Anoressia negli uomini: cause, sintomi e trattamento

Questo articolo discute l'anoressia negli uomini. Parliamo delle cause di questa condizione, dei sintomi e del trattamento della malattia. Scoprirai cosa è pericoloso nell'anoressia nervosa, possibili complicazioni.

Cos'è l'anoressia

L'anoressia negli uomini è una malattia grave che rappresenta una minaccia per la vita umana. È caratterizzato da un desiderio maniacale di perdere peso, rifiuto deliberato del cibo e una valutazione inadeguata del proprio aspetto. Molto spesso, l'anoressia viene diagnosticata nelle donne, meno spesso uomini e bambini ne soffrono..

Questa condizione porta a una significativa perdita di peso corporeo e, di conseguenza, a un deterioramento del benessere. La principale difficoltà di una tale malattia è l'incomprensione da parte del paziente stesso delle conseguenze a cui può portare il suo digiuno, nonché la riluttanza degli anoressizzanti a farsi curare..

Qual è la differenza tra l'anoressia maschile e femminile

Probabilmente molti di voi hanno ripetutamente osservato quanto spesso le donne girano intorno allo specchio, cambiano abiti con l'unico desiderio: sembrare più magre. Allo stesso tempo, molti di voi hanno notato come ragazzi e uomini grassocci, assolutamente non imbarazzati dal loro aspetto, hanno incontrato e persino sposato belle donne. Paradossale, non è vero? Alcune persone non devono preoccuparsi del proprio aspetto per essere felici e godersi la vita..

Secondo uno studio del progetto Lady.Mile.Ru, i cui intervistati erano quasi 50mila persone, la maggior parte delle quali donne, nel 2017 un russo su due era insoddisfatto del proprio aspetto. Dai dati dell'indagine è emerso che l'opinione degli altri influisce sull'autostima dei cittadini: il 60 per cento degli intervistati ha bisogno di complimenti costanti e solo il 40% degli intervistati è convinto della propria irresistibilità. Il desiderio di dimagrire è stato espresso da ¾ degli intervistati, mentre ⅔ degli intervistati non ama il proprio corpo e il 17% degli intervistati è insoddisfatto solo di una certa parte del corpo.

Nonostante questi indicatori e un forte, a volte assurdo, desiderio nelle donne di dimagrire, in alcuni casi l'anoressia compare anche nel sesso più forte. La differenza tra l'anoressia maschile e quella femminile è la seguente:

  1. Differenze nelle cause della malattia: nelle donne, la patologia può manifestarsi in risposta a un certo stimolo, ad esempio la separazione da un amante o un tentativo di aumentare l'autostima migliorando il loro aspetto. Negli uomini, la malattia accompagna una patologia già esistente..
  2. Perdita: nel gentil sesso, la malattia è espressa visivamente, è immediatamente ovvio che è una modella o anoressica. Per i ragazzi, la perdita di peso è più lenta e leggermente diversa. È possibile scoprire che un uomo è malato di anoressia solo in una fase avanzata.
  3. In cerca di aiuto: la rapida perdita di peso di una donna è immediatamente evidente a coloro che le sono vicini, quindi cercano aiuto più spesso. Gli uomini si vergognano delle loro condizioni, a causa delle quali perdono l'opportunità di un trattamento chirurgico. Di conseguenza, vengono da medici con un processo già avanzato, in cui la terapia è molto più difficile..

Riassumendo, va notato che nello sviluppo dell'anoressia, di regola, la colpa è delle donne stesse, poiché si sforzano di ottenere un aspetto ideale inventato. Negli uomini, la malattia si sviluppa a causa di problemi di salute, mentre il rifiuto deliberato di mangiare negli uomini è molto meno comune..

Con l'anoressia, gli uomini hanno bisogno del sostegno dei propri cari

Cause

Ci sono diversi fattori nello sviluppo dell'anoressia negli uomini:

  • ridicolo durante l'infanzia a causa di eccesso o sovrappeso;
  • condizioni di lavoro;
  • predisposizione alla malattia mentale a livello genetico;
  • attività fisica eccessiva;
  • ammirazione per la magrezza nella società.

Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuno di essi..

Fattore psicologico

Causato dai seguenti motivi:

  • Paura dall'infanzia: se un uomo durante l'infanzia ha sentito molto ridicolo sul peso, nell'età adulta questo porta a un rifiuto deliberato e completo di mangiare. Questa condizione è dovuta a traumi psicologici e alla paura di nuovi episodi di bullismo..
  • Depressione: il rifiuto di mangiare è dovuto a una grave depressione. Ricorda te stesso, quando sei nervoso o di cattivo umore, molto spesso non solo non vuoi mangiare, ma non ti muovi. Nel caso della depressione, il corpo non è in grado di prendere il cibo, c'è un'avversione ad esso. Una complicazione di questo disturbo è la rapida perdita di peso..

Protesta giovanile

Il fattore più comune nello sviluppo di un disturbo alimentare negli adolescenti è la protesta contro qualcosa: una genitorialità forte, la loro figura, strutture stabilite in compagnia di amici. All'età di 10-15 anni, i ragazzi si confrontano con le celebrità, guardano vari video, dopo di che iniziano a esprimere insoddisfazione per gli adulti, provano odio per i loro corpi.

Gli adolescenti non capiscono che il rifiuto di mangiare, come il vomito deliberatamente indotto, può portare a conseguenze irreparabili in futuro. Di solito queste complicazioni influenzano la psiche..

Attività fisica

Spesso, all'appuntamento di uno psichiatra o psicoterapeuta, puoi incontrare una persona che è attivamente coinvolta nello sport e lamenta problemi nutrizionali. Sembrerebbe che ci possa essere una connessione tra uno stile di vita attivo e un disturbo alimentare. In effetti, abbastanza grande.

Le persone con uno stile di vita attivo e frequenti esercizi fisici in palestra spesso mangiano così tanti cibi che non coprono i loro costi energetici. Per questo motivo, la magrezza si verifica con bassa o alta statura, che in alcuni casi porta all'anoressia. Inoltre, l'eccessiva attività fisica e la mania del lavoro sono il primo passo verso un disturbo mentale..

Attività lavorativa

Alcuni tipi di lavoro possono causare esaurimento nervoso e, di conseguenza, portare al rifiuto del cibo o ad una significativa diminuzione delle sue porzioni. La psiche dell'uomo cerca di proteggersi dai problemi sul lavoro con l'aiuto di cambiamenti esterni e interni: il paziente perde il desiderio di comunicare con chiunque, compaiono i sintomi di uno stato maniacale. È così che si manifesta l'anoressia nervosa.

Popolarità

Guarda le celebrità, poche di loro hanno problemi di sovrappeso. Se a questo aggiungiamo che foto e videocamere, in media, aggiungono visivamente da 4 a 10 kg di peso corporeo, allora immagina qual è il vero peso degli uomini famosi.

La popolarità è uno dei fattori nello sviluppo dell'anoressia

Per sembrare più magre, molte celebrità sono a dieta o deliberatamente affamate. Ciò porta a cambiamenti nella psiche, un deterioramento del benessere..

Un desiderio maniacale di perdere peso a volte porta al fatto che il peso è ridotto a livelli critici. Se a questo aggiungiamo la convinzione inadeguata del paziente che anche con un tale peso corporeo le sue disabilità fisiche siano visibili a causa dell'eccesso di peso, allora questo può significare solo una cosa: è ora di visitare uno psichiatra.

Vegetarismo e diete

Molte persone credono erroneamente che i cibi vegetali possano coprire completamente il fabbisogno giornaliero di una persona per tutti i nutrienti. La medicina tradizionale ha la sua opinione su questo argomento: il vegetarianismo, come una dieta eccessiva, in alcuni casi è piuttosto pericoloso.

Con il vegetarianismo, la probabilità di formazione di anoressia aumenta a causa della mancanza di riserve di grasso. Nel caso delle diete, possono verificarsi disturbi alimentari o cambiamenti nel funzionamento del corpo, che portano a una significativa perdita di peso corporeo..

Gli esperti identificano le seguenti forme di patologia:

  • Sintomatico: si verifica sullo sfondo di gravi disturbi somatici.
  • Mentale: il rifiuto di mangiare è dovuto a schizofrenia, paranoia, depressione, consumo di alcolici, assunzione di droghe e psicofarmaci.
  • Medicinale: dopo aver assunto alcuni antidepressivi o psicostimolanti, può svilupparsi anoressia.
  • Nervoso: rifiuto deliberato di mangiare e violazione di un'adeguata valutazione del proprio aspetto.

Sintomi

I sintomi della malattia non compaiono immediatamente negli uomini. Di solito il paziente stesso non è a conoscenza della presenza di un disturbo, considerando che tale condizione è normale. Pertanto, è importante prestare attenzione ai seguenti sintomi comportamentali in un disturbo alimentare:

  • valutazione inadeguata del loro aspetto, peso, immagini in foto e video;
  • idealizzare la magrezza con la successiva ricerca di difetti in se stessi;
  • irritabilità;
  • privacy;
  • comportamento aggressivo;
  • la comparsa della paura di mangiare;
  • aderenza sistematica a varie diete, per lo più dure;
  • diminuzione della libido;
  • regolare attività fisica eccessiva;
  • mangiare da solo.
Il rifiuto di mangiare è uno dei segni dell'anoressia maschile

Segni fisiologici della malattia:

  • ipotensione arteriosa;
  • aspetto doloroso;
  • perdita di capelli attiva;
  • rifiuto di qualsiasi cibo da parte del corpo;
  • affaticabilità veloce;
  • vertigini;
  • pelle pallida;
  • perdita di coscienza causata da bassa emoglobina;
  • superlavoro cronico;
  • deterioramento delle gengive e dei denti.

