Trattamento dell'anoressia

Il trattamento dell'anoressia è una combinazione di misure psicologiche, mediche e terapeutiche volte a liberare il paziente da un grave disturbo mentale che, senza un'adeguata terapia, può portare alla morte del paziente..

Che tipo di malattia è questa e quali metodi esistono per il suo trattamento? Quale tipo di terapia è più efficace? È possibile sconfiggere la malattia da soli a casa? Le risposte a queste e ad altre domande possono essere trovate leggendo il seguente articolo.

Anoressia e sue varietà

L'anoressia è un grave disturbo della psiche umana, caratterizzato dal rifiuto totale o parziale di mangiare, causato da vari motivi. Letteralmente questo termine significa "nessun appetito". Parlando di questa malattia, si intende spesso proprio anoressia nervosa, che è caratterizzata da una perdita di peso intenzionale e deliberata al di sotto della norma consentita, causata dall'insoddisfazione del proprio corpo, dal desiderio di avvicinarsi agli standard mondiali di bellezza o da un ideale creato nei pensieri.

Ma ci sono altri tipi di questa malattia che sorgono sotto l'influenza di determinati fattori su una persona: anoressia mentale, sintomatica e farmacologica, primaria e secondaria, vera e falsa, neurogena, atipica e senile.

  • Anoressia e sue varietà
  • Trattamento per l'anoressia nervosa
  • Trattamenti psicoterapeutici per l'anoressia
  • Trattamenti medici per l'anoressia
  • Terapia nutrizionale per l'anoressia e integratori alimentari
  • Trattamento domiciliare per l'anoressia
  • Diversi tipi di terapia per l'anoressia
  • Anoressia e gravidanza
  • Complicazioni e prevenzione dell'anoressia
  • Infine

L'anoressia viene diagnosticata nei bambini, negli adolescenti, negli uomini, nelle ragazze e nelle donne.

Ci sono diverse fasi nello sviluppo di questa malattia. Nelle fasi iniziali, con un trattamento tempestivo qualificato, i pazienti guariscono quasi sempre, nelle ultime fasi una persona di solito muore a causa dell'irreversibilità dei processi che si verificano nel corpo, grave esaurimento e distrofia degli organi interni, che non sono in grado di svolgere pienamente le loro funzioni.

Pertanto, è estremamente importante diagnosticare questa malattia in una persona cara e in una persona cara in tempo per fornirgli assistenza medica tempestiva, prendere le misure necessarie per trattare un tale disturbo mentale e gettare tutte le sue forze nel suo recupero..

Inoltre, l'anoressia è considerata una malattia ricorrente, cioè liberarsene non dà alcuna garanzia che non riapparirà. Per proteggere i tuoi cari dalle ricadute, devi seguire misure preventive ed essere sensibile ai cambiamenti nel comportamento di una persona cara.

Trattamento per l'anoressia nervosa

Di solito, il trattamento di questa malattia è complesso, il cui obiettivo principale è identificare le cause che hanno provocato lo sviluppo dell'anoressia e la loro eradicazione. I fattori che hanno causato l'insorgenza della malattia possono essere sia fisiologici che psicologici. Sulla base di ciò, il medico costruirà la terapia più adatta per ogni singolo paziente..

Il trattamento dell'anoressia nella maggior parte dei casi non richiede il ricovero in ospedale, i metodi terapeutici possono essere eseguiti su base ambulatoriale. Tuttavia, è estremamente importante prima di avviarlo assicurarsi che il paziente voglia davvero essere curato, si renda conto della gravità della sua situazione e non neghi di avere un problema serio. Altrimenti, non dovresti aspettare un recupero completo. Tale trattamento scaricherà solo tutto il succo e il denaro da te e non porterà il risultato desiderato..

La terapia dell'anoressia comprende:

  • trattamento farmacologico;
  • effetto psicoterapeutico;
  • cibo dietetico terapeutico.

Se la malattia si è sviluppata sullo sfondo di eventuali malattie fisiologiche, per un trattamento di qualità è necessario prima sbarazzarsi della malattia fisica e quindi trattarne le conseguenze. Per questo vengono solitamente utilizzate varie pillole e farmaci, che mireranno ad eliminare la causa che ha provocato l'insorgenza dell'anoressia..

Le ragioni psicologiche, sullo sfondo delle quali si è sviluppata questa malattia, vengono eliminate con l'aiuto di metodi psicoterapeutici. Tale trattamento è finalizzato a cambiare lo stile di vita del paziente, una percezione positiva di se stesso, un aumento dell'autostima, la formazione di un'attitudine adeguata al cibo, alle persone che lo circondano, fissando nuovi obiettivi e priorità.

Nelle prime fasi di rilevamento di questa malattia, il suo trattamento può essere limitato solo da metodi psicoterapeutici. Ma se la malattia è già entrata in una fase avanzata, sarà necessario un trattamento complesso con vari metodi:

  • terapia farmacologica finalizzata al ripristino di organi interni e sistemi corporei danneggiati;
  • trattamento con farmaci per l'aumento di peso: complessi vitaminici e minerali, antidepressivi, sedativi e antistaminici, nonché pillole per l'anoressia;
  • effetto psicoterapeutico;
  • dieta terapeutica.

Il miglior trattamento per l'anoressia è una combinazione di trattamento terapeutico, terapia familiare, psicoterapia e recupero farmacologico di organi e sistemi distrutti..

Quando potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale per l'anoressia:

  • nonostante il trattamento, il peso corporeo continua a diminuire;
  • BMI (indice di massa corporea) del trenta percento inferiore alla norma stabilita;
  • aritmia e bradicardia;
  • depressione con tendenze suicide;
  • ipopotassiemia;
  • pressione sanguigna significativamente ridotta.

Trattamenti psicoterapeutici per l'anoressia

Uno dei metodi psicoterapeutici per influenzare il paziente con anoressia è il cambiamento dello stile di vita. Questo aspetto include:

  • pasti regolari e promozione di un'alimentazione sana;
  • pianificare un menù dietetico e redigere un piano di trattamento;
  • visitare uno psicologo o un gruppo di supporto per alleviare lo stress emotivo e lo stress;
  • diminuzione dell'attività fisica fino a quando il medico non risolve il complesso delle procedure mediche dopo la stabilizzazione del peso e la normalizzazione;
  • rifiuto di pesatura costante.

Durante questo periodo, il supporto di parenti e amici è estremamente importante, quindi la psicoterapia familiare è molto comune, soprattutto per il trattamento di pazienti adolescenti..

Trattamenti medici per l'anoressia

È molto importante nella fase di trattamento di questa malattia non solo per sbarazzarsi delle cause psicologiche interne del suo verificarsi, ma anche per ripristinare il peso normale, normalizzare la nutrizione e saturare anche il corpo con varie sostanze utili..

È anche necessario occuparsi del ripristino degli organi interni e dei sistemi distrutti dalla malattia, che è caratteristico degli stadi successivi dell'anoressia. In tutti questi casi, il trattamento viene applicato utilizzando vari farmaci..

In un ambiente ospedaliero, i contagocce vengono spesso utilizzati per ripristinare l'equilibrio idrico ed elettrolitico del corpo. A casa, vari medicinali contenenti vitamine e utili macro e microelementi. Spesso si tratta di vitamine del gruppo B, in particolare B12, acido ascorbico, nonché preparati contenenti potassio, calcio e ferro.

