Anoressia e bulimia: qual è la differenza: sintomi e trattamento delle malattie

La psicosomatica moderna distingue due concetti come l'anoressia e la bulimia, che hanno una differenza significativa nelle manifestazioni, ma cause simili di disturbo psicologico. In entrambi i quadri clinici, i pazienti devono essere salvati, poiché il problema è più radicato nel livello di coscienza, percezione del mondo. La bulimia e l'anoressia sono considerate diagnosi ufficiali, che sono più caratteristiche del gentil sesso..

Cos'è l'anoressia

Ogni donna si prende cura del proprio aspetto e nei suoi sogni si vede più magra e magra di diversi chilogrammi. Alcuni vanno in palestra per realizzare i propri sogni, altri scelgono diete rigide o si rifiutano del tutto di mangiare. In quest'ultimo caso, dovresti parlare in modo più dettagliato del rischio di gravi conseguenze per la salute. All'inizio, il paziente sopprime e ignora la sensazione di fame, quindi le papille gustative si atrofizzano così tanto che non vuole più mangiare. Di conseguenza, seguendo il peso normale, si ha una forte perdita di peso al limite critico. Questa è l'anoressia.

Cos'è la bulimia

Puoi ammalarti di una tale patologia con ossessioni per il controllo del peso e il desiderio di perdere peso. In primo luogo, una donna soccombe a una sensazione di fame e mangia inconsciamente cibo (soprattutto di notte), quindi provoca il vomito con la forza per liberarsi rapidamente del cibo che non è stato ancora digerito nello stomaco. Tali disturbi dell'appetito possono causare gravi disturbi digestivi, che per i pazienti possono terminare in modo sfavorevole, ma non fatale. Questo è un evidente danno al sistema neuropsichico, che spesso si verifica nella depressione..

Come sono correlate bulimia e anoressia

Entrambe le malattie sono accompagnate da fluttuazioni di peso e dallo stupido desiderio di una donna di perdere peso. Alcuni del gentil sesso tacciono sulle vere ragioni di questo desiderio, ma il risultato è lo stesso: esaurimento completo del corpo con una perdita di peso tangibile. Questo è un problema psicologico associato a una paura interna dell'obesità o all'esplosione di un complesso di inferiorità. Tuttavia, se gli attacchi bulimici possono essere fermati, l'anoressia nervosa è molto problematica per guarire finalmente - la malattia è spesso fatale..

In che modo la bulimia differisce dall'anoressia

Entrambe le malattie sono caratterizzate da evidenti disturbi dell'appetito, ma secondo la prognosi presentano differenze significative. Molti pazienti con bulimia sono obesi, quindi periodi di eccesso di cibo cercano di alternarsi a attacchi di vomito. Il problema sta a livello di coscienza, quando c'è una chiara fiducia che in questo modo è davvero possibile dimagrire. La malattia non è fatale, il che non si può dire della seconda diagnosi. L'anoressia differisce nella sintomatologia, poiché il paziente è arrivato deliberatamente a rifiutare il cibo, il che si porta a un grave esaurimento con un potenziale esito fatale.

La psicosomatica della bulimia

Entrambe le diagnosi sono nel "reparto" di psicoterapia, quindi il gastroenterologo e il terapeuta non ti salveranno da una indigestione così spontanea. Il problema di salute prevale molto più in profondità - nella mente femminile. Un disturbo alimentare è preceduto da una situazione stressante che la donna preferisce mangiare con molto cibo. Quando lo shock nervoso passa, un senso di colpa per ciò che è stato mangiato sorge nella mente e il paziente provoca attacchi di vomito per perdere peso. Soccombendo a fattori sociali, in particolare le donne sospettose possono ammalarsi di bulimia.

Sintomi della bulimia

La stessa paziente non si accorge che il suo comportamento alimentare ha iniziato a differire in modo significativo dalla norma. Ma la cerchia ristretta vede cambiamenti colossali e paure per la sua salute. I sintomi tipici della bulimia progressiva sono elencati di seguito:

  • attacchi incontrollati di abbuffate;
  • aumento del nervosismo, al limite dell'aggressività;
  • enormi porzioni di cibo inghiottite a pezzi;
  • perdita delle preferenze di gusto;
  • bavaglio forzato.

Cause

Una donna sperimenta una forte fame per una ragione, una serie di fattori provocatori precedono lo sviluppo della bulimia, che riduce la qualità della vita e cambia radicalmente le preferenze di gusto. Le principali cause di questa malattia sono:

  • fattore sociale;
  • predisposizione genetica;
  • situazioni stressanti;
  • shock neuro-emotivo, shock;
  • complesso di inferiorità e desiderio di perdere peso.

Come viene trattata la bulimia

È molto difficile iniziare un trattamento efficace per la bulimia in modo tempestivo, poiché molti pazienti nascondono la loro dipendenza dal cibo con ulteriori attacchi di vomito. Se il problema viene riconosciuto, questo è il primo passo verso il recupero finale. Il paziente deve essere consapevole della differenza tra pasti normali e attacchi di bulimia. La dinamica positiva è fornita da una combinazione di psicoterapia, dietologia e metodi di trattamento farmacologico. Ecco alcuni preziosi consigli di esperti.

  1. Consultare uno psicoterapeuta e determinare insieme la causa di attacchi incontrollati di alimentazione incontrollata. Quindi prova a eliminare un fattore così provocatorio.
  2. Non sarà superfluo impegnarsi nell'autoipnosi sulla propria bellezza e sul proprio successo, riconsiderare la propria visione della vita.
  3. La terapia di gruppo e cognitivo-comportamentale, l'assunzione aggiuntiva di antidepressivi fornisce anche una dinamica positiva sostenibile nella bulimia.

Psicosomatica dell'anoressia

La perdita di appetito con una tale malattia è associata alle paure interiori del paziente. Si considera grassa, quindi si sforza di perdere peso con tutti i mezzi e porta il corpo all'anoressia. In primo luogo, riduce le porzioni giornaliere, quindi rifiuta completamente i pasti abituali. La differenza è che con l'anoressia, il cibo diventa un feroce nemico nella mente di una donna ed è quasi impossibile convincerla del contrario..

Sintomi dell'anoressia

La malattia non si manifesta immediatamente, all'inizio il paziente che perde sempre peso è piacevolmente soddisfatto della graduale perdita di peso. Tuttavia, presto questo processo va fuori controllo e la bilancia mostra valori già scioccanti. Se non sei abbastanza fortunato da contrarre l'anoressia, i sintomi sono i seguenti:

  • paura interna di ingrassare;
  • assenza prolungata di mestruazioni (da 3 mesi o più);
  • rifiuto completo di mangiare;
  • secchezza e cianosi della pelle;
  • unghie fragili, perdita di capelli (altri sintomi di carenza vitaminica);
  • ipersensibilità al freddo;
  • violazione del ritmo cardiaco;
  • tendenza alla depressione;
  • sport fanatici;
  • diminuzione del volume, diminuzione del tono muscolare.