Lo sviluppo della malattia avviene in più fasi. Nella fase iniziale, ci sono cambiamenti nel comportamento del paziente. Nelle fasi successive, una persona perde interesse per il cibo, il peso corporeo diminuisce gradualmente, compaiono problemi di salute.

Diagnostica

La maggior parte degli anoressizzanti non cerca aiuto perché non vede un problema nella loro condizione. I parenti del paziente iniziano a suonare l'allarme quando i sintomi della malattia diventano evidenti.

Gli esperti diagnosticano l'anoressia per i seguenti motivi:

  • mancanza di appetito a causa di cambiamenti nella percezione del cibo;
  • perdita di peso corporeo del 25 percento rispetto ai tassi usuali;
  • desiderio maniacale di perdere peso il più possibile;
  • una valutazione anormale della tua condizione;
  • anemia;
  • deterioramento della condizione dei capelli;
  • vomito dopo aver mangiato.

Dopo aver identificato questi segni in un paziente, gli specialisti prescrivono un trattamento per prevenire la sua morte..

Come trattare l'anoressia negli uomini

Perché l'anoressia è pericolosa? Cambia completamente la coscienza di una persona, il che a volte porta alla schizofrenia che non può essere curata. Inoltre, se la terapia viene ignorata, aumenta il rischio di morte associato a cambiamenti irreversibili nel corpo..

Trattamento farmacologico

Per mantenere la vita del paziente, è necessario l'uso di determinati farmaci, inclusi complessi vitaminici e tranquillanti. Gli specialisti stanno sviluppando una terapia dietetica speciale volta ad aumentare il peso del paziente. È consentito usare la medicina tradizionale, ma solo dopo sotto la supervisione di un medico.

La terapia farmacologica aiuta a ripristinare la maggior parte dei processi fisiologici che sono cambiati a causa di un disturbo alimentare. A volte non puoi riprenderti completamente.

Psicoterapia

Questa tecnica consente al paziente di introdurre i valori corretti, contribuisce alla soluzione dei problemi a seguito dei quali è comparsa la malattia. Il trattamento utilizza i metodi della terapia cognitivo-comportamentale, che promuove la consapevolezza dei falsi pensieri e li sostituisce con credenze significative. Tale trattamento insegna agli anoressizzanti a risolvere i loro problemi senza assistenza..

Il sostegno dei propri cari gioca un ruolo enorme nel trattamento

Terapia familiare

Il paziente stesso ei suoi parenti partecipano al trattamento. Gli specialisti dicono alla famiglia del paziente come comportarsi correttamente e sostenerlo. Aiutare i membri della famiglia è una parte importante del trattamento.

Effetti

Con una terapia tempestiva e corretta, ci sono prognosi favorevoli per la cura. Ma anche in caso di guarigione completa, le complicazioni possono perseguitare una persona per tutta la vita. Questi includono:

  • distrofia;
  • ricaduta della malattia;
  • metabolismo lento;
  • impotenza;
  • infertilità;
  • alopecia;
  • osteoporosi;
  • eccesso di cibo, che porta all'obesità;
  • disturbi nel tratto digestivo;
  • aritmia;
  • diminuzione della massa cerebrale;
  • schizofrenia;
  • Morte.

Ecco perché è importante ai primi segni di anoressia cercare immediatamente l'aiuto di specialisti e non aspettare che la patologia scompaia da sola. Ricorda questo!

Recensioni

Ti offriamo di leggere le recensioni di uomini che soffrivano di anoressia.

Vladislav, 22 anni

A scuola ero pieno, con un'altezza di 175 cm pesavo 102 kg. Sono stato vittima di bullismo dai miei compagni di classe, a seguito dei quali ho avuto un forte trauma psicologico. Dopo la scuola ho cercato di dimagrire, limitandomi all'alimentazione e partecipando attivamente allo sport. Di conseguenza, non ho notato come mi sono ammalato di anoressia. La mia famiglia e la terapia dietetica mi hanno aiutato molto nel trattamento. Sono praticamente in salute adesso.

Ridevo costantemente delle ragazze che potevano stare davanti allo specchio per ore e studiare il loro riflesso. Ma poi ho dovuto affrontare un problema come l'anoressia. E ora lui stesso poteva passare intere giornate allo specchio. Il mio problema era legato alla scarsa autostima, mi sembrava che nessuno mi amasse per via della mia completezza. Pertanto, ho iniziato a perdere peso attivamente e questo ha portato all'anoressia. Sono in cura da più di un anno, è ancora lontano dal pieno recupero.

Ti auguriamo di amarti per quello che sei. E sappi che le persone perfette non esistono! Ognuno è bello a modo suo.

Anoressia negli uomini - fasi di sviluppo della malattia

È generalmente accettato che l'anoressia sia una malattia, i cui portatori sono per lo più femmine. Ma le statistiche per oggi mostrano che il venticinque per cento delle persone anoressiche sono uomini..

E questi sono solo dati registrati dalla medicina. La cifra iniziale è molto più alta, poiché non tutti gli uomini di fronte a questo delicato problema si rivolgono a uno specialista.

La diagnosi di anoressia nel sesso più forte è un evento raro. Sottoposte ad esso, principalmente persone con atteggiamenti geneticamente sviluppati nei confronti dei disturbi mentali.

Coloro che si trovano nella zona a rischio, che possono includere i loro genitori, hanno i seguenti disturbi mentali:

  • dipendenza da alcol;
  • sindrome paranoide;
  • paure ossessive;
  • depressione;
  • eccessiva esposizione del corpo allo stress.

È abbastanza difficile identificare i segni della malattia negli uomini nella fase iniziale. I sintomi possono essere identificati solo da uno specialista altamente qualificato dopo aver parlato con il paziente e aver diagnosticato a fondo le sue condizioni.

Questo tipo di malattia inizia a formarsi anche durante la pubertà, quando il digiuno è il metodo più accessibile per modellare una figura per gli adolescenti. All'età di trent'anni, questi tentativi nella metà dei giovani portano a problemi mentali associati al mangiare.

L'anoressia maschile differisce dalla possibilità femminile di provare piacere nell'indurre il vomito dopo aver mangiato. Ciò è dovuto alla persistente fiducia patologica che attraverso la bulimia il paziente aiuta il suo corpo a purificarsi da masse non digerite non necessarie..

Tale "piacere" non è disponibile per le donne. Ciò conferma l'opinione degli esperti secondo cui negli uomini questa malattia ha una forma schizoide acutamente pronunciata..

La prima e più importante fase è la dismorfomania. Una persona è convinta della sua immaginaria non attrattiva fisiologica, il cui fattore fondamentale è una falsa convinzione di essere in sovrappeso, che porta naturalmente alla fase successiva nello sviluppo della malattia: una diminuzione dell'appetito o un completo rifiuto di mangiare.

Allo stesso tempo, gli uomini non possono valutare criticamente e adeguatamente le loro condizioni, essendo sicuri che il loro corpo non è a rischio di esaurimento. L'insoddisfazione per il peso del proprio corpo si sviluppa in una fobia, dove inizia a formarsi il terzo stadio: l'assenza di un bisogno emotivo di cibo con un bisogno fisiologico.

Metodi dimagranti


Limitando se stessi nel mangiare, i pazienti classificano le loro azioni come corrette e trovano spiegazioni irrazionali per loro. Le anoressiche possono giustificarsi dal fatto che il cibo interferisce con la realizzazione dei loro obiettivi di vita, l'organizzazione della loro vita personale e la comunicazione con altri individui.

L'affermazione del fatto che il bisogno di interazione del paziente con altre persone diminuisce e non viene presa in considerazione una profonda concentrazione sulla sua personalità. Chiusura, tendenza alla solitudine, apatia e rifiuto del mondo esterno, mancanza di attività vigorosa e uno stato maniacale ansioso che non ha uno sfondo chiaro - questi sono tutti sintomi dell'anoressia nervosa.

L'anoressia nervosa rappresenta una minaccia sia per lo stato psicologico dell'uomo che per quello fisiologico. I pazienti possono presentare diradamento e perdita di capelli, unghie scrostate, desquamazione della pelle.

Anche la bassa temperatura corporea e la pressione sanguigna bassa sono segni caratteristici della malattia. Tutto ciò può portare a problemi nel campo dell'urologia e dell'infertilità in futuro..

Con l'obiettivo di perdere peso, molti uomini ricorrono a lassativi e clisteri quotidiani. Questo è irto di disfunzione dello stomaco, stitichezza, infiammazione nell'intestino tenue e crasso (entercolite). Ciò che porta ulteriormente alla gastrite e, se non ti rivolgi agli specialisti in tempo, alle ulcere.

Le azioni dei pazienti con anoressia vanno ben oltre i confini di un'attività umana ragionevole. Alcuni pazienti dopo aver mangiato non si limitano all'induzione del bavaglio con le dita. A tale scopo, possono ricorrere a metodi di svuotamento gastrico, come la lavanda gastrica, e bere diversi litri d'acqua..