In genere, per trattare questo grave disturbo mentale vengono prescritti antidepressivi e antipsicotici, nonché sedativi e antistaminici..

Spesso, durante il trattamento dell'anoressia, vengono prescritti farmaci che migliorano l'appetito, aiutano a ripristinare e normalizzare il metabolismo e il peso corporeo.

Gli antistaminici sono solitamente prescritti ciproeptadina, che stimola l'appetito. Anche i farmaci per l'anoressia, che influenzano l'aumento dell'appetito, sono il frenolone, l'elenio e altri.

L'assunzione di antidepressivi e antipsicotici aiuterà a sbarazzarsi delle condizioni depressive che spesso accompagnano questa malattia. Ma dovrebbero essere utilizzati anche nella terapia complessa, che prevede consultazioni con uno psicologo e uno psicoterapeuta. Nella lista degli antidepressivi proibiti c'è la fluoxetina, un farmaco che molti pazienti usano per ridurre l'appetito, provocando così lo sviluppo e la progressione dell'anoressia.

Terapia nutrizionale per l'anoressia e integratori alimentari

Il ripristino del peso normale avviene lentamente, in generale l'uscita dall'anoressia è piuttosto lunga e faticosa. È necessario iniziare a normalizzare e stabilizzare il peso del paziente solo se ha già subito un breve ciclo di psicoterapia e l'assunzione di cibo non diventerà qualcosa fuori dall'ordinario per lui.

Di solito iniziano con un piccolo numero di calorie, che aumentano gradualmente fino a 2000-3500 calorie al giorno.

A volte viene utilizzata la nutrizione parenterale o endovenosa, ma solo quando il paziente non può mangiare per vari motivi: debolezza muscolare, disturbi del ritmo cardiaco, convulsioni, sanguinamento dalla bocca, coma.

Anche la mancanza di vitamine e minerali influisce negativamente sulla salute del paziente. Pertanto, è consigliabile utilizzare additivi alimentari che ripristinano l'equilibrio dei nutrienti nel corpo:

  • complessi multivitaminici contenenti vitamine A ed E, acido ascorbico, nonché microelementi che contengono zinco, rame, calcio, selenio, magnesio e fosforo;
  • acidi grassi omega-3, presenti in grandi quantità nei pesci grassi come l'halibut o salmone, nonché nell'olio di pesce;
  • Coenzima Q10;
  • 5-HTP o 5-idrossitriptofano, che non devono essere assunti con antidepressivi;
  • creatina;
  • probiotici, latto- e bifidobatteri, acidophilus.

Nella dieta terapeutica per il trattamento dell'anoressia, vale la pena aderire ad alcune regole:

  1. Non consumare alcol, nicotina e caffeina.
  2. Bere molta acqua purificata o minerale al giorno, circa 1,5-2 litri.
  3. Il cibo proteico dovrebbe essere solo di alta qualità. È meglio usare ingredienti naturali come fonte di proteine: uova, carne, latticini, proteine ​​e frullati di erbe. Tuttavia, vale la pena sapere che il cibo proteico dovrebbe essere introdotto non nelle fasi iniziali e gradualmente, poiché è considerato difficile per il corpo.
  4. Elimina gli zuccheri raffinati dalla dieta quotidiana: soda dolce, caramelle e così via.

Trattamento domiciliare per l'anoressia

Spesso l'anoressia viene trattata in regime ambulatoriale, a casa. Tale terapia include:

  • sostegno di familiari e amici;
  • cibo dietetico;
  • farmaci;
  • rimedi popolari.

Nella fase iniziale, un tale complesso di misure allevierà rapidamente la vittima di questo terribile disturbo..

L'aiuto psicologico familiare consiste nella comunicazione regolare con il paziente, aiutandolo a rendersi conto della gravità del problema e quindi aiutarlo a una pronta guarigione. Parenti come nessuno contribuiranno alla comprensione di come sconfiggere la malattia, ti faranno sentire che non è solo e che può sempre trovare supporto in loro. È in loro potere trovare attività per il paziente che aiutino a non pensare al controllo del peso corporeo. E tutto questo avverrà sotto il loro controllo sensibile e vigile del suo comportamento alimentare: controllando la regolarità del cibo, il suo contenuto calorico.

Per una cura completa, è necessario che tutti i processi metabolici nel corpo vengano ripristinati e una dieta terapeutica equilibrata aiuterà in questo..

Anche la medicina tradizionale può aiutare con questa malattia. L'uso di vari decotti alle erbe, infusi di melissa, menta, radici di tarassaco, foglie di ortica e frutti di sorbo aiutano a stimolare l'appetito, stabilizzare il sistema nervoso e rilassarsi.

Diversi tipi di terapia per l'anoressia

Il trattamento più popolare ed efficace per questa malattia è la terapia cognitivo comportamentale. Il suo obiettivo è sostituire le convinzioni distorte e negative con pensieri reali e positivi. Questo metodo di trattamento aiuta a superare le tue paure e fissare nuovi obiettivi nella vita..

Altri tipi di terapia includono:

  1. Terapia familiare, che è finalizzata principalmente ad aiutare i genitori e le persone care del malato a rendersi conto della gravità del problema e trovare modi per superarlo, oltre a supportare il paziente nel percorso di guarigione.
  2. Il metodo Maudsley è uno dei tipi di terapia familiare, adatto principalmente alla terapia degli adolescenti e dei giovani, che consiste nel pieno controllo da parte dei genitori della normale alimentazione riparativa del paziente.
  3. Ipnosi che aiuta a sbarazzarsi di depressione e stress, tornare a un'alimentazione nutriente, aumentare l'autostima e un atteggiamento positivo verso se stessi.

Anoressia e gravidanza

Dopo il completo recupero, il livello degli ormoni sessuali nel corpo si stabilizza e il ciclo mestruale ritorna. Ma nelle ultime fasi della malattia, questo processo è irreversibile..

Questa malattia comporta rischi per le donne incinte o per coloro che cercano di concepire. Spesso questo influisce sulle condizioni del feto: il bambino nasce molto prematuramente e con difetti alla nascita.

Complicazioni e prevenzione dell'anoressia

Con l'anoressia, è probabile che si verifichino le seguenti complicazioni:

  • aritmia e insufficienza cardiaca;
  • anemia, ipopotassiemia, osteoporosi;
  • aumento dei livelli di colesterolo;
  • disturbi ormonali che portano ad amenorrea, infertilità e ritardo della crescita;
  • disidratazione e gonfiore degli arti;
  • malfunzionamenti della ghiandola tiroidea;
  • esaurimento del corpo, carie, processi mentali alterati;
  • esito fatale.

Il vomito forzato porta a:

  • prolasso del retto;
  • rottura dell'esofago;
  • indebolimento delle pareti rettali;
  • problemi con la deglutizione.
  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

È difficile prevedere il recupero da una tale malattia, poiché in ogni singolo caso ciò porta a varie conseguenze. Molto spesso, il periodo di riabilitazione dura da quattro a sette anni. E circa il venticinque per cento di coloro che si ammalano non guariscono mai completamente. Inoltre, c'è sempre la probabilità di ricadute, anche in quelle persone che sono guarite dall'anoressia..

