Tutto sugli antidepressivi moderni: un elenco dei 30 migliori farmaci alla fine del 2017

Gli antidepressivi sono farmaci attivi contro le condizioni depressive. La depressione è un disturbo mentale caratterizzato da diminuzione dell'umore, indebolimento dell'attività motoria, scarsità intellettuale, valutazione errata del proprio “io” nella realtà circostante, disturbi somatovegetativi.

La causa più probabile della depressione è una teoria biochimica, secondo la quale c'è una diminuzione del livello dei neurotrasmettitori - sostanze biogene nel cervello, nonché una ridotta sensibilità dei recettori a queste sostanze.

Tutti i farmaci in questo gruppo sono divisi in diverse classi, ma ora - sulla storia.

Storia della scoperta degli antidepressivi

Sin dai tempi antichi, l'umanità ha affrontato il problema del trattamento della depressione con teorie e ipotesi diverse. L'antica Roma era famosa per il suo antico guaritore greco di nome Sorano di Efeso, che offriva sali di litio per il trattamento dei disturbi mentali, compresa la depressione.

Nel corso del progresso scientifico e medico, alcuni scienziati hanno fatto ricorso a una varietà di farmaci che sono stati usati contro la guerra alla depressione: dalla cannabis, all'oppio, ai barbiturici, alle anfetamine. L'ultimo di essi, tuttavia, è stato utilizzato nel trattamento delle depressioni apatiche e letargiche, che erano accompagnate da stupore e rifiuto di mangiare..

Il primo antidepressivo fu sintetizzato nei laboratori dell'azienda Geigy nel 1948. Questo farmaco era l'imipramina. Successivamente, sono stati condotti studi clinici, ma non hanno iniziato a produrlo fino al 1954, quando è stato ricevuto Aminazin. Da allora sono stati scoperti molti antidepressivi, di cui parleremo ulteriormente..

Pillole magiche - i loro gruppi

Tutti gli antidepressivi sono divisi in 2 grandi gruppi:

  1. Timiretica: farmaci con effetto stimolante, utilizzati per trattare condizioni depressive con segni di depressione e depressione.
  2. I timolettici sono farmaci con proprietà sedative. Trattamento della depressione con processi prevalentemente eccitatori.

Inoltre, gli antidepressivi sono suddivisi in base al loro meccanismo d'azione.

  • bloccare il sequestro di serotonina - Flunisan, Sertralin, Fluvoxamine;
  • bloccare il sequestro di noradrenalina - Maprotelin, Reboxetine.
  • indiscriminato (inibisce le monoaminossidasi A e B) - Transamin;
  • selettivo (inibisce la monoamino ossidasi A) - Autorix.

Antidepressivi di altri gruppi farmacologici - Coaxil, Mirtazapine.

Il meccanismo d'azione degli antidepressivi

In breve, gli antidepressivi possono correggere alcuni processi nel cervello. Il cervello umano è costituito da un numero colossale di cellule nervose chiamate neuroni. Un neurone è costituito da un corpo (soma) e da processi: assoni e dendriti. La connessione dei neuroni tra loro viene effettuata attraverso questi processi.

Dovrebbe essere chiarito che comunicano tra loro tramite una sinapsi (fessura sinaptica), che è tra di loro. Le informazioni da un neurone a un altro vengono trasmesse utilizzando una sostanza biochimica: un mediatore. Al momento sono noti circa 30 diversi mediatori, ma la seguente triade è associata alla depressione: serotonina, norepinefrina, dopamina. Regolando la loro concentrazione, gli antidepressivi correggono la funzione cerebrale compromessa a causa della depressione.

Il meccanismo d'azione varia a seconda del gruppo di antidepressivi:

  1. Gli inibitori della captazione neuronale (azione indiscriminata) bloccano la ricaptazione dei neurotrasmettitori - serotonina e norepinefrina.
  2. Inibitori della captazione neuronale della serotonina: inibiscono il sequestro della serotonina, aumentandone la concentrazione nella fessura sinaptica. Una caratteristica distintiva di questo gruppo è l'assenza di attività m-anticolinergica. C'è solo un leggero effetto sui recettori α-adrenergici. Per questo motivo, questi antidepressivi hanno pochi o nessun effetto collaterale..
  3. Inibitori della captazione neurale della norepinefrina: inibiscono la ricaptazione della noradrenalina.
  4. Inibitori della monoamino ossidasi: la monoamino ossidasi è un enzima che distrugge la struttura dei neurotrasmettitori, a seguito della quale vengono inattivati. La monoamino ossidasi esiste in due forme: MAO-A e MAO-B. MAO-A agisce sulla serotonina e norepinefrina, MAO-B agisce sulla dopamina. Gli inibitori delle MAO bloccano l'azione di questo enzima, aumentando così la concentrazione dei mediatori. Gli inibitori delle MAO-A sono più spesso scelti come farmaci di scelta nel trattamento della depressione..

Classificazione moderna degli antidepressivi

Antidepressivi triciclici

Il gruppo di farmaci triciclici blocca il sistema di trasporto delle terminazioni presinaptiche. Procedendo da ciò, tali fondi forniscono una violazione dell'assorbimento neuronale dei neurotrasmettitori. Questo effetto consente una permanenza più lunga dei mediatori elencati nella sinapsi, fornendo così un'azione più lunga dei mediatori sui recettori postsinaptici..

I farmaci in questo gruppo hanno un blocco α-adrenergico e un'attività m-anticolinergica - provocano i seguenti effetti collaterali:

  • secchezza in bocca;
  • violazione della funzione accomodativa dell'occhio;
  • atonia della vescica;
  • abbassando la pressione sanguigna.

Campo di applicazione

Uso razionale di antidepressivi per la prevenzione e il trattamento di depressione, nevrosi, stati di panico, enuresi, disturbo ossessivo-compulsivo, sindrome da dolore cronico, disturbo schizoaffettivo, distimia, disturbo d'ansia generalizzato, disturbo del sonno.

Esistono prove dell'uso efficace degli antidepressivi come farmacoterapia adiuvante per l'eiaculazione precoce, la bulimia e il fumo di tabacco..

Effetti collaterali

Poiché questi antidepressivi hanno una varietà di strutture chimiche e meccanismi d'azione, gli effetti collaterali possono variare. Ma tutti gli antidepressivi hanno i seguenti sintomi generali quando assunti: allucinazioni, agitazione, insonnia, sviluppo della sindrome maniacale.

I timolettici causano letargia psicomotoria, sonnolenza e letargia, diminuzione della concentrazione. La timiretica può portare a sintomi psico-produttivi (psicosi) e aumento dell'ansia.

Gli effetti collaterali più comuni degli antidepressivi triciclici includono:

  • stipsi;
  • midriasi;
  • ritenzione di urina;
  • atonia intestinale;
  • violazione dell'atto di deglutizione;
  • tachicardia;
  • funzioni cognitive compromesse (memoria compromessa e processi di apprendimento).

Nei pazienti più anziani può verificarsi delirio: confusione, disorientamento, ansia, allucinazioni visive. Inoltre, aumenta il rischio di aumento di peso, lo sviluppo di ipotensione ortostatica, disturbi neurologici (tremore, atassia, disartria, contrazioni muscolari miocloniche, disturbi extrapiramidali)..

Con un uso prolungato: effetto cardiotossico (disturbi della conduzione cardiaca, aritmie, disturbi ischemici), diminuzione della libido.

Quando si assumono inibitori selettivi dell'assorbimento neuronale della serotonina, sono possibili le seguenti reazioni: sindrome gastroenterologica - dispeptica: dolore addominale, dispepsia, costipazione, vomito e nausea. Aumento dell'ansia, insonnia, vertigini, aumento della fatica, tremori, libido alterata, perdita di motivazione e ottusità emotiva.

Gli inibitori selettivi della ricaptazione della noradrenalina causano effetti collaterali come insonnia, secchezza delle fauci, vertigini, costipazione, atonia della vescica, irritabilità e aggressività.

Tranquillanti e antidepressivi: qual è la differenza?

I tranquillanti (ansiolitici) sono sostanze che eliminano l'ansia, la paura e la tensione emotiva interna. Il meccanismo d'azione è associato ad un aumento e ad un aumento dell'inibizione GABAergica. Il GABA è un nutriente che svolge un ruolo inibitorio nel cervello.

Prescritto come terapia per chiari attacchi di ansia, insonnia, epilessia, nonché condizioni nevrotiche e simili alla nevrosi.

Quindi, si può concludere che i tranquillanti e gli antidepressivi hanno meccanismi d'azione diversi e differiscono in modo significativo l'uno dall'altro. I tranquillanti non sono in grado di trattare i disturbi depressivi, quindi il loro appuntamento e il loro uso sono irrazionali..

Potere delle "pillole magiche"

A seconda della gravità della malattia e dell'effetto dell'applicazione, è possibile distinguere diversi gruppi di farmaci..

Antidepressivi potenti - utilizzati efficacemente nel trattamento della depressione grave:

  1. Imipramina - ha proprietà antidepressive e sedative pronunciate. L'inizio dell'effetto terapeutico si osserva dopo 2-3 settimane. Effetti collaterali: tachicardia, costipazione, disfunzione urinaria e secchezza delle fauci.
  2. Maprotilina, Amitriptilina - simile a Imipramina.
  3. Paroxetina - alta attività antidepressiva e azione ansiolitica. Si prende una volta al giorno. L'effetto terapeutico si sviluppa entro 1-4 settimane dall'inizio della somministrazione.