Cause

Molte donne sognano di perdere peso perché è bello e alla moda. La differenza sta nel fatto che prima l'effetto desiderato era ottenuto con l'assunzione a breve termine di lassativi, principalmente di origine vegetale, e ora - con un completo rifiuto dell'assunzione di cibo, il digiuno. In quest'ultimo caso, questa è una seria affermazione per ottenere l'anoressia e morire presto. All'inizio una donna semplicemente perde peso, poi non è più in grado di fermarsi e il peso può raggiungere i 30 kg con un'altezza di 165 cm. Tra i fattori che provocano l'anoressia ci sono i seguenti:

  • instabilità della psiche nell'adolescenza;
  • stretta aderenza alle mutevoli tendenze della moda;
  • fattore sociale;
  • complesso di inferiorità interna;
  • problemi psicologici;
  • l'effetto dannoso delle diete;
  • fattore professionale (come opzione - attività di modellazione).

Metodi di trattamento

Se il paziente ha segni visibili di anoressia, è necessario il ricovero urgente, seguito dalla diagnosi dell'intero organismo. Secondo i risultati, risulta che la magrezza patologica ha un effetto dannoso non solo sull'aspetto, ma anche sulla salute interna. Ad esempio, il lavoro del miocardio viene interrotto, prevalgono patologie estese del tratto digerente e del sistema nervoso, non sono esclusi i disturbi endocrini con uno squilibrio del background ormonale. Pertanto, l'approccio ai problemi di salute deve essere completo. Ecco cosa consigliano gli esperti esperti:

  1. È necessario alimentare forzatamente il paziente con l'eventuale introduzione di cibo, glucosio attraverso un contagocce.
  2. Viene incoraggiato il lavoro di psicologi esperti in grado di determinare in modo affidabile l'eziologia del processo patologico ed eliminare il fattore patogeno..
  3. È importante eseguire la terapia farmacologica con la partecipazione di antidepressivi, complessi multivitaminici e altri gruppi farmacologici.
  4. È necessario ridurre al minimo l'attività fisica su un corpo indebolito, iniziare a condurre uno stile di vita sociale.
  5. Si raccomanda di condurre una terapia cognitivo-comportamentale per eliminare efficacemente le cause dell'anoressia, per prevenire il ripetersi in futuro.

Anoressia e bulimia - Cosa sono - Cause ed effetti dei disturbi alimentari

Sai cosa sono l'anoressia e la bulimia? Fanno parte delle patologie del benessere, ad es. disturbi che si verificano solo nelle comunità ricche, anche se a volte colpisce i poveri.

Vediamo insieme quali sono le cause di tali pericolosi disturbi alimentari, come si può uscire da questa condizione e quali sono le conseguenze sulla salute.!

Anoressia e bulimia: somiglianze e differenze

Oggi quasi tutti hanno sentito parlare di anoressia e bulimia, i disturbi alimentari più comuni..

A differenza di altri disturbi alimentari (come la celiachia, le intolleranze alimentari e le allergie alimentari), l'anoressia e la bulimia hanno origini psicologiche, e quindi appartengono al campo della psicologia e della psichiatria.

Nella vita di tutti i giorni l'anoressia viene spesso confusa con la bulimia, tuttavia, nonostante le somiglianze, questi disturbi alimentari sono molto diversi..

  • riguardano i rapporti con il cibo (definiti quindi disturbi alimentari);
  • caratterizzato da una paura di ingrassare;
  • accompagnato da profondi sentimenti di inferiorità e insicurezza.

Esistono tuttavia importanti differenze tra i due disturbi. Secondo DSM IV Tr, Diagnostic Guidelines for Mental Disorders, un paziente affetto da anoressia nervosa (questo è il nome scientifico), oltre alla paura di ingrassare:

  • rifiuta di mangiare per raggiungere uno stato oggettivo di sottopeso;
  • ha una percezione distorta di se stesso e del proprio corpo (vede molto più grasso di quanto non sia in realtà, anche quando è estremamente sottopeso);
  • (se una donna) non ha un ciclo mestruale.

Bulimia paziente, d'altra parte:

  • Ha frequenti abbuffate, almeno due volte a settimana e per almeno tre mesi consecutivi, mangia a un intervallo di tempo specifico (ad esempio, un'ora), la quantità di cibo è significativamente maggiore rispetto ad altre persone senza questo disturbo. Gli attacchi di alimentazione incontrollata sono caratterizzati da una perdita di autocontrollo da parte del soggetto;
  • Previene l'aumento di peso attraverso comportamenti compensatori come vomito artificiale, uso eccessivo di lassativi, esercizio fisico eccessivo, ecc..
  • Ha un'autostima strettamente correlata alla forma del corpo e al peso.

Oltre alle differenze cliniche, l'anoressia e la bulimia sono spesso due facce della stessa medaglia. I pazienti con anoressia hanno attacchi bulimici o viceversa. Ma c'è sempre una forte paura di ingrassare!

Le cause dell'anoressia e della bulimia: perché ci ammaliamo

In primo luogo, va subito sottolineato che non esiste una causa unica per l'anoressia o la bulimia, quindi non c'è alcun problema psicologico che abbia portato a questi disturbi alimentari..

Infatti, i disturbi alimentari complessi sono il risultato di difficoltà di varia natura: individuali, familiari e collettive..

Per molto tempo si è creduto che le cause dell'anoressia e della bulimia - l'influenza dei media, promuovessero magrezza, pancia piatta e corpi allungati. Sicuramente la televisione e la moda hanno un impatto sulle menti dei giovani, ma i piccoli schermi non possono essere incolpati se i giovani muoiono di fame.!

È stato dimostrato che i disturbi alimentari sono un'espressione patologica di sofferenza molto più profonda dell'assenza di un ventre piatto. Spesso la fonte della sofferenza sono i conflitti familiari o le situazioni dolorose.

In altri casi, rifiutare di mangiare significa non voler accettare i cambiamenti del corpo e l'età di un adulto, perché può essere pericoloso o minaccioso..

Nel caso della bulimia, il riempimento dello stomaco seguito dal vomito può simboleggiare il desiderio di godere dei benefici della vita (cibo), seguito da una sensazione di indegnità (vomito).

Esistono altre interpretazioni dei disturbi alimentari psicologici e non dovrebbero essere generalizzate troppo, poiché ogni malattia ha la sua storia..

