Qual è la differenza?

L'anoressia e la bulimia sono due disturbi alimentari comuni. Entrambi portano a una cattiva assunzione di cibo. Nell'anoressia, uno scarso apporto calorico è associato a un'alimentazione inadeguata. Nella bulimia, il paziente vomita subito dopo aver mangiato, senza digestione o assorbimento. Ci sono molte somiglianze e differenze tra l'anoressia nervosa e la bulimia nervosa.

Fattori di rischio comuni per i disturbi alimentari

  • I ricercatori hanno scoperto che la genetica rappresenta un rischio del 30-80% di sviluppare anoressia o bulimia. Gli scienziati stanno attualmente lavorando per identificare geni specifici che possono causare questi disturbi alimentari..
  • La pressione sociale per essere magri contribuisce alla diffusione di anoressia e bulimia. Dagli anni '50, quando le immagini televisive di persone magre e belle apparivano ovunque, il livello di cibo disordinato è salito alle stelle. Da molti anni i sociologi monitorano il legame tra i media occidentali e i disturbi alimentari in tutto il mondo. Oggi ci sono campagne per stabilire standard più realistici per la bellezza nei media. Tuttavia, in generale, i media ci esercitano ancora un'enorme pressione per essere magri e perfetti..
  • Essere una ragazza: donne e ragazze hanno dieci volte più probabilità di sviluppare anoressia o bulimia rispetto agli uomini. Molti esperti ritengono che ciò sia dovuto al fatto che le donne sono ancora più sotto pressione per essere magre. Un numero crescente di ragazzi e uomini può anche sviluppare disturbi alimentari. Negli uomini, i disturbi alimentari hanno maggiori probabilità di essere accompagnati da un esercizio fisico eccessivo perché vogliono apparire muscolosi piuttosto che magri.
  • Presenza di un disturbo dell'umore: disturbi dell'umore e disturbi alimentari sono collegati. Molte persone con anoressia o bulimia soffrono anche di una qualche forma di depressione o ansia. Gli esperti suggeriscono che perdere peso con anoressia e comportamento bulimico ripristina un senso di controllo e autostima. In altre parole, la perdita di peso viene utilizzata per lenire i disturbi dell'umore sottostanti in alcuni pazienti con anoressia e bulimia..
  • Lesione
  • Stare vicino ad altre persone con una dieta disordinata. Vivere in una casa in cui uno o entrambi i genitori sono sempre stati a dieta può contribuire a un disturbo alimentare nei bambini.

Anoressia nervosa

L'anoressia nervosa è caratterizzata da paura dell'aumento di peso, restrizione irragionevole e malsana dell'assunzione di cibo, il più delle volte associata a una rapida perdita di peso.

A causa della percezione anormale dell'immagine corporea, queste persone sono ossessionate da una figura sottile. L'incidenza dell'anoressia nervosa è dell'1% nelle donne e dello 0,1% negli uomini. Colpisce principalmente le giovani donne adulte di età compresa tra i 15 ei 20 anni. L'anoressia e l'anoressia nervosa non sono la stessa cosa. Con l'anoressia si perde l'appetito, mentre i pazienti con diagnosi di anoressia nervosa non hanno alcuna perdita di appetito, ma limitano eccessivamente l'assunzione di cibo per paura dell'aumento di peso. Pensano solo di non avere appetito.

Bulimia

La bulimia nervosa è caratterizzata da episodi di consumo rapido di grandi quantità di cibo e di eliminazione del cibo che una persona ha consumato attraverso vomito, lassativi, esercizio fisico, stimolanti o diuretici.

Questa condizione è stata descritta e documentata per la prima volta da uno psichiatra britannico. I dati sulla prevalenza della bulimia non sono disponibili a causa della difficoltà nell'identificazione dei casi. Gli studi ad oggi disponibili hanno fornito molte informazioni utili. Secondo i dati disponibili, le donne provenienti da famiglie a basso reddito sono a più alto rischio di bulimia. Le persone che amano la danza, la ginnastica, il balletto e l'atletica hanno un rischio maggiore di sviluppare la bulimia.

La pulizia dello stomaco danneggia il corpo nel tempo. Oltre ai rischi associati alla restrizione calorica e alla malnutrizione che vediamo con l'anoressia, stiamo anche assistendo a ulteriori sintomi che derivano dalla pulizia. Ecco i sintomi fisici ed emotivi unici della bulimia:

  • Reflusso gastrico cronico
  • Disidratazione e squilibrio elettrolitico
  • Frequenza cardiaca irregolare
  • Infiammazione dell'esofago
  • Rottura e sanguinamento della parete esofagea
  • Sanguinamento dallo stomaco / esofago
  • Lesioni orali
  • Cicatrici sulle mani e infezioni da contatto ripetuto con i denti
  • Erosione e perdita dei denti
  • Stipsi
  • Ulcere
  • Bassa autostima
  • Bassa pressione sanguigna
  • Violazione delle mestruazioni
  • Pelle secca
  • La perdita di capelli
  • Fatica cronica

Somiglianze tra anoressia e bulimia

• L'anoressia nervosa e la bulimia nervosa sono più comuni nelle donne che negli uomini.

• Le persone con anoressia e bulimia possono lamentarsi di avere freddo. Ciò è dovuto alla perdita di grasso corporeo. Il tessuto adiposo della pelle aiuta a regolare la temperatura corporea, impedendo al corpo di perdere calore.

• Una grave anoressia nervosa può causare un forte calo della pressione sanguigna.

• A causa della cattiva circolazione delle mani e dei piedi, i pazienti avvertono freddo al tatto.

• Si osserva una scarsa crescita delle unghie e dei capelli sia nell'anoressia nervosa che nella bulimia nervosa. Le sbavature crescono rapidamente sulle unghie. Ogni persona ha bisogno di una quantità significativa di energia e sostanze nutritive per far crescere unghie e capelli. A causa delle restrizioni dietetiche, i requisiti giornalieri di questi micronutrienti e macronutrienti non sono soddisfatti. Pertanto, unghie e capelli crescono lentamente.

• Lo stress eccessivo nel corpo dovuto alla mancanza a lungo termine di un apporto calorico sufficiente nell'anoressia e nella bulimia può essere la prima causa di mestruazioni irregolari. Poiché il ciclo mestruale è controllato dalla corteccia cerebrale, lo stress e l'agitazione emotiva possono anche causare irregolarità mestruali. La malnutrizione cronica causa disturbi nella maturazione del follicolo nelle ovaie. Ciò porta ad anomalie nei livelli plasmatici di estrogeni e progesterone durante il ciclo mestruale..

• Ci sono una serie di malattie della pelle associate all'anoressia e alla bulimia causate da una nutrizione cronica grave inadeguata. Le persone con anoressia e bulimia possono contrarre infezioni fungine sui tessuti delle dita, eruzione cutanea rossa leggermente sollevata, perdita precoce dei capelli o assenza di crescita dei capelli, colorazione bluastra delle dita delle mani, dei piedi e talvolta del viso (acrocianosi), una condizione dolorosa delle unghie chiamata paronichia, giallastra o colorazione arancione dei palmi delle mani e delle piante dei piedi (carotenoderma), prurito su tutto il corpo, acne, smagliature sulla pelle, oscuramento della pelle (iperpigmentazione), reticolo reticolare violaceo sulla pelle (asfissia reticolare), ferite agli angoli della bocca (stomatite angolare), dermatite intorno alla bocca occhi, orecchie, ano e arti (enteropatia, acrodermatite).

• L'alitosi è una complicanza comune sia nell'anoressia nervosa che nella bulimia nervosa, sebbene il meccanismo sia diverso..

• La depressione è la condizione psichiatrica più comune sia nell'anoressia nervosa che nella bulimia nervosa.

Differenze tra anoressia e bulimia

• I pazienti con anoressia non mangiano, mentre i pazienti con bulimia mangiano, ma cercano di pulire lo stomaco usando metodi diversi.

• I pazienti con anoressia hanno una percezione distorta dell'immagine corporea, mentre quelli con bulimia no. Usano solo metodi estremi per sbarazzarsi del cibo che mangiano per rimanere magri..

• I pazienti con anoressia non usano metodi di svuotamento gastrico, mentre le persone con bulimia lo fanno. Esistono molti metodi per liberare lo stomaco. Il metodo più comunemente usato è il vomito. Fondamentalmente, le persone si infilano semplicemente un dito in gola per indurre un riflesso del vomito e indurre il vomito. Alcune persone usano l'acqua salata. L'uso dei lassativi è un altro metodo, ma questo metodo non è sicuro. Gli esercizi speciali sono un altro metodo di pulizia ben noto..

