uguale indifferenza al problema dell'ubriachezza (t = 1,3).

Figura: 2. Frequenza delle bevande alcoliche consumate dagli scolari in compagnia di amici (per 100 intervistati)

Figura: 3. Atteggiamento degli scolari nei confronti dell'ubriachezza a seconda dell'età (%)

Migliorare l'originalità

Invitiamo i nostri visitatori ad utilizzare il software gratuito "StudentHelp", che vi permetterà, in pochi minuti, di esaltare l'originalità di qualsiasi file in formato MS Word. Dopo un tale aumento di originalità, il tuo lavoro sarà facilmente testato nei sistemi dell'università antiplagiat, antiplagiat.ru, RUKONTEXT, etxt.ru. Il programma StudentHelp funziona secondo una tecnologia unica in modo che l'aspetto, il file con maggiore originalità non differisca dall'originale.

Risultati di ricerca


abstract Alcolismo infantile e adolescenzialeTipo di lavoro: saggio. Aggiunto: 21/03/13. Anno: 2013. Pagine: 18. Unicità secondo antiplagiat.ru:

"Alcolismo infantile e adolescenziale"

Introduzione …………………………………………………. …… …………… p.3.

obbiettivo
3
I.3
Compiti
3
I.4
Fasi del lavoro
3

Capitolo 1. Metodo di ricerca…. ………………………………………..p.4.
Capitolo 2. Alcolismo infantile e adolescenziale…..…. ………. ……..….… P.5.
Capitolo 3. Analisi del sondaggio ………………………………………… p.6
Capitolo 4. Misure per combattere il consumo di alcol
bevande tra i giovani ………………… ………………. pagina 11
Conclusione …………………………………………………… ……….…. pagina 13.
Elenco della letteratura utilizzata. ……………….. ………….…..P.14.
Appendici ………………………………………………………………..p.15.

I.1 Motivo della scelta: Non è necessario dare molte ragioni per rivelare la rilevanza dell'argomento che ho scelto, basta guardarsi intorno. La generazione più giovane si ubriaca. Questo è un problema universale e tutti i campanelli stanno suonando al riguardo. Ma la cosa peggiore per il nostro tempo è l'emergente e molto rapido "alcolismo infantile".

Ipotesi: prima il bambino inizia a bere, maggiore è il rischio di diventare un alcolizzato

I.2 Mi sono posto un obiettivo: conoscere la situazione sul consumo di bevande alcoliche e sugli atteggiamenti nei loro confronti tra gli studenti della nostra scuola.
I.3 Obiettivi:

    letteratura di studio;
    trovare informazioni nei media;
    condurre un sondaggio su questo argomento tra i nostri studenti;
    analizzare le risposte e le informazioni al questionario;
    sviluppare materiali per condurre lezioni su questo argomento per gli studenti dei gradi 6-9.
I.4 Fasi di lavoro:
    ha studiato la letteratura, trovato informazioni su Internet;
    condotto un sondaggio;
    materiali sviluppati;
    sviluppato un opuscolo;
    ha creato una presentazione "L'effetto dell'alcol sul corpo umano".

Niente disgrazie e crimini
non distruggere così tante persone
e la ricchezza nazionale come l'ubriachezza.
F. Pancetta
Uno dei problemi più urgenti della società moderna è l'adesione di un gran numero di persone all'abuso di alcol. Il consumo di bevande alcoliche è recentemente diventato stabile e diffuso. Il livello di consumo di alcol da parte della popolazione del nostro Paese resta elevato. Particolarmente allarmante è il fatto che l'età media degli alcolisti è in costante diminuzione..
L'alcolismo è uno dei problemi più gravi del nostro tempo. L'alcolismo infantile è uno dei tre principali problemi nel nostro paese. Bene, chi è un alcolizzato?
Un alcolista è una persona che consuma regolarmente bevande alcoliche, che è mentalmente e fisicamente dipendente dall'alcol..
Ultimamente si è parlato molto dei pericoli dell'alcol in TV, a scuola ea casa. Tuttavia, gli adolescenti continuano ancora a consumare bevande alcoliche come tributo alla moda, nel tentativo di essere "come tutti gli altri". E ho deciso di condurre la mia ricerca, con l'aiuto della quale sarà possibile confermare o smentire l'affermazione che prima il bambino inizia a bere, maggiore è il rischio che diventi un alcolizzato e identificare le ragioni della precoce dipendenza dei giovani dall'alcol sulla base dei nostri studenti.

