La seconda fase dell'alcolismo: quadro clinico e trattamento

L'alcolismo è una dipendenza patologica che si forma gradualmente, impercettibilmente per una persona e il suo ambiente. Nel suo sviluppo si distinguono diverse fasi, caratterizzate da vari sintomi e grado di coinvolgimento. La seconda fase dell'alcolismo è la più comune (circa il 90% delle persone registrate presso un narcologo). In questa fase, la malattia diventa evidente e necessita di cure..

Descrizione della fase

All'inizio dello sviluppo di una dipendenza patologica dall'alcol, le persone generalmente non si accorgono che qualcosa non va in loro. A causa della mentalità russa, il consumo di bevande alcoliche non è considerato anormale. Nessuno presta attenzione all'aumento del desiderio di bere, all'aumento delle dosi di alcol e ad altri segnali di pericolo. Pertanto, nella prima fase della malattia, le persone difficilmente si rivolgono ai narcologi. Ciò non accade così spesso nelle fasi successive dello sviluppo della dipendenza, poiché la maggior parte degli alcolisti non si riconosce come malata. Questa è la principale difficoltà nell'identificare e trattare la dipendenza da alcol.

La seconda fase dell'alcolismo è considerata una sorta di "punto di non ritorno".

La malattia diventa cronica e solo pochi riescono a farcela da soli. Di regola, in questa fase le persone bevono quotidianamente o fanno lunghi periodi di bevute..

In questa fase della dipendenza da alcol, si forma la tolleranza agli effetti dell'alcol. L'etanolo è tossico e il corpo reagisce di conseguenza alla sua assunzione in grandi volumi. Come con altre intossicazioni, si attiva un meccanismo protettivo: una persona è malata e vomita. Nella seconda fase dell'alcolismo, il corpo smette di rispondere all'avvelenamento da etanolo con vomito. Appare una sindrome da sbornia pronunciata.

Una persona soffre delle conseguenze dell'avvelenamento: forti mal di testa, nausea, dispepsia.

Un tentativo di alleviare i sintomi spiacevoli assumendo una nuova dose di alcol porta l'alcolista in una baldoria e aggrava la dipendenza.

Il secondo stadio è caratterizzato da pronunciati cambiamenti fisiologici e psicologici. Si sviluppano varie malattie, si formano il carattere specifico di un alcolizzato, un particolare senso dell'umorismo, le abitudini. Il rischio di gravi disturbi mentali aumenta.

Sintomi

In questa fase, una persona vuole costantemente bere, non può superare l'attrazione per l'alcol e quindi beve ogni giorno. Allo stesso tempo, le dosi aumentano in modo significativo. Ciò è dovuto al fatto che piccoli volumi non danno soddisfazione, non portano alla "condizione richiesta". Allo stesso tempo, il tratto gastrointestinale non reagisce alla sostanza tossica, quindi il dosaggio di alcol raggiunge un volume impressionante. Una persona con il secondo stadio può bere una quantità di alcol 5-8 volte superiore alla norma fisiologica.

In assenza di alcol, una persona è nervosa, irritata e può comportarsi in modo aggressivo. Se c'è l'opportunità di bere, l'umore diventa gioioso, sollevato..

Il sonno è disturbato: è quasi impossibile addormentarsi senza alcol. Ci sono segni di uno stato depressivo, insoddisfazione per la realtà circostante. Senza alcol, una persona avverte sintomi spiacevoli a livello fisico: non si sente bene, mal di testa, debolezza. Spesso queste persone non sono in grado di formulare chiaramente la localizzazione e la natura del disturbo. Ma dopo aver preso la dose successiva, rimuove tutte le sensazioni spiacevoli come se fosse a mano..

Sintomi di astinenza

I sintomi da astinenza sono comuni. Questo termine si riferisce a una serie di sintomi che si verificano dopo aver smesso di bere. La durata e l'intensità della manifestazione dei sintomi di astinenza dipendono dalla durata dell'abbuffata, dallo stato generale di salute umana.

Di norma, nella seconda fase dell'alcolismo, i sintomi acuti si osservano per 2-3 giorni..

Le manifestazioni dei sintomi di astinenza da alcol includono:

  • nausea;
  • disturbi digestivi, diarrea;
  • violazioni della termoregolazione: aumento periodico della temperatura, forte sudorazione;
  • tachicardia;
  • improvvise cadute di pressione;
  • tremore degli arti;
  • dolore, pesantezza alla testa;
  • scarsa coordinazione dei movimenti;
  • debolezza muscolare;
  • improvvise contrazioni muscolari involontarie.

Dopo un consumo eccessivo e prolungato, possono verificarsi convulsioni simili a crisi epilettiche, con convulsioni, svuotamento involontario della vescica..

Questa condizione non deve essere confusa con una sbornia, nonostante i sintomi siano molto simili. Può anche verificarsi in una persona sana se sovraccarica accidentalmente l'alcol.

L'astinenza è tipica della dipendenza da alcol. Ha un periodo di manifestazione più lungo. Inoltre, con la sindrome da astinenza da alcol, si nota un'attrazione patologica secondaria: una persona pensa di aver solo bisogno di bere, senza questo non può immaginare un'ulteriore esistenza. Le persone sane con i postumi di una sbornia hanno un'avversione per l'alcol.

Lo sviluppo inverso dei sintomi di astinenza è accompagnato da una diminuzione dell'intensità dei sintomi, dal ripristino del sonno e da un miglioramento generale del benessere. I sintomi neurologici persistono più a lungo.

Assumere una nuova dose di alcol in questo momento migliora significativamente le prestazioni, allevia i sintomi acuti: mal di testa, nausea. La concentrazione dell'attenzione aumenta, l'ansia diminuisce, l'umore aumenta.

Una sbornia aiuta a determinare se un deterioramento mentale è una manifestazione di ritiro in sé o è un segno di un disturbo mentale. Nel primo caso, in una persona, dopo aver assunto alcol, i sintomi di astinenza sono indeboliti. Con i disturbi mentali, il disturbo delle funzioni cognitive, il processo di pensiero è aggravato.

Dopo che le manifestazioni acute della sindrome da astinenza da alcol sono state interrotte, i processi fisiologici e mentali vengono ripristinati. Il cinismo scompare, i segni morali ed etici tornano alla normalità.

Di norma, tale recupero è tipico delle fasi iniziali della seconda fase dell'alcolismo..

Se, dopo il ritiro dall'astinenza, l'alcolista conserva idee su ciò che è buono e ciò che è cattivo, allora stiamo parlando di degrado della personalità.

Il tuo narcologo avverte: malattie che si sviluppano nella seconda fase dell'alcolismo

Nella seconda fase dell'alcolismo, sotto l'influenza di un'intossicazione costante, si sviluppano varie patologie somatiche. L'etanolo ha un effetto su tutti gli organi e sistemi, di conseguenza, iniziano a funzionare peggio, compaiono deviazioni. Prima di tutto, le malattie croniche sono esacerbate se un alcolizzato le ha. Si verificano anche vari disturbi a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo..

Le patologie più comuni negli alcolisti nella seconda fase:

  • malattie dell'apparato digerente (gastrite, ulcera peptica, colite, pancreatite);
  • malattia del fegato (steatosi, epatite di eziologia alcolica, poiché questi processi progrediscono, questi processi portano alla cirrosi);
  • disfunzione del sistema nervoso centrale, deterioramento del cervello, disturbi del sistema nervoso autonomo;
  • danni al cuore e ai vasi sanguigni (ipertensione, malattia coronarica, aterosclerosi, cardiopatia);
  • patologia renale.

Aumenta il rischio di emorragia cerebrale e ictus emorragico. Nelle persone predisposte in questa fase dello sviluppo della dipendenza da alcol, c'è un'alta probabilità di comparsa di disturbi mentali (delirio, psicosi, allucinosi, encefalopatia).

Man mano che l'alcolismo peggiora, aumenta il rischio di disturbi mentali.

