Epilessia e alcol

Il corpo umano è un lavoro ben coordinato di un miliardo di cellule nervose, un gran numero di sistemi e organi. Qualsiasi processo è un'azione coordinata e un lavoro ben coordinato di più sistemi contemporaneamente. Uno degli organi principali dell'intero organismo è il cervello. Molti stati del nostro corpo dipendono dal suo lavoro ben coordinato. Ed è proprio questo organo che si presta all '"attacco" attivo dell'alcol in qualsiasi forma e quantità. Cos'è l'epilessia alcolica e quali sono le cause di una condizione pericolosa?

Cos'è l'epilessia in un alcolizzato?

Di per sé, la definizione di "epilessia" significa un attacco, convulsioni, spasmi e completa perdita di coscienza durante le convulsioni di tutto il corpo. Durante un attacco, il paziente non può controllare i suoi movimenti, il corpo si piega e si possono osservare schiuma dalla bocca, urla e convulsioni estese. C'è l'epilessia vera (generalizzata) e quella falsa. La cosiddetta falsa epilessia alcolica è identica nei segni e nei sintomi dell'epilessia ordinaria..

L'unica differenza è nell'eziologia della malattia, per quali ragioni è diventata possibile una tale condizione. Nello specifico, le cause dell'epilessia alcolica sono l'abuso di alcol per molto tempo. L'assunzione giornaliera approssimativa di bevande alcoliche è di 0,5-1 litro di vodka. Se prendiamo in considerazione il fatto che gli alcolisti "mescolano" gli effetti della vodka con la birra o le tinture di una farmacia, i segni di epilessia alcolica possono essere già dopo 2 anni di uso "attivo" di alcol di bassa qualità.

L'epilessia e l'alcol sono due concetti uguali. Se prima si credeva che le crisi epilettiche nell'alcolismo si manifestassero solo dopo un periodo molto lungo di consumo di alcol (dopo circa 10 anni di dipendenza da alcol), oggi questa ipotesi non è rilevante: l'epilessia negli alcolisti appare anche dopo 2-3 anni di abuso di alcol. Tuttavia, la particolarità di questa "accelerazione" è la qualità delle bevande alcoliche.

Secondo le statistiche, oltre il 70% di tutte le crisi epilettiche nelle persone con meno di 5 anni di esperienza di alcolismo si verifica sullo sfondo di un uso costante di alcol surrogato di bassa qualità. È il surrogato che è la causa di convulsioni e crisi epilettiche gravi dopo aver bevuto molto. Questa ipotesi non significa affatto che se bevi alcol di alta qualità, non ci sarà alcun rischio di epilessia. L'alcol in ogni caso per il corpo umano è veleno. Il suo effetto può essere istantaneo oa lungo termine, con sintomi attivi della malattia o moderati, ma una cosa è certa: l'alcol uccide!

Attacco epilettico primario in un alcolista: punti importanti

Sullo sfondo dell'alcolismo cronico, si sviluppa una condizione complessa e praticamente incurabile: l'epilessia. Il primo attacco può verificarsi dopo cinque anni di abuso o dopo 15 anni di esperienza. Tutto dipende dallo stato di salute, dallo stadio della malattia e dalle malattie croniche concomitanti, di cui tali pazienti hanno un numero enorme.

Tuttavia, è per la prima volta che una tale condizione può provocare la morte per asfissia. Le crisi primarie di epilessia con alcolismo diventano il vero e proprio "trampolino di lancio" grazie al quale la malattia degenera in una forma cronica. Gli attacchi successivi saranno obbligatori, se non si esegue un trattamento professionale e non si esclude l'alcol in nessuna delle sue manifestazioni dalla propria dieta.

1 ° attacco di epilessia

Durante l'uso costante di alcol, le cellule del corpo accumulano sostanze tossiche in se stesse, il corpo non può far fronte all'effetto velenoso dell'alcol, c'è una forte intossicazione generale di tutti gli organi interni. Tuttavia, in questo caso, l'intossicazione alcolica è una sorta di processo di "rallentamento" che non consente lo sviluppo di spasmi. Il primo attacco si verifica al momento del completo rifiuto dell'alcol. Subito dopo una lunga abbuffata (come si suol dire, con una sbornia), si verificano le crisi epilettiche primarie (e più gravi).

La prima epilessia alcolica, i sintomi per gli altri compaiono nella forma:

  • offuscamento delle pupille. Gli occhi del paziente diventano "vitrei" pochi secondi prima della crisi;
  • in pochi minuti - disturbi del linguaggio, pensiero ritardato e rallentamento della reazione;
  • sensibilità ridotta;
  • perdita di coscienza, il paziente cade a terra e si piega in un "arco";
  • negli intervalli di spasmi forti gemiti e urla;
  • il momento più pericoloso è lanciare indietro la testa;
  • schiuma alla bocca;
  • crampi e crampi gravi;
  • colore della pelle: grigio-bluastro;
  • labbra blu;
  • mancanza di risposta a fattori esterni.

Pronto soccorso durante un attacco alcolico epilettico

Spesso l'epilessia alcolica diventa per la prima volta una "sorpresa" inaspettata sia per il paziente stesso che per i suoi amici. Molti alcolisti lavorano durante un periodo di sobrietà e conducono uno stile di vita attivo. È nel periodo successivo alla rinuncia all'alcol che si verifica il primo attacco. I segni dell'epilessia alcolica non differiscono dall'epilessia genica. Fornire la giusta assistenza medica è essenziale qui..

La prima cosa da fare è proteggere il paziente da possibili traumi, rimuovere oggetti appuntiti e pesanti, che in un attacco di attacco possono ferire il paziente. La seconda regola è fornire libero accesso all'ossigeno, si consiglia di portare il paziente all'aria aperta, sbottonarsi la camicia, togliersi il maglione, ecc. È inoltre importante osservare le seguenti regole:

  • girare il paziente di lato. Questo è necessario per liberare le vie aeree da spasmi e gonfiori, e anche affinché la lingua non affondi durante un attacco;
  • se il paziente ha forti spasmi dei muscoli addominali, trasferirlo allo stomaco;
  • durante il periodo delle convulsioni, non cercare di fermare i movimenti, tutto ciò che è necessario è proteggere dalle lesioni;
  • è vietato dare acqua, compresse, lavarsi con acqua;
  • le convulsioni possono essere con una sequenza in 2-3 minuti, se le convulsioni non scompaiono dopo 10 minuti, è necessario chiamare un'ambulanza;
  • non c'è bisogno di provare ad aprire le mascelle dell'epilettico, questo porterà solo a ulteriori traumatizzazioni sia del paziente stesso che di quello salvatore.

Ricorda, se un alcolista dopo una lunga abbuffata ha smesso di bere alcolici, il rischio di sviluppare tali effetti "collaterali" aumenta. Già il terzo giorno dopo un'abbuffata, c'è il rischio di sviluppare i sintomi di una malattia pericolosa. Secondo le statistiche, la mortalità durante lo spasmo epilettico alcolico è di circa il 40%. È importante ricordare non solo i primi sintomi allarmanti, ma anche essere pronti per il primo soccorso..

Diagnosi della malattia

La particolarità dell'epilessia, provocata dall'abuso di alcol, è la difficoltà della diagnosi. In realtà, la diagnosi viene effettuata sulla base di un esame da parte di un narcologo. Inoltre, può essere prescritta la risonanza magnetica del cervello, tuttavia, in questa situazione, non si vedranno cambiamenti.

Durante l'esame, il medico presta attenzione ai seguenti sintomi:

  • conversazione durante il sonno;
  • attacchi di sonnambulismo;
  • convulsioni durante la veglia;
  • disturbi del sonno (forte addormentarsi, svegliarsi nel cuore della notte, sonno profondo durante il giorno);
  • cambiamento nel coordinamento dei movimenti;
  • reazione degli impulsi nervosi delle estremità;
  • diminuzione della concentrazione di attenzione;
  • disturbi del linguaggio (persistenti o sintomatici);
  • tremori degli arti durante la veglia (tremori).

Se è possibile condurre un esame direttamente nel periodo successivo a un attacco, al paziente viene prescritto uno studio ECG. Questa diagnosi ti consente di vedere i cambiamenti dopo una crisi.

Trattamento

Come viene trattata l'epilessia alcolica negli adulti? Va detto subito che i cambiamenti che sono stati innescati dagli effetti dell'alcol sulle cellule cerebrali sono irreversibili. Un gran numero di fibre e cellule nervose sono semplicemente atrofizzate, necrotiche. L'unica cosa che si può fare è monitorare attentamente le condizioni del paziente, attuare misure per fornire il primo soccorso in caso di convulsioni e assicurarsi di consultare un medico..

Nel tempo, il numero e l'intensità delle crisi aumenta, seguiti da un altro attacco più forte. Pertanto, l'inazione può provocare la morte del paziente. La morte per soffocamento si verifica a causa dell'affondamento della lingua durante un attacco e poiché è impossibile aprire la mascella durante uno spasmo, la persona semplicemente soffoca.

Trattamento in un istituto medico: quanto è efficace l'effetto del farmaco?