Nelle fasi gravi, questa malattia porta alla morte per degenerazione degli organi interni e al suicidio..

Un ambiente familiare sano e positivo è essenziale per prevenire le ricadute. La famiglia e gli amici non dovrebbero concentrarsi su cibo, problemi di peso e forme ideali. È meglio dedicare le ore del pranzo al relax e ai piaceri della famiglia.

Infine

Una malattia come l'anoressia richiede un trattamento serio e a lungo termine. La più efficace in questo caso sarà la terapia complessa con l'uso di psicoterapici, farmaci e metodi di trattamento tradizionali, nonché l'alimentazione dietetica. La prevenzione della malattia si riduce alla prevenzione di possibili ricadute e al monitoraggio costante del paziente guarito.

  1. Bauer M. et al... Psichiatria, psicosomatica, psicoterapia. - M.: Aleteya, 2011.-- 456 s.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: specialista in malattie infettive, gastroenterologo, pneumologo.

Esperienza totale: 35 anni.

Istruzione: 1975-1982, 1MMI, san-gig, qualifica superiore, medico in malattie infettive.

Laurea scientifica: dottore della massima categoria, candidato in scienze mediche.

Formazione:

  1. Malattie infettive.
  2. Malattie parassitarie.
  3. Emergenze.
  4. HIV.

Anoressia fatale

Aiuta km.ru

Anoressia nervosa (dal lat.: nervosus - nervoso, nervoso; greco: anoressis - mancanza di appetito, desiderio di mangiare) - autocontrollo progressivo nel cibo causato da una ridotta percezione del proprio corpo mantenendo l'appetito per perdere peso per convinzione di essere sovrappeso e paura di ingrassare.

  • Sbarazzarsi del mal di testa
  • Trattiamo un'ernia intervertebrale
  • Infezioni intestinali - sfortuna estiva

Il desiderio di perdere molto peso è una norma o una malattia?

Nel gennaio 2012, l'American Council of Fashion Designers ha vietato alle agenzie negli Stati Uniti di assumere modelli con anoressia. Nel 2006, un divieto simile è suonato a Milano: alle agenzie italiane è stato vietato di collaborare con modelle il cui indice corporeo è inferiore a 18,5. Il motivo è semplice: l'epidemia di anoressia ha colpito il settore dei modelli. E non solo lui!

La modella francese di 28 anni Isabelle Caro (un servizio fotografico con lei è diventato un simbolo della lotta contro la perdita di peso catastrofica), la modella israeliana di 34 anni Ilanit Elimelech, la brasiliana di 21 anni Anna Carolina Raston, il modello maschile di 38 anni, il bel Jeremy Glitzer e molte migliaia di "star" iniziali del settore della modellazione hanno sofferto.

Secondo le statistiche, lo 0,7-1% della popolazione soffre di disturbi alimentari, il 6% dei pazienti con anoressia muore per un desiderio ossessivo di perdere peso e circa lo stesso numero si suicida. La maggior parte dei pazienti sono ragazze di 13-20 anni, meno spesso donne e ragazzi adulti soffrono. Nelle persone anziane, l'anoressia è un sintomo allarmante, che significa depressione latente o demenza imminente.

Orrore sonoro

Allora cos'è questa malattia? Un intero complesso di problemi è nascosto sotto il sonoro nome latino. L'anoressia è la riluttanza del corpo a prendere cibo. L'appetito di una persona scompare, cerca di mangiare il meno possibile, il cibo cessa di essere digerito normalmente, provoca vomito o mal di stomaco. Ci sono molte ragioni per questo disturbo. In un bambino, l'anoressia può derivare da una grave stomatite, labbro leporino, palatoschisi, ernia esofagea, ecc. - fa male ed è scomodo da mangiare, quindi rifiuta il cibo. Negli adulti, le cause mediche comuni dell'anoressia sono tumori del cervello e dello stomaco, tumori del sangue, disfunzione tiroidea, schizofrenia e demenza. Ma anche il desiderio di mangiare e la capacità di assimilare il cibo scompaiono con l'esaurimento, dalla lunga fame, dal cibo scarso. Così, dopo la revoca del blocco di Leningrado e la liberazione dei prigionieri dei campi di concentramento, molte vittime della fame sono morte perché i soccorsi erano arrivati ​​troppo tardi: le riserve del corpo erano esaurite e non è stato possibile ripristinarle..

Anoressia nervosa, che, in effetti, ha sofferto dei modelli morti - una malattia di doppia natura. In primo luogo, una persona ossessionata dal desiderio ossessivo di perdere peso si limita nel cibo e porta all'esaurimento, quindi entra in gioco la biologia. Il lungo digiuno provoca uno squilibrio elettrolitico, la carenza di potassio porta a problemi cardiaci, il tratto gastrointestinale soffre e l'equilibrio ormonale "vola". Nelle donne con anoressia, le mestruazioni si interrompono, negli uomini la potenza diminuisce o scompare.

La vita è sull'altare della bellezza!

Quasi tutti gli adolescenti sperimentano di tanto in tanto insoddisfazione per il loro aspetto. Per la maggior parte, questo scompare, come altri problemi dell'adolescenza. Per alcuni, in particolare le ragazze, questo si trasforma in dismorfofobia corporea, una convinzione ossessiva nella propria non attrattiva. E come puoi sentirti bella quando hai (oh, orrore!) Fino a 50 chilogrammi, e modelli così sottili e popolari e personaggi televisivi stanno guardando dalle pagine delle riviste? Commenti inappropriati dei genitori, scherno dei compagni di classe o una prima storia d'amore sbagliata aggiungono benzina sul fuoco e la ragazza inizia a perdere peso.

All'inizio, tutto sembra innocuo: restrizioni alimentari, esercizio fisico, scintilla negli occhi alla vista dei numeri cari sulla bilancia. Ma perdere peso abbastanza velocemente si trasforma da mezzo a obiettivo. Inizia un disturbo ossessivo-compulsivo, il paziente anoressico non è più in grado di percepire adeguatamente la realtà. Non importa quanto pesa, è sicura di essere ancora "grassa e terribile" - che perderà altri cinque chili e diventerà una principessa. La ragazza non nota sbiadimento, doppie punte, capelli rovinati, ghiandole mammarie cadute, pelle secca e infiammata, capelli e alitosi - pensa che la magrezza superi tutti questi svantaggi.

A volte un corpo sano prende il sopravvento per un po 'e l'affamato si avventa sul cibo... per ritirarsi in bagno dopo pochi minuti, indurre il vomito e liberarsi del cibo odiato! Allo stesso modo, le donne anoressiche agiscono quando i loro genitori o medici cercano di costringerle a "mangiare come esseri umani"..

È inutile parlare con una persona in tale stato, convincere è come persuadere uno schizofrenico che non è Napoleone, ma Vasya Pupkin. Quando cerca di intervenire, la paziente fingerà di mangiare, ma in realtà darà da mangiare al cane o al gatto, lasciandolo cadere discretamente o nascondendolo nella sua stanza, quindi gettandolo via. Tutto ciò testimonia una dipendenza simile al narcotico o all'adrenalina. Il "dimagrimento" ossessivo è una forma di protezione psicologica, fuga dalla realtà: è così che una persona con una nevrosi della purezza si lava le mani fino a farle sanguinare. Prima o poi, il corpo non può stare in piedi.