Capitolo 1. Metodo di ricerca
Il metodo principale della mia ricerca è stato l'interrogatorio degli studenti nelle classi 5 - 9 sul loro atteggiamento nei confronti dell'alcol..
La ricerca è iniziata con la fase di osservazione statistica. Per questo, un questionario è stato compilato da domande che richiedevano una risposta semplice e non complicata:

1. La tua opinione: “Perché le persone bevono alcolici?
2. I tuoi genitori bevono alcolici??
3. In caso affermativo, con quale frequenza?
4. Tuo fratello o tua sorella maggiore beve alcolici??
5. Hai provato le bevande alcoliche?
6. Se sì, cosa?
7. Bevi alcolici adesso??
8. Quali bevande alcoliche preferisci?
9. A che età hai provato l'alcol per la prima volta?
10 ti piace bere alcolici?
11. Hai provato la sensazione di "bere" (mal di testa, vomito, ronzio alla testa)?
12. A che età, secondo te, il più delle volte inizia a bere alcolici?
13. Dovrei bere bevande alcoliche, secondo te?
14. A che età è consentito l'acquisto di bevande alcoliche??
15. Quali organi vitali del corpo umano sono influenzati dall'alcol??
16. Quali misure puoi suggerire per combattere il consumo di alcol??

È stato condotto un sondaggio anonimo continuo, quindi questo questionario è stato offerto a tutti gli studenti. Poiché il sondaggio è stato condotto in forma anonima, quindi, le risposte nella maggior parte dei casi corrispondono alla realtà.
Durante la settimana sono stati intervistati 46 studenti delle classi 5-9. I questionari sono stati elaborati e le risposte sono state contate. I dati sono stati tabulati e raggruppati per la rappresentazione grafica. I dati più interessanti sono stati raccolti in grafici a barre. In alcuni casi vengono utilizzati grafici a torta.
Le risposte a 1 punto sono state raggruppate per ragioni simili e sono state evidenziate quelle più comuni..
Sulla base dei risultati dell'analisi del materiale raccolto, sono state tratte conclusioni e sono state formulate raccomandazioni per ulteriori ricerche..

Parte teorica
Capitolo 2. Alcolismo infantile e adolescenziale.
Sfortunatamente, recentemente è apparso il concetto di "alcolismo infantile". Che cos'è?
Si parla di alcolismo infantile quando i suoi sintomi compaiono per la prima volta prima che il bambino raggiunga i 18 anni - questo è un problema che preoccupa e interferisce con la vita.
Le ragioni della prima introduzione all'alcol sono molto diverse. Ma i loro cambiamenti caratteristici possono essere rintracciati a seconda dell'età. Fino all'età di 10 anni, la prima conoscenza con l'alcol avviene per caso, oppure viene somministrato "per appetito", "trattato con vino", oppure il bambino stesso assaggia l'alcol per curiosità (un motivo inerente principalmente ai ragazzi). In età avanzata, i motivi del primo consumo di alcol diventano motivi tradizionali: "vacanza", "festa di famiglia", "ospiti", ecc. Dall'età di 14-15 anni motivi come "era scomodo restare indietro rispetto ai bambini", "gli amici convinsero "," Per l'azienda "," per coraggio ", ecc. Un ruolo enorme viene dato all '"ambiente alcolico": genitori che bevono o altri membri della famiglia.
Di solito, la prima conoscenza con l'alcol inizia con la famiglia sotto la supervisione dei genitori durante le vacanze in famiglia. Di solito capita, per così dire, un bicchiere "innocente" in onore di un compleanno o altra festa. E sebbene ciò avvenga con il consenso dei genitori, nella cerchia familiare, tuttavia, una tale introduzione dei bambini all'alcol è pericolosa. Dopotutto, una volta toccato l'alcol, la barriera psicologica è già rimossa e l'adolescente si considera autorizzato a bere con gli amici o anche da solo, se si presenta una tale opportunità.
Con l'età, l'influenza della "compagnia alcolica" aumenta e una famiglia incompleta non ha poca importanza. I figli di alcolisti hanno maggiori probabilità di diventare alcolisti..
Bere qualsiasi quantità di alcol (anche nelle dosi più piccole) durante l'adolescenza non è affatto innocuo. Non è per niente che la gente dice: "I fiumi iniziano da un ruscello e l'ubriachezza da un bicchiere".
L'interferenza dell'alcol nella formazione di un corpo adolescente informe si distingue per grande maleducazione, mentre a colpo sicuro, almeno in una certa misura, deforma la personalità di un giovane.
Gli adolescenti possono diventare dipendenti dall'alcol più velocemente degli adulti perché:

    meno peso;
    il fegato è più piccolo;
    il corpo è ancora imperfetto;
    immaturità spirituale.
Nel corso delle regolari visite mediche degli studenti delle scuole superiori, gli specialisti individuano ogni anno un numero crescente di alcolisti, la cui età non supera i 15-16 anni. In tali adolescenti, la dipendenza da alcol si è formata letteralmente entro due o tre anni dall'uso attivo di varie bevande alcoliche, l'alcolismo adolescenziale si forma da 2,5 a 4 volte più velocemente rispetto agli adulti.
Un corpo giovane si abitua rapidamente a grandi dosi di alcol. Questa circostanza spiega il grande pericolo che un adolescente inizi a bere spesso, anche le bevande alcoliche più deboli. Sviluppa un atteggiamento estremamente pericoloso nei confronti dell'alcol: si abitua al fatto che bere bevande alcoliche una o due volte alla settimana è abbastanza normale. Qui è necessario comprendere chiaramente quanto segue: se un adolescente inizia a bere tre o quattro volte al mese, allora questo è già un abuso molto grave, che i narcologi chiamano uso sistematico di bevande alcoliche. La narcologia pratica dell'adolescenza ha da tempo effettuato una chiara gradazione dell'uso di liquidi contenenti alcol:
1) sperimentale: l'adolescente ci prova solo una o due volte;
2) episodico: un adolescente beve alcolici una o due volte al mese;
3) l'uso sistematico di bevande alcoliche.
L'attrazione principale si forma rapidamente (da diversi mesi a 1-1,5 anni) ed è praticamente poco compresa dal paziente. L'attrazione diventa rapidamente irresistibile, l'ubriachezza diventa regolare con l'aumentare della tolleranza. Dopo 1-2 anni si forma una sindrome da sbornia, rappresentata principalmente da manifestazioni vegetative.
L'uso di alcol nella fase II è prevalentemente ubriaco. Tolleranza fino a 300 ml di vodka e più, il "plateau" dura non più di 2 anni, quando la tolleranza diminuisce, si verifica l'amnesia. Abbastanza spesso (fino al 40% dei casi) l'uso di surrogati. Spesso si unisce all'abuso di sostanze, alla tossicodipendenza. I cambiamenti caratterologici sono in rapido aumento, prevalgono esplosività, eccitabilità, malinconia, cinismo, spavalderia e disattenzione. Non ci sono critiche alle sue condizioni. La personalità, per così dire, "si ferma nello sviluppo". Le complicanze somatiche e neurologiche dell'alcolismo nei primi anni sono insignificanti, in alcuni casi ci sono lesioni persistenti dei nervi radiali e uditivi, ridotta attività cerebrale, disturbi precoci della circolazione cerebrale (ictus). Le psicosi da alcol sono rare negli adolescenti.
Il tasso di mortalità per alcolismo è il più alto tra i giovani. Il disadattamento sociale si instaura rapidamente. Le remissioni non superano diversi mesi.
Recentemente, molto è stato detto e scritto sul ruolo negativo delle "bevande" alcoliche forti e, in generale, dell'alcol in quanto tale. Ma non possiamo in alcun modo sottovalutare l'impatto negativo che le cosiddette "bevande alcoliche deboli" hanno sulla salute umana. Questa è principalmente birra, vari gin in scatola - tonici, bevande energetiche, ecc..
