Che cos'è l'anoressia nervosa: sintomi e come aiutare

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare. Le persone con anoressia sono ossessionate dalla magrezza, rifiutano di mangiare e si sfiniscono. Se non agisci in tempo, inizieranno processi irreversibili nel corpo e la persona morirà.

In questo articolo ti diremo: da quali segni riconoscere l'anoressia, a quali complicazioni porta il disturbo e come aiutare una persona cara a uscire da questo stato.

Da dove viene l'anoressia nervosa e chi è a rischio?

L'anoressia è una condizione complessa causata da una combinazione di diversi fattori: psicologici, biologici, sociali. Ecco alcune delle cause dell'anoressia nervosa.

Ripetute condizioni di stress possono essere un fattore scatenante. Ad esempio, i genitori hanno sempre confrontato la loro figlia con altri bambini, e non a suo favore. Quando la ragazza è cresciuta e si è innamorata, voleva sembrare irresistibile. Oppure la ragazza è andata in un'agenzia di modelle, ma lì non è stata accettata: la figura non si adattava.

L'anoressia può essere provocata da un trauma psicologico di lunga data: abuso sessuale e fisico. Oppure, quando tra amici, parenti, qualcuno soffre di disturbi nervosi, obesità, depressione, alcolismo, tossicodipendenza.

Il desiderio doloroso di perdere peso può essere ereditato. Una bassa autostima e insicurezza possono causare anoressia.

Il culto della magrezza è attivamente coltivato dalle riviste di moda. Questo fa una forte impressione sulla fragile psiche degli adolescenti. Oppure una persona vive in un'area in cui le donne magre sono considerate lo standard di bellezza.

Non sottovalutare la condizione patologica - la disfunzione dei neurotrasmettitori - sostanze attive che regolano il comportamento alimentare umano. Questi includono serotonina, dopamina, norepinefrina.

L'anoressia nervosa è più comune negli adolescenti. La maggior parte delle persone con questa diagnosi sono ragazze di età compresa tra 12 e 27 anni. Meno comunemente, il disturbo si verifica in donne e uomini maturi.

Segni di anoressia

Le persone con anoressia tendono a nascondere attentamente il loro disturbo. Non la considerano una patologia e sono sicuri di non aver bisogno di aiuto. Pertanto, è piuttosto difficile riconoscere la malattia in una fase iniziale. Ma probabilmente.

Esistono tre tipi di segni di anoressia: comportamentale, esterno, psicologico. Considerali.

1. Segni comportamentali dell'anoressia nervosa

Una persona con anoressia inizia a comportarsi in modo strano: sembrano abitudini che prima non c'erano.

  • Evita i cibi che lo fanno sembrare grasso..
  • Induce il vomito dopo aver mangiato.
  • Assunzione di lassativi e diuretici, farmaci che sopprimono l'appetito.
  • Mangia in modo innaturale: in piedi, frantuma il cibo in piccoli pezzi, non mastica.
  • Non partecipa ai pasti in famiglia con nessun pretesto.
  • Appassionato di nuove ricette.
  • Cucina per i propri cari, ma non mangia se stesso.

2. Segni esterni

Nel tempo compaiono segni esterni di anoressia, che non dipingono affatto una persona.

  • Dolorosa magrezza senza motivo medico. Se parliamo di un adolescente, non ingrassa durante un periodo di crescita attiva.
  • Una persona è costantemente pesata, ha un'ossessione per il suo eccesso di peso in generale o in singole parti del corpo: addome, cosce, glutei.
  • Coinvolto attivamente nello sport.
  • Il sistema endocrino è interrotto. Per questo motivo, le donne smettono di avere le mestruazioni e gli uomini hanno una diminuzione della libido e problemi di potenza..
  • Le ragazze adolescenti non sviluppano le ghiandole mammarie, i ragazzi non sviluppano i genitali.
  • Compaiono spasmi muscolari, aritmie.
  • L'uomo nega il problema della sua magrezza. Può bere molta acqua prima di pesare, indossare abiti larghi.

3. Segni psicologici

Una persona con anoressia nervosa cambia non solo esternamente ma anche internamente. C'è una paura patologica dell'obesità e un'ossessione per perdere peso ad ogni costo. Il paziente pensa che essere magro gli darà bellezza e tranquillità..

In questo contesto, il sonno peggiora nel tempo. La persona diventa permalosa e irascibile. Gli sbalzi d'umore, dall'euforia alla depressione profonda, sono comuni. A causa della psiche instabile, i pazienti con anoressia sono spesso suicidi.

Come riconoscere l'anoressia in un adolescente?

L'anoressia nervosa è più comune negli adolescenti, quindi i genitori dovrebbero essere in grado di riconoscere i sintomi pericolosi prima che la loro salute ne risenta.

Ecco i segni con cui puoi identificare l'anoressia in un adolescente.

  1. Il bambino è insoddisfatto del suo aspetto, si gira costantemente davanti allo specchio, parla di bellezza.
  2. Il conteggio delle calorie sta diventando una routine quotidiana indispensabile.
  3. Le abitudini alimentari del bambino cambiano. Comincia a mangiare da piccoli piatti, smette di masticare, taglia il cibo in piccoli pezzi o si rifiuta di mangiare con qualsiasi pretesto.
  4. Può assumere segretamente diuretici e lassativi, pillole dimagranti.
  5. Si esaurisce con uno sforzo fisico eccessivo e diete discutibili.
  6. L'adolescente diventa nervoso, riservato, depresso. Perde amici a causa di questo.
  7. Indossa abiti larghi cercando di nascondere i difetti nella sua figura.
  8. L'aspetto è allarmante: occhi infossati, capelli spenti che cadono, unghie fragili che si staccano, pelle secca e sottile, sotto la quale risplendono le costole e le clavicole. Le articolazioni sembrano esorbitanti.

C'è un punto particolarmente importante che non dovrebbe essere trascurato. Di regola, gli adolescenti con anoressia comunicano con persone che la pensano allo stesso modo su moduli e in gruppi di social media. Lì si supportano a vicenda nella loro ricerca per perdere peso. Sostengono infatti la malattia: incoraggiano lunghi scioperi della fame e gioiscono per i chili persi. A cosa porta questo, ora lo scoprirai.

Quali sono le conseguenze dell'anoressia nervosa

Questa malattia è considerata una delle più pericolose. Se non raggiungi il tempo, una persona può rovinarsi per sempre la salute o morire..

  1. Il lavoro del cuore viene interrotto, a causa del quale si verificano attacchi di aritmia potenzialmente letali. La carenza di potassio e magnesio porta a vertigini, svenimenti, aumento della frequenza cardiaca.
  2. Immunità ridotta. Una persona è costantemente perseguitata da raffreddori complicati, stomatite.
  3. Si verifica depressione, disturbo ossessivo-compulsivo. L'uomo non può concentrarsi.
  4. Il lavoro del sistema endocrino è interrotto. Il metabolismo rallenta, si sviluppa l'infertilità.
  5. La digestione funziona male. Costipazione, pesantezza allo stomaco, crampi, nausea.
  6. La persona ha un esaurimento nervoso costante, prestazioni ridotte, scarsa memoria e sbalzi d'umore.
  7. Le ossa diventano sottili e fragili. Compaiono l'osteoporosi e il rischio di fratture.