Disturbi mentali e degradazione dell'alcol

Le persone dipendenti da alcol subiscono cambiamenti patologici nella loro psiche. Sono convenzionalmente suddivisi in tre tipologie:

  • degrado della personalità;
  • affinamento di alcune qualità personali che non sono patologiche;
  • sindrome psicoorganica.

Queste violazioni si osservano indipendentemente dal fatto che l'alcolista sia o meno sotto l'influenza di alcol etilico..

Inoltre, i disturbi mentali che si sviluppano sullo sfondo di un consumo eccessivo e prolungato di alcol sono classificati nei seguenti tipi:

  • depressivo - ci sono forti sbalzi d'umore, depressione, irritabilità, prevalgono la tendenza a creare situazioni di conflitto;
  • esplosivo: alta labilità emotiva, attacchi di aggressività;
  • borderline: una persona ha la tendenza a barare per soldi o alcol, il desiderio di raggiungere il piacere il più facilmente possibile;
  • astenico - caratterizzato da debolezza mentale, irritabilità eccessiva, isteria, tendenza al ricatto emotivo dei propri cari;
  • conforme: una persona cade facilmente sotto l'influenza degli altri, è molto preoccupato per l'opinione delle altre persone;
  • sintonico: un alcolizzato è costantemente di buon umore, scherzi (umorismo specifico), irragionevolmente ottimista, invadente, si comporta senza vergogna;
  • schizoide: un ubriacone è emotivamente freddo in relazione agli altri, indifferente, sospettoso, incline a bere da solo;
  • isterico: tendenza al comportamento dimostrativo, egocentrismo, inganno, infantilismo, impulsività.

La degradazione dell'alcol è un processo di deterioramento dei tratti della personalità, un calo del livello intellettuale e delle funzioni cognitive. Una persona perde le capacità e le conoscenze acquisite, l'assimilazione di nuove informazioni è difficile o impossibile. Desideri e pensieri scendono su come bere, trovare soldi per un'altra bottiglia. I principi morali e morali stanno gradualmente subendo cambiamenti negativi.

L'alcolista tende a passare il tempo a non fare nulla, non gli interessa niente. Di conseguenza, smette di prestare attenzione ai propri cari, perde il contatto emotivo con loro, di conseguenza, le relazioni con gli altri si deteriorano, le famiglie si sciolgono.

Queste persone si separano facilmente da un buon lavoro, accettano uno status sociale inferiore e un lavoro poco pagato e non prestigioso, che rifiutano facilmente se interferisce con il bere.

Trattamento di alcolisti con la seconda fase

La maggior parte delle persone diventa consapevole della propria malattia in questa fase. Alcuni cercano di nasconderlo, altri superano la vergogna e si rivolgono a un narcologo. Il trattamento viene effettuato con l'uso di farmaci, effetti psicoterapeutici. I risultati più significativi si ottengono con una terapia complessa eseguita in ospedale. L'isolamento dell'alcolista dal solito ambiente sociale, l'impossibilità di acquistare alcolici sono condizioni importanti per l'efficacia della terapia.

I metodi utilizzati per la dipendenza da alcol includono misure di disintossicazione e trattamento sintomatico se il paziente viene ricoverato in ospedale in stato di astinenza.

Se il paziente si rivolge al medico in uno stato sobrio, possono essere prescritti farmaci che causano avversione all'alcol (Disulfiram, farmaci basati su di esso - Teturam, Esperal, Antabuse). L'uso di questi farmaci inibisce l'attività dell'enzima acetaldeide deidrogenasi, che scompone il metabolita tossico dell'etanolo. Di conseguenza, il paziente manifesta intensi sintomi di astinenza. Di norma, il trattamento viene eseguito in questo modo: il farmaco viene somministrato e dopo un po 'viene somministrata una piccola dose di alcol. È così che si forma un riflesso condizionato all'alcol..

Per normalizzare il sonno, alleviare l'ansia, vengono prescritti manifestazioni depressive, farmaci del gruppo ansiolitico. I farmaci nootropici vengono utilizzati per ripristinare l'attività cerebrale.

Nel processo di trattamento dell'alcolismo, in parallelo, viene eseguita la terapia per le malattie che si sviluppano sullo sfondo di un consumo eccessivo di alcol.

Oltre a un narcologo, uno psicoterapeuta deve partecipare alla terapia degli alcolisti. Il corso del trattamento con questo specialista aumenta significativamente l'efficienza, riduce la probabilità di successivi fallimenti.

Il complesso in buone cliniche include l'adattamento sociale del paziente. Una persona ha bisogno di essere tirata fuori dall'ambiente che ha contribuito allo sviluppo della dipendenza, aiutarlo a trovare un lavoro.

Fasi di sviluppo di alcolismo e metodi di trattamento

L'alcolismo è una malattia mentale cronica con grave dipendenza mentale e fisica dall'alcol. Come ogni altra malattia, l'alcolismo si sviluppa gradualmente e ha i suoi segni caratteristici. Lo sviluppo della dipendenza è caratterizzato da un graduale aumento della quantità di alcol consumato, una persona perde la capacità di controllare se stessa e il proprio comportamento, nonché di valutare adeguatamente ciò che sta accadendo intorno. Le fasi di sviluppo dell'alcolismo sono le stesse sia per gli uomini che per le donne. Ci sono tre fasi dell'alcolismo. È importante conoscere le fasi dell'alcolismo e le possibili cure.

Primo stadio - iniziale

Il primo stadio dell'alcolismo si esprime in un graduale aumento della quantità e della frequenza del consumo di alcol. Per bere, il tossicodipendente inizia a inventare varie scuse, ad esempio problemi sul lavoro; cattivo umore; una vacanza non sempre significativa. Il primo stadio dell'alcolismo è caratterizzato dalla manifestazione di un tale segno come comportamento inappropriato e sfacciato a seguito di una rapida perdita di controllo su se stessi. In questa fase della malattia, è caratteristico l'avvelenamento con bevande alcoliche e i loro prodotti di decadimento..

Dopo una festa, i seguenti sintomi sono caratteristici:

  • Mal di testa.
  • Sudorazione eccessiva.
  • Nausea.
  • Ansia.
  • Disturbi del sonno.
  • Deviazione della pressione sanguigna dalla norma.

Spesso si nota che l'assunzione di alcol ricomincia al mattino. Sembra essere con l'obiettivo di migliorare il benessere, anche se non c'è voglia di bere. Al contrario, l'odore di alcol può peggiorare la condizione. Ma vale la pena prendere un po 'di alcol e il disagio associato al consumo di alcol scompare. Una persona prova una sorta di euforia e dimentica di essersi sentita male recentemente.

Una persona dipendente, indipendentemente dalle sue condizioni, che sia sobria o ubriaca, si condanna per l'uso frequente di alcol. Ma allo stesso tempo non riesce a superare la voglia di bere. Nella fase iniziale, non ci sono ancora segni di sintomi di astinenza. Lo sviluppo di questa fase di dipendenza da alcol avviene gradualmente, il periodo può variare da uno a dieci anni, dopodiché passa senza problemi al secondo stadio. Quanto tempo passerà prima che si sviluppi la seconda fase dell'alcolismo, è impossibile prevederlo. Ogni organismo è diverso. Durante questo periodo, è più facile curare la dipendenza incipiente, poiché il paziente è consapevole del problema.

Trattamento iniziale

Il trattamento nella fase iniziale dello sviluppo della dipendenza dovrebbe iniziare con uno studio del corpo al fine di identificare i disturbi risultanti. È necessario esaminare gli organi del tratto gastrointestinale e il sistema nervoso. Se vengono rilevate violazioni, il medico prescriverà il trattamento necessario. Puoi essere trattato in regime ambulatoriale, mantenendo la solita routine: vai al lavoro, comunica con gli altri, partecipa a vari eventi. Nel processo di trattamento, le persone vicine dovrebbero supportare pienamente il paziente e in nessun caso condannare per comportamenti scorretti del passato. I loro giudizi possono provocare ulteriore stress, causare la progressione della malattia e svilupparsi nel secondo stadio..