Quali sono le conseguenze dopo l'anoressia e la bulimia

Anche se può sembrare strano, l'anoressia e la bulimia sono vere minacce per la salute di molte persone e non stiamo parlando solo di benessere mentale, ma di sopravvivenza fisica.!

Si è riscontrato che tali disturbi hanno molti effetti fisiologici sull'organismo associati ad un eccessivo e drastico calo ponderale (nel caso dell'anoressia) o al troppo stress allo stomaco (nel caso del binge eating bulimico).

Tra le principali conseguenze fisiche:

  • Ingiallimento dei denti per eccessiva presenza di succhi gastrici in bocca o digiuno prolungato.
  • Indebolimento delle unghie e del cuoio capelluto con conseguente perdita di capelli (spesso a chiazze) a causa delle basse quantità di ferro e calcio presenti nel corpo.
  • Carnagione persistentemente pallida e spenta associata a una mancanza di risorse energetiche nel corpo.
  • Disfunzione intestinale, poiché il digiuno prolungato rallenta il metabolismo.
  • Frequenti attacchi di allergie alimentari, rifiuto prolungato di consumare determinati alimenti possono portare al fatto che il corpo li percepirà come dannosi.

La conseguenza più grave dell'anoressia e della bulimia è un cambiamento significativo nella composizione del sangue (potassio, glucosio e altri componenti), che può portare alla perdita di coscienza, coma e persino alla morte!

Da un punto di vista psicologico, una conseguenza comune della bulimia e dell'anoressia è l'isolamento del paziente, che si vergogna del suo problema e che non può seguire le tradizioni sociali..

Come uscire dall'anoressia e dalla bulimia

Per i soggetti con anoressia e bulimia l'unica soluzione è farsi aiutare da uno psicologo! In effetti, i disturbi alimentari sono tra i più comunemente trattati in psicoterapia. Esistono diversi modi per intervenire e la scelta dipende dal tipo di paziente e dalla gravità della malattia..

È importante notare che nei casi di grave sottopeso, che rappresenta una minaccia per la vita del paziente, la prima cosa da fare è ricoverare la persona in un centro specializzato, dove verranno prese le misure appropriate per ripristinare il peso..

Due approcci vengono utilizzati per superare l'anoressia e la bulimia:

  • Individuali, come psicoanalisi e sessioni di terapia cognitivo comportamentale per aiutarti a capire e iniziare a lavorare sulla fonte del disturbo inconscio o intervenire con i pensieri che sono alla base del comportamento alimentare patologico.
  • Famiglia, ad es. un colloquio psicologico, a cui partecipano tutti i membri della famiglia, e che mira a comprendere il significato relazionale dei sintomi di anoressia / bulimia all'interno della famiglia. Una volta scoperto, un terapista può aiutare a cambiare le relazioni che esacerbano i sintomi..

Indipendentemente dal tipo di approccio, è più importante e più difficile essere in grado di accettare il problema.!

Dopo che il paziente ha raggiunto la consapevolezza ed esprime la disponibilità a uscire dalla malattia, è necessario iniziare la terapia multidisciplinare, per la quale si dovrebbe consultare uno specialista. Puoi vedere il tuo medico di famiglia o psicoterapeuta.

Naturalmente, il tempo di recupero dipende dalla gravità della patologia, anche se spesso le persone colpite portano l'eredità dell'anoressia o della bulimia per tutta la vita..

Considerazioni per l'anoressia e la bulimia

L'articolo è quasi finito, ma manca qualcosa. Bene, vediamo perché è così difficile individuare queste violazioni e come puoi intervenire prima che sia troppo tardi.!

L'anoressia e la bulimia sono patologie molto pericolose e insidiose: storie di pazienti mostrano che i genitori rimangono a lungo all'oscuro dei problemi alimentari dei loro adolescenti, e quando notano il disturbo, è già in una fase molto avanzata..

Tuttavia, il problema non è nell'impiego o nell'assenza dei genitori, ma nella capacità sviluppata dei pazienti di mentire ed evitare situazioni in cui si sentono in pericolo. Uno dei problemi principali della bulimia e dell'anoressia è rilevare queste malattie prima che le manifestazioni fisiche diventino evidenti..

Oggi, fortunatamente, a seguito di varie campagne di informazione e propaganda, entrambe le violazioni sono state ufficialmente riconosciute e accettate come patologie e si sono accumulate maggiori conoscenze su anoressia e bulimia. Di conseguenza, è diventato più facile identificare entrambi i soggetti che soffrono di disturbi alimentari e insegnare come identificare i pazienti con amici e familiari..

Il nostro consiglio? Guarda attentamente i cambiamenti nel tuo corpo e nelle persone intorno a te. Solo così è possibile intervenire tempestivamente e prevenire danni irreparabili.!

Bulimia e anoressia: qual è la differenza tra loro?

Le donne sono creature che lottano per l'ideale per tutta la vita. Purtroppo, per molti, tutti gli obiettivi si riducono solo al desiderio di avere un fisico perfetto. È difficile dire se puoi biasimare per questo o no, ma dovresti prestare attenzione a coloro che con troppo zelo vanno al loro obiettivo, attraversando tutti i confini della ragione.

Il nostro obiettivo è la bulimia e l'anoressia. Sicuramente tutti hanno sentito parlare di queste malattie. Molti programmi diversi possono essere visti in TV, dove mostrano ragazze emaciate e stanche che soffrono di disturbi simili. Ma non tutti comprendono appieno come la bulimia differisce dall'anoressia. Scopriamolo.

Bulimia

La malattia è altrimenti chiamata cinoressia o bulimia nervosa. È un disturbo mentale associato al comportamento alimentare. Il paziente bulimico cerca di dimagrire, ma il suo desiderio è alternato a forti e irresistibili impulsi di mangiare grandi quantità di cibo.

Poiché questo disturbo ha una connotazione psicologica, è importante notare che la maggior parte di coloro che soffrono di bulimia hanno una volontà e una dipendenza piuttosto deboli. Questo è ciò che causa le oscillazioni selvagge da uno sciopero della fame diurno a un rimpinzamento notturno.

Notiamo i sintomi principali.

