Disturbo dissociale di personalità

Criteri diagnostici secondo DSM-5 (301.7 (F60.2)

A. Una pratica diffusa di abbandono e violazione dei diritti altrui, che si verifica dall'età di 15 anni, come evidenziato da tre (o più) dei seguenti:

1. Disobbedienza alle norme sociali e comportamento illegale, come evidenziato dalle azioni ripetute che sono alla base dell'arresto

2. Inganno, come evidenziato da ripetute bugie, l'uso di soprannomi o l'uso di altri per guadagno o piacere personale

3. Impulsività o incapacità di pianificare in anticipo

4. Irritabilità e aggressività, come indicato da ripetuti scontri fisici o attacchi

5. Sconsiderato disprezzo per la sicurezza - tua o altrui

6. Coerente irresponsabilità, come evidenziato dalla ripetuta incapacità di mantenere un comportamento coerente sul lavoro o di soddisfare gli obblighi finanziari

7. Mancanza di rimorso, come evidenziato dall'indifferenza o dalla razionalizzazione nell'infliggere dolore, abuso o furto

B. La persona ha almeno 18 anni.

C. Ci sono prove di comportamenti alterati prima dei 15 anni

D. Il verificarsi di comportamenti antisociali non è solo il risultato della schizofrenia o del disturbo bipolare

Segni diagnostici

Una caratteristica essenziale del disturbo antisociale di personalità è la pratica diffusa di abbandono e violazione dei diritti degli altri, che inizia nell'infanzia o nella prima adolescenza e continua fino all'età adulta. Questo modello è indicato anche come psicopatia, sociopatia o disturbo dissociale di personalità. Poiché l'inganno e la manipolazione sono caratteristiche centrali del disturbo antisociale di personalità, è particolarmente utile integrare le informazioni provenienti dalla valutazione clinica sistematica con le informazioni raccolte da fonti correlate.

Per poter formulare questa diagnosi, la persona deve avere almeno 18 anni (Criterio B) e deve avere una storia di alcuni sintomi di disturbo della condotta prima dei 15 anni (Criterio C).

Il disturbo della condotta implica un modello di comportamento ripetitivo e persistente che viola i diritti fondamentali di altre persone o norme o regole sociali appropriate all'età.

I comportamenti specifici associati al disturbo della condotta rientrano in una delle quattro categorie: aggressione verso persone e animali, distruzione di proprietà, inganno o furto o grave violazione delle regole

Il modello di comportamento antisociale continua fino all'età adulta. Gli individui con disturbo antisociale di personalità non soddisfano le norme sociali relative al comportamento legale (criterio Al). Possono commettere ripetutamente atti che sono motivo di arresto (indipendentemente dal fatto che siano arrestati o meno), come la distruzione di proprietà, molestie, furti o azioni illegali. Gli individui con questo disturbo ignorano i desideri, i diritti o i sentimenti degli altri. Spesso mentono e manipolano per guadagno o piacere personale (come denaro, sesso o potere) (criterio A2). Possono mentire più volte, usare soprannomi, ingannare gli altri o fingere una malattia. Un modello di impulsività può manifestarsi come un'incapacità di pianificare in anticipo (criterio A3). Le decisioni vengono prese sotto l'influenza del momento, senza ponderazione e senza considerare le conseguenze per sé o per gli altri; questo può portare a un improvviso cambiamento di lavoro, luogo di residenza o relazione. Gli individui con disturbo antisociale di personalità tendono ad essere irritabili e aggressivi e possono ripetutamente impegnarsi in lotte fisiche o violenza fisica (incluso picchiare un coniuge o un figlio) (criterio A4). (Il comportamento aggressivo necessario per proteggere se stessi o qualcun altro non è considerato una prova di questa clausola.) Questi individui mostrano anche uno sconsiderato disprezzo per la propria sicurezza o quella degli altri (criterio A5). Questo può manifestarsi nel loro stile di guida (eccesso di velocità ripetuto, guida in stato di ebbrezza, incidenti multipli). Possono impegnarsi in comportamenti sessuali o nell'uso di sostanze che hanno un alto rischio di effetti dannosi. Possono trascurare o trascurare il bambino in un modo che lo mette in pericolo