Anoressia e bulimia: qual è la differenza: sintomi e trattamento delle malattie

La psicosomatica moderna distingue due concetti come l'anoressia e la bulimia, che hanno una differenza significativa nelle manifestazioni, ma cause simili di disturbo psicologico. In entrambi i quadri clinici, i pazienti devono essere salvati, poiché il problema è più radicato nel livello di coscienza, percezione del mondo. La bulimia e l'anoressia sono considerate diagnosi ufficiali, che sono più caratteristiche del gentil sesso..

Cos'è l'anoressia

Ogni donna si prende cura del proprio aspetto e nei suoi sogni si vede più magra e magra di diversi chilogrammi. Alcuni vanno in palestra per realizzare i propri sogni, altri scelgono diete rigide o si rifiutano del tutto di mangiare. In quest'ultimo caso, dovresti parlare in modo più dettagliato del rischio di gravi conseguenze per la salute. All'inizio, il paziente sopprime e ignora la sensazione di fame, quindi le papille gustative si atrofizzano così tanto che non vuole più mangiare. Di conseguenza, seguendo il peso normale, si ha una forte perdita di peso al limite critico. Questa è l'anoressia.

Cos'è la bulimia

Puoi ammalarti di una tale patologia con ossessioni per il controllo del peso e il desiderio di perdere peso. In primo luogo, una donna soccombe a una sensazione di fame e mangia inconsciamente cibo (soprattutto di notte), quindi provoca il vomito con la forza per liberarsi rapidamente del cibo che non è stato ancora digerito nello stomaco. Tali disturbi dell'appetito possono causare gravi disturbi digestivi, che per i pazienti possono terminare in modo sfavorevole, ma non fatale. Questo è un evidente danno al sistema neuropsichico, che spesso si verifica nella depressione..

Come sono correlate bulimia e anoressia

Entrambe le malattie sono accompagnate da fluttuazioni di peso e dallo stupido desiderio di una donna di perdere peso. Alcuni del gentil sesso tacciono sulle vere ragioni di questo desiderio, ma il risultato è lo stesso: esaurimento completo del corpo con una perdita di peso tangibile. Questo è un problema psicologico associato a una paura interna dell'obesità o all'esplosione di un complesso di inferiorità. Tuttavia, se gli attacchi bulimici possono essere fermati, l'anoressia nervosa è molto problematica per guarire finalmente - la malattia è spesso fatale..

In che modo la bulimia differisce dall'anoressia

Entrambe le malattie sono caratterizzate da evidenti disturbi dell'appetito, ma secondo la prognosi presentano differenze significative. Molti pazienti con bulimia sono obesi, quindi periodi di eccesso di cibo cercano di alternarsi a attacchi di vomito. Il problema sta a livello di coscienza, quando c'è una chiara fiducia che in questo modo è davvero possibile dimagrire. La malattia non è fatale, il che non si può dire della seconda diagnosi. L'anoressia differisce nella sintomatologia, poiché il paziente è arrivato deliberatamente a rifiutare il cibo, il che si porta a un grave esaurimento con un potenziale esito fatale.

La psicosomatica della bulimia

Entrambe le diagnosi sono nel "reparto" di psicoterapia, quindi il gastroenterologo e il terapeuta non ti salveranno da una indigestione così spontanea. Il problema di salute prevale molto più in profondità - nella mente femminile. Un disturbo alimentare è preceduto da una situazione stressante che la donna preferisce mangiare con molto cibo. Quando lo shock nervoso passa, un senso di colpa per ciò che è stato mangiato sorge nella mente e il paziente provoca attacchi di vomito per perdere peso. Soccombendo a fattori sociali, in particolare le donne sospettose possono ammalarsi di bulimia.

Sintomi della bulimia

La stessa paziente non si accorge che il suo comportamento alimentare ha iniziato a differire in modo significativo dalla norma. Ma la cerchia ristretta vede cambiamenti colossali e paure per la sua salute. I sintomi tipici della bulimia progressiva sono elencati di seguito:

  • attacchi incontrollati di abbuffate;
  • aumento del nervosismo, al limite dell'aggressività;
  • enormi porzioni di cibo inghiottite a pezzi;
  • perdita delle preferenze di gusto;
  • bavaglio forzato.

Cause

Una donna sperimenta una forte fame per una ragione, una serie di fattori provocatori precedono lo sviluppo della bulimia, che riduce la qualità della vita e cambia radicalmente le preferenze di gusto. Le principali cause di questa malattia sono:

  • fattore sociale;
  • predisposizione genetica;
  • situazioni stressanti;
  • shock neuro-emotivo, shock;
  • complesso di inferiorità e desiderio di perdere peso.

Come viene trattata la bulimia

È molto difficile iniziare un trattamento efficace per la bulimia in modo tempestivo, poiché molti pazienti nascondono la loro dipendenza dal cibo con ulteriori attacchi di vomito. Se il problema viene riconosciuto, questo è il primo passo verso il recupero finale. Il paziente deve essere consapevole della differenza tra pasti normali e attacchi di bulimia. La dinamica positiva è fornita da una combinazione di psicoterapia, dietologia e metodi di trattamento farmacologico. Ecco alcuni preziosi consigli di esperti.

  1. Consultare uno psicoterapeuta e determinare insieme la causa di attacchi incontrollati di alimentazione incontrollata. Quindi prova a eliminare un fattore così provocatorio.
  2. Non sarà superfluo impegnarsi nell'autoipnosi sulla propria bellezza e sul proprio successo, riconsiderare la propria visione della vita.
  3. La terapia di gruppo e cognitivo-comportamentale, l'assunzione aggiuntiva di antidepressivi fornisce anche una dinamica positiva sostenibile nella bulimia.

Psicosomatica dell'anoressia

La perdita di appetito con una tale malattia è associata alle paure interiori del paziente. Si considera grassa, quindi si sforza di perdere peso con tutti i mezzi e porta il corpo all'anoressia. In primo luogo, riduce le porzioni giornaliere, quindi rifiuta completamente i pasti abituali. La differenza è che con l'anoressia, il cibo diventa un feroce nemico nella mente di una donna ed è quasi impossibile convincerla del contrario..

Sintomi dell'anoressia

La malattia non si manifesta immediatamente, all'inizio il paziente che perde sempre peso è piacevolmente soddisfatto della graduale perdita di peso. Tuttavia, presto questo processo va fuori controllo e la bilancia mostra valori già scioccanti. Se non sei abbastanza fortunato da contrarre l'anoressia, i sintomi sono i seguenti:

  • paura interna di ingrassare;
  • assenza prolungata di mestruazioni (da 3 mesi o più);
  • rifiuto completo di mangiare;
  • secchezza e cianosi della pelle;
  • unghie fragili, perdita di capelli (altri sintomi di carenza vitaminica);
  • ipersensibilità al freddo;
  • violazione del ritmo cardiaco;
  • tendenza alla depressione;
  • sport fanatici;
  • diminuzione del volume, diminuzione del tono muscolare.

Cause

Molte donne sognano di perdere peso perché è bello e alla moda. La differenza sta nel fatto che prima l'effetto desiderato era ottenuto con l'assunzione a breve termine di lassativi, principalmente di origine vegetale, e ora - con un completo rifiuto dell'assunzione di cibo, il digiuno. In quest'ultimo caso, questa è una seria affermazione per ottenere l'anoressia e morire presto. All'inizio una donna semplicemente perde peso, poi non è più in grado di fermarsi e il peso può raggiungere i 30 kg con un'altezza di 165 cm. Tra i fattori che provocano l'anoressia ci sono i seguenti:

  • instabilità della psiche nell'adolescenza;
  • stretta aderenza alle mutevoli tendenze della moda;
  • fattore sociale;
  • complesso di inferiorità interna;
  • problemi psicologici;
  • l'effetto dannoso delle diete;
  • fattore professionale (come opzione - attività di modellazione).

Metodi di trattamento

Se il paziente ha segni visibili di anoressia, è necessario il ricovero urgente, seguito dalla diagnosi dell'intero organismo. Secondo i risultati, risulta che la magrezza patologica ha un effetto dannoso non solo sull'aspetto, ma anche sulla salute interna. Ad esempio, il lavoro del miocardio viene interrotto, prevalgono patologie estese del tratto digerente e del sistema nervoso, non sono esclusi i disturbi endocrini con uno squilibrio del background ormonale. Pertanto, l'approccio ai problemi di salute deve essere completo. Ecco cosa consigliano gli esperti esperti:

  1. È necessario alimentare forzatamente il paziente con l'eventuale introduzione di cibo, glucosio attraverso un contagocce.
  2. Viene incoraggiato il lavoro di psicologi esperti in grado di determinare in modo affidabile l'eziologia del processo patologico ed eliminare il fattore patogeno..
  3. È importante eseguire la terapia farmacologica con la partecipazione di antidepressivi, complessi multivitaminici e altri gruppi farmacologici.
  4. È necessario ridurre al minimo l'attività fisica su un corpo indebolito, iniziare a condurre uno stile di vita sociale.
  5. Si raccomanda di condurre una terapia cognitivo-comportamentale per eliminare efficacemente le cause dell'anoressia, per prevenire il ripetersi in futuro.