Sintomi della bulimia

Se questi possono essere chiamati sintomi o caratteristiche principali è irrilevante. Sono questi i punti che aiutano a distinguere tra bulimia e anoressia, due malattie associate ai disturbi alimentari:

  1. La bulimia può essere paragonata a un'ossessione. Sembrerebbe che anche l'anoressia non abbia logica, ma qui è importante notare quanto segue. La bulimia è il desiderio di una persona di perdere peso, per raggiungere un ideale. Ma quanto velocemente appare, così velocemente può scomparire. Diventa così: una persona si esaurisce con la fame, dopo di che può improvvisamente iniziare a mangiare troppo. Quando l'attacco di fame passa, il paziente può sentirsi in colpa o un nuovo desiderio di perdere peso.
  2. Quindi questo porta al momento successivo: un tentativo di rimuovere il cibo dal tuo corpo con qualsiasi mezzo. All'inizio può essere vomito, lavanda gastrica, clisteri, ecc. La cosa peggiore è che nel tempo il corpo inizia a rifiutare il cibo e non appena entra nel corpo lo respinge.
  3. La bulimia può essere innescata da alcuni geni. Ad esempio, uno dei genitori soffriva di questa malattia..
  4. Sorprendentemente, le persone con bulimia possono mantenere il loro peso normale, che non cambia affatto..
  5. Sfortunatamente, anche una malattia curata può ripresentarsi con il tempo..

Scoprendo con cosa abbiamo a che fare, troveremo la differenza tra bulimia e anoressia.

Anoressia

Questo è anche un disturbo neuropsichico, che si basa sul desiderio di raggiungere un corpo ideale..

Ma a differenza dei pazienti bulimici, le anoressiche hanno una volontà d'acciaio, che purtroppo ha trovato la sua applicazione nel posto sbagliato. Le anoressiche non hanno scioperi della fame e abuso di cibo - si rifiutano semplicemente di prenderlo.

Qualche dettaglio in più

Capita la differenza tra bulimia e anoressia, evidenziamo le caratteristiche principali di quest'ultima.

  1. Le anoressiche praticamente non usano tali metodi per perdere peso come clisteri e induzione artificiale del vomito. Il loro principale punto di forza è l'eccessiva attività fisica, tutti i tipi di diete e l'uso di preparati speciali per il dimagrimento..
  2. Le persone con anoressia smettono di giudicare se stesse. Se i bulimici sono in grado di vedere il risultato delle loro azioni, allora le persone anoressiche, anche dopo aver perso il 50% del loro peso corporeo, allo specchio possono sembrare grasse e per niente magre. Questo è ciò che spiega il punto successivo..
  3. L'anoressia è più una malattia mentale che fisica. Se la bulimia e l'anoressia hanno un'origine comune, il loro risultato è il seguente: i bulimici, anche se vogliono mangiare e smettere di molestarsi, non saranno in grado di farlo fisicamente nel tempo, perché il loro corpo rifiuterà il cibo. Ma le persone anoressiche arrivano solo a un peggioramento ancora maggiore del loro stato mentale..
  4. I pazienti anoressici sono per lo più ragazze dai 16 ai 25 anni..
  5. La malattia può verificarsi a causa di altre malattie del sistema endocrino.
  6. Le persone anoressiche soffrono di fatfobia - paura dell'eccesso di peso.

Effetti

La bulimia e l'anoressia sono malattie che hanno conseguenze diverse, ma piuttosto pericolose.

Può sembrare strano, ma il primo è un disturbo meno pericoloso del secondo. Sì, con la bulimia, una persona può avere problemi di stomaco, ostruzione intestinale e malattie dentali. Ma è molto più facile da trattare rispetto all'anoressia. Con un adeguato autocontrollo, una persona può guarire se stessa dalla bulimia. Naturalmente, se questa non è una fase completamente avanzata.

Sfortunatamente, questo non è il caso dell'anoressia. Il 20% dei pazienti con questo disturbo muore. L'anoressia porta non solo a una diminuzione catastrofica del grasso corporeo (che, ricordiamo, è vitale), ma porta anche a problemi della pelle. Compaiono secchezza, rugosità, ridotta elasticità.

Si verifica anche la caduta dei capelli, fino alla perdita del 70% di essi sulla testa. Fluff appare sul corpo.

Inutile dire sulla salute degli organi interni. Bradicardia, ipotensione, ipotermia sono compagni costanti delle anoressiche. Le persone con questo disturbo hanno sempre freddo..

Entrambi i disturbi portano a problemi mentali. Questo parla di stress costante, insonnia, comparsa di nuove paure, desiderio di solitudine. Bulimia e anoressia portano a disturbi ormonali nelle donne, a seguito della quale i loro periodi possono scomparire e la libido diminuire. L'anovulazione è possibile.

Come trattare?

La bulimia e l'anoressia possono essere curate allo stesso tempo? In effetti, a volte accade che questi due disturbi siano combinati in un unico organismo. Certo che puoi. Ma ogni malattia viene trattata in modo diverso. Per quelli con bulimia e anoressia, scegli la giusta terapia di combinazione.

Ma entrambi questi disturbi vengono trattati in modo diverso, sebbene ci sia qualcosa in comune. La prima cosa da ricordare: la bulimia è abbastanza facile da curare se il paziente lo desidera, ma con l'anoressia possono sorgere problemi seri.

Trattamento della bulimia

Ricorda: puoi curare la bulimia da solo. Prima di tutto, per questo devi fare quanto segue:

  1. Prepara la tua dieta. Dovresti mangiare circa 5-6 volte, ma le porzioni dovrebbero essere moderate e preferibilmente da un nutrizionista. Cerca di iniziare gradualmente a seguire la tua dieta..
  2. Se vieni improvvisamente attaccato da attacchi di fame, prova a mangiare qualsiasi frutto invece del cibo spazzatura.
  3. Trovati un hobby. Ad esempio, ballare. Cerca di evitare la palestra, altrimenti non ti libererai del pernicioso culto del corpo.
  4. Trova un amico, e forse amici, che ti sosterranno, attenersi alla dieta e allo stile di vita con te.
  5. Cerca di eliminare il più possibile dalla tua vita lo stress che mangiamo spesso. E se lo fanno, trova un altro motivo per essere felice..

Questo è tutto ciò che puoi fare per te stesso. Naturalmente, le situazioni non sono escluse quando una persona non può farcela da sola. In questo caso, hai bisogno dell'aiuto di medici che prescriveranno un corso di vitamine adatto a te e, se necessario, prescriveranno una terapia per far fronte a questa malattia..

Affrontare l'anoressia

Per sconfiggere l'anoressia, la prima cosa che una persona malata deve fare è accettare il fatto di avere problemi e abbastanza seria. È importante capire che l'anoressia non può essere curata da sola. I parenti della persona che ha la malattia dovrebbero prestare molta attenzione a questo..

Una volta che l'anoressica accetta il fatto di essere malato, considera che è già guarito del 50%. Perché l'ulteriore dipenderà solo dai medici e dai desideri del paziente stesso.

Dove vengono trattate la bulimia e l'anoressia nervosa? Naturalmente, il processo richiederà il ricovero in un ospedale speciale, dove verranno applicate diverse terapie, che non escludono sedute con uno psicoterapeuta volte a ripristinare una normale percezione della realtà e correggere le abitudini alimentari..