L'epilessia alcolica e le sue conseguenze sono un peggioramento della condizione. Se il paziente continua a prendere ulteriormente l'alcol, il rischio di morte è estremamente alto. Per il trattamento, il paziente deve essere ricoverato in ospedale. All'interno delle mura di un istituto medico, è prescritto il seguente trattamento:

  • psicoterapia;
  • purificare il corpo dalle tossine;
  • fisioterapia;
  • trattamento farmacologico.

Non esistono infatti farmaci che aiutino ad eliminare i sintomi e curare completamente il paziente. Sono prescritti solo anticonvulsivanti (Felbamat, Gabapentin, Carbamazepina) e sedativi. La loro ricezione è volta a prevenire o ridurre le convulsioni in termini di durata e intensità. Poiché la causa principale dello spasmo è la distruzione della corteccia cerebrale, non è possibile ripristinare i tessuti danneggiati per una serie di motivi..

Epilessia alcolica: trattamento domiciliare

Le persone che soffrono di alcolismo sono individui completamente degradati che hanno perso da tempo il valore della vita. La cosa principale per il 95% degli alcolisti è trovare da bere. Poiché le crisi di epilessia alcolica e tutte le fasi del suo sviluppo nella maggior parte degli alcolisti passano sotto la "frenesia dell'ubriachezza", il rischio mortale non è percepito in modo acuto da loro come dalle loro famiglie. Nella maggior parte dei casi, il trattamento è fornito da parenti che temono per la vita di un alcolista.

Le persone che soffrono di alcolismo, nella maggior parte dei casi, perdono la capacità di valutare adeguatamente il pericolo che si presenta sullo sfondo del consumo costante. Il trattamento domiciliare ha lo scopo di calmare il sistema nervoso del paziente. Come decotto sedativo, si consiglia di assumere:

  1. raccolta di erbe: motherwort (non su alcool!), valeriana, radici di calamo in parti uguali, mescolare. Versare 3 cucchiai di acqua bollente su 1 litro. l. miscela, lasciate fermentare. Dopo il raffreddamento, prendi come tè. Puoi aggiungere miele e frutta secca per migliorare il gusto;
  2. recensioni positive sull'uso del succo di cipolle e aglio. È necessario macinare 3 grandi teste di cipolla e 1 testa d'aglio in un tritacarne, spremere il succo attraverso una garza, mescolare il liquido risultante con 1 cucchiaio. un cucchiaio di miele. Prendi 2 cucchiai dopo i pasti. cucchiaio. Tali succhi riducono l'intensità degli attacchi.

Il trattamento di un alcolista per l'epilessia è un processo complesso e lungo, che inizialmente mira a ripristinare il sistema nervoso del paziente e ridurre i sintomi. E solo se la voglia di alcol diminuisce, possiamo parlare di un esito positivo del trattamento. Altrimenti, le crisi epilettiche diventano più frequenti, più intense e il danno che l'alcol provoca a tutto il corpo non può essere corretto con alcun farmaco..

Cos'è l'epilessia alcolica e come sbarazzarsene

L'abuso di alcol porta a cambiamenti nel corpo umano, che, a volte, sono irreversibili. Tutti gli organi e i sistemi sono interessati. Ma il sistema nervoso subisce il peso maggiore. Le persone sviluppano vari disturbi mentali, uno dei quali è l'epilessia alcolica. È interessante notare che i suoi sintomi, se sono già apparsi, possono comparire in qualsiasi momento, anche se la persona ha smesso di bere. Scopriamo cos'è l'epilessia alcolica e come affrontare questa malattia.

  • Le cause della malattia
  • Sintomi della malattia
  • Specificità della malattia
  • Primo soccorso
  • Trattamento dell'epilessia alcolica
  • Rimedi popolari
  • Dieta per l'epilessia alcolica
  • Diario della terapia
  • Conseguenze dell'epilessia alcolica
  • Punti importanti durante il trattamento
  • Conclusione

Le cause della malattia

L'epilessia nell'alcolismo è comune. Le cause dell'epilessia alcolica sono già chiare dal nome della malattia. È osservato nelle persone che abusano di alcol per molto tempo. La malattia appare come risultato di un'interruzione del cervello. Sfortunatamente, oggi non ci sono metodi per curare questa malattia. Ciò è dovuto al fatto che l'epilessia alcolica è causata da processi irreversibili che si verificano nel cervello di una persona che abusa di alcol..

Le persone che abusano di alcol sono a rischio. A volte la malattia si osserva nei bambini nati da famiglie alcoliche. Soffrono di epilessia alcolica congenita, i cui sintomi compaiono principalmente quando il bambino è sovraeccitato.

Sintomi della malattia

L'epilessia alcolica, se parliamo di segni, non è praticamente diversa dal solito. Durante una crisi si osservano crampi muscolari, respiro pesante e perdita di coscienza. Le crisi epilettiche sono accompagnate da vertigini, emicrania, nausea, aumento della salivazione. Spesso il paziente, proprio durante la crisi epilettica, urla. Questo è un segno che questo attacco è accompagnato da uno spasmo delle corde vocali..

Il disturbo della personalità è un sintomo specifico dell'epilessia alcolica. La persona diventa schizzinosa, disattenta e amareggiata. Inoltre, durante la malattia, il linguaggio e il comportamento di una persona sono disturbati. L'insonnia e la comparsa di tendenze suicide sono un altro sintomo che appare sullo sfondo di questa malattia. Il paziente viene coinvolto in litigi, è spesso depresso.

Durante un attacco, la testa del paziente viene ribaltata all'indietro, che è irta di affondamento della lingua. E questo, a sua volta, può causare la morte di un alcolizzato per soffocamento. Dopo un attacco, una persona ha allucinazioni.

Specificità della malattia

L'epilessia alcolica si sviluppa gradualmente. È osservato nelle persone che abusano di alcol per 6-8 anni. Poiché l'attacco è caratterizzato dalla perdita di coscienza, la persona cade. Ciò crea un rischio di lesioni. Se c'è vomito durante un attacco, allora c'è un'alta probabilità che la persona si strozzi con loro. Pertanto, quando compaiono i primi sintomi di un'esacerbazione dell'epilessia alcolica, dovresti chiamare immediatamente un medico. Prima del loro arrivo a casa, è necessario fornire il primo soccorso, di cui parleremo più avanti..

Le crisi epilettiche non possono essere prevenute o controllate. Pertanto, qualcuno deve essere sempre con il paziente..

Nelle fasi iniziali della malattia, l'alcolista diventa fisicamente debole, nel tempo la debolezza gli impedisce di svolgere qualsiasi lavoro. Spesso le persone con epilessia alcolica diventano inclini alla violenza domestica.

La medicina conosce i casi in cui sono iniziate convulsioni in una persona che ha già smesso di bere.

Primo soccorso

Ai primi segni di convulsioni, tutto deve essere fatto in modo che la persona non cada. Se una persona è caduta, ha senso spostarla solo se può essere ferita a causa delle convulsioni. Se non ci sono mobili con spigoli vivi e altri oggetti che rappresentano una minaccia nelle vicinanze, non spostare la persona fino all'arrivo dei medici.

La prima cosa da fare a casa è slacciarsi i vestiti e togliersi la cintura, se ne hai una. Si consiglia di posizionare un morbido cuscino sotto la testa. È imperativo girare la testa del paziente da un lato. In questa posizione, la persona non avrà la lingua rigettata. Se il sequestro è accompagnato da vomito, girare l'intero corpo del paziente su un lato.

Di norma, le crisi non durano più di 3 minuti. Se il sequestro non scompare entro questo tempo, l'alcolista deve iniziare urgentemente la terapia. Dopo un attacco, una persona dovrebbe dormire per diverse ore..

Non c'è bisogno di afferrare il paziente durante un attacco per le braccia o le gambe, bloccare le convulsioni.

Trattamento dell'epilessia alcolica

Dopo aver fornito il primo soccorso, è necessario chiedere a uno specialista come trattare un paziente. È impossibile scegliere autonomamente un corso di trattamento a causa delle caratteristiche specifiche della malattia. Ad oggi, i medici non hanno sviluppato un unico piano per il trattamento dell'epilessia alcolica. Quando si organizza la terapia, si tiene conto dello stadio della malattia e delle caratteristiche individuali dell'organismo. Ma qualsiasi terapia aiuterà solo se l'alcolista smette di bere alcolici..

Prima di iniziare il trattamento, il medico indirizza il paziente ai test, in base ai cui risultati determina quali organi e sistemi del corpo sono cambiati. Molto spesso vengono prescritti metodi di trattamento complessi. Oltre ai farmaci, il medico consiglia dieta e terapia fisica. A volte è necessario un intervento chirurgico.

Poiché le conseguenze dell'epilessia derivante dall'alcolismo sono la depressione, la presenza di pensieri suicidi e allucinazioni, non sarà superfluo visitare uno psicoterapeuta durante il trattamento.

Trattamento farmacologico

Poiché è vietato bere alcolici con epilessia alcolica, qualcuno deve essere sempre vicino al paziente. Altrimenti, c'è un'alta probabilità che l'alcolista si rompa e tutti i risultati della terapia andranno in malora..

Prima di tutto, è necessario raggiungere per ridurre al minimo il numero di convulsioni. Per fare questo, prendi farmaci che restringono i vasi sanguigni. Molto spesso, i medici prescrivono clonazepam, fenobarbital, benzobamil, acesediprol. L'assunzione domiciliare è del tutto possibile. Con uno stadio avanzato di alcolismo, è meglio ricoverare una persona in ospedale. Lì, oltre ai farmaci vasocostrittori, gli verranno somministrati contagocce che aiuteranno a rimuovere le tossine dal corpo..

