Polineuropatia alcolica

La neuropatia alcolica è la risposta del corpo al consumo costante di etanolo di una persona. Si manifesta sotto forma di un intero complesso di sintomi: dalla debolezza alle gambe al disturbo dell'andatura. È importante notare che il tipo e la qualità dell'alcol non giocano un ruolo. Il componente principale che influenza gli impulsi e le reazioni nervose è la quantità e la frequenza del consumo di bevande alcoliche.

Quando si verifica la malattia?

C'è un malinteso secondo cui questa condizione si verifica esclusivamente a causa dell'assunzione prolungata di bevande alcoliche. Infatti i sintomi si osservano in chi non è alcolizzato, ma il consumo di etanolo è regolare (almeno 100 al giorno). La comprensione medica di questa condizione è l'effetto dell'alcol sul sistema nervoso periferico di una persona che beve alcol..

Una definizione più accurata e corretta di questa patologia è la polineuropatia alcolica. "Poly" significa "multiplo", "neuropatia" - una manifestazione del sistema nervoso periferico già intaccato di una persona. Insieme, questo termine significa danni multipli (estesi) alle fibre nervose, non un singolo nervo di una persona.

Secondo le statistiche, il 50% delle persone che consumano alcol in qualsiasi forma soffre di questa patologia. Le caratteristiche individuali del corpo e una buona forma fisica inizialmente possono rallentare in qualche modo lo sviluppo della neuropatia, le manifestazioni visibili agli altri saranno visibili solo dopo un po '.

Cause di polineuropatia

Anche dal curriculum scolastico, sappiamo dei danni dell'alcol al corpo umano. L'effetto dell'etanolo è ampio: disturbi del sistema nervoso, disturbi della memoria e dell'attenzione, un effetto tossico su tutto l'organismo, che, in combinazione con le principali malattie, può portare a malattie complesse e fatali (pancreatite, insufficienza renale ed epatica, ulcere, intossicazione acuta, disturbi del sistema genito-urinario, cancro formazione scolastica).

I motivi per cui i nervi periferici sono influenzati dall'etanolo sono:

  • L'effetto dell'acetaldeide (metaboliti dell'alcol etilico) sulle cellule nervose;
  • Disturbi di natura metabolica che insorgono sullo sfondo di un'alimentazione scorretta (un alcolista sostituisce o sopprime il desiderio di mangiare bevande alcoliche, l'equilibrio del grasso e delle proteine ​​del corpo è disturbato).

Le persone che soffrono di dipendenza da alcol non prestano attenzione a punti come un'alimentazione corretta ed equilibrata. La dieta diventa scarsa, non è necessaria la disponibilità di vitamine. La mancanza di vitamine del gruppo B è particolarmente acuta. Sono queste vitamine che svolgono un ruolo enorme nel garantire il normale funzionamento degli organi, sono responsabili delle funzioni energetiche.

Tiamina, riboflavina, niacina, piridossina, levocarnitina, cobalamina e acido folico: questa è la prima cosa nel corpo di una persona dipendente da bevande alcoliche. Le prime manifestazioni sono irritabilità, depressione, sbalzi d'umore, aggressività, perdita di memoria e orientamento spaziale. Una persona si degrada, e dopo alcuni anni anche una persona molto intelligente una volta sorprende gli altri con un filo di pensiero.

Cambiamenti patologici: sintomi di polineuropatia alcolica

La polineuropatia alcolica degli arti inferiori è i primi sintomi della malattia. Questo fattore si basa sull'effetto dell'alcol sugli impulsi nervosi più lunghi. Inizialmente, il paziente lamenta un intorpidimento costante delle estremità, può essere un formicolio semplice e rapido nei muscoli e un dolore spasmodico acuto. Le dinamiche della progressione dei sintomi su scala crescente:

  1. Intorpidimento degli arti;
  2. Bruciore, formicolio;
  3. Sensazioni di formicolio alle gambe. Molto spesso, tali sintomi vengono osservati e spiegati come strisciare di insetti sulla pelle;
  4. Prurito e bruciore ai piedi;
  5. Ipersensibilità della pelle durante la notte. L'irritabilità dal tatto di tessuti sintetici, prodotti traforati è particolarmente sentita e manifestata in modo acuto;
  6. L'ultimo stadio di completa distruzione delle fibre nervose è caratterizzato da una completa assenza di sensazioni su gambe e braccia.

Dopo una forte diminuzione del disagio, il paziente pensa che la malattia sia passata da sola. Tuttavia, la polineuropatia alcolica è pericolosa perché c'è una completa distruzione delle terminazioni nervose e atrofia di tutti i gruppi muscolari.

Manifestazioni esterne di alcolismo: cambiamenti visivi visibili

I sintomi principali sono piuttosto variabili. A seconda del grado di danno ai nervi e agli organi interni, possiamo parlare di sintomi completamente diversi. Il trattamento della polineuropatia alcolica avrà successo a condizione che il paziente abbia completamente abbandonato l'alcol, altrimenti, presto i muscoli e i tessuti si atrofizzeranno a tal punto che l'alcolista si trasformerà in una persona disabile che non può servire se stesso.

Quando i cambiamenti si verificano per molto tempo, ci sono i primi segni di alcolismo, che sono visibili a tutti intorno. Oltre ai muscoli facciali, alla pelle e alla carnagione, l'andatura dell'alcolista cambia completamente. Questa è un'andatura instabile e irregolare anche da sobri. La compromissione della coordinazione dei movimenti è dovuta all'incapacità di controllare il processo, la persona dipendente diventa impotente e gli impulsi nervosi non arrivano nella giusta quantità. Polineuropatia alcolica e suoi sintomi:

  • Mancanza di sensibilità degli arti inferiori;
  • Modificare o rallentare la reazione agli effetti termici (l'alcolista non avverte ustioni, gelo, che porta ad una grande percentuale di mortalità in inverno);
  • Costante inciampo sulle pietre durante il percorso (il tossicodipendente non sente o sente il suolo con i piedi, la sua durezza e le sue caratteristiche, e le pietre sono semplicemente invisibili);
  • Cambiamenti nella pigmentazione della pelle di tutto il corpo: si tratta di macchie bordeaux rosse e scure su tutta la pelle del viso, collo, braccia e gambe. Il paziente sembra "costantemente ubriaco" indipendentemente dalla quantità di alcol consumato;
  • Le braccia e le gambe sottili sono il risultato dell'atrofia muscolare;
  • Dolore ai polpacci, alle gambe e alle braccia - il risultato dell'atrofia di tendini e legamenti;
  • Il dolore doloroso alla colonna vertebrale e al collo è il risultato di un costante sovraccarico dello scheletro, che assume la funzione del tessuto muscolare;
  • Il linguaggio incoerente e gravemente compromesso è l'effetto dell'etanolo sulle terminazioni nervose e sulla corteccia cerebrale.