Ricapitolare

Ora riassumiamo per capire finalmente come la bulimia differisce dall'anoressia:

  1. La bulimia è facile da trattare, a differenza dell'anoressia.
  2. Con l'anoressia, una persona sta rapidamente perdendo peso, mentre le bulimiche spesso mantengono la loro forma.
  3. Le anoressiche si rifiutano completamente di mangiare, mentre le bulimiche sperimentano attacchi di fame e periodi di eccesso di cibo.
  4. La bulimia non è così critica per la salute come l'anoressia.
  5. Quest'ultimo è spesso caratteristico delle persone con una bassa autostima, ma una volontà enorme. La bulimia è inerente a coloro che non sono in grado di controllarsi..

Bene, ecco tutto. Certo, hai notato quanto questi due disturbi abbiano in comune. Almeno il fatto che anche gli uomini soffrano di queste malattie, anche se molti non lo sanno. Circa il 15% dei ragazzi di età compresa tra i 15 ei 25 anni soffre di questi disturbi.

Ma ci sono abbastanza differenze tra anoressia e bulimia. È importante ricordare una cosa: entrambe queste malattie sono di natura psicologica. Tutto è nella nostra testa. Non dovresti soccombere all'influenza del pubblico che loda i modelli magri o urla ad ogni angolo sull'odio per il sovrappeso. Tutto dovrebbe essere moderato. E se decidi di cambiare il tuo corpo, è fantastico. Ma resta sempre prudente. È possibile che questo non solo salverà la tua salute, ma anche la tua vita..

Anoressia e bulimia: qual è la differenza: sintomi e trattamento delle malattie

I principali disturbi alimentari includono l'anoressia (malnutrizione nervosa) e la bulimia (eccesso di cibo con i nervi). I disturbi mentali che causano queste malattie influiscono anche sulla salute fisica del paziente. Inoltre, la componente somatica della salute viene interrotta. L'anoressia e la bulimia sono concetti completamente diversi, ma entrambi influenzano l'immunità umana. Anche dopo un trattamento adeguato, sia l'anoressia che la bulimia lasciano il segno sotto forma di vulnerabilità del corpo a fattori esterni avversi (infezioni, virus, ecc.). Pertanto, possiamo dire che questi due concetti aumentano significativamente la possibilità di sviluppare malattie infettive: tubercolosi, polmonite e altre..

Volendo perdere peso può causare problemi di salute mentale

Molte persone non distinguono tra questi concetti e non capiscono quale sia la differenza tra di loro. Capiremo cos'è l'anoressia, così come la bulimia, cosa è comune e diverso in queste malattie.

Cos'è l'anoressia

Ogni donna si prende cura del proprio aspetto e nei suoi sogni si vede più magra e magra di diversi chilogrammi. Alcuni vanno in palestra per realizzare i propri sogni, altri scelgono diete rigide o si rifiutano del tutto di mangiare. In quest'ultimo caso, dovresti parlare in modo più dettagliato del rischio di gravi conseguenze per la salute. All'inizio, il paziente sopprime e ignora la sensazione di fame, quindi le papille gustative si atrofizzano così tanto che non vuole più mangiare. Di conseguenza, seguendo il peso normale, si ha una forte perdita di peso al limite critico. Questa è l'anoressia.

Segni di pericolo imminente

I sintomi dei disturbi alimentari possono sembrare lievi e insidiosamente ambigui.

  • Insoddisfazione per il proprio peso, desiderio di perdere peso, soprattutto se il peso è normale o inferiore al normale.
  • Una visione distorta del tuo corpo (pensi di essere grasso, anche se tutti intorno a te ti assicurano che non lo sei).
  • Eccessiva passione per l'esercizio.
  • Essere eccessivamente preoccupati per il tuo peso e la tua dieta.
  • Attacchi di appetito da lupo.
  • Fluttuazioni significative del peso corporeo (tre o più chilogrammi al mese).
  • Incapacità di distinguere i sentimenti sottostanti, come la fame o la tristezza.
  • Un'avversione per certi cibi e un'insolita dipendenza da altri.
  • Fare scorta di cibo.
  • Passione per lassativi, diuretici ed emetici.
  • Depressione e disturbi del sonno.

Ciò che le persone con anoressia e bulimia hanno in comune è che hanno una visione distorta del proprio corpo. Non importa quanto siano magri, si considerano comunque grassi, sebbene sappiano che in base a criteri oggettivi sono sottopeso. Insieme a tali idee sbagliate su se stessi, i pazienti negano l'ovvio. Molte donne con disturbi alimentari rifiutano di ammettere che non stanno bene e che sono difficili da trattare.

Sia nelle anoressiche che nelle bulimiche, il controllo del peso corporeo diventa un obiettivo importante nella vita. Questo è per loro, anche se sfortunato e in alcuni casi pericoloso per la vita, ma un modo per risolvere i loro problemi. La bulimia può accompagnare l'anoressia nervosa, ma può manifestarsi da sola.

Le persone con bulimia nervosa controllano il loro peso, fanno molto esercizio fisico, seguono una dieta regolare, ma hanno attacchi di abbuffate almeno due volte a settimana. In breve tempo possono mangiare un'enorme quantità di cibi ipercalorici, mentre spesso inghiottono letteralmente il cibo senza masticarlo o sentirne il gusto. La loro "baldoria" finisce quando lo stomaco inizia a far male per l'eccesso di cibo, e quindi la vittima della malattia cerca di indurre il vomito o usa una grande quantità di lassativi o diuretici.

Questo ciclo può essere ripetuto più volte alla settimana e, nei casi più gravi, più volte al giorno. Amici e parenti potrebbero non sapere che la persona a loro vicina soffre di questo disturbo, perché questi pazienti di solito banchettano da soli. A differenza dei pazienti con anoressia nervosa, non perdono peso così velocemente, possono pesare un po 'meno o anche un po' più del normale per la loro altezza, ma le loro condizioni fisiche peggiorano.

In quei pazienti che ricorrono al vomito, la gola mucosa, i denti, l'esofago sono costantemente esposti a contenuti gastrici acidi. Nei pazienti, l'attività del pancreas viene interrotta, il che porta all'ipoglicemia. Coloro che abusano di lassativi e diuretici hanno problemi intestinali o renali.

Poiché il corpo non riceve le sostanze necessarie alla vita normale, l'equilibrio elettrolitico viene disturbato e nei casi avanzati si sviluppano disidratazione, esaurimento e tutti quei cambiamenti negli organi interni di cui abbiamo parlato con l'anoressia nervosa..