Per un ulteriore supporto ed esclusione dello sviluppo della depressione, è utile sottoporsi a sedute di psicoterapia. Uno psicoterapeuta ti aiuterà a capire il motivo dello sviluppo della dipendenza e ti darà consigli su come prevenirne l'ulteriore progressione. Nel processo di tale trattamento, lo stato emotivo e mentale di una persona che ha abbandonato il solito modo di vivere sarà rafforzato. Gli esperti daranno consigli su come affrontare problemi e difficoltà senza bere. Il corso di psicoterapia ha un risultato positivo solo con un desiderio personale di sbarazzarsi della dipendenza.

Secondo stadio - medio

Per la seconda fase della malattia, la comparsa dei sintomi di astinenza è caratteristica. Una persona dipendente, al risveglio al mattino, è sicura che una certa dose di alcol gli fornirà il miglior aiuto. Si verifica un miglioramento a breve termine, ma i sintomi di astinenza ritornano presto. La persona dipendente continua a soffocare le sensazioni spiacevoli con l'alcol, si forma una sorta di circolo vizioso che porta a bere molto. Un netto rifiuto delle bevande alcoliche può comportare molte gravi conseguenze, nel qual caso è necessario l'aiuto dei medici.

Lo stadio intermedio dell'alcolismo è caratterizzato da esacerbazione o sviluppo di molte malattie croniche, ad esempio:

  • Gastrite.
  • Ulcere.
  • Gastroduodenite.
  • Epatite alcolica.
  • Pancreatite.
  • Sindrome da distonia autonomica.
  • Cardiomiopatia.
  • Altre malattie cardiache.

Il decorso della malattia in questa fase è complicato dal fatto che le persone circostanti condannano la persona dipendente. Lo stress aumenta, i conflitti si verificano al lavoro ea casa. Nella speranza di affrontare i problemi, i pazienti cambiano la loro cerchia sociale, composta da singoli agricoltori che convivono con la stessa dipendenza. L'alcol è un medicinale che allevia i problemi.

Trattamento per la fase intermedia dell'alcolismo

La seconda fase dell'alcolismo si manifesta in gravi segni della malattia. Di conseguenza, è necessario un atteggiamento responsabile nei confronti del trattamento. Il trattamento dovrebbe essere completo.

Trattamento avversivo: questo metodo viene utilizzato per trattare le persone che non vogliono liberarsi dalla dipendenza. Per il loro trattamento vengono utilizzati farmaci che provocano avversione all'alcol, agendo sui riflessi naturali.

La disintossicazione del corpo è un trattamento che si basa sull'uso di farmaci per purificare il corpo dai prodotti di degradazione dell'alcol. La disintossicazione allevia la dipendenza fisica e generalmente allevia la condizione. La dipendenza psicologica rimane.

La psicoterapia è un metodo di trattamento efficace. Come già notato, psicoterapeuti e psicologi ti aiuteranno ad abituarti a una nuova vita senza alcol. Con il loro aiuto, il paziente riconosce il problema e farà tutto il possibile per prevenirne lo sviluppo. Il lavoro di psicoterapeuti e psicologi sarà efficace solo se il paziente è consapevole della necessità di cure.

Adattamento sociale: ci sono casi in cui il paziente stesso decide di smettere di bere, ma non può farcela. In una situazione del genere, è importante applicare il metodo di adattamento sociale. Gli specialisti aiuteranno la persona dipendente a migliorare le relazioni con i propri cari, tornare al lavoro, iniziare di nuovo a interagire con le persone intorno a lui.

Liberarsi della dipendenza da alcol è un processo difficile e che richiede tempo. Prima di tutto, è necessario il desiderio del paziente. L'uso di tutti i metodi in combinazione può portare a buoni risultati..

La terza fase è l'ultima

La terza fase dell'alcolismo è considerata finale. Con questo grado di alcolismo, i sintomi della malattia sono pronunciati e si manifestano in forme gravi. La loro esposizione può portare a gravi conseguenze. Il terzo stadio dell'alcolismo è caratterizzato da disturbi significativi della psiche e di altri organi. Il paziente beve ogni giorno più volte al giorno. L'intossicazione nell'ultimo stadio dell'alcolismo si verifica rapidamente da una piccola quantità di alcol. La manifestazione dei sintomi di astinenza è grave.

Nell'ultima fase, una persona è completamente degradata. Le violazioni degli organi interni e del sistema nervoso sono così significative che spesso le loro manifestazioni portano a una limitazione della funzione motoria, disturbi del linguaggio, una persona può essere paralizzata, la probabilità di morte non è esclusa. Le persone dipendenti perdono molto peso. I loro movimenti diventano esitanti. L'ultima fase dell'alcolismo è caratterizzata da un segno come un aumento dell'addome, questo accade perché il fegato è notevolmente ingrandito.

I sintomi del disturbo mentale si esprimono in aggressività, irritabilità, propensione all'omicidio e al suicidio. I sintomi sono aggravati dai sintomi di astinenza. Quasi tutti i casi di malattia nella fase finale finiscono con la morte di una persona. La causa può essere dovuta a una malattia, ma ci sono casi in cui la loro morte avviene a seguito di omicidio o suicidio.

Trattamento nella fase finale

Il terzo stadio dell'alcolismo è una malattia molto grave e difficile da trattare. Ma il trattamento è ancora possibile. Il ricovero è richiesto in una struttura ospedaliera per ripristinare gli organi interessati. In questa fase dell'alcolismo, i pazienti raramente soffrono di postumi di una sbornia, poiché non si smaltiscono mai. Il paziente deve escludere completamente l'assunzione di alcol per disintossicare il corpo e iniziare il trattamento. La disintossicazione purificherà il corpo dalle tossine ed eliminerà la comparsa dei sintomi di astinenza.

La terapia farmacologica consiste nell'uso di farmaci che alleviano il dolore e ripristinano il funzionamento degli organi. Il trattamento farmacologico deve coincidere con la psicoterapia, soprattutto con segni pronunciati di disturbo mentale. Ci sono vari sintomi che compaiono con una completa cessazione dell'alcol, ma sono psicoterapeuti e psicologi che aiuteranno a trasferirli in una forma più facile. L'adattamento sociale del paziente aiuterà a migliorare il rapporto con i propri cari e con il mondo esterno..

La terza fase dell'alcolismo è considerata l'ultima ed è impossibile dire esattamente per quanto tempo una persona può vivere. Ma dovrebbe essere chiaro che se il trattamento non viene seguito, questo periodo sarà breve..

L'alcolismo è una malattia terribile che può distruggere famiglie, carriere e rovinare completamente la vita delle persone. L'aiuto dovrebbe essere fornito al paziente il prima possibile, principalmente dai parenti. Il loro aiuto è necessario durante il processo di trattamento. Le persone vicine dovrebbero sapere quali sono i segni caratteristici e come determinare lo stadio dell'alcolismo per valutare correttamente la complessità della situazione.

Sintomi e trattamento della seconda fase dell'alcolismo

L'alcolismo è una malattia che si verifica in una persona che abusa di bevande alcoliche. Molte persone la chiamano una cattiva abitudine, ma questo fondamentalmente non è vero, poiché a seguito del consumo di alcol si sviluppa una grave dipendenza psicologica. Il primo stadio della malattia non sono sempre i parenti e il paziente stesso può riconoscere, ma il secondo stadio dell'alcolismo si manifesta già con sintomi speciali. In questa fase, è urgente fornire assistenza a una persona, poiché la malattia può trasformarsi in una forma cronica, sulla quale sorgono complicazioni irreversibili.