Differenza tra bulimia e anoressia

I modelli con parametri ideali, che camminano dignitosamente in passerella e ci guardano dalle copertine delle riviste patinate, sono considerati lo standard di bellezza tra i giovani moderni. Guardando i loro corpi snelli, molte ragazze iniziano a tormentarsi con diete fino al punto di esaurimento completo del corpo. Altri giovani, al contrario, “afferrano” tutti i loro problemi con enormi porzioni di cibo malsano e ipercalorico. Entrambi questi estremi sono gravi disturbi neuropsichiatrici che stanno diventando più diffusi ogni anno. Parliamo di loro in modo più dettagliato come parte della risposta alla domanda, in che modo la bulimia differisce dall'anoressia.

  • Definizioni
  • Confronto

Definizioni

La bulimia è un disturbo neuropsichiatrico caratterizzato da un'irresistibile voglia di mangiare troppo. Attribuito da esperti a uno dei tipi di autolesionismo. Per mantenere un peso corporeo normale, le persone con bulimia inducono deliberatamente il vomito dopo aver mangiato e spesso abusano di lassativi. La fame di lupo può apparire spontaneamente in una persona, a seguito della quale si avventa letteralmente sul cibo, mangiandolo in enormi quantità. Gli attacchi sono accompagnati da dolore nella regione epigastrica e debolezza generale. Alcuni pazienti mangiano incessantemente durante il giorno, mentre altri fanno "raid sul frigorifero" solo di notte. La bulimia può portare a gravi conseguenze come insufficienza cardiaca acuta, nevrastenia, perdita di interesse per la vita, droga o tossicodipendenza. In rari casi, la conseguenza della malattia è la morte..

L'anoressia è un disturbo alimentare di natura neuropsichica, che si accompagna al rifiuto di mangiare per dimagrire. Le ragazze dai 14 ai 24 anni sono le più sensibili a questa malattia. Insieme a un grande desiderio di perdere peso, hanno una folle paura dell'obesità. Queste persone non sono in grado di percepire oggettivamente la loro forma fisica. Guardandosi allo specchio, vedono persone grasse, anche se le ossa si vedono attraverso la pelle. I sintomi dell'anoressia sono attività ridotta, irritabilità, tristezza, che periodicamente viene sostituita dall'euforia. La perdita di peso porta ad aritmie cardiache, crampi muscolari e problemi mestruali. Spesso le persone iniziano a prendere farmaci ormonali senza prima consultare uno specialista. Tali casi non sono praticamente suscettibili di trattamento e sono fatali..

Confronto

Come si può vedere dalle definizioni di cui sopra, entrambi i disturbi considerati sono forme di disturbi alimentari su base neuropsichica. Le persone con bulimia soffrono di attacchi di fame incontrollabili, che portano a un eccesso di cibo sistematico. Masticano tutto il giorno o saltano spontaneamente sul cibo, spazzando via tutto ciò che attira la loro attenzione. In questo caso, gli individui affetti dalla malattia rimangono in una forma fisica normale a causa del fatto che inducono il vomito dopo aver mangiato, fanno clisteri e abusano di lassativi. Certo, la bulimia comporta alcuni danni alla salute, ma difficilmente può essere definita critica. Di solito soffrono le ragazze di volontà debole e di volontà debole, che "afferrano" il problema invece di risolverlo. La bulimia può essere causata sia da disturbi del sistema endocrino e nervoso, sia da situazioni stressanti. Nel secondo caso, gli antidepressivi aiutano a combatterlo..

La principale differenza tra bulimia e anoressia è che quest'ultima si manifesta nel persistente rifiuto di mangiare. Una persona si proibisce semplicemente di mangiare, nel panico paura di ingrassare e diventare poco attraente agli occhi degli altri. Di conseguenza, inizia letteralmente a "sciogliersi davanti ai nostri occhi", perdendo gradualmente fino al 50% del suo peso corporeo. Le persone con anoressia sembrano molto magre e malate. Nonostante la costante debolezza, si esauriscono con un intenso allenamento sportivo per diventare ancora più magri. Molto spesso, l'anoressia si verifica nelle ragazze con bassa autostima, forte autoipnosi e volontà d'acciaio. Questa malattia è caratterizzata da un'elevata mortalità. Circa il 20% di tutti i pazienti muore. Alcuni di loro si suicidano, altri muoiono di insufficienza cardiaca causata dall'esaurimento..

Per riassumere, qual è la differenza tra bulimia e anoressia.

Bulimia e anoressia: qual è la differenza tra loro?

Le donne sono creature che lottano per l'ideale per tutta la vita. Purtroppo, per molti, tutti gli obiettivi si riducono solo al desiderio di avere un fisico perfetto. È difficile dire se puoi biasimare per questo o no, ma dovresti prestare attenzione a coloro che con troppo zelo vanno al loro obiettivo, attraversando tutti i confini della ragione.

Il nostro obiettivo è la bulimia e l'anoressia. Sicuramente tutti hanno sentito parlare di queste malattie. Molti programmi diversi possono essere visti in TV, dove mostrano ragazze emaciate e stanche che soffrono di disturbi simili. Ma non tutti comprendono appieno come la bulimia differisce dall'anoressia. Scopriamolo.

Bulimia

La malattia è altrimenti chiamata cinoressia o bulimia nervosa. È un disturbo mentale associato al comportamento alimentare. Il paziente bulimico cerca di dimagrire, ma il suo desiderio è alternato a forti e irresistibili impulsi di mangiare grandi quantità di cibo.

Poiché questo disturbo ha una connotazione psicologica, è importante notare che la maggior parte di coloro che soffrono di bulimia hanno una volontà e una dipendenza piuttosto deboli. Questo è ciò che causa le oscillazioni selvagge da uno sciopero della fame diurno a un rimpinzamento notturno.

Notiamo i sintomi principali.

Sintomi della bulimia

Se questi possono essere chiamati sintomi o caratteristiche principali è irrilevante. Sono questi i punti che aiutano a distinguere tra bulimia e anoressia, due malattie associate ai disturbi alimentari:

  1. La bulimia può essere paragonata a un'ossessione. Sembrerebbe che anche l'anoressia non abbia logica, ma qui è importante notare quanto segue. La bulimia è il desiderio di una persona di perdere peso, per raggiungere un ideale. Ma quanto velocemente appare, così velocemente può scomparire. Diventa così: una persona si esaurisce con la fame, dopo di che può improvvisamente iniziare a mangiare troppo. Quando l'attacco di fame passa, il paziente può sentirsi in colpa o un nuovo desiderio di perdere peso.
  2. Quindi questo porta al momento successivo: un tentativo di rimuovere il cibo dal tuo corpo con qualsiasi mezzo. All'inizio può essere vomito, lavanda gastrica, clisteri, ecc. La cosa peggiore è che nel tempo il corpo inizia a rifiutare il cibo e non appena entra nel corpo lo respinge.
  3. La bulimia può essere innescata da alcuni geni. Ad esempio, uno dei genitori soffriva di questa malattia..
  4. Sorprendentemente, le persone con bulimia possono mantenere il loro peso normale, che non cambia affatto..
  5. Sfortunatamente, anche una malattia curata può ripresentarsi con il tempo..

Scoprendo con cosa abbiamo a che fare, troveremo la differenza tra bulimia e anoressia.

Anoressia

Questo è anche un disturbo neuropsichico, che si basa sul desiderio di raggiungere un corpo ideale..

Ma a differenza dei pazienti bulimici, le anoressiche hanno una volontà d'acciaio, che purtroppo ha trovato la sua applicazione nel posto sbagliato. Le anoressiche non hanno scioperi della fame e abuso di cibo - si rifiutano semplicemente di prenderlo.

Qualche dettaglio in più

Capita la differenza tra bulimia e anoressia, evidenziamo le caratteristiche principali di quest'ultima.