Le persone con anoressia nervosa, che cercano di perdere peso, fanno esercizio fisico strenuo, si sforzano di essere costantemente in piedi, credendo che ciò aumenterà il dispendio energetico. Allo stesso tempo, iniziano a limitarsi ostinatamente all'assunzione di cibo, nonostante la sensazione di fame..

Per evitare conflitti in famiglia a causa di un'insufficiente assunzione di cibo, i pazienti creano l'aspetto di un'alimentazione normale, ad esempio nascondono discretamente e poi buttano via il cibo "mangiato". Alcune persone usano lassativi e diuretici per perdere peso, indurre il vomito e utilizzare vari integratori alimentari per dimagrire.

La restrizione persistente e attiva nel cibo porta a un calo significativo del peso corporeo, cambiamenti distrofici negli organi vitali più importanti, disturbi somatoendocrini, cachessia. I casi più gravi di anoressia nervosa possono essere fatali. Con la perdita di peso, si sviluppa l'oligomenorrea (mestruazioni brevi e rare) e l'amenorrea (assenza di mestruazioni per più di sei mesi). L'attività fisica diminuisce gradualmente, i pazienti si muovono meno, mentono di più. Si sviluppano cambiamenti distrofici nella pelle, nei muscoli, negli organi interni (incluso il miocardio - muscolo cardiaco). I pazienti appaiono pallidi ed emaciati, la pressione sanguigna e la temperatura diminuiscono, compaiono segni di anemia, si registra una significativa diminuzione della glicemia e l'attività del tratto gastrointestinale viene interrotta.

I parenti ansiosi che non capiscono nulla spesso invitano terapisti o ginecologi e poiché i pazienti nascondono attentamente le vere cause della fame e i disturbi somato-endocrini secondari sono molto pronunciati, qui sono possibili errori diagnostici. Nel frattempo, in questi casi, devi chiamare urgentemente uno psichiatra. Prima inizia il trattamento, minore è il rischio di sviluppare complicanze irreversibili. Tali pazienti spesso devono essere ricoverati in ospedale a causa di un grave esaurimento. Nei casi lievi, il trattamento per i disturbi alimentari può essere ambulatoriale.

Il trattamento dovrebbe essere completo. Nei primi giorni di permanenza in clinica, viene prestata la massima attenzione allo stato somatico del paziente (alterazioni distrofiche del miocardio, ipotensione, disturbi endocrini, ecc.), Viene effettuato un trattamento sintomatico e riparativo. Quando si prescrive una dieta, viene preso in considerazione lo stato del tratto gastrointestinale, del fegato e del pancreas. I pasti sono forniti da personale appositamente formato, i pazienti sono sotto supervisione. Un disturbo alimentare richiede un trattamento psichiatrico intenso e possibilmente a lungo termine. Prima si inizia tale trattamento, maggiori sono le possibilità di successo e pieno recupero..

- Questa è "fame di lupo", un forte aumento dell'appetito. Le persone bulimiche mangiano di notte, o con attacchi improvvisi, o costantemente, senza lasciare la cassa. È chiaro che questo comportamento porta all'obesità..

Questo è un male non solo per una ragazza giovane che è "alla ricerca attiva", ma per qualsiasi persona in generale - provoca problemi al cuore, alle articolazioni, al colesterolo, al diabete... Pertanto, le persone astute lottano con la loro bulimia. E combattere qui, sembrerebbe, è più facile: devi solo indurre il vomito. Pittura a olio: mangi, mangi, ti sballi e poi cinque minuti in bagno - e sei di nuovo pronto per un altro cambio di piatti.

La cosa principale qui è non esagerare. Un paziente bulimico che combatte l'obesità in modo troppo responsabile butta via tutto ciò che ha mangiato con il vomito. Ma il corpo ha bisogno di mangiare! Da tale bulimia all'anoressia non lontano!

- Questa è una malattia mentale in cui una persona si considera troppo grassa e fa di tutto per perdere peso. Una ragazza anoressica dichiara il desiderio assolutamente legittimo del suo corpo di mangiare la bulimia (appetito malsano, "da lupo") e la combatte al massimo del suo carattere: provoca vomito, o diarrea, o semplicemente rifiuta di mangiare.

Perché le ragazze lo fanno

La bulimia può essere causata da veri disturbi organici: malattie del sistema nervoso ed endocrino. E può anche avere una natura psicologica: le persone "prendono lo stress". L'assunzione di antidepressivi aiuta con la bulimia,

Con l'anoressia, è più difficile, questa è una malattia delle ragazze con una volontà d'acciaio e una potente autoipnosi. Non soffrono di depressione, ma c'è un desiderio frenetico di raggiungere il successo in questa vita, e sanno che questo successo assomiglia a: tutti i canali televisivi, i film e le riviste di moda sollecitano costantemente a perdere peso. Chiunque abbia visitato il personaggio principale di un film di Hollywood - donne di colore, donne cinesi, lesbiche e Dio sa chi - ma non un solo grasso! - Perché?

Perché il problema dell'obesità e delle malattie correlate è molto acuto in America. Un terzo della popolazione statunitense è obesa, il che ha causato un'epidemia di diabete mellito e fino al 10% di tutti i costi sanitari vengono spesi per combattere l'obesità e le sue conseguenze..

Di conseguenza, Hollywood fa quello che dovrebbe: propagandare. Non importa chi interpreta l'attrice - un agente di polizia, o una vittima di un serial killer, o il serial killer stesso - sarà sicuramente in forma, fresca di fitness, di yoga o di piscina. - Distorsione della realtà americana? - Questo è il sogno americano, vaffanculo.

Ogni donna si prende cura del proprio aspetto e nei suoi sogni si vede più magra e magra di diversi chilogrammi. Alcuni vanno in palestra per realizzare i propri sogni, altri scelgono diete rigide o si rifiutano del tutto di mangiare. In quest'ultimo caso, dovresti parlare in modo più dettagliato del rischio di gravi conseguenze per la salute. All'inizio, il paziente sopprime e ignora la sensazione di fame, quindi le papille gustative si atrofizzano così tanto che non vuole più mangiare. Di conseguenza, seguendo il peso normale, si ha una forte perdita di peso al limite critico. Questa è l'anoressia.

Cos'è la bulimia

Puoi ammalarti di una tale patologia con ossessioni per il controllo del peso e il desiderio di perdere peso. In primo luogo, una donna soccombe a una sensazione di fame e mangia inconsciamente cibo (soprattutto di notte), quindi provoca il vomito con la forza per liberarsi rapidamente del cibo che non è stato ancora digerito nello stomaco. Tali disturbi dell'appetito possono causare gravi disturbi digestivi, che per i pazienti possono terminare in modo sfavorevole, ma non fatale. Questo è un evidente danno al sistema neuropsichico, che spesso si verifica nella depressione..