Antidepressivi lievi - prescritti nei casi di depressione da moderata a lieve:

  1. Doxepin: migliora l'umore, elimina l'apatia e la depressione. L'effetto positivo della terapia si osserva dopo 2-3 settimane dall'assunzione del farmaco.
  2. Mianserin - ha proprietà antidepressive, sedative e ipnotiche.
  3. Tianeptine: allevia il ritardo motorio, migliora l'umore, aumenta il tono generale del corpo. Porta alla scomparsa dei disturbi somatici causati dall'ansia. Per la presenza di un'azione equilibrata, è indicato per ansia e depressioni inibite.

Antidepressivi naturali a base di erbe:

  1. Erba di San Giovanni - contiene epericina, che ha proprietà antidepressive.
  2. Novo-Passit - contiene valeriana, luppolo, erba di San Giovanni, biancospino, melissa. Promuove la scomparsa di ansia, tensione e mal di testa.
  3. Persen - contiene anche una raccolta di erbe di menta piperita, melissa, valeriana. Ha un effetto sedativo.
    Biancospino, rosa canina - hanno proprietà sedative.

La nostra TOP 30: i migliori antidepressivi

Abbiamo analizzato quasi tutti gli antidepressivi disponibili per la vendita alla fine del 2016, studiato le recensioni e compilato un elenco dei 30 migliori farmaci che praticamente non hanno effetti collaterali, ma allo stesso tempo sono molto efficaci e svolgono bene i loro compiti (ognuno ha il suo):

  1. L'agomelatina viene utilizzata per episodi di depressione maggiore di varia origine. L'effetto si verifica dopo 2 settimane.
  2. Adepress: provoca l'inibizione del sequestro di serotonina, viene utilizzato per episodi depressivi, l'effetto si verifica dopo 7-14 giorni.
  3. Azafen - usato per episodi depressivi. Corso di trattamento per almeno 1,5 mesi.
  4. Azona: aumenta i livelli di serotonina, appartiene al gruppo dei forti antidepressivi.
  5. Aleval: prevenzione e cura di condizioni depressive di varie eziologie.
  6. Amizole - prescritto per ansia e agitazione, disturbi della condotta, episodi depressivi.
  7. Anafranil - stimolazione della trasmissione catecolaminergica. Ha un effetto bloccante adrenergico e anticolinergico. Ambito di applicazione: episodi depressivi, stati ossessivi e nevrosi.
  8. Asentra è uno specifico inibitore dell'assorbimento della serotonina. Indicato per disturbi di panico, per il trattamento della depressione.
  9. Aurorix è un inibitore delle MAO-A. È usato per la depressione e le fobie.
  10. Brintellix - antagonista dei recettori della serotonina 3, 7, 1d, agonista 1a dei recettori della serotonina, correzione dei disturbi d'ansia e delle condizioni depressive.
  11. Valdoxan è uno stimolante dei recettori della melatonina, in piccola misura un bloccante di un sottogruppo di recettori della serotonina. Terapie per il disturbo ansia-depressivo.
  12. Velaxin è un antidepressivo di un altro gruppo chimico che migliora l'attività dei neurotrasmettitori.
  13. Wellbutrin - usato per la depressione non grave.
  14. Venlaxor è un potente inibitore della ricaptazione della serotonina. Β-bloccante debole. Terapia per la depressione e i disturbi d'ansia.
  15. Heptor - oltre all'attività antidepressiva, ha effetti antiossidanti ed epatoprotettivi. Ben tollerato.
  16. Gerbion Hypericum è un preparato a base di erbe, incluso nel gruppo degli antidepressivi naturali. È prescritto per la depressione lieve e gli attacchi di panico.
  17. Deprex è un antidepressivo che ha antistaminici ed è utilizzato nel trattamento di ansia mista e disturbi depressivi.
  18. Deprefault è un inibitore della ricaptazione della serotonina, ha un debole effetto sulla dopamina e sulla norepinefrina. Non c'è effetto stimolante e sedativo. L'effetto si sviluppa 2 settimane dopo la somministrazione..
  19. Deprim - l'effetto antidepressivo e sedativo si verifica a causa della presenza di un estratto dell'erba di San Giovanni. Approvato per l'uso nella terapia dei bambini.
  20. Doxepin è un bloccante del recettore della serotonina H1. L'effetto si sviluppa entro 10-14 giorni dall'inizio del ricovero. Indicazioni: ansia, depressione, condizioni di panico.
  21. Zoloft: l'ambito non è limitato agli episodi depressivi. È prescritto per fobie sociali, disturbi di panico.
  22. Ixel è un antidepressivo ad ampio spettro, bloccante selettivo della ricaptazione della serotonina.
  23. Coaxil: aumenta l'assorbimento sinaptico della serotonina. L'effetto si verifica entro 21 giorni.
  24. Maprotilina - usata per la depressione endogena, psicogena, somatogena. Il meccanismo d'azione si basa sull'inibizione dell'assorbimento della serotonina.
  25. Miansan è uno stimolante della trasmissione adrenergica nel cervello. È prescritto per ipocondria e depressione di varia origine.
  26. Miracitolo: potenzia l'azione della serotonina, aumenta il suo contenuto nella sinapsi. In combinazione con gli inibitori della monoamino ossidasi, ha pronunciato reazioni collaterali.
  27. Negrustin è un antidepressivo a base di erbe. Efficace per i disturbi depressivi lievi.
  28. Newvelong - inibitore della ricaptazione della serotonina e della norepinefrina.
  29. Prodep: blocca selettivamente il sequestro di serotonina, aumentandone la concentrazione. Non provoca una diminuzione dell'attività dei recettori β-adrenergici. Efficace per le condizioni depressive.
  30. Tsitalon - un bloccante ad alta precisione dell'assorbimento di serotonina, influisce minimamente sulla concentrazione di dopamina e norepinefrina.

C'è qualcosa per tutti

Gli antidepressivi spesso non sono economici, abbiamo compilato un elenco dei più economici in termini di aumento dei prezzi, all'inizio dei quali ci sono i farmaci più economici, e alla fine sono più costosi:

  • L'antidepressivo più famoso è il più economico ed economico (forse è per questo che è così popolare) Fluoxetina 10 mg 20 capsule - 35 rubli;
  • Amitriptilina 25 mg 50 scheda - 51 rubli;
  • Pyrazidol 25 mg 50 tab - 160 rubli;
  • Azafen 25 mg 50 tab - 204 rubli;
  • Deprim 60 mg 30 tab - 219 rubli;
  • Paroxetina 20 mg 30 tab - 358 rubli;
  • Melipramina 25 mg 50 scheda - 361 rubli;
  • Adepress 20 mg 30 tab - 551 rubli;
  • Velaxin 37,5 mg 28 scheda - 680 rubli;
  • Scheda Paxil 20 mg 30 - 725 rubli;
  • Reksetin 20 mg 30 tab - 781 rubli;
  • Velaxin 75 mg 28 scheda - 880 rubli;
  • Stimuloton 50 mg 30 tab - 897 rubli;
  • Tsipramil 20 mg 15 scheda - 899 rubli;
  • Venlaxor 75 mg 30 compresse - 901 rubli.

La verità è sempre al di là della teoria

Per comprendere l'intero punto sui moderni, anche i migliori antidepressivi, per capire quali sono i loro benefici e rischi, è necessario studiare anche le recensioni delle persone che hanno dovuto prenderli. Apparentemente, non c'è niente di buono nella loro ricezione.

Ho provato a combattere la depressione con gli antidepressivi. Mi sono arreso, perché il risultato è deprimente. Ho cercato un sacco di informazioni su di loro, ho letto molti siti. Ovunque ci sono informazioni contrastanti, ma ovunque leggo, scrivono che non c'è niente di buono in loro. Io stesso ho sperimentato tremori, sintomi di astinenza, pupille dilatate. Mi sono spaventato, ho deciso che non ne avevo bisogno.

Alina, 20

La moglie ha preso Paxil per un anno dopo il parto. Ha detto che lo stato di salute rimane lo stesso male. Ho smesso, ma è iniziata la sindrome da astinenza: le lacrime si sono riversate, c'è stato un ritiro, la mia mano ha raggiunto le pillole. Dopodiché, parla negativamente degli antidepressivi. Non ho provato.

Lenya, 38

E gli antidepressivi mi hanno aiutato, il farmaco Neurofulol, venduto senza prescrizione medica, ha aiutato. Ben aiutato con episodi depressivi. Regola il sistema nervoso centrale per un funzionamento regolare. Mi sentivo benissimo allo stesso tempo. Ora non ho bisogno di tali farmaci, ma lo consiglio se devi comprare qualcosa senza prescrizione medica. Se hai bisogno di uno più forte, consulta un medico.

Valerchik, un visitatore del sito web di Neurodok

Tre anni fa è iniziata la depressione, mentre correvo nelle cliniche per vedere i medici, è peggiorata. Non c'era appetito, perso interesse per la vita, niente sonno, la memoria si deteriorava. Ho visitato uno psichiatra, mi ha prescritto Stimulaton. Ho sentito l'effetto a 3 mesi dal ricovero, ho smesso di pensare alla malattia. Ho visto circa 10 mesi. Mi ha aiutato.

Karina, 27

È importante ricordare che gli antidepressivi non sono innocui e dovresti consultare il tuo medico prima di usarli. Sarà in grado di scegliere il farmaco giusto e il suo dosaggio.

Dovresti monitorare molto attentamente la tua salute mentale e contattare tempestivamente istituzioni specializzate, in modo da non aggravare la situazione, ma per sbarazzarti della malattia in tempo.

Gruppo farmacologico - Antidepressivi

Sono esclusi i farmaci del sottogruppo. Abilitare

Descrizione

I farmaci che alleviano specificamente la depressione sono apparsi alla fine degli anni '50. Nel 1957 fu scoperto l'iproniazide, che divenne l'antenato di un gruppo di antidepressivi - inibitori MAO e imipramina, sulla base dei quali furono ottenuti antidepressivi triciclici.