Fasi dell'anoressia nervosa

Il disturbo si sviluppa gradualmente, in più fasi. I medici distinguono quattro fasi dell'anoressia nervosa. Ognuno è caratterizzato dai propri cambiamenti nel corpo, modelli di comportamento e segni esterni. Prima inizi il trattamento, maggiori sono le possibilità di uscire da questa condizione senza gravi complicazioni..

La fase iniziale dell'anoressia nervosa

La fase iniziale dura da due a quattro anni. In questo momento sorgono pensieri sulla propria inferiorità dovuta all'eccesso di peso..

La persona è sicura: per la felicità ha bisogno di perdere peso. Diventa irritabile, depresso, passa molto tempo davanti allo specchio. Le abitudini alimentari iniziano a cambiare: una persona sta cercando la sua dieta ideale, limitandosi gravemente. Nel tempo, si arriva alla conclusione che il modo più corretto è il digiuno..

Stadio anoressico

Questa fase può essere lunga, fino a due anni. Il digiuno lungo porta alla fase anoressica. Compaiono nuovi segni:

  • Il peso è ridotto del 20-30%.
  • Invece di suonare l'allarme, una persona sperimenta l'orgoglio e l'euforia..
  • La dieta si sta stringendo: dopo aver rinunciato a proteine ​​e carboidrati, una persona passa a latticini e alimenti vegetali.
  • Il paziente convince se stesso e gli altri della mancanza di appetito.
  • Si esercita con l'attività fisica.
  • Il corpo è disidratato, quindi la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca diminuiscono.
  • La pelle diventa secca e più sottile.
  • I capelli cadono.
  • L'uomo ha sempre freddo.
  • Il lavoro delle ghiandole surrenali è interrotto.
  • Gli uomini si fermano nelle donne, il desiderio sessuale negli uomini.

Stadio cachettico dell'anoressia

Questa fase inizia da un anno e mezzo a due anni dopo la fase anoressica. Processi irreversibili si verificano nel corpo: si verifica la distrofia di tutti gli organi.

A questo punto, la persona ha già perso almeno il 50% del suo peso. Inizia ad avere un edema privo di proteine, una condizione in cui il corpo riceve meno proteine ​​e le prende dal sangue. I sistemi circolatorio e linfatico iniziano a funzionare male e l'escrezione di liquidi dalle cellule diminuisce.

Tutti i sistemi di organi non funzionano correttamente, l'equilibrio idrico-elettrolitico è disturbato, si verifica una carenza di potassio e il cuore si ferma.

Fase di riduzione

La fase di riduzione o ricorrente è una ricaduta. Il corso del trattamento per i pazienti con anoressia è finalizzato al ripristino del peso. Ma a volte questo porta di nuovo a idee folli. Il paziente ricomincia a morire di fame, esaurendosi con esercizi fisici.

La fase di riduzione è pericolosa perché può manifestarsi per diversi anni. Pertanto, dopo il corso del trattamento, il paziente dovrebbe sempre essere sotto la supervisione di medici, psicologi e parenti..

Come aiutare una persona cara con anoressia

Non appena noti segni di anoressia nervosa in una persona cara, suona l'allarme - portalo immediatamente in ospedale. Poiché l'anoressia nervosa è un disturbo psicologico, devi andare in una clinica psichiatrica, al dipartimento di nevrosi. Ricorda che ogni giorno conta per questi pazienti. Ogni giorno potrebbe essere l'ultimo.

Per diagnosticare un disturbo alimentare, i medici eseguono un esame completo. Include:

  1. Colloquio. Al paziente viene chiesto cosa mangia, come si percepisce e vengono rivelati problemi psicologici nascosti..
  2. Analisi. Il sangue del paziente viene prelevato per lo zucchero e gli ormoni. Con l'anoressia, i tassi saranno bassi.
  3. Radiografia. Aiuta a rivelare l'assottigliamento di ossa e articolazioni.
  4. Tomografia computerizzata - per escludere un tumore al cervello.
  5. Esame ginecologico - per assicurarsi che il ciclo mestruale sia interrotto a causa dell'anoressia.

I pazienti con anoressia vengono curati in regime di ricovero da un team di specialisti: neuropatologo, psichiatra, gastroenterologo, psicologo clinico. Allo stesso tempo, il paziente viene sottoposto a terapia di gruppo, quindi riceve un feedback adeguato. Ad esempio, a una paziente viene detto che è bella, ha appena perso molto peso e ha bisogno di stare meglio..

Il trattamento consiste in diverse fasi. In primo luogo, viene prescritto il riposo a letto e viene prescritta la dieta. Ai pazienti vengono somministrate iniezioni di insulina per creare appetito. Se una persona non mangia, viene iniettata una soluzione di glucosio con insulina e l'alimentazione forzata - attraverso un tubo. La fase dura da due a tre settimane.

Dopo che il paziente guadagna da due a tre chilogrammi, inizia la terapia specifica. Il paziente può alzarsi e viene gradualmente trasferito a una normale modalità di vita e nutrizione. In questa fase viene eseguita la psicoterapia comportamentale e cognitiva. Il primo aiuta ad aumentare di peso, include esercizio moderato e terapia nutrizionale. Il secondo aiuta il paziente a cambiare la percezione distorta del proprio corpo..

Il trattamento principale è integrato con farmaci per ridurre l'ansia, fermare la depressione, ripristinare gli ormoni e sostenere un corpo impoverito con vitamine e minerali.

Dopo un ciclo di trattamento, una persona deve essere costantemente monitorata - per monitorare la sua dieta, mostrarla ai medici. Il rischio di recidiva persiste per diversi anni.

Ricapitolare

L'anoressia nervosa è una malattia pericolosa difficile da riconoscere nella fase iniziale. Dopotutto, le persone con un disturbo alimentare nascondono attentamente la situazione e non la considerano problematica. Se ignori la malattia, causerà danni a tutti gli organi e morte..

È importante essere attenti ai tuoi cari: coniugi, figli adolescenti. Se noti segni di anoressia nervosa, ricoverare immediatamente il paziente: questo gli salverà la vita.

Dopo il corso del trattamento, non allentare il controllo: assicurati che la persona mangi davvero bene e non finga. Resta in contatto con il tuo medico e psicologo. Solo in questo modo salverai la tua salute e i tuoi cari da una terribile malattia..

Preparato da: Alexander Sergeev
Foto di copertina: Depositphotos

Anoressia: 10 segni principali

Molto spesso, l'anoressia si verifica nelle ragazze dai 14 ai 25 anni. Angelina Jolie, Demi Moore, Victoria Beckham, Mary-Kate Olsen, Yulia Lipnitskaya lo hanno spostato in vari momenti. Allo stesso tempo, è quasi impossibile determinare l'anoressia solo da segni esterni. Se noti questi sintomi nei tuoi cari, molto probabilmente hanno bisogno dell'aiuto di uno specialista..

Segno numero 1. Si blocca costantemente

L'anoressia influisce sulla produzione degli ormoni tiroidei, che regolano i processi metabolici e sono responsabili del normale funzionamento del sistema immunitario. Una delle conseguenze di questo squilibrio è una violazione del regime di temperatura corporea. A causa della scarsa microcircolazione e del calo della temperatura interna, i pazienti con anoressia congelano costantemente. Sono distribuiti da abiti larghi a più strati che devono indossare anche nella stagione calda. Per lo stesso motivo, il corpo inizia a essere coperto da uno strato di sottili peli di vellus: è così che il corpo cerca di riscaldarsi. Inoltre, rende le persone con questo disturbo alimentare più probabilità di contrarre il raffreddore a causa del loro sistema immunitario indebolito. Ad esempio, un comune raffreddore può facilmente trasformarsi in sinusite cronica o mal di gola..