Gli individui con disturbo antisociale di personalità sono anche inclini a un'irresponsabilità costante ed estrema (criterio A6). L'irresponsabilità sul lavoro è indicata da periodi di disoccupazione significativi nonostante le opportunità di lavoro esistenti o dall'abbandono di diversi lavori senza un piano realistico per un altro lavoro. Possono verificarsi anche casi di ripetute assenze dal lavoro non imputabili né alla loro malattia né a quella dei familiari. L'irresponsabilità finanziaria è indicata da azioni come l'inadempienza sui debiti, la mancata fornitura di sostegno ai figli o la mancata fornitura di sostegno ad altre persone a carico su base regolare. Gli individui con disturbo antisociale di personalità hanno scarso rimorso per le conseguenze delle loro azioni (criterio A7). Possono essere indifferenti o dare spiegazioni superficiali che hanno ferito, maltrattato o derubato qualcuno (ad esempio, "la vita non è giusta", "i perdenti meritano di perdere"). Queste persone possono incolpare le vittime di essere stupide, indifese o meritevoli del loro destino (ad esempio, "questo sarebbe successo comunque"); possono minimizzare verbalmente le conseguenze dannose delle loro azioni; oppure possono semplicemente mostrare completa indifferenza. Di solito non sono in grado di compensare ciò che hanno fatto. Possono credere che tutti vogliono essere i numeri uno e che nessuno dovrebbe fermarsi davanti a nulla per vincere

Il comportamento antisociale non è il risultato o è considerato una manifestazione di schizofrenia o disturbo bipolare (criterio D)

Tratti a supporto della diagnosi

Le persone con disturbo antisociale di personalità spesso mancano di empatia e tendono ad essere insensibili, ciniche e sprezzanti dei sentimenti, dei diritti e della sofferenza degli altri. Potrebbero avere un'autostima gonfiata e arrogante (ad esempio, sentire che un lavoro regolare non è degno e non risolve i loro problemi presenti o futuri) e possono essere troppo sicuri di sé, fiduciosi o presuntuosi. Possono dimostrare efficienza di tipo professionale, fascino superficiale e possono essere eccezionalmente loquaci e facili da usare (ad esempio, utilizzando termini tecnici o gergo che potrebbero impressionare qualcuno che non ha una profonda familiarità con l'argomento). Mancanza di empatia, autostima sopravvalutata e fascino superficiale sono segni che sono comunemente inclusi nei concetti tradizionali di psicopatia che aiutano a identificare questo disturbo e prevedere la recidiva in carcere o nella scienza forense, dove è probabile che il comportamento criminale o aggressivo non sia specifico. Queste persone possono anche essere irresponsabili e sfruttatrici nelle loro relazioni sessuali. Possono avere una storia di molti partner sessuali e potrebbero non aver mai avuto una relazione monogama. Possono essere genitori irresponsabili, come evidenziato dalla malnutrizione infantile, malattie infantili causate da un'igiene minima, trasferimento del bambino a vicini o parenti viventi separati per nutrirli e trascorrere la notte con loro, incapacità di invitare un tutore per un bambino piccolo quando il genitore adulto è assente, o il ripetuto spreco di denaro necessario per le necessità domestiche. Questi individui possono essere licenziati dall'esercito per atti umilianti, potrebbero non essere in grado di provvedere a se stessi, diventare impoveriti o addirittura diventare senzatetto, possono essere in istituti di correzione per molti anni. Gli individui con disturbo antisociale di personalità hanno maggiori probabilità rispetto alle persone in generale di morire prematuramente con mezzi violenti (p. Es., Suicidio, incidenti, omicidio)

Gli individui con disturbo antisociale di personalità possono anche sperimentare disforia, inclusi disturbi di tensione, incapacità di tollerare la noia e umore depresso. Possono avere disturbi d'ansia, disturbi depressivi, disturbi da uso di sostanze, sintomi fisici, disturbi del gioco d'azzardo e altri disturbi del controllo degli impulsi. Gli individui con disturbo antisociale di personalità spesso hanno anche tratti di personalità che soddisfano i criteri per altri disturbi di personalità, in particolare disturbi di personalità borderline, isterici e narcisistici. La probabilità di sviluppare un disturbo antisociale di personalità in età adulta aumenta se un individuo ha un disturbo del comportamento (prima dei 10 anni di età) durante l'infanzia e il disturbo da deficit di attenzione / iperattività di accompagnamento. Abuso o negligenza sui minori, genitorialità instabile, irregolare o genitorialità incoerente possono aumentare la probabilità che il disturbo della condotta si sviluppi in disturbo antisociale di personalità