I sintomi e i segni di questa malattia sono più evidenti nelle donne. Ciò è dovuto alle peculiarità del sistema nervoso: le donne sono più emotive e la distruzione dei nervi avviene tre volte più velocemente rispetto agli uomini.

La polineuropatia può essere curata??

Il trattamento della polineuropatia alcolica sia degli arti inferiori che di qualsiasi altro gruppo muscolare è un processo lungo ed estenuante. L'alcolizzato, a seconda delle caratteristiche individuali dell'organismo e del grado di complessità dell'atrofia, ad un certo punto smette di sentire e sentire le sue gambe. Questo sintomo può portare alcuni "ai loro sensi".

Il segreto principale del successo è un completo rifiuto dell'alcol in qualsiasi sua manifestazione. Il trattamento completo comprende preparati e filtri per purificare tutto il corpo. Punti importanti del trattamento:

  1. Rifiuto completo di alcol. Anche piccole bevande alcoliche usa e getta influiscono negativamente sul risultato complessivo del trattamento. Alcuni medicinali sono assolutamente incompatibili con l'alcol, quindi, per la durata del trattamento, è importante rifiutare anche le tinture alcoliche medicinali (valeriana, biancospino);
  2. Attività fisica moderata. L'attività fisica nelle prime fasi del trattamento sarà molto difficile. Alcuni degli esercizi sembreranno quasi impossibili. H, vale la pena mostrare pazienza, perseveranza e dopo un po 'i risultati piaceranno piacevolmente. Inizialmente, vale la pena prestare attenzione a tipi di esercizi come la marcia, il nordic walking, gli esercizi di respirazione, il nuoto e semplici esercizi ginnici;
  3. Nutrizione appropriata. La base della dieta sono proteine ​​e cibi moderatamente grassi. Carne di pollo, noci, succhi di frutta e verdura, frutta secca, pesce, uova, limone e agrumi, latticini e piatti a base di latte acido, miele e integratori vitaminici. Cambiare la dieta anche senza un complesso vitaminico aggiuntivo e assumere farmaci ha un effetto positivo sul rinnovamento delle forze dell'organismo: fegato e reni si saturano delle vitamine necessarie, riprendendo le loro importanti funzioni filtranti, il cervello riceve la giusta quantità di ossigeno, gli impulsi nervosi e le cellule nervose vengono ripristinate.

Trattamento farmacologico

Se il paziente decide di essere trattato, il medico prende una decisione sulla terapia complessa, che consiste in:

  • Iniezioni intramuscolari di vitamina B1, B6;
  • Forma compressa di vitamina B - Benfotiamina;
  • Acido folico;
  • Emoxipina, Vinpocetina o Curantil per migliorare l'afflusso di sangue ai nervi periferici danneggiati;
  • Berlition, Thiogamma o Octolipen per ripristinare il metabolismo;
  • Farmaci neurotrofici per ripristinare le funzioni del sistema nervoso e della corteccia cerebrale - Solcoseryl, Bilobil e Semax;
  • Per ripristinare la conduzione delle terminazioni nervose - Neuromidin;
  • Epatoprotettori per ripristinare le funzioni del fegato danneggiato, che è il primo a farsi carico dell'intero "fardello" dell'alcolismo.

Poiché il motivo principale per cui un alcolista può interrompere il trattamento farmacologico e dietetico è la sindrome del dolore, viene presa una decisione sull'appuntamento:

  • Ibuprofene: un agente analgesico e antipiretico;
  • Anticonvulsivanti - Gabagamma, Neurontin, Lyrica;
  • Antidepressivi - Paroxetina, Actaparoxetina, Sertralina, Plizil.

Prognosi del trattamento

L'alcolismo e il suo effetto su tutto il corpo spesso portano a condizioni cliniche complesse. In caso di assunzione incontrollata di alcol in grandi dosi, senza un'alimentazione adeguata, non c'è bisogno di parlare di una cura completa del malato. Se i fasci nervosi sono troppo danneggiati, non possiamo parlare di ripristino completo delle funzioni. Il periodo medio di riabilitazione dopo l'alcolismo nelle prime fasi è di 6 mesi. I casi più complessi vengono considerati su base individuale.

Il trattamento è a lungo termine e sintomatico. Tuttavia, l'enorme potenziale di recupero e la voglia di cambiare vita possono aiutare un ex alcolizzato a dimostrare a se stesso, prima di tutto, che l'impossibile non esiste. La regola principale è un rifiuto completo per tutta la vita di qualsiasi bevanda alcolica. Il prezzo di un hobby fugace è troppo alto. L'alcol, a costo della vita, è un lusso per molte persone, indipendentemente dalle circostanze e dalle situazioni della vita.

Trattamento della polineuropatia alcolica degli arti inferiori

La polineuropatia alcolica degli arti inferiori è una delle complicanze più comuni di un complesso di disturbi somatici, mentali e neurologici manifestati dall'abuso di alcol. Secondo le statistiche, la malattia viene rilevata più spesso della cirrosi epatica, dell'encefalopatia e dei disturbi gastrointestinali derivanti da un'intossicazione prolungata da etanolo. Una diagnosi tempestiva di polineuropatia e una terapia adeguata possono ridurre al minimo i rischi di sviluppare condizioni patologiche che portano a disabilità e morte..

Forme della malattia

Gli esperti classificano la polineuropatia alcolica in diversi gruppi. I motivi della sistematizzazione sono il quadro clinico della malattia e la velocità della sua progressione..

Per la natura del corso, la polineuropatia è divisa in tre tipi:

  • cronico, in via di sviluppo per 12 mesi o più;
  • acuto, caratterizzato da una velocità di formazione rapida (fino a 30 giorni);
  • subacuto.

Molto spesso, gli esperti identificano il primo di questi tipi di malattia..

Inoltre, la polineuropatia alcolica, in base alle sue manifestazioni cliniche, è solitamente differenziata in 4 gruppi.

  1. Misto, uno dei più comuni. La malattia colpisce gli arti superiori e inferiori. I sintomi includono paralisi delle mani (piedi), ipotensione, diminuzione dei riflessi profondi, atrofia dei muscoli degli avambracci, livello di sensibilità alterato (ridotto o aumentato) nelle aree colpite.
  2. Sensoriale, caratterizzato dalla comparsa di dolore nelle sedi di grandi nervi, sensazione di bruciore, freddo, intorpidimento dei piedi. Con questo tipo di polineuropatia si osservano anche convulsioni e patologie vegetativo-vascolari (marmorizzazione della pelle, acrocianosi, iperidrosi).
  3. Motore, caratterizzato da disfunzione degli estensori delle dita e delle parti distali delle gambe a causa dello sviluppo di cambiamenti nei nervi peronei e tibiali comuni. Difficoltà di flessione plantare, camminata sulle dita dei piedi, rotazione antioraria del piede.
  4. Atattico (il secondo nome della forma considerata di polineuropatia alcolica è pseudotabi periferici). I suoi segni sono: intorpidimento delle gambe, dolore alla palpazione delle zone colpite, ridotta coordinazione dei movimenti, andatura.