Si scopre che la birra è una delle bevande più terribili e pericolose che l'umanità abbia inventato. Un bicchiere di birra a settimana (.) Aumenta il rischio di cancro al seno del 40%.
Inoltre, la promozione attiva di un numero enorme di varietà di birra ha portato al fatto che oggi c'è un aumento significativo dell'alcolismo della birra tra le ragazze. È risaputo che l'alcol, con il suo uso regolare, ha un forte effetto negativo sulla funzione riproduttiva umana. La situazione qui è complicata dal fatto che se negli uomini la funzione riproduttiva è in grado di riprendersi dopo circa sei mesi di astinenza dal bere alcolici, allora nelle donne il danno agli organi riproduttivi è irreversibile. La conseguenza di tutto ciò è un aumento del numero di malformazioni congenite o casi di infertilità nelle donne molto giovani. L'alcol che entra nel corpo di un bambino o di un adolescente entra nel flusso sanguigno e nel cervello. Il risultato è avvelenamento, varie malattie. Inoltre, l'alcol interrompe l'attività mentale, la memoria si indebolisce, il pensiero ne soffre. Provoca malattie gravi e irreversibili dell'apparato digerente, del fegato e dei reni nei bambini. Bere alcol contribuisce allo sviluppo di malattie organiche irreversibili dello stomaco nei bambini: gastrite, ulcere e persino tumori maligni. La nefrite si sviluppa nei reni. L'alcol colpisce la tiroide, la ghiandola pituitaria, le ghiandole surrenali, le ghiandole sessuali. Dopo aver bevuto alcolici, gli adolescenti non possono imparare a memoria nemmeno una semplice poesia per molto tempo, confondono le parole. Perdono la loro intelligenza e capacità di pensare in modo logico..
Purtroppo, nonostante l'aumento del livello culturale della popolazione, lo sviluppo diffuso dei media: carta stampata, televisione, - i futuri genitori non sono consapevoli dei pericoli di concepire un bambino in stato di ebbrezza. Entrando nel sangue del feto, l'alcol provoca malformazioni caratteristiche, che sono chiamate nella letteratura medica il nome della sindrome alcolica fetale. È caratterizzato da ritardo dello sviluppo nel bambino, dimensioni della testa ridotte, sottosviluppo mentale, un tipico viso con naso corto all'insù, mento piccolo, bordo rosso stretto delle labbra e altre malformazioni.
Spesso i minori intossicati diventano autori dei crimini più gravi; o addirittura finire in un letto d'ospedale in condizioni estremamente gravi. Naturalmente, secondo le leggi della Repubblica di Bielorussia, i genitori hanno la piena responsabilità dei propri figli..
E non solo la società, i genitori dovrebbero combattere questo problema, ma tutti dovrebbero anche essere consapevoli del grande danno per se stessi e cercare di combatterlo. Solo allora possiamo parlare di risolvere questo problema. Gli studenti conoscono i pericoli dell'alcol? Cosa ne pensano di questo?