Secondo i concetti moderni, in condizioni depressive, si ha una diminuzione della trasmissione sinaptica serotoninergica e noradrenergica. Pertanto, l'accumulo di serotonina e noradrenalina nel cervello è considerato un collegamento importante nel meccanismo d'azione degli antidepressivi. Gli inibitori delle MAO bloccano la monoamino ossidasi, un enzima che causa la deaminazione ossidativa e l'inattivazione delle monoammine. Attualmente sono note due forme di MAO - tipo A e tipo B, che differiscono per i substrati esposti alla loro azione. La MAO di tipo A causa principalmente la deaminazione di norepinefrina, adrenalina, dopamina, serotonina, tiramina e MAO di tipo B - deaminazione di feniletilamina e alcune altre ammine. Esistono inibizioni competitive e non competitive, inibizioni reversibili e irreversibili. Si può osservare la specificità del substrato: un effetto predominante sulla deaminazione di varie monoamine. Tutto ciò influisce in modo significativo sulle proprietà farmacologiche e terapeutiche di vari inibitori delle MAO. Quindi, iproniazide, nialamide, fenelzina, tranilcipromina bloccano irreversibilmente il tipo A MAO e pirindolo, tetrindolo, metralindolo, eprobemide, moclobemide, ecc. Hanno un effetto selettivo e reversibile su di esso..

Gli antidepressivi triciclici prendono il nome dalla loro caratteristica struttura triciclica. Il meccanismo della loro azione è associato all'inibizione della ricaptazione dei neurotrasmettitori monoammine da parte delle terminazioni nervose presinaptiche, con conseguente accumulo di mediatori nella fessura sinaptica e attivazione della trasmissione sinaptica. Gli antidepressivi triciclici, di regola, riducono simultaneamente il sequestro di varie ammine neurotrasmettitori (norepinefrina, serotonina, dopamina). Recentemente sono stati creati antidepressivi che bloccano prevalentemente (selettivamente) la ricaptazione della serotonina (fluoxetina, sertralina, paroxetina, citalopram, escitalopram, ecc.).

Esistono anche i cosiddetti antidepressivi "atipici", che differiscono da quelli "tipici" sia per struttura che per meccanismo d'azione. Sono comparsi preparati di struttura bi- e quadriciclica, in cui non è stato riscontrato alcun effetto pronunciato né sul sequestro dei neurotrasmettitori né sull'attività della MAO (mianserina, ecc.).

Una proprietà comune a tutti gli antidepressivi è il loro effetto timolettico, cioè un effetto positivo sulla sfera affettiva del paziente, accompagnato da un miglioramento dell'umore e dello stato mentale generale. Diversi antidepressivi differiscono, tuttavia, nella somma delle loro proprietà farmacologiche. Quindi, nell'imipramina e in alcuni altri antidepressivi, l'effetto timolettico è combinato con uno stimolante e in amitriptilina, pipofezin, fluacizina, clomipramina, trimipramina, doxepina, la componente sedativa è più pronunciata. La maprotilina combina un'azione antidepressiva con effetti ansiolitici e sedativi. Gli inibitori delle MAO (nialamide, eprobemide) hanno proprietà stimolanti. Pirlindol, rimuovendo i sintomi della depressione, mostra attività nootropica, migliora le funzioni "cognitive" ("cognitive") del sistema nervoso centrale.

Gli antidepressivi hanno trovato applicazione non solo nella pratica psichiatrica, ma anche per il trattamento di numerose malattie neurovegetative e somatiche, per le sindromi dolorose croniche, ecc..

L'effetto terapeutico degli antidepressivi, sia nella somministrazione orale che parenterale, si sviluppa gradualmente e di solito si manifesta in 3-10 o più giorni dall'inizio del trattamento. Ciò è dovuto al fatto che lo sviluppo dell'effetto antidepressivo è associato all'accumulo di neurotrasmettitori nell'area delle terminazioni nervose e ai cambiamenti adattativi che emergono lentamente nella circolazione dei neurotrasmettitori e nella sensibilità dei recettori cerebrali ad essi..

Antidepressivi: cosa sono, classificazione ed elenco dei migliori farmaci

Uno stato emotivo depresso, depressione, disturbi nervosi sono problemi che richiedono soluzioni immediate, perché se non curati si rischia di sviluppare complicazioni più gravi. Per far fronte ai cambiamenti nella psiche provocati dal ritmo frenetico della vita, i problemi sul lavoro, i problemi domestici aiuteranno farmaci speciali che creano uno sfondo emotivo positivo e migliorano l'umore.

Prima di assumere i farmaci, si consiglia di comprenderne le caratteristiche, scoprire esattamente come funzionano gli antidepressivi, è un assistente affidabile per la depressione o solo un rimedio a breve termine per alleviare spiacevoli disagi?

Depressione: cos'è e quali conseguenze minaccia?

Prima di andare in farmacia e acquistare farmaci che ti consentano di sbarazzarti dell'ansia, si consiglia di comprendere le caratteristiche della depressione, le principali manifestazioni e le conseguenze. La prima cosa su cui i medici insistono è che non ci si dovrebbe preoccupare troppo di sentire una diagnosi del genere. La depressione non è una prova di disabilità mentale o grave disabilità mentale che richieda farmaci a lungo termine.

I principali segni di depressione sono:

  • cattivo umore regolare;
  • perdita di interesse nella vita;
  • stanchezza costante;
  • diminuzione delle prestazioni;
  • incapacità di prendere importanti decisioni di vita.

Pericolo di depressione: la malattia può colpire tutti i sistemi e gli organi del corpo. Sullo sfondo di una cattiva salute, una psiche disturbata, i rapporti con persone vicine spesso si deteriorano, il desiderio di lavorare, anche di vivere, scompare. I suicidi non sono rari, quindi i medici insistono sul fatto che ai primi segni di depressione, dovresti sottoporti a un trattamento antidepressivo, le pillole allevieranno rapidamente i sintomi della malattia e miglioreranno la condizione.

I medici avvertono che, indipendentemente dal gruppo di antidepressivi prescritti (esistono diversi tipi di farmaci, l'assunzione di farmaci dipende dal grado di danno al sistema nervoso), si consiglia di utilizzare misure ausiliarie nel trattamento. Un cambio di luogo di residenza, un riposo prolungato, l'uso della medicina alternativa (migliorando l'umore e il benessere dei decotti alle erbe) contribuiranno a migliorare i risultati, accelerare il recupero ed evitare conseguenze pericolose per la salute.

Antidepressivi: cos'è, come i farmaci influenzano il corpo umano?

Dopo aver capito cosa sono gli antidepressivi, quali caratteristiche hanno i farmaci, come agiscono e se hanno qualità negative, sarà facile superare la depressione in breve tempo. Classificazione degli antidepressivi (i farmaci sono divisi in due grandi gruppi):

  • Timolettici. Questi sono antidepressivi lievi con proprietà sedative. Si consiglia di assumere i farmaci per la depressione, che sono caratterizzati da maggiore eccitabilità, aggressività.
  • Timiretica. Farmaci consigliati per la depressione, caratterizzati da umore depresso, depressione, cattivo umore, tendenze suicide.

Indipendentemente dal tipo di farmaco, gli antidepressivi agiscono direttamente sui processi che avvengono nel cervello. A differenza dei farmaci prodotti nel secolo scorso e che contenevano sostanze potenti nella loro composizione, i moderni antidepressivi non sono particolarmente aggressivi e praticamente non influenzano le condizioni generali, il funzionamento dei sistemi di organi.

Tra i vantaggi dei farmaci, si nota anche la capacità di combinare l'assunzione con altri farmaci. Nella composizione degli antidepressivi, di solito non ci sono elementi in grado di reagire, il che esclude gravi complicazioni durante la continuazione del trattamento complesso.

I medici mettono in guardia anche contro i miti sulla dipendenza da antidepressivi. Anche un lungo corso di terapia farmacologica non si concluderà con una brama di assunzione costante di fondi: dopo il completamento del trattamento, il corpo dimentica facilmente l'effetto dei farmaci sulla psiche, tornando al suo stato normale, diventando rapidamente coinvolto nel suo solito modo di vivere. È importante completare correttamente il corso: il rispetto di alcuni requisiti dipende dalla facilità con cui il corpo tollererà l'interruzione dell'uso di droghe.

Se sorgono domande durante il corso del trattamento e non c'è tempo o opportunità per visitare un medico, non è necessario impegnarsi in esperimenti pericolosi per la salute. Tutte le risposte relative a depressione, paure e fobie possono essere trovate sul canale YouTube della psicologa Nikita Valerievich Baturin.

Effetti collaterali dell'assunzione di antidepressivi

Anche prima di iniziare il corso è necessario capire che i farmaci non sono sempre sicuri e in alcuni casi (con intolleranza individuale, ipersensibilità) possono provocare effetti collaterali. Si raccomanda di studiare in anticipo quali segnali allarmanti del corpo possono interrompere l'assunzione di antidepressivi, quanto è grave e come fermare il disagio spiacevole.

Ci sono una serie di effetti collaterali comuni che possono verificarsi durante l'assunzione di antidepressivi, di solito si tratta di manifestazioni allarmanti:

  • disturbi del sonno (insonnia);
  • aumento dell'eccitabilità;
  • costipazione prolungata o diarrea;
  • allucinazioni;
  • irregolarità nel sistema genito-urinario (ritardo o minzione troppo frequente);
  • attacchi di nausea, che si trasformano in vomito grave;
  • sapore sgradevole in bocca, aumento della secchezza;
  • palpitazioni cardiache, mancanza di respiro;
  • mal di testa;
  • vertigini, spesso con conseguente svenimento.

Indipendentemente dal sintomo allarmante provocato dall'assunzione di antidepressivi, il corso del trattamento deve essere interrotto immediatamente. I sintomi spiacevoli di solito scompaiono entro 2-3 giorni. Se il disagio persiste, le manifestazioni non perdono la loro intensità, consultare immediatamente un medico.