Prevalenza

La prevalenza del disturbo antisociale di personalità, utilizzando i criteri delle versioni precedenti del DSM, è compresa tra lo 0,2% e il 3,3%. La più alta prevalenza di disturbo antisociale di personalità (oltre il 70%) si trova tra i campioni più gravi di uomini con disturbi da uso di alcol e in cliniche per abuso di sostanze, prigioni o altre istituzioni forensi. La prevalenza è maggiore nei campioni soggetti a fattori socio-economici (es. Povertà) o socioculturali (es. Migrazione) sfavorevoli

Sviluppo e prospettive

Sviluppo e prospettiva

Il disturbo antisociale di personalità è cronico ma può diventare meno evidente o scomparire con l'avanzare dell'età, soprattutto entro la quarta decade di vita. Mentre questa remissione tende ad essere particolarmente evidente nel comportamento criminale, è probabile che ci sarà un declino dell'intero spettro del comportamento antisociale e dell'uso di sostanze. Per definizione, una personalità antisociale non può essere diagnosticata prima dei 18 anni

Fattori di rischio e fattori prognostici

Genetico e fisiologico. Il disturbo antisociale di personalità è più comune tra i parenti biologici di primo grado di quelli con il disturbo rispetto alla popolazione generale. Il rischio per i parenti biologici delle donne con il disturbo è generalmente più alto del rischio per i parenti biologici degli uomini con il disturbo. Anche i parenti biologici delle persone con questo disturbo sono a maggior rischio di disturbi fisici e da uso di sostanze. In una famiglia con una persona con disturbo antisociale di personalità, gli uomini hanno maggiori probabilità di avere un disturbo antisociale di personalità e disturbi da uso di sostanze, mentre le donne hanno maggiori probabilità di avere un disturbo somatico. Tuttavia, in tali famiglie c'è un aumento della prevalenza di tutti questi disturbi sia negli uomini che nelle donne rispetto alla popolazione generale. La ricerca sull'adozione mostra che fattori sia genetici che ambientali contribuiscono al disturbo antisociale di personalità. Sia i figli adottivi che quelli biologici di genitori con disturbo antisociale di personalità sono a maggior rischio di sviluppare disturbo antisociale di personalità, disturbo fisico e disturbi da uso di sostanze. I bambini adottati sono più simili ai loro genitori biologici che ai loro genitori adottivi, ma l'ambiente familiare associato all'adozione influenza il rischio di sviluppare il disturbo di personalità e la psicopatologia associata

Problemi diagnostici culturali

Il disturbo antisociale di personalità sembra essere associato a uno stato socioeconomico basso e alle condizioni urbane. Sono state sollevate preoccupazioni sul fatto che a volte la diagnosi potrebbe essere applicata in modo errato a individui in ambienti in cui un comportamento apparentemente antisociale potrebbe essere parte di una strategia di coping difensiva. Nel valutare i tratti antisociali, il clinico dovrebbe considerare il contesto socioeconomico in cui si manifesta il comportamento.

Problemi diagnostici di genere

Il disturbo antisociale di personalità è più comune negli uomini che nelle donne. Vi è una certa preoccupazione che il disturbo antisociale di personalità possa essere sottovalutato nelle donne, soprattutto a causa dell'enfasi su elementi aggressivi nella definizione del disturbo della condotta

Diagnosi differenziale

Il disturbo antisociale di personalità non viene diagnosticato nelle persone di età inferiore ai 18 anni e viene eseguito solo se vi è una storia di alcuni sintomi del disturbo della condotta prima dei 15 anni. Nelle persone di età superiore ai 18 anni, viene fatta una diagnosi di disturbo della condotta solo se i criteri per il disturbo antisociale di personalità non sono soddisfatti

Disturbi da uso di sostanze. Quando il comportamento antisociale in un adulto è associato a un disturbo da uso di sostanze, la diagnosi di disturbo antisociale di personalità non viene effettuata a meno che i segni di disturbo antisociale di personalità non siano evidenti nell'infanzia e siano continuati nell'età adulta. Quando l'uso di sostanze e il comportamento antisociale sono iniziati nell'infanzia e sono proseguiti nell'età adulta, dovrebbe essere diagnosticato come un disturbo da uso di sostanze e il disturbo antisociale di personalità dovrebbe essere diagnosticato se i criteri per entrambi i disturbi sono soddisfatti, sebbene alcuni comportamenti antisociali possano essere una conseguenza disturbi da uso di sostanze (p. es., vendita illegale di droghe, furto per ottenere denaro dalla droga)