Capitolo 3. Analisi del sondaggio
Il fatto che quasi un partecipante al sondaggio su tre (74% degli intervistati) abbia provato l'alcol nella sua vita è stato sicuramente sorprendente, perché questi sono studenti nelle classi 5-9. Un'altra cosa è allarmante: uno su quattro ha bevuto alcolici prima dei 13 anni!
Il questionario condotto tra gli studenti delle classi 5-9 della nostra scuola ha dato i seguenti risultati: sono stati intervistati un totale di 46 studenti. Di questi, 22 studenti provengono da famiglie in cui ci sono genitori che bevono alcolici spesso, 12 - dove raramente. 5 studenti provenienti da famiglie di genitori che non bevono hanno un fratello o una sorella che usa alcol. Quindi, ne consegue che di tutti gli intervistati, solo 7 studenti vivono in famiglie non beventi..

Tabella del consumo di alcol basata sui risultati del sondaggio.

29
undici
cinque
1


Pertanto, si è sviluppata la seguente immagine:

Di tutti gli intervistati, 34 studenti hanno dichiarato di aver provato le bevande alcoliche per vari motivi. Ma solo 2 persone hanno continuato la loro esperienza e hanno dichiarato di bere ancora spesso alcolici, e 12 a volte lo fanno, ma lo fanno ancora. Allo stesso tempo, 5 degli intervistati hanno risposto che gli piace bere bevande alcoliche.

Ho provato alcolici
le bevande
Uso
adesso
bevande alcoliche
Piace
uso
bevande alcoliche
34
quattordici
cinque

Ciò significa che su 34 studenti che hanno assaggiato alcol - 5 studenti questa esperienza ha portato emozioni positive, che è l'11% degli intervistati., Mentre le risposte al questionario "Quali bevande alcoliche hai provato?" sono stati distribuiti come segue:


Secondo i risultati dell'indagine, l'età degli adolescenti che per primi hanno provato le bevande alcoliche va dai 2 ai 15 anni. Come si può vedere dalla tabella e dal grafico, il picco della prima esperienza cade all'età di 10 anni. Questa volta cade durante il passaggio all'alta dirigenza. Questo periodo appartiene all'adolescenza, a volte è chiamato periodo di transizione, poiché durante questo periodo si verifica una sorta di transizione da un bambino a uno stato più adulto. Una caratteristica di questa età è il senso dell'età adulta, così come lo sviluppo dell'autoconsapevolezza e dell'autostima, l'interesse per se stessi come persona, per le proprie capacità e abilità. C'è bisogno di autoaffermazione nel sistema delle relazioni sociali, per conoscere se stessi, per diventare alla pari con gli adulti.


Fino a 6 anni
-
dieci
8
4
1

Tabella dell'età degli adolescenti che hanno consumato per la prima volta bevande alcoliche.


Degli intervistati, 7 persone hanno sperimentato una sensazione di abbuffata dopo aver bevuto alcolici, che è il 15% di tutti gli intervistati. La selezione di bevande alcoliche preferite dagli adolescenti è molto vasta e spazia da quelle a bassa gradazione alcolica agli alcolici.
Secondo gli adolescenti, le bevande alcoliche possono essere consumate, poiché aumentano l'umore, ma è necessario conoscere la misura e ricordare anche che bere alcolici è dannoso per la salute. Secondo il sondaggio, gli adolescenti danno risposte abbastanza mature. Ma perché non pensano al loro futuro e alla loro salute?.
I genitori giocano un ruolo importante nell'educazione e, prima di tutto, nel loro esempio personale, quindi su 14 persone che si sono dichiarate alcoliste vivono in una famiglia dove almeno uno dei genitori beve. Inoltre, 34 persone che hanno provato l'alcol e hanno annunciato la loro prima esperienza, anche da famiglie in cui i genitori bevono bevande alcoliche.

L'esempio personale dei genitori è solo uno dei motivi per cui gli adolescenti bevono alcolici. Gli studenti stessi nominano altri motivi. Li abbiamo suddivisi condizionatamente in tre gruppi: per la salute (7 casi), per debolezza di carattere (13 casi), per aumentare l'autorità (5 casi).

Tabella delle ragioni per bere alcolici.

Per la salute
Per debolezza di carattere
Per aumentare l'autorità
Alleviare lo stress.
Non avere niente da fare.
Sii calmo.
Drogarsi.
Non posso smettere.
Non distinguerti dall'azienda.
Rilascia la tensione, rilassati
Dalla solitudine
Per sembrare più maturo.
Tirati su.
Dipendenza da alcol.
Non essere una pecora nera.
Piace.
Diventano molto nervosi.
Per prestigio.
Piacere.
Cadere sotto l'influenza di altri.
Godimento.
Non posso fermarmi e abituarmi.
A causa della separazione da una persona cara.
A causa del cattivo stato d'animo.
Risentimento.
Qualcosa va storto nella vita.
Dalla rabbia o dal dolore.
Distrae dalla realtà.