Ci sono stati casi in cui un contenitore con cibo masticato è stato trovato in una stanza nella stanza di un paziente. Molti uomini combinano tali metodi con il fumo, l'uso di farmaci di origine medicinale per ridurre l'appetito, sostanze psicotrope e tè diuretici.

Cause di occorrenza

L'anoressia negli uomini non è sempre una malattia indipendente. La sua manifestazione può essere provocata da nervi, disturbi dell'attività mentale, schizofrenia. Il periodo di latenza della malattia può raggiungere diversi anni.

Le circostanze che contribuiscono allo sviluppo della malattia includono:

  • tendenza al sovrappeso durante l'infanzia;
  • predisposizione ereditaria alla malattia mentale;
  • fare sport;
  • le specificità della professione (ad esempio, recitazione o lavoro in un campo legato alla moda);
  • la formazione di una visione del mondo circondata da persone che si concentrano su diete o aspetto fisico;
  • ambiente culturale;
  • suscettibilità agli attacchi di panico;
  • depressione prolungata.

Le qualità dell'aspetto nei futuri pazienti sono piuttosto lontane dall'ideale. Leggera crescita, corpo snello, mancanza di forte massa muscolare. Questo è più o meno un catalizzatore per lo sviluppo dei sintomi..

Anche l'atmosfera in famiglia gioca un ruolo importante. Gli uomini che sono inclini a disturbi mentali, emotivamente instabili, sin dalla giovane età non possono assumersi la responsabilità delle proprie azioni, spostando la colpa su fattori esterni. La mancanza di fiducia in se stessi, i complessi, l'incapacità di risolvere i problemi e di adattarsi al mondo che li circonda sono le cause alla base della malattia..

Fattori di rischio

I rappresentanti di sesso maschile hanno meno probabilità di ricorrere all'aiuto di specialisti, quindi ci sono fattori di rischio, attirando l'attenzione su cui è possibile evitare una diagnosi medica. Si distinguono i seguenti fattori:

  • sovrappeso in uno qualsiasi dei parenti;
  • perfezionismo congenito o generato dall'ambiente;
  • lavorare nel settore della moda e della bellezza;
  • uno stato di eccessivo stress emotivo associato alla paura di non soddisfare le aspettative dei genitori;
  • abuso psicologico o sessuale.

Sintomi della malattia

I segni di anoressia non sono solo sottopeso. I seguenti sintomi aiuteranno a prevenire la fase iniziale della malattia:

  • sostiene il tuo fisico;
  • il desiderio di idealizzare o vedere i difetti;
  • bassa pressione;
  • formazione intensiva e attività sportive;
  • rifiuto di mangiare con altre persone;
  • riduzione dell'attaccatura dei capelli;
  • dieta;
  • stanchezza e frequenti capogiri;
  • autoisolamento volontario;
  • ossessione per il tuo stesso peso;
  • mal di stomaco;
  • mancanza di interesse per il sesso opposto;
  • diminuzione della libido.

L'aspetto malato degli uomini è uno dei fattori fondamentali nella progressione della malattia. Appaiono letargici e letargici, disinteressati a ciò che accade intorno a loro. Possibili manifestazioni di aggressività e scoppi di irritabilità

Il colore della pelle cambia in uno più chiaro. A causa della bassa emoglobina nel sangue, si osservano episodi di svenimento. Il periodo di rapida perdita di peso e rigetto da parte del corpo di qualsiasi cibo è uno stadio avanzato, in cui, per evitare la morte, è necessario un intervento chirurgico.

A questo punto, le funzioni di tutti gli organi interni del paziente vengono distrutte, inizia la disidratazione del corpo, i denti possono cadere e sgretolarsi.

L'anoressia innesca processi distruttivi nell'area genitale, che in futuro possono portare a disfunzioni dei genitali e infertilità.

Un uomo con anoressia ha una paura ingiustificata di mangiare. Dolore e pesantezza allo stomaco possono innescare lo sviluppo della bulimia. Nelle fasi successive, il ritiro del vomito dal corpo può avvenire in modo riflessivo, senza la partecipazione del paziente.

Diagnosi della malattia

La diagnosi si basa su un esame approfondito del paziente da parte di uno specialista competente in questo campo..

Lo psichiatra, dopo aver parlato con il paziente, richiama l'attenzione sui seguenti sintomi:

  • perdita di peso corporeo dall'iniziale almeno del 25%;
  • mancanza di appetito a causa della percezione distorta dell'assunzione di cibo;
  • bulimia;
  • l'ossessione del paziente di perdere peso ancora di più;
  • rifiuto di valutare adeguatamente le circostanze e il loro stato;
  • analisi biochimiche;
  • l'aspetto di capelli sottili sulle superfici esterne del corpo.

Se il medico determina che il paziente ha una malattia, dopo la diagnosi e l'identificazione dei sintomi, inizia la fase successiva: il trattamento.

Come curare una malattia?

Le statistiche mostrano che gli uomini raramente cercano aiuto. Per loro è fatto dai loro parenti, preoccupati per l'aspetto del paziente. I sintomi dell'anoressia si riferiscono a fattori mentali o psicologici, quindi dovrebbe essere scelto uno specialista in neurologia o psichiatria.

L'anoressia cambia completamente la personalità di una persona e il paziente non sarà più in grado di diventarlo, come prima. La schizofrenia diventa una compagna costante degli uomini.

Il trattamento è associato alle seguenti fasi:

  • normalizzazione del peso;
  • intervento nella psiche per introdurre i giusti valori;
  • risolvere problemi che hanno portato il paziente nella zona a rischio;
  • correzione generale dello stato psicologico.

Metodi di trattamento

  1. Nella maggior parte dei casi, è necessario trattare l'anoressia con farmaci e farmaci psicotropi. Nella lotta per riguadagnare un peso stabile e ripristinare uno stato psicologico sano, antidepressivi e tranquillanti diventeranno i mezzi giusti. La terapia vitaminica può essere utilizzata per garantire che il corpo impoverito dal digiuno riceva i nutrienti e i minerali necessari..
  2. La terapia cognitivo comportamentale è considerata il trattamento più efficace. Aiuta a sostituire i pensieri negativi e falsi del paziente con convinzioni direttamente opposte. Questo metodo è finalizzato all'accettazione da parte di una persona dei problemi esistenti e alla ricerca di soluzioni..
  3. Insieme alle lezioni individuali, c'è la terapia familiare. L'influenza e il sostegno dei parenti e della cerchia più stretta diventerà un aiuto psicologico insostituibile per ripristinare la salute fisica..
  4. Come parte di un trattamento completo dei sintomi, gli psicologi usano spesso l'ipnosi. Un tale effetto sulla psiche del paziente può aiutarlo ad acquisire fiducia in se stesso e superare le sue paure e i suoi complessi..
  5. Casi particolari richiedono il ricovero immediato del paziente. La nutrizione parenterale sta diventando l'unico modo per mantenere la vita nel corpo umano.

Va ricordato che il risultato del trattamento dipende interamente dalla tempestività nel cercare aiuto. Nella fase iniziale, è ancora possibile far fronte alla malattia e riabilitare la salute persa, aiutare il paziente ad adattarsi all'ambiente e normalizzare l'assunzione di cibo..

Nelle fasi successive, anche i medici altamente qualificati non possono ripristinare le riserve interne del corpo ed eliminare i sintomi in alcuni casi..

Essere sano! Prenditi cura di te e dei tuoi cari!

"Ho mangiato qualcosa e sono subito salito sulla bilancia": la storia di un uomo che supera l'anoressia

Di anoressia maschile non si parla quasi mai, anche se, secondo alcune fonti, circa il 10-15% di chi ha disturbi alimentari sono uomini. Afisha Daily ha parlato con Nikita Permyakov, che ha vissuto con l'anoressia per tre anni, della malattia stessa, di uscirne, della reazione del pubblico e del silenzio del problema.

Come si sviluppa l'anoressia

Dal liceo fino all'età di 25 anni il mio peso non è cambiato quasi: con un aumento di 179 centimetri pesavo 68 chilogrammi. A scuola ero un bambino impopolare: goffo, non vestito al meglio, non si considerava attraente. Ero un ragazzo di casa molto calmo, leggevo molto ei miei migliori amici erano libri e panini. All'età di 17 anni mi sono trasferito a Kiev per studiare all'università, poi a San Pietroburgo - ho vissuto lì per quattro anni. Ad un certo punto tutto è diventato in qualche modo non molto buono, sia con la sua vita personale che con il lavoro. Ho deciso di andare in Thailandia, poi sono rimasto lì e ho lavorato nel settore del turismo. In questo paese è avvenuto il mio rifiuto di mangiare.

Gli psicologi dicono che se una persona sta perdendo peso in modo drammatico, sembra gridare: "Voglio essere un bambino, abbi pietà di me, ho bisogno di attenzioni". Questo è in parte il motivo per cui ho l'anoressia. A causa del fatto che sono uscito di casa presto, ho avuto una costante mancanza di attenzione e cura. Non abbiamo potuto chiamare i nostri genitori per un mese o un mese e mezzo. Ho rifiutato la comunicazione con loro, perché ho capito che mi stava succedendo qualcosa: non volevo turbarli, ma allo stesso tempo avevo un disperato bisogno che mi stessero vicino. Un altro punto è questa estetica, la bellezza che viene imposta, e io consciamente o inconsciamente ho cercato di dimostrare che sono diverso.