Un certo numero di ricercatori distinguono i tipi di neuropatia vegetativa e subclinica..

Nell'alcolismo cronico, la malattia può essere asintomatica.

Cause di polineuropatia alcolica

Numerosi studi dimostrano che oltre il 75% del numero totale di casi di neuropatia rilevati è causato dalla risposta dell'organismo al consumo prolungato (da 5 anni) di bevande contenenti alcol etilico. La gravità della malattia è direttamente correlata alla quantità di etanolo che una persona assume regolarmente.

Tra i motivi che provocano lo sviluppo della neuropatia includono:

  • gli effetti tossici dell'alcol sulle fibre nervose;
  • ipossia;
  • interruzione del tratto digestivo (fegato, intestino), del sistema immunitario;
  • nutrizione impropria;
  • diminuzione dei livelli ematici di magnesio, potassio;
  • carenza di tiamina (vitamina B1).

Ulteriori condizioni che causano varie forme della malattia sono la predisposizione genetica (inclusa una maggiore vulnerabilità dei tessuti del sistema nervoso), i processi autoimmuni.

Gli alcolisti sono caratterizzati da una permanenza prolungata in una posizione monotona (durante il sonno) perdendo contemporaneamente la sensibilità al dolore. Questa condizione è irta della comparsa di intorpidimento e dello sviluppo di una sindrome di compressione prolungata, che porta alla neuropatia ischemica da compressione..

Patogenesi

Il meccanismo di insorgenza della malattia non è stato completamente compreso fino ad oggi. Diversi scienziati ritengono che i processi autoimmuni siano al centro della polineuropatia alcolica. La patologia è innescata da agenti provocatori (tra cui - virus Epstein-Barr, campylobacter, citomegalovirus).

Le malattie infettive e altri fattori che aumentano il consumo di energia aggravano la carenza di acido nicotinico e ascorbico, oligoelementi, vitamine del gruppo B nei fluidi corporei.

L'obiettivo principale della malattia nella sua forma acuta sono gli assoni - processi allungati dei neuroni.

Vari tipi di polineuropatia alcolica hanno la capacità di distruggere la guaina mielinica delle unità strutturali e funzionali del sistema nervoso, a seguito della quale la velocità del passaggio dell'impulso rallenta e le funzioni necessarie iniziano a essere svolte in una forma alterata.

Sintomi e diagnosi

Lo stadio iniziale della polineuropatia è caratterizzato dall'assenza di segni significativi. L'ulteriore sviluppo del processo è caratterizzato da una graduale perdita delle capacità compensatorie, dal verificarsi di dolori muscolari, debolezza. Fino al 50% delle malattie (del numero totale di disturbi) colpisce prima le gambe e poi si diffonde alle mani.

I sintomi della malattia includono:

  • violazione della sensibilità (indebolimento o rafforzamento);
  • cambiamenti nella pressione sanguigna, andatura, colore della pelle (marmorizzazione, colorazione bluastra);
  • aridità, peeling di tegumenti;
  • ispessimento, delaminazione delle unghie;
  • deterioramento della circolazione sanguigna;
  • disagio ai piedi, alle gambe, che si trasforma in dolori brucianti;
  • perdita di equilibrio;
  • sensazione di brividi, intorpidimento, "pelle d'oca" alle gambe;
  • una diminuzione del livello dei capelli (nelle aree dal ginocchio alle articolazioni della caviglia);
  • la comparsa di ulcere trofiche;
  • amiotrofia;
  • torsione verso l'interno, abbassamento del piede (con un tipo motorio della malattia).

Possono verificarsi anche iperidrosi, tachicardia, mancanza di respiro..

La forma grave di polineuropatia è caratterizzata dalla presenza di paresi, paralisi, confusione e indebolimento dei muscoli respiratori (quest'ultimo sintomo richiede ventilazione meccanica immediata). Possono verificarsi anche disturbi mentali.

Periodicamente vengono rilevate violazioni delle espressioni facciali, malfunzionamenti del sistema urinario (ritardo nel processo di escrezione delle urine). Questi 2 sintomi scompaiono pochi giorni dopo la comparsa.

La polineuropatia può manifestarsi all'improvviso o aumentare gradualmente di intensità. Il sollievo temporaneo della condizione dopo 4 settimane dall'insorgenza della malattia non è un segno di guarigione, ma un segnale del passaggio delle patologie a una forma cronica.

La risposta alla domanda se il trattamento della polineuropatia alcolica degli arti inferiori sia consentito a casa è inequivocabile: è impossibile fermare lo sviluppo dei cambiamenti senza andare in clinica.

Brevemente sul processo di riconoscimento della malattia

La diagnosi di polineuropatia viene effettuata da un medico intervistando ed esaminando il paziente, considerando i risultati dell'analisi del sangue venoso (gli esami di laboratorio possono rivelare il grado di danno epatico determinando il livello delle transaminasi). La carenza di vitamina viene chiarita esaminando il siero del sangue.

La dinamica della malattia è controllata dal metodo ENMG. L'elettroneuromiografia rivela la presenza di un processo degenerativo nei nervi periferici e il grado di danno ai tessuti di questi ultimi.

I segni più importanti sulla base dei quali viene fatta una diagnosi includono:

  • debolezza muscolare di natura progressiva;
  • areflessia tendinea;
  • simmetria delle violazioni.

Un metodo diagnostico aggiuntivo consiste nell'intervistare i familiari del paziente (se possibile). A volte i pazienti negano di essere dipendenti dall'alcol; mettere la conclusione corretta e chiarire la causa dei cambiamenti patologici è esattamente la conversazione con i parenti.

Trattamento

La soppressione dello sviluppo della neuropatia alcolica avviene attraverso l'uso di regimi terapeutici complessi, compreso l'uso di prodotti medici in combinazione con fisioterapia, terapia fisica, massaggi e una serie di altri metodi.

Farmaco

I sintomi della malattia vengono eliminati con l'aiuto di vari gruppi di farmaci. I farmaci essenziali sono elencati nella tabella seguente..

Elenco dei fondiLo scopo di prescrivere il farmaco
Vitamine (C, B1, B6, ecc.), Acido folico - iniezioni e pilloleReintegro del deficit che si sviluppa nell'alcolismo cronico; garantire il normale funzionamento delle strutture del sistema nervoso.
Antiipossanti (Actovegin)Aumentare la resistenza dei tessuti alla carenza di ossigeno.
Farmaci anticolinesterasiciEliminazione dei disturbi sensoriali e del movimento.
Diclofenac, Nimesulide, Amitriptilina e CarbamazepinaRidurre l'intensità del dolore.
AnticonvulsivantiEliminazione dei crampi dolorosi.
AntidepressiviMigliorare lo stato emotivo.
NeuromidinaAccelerazione della trasmissione neuromuscolare.
CitoflavinaMigliorare la microcircolazione, ripristinare il metabolismo.
Vinpocetine, CurantilFacilitazione del deflusso venoso, rafforzamento dei vasi sanguigni.
EpaprotettoriNormalizzazione della funzionalità epatica.