Segno numero 2. Comincia a farsi coinvolgere nella cucina

La passione per la cucina e la voglia di sfamare tutti intorno è uno dei principali sintomi dell'anoressia. Puoi scoprire la malattia avendo improvvisamente il desiderio di guardare programmi di cucina, parlare molto di cibo, raccogliere ricette, leggere libri di cucina e preparare sontuose cene per la famiglia. È vero, è improbabile che il paziente stesso tocchi i piatti preparati. Il cibo inizia ad occupare tutti i pensieri, ma non è più associato a ciò che può essere assunto internamente. Qualcuno pensa che l'interesse per la cucina sia un tentativo del cervello di ricordarti cosa il corpo ha bisogno di mangiare. Altri credono che le persone anoressiche traggano gioia e piacere indiretti dal guardare gli altri mangiare. Se noti che un amico sta offrendo il pranzo al suo animale domestico, buttando via il cibo o spostandolo nei piatti di altre persone, questo è motivo di preoccupazione..

Segno numero 3. Spesso triste e che perde facilmente la pazienza

Diete estreme portano a carenze nutrizionali e squilibri in alcuni ormoni: serotonina, dopamina, ossitocina, leptina e cortisolo, l'ormone dello stress. Pertanto, i pazienti con anoressia sperimentano sbalzi d'umore improvvisi e il comportamento alimentare ossessivo aumenta. Ad esempio, alcuni di loro iniziano a lavarsi le mani dopo ogni contatto con il cibo. Inoltre, i cambiamenti endocrini causano sentimenti intensificati di ansia e depressione persistente, i dipendenti della Harvard Medical School ne sono certi. Il fatto è che gli estrogeni e l'ossitocina aiutano a combattere la paura, ridurre lo stress e l'ansia. E i bassi livelli di questi ormoni, tipici delle persone con anoressia, rendono difficile superare la paura del cibo. Allo stesso tempo, la pressione dei parenti aumenta solo l'ansia..

Firma il numero 4. Gomme velocemente

La mancanza di un'alimentazione adeguata e lo scarso appetito portano ad un aumento della fatica. Poiché la malnutrizione proteico-energetica si verifica con l'anoressia, ciò influisce negativamente sul lavoro di tutti gli organi e sistemi del corpo. Per mantenere la vita, è costretto a utilizzare risorse interne, che sono tutt'altro che illimitate. Di conseguenza, la forza muscolare diminuisce nei pazienti con anoressia. Cominciano a stancarsi più velocemente, a sentire debolezza, sonnolenza e frequenti capogiri. Inoltre, sono possibili svenimenti e insufficienza cardiaca (polso debole, aritmia). Più velocemente una ragazza perde peso, più pronunciate sono le spiacevoli conseguenze..

Segno numero 5. Dimagrisce drasticamente e ha paura di aumentare di peso

Il solo pensiero di essere in grado di recuperare fa prendere dal panico chi soffre di anoressia. Allo stesso tempo, è quasi impossibile dar loro da mangiare. Per mantenere la quantità di calorie consumate al minimo, non tutte le ragazze si rifiutano di mangiare. Usano metodi diversi per ridurre il peso corporeo. Secondo uno studio di psicologi americani, l'86% delle persone con disturbi alimentari induce artificialmente il vomito, il 56% abusa di lassativi, un altro 49% abusa di diuretici. Oltre ai cambiamenti nel comportamento, nel tempo iniziano a comparire segni esterni della malattia. Questi includono drammatica perdita di peso, guance e pancia incavate, borse per gli occhi azzurri, clavicole sporgenti, ginocchia e gomiti appuntiti. Allo stesso tempo, la pelle diventa secca e pallida ei capelli diventano fragili e opachi..

Segno numero 6. Diventa riservato e poco comunicativo

Quando il desiderio di perdere peso si trasforma in un'ossessione, il cerchio degli interessi si restringe. Un paziente con anoressia diventa ritirato e non comunicativo, perde gradualmente il contatto con la famiglia e gli amici. Poiché in questo momento una persona è lasciata sola con il suo problema, inizia a cercare supporto nella cerchia delle stesse persone che la pensano allo stesso modo che stanno perdendo peso. Di regola, le persone con anoressia si trovano in comunità speciali che promuovono la malattia. Lì condividono rapporti quotidiani e "hack di vita" che li aiutano nel loro cammino verso il "corpo perfetto". Gli amministratori di sistema non hanno tempo per tenere traccia di tali contenuti dannosi, quindi questi gruppi continuano a esistere. Secondo i ricercatori canadesi, i social media sono uno dei principali catalizzatori per lo sviluppo dei disturbi alimentari.

Segno # 7. Contando costantemente le calorie

Il conteggio rigoroso delle calorie è un'altra regola seguita dalle anoressiche. Registrano ogni cibo che mangiano. Di norma, queste ragazze riducono le calorie a 400-700 al giorno. Allo stesso tempo, molti iniziano i cosiddetti "diari alimentari". Vengono pubblicati sui social network utilizzando l'hashtag #anorexiadiary. In alcuni la malattia inizia con un innocuo rifiuto di dolci e cibi ricchi di amido, mentre altri decidono di rinunciare alla carne o di diventare vegani. Dall'esterno, può sembrare che tutto stia accadendo nell'ambito del concetto di alimentazione sana, quindi i parenti percepiscono queste restrizioni come un capriccio adolescenziale. Ma presto la dieta si riduce a pochi cibi "sicuri" a basso contenuto di grassi e l'umore inizia a dipendere dai numeri sulla bilancia..

Firmare il numero 8. Fare esercizio fisico e camminare

Nell'anoressia, una dieta estrema è spesso accompagnata da un esercizio estenuante. Pertanto, i pazienti si puniscono per aver mangiato e bruciano le calorie che sono entrate nel corpo. Secondo uno studio condotto da medici italiani, il 45% dei pazienti con disturbi alimentari ha fatto ricorso ad attività fisica intensa. Questo fenomeno è più comune nelle donne rispetto agli uomini, secondo gli scienziati dell'Università La Trobe in Australia. Con l'anoressia, i pensieri sull'allenamento diventano ossessivi: quando, per qualche motivo, i pazienti saltano le lezioni, provano un forte senso di colpa. Se un'amica ha iniziato a camminare molto e torturarsi con uno sforzo fisico prolungato, molto probabilmente ha bisogno di aiuto, avvertono gli psichiatri..

Segno numero 9. Si lamenta per il fallimento del ciclo mestruale

La riduzione delle dimensioni delle porzioni e del numero di pasti influisce negativamente sulla sintesi di leptina e insulina, ormoni che regolano l'appetito. La loro carenza porta a vari disturbi metabolici e neuroendocrini. Ad esempio, le ossa del paziente diventano più sciolte e fragili e quindi il rischio di fratture aumenta in modo significativo. Inoltre, con l'anoressia, la produzione di ormoni sessuali diminuisce, a causa della quale la crescita sessuale rallenta, la funzione riproduttiva del corpo viene interrotta e la libido scompare. Di norma, insieme alla perdita di chilogrammi nei pazienti con anoressia, il ciclo mestruale viene interrotto. E anche con una mancanza di leptina, il cervello smette di controllare il processo di perdita di peso. Di conseguenza, il corpo inizia a perdere peso rapidamente ea rifiutare il cibo in arrivo a livello cellulare..