L'anoressia si manifesta gradualmente. In totale, sono stato malato per circa tre anni, ma il processo di lancio è iniziato prima, è durato circa due anni. All'inizio mangiavo di meno. Poi, più o meno stabilito in Thailandia, rinunciò al riso e al pane, limitandosi ai dolci. Iniziò a mangiare frutta e verdura, ma poi ci rinunciò. Ho bevuto molto tè verde. C'è stato un periodo in cui mangiavo pesce e zuppe giapponesi, ma poi sono diventato vegetariano. Di conseguenza, sono finito in ospedale a causa dell'emoglobina bassa, dove mi hanno detto: "Se vuoi diventare vegetariano, assumiti un buon nutrizionista". Al culmine della mia malattia, bevevo solo caffè e tè verde. A volte mangiavo carne piccante: mi sembrava che dal cibo piccante non sarebbe uscito nulla. Ho anche preso pillole dimagranti tailandesi - capsule di pepe nero. Se prendevo del cibo, lo lavavo immediatamente con una manciata di queste pillole..

L'anoressia è un lento suicidio quando si va via gradualmente. In linea di principio, qualsiasi dipendenza è una partenza. E durante l'anoressia, sei dipendente dal tuo aspetto, hai allucinazioni visive - quando ti guardi allo specchio e pensi che in qualche modo hai molto di tutto, devi perdere peso di più. Sei inadeguato nella percezione di te stesso. Non ti valuti in modo ragionevole e sobrio, hai un'idea fissa: meno chilogrammi possibile. Romanticizzi questo obiettivo e non pensi che sia la fine, il punto finale.

I primi mesi ho avuto dei guasti: sono andato al negozio, ho comprato patatine, maionese, gnocchi asiatici, me li sono infilati dentro. Dopo di ciò, c'è stato un senso di colpa: sono andato in bagno e mi sono fatto vomitare. C'erano stati in cui pensavo: "Ecco, non ce la faccio più, vado da McDonald's e prendo hamburger e patatine fritte". Per evitare che ciò accada, ho pubblicato le mie foto su VKontakte, dedicate all'anoressia, e ho scritto: "Amici, abbiamo bisogno di supporto: penso che lo perderò". Hanno cominciato a rispondermi, dicono, sei così bravo, devi tenere duro.

È facile riconoscere i problemi alimentari?

L'arrivo dei genitori è stato il punto di svolta. Mamma e papà sono volati in Thailandia per un mese e in quel momento ho avuto quasi il minimo peso per tutto il tempo: 44 chilogrammi. A quel punto non ci vedevamo da due anni. Quando si sono incontrati, i genitori hanno fatto finta di non accorgersene. Ma il giorno dopo, mia madre ha detto che quando mio padre mi ha visto, è rimasto scioccato e voleva chiamare un'ambulanza, dal momento che non avevo un aspetto sano, né emotivamente né fisicamente. Poi ho capito che la mia anoressia poteva finire in lacrime e ho immaginato come sarebbe stato per i miei parenti e amici se fossi morto..

Mentre i miei genitori erano in Thailandia, ho iniziato a mangiare più o meno normalmente, ho cominciato a sentirmi meglio emotivamente. Poi se ne andarono, e tre o quattro giorni dopo divenne molto difficile per me. È iniziato il secondo ciclo di anoressia: di nuovo un rifiuto totale di mangiare, ancora meno peso. È durato diversi mesi, ho nascosto tutto ai miei genitori.

Una volta ho capito che era difficile anche per me alzarmi: volevo sdraiarmi e guardare il soffitto. Ho deciso di tornare in Ucraina perché ho iniziato a capire che semplicemente non potevo continuare. Allo stesso tempo, mi sembra, la mia ossessione per il peso si è trasformata in un'ossessione per un progetto impossibile da realizzare in Thailandia. Ho pensato a lui costantemente. Forse mi ha aiutato a capire che ho bisogno di uscire lentamente dalla malattia..

Come iniziare il recupero

Ho iniziato a riprendere gradualmente i sensi: prima ho iniziato a bere acqua e succo, poi a prendere purè di verdure, vitamine. Mangiava spesso e in piccole porzioni. Dopo un mese ho iniziato a mangiare molto meglio. L'unica cosa che non ho mangiato patate e prodotti da forno fino al mio ritorno in Ucraina: avevo una paura interiore che mi sarei fatto male.

È stato molto difficile ricostruire: dolore causato dal mangiare, dolore psicologico. Di notte giravo per la città con la mia moto perché era impossibile dormire. A volte ero pronto a rompere, perché ho camminato a questo peso per molto tempo e con sofferenza, e poi ho ricominciato a prenderlo, anche se ho già capito che non era normale. Poi ho parlato con uno psicologo che mi ha supportato. Abbiamo discusso le cause profonde e stavo migliorando. Così mi sono lentamente ripreso.

Il 1 ° settembre 2014 ho mangiato questi sfortunati gnocchi e il 25 dicembre sono volato a Kiev e finalmente sono tornato in me. In sei mesi, ho guadagnato peso da qualche parte intorno ai 55 o 60 chilogrammi. Adesso peso circa 60 kg. E molti dicono ancora che sono abbastanza magra, ma sembra più o meno normale.

A Kiev mi sono tolto il piercing, mi sono fatto crescere i capelli, perché per me ha smesso di essere una specie di feticcio, una fonte di piacere e piacere, ma in realtà solo un grido: "Guardami, sono diverso". Cresci e cambi, e non c'è più bisogno di urlare follia. Ora mi sentirei a disagio con i capelli tinti, con una maglietta luminosa e jeans inimmaginabili..

Non sono andato dal dottore per diversi motivi. In primo luogo, non avevo un'assicurazione e in Thailandia la medicina è molto costosa. In secondo luogo, ho capito che se non avessi affrontato l'anoressia da solo, nessuno lo avrebbe fatto per me. In effetti, le persone che soffrono di anoressia hanno forza di volontà di ferro: costringersi a rinunciare al cibo, uno dei bisogni fondamentali, e solo una persona con un nucleo può farlo regolarmente. Dopotutto, il corpo inizia a colpire, la psiche non lo sopporta e continui a morire di fame. La stessa forza di volontà è necessaria per uscire da questo stato. Sebbene sia difficile far fronte all'anoressia senza l'aiuto di un medico.

Penso che dovunque fossi rimasto mi sarei ammalato ancora: a San Pietroburgo, Kiev, Odessa, Bangkok. In Thailandia, questo potrebbe avermi salvato: non c'è inverno, clima molto mite, alta umidità, molta frutta, frutti di mare e verdura, con cui ho iniziato la mia via d'uscita dall'anoressia.

Come reagivano le persone e perché molti tacevano

In Thailandia ho lavorato come presentatrice, guida, organizzatrice. I miei colleghi, thailandesi, non hanno detto niente ai miei occhi, e i ragazzi di lingua russa hanno cercato di dire qualcosa, ma io non ho ascoltato. Al culmine dell'esacerbazione, generalmente mi sedevo a casa, guardavo un film, non volevo comunicare con nessuno. Tacciono anche i turisti con cui ho lavorato: tu vai con loro in un'escursione di due giorni, e per loro tutto il paese è esotico. Monaci buddisti, templi, architettura, thailandesi sorridenti - e tu, un tale elfo. Per loro ero un elemento dell'interno, esotico. Molte persone pensavano che fossi tailandese. A volte raccontavo storie che mia madre era thailandese e mio padre era europeo. I turisti ne erano entusiasti. In Thailandia, qualsiasi aspetto è, in linea di principio, normale.

I miei genitori erano comprensivi di ciò che mi stava accadendo. Ho capito che se vado in guerra con la mia malattia, allora ho bisogno del sostegno della famiglia. Ma alcune persone vicine si sono allontanate da me: qualcuno ha cercato di parlarmi, ma in questo stato non ho sentito nessuno. Non importa quanto dici al tossicodipendente che si sta uccidendo, non lo convincerai finché non lo capirà lui stesso. Alcuni amici pensavano che fossi cancro, tossicodipendente o in una setta. Qualcuno taceva semplicemente. Ma non ho trombato l'anoressia ad ogni turno. Sembravo pazzo, ma nella vita sociale ho cercato di comportarmi normalmente. Quando ci siamo incontrati con gli amici, potevo mangiare qualcosa, e da solo bevevo solo tè verde, potevo ancora mangiare un pezzo di qualcosa e poi salire subito sulla bilancia.

Durante il periodo dell'anoressia, non ho avuto una relazione romantica. A livello fisiologico, la libido è follemente ridotta, non voglio affatto fare sesso. Inoltre, non avevo molta forza per sognare qualcosa del genere, per cercare avventure amorose. Ti diverti così tanto nel tuo stato, ti senti così bene da solo che non vuoi niente. Ne avevo abbastanza di me stesso nel mio mondo con le sue regole speciali, nuove leggi, altri standard di bellezza. E non volevo far entrare nessuno. Avevo una stanza, la chiamavo "grotta". Ho comprato ogni sorta di souvenir e li ho messi in giro per questa stanza, ho stampato quasi mille foto da Internet e le ho incollate su tutte le pareti. Una stola era appesa sopra il mio letto e su di essa giaceva un mucchio di morbidi cuscini; le finestre erano coperte di cartone, per questo era costantemente buio, e l'unica fonte di luce erano le ghirlande. Costruisci un mondo interiore e adatti il ​​mondo esterno, e il romanticismo può distruggere tutto.