I disturbi del sistema autonomo vengono corretti attraverso l'uso della terapia sintomatica.

È vietato utilizzare farmaci senza prescrizione medica: l'uso di farmaci non controllato da uno specialista può portare allo sviluppo di complicanze, al peggioramento delle condizioni del paziente e alla morte.

Trattamento non farmacologico

Come misure aggiuntive di riabilitazione, agopuntura e magnetoterapia, vengono prescritte procedure di fisioterapia (per stimolare il midollo spinale, le fibre nervose). Per ripristinare il tono muscolare, viene utilizzato il massaggio.

Un altro metodo non farmacologico - esercizi di fisioterapia - consente di prevenire lo sviluppo di contratture, rafforzare il corpo.

Anche il supporto di uno psicologo gioca un ruolo significativo. La consultazione con uno specialista aiuta a superare lo stato depressivo che si verifica nella maggior parte dei pazienti in questa categoria quando si rifiuta di bere alcolici.

etnoscienza

La medicina alternativa consiglia di utilizzare i seguenti rimedi per combattere la polineuropatia alcolica:

  1. Un decotto di materie prime di erbe medicinali (fragola, paglia, spago, cocklebur) per stimolare il metabolismo. I componenti di cui sopra devono essere miscelati in proporzioni uguali, aggiungere una quantità simile di foglie di betulla, coni di luppolo, radici di bardana e liquirizia tritate, fiori di sambuco. Preparare 1 cucchiaio della raccolta in 2 tazze di acqua bollente, lasciare fermentare (almeno 3 ore). Consumare in 6 ore.
  2. Formulato con prezzemolo e semi di girasole per disintossicare. 2 cucchiai semi, mezzo bicchiere di erbe fresche tritate e 300 ml di kefir si uniscono, mescolate bene. Bere a stomaco vuoto, 40 minuti prima del pasto mattutino.
  3. Un cocktail di miele, succo di carota e olio d'oliva per alleviare la polineuropatia alcolica. Metodo di preparazione: unire mezzo bicchiere di succo appena spremuto al burro, aggiungere 1 tuorlo, sbattere con una frusta. Dolcificare con 2 cucchiaini. miele. Preso 2 ore prima dei pasti.
  4. Un rimedio popolare a base di erbe medicinali e olio d'oliva per ripristinare il fegato. Semi di cardo mariano nella quantità di 4 cucchiai. l. schiacciare. Aggiungere 150 ml di olio leggermente riscaldato. Aggiungere delicatamente polvere di foglie di menta piperita essiccate (2 cucchiai) nella miscela. Consumare mezz'ora prima dei pasti, 3 rubli / giorno, 6 cucchiaini. Il corso del trattamento è di 3 settimane.
  5. Bagni di erba madre e salvia per ridurre la sensazione di bruciore alle gambe. Lo strumento è caratterizzato da effetti antinfiammatori, disinfettanti e cicatrizzanti. 100 g di erbe officinali in rapporto 1: 1, versare 2,5 litri di acqua bollente, lasciare fermentare per circa 2 ore. Diluire con acqua calda prima di procedere.

I metodi di terapia considerati possono essere utilizzati solo dopo aver consultato il medico curante.

Dieta

Durante il periodo di riabilitazione, il paziente deve aderire a una dieta speciale che favorisca un rapido recupero. La nutrizione dovrebbe fornire la giusta quantità di vitamine, minerali, oligoelementi ed essere basata sui carboidrati.

In caso di polineuropatia, si consiglia di utilizzare:

  • prodotti a base di latte fermentato;
  • fegato;
  • verdura, frutta.

I cibi piccanti e salati dovrebbero essere esclusi dal menu giornaliero..

Periodo di recupero e prognosi

È impossibile riprendersi dalla neuropatia alcolica in breve tempo. Il periodo di pieno recupero dura da 3-4 mesi a sei mesi.

La condizione principale per ottenere il massimo effetto terapeutico possibile è il completo rifiuto delle bevande contenenti alcol etilico..

I piccoli cambiamenti che si sono verificati nel corpo sono completamente eliminati. Nel decorso cronico della polineuropatia, non si verifica il ripristino delle fibre nervose distrutte; i moderni metodi di terapia possono solo ottenere la stabilizzazione del processo e ridurre la gravità dei sintomi.

Il rifiuto di visitare la clinica e ricevere assistenza medica, l'aggravamento della patologia da un ulteriore abuso di alcol porterà alla disabilità. Quest'ultimo può causare complicazioni come:

  • paralisi delle gambe;
  • completa perdita di mobilità;
  • danno al cervelletto;
  • disfunzione del sistema nervoso centrale;
  • il verificarsi di disturbi mentali.

È possibile anche la morte (anche per arresto cardiaco).

Prevenzione

Prevenire il ri-sviluppo della neuropatia alcolica è abbastanza facile. Per fare ciò, è necessario condurre uno stile di vita sano, fermare i sintomi delle malattie infettive in modo tempestivo, essere monitorati da un narcologo (se necessario, da uno psicologo).

Dopo il recupero, si consiglia di visitare regolarmente i sanatori, praticare sport, monitorare l'alimentazione..

La malattia descritta è una malattia grave che porta a gravi cambiamenti nel corpo. Dopo esserti ripreso una volta, è necessario fare ogni sforzo per abbandonare completamente l'alcol: solo questo metodo ti consentirà di evitare una ricaduta di polineuropatia alcolica.

Sintomi e trattamento della polineuropatia alcolica

La polineuropatia alcolica è una delle malattie più comuni tra le malattie neurologiche tossiche. La sua causa è l'abuso di bevande alcoliche..

Si raccomanda di iniziare il trattamento il prima possibile quando compaiono i primi segni. Ciò contribuirà a evitare disabilità e morte..

Cos'è la polineuropatia alcolica?

La polineuropatia alcolica (codice ICD 10 - G62.1) è una malattia neurologica derivante da un danno esteso alle cellule nervose da parte dei prodotti di decadimento tossici dell'alcol etilico. Molto spesso, la malattia si sviluppa negli alcolisti cronici, molto meno spesso viene diagnosticata dopo avvelenamento etilico acuto.

Sotto l'influenza dei metaboliti dell'alcol, le fibre nervose del sistema nervoso periferico vengono distrutte. La trasmissione dei segnali nervosi viene interrotta, il che porta alla distruzione dei tessuti. La sensibilità degli arti diminuisce, le funzioni cognitive sono compromesse e si osservano disturbi del movimento. Il paziente sviluppa un'andatura speciale, cosiddetta "alcolica". Cioè, una persona non può camminare senza intoppi, senza barcollare, anche se è sobria..