Facciamo una diagnosi

L'unico modo per curare completamente l'anoressia è far uscire il paziente dalla situazione traumatica, trovare, identificare ed eliminare la vera causa del disturbo. Nella maggior parte dei casi, la malattia è accompagnata da depressione palese o latente, tendenze suicide, un grave complesso di inferiorità, a volte è il risultato di violenza domestica o di una prima esperienza sessuale infruttuosa, un tentativo di attirare l'attenzione dei propri cari, una reazione al divorzio o alla morte dei genitori.

È molto importante determinare la malattia in tempo e cercare aiuto il prima possibile, prima che il corpo inizi a soffrire e la dipendenza patologica non si sia ancora formata. Una persona ha l'anoressia se:

- ha perso più del 20% del peso in sei mesi;
- appare emaciato, con guance infossate, costole sporgenti;
- con i capelli spenti e la pelle che ha iniziato a marcire con i denti;
- nelle ragazze - le mestruazioni si sono fermate, il seno è notevolmente diminuito;
- tutto il tempo preoccupato per il suo "eccesso di peso", diventa dolorosamente eccitato quando parla di questo argomento;
- non mangia con tutti o si mette in porzioni estremamente ridotte, mentre persuade gli altri a mangiare;
- usa sempre tisane dimagranti e diuretiche, beve, fa clisteri, lava lo stomaco;
- si pesa più volte al giorno e cade nella disperazione, guadagnando qualche centinaio di grammi;
- si blocca costantemente, lamenta debolezza, mal di testa, problemi di stomaco, costipazione;
- sperimentare attacchi di gola, seguiti da depressione e senso di colpa;
- dopo aver mangiato, si chiude in bagno o in toilette per indurre il vomito;
- con tutto questo, sono sicuro che è assolutamente sano, ha un bell'aspetto e non ha problemi;

Sei o più elementi dell'elenco dimostrano che una persona è gravemente malata, è necessario consultare un medico. Tre o più: il problema è in arrivo.

Ripristinare la connessione con il corpo

Nella fase acuta dell'anoressia, quando il peso del paziente raggiunge i 40, 30 o meno chilogrammi, l'assistenza medica è indispensabile. Purtroppo, nella maggior parte dei casi, il ricovero è necessario per un trattamento complesso: nutrizione endovenosa, dieta speciale, assistenza psichiatrica e psicologica. È vero, non tutti i parenti sono d'accordo. Nel giugno di quest'anno, in Inghilterra, le autorità gallesi hanno approvato una legge che consente l'alimentazione forzata dei pazienti con anoressia. Tuttavia, i parenti di una donna di 32 anni che, secondo questa legge, è stata ricoverata in un ospizio e ha iniziato a prendersene cura, hanno protestato contro il trattamento in tribunale - a loro avviso, ha scelto volontariamente il suo destino e ha il diritto di morire pacificamente.

I parenti dei malati dovrebbero sapere che è inutile dar loro da mangiare "impercettibilmente", persuaderli, persuaderli a mangiare qualcosa - questo causerà solo aggressività, irritazione e il desiderio di ingannare parenti e amici fastidiosi. L'unica cosa che si può fare (naturalmente, parallelamente all'assistenza psicologica e medica) è distrarre l'anoressica, cambiare coscienza e riconfigurare il corpo.

Cerca di trovare un'attività che interessi il dimagrimento e allo stesso tempo richieda un discreto sforzo da parte sua, ad esempio nuoto, ciclismo, equitazione, danza. Offrigli intrattenimento esotico: un viaggio in India o in Siberia, trekking in montagna, paracadutismo, sci nautico. Prendendo adrenalina dall'esercizio o dagli sport estremi, l'anoressica ha tutte le possibilità di distrarre dalla malattia e uscire da una situazione traumatica inosservata.

È possibile influenzare la mente del paziente solo nei momenti di illuminazione, quando una persona è in grado di valutare adeguatamente le sue condizioni e il grado di distruzione del corpo. Cerca di trasmettere che la malattia esiste già e deve essere curata.

La terapia orientata al corpo, l'improvvisazione del contatto, il massaggio regolare e altre tecniche che ripristinano la connessione con il proprio corpo sono molto utili in questi casi. E, cosa più importante, lascia che il paziente abbia abbastanza attenzione e amore, lascia che sia in grado di credere di essere attraente, prezioso e importante per i suoi cari.

Che cos'è l'anoressia nervosa: sintomi e come aiutare

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare. Le persone con anoressia sono ossessionate dalla magrezza, rifiutano di mangiare e si sfiniscono. Se non agisci in tempo, inizieranno processi irreversibili nel corpo e la persona morirà.

In questo articolo ti diremo: da quali segni riconoscere l'anoressia, a quali complicazioni porta il disturbo e come aiutare una persona cara a uscire da questo stato.

Da dove viene l'anoressia nervosa e chi è a rischio?

L'anoressia è una condizione complessa causata da una combinazione di diversi fattori: psicologici, biologici, sociali. Ecco alcune delle cause dell'anoressia nervosa.

Ripetute condizioni di stress possono essere un fattore scatenante. Ad esempio, i genitori hanno sempre confrontato la loro figlia con altri bambini, e non a suo favore. Quando la ragazza è cresciuta e si è innamorata, voleva sembrare irresistibile. Oppure la ragazza è andata in un'agenzia di modelle, ma lì non è stata accettata: la figura non si adattava.

L'anoressia può essere provocata da un trauma psicologico di lunga data: abuso sessuale e fisico. Oppure, quando tra amici, parenti, qualcuno soffre di disturbi nervosi, obesità, depressione, alcolismo, tossicodipendenza.

Il desiderio doloroso di perdere peso può essere ereditato. Una bassa autostima e insicurezza possono causare anoressia.

Il culto della magrezza è attivamente coltivato dalle riviste di moda. Questo fa una forte impressione sulla fragile psiche degli adolescenti. Oppure una persona vive in un'area in cui le donne magre sono considerate lo standard di bellezza.

Non sottovalutare la condizione patologica - la disfunzione dei neurotrasmettitori - sostanze attive che regolano il comportamento alimentare umano. Questi includono serotonina, dopamina, norepinefrina.

L'anoressia nervosa è più comune negli adolescenti. La maggior parte delle persone con questa diagnosi sono ragazze di età compresa tra 12 e 27 anni. Meno comunemente, il disturbo si verifica in donne e uomini maturi.

Segni di anoressia

Le persone con anoressia tendono a nascondere attentamente il loro disturbo. Non la considerano una patologia e sono sicuri di non aver bisogno di aiuto. Pertanto, è piuttosto difficile riconoscere la malattia in una fase iniziale. Ma probabilmente.

Esistono tre tipi di segni di anoressia: comportamentale, esterno, psicologico. Considerali.

1. Segni comportamentali dell'anoressia nervosa

Una persona con anoressia inizia a comportarsi in modo strano: sembrano abitudini che prima non c'erano.