C'è uno stigma che l'anoressia è una malattia femminile, è considerata una malattia molto "non maschile". Molte persone associano l'anoressia all'attività di modelle, e ci sono per lo più ragazze, e c'è un tale stereotipo: se un uomo ha l'anoressia, allora è omosessuale o una specie di mostro, e gli uomini veri non soffrono di anoressia.

Sull'accettare la malattia

Circa sei mesi fa, ho pubblicato un post su Facebook sulla mia anoressia. Considero questo un momento di completa guarigione e liberazione, nonostante siano passati molti anni dal picco della malattia - e vivo in Ucraina da quattro anni. Avevo terribilmente paura di scrivere questo testo e caricarlo. Sono rimasto seduto a lungo, poi ho pensato: "Qualunque cosa accada", e ho spiegato tutto. La sera mi scrivono: "Nikita, cosa è successo?" Ho due amici che, dopo il post, mi hanno scritto che erano in cura anche per l'anoressia, ne abbiamo discusso con loro, e ho capito che non ero solo.

Credo che se non avessi questa malattia starei peggio. Quando sei malato di anoressia, combatti con te stesso, con il mondo che ti circonda, con la natura e se vinci ti dà forza. Per tirarmi fuori da questo stato, dovevo arrivare sull'orlo, per capire che ancora un po 'di tempo - e sarei andato. Per iniziare ad apprezzare la vita, dovevo avvicinarmi alla morte. Sospetto che se si verifica una situazione molto stressante, l'anoressia potrebbe ripresentarsi. Ma penso che questo sia improbabile. Dopotutto, ricordo bene com'è uscire dall'anoressia. Quando penso che qualcosa non va molto bene nella mia vita, ricordo com'era e capisco che posso far fronte a tutti i problemi.

Psichiatra, psicoterapeuta, medico presso la clinica Alfa-Med. Autore del blog di psicoterapia "L'albero dai mille rami"

Il tema dell'anoressia maschile è molto poco studiato, perché è molto meno comune di quello femminile. Se la percentuale di donne con anoressia varia dall'1 al 4%, nel caso degli uomini è di circa lo 0,3%. Ci sono molte idee sul perché gli uomini hanno meno probabilità di contrarre l'anoressia. Ad esempio, in una moderna società patriarcale, una donna ha più requisiti per il suo aspetto. Per questo è difficile immaginare un ragazzo preoccupato che i suoi fianchi non siano abbastanza rotondi o che il suo petto sia troppo grande: questo accade, ma molto raramente.

In 10 anni di lavoro come psichiatra, ho incontrato solo due casi di anoressia maschile. Nel primo caso, era atipico, perché il ragazzo sviluppava la schizofrenia. Aveva idee deliranti che il cibo fosse avvelenato, il corpo avrebbe dovuto essere torturato. Me l'ha portato un'ambulanza, c'era già una condizione critica. E il secondo ragazzo - aveva 16 anni - era molto fissato sul suo peso, su come appariva, e si sforzava di perdere peso: causava vomito, usava lassativi. L'insegnante di educazione fisica ha attirato l'attenzione sul problema, quando i ragazzi hanno superato lo standard per gli squat e il ragazzo non poteva sedersi nemmeno una volta. L'allenatore si tolse gli occhiali e si accorse che non c'era un ragazzo, ma un fiammifero. I genitori del ragazzo si sono preoccupati, hanno cominciato a portarlo dai medici, poi è finito con me.

Una delle cause dell'anoressia, anche maschile, è il rapporto con i genitori. Da un lato, i genitori non vogliono che il bambino cresca, ma dall'altro gli chiedono l'indipendenza in modo che possa risolvere i suoi problemi senza l'aiuto di nessuno. Si scopre che una persona non ha scelta: cresce, non può rimanere un bambino e l'anoressia qui è una via d'uscita così triste e dolorosa che può persino portare al suicidio..

L'anoressia si sviluppa spesso come conseguenza dell'abuso sessuale. Questo è più spesso il caso delle ragazze, ma anche i ragazzi subiscono abusi, e ora se ne parla di più, sebbene la portata del problema non sia completamente compresa. L'anoressia può anche svilupparsi quando un uomo inizia a praticare attivamente sport e non è in grado di fermarsi. Cerca di costruire massa muscolare nei modi più bizzarri: prendendo ormoni, seguendo diete strane che danneggiano il corpo.

Una persona è costretta a rivolgersi a uno psicoterapeuta dalla consapevolezza di avere un problema, non può affrontarlo e ha bisogno dell'aiuto di uno specialista. Questa comprensione è molto difficile per gli uomini, perché sono richieste che un uomo deve essere forte, superare tutto da solo e far fronte a tutto, dicono "rimettiti in sesto, straccio", "non piangere", "sii forte". Bene, andare da uno psicoterapeuta qui è stigmatizzato, un uomo pensa: "Se sono così adulto e istruito, mi rivolgerò a un medico, e lui mi insegnerà la vita"..

In che modo l'anoressia maschile differisce da quella femminile

Sentiamo spesso parlare di anoressia femminile. Nei programmi televisivi, nelle riviste, ci viene raccontato e mostrato ragazze che soffrono di questo disturbo. Internet è pieno di foto di donne emaciate.

Gli uomini soffrono di anoressia? ?

È raro vedere un ragazzo o un uomo quando si vedono medici specializzati in bulimia e anoressia. Quindi forse il sesso più forte semplicemente non è suscettibile a questa malattia "alla moda"?

Purtroppo non è così. Anche gli uomini con malattie comuni sono riluttanti ad andare in ospedale, ed è ancora più difficile per loro ammettere di essere in balia di una "malattia femminile".

Esistono differenze tra l'anoressia femminile e quella maschile? I medici dicono che l'anoressia maschile ha le sue caratteristiche. Molto spesso, il sesso più forte inizia a soffrire di questa malattia in età avanzata. Essere in sovrappeso può essere un prerequisito per lo sviluppo..

Alla ricerca di una figura normale, una persona smette di notare il bordo e va all'altro estremo. Un'altra caratteristica dell'anoressia maschile è che spesso è una sindrome di altre malattie come nevrosi, psicopatie e persino schizofrenia. Nelle donne, l'anoressia di solito si presenta come una malattia indipendente..

Cosa può influenzare lo sviluppo dell'anoressia maschile:

  1. Predisposizione ereditaria ai disturbi mentali;
  2. Essere in sovrappeso, soprattutto durante l'infanzia;
  3. Specifiche di lavoro che richiedono una bella figura (modelli, artisti, ecc.);
  4. Se un uomo è attivamente coinvolto in sport estenuanti;
  5. Debole autostima ed esposizione all'influenza degli altri. Quando le persone sono vicine, la società promuove attivamente diete, un aspetto in forma, ecc..

Molti uomini prima dell'inizio della malattia hanno massa muscolare sottosviluppata e sistema vascolare, bassa statura. L'inizio della malattia si manifesta con un'interruzione del tratto gastrointestinale, l'appetito scompare, il corpo non tollera determinati tipi di cibo.

Spesso i colpevoli dello sviluppo della malattia sono i genitori che proteggono eccessivamente il loro bambino dalle difficoltà della vita. I ragazzi vengono allevati in condizioni di serra, di conseguenza diventano assolutamente dipendenti dai propri cari e trasferiscono loro la soluzione di tutti i loro problemi.

L'infantilismo non li lascia in età adulta. Questi uomini sono solitamente chiusi, non comunicativi, indifesi ed emotivamente freddi. Tutti questi sono segni dello sviluppo della schizofrenia. Gli uomini si considerano insopportabili e incompetenti in tutte le direzioni. Nelle donne, al contrario, l'anoressia è accompagnata da azioni isteriche..

A volte gli uomini, anche con una mancanza di peso corporeo, si convincono di avere un peso eccessivo e l'obiettivo di perdere peso diventa un'idea folle. Non si accorgono più di come il loro corpo assume forme orribili. I modi per ottenere un "risultato immaginario" sono simili a quelli delle donne. Questo è rifiuto di mangiare, attività fisica eccessiva. L'induzione del vomito è meno pronunciata negli uomini che nelle donne.

Il rifiuto di mangiare è spiegato da ragioni completamente ridicole: la purificazione dell'anima e del corpo, il cibo è un ostacolo all'attività, richiede molto tempo ed energia. Più la malattia si sviluppa, più segni di schizofrenia si uniscono a essa: immersione in se stessi, pensiero alterato, restringimento del cerchio della comunicazione e degli interessi.

In alcuni casi, la malattia dell'anoressia negli uomini si manifesta allo stesso modo delle donne e procede come una malattia indipendente. In questo caso, tutti i segni esterni della malattia sono simili..