Oltre alla polineuropatia, il danno da etanolo al sistema nervoso centrale può causare encefalopatia..

Cause

Le tossine alcoliche hanno un effetto negativo sui neuroni, interrompendo i processi metabolici che avvengono in essi. I seguenti fattori possono provocare la malattia:

  • l'uso di alcol di bassa qualità, surrogati;
  • alcolismo cronico;
  • l'incapacità del corpo di neutralizzare i metaboliti dell'etanolo (a causa dell'età, a causa di cancro, malattie genetiche o indebolimento del corpo);
  • mancanza di vitamine (soprattutto gruppo B), elementi utili;
  • malattia del fegato (epatite, cirrosi);
  • malattia metabolica;
  • eredità;
  • uso prolungato (spesso scorretto) di alcuni farmaci.

Dormire in una posizione scomoda dopo aver assunto una grande dose di alcol è un altro motivo per cui gli alcolisti rinunciano alle gambe. Ciò porta alla compressione di alcune aree delle fibre e al loro danno. Inoltre, la malattia può verificarsi dopo un'abbuffata prolungata.

Forme

La classificazione della malattia si basa sul quadro clinico in un caso o nell'altro. A seconda della forma della malattia, il paziente manifesta vari sintomi e, di conseguenza, viene prescritta una terapia diversa.

Forme di polineuropatia alcolica:

  1. Subclinico: le cellule nervose stanno appena iniziando a degradarsi, non ci sono ancora sintomi evidenti, sensibilità, capacità motorie, riflessi diminuiscono leggermente.
  2. Sensoriale: la pelle degli arti diventa notevolmente meno sensibile, appare il dolore.
  3. Motore: c'è una notevole violazione della funzione del motore riflesso.
  4. Misto: il paziente presenta sintomi sia delle forme motorie che sensoriali della malattia allo stesso tempo.
  5. Pseudo-metabolico: i movimenti sono altamente scoordinati.
  6. Vegetativo: la patologia colpisce le cellule del sistema nervoso autonomo, che regola l'attività dell'intero organismo. Di conseguenza, compaiono violazioni del lavoro di vasi sanguigni, ghiandole, organi interni..

Polineuropatia degli arti inferiori

Molto spesso, la patologia colpisce gli arti inferiori. Sono più vulnerabili a causa del carico elevato, quindi i disturbi progrediscono più velocemente ei sintomi sono più pronunciati. Senza un trattamento adeguato, la malattia può portare a conseguenze disastrose. Non è raro che le gambe di una persona falliscano a causa di un prolungato abuso di alcol.

Insufficienza degli arti inferiori

Con la polineuropatia distale degli arti inferiori, il piede e l'area adiacente di solito soffrono. La forma prossimale colpisce l'area delle gambe sopra.

La malattia è classificata a causa del verificarsi di:

  • polineuropatia tossica degli arti inferiori - la causa è l'uso di farmaci tossici (arsenico, mercurio, piombo), a volte la malattia provoca l'uso di antibiotici;
  • polineuropatia dismetabolica degli arti inferiori - si verifica sotto l'influenza di sostanze prodotte nel corpo a causa dello sviluppo di alcune patologie e trasportate dal flusso sanguigno;
  • diabetico - si sviluppa in pazienti con diabete;
  • alcolico: l'assunzione a lungo termine di grandi dosi di alcol diventa la causa della malattia.

Polineuropatia degli arti superiori

La malattia degli arti superiori si verifica più spesso a causa dell'uso di alcol, sostanze chimiche. Inoltre, la causa dell'evento può essere patologie dei reni, del fegato, del pancreas, nonché carenza di vitamine e varie infezioni. La neuropatia alcolica degli arti superiori è più spesso osservata negli alcolisti con una lunga esperienza.

Sintomi della polineuropatia alcolica

I sintomi della sindrome neurologica causata dall'intossicazione da alcol dipendono in gran parte dalla forma della malattia. La polineuropatia si manifesta con una violazione delle funzioni del sistema nervoso. Se la patologia ha colpito le cellule del sistema nervoso periferico, si sviluppa una varietà sensoriale, motoria o mista. E il danno ai neuroni nel cervello o nel midollo spinale porta allo sviluppo della forma vegetativa della malattia.

La polineuropatia alcolica è accompagnata da sintomi come:

  • gonfiore di piedi, mani, articolazioni;
  • diminuzione della sensibilità e dei riflessi;
  • compromissione della memoria, interruzioni temporanee;
  • disordini mentali;
  • disfunzioni dell'apparato respiratorio, del sistema cardiovascolare, degli organi interni;
  • danno al nervo oculomotore, visione offuscata.

Spesso, dopo aver assunto una grande dose di alcol, le mani del paziente diventano insensibili o le gambe vengono portate via.

Segni comuni di neuropatia

A causa del fatto che molti piccoli nervi sono danneggiati durante la neuropatia, compaiono i seguenti sintomi:

  • i muscoli delle braccia e delle gambe perdono forza (il processo inizia con i piedi e le mani, si estende gradualmente a tutto l'arto);
  • perdita di riflessi;
  • sensazioni insolite agli arti: bruciore, formicolio, brividi di corsa;
  • forte dolore senza causa;
  • contrazioni muscolari involontarie, dita tremanti;
  • aumento della sudorazione, indipendentemente dalla temperatura ambiente e dall'attività fisica;
  • aumento della frequenza cardiaca, mancanza di respiro, mancanza di respiro;
  • vertigini, problemi di equilibrio e coordinazione.

Problemi di coordinamento

La malattia può svilupparsi molto rapidamente o progredire gradualmente nell'arco di diversi mesi.

Forma subclinica

Nella fase iniziale dello sviluppo, i segni clinici di polineuropatia non si manifestano praticamente. La malattia può essere rilevata solo dalla ricerca strumentale. Sono possibili perdita di sensibilità degli arti, deterioramento delle capacità motorie fini. Quando si preme in determinati punti (dove passa il nervo), si verifica dolore.

Forma del motore

Questo tipo di neuropatia è caratterizzato da indebolimento dei muscoli, diminuzione della capacità motoria, comparsa di paralisi parziale, comparsa di disturbi sensoriali (strane sensazioni agli arti, indebolimento e aumento della sensibilità).

Con la forma motoria della malattia, si osservano anomalie nel lavoro dei muscoli estensori, il volume e il tono dei muscoli diminuiscono. L'andatura di una persona cambia, cammina in punta di piedi.

Forma sensoriale

Nella forma sensoriale della malattia, gli arti inferiori sono più spesso colpiti. Osservato:

  • crampi al muscolo del polpaccio;
  • prurito e formicolio alle gambe (o alle mani);
  • i piedi (o le mani) sono costantemente freddi;
  • i muscoli si indeboliscono, le gambe (o le braccia) iniziano a diventare insensibili;
  • i riflessi tendinei sono ridotti;
  • nei piedi (o nelle mani), la sensibilità al dolore, i cambiamenti di temperatura scompare o aumenta.