Schizofrenia e disturbi bipolari. Il comportamento antisociale che si verifica esclusivamente in presenza di schizofrenia o disturbo bipolare non deve essere diagnosticato come disturbo antisociale di personalità

Altri disturbi della personalità Altri disturbi della personalità possono essere confusi con il disturbo antisociale di personalità perché condividono determinate caratteristiche. Pertanto, è importante distinguere tra questi disturbi sulla base delle differenze nelle loro caratteristiche. Tuttavia, se una persona ha tratti di personalità che soddisfano i criteri per uno o più disturbi di personalità oltre al disturbo antisociale di personalità, possono essere tutti diagnosticati. Gli individui con disturbo antisociale di personalità e disturbo narcisistico di personalità tendono ad essere duri, vivaci, superficiali, sfruttatori e privi di empatia. Tuttavia, il disturbo narcisistico di personalità non include tratti di impulsività, aggressività e inganno. Inoltre, gli individui con disturbo antisociale di personalità potrebbero non essere così bisognosi dell'ammirazione e dell'invidia degli altri, e gli individui con disturbo narcisistico di personalità generalmente non hanno una storia di disturbo comportamentale infantile o comportamento criminale in età adulta. Gli individui con disturbo antisociale di personalità e disturbo isterico di personalità tendono ad essere impulsivi, superficiali, in cerca di eccitazione, spericolati, seducenti e manipolatori, ma gli individui con disturbo di personalità isterico tendono ad essere più esagerati nelle loro emozioni e non hanno comportamenti antisociali. Gli individui con disturbo di personalità isterico e borderline vengono manipolati per ottenere cure, mentre quelli con disturbo di personalità antisociale vengono manipolati per ottenere profitto, potere o qualche altro godimento materiale. Gli individui con disturbo antisociale di personalità tendono ad essere meno instabili emotivamente e più aggressivi di quelli con disturbo di personalità borderline. Sebbene il comportamento antisociale possa essere presente in alcune persone con disturbo paranoide di personalità, di solito non è motivato dal desiderio di guadagno personale o sfruttamento degli altri, come nel disturbo antisociale di personalità, ma è più spesso associato a un desiderio di vendetta

Comportamento criminale non associato a disturbo di personalità. Il disturbo antisociale di personalità dovrebbe essere distinto dal comportamento criminale intrapreso a scopo di lucro, che non è accompagnato dai tratti di personalità caratteristici del disturbo. È solo quando i tratti di personalità antisociale sono inflessibili, disadattivi e persistenti e causano disturbi funzionali o soggettivi significativi che costituiscono disturbo di personalità antisociale.

Avvertimento: Sociopatico con disturbo antisociale di personalità: segni

Il disturbo antisociale di personalità è una malattia mentale cronica nota informalmente come sociopatia, caratterizzata da un disprezzo per i sentimenti e i diritti degli altri.

Alcune persone non sembrano preoccuparsi degli altri e possono danneggiarli senza rimpianti o sensi di colpa. Quando questo comportamento è diffuso, la persona può soffrire di una malattia mentale cronica nota come disturbo antisociale di personalità. Le persone con ASD vengono talvolta definite "sociopatici"..

Informazioni di base sulla malattia

Il disturbo dissociale di personalità si verifica più spesso durante l'adolescenza. La persona non prova sentimenti come rimorso, senso di colpa o vergogna. Questi tratti si aggravano nel tempo e persistono per tutta la vita. Il trattamento tempestivo aiuterà a tornare a uno stato mentale normale.

In tali pazienti, la capacità di formare qualsiasi tipo di attaccamento è compromessa. Non possono essere sinceramente amici, amare ed essere felici per una persona cara. I pazienti con questa diagnosi sono convinti che i propri bisogni siano fondamentali e che tutte le azioni siano legittime. Se necessario, violano gravemente i confini personali delle altre persone, trascurano i loro sentimenti.

In alcuni casi, una clinica psichiatrica è l'unico posto in cui un paziente può essere aiutato. La diagnosi si basa sullo studio della storia medica e sulla conversazione con il paziente. Il trattamento per il disturbo dissociale di personalità prevede l'uso di farmaci e psicoterapia.