"Capelli e denti stavano cadendo." Una storia onesta di una ragazza alle prese con l'anoressia

Nella Giornata internazionale contro l'anoressia, il 16 novembre, la corrispondente AiF-Voronezh ha parlato con la 23enne Maria Ivanova (il cognome è stato cambiato su richiesta dell'eroina - ndr) su cosa l'ha spinta a rifiutare il cibo e quale percorso ha intrapreso per combattere con la malattia.

"Sono sempre stata una ragazza completa"

Victoria Molotkova, AiF-Voronezh: Maria, dicci perché hai deciso di iniziare a perdere peso? C'era una sorta di punto critico?

Maria: Sono sempre stata una ragazza molto grassoccia, sinceramente convinta di non poter perdere peso. Da bambino, non è mai successo che improvvisamente andassi allo specchio e mi piacessi. Ho preso la completezza come un dato di fatto. Ad esempio, alcune persone hanno gli occhi marroni, mentre altri hanno il blu e non possono cambiarlo. Anche con completezza. Ero l'unico bambino non solo in famiglia, ma anche nel minuscolo villaggio in cui vivevo, e mi nutrivano di tutto, e con cibi grassi ipercalorici. Nonna ha cotto torte, ciambelle, frittelle, tutti mi hanno spinto cioccolatini e dolci. Ho formato abitudini alimentari completamente sbagliate. Non c'era ombra di capire che stavo mangiando in modo errato, anche se i medici mi hanno rimproverato agli esami medici, mi hanno mandato da un endocrinologo.

Per la prima volta ho pensato al fatto che ho bisogno di perdere peso in terza media, quando ho iniziato a realizzarmi da ragazza. Ho capito che difficilmente avrei potuto attrarre qualcuno con un aspetto simile, perché poi ho raggiunto il mio peso massimo: 90 chilogrammi. I miei compagni di classe mi hanno preso in giro? Beh si. Ma non abbastanza per motivarmi.

Dopo la prima media, mi sono trasferito in un'altra scuola, è stato molto stress per me e ho perso l'appetito. Ho buttato via cinque chilogrammi, hanno cominciato a farmi i complimenti e all'improvviso ho pensato: “Wow, che bello! Si scopre che posso perdere peso ". E ha perso altri cinque chilogrammi, già limitandosi all'alimentazione. Allora non conoscevo il conteggio delle calorie e l'ho fatto in modo intuitivo. Ciò che mi sembrava dannoso, escluso, mangiavo più frutta e verdura. Ho finito la scuola con un peso di 65 chilogrammi.

All'università avevo una situazione finanziaria difficile. Ho studiato, lavorato sodo e il peso è andato via da solo. Ho risparmiato su tutto: non ho preso un minibus, ho camminato, non ho cenato all'università, ho fatto merenda al mattino e alla sera. Alla fine del primo corso, pesavo circa 55 chilogrammi, e quello era il mio peso sano. Avremmo dovuto fermarci a questo. Ma poi accadde una serie di eventi tragici: il divorzio dei genitori, la morte della nonna. Ho perso fino a 50 chilogrammi. Ho perso il ciclo mestruale, mi sono sentito male, i miei capelli hanno cominciato a cadere.

- Ti sei rivolto ai medici per chiedere aiuto?

- Quando ho deciso di vedere un medico, non avevo il ciclo da cinque mesi. Ma l'endocrinologo ha detto che questo è il mio peso sano e ha consigliato una dieta per mantenerlo. Ho pensato che con questa dieta avrei potuto migliorare e ho iniziato a tagliare notevolmente le porzioni.

Il mio ideale era di 48 chilogrammi, perché mia madre pesava lo stesso alla mia età e sembrava molto magra. Ho guardato le sue foto e ho pensato che volevo essere lo stesso. Ricordo bene il momento in cui mi sono soppesato e ho realizzato, eccoli qui - i numeri amati. Ma una ragazza molto grassoccia mi stava ancora guardando dallo specchio.

A quel punto, avevo sviluppato la dismorfofobia corporea, una percezione inadeguata del mio corpo. Se aggiungevo 200 grammi, dovevo perderli all'istante e un paio di chilogrammi per l'azienda. In questo momento è iniziata la fase acuta della mia anoressia..

Mi sono rivolto a psicologi, psichiatri, mi è stata fornita un'assistenza medica di scarso successo, tanto che sono quasi morto. Ho deciso che non ci sarebbero più stati medici nella storia della mia guarigione..

Durante l'estate ho perso altri dieci chilogrammi e ne pesavo già 37. Ero molto attivo in questo periodo: mi svegliavo la mattina, mangiavo un cetriolo e un pomodoro, lo innaffiavo con la cola e andavo a spendere calorie. Ho camminato molto, avevo una norma: almeno 15mila passi al giorno, ma facevo sempre di più. Ad agosto non ero più forte, ma credevo ancora che avrei dovuto consumare calorie. Ricordo come uscii di casa e strisciai di negozio in negozio, perché non potevo fare più di 15 passi. Un giorno mi sono svegliato e ho capito che non potevo alzarmi dal letto. La mia testa girava costantemente, stavo congelando, i miei capelli stavano cadendo, poi i miei denti hanno cominciato a cadere.

"Ho percepito la famiglia come nemici"

- Come si sono sentiti i tuoi cari riguardo alla tua "dieta"?

- Mia madre si arrese abbastanza velocemente. Ha combattuto con me per un po ', ma poi ha cominciato a dire: "Moriremo tutti". Lo ha cantato come un mantra. A volte mi alimentava forzatamente. Eravamo terribilmente in conflitto, perché nella fase acuta dell'anoressia, ero molto arrabbiato, non mi interessava nient'altro che peso e calorie. A livello inconscio, ero molto dispiaciuto per la mia famiglia, ma quando mi hanno costretto a mangiare, li ho percepiti come nemici..

Quando il mio futuro marito Lesha e io abbiamo iniziato a frequentarci, pesavo 65 chilogrammi ed era molto magro. Gli piacevo molto quando ero un po 'gonfio. Non mi ha mai detto di perdere peso in vita sua. Quando ho iniziato a perdere peso, ha detto: “Ti senti già bene. Ma se è importante per te, non mi dispiace. " Ha notato molto tardi che avevo problemi alimentari..

Lesha era l'unica persona che diceva sempre che sarei guarita, che per noi sarebbe andato tutto bene, che avremmo avuto figli e una famiglia. Mi ha letteralmente nutrito con un cucchiaio e si è rallegrato per ogni chilogrammo che ho guadagnato, ripetendo quanto sono bella.

Nel momento in cui ho iniziato attivamente a perdere peso, mia nonna è diventata cieca. Adesso sente al tatto se ho perso peso, perché ha ancora questa paura..

"Il mio cuore si è fermato, non respiravo"

- Come hai deciso di combattere l'anoressia??