  1. Le anoressiche praticamente non usano tali metodi per perdere peso come clisteri e induzione artificiale del vomito. Il loro principale punto di forza è l'eccessiva attività fisica, tutti i tipi di diete e l'uso di preparati speciali per il dimagrimento..
  2. Le persone con anoressia smettono di giudicare se stesse. Se i bulimici sono in grado di vedere il risultato delle loro azioni, allora le persone anoressiche, anche dopo aver perso il 50% del loro peso corporeo, allo specchio possono sembrare grasse e per niente magre. Questo è ciò che spiega il punto successivo..
  3. L'anoressia è più una malattia mentale che fisica. Se la bulimia e l'anoressia hanno un'origine comune, il loro risultato è il seguente: i bulimici, anche se vogliono mangiare e smettere di molestarsi, non saranno in grado di farlo fisicamente nel tempo, perché il loro corpo rifiuterà il cibo. Ma le persone anoressiche arrivano solo a un peggioramento ancora maggiore del loro stato mentale..
  4. I pazienti anoressici sono per lo più ragazze dai 16 ai 25 anni..
  5. La malattia può verificarsi a causa di altre malattie del sistema endocrino.
  6. Le persone anoressiche soffrono di fatfobia - paura dell'eccesso di peso.

Effetti

La bulimia e l'anoressia sono malattie che hanno conseguenze diverse, ma piuttosto pericolose.

Può sembrare strano, ma il primo è un disturbo meno pericoloso del secondo. Sì, con la bulimia, una persona può avere problemi di stomaco, ostruzione intestinale e malattie dentali. Ma è molto più facile da trattare rispetto all'anoressia. Con un adeguato autocontrollo, una persona può guarire se stessa dalla bulimia. Naturalmente, se questa non è una fase completamente avanzata.

Sfortunatamente, questo non è il caso dell'anoressia. Il 20% dei pazienti con questo disturbo muore. L'anoressia porta non solo a una diminuzione catastrofica del grasso corporeo (che, ricordiamo, è vitale), ma porta anche a problemi della pelle. Compaiono secchezza, rugosità, ridotta elasticità.

Si verifica anche la caduta dei capelli, fino alla perdita del 70% di essi sulla testa. Fluff appare sul corpo.

Inutile dire sulla salute degli organi interni. Bradicardia, ipotensione, ipotermia sono compagni costanti delle anoressiche. Le persone con questo disturbo hanno sempre freddo..

Entrambi i disturbi portano a problemi mentali. Questo parla di stress costante, insonnia, comparsa di nuove paure, desiderio di solitudine. Bulimia e anoressia portano a disturbi ormonali nelle donne, a seguito della quale i loro periodi possono scomparire e la libido diminuire. L'anovulazione è possibile.

Come trattare?

La bulimia e l'anoressia possono essere curate allo stesso tempo? In effetti, a volte accade che questi due disturbi siano combinati in un unico organismo. Certo che puoi. Ma ogni malattia viene trattata in modo diverso. Per quelli con bulimia e anoressia, scegli la giusta terapia di combinazione.

Ma entrambi questi disturbi vengono trattati in modo diverso, sebbene ci sia qualcosa in comune. La prima cosa da ricordare: la bulimia è abbastanza facile da curare se il paziente lo desidera, ma con l'anoressia possono sorgere problemi seri.

Trattamento della bulimia

Ricorda: puoi curare la bulimia da solo. Prima di tutto, per questo devi fare quanto segue:

  1. Prepara la tua dieta. Dovresti mangiare circa 5-6 volte, ma le porzioni dovrebbero essere moderate e preferibilmente da un nutrizionista. Cerca di iniziare gradualmente a seguire la tua dieta..
  2. Se vieni improvvisamente attaccato da attacchi di fame, prova a mangiare qualsiasi frutto invece del cibo spazzatura.
  3. Trovati un hobby. Ad esempio, ballare. Cerca di evitare la palestra, altrimenti non ti libererai del pernicioso culto del corpo.
  4. Trova un amico, e forse amici, che ti sosterranno, attenersi alla dieta e allo stile di vita con te.
  5. Cerca di eliminare il più possibile dalla tua vita lo stress che mangiamo spesso. E se lo fanno, trova un altro motivo per essere felice..

Questo è tutto ciò che puoi fare per te stesso. Naturalmente, le situazioni non sono escluse quando una persona non può farcela da sola. In questo caso, hai bisogno dell'aiuto di medici che prescriveranno un corso di vitamine adatto a te e, se necessario, prescriveranno una terapia per far fronte a questa malattia..

Affrontare l'anoressia

Per sconfiggere l'anoressia, la prima cosa che una persona malata deve fare è accettare il fatto di avere problemi e abbastanza seria. È importante capire che l'anoressia non può essere curata da sola. I parenti della persona che ha la malattia dovrebbero prestare molta attenzione a questo..

Una volta che l'anoressica accetta il fatto di essere malato, considera che è già guarito del 50%. Perché l'ulteriore dipenderà solo dai medici e dai desideri del paziente stesso.

Dove vengono trattate la bulimia e l'anoressia nervosa? Naturalmente, il processo richiederà il ricovero in un ospedale speciale, dove verranno applicate diverse terapie, che non escludono sedute con uno psicoterapeuta volte a ripristinare una normale percezione della realtà e correggere le abitudini alimentari..

Ricapitolare

Ora riassumiamo per capire finalmente come la bulimia differisce dall'anoressia:

  1. La bulimia è facile da trattare, a differenza dell'anoressia.
  2. Con l'anoressia, una persona sta rapidamente perdendo peso, mentre le bulimiche spesso mantengono la loro forma.
  3. Le anoressiche si rifiutano completamente di mangiare, mentre le bulimiche sperimentano attacchi di fame e periodi di eccesso di cibo.
  4. La bulimia non è così critica per la salute come l'anoressia.
  5. Quest'ultimo è spesso caratteristico delle persone con una bassa autostima, ma una volontà enorme. La bulimia è inerente a coloro che non sono in grado di controllarsi..

Bene, ecco tutto. Certo, hai notato quanto questi due disturbi abbiano in comune. Almeno il fatto che anche gli uomini soffrano di queste malattie, anche se molti non lo sanno. Circa il 15% dei ragazzi di età compresa tra i 15 ei 25 anni soffre di questi disturbi.

Ma ci sono abbastanza differenze tra anoressia e bulimia. È importante ricordare una cosa: entrambe queste malattie sono di natura psicologica. Tutto è nella nostra testa. Non dovresti soccombere all'influenza del pubblico che loda i modelli magri o urla ad ogni angolo sull'odio per il sovrappeso. Tutto dovrebbe essere moderato. E se decidi di cambiare il tuo corpo, è fantastico. Ma resta sempre prudente. È possibile che questo non solo salverà la tua salute, ma anche la tua vita..

Anoressia e bulimia: qual è la differenza?

L'anoressia nervosa e la bulimia nervosa sono disturbi alimentari in cui una persona cerca di perdere peso in modo malsano. Ci sono differenze tra l'anoressia e la bulimia, ma una persona può averle entrambe allo stesso tempo.

Qual è la differenza tra anoressia e bulimia

Le persone con anoressia e bulimia sono ossessionate dal peso e dall'aspetto e possono avere un'immagine del corpo distorta. Entrambe le condizioni portano la persona a cercare di perdere peso usando metodi malsani..

Esistono differenze fondamentali tra anoressia e bulimia. Le persone con anoressia tendono a seguire diete estreme. Limitano l'assunzione di cibo al punto che può portare alla malnutrizione e persino alla morte. Alcune persone con anoressia iniziano a fare sport. Se una persona è già malnutrita, l'esercizio fisico può farla svenire o sperimentare altri gravi effetti collaterali. Inoltre, una persona con anoressia può indurre il vomito o assumere lassativi per perdere peso..

La caratteristica principale della bulimia è l'eccesso di cibo seguito dalla "pulizia". L'episodio può includere eccesso di cibo e conseguente vomito, l'uso di lassativi o la somministrazione di clisteri per eliminare le calorie consumate.

Una persona con uno di questi disturbi può essere un perfezionista e ossessionato dal proprio peso. Alcuni studi indicano differenze mentali nelle persone con questi disturbi. Ad esempio, gli autori di uno studio del 2016 hanno scoperto che, rispetto a chi soffre di anoressia, le persone con bulimia avevano molte aspettative dai genitori, erano in sovrappeso da adolescenti e crescevano in famiglie che enfatizzavano il fitness e mantenersi in forma..

Sintomi di anoressia e bulimia

Il sintomo principale dell'anoressia è la limitazione dell'assunzione di cibo con una dieta eccessiva. Il sintomo principale della bulimia è compensare gli episodi di alimentazione incontrollata tramite l'eliminazione. Una persona può avere qualsiasi tipo di comportamento, ma l'anoressia e la bulimia producono sintomi distinti che è più probabile che siano evidenti agli altri.