Quando tratti un alcolizzato a casa, devi assicurarti che non beva alcolici. In caso contrario, la terapia non darà alcun effetto. E se il paziente ha già iniziato le crisi epilettiche, allora quando beve alcol saranno necessariamente ripetute. Oltre ai farmaci vasocostrittori, i medici prescrivono spesso farmaci che ripristinano il funzionamento del sistema nervoso e normalizzano il sonno.

Rimedi popolari

In questo caso, questo tipo di trattamento, come la medicina tradizionale, dovrebbe essere aggirato. In primo luogo, non ci sono prove che questo trattamento funzioni. In secondo luogo, nel trattamento dell'epilessia alcolica con rimedi popolari, vengono utilizzate erbe velenose. Non è noto quale effetto avrà questo tipo di trattamento sul corpo indebolito di un alcolizzato. Come dimostra la pratica, nella maggior parte dei casi, i decotti a base di erbe non aiutano..

Questi fondi possono essere utilizzati esclusivamente come profilassi, previa consultazione di un medico..

Dieta per l'epilessia alcolica

Oltre a prendere pillole per il trattamento dell'epilessia alcolica, viene utilizzata una dieta catogena. Per ottenere il risultato desiderato, è necessario seguire rigorosamente le regole dietetiche. In caso di complicazioni, dovresti cercare immediatamente l'aiuto di uno specialista. È auspicabile che l'intero processo di trattamento sia supervisionato dal medico curante..

Escludiamo dalla dieta cereali e verdure, pane, pasta. Rimuovere patate, barbabietole e carote dalle verdure.

Nei primi 3 giorni, non puoi mangiare nulla. Sostituiamo tutto il cibo con acqua pulita e non gassata. Non puoi bere bevande zuccherate e succhi. Per i prossimi 3 giorni mangiamo in piccole porzioni. In questo caso, il menu dovrebbe essere progettato in modo tale che 4 volte più grassi entrino nel corpo rispetto a proteine ​​e carboidrati combinati. Il peso di una porzione durante una dieta catogena non dovrebbe essere superiore a un quarto del peso di una porzione con una dieta normale..

Menu di esempio per 3-5 giorni di dieta

Questo menu è per adulti. Non è adatto ai bambini.

  • Prima colazione. Uova sode, tè o caffè con panna. Puoi fare un panino spalmando il burro sul pane proteico.
  • Cena. Salsicce, pomodoro con maionese.
  • Cena. Pollo bollito, un po 'di burro, fagiolini conditi con olio d'oliva.

Questa è solo una delle opzioni del menu. Si possono includere nella dieta insalate condite con olio vegetale, zuppa di cavolo, pane proteico e uova strapazzate. Pertanto, non è difficile trasferire gli ultimi 3 giorni della dieta. La cosa principale è resistere ai primi 3 giorni senza cibo..

Questa dieta è indicata sia per l'epilessia ordinaria che per l'epilessia da alcolismo. Può essere nominato solo da uno specialista qualificato. Questa dieta è dura per il corpo. È prescritto solo se i metodi più delicati di trattamento dell'epilessia dall'alcolismo non funzionano. Le controindicazioni a questo sistema di alimentazione sono:

  • malattie del fegato e dei reni;
  • aterosclerosi;
  • disturbi nel lavoro del sistema cardiovascolare.

La durata della dieta può superare i 6 giorni. Ma puoi prolungare la dieta solo dopo aver visitato un medico..

Diario della terapia

Sullo sfondo dell'epilessia alcolica, il lavoro del cervello, dei sistemi cardiovascolare e nervoso viene interrotto. Tutte le modifiche che si verificano a una persona devono essere visualizzate in un taccuino speciale. Inoltre, in questo quaderno, che i medici chiamano un diario, dovrebbero essere visualizzate tutte le azioni relative alla terapia (assunzione di farmaci, dieta, ecc.). Inoltre, nel diario, è necessario prendere appunti sulle crisi epilettiche alcoliche. È necessario contrassegnare quando si è verificato l'attacco e quali azioni lo hanno preceduto.

Dalle registrazioni, il medico curante sarà in grado di determinare se la terapia sta aiutando e quali trattamenti sono più efficaci. Il medico sarà anche in grado di capire qual è più spesso la causa di un attacco epilettico. Oggi non esiste un unico metodo per trattare una malattia che funzioni sempre. Oltre al fatto che ogni persona ha caratteristiche individuali del corpo, è necessario tenere conto dell'esperienza alcolica e dello stadio di sviluppo della malattia.

Conseguenze dell'epilessia alcolica

Prima di tutto, va notato che un attacco epilettico è un pericolo non solo per la salute, ma anche per la vita umana. Durante un attacco, una persona è incosciente. Di conseguenza, non può controllare il suo corpo. E se cadi senza successo, puoi ferirti gravemente..

Con l'alcolismo, nel cervello si verificano processi irreversibili che influiscono sulla salute mentale. Una varietà di malattie mentali può essere associata all'alcolismo, inclusa l'epilessia. È molto difficile curare una persona da questa malattia. È possibile evitare il ripetersi di crisi epilettiche solo se si esclude l'alcol.

La rottura del sistema cardiovascolare è anche una conseguenza dell'epilessia alcolica. Ma se torni indietro i processi che si verificano nel cervello durante l'uso prolungato di alcol, spesso è un compito impossibile, quindi è del tutto possibile ripristinare il sistema cardiovascolare.

Punti importanti durante il trattamento

Poiché la dipendenza da alcol si sviluppa sullo sfondo dell'alcolismo, la dipendenza da alcol dovrebbe essere affrontata in primo luogo. È difficile smettere di bere da soli, soprattutto quando si tratta di dipendenza da alcol a lungo termine. Un alcolizzato avrà bisogno di aiuto non solo da specialisti qualificati, ma anche da persone care.

Indurre un alcolizzato a decidere di smettere di bere è estremamente difficile. Pertanto, tutti i metodi sono buoni qui. Puoi forzatamente tenere il paziente in casa, impedendogli di acquistare alcolici. Ma questa è una misura estrema, che, di regola, provoca solo aggressività e rabbia ancora maggiore nel paziente. Si consiglia di provare a spiegare a un alcolizzato cosa sta succedendo al suo corpo, se possibile, mostrare un video in cui viene catturato in un attacco epilettico. Ma devi farlo quando una persona è sobria..

Conclusione

La risposta alla domanda se l'alcol possa essere utilizzato per l'epilessia alcolica è inequivocabilmente negativa, poiché la malattia è provocata dall'uso di bevande alcoliche. Anche piccole dosi provocheranno sicuramente nuove convulsioni. Il trattamento della malattia si riduce a una serie di azioni, tra cui l'assunzione di farmaci, la terapia fisica, la visita di un terapista e l'adesione a una determinata dieta. Ma tutti lo fanno solo dopo che il paziente si è ripreso dall'alcol..

Cos'è l'epilessia alcolica?

Il consumo eccessivo di alcol comporta molti problemi. L'epilessia alcolica è uno di questi. In questo caso, le convulsioni possono indicare l'approccio del delirium tremens. La malattia non è completamente curata, ma viene curata nei dispensari di farmaci.

Eziologia della malattia

Un attacco di epilessia alcolica può verificarsi non solo in un alcolizzato incallito. Non è raro che si verifichi un attacco in una persona che ha assunto per la prima volta alcol in grandi quantità.

Quando si consuma alcol, le cellule del cervello vengono danneggiate. Di conseguenza, inizia a chiudersi parzialmente e la persona diventa pazza. Più beveva, peggiori erano le sue condizioni..

L'epilessia alcolica può verificarsi per i seguenti motivi:

  • L'uomo ha perso il controllo di se stesso ed è andato in abbuffata. In questo caso, gli attacchi terminano con delirium tremens e diventano regolari..
  • Una persona ubriaca ha una lesione craniocerebrale. E non importa se l'infortunio è fresco oa lungo termine.
  • Bevande alcoliche di dubbia qualità o non destinate al consumo interno.
  • La presenza di una lesione infettiva del corpo. In questo caso, la persona si ubriaca rapidamente e perde il controllo della situazione..
  • Spasmi vascolari del cervello. Il cervello soffre già di mancanza di ossigeno e se viene aggiunto alcol, gli spasmi aumentano e la persona può spegnersi.
  • Eredità.
  • Tumore che colpisce il cervello.

In tutti i casi, tranne il primo, l'epilessia alcolica può dare un attacco per la prima volta e, con la cessazione del consumo di alcol, tutto può funzionare. Ma se una persona continua a bere, le convulsioni diventano regolari e la malattia rimane per tutta la vita..