- C'è stato un punto di svolta quando ho capito che dovevo fare qualcosa al riguardo. Mi è stata prescritta una dose di antidepressivi per cavalli. A quel tempo ero molto debole e il primo giorno, quando li ho bevuti, mi sono addormentato all'istante. Il giorno dopo ho camminato come un sonnambulo, gli insegnanti mi hanno sorpreso nel corridoio dell'università. Il giorno dopo ho ripetuto l'appuntamento e di notte mi sono sentito molto male. Sono andata a bere acqua e mi sono svegliata nel corridoio dove mi portava mia madre. Il mio cuore si è fermato, non ho respirato, non ho reagito, mia madre ha portato uno specchio sul mio viso - non c'era respiro, il mio polso non si poteva sentire, ero gelido.

Tutto ha funzionato, ma dopo questa storia ho capito che dovevo fare qualcosa. Ho iniziato ad avere una fame terribile. Ho cominciato a mangiare di tutto. Cominciò il gonfiore, tutto il corpo faceva male. Faceva paura. Ho guadagnato cinque chilogrammi, ero felicissimo, mi consideravo sano, anche se pesavo poco più di 40 chilogrammi. Durante questo periodo mi sono sposato e quando io e mio marito siamo andati in viaggio di nozze, ho avuto una ricaduta, ho ricominciato a perdere peso. Ho raggiunto il mio peso minimo: meno di 37 chilogrammi.

Poi ho smesso di pesare, cosa che consiglio a tutte le donne anoressiche, perché i numeri rallentano davvero il recupero. E iniziò la seconda ondata di ripresa, diecimila volte più difficile della prima. Gonfiore, dolore in tutto il corpo. Potevo indossare i calzini per cinque minuti e mi rimasero impressi sui piedi come se un attizzatoio caldo avesse toccato la mia pelle. Questo peso e questo tipo di cose hanno avvelenato molto la mia vita. Piangevo ogni giorno, ma sapevo che se ora perdo di nuovo peso, non succederà nulla nella mia vita..

- Hai il controllo del tuo peso adesso?

- Ora non tengo traccia del mio peso come facevo prima. Ora peso 48 chilogrammi, questo è considerato il mio peso sano, anche se rimangono ancora problemi di salute. A causa loro, non posso mangiare come le persone normali e mangiare quello che voglio. Se la mia salute lo permettesse, probabilmente mangerei tutto. Il cibo è energia, quindi cerco di non rimanere bloccato dal gusto..

"Ti esorto a non giudicare le persone dal loro aspetto e dal loro peso"

- Che consiglio daresti alle ragazze che non sono contente del loro peso?

- Quando le ragazze che vogliono perdere peso mi scrivono, io, ovviamente, rispondo loro, ma non do consigli su come perdere peso. So molto bene cosa e come fare per perdere peso. Ma questi consigli non hanno ancora portato nessuno al bene. Pertanto, alle ragazze che si rivolgono a me, cerco di raccontare brevemente la mia storia e di mettere in guardia.

Le persone molto magre possono essere insoddisfatte del proprio peso. Una persona che cammina per strada non può dire se ha un disturbo alimentare. Una ragazza può pesare 80 chilogrammi ed essere ancora anoressica. Caos, un incubo può accadere nella sua testa, può odiare se stessa, il suo corpo, contare le calorie, perdere peso, perdere peso, aumentare di peso. Conosco moltissimi che, dopo l'anoressia, sono entrati in bulimia e hanno mangiato troppo per anni.

Ti esorto a non giudicare le persone dal loro aspetto e dal loro peso. Nella nostra società esiste ancora uno stereotipo secondo cui le donne anoressiche sono ragazze che non hanno niente da fare, non si sentono dispiaciute per i loro parenti. Molto spesso, c'è una predisposizione genetica all'anoressia, se si manifesta dipende dal clima emotivo nell'ambiente della persona. Molto spesso, i perfezionisti sono inclini all'anoressia, che vogliono essere perfetti in tutto..

Vorrei attirare l'attenzione su questo problema. Se qualcuno all'improvviso si rende conto che il suo amico ha una relazione molto strana con il cibo, forse devi dare una mano a questa persona e parlargliene. E ancora meglio: trovare assistenza medica qualificata, perché sono riuscito a trovare uno psicoterapeuta che può lavorare con questa malattia solo al settimo tentativo.

Commento dello psicologo medico

“L'anoressia non è una malattia così innocua. Questo è un disturbo persistente caratterizzato da ricadute (secondo alcuni dati, nel 25% dei pazienti) e dallo sviluppo di vari disturbi somatici e mentali, afferma Marina Larskikh, dottore in psicologia. - Il trattamento dell'anoressia nervosa è difficile, in primo luogo, perché il paziente nega la sua malattia e, in secondo luogo, a causa della paura espressa del paziente di aumentare di peso. Inoltre, la società, i genitori, i pazienti stessi non comprendono il pieno pericolo dell'anoressia, la considerano una "moda passeggera" o "prossimi capricci". Ma l'anoressia nervosa può persino portare alla morte: secondo alcuni rapporti, il 20-25% dei pazienti muore a causa di essa. Questi sono pazienti molto difficili: sembrano capire tutto, sono d'accordo con tutto, ma semplicemente rifiutano il cibo con vari pretesti ("Ho già mangiato", "fa male allo stomaco", "mangia domani"), inducono il vomito dopo aver mangiato o fanno esercizi fisici estenuanti esercizio (correre, saltare, nuotare per ore, solo per bruciare calorie). È interessante notare che le persone con anoressia nervosa amano il cibo: saranno felici di parlare di vari cibi e ricette, adorano cucinare, apparecchiare, nutrire gli altri, ma non mangiano se stessi.

L'anoressia è una malattia terribile, un killer affettuoso. Per prima cosa, incontri una ragazza dimagrante nel reparto nevrosi: è ancora piena di forza ed energia, snella e bella, vuole solo perdere un po 'di peso, ma qui si trova perché sua madre ha insistito. Poi si sdraia una seconda, terza volta. Dice che va tutto bene: "La mamma insiste, ma io mangio così". Non è più così affascinante, i suoi capelli diventano spenti e radi, i suoi occhi diventano tristi, ma sorride, è d'accordo con tutto e promette di mangiare.

Poi improvvisamente la incontri già nel dipartimento generale. Ti sorride, è contenta di vederti, dice: "Va tutto bene, ma solo i dottori insistono per prendere peso, e appena lo avrò mi trasferiranno al reparto nevrosi o addirittura mi lasceranno tornare a casa". Sembra terribile: la pelle è grigia, ci sono solo occhi sul viso, mancano i denti in bocca. "Ho dovuto lasciare l'istituto, non ho la forza di camminare, ho sempre freddo, ma presto starò meglio e andrà tutto bene". Ma la sua voce è debole e la vedo fare i suoi ultimi esercizi dopo cena. Poi scopro che è morta in terapia intensiva ".

Malattia "Anoressia" (60 foto)

Un enorme articolo sulla terribile malattia dell'ANORESSIA.