La seconda fase dell'alcolismo

La seconda fase dell'alcolismo

Non tutti possono notare la linea tra il primo e il secondo stadio dell'alcolismo. Man mano che si sviluppa questa fase, la durata del bere forte aumenta gradualmente e gli intervalli tra di loro si riducono. La seconda fase dell'alcolismo dura da 5 a 15 anni. Tutto dipende da quanto una persona beve alcol. È caratterizzato da una dose giornaliera di alcol nella quantità di 500 ml o più. Nelle donne, la dipendenza dall'alcol dipende in larga misura dalla regolarità con cui consumano alcol. La quantità consumata non è così importante. E negli uomini, entrambi i fattori sono importanti. Pertanto, le donne sono più suscettibili allo sviluppo dell'alcolismo e le fasi passano l'una nell'altra anche più velocemente. Molti medici sostengono che è impossibile curare l'alcolismo femminile nella fase avanzata 2.

Quando una persona beve alcolici in questa fase, il suo umore migliora immediatamente. Ma allo stesso tempo, la dose è già maggiore rispetto al primo stadio.

Una caratteristica distintiva della fase 2 è un alto livello di tolleranza alle bevande alcoliche. Questo momento è molto pericoloso per la salute e la vita di un alcolizzato. Inoltre, una persona spesso non beve alcolici in questa fase. Con una mancanza di denaro, un alcolizzato può usare tinture da farmacia, acqua di colonia e altri tipi di surrogati, il che porta a problemi di salute gravi e rapidi. La ragione di ciò è la perdita dello status sociale, lavorativo, familiare e, in generale, il degrado degli affetti individuali. Una persona non può valutare in modo completo il pericolo di una situazione e il suo obiettivo è solo un'altra dose di alcol.

Attenzione! Per la seconda fase, è caratteristico che una persona beva alcolici non più per migliorare il suo umore, ma per soddisfare i bisogni fisici del corpo.

Sintomi e segni

L'intossicazione del corpo al 2 ° stadio dell'alcolismo si manifesta già con sintomi acuti. Questi includono mal di testa, nausea, attacchi di vomito, tremori alle estremità, tachicardia. Affinché questi segni scompaiano, è necessaria un'altra dose di alcol..

Un alcolizzato può essere riconosciuto dalle seguenti caratteristiche psicologiche:

  • periodi di aggressività e rabbia;
  • depressione, apatia;
  • azioni inappropriate;
  • tendenza al conflitto;
  • desiderio costante di bevande alcoliche.

Fase 2 dell'alcolismo: definizione

Già in questa fase compaiono lunghe abbuffate. Ma è caratteristico che una persona dopo aver bevuto non sia inibita e l'efficienza aumenta in uno stato di intossicazione alcolica. Inoltre, una persona cresce più velocemente e svolge attività sia fisiche che mentali in modo altamente produttivo. Dopo il rilascio di alcol dal corpo o una diminuzione della sua concentrazione, lo stato psico-emotivo cambia e la persona si sveglia con una voglia irresistibile di alcol.

Quando un alcolizzato è sobrio, è letargico, si stanca rapidamente e tutte le sue qualità negative si manifestano. In generale, l'alcolizzato inizia a degradarsi. La sua capacità intellettuale diminuisce e la risoluzione dei problemi domestici comuni diventa difficile..

Un altro sintomo è l'insonnia. Una persona non può addormentarsi senza una dose di alcol, ma se beve molto alcol, diventerà attivo e non sarà nemmeno in grado di addormentarsi. Insieme all'insonnia, un alcolizzato può avere incubi..

Nella seconda fase dell'alcolismo, una persona entra in abbuffate prolungate, dopo di che si verifica spesso un attacco. I segni di un tale attacco possono essere convulsioni durante il processo, che una persona può mordere la lingua, così come la minzione involontaria.

Dopo aver bevuto molto, una persona diventa vittima di allucinazioni, delirium tremens e idee paranoiche. Inoltre, molti mostrano gelosia alcolica. Questo è un disturbo della personalità in cui un alcolizzato diventa patologicamente infondatamente geloso del suo partner, non vedendo i suoi problemi e le vere cause dei problemi in famiglia.

Una condizione caratteristica per l'alcolismo di 2 ° grado è la psicosi "alcolica Korsakovsky". Una tale complicazione derivante dal consumo di alcol si manifesta con una violazione della sensibilità degli arti - la sua assenza o forte dolore. Un altro sintomo di questa psicosi sono i disturbi della memoria. A volte arriva al punto che una persona che si sveglia a casa sua non riesce a ricordare dove si trova.

Trattamento

La fase 2 dell'alcolismo è il caso in cui il trattamento porta risultati positivi, ma senza l'aiuto di specialisti non sarà possibile farcela. Il trattamento è complesso e sarà necessario l'aiuto di molti medici.

La prima e più importante condizione per iniziare la terapia è il completo rifiuto dell'alcol. La dipendenza rimane per tutta la vita, quindi se una persona inizia a bere alcolici a piccole dosi dopo il trattamento, prima o poi questo porterà a ricadute e alcol..

  • Disintossicazione.
  • Riabilitazione psicologica.
  • Adattamento sociale.
  • Il trattamento farmacologico ha lo scopo di eliminare le malattie concomitanti e alleviare i sintomi caratteristici.
torna al contenuto ↑

Terapia farmacologica

Anche il trattamento con farmaci si svolge in più fasi. Il primo è la disintossicazione, in cui il corpo viene purificato dalle sostanze tossiche e dai prodotti di decomposizione dell'alcol etilico. La terapia disintossicante allevia il paziente dalla dipendenza fisica, cioè dalla sindrome da sbornia. Inoltre, i processi metabolici e il sonno iniziano a normalizzarsi. I farmaci disintossicanti sono Unithiol, Tiosolfato di sodio.

Un posto speciale nella terapia farmacologica è assegnato alla correzione dei disturbi mentali. In questo caso vengono prescritti farmaci sedativi o psicotropi. Aiuta ad alleviare sintomi come tensione, irritabilità, ansia e si osserva un generale effetto stabilizzante vegetativo. Preparazioni: aminazina, levomepromazina.

È importante che i farmaci psicotropi siano prescritti solo da uno specialista qualificato e che debbano essere assunti solo secondo lo schema e il dosaggio prescritti. Poiché con l'assunzione incontrollata di questi farmaci, può svilupparsi dipendenza da essi. I tranquillanti includono farmaci come Elenium, Trioxazine, Diazepam.

Un altro gruppo di farmaci sono i nootropi. Contribuiscono alla normalizzazione dei processi metabolici nel corpo, di conseguenza, il desiderio di alcol diventerà meno pronunciato..

Esiste una procedura come la "codifica" di un alcolizzato. Per fare questo, una persona viene iniettata con Disulfiram, che, interagendo con l'alcol, provoca sintomi spiacevoli: mal di testa, vertigini, tachicardia, vomito, ecc..

La condizione principale della terapia è un completo rifiuto dell'alcol.

Attenzione! La terapia farmacologica viene prescritta anche se sono state diagnosticate altre malattie concomitanti. Ad esempio, gastrite, ulcera peptica, epatite alcolica, ecc..

Metodo psicologico

Un alcolista deve sottoporsi a riabilitazione psicologica dopo aver subito una terapia farmacologica. Poiché il secondo stadio della dipendenza da alcol sviluppa una dipendenza psicologica persistente, cioè il problema di un alcolista risiede in profondità nella testa e semplicemente scavare una persona non sarà curato. A volte le persone impiegano 6-8 mesi o più per completare il trattamento.

Uno dei programmi più famosi in tutto il mondo è la tecnica in 12 fasi. Implica l'introspezione del paziente, un cambiamento nel suo pensiero e un aiuto su base di gruppo. È importante che una persona sia isolata da tutto per un po 'per iniziare a cambiare..

L'adattamento sociale è una fase del trattamento che si svolge a casa. Uno psicologo aiuta una persona ad adattarsi nella società, tornare al lavoro collettivo e rinnovare i rapporti con i membri della famiglia. Si raccomanda inoltre a un alcolista di partecipare alle riunioni di Alcolisti Anonimi..