L'epilessia alcolica può verificarsi a causa del fatto che una persona ha avuto un'abbuffata

Sintomi di manifestazione

I sintomi dell'epilessia alcolica sono i seguenti:

  1. Ronzio nelle orecchie, sensazione di lampo o scossa elettrica.
  2. La persona diventa irritabile, permalosa, schizzinosa.
  3. Compaiono i sintomi del degrado della personalità e della demenza.
  4. Il sonno è disturbato, compaiono allucinazioni.
  5. Blackout temporanei di coscienza. La persona non si controlla, cade fuori dal tempo reale.
  6. Si verificano crisi epilettiche, accompagnate da spasmi di tutto il corpo o delle sue singole parti.
  7. Durante un attacco, l'alcolista può urlare a causa dello spasmo delle corde vocali..
  8. La testa si inclina all'indietro, il corpo si inarca, la schiuma esce dalla bocca.
  9. Durante un attacco, le persone spesso urinano sotto se stesse..

Le conseguenze dell'epilessia alcolica possono essere disastrose. Spesso un attacco di epilessia per un alcolizzato finisce con la morte.

Prima di una crisi epilettica, compaiono i seguenti sintomi:

  • Nausea a volte accompagnata da vomito.
  • Si verifica una salivazione abbondante.
  • Compaiono mal di testa, vertigini, sensazione di malessere.
  • Il paziente avverte dolore e pressione al petto.
  • Il respiro diventa rauco, gli occhi rotolano all'indietro.
  • La persona prima diventa pallida, poi il viso diventa blu e l'area intorno alle labbra rimane pallida.

Dopodiché, inizia un attacco, che va sempre allo stesso modo. Questa malattia è caratterizzata dall'assenza di progressione.

Dopo un attacco, il paziente avverte dolore in tutto il corpo, letargia, apatia. Potrebbe avere alterazioni delle espressioni facciali e della coordinazione dei movimenti. Appare l'insonnia. Dopo un po ', il paziente inizia allucinazioni, i sogni diventano fantastici, spesso con orrore. Una persona non riesce a dormire normalmente e cerca di risolvere il suo problema con l'alcol, aggravando ulteriormente la situazione.

Durante un attacco, un alcolizzato può urlare

Diagnostica

La diagnosi di epilessia alcolica si basa sul quadro clinico e sull'anamnesi. In un paziente durante un attacco:

  • nessun riflesso;
  • pupille costrette;
  • il battito cardiaco raggiunge più di 160 battiti al minuto;
  • la respirazione è inibita a 8;
  • la pressione sanguigna aumenta.

Di solito le convulsioni non si verificano durante l'alcol, ma uno o due giorni dopo averlo lasciato.

Per diagnosticare la malattia, è necessario sottoporsi a tomografia cerebrale, encefalografia e superare i test.

Primo soccorso

Se una persona ha un episodio di epilessia alcolica, il primo soccorso è lo stesso di un normale attacco di epilessia:

  1. Non dovresti farti prendere dal panico e cercare di fermare l'attacco con i farmaci o riportare in vita l'alcolista..
  2. Devi calmarti e aspettare che tutto finisca. Ma allo stesso tempo, assicurati che la vittima non sbatta la testa contro qualcosa. È necessario rimuovere oggetti estranei lateralmente, mettere qualcosa di morbido sotto la testa e tenere il paziente in modo che non si ferisca.
  3. L'attacco può essere accompagnato da vomito, quindi è necessario assicurarsi che la persona non si strozzi con il vomito.
  4. Una volta che l'attacco è iniziato, devi calcolare il tempo. E se dura più di cinque minuti, è necessario l'aiuto dei medici, altrimenti tutto può finire con la morte. Devi chiamare un'ambulanza.
  5. Se l'attacco è terminato in modo sicuro, la persona deve essere rassicurata e non lasciarla sola per qualche tempo. È possibile che sia stato ferito e abbia bisogno di aiuto..

È inoltre necessario ricordare che l'attacco potrebbe ripresentarsi. In questo caso, non puoi fare a meno di un medico..

Come trattare l'epilessia alcolica

È impossibile curare completamente i sintomi convulsivi dell'epilessia alcolica. Se una persona ha bevuto da solo a questa malattia, lo accompagnerà fino alla fine, anche se inizia a essere curato per l'alcolismo. Ma questo non significa che la persona sia persa e niente lo aiuterà..

Prima di tutto, il paziente deve rinunciare all'alcol. Farlo da soli non sarà facile. Di solito le persone con epilessia alcolica bevono da almeno dieci anni. E non possono fermarsi da soli. Hanno bisogno dell'aiuto di persone vicine e specialisti. Ma oltre a questo, devono avere il loro desiderio di separarsi dall'alcol e dall'alcolismo..

Viene utilizzato un trattamento complesso per ottenere il massimo effetto. Comprende terapia farmacologica, assistenza psicologica e medicina tradizionale. Se tutto ciò non ha effetto, viene applicata la codifica.

Konvulex è un farmaco usato per trattare l'epilessia

Farmaco

È impossibile sbarazzarsi dei segni dell'epilessia alcolica con pillole e iniezioni. Ma puoi ridurre significativamente la frequenza degli attacchi e dare a una persona la possibilità di vivere una vita appagante..

Esistono farmaci speciali che aiutano a purificare il corpo dall'intossicazione da alcol. Il loro uso aiuterà a sbarazzarsi della dipendenza da alcol e smettere di bere. Sono prescritti in contagocce per un corso di dieci giorni. I farmaci vengono selezionati dal medico individualmente, tenendo conto delle condizioni del paziente.

Quindi vengono prescritti farmaci per consentire all'alcolista di tornare normale. Le pillole più comunemente usate sono:

  • Fenobarbital;
  • Maliazin;
  • Benzobamil;
  • Tiopentale;
  • Difenina;
  • Konvulex.

Solo dopo un completo rifiuto di qualsiasi bevanda alcolica, anche la più debole, è possibile continuare il trattamento dell'epilessia. Se la persona continua a bere, gli attacchi non si fermeranno e il trattamento sarà ridotto a zero e una perdita di tempo.

Solo dopo un completo rifiuto dell'alcol puoi continuare il trattamento

Psicoterapia

Il lavoro di uno psicologo gioca un ruolo importante nel processo di guarigione. Gli epilettici che soffrono di epilessia alcolica sono inclini al suicidio. Perdono il significato della vita e credono che in tale stato non siano necessari a nessuno..

Queste persone hanno bisogno dell'aiuto di uno psicoterapeuta per aiutarle a tornare alla realtà e capire che è possibile convivere con questo disturbo. Ma devi sbarazzarti dell'alcolismo. Per questo, sarà utile anche l'aiuto di uno psicologo..

Codifica

Non tutti gli alcolisti possono smettere di bere. Ci vuole forza di volontà, ma i bevitori di solito non ce l'hanno. Alcuni possono durare diversi giorni, altri un anno o più. Ma poi si rompono ancora e si lavano ancora più duramente.

Viene trattata l'epilessia alcolica? Evitare l'alcol è un passo importante per questo. Se la persona stessa non è in grado di farlo, la codifica aiuta. Non tutti possono decidere su di esso, ma l'efficacia è alta.

Esistono diversi metodi di codifica per l'alcolismo:

  1. Psicoterapeutico. Basato sul lavoro di uno psicologo con un alcolizzato.
  2. Ipnotico. Il paziente con l'aiuto dell'ipnosi instilla l'avversione alle bevande alcoliche.
  3. Codifica hardware. Per questo, vengono utilizzati vari dispositivi che influenzano il corpo umano con una corrente o un laser..
  4. Farmaco. Questo è il metodo più comune con risultati positivi. Un alcolizzato è codificato con pillole, iniezioni o preparati speciali cuciti sotto la pelle. Sotto la loro influenza, il bevitore sperimenta forti mal di testa dopo aver bevuto. Anche le condizioni generali peggiorano. Il paziente può perdere conoscenza e persino morire se abusato. Di conseguenza, una persona sviluppa un'avversione per l'alcol e la paura.

Dopo la codifica, la persona inizia a riprendersi. Ha un interesse per la vita. C'è il desiderio di essere curati dalle crisi epilettiche. Non sarà possibile sbarazzarsene completamente, ma puoi guarire.

Metodi tradizionali di trattamento

Per ottenere buoni risultati nel trattamento dell'epilessia alcolica a casa, devi prima di tutto rinunciare all'alcol. Completamente, anche dalle dosi più piccole, anche da farmaci a base di alcol. Questo è il prerequisito principale per ridurre al minimo le convulsioni..

Anche la prevenzione delle convulsioni gioca un ruolo importante. Il paziente deve sapere quando ha una condizione pre-sequestro e adottare misure urgenti per evitare che accada.

La terapia per l'epilessia alcolica a casa viene eseguita con l'aiuto di erbe medicinali raccolte in modo indipendente o acquistate in farmacia. Per il trattamento, puoi utilizzare le seguenti ricette:

  1. La tintura di assenzio amaro ha un buon effetto lenitivo. La pianta viene raccolta durante la fioritura ed essiccata all'ombra. Preparato come il tè. Aggiungere 0,5 cucchiaini a un bicchiere d'acqua. erbe tritate e bere 4 volte al giorno per mezzo bicchiere.
  2. Macina l'erba di angelica in polvere e prendi mezzo grammo tre volte al giorno prima dei pasti con acqua.
  3. Una raccolta viene preparata da tali piante: radici essiccate di cicoria e dente di leone, ghiande, chicchi di avena, segale e orzo. Tutto questo è ben essiccato e macinato in polvere. Quindi viene preparato con acqua bollente. Il risultato è una bevanda che ricorda il caffè. Puoi berlo tre volte al giorno..
  4. È utile per l'epilessia alcolica lubrificare i talloni con succo di limone.
  5. I pazienti con epilessia devono bere molti succhi naturali freschi, questo aiuterà a ripristinare l'immagine del sangue disturbata.
  6. Alcuni guaritori consigliano di succhiare l'olio di girasole. Per fare questo, prendi un cucchiaio di olio in bocca e fallo rotolare in bocca per 10-15 minuti. Poi lo sputano. Dovrebbe diventare lattiginoso.
  7. Si ritiene che il rame ordinario possa prevenire le convulsioni. Quando il paziente sente che potrebbe avere un attacco, ha bisogno di strofinare un pezzo di rame nel palmo della mano. È utile a questo scopo avere con sé un gioiello di rame..