1. Reportage fotografico dell'istituto di riabilitazione americano "Renfrew". Questo è SHOCK! Sono ancora impressionato.
2. Ieri abbiamo parlato del clamoroso social advertising Olivero Toscani (No Anoressia) - Anoressia sui cartelloni del Milan. Questo argomento è stato continuato. Per caso, in rete, mi sono imbattuto nel blog della protagonista del social milanese Isabel Caro. Il blog contiene alcune informazioni su di lei e molte foto, che puoi trovare di seguito..
3. Sempre nel prosieguo del post, evidenti testimonianze della crescita della malattia - fotografie di modelle anoressiche che si esibiscono sulle passerelle.

Anoressia (greco antico α- - senza-, non-, ὄρεξις - la voglia di mangiare) - rifiuto di mangiare per mancanza di appetito o sotto l'influenza di disturbi psicopatologici.
L'anoressia nervosa (anoressia nervosa) è un rifiuto completo di mangiare o una forte restrizione dell'assunzione di cibo per perdere peso o per prevenire l'aumento di peso in eccesso sotto l'influenza di idee sopravvalutate o deliranti del contenuto corrispondente. Più comune nelle ragazze.

Ci sono due tipi di comportamento nell'anoressia nervosa: restrittivo - il paziente limita volontariamente l'assunzione di cibo e non si ingozza completamente, quindi provoca vomito, pulizia - il paziente mangia troppo e poi provoca vomito o abusa di lassativi, diuretici o clisteri.
Anoressia mentale (anoressia psichica) - rifiuto di mangiare a causa di una forte soppressione dell'appetito negli stati depressivi e catatonici o sotto l'influenza di idee deliranti di avvelenamento.
Anoressia (sintomo) - Il termine "anoressia" è ampiamente usato per riferirsi a una diminuzione o perdita di appetito. Questo sintomo è molto comune: si verifica non solo nella malattia mentale, ma anche in molte malattie somatiche..

Un rapporto sulla vita delle ragazze americane che vengono curate per l'anoressia in speciali istituti di riabilitazione "Renfrew", che si trovano in tutta l'America.

Shelley è fuori dalla sua casa a Salt Lake City, 6 mesi dopo la fine del suo trattamento a Renfrew..

Una sessione di terapia in cui le ragazze mangiano popcorn, dolci, torte e poi condividono i loro sentimenti.

Melissa, 23 anni, pesava ogni giorno. Prima di ricevere cure per i disturbi alimentari, pesava 23 kg.

Quince, 16 anni, Atlanta, Georgia, mentre pranza in mensa. Un residente Renfrew è tenuto a seguire un programma alimentare giornaliero. Un medico speciale, dopo aver mangiato, controlla i vassoi e i piatti dei reparti.

Qui molte ragazze trovano nuovi amici.

Katie, 48 anni, Syracuse, New York, tiene la sua mascella. Soffre di anoressia da 33 anni e recentemente pesava quasi 31 kg.

Stephanie, 14 anni, Brownsville, Texas. I suoi disturbi alimentari sono iniziati a seguito di una discussione con un amico su quale di loro sarebbe sembrato più magro..

Kara, 31 anni, Batavia, Illinois. Ho perso 27 kg in due mesi.

Quince, 16 anni, Atlanta, Georgia, nel suo primo giorno di riabilitazione. All'inizio del trattamento pesava 35 kg, pari al 69% del suo peso corporeo normale..

Mela cotogna dopo 10 settimane. Questo è il suo ultimo giorno di cure..

Brittany, in piedi vicino ai contorni disegnati del suo corpo nella stanza della terapia grafica. La figura mostra chiaramente la differenza tra il suo corpo durante la malattia e il suo stato normale..

Melissa, 23 anni, Ann Arbor, Michigan è stata ricoverata nella clinica del peso di 23 kg. A causa della malattia, i suoi muscoli delle gambe si sono atrofizzati e ora i medici suggeriscono che non sarà in grado di camminare.

Cheryl, 35 anni, Kansas City, Missouri, ha imparato a "mangiare bene" all'età di 10 anni dalla sorella anoressica.

Ata, 26 anni, New York, New York. È in cura per la settima volta. Dopo la fine del trattamento precedente pesava 43 kg.

Quinn, 14 anni, Maintland, Florida, è entrato a Renfrew con un peso di 35 kg. Ora pesa 50 kg dopo 5 mesi di trattamento. Prima di allora - 4 tentativi di suicidio.

Shelley, 25 anni, Salt Lake City, Utah. Questo è il suo primo giorno di trattamento. Sono arrivato in clinica con un tubo impiantato chirurgicamente nello stomaco. Shelley lo mangia. Altrimenti non è possibile.

Chantelle, 28 anni. L'ex modella ha centinaia di cicatrici autofilettanti sul corpo. Stanca dello sfruttamento nell'industria della moda, si è tagliata deliberatamente per "perdere la sua presentazione".

Una forma di trattamento è indossare il costume da bagno in pubblico sulla spiaggia.

Alice è pronta per la dimissione dopo 23 settimane di riabilitazione.

Melissa, Logan e Mary pranzano in un ristorante vicino alla clinica. Anche questo fa parte della terapia progettata per aiutare le ragazze a superare la paura di mangiare in pubblico..

Ieri abbiamo parlato del clamoroso social advertising Olivero Toscani (No Anoressia) - Anoressia sui cartelloni del Milan.
Questo argomento è stato continuato. Per caso, in rete, mi sono imbattuto nel blog della protagonista del social network milanese Isabelle Caro.
Il blog contiene alcune informazioni su di lei e molte foto, che puoi trovare di seguito..
Inoltre, nel seguito del post, una chiara evidenza della crescita della malattia - fotografie di modelli anoressici che si esibiscono sulle passerelle.

Isabelle Caro, è giornalista di vox.com dal 10 giugno 2007. E questo è quello che dice di se stessa.

Ho 26 anni e da un anno vivo a Marsiglia. Sono impegnato nel settore della modellazione. A causa delle circostanze, ho dovuto lasciare la casa dei miei genitori per non rovinare i rapporti con la mia famiglia, per renderli più neutrali. Allo stesso tempo, a causa di casting e spettacoli, torno spesso nella mia città natale, la capitale della Francia.

Dall'età di 13 anni soffro di anoressia, che ha iniziato a svilupparsi in me a causa di un'infanzia difficile, di cui parlerò più avanti. Con un'altezza di 165 cm pesavo 25 kg, ma poi è migliorato e il peso si è stabilizzato intorno ai 31 kg. Non vedo l'ora di migliorare presto perché voglio sconfiggere questa malattia infernale e so cosa posso fare perché amo la vita e il nostro universo. Sono stato filmato in alcuni programmi in cui ho parlato della mia malattia. Inoltre, il mio libro con una copertura più dettagliata di questo problema verrà pubblicato presto..

Recentemente ho posato per il famoso fotografo OLIVIERO Tocani per la sua compagnia NOLITA “No Anorexia”. I poster con la mia immagine appariranno a Milano il 19.09.2007. Sono progettati per attirare l'attenzione del pubblico e in particolare dei giovani sul pericolo di questa malattia..

Adesso ci sono altre modelle che si esibiscono sulle passerelle mondiali. Alcuni di loro sono più suscettibili alle malattie, altri meno. Tuttavia, l'impressione è deprimente.

Ecco un'altra foto interessante. Sembra che non avrebbe potuto fare a meno di Photoshop..

In generale, ci sono diversi estremi..