Previsione

È possibile curare l'alcolismo di stadio 2 solo con un trattamento completo prescritto dai medici. E anche con il pieno sostegno di familiari e amici. Questa fase della malattia è già una grave dipendenza psicologica dall'alcol. Pertanto, spesso le persone si rompono e di nuovo si abbuffano. Un risultato positivo si osserva solo in coloro che sono pienamente consapevoli della loro malattia..

Come si manifesta la seconda fase dell'alcolismo e come minaccia l'ubriacone

Il consumo eccessivo di bevande alcoliche è una malattia, il cui terribile nome è l'alcolismo. Questa non è solo una cattiva abitudine. Questa è una grave dipendenza psicologica, che è suddivisa in più fasi. Se la prima fase non è così spaventosa per una persona, la fase successiva richiede un aiuto professionale. La seconda fase dell'alcolismo può durare da 3 a 15 anni. È caratterizzato da un certo insieme di segni, sintomi, malattie psicologiche.

Il passaggio alla seconda fase dell'alcolismo: pericolo, condizione e comportamento di una persona

A ogni persona viene insegnato fin dall'infanzia che bere alcolici in grandi quantità è dannoso e pericoloso. Perché questa istruzione non funziona per tutti? Per le strade, nei condomini, nelle famiglie di amici e conoscenti, puoi sempre incontrare una persona che beve. Gli occhi irritati, le mani tremanti, il linguaggio incoerente sono segni di un alcolizzato. Come avviene il degrado dell'ubriacone, che è indifferente a tutto tranne che alla bottiglia? Quali sono le fasi di una persona che utilizza una bevanda inebriante in grandi e grandi quantità.

La prima fase dell'alcolismo è caratterizzata da un consumo moderato di bevande alcoliche. In questa fase, la persona ha il completo controllo di se stessa, può fermarsi in tempo. Il suo comportamento da ubriaco è controllabile. Tutto cambia quando una persona entra nella seconda fase. Avendo notato i cambiamenti, i propri cari dovrebbero essere attenti. Questa fase è chiamata famiglia.

Un uomo o una donna che è passato in questa fase di alcolismo è immediatamente visibile. Il tempo libero è apparso: acquistano immediatamente bevande forti. Fine settimana, vacanze, tempo libero e, naturalmente, vacanze, queste persone trascorrono in compagnia di una bottiglia. La dose successiva di alcol porta soddisfazione, l'umore che bevi migliora. Tuttavia, il numero di alcolici, che è sufficiente per calmare un alcolizzato, invariabilmente si insinua. Per il gentil sesso o la metà forte dell'umanità, si apre la strada verso l'abisso.

Sintomi e segni della seconda fase dell'alcolismo

Una donna che usa regolarmente bevande forti si abitua a loro più velocemente, il che significa che il passaggio da una fase all'altra avviene più rapidamente. Le peculiarità del secondo stadio dell'alcolismo per il gentil sesso sono che è molto difficile, e talvolta impossibile, curare una donna da una cattiva abitudine. L'uomo che beve in questa fase è ancora suscettibile di guarigione. Tra le proprietà distintive che caratterizzano la seconda fase ci sono:

  • è necessario sempre più alcol per sentirsi ubriachi;
  • cambiamenti di carattere (da umore allegro a cupo);
  • iniziano gli scandali in famiglia, la resa dei conti, i conflitti di punto in bianco;
  • dopo l'ubriachezza, l'alcolista non ricorda gli eventi accaduti;
  • per ottenere la dose successiva, una persona è in grado di commettere atti criminali.

La seconda fase dell'alcolismo, i cui segni sono espressi anche nel fatto che quando una compagnia si riunisce, una persona che è passata in questa fase cerca di versare tutti contemporaneamente e, senza ascoltare i brindisi, beve, praticamente non mangia. Vale la pena prestare attenzione all'aspetto dell'ubriacone, che parla di una dipendenza da bevande forti. Il viso di solito appare gonfio, gli occhi sono rossi e acquosi e le mani tremano. Dopo aver bevuto, un alcolizzato non può alzarsi dal letto, mettersi in ordine.

Nella seconda fase dell'alcolismo, si manifesta la malattia mentale. Nel tempo, una persona si trasforma in un vero ubriacone che può consumare alcolici per diversi giorni senza prendersi cura della sua salute. Questo è il motivo per cui in questa fase sono stati registrati molti decessi..

Possibili effetti collaterali

L'alcol aiuta a rilassarsi, a dimenticare per un po 'l'attualità. Nella fase iniziale, le bevande forti non possono avere un effetto terribile sul corpo umano. Più spesso una persona usa sostanze intossicanti, più deplorevoli saranno le conseguenze. Uno sguardo malsano, un odore costante di fumi, scuse e litigi con i propri cari: queste sono le caratteristiche di un ubriacone che si trova nella seconda fase dell'alcolismo. Con lo sviluppo della dipendenza, una persona può osservare e sviluppare alcune delle seguenti malattie mentali:

  • Delirium tremens. Questa è una delle psicosi più comuni che cambia la coscienza di una persona. L'ubriacone ha semplicemente bisogno di aiuto medico. Senza il supporto di specialisti, è improbabile che lui stesso sia in grado di far fronte alle manifestazioni della malattia. Il punto è che una persona vede costantemente immagini strane, eventi irreali e sente voci. Gli sembra che vogliano ucciderlo, paralizzarlo. Le persone sono costantemente in uno stato agitato, dormono male o non riescono a dormire affatto;
  • sindrome da astinenza. È caratterizzato da un deterioramento dell'umore, comparsa di incubi, vigilanza. Inoltre, la continuazione dell'uso di bevande alcoliche non fa che aggravare la situazione. L'ubriacone ha mal di testa, debolezza, palpitazioni;
  • allucinosi. Voci inesistenti governano il comportamento di una persona che ha una seconda fase di alcolismo. Smette di lavorare, facendo le faccende domestiche. Pensa sempre che qualcosa stia minacciando la sua vita. Le voci nella testa dicono all'alcolista cosa fare e come agire.
  • paranoia. Questo disturbo mentale si verifica anche negli alcolisti. È caratterizzato dalla comparsa di idee insolite per una persona normale. Il punto è che un uomo o una donna è costantemente perseguitato da qualcuno. Cospirazioni di persone care, servizi speciali, esseri alieni: l'elenco di coloro che interferiscono con la vita è ampio. A volte gli alcolisti parlano di ciò che usano per condurre esperimenti e ricerche.

I sintomi del secondo stadio dell'alcolismo includono l'apparizione del cosiddetto delirio di gelosia. Una persona che si trova in questa fase inizia a perdere i propri cari. A causa del suo comportamento, di solito rompe con sua moglie o suo marito, quando si tratta di una donna, inizia a trovare difetti in lei all'infinito. Vede segni di tradimento ovunque, cerca di portare tutti all'acqua pulita, controlla la corrispondenza personale, ascolta le conversazioni telefoniche. Di conseguenza, la famiglia non lo sopporta e l'ubriacone rimane in uno splendido isolamento. Se trovi qualche disturbo mentale, dovresti consultare immediatamente un medico.

Modi per sbarazzarsi della sgradevole dipendenza da alcol

La seconda fase dell'alcolismo nelle donne o negli uomini richiede la ricerca di cure mediche. Da soli, raramente qualcuno riesce a tornare alla vita normale. Non puoi affrontare il "serpente verde" da solo. Esperti con le conoscenze appropriate sono in grado di aiutare l'ubriacone a sconfiggere la voglia di alcol. Gli scettici sostengono che è quasi impossibile far fronte alla malattia nella seconda o terza fase. Anche se una persona smette temporaneamente di bere mentre è in ospedale, in seguito diventerà nuovamente dipendente dalla bottiglia..