Secondo le statistiche, questa patologia si sviluppa più spesso negli uomini che nelle donne. A rischio sono i residenti delle grandi città, i rappresentanti delle fasce di popolazione a basso reddito, i bambini di famiglie numerose. Queste persone spesso credono di aver sofferto molto nella vita e quindi considerano il resto in debito con loro per le difficoltà che hanno vissuto..

Quadro clinico

È difficile dire se la psicopatia antisociale sia una patologia indipendente o una manifestazione di qualche altro disturbo mentale, il che è più probabile, sebbene ci siano ancora discussioni su questo problema..

Una persona sociopatica considera corretto solo il suo punto di vista e non ci sono critiche per le sue azioni negative. Omicidi, furti e molte altre cose spesso non hanno motivo: questo è, in un certo senso, adrenalina e non un obiettivo specifico. I sociopatici trattano il denaro con noncuranza e spesso abusano di alcol, il che esacerba il loro comportamento e il loro umore in generale. Il significato della vita di una persona del genere sta nella lotta senza fine con la società, che gli procura piacere dal processo stesso. Il tipo di personalità asociale manipola abilmente altre persone per trarre vantaggio dalla situazione attuale, non prova vergogna e rimorso.

È interessante notare che i sociopatici non sbadigliano quando lo fanno gli altri. Sembrerebbe che non ci sia nulla di speciale, ma questo suggerisce che una persona non può leggere le emozioni delle altre persone, a lui non importa cosa fa l'interlocutore. Tutte le azioni sono impulsive: "rinuncia a tutto e fai quello che voglio in questo momento".

Segni

Per diagnosticare questo disturbo in se stessi o in una persona cara, devono esserci almeno tre corrispondenze con i sintomi indicati. Ma va tenuto presente che gli individui con DID in casi molto rari sono in grado di ammettere di avere dissocialità..

Anche se gli specialisti fanno una diagnosi, sono pronti a contestarla e negarla, indipendentemente dalle prove che vengono presentate. Ma puoi controllare qualcuno che conosci se hai dubbi sulla sua salute mentale..

Quindi, i segni principali:

Dipendenza

Sono inclini a vari tipi di dipendenze. Cioè, questa malattia è più spesso accompagnata da alcolismo, tossicodipendenza, problemi alimentari e altri tipi di dipendenza..

Caratteristiche:

Età

Poiché un bambino sociopatico non è ancora abile a nascondere i suoi pensieri ed emozioni, i genitori attenti non avranno difficoltà a vedere i segni di disturbo:

  • con ogni mezzo cercando di attirare l'attenzione su di sé a scuola ea casa (morde, rompe finestre, fa i capricci);
  • di nascosto (e forse sotto gli occhi di tutti) rovina le cose, il più delle volte i giocattoli di altri bambini;
  • non accarezza i genitori, non è attaccato a fratelli e sorelle;
  • non trova un linguaggio comune con altri bambini, è conflittuale e scandaloso;
  • organizza spesso i capricci, ci sono esplosioni incontrollabili di rabbia e aggressività, specialmente nei momenti in cui non può ottenere ciò che vuole;
  • non ascolta le richieste di nessuno;
  • manipola i genitori;
  • non si pente di quello che ha fatto, non si sente in colpa.

Il segno più evidente di sociopatia nei bambini è l'inflizione deliberata di dolore fisico a un essere vivente. Questo si traduce in bullismo nei confronti di piccoli animali. Oppure il bambino sceglie uno più giovane e più debole e inizia a pizzicare, mordere, colpire di nascosto qualcosa di affilato, calciare. Allo stesso tempo, osserva attentamente la reazione della sua vittima, il cui dolore gli dà piacere. Se la sociopatia non viene riconosciuta abbastanza presto, può assumere forme più disastrose negli adolescenti. Sotto l'influenza degli ormoni dovuta alla pubertà, gli psicopatici commettono i loro primi crimini a questa età..

Se sospetti che il bambino sia un sociopatico, dovresti contattare immediatamente uno psicoterapeuta..