Qualsiasi metodo tradizionale deve essere approvato dal medico curante. E devi sapere che non possono essere una medicina, ma solo un ausiliario del trattamento generale..

Le persone con epilessia hanno bisogno di bere molti succhi naturali freschi

Previsione

La prognosi per l'epilessia alcolica è deludente. Se il paziente rifiuta completamente l'alcol dopo un attacco epilettico 1 volta, dopo un po 'può recuperare tutto e il corpo si normalizzerà.

Ma se le convulsioni diventano la norma e l'alcolista continua a bere, ciò porterà alla distruzione degli organi interni. Tali condizioni, se trascurate, non possono essere trattate e la persona muore..

Prevenzione

Le misure di prevenzione per l'epilessia alcolica sono ridotte a quanto segue:

  1. Non puoi prendere alcol se ci sono controindicazioni per questo. Anche le dosi più piccole possono scatenare un attacco se una persona ha una ferita alla testa o un tumore al cervello. Pertanto, non importa quanto gli amici cerchino di convincere "a poco a poco", non puoi essere d'accordo.
  2. Non dovresti bere alcolici di dubbia qualità, acquistati nei punti di sinistra. Soprattutto se costa meno che altrove. Da tale alcol, puoi ottenere non solo avvelenamento, ma anche un attacco di epilessia alcolica.
  3. È meglio rinunciare all'alcol durante le malattie infettive. Gli effetti dannosi dell'infezione possono diffondersi al cervello e causare un attacco.
  4. Non bere durante l'assunzione di farmaci, soprattutto se vengono prescritti farmaci vasocostrittori. I medicinali possono reagire con l'alcol e causare un attacco violento. Anche le droghe più innocue possono mandare una persona nell'aldilà se è ubriaca di vodka..
  5. Se una persona ha pazienti epilettici in famiglia, ha un aumentato rischio di complicazioni durante l'assunzione di bevande alcoliche..
  6. La nutrizione gioca un ruolo importante. È necessario escludere caffè, zucchero, spezie, prodotti contenenti aceto, pane bianco, latte, carne. Tutti questi alimenti sono dannosi per l'epilettico. Hai bisogno di mangiare più cereali, verdura e frutta.

Se una persona è sana e non ha controindicazioni, devi comunque stare attento con l'alcol, non abusarne. L'alcol distrugge i neuroni nel cervello e questo porta a disturbi neuropsichiatrici. I segni di epilessia alcolica non ti faranno aspettare.

I migliori trattamenti per l'epilessia alcolica

L'abuso di alcol può causare molte malattie e problemi. E, in linea di principio, una piccola quantità di alcol può portare a conseguenze disastrose. Uno dei problemi è l'epilessia alcolica, che è sorta sullo sfondo della psicosi epilettica a causa dell'uso cronico di alcol, della dipendenza e del consumo prolungato di alcol. L'epilessia alcolica per la prima volta può manifestarsi come un attacco e trasformarsi in convulsioni. Un attacco di epilessia alcolica diventa permanente, processi irreversibili si verificano a livello patologico direttamente nel cervello del paziente. Sì, è il paziente, poiché ciò comporta molte malattie.

L'epilessia può essere primaria e svilupparsi spontaneamente (la causa è una predisposizione ereditaria). E c'è anche una forma secondaria, che si forma durante il trauma, se una persona ha avuto una malattia grave a lungo termine, un uso prolungato di sostanze tossiche e, naturalmente, l'uso di bevande alcoliche. L'epilessia negli alcolisti si verifica a causa della causa delle crisi epilettiche e questo è chiamato avvelenamento da alcol del corpo. Questo è davvero un problema che spinge molti medici a indagare su questa malattia..

Manifestazioni sintomatiche

L'epilessia negli alcolisti è caratterizzata da alcuni segni e sintomi. In linea di principio, è molto simile ai soliti sintomi della malattia. Bere grandi quantità di alcol può portare a convulsioni epilettiche, convulsioni e alla fine portare alla morte.

Come inizia l'epilessia e come può essere riconosciuta?

  • L'attacco inizia con un disturbo di personalità, questo indica cambiamenti di umore, cambia l'atteggiamento verso gli altri, appare la pignoleria, appare uno stato di risentimento, diventa difficile nella comunicazione e la manifestazione dell'aggressività.
  • Sono presenti anche crampi al petto, labbra bluastre, colore della pelle pallida, crampi incontrollati, torsioni muscolari e respiro sibilante.
  • Molto spesso, con le convulsioni in una persona, la testa viene ribaltata all'indietro, a seguito della quale la lingua affonda nella gola e si verifica il soffocamento.
  • L'appetito scompare, la routine quotidiana è interrotta, porta naturalmente alla mancanza di sonno e ci sono frequenti mal di testa.
  • L'epilessia dopo l'abbuffata porta a tali convulsioni che la persona è all'oscuro e perde la memoria di ciò che stava accadendo.

Complicazioni e conseguenze

Un attacco di epilessia da alcol, se è avvenuto almeno una volta, si ripeterà sicuramente sempre più spesso. Ciò significa che l'epilessia alcolica sta progredendo e i sintomi devono essere trattati immediatamente con il ricovero in ospedale.

Un attacco di epilessia da alcol può causare vuoti di memoria a lungo termine. Le convulsioni possono comparire indipendentemente dal fatto che una persona sia intossicata o meno. La forma avanzata di epilessia può verificarsi in un breve periodo di tempo. Molte persone avvertono una sensazione di bruciore agli arti il ​​giorno successivo, è così che inizia l'epilessia.

Sintomi successivi

Se il paziente non prende alcuna misura per il trattamento, inizia, allucinazioni uditive e visive. Vuole costantemente bere molta acqua. Quindi un attacco di epilessia alcolica termina per il paziente con un forte pianto (c'è uno spasmo della glottide e una forte compressione al petto) e una caduta.

Come inizia l'epilessia in giovane età? Le convulsioni possono verificarsi a partire dai 18 o 45 anni. Allo stesso tempo, l'esperienza nel bere bevande alcoliche è diversa, da circa 1 a 5 anni. È possibile che le crisi di epilessia alcolica possano scomparire dopo circa due o tre anni dopo aver bevuto. Ma questo grazie a medici specialisti. La frequenza degli attacchi dipende direttamente dalla personalità del corpo del paziente.

Impatto dell'epilessia alcolica sui bambini

Bere alcol durante la gravidanza e l'allattamento aumenta la probabilità che un bambino sviluppi l'epilessia. I cambiamenti organici si verificano nella struttura del cervello del bambino, questo si riferisce all'epilessia ereditaria.

Quali organi sono colpiti dall'epilessia alcolica

Indubbiamente, il fegato soffre, si sviluppa la cirrosi. C'è cardiopatia ischemica e ipertensione, da intossicazione da alcol. Le ulcere si formano sulle mucose dell'esofago e dello stomaco. E questo serve come base per il trattamento in un reparto di degenza terapeutica.

Assistere durante un attacco

Prima dell'inizio dell'attacco, il paziente avvertirà una leggera sensazione di freddo e tremore in tutto il corpo. Inizieranno le allucinazioni. Percezione alterata degli oggetti circostanti. Cerca di non farlo cadere, ma stendilo in anticipo e metti un rullo morbido (cuscino, asciugamano, vestiti arrotolati in un rullo) sotto la testa e assicurati di girare la testa di lato.

Sbottonare tutti gli indumenti pressati e stretti (bottoni, cinture, cravatte, sciarpe, cravatte). Non riparare il corpo del paziente in caso di crisi. Se inizia a vomitare, giralo su un fianco..

Non mettere mai le dita in bocca, un cucchiaio o qualsiasi altro oggetto o qualcosa di simile a questo ti aiuterà a tenere la bocca aperta.

Un attacco dura in media circa 5 minuti, se di più è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza. Dopo l'attacco, la persona se ne va entro 30 minuti e molto probabilmente non ricorderà nulla. Se sei costantemente con un paziente che soffre di epilessia alcolica, questo ti aiuterà a prepararti in anticipo e il paziente stesso sentirà l'approssimarsi di un attacco.

Metodi di trattamento

La prima condizione dei medici quando iniziano il trattamento per l'epilessia alcolica è smettere di bere alcolici. È imperativo visitare un neurologo. È necessario usare anticonvulsivanti e vitamine. È molto importante seguire le raccomandazioni del medico e iniziare a fare sport attivamente, mangiare bene e assumere i farmaci giusti..