Gli esperti hanno un'opinione diversa. Dopotutto, sono stati registrati molti casi in cui una persona è riuscita a sconfiggere se stessa. È tornato alla vita normale, al lavoro, ai rapporti personali con il sesso opposto. Anche se stiamo parlando di alcolismo cronico, non pensare che sia incurabile. La regola principale è il desiderio dell'ubriacone di smettere di bere, il sostegno dei suoi cari. Di solito, il corso del trattamento per un ubriacone con una seconda fase di alcolismo è il seguente:

  • terapia professionale da parte di un narcologo in regime ambulatoriale o ospedaliero. Qui il corpo viene purificato, vengono prescritte terapie e farmaci. Le medicine sono selezionate rigorosamente individualmente, in base alle condizioni del paziente;
  • superamento di un corso di riabilitazione psicologica. Le consultazioni a lungo termine con uno psicologo aiutano l'ex alcolista a credere di nuovo in se stesso;
  • adattamento sociale. Una persona che si è ripresa da una dipendenza da una bottiglia ha bisogno di un aiuto che gli permetta di stabilire relazioni con i propri cari, trovare un lavoro, ripristinare uno stile di vita normale e sano.

Le peculiarità della seconda fase dell'alcolismo sono che l'ubriaco deve essere curato in un ospedale. Questo è l'unico modo per sconfiggere la dipendenza. In un ospedale, al paziente, che sarà sotto la supervisione costante del personale dell'istituto medico, verranno prescritti trattamenti e procedure efficaci e verrà sviluppato un programma di recupero individuale.

Le attrezzature e il personale delle moderne cliniche contribuiscono al recupero dei pazienti il ​​cui alcolismo è entrato nella seconda fase. Queste istituzioni impiegano specialisti formati professionalmente che sono in grado di fornire tutta l'assistenza necessaria. Porteranno l'ubriacone fuori dall'abbuffata, gli faranno credere di nuovo nella sua forza. Fornendo un atteggiamento amichevole e comfort psicologico, il personale affronterà il caso più apparentemente trascurato.

Il secondo stadio della dipendenza da alcol non è una frase quando si tratta di una persona che cerca di riprendersi, di tornare alla vita normale. Se c'è una famiglia dipendente da bevande contenenti alcol, non dovresti lasciar andare le cose da sole. Quindi puoi perdere una persona cara, perdere il contatto con lui. I parenti, la famiglia, gli amici sono persone che devono unire e tirare fuori l'alcolista dall'abisso. Solo gli sforzi congiunti possono ottenere risultati positivi. Vale la pena ricordare che l'alcolismo è una malattia, ma puoi anche riprenderti, dimenticando per sempre la dipendenza dalla bottiglia.!

La seconda fase dell'alcolismo

Soddisfare:

  1. Dov'è il confine tra le varietà di ubriachezza e dipendenza da alcol
  2. Come si manifesta lo stadio 2 dell'alcolismo?
  3. Cosa succede se la dipendenza da alcol non viene curata?
  4. Trattamento di alcolismo cronico
  5. Problemi di privacy

L'alcolismo cronico è una malattia in cui il bevitore è in balia della dipendenza mentale e fisica dalle bevande alcoliche. Non è in grado di smettere di bere da solo, anche se assicura il contrario ai propri cari. Solo i professionisti: i narcologi possono aiutarlo. Per sbarazzarsi della dipendenza da alcol, è necessario sottoporsi a un trattamento in una clinica per droghe, seguito da codifica e riabilitazione. In questo caso, la malattia si ritirerà, ma con una condizione: condurre una vita sobria. Ogni tentativo di bere "culturalmente" è destinato al collasso, dopodiché la malattia si riprende completamente i diritti perduti. La patologia si presenta sotto forma di 3 fasi dolorose. Considera i segni della fase 2 dell'alcolismo, le caratteristiche della diagnosi e del trattamento.

Dov'è il confine tra le varietà di ubriachezza e dipendenza da alcol

Le tradizioni del bere sono coltivate in molti paesi del mondo. Bere alcol accompagna vacanze, eventi significativi, fare nuove conoscenze, risolvere situazioni lavorative, ecc. Bere è molto veloce. Se il bevitore non si ferma in tempo, dopo un po '(di solito diversi anni) cade nelle reti della dipendenza.

Il desiderio di bere alcolici diventa un bisogno.

Senza bevande alcoliche, si verifica quanto segue:

  • Disagio mentale e devastazione.
  • Perdita di interesse per la vita e il lavoro.
  • Apatia e depressione.

L'assunzione delle dosi abituali elimina rapidamente questi fenomeni. Sono questi criteri che sono la ragione per andare dal medico. Molto probabilmente, il bevitore ha già o ubriachezza dannosa o 1 stadio di dipendenza da alcol con un ossessivo (desiderio ossessivo di bere). È il desiderio che domina su altri desideri che dà luogo a parlare della presenza di una dipendenza dolorosa nel paziente..

Come si manifesta lo stadio 2 dell'alcolismo?

In questa fase della malattia vengono rivelati chiari segni di dipendenza, secondo i quali il medico determina accuratamente la variante del decorso della malattia. È molto importante che il paziente sia consapevole del proprio problema. Se si oppone al narcologo e resiste, sarà impossibile aiutarlo.

La clinica per l'alcolismo avanzato in 2 fasi comprende:

  • L'emergere di un desiderio primario di alcol, manifestato da un carattere violento (compulsivo). Il desiderio sotto forma di passione sopprime tutti gli altri tratti caratteriali della personalità del bere.
  • Mancanza di critica e consapevolezza del proprio vizio con ostilità verso chi cerca di contare diversamente.
  • Malvagità, aggressività, ansia, pignoleria, irritabilità con astinenza forzata. Il paziente non dorme bene, perde l'appetito, avverte dolore.
  • Aumento della dose giornaliera. I volumi medi sono 0,6-2 litri di alcol forte. L'intossicazione da piccole dosi, caratteristica delle persone sane, non si verifica nei bevitori.
  • L'emergere del bere forte - molti giorni di eccessi di bere sfrenato. I pazienti possono bere per diversi giorni o addirittura settimane. Praticamente non mangiano nulla, non dormono, bevono solo..
  • Formazione di sindrome da astinenza (sbornia) sullo sfondo del forte consumo di alcol. Una sbornia si manifesta con la necessità di alleviare i disturbi vegetativi e somatici che si sviluppano dopo un massiccio alcolismo.
  • Identificazione dei sintomi di degrado della personalità causati dalla distruzione del cervello sotto l'influenza dell'alcol e dei suoi cataboliti delle tossine. Gli alcolisti degradati sviluppano un ingrossamento morale ed etico. Diventano maleducati, sfacciati. La cerchia degli interessi si restringe. Per ottenere fondi per bere, vanno a qualsiasi livello di inganno, perdono completamente l'autocritica.

Per l'alcolismo di 2 ° grado, sono caratteristici i seguenti tipi di alcolizzazione:

  • Eccessi di un giorno con ubriachezza (all'inizio della fase di formazione).
  • Ubriachezza costante con una piccola dose al mattino per alleviare i sintomi di astinenza. Di solito i pazienti assumono quantità significative di alcol la sera e sbornia la mattina con 50-100 grammi di vodka. Questo viene ripetuto per diversi giorni. Ma durante il giorno, i pazienti possono lavorare e fare altre cose..
  • Ebbrezza costante con ubriachezza. Gli alcolisti iniziano a bere quasi ogni giorno. Il "recupero" mattutino con l'aiuto dell'alcool va alla successiva assunzione di quantità più significative di vino e prodotti a base di vodka.
  • Bere pesantemente. Gli eccessi ubriachi allontanano completamente i bevitori dal ritmo della vita ordinaria. Cominciano a bere ogni giorno e molto, raggiungendo ogni volta uno stadio profondo di intossicazione. Al mattino, dopo aver eliminato le più dure sensazioni di sbornia con una dose "terapeutica", gli alcolisti si ubriacano di nuovo. Questo dura diversi giorni o settimane. Quindi l'abbuffata finisce ei pazienti con grande difficoltà si liberano di questo stato..
  • È all'uscita dallo stato di ubriachezza che compaiono le complicazioni: delirium tremens ed edema cerebrale. Il periodo tra bevute può durare diversi giorni, settimane o 2-3 mesi. Questo è ciò che dà ai bevitori l'opportunità di dire che non hanno una dipendenza, perché non bevono alcolici per così tanto tempo.
  • Ubriachezza intermittente. In questo caso, sullo sfondo di abusi costanti, compaiono abbuffate periodiche. Questo modulo indica il passaggio allo stadio 3 della malattia.