I sintomi sensoriali sono spesso associati a disturbi del sistema nervoso autonomo e motori. La sudorazione si intensifica, la pelle dei piedi e delle mani diventa bluastra. A volte si formano ulcere trofiche.

Forma pseudotabetica

Il paziente sviluppa disturbi specifici della coordinazione dei movimenti e dell'andatura, nonché disturbi della sensibilità muscolo-articolare. Alla palpazione della zona delle fibre nervose, si verifica un dolore acuto e grave. Nonostante il quadro clinico della malattia sia simile alle tabe dorsali, non ci sono lombalgie inerenti a questa malattia.

Forma vegetativa

La forma vegetativa è caratterizzata da disturbi delle funzioni riflesse di vasi, ghiandole e organi interni. Molto spesso, la patologia colpisce i sistemi cardiovascolare, circolatorio e genito-urinario..

Sintomi della polineuropatia autonomica:

  • vertigini frequenti, perdita di coscienza;
  • disturbi visivi - punti che tremolano davanti agli occhi;
  • abbassare la pressione quando si cambia postura;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • nausea prolungata, vomito;
  • forte sudorazione;
  • indigestione, diarrea;
  • incontinenza urinaria;
  • diminuzione della libido negli uomini e nelle donne;
  • disfunzione erettile.

In altre forme di malattia possono comparire anche segni vegetativi..

Trattamento

Il trattamento della polineuropatia alcolica degli arti inferiori comprende diverse aree:

  • terapia farmacologica;
  • fisioterapia (impatto sulle fibre nervose e sul midollo spinale mediante impulsi elettrici, agopuntura, magnetoterapia);
  • esercizi di massaggio e fisioterapia, che consentono nel tempo di ripristinare il tono muscolare, rinforzano il corpo;
  • normalizzazione della nutrizione, rifiuto completo dell'alcol.

Con il trattamento farmacologico della neuropatia alcolica, al paziente viene prescritto:

  • farmaci disintossicanti (per purificare il corpo dalle tossine);
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • antispastici, antidepressivi - per alleviare il dolore;
  • vasoattivo, vasodilatatore - per normalizzare l'afflusso di sangue;
  • Vitamine del gruppo B;
  • farmaci che migliorano la conduzione neuromuscolare;
  • nucleotidi - per eliminare l'eccitabilità delle fibre nervose.

In caso di danno epatico, gli epaprotettori sono inclusi nel regime di trattamento.

Attenzione! Metodi e farmaci per il trattamento della polineuropatia degli arti inferiori devono essere selezionati solo da un medico qualificato dopo un esame completo del paziente.

Possibili complicazioni

Il corpo umano funziona grazie al buon funzionamento del sistema nervoso. Quando le cellule nervose vengono danneggiate sotto l'influenza delle tossine dell'etanolo, il lavoro di tutti gli organi viene gradualmente interrotto. Senza l'uso di metodi moderni di trattamento della polineuropatia, la malattia può portare allo sviluppo di complicanze:

  • violazione della circolazione cerebrale;
  • paralisi degli arti;
  • disordini mentali;
  • insufficienza renale;
  • paralisi del centro respiratorio;
  • disabilità mentale;
  • Morte.

Nella fase iniziale, la malattia è facilmente curabile, ma man mano che la patologia si sviluppa, il trattamento diventa sempre più prolungato, la probabilità di complicanze è maggiore e la prognosi per il recupero è sempre meno favorevole..

Prognosi di recupero

Nonostante la complessità della malattia, con un tempestivo inizio del trattamento, la prognosi è favorevole. È molto importante abbandonare completamente l'alcol e seguire tutte le prescrizioni del medico curante. Farmaci, esercizi fisici speciali, massaggi nel tempo portano al ripristino dei neuroni e al completo recupero.

La polineuropatia viene trattata per un tempo abbastanza lungo. Insieme alla successiva riabilitazione obbligatoria, la durata della terapia è di circa un anno.

Se il paziente continua a bere alcolici o rifiuta il trattamento, sono possibili paralisi, disabilità e successivamente morte a causa di danni alle cellule nervose responsabili del funzionamento del cervello, dei sistemi respiratorio e cardiovascolare.

Conclusione

La polineuropatia alcolica è un risultato quasi inevitabile per tutti coloro che sono dipendenti dall'alcol e abusano di alcol. Questa malattia è in grado di cambiare completamente una persona in un tempo abbastanza breve, rendendola disabile. L'unico modo per superare il disturbo è abbandonare completamente l'alcol e sottoporsi a un trattamento completo sotto la supervisione di un medico..

Polineuropatia alcolica degli arti inferiori

La polineuropatia alcolica è una complicanza di una malattia alcolica che si sviluppa a seguito dell'abuso di alcol. Il danno ai nervi periferici si manifesta con parestesia (sensazione di strisciamento), sindrome del dolore persistente, ridotta sensibilità nelle aree colpite degli arti.

I medici della Clinica di neurologia dell'ospedale Yusupov utilizzano i metodi più recenti per diagnosticare la polineuropatia alcolica, che consentono di identificare la malattia nella fase preclinica, quando i cambiamenti patologici sono reversibili e la prognosi per il recupero è soddisfacente. L'uso dei farmaci più recenti, metodi innovativi di terapia non farmacologica hanno permesso di migliorare i risultati del trattamento, per ottenere una remissione stabile a lungo termine.

Cause e meccanismi di sviluppo

L'unica causa della polineuropatia alcolica è l'abuso di bevande alcoliche per lungo tempo. Il danno ai nervi periferici si verifica a causa degli effetti tossici diretti dell'etanolo e dei suoi prodotti metabolici, nonché di una carenza di vitamine del gruppo B, in particolare B1 (tiamina cloridrato).

Tiamina difosfato (forma attiva della vitamina B1) partecipa alla sintesi biologica di una serie di componenti cellulari, alla scomposizione dei carboidrati, alla produzione di sostanze che proteggono l'organismo dallo stress ossidativo. L'alcol riduce l'assorbimento della vitamina B.1 nell'intestino tenue, a causa del quale le sue riserve nel fegato sono ridotte, il che riduce il contenuto della forma attiva di tiamina cloridrato. Carenza di vitamina B.1 porta a un cambiamento nel metabolismo del glucosio. Di conseguenza, nel corpo si verificano i seguenti processi patologici:

  • violazione della biosintesi e scambio di neurotrasmettitori;
  • diminuzione dell'incorporazione dei lipidi nella mielina;
  • la formazione di zone con acidosi lattica e accumulo di calcio intracellulare.
Contribuiscono alla manifestazione dell'effetto neurotossico dell'alcol. La produzione di proteine ​​neurofilamentose diminuisce, la velocità del trasporto assonale viene interrotta. La neurotossicità è dovuta all'effetto dannoso diretto dell'etanolo e dei suoi prodotti metabolici sulle cellule nervose. La violazione del metabolismo dell'etanolo provoca la formazione di proteine ​​che influenzano in modo reversibile le cellule del sistema nervoso. Pertanto, la prognosi quando si esegue una terapia adeguata nella fase iniziale del processo patologico è significativamente migliorata..