Antidepressivi che non richiedono prescrizione

Se non ci sono problemi mentali particolari, non ci sono segni di malattie gravi, si consiglia di assumere una nuova generazione di antidepressivi, che sono praticamente innocui e raramente causano effetti collaterali. Non è necessario un appuntamento dal medico: i medicinali vengono venduti nelle farmacie senza prescrizione medica. Nonostante ciò, è meglio consultare uno specialista in anticipo: ciò garantisce che l'eliminazione dei sintomi allarmanti passerà senza spiacevoli complicazioni.

Molto nel trattamento della depressione, l'ansia dipende dall'aiuto di un medico, quindi dovresti considerare attentamente la scelta di uno specialista. Il medico diagnostica il grado della malattia, consiglierà il modo migliore per eliminare il problema, ti dirà quali misure aiuteranno a prevenire le ricadute.

Avendo capito con l'aiuto di un medico cosa sono gli antidepressivi, si consiglia inoltre di familiarizzare con le principali caratteristiche dei farmaci. Presta particolare attenzione alle controindicazioni, ai possibili effetti collaterali: questo garantisce che sarà possibile evitare errori nel trattamento e rispondere tempestivamente a spiacevoli complicazioni.

Prozac

Il farmaco è incluso nel gruppo di antidepressivi lievi. Consigliato per chi soffre di bulimia innescata da disturbi nervosi. Il medicinale porterà anche benefici inestimabili in caso di depressione, aumento dell'eccitabilità, che può provocare azioni imprevedibili..

Tra le principali qualità di un antidepressivo ci sono:

  • rimozione di ansia, panico;
  • eliminazione dei pensieri ossessivi;
  • effetto calmante, alleviando lo stress emotivo;
  • eliminazione di spiacevoli disagi, eccitabilità prima del periodo delle mestruazioni;
  • alleviare l'anoressia nervosa.

Il farmaco ha una serie di divieti, con cui dovresti familiarizzare prima di iniziare a prenderlo. Non è raccomandato l'uso di antidepressivi per le donne che trasportano un bambino o per le madri che allattano durante l'allattamento. Con una maggiore sensibilità, dovrai anche rifiutarti di prenderlo, altrimenti non sarai in grado di evitare effetti collaterali.

Sovradosaggio, controindicazioni, uso improprio di un antidepressivo sono le ragioni principali per lo sviluppo di reazioni avverse. Tra le manifestazioni allarmanti che possono verificarsi durante l'assunzione di pillole ci sono mal di testa, spiacevoli attacchi di nausea, sbalzi di temperatura corporea, disturbi muscolari, aumento della sonnolenza. Con l'ipersensibilità, la pelle si ricopre spesso di un'eruzione cutanea abbondante, che scompare pochi giorni dopo aver interrotto l'assunzione.

Maprotilina

Tra gli antidepressivi lievi, l'elenco dei farmaci continua con la Marotilina, un farmaco efficace consigliato per vari tipi di depressione (climaterico, psicogeno, endogeno). Il rimedio agisce in più direzioni contemporaneamente: migliora l'umore, rimuove la letargia, allevia l'apatia, aumenta l'efficienza.

Si sconsiglia l'assunzione dell'antidepressivo Maprotilina per donne in gravidanza, persone che soffrono di patologie epatiche, disturbi del sistema genito-urinario. È inoltre vietato utilizzare il medicinale per le crisi epilettiche.

Un antidepressivo in caso di errori di ammissione può provocare una serie di reazioni avverse:

  • sgradevole secchezza in bocca;
  • forti mal di testa, emicranie;
  • aumento della sonnolenza, apatia, letargia;
  • problemi di udito, vista;
  • accelerazione del battito cardiaco;
  • aumento del peso corporeo;
  • eruzione cutanea abbondante sulla pelle.

Il farmaco è anche in grado di influenzare negativamente la vita sessuale - per ridurre l'eccitazione, la libido, la potenza.

Deprim

Continua l'elenco degli antidepressivi Deprim, consigliato per la depressione, aumento della fatica, diminuzione delle prestazioni, cattivo umore. Il medicinale allevia anche l'esaurimento nervoso e la depressione. Si consiglia di assumere il farmaco per le persone che soffrono di insonnia causata da disturbi mentali.

Il rimedio è considerato uno degli antidepressivi più sicuri. I medici avvertono che ci sono diverse restrizioni che dovrebbero causare il rifiuto di assumere il farmaco. È vietato utilizzare un antidepressivo per i bambini di età inferiore a 10 anni e con una reazione negativa individuale ai farmaci costituenti. Le madri incinte e che allattano possono usare il farmaco solo previa consultazione con il medico curante.

Anche l'assenza di divieti non è una garanzia che il trattamento passerà senza spiacevoli complicazioni. Se usi il farmaco Deprim in modo errato, c'è il rischio di ottenere una serie di reazioni collaterali del corpo sotto forma di disturbi del tratto digestivo (diarrea, costipazione, insufficienza metabolica), secchezza e sapore sgradevole in bocca. Nelle prime fasi del trattamento, si osserva spesso affaticamento, ma il sintomo allarmante di solito scompare entro 2-3 giorni.

Antidepressivi a base di erbe

Spesso, con disturbi mentali, aumento della fatica, diminuzione delle prestazioni, i medici prescrivono farmaci, il cui principale vantaggio rispetto agli antidepressivi forti a base chimica è il contenuto di componenti vegetali. Tra i vantaggi delle medicine naturali ci sono:

  • impatto efficace su tutte le manifestazioni di depressione;
  • un piccolo numero di controindicazioni;
  • rara comparsa di effetti collaterali;
  • la capacità di assumere contemporaneamente altri farmaci caratterizzati da effetti aggressivi (le reazioni si verificano raramente);
  • a basso costo;
  • nessuna dipendenza anche con un uso prolungato.

Molti antidepressivi sono consentiti anche durante la gravidanza: gli ingredienti a base di erbe sono sicuri per il feto, non causano effetti collaterali nelle future mamme e alleviano le manifestazioni spiacevoli che si verificano durante il trasporto di un bambino. Nonostante l'innocuità dei fondi, è meglio visitare un medico in anticipo e scoprire come funzionano gli antidepressivi, quali farmaci è meglio dare la preferenza, quali misure adottare per aumentare l'efficacia.

Estratto di Leuzea

L'estratto di Leuzea è noto come uno dei migliori antidepressivi che influenzano efficacemente i disturbi mentali, la soppressione della composizione emotiva. La particolarità del farmaco volto a combattere la depressione è la base naturale. Lo strumento aumenta efficacemente l'efficienza, allevia la fatica e ha un effetto positivo sull'appetito. I vantaggi del farmaco sono anche considerati un effetto tonico, tonico..

Nonostante la composizione naturale, si consiglia di assumere il farmaco dopo aver studiato le restrizioni. Non utilizzare l'antidepressivo per pazienti ipertesi, epilettici, persone che soffrono di ipersensibilità o intolleranza ai componenti che compongono l'antidepressivo. È inoltre vietato eseguire trattamenti per problemi cronici di sonno, insonnia regolare.

Delle reazioni avverse che possono verificarsi durante il corso del trattamento per la depressione, si notano mal di testa, aumento dell'irritabilità e picchi di pressione sanguigna. È possibile la comparsa di allergie: eruzioni cutanee, macchie di arrossamento sulla pelle.

Tintura di ginseng

Tra i nomi degli antidepressivi si trova spesso la tintura di radice di ginseng, che ha una serie di qualità positive che possono essere facilmente indirizzate per combattere la depressione. Si consiglia inoltre di utilizzare il rimedio per l'ipotensione, il superlavoro, lo sviluppo sullo sfondo di disturbi mentali.

La tintura di ginseng si distingue per la seguente azione:

  • aumenta la pressione sanguigna;
  • affronta i disturbi del sonno;
  • migliora le prestazioni;
  • allevia la fatica;
  • ha un effetto positivo sul benessere generale.

I medici avvertono: in caso di gravi disturbi mentali, il medicinale sarà impotente, dovrai usare formulazioni più aggressive su base chimica o sintetica.

Il medicinale, nonostante quello a base vegetale, è vietato a bambini e adolescenti (utilizzare la tintura solo dopo 16 anni). Un altro divieto è la rottura della ghiandola tiroidea. Con la pressione alta, dovrai anche scegliere un'altra opzione di trattamento: c'è il rischio di gravi effetti collaterali.

L'uso della tintura raramente finisce in spiacevoli complicazioni, soprattutto se non ci sono divieti o restrizioni. I sintomi allarmanti includono mal di testa, sangue dal naso, attacchi di nausea o diarrea intensa. L'uso regolare della tintura di ginseng minaccia anche i disturbi del sonno.

Tintura di citronella

Un altro rimedio con una composizione a base di erbe. La base dell'antidepressivo è l'erba della citronella, che può stimolare il sistema nervoso, influenzare positivamente la vista e stabilizzare la pressione sanguigna. Tra le indicazioni per prendere la tintura ci sono ipotensione, depressione grave, esaurimenti nervosi, alcuni tipi di nevrastenia.

È vietato utilizzare un antidepressivo per eliminare manifestazioni spiacevoli con ipertensione, malattie virali o infettive nella fase di esacerbazione, disturbi cronici. Inoltre, non dovresti usare il farmaco se soffri di insonnia prolungata..

Gli effetti collaterali, anche con un sovradosaggio, sono estremamente rari, ma è meglio seguire rigorosamente i requisiti per l'assunzione di un antidepressivo. Errori nel trattamento possono provocare sovraeccitazione, disturbi del sistema cardiovascolare.