L'anoressia può indurre una persona a:

  • perdere peso velocemente
  • evita il cibo o mangia molto poco
  • ha capelli e unghie fragili
  • ossessionato dal peso
  • sviluppa anemia
  • compare la stitichezza
  • debolezza
  • sperimenta svenimenti e debolezza
  • interrompe le mestruazioni, che i medici chiamano amenorrea
  • si sviluppa l'infertilità

Alcuni dei segni e dei sintomi della bulimia includono:

  • eccesso di cibo frequente
  • mangiare segretamente
  • avere gonfiore alla gola o al collo
  • sviluppo di reflusso acido
  • avere problemi di salute orale come perdita dei denti o denti rotti
  • grave disidratazione
  • avere uno squilibrio elettrolitico che può causare problemi di salute

Persone di tutti i tipi di corpo e peso possono avere disturbi alimentari. Tuttavia, l'anoressia tende a portare a una perdita di peso più rapida..

Diagnosi di anoressia e bulimia

Nessun metodo diagnostico, come esami del sangue o raggi X, può indicare inequivocabilmente un disturbo alimentare. Il medico fa una diagnosi in base ai sintomi della persona.

Per diagnosticare l'anoressia o la bulimia, il medico chiederà informazioni sui sintomi della persona e potrebbe anche interrogare i membri della famiglia e altre persone care sulle loro osservazioni..

Se un medico pensa che una persona abbia l'anoressia, proverà a diagnosticare questo tipo. Un tipo è associato alla limitazione dell'assunzione di cibo e l'altro a episodi di eccesso di cibo e disintossicazione. Se la persona ha sperimentato almeno uno di questi episodi negli ultimi 3 mesi, il medico diagnosticherà il binge eating e l'eliminazione dell'anoressia..

Affinché una persona possa essere diagnosticata con la bulimia, deve mangiare troppo e mostrare un comportamento compensatorio malsano almeno una volta alla settimana per 3 mesi. Il medico valuta la gravità in base al numero medio di episodi di comportamento compensatorio a settimana.

La diagnosi può essere difficile poiché molti pazienti con disturbi alimentari cercano di nascondere i loro sintomi. Anche quando una persona con un disturbo alimentare sa di essere malata, avrà paura di aumentare di peso e quindi non cerca aiuto.

Il sostegno dei propri cari è fondamentale per aiutare la persona a ricevere una diagnosi accurata e un intervento precoce. Ciò è particolarmente importante per bambini e adolescenti..

Alcuni test medici possono aiutare a fare una diagnosi, soprattutto se i problemi di salute sono il risultato di un disturbo alimentare. Ad esempio, la condizione dello smalto dei denti a volte può indicare la gravità della bulimia.

Trattamento

Il trattamento per i disturbi alimentari ha diversi obiettivi:

  • eliminazione di qualsiasi conseguenza sulla salute
  • affrontare i problemi psicologici sottostanti, come depressione, bassa autostima o traumi, che possono aver causato il disturbo alimentare
  • ripristino di un peso corporeo sano

Le persone con disturbi alimentari necessitano di un trattamento completo per affrontare i sintomi fisici e psicologici. Per questo motivo, molte persone scelgono programmi di trattamento ospedaliero..

  • consulenza nutrizionale per correggere gli squilibri nutrizionali e mantenere un peso corporeo sano
  • trattamento farmacologico delle complicanze fisiologiche dei disturbi alimentari, come l'anemia o il reflusso acido
  • gruppi di sostegno per sfruttare le esperienze di altre persone
  • terapia cognitivo comportamentale (CBT) o desensibilizzazione
  • trattamento farmacologico dei principali disturbi mentali come depressione e ansia
  • ricovero in ospedale se la persona ha pensieri suicidi o gravi problemi di salute come insufficienza d'organo

Recupero

Il recupero da un disturbo alimentare richiede tempo. Anche dopo che una persona ha abitudini alimentari sane, può sperimentare complicazioni come infertilità, cattiva salute orale e anemia..

Molte persone che hanno avuto un disturbo alimentare ricevono supporto a lungo termine.

Supporto

Le persone con disturbi alimentari hanno bisogno di supporto, non di giudizio. I messaggi negativi sul tuo aspetto possono contribuire al rischio di sviluppare un disturbo alimentare. Ciò significa che amici e familiari possono svolgere un ruolo nell'aiutare le persone a riprendersi dai disturbi alimentari..

Come supportare qualcuno che si sta riprendendo da un disturbo alimentare:

  1. Evita di menzionarne l'aspetto o il peso. Invece di concentrarti sul suo aspetto, cerca altri argomenti. Cerca di lodare la persona per i suoi risultati, non il suo corpo..
  2. Non parlare di dieta, esercizio fisico o cibo. Etichettare alcuni cibi come "buoni" o "cattivi" può causare disturbi alimentari nelle persone in convalescenza.
  3. Aiutalo a sentirsi a suo agio. Le persone con disturbi alimentari possono vergognarsi delle proprie emozioni e non possono esprimerle.
  4. Non ridicolizzare o condannare mai una persona per il suo disturbo alimentare.
  5. Incoraggia i tuoi cari con disturbi alimentari a cercare aiuto. Esprimi il tuo amore e il tuo sostegno e offri loro il tuo aiuto.

Conclusione

I disturbi alimentari possono essere fatali. I tassi di mortalità tra le persone con queste condizioni, specialmente quelle con anoressia, sono molto alti rispetto a persone con altri disturbi mentali. Un'analisi di studi risalenti al 2004 ha rilevato che il 5% delle persone con anoressia muore a causa di questa condizione..

Un trattamento tempestivo per i disturbi alimentari salva la vita. Se una persona pensa di avere un disturbo alimentare, dovrebbe chiedere aiuto a un medico.

Ti invitiamo ad iscriverti al nostro canale in Yandex Zen

Anoressia e bulimia: aspetti psicologici delle malattie

Le donne sono creature che lottano per l'ideale per tutta la vita. Purtroppo, per molti, tutti gli obiettivi si riducono solo al desiderio di avere un fisico perfetto. È difficile dire se puoi biasimare per questo o no, ma dovresti prestare attenzione a coloro che con troppo zelo vanno al loro obiettivo, attraversando tutti i confini della ragione.

Il nostro obiettivo è la bulimia e l'anoressia. Sicuramente tutti hanno sentito parlare di queste malattie. Molti programmi diversi possono essere visti in TV, dove mostrano ragazze emaciate e stanche che soffrono di disturbi simili. Ma non tutti comprendono appieno come la bulimia differisce dall'anoressia. Scopriamolo.

Bulimia

La malattia è altrimenti chiamata cinoressia o bulimia nervosa. È un disturbo mentale associato al comportamento alimentare. Il paziente bulimico cerca di dimagrire, ma il suo desiderio è alternato a forti e irresistibili impulsi di mangiare grandi quantità di cibo.

Poiché questo disturbo ha una connotazione psicologica, è importante notare che la maggior parte di coloro che soffrono di bulimia hanno una volontà e una dipendenza piuttosto deboli. Questo è ciò che causa le oscillazioni selvagge da uno sciopero della fame diurno a un rimpinzamento notturno.

Notiamo i sintomi principali.

Sintomi della bulimia

Se questi possono essere chiamati sintomi o caratteristiche principali è irrilevante. Sono questi i punti che aiutano a distinguere tra bulimia e anoressia, due malattie associate ai disturbi alimentari:

  1. La bulimia può essere paragonata a un'ossessione. Sembrerebbe che anche l'anoressia non abbia logica, ma qui è importante notare quanto segue. La bulimia è il desiderio di una persona di perdere peso, per raggiungere un ideale. Ma quanto velocemente appare, così velocemente può scomparire. Diventa così: una persona si esaurisce con la fame, dopo di che può improvvisamente iniziare a mangiare troppo. Quando l'attacco di fame passa, il paziente può sentirsi in colpa o un nuovo desiderio di perdere peso.
  2. Quindi questo porta al momento successivo: un tentativo di rimuovere il cibo dal tuo corpo con qualsiasi mezzo. All'inizio può essere vomito, lavanda gastrica, clisteri, ecc. La cosa peggiore è che nel tempo il corpo inizia a rifiutare il cibo e non appena entra nel corpo lo respinge.
  3. La bulimia può essere innescata da alcuni geni. Ad esempio, uno dei genitori soffriva di questa malattia..
  4. Sorprendentemente, le persone con bulimia possono mantenere il loro peso normale, che non cambia affatto..
  5. Sfortunatamente, anche una malattia curata può ripresentarsi con il tempo..

Scoprendo con cosa abbiamo a che fare, troveremo la differenza tra bulimia e anoressia.

In che modo la bulimia differisce dall'anoressia?