Persone in città Ragazzi con anoressia

E anche con bulimia e ortoressia

  • Kirill Rukov, 3 dicembre 2019
  • 30482
  • dieci

In "Joker" c'è un momento in cui Joaquin Phoenix allunga i lacci delle scarpe, una luce intensa gli delinea la schiena ossuta e l'intera sala del cinema geme: "È fantastico, è magro". Se lo pensavi anche tu, non sai cos'è la vera anoressia negli uomini. Questa malattia conserva l'etichetta di "problema puramente femminile". In Russia, non ci sono statistiche sui ragazzi con disturbi alimentari, semplicemente non chiedono aiuto. Il villaggio ha trovato tre di questi giovani e parla della loro lotta con il loro corpo - o per questo.

Testo: Maria Abrosimova, Kirill Rukov

24 anni, Krasnodar

Agli uomini viene diagnosticata così raramente l'anoressia nervosa che abbiamo trovato solo un paziente maschio nella clinica ufficiale di Mosca e si è rifiutato di essere intervistato. Attraverso il pubblico su "VKontakte" per i ragazzi che stanno perdendo peso, siamo andati ad Arcadia da Krasnodar. Il villaggio ha quindi confermato specificamente il suo disturbo da un medico indipendente..

Anoressia nervosa

Ho dovuto bere il tè in litri - questo attenua la sensazione di fame. In generale, anche dalle bevande, ho sempre scelto il meno calorico, come il tè verde. Ho fatto colazione con il porridge, a pranzo ho mangiato solo un quarto della porzione e la sera non ho cenato affatto. I gusti si intensificarono: due fragole divennero emozionali paragonabili a una grande torta. Ero sempre magro: il mio peso, quando non mi negavo nulla, si aggirava intorno ai 50 chilogrammi. Quindi, quando sono passato a 42, i miei amici non si sono accorti di quanto andassero male le cose..

Ero un adolescente difficile e ho attraversato l'anno canonico 2007. Queste erano sottoculture: emo, goth - mi sono lasciata trasportare, tutte in un certo senso imposte, persino promosse la magrezza. Standard classici - gambe magre in jeans attillati - abbastanza dolorosi. Questo ha distorto la mia comprensione dell'estetica, è diventato il fondamento. Eravamo tutti lì, ovviamente, ma qualcuno è rimasto bloccato più in profondità di altri.

Ricerca

La mia malattia è iniziata quattro anni fa come una combinazione di stress e insoddisfazione personale. Ho guardato gli attori e qualcosa mi ha colpito: “Dannazione, ha degli zigomi fantastici. Perché non li ho? Provocato un po '. Tutto il resto mi andava bene, ma per il bene degli zigomi ho deciso di perdere peso.

In effetti, i disturbi alimentari come l'anoressia sono più inclini alle persone che sono sopraffatte o sotto pressione dalla famiglia o dai propri cari - le situazioni variano. Nel mio caso si trattava di bullismo a scuola, poi mi sono reso conto di aver scelto la specialità sbagliata all'università, e poi sono stato semplicemente spinto dalla mancanza di amici, dalla solitudine. Sulla base di ciò, si è sviluppato uno stato depressivo associato all'anoressia nervosa..

Ho iniziato a cambiare la mia dieta, nascondendomi dietro uno stile di vita sano. Non volevo affatto sedermi su un'acqua, ma crea dipendenza, come una ricerca o una spirale, nel mezzo della quale sei già fisicamente malato. All'inizio ho solo ridotto le porzioni di cibo, poi ho deciso di non mangiare i dolci, poi - tutto dolce e tutta farina, poi qualche altro prodotto e altro, e le porzioni sono diventate microscopiche - è arrivato al punto che non potevo mangiare tutto il giorno, ho segretamente buttato via il cibo.

La prima volta che l'ho nascosto: i miei genitori hanno chiamato per la cena, ho portato con me il piatto in camera, ho messo con cura tutto in un sacchetto di plastica e l'ho infilato in un cassetto. La mamma l'ha visto il giorno dopo, alla ricerca di un temperamatite. I parenti erano follemente preoccupati, ma mia madre ha deciso di parlare solo dopo pochi giorni. Tutto si è ripetuto ciclicamente: ho potuto mangiare normalmente per un giorno, ma poi sono tornato di nuovo alla mia dieta. Non sono mai andato dal dottore: avevo paura che sarei stato mandato in un ospedale psichiatrico o alimentato forzatamente attraverso un tubo in ospedale. Ho deciso di farcela da solo.

Ossessione

La dieta non è stata una mia idea, ovviamente. La prima cosa a cui si insegna a prestare attenzione nel pubblico di coloro che stanno perdendo peso è il contenuto calorico. E ho iniziato cercando su Google il contenuto calorico di ogni prodotto nel frigorifero, e alla fine ho potuto nominare con precisione il valore di qualsiasi confezione nel negozio in movimento, e persino dire approssimativamente quanti carboidrati, ad esempio, una banana. 21 grammi. Sono stato contattato più volte dalle comunità di anoressia a cui ho aderito. Più spesso le ragazze volevano incontrarsi. In generale, si ritiene che le donne siano più suscettibili a questo, dicono molto poco dei ragazzi, ma è come un raffreddore: tutti possono ammalarsi.

Mi alzavo sulla bilancia cinque volte al giorno, perché dopo aver mangiato volevo sempre pesarmi, anche se capivo che sarebbe stato difficile rivedere i numeri. Sembrerebbe che questa sia una sciocchezza, più 300 grammi, ma non sono riuscito a sbarazzarmi di pensieri ossessivi. In uno dei mesi più difficili, il mio peso è sceso a 42 chilogrammi e in quel momento ho capito che c'è un fondo che non voglio sfondare. Avevo già un brutto aspetto: apparvero gli zigomi, ma non ne valeva la pena. E c'erano anche enormi lividi sotto gli occhi, le ossa non sporgevano di quelle giuste e le mie mani diventavano così sottili che le persone mi guardavano di traverso quando indossavo una maglietta. Ma ero ancora più preoccupato per la mia salute. I primi sei mesi sembrava che tutto fosse in ordine, ma poi è comparsa la debolezza, volevo dormire tutto il tempo e la pelle si è seccata e ha iniziato a staccarsi. Ho letto che può essere molto peggio.

È stato allora che ho finalmente avuto un colpo che dovevo aggiungere almeno un paio di chilogrammi. In un certo senso ho capito che avevo una grande eredità, potevo mangiare e non stare meglio, rimanere nei miei 50 anni, ma era molto difficile smettere di limitarmi. Ho imparato lentamente a guardare di nuovo il mio corpo in modo adeguato, smesso di controllare il contenuto calorico di ogni piatto. A poco a poco, ho portato il mio peso agli attuali 48 chilogrammi. Ora è tutto in ordine, mangio di nuovo il dolce, che adoro. Posso tranquillamente prendere un pacchetto di patatine e raramente mi peso.

Ho cercato di capire cosa stesse succedendo esattamente nella mia testa. La sensazione di fame ha aiutato a spostare l'attenzione dei pensieri da eventuali problemi al cibo. Quindi avevo almeno qualcosa che dipendeva interamente da me, che potevo controllare completamente. A volte, ad esempio, mi sono privato del cibo non per piacere, ma come punizione quando ho commesso degli errori nei miei studi o nella mia vita personale. Qualcuno si taglia, ma io mi sono privato della cena.

Abbiamo trovato Peter attraverso i "gruppi di anonimi" - si scopre che sono creati da persone con una varietà di dipendenze. All'inizio sembra che siano come una setta: c'è un culto del "Grande Libro" e un elenco di alleanze - il programma dei "12 passi". In realtà, questo è un movimento internazionale e tali incontri sono innocui: i creatori assicurano che non vi è alcun vantaggio commerciale nell'insegnamento. Petr è nel gruppo degli anonimi "eccesso di cibo compulsivo" da più di un anno, è un padre di famiglia, ha provato varie cure, anche pseudo-medicinali. Gli editori non affermano di essere d'accordo con Peter in tutte le conclusioni, ma questa è la sua preziosa esperienza personale.

Abbiamo trovato Peter attraverso i "gruppi di anonimi" - si scopre che sono creati da persone con una varietà di dipendenze, non solo alcolisti. Da lontano sembrano una setta religiosa, solo innocua: tutti gli “anonimi” hanno un culto del “Grande Libro” e una lista di ordini - il programma “12 passi”. Il movimento è su larga scala e internazionale, ei curatori assicurano che una persona di qualsiasi fede può venire da loro e non vi è alcun vantaggio commerciale nell'insegnamento. Qualche anno fa, l'editore di The Village è andato a una riunione simile di tossicodipendenti, e questo è lo stesso gruppo che ha il "eccesso di cibo compulsivo". Peter ci lavora da più di un anno, è un padre di famiglia e, nel tentativo di trovare una via d'uscita dalla sua dipendenza, ha fatto molta strada attraverso la pseudo-medicina. Gli editori non affermano di essere d'accordo con Peter in tutte le conclusioni - questa è solo la sua esperienza personale.

Ortoressia

Sei anni fa, sono andato a una conferenza di lavoro a Barcellona e lì, proprio al tavolo del buffet, ho letteralmente scaricato il cibo in un sacchetto dal tavolo. Altri sono venuti, hanno mangiato e se ne sono andati, e io ho accumulato e trascinato in giro con questi pacchi.