Gli antidepressivi più potenti: una breve descrizione, caratteristiche dell'applicazione, divieti

Si consiglia di utilizzare antidepressivi forti solo dopo una visita medica e una diagnosi della malattia. Il medico prescrive il farmaco, avrai bisogno di una prescrizione per l'acquisto di farmaci. È severamente sconsigliato auto-medicare, superare il dosaggio ottimale, combinare diversi tipi di potenti farmaci: tali esperimenti si concluderanno con gravi problemi di salute, la comparsa di gravi effetti collaterali e un rapido deterioramento del benessere.

Potenti antidepressivi, un elenco di farmaci che dovrebbero essere assunti solo con la nomina di uno specialista:

  • Ludwig. Un forte antidepressivo prescritto per alleviare l'ansia, la depressione, sbarazzarsi dei disturbi del sonno. Il rimedio inoltre lenisce efficacemente, ha un effetto positivo sulle condizioni generali del sistema nervoso. È vietato utilizzare il farmaco per gravi malattie del fegato, dei reni, del tratto digestivo. Con un infarto, patologie cardiache, epilessia, dovrai anche ricorrere ad antidepressivi più delicati. Effetti collaterali che si verificano durante l'assunzione di Lyudiomil - violazioni della minzione (rallentamento, sensazioni dolorose), costipazione prolungata, diminuzione della produzione di saliva (aumento della secchezza).
  • Imipramina. Un altro potente farmaco correlato a potenti antidepressivi. Il medicinale viene solitamente prescritto per l'insonnia o la depressione, alternate a esplosioni di aggressività. Il rimedio ha molte controindicazioni: problemi di pressione sanguigna, disturbi del sistema cardiovascolare, ipersensibilità, intolleranza ai componenti attivi del farmaco. È inoltre vietato utilizzare l'imipramina durante un'esacerbazione di malattie provocate da virus o infezioni. L'automedicazione, il sovradosaggio provocherà la comparsa di spiacevoli fastidi nella cavità orale (sapore amaro, secchezza), insufficienza renale, tachicardia.
  • Paroxetina. Il farmaco è prescritto da un medico per gravi disturbi mentali. Lo strumento rimuove contemporaneamente la sensazione di paura e ansia. Ci sono pochi divieti sull'assunzione di un antidepressivo: aumento dell'intolleranza individuale ai componenti che compongono la composizione, età (non raccomandato per l'uso sotto i 18 anni). Un certo numero di reazioni collaterali sono grandi: interruzione del sistema genito-urinario, diminuzione della potenza, eruzione cutanea abbondante su aree sensibili del derma. L'uso regolare minaccia la mancanza di appetito, il malfunzionamento del tratto digestivo.

L'assunzione di forti antidepressivi deve essere eseguita con attenzione, osservando attentamente la risposta del corpo. Anche se non ci sono restrizioni sull'uso, il numero di dosi, il dosaggio è osservato, c'è il rischio di complicazioni indesiderate. Interruzione del corso, cure mediche immediate è l'unico modo per prevenire gravi violazioni nel lavoro degli organi.

La particolarità di assumere antidepressivi, la durata del corso

Quando si eliminano i segni della depressione, non si dovrebbe contare sulla rapida eliminazione di manifestazioni spiacevoli - anche i potenti antidepressivi non sono in grado di affrontare il problema in breve tempo. I farmaci forti vengono solitamente assunti per un mese, il che è sufficiente per trattare i segnali di pericolo. Se non riesci a far fronte completamente allo stato depressivo, dovrai ripetere il corso dopo una breve pausa (1-2 settimane).

Con antidepressivi lievi, i segni della depressione vengono eliminati per diversi mesi. La durata del corso viene calcolata dal medico individualmente: lo specialista tiene conto dell'età, del grado di disturbo mentale, dei segni aggiuntivi, della presenza di altri disturbi.

Spesso, i pazienti sono interessati a sapere se è consentito assumere antidepressivi non aggressivi per tutta la vita, soprattutto se i disturbi nervosi compaiono costantemente. I medici avvertono: immediatamente dopo la scomparsa di sintomi spiacevoli, dovresti smettere di usare droghe. Anche i rimedi erboristici possono peggiorare seriamente lo stato di salute, provocare la comparsa di gravi complicazioni, causare un malfunzionamento degli organi digestivi, del sistema endocrino e una diminuzione delle funzioni sessuali.

Per migliorare l'efficacia degli antidepressivi, si consiglia di seguire queste regole:

  • visitare regolarmente un medico (specialmente nei disturbi gravi), che noterà prontamente il deterioramento della condizione, il rapido sviluppo dei segni della malattia, prescriverà terapie farmacologiche o ausili più efficaci;
  • fare uso di droghe regolarmente, fare pause solo con il permesso di un medico;
  • si consiglia di redigere un programma per l'assunzione di antidepressivi (si consiglia di assumere i farmaci contemporaneamente);
  • rifiutare di usare bevande alcoliche durante il trattamento: anche il vino o la birra a bassa gradazione alcolica possono influire negativamente sull'efficacia dei farmaci, provocare gravi complicazioni;
  • bere medicinali solo con acqua pulita, altre bevande (tè, acqua minerale, frutta o succo di bacche) non sono raccomandate - l'efficacia dei farmaci diminuirà in modo significativo;
  • non interrompere il trattamento con i farmaci prescritti dal medico, anche se i risultati sono insignificanti o non ci sono effetti visibili - spesso ci vogliono 4-6 mesi per eliminare tutte le manifestazioni della malattia;
  • con lievi segni di malessere, non dovresti interrompere immediatamente l'assunzione di antidepressivi - di solito, lo stato di salute inizia a migliorare dopo 2-3 giorni di uso regolare di farmaci.

Un altro requisito che aumenterà l'efficacia del trattamento della depressione è che non è consigliabile utilizzare in modo indipendente la medicina alternativa (decotti alle erbe, tinture). Lo schema di portare a casa i medicinali deve essere preventivamente concordato con il medico curante - ciò eviterà spiacevoli conseguenze.

Come terminare correttamente il trattamento antidepressivo?

Al fine di prevenire spiacevoli complicazioni dopo aver interrotto l'assunzione di farmaci, si consiglia di studiare in anticipo le caratteristiche del completamento del corso. Regole di base:

  • smettere di usare farmaci gradualmente, riducendo regolarmente il dosaggio (è meglio scoprire prima con il medico come farlo correttamente e qual è il dosaggio ottimale per completare il corso);
  • in caso di deterioramento della salute, delle condizioni generali, consultare immediatamente un medico - se il trattamento della depressione non viene completato correttamente, aumenta il rischio di una "sindrome da astinenza", in cui gli effetti collaterali sono allarmanti per diverse settimane;
  • dopo il recupero, consultare un medico e scoprire quali farmaci usare per rafforzare i risultati, prevenire lo sviluppo di ricadute (di solito si usano antidepressivi lievi).

Di solito sono necessarie 2-4 settimane per completare il corso (con gravi disturbi mentali, il corpo potrebbe aver bisogno di più tempo per riprendersi). È consentito bere un ciclo di decotti lenitivi alle erbe per diverse settimane, ma, come nel periodo del trattamento principale, prima scoprire le caratteristiche di portare i rimedi casalinghi da un medico.

L'assunzione di antidepressivi è un modo efficace per sbarazzarsi di disturbi mentali, disturbi emotivi, deterioramento del benessere generale e problemi del sonno. Va ricordato che anche le manifestazioni innocue possono terminare in assenza di trattamento o assunzione impropria di farmaci con gravi conseguenze sulla salute, quindi è meglio non sperimentare con il corpo e coordinare tutti i passaggi con un medico.

Importante! Articolo informativo! Prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista!

Antidepressivi: cosa sono? Classificazione, proprietà e azione

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Che tipo di farmaci sono gli antidepressivi?

Gli antidepressivi sono un gruppo di farmaci farmacologici che agiscono sul sistema nervoso centrale ed eliminano la causa ei sintomi della depressione. In alcuni casi, questi farmaci vengono utilizzati anche per trattare altre malattie, ma la loro efficacia è notevolmente ridotta..

L'effetto principale degli antidepressivi è quello di alterare i livelli di serotonina, dopamina e norepinefrina nelle cellule del sistema nervoso centrale. Nei pazienti con depressione, eliminano l'apatia, stimolano l'interesse per l'attività fisica e intellettuale e aumentano l'umore in generale. Va notato che le persone che non soffrono di depressione potrebbero non sentire questo effetto..

Qual è la differenza tra tranquillanti e antidepressivi?

I tranquillanti e gli antidepressivi sono gruppi farmacologici diversi, poiché questi farmaci agiscono in modo diverso sul sistema nervoso centrale (SNC). Quasi tutti i tranquillanti hanno un pronunciato effetto sedativo (sedativo). Possono causare sonnolenza, apatia e inibire l'attività fisica. Il loro compito principale è alleviare l'agitazione psicomotoria se il paziente è eccessivamente attivo o aggressivo.

Gli antidepressivi, d'altra parte, combinano una gamma abbastanza ampia di effetti terapeutici. Solo pochi farmaci in questo gruppo danno effetti più o meno simili all'azione dei tranquillanti. Fondamentalmente, alleviano i sintomi ed eliminano le cause della depressione: attivano la sfera emotiva, aumentano la motivazione interna e danno forza (sotto l'aspetto psicologico).

Inoltre, antidepressivi e tranquillanti hanno diverse strutture chimiche e interagiscono con diversi mediatori e altre sostanze nel corpo. Per alcune patologie, i medici possono prescrivere la somministrazione parallela di farmaci di questi due gruppi..

È possibile acquistare antidepressivi in ​​farmacia senza prescrizione medica e prescrizione medica?