Pertanto, la maggior parte degli intervistati nomina principalmente la debolezza del carattere come le ragioni per bere alcolici..
Tra gli studenti che credono che le bevande alcoliche siano utili, le vedono come uno strumento, sia per il trattamento che per alleviare lo stress. Ma non pensano a come l'alcol influisce sul loro corpo, che una malattia inizia nel corpo, la cui causa è innocua, secondo loro, beve.
Il sondaggio ha mostrato che tra i 46 intervistati sanno tutti che tipo di danno alla salute è causato dal consumo di alcol e quali organi di una persona soffrono in primo luogo. Secondo i risultati del conteggio, quando si beve alcol, il primo colpo cade su organi come: fegato, reni, cuore, cervello, stomaco, polmoni.

Il grafico delle malattie degli organi umani dall'uso di bevande alcoliche, secondo gli studenti

È probabile che l'alcol influisca sulla salute degli stessi alcolisti. Gli adolescenti sanno quali organi sono influenzati dal consumo di alcol, ma non sanno quali malattie possono verificarsi. E accade quanto segue: danno irreversibile al muscolo cardiaco, compaiono segni di malattia coronarica precoce, il pancreas inizia a fallire. Si forma lo stato pre-diabetico, seguito dal diabete, appunto, dalla disabilità. Conseguenze: perdita di capelli, denti, arresto della crescita, accumulo di massa muscolare. I lividi sotto gli occhi rimangono in memoria di giorni felici, reni e mal di fegato, stanchezza, mancanza di respiro accompagna tutta la vita, l'epatite è possibile. Si verifica una polineurite precoce: le convulsioni, le braccia o le gambe vengono portate via, appare un'andatura strascicata. In effetti, le persone diventano mentalmente e fisicamente disabili. Sintomi come mal di testa, stanchezza, vertigini, debolezza, depressione. Gli adolescenti non pensano alla loro salute, per loro la salute sembra senza limiti, quindi non la apprezzano affatto.
Quasi ovunque vedono solo il lato esterno dell'alcolismo, il suo prestigio e la sua moda. Nei film e negli spettacoli televisivi che gli studenti guardano, nessuno parla dei pericoli del consumo di alcol, ma piuttosto li pubblicizza.
Molto probabilmente, tali valutazioni sono associate a un enorme flusso di informazioni sul problema dell'ubriachezza e sulle conseguenze del consumo di alcol, trasmesse per i giovani da varie fonti. Distribuzione dettagliata delle risposte degli intervistati alla domanda: "Da quali fonti ottieni più spesso informazioni sul problema dell'ubriachezza e sulle conseguenze del bere?" rappresentare graficamente
I giovani di oggi stanno al passo con la moda e corrispondono ad essa, e per quanto riguarda la salute, la vita si vedrà in futuro. Per tutto il nostro tempo, la giovane generazione vive nel presente, non nel futuro e non pensa a nulla.


Il risultato del consumo di alcol e il suo effetto sugli organi umani.

Bere alcol porta a un letto d'ospedale.