Di solito mangiavo molto all'ora di pranzo, portavo l'additivo fuori dal ristorante e continuavo a lavorare. I colleghi si chiedevano quanto potesse mangiare una persona così magra: le mie porzioni erano due volte più grandi, ma non aumentavo di peso. A poco a poco, ho iniziato a mangiarli di nascosto: prima nella sala riunioni, poi ho iniziato ad andare in bagno. A volte, sui miei nervi, mangiavo qualcun altro in ufficio, anche se sul cibo c'erano adesivi. Nella chat aziendale è apparso un pop-up: "Allora dov'è il mio hamburger?"

Quando ho capito che mi stavo comportando in modo strano, dopo una settimana ho ancora perso la pazienza. Un attacco compulsivo è quando i nervi vogliono allontanarsi da alcune emozioni spiacevoli. Dopo alcuni bocconi mangiati in uno stato compulsivo, l'attenzione si sposta davvero. Ma il corpo richiede ancora di più, anche dopo la saturazione. Lo stomaco si gonfia e la sensazione di ansia passa in secondo piano. È come la respirazione addominale: il sistema nervoso simpatico si attiva, compare la sonnolenza e ci si rilassa.

Lacune

Ho notato l'inizio della dipendenza fin dall'infanzia. All'inizio erano i cartoni animati, poi i giochi per computer: volevo starci dentro, nascondermi. I primi distinti ricordi di gola sono stati dopo la laurea, quando ho iniziato a lavorare. Ho trovato lavoro in una società di consulenza internazionale, molte mansioni hanno causato stress: per esempio, in una settimana scrivere un manuale per una grande compagnia petrolifera, mentre io non so nulla di petrolio. Poi, a 25 anni, ho aperto la mia startup: sono apparse una dozzina di subordinati.

Dopo la nascita della prima figlia, sono iniziate le difficoltà nei rapporti con sua moglie. La mia preoccupazione per il cibo è una tale ribellione di egocentrismo che tutto dovrebbe essere a modo mio, come voglio io. Cosa c'è in un gioco per computer, cosa c'è con il cibo, puoi anche controllarlo. La moglie ha cominciato a parlare sempre di più del divorzio, abbiamo litigato. Queste erano le "campane", dimenticavo come comunicare senza conflitti.

Gli episodi di eccesso di cibo si sono conclusi con i postumi di una sbornia: per diversi giorni è stato davvero impossibile muoversi, ci si sdraia a casa. Se venivo in ufficio, era in uno stato di sonnambulismo. Alla fine, sono stato semplicemente licenziato - da cinque lavori di fila. Grazie a Dio, ho talento per capire rapidamente qualsiasi nuovo argomento, e i progetti che ho condotto sono stati sempre ben pagati - c'era un "cuscino" per il periodo di disoccupazione.

Religione alimentare

Da quando avevo 18 anni, ho provato più di una dozzina di medici: omeopati classici, non classici, cinesi, cinesi di agopuntura, tibetani. Ogni volta ero seriamente appassionato della dieta successiva che mi avevano prescritto. È diventata un'ossessione. Ha trascorso l'estate con un amico di cibo crudo in America e si è attenuto al suo menu per un mese e mezzo. Poi, a 24 anni, ha sperimentato la pulizia del corpo dai parassiti. Per sei mesi ho seguito una dieta priva di carboidrati e ho mangiato solo carne, brodi e verdure, costringendo mia moglie a cucinare tutto questo per me, confezionandolo in contenitori. Inoltre, tutto questo è stato accompagnato da un tentativo di convertire altri alla loro religione alimentare. Ho rimproverato i miei familiari per aver mangiato pasta, patate, dicono, "questa è la strada per la tomba". Ma la mattina rimanevo ancora assonnato e non pensavo bene. Ha superato i test: si è scoperto che ho la colecistite cronica e la pancreatite. Si consigliava di mangiare frazionatamente, da cinque a sei volte al giorno, in piccole porzioni. E non ho mangiato - solo pieno. Non sapevo se esistessero ancora persone come me, e questo non fece che peggiorare la sensazione di solitudine..

Tuttavia, sono un cristiano. Una volta che conoscenti con cui andiamo nella stessa chiesa, hanno scoperto di essere fortemente dipendenti dalla droga, ma li hanno lasciati per alcuni "12 passi" nel "gruppo degli anonimi", si sono liberati dalla dipendenza. Per la prima volta ho sentito parlare di gruppi, ma conoscevo bene queste persone: non erano settari, pensavano bene. Hanno detto cose incredibili di ogni genere, dicono che attraverso questi gruppi le persone "hanno trovato una nuova vita" anche dopo malattie gravi, prigioni e centri di riabilitazione di ogni tipo. Mi sono unita al gruppo degli anonimi a 32 anni - e solo lì ho saputo del mio disturbo - l'ortoressia.

Alleanze

Il binge eating fa parte dell'ortoressia: una penna su come mangiare, seguendo regole e diete specifiche. Adesso stai ancora facendo colazione, e stai già pensando a pranzo e cena: dove trovarlo, come cucinarlo. E il tormento è che un giorno crolli ancora. Ricordo che con una dieta potevo mangiare avocado - negli attacchi di fame potevo mangiarne sei contemporaneamente, dieci mele o un sacchetto di cachi.

Ho girato diversi gruppi di "anonimi" a Mosca prima di trovare il "eccesso di cibo compulsivo". Questo gruppo è piccolo, 25 persone ci chiamano su Skype. Il traffico offline a Mosca è ancora meno - circa dieci. Tutto è gratuito, senza commissioni, donazioni. I membri del gruppo sono scontati solo per il noleggio di tè, caffè e sala riunioni. La comunità è costruita per essere indipendente dal denaro, dalla fama o dal prestigio. Rifiutano persino le donazioni di coloro che non fanno parte del programma. Una volta all'anno si tiene un forum generale.

Ti ritrovi uno "sponsor" - come se "davanti a te" con un'esperienza simile - e chiedi di guidarti attraverso il programma di recupero. Per me quello era John, un falegname della California. Mi ha parlato dell'ortoressia e, letteralmente, in dieci minuti del suo monologo, ho capito che tutto rispondeva. Abbiamo avuto una tale comunicazione, da cuore a cuore, prima senza video, poi abbiamo iniziato a chiamare su Skype.

C'è anche un libro che viene letto ad alta voce. È stato scritto negli anni '30 dalle prime 100 persone che si sono riprese e si chiama The Big Book of Alcoholics Anonymous. Mi è stata data una copia russa, in cui prendo appunti. La linea di fondo è che al posto della parola "alcolizzato" nel testo hanno messo qualsiasi altra dipendenza - e il libro non perde la sua rilevanza. Il programma richiede diverse settimane, durante le quali è necessario passare dal primo al 12 ° passaggio. Inoltre, sono passati da persone di qualsiasi fede o visione del mondo. Nel mio gruppo ci sono cristiani, agnostici, atei - nessuno impone un particolare concetto religioso. L'unica cosa che unisce è che stiamo tutti studiando questo libro in dettaglio. Uno di quelli per cui sono diventato "sponsor" era un musulmano, ma non ha protestato. Mi sembra che il programma non sia contraddittorio, ma completa il quadro di come si può recuperare se una persona non è stata aiutata dalla comunicazione all'interno della propria comunità religiosa.

Il primo passo è questo: ammettiamo la totale impotenza sulla nostra dipendenza, tanto che le nostre vite sono praticamente ingestibili. Sono licenziati dal lavoro, la moglie caccia via, i bambini piangono. Ossessione. Il secondo passo è accettare che ci sia un potere superiore in grado di liberarti dalla tua ossessione. Il terzo passo è arrendermi a questo potere superiore, lascio che sia controllato. È solo una serie di decisioni interne e il programma d'azione inizia più tardi. Il quarto passaggio è l'inventario. Insieme al mentore, scrivi tutte le manifestazioni dei difetti del carattere: rabbia, risentimento, risentimento, paure, crea un elenco. Il quinto, sesto e settimo gradino - Io do a Dio tutto me stesso, ora con i difetti, ti chiedo di portarli via. L'ottavo passo è studiare: chi devo ripagare? Dopotutto, nella vita sono stato ai piedi di altre persone, offeso, disattento, ferito. Il nono passo è andare da coloro che sono stati danneggiati e scoprire cosa posso fare per loro. Ho risarcito i danni a quelli concordati dallo "sponsor". La cosa principale è che mentre facevo tutto questo, il mio comportamento alimentare è gradualmente cambiato, l'ossessione per il cibo è semplicemente scomparsa..

Il decimo, l'undicesimo e il dodicesimo gradino sono giornalieri. Continuiamo a fare l'inventario se notiamo risentimento o rabbia durante il giorno. Lo scriviamo, lo esponiamo al mentore ea Dio. Riflettiamo e preghiamo, aiutiamo gli altri a far fronte alla dipendenza e diventiamo noi stessi mentori per altre persone che mangiano troppo. Sono grato a Dio per il fatto che ha riempito la mia vita di significato e mi ha liberato dall'ossessione. Al mattino la prima cosa che faccio è pregare.

Il terzo eroe, Arthur, non può essere definito magro: lo abbiamo incontrato in un periodo di "remissione". In generale, da tutti gli uomini con problemi alimentari, a un certo punto abbiamo sentito parole simili - sulla ricerca del potere. Era come un'ossessione per la mancanza di controllo che tenevano dentro di sé fino a quando non trovava una via d'uscita attraverso il cibo. I bulimici non esitano a prendere farmaci e deliberatamente superano i dosaggi, cercando ripetutamente di "purificare" il proprio corpo. Dopo l'intervista, Arthur ha smesso di comunicare, quindi pubblichiamo il suo monologo in forma anonima.