I prodotti metabolici dell'etanolo hanno i seguenti effetti:

  • danneggiare direttamente il miocardio e i muscoli periferici;
  • migliorare i processi di perossidazione;
  • portare a un'eccessiva formazione di radicali liberi, allo sviluppo di stress ossidativo.
A causa dell'eccessiva eccitabilità dei recettori del dolore che rispondono a stimoli che minacciano il corpo di danni, la sensibilità dei recettori del dolore aumenta nei pazienti con polineuropatia alcolica cronica..

I neurologi distinguono i seguenti tipi di polineuropatia alcolica:

  • sensoriale;
  • il motore;
  • misto;
  • atattico;
  • subclinico;
  • vegetativo.
Con la forma sensoriale della polineuropatia alcolica, i pazienti avvertono dolore alle estremità distali, sensazione di intorpidimento, freddo e bruciore. A volte ci sono crampi ai muscoli del polpaccio. Il dolore e la sensibilità alla temperatura sui piedi e sui palmi aumentano o diminuiscono. I disturbi sensoriali sono accompagnati da disturbi vegetativo-vascolari: pallore della pelle, aumento della sudorazione. I riflessi possono diminuire.

Con la forma motoria della polineuropatia alcolica, il processo patologico colpisce spesso gli arti inferiori. I pazienti hanno paresi periferica e lievi menomazioni sensoriali.
La forma mista della malattia è caratterizzata da menomazioni motorie e sensoriali. Nei pazienti, i neurologi rivelano i seguenti sintomi:

  • paralisi completa delle mani o dei piedi;
  • paresi flaccida;
  • sensibilità aumentata o diminuita nell'area interessata.
Nella forma atattica della polineuropatia alcolica, la coordinazione dei movimenti, l'andatura sono disturbati, appare una sensazione di intorpidimento alle gambe, si sviluppa una maggiore sensibilità delle estremità distali (inferiori).
I medici distinguono il tipo cronico, acuto e subacuto, asintomatico del decorso della polineuropatia alcolica. Nel decorso cronico della malattia, il quadro clinico si sviluppa lentamente, nel corso di molti anni. Il tipo acuto e subacuto della malattia è caratterizzato dal rapido sviluppo, entro un mese, dei sintomi della malattia. Nei pazienti con malattia alcolica cronica, la polineuropatia può essere asintomatica.

Quadro clinico

Il decorso clinico della polineuropatia alcolica senza carenza di tiamina differisce dalle manifestazioni della malattia con grave carenza di vitamina B.1. La polineuropatia alcolica senza carenza di tiamina progredisce lentamente. Si manifesta aumentando i disturbi della funzione sensoriale o motoria degli arti inferiori. In connessione con la sconfitta delle sottili fibre nervose nel tipo polineurotico, il dolore e la sensibilità alla temperatura sono disturbati, si sviluppano disturbi vegetativo-trofici. Il 25-45% dei pazienti lamenta bruciore, dolore o dolore lancinante.

I disturbi del movimento si uniscono nelle fasi successive della malattia. La debolezza dei muscoli estensori nelle aree delle gambe situate lontano dal corpo si aggiunge ai sintomi esistenti. In alcuni pazienti, il disturbo della funzione motoria si estende alle parti superiori degli arti inferiori. Diventa difficile per loro salire le scale, alzarsi da una posizione seduta. Con questa forma di polineuropatia alcolica, il difetto motorio è moderatamente espresso. I neurologi lo determinano durante l'esecuzione di carichi funzionali. Nei casi gravi della malattia, anche gli arti superiori possono essere coinvolti nel processo patologico..

Nonostante la progressione prevalentemente lenta della malattia, in alcuni casi, i sintomi della polineuropatia alcolica possono comparire improvvisamente, entro pochi giorni. I disturbi sensoriali prevalenti nei pazienti con polineuropatia alcolica senza carenza di vitamina B1 determinano la loro gravità. Anche con un decorso a lungo termine della malattia, la prognosi è relativamente favorevole. Le funzioni motorie rimangono intatte nella metà dei pazienti.

Per la polineuropatia alcolica senza carenza di vitamina B.1, sono caratteristici i seguenti disturbi vegetativi moderatamente pronunciati:

  • difficoltà a urinare;
  • stipsi;
  • ipotensione ortostatica: un forte calo della pressione sanguigna quando ci si alza dal letto.
Nella maggior parte dei pazienti, la sudorazione è ridotta, il polso diventa più frequente a riposo, si verifica gonfiore e pigmentazione eccessiva della pelle. Ci sono cambiamenti distrofici nelle unghie, scolorimento della pelle.
La polineuropatia alcolica con carenza di tiamina è una forma sensoriale-motoria o motoria simmetrica distale della malattia in cui il processo patologico colpisce gli arti superiori e inferiori. Si sviluppa nelle persone che assumono alcol per lungo tempo, sullo sfondo di carenze nutrizionali e assunzione insufficiente di vitamina B.1.

Nel corso di diversi mesi, i pazienti perdono peso. Come prime manifestazioni di danno ai nervi periferici, i medici considerano la parestesia (una sensazione strisciante) e la debolezza muscolare nelle parti distali degli arti inferiori, che si diffondono in direzione ascendente. I disturbi a lungo termine e sensibili possono progredire in modo acuto (entro un mese) o cronicamente (più di un anno). Quando esaminano i pazienti, i neurologi rivelano la predominanza di disturbi sensoriali o motori.

Nel 100% dei pazienti che soffrono di questa forma di polineuropatia alcolica, i disturbi neurologici si sviluppano negli arti superiori e in più della metà in quelli inferiori. Durante l'esame, i neurologi rivelano una marcata diminuzione dei seguenti tipi di sensibilità: temperatura, dolore, muscolo-articolare e vibrazione. Ciò indica che le fibre nervose periferiche spesse, ben mielinizzate ea conduzione rapida sono interessate..

La sindrome del dolore nei pazienti con polineuropatia alcolica con carenza di tiamina è meno comune rispetto ai pazienti senza carenza di vitamina B1. Nei pazienti, i riflessi tendinei diminuiscono o cadono precocemente. Inizialmente si sviluppa debolezza dei muscoli estensori dei piedi. Man mano che la malattia progredisce, si diffonde verso il tronco, con il risultato che il paziente diventa completamente immobilizzato. Determinato dall'ipotrofia muscolare degli arti superiori e inferiori, a volte atrofia per contrattura (immobilità articolare). Nella metà dei pazienti, l'anemia megaloblastica (anemia) è determinata dall'analisi del sangue. La concentrazione di vitamine del gruppo B nel siero del sangue diminuisce.