Terapia farmacologica

Con questo metodo di trattamento, viene prescritto un set standard di medicinali:

  • aminalon (per disturbi della memoria);
  • fenobarbital, finlepsi, benzonal, chloracon e clonazepam (anticonvulsivanti);
  • gabapeptin, carbamazepina, hexamidine e difenina (farmaco antiepilettico);
  • amitriptilina, sonapax e fenazepam (riducono il desiderio di alcol);
  • oltre a questi farmaci vengono prescritti tranquillanti, vitamine e psicolettici.

Il trattamento viene selezionato solo individualmente per ciascun paziente e viene applicato sotto la stretta supervisione del medico curante. Per un risultato positivo, devi cercare aiuto in tempo. È necessario scegliere i farmaci e i dosaggi giusti e visitare la sala di fisioterapia. Non auto-medicare.

Terapia riabilitativa

La terapia riabilitativa consiste nell'assistenza sociale e psicologica. Se il paziente stesso smette di bere alcolici, sarà più facile per lui psicologicamente e inizierà il recupero del cervello..

Rimedi popolari

Le erbe aiutano a ripristinare il corpo dopo un alcolismo prolungato e supportano bene il sistema nervoso. Naturalmente, i decotti popolari non dovrebbero contenere alcol..

Questi includono:

  • olio di roccia (rafforza il sistema immunitario e riduce il desiderio di alcol);
  • valeriana, motherwort, erba di San Giovanni, radici di calamo (riducono l'ansia e l'aggressività);
  • olmaria olmaria (previene gli attacchi ricorrenti);
  • ortica (purifica il corpo dalle sostanze nocive);
  • galinsoga a fiore piccolo ed erica (ripristina il sistema nervoso);
  • ivan - tè o fireweed (normalizza il metabolismo).

L'epilessia alcolica e il suo trattamento dipendono solo dal paziente stesso e dal suo desiderio di vivere e godersi ogni momento sulla Terra.

Specialità: neurologo, epilettologo, medico di diagnostica funzionale 15 anni di esperienza / medico di prima categoria.

Trattamento dell'epilessia alcolica

Tutti i contenuti iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

L'epilessia alcolica è un problema serio che colpisce non solo gli alcolisti stessi, ma anche le loro famiglie, i parenti e talvolta l'intero ambiente. Secondo le statistiche, questa malattia è la forma più grave di alcolismo, in cui il cervello è danneggiato. Si sviluppa un attacco, che nella sua manifestazione esterna ha somiglianze con un attacco epilettico, ma differisce da esso in quanto può scomparire per un po 'dopo che l'azione del fattore dannoso (in questo caso, l'alcol) viene interrotta.

Il motivo principale, forse, è uno: l'alcol. Gli attacchi possono svilupparsi a causa dell'assunzione di alcol a lungo termine, nonché quando si assume alcol di bassa qualità, intossicazione con le sue tossine. Il pericolo è che una persona possa ferirsi durante un attacco, soffocare nel proprio vomito o ingoiare la lingua. Ma anche questa non è la cosa più pericolosa. La persona diventa una minaccia per gli altri. Prima di un attacco, o immediatamente dopo, può svilupparsi un'aggressione forte e incontrollata, una persona diventa incontrollabile, non sente nessuno, si fa prendere dal panico. Possono verificarsi allucinazioni, manifestazioni suicide e maniacali.

Di solito non ci sono attacchi singoli. Se una persona ha già avuto un attacco, sicuramente ce ne sarà un secondo. È solo una questione di tempo. Spesso le convulsioni si verificano dopo che un alcolizzato ha bevuto a lungo e poi ha smesso improvvisamente. Una grave conseguenza è che durante le convulsioni si verificano processi irreversibili nella corteccia cerebrale, a seguito dei quali tutta la regolazione endocrina e nervosa viene interrotta, l'immunità diminuisce, si sviluppano numerose gravi malattie degli organi interni e dei sistemi, fino al loro completo fallimento e morte..

Inoltre, ci sono gravi disturbi mentali, disturbi della personalità. la persona diventa squilibrata, asociale. Il suo comportamento può essere pericoloso per gli altri. La necessità di prendere misure e trattare un tale paziente è fuori dubbio.

Trattamento per l'epilessia alcolica

Il lavoro è svolto principalmente da narcologi e psicologi. Gli psicologi svolgono un lavoro accurato, cercando di vedere una persona in una persona, conducendo un sondaggio. Allo stesso tempo, devi ascoltare il più possibile e dare meno consigli possibili, esprimere la tua opinione. In nessun caso dovresti esprimere le tue critiche, la tua opinione e il tuo atteggiamento nei confronti del paziente, dell'alcol. Non è necessario fare pressione su una persona, chiamala per intraprendere qualsiasi azione. È necessario sviluppare la motivazione in lui, per indurre la necessità di un processo decisionale indipendente. È importante sostenere il desiderio di una persona di cambiare vita, aiutarlo in questo.

Gli psicologi usano molti metodi nel loro lavoro. Fondamentalmente, tutti si basano sul desiderio volontario di una persona, sulla sua apertura, motivazione e disponibilità a collaborare. Lo psicologo svolge un lavoro sia individuale che di gruppo, durante il quale si impegna attivamente per mostrare a una persona tutti gli svantaggi della sua vita passata ei vantaggi del suo futuro, senza alcol. Insieme, vengono sviluppati un obiettivo, obiettivi di attività, un piano di lavoro, in conformità con i risultati attesi di ciascun paziente.

L'aiuto di uno psichiatra è richiesto per coloro la cui psiche ha sofferto molto per l'alcol. Non viene utilizzata solo la consulenza psicologica, ma anche l'assistenza medica, a volte può essere richiesta fisioterapia speciale, rimedi omeopatici, rimedi erboristici. Ricorrono spesso a farmaci volti a correggere il comportamento. La psicocorrezione è spesso usata come mezzo per un intervento farmacologico precedente. Quindi, aiuta una persona a trovare l'atteggiamento necessario, passare al trattamento e rendersi conto della sua importanza e significato per se stesso. Pertanto, il passaggio a una nuova fase sarà deliberato, il che garantirà la sua maggiore efficienza. Dopo il trattamento farmacologico, viene spesso utilizzato anche il lavoro psicocorrezionale, poiché consentirà a una persona di socializzare completamente con la società.

Prima di prescrivere qualsiasi farmaco, è necessario condurre una diagnosi che determinerà quali patologie si sono sviluppate nel paziente, qual è la loro gravità, se sono reversibili o irreversibili. Tra i metodi diagnostici, vengono utilizzati più spesso MRC, TC, studi clinici, biochimici e tossicologici..

Potrebbe essere necessario consultare un epilettologo che fornirà raccomandazioni su come superare e prevenire ulteriori crisi epilettiche, aiuterà a redigere un regime quotidiano individuale, in cui il carico, il sonno e il riposo saranno distribuiti uniformemente. Inoltre, il medico ti aiuterà a scegliere la dieta ottimale e gli esercizi fisici necessari, che sono molto importanti per rilassare il sistema nervoso, alleviare la tensione dai muscoli, che a sua volta previene spasmi e crampi. La dieta è molto importante. Il medico creerà un elenco di cibi e piatti che devono essere esclusi completamente dalla dieta, nonché un elenco di quegli alimenti che sono consigliati per l'uso.

Trattamento domiciliare per l'epilessia alcolica

Il trattamento dell'epilessia alcolica è piuttosto complicato e richiede tempo, richiede grande responsabilità e disciplina, sia da parte del paziente stesso che da parte dei suoi parenti. È necessario non solo frequentare lezioni di psicocorrezione, ma anche a casa per cercare di aderire alla routine quotidiana, il trattamento consigliato. Devi provare a camminare all'aria aperta il più possibile, impegnarti in un'attività fisica moderata, eseguire esercizi di respirazione e rilassamento che uno psichiatra o uno psicologo può consigliare..

Gli esercizi di respirazione aiuteranno a normalizzare i processi metabolici nel corpo, a mantenere il livello ottimale di ossigeno nel corpo, il rapporto ottimale di gas nei polmoni e nel sangue ed eliminare i sintomi di intossicazione. Gli allenamenti autoimmuni, le pratiche di rilassamento aiuteranno a rilassare il cervello, a distrarre dai pensieri sull'alcol e altre ossessioni, aiuteranno a trovare armonia e senso di equilibrio, armonia.

Un normale stato psicologico aiuterà a normalizzare il sistema nervoso e, di conseguenza, il sistema endocrino. E questo, a sua volta, fornirà una regolazione ben coordinata e completa dello stato funzionale di tutti i sistemi e organi del corpo, in grado di ripristinare alcune delle funzioni perse. Anche lo stato del sistema immunitario è normalizzato, a seguito del quale aumenta la capacità del corpo di resistere a molti processi infettivi e infiammatori. La capacità del corpo di resistere, adattarsi aumenta in modo significativo, aumenta la resistenza.

Molte persone raccomandano l'allenamento attivo, la corsa, il nuoto, il salto. I complessi benessere di qigong e hatha yoga sono molto utili. Il corpo può trarre molti benefici dalla terapia fisica, frequentando lezioni di yoga terapia, dove viene quasi sempre selezionato un programma individuale di lavoro con il corpo e la mente. È possibile allenare non solo il corpo fisico, eliminare blocchi, morsetti, ma anche scoprire, rivelare problemi psicologici, serrare una persona, condurre una lotta attiva con loro.