Genere

Secondo le statistiche, negli uomini, la sociopatia si trova più spesso nella prima infanzia. Si presume che sia in loro che la predisposizione ereditaria al disturbo diventa il fattore principale. Un'altra caratteristica è che nella maggior parte dei casi soffrono di una forma passiva della malattia. Con elevate capacità mentali e un debole per il razionalismo, in grado di frenare le loro emozioni, i sociopatici maschi conducono una doppia vita. In pubblico (al lavoro, con gli amici) sono abbastanza decenti. Anche se si verificano scoppi di rabbia e puoi vederli come abili manipolatori. A casa, di solito si trasformano in veri tiranni. Picchia la moglie, i figli prepotenti o i genitori anziani.

Secondo tutte le stesse statistiche, lo psicotrauma diventa più spesso la causa della sociopatia nelle donne, cioè di solito è acquisito in natura. La forma più comune è attiva. Essendo per natura troppo emotive, le donne non possono sempre nascondere i loro veri sentimenti per gli altri. Per essere più precisi, la loro assenza. Pertanto, i collettivi di lavoro delle donne sono spesso chiamati serpentarium: il livello di conflitto e litigiosità in essi è il massimo.

Focus professionale

Il grado di adattamento sociale di una persona del genere può essere diverso. Per definirlo, A. Aychron ha introdotto i concetti di delinquenza esplicita, oltre che latente. Per quanto riguarda la prima opzione, in questo caso, la persona mostra azioni antisociali. Nel secondo esiste uno stato simile, ma non appare esteriormente..

Per una personalità antisociale, la motivazione illegale e la commissione di reati non sono affatto prerequisiti. Ad esempio, queste persone possono essere rappresentanti di professioni altamente rispettate. Si tratta di chirurghi, giudici ed educatori che, più di altri, mostrano un debole per il controllo e la pressione. In questo caso, c'è una combinazione della loro individualità con gli interessi della società..

Una persona del genere è facile da riconoscere

Non è stato così. Il cinema moderno contribuisce solo alla percezione errata delle informazioni. Nei film, i sociopatici sono facilmente riconoscibili, suscitano immediatamente sospetto e rifiuto..

Ma in realtà le cose sono diverse. Inoltre, le persone con questa malattia di solito hanno una serie di altri problemi correlati che complicano il processo di diagnosi da parte degli specialisti. Che dire poi delle persone che non incontrano DRI nella loro pratica e nella vita in generale.

Il trattamento peggiora solo le condizioni di una persona

Ci sono molti esperti che sono inclini a questa opinione. Ma il trattamento può solo ostacolare se i metodi sono selezionati in modo errato o se sono obsoleti e richiedono un completo rifiuto..

In linea di principio, è possibile arrecare danno a qualsiasi malattia, sia mentale che fisica, se si dispone di informazioni sufficienti sulla malattia stessa e su come affrontarla. D'accordo, una ferita semplice e insignificante può mettere in pericolo la vita di una persona se applichi una foglia di piantaggine sporca.

L'ipnosi nel trattamento del DID è necessaria solo per accedere ai ricordi

Un individuo con psicopatia ha una comunicazione compromessa, sia con altre persone che tra le sue parti dissociative..

È per questi scopi che viene utilizzata l'ipnosi. Per stabilire la comunicazione. Non per ripristinare i ricordi perduti. Inoltre, secondo gli ultimi dati, una persona sotto ipnosi può descrivere in modo molto colorato qualsiasi evento..

Così colorati che non ci sono dubbi sulla loro realtà. Ma invano. Perché spesso i pazienti parlano di cose che non sono mai realmente accadute nella loro vita. L'immaginazione lavora così attivamente in un tale momento che è impossibile determinare dove sia la finzione e dove sia la verità..

Il processo di asocializzazione

Vivendo in una società, ogni persona impara i suoi valori, norme e regole. Ma la personalità antisociale considerata in sociologia è quella che trascura tutto ciò che è finalizzato al normale funzionamento e stabilizzazione dello stato e delle relazioni tra le persone. Allo stesso tempo, presta maggiore attenzione agli atteggiamenti negativi, ai ruoli e agli stereotipi di comportamento. Il processo in corso di assimilazione da parte di una persona di norme antisociali antisociali porta a una deformazione delle connessioni che esistono nella società. La conseguenza di ciò è la destabilizzazione dello Stato..

Il processo di assimilazione da parte di una persona di norme antisociali antisociali può andare in due modi. Il primo di questi si verifica in una o nell'altra fase dello sviluppo umano, che è sotto l'influenza di un gruppo criminale, una società di cortili o un microambiente negativo. Questo processo è chiamato "desocializzazione". In questo caso, in una persona, invece di valori e norme positivi, ne vengono stabiliti di nuovi: negativi.