Con l'anoressia, i pazienti riducono le porzioni di cibo o lo rifiutano completamente, sostituendolo con bevande (succo, tè o caffè senza zucchero e panna). Il tentativo di mangiare può scatenare un attacco di panico.

L'aspetto dell'anoressica è caratterizzato da magrezza, pelle secca e pallida, capelli fragili che si diradano e unghie fragili e opache.

A causa di una diminuzione della quantità di liquidi nel corpo e di un calo dei livelli di potassio, iniziano ipotensione e bradicardia, che possono portare alla morte per insufficienza cardiaca.

I costanti ritardi delle mestruazioni nelle donne, così come una diminuzione della libido e della potenza negli uomini, sono sintomi dell'estinzione della funzione riproduttiva. La rimozione del calcio dalle ossa porta all'osteoporosi irreversibile, che è irreparabile anche dopo la guarigione di un disturbo alimentare.

I pazienti bulimici sperimentano una fame costante. Difficilmente si trattengono dal mangiare, ma si verifica comunque un guasto e quindi porzioni eccessivamente grandi vengono assorbite in un breve periodo di tempo. Segue un senso di colpa, accompagnato da spiacevoli sensazioni di pienezza e pesantezza nell'addome.

Per sbarazzarsi di ciò che hanno mangiato, i pazienti si sforzano di forzare il vomito, ricorrono all'assunzione di farmaci (diuretici e lassativi). Allenati in palestra per bruciare calorie.

Nel tentativo di nascondere agli altri il proprio problema, chi soffre di disturbi alimentari spesso preferisce mangiare da solo, dopodiché libera lo stomaco dalle masse alimentari chiudendosi in bagno o in toilette. Allo stesso tempo, circa il 50% dei nutrienti ha il tempo di essere assorbito dall'organismo, in modo che i bulimici possano mantenere il loro peso a lungo, vicino al normale o leggermente ridotto..

Il rilascio costante di contenuto gastrico attraverso la bocca porta gradualmente alla distruzione dello smalto dei denti e all'irritazione delle gengive, che causa la carie e la malattia parodontale. La mucosa dell'esofago e della faringe si infiamma, compaiono erosioni e ulcere. Si verifica gastroduodenite cronica, accompagnata da reflusso.

Spesso i pazienti possono notare un aumento delle ghiandole salivari e danni alla pelle sul dorso della mano e delle dita, che è una conseguenza del vomito regolarmente indotto..

Qualche dettaglio in più

Capita la differenza tra bulimia e anoressia, evidenziamo le caratteristiche principali di quest'ultima.

  1. Le anoressiche praticamente non usano tali metodi per perdere peso come clisteri e induzione artificiale del vomito. Il loro principale punto di forza è l'eccessiva attività fisica, tutti i tipi di diete e l'uso di preparati speciali per il dimagrimento..
  2. Le persone con anoressia smettono di giudicare se stesse. Se i bulimici sono in grado di vedere il risultato delle loro azioni, allora le persone anoressiche, anche dopo aver perso il 50% del loro peso corporeo, allo specchio possono sembrare grasse e per niente magre. Questo è ciò che spiega il punto successivo..
  3. L'anoressia è più una malattia mentale che fisica. Se la bulimia e l'anoressia hanno un'origine comune, il loro risultato è il seguente: i bulimici, anche se vogliono mangiare e smettere di molestarsi, non saranno in grado di farlo fisicamente nel tempo, perché il loro corpo rifiuterà il cibo. Ma le persone anoressiche arrivano solo a un peggioramento ancora maggiore del loro stato mentale..
  4. I pazienti anoressici sono per lo più ragazze dai 16 ai 25 anni..
  5. La malattia può verificarsi a causa di altre malattie del sistema endocrino.
  6. Le persone anoressiche soffrono di fatfobia - paura dell'eccesso di peso.

Definizioni

La bulimia è un disturbo neuropsichiatrico caratterizzato da un'irresistibile voglia di mangiare troppo. Attribuito da esperti a uno dei tipi di autolesionismo. Per mantenere un peso corporeo normale, le persone con bulimia inducono deliberatamente il vomito dopo aver mangiato e spesso abusano di lassativi. La fame di lupo può apparire spontaneamente in una persona, a seguito della quale si avventa letteralmente sul cibo, mangiandolo in enormi quantità. Gli attacchi sono accompagnati da dolore nella regione epigastrica e debolezza generale. Alcuni pazienti mangiano incessantemente durante il giorno, mentre altri fanno "raid sul frigorifero" solo di notte. La bulimia può portare a gravi conseguenze come insufficienza cardiaca acuta, nevrastenia, perdita di interesse per la vita, droga o tossicodipendenza. In rari casi, la conseguenza della malattia è la morte..

L'anoressia è un disturbo alimentare di natura neuropsichica, che si accompagna al rifiuto di mangiare per dimagrire. Le ragazze dai 14 ai 24 anni sono le più sensibili a questa malattia. Insieme a un grande desiderio di perdere peso, hanno una folle paura dell'obesità. Queste persone non sono in grado di percepire oggettivamente la loro forma fisica. Guardandosi allo specchio, vedono persone grasse, anche se le ossa si vedono attraverso la pelle. I sintomi dell'anoressia sono attività ridotta, irritabilità, tristezza, che periodicamente viene sostituita dall'euforia. La perdita di peso porta ad aritmie cardiache, crampi muscolari e problemi mestruali. Spesso le persone iniziano a prendere farmaci ormonali senza prima consultare uno specialista. Tali casi non sono praticamente suscettibili di trattamento e sono fatali..

Effetti

La bulimia e l'anoressia sono malattie che hanno conseguenze diverse, ma piuttosto pericolose.

Può sembrare strano, ma il primo è un disturbo meno pericoloso del secondo. Sì, con la bulimia, una persona può avere problemi di stomaco, ostruzione intestinale e malattie dentali. Ma è molto più facile da trattare rispetto all'anoressia. Con un adeguato autocontrollo, una persona può guarire se stessa dalla bulimia. Naturalmente, se questa non è una fase completamente avanzata.

Sfortunatamente, questo non è il caso dell'anoressia. Il 20% dei pazienti con questo disturbo muore. L'anoressia porta non solo a una diminuzione catastrofica del grasso corporeo (che, ricordiamo, è vitale), ma porta anche a problemi della pelle. Compaiono secchezza, rugosità, ridotta elasticità.

Si verifica anche la caduta dei capelli, fino alla perdita del 70% di essi sulla testa. Fluff appare sul corpo.

Inutile dire sulla salute degli organi interni. Bradicardia, ipotensione, ipotermia sono compagni costanti delle anoressiche. Le persone con questo disturbo hanno sempre freddo..

Entrambi i disturbi portano a problemi mentali. Questo parla di stress costante, insonnia, comparsa di nuove paure, desiderio di solitudine. Bulimia e anoressia portano a disturbi ormonali nelle donne, a seguito della quale i loro periodi possono scomparire e la libido diminuire. L'anovulazione è possibile.

Recupero

Il recupero da un disturbo alimentare richiede tempo. Anche dopo che una persona ha abitudini alimentari sane, può sperimentare complicazioni come infertilità, cattiva salute orale e anemia..

Molte persone che hanno avuto un disturbo alimentare ricevono supporto a lungo termine.

Supporto

Le persone con disturbi alimentari hanno bisogno di supporto, non di giudizio. I messaggi negativi sul tuo aspetto possono contribuire al rischio di sviluppare un disturbo alimentare. Ciò significa che amici e familiari possono svolgere un ruolo nell'aiutare le persone a riprendersi dai disturbi alimentari..

Come supportare qualcuno che si sta riprendendo da un disturbo alimentare:

  1. Evita di menzionarne l'aspetto o il peso
    . Invece di concentrarti sul suo aspetto, cerca altri argomenti. Cerca di lodare la persona per i suoi risultati, non il suo corpo..
  2. Non parlare di dieta, esercizio fisico o cibo.
    Etichettare alcuni cibi come "buoni" o "cattivi" può causare disturbi alimentari nelle persone in convalescenza.
  3. Aiutalo a sentirsi a suo agio
    . Le persone con disturbi alimentari possono vergognarsi delle proprie emozioni e non possono esprimerle.
  4. Non ridicolizzare o condannare mai una persona per il suo disturbo alimentare.
  5. Incoraggia i tuoi cari con disturbi alimentari a cercare aiuto. Esprimi il tuo amore e il tuo sostegno e offri loro il tuo aiuto.

Come trattare?

La bulimia e l'anoressia possono essere curate allo stesso tempo? In effetti, a volte accade che questi due disturbi siano combinati in un unico organismo. Certo che puoi. Ma ogni malattia viene trattata in modo diverso. Per quelli con bulimia e anoressia, scegli la giusta terapia di combinazione.