Capitolo 4. Misure per combattere il consumo di bevande alcoliche.
Oggi nella Repubblica di Bielorussia, il problema dell'alcolismo infantile si è notevolmente aggravato, la ragione di ciò è: l'emergere di punti vendita che vendono bevande alcoliche anche a minori, il desiderio di imitare gli adulti e cercare di assomigliare a loro e, alla fine, l'imitazione dei loro coetanei che già bevono alcolici o fumare, per non sembrare una "pecora nera" in mezzo a loro. Un altro fattore importante sono i media e i mass media della cultura occidentale (musica, film). Ad esempio, vedendo nel film un eroe pompato che salva il mondo da una terribile catastrofe e, inoltre, bevendo un bicchiere di whisky tutto d'un fiato, la gioventù moderna cerca di essere come quelli che vedono sullo schermo. Per quanto riguarda la musica, le direzioni della musica punk, metal e rock sono di grande importanza qui, poiché l'alcolismo, l'ubriachezza e la tossicodipendenza sono promossi direttamente nelle loro canzoni..
Il compito della società nel nostro tempo è mostrare un atteggiamento negativo nei confronti del consumo di alcol tra i giovani.
La necessità di intensificare le campagne anti-alcol con gli adolescenti è principalmente dovuta alla distribuzione e al consumo di alcol tra la popolazione. È noto che l'ubriachezza dei genitori crea condizioni estremamente sfavorevoli per l'educazione morale e lo sviluppo intellettuale dei bambini e contribuisce alla loro precoce introduzione alle bevande alcoliche..
Particolarmente irto di conseguenze è l'uso di bevande alcoliche in un'età di transizione tra i 10 ei 16 anni, quando il corpo matura e si sviluppa, avviene la pubertà. Bere alcol a questa età può ritardare o addirittura arrestare lo sviluppo fisico e mentale. La novità comparativa del problema crea alcune difficoltà nei modi della sua soluzione..
I modi principali per risolvere questo problema in base ai risultati del sondaggio e all'opinione degli studenti sono:

    metodi preventivi,
    campagna anti-alcol,
    maggiori informazioni nei media sui pericoli delle bevande alcoliche;
    aumento delle ammende,
    nessuna legge sull'alcol,
    aumento dei prezzi delle bevande alcoliche,
    negozi specializzati per la vendita di alcolici;
    corsi di formazione,
    conduzione delle ore di lezione e incontri genitoriali sul problema dell'alcolismo,
    e, soprattutto, l'atteggiamento degli adulti nei confronti di questo problema e
    atteggiamento serio nei suoi confronti da parte di ciascuno di noi.
Ancora una volta, sottolinea che il problema dell'alcolismo infantile e adolescenziale è un formidabile nemico della nostra società e rappresenta un pericolo reale, quindi tutti dovrebbero avere almeno un'idea dell'alcol e dei suoi pericoli. Credo che per allontanarsi da questo problema, sia necessario escludere l'uso di bevande alcoliche dalle norme della vita. Diciamo NO all'alcol. Se non si interviene ora, la prossima generazione fallirà!


I poster con tali contenuti dovrebbero essere visti più spesso dagli adolescenti.

Conclusione.
Alcol? Gm - tossicodipendenza, caratterizzata da una dolorosa dipendenza dall'uso di bevande alcoliche (dipendenza mentale e fisica) e danni alcolici agli organi interni. Con l'alcolismo, una persona si degrada come persona.
L'alcolismo infantile è oggi un fenomeno completamente nuovo per la Bielorussia. L'alcolismo infantile e adolescenziale è un concetto molto relativo. Tuttavia, nonostante ciò, il problema continua a esistere e, purtroppo, inizia a progredire e svilupparsi come una malattia cronica. L'età dei minori che consumano bevande alcoliche sta rapidamente crescendo più giovane nella Repubblica di Bielorussia. E secondo la mia ricerca, l'alcolismo infantile e adolescenziale è un problema serio non solo nella nostra società, ma anche nella nostra scuola..
Lo studio ha mostrato che tra gli studenti delle classi 5-9, il 65,38% degli studenti di livello medio ha provato le bevande alcoliche. Allo stesso tempo, la presenza di adulti che bevono in famiglia non ha svolto un ruolo speciale. Di questi, il 10% degli studenti ama bere bevande alcoliche. Molto spesso, le bevande alcoliche sono provate non da coloro che hanno davanti agli occhi l'esempio dei loro genitori, ma da coloro che hanno un carattere debole e l'opinione degli amici. Molte persone ci provano perché i loro amici bevono o vogliono diventare rapidamente un "adulto". Alcune persone vogliono apparire forti, fredde e indipendenti all'esterno, pur rimanendo deboli e dipendenti. Ma questa non è la debolezza, la debolezza è l'incapacità di rinunciare a ciò che non ti piace, il che significa che è dannoso per la salute..
Penso che gli adolescenti bevono alcolici perché si sentono dipendenti. Hanno principalmente paura del ridicolo e delle incomprensioni da parte dei loro coetanei, e hanno anche paura di cambiare il loro modo di vivere. Se rinunci all'alcol, la vita non sarà mai così piacevole. Un corpo indebolito semplicemente non può resistere a una cattiva abitudine e molti, dopo averla provata, non possono più rinunciare all'alcol. Dopotutto, solo bevendo una piccola dose di alcol, puoi rallegrarti, divertirti, dimenticare, alleviare lo stress, sballarti e anche allontanarti dai problemi. Tra le circostanze che contribuiscono a ciò, il ruolo principale appartiene a una serie di fattori sociali e socio-psicologici:

    tradizioni alcoliche in famiglia,
    basso livello culturale dei genitori e scarsa educazione familiare,
    atteggiamenti negativi verso l'apprendimento,
    mancanza di attività sociale e atteggiamenti socialmente significativi.
Gli adolescenti alcolisti cadono rapidamente, diventano antisociali, maleducati, sessualmente disinibiti, intellettualmente degradati, con gravi danni alla memoria e alle emozioni.
Pertanto, ognuno di noi dovrebbe pensare a cosa sta succedendo con le giovani generazioni e cosa ci aspetta in futuro..
Non solo la società dovrebbe combattere questo problema, ma ogni persona dovrebbe anche essere consapevole del grande danno per se stesso e cercare di combatterlo. Dobbiamo imparare a ricevere piacere non per influenza chimica. Solo allora possiamo parlare di risolvere questo problema..
Ho deciso di continuare a studiare questo problema e indagare su quanto spesso gli studenti che hanno provato e continuano a bere alcolici si ammalano..
Pertanto, la prima esperienza di ricerca ha mostrato che la questione dell'alcolismo infantile e adolescenziale a scuola richiede uno studio completo. Propongo di utilizzare i materiali di questo studio per lavorare sulla promozione di uno stile di vita sano nella nostra scuola e in altre scuole della regione..

Elenco della letteratura utilizzata.

1. Enciclopedia "Tutto su tuo figlio" quarto volume.
2.I.V. Gel'n. Alcol e bambini. M:. Medicina 1982 g-84s.
3. Poznyak V. B. - Minsk: Casa editrice "Intertrakt", 1997. - 124 p..
4. Portnov AA Alcolismo cronico o malattia alcolica. M 1959.-- S. 53-61.
5. Portnov A. A. Pyatnitskaya I. N. Clinica di alcolismo. Seconda edizione. - L., 1973.
6. Sosin IK, Mysko G. K, Gurevich Ya. L. Metodi non farmacologici per il trattamento dell'alcolismo. - Kiev: Casa editrice "Salute", 1986. - 152 p.
7. Manuale di psichiatria. Ed. A. V. Snezhnevsky. - 2a ed., Revisionata e aggiunta. - M.: Medicina, 1985.-- P. 160.
8. Sindrome da astinenza di nodi ND nell'abuso di sostanze a base di benzina
9. negli adolescenti. Alcolismo e abuso di sostanze non alcoliche. - M.: MZ RSFSR, 1987 - S. 145-147.
10. Friedman LS, Fleming NF, Roberts DG, Hayman SE Narcology. - M.: Casa editrice "Binom" SPb.: Casa editrice "Nevsky dialect", 1998. - 318 p..

Cari ragazzi! Per studiare l'ambiente sociale degli adolescenti, conduciamo un sondaggio anonimo. Chiediamo a voi ragazzi di aiutarci a svolgere questo studio e di compilare questo questionario. Ti informiamo che non è necessario indicare né la tua età né le tue iniziali.

1. La tua opinione: "Perché le persone bevono alcolici?" ___ ________________________
______________________________ ______________________________ ____________________
eccetera.

Vai al testo completo dell'opera

Scarica il lavoro con aumento dell'originalità online fino al 90% da antiplagiat.ru, etxt.ru

Vedi gratuitamente il testo completo dell'opera

Vedi lavori simili

* Nota. L'unicità dell'opera è indicata alla data di pubblicazione, il valore attuale potrebbe differire da quello specificato.