È anche possibile un ritardo nella socializzazione. Questo processo si esprime nell'assimilazione prematura di modelli di comportamento positivi e norme prescritte dalla società dall'individuo..

Sintomi del disturbo antisociale di personalità

Armonia: cosa significa

La dissociazione della personalità è una combinazione di una serie di sintomi:

  • Mancanza di responsabilità;
  • Impavidità, disprezzo per il pericolo;
  • Carattere caldo, aggressività;
  • Il desiderio di dimostrare la superiorità agli altri;
  • Evitare l'interazione sociale;
  • Atteggiamento sprezzante nei confronti della proprietà altrui.

Sulla base dei sintomi, possiamo concludere che la dissonanza è una condizione in cui una persona si oppone alla società..

Il sociopatico ha bisogno di altre persone solo per raggiungere i propri obiettivi. Non ha bisogno di contatti a lungo termine, amicizie e relazioni d'amore. Se qualcuno cerca di moderare i desideri o limitare la libertà, reagisce in modo estremamente negativo. Una persona del genere è chiamata antisociale, non lascia nessuno indifferente. O lo contattano o lo evitano in ogni modo possibile..

Lo psicologo Eric Berne ha identificato diversi tipi di persone con disturbo dissociale.

  • Passivo. Tali individui sono passivi nel protestare contro le norme sociali. Perché alcuni di loro lo fanno, cercando di evitare la punizione? Senza provare i rimorsi della coscienza, possono commettere azioni, la cui colpevolezza è difficile da provare. Ma andare direttamente contro il sistema fa paura. Passivo-aggressivo, manipola e provoca conflitti con gli altri. Dopo di che sembrano perfetti, esponendo la loro vittima nel ruolo di un tiranno.
  • Attivo. Sono queste persone che non hanno assolutamente restrizioni nella struttura interna della personalità. Conducono uno stile di vita criminale, quindi il loro comportamento non è solo deviante, ma anche delinquente. Dopo la terapia, possono dimostrare decenza e adesione agli standard morali, ma questo è solo per gli altri. L'immagine interiore del mondo non cambia affatto, quindi in ogni occasione tornano alle loro azioni precedenti.

Tipi di sociopatici

Esistono due tipi più comuni di persone con disturbo dissociale di personalità:

  • Latente (passivo). Per molto tempo si comportano in modo abbastanza adeguato, a volte si verificano psicosi a breve termine. Hanno bisogno della guida di una persona significativa, in alcuni casi un mentore religioso;
  • Attivo. Entrano facilmente nella fiducia degli altri, soddisfano le loro aspettative, si divertono nel gioco di un membro della società socialmente sano. Reagiscono impulsivamente alle critiche sul loro lavoro, possono facilmente causare dolore e violenza a qualsiasi persona.

La maggior parte dei sociopatici ha un'intelligenza superiore alla media, sono pedanti, si prendono cura di se stessi e del proprio aspetto, che viene erroneamente percepito dalla maggioranza come desiderio di comunicare. Ma in realtà, con tali azioni una persona entra semplicemente nella fiducia, il desiderio di essere apprezzato qui gioca un duplice ruolo.

Cause di occorrenza

Di solito si manifesta nella pubertà, cioè nell'adolescenza. Almeno durante questi anni di vita è possibile diagnosticare la presenza di sociopatia. Fin dall'infanzia, uno stile di comportamento antisociale è molto spesso l'incapacità di riconoscere la relazione causale tra le proprie azioni e le conseguenze. Per questo motivo, i genitori sono responsabili dei crimini del bambino..

Al momento, non ci sono dati esatti su ciò che provoca lo sviluppo della psicopatia, ma ci sono teorie di specialisti che sono molto probabili:

Definizione del concetto

Come descrivere brevemente una personalità antisociale? Il disturbo sociopatico è attualmente indicato dagli esperti come patologie mentali. Questa distorsione è dovuta a disturbi nella relazione tra il Super-io umano e l'ego. Il primo, che è un esempio critico, può essere o non completamente formato o troppo duro, cioè punitivo. Inoltre, l'ideale dell'Io, che fa parte del Super-io, in queste persone, di regola, contiene identificazioni dirette contro le relazioni sociali..