P.S. Sulla normalità. La maggior parte dei nutrizionisti e l'Organizzazione Mondiale della Sanità sono guidati nel loro lavoro dall'indice Quetelet. Viene calcolato come segue: il peso di una persona in chilogrammi è diviso per il quadrato della sua altezza in metri. Una persona con un'altezza di 170 cm e un peso di 65 kg avrà un indice pari a 22,5. È generalmente accettato che l'indice di Quetelet dovrebbe normalmente essere compreso tra 18,5 e 24,9. Qualunque cosa al di sotto di questi indicatori è magrezza pericolosa e tutto ciò che è al di sopra è grasso eccessivo. Se l'indice è superiore a 30, stiamo già parlando di obesità incipiente.

Ma! Si è scoperto che i tassi di mortalità più bassi sono in un intervallo molto più piccolo secondo l'indice Quetelet, solo da 23 a 25 unità. Con il passaggio da medio a grasso (20070927 / anorex25 e oltre), la mortalità aumenta. Ma quando ci si sposta verso il basso 20070927 / anoress sotto 23), la curva del tasso di mortalità sale quasi verticalmente.
Maggiori dettagli qui.

Anoressia: 30 foto PRIMA e DOPO

Di solito, in una tipica voce PRIMA e DOPO, è consuetudine confrontare la perdita di peso, ma oggi è vero il contrario: casi felici di sbarazzarsi dell'anoressia. È importante curare la voglia di andare agli estremi..

Margherita Barbieri, ballerina della scuola di danza.

Il BMI (indice di massa corporea) di Anna ha raggiunto 11 punti. Ma ora (vedi sotto) - va tutto bene.

Anche i ragazzi possono soffrire di anoressia, come ha fatto Matthew.

Aumento di peso da 31 kg a 50 kg.

Jo Thompson una volta è svenuta proprio di fronte al suo capo a causa dell'esaurimento. I medici hanno ipotizzato che potesse morire entro 48 ore.

Linn Strömberg, 23 anni, è sopravvissuto dopo una dieta a lungo termine di 400 kcal / giorno. Ora lei ha il potere.

La differenza tra le foto è di 1 anno.

Kaitlyn Davidson ha perso peso a 37 kg, ma poi ha scelto di riprendersi, piuttosto che morire di sfinimento.

Negli ultimi 4 anni, questa ragazza ha lottato sia con l'anoressia che con la bulimia. E pesa 2 volte di più sulla foto a destra che a sinistra.

Mariah Setta pesava 48 kg.

I medici hanno dato a Hayley Wilde "circa 10 giorni" per morire di fame. Ma lei è uscita. E anche in seguito ha dato alla luce un bambino.

Foto sopra (PRIMA): Nicola King combatte per la vita, sotto (DOPO) - per i premi nelle competizioni.

Adriana Jones ha lottato con l'anoressia per tutta la sua giovinezza, ora gioca anche a calcio.

Che aspetto hanno le ragazze che hanno superato l'anoressia: 10 incredibili foto prima e dopo

Il 16 novembre è celebrato in tutto il mondo come Giornata internazionale contro l'anoressia. Un buon motivo per ricordare coloro che hanno affrontato questa malattia, già sull'orlo della vita o della morte.

Connie Inglis (Inghilterra). Peso minimo - 20 kg

Lynn Strömberg (Svezia). Peso minimo - 35 kg

Megan Jane Crabbe (Inghilterra). Peso minimo - 28 kg

Caitlin Davidson (Australia). Peso minimo - 36 kg

Foto © Caters News Agency

Arusha Nekonam (Scozia). Peso minimo - 33 kg

Sarah Ramadan (Canada). Peso minimo - 31 kg

Chiara Schober (Liechtenstein). Peso minimo - 22 kg

Georgia McGrath (Inghilterra). Peso minimo - 32 kg

Donwe Wiljoen (Australia). Peso minimo - 31 kg

Laura Munday (Inghilterra). Peso minimo - 38 kg

Anoressia: 30 foto PRIMA e DOPO

Di solito, in una tipica voce PRIMA e DOPO, è consuetudine confrontare la perdita di peso, ma oggi è vero il contrario: casi felici di sbarazzarsi dell'anoressia. È importante curare la voglia di andare agli estremi..

Margherita Barbieri, ballerina della scuola di danza.

Il BMI (indice di massa corporea) di Anna ha raggiunto 11 punti. Ma ora (vedi sotto) - va tutto bene.

Anche i ragazzi possono soffrire di anoressia, come ha fatto Matthew.

Aumento di peso da 31 kg a 50 kg.

Jo Thompson una volta è svenuta proprio di fronte al suo capo a causa dell'esaurimento. I medici hanno ipotizzato che potesse morire entro 48 ore.

Linn Strömberg, 23 anni, è sopravvissuto dopo una dieta a lungo termine di 400 kcal / giorno. Ora lei ha il potere.

La differenza tra le foto è di 1 anno.

Kaitlyn Davidson ha perso peso a 37 kg, ma poi ha scelto di riprendersi, piuttosto che morire di sfinimento.

Negli ultimi 4 anni, questa ragazza ha lottato sia con l'anoressia che con la bulimia. E pesa 2 volte di più sulla foto a destra che a sinistra.

Mariah Setta pesava 48 kg.

I medici hanno dato a Hayley Wilde "circa 10 giorni" per morire di fame. Ma lei è uscita. E anche in seguito ha dato alla luce un bambino.

Foto sopra (PRIMA): Nicola King combatte per la vita, sotto (DOPO) - per i premi nelle competizioni.

Adriana Jones ha lottato con l'anoressia per tutta la sua giovinezza, ora gioca anche a calcio.

Anoressia: cause e sintomi

Diversi anni fa, questa malattia non esisteva affatto. Ma nella cultura è emersa una direzione che richiedeva il rigoroso rispetto degli standard stabiliti. Questo si applicava a tutte le sfere della vita: dai valori e priorità della vita, dagli argomenti per le conversazioni con gli amici, il comportamento, lo stile di abbigliamento e, naturalmente, i parametri del corpo. 90-60-90: gli indicatori del volume del torace, della vita e dei fianchi sono diventati ambiti dai giovani e dagli adolescenti. Ma la natura non conosceva i rigidi requisiti per le sue opere e ha creato ragazze di diverse forme. Alta, meno di 1,90 m, maestosa, con fianchi rigogliosi e graziosi pulcini dalle guance rosa fino a 1,60 m di altezza Alcune ragazze con crescita entro la norma naturale iniziano anche a notare deviazioni di alcuni centimetri dai parametri desiderati. La ricerca di un corpo perfetto ha dato origine a una nuova malattia: l'anoressia nervosa. La malattia, sfortunatamente, si manifesta non solo nelle ragazze giovani, ma anche nelle donne anziane e persino negli uomini.

Una buona metà dell'umanità non pubblicizza la malattia emergente, quasi non cerca aiuto dagli specialisti, cercando di sbarazzarsene da sola. Per questo motivo, l'anoressia viene spesso definita "malattia del neurosviluppo femminile".

Cause dell'anoressia

La parola greca per anoressia si traduce letteralmente in "mancanza di appetito". La malattia si riferisce a disturbi mentali che causano la disfunzione di una parte del cervello chiamata centro alimentare. In diverse fasi dello sviluppo della malattia, l'anoressia è caratterizzata da una diminuzione e completa mancanza di appetito o da un rifiuto completo (incapacità di mangiare) cibo.