Cosa succede se la dipendenza da alcol non viene curata?

Senza terapia, il processo procede rapidamente. In media, la seconda fase dell'alcolismo dura 10-12 anni. Molti pazienti muoiono per le complicazioni che ne derivano. I sopravvissuti entrano nella terza forma finale della malattia. La prognosi senza cura è negativa. Gli alcolisti spesso diventano disabili, perdono la capacità di lavorare, le famiglie e l'alloggio. Gli individui degradati iniziano a condurre uno stile di vita vagabondo e mendicante.

Trattamento di alcolismo cronico

Il recupero dalla dipendenza da alcol è un processo complesso, a più fasi ea lungo termine. Per sbarazzarsi di una dipendenza dolorosa, è necessario sottoporsi a un corso di terapia in una clinica per il trattamento della droga..

La cura include:

  • Misure per rimuovere il binge drinking e altre forme di alcolismo.
  • Disintossicazione, eliminando l'avvelenamento cronico da alcol. La pulizia viene eseguita utilizzando la terapia per infusione a goccia. Detox è completato da metodi non farmacologici: irradiazione sanguigna laser e ultravioletta, plasmaferesi, emosorbimento.
  • Trattamento delle conseguenze dell'avvelenamento del cervello, del cuore, del fegato, dei reni, degli organi del sistema endocrino. A tal fine, i medici selezionano i farmaci dal gruppo di metaboliti, cardioprotettori, nootropici, epatoprotettori..
  • Terapia delle malattie concomitanti del sistema nervoso: neuropatie, encefalopatia.
  • Farmacoterapia psicotropa. Con il suo aiuto, il desiderio di alcol, le deviazioni emotive e volitive viene eliminato, il sonno e l'appetito normali vengono ripristinati.

Durante il trattamento farmacologico, la psicoterapia viene costantemente eseguita con i pazienti. Sono motivati ​​ad avere uno stile di vita sobrio, eliminare le conseguenze dell'alcolismo: insicurezza, debolezza. Gli psicoterapeuti preparano i convalescenti alla codifica, un metodo proibitivo che impedisce agli individui codificati di bere per lunghi periodi..

Dopo aver completato il corso principale, i medici consigliano di sottoporsi a riabilitazione in uno dei centri di recupero.

Problemi di privacy

Durante il trattamento e le 2 fasi di alcolismo nei centri di droga statali, tutti i pazienti vengono registrati, il che comporta alcune restrizioni in futuro. I tossicodipendenti non possono ottenere il diritto di guidare un veicolo, un permesso per le armi e lavorare in alcune strutture. Per evitare divieti, ha senso andare in una clinica privata. L'intero processo di trattamento viene effettuato in modo anonimo.

Paternità e modifica del testo:
Capo del Dipartimento di Psichiatria e Narcologia, MC "Alkoklinik", psichiatra-narcologo A.G. Popov, psichiatra-narcologo L.A. Serova.

Fasi di sviluppo dell'alcolismo

L'alcolismo è una malattia cronica causata da un desiderio patologico di alcol con formazione di dipendenza mentale e quindi fisica. La voglia di alcol è uno dei problemi più seri della società moderna e ogni anno il numero di pazienti aumenta.

È difficile fornire cifre esatte, poiché non tutte le persone con alcolismo vanno dal medico, tuttavia, secondo l'RLMS-HSE (Monitoraggio russo della situazione economica e salute della popolazione), solo un terzo della popolazione conduce uno stile di vita sobrio nel nostro paese, il resto beve alcolici occasionalmente o costantemente. le bevande. L'entità del problema è evidenziata anche dalle vendite di alcolici in costante aumento e dal volume medio di consumo di alcol pro capite (secondo le statistiche dell'OMS).

Sfortunatamente, l'alcolismo è una malattia estremamente insidiosa che può essere nascosta per molto tempo, e non solo il paziente stesso, ma anche il suo ambiente immediato per molto tempo non vede o non vuole rendersi conto del fatto della dipendenza formata.

Nello sviluppo dell'alcolismo, si distinguono diversi stadi: da un'attrazione debole a un desiderio irresistibile che prevale su tutti gli altri sentimenti, desideri e bisogni. Ma con qualsiasi gravità dei sintomi e grado di alcolismo, dovrebbe essere trattato senza fallo, ed è meglio farlo immediatamente dopo aver identificato i segni della malattia, non appena si presenta l'opportunità di convincere il paziente della necessità di cercare aiuto. Il trattamento delle dipendenze dovrebbe essere affrontato solo da specialisti - narcologi e psicoterapeuti. L'inattività prolungata o i tentativi di superare l'attrazione perniciosa da soli possono solo aggravare la situazione, portare a forme trascurate e creare ulteriori difficoltà nell'eliminazione della malattia.

Come determinare lo stadio dell'alcolismo è la domanda più importante da risolvere quando un paziente richiede un trattamento, poiché il grado di dipendenza determina l'approccio alla scelta del metodo e la durata della terapia. Specialisti qualificati dovrebbero anche diagnosticare l'alcolismo come una malattia. In generale, ci sono tre fasi dell'alcolismo. Considera il loro corso e i segni principali..

Fase uno

Il primo stadio dell'alcolismo è caratterizzato da una gravità minima della dipendenza mentale, mancanza di dipendenza fisica e sintomi offuscati e nascosti. Il paziente è socialmente adattato: lavora o studia, si trova in un ambiente familiare, non si allontana dalla sua famiglia e non considera il suo hobby per l'alcol pericoloso o dannoso. Inoltre, parenti e amici intimi in questa fase rifiutano anche di riconoscere una persona come alcolista, ritenendo perfettamente accettabile e normale per il suo desiderio di bere di tanto in tanto "per rilassarsi" o in vacanza.

Questo atteggiamento dei membri della famiglia nei confronti del paziente, la negazione dell'alcolismo già formato, sebbene sia ancora all'inizio, caratterizza la codipendenza: i cambiamenti nello stato mentale e nello stile di vita dei parenti dell'alcolista. La percezione del paziente della sua condizione è caratterizzata dall'assenza di autocritica e dalla capacità di valutare adeguatamente se stesso e le sue azioni, il non riconoscimento della malattia. Non accetterà mai di considerarsi un alcolizzato e troverà molte spiegazioni e scuse per la sua dipendenza. Pertanto, è estremamente importante che almeno i parenti possano notare i sintomi tipici del primo stadio dell'alcolismo, lanciare l'allarme per tempo e consultare un medico..

I sintomi della fase uno includono:

Maggiore tolleranza all'alcol: una persona è in grado di bere, senza ubriacarsi, molto più alcol rispetto ad altre persone o con le loro precedenti dosi di alcol.

Allo stesso tempo, si nota la soppressione delle reazioni protettive, in particolare il vomito, in caso di sovradosaggio di etanolo. Il corpo, per così dire, si abitua all'assunzione costante di grandi dosi di alcol e smette di percepirlo come veleno. Tuttavia, l'effetto tossico dell'alcol etilico rimane lo stesso, il che crea un alto rischio di avvelenamento acuto da alcol nelle prime fasi dell'alcolismo: una persona beve, senza ubriacarsi e senza bavaglio, enormi dosi di alcol che possono causare gravi interruzioni nel lavoro del cervello, del cuore, del fegato e rene.