Diagnostica

Opinione di un esperto

Autore: Andrey Igorevich Volkov

Neurologo, candidato in scienze mediche

Le persone che abusano di alcol hanno familiarità con la sensazione quando i loro piedi iniziano improvvisamente a sentirsi freddi e la pelle formicola come aghi. Alcuni non prestano attenzione a questa manifestazione, altri sono sicuri che provenga da una posizione del corpo errata. Tuttavia, alla prima comparsa di un tale sintomo, dovresti consultare un medico, perché la manifestazione è il sintomo principale dello sviluppo di polineuropatia alcolica..

Come risultato del consumo di bevande alcoliche, che hanno un forte effetto tossico regolare sul corpo, e la successiva interruzione dei processi metabolici, si verifica una trasformazione irreversibile delle fibre nervose. In assenza di misure terapeutiche tempestive, una persona è minacciata di disabilità.

Prima di tutto, il paziente verrà aiutato a sbarazzarsi della dipendenza da alcol; senza questa condizione, qualsiasi trattamento sarà inefficace. La successiva strategia di trattamento è volta a rigenerare il sistema immunitario, gli organi del tratto gastrointestinale, ripristinare la capacità lavorativa del sistema nervoso ed eliminare le manifestazioni dolorose.

Secondo le statistiche, le donne soffrono di polineuropatia alcolica molto più spesso degli uomini. Il rischio di malattia aumenta anche se si consumano 100 ml di alcol etilico al giorno. I medici dell'ospedale Yusupov eseguiranno una diagnosi completa del paziente, identificheranno una diagnosi accurata e, in conformità con i sintomi di accompagnamento, prescriveranno un trattamento completo.

Trattamento

I medici dell'ospedale Yusupov iniziano il trattamento della polineuropatia alcolica con la terapia per la malattia alcolica. Ai pazienti viene somministrata una terapia infusionale con farmaci disintossicanti e vitamine del gruppo B. I medici scelgono la forma ottimale di tiamina, a seconda di diversi fattori. Dal momento che la carenza di vitamina B.1 si sviluppa a causa di una violazione del suo assorbimento nell'intestino, il trattamento della polineuropatia alcolica inizia con una soluzione al 5% di vitamina B. Il farmaco viene somministrato per via parenterale. Dopo aver ottenuto un miglioramento clinico, i neurologi prescrivono ai pazienti 100 mg di bromuro di tiamina per via orale due volte al giorno..

La bentotiamina, una forma liposolubile di tiamina, ha un effetto più efficace. I medici spesso includono nel regime di trattamento dei pazienti affetti da polineuropatia alcolica, preparati combinati di vitamine del gruppo B, che, oltre al bromuro di tiamina (vit. B1) include piridossina cloridrato (vit. B6) e cianocobalamina idrotartrato (vit. B12).

Poiché lo stress ossidativo è uno dei collegamenti nella patogenesi della polineuropatia alcolica, i neurologi usano l'acido α-lipoico per curare i pazienti. Ha i seguenti effetti:

  • migliora il trasporto del glucosio attraverso le membrane delle cellule nervose e attiva i processi della sua assimilazione;
  • riduce l'intensità della glicosilazione delle proteine;
  • ha un effetto antiossidante;
  • riduce il contenuto di colesterolo totale e suoi esteri nel sangue, la concentrazione di acidi grassi nel plasma;
  • previene l'inibizione dell'attività dell'ossido nitrico;
  • aumenta la resistenza delle cellule alla fame di ossigeno.

Per alleviare il dolore neuropatico causato dall'intossicazione da alcol, i medici della clinica di neurologia prescrivono ai pazienti anticonvulsivanti e antidepressivi. Gli antidepressivi triciclici non influenzano la condizione dei nervi danneggiati, ma bloccano il flusso dei segnali del dolore al cervello. Ciò aumenta i livelli di serotonina, che può ridurre la depressione e l'ansia..

I neurologi dell'ospedale Yusupov selezionano individualmente il farmaco per ciascun paziente. Eseguono una terapia analgesica combinata con farmaci che hanno diversi meccanismi di azione. Con la loro scarsa efficacia, vengono utilizzati analgesici oppioidi (tramadolo). La complessa terapia comprende glucocorticoidi, vasodilatatori, farmaci che accelerano il metabolismo e la microcircolazione sanguigna. Quando prescrivono farmaci, i medici tengono conto del grado di disfunzione epatica dovuta all'intossicazione da alcol.

Nell'ospedale Yusupov, i medici trattano la polineuropatia alcolica utilizzando plasmaferesi e metodi non farmacologici: magnetoterapia, darsonvalutazione, galvanoterapia, elettrostimolazione. Gli specialisti della clinica di riabilitazione fisica conducono sessioni di agopuntura, esercizi di fisioterapia, vari tipi di massaggi.

Poiché molti pazienti provano ancora più disagio quando entrano in contatto con vestiti o biancheria da letto, la clinica neurologica dispone di dispositivi speciali che mantengono la coperta sul corpo. Per proteggere le aree del corpo con sensibilità ridotta e proteggere il paziente da possibili lesioni, i medici raccomandano:

  • controllare la temperatura dell'acqua nel bagno per evitare scottature accidentali;
  • trattare regolarmente le scarpe con farmaci antifungini;
  • ispezionare regolarmente i piedi e le scarpe del paziente per evitare danni causati da schiacciamento o sfregamento da oggetti accidentalmente intrappolati;
  • scegliere scarpe larghe per il paziente per proteggere i piedi da un'eccessiva compressione.

Se il paziente avverte capogiri quando si alza dal letto, si consiglia di indossare calze a compressione e dormire con la testa sollevata. Se perdi il controllo della minzione, puoi premere la mano sull'addome inferiore per indurre la minzione. In caso di ritenzione urinaria, viene eseguita la cateterizzazione della vescica. Il trattamento della disfunzione erettile viene effettuato da andrologo-sessuologo.


Previsione

Normalmente non si verifica il completo recupero delle fibre nervose danneggiate dall'alcol e dai suoi prodotti di decadimento. Se il paziente non smette di bere alcolici e inizia a mangiare bene, le sue condizioni potrebbero peggiorare. Con una terapia adeguata avviata tempestivamente della polineuropatia alcolica, la qualità della vita dei pazienti migliora in modo significativo.

Gli specialisti della riabilitazione fisica presso l'ospedale Yusupov sviluppano una serie individuale di esercizi per ciascun paziente, la cui esecuzione regolare migliora la funzione dei muscoli e dei nervi periferici. I neurologi effettuano la terapia preventiva con i farmaci più recenti. Il successo del trattamento è possibile solo se il paziente non riprende l'assunzione di alcol.