Come sono correlate bulimia e anoressia

Entrambe le malattie sono accompagnate da fluttuazioni di peso e dallo stupido desiderio di una donna di perdere peso. Alcuni del gentil sesso tacciono sulle vere ragioni di questo desiderio, ma il risultato è lo stesso: esaurimento completo del corpo con una perdita di peso tangibile. Questo è un problema psicologico associato a una paura interna dell'obesità o all'esplosione di un complesso di inferiorità. Tuttavia, se gli attacchi bulimici possono essere fermati, l'anoressia nervosa è molto problematica per guarire finalmente - la malattia è spesso fatale..

Definizioni

- un disturbo neuropsichiatrico caratterizzato da un'irresistibile voglia di mangiare troppo. Attribuito da esperti a uno dei tipi di autolesionismo. Per mantenere un peso corporeo normale, le persone con bulimia inducono deliberatamente il vomito dopo aver mangiato e spesso abusano di lassativi. La fame di lupo può apparire spontaneamente in una persona, a seguito della quale si avventa letteralmente sul cibo, mangiandolo in enormi quantità. Gli attacchi sono accompagnati da dolore nella regione epigastrica e debolezza generale. Alcuni pazienti mangiano incessantemente durante il giorno, mentre altri fanno "raid sul frigorifero" solo di notte. La bulimia può portare a gravi conseguenze come insufficienza cardiaca acuta, nevrastenia, perdita di interesse per la vita, droga o tossicodipendenza. In rari casi, la conseguenza della malattia è la morte..

- un disturbo alimentare di natura neuropsichica, che è accompagnato dal rifiuto di mangiare per ridurre il peso. Le ragazze dai 14 ai 24 anni sono le più sensibili a questa malattia. Insieme a un grande desiderio di perdere peso, hanno una folle paura dell'obesità. Queste persone non sono in grado di percepire oggettivamente la loro forma fisica. Guardandosi allo specchio, vedono persone grasse, anche se le ossa si vedono attraverso la pelle. I sintomi dell'anoressia sono attività ridotta, irritabilità, tristezza, che periodicamente viene sostituita dall'euforia. La perdita di peso porta ad aritmie cardiache, crampi muscolari e problemi mestruali. Spesso le persone iniziano a prendere farmaci ormonali senza prima consultare uno specialista. Tali casi non sono praticamente suscettibili di trattamento e sono fatali..

In che modo la bulimia differisce dall'anoressia

Entrambe le malattie sono caratterizzate da evidenti disturbi dell'appetito, ma secondo la prognosi presentano differenze significative. Molti pazienti con bulimia sono obesi, quindi periodi di eccesso di cibo cercano di alternarsi a attacchi di vomito. Il problema sta a livello di coscienza, quando c'è una chiara fiducia che in questo modo è davvero possibile dimagrire. La malattia non è fatale, il che non si può dire della seconda diagnosi. L'anoressia differisce nella sintomatologia, poiché il paziente è arrivato deliberatamente a rifiutare il cibo, il che si porta a un grave esaurimento con un potenziale esito fatale.

Fasi della malattia

Ci sono tre fasi dell'anoressia:

  • Predanoressica o dismorfofobica. In questa fase, i sintomi sono espressi da pensieri di completezza e rifiuto del proprio corpo. C'è vergogna davanti agli altri per il loro aspetto.
  • Anoressica o dismorfomane. In questa fase vengono praticati gli scioperi della fame. Possono essere assunti farmaci per ridurre l'appetito o accelerare il metabolismo. Il cibo normale a volte viene sostituito con oggetti non commestibili per riempire lo stomaco.
  • Cahectic. Questa è un'anoressia pronunciata, che è una minaccia diretta per la vita. Allo stesso tempo, non c'è affatto appetito, compaiono seri problemi con gli organi interni, ecc., Pertanto, è necessario un appello immediato a uno psichiatra.

La psicosomatica della bulimia

Entrambe le diagnosi sono nel "reparto" di psicoterapia, quindi il gastroenterologo e il terapeuta non ti salveranno da una indigestione così spontanea. Il problema di salute prevale molto più in profondità - nella mente femminile. Un disturbo alimentare è preceduto da una situazione stressante che la donna preferisce mangiare con molto cibo. Quando lo shock nervoso passa, un senso di colpa per ciò che è stato mangiato sorge nella mente e il paziente provoca attacchi di vomito per perdere peso. Soccombendo a fattori sociali, in particolare le donne sospettose possono ammalarsi di bulimia.

Disturbi alimentari - una conseguenza di un'infanzia difficile

Secondo studi recenti, fino all'80% dei casi di bulimia e anoressia sono genetici, quindi i pazienti non dovrebbero incolpare troppo dei problemi subiti durante l'infanzia per quanto accaduto. Per migliorare le loro condizioni, questi pazienti sono molto più importanti nel processo di trattamento per ottenere supporto dai propri cari. Altri dovrebbero capire che le deviazioni nel comportamento alimentare non sorgono a causa di un cattivo carattere, cattive maniere o mancanza di volontà. Questi sono disturbi gravi che richiedono un trattamento completo..

Sintomi della bulimia

La stessa paziente non si accorge che il suo comportamento alimentare ha iniziato a differire in modo significativo dalla norma. Ma la cerchia ristretta vede cambiamenti colossali e paure per la sua salute. I sintomi tipici della bulimia progressiva sono elencati di seguito:

  • attacchi incontrollati di abbuffate;
  • aumento del nervosismo, al limite dell'aggressività;
  • enormi porzioni di cibo inghiottite a pezzi;
  • perdita delle preferenze di gusto;
  • bavaglio forzato.

Cause

Una donna sperimenta una forte fame per una ragione, una serie di fattori provocatori precedono lo sviluppo della bulimia, che riduce la qualità della vita e cambia radicalmente le preferenze di gusto. Le principali cause di questa malattia sono:

  • fattore sociale;
  • predisposizione genetica;
  • situazioni stressanti;
  • shock neuro-emotivo, shock;
  • complesso di inferiorità e desiderio di perdere peso.

Come viene trattata la bulimia

È molto difficile iniziare un trattamento efficace per la bulimia in modo tempestivo, poiché molti pazienti nascondono la loro dipendenza dal cibo con ulteriori attacchi di vomito. Se il problema viene riconosciuto, questo è il primo passo verso il recupero finale. Il paziente deve essere consapevole della differenza tra pasti normali e attacchi di bulimia. La dinamica positiva è fornita da una combinazione di psicoterapia, dietologia e metodi di trattamento farmacologico. Ecco alcuni preziosi consigli di esperti.