Anche l'ambiente del paziente gioca un ruolo importante. Devi cambiare la tua cerchia sociale, su base continuativa, o interrompere temporaneamente tutte le comunicazioni con le persone che abusano di alcol. È meglio cambiare il vecchio circolo sociale in uno completamente nuovo, che consisterà di persone che la pensano allo stesso modo che stanno anche cercando di combattere il problema dell'alcolismo e sperimentano le stesse difficoltà, privazioni e problemi della persona stessa. È anche necessario comunicare di più con coloro che si sono già sbarazzati della dipendenza distruttiva dall'alcol e hanno un'esperienza positiva di resistenza all'alcol. Abbiamo anche bisogno di persone che conducano uno stile di vita attivo e sano, mantengano la loro salute fisica e mentale, siano piene di ottimismo..

L'ambiente più vicino dovrebbe in ogni modo supportare la persona nel suo desiderio di iniziare una nuova vita e dovrebbe anche fornire il controllo in modo che l'alcolista non torni di nuovo alle sue cattive abitudini. Tutte le bevande che contengono alcol, anche birra e vino, non dovrebbero essere a casa.

Un buon stimolo psicologico sarà se il paziente stesso li presenta a uno dei suoi amici, conoscenti. È importante che questo sia volontario, segno di buona volontà e di scelta consapevole del paziente stesso. Solo allora puoi creare una buona motivazione. In nessun caso i propri cari devono gettare alcolici fuori casa, specialmente durante l'assenza del paziente stesso, o nascondere l'alcol.

Nessuno dovrebbe bere alcolici in presenza del paziente. Accade spesso che gli alcolisti si rompano, siano sopraffatti da una sensazione di paura, aggressività, attacchi di depressione, apatia, che sono accompagnati dal desiderio di ricominciare a bere. I parenti dovrebbero pazientemente aiutare il paziente a superare questi desideri. È importante non fare concessioni al paziente. Il rispetto del regime dovrebbe essere rigoroso, senza convenzioni e riserve, non importa quanto sia difficile e non importa quanto sia stanca la persona. Altrimenti, il trattamento diventa privo di significato. Una persona non solo non sarà curata, ma la situazione potrebbe persino peggiorare.

Cosa fare con l'epilessia alcolica?

Non appena compaiono i primi segni o precursori di una crisi, il paziente deve ricevere pace, oltre a non dargli l'opportunità di cadere, di sostenere. In caso contrario, il paziente potrebbe subire lesioni o causare lesioni ad altri. In questo caso, non devi andare nel panico, devi rimetterti in sesto. Le convulsioni del paziente non dovrebbero mai essere contenute. Invece, devi provare a girare il paziente dalla sua parte, il che non gli darà l'opportunità di soffocare dal suo stesso vomito se si verifica il vomito. È necessario inserire una matita, una penna o qualsiasi altro oggetto tra i denti che permetta al paziente di non mordere e deglutire la lingua durante le convulsioni.

È necessario chiamare un'ambulanza e, in attesa del suo arrivo, fornire al paziente aria fresca aprendo una finestra o portando il paziente in strada. È inoltre necessario togliere la parte superiore dei vestiti o aprire il colletto, il pulsante superiore per rimuovere i morsetti e alleviare la tensione, fornire aria fresca al petto.

Aiuto per l'epilessia alcolica

L'aiuto è permettere alle convulsioni di uscire senza pressione o ostruzione. Non è necessario frenare con forza le convulsioni, peggioreranno solo. L'unica cosa che si può fare è proteggere la persona girandola su un fianco, inserire una matita, una penna o qualsiasi oggetto accessibile tra i suoi denti in modo che il paziente non soffra di vomito durante le convulsioni, e anche in modo che la lingua non blocchi l'ingresso alle vie respiratorie e li ha bloccati, provocando l'interruzione della respirazione.

Non puoi fare movimenti bruschi. Tutti gli oggetti appuntiti e duri che potrebbero ferire una persona devono essere rimossi. Sbottonare i vestiti, allentare la cintura, rimuovere le cinture, piccoli accessori, che eviteranno il rischio di lesioni, miglioreranno la respirazione e la circolazione sanguigna. I crampi di solito scompaiono da soli dopo pochi secondi. Dopo un attacco, è necessario dare al paziente una bevanda di tè caldo, lasciarlo in completa pace, dare l'opportunità di dormire. Sarà positivo se il paziente viene esaminato da un medico immediatamente dopo l'attacco. Se ciò non è possibile, il giorno successivo è necessario visitare un neurologo.

Medicinali

Qualsiasi farmaco deve essere bevuto solo dopo una consultazione preliminare con un medico, test e diagnosi accurata. Questa è una precauzione di base. Altrimenti, c'è il rischio di effetti collaterali. Il principale è che con l'epilessia alcolica aumenta in modo significativo il rischio di sviluppare intossicazione del corpo, contro la quale i sintomi patologici possono solo intensificarsi.

Va ricordato che il sangue del paziente ha un alto contenuto di alcol e c'è una bassa attività dell'alcol deidrogenasi, che non è in grado di neutralizzare le tossine risultanti. Di conseguenza, qualsiasi farmaco usato insieme all'alcol forma composti tossici che influenzeranno negativamente lo stato del corpo, causando una serie di disturbi strutturali e funzionali, fino alla morte inclusa..

Per normalizzare la circolazione sanguigna e mantenere il normale funzionamento del cervello, si consiglia di assumere Finlepsin 1 compressa due volte al giorno. Con disturbi pronunciati della circolazione cerebrale, questo farmaco è meglio assunto in combinazione con cinnarizina: 2 compresse tre volte al giorno. Piracetam si è anche dimostrato efficace: prendi 1 compressa due volte al giorno. Per mantenere il muscolo cardiaco, si consiglia la preparazione tononorm, 1 compressa 2 volte al giorno. Inoltre, il lavoro del muscolo cardiaco aiuterà a migliorare il mildronato. Si prende 1 compressa 1-2 volte al giorno, a seconda dello stato del corpo.

Anticonvulsivanti per l'epilessia alcolica

Poiché il sintomo principale dell'epilessia dell'eziologia alcolica è la sindrome convulsiva, vengono utilizzati numerosi farmaci per eliminarla. Quindi, no-shpa aiuterà ad eliminare i crampi rilassando i muscoli. Si prendono 1-2 compresse al momento dell'attacco e subito dopo, così come nel corso della terapia - 1 compressa 3-4 volte al giorno, a seconda della gravità del sintomo.

In caso di convulsioni gravi, accompagnate da vasospasmo e disturbi del ritmo cardiaco, viene prescritto il propranorolo, che viene assunto a 20 mg al giorno, aumentando gradualmente la concentrazione a 120 mg al giorno. Prendi 3-5 giorni.

Vitamine

È imperativo assumere vitamine, poiché senza di esse il normale metabolismo è impossibile, è impossibile ripristinare la funzione di molti organi e sistemi e normalizzare la circolazione sanguigna. Di seguito è riportato un elenco di vitamine che devi assumere e le loro dosi giornaliere. Si raccomandano le seguenti vitamine:

  • B - 2-3 mg
  • C - 500 mg
  • PP - 30 mg
  • H - 7-8 mcg
  • E - 20 mg.

Trattamento fisioterapico

Non esistono tali rimedi che aiuteranno ad eliminare completamente la causa e il principale meccanismo patologico dello sviluppo dell'epilessia, tuttavia, ci sono rimedi che aiuteranno a migliorare significativamente la condizione e prevenire la probabilità di ulteriori convulsioni. Cioè, viene utilizzata la fisioterapia sintomatica, che mira a risolvere un problema separato, domanda.

L'elettroforesi funziona molto bene sul corpo. Con il suo aiuto, puoi inserire nel corpo varie vitamine, complessi minerali, medicinali. L'efficacia del metodo sta nel fatto che i farmaci somministrati penetrano direttamente nel centro dell'infiammazione o in un'altra area interessata. Questo ha un effetto puntuale, locale, grazie al quale il risultato desiderato può essere ottenuto molto più velocemente..

Inoltre, la necessità del farmaco (il suo dosaggio e concentrazione) è significativamente ridotta, il che non causa dipendenza, dipendenza, elimina gli effetti collaterali e il sovradosaggio.

Il principio del metodo è che sotto l'influenza di alcuni farmaci, così come la corrente elettrica (microcorrenti), la permeabilità e la sensibilità dei tessuti aumentano in modo significativo. Di conseguenza, l'effetto arriva più velocemente, è possibile alleviare la tensione muscolare, lo spasmo, rilassare i muscoli, i vasi sanguigni, le fibre nervose tese. Anche il tono muscolare generale aumenta.

Procedure non meno efficaci come la terapia con onde d'urto, la terapia a ultrasuoni, l'esposizione alla luce infrarossa e altre.

Trattamento alternativo

Nel trattamento dell'alcolismo, dell'epilessia alcolica, i baffi d'oro si sono dimostrati efficaci. Può essere assunto come decotto acquoso. Devi prendere 15-20 canne, macinare, versare 0,5 litri di acqua bollente. Insistere per 2 ore in un luogo buio. Ricorda di agitare la miscela ogni 10 minuti. La tintura deve essere conservata in un luogo buio e fresco..