Esistono numerosi antidepressivi che hanno meno effetti collaterali. La maggior parte di questi farmaci ha anche un effetto curativo più debole. In combinazione, la loro azione è considerata "più mite", quindi, in molti stati, possono essere dispensati in farmacia senza presentare una prescrizione di un medico..

Va notato che anche questi farmaci, che sono, in linea di principio, disponibili gratuitamente, non dovrebbero essere utilizzati per l'automedicazione attiva. Il problema non sta nel danno diretto di questi antidepressivi, ma in situazioni impreviste che possono sorgere in rari casi..

Quale medico scrive una ricetta per gli antidepressivi?

In linea di principio, i principali medici specialisti che spesso prescrivono antidepressivi nella loro pratica sono psichiatri (iscrizione) e neurologi (iscrizione). Sono questi specialisti che sono più strettamente associati ai disturbi nel funzionamento del sistema nervoso centrale (sia strutturali che funzionali). Inoltre, altri medici di solito indirizzano i pazienti con depressione o disturbi correlati..

Se necessario, gli antidepressivi possono essere prescritti da altri professionisti. Di solito si tratta di medici di emergenza, terapisti (iscrizione), medici di famiglia, ecc. Va notato che di solito prescrivono farmaci più deboli, per i quali non è necessaria una prescrizione. Tuttavia, legalmente, qualsiasi medico con una licenza valida ha il diritto di prescrivere a un paziente la prescrizione di un farmaco più potente. Allo stesso tempo, si assume la responsabilità di familiarizzare il paziente con le regole di ammissione e per le possibili conseguenze..

Cosa sono gli antidepressivi "proibiti" e "consentiti" (da banco)?

Gli antidepressivi, come tutti i farmaci, possono essere suddivisi in linea di principio in due grandi gruppi. Si tratta di farmaci "consentiti" che chiunque può acquistare liberamente in farmacia e farmaci "vietati" condizionatamente venduti su prescrizione.
In ogni paese, l'elenco dei farmaci approvati e proibiti è leggermente diverso. Dipende dalla politica sanitaria, dalla legislazione vigente, dalla prevalenza di stupefacenti e semi-narcotici.

Gli antidepressivi da banco sono generalmente meno efficaci. Non hanno una gamma così ampia di effetti collaterali e praticamente non possono causare gravi danni alla salute del paziente. Tuttavia, l'efficacia di questi farmaci per la depressione grave è molto bassa..

Gli antidepressivi OTC nella maggior parte dei paesi includono i seguenti farmaci:

  • Prozac;
  • zyban;
  • maprotilina;
  • nuova passite;
  • deprim e altri.
Anche sul mercato libero ci sono una serie di prodotti a base di erbe (valeriana, erba di San Giovanni, ecc.) Che hanno un effetto antidepressivo..

Gli antidepressivi convenzionalmente "proibiti" sono chiamati così perché la loro distribuzione è limitata dalla legge. Questo è in parte fatto per la sicurezza dei pazienti stessi. Questi farmaci hanno un gran numero di effetti collaterali e il loro uso indipendente può causare gravi danni alla salute. Inoltre, alcuni farmaci in questo gruppo possono essere equiparati a farmaci e creano dipendenza. A questo proposito, una prescrizione per loro è scritta da uno specialista che si assicurerà che il paziente abbia davvero bisogno di questo medicinale..

Gli antidepressivi "vietati" con un effetto più forte includono i seguenti farmaci:

  • amitriptilina;
  • imipramina;
  • maprotilina;
  • anafranil e altri.
Va notato che a seguito dei cambiamenti nelle raccomandazioni dell'OMS (organizzazione mondiale della sanità) e con le riforme a livello nazionale, l'elenco degli antidepressivi "consentiti" e "vietati" viene periodicamente modificato..

Classificazione degli antidepressivi

Gruppi chimici e farmacologici di antidepressivi

Da un punto di vista pratico, la classificazione più conveniente degli antidepressivi si basa sulla struttura chimica del farmaco in combinazione con il meccanismo d'azione. Nella maggior parte dei paesi, gli esperti sono guidati da questi criteri. Consentono, se necessario, di sostituire un farmaco intollerabile o inefficace con un altro, il più vicino in azione..

I seguenti gruppi di antidepressivi si distinguono in base alla loro struttura chimica:

  • Triciclico. Nella struttura chimica degli antidepressivi triciclici ci sono i cosiddetti "anelli" o "cicli". Questi sono gruppi di atomi uniti in una catena chiusa, che determinano in gran parte le proprietà del farmaco..
  • Tetraciclico. Ci sono quattro cicli nella struttura degli antidepressivi tetraciclici. Ci sono molti meno farmaci in questo gruppo rispetto al triciclico.
  • Un'altra struttura. Per comodità, questo gruppo include sostanze che non hanno cicli (anelli) nella loro struttura chimica, ma hanno un effetto simile sul sistema nervoso centrale..
In base al meccanismo d'azione, gli antidepressivi sono generalmente suddivisi in base agli enzimi e ai mediatori con cui interagiscono nel sistema nervoso centrale..

Antidepressivi triciclici

Gli antidepressivi triciclici sono la prima generazione di antidepressivi e sono stati utilizzati nella pratica medica per diversi decenni. Nella struttura chimica di queste sostanze sono comuni tre "anelli" o cicli interconnessi. I farmaci di questo gruppo sono inibitori non selettivi della ricaptazione di un certo numero di sostanze nel sistema nervoso centrale. La loro ricezione elimina ansia, paura o depressione e provoca anche un generale "miglioramento" dell'umore. Attualmente, gli antidepressivi triciclici sono ancora ampiamente utilizzati per molti disturbi mentali. Il principale svantaggio di questo gruppo è il gran numero di effetti collaterali. Ciò è dovuto proprio all'effetto indiscriminato su vari processi cerebrali..

I rappresentanti più comuni del gruppo di antidepressivi triciclici sono:

  • amitriptilina;
  • imipramina;
  • clomipramina;
  • trimipramina;
  • nortriptilina e altri.

Antidepressivi tetraciclici (antidepressivi di prima generazione)

Questo gruppo è rappresentato da sostanze che hanno quattro "anelli" di atomi nella molecola. Nella pratica medica, sono usati molto meno frequentemente degli antidepressivi triciclici..

Gli antidepressivi tetraciclici più comuni sono:

  • mianserin;
  • mirtazapina;
  • pirlindol e altri.

Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI)

Gli SSRI sono uno dei gruppi di antidepressivi più diffusi e richiesti nella pratica medica moderna. Il meccanismo d'azione di questi farmaci si riduce al blocco selettivo di alcuni enzimi nel sistema nervoso centrale (SNC). Ciò consente di ottenere l'effetto terapeutico desiderato con maggiore precisione. Si riduce anche il rischio di vari effetti collaterali derivanti dall'uso di farmaci. Questo gruppo include gli inibitori della ricaptazione della serotonina, ma, in linea di principio, sono stati trovati farmaci per ciascun neurotrasmettitore (sostanza trasmittente) nel sistema nervoso. Il medicinale viene selezionato da uno specialista in grado di diagnosticare e determinare con precisione le violazioni nel sistema nervoso centrale.

I seguenti inibitori della ricaptazione sono disponibili per vari neurotrasmettitori:

  • Serotonina - cipralex, fluvoxamina, ecc..
  • Norepinefrina - nortriptilina, maprotilina, ecc..
  • Dopamina - diclofensina.
Esistono anche numerosi farmaci che bloccano la ricaptazione sia della norepinefrina che della serotonina. Questi includono amitriptilina, imipramina e altri antidepressivi triciclici. Sono chiamati non selettivi.

Qual è la differenza tra antidepressivi di diversi gruppi?

Gli antidepressivi, come la maggior parte degli altri farmaci, sono suddivisi in gruppi farmacologici, che presentano alcune differenze caratteristiche. Ciò è necessario per la comodità dell'uso pratico dei farmaci nel trattamento. La struttura chimica delle molecole in questo caso è molto spesso di secondaria importanza. Il criterio principale è il meccanismo d'azione del farmaco.

Gli antidepressivi di diversi gruppi hanno le seguenti differenze:

  • Meccanismo di azione. Ogni gruppo di antidepressivi ha un meccanismo d'azione diverso. I farmaci di diversi gruppi interagiscono con diverse sostanze nel sistema nervoso centrale, il che alla fine porta a un effetto simile dall'assunzione del farmaco. Cioè, l'azione dei farmaci è simile, ma la catena di reazioni biochimiche che si verificano nel corpo è molto diversa..
  • La forza del farmaco. La forza del farmaco è determinata dall'efficacia nel bloccare gli enzimi nel sistema nervoso centrale. Esistono antidepressivi più forti che hanno un effetto pronunciato e stabile. Di solito sono disponibili con prescrizione medica a causa del rischio di gravi effetti collaterali. I farmaci con un effetto più debole possono essere acquistati in farmacia da soli.
  • Trasformazione del farmaco nel corpo. L'insieme di trasformazioni chimiche che una molecola di farmaco subisce nel corpo è chiamato farmacodinamica o metabolismo del farmaco. A questo proposito, quasi ogni farmaco ha le sue caratteristiche. Ad esempio, la durata del blocco di un enzima può variare. Di conseguenza, l'effetto di un farmaco durerà a lungo (fino a un giorno) e l'altro - solo poche ore. Questo determina la modalità di ricezione. C'è anche un tempo per l'eliminazione del farmaco dall'organismo dopo la somministrazione. Alcune sostanze vengono escrete naturalmente rapidamente, mentre altre possono accumularsi nel corso del trattamento. Questo dovrebbe essere considerato quando si sceglie un medicinale. Anche il meccanismo di eliminazione del farmaco è importante. Se la sostanza viene infine escreta nelle urine attraverso i reni e il paziente ha un'insufficienza renale (la filtrazione del sangue e la formazione dell'urina è difficile), il farmaco si accumulerà nel corpo e il rischio di gravi complicanze aumenta notevolmente.
  • Effetti collaterali. A seconda delle caratteristiche dell'azione di un particolare antidepressivo sul corpo, può causare vari effetti collaterali. È importante che gli specialisti li conoscano per notare i loro sintomi in tempo e prendere le misure necessarie..
  • Interazione con altri farmaci. I farmaci nel corpo umano interagiscono con varie sostanze. L'assunzione di più medicinali contemporaneamente può aumentare o diminuire il loro effetto e talvolta produrre altri effetti imprevedibili. Nelle istruzioni per ciascuno degli antidepressivi, i produttori di solito indicano con quali farmaci questa sostanza può interagire..
  • La possibilità di sviluppare una reazione allergica. Ogni antidepressivo ha la sua struttura chimica. Una reazione allergica in un paziente può essere quasi qualsiasi farmaco (con probabilità diverse). Se sei allergico a un farmaco, devi consultare un medico e cambiarlo con un altro agente che differisce nella struttura chimica, ma simile nell'effetto terapeutico..
  • La struttura chimica della molecola. La struttura chimica della molecola determina le proprietà di qualsiasi farmaco. È per questo che ogni antidepressivo ha i suoi vantaggi e svantaggi. Inoltre, le caratteristiche della struttura chimica sono alla base della classificazione degli antidepressivi..