  1. Consultare uno psicoterapeuta e determinare insieme la causa di attacchi incontrollati di alimentazione incontrollata. Quindi prova a eliminare un fattore così provocatorio.
  2. Non sarà superfluo impegnarsi nell'autoipnosi sulla propria bellezza e sul proprio successo, riconsiderare la propria visione della vita.
  3. La terapia di gruppo e cognitivo-comportamentale, l'assunzione aggiuntiva di antidepressivi fornisce anche una dinamica positiva sostenibile nella bulimia.

Quando può intervenire uno psicologo

Immagine da cognifit.com

Nikita Chernov: "Quando una persona sta appena iniziando a provare insoddisfazione di se stessa, e può notare in se stessa capacità deboli nella regolazione delle emozioni, una sensazione di inferiorità, un alto livello di autocritica.

Ad esempio, l'abilità di autoregolazione emotiva è necessaria per una persona moderna, poiché la nostra mente ha la capacità di valutare, confrontare e formare un sentimento di inferiorità. Per imparare a regolare le tue emozioni, puoi vedere uno psicologo..

Il lavoro di uno psicologo può aiutare a non sviluppare l'anoressia, a condizione che non ci siano ancora sintomi pronunciati della malattia.

Tuttavia, se il disturbo è già insorto, è necessario il lavoro di uno psicologo, ma come parte di un team multiprofessionale ".

Sintomi dell'anoressia

La malattia non si manifesta immediatamente, all'inizio il paziente che perde sempre peso è piacevolmente soddisfatto della graduale perdita di peso. Tuttavia, presto questo processo va fuori controllo e la bilancia mostra valori già scioccanti. Se non sei abbastanza fortunato da contrarre l'anoressia, i sintomi sono i seguenti:

  • paura interna di ingrassare;
  • assenza prolungata di mestruazioni (da 3 mesi o più);
  • rifiuto completo di mangiare;
  • secchezza e cianosi della pelle;
  • unghie fragili, perdita di capelli (altri sintomi di carenza vitaminica);
  • ipersensibilità al freddo;
  • violazione del ritmo cardiaco;
  • tendenza alla depressione;
  • sport fanatici;
  • diminuzione del volume, diminuzione del tono muscolare.

Cause

Molte donne sognano di perdere peso perché è bello e alla moda. La differenza sta nel fatto che prima l'effetto desiderato era ottenuto con l'assunzione a breve termine di lassativi, principalmente di origine vegetale, e ora - con un completo rifiuto dell'assunzione di cibo, il digiuno. In quest'ultimo caso, questa è una seria affermazione per ottenere l'anoressia e morire presto. All'inizio una donna semplicemente perde peso, poi non è più in grado di fermarsi e il peso può raggiungere i 30 kg con un'altezza di 165 cm. Tra i fattori che provocano l'anoressia ci sono i seguenti:

  • instabilità della psiche nell'adolescenza;
  • stretta aderenza alle mutevoli tendenze della moda;
  • fattore sociale;
  • complesso di inferiorità interna;
  • problemi psicologici;
  • l'effetto dannoso delle diete;
  • fattore professionale (come opzione - attività di modellazione).

I disturbi alimentari sono per le persone con uno status socioeconomico elevato

L'affermazione è fondamentalmente sbagliata: l'anoressia e la bulimia non sono affatto malattie delle persone che occupano una posizione elevata nella società. Ma un'altra dipendenza può essere rintracciata: le paure eccessive di ingrassare in eccesso e le deviazioni nel comportamento alimentare da esse causate sono strettamente legate al desiderio di una persona di soddisfare determinati standard di aspetto, attivamente promossi dai media. In poche parole, il rischio di contrarre l'anoressia è molto alto tra coloro che associano il successo nella vita alle immagini che vedono sulle pagine delle riviste patinate. L'analogia imposta dalla stampa tra un corpo snello e il benessere nelle persone facilmente ispirate implica il desiderio di dedicare tutte le loro forze al raggiungimento di segni esterni di benessere a scapito di altre occupazioni e hobby necessari alla vita. Un tale disastro può accadere a chiunque, indipendentemente dallo stato socio-economico..

Metodi di trattamento

Se il paziente ha segni visibili di anoressia, è necessario il ricovero urgente, seguito dalla diagnosi dell'intero organismo. Secondo i risultati, risulta che la magrezza patologica ha un effetto dannoso non solo sull'aspetto, ma anche sulla salute interna. Ad esempio, il lavoro del miocardio viene interrotto, prevalgono patologie estese del tratto digerente e del sistema nervoso, non sono esclusi i disturbi endocrini con uno squilibrio del background ormonale. Pertanto, l'approccio ai problemi di salute deve essere completo. Ecco cosa consigliano gli esperti esperti:

  1. È necessario alimentare forzatamente il paziente con l'eventuale introduzione di cibo, glucosio attraverso un contagocce.
  2. Viene incoraggiato il lavoro di psicologi esperti in grado di determinare in modo affidabile l'eziologia del processo patologico ed eliminare il fattore patogeno..
  3. È importante eseguire la terapia farmacologica con la partecipazione di antidepressivi, complessi multivitaminici e altri gruppi farmacologici.
  4. È necessario ridurre al minimo l'attività fisica su un corpo indebolito, iniziare a condurre uno stile di vita sociale.
  5. Si raccomanda di condurre una terapia cognitivo-comportamentale per eliminare efficacemente le cause dell'anoressia, per prevenire il ripetersi in futuro.

Cosa non fare se hai un disturbo alimentare

  1. Non pesarti la mattina dopo aver mangiato. Non è necessario aggiungere stress a te stesso con questa azione inutile: non vedrai nulla di speciale lì. Sì, aumenterai di peso: ma in misura maggiore saranno l'edema e il glicogeno.
  2. Non indossare qualcosa che ti metta a disagio. Vestiti in modo da stare comodo. Cosa c'è di meglio che indossare la maglietta e i jeans più stretti dopo aver mangiato troppo? Tipo, sarà stupido, come se non rompessi * sarcasmo *.

Dovresti essere a tuo agio nei tuoi vestiti, quindi ha senso indossare un maglione più largo e pantaloni più larghi. Sì, il giorno dopo le abbuffate non sarà il giorno più felice della tua vita, ma passerà!

  • Non rimproverarti. Critiche costanti e abusi con te stesso non funzionano, ma aggravano solo la situazione, capiscilo una volta per tutte.
  • Potremmo, ovviamente, scrivere "è meglio non cercare modi per affrontare le conseguenze di un pasto pesante e non mangiare troppo - ce n'è abbastanza per tutto il giorno e non seguire una dieta rigorosa", ma qual è il punto se non funziona? In teoria, questo è vero, ma in pratica il sovrappeso è lo stesso disturbo alimentare di cui non è così facile sbarazzarsi..