Ma entrambi questi disturbi vengono trattati in modo diverso, sebbene ci sia qualcosa in comune. La prima cosa da ricordare: la bulimia è abbastanza facile da curare se il paziente lo desidera, ma con l'anoressia possono sorgere problemi seri.

Trattamento della bulimia

Ricorda: puoi curare la bulimia da solo. Prima di tutto, per questo devi fare quanto segue:

  1. Prepara la tua dieta. Dovresti mangiare circa 5-6 volte, ma le porzioni dovrebbero essere moderate e preferibilmente da un nutrizionista. Cerca di iniziare gradualmente a seguire la tua dieta..
  2. Se vieni improvvisamente attaccato da attacchi di fame, prova a mangiare qualsiasi frutto invece del cibo spazzatura.
  3. Trovati un hobby. Ad esempio, ballare. Cerca di evitare la palestra, altrimenti non ti libererai del pernicioso culto del corpo.
  4. Trova un amico, e forse amici, che ti sosterranno, attenersi alla dieta e allo stile di vita con te.
  5. Cerca di eliminare il più possibile dalla tua vita lo stress che mangiamo spesso. E se lo fanno, trova un altro motivo per essere felice..

Questo è tutto ciò che puoi fare per te stesso. Naturalmente, le situazioni non sono escluse quando una persona non può farcela da sola. In questo caso, hai bisogno dell'aiuto di medici che prescriveranno un corso di vitamine adatto a te e, se necessario, prescriveranno una terapia per far fronte a questa malattia..

Suggerimenti per la gestione del peso

Per evitare l'obesità, non è affatto necessario esaurirsi con diete pericolose che possono successivamente causare un disturbo alimentare..

Le seguenti linee guida ti aiuteranno a mantenere il tuo peso:

  • mangiare 4-5 volte al giorno in piccole porzioni;
  • pasti caldi fatti in casa dovrebbero essere sul menu tutti i giorni;
  • arricchire la dieta con erbe, noci e frutta secca;
  • evitare di mangiare grassi e salsicce;
  • rinunciare all'alcol;
  • bere molto tè verde, che ha la proprietà unica di mantenere il peso normale;
  • sostituire il pane bianco con il pane d'avena;
  • mangiare prodotti a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi;
  • evitare il digiuno, poiché ciò aumenterà ulteriormente l'appetito;
  • la base della dieta dovrebbe essere piatti sani e leggeri a base di pesce, cereali, verdura e frutta.

Affrontare l'anoressia

Per sconfiggere l'anoressia, la prima cosa che una persona malata deve fare è accettare il fatto di avere problemi e abbastanza seria. È importante capire che l'anoressia non può essere curata da sola. I parenti della persona che ha la malattia dovrebbero prestare molta attenzione a questo..

Una volta che l'anoressica accetta il fatto di essere malato, considera che è già guarito del 50%. Perché l'ulteriore dipenderà solo dai medici e dai desideri del paziente stesso.

Dove vengono trattate la bulimia e l'anoressia nervosa? Naturalmente, il processo richiederà il ricovero in un ospedale speciale, dove verranno applicate diverse terapie, che non escludono sedute con uno psicoterapeuta volte a ripristinare una normale percezione della realtà e correggere le abitudini alimentari..

Aiuto psicologo

I disturbi alimentari sono trattati da uno psichiatra o psicoterapeuta. Decide quando andare in ricovero e quando in terapia a casa. Sicuramente, l'aiuto di uno psicologo è necessario per una persona con depressione, perdita di significato nella vita, pensieri di suicidio e depressione.

Se il paziente ha una grave disidratazione, esaurimento nervoso o gravi disturbi nel lavoro degli organi interni, deve essere trattato in ospedale.

Autore dell'articolo: Korunsky Evgeny Sergeevich, psicoterapeuta

Ricapitolare

Ora riassumiamo per capire finalmente come la bulimia differisce dall'anoressia:

  1. La bulimia è facile da trattare, a differenza dell'anoressia.
  2. Con l'anoressia, una persona sta rapidamente perdendo peso, mentre le bulimiche spesso mantengono la loro forma.
  3. Le anoressiche si rifiutano completamente di mangiare, mentre le bulimiche sperimentano attacchi di fame e periodi di eccesso di cibo.
  4. La bulimia non è così critica per la salute come l'anoressia.
  5. Quest'ultimo è spesso caratteristico delle persone con una bassa autostima, ma una volontà enorme. La bulimia è inerente a coloro che non sono in grado di controllarsi..

Bene, ecco tutto. Certo, hai notato quanto questi due disturbi abbiano in comune. Almeno il fatto che anche gli uomini soffrano di queste malattie, anche se molti non lo sanno. Circa il 15% dei ragazzi di età compresa tra i 15 ei 25 anni soffre di questi disturbi.

Ma ci sono abbastanza differenze tra anoressia e bulimia. È importante ricordare una cosa: entrambe queste malattie sono di natura psicologica. Tutto è nella nostra testa. Non dovresti soccombere all'influenza del pubblico che loda i modelli magri o urla ad ogni angolo sull'odio per il sovrappeso. Tutto dovrebbe essere moderato. E se decidi di cambiare il tuo corpo, è fantastico. Ma resta sempre prudente. È possibile che questo non solo salverà la tua salute, ma anche la tua vita..

Perché la bulimia e l'anoressia possono portare al suicidio? Quello che devi sapere sui disturbi alimentari

I disturbi alimentari oggi hanno uno dei più alti tassi di mortalità tra le malattie psicosociali. Il più delle volte, le persone con bulimia o anoressia nervosa si suicidano perché si sentono intrappolate in una trappola: il cibo per loro diventa la principale fonte di piacere, trasformandosi in un'ossessione, o causa un rigetto persistente per paura di ingrassare. Come fai a sapere se sei andato troppo oltre nel tuo desiderio di una dose gastronomica di endorfine? E perché l'anoressia è diventata di moda, mettendo in pericolo centinaia di migliaia di donne in tutto il mondo? Abbiamo a che fare con uno psichiatra - narcologo del dispensario psichiatrico clinico della città di Minsk Elena Kanash.

ekspertkozha.ru
- Elena Ivanovna, il termine "bulimia" nella traduzione dal greco significa "fame bovina". Si scopre che l'appetito brutale che ogni tanto trova su una persona è un motivo serio per vedere un medico.?
- La bulimia è una malattia che si manifesta in un'alimentazione incontrollata, concentrazione sul cibo, calorie, peso. Non si tratta di "incursioni al frigorifero" una tantum, ma di un'interruzione di corrente sistemica. Il paziente soffre di attacchi di fame insaziabile, usa mezzi per perdere peso, assume lassativi e provoca vomito. La bulimia è spesso accompagnata da depressione, pensieri e tentativi di suicidio, uso di alcol e sostanze psicotrope.

Non è difficile riconoscere i bulimici: queste persone, di regola, si distinguono per una bassa autostima, sensi di colpa, eccessiva autocritica e hanno un'idea distorta del proprio peso. Nella fase grave, la bulimia porta a forti fluttuazioni di peso (da 5 a 10 kg su e giù), gonfiore della ghiandola parotide, irritazione cronica della gola, stanchezza cronica e dolori muscolari e perdita dei denti. Secondo le statistiche dell'OMS, circa il 15% delle ragazze dai 15 ai 40 anni soffre di bulimia. Ma gli uomini hanno molte meno probabilità (solo il 5% del numero totale di pazienti) di soffrire di questa malattia, poiché di solito non sono così preoccupati per il loro aspetto.

- A cosa è associato il fenomeno psicologico della bulimia??

- Con il fatto che il cibo diventa per una persona una delle principali fonti di piacere e sempre disponibile. Quando si consuma il cibo, vengono prodotti i cosiddetti ormoni della felicità, le endorfine. Non appena compaiono emozioni negative (rabbia, rabbia, irritazione, insicurezza, paura), il bulimik corre verso il frigorifero: dopotutto, questo è il modo migliore per lui per "afferrare" i guai. Nel tempo, la quantità di cibo e la frequenza del suo assorbimento aumentano. La componente biologica della dipendenza da cibo è collegata. Normalmente, quando il cibo viene assorbito, lo stomaco si allunga, il che viene percepito da una persona come una sensazione di pienezza, sazietà. Anche il livello di glucosio nel sangue aumenta e viene inviato un segnale al centro di saturazione del cervello che il corpo è pieno. A causa del fatto che una persona mangiava quando non aveva fame, questi meccanismi vengono interrotti e il bulimik inizia a voler mangiare costantemente. Nasce la dipendenza da cibo.