Bulimia

Mi piaceva l'idea del vomito: puoi mangiare e non ingrassare. Ma nella mia testa rimaneva una misura d'emergenza: la bulimia porta a seri problemi ai denti, e come dentista non ero pronta a sacrificarli, nemmeno a mangiare deliziosamente.

Ho un pessimo rapporto con i miei genitori. È stato bello vedere che stavano passando, erano costretti a mangiare, - ho continuato a fare il contrario. Questo è diventato un motivo aggiuntivo. Dopo la corsa, la mia pressione sanguigna era molto bassa, da 80 a 40, e mia madre pianse, chiedendomi di mangiare quello che aveva preparato. Ho risposto qualcosa come "non aspetterai". Dovevi pensare prima e filtrare il tuo bazar quando mi chiamavano grassa, anche se sapevano quanto fosse facile ferirmi. Ero appena arrivato in vacanza dopo il terzo anno e si sono accorti che mi stavo liberando del cibo in questo modo, con l'aiuto del vomito. La bulimia è generalmente difficile da nascondere. Coloro che pensano di poter crittografare si sbagliano.

Quando da bambino andavo ai campi estivi con gli amici, ci è venuta l'idea di gareggiare: chi piegherà di più per turno. Ho fatto del mio meglio e ho ricevuto un premio in denaro per aver vinto, ma la mia vera motivazione era il senso della mia forza..

È stato difficile per me studiare al Lyceum: di notte riempivo costantemente qualcosa. Incoraggiamento: raccogliere un mucchio di larve e tutto il resto. A 14 anni pesavo già 85 chili. In quel momento è iniziata la prima relazione con la ragazza e ho iniziato a pensare se stavo bene. Tre mesi prima del diploma di terza media, ho provato a perdere peso per la prima volta proprio per migliorare il mio aspetto. Dato che non avevo conoscenze particolari sulle diete, ho deciso di mangiare di meno e di muovermi di più. Il peso saltava su e giù entro dieci chilogrammi, ma poi sono entrato all'università di Mosca, e qui il volume del cibo è diventato incontrollabile. È stato allora che ho iniziato a vergognarmi, ho mangiato di nascosto e qualche volta in bagno. Il peso è cresciuto al massimo: 130 chilogrammi con un aumento di 189 centimetri.

Stavo guardando le felpe Nike prima del mio 19esimo compleanno quando un consulente si è avvicinato e ha detto che il loro negozio non aveva vestiti della mia taglia. Questa è stata l'ultima goccia: lo stesso giorno ho aperto una pagina Instagram, dove ho iniziato a documentare l'intero processo di perdita di peso. Pensavo che poiché ero preoccupato per le opinioni degli altri, sicuramente non mi sarei sbattuto la faccia per terra se avessi perso peso per spettacolo.

Primi guasti

I primi 15 chilogrammi sono andati via molto facilmente, in due mesi il pubblico è aumentato a mille persone. Ma volevo un risultato veloce e potente, volevo tornare a casa con un effetto wow. Pertanto, c'erano più allenamenti, meno cibo - fortunatamente il corpo non richiedeva molto e in sei mesi dall'inizio ho iniziato a pesare il mio 85 desiderato.

Ma nella mia mente rimaneva ancora il pensiero che tutto andasse male. Qualcosa non va, ci serve di più. 82, 80. La gente ha cominciato ad andarsene lentamente, ho sviluppato la fobia del grasso - le persone grasse ora mi sembravano vili e deboli, ho cominciato a ridere apertamente di loro. Il mio personal trainer ha notato che stavo cercando risultati non sicuri e ha detto apertamente che se non avessi iniziato a mangiare, non mi avrebbe allenato. Bene, le ho detto addio. Ha iniziato a correre.

Non male, ma ci sono alcune caratteristiche. Ho iniziato ad avere freddo tutto il tempo e mi faceva male sedermi, anche sul divano. In coppia, hanno dovuto mettere la borsa sulla sedia. Allo stesso tempo, mi piaceva anche il disagio fisico: tutto è successo come nelle storie di anoressia dal web. È stato una specie di momento competitivo, mi ha fatto piacere sapere che ho meno fallimenti rispetto ad altri dimagrire: non ho mai perso viaggi per lavoro o scuola senza motivo. Ma dopo l'allenamento, non c'era più forza: ho corso per la distanza, mi sono fermato e mi sono spento per un po ', il polso è calato bruscamente. In quel momento pesavo circa 72 chilogrammi - mi sembrava che fosse ancora tanto, come se mi fossi gonfiato come un palloncino. Ho iniziato a iscrivermi a pagine pubbliche che promuovono l'anoressia, guardare film sull'argomento, leggere libri sulle donne anoressiche, ad esempio “38 kg. Vita nella modalità "0 calorie" ".

I fallimenti sono iniziati sotto i 70 chilogrammi. Ricordo bene il momento in cui un amico mi chiamò a una festa di inaugurazione della casa, e io subito avvertii che non avrei mangiato nulla, ma solo bere acqua. Andarono tutti a letto, mi sistemai sul divano in cucina e mentre nessuno guardava, decisi di guardare il contenuto del frigorifero. Mi sono svegliato circa 20 minuti dopo, quando era rimasta solo la torta sullo scaffale - ho mangiato anche quella. C'era una bilancia in cucina, ho pesato - più quattro chilogrammi. In un'ora. Poi sono andato in bagno e ho tirato fuori tutto per la prima volta.

Convulsioni

Durante un attacco, non ti importa di niente, vai semplicemente al tuo pasto e non importa cosa sia, grano saraceno o cioccolato. Una volta ho persino mangiato un barattolo di miele, che odio - il sapore mi ha perseguitato per diversi giorni. Una volta alla settimana le voglie diventavano un'attività quotidiana e quasi sempre mi sbarazzavo del cibo in seguito. La fase successiva è quando i riflessi diventano opachi e non puoi indurre il vomito.

Inizi a ricorrere ad alternative. Esiste un noto antidepressivo con effetti collaterali sorprendenti. Il pacchetto diceva che devi prendere tre capsule al giorno, ho mangiato l'intero blister alla volta. Ha funzionato, ma dopo un po 'è iniziato un tremore, le mie mani tremavano - e io sono un dentista, ho capito che questo era inaccettabile. Potevo semplicemente diventare inadeguato: era più spaventoso dei chili in più, quindi ho smesso di bere il farmaco.

Non mi importava cosa pensavano di me. Allora ero al terzo anno, a 20 anni. Gli amici dicevano apertamente di smettere di perdere peso e di andare a dondolare, ma li guardavo come se fossero anormali, ero infuriato perché stavano scalando dove non era necessario. A proposito, mi sono pesato 50 volte al giorno in quel periodo. Mangiava, pesava, andava in bagno, pesava, correva, pesava.

"Sii paziente, non mangiare, e poi non vorrai." L'ho provato: si è scoperto che non ho mangiato per otto giorni, il peso è sceso a 62 chilogrammi e il nono giorno sono svenuto all'università. Sono stato portato in ospedale - fortunatamente, dal reparto psichiatrico sono stato quasi immediatamente trasferito in un reparto regolare. Tubo nasogastrico, contagocce, tutto. Sono rimasta lì per una settimana e mezza, anche se avrei dovuto dire di più: ho solo detto tutto quello che volevano sentire da me: che "non succederà più", che "studio e lavoro sono più importanti per me", che "voglio riprendermi" e "tutto sarà buono". In realtà volevo solo andarmene prima di essere nutrito.

Remissione

Non potevo più perdere peso, non avevo forza. Lentamente, sono arrivato ai miei 70 chilogrammi, ho deciso di tenere duro. A poco a poco, nuovi amici iniziarono ad apparire, a volte potevo sedermi in un bar - era come se fossi in remissione per circa un anno, gli scioperi della fame finirono. E poi è andato il secondo round. Ero preoccupato per gli esami, preoccupato per come avrei lavorato puramente alle tariffe di un medico, dove avrei vissuto, come pagare un appartamento, sono stato sfrattato dall'ostello, mi sono separato dalla ragazza che avevo incontrato per cinque anni. Prendere una serie di panini, un secchio di gelato, una bottiglia di rosso e lucidare la parte superiore con il cioccolato è diventata una procedura standard. Quando tutto questo mi ha portato alla soglia critica di 99 chilogrammi - grazie a Dio, non 100 - è iniziato il tentativo numero due. Ci sono dentro adesso.

Ad alcune persone piacciono le persone grasse, io no. Penso solo che le persone possano sopprimere i loro bisogni e, in caso contrario, sono deboli. Probabilmente il mio numero ideale è 72. Ho analizzato le mie foto e ho visto a che punto sono diventato troppo magro - quando ti muovi e le ossa si muovono con te. Non voglio sembrare malato, ma voglio decisamente essere sottopeso. La malattia è ciclica, il mio compito è semplicemente quello di prevenire i guasti, non di tornare al periodo della bulimia. Non importa come ti lavi i denti, una sensazione sgradevole in bocca dopo essere stato svuotato con te per molto tempo. Pensavo di aver annusato tutto e per tutto con l'acido gastrico.