Esistono antidepressivi naturali (erbe naturali)?

Le seguenti erbe hanno un effetto lieve, simile a quello degli antidepressivi:

  • Il rizoma dell'attrazione. Il rizoma schiacciato viene versato con alcool medico (soluzione di etanolo al 70%) in un rapporto da 1 a 10 e insistito per diverse ore. L'infuso viene preso 1 cucchiaino 2 volte al giorno.
  • Fiori di camomilla aster. Per 1 cucchiaio di fiori secchi, sono necessari 200 ml di acqua bollente. L'infusione dura almeno 4 ore. Il prodotto risultante viene preso 1 cucchiaio 3 volte al giorno..
  • Uccello Highlander. 3-5 grammi di alpinista essiccato vengono versati con 2 tazze di acqua bollita e insistiti fino a quando l'acqua non si raffredda indipendentemente a temperatura ambiente. L'infuso va bevuto mezzo bicchiere prima dei pasti (3 volte al giorno).
  • Aralia Manchu. Le radici frantumate di aralia vengono versate con alcool medico in un rapporto da 1 a 5 e insistono per 24 ore. La tintura risultante viene presa 10 gocce 2-3 volte al giorno, diluita in acqua bollita.
  • Radice di ginseng. La radice di ginseng essiccata viene schiacciata e versata con una soluzione alcolica (50-60%) in un rapporto da 1 a 10. La miscela viene infusa per 2-3 giorni in un recipiente chiuso. La tintura risultante viene bevuta 10-15 gocce 2 volte al giorno.

Proprietà e azione degli antidepressivi

Il meccanismo d'azione degli antidepressivi

Per comprendere meglio il meccanismo d'azione degli antidepressivi, è necessario comprendere in termini generali come funziona il sistema nervoso centrale. Il cervello è costituito da molte cellule nervose, neuroni, che svolgono le funzioni più importanti. I neuroni hanno un gran numero di processi diversi che si collegano ad altre cellule nervose. Di conseguenza, si forma una sorta di rete di contatti cellulari. Gli impulsi che entrano nel cervello sono distribuiti in questa rete in un certo modo e il cervello reagisce alle informazioni ricevute. Ogni parte del cervello è responsabile della regolazione di determinati processi nel corpo. La depressione, così come vari disturbi nervosi e mentali, sono principalmente una conseguenza dell'eccitazione di alcune parti del cervello. Gli antidepressivi influenzano la giunzione delle cellule nervose, accelerando o rallentando la trasmissione degli impulsi nervosi in vari modi (a seconda del farmaco specifico).

La trasmissione di un impulso nervoso nel cervello avviene come segue:

  • Un impulso si forma in una cellula nervosa a seguito di interazioni chimiche e percorre uno dei processi fino alla giunzione con un'altra cellula nervosa.
  • La giunzione di due cellule nervose è chiamata sinapsi. Qui, a una distanza molto ravvicinata, ci sono due membrane cellulari. Lo spazio tra loro è chiamato fessura sinaptica..
  • L'impulso nervoso raggiunge la membrana presinaptica (la cellula che trasmette l'impulso). Ci sono bolle con una sostanza speciale: un neurotrasmettitore.
  • Come risultato dell'eccitazione, vengono attivati ​​enzimi che portano al rilascio di un mediatore dalle vescicole e al suo ingresso nella fessura sinaptica.
  • Nella fessura sinaptica, le molecole dei neurotrasmettitori interagiscono con i recettori sulla membrana postsinaptica (la membrana della cellula che "riceve" l'impulso). Di conseguenza, si verifica una reazione chimica e si verifica un impulso nervoso che viene trasmesso attraverso la cellula..
  • Le molecole mediatori, che effettuano la trasmissione dell'impulso tra le cellule, vengono catturate da speciali recettori e si concentrano nelle vescicole o vengono distrutte nella fessura sinaptica.
Pertanto, una serie di sostanze diverse sono coinvolte nella propagazione degli impulsi nervosi nel sistema nervoso centrale. Esistono anche enzimi che interferiscono con la propagazione dell'impulso. Cioè, sia l'eccitazione che l'inibizione possono verificarsi tra le cellule..

Le molecole antidepressive interagiscono con specifici recettori, mediatori o enzimi e influenzano la trasmissione complessiva degli impulsi. Pertanto, si verifica l'eccitazione o l'inibizione dei processi in varie parti del cervello..

Quali effetti collaterali hanno gli antidepressivi??

La stragrande maggioranza degli antidepressivi ha una gamma abbastanza ampia di effetti collaterali che limitano gravemente l'uso di questi farmaci. Molto spesso, tali fenomeni si verificano a causa dell'effetto parallelo del farmaco sui recettori nel sistema nervoso periferico. Ciò influisce sul lavoro di molti organi interni. Tuttavia, ci sono altri meccanismi per lo sviluppo di effetti collaterali..

Gli effetti collaterali dell'assunzione di antidepressivi possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  • Dose dipendente. Questo gruppo di effetti collaterali include problemi che sorgono quando viene superata la dose terapeutica (terapeutica). Sono tutti, nessuno escluso, droghe. Molti di questi effetti collaterali possono essere interpretati come segni di sovradosaggio. Nel caso degli antidepressivi triciclici, ad esempio, questo può essere un effetto ipotensivo (abbassamento della pressione sanguigna). Di regola, tutti questi effetti scompaiono quando la dose viene ridotta..
  • Indipendente dalla dose. Questo gruppo di effetti collaterali di solito compare durante il trattamento a lungo termine. Un farmaco con struttura e azione simili influisce sul lavoro di determinate cellule o tessuti, che, prima o poi, possono causare vari problemi. Ad esempio, quando si utilizzano antidepressivi triciclici, sono possibili leucopenia (basso numero di leucociti e indebolimento del sistema immunitario) e se trattati con antidepressivi serotoninergici, infiammazione e dolore articolare (artropatia). In questi casi, abbassare la dose non risolverà il problema. Si raccomanda di interrompere il trattamento e di prescrivere al paziente farmaci di un gruppo farmacologico diverso. Questo dà al corpo il tempo di riprendersi un po '..
  • Pseudo-allergico. Questo gruppo di effetti collaterali assomiglia alle comuni reazioni allergiche (orticaria, ecc.). Tali problemi sono piuttosto rari, principalmente durante l'assunzione di antidepressivi serotoninergici.
In generale, lo spettro degli effetti collaterali che possono verificarsi durante l'assunzione di antidepressivi è molto ampio. Sono possibili interruzioni nel lavoro di vari organi e sistemi. I pazienti spesso non solo sviluppano sintomi e reclami, ma si osservano anche anomalie in vari studi (ad esempio, in un esame del sangue).

Possibili effetti collaterali dell'assunzione di antidepressivi

Organi o sistemi interessati

Reclami e violazioni

Possibili soluzioni al problema

Il sistema cardiovascolare

Ridurre la dose di antidepressivo. Se impossibile - farmaci per eliminare i sintomi (a discrezione del cardiologo).

Disturbi del ritmo cardiaco (sull'elettrocardiogramma)

Aumento della pressione sanguigna (a volte drammatica)

Gravi cambiamenti nella pressione sanguigna con cambiamenti nella posizione del corpo (ipotensione ortostatica)

Apparato digerente

Ridurre la dose del farmaco. Cambiando il regime (più spesso, ma in dosi più piccole), un aumento graduale della dose all'inizio del trattamento. Se si sviluppa ittero, si consiglia di interrompere il trattamento o cambiare il farmaco.

Sapore amaro in bocca

Sangue e sistema ematopoietico

Un aumento o una diminuzione del livello dei leucociti (leucocitosi o leucopenia, rispettivamente), una diminuzione del livello delle piastrine (trombocitopenia), un aumento del livello degli eosinofili (eosinofilia). Queste violazioni vengono rilevate da un esame del sangue generale.

Cessazione del trattamento, cambio di medicina.

sistema nervoso centrale

Letargia e sonnolenza (nei casi gravi e confusione)

A discrezione del medico curante (psichiatra o neurologo), è possibile ridurre la dose, interrompere l'assunzione del farmaco o prescrivere un trattamento sintomatico in parallelo (sali di litio, antipsicotici, fenobarbital, beta-bloccanti - a seconda dei sintomi).