Prendi il brodo 3 volte al giorno 15-20 minuti prima dei pasti. Il dosaggio è di 15-20 gocce per mezzo bicchiere d'acqua. La durata del corso è di 10 giorni, il corso ripetuto viene eseguito in 5-7 giorni.

Il succo di aloe è anche efficace nel combattere i sintomi dell'alcolismo, aiutando ad eliminare gli effetti degli attacchi e prevenendo lo sviluppo di nuovi. Prendi un cucchiaio tre volte al giorno. Se si verifica un attacco, ogni 40 minuti dopo un attacco.

La miscela di olio e grasso con aloe e succo di baffi d'oro aiuta ad eliminare le conseguenze delle convulsioni, a normalizzare i processi metabolici. Per preparare il composto, sopravvive il succo delle foglie di aloe e dei baffi dorati, mescolalo in parti uguali. Sciogliere circa 100 grammi di burro a fuoco basso mescolando continuamente. Aggiungere 3 cucchiai di grasso di maiale, sciogliere fino a formare una massa omogenea. Versare gradualmente il succo delle piante strizzate, senza smettere di mescolare. Successivamente, vengono rimossi dal fuoco e lasciati congelare. Prendete un pezzetto, spalmato sul pane.

Trattamento con sanguisughe per l'epilessia alcolica

Questa procedura è ampiamente utilizzata non solo nella terapia non tradizionale, ma anche nella terapia tradizionale ed è chiamata irudoterapia. Il principio è che una sanguisuga si attacca al corpo, che morde la pelle, lasciando entrare nel sangue uno speciale enzima, contenuto nelle sue ghiandole salivari. L'enzima ha un effetto diradante sul sangue, lo purifica dalle tossine e da altre conseguenze dell'intossicazione.

La sanguisuga aspira anche parte del sangue, il che fa sì che il sangue si rinnovi spontaneamente, grazie al rilascio di elementi e cellule di riserva dal deposito. Successivamente, dopo che la sanguisuga ha bevuto abbastanza sangue, si stacca dalla pelle. Il corpo innesca processi immunitari e biochimici volti a purificare e ripristinare il corpo.

Trattamento a base di erbe

Anice ordinario è un'erba annuale con un gambo diritto annuale ramificato nella parte superiore. Vengono utilizzati i frutti, che vengono raccolti in agosto - settembre. La patria è la Cina, ma attualmente è coltivata in molti paesi del mondo.

Nei tempi antichi, è stato notato che i fondi di questa pianta migliorano significativamente l'aspetto della pelle, le condizioni generali e il benessere del corpo. Aiuta dopo feste violente, elimina efficacemente mal di testa, gonfiore, spasmi, nausea mattutina e dà forza. Successivamente ha iniziato a essere usato per trattare l'alcolismo, eliminare le conseguenze di intossicazione, convulsioni, convulsioni. Applicato come decotto acquoso.

Arnica di montagna È usato per trattare le conseguenze e le complicazioni delle convulsioni, soprattutto se sono accompagnate da convulsioni sotto forma di convulsioni, spasmi. È un agente profilattico intelligente che riduce significativamente la frequenza degli attacchi. I fiori hanno un effetto stimolante sul corpo, aumentano l'immunità, la resistenza del corpo e la sua resistenza. Hanno un effetto anticonvulsivante, alleviano lo spasmo, dilatano i vasi sanguigni, nutrono il cervello e il cuore, normalizzano il lume delle coronarie e di altri vasi. Inoltre, i decotti riducono significativamente l'eccitabilità del cervello, hanno un effetto coleretico e leniscono il corpo..

Per preparare il brodo, versare 3 cucchiai d'acqua con un bicchiere di acqua bollente, portare a ebollizione a bagnomaria, quindi togliere dal fuoco. Dare l'opportunità di fermentare per mezz'ora. Bere un cucchiaio tre volte al giorno, diluito in mezzo bicchiere di latte, dopo i pasti.

Badan dalle foglie spesse è usato per normalizzare il lavoro del cuore e del cervello, per migliorare lo stato dei vasi sanguigni, eliminare i segni di spasmi, convulsioni, morsetti. È una pianta perenne con un rizoma spesso e ramificato. Le foglie sono verde scuro, coriacee. I fiori sono piccoli, raccolti in una fitta infiorescenza. Fiorisce in maggio-giugno. Usa rizomi, radici, foglie, soprattutto quelle vecchie e annerite. Contengono ingredienti molto più attivi. Di questi prevalgono i tannini, i glicosidi, gli zuccheri, le destrine..

Le foglie hanno un effetto antitossico. Rimuovono non solo le tossine e i veleni che sono entrati nel corpo dall'esterno, ma anche le autotossine formate nel corpo sotto l'influenza di alcol o altri fattori negativi. Viene utilizzato principalmente nella medicina popolare in Siberia e Altai. Il tè a base di foglie annerite è un'efficace bevanda dissetante che ha un effetto tonico. Bere sotto forma di decotto, mentre la dose medicinale è illimitata. Puoi aggiungere miele e zucchero a piacere.

Pervinca aiuta bene ad eliminare le conseguenze di convulsioni, sindromi convulsive. Questo rimedio rafforza il muscolo cardiaco, normalizza l'attività dei vasi cerebrali, dei vasi coronarici, abbassa la pressione sanguigna ed elimina lo spasmo. Inoltre, rimuove le tossine dal corpo, previene lo sviluppo di complessi autoimmuni, danni interni alle tossine alcoliche. Questo aiuta a ripristinare il corpo, normalizzare i processi metabolici, migliorare il benessere e l'aspetto. Non per niente nel medioevo la pervinca era considerata un simbolo di eternità e costanza. Ottimo agente astringente ed emostatico. Ha un effetto benefico sullo stato dei vasi sanguigni, in particolare i capillari. Viene utilizzato principalmente sotto forma di decotto. L'erba viene utilizzata (foglie, steli, fiori). Contiene alcaloidi indolici, sostanze amare, vitamina C, carotenoidi. La pianta è altamente velenosa, quindi va usata con molta attenzione, osservando rigorosamente il dosaggio. È meglio consultare un medico prima dell'uso. Di solito prescritto non più di un bicchiere al giorno.

Omeopatia

I rimedi omeopatici sono abbastanza efficaci e sono ampiamente usati per trattare varie malattie, tra cui l'epilessia, la dipendenza da alcol. Nonostante abbiano un numero significativamente inferiore di effetti collaterali rispetto ai farmaci, è comunque necessario prendere precauzioni. Il principale sarà la necessità di consultare un medico prima dell'uso, poiché solo un medico può selezionare l'agente ottimale, il suo dosaggio, la concentrazione, il metodo di somministrazione nel modo più accurato possibile. In caso contrario, possono comparire effetti collaterali, fino al deterioramento della condizione, alla comparsa di convulsioni, convulsioni, convulsioni.

Per l'eliminazione di crampi, spasmi, è stata a lungo utilizzata la polvere di cicale essiccate. Puoi anche usare un decotto preparato da loro. Elimina efficacemente gli effetti di intossicazione, convulsioni. Non solo rimuove le conseguenze, ma impedisce anche la formazione di nuove. È anche un rimedio abbastanza efficace per eliminare le condizioni febbrili, abbassando la temperatura corporea.

Maiale grasso è prescritto a persone con sintomi di intossicazione, con tendenza alle convulsioni. Molto spesso viene utilizzato in forma fusa: si scalda a fuoco lento fino a completo scioglimento, con costante agitazione. Quindi danno la possibilità di indurire, usare a fettine.

Orsi e grilli, essiccati e macinati in polvere e combinati in egual misura con l'aggiunta di radice di liquirizia, sono utilizzati per rafforzare il cervello, il muscolo cardiaco, nonché con segni pronunciati di intossicazione di qualsiasi origine: batterica, virale, alcolica, alimentare.

L'effetto curativo è attribuito a e metalli. Tra questi, grande importanza è attribuita all'oro, che è una parte indispensabile degli "elisir di immortalità" creati in Oriente. Si ritiene che l'oro rafforzi il corpo, normalizzi i processi metabolici, aumenti la resistenza, allevia la dipendenza e abbia un effetto positivo sul sistema nervoso e sul cuore. Vengono utilizzate principalmente infusioni d'acqua d'oro: il prodotto d'oro viene versato con acqua minerale per 1-2 giorni, si lascia fermentare per un giorno, poi si beve a stomaco vuoto al mattino.

I decotti alle erbe sono ampiamente usati, ad esempio, decotto di bardana e ortica. Possiamo parlare dell'effetto normalizzante, purificante e tonificante della pianta, che ha un potente effetto sul corpo umano. Il brodo normalizza i processi metabolici, migliora l'attività del muscolo cardiaco. Per preparare il brodo, prendi circa 5-10 grammi della pianta, quindi versa un bicchiere di acqua bollente. Insistere per un'ora, bere tutto il brodo in un giorno. Il brodo può essere preparato in un thermos oa bagnomaria.

Chirurgia

Non ci sono trattamenti chirurgici. I metodi chirurgici possono essere utilizzati solo per eliminare le conseguenze di convulsioni e convulsioni: ad esempio, con danni ai vasi sanguigni, infarto miocardico.