  • Evita i cibi che lo fanno sembrare grasso..
  • Induce il vomito dopo aver mangiato.
  • Assunzione di lassativi e diuretici, farmaci che sopprimono l'appetito.
  • Mangia in modo innaturale: in piedi, frantuma il cibo in piccoli pezzi, non mastica.
  • Non partecipa ai pasti in famiglia con nessun pretesto.
  • Appassionato di nuove ricette.
  • Cucina per i propri cari, ma non mangia se stesso.

2. Segni esterni

Nel tempo compaiono segni esterni di anoressia, che non dipingono affatto una persona.

  • Dolorosa magrezza senza motivo medico. Se parliamo di un adolescente, non ingrassa durante un periodo di crescita attiva.
  • Una persona è costantemente pesata, ha un'ossessione per il suo eccesso di peso in generale o in singole parti del corpo: addome, cosce, glutei.
  • Coinvolto attivamente nello sport.
  • Il sistema endocrino è interrotto. Per questo motivo, le donne smettono di avere le mestruazioni e gli uomini hanno una diminuzione della libido e problemi di potenza..
  • Le ragazze adolescenti non sviluppano le ghiandole mammarie, i ragazzi non sviluppano i genitali.
  • Compaiono spasmi muscolari, aritmie.
  • L'uomo nega il problema della sua magrezza. Può bere molta acqua prima di pesare, indossare abiti larghi.

3. Segni psicologici

Una persona con anoressia nervosa cambia non solo esternamente ma anche internamente. C'è una paura patologica dell'obesità e un'ossessione per perdere peso ad ogni costo. Il paziente pensa che essere magro gli darà bellezza e tranquillità..

In questo contesto, il sonno peggiora nel tempo. La persona diventa permalosa e irascibile. Gli sbalzi d'umore, dall'euforia alla depressione profonda, sono comuni. A causa della psiche instabile, i pazienti con anoressia sono spesso suicidi.

Come riconoscere l'anoressia in un adolescente?

L'anoressia nervosa è più comune negli adolescenti, quindi i genitori dovrebbero essere in grado di riconoscere i sintomi pericolosi prima che la loro salute ne risenta.

Ecco i segni con cui puoi identificare l'anoressia in un adolescente.

  1. Il bambino è insoddisfatto del suo aspetto, si gira costantemente davanti allo specchio, parla di bellezza.
  2. Il conteggio delle calorie sta diventando una routine quotidiana indispensabile.
  3. Le abitudini alimentari del bambino cambiano. Comincia a mangiare da piccoli piatti, smette di masticare, taglia il cibo in piccoli pezzi o si rifiuta di mangiare con qualsiasi pretesto.
  4. Può assumere segretamente diuretici e lassativi, pillole dimagranti.
  5. Si esaurisce con uno sforzo fisico eccessivo e diete discutibili.
  6. L'adolescente diventa nervoso, riservato, depresso. Perde amici a causa di questo.
  7. Indossa abiti larghi cercando di nascondere i difetti nella sua figura.
  8. L'aspetto è allarmante: occhi infossati, capelli spenti che cadono, unghie fragili che si staccano, pelle secca e sottile, sotto la quale risplendono le costole e le clavicole. Le articolazioni sembrano esorbitanti.

C'è un punto particolarmente importante che non dovrebbe essere trascurato. Di regola, gli adolescenti con anoressia comunicano con persone che la pensano allo stesso modo su moduli e in gruppi di social media. Lì si supportano a vicenda nella loro ricerca per perdere peso. Sostengono infatti la malattia: incoraggiano lunghi scioperi della fame e gioiscono per i chili persi. A cosa porta questo, ora lo scoprirai.

Quali sono le conseguenze dell'anoressia nervosa

Questa malattia è considerata una delle più pericolose. Se non raggiungi il tempo, una persona può rovinarsi per sempre la salute o morire..

  1. Il lavoro del cuore viene interrotto, a causa del quale si verificano attacchi di aritmia potenzialmente letali. La carenza di potassio e magnesio porta a vertigini, svenimenti, aumento della frequenza cardiaca.
  2. Immunità ridotta. Una persona è costantemente perseguitata da raffreddori complicati, stomatite.
  3. Si verifica depressione, disturbo ossessivo-compulsivo. L'uomo non può concentrarsi.
  4. Il lavoro del sistema endocrino è interrotto. Il metabolismo rallenta, si sviluppa l'infertilità.
  5. La digestione funziona male. Costipazione, pesantezza allo stomaco, crampi, nausea.
  6. La persona ha un esaurimento nervoso costante, prestazioni ridotte, scarsa memoria e sbalzi d'umore.
  7. Le ossa diventano sottili e fragili. Compaiono l'osteoporosi e il rischio di fratture.

Fasi dell'anoressia nervosa

Il disturbo si sviluppa gradualmente, in più fasi. I medici distinguono quattro fasi dell'anoressia nervosa. Ognuno è caratterizzato dai propri cambiamenti nel corpo, modelli di comportamento e segni esterni. Prima inizi il trattamento, maggiori sono le possibilità di uscire da questa condizione senza gravi complicazioni..

La fase iniziale dell'anoressia nervosa

La fase iniziale dura da due a quattro anni. In questo momento sorgono pensieri sulla propria inferiorità dovuta all'eccesso di peso..

La persona è sicura: per la felicità ha bisogno di perdere peso. Diventa irritabile, depresso, passa molto tempo davanti allo specchio. Le abitudini alimentari iniziano a cambiare: una persona sta cercando la sua dieta ideale, limitandosi gravemente. Nel tempo, si arriva alla conclusione che il modo più corretto è il digiuno..

Stadio anoressico

Questa fase può essere lunga, fino a due anni. Il digiuno lungo porta alla fase anoressica. Compaiono nuovi segni:

  • Il peso è ridotto del 20-30%.
  • Invece di suonare l'allarme, una persona sperimenta l'orgoglio e l'euforia..
  • La dieta si sta stringendo: dopo aver rinunciato a proteine ​​e carboidrati, una persona passa a latticini e alimenti vegetali.
  • Il paziente convince se stesso e gli altri della mancanza di appetito.
  • Si esercita con l'attività fisica.
  • Il corpo è disidratato, quindi la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca diminuiscono.
  • La pelle diventa secca e più sottile.
  • I capelli cadono.
  • L'uomo ha sempre freddo.
  • Il lavoro delle ghiandole surrenali è interrotto.
  • Gli uomini si fermano nelle donne, il desiderio sessuale negli uomini.

Stadio cachettico dell'anoressia

Questa fase inizia da un anno e mezzo a due anni dopo la fase anoressica. Processi irreversibili si verificano nel corpo: si verifica la distrofia di tutti gli organi.

A questo punto, la persona ha già perso almeno il 50% del suo peso. Inizia ad avere un edema privo di proteine, una condizione in cui il corpo riceve meno proteine ​​e le prende dal sangue. I sistemi circolatorio e linfatico iniziano a funzionare male e l'escrezione di liquidi dalle cellule diminuisce.

Tutti i sistemi di organi non funzionano correttamente, l'equilibrio idrico-elettrolitico è disturbato, si verifica una carenza di potassio e il cuore si ferma.

Fase di riduzione

La fase di riduzione o ricorrente è una ricaduta. Il corso del trattamento per i pazienti con anoressia è finalizzato al ripristino del peso. Ma a volte questo porta di nuovo a idee folli. Il paziente ricomincia a morire di fame, esaurendosi con esercizi fisici.