Eccitazione nervosa, aumento dell'attività

Nistagmo (movimenti incontrollati delle pupille)

Disturbi sistemici di natura allergica

Piccola eruzione cutanea con edema associato (dermo-vasculite)

Gonfiore e dolori articolari

Un forte aumento della pressione sanguigna (crisi ipertensiva)

Fentolamina, tropafen, bloccanti gangliari. Si consiglia di consultare urgentemente un medico.

Nausea e vomito

Disturbi e sintomi generali

Diminuzione del desiderio sessuale

In caso di sintomi gravi, si consiglia di interrompere il trattamento e cambiare il farmaco. Come prescritto da un medico - proserina, fisostigmina, pilocarpina (trattamento sintomatico).

Disturbi ormonali


In linea di principio, se, sullo sfondo di un uso singolo oa lungo termine di antidepressivi, il paziente inizia a sviluppare sintomi insoliti, dovresti chiedere il parere del tuo medico. Molti degli effetti collaterali di cui sopra indicano una scarsa tolleranza al farmaco. Se non interrompe il trattamento, il paziente può sviluppare danni molto gravi agli organi o ai sistemi, che richiederanno un trattamento aggiuntivo..

Inoltre, gli effetti collaterali di molti antidepressivi possono essere attribuiti alla dipendenza e, di conseguenza, alla sindrome da astinenza che si verifica dopo l'interruzione del trattamento. In questi casi, la tattica del trattamento può essere diversa. Il trattamento è prescritto da uno specialista che si prende cura del paziente.

Esistono antidepressivi senza effetti collaterali??

In linea di principio, qualsiasi farmaco farmacologico può potenzialmente causare determinati effetti collaterali. Tra gli antidepressivi con uno spettro d'azione molto ampio non ci sono farmaci ideali per tutti i pazienti. Ciò è dovuto alle caratteristiche della malattia di base (gli antidepressivi sono prescritti non solo per la depressione) e alle caratteristiche individuali del corpo.

Per ridurre la probabilità di effetti collaterali quando si sceglie un farmaco, è necessario prestare attenzione ai seguenti punti. In primo luogo, i farmaci più recenti ("nuova generazione") hanno un effetto mirato sul corpo e di solito hanno meno effetti collaterali. In secondo luogo, gli antidepressivi da banco hanno un effetto più debole sul corpo nel suo insieme. Ecco perché sono disponibili in commercio. Di norma, gli effetti collaterali gravi si verificano molto meno spesso se assunti..

Idealmente, la selezione del farmaco viene effettuata dal medico curante. Per evitare gravi effetti collaterali, conduce una serie di test e apprende meglio le caratteristiche del corpo di un particolare paziente (malattie concomitanti, diagnosi accurata, ecc.). Naturalmente, anche in questo caso non c'è una garanzia al cento per cento. Tuttavia, sotto la supervisione di un medico, puoi sempre sostituire il farmaco o scegliere un trattamento sintomatico efficace che eliminerà i reclami e ti consentirà di continuare il corso del trattamento..

Compatibilità degli antidepressivi con altri farmaci (antipsicotici, ipnotici, sedativi, farmaci psicotropi, ecc.)

La somministrazione contemporanea di più farmaci in medicina è un problema molto urgente. Nel caso degli antidepressivi, va notato che sono spesso usati nella terapia di combinazione. Ciò è necessario per ottenere un effetto più completo e più rapido in una serie di disturbi mentali..

Le seguenti combinazioni di antidepressivi sono molto rilevanti in psichiatria:

  • Tranquillanti - per nevrosi, psicopatie, psicosi reattive.
  • Sali di litio o carbamazepina - per psicosi affettiva.
  • Antipsicotici - per la schizofrenia.
Secondo le statistiche, quasi l'80% dei pazienti nei reparti psichiatrici riceve tali combinazioni. Tuttavia, in questo caso, la terapia è prescritta da uno specialista e il paziente è sempre sotto la supervisione dei medici - in un ospedale.

In generale, la combinazione di antidepressivi con molti altri farmaci farmacologici dà spesso conseguenze negative. Potrebbero verificarsi effetti collaterali imprevisti o una diminuzione dell'efficacia di un farmaco (non è previsto alcun effetto terapeutico). Ciò è dovuto a diversi meccanismi.

Le combinazioni negative di antidepressivi con un numero di farmaci possono essere pericolose per i seguenti motivi:

  • Interazioni farmacodinamiche. In questo caso, stiamo parlando della difficoltà nell'assimilazione di sostanze medicinali. Dopo aver assunto un antidepressivo (sotto forma di compresse), il principio attivo deve essere normalmente assorbito nell'intestino, entrare nel fegato e combinarsi con le proteine ​​del sangue. L'assunzione di altri farmaci farmacologici può rompere questa catena in una qualsiasi delle fasi. Ad esempio, molti farmaci vengono convertiti in un modo o nell'altro nel fegato. L'assunzione di diversi farmaci che interagiscono con gli stessi enzimi può indebolire l'effetto di ciascuno di essi individualmente o causare alcune complicazioni dal fegato stesso. Per evitare tali complicazioni, il medico prescrive farmaci tenendo conto del tempo della loro assimilazione, specificando il regime.
  • Interazioni farmacocinetiche. In questo caso, stiamo parlando dell'effetto di più farmaci sullo stesso sistema corporeo (le stesse cellule o enzimi bersaglio). Gli antidepressivi funzionano a livello delle connessioni nervose nel sistema nervoso centrale. L'assunzione di altri farmaci che agiscono sul sistema nervoso può aumentare il loro effetto o, al contrario, neutralizzarlo. In entrambi i casi, l'effetto terapeutico atteso non sarà e il rischio di effetti collaterali aumenterà notevolmente.
Ecco perché, durante il trattamento con antidepressivi, bisogna stare molto attenti e non assumere nemmeno farmaci familiari e familiari che vengono venduti in farmacia senza prescrizione medica senza prescrizione medica. In alcuni casi, combinazioni di farmaci errate possono danneggiare seriamente la salute del paziente o addirittura mettere in pericolo la sua vita. Se è necessario assumere qualsiasi farmaco, si consiglia di consultare il proprio medico o il farmacista. La maggior parte dei farmaci (nelle istruzioni) spesso indica le combinazioni di farmaci più pericolose per un particolare farmaco.

Gli antidepressivi hanno un effetto stimolante?

In linea di principio, la maggior parte degli antidepressivi ha un effetto stimolante sul sistema nervoso centrale in un modo o nell'altro. La depressione stessa è accompagnata da uno stato di depressione. Il paziente è passivo perché non ha voglia di fare nulla. Il giusto antidepressivo ripristina la voglia di fare qualcosa e dà così forza.

Tuttavia, l'effetto stimolante degli antidepressivi non deve essere confuso con l'effetto delle bevande energetiche o di alcuni farmaci. L'effetto stimolante si manifesta maggiormente nella sfera emotiva e mentale. La fatica fisica diminuisce a causa della rimozione di un certo "blocco psicologico". Le droghe promuovono la motivazione e l'interesse per varie attività.

Gli inibitori delle MAO (monoamino ossidasi) hanno il massimo effetto stimolante a questo proposito. Tuttavia, questo effetto si sviluppa in essi gradualmente, poiché gli enzimi e i mediatori corrispondenti si accumulano nel corpo. Puoi sentire i cambiamenti in 1 - 2 settimane dopo aver iniziato a prendere il farmaco (a condizione che sia selezionato correttamente e assunto nella dose richiesta).

Esistono anche antidepressivi che hanno effetti ipnotici e sedativi. Stimolano l'attività mentale ed emotiva, ma la condizione fisica di una persona cambia poco. Questi includono, ad esempio, amitriptilina, azafen, pirazidolo. Pertanto, il paziente potrebbe non ottenere il risultato atteso. Per non sbagliare, è meglio consultare in anticipo uno specialista che possa spiegare in dettaglio quale effetto si aspetta dal trattamento con questo o quel farmaco..

Gli antidepressivi hanno sollievo dal dolore??

L'azione principale degli antidepressivi è quella di sbarazzarsi dei sintomi e dei segni di depressione del paziente, tra cui sonnolenza, passività, mancanza di motivazione, depressione mentale ed emotiva. Nessuno dei farmaci in questo gruppo ha un effetto analgesico pronunciato in senso convenzionale. In altre parole, con un'ovvia fonte di dolore acuto (infiammazione, trauma, ecc.), L'assunzione di antidepressivi non allevia le condizioni del paziente..

Tuttavia, alcuni farmaci antidepressivi sono stati utilizzati con successo per il dolore cronico. Il fatto è che il dolore cronico spesso accompagna la depressione a lungo termine. I disturbi mentali non sono l'unica fonte di dolore, ma possono anche aumentarlo e, quindi, peggiorare notevolmente le condizioni del paziente. Gli esperti hanno notato che un certo numero di antidepressivi può alleviare il dolore cronico come questo. In questo caso, si tratta più di una riduzione della percezione del dolore che di un effetto analgesico..

I seguenti antidepressivi possono essere usati per trattare le sindromi da dolore cronico:

  • venlafaxina;
  • amitriptilina;
  • clomipramina;
  • fluoxetina;
  • desipramina.
Naturalmente, non dovresti iniziare a prendere antidepressivi da solo se hai dolore cronico. Innanzitutto, questo gruppo di farmaci ha una vasta gamma di effetti collaterali e il paziente può avere altri problemi. In secondo luogo, avendo eliminato la sindrome del dolore, il paziente corre il rischio di “mascherare” il problema. Dopo tutto, il mal di schiena, il dolore muscolare o il mal di testa non sempre accompagnano la depressione. Molto spesso hanno una ragione molto specifica che dovrebbe essere eliminata. Ecco perché i pazienti devono consultare uno specialista per la diagnosi corretta. Solo se la depressione è confermata in combinazione con dolore cronico, l'uso dei suddetti antidepressivi sarà giustificato e razionale.