Pertanto, la bulimia è una dipendenza psicofisica che include componenti psicologiche e biologiche..

- Se la malattia appartiene alla categoria delle dipendenze, significa che in linea di principio è incurabile ed è possibile solo prolungare la remissione?

- Questa affermazione non si applica alla bulimia: con una diagnosi e un trattamento tempestivi, la prognosi è favorevole. L'importante è sradicare la causa che ha portato il bulimico a stringere troppo “l'amicizia” con il cibo. Se si tratta di un danno organico, viene trattata la malattia sottostante. Nel trattamento della bulimia nervosa, l'accento è posto sulla psicoterapia, sia individuale che di gruppo. In caso di sintomi di depressione, il medico prescriverà antidepressivi. Se ci sono disturbi metabolici, disturbi digestivi, vengono prescritti dieta e terapia farmacologica.

- Parliamo di anoressia. Nell'ambiente giovanile oggi, ahimè, è una malattia molto comune. Il desiderio ossessivo di perdere peso e la paura dell'obesità portano ragazze molto giovani nei letti d'ospedale.
- Sì, l'anoressia è chiamata una malattia alla moda del nostro tempo. Snellezza e bellezza: per il bene di queste due componenti dell'immagine della "donna ideale", molti si sottopongono al bisturi del chirurgo, seguono diete "da star" o addirittura si lasciano morire di fame. La salute è relegata all'ultimo piano. In generale, la parola "anoressia" deriva dal greco "no appetite" (an - prefisso negativo, orexis - "appetito"). Con l'anoressia, il lavoro del centro alimentare del cervello viene interrotto, l'appetito viene soppresso, una persona si rifiuta di mangiare. Quasi il 15% delle donne che sono dipendenti da diete e dimagrimento si portano allo sviluppo di disturbo ossessivo compulsivo e anoressia. La maggior parte degli anoressici sono adolescenti e ragazze.

Anoressia e bulimia sono la piaga delle modelle professionali, il 72% delle ragazze che lavorano sul podio soffre di queste malattie.

- Ciò che più spesso causa lo sviluppo dell'anoressia?

- L'elenco è abbastanza lungo. Può essere una sorta di malattia somatica che porta alla soppressione dell'appetito o disturbi endocrini, disturbi del sistema digerente, insufficienza renale cronica o persino neoplasie maligne. Ma al centro dell'anoressia nervosa ci sono problemi puramente psicologici. L'effetto cumulativo della paura di essere in sovrappeso e un'autostima notevolmente ridotta contribuisce allo sviluppo del rifiuto psicologico del cibo, al rifiuto persistente di mangiarlo. Inconsciamente, l'anoressia diventa il modo più ovvio e semplice per sbarazzarsi della paura di perdere attrattiva. La psiche adolescenziale incline all'instabilità fissa l'idea di perdere peso come sopravvalutata e la persona perde il senso della realtà, smette di percepire se stessa e la sua salute in modo critico.

- È un fatto noto: le persone anoressiche possono considerarsi grasse anche con un'evidente mancanza di peso corporeo (fino al completo esaurimento). Perché succede?

- Molto probabilmente, i pazienti sono consapevoli della loro stanchezza, ma, sperimentando una paura inconscia di mangiare, non sono in grado di superarla. Durante l'anoressia si crea un circolo vizioso: la mancanza di cibo deprime i centri del cervello responsabili della regolazione dell'appetito e il corpo smette di richiedere le sostanze di cui ha bisogno. Di conseguenza, si sviluppa la distrofia e quindi la cachessia, una condizione fisiologica caratterizzata da un grave esaurimento del corpo.

- È possibile curare l'anoressia a casa?

- Dobbiamo essere consapevoli che questa malattia ha un alto tasso di mortalità: fino al 20% del numero totale di pazienti muore. Più della metà dei decessi sono suicidi. La morte naturale con anoressia si verifica, di regola, per insufficienza cardiaca acuta sullo sfondo dell'esaurimento generale del corpo. Questo è il motivo per cui nella maggior parte dei casi (esclusa la fase iniziale senza impoverimento pronunciato del corpo) questa malattia viene trattata in ospedale. La sfida per i medici è iniziare a ripristinare il normale peso corporeo e metabolismo del paziente. Se un'anoressica viene ricoverata in ospedale con segni di insufficienza cardiaca acuta con grave esaurimento del corpo, lo stato idrico-elettrolitico viene corretto, l'equilibrio ionico viene ripristinato. Alle anoressiche vengono prescritti complessi minerali e vitaminici, pasti ipercalorici con un alto contenuto proteico. Per quanto riguarda la terapia di base della malattia, questa è, prima di tutto, aiuto psicologico, supporto, correzione degli stati ossessivi, distrazione della psiche dall'ossessione dell'aspetto, del peso e del cibo, liberarsi dei sentimenti di inferiorità, sviluppare la personalità e il rispetto per se stessi, la capacità di accettare se stessi e il mondo che ci circonda..

CELEBRITÀ CON DISTURBI ALIMENTARI
principessa Diana.
Lady Dee si ammalò di bulimia a causa di una tensione nervosa poco dopo il suo fidanzamento con l'erede al trono britannico. Nei primi anni di un matrimonio infelice, la malattia è peggiorata e la lotta contro di essa ha richiesto 9 anni..

Un caro amico della defunta principessa ha ammesso che è stata la sua storia a ispirarlo a prendere sul serio la sua salute. Di conseguenza, il maestro è stato sottoposto a cure per bulimia, alcol e tossicodipendenza..

Angelina Jolie.

La magrezza della prima bellezza e sex symbol di Hollywood, una volta riconosciuta, è stata a lungo l'argomento di discussione della città. Secondo i tabloid, ci sono stati momenti in cui il peso dell'attrice ha raggiunto i 35 chilogrammi. Tuttavia, a giudicare dalle ultime pubblicazioni sui media, Jolie è riuscita a far fronte all'anoressia e riconquistare gradualmente la sua antica bellezza.

Dana Borisova.

La conduttrice televisiva ha ammesso di soffrire di un disturbo alimentare. Secondo lei, sembrava sempre piena, quindi spesso seguiva diete, per le quali pagava con la sua salute: i medici scoprirono che aveva la pancreatite. “Non ho mangiato niente. Una volta ogni tre giorni: una mela. Ed è diventato normale per me. Ho capito che ero nei guai. Mi sono fermato al negozio, ho chiesto una panna acida con il più alto contenuto di grassi, perché potevo solo spingere del liquido dentro di me, e con odio ho mangiato questa panna acida una volta al giorno. Sono svenuta e ho capito che probabilmente sarei morta presto ", ha detto Dana in numerose interviste.

SEGNI DELLA BULIMIA


• Costante preoccupazione per il cibo, un irresistibile desiderio di cibo. Una persona periodicamente non può astenersi dal mangiare troppo.

• C'è paura dell'obesità, quindi una persona stabilisce un certo limite di peso per se stessa ed è al di sotto del normale peso.

• Il paziente cerca di prevenire l'obesità con le seguenti tecniche: induzione del vomito, abuso di lassativi, digiuno intermittente, uso di diuretici, farmaci per la tiroide, ecc..

• Spesso in passato una persona bulimica ha episodi di anoressia nervosa (l'intervallo tra gli episodi può variare da diversi mesi a diversi anni).

SEGNI DI ANORESSIA NERVOSA


• Una persona cerca di perdere peso evitando cibo o vomito, assumendo lassativi, facendo esercizio fisico eccessivo, utilizzando farmaci anoressigeni e diuretici (che hanno un marcato effetto diuretico).

• Il paziente ha un'immagine distorta del proprio corpo, idee ossessive sopravvalutate per prevenire l'obesità, la cui prospettiva è terrificante.

• Un disturbo endocrino generale che coinvolge l'asse ipotalamo-ghiandola pituitaria, che nelle donne si manifesta come amenorrea (assenza di mestruazioni per 6 mesi), e negli uomini - perdita del desiderio sessuale e della potenza. Possono esserci livelli elevati di ormone della crescita e cortisolo, cambiamenti nel metabolismo dell'ormone tiroideo e ridotta secrezione di insulina.

• In età prepuberale, le anoressiche sperimentano un ritardo della crescita, così come lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie.

Studi hanno dimostrato che la bulimia si sviluppa più spesso in persone provenienti da famiglie benestanti in cui sono poste elevate esigenze ai bambini. Di conseguenza, hanno una crescente paura di non essere all'altezza delle speranze dei loro genitori, deludendo la loro famiglia. Segue la depressione, i bambini si ritirano in se stessi, si sforzano di ottenere emozioni piacevoli attraverso l'assorbimento del cibo.