Il pericolo della malattia sta nelle sue caratteristiche specifiche:

1. "L'anoressia è una malattia biologica", afferma Walter Kay, uno dei massimi esperti nel trattamento dei disturbi alimentari. Ma allo stesso tempo, gli scienziati sono riusciti a identificare le caratteristiche dello psicotipo di una persona che può diventare una potenziale vittima della malattia:

  • bisogno ipertrofico di attenzione, amore da altre persone,
  • perfezionismo,
  • alte aspettative familiari,
  • bassa autostima.

2. L'anoressia e la bulimia sono due malattie polari che appartengono alla classe delle sindromi comportamentali psicogene. Se l'anoressia è un rifiuto completo di mangiare e perdita di peso e vitalità, la bulimia è l'eccessiva alimentazione e l'ansia nevrotica per l'aumento di peso. Queste malattie sono ormai diventate una minaccia mortale per i modelli professionali. Il 72% dei rappresentanti dell'industria della bellezza è suscettibile a queste malattie.

3. Il tasso di mortalità dei pazienti con anoressia è del 20%. Questa è ogni quinta persona. Inoltre, in oltre il 50% dei casi, il suicidio dei pazienti porta alla morte. Gli altri muoiono di insufficienza cardiaca a causa dell'esaurimento generale del corpo.

4. Lo sviluppo dell'anoressia può essere favorito dal consumo eccessivo di alcuni farmaci che agiscono sul sistema nervoso centrale. Questi includono antidepressivi, tranquillanti, sedativi, farmaci contenenti caffeina.

5. L'anoressia, come la tossicodipendenza e l'alcolismo, è difficile da trattare, perché i pazienti negano la presenza della malattia e ignorano le fasi iniziali della malattia, quando il successo di una cura completa è facilmente raggiungibile.

I principali segni di anoressia

Il primo e più evidente segno dell'inizio dell'anoressia è il rifiuto del cibo o la restrizione nel suo utilizzo per lungo tempo. In primo luogo, una persona inizia a rifiutare il cibo di fronte ad altre persone. Allo stesso tempo, cerca di proteggersi dagli eventi legati all'assunzione di cibo: feste, celebrazioni, buffet, degustazioni. Se qualcuno nota che una persona è stata vicino a lui per molto tempo e non ha mangiato nulla durante questo periodo, allora la persona anoressica inizia a dimostrare molto attivamente che ha mangiato e mangiato molto.

Un'altra caratteristica che emana anoressica è l'attivazione del tema del proprio peso. Discutendo di questo problema, diventano ossessivi non solo con i propri cari, ma anche con piccoli conoscenti. Sono costantemente entusiasti di dire che hanno guadagnato peso e sono diventati grassi. Gli interessi precedenti vanno da parte, rimane rilevante solo il tema del proprio peso.

Inoltre, le persone anoressiche diventano drammaticamente mutevoli di umore. O sono capricciosi con gli isterici, poi sono depressi e silenziosamente piangenti.

A volte l'anoressia non inizia con un rifiuto completo del cibo, ma con una forte diminuzione della sua quantità e un esercizio zelante nelle palestre.

In alcuni pazienti l'anoressia inizia con il classico sintomo della bulimia: lo smaltimento meccanico del cibo consumato attraverso l'induzione del vomito.

Conseguenze pericolose della malattia

Il rifiuto o la restrizione globale della quantità di assunzione di cibo porta non solo alla perdita di peso. Nel corpo inizia un malfunzionamento dell'intero sistema vitale. La ricerca di Mayo, una delle principali cliniche per i disturbi alimentari negli Stati Uniti, ha mostrato i seguenti risultati:

  1. Una regolare restrizione dietetica porta a una cattiva funzione cardiaca.
  2. Gli indicatori della pressione sanguigna sono ridotti a critici.
  3. Appare costipazione cronica.
  4. Nelle ossa dello scheletro iniziano i processi di diminuzione della densità ossea sana: osteoporosi, le ossa del paziente diventano fragili, aumenta la minaccia di fratture.
  5. Appare gonfiore delle braccia e delle gambe.
  6. Gli esami del sangue riflettono le violazioni degli indicatori principali, che indicano la distruzione del corpo e il declino della vitalità.
  7. Nelle donne si verificano irregolarità mestruali fino alla completa amenorrea.
  8. Il corpo si disidrata.
  9. La pelle diventa sciolta e rugosa.
  10. Compaiono malattie dentali.
  11. Il cattivo sonno, l'insonnia sono frequenti compagni della malattia.

Come trattare l'anoressia?

Con grande dispiacere dei medici, per assistenza medica, i pazienti anoressici, di regola, vengono al pronto soccorso tramite una chiamata di ambulanza. In questi casi, i medici devono prima riportare in vita una persona con i farmaci..

Le cure di emergenza per i pazienti ammessi con anoressia iniziano con il sollievo dell'insufficienza cardiaca, la correzione dell'equilibrio idrico-elettrolitico e l'equilibrio ionico del potassio nel siero del sangue. Il paziente viene "pompato" con minerali, vitamine, cibo nutriente. Quando si rifiutano di mangiare, i medici sono costretti a utilizzare la nutrizione parenterale (introducendo miscele nutrizionali nello stomaco attraverso un tubo). Il trattamento attivo viene eseguito solo in regime ospedaliero.

Ulteriore trattamento viene effettuato da un gruppo di medici: terapista, nutrizionista, psicoterapeuta. Poiché la causa della malattia risiede nel campo psicologico, lo psicoterapeuta è impegnato nella correzione degli atteggiamenti che hanno portato alla malattia. Il processo di trattamento è lungo, complicato, doloroso. A volte ci vogliono diversi mesi di terapia intensiva e anni di lavoro di un terapista di supporto.

La cosa più difficile nel trattamento di successo dell'anoressica è coinvolgere la sua cerchia ristretta nella sua guarigione: parenti, amici. Perché il loro successo nel recupero dipende dal loro comportamento, dalla comunicazione con il paziente..

Spesso lo psicoterapeuta deve lavorare a lungo solo per convincere il paziente ad ammettere il problema. Senza questo, è impossibile liberarlo di lei. Il paziente deve rendersi conto da solo di avere un problema psicologico e andare volontariamente da uno specialista e collaborare con lui per superare la malattia. Il trattamento è impossibile senza questa condizione. Anche il recupero.

Sfortunatamente, il paziente non sarà in grado di riprendersi senza l'assistenza psicoterapeutica professionale. Il processo di guarigione è difficile. Spesso, dopo la normalizzazione del peso, i pazienti hanno ricadute e tornano di nuovo a innumerevoli IV nell'unità di terapia intensiva. In questi casi, sarà richiesto un corso intensivo aggiuntivo di psicoterapia. Gli esperti notano che i guasti si verificano a coloro che trascurano l'aiuto psicoterapeutico di supporto o pensano di aver finalmente affrontato la malattia e non tornerà mai più..

Un nutrizionista, un terapista può solo aiutare a organizzare lo stile di vita del paziente in modo tale che la malattia non porti a tristi conseguenze. La psicoterapeuta E. Pravilova osserva che è difficile curare l'anoressia: è più facile prevenirla rivolgendosi a uno specialista non appena ci si sente "terribilmente grassi". Non dovresti guardare le scale..