La fase di riduzione è pericolosa perché può manifestarsi per diversi anni. Pertanto, dopo il corso del trattamento, il paziente dovrebbe sempre essere sotto la supervisione di medici, psicologi e parenti..

Come aiutare una persona cara con anoressia

Non appena noti segni di anoressia nervosa in una persona cara, suona l'allarme - portalo immediatamente in ospedale. Poiché l'anoressia nervosa è un disturbo psicologico, devi andare in una clinica psichiatrica, al dipartimento di nevrosi. Ricorda che ogni giorno conta per questi pazienti. Ogni giorno potrebbe essere l'ultimo.

Per diagnosticare un disturbo alimentare, i medici eseguono un esame completo. Include:

  1. Colloquio. Al paziente viene chiesto cosa mangia, come si percepisce e vengono rivelati problemi psicologici nascosti..
  2. Analisi. Il sangue del paziente viene prelevato per lo zucchero e gli ormoni. Con l'anoressia, i tassi saranno bassi.
  3. Radiografia. Aiuta a rivelare l'assottigliamento di ossa e articolazioni.
  4. Tomografia computerizzata - per escludere un tumore al cervello.
  5. Esame ginecologico - per assicurarsi che il ciclo mestruale sia interrotto a causa dell'anoressia.

I pazienti con anoressia vengono curati in regime di ricovero da un team di specialisti: neuropatologo, psichiatra, gastroenterologo, psicologo clinico. Allo stesso tempo, il paziente viene sottoposto a terapia di gruppo, quindi riceve un feedback adeguato. Ad esempio, a una paziente viene detto che è bella, ha appena perso molto peso e ha bisogno di stare meglio..

Il trattamento consiste in diverse fasi. In primo luogo, viene prescritto il riposo a letto e viene prescritta la dieta. Ai pazienti vengono somministrate iniezioni di insulina per creare appetito. Se una persona non mangia, viene iniettata una soluzione di glucosio con insulina e l'alimentazione forzata - attraverso un tubo. La fase dura da due a tre settimane.

Dopo che il paziente guadagna da due a tre chilogrammi, inizia la terapia specifica. Il paziente può alzarsi e viene gradualmente trasferito a una normale modalità di vita e nutrizione. In questa fase viene eseguita la psicoterapia comportamentale e cognitiva. Il primo aiuta ad aumentare di peso, include esercizio moderato e terapia nutrizionale. Il secondo aiuta il paziente a cambiare la percezione distorta del proprio corpo..

Il trattamento principale è integrato con farmaci per ridurre l'ansia, fermare la depressione, ripristinare gli ormoni e sostenere un corpo impoverito con vitamine e minerali.

Dopo un ciclo di trattamento, una persona deve essere costantemente monitorata - per monitorare la sua dieta, mostrarla ai medici. Il rischio di recidiva persiste per diversi anni.

Ricapitolare

L'anoressia nervosa è una malattia pericolosa difficile da riconoscere nella fase iniziale. Dopotutto, le persone con un disturbo alimentare nascondono attentamente la situazione e non la considerano problematica. Se ignori la malattia, causerà danni a tutti gli organi e morte..

È importante essere attenti ai tuoi cari: coniugi, figli adolescenti. Se noti segni di anoressia nervosa, ricoverare immediatamente il paziente: questo gli salverà la vita.

Dopo il corso del trattamento, non allentare il controllo: assicurati che la persona mangi davvero bene e non finga. Resta in contatto con il tuo medico e psicologo. Solo in questo modo salverai la tua salute e i tuoi cari da una terribile malattia..

Preparato da: Alexander Sergeev
Foto di copertina: Depositphotos

Anoressia: uno stile di vita o una malattia? Circa le cause, i sintomi e il trattamento

Nel mondo moderno, sempre più giovani donne e ragazze si torturano con una varietà di diete, cercando di sbarazzarsi dei chili in più dall'addome e dai fianchi. E questo non sorprende, poiché attualmente "l'immagine ideale" è rappresentata da bambine magre dal pallore aristocratico. Ma poche persone sanno che dietro il costante rifiuto di un'alimentazione adeguata e della malnutrizione si trova una malattia molto pericolosa: l'anoressia, che porta a un aspetto molto terrificante e in alcuni casi può essere fatale..

Cos'è l'anoressia?

L'anoressia (dal latino - "mancanza di appetito", "mancanza di voglia di mangiare") è una malattia basata su un disturbo alimentare, accompagnata da un rifiuto totale o parziale di mangiare. Il picco di incidenza è tra i 12 ei 25 anni e, ovviamente, oltre il 75% dei casi è nel gentil sesso. È più comune nelle donne e negli uomini con la pelle bianca. Alcuni autori attribuiscono l'anoressia alla malattia professionale dei modelli femminili. La prevalenza della patologia tra di loro è superiore al 60%.

Viene calcolato come peso corporeo in chilogrammi diviso per l'altezza al quadrato (in metri). L'intervallo normale è compreso tra 18,5 e 24,99. La particolarità della malattia è che il paziente non può mantenere un peso corporeo normale, anche se lo ha acquisito sotto la supervisione di una persona cara o di un medico.

Fattori di rischio per lo sviluppo dell'anoressia

Una serie di fattori può influenzare lo sviluppo della patologia, come ad esempio:

  • genetico. Più recentemente, sono stati scoperti geni che possono influenzare lo sviluppo dell'anoressia nervosa, il gene HTR2A del recettore della serotonina e il fattore neurotrofico del cervello. Quest'ultimo svolge anche un ruolo importante nella regolazione del comportamento alimentare e del livello dei più importanti neurotrasmettitori - sostanze ormonali biologicamente attive. Tra questi ci sono la dopamina, la serotonina o "l'ormone del buon umore" e la norepinefrina. Non meno importante è una predisposizione a un certo tipo di personalità e disturbi mentali (ansiosi o affettivi - uno stato emotivo), una violazione dell'attività funzionale dei sistemi neurotrasmettitori. Il determinismo genetico può manifestarsi in varie condizioni sfavorevoli, ad esempio dopo un forte stress emotivo o quando si utilizza una dieta scorretta e troppo rigida;
  • biologico. Tra questi ci sono l'inizio precoce della prima mestruazione e una storia di sovrappeso. Inoltre, un certo ruolo nello sviluppo della malattia è giocato dalla disfunzione dei neurotrasmettitori che influenzano il comportamento alimentare: dopamina, serotonina, norepinefrina. È stata questa scoperta che gli scienziati hanno trovato nei pazienti con anoressia. Uno dei fattori, ma non la causa dello sviluppo della malattia, che aggrava il decorso della malattia è la carenza di zinco. Quindi uno dei grandi studi randomizzati (uno dei tipi di esperimenti scientifici) ha mostrato che il consumo di questa sostanza in una dose di 14 mg al giorno ha accelerato l'aumento di peso nei pazienti con anoressia a metà, rispetto al gruppo che assumeva placebo (sostanze, senza alcun trattamento terapeutico proprietà, "dummy");
  • culturale. Questi includono vivere in un'area in cui uno dei criteri principali per la bellezza femminile è la magrezza;
  • famiglia. La presenza in famiglia di un parente con anoressia, depressione, bulimia nervosa (un disturbo alimentare caratterizzato da ripetuti attacchi di eccesso di cibo) che abusa di alcol aumenta il rischio di sviluppare la malattia;
  • personale. I sentimenti di insicurezza, inferiorità di sé, bassa autostima influenzano anche la formazione dell'anoressia;
  • età. Sono uno dei principali fattori di rischio, questo gruppo è composto da adolescenza e adolescenza. Va notato che oggi c'è stata una tendenza a ridurre l'età che funge da debutto della malattia..