Diminuzione del controllo sulla quantità di alcol consumata - l'alcolista non beve solo uno o due bicchieri "per l'azienda" o per sostenere il pane tostato, beve la massima quantità di alcol possibile per se stesso. Non gli basta più provare una leggera intossicazione, si ubriaca sempre più spesso fino a svenire con vuoti di memoria.

Nella fase iniziale dell'alcolismo, inizia una sbornia: una serie di sintomi caratteristici che si sviluppano dopo l'intossicazione acuta da alcol. La mattina successiva, dopo aver assunto una grande quantità di alcol, si verificano una serie di sensazioni spiacevoli: nausea, vomito, tremori alle mani, mal di testa. Questi sintomi vengono livellati assumendo un'altra dose di alcol..

I blackout di alcol sono un altro sintomo che si verifica nella prima fase dell'alcolismo. Dalla memoria possono cadere sia episodi individuali che lunghi periodi di tempo..

Dipendenza psichica: la sua formazione separa chiaramente anche l'alcolismo precoce dall'ubriachezza domestica. Il paziente traccia chiaramente (soprattutto se visto di lato) la presenza di disagio psicologico, irritabilità, sbalzi d'umore per lunghi periodi senza alcool. E, al contrario, quando beve alcolici o addirittura pianifica, aspettando l'opportunità di bere, diventa compiacente, rinasce.

La dipendenza psichica in combinazione con una maggiore tolleranza e la soppressione delle reazioni protettive all'alcol portano ad un aumento della frequenza del bere. Le esperienze alcoliche (a volte inconsciamente) malinconiche senza la dose abituale, e lo sviluppo ritardato di intossicazione e l'assenza del riflesso del vomito creano una falsa sensazione di permissività, la capacità di bere senza danni anche ogni giorno.

L'inizio di un cambiamento nel sistema di valori: il ruolo dell'alcol sta diventando sempre più importante nella vita di un alcolista. Non è più sempre in grado di smettere di bere alla vigilia di un evento importante (un esame, un controllo sul lavoro, una passeggiata programmata con i bambini, ecc.), E se rifiuta, allora si sopraffa e sperimenta una sensazione di insoddisfazione per la vita. A poco a poco, l'alcol inizia a spostare tutti gli altri valori e priorità dalla vita del paziente..

Se in questa fase dello sviluppo del trattamento per l'alcolismo non è stato avviato, la malattia inevitabilmente progredirà e passerà alla fase successiva.

Fase due

La principale differenza tra il 2 ° stadio dell'alcolismo e il primo è la formazione non solo della dipendenza mentale, ma anche fisica, nonché un aumento di altri sintomi della malattia.

La dipendenza fisica è spiegata dall'effetto speciale dell'etanolo sul corpo con la formazione di dipendenza, quando organi e sistemi di organi non possono più funzionare normalmente senza il suo rifornimento costante.

La dipendenza mentale continua a progredire: senza una dose di alcol, una persona sperimenta un disagio significativo e solo l'alcol può riportarlo al buon umore e alle prestazioni..

Una grave dipendenza mentale e fisica porta alla comparsa di sintomi di astinenza nella seconda fase dell'alcolismo, o sindrome da astinenza, caratterizzata da gravi disturbi psicosomatici con rifiuto prolungato (volontario o forzato) dall'alcol. Un alcolizzato che non riceve una dose di etanolo che è già vitale per lui, cambia l'umore. Sperimenta una profonda depressione e scoppi di aggressività, è in uno stato depresso, soffre di insonnia e incubi. I disturbi somatici si manifestano con dolore al cuore, tachicardia, mal di testa e dolori muscolari. A differenza dei postumi di una sbornia, tutti questi sintomi non si verificano dopo l'abuso, ma con una prolungata assenza di alcol, ma vengono anche rimossi con una dose di etanolo..

La crescita della tolleranza all'alcol continua, ma non indefinitamente - con l'alcolismo di 2 ° grado, arriva il momento in cui si verifica il cosiddetto plateau di tolleranza - smette di crescere e rimane allo stesso livello costante con le dosi massime di alcol che non provocano intossicazione.

Al 2 ° stadio dell'alcolismo, la malattia può passare in forma cronica o ubriaca. In un decorso cronico, il paziente assume alcune dosi di alcol ogni giorno (non sempre a grave intossicazione) e, quando è ubriaco, beve per diversi giorni (settimane o addirittura mesi) di seguito, ubriacandosi fino a quando la coscienza non è completamente spenta.

La perdita di controllo e l'amnesia alcolica continuano a progredire: sempre più spesso una persona non beve a una leggera intossicazione e ad una piacevole euforia, ma si ubriaca "prima di svenire" e quindi non può ricordare periodi significativi della sua vita. Con il bere forte, intere settimane e mesi possono cadere dalla memoria, dal primo drink al riassetto.

Un cambiamento nella natura dell'intossicazione - euforia inerente all'alcolismo quotidiano e incipiente, il compiacimento è sostituito da aggressività o attacchi di malinconia.

Disadattamento sociale - il paziente inizia ad avere problemi in famiglia (litigi, divorzi), sul lavoro (assenteismo seguito da rimproveri e licenziamento).

Se il trattamento non è stato effettuato al 2 ° stadio dell'alcolismo, la malattia passa alla fase successiva.

Terza tappa

La terza fase dell'alcolismo è la più grave. È caratterizzato dallo scompenso di tutti i processi protettivi e adattativi, dal verificarsi di gravi disturbi mentali e fisiologici, dal degrado e dal completo disadattamento sociale della personalità.

I suoi sintomi principali includono:

Diminuzione della tolleranza: la precedente immunità ad alte dosi di alcol nell'ultimo stadio dell'alcolismo è sostituita dal rapido sviluppo di intossicazione dopo una quantità minima - dal primo bicchiere.

Abbuffate a lungo termine, spesso croniche: il paziente praticamente non esce dallo stato di intossicazione.

Amnesia profonda per periodi di tempo molto lunghi.

Gravi sintomi di astinenza con l'inizio del delirium (delirium tremens) sullo sfondo di un'improvvisa cessazione dell'assunzione di alcol.

Degrado personale e disadattamento sociale: perdita di obiettivi nella vita, indifferenza alla moralità e ai valori. L'alcolista è interessato solo alla dose di alcol. Tutto il resto - familiari, lavoro, alloggio, leggi - smette assolutamente di preoccuparlo. Per ottenere fondi per l'acquisto di alcolici, è in grado di commettere un crimine. Beve spesso da solo o con qualsiasi azienda nelle vicinanze.

Sintomi di danno da etanolo agli organi interni: il verificarsi di problemi con cuore, fegato, reni, sistema nervoso, ecc..

Nonostante il fatto che il 3 ° stadio dell'alcolismo sia il più grave, può e deve essere trattato. Se l'abuso di alcol non viene interrotto, il paziente può morire per avvelenamento da alcol, un incidente sullo sfondo di intossicazione oa causa dello scompenso del lavoro degli organi impoveriti dall'etanolo.

L'identificazione degli stadi dell'alcolismo e dei loro segni è di competenza dei parenti del paziente, tuttavia i medici dovrebbero chiarire il grado della malattia. Ma indipendentemente da quale fase dell'alcolismo viene diagnosticata, è necessario iniziare il trattamento il prima possibile per ottenere il recupero il prima possibile e prevenire il verificarsi di complicazioni irreversibili dagli organi interni.

I metodi di trattamento efficace in qualsiasi fase dell'alcolismo includono metodi di psicoterapia. È l'orientamento psicologico del paziente a uno stile di vita sano, la possibilità di un'esistenza a tutti gli effetti senza alcol, il presupposto iniziale e più significativo per liberarsi dalla dipendenza. Se l'alcolista non ripensa i valori della vita e non vuole superare da solo la dipendenza, tutti gli altri metodi di trattamento saranno inefficaci.

L'articolo è stato scritto sotto la supervisione del Dr. A. Gontova.