Tipi di anoressia

A seconda della causa che porta alla malattia, l'anoressia può essere:

  • vero o primario. Questo tipo è dovuto alla presenza di una grave malattia endocrina, somatica o mentale nel paziente. Cioè, a causa dell'influenza di un certo fattore, il lavoro del centro digestivo, situato nel midollo allungato, viene interrotto; una persona si rende conto e capisce che è necessario mangiare, ma non può farlo;
  • falso, o secondario, in cui il paziente si rifiuta ostinatamente di mangiare per convinzione personale della propria deformità fisica.

Secondo il meccanismo di sviluppo, la patologia è:

  • neuropsichico (cachessia o psicogena, anoressia nervosa). È provocato da una malattia mentale di diversa natura (psicosi maniaco-depressiva, schizofrenia, sindrome ipocondriaca, disturbi dello stato mentale borderline - varie fobie, nevrastenia, stati depressivi) ed è caratterizzato da una restrizione parziale o completa dell'assunzione di cibo;
  • neurodinamica. Il rifiuto di mangiare è dovuto all'inibizione del centro dell'appetito, che si trova nel cervello a causa dell'effetto su di esso di un forte stimolo, ad esempio un dolore intenso;
  • nevrotico. Di solito si verifica dopo un grave shock emotivo, spesso di natura negativa (morte di un amico o parente stretto, abuso fisico o sessuale).

I tipi neurodinamici e nevrotici, a loro volta, sono riconosciuti nel tempo anche dal paziente stesso, che nella maggior parte dei casi promette una prognosi favorevole per l'esito della malattia.

Fasi della malattia

Nel suo sviluppo, la patologia attraversa tre fasi successive:

Iniziale, iniziale o disformonico

È caratterizzato dalla predominanza di pensieri sulla propria inferiorità, inferiorità, completezza immaginaria. A volte c'è una combinazione di una credenza nel sovrappeso e altri difetti personali - orecchie cadenti, labbra "troppo" spesse o un naso brutto. La fase iniziale si basa sulla discrepanza tra l'immagine del paziente e il suo ideale o idolo: un famoso modello o artista, una persona cara. Qualsiasi osservazione sull'aspetto può innescare lo sviluppo di anoressia. Tipicamente: guardare a lungo la tua immagine allo specchio, sentirsi ansioso e depresso. La durata di questa fase va da due a quattro anni..

Anoressica

I pazienti iniziano passaggi attivi per sradicare i loro difetti immaginari, che possono essere nascosti per molto tempo. Cominciano a cercare la dieta ideale per loro, dopo averla trovata, vi aderiscono rigorosamente, nella fase iniziale, escludendo gli alimenti proteici, per poi ricorrere completamente al consumo di soli alimenti vegetali. Sviluppare per se stessi una serie di esercizi fisici che contribuiscono alla perdita di peso, ridurre il sonno, iniziare a bere grandi quantità di caffè nero, fumare.

La ricerca di nuovi metodi per sbarazzarsi del peso in eccesso porta all'uso di diuretici, psicostimolanti, "bruciagrassi", lassativi, farmaci dimagranti, clisteri. I pazienti possono indurre artificialmente il vomito, la lavanda gastrica, bevendo più di tre litri di liquidi al giorno. La perdita di peso può essere più della metà dell'originale. Ciò porta a debolezza generale, letargia, malessere, aumento della sudorazione, attacchi di soffocamento, mancanza di respiro, vertigini, aumento della frequenza cardiaca, irregolarità mestruali che si verificano nelle ragazze e nelle donne (ad esempio, oligomenorrea - un raro aspetto di "mestruazioni").

Cahectic

È caratterizzato da disturbi somatoendocrini, un significativo deterioramento delle condizioni generali. Lo strato di grasso sottocutaneo scompare completamente (i pazienti diventano come uno "scheletro ricoperto di pelle", viene applicata anche un'espressione stabile - "pelle e ossa"), denti e capelli tendono a cadere, la pelle si stacca, la pressione sanguigna diminuisce, la frequenza cardiaca rallenta, la temperatura il corpo diminuisce, si uniscono crampi muscolari, polineurite (infiammazione di molte terminazioni nervose), stipsi persistente, completa assenza di mestruazioni (amenorrea). I pazienti sono indifferenti alle influenze ambientali, dinamici, trascorrono la maggior parte del loro tempo a letto, ma insistono comunque sul fatto di essere in sovrappeso e rifiutano di mangiare.

Sintomi dell'anoressia

Segni psicogeni

Il quadro clinico della malattia è vario, dipende dallo stadio e può includere:

  • un desiderio ossessivo di perdere peso, anche con un peso corporeo normale iniziale;
  • paura di essere in sovrappeso (fobia del grasso);
  • ripetendo pensieri solo sulla questione della perdita di peso, i pazienti possono iniziare a contare le chilocalorie anche nel dentifricio;
  • rifiuto di mangiare, spesso giustificato da uno spuntino recente o dalla mancanza di appetito;
  • una sorta di conduzione di vari rituali prima di mangiare: masticare troppo a lungo, servire in piccole porzioni, tagliare il cibo in piccoli pezzi, ecc.;
  • disagio psicologico dopo aver mangiato;
  • il desiderio di svolgere attività fisiche estenuanti;
  • insoddisfazione per il successo nella perdita di peso;
  • indossare abiti larghi che nascondono "pienezza";
  • difendendo aggressivamente la loro innocenza riguardo al loro peso corporeo in eccesso;
  • il desiderio di solitudine o di trovare un partner che condivida interessi;
  • depressione dello stato mentale, fino a stati depressivi e apatici;
  • diminuzione delle prestazioni;
  • incapacità di concentrarsi su qualsiasi cosa;
  • disturbi del sonno - frequenti risvegli notturni, insonnia;
  • labilità emotiva - sbalzi d'umore.

Manifestazioni vegetative e somatiche

Tra i sintomi fisiologici, l'anoressia è caratterizzata da:

  • capelli fragili;
  • laminazione di chiodi;
  • desquamazione della pelle;
  • tendenza a decadere i denti;
  • crescita pronunciata dei peli di vellus sugli arti, sul viso (lanugine);
  • vertigini;
  • frequenti svenimenti (sincope);
  • bassa pressione sanguigna;
  • violazione dell'attività cardiaca (il verificarsi di varie aritmie - bradicardia, tachicardia e altri);
  • gonfiore delle gambe e delle braccia (a causa della mancanza di proteine ​​nel corpo);
  • alito cattivo;
  • freddezza delle estremità, loro tonalità marmorea (manifestazione di insufficienza circolatoria);
  • atrofia muscolare;
  • violazione del ciclo mestruale;
  • fragilità delle ossa, la loro tendenza alla frattura dovuta allo sviluppo dell'osteoporosi - rarefazione della struttura ossea;
  • diminuzione della libido - attrazione per il sesso opposto;
  • prolasso degli organi interni - reni, fegato, ecc.;
  • calvizie irregolare o diffusa (alopecia).

C'è anoressia negli uomini?

Nella vita di tutti i giorni siamo abituati a sentire l'espressione "anoressica", che suona come un insulto nei confronti dei rappresentanti troppo magri della bella metà della popolazione. Ma la malattia si diffonde al sesso più forte? Sfortunatamente, ma tra i pazienti con anoressia, un rappresentante su quattro è un uomo. Due tipi di uomini sono principalmente inclini alla patologia:

  • con un sistema muscolare sottosviluppato e bassa statura;
  • passato sovrappeso.

La loro malattia ha le seguenti caratteristiche:

  • gli uomini non vogliono condividere con gli altri il loro desiderio di perdere peso;
  • spesso lo sviluppo dell'anoressia è associato a varie malattie mentali: nevrosi, schizofrenia;
  • aderenza più rigorosa alle loro considerazioni ideologiche, rari guasti alimentari;
  • la malattia colpisce non solo i giovani, ma anche gli uomini di età superiore ai 40 anni che amano varie pratiche spirituali e purificano il corpo;
  • spesso l'obesità immaginaria funge da distrazione, nascondendo parti più imperfette del corpo: bassa statura, brutti lineamenti del viso, ecc..

Le conseguenze dell'anoressia

A causa dell'assunzione insufficiente di nutrienti vitali, possono svilupparsi le seguenti manifestazioni:

  • depressione, apatia, tendenze suicide, tendenza all'alcolismo, significativo indebolimento della memoria (a causa della mancanza di glucosio e altre sostanze importanti nel cervello);
  • esacerbazione di malattie croniche, tendenza alla patologia infettiva (fungina, virale, batterica) - a causa di una diminuzione dello stato immunitario;
  • dolore alla colonna vertebrale e ad altre ossa, tendenza a fratturarsi al minimo sovraccarico - con osteoporosi avanzata;
  • dolore toracico, ostruzione intestinale, debolezza muscolare - a causa di una diminuzione dei livelli di potassio;
  • infertilità, amenorrea, patologia della tiroide e di altre ghiandole - a causa dello sviluppo di uno squilibrio ormonale;
  • danno al fegato, ai reni, al cuore, agli organi del tratto gastrointestinale - con la formazione di insufficienza multiorgano.

Diagnostica: dall'esame alla risonanza magnetica

Per identificare l'anoressia, è importante raccogliere i reclami caratteristici della malattia, esaminare il paziente (consente di determinare una notevole diminuzione del grasso sottocutaneo, una diminuzione del volume muscolare, ritardo della crescita), calcolare l'indice di massa corporea ed eseguire i seguenti test di laboratorio e studi strumentali:

  • un esame del sangue generale - una diminuzione del livello di emoglobina ed eritrociti è caratteristica (a causa di una carenza di ferro e vitamina B12);
  • zucchero nel sangue: una diminuzione del glucosio inferiore a 3,3 mmol / l;
  • determinazione degli ormoni tiroidei (T3, T4) - è possibile ridurre il loro livello e aumentare l'ormone stimolante la tiroide (TSH);
  • elettrocardiografia - necessaria per stabilire varie aritmie cardiache;
  • esame ecografico degli organi interni e del cuore - al fine di identificare possibili cambiamenti in essi;
  • imaging a risonanza magnetica o computerizzata - per la diagnosi di neoplasie benigne o maligne del cervello, che possono essere la causa dello sviluppo di anoressia.

Il trattamento dell'anoressia, è una dieta necessaria?

Per molto tempo non c'erano metodi di terapia nel trattamento della malattia. Ma anche oggi, per ottenere anche un minimo successo, il paziente deve fare ogni sforzo. Il trattamento inizia con una dieta ipocalorica (fino a 1600 kcal) e un regime alimentare adeguato. I pasti includono mangiare un cibo semiliquido pastoso in piccole porzioni ogni tre ore. Nei casi più gravi, una soluzione proteica (poliammina) viene iniettata per via endovenosa e le prime tre settimane vengono alimentate per via parenterale (mediante infusione endovenosa). Nelle 9 settimane successive il menù viene ampliato, portandolo al solito modo di mangiare.

Farmaci

Dalla terapia farmacologica può essere utilizzato:

  • Atropina, Cerucal - per prevenire il riflesso del vomito prima di mangiare;
  • Fluoxetina, Paxil, Eglonil - come antidepressivi.

Infusi di cenere di montagna, melissa, menta, camomilla possono essere usati come stimolanti dell'appetito. Un aspetto molto importante nel trattamento dell'anoressia sono i seguenti tipi di psicoterapia:

  • cognitivo - per correggere la percezione distorta di se stessi come grasso, sopprimere i pensieri depressivi negativi;
  • comportamentale, che nel tempo porta ad un aumento di peso;
  • famiglia, utilizzato per correggere le violazioni dei rapporti in famiglia. Molto efficace negli adolescenti sotto i 18 anni.

Risultati della malattia

L'anoressia è un problema piuttosto grave e può sfociare in:

  • recupero completo - possibile con l'invio tempestivo a uno specialista e il trattamento della malattia nelle prime fasi;
  • corso ricorrente - possibile in più della metà dei casi;
  • lo sviluppo di eccesso di cibo incontrollato, che porta a un eccesso di peso, che ha un effetto molto negativo sullo stato mentale dei pazienti;
  • esito letale dovuto allo sviluppo di insufficienza multiorgano - secondo varie fonti dal 5% al ​​20% dei casi.

Come prevenire il ripetersi della malattia?

Il momento più pericoloso è la prima metà dell'anno dopo il trattamento. È durante questo periodo che c'è un grande rischio di rifiutarsi di mangiare e tornare al modo di pensare del passato. C'è anche il pericolo di soffocare le manifestazioni della malattia dalla dipendenza dalla tossicodipendenza o dall'uso di bevande alcoliche. Pertanto, è necessario attenersi il più possibile alle seguenti raccomandazioni:

  • i parenti stretti dovrebbero fornire condizioni confortevoli per la vita del paziente, prestargli attenzione, monitorare le sue azioni;
  • elaborare un programma nutrizionale per il paziente che includa tutti i nutrienti vitali; non seguire alcuna dieta;
  • mangiare piccoli pasti ogni tre ore;
  • non guardare programmi di moda o leggere riviste pertinenti;
  • è importante trovare la tua attività preferita: un hobby;
  • coccolatevi con cose nuove, una visita ai saloni termali, massaggi, manicure e altro. Ma in nessun caso il cibo deve diventare un incentivo;
  • evitare situazioni stressanti, poiché possono servire da impulso per la ricaduta dell'anoressia.

Conclusione

L'anoressia oggi è una malattia molto comune a cui è difficile rispondere ai moderni metodi di trattamento. Questo è il motivo per cui in un certo numero di paesi, ad esempio Israele, vengono emanate leggi che vietano la partecipazione a promozioni di uomini e donne sempre più magri..