Lo psicologo N. McWilliams descrive la personalità sociopatica antisociale attraverso il prisma del bisogno espresso di sentire il potere sulle altre persone. Ciò si manifesta sotto forma di desiderio di influenzare e manipolare gli altri. Ciò consente alla personalità antisociale di elevarsi al di sopra delle altre persone. Molti esperti notano che una persona del genere è priva della capacità di affetto umano..

Diagnostica

La diagnosi è di natura più soggettiva, poiché la manifestazione di tale comportamento indica spesso una disfunzione della componente mentale. Una conversazione con uno psicoterapeuta in età prescolare e scolare consente di identificare la patologia nel tempo e iniziare il suo trattamento.

Lo psicologo scolastico dovrebbe essere avvisato:

  • Comportamento non appropriato;
  • Completo disprezzo per le norme e le regole sociali;
  • Aggressività immotivata;
  • Conflitti costanti;
  • Cattivi rapporti con i compagni di classe;
  • Manifestazione di crudeltà verso gli altri e gli animali;
  • Danni costanti alla proprietà, furto.

Sono in corso numerosi questionari psicologici, compreso il test di Rorschach, Luscher, Sondi e altri secondo le indicazioni. Hanno lo scopo di disegnare un ritratto del bambino, identificando le ragioni del suo comportamento e le tattiche di un ulteriore trattamento se la psicoterapia non porta il risultato desiderato..

MATERIALI CORRELATI: Aggressione vocale - Natura dell'occorrenza e modi per far fronte

Il comportamento antisociale è spesso una manifestazione dell'epilessia. Pertanto, viene sollevata la questione della patologia organica da parte del sistema nervoso centrale, soprattutto in presenza di convulsioni generalizzate o parziali, è necessario fissare un appuntamento con un neurologo per controllare i riflessi, lo stato dei nervi cranici, condurre metodi di diagnostica strumentale EEG, TC e MRI.

Fasi della formazione

Il disturbo antisociale di personalità non si verifica mai da zero ed è caratterizzato dalla negazione di qualsiasi valore e / o norma della società moderna. Un sociopatico è arrabbiato, impulsivo, mente molto, è completamente incapace di reagire all'umore delle altre persone, da qui la freddezza emotiva. La prima comparsa di segni si osserva nell'infanzia o nell'adolescenza, quando colpisce la crudeltà speciale verso i coetanei, la violenza contro gli animali e contro i bambini piccoli. Da notare che un bambino affetto da sociopatia non sceglierà un avversario “uguale” a tutti gli effetti, preferisce il più debole, incapace di difendersi da solo. Questa descrizione è idealmente adatta alla disposizione epilettica della personalità, molti sociopatici si trovano tra i capi e altri responsabili del lavoro di un gruppo di persone. Un sociopatico, essendo in pubertà, salta le lezioni, scappa di casa, rovina le proprietà altrui e promuove la violenza. Lui stesso cerca i conflitti e, di regola, li trova. In età avanzata, il disturbo dissociale di personalità a volte scompare da solo o si attenua, le ragioni di questo comportamento non sono ben comprese. Tuttavia, la stragrande maggioranza continua a svolgere attività criminali.

Cosa non fare

A volte capita che una persona con un disturbo dissociale si riveli un parente stretto con il quale è piuttosto difficile smettere completamente di comunicare. Come essere allora, come proteggere te stesso e il resto della famiglia dai suoi effetti?

  • Getta via l'illusione che capirà quanto ha torto e si correggerà. Anche se ha attraversato una lunga fase di terapia, non dovresti rilassarti. Il credito di fiducia non è affatto un'opzione per un caso del genere. Stai attento e attento. Voglio dire, non dovresti fidarti di lui per la tua vita, le tue finanze e così via..
  • Smettila di incolparlo e di dimostrargli che si sbaglia. Mantieni la tua tranquillità, perché, cercando di raggiungere la sua coscienza, affronterai semplicemente l'impotenza. Che è meglio riconoscere subito. Più caro a te stesso. Nessun argomento può suscitare in lui pietà, simpatia o rimorso. E dopo l'inevitabile conflitto in questi casi, sarai la parte lesa. Dal momento che oltre alla sconfitta, apparirai ai suoi e non solo ai suoi occhi come un tiranno, una donna isterica, ecc..
  • Anche manifestare emozioni nella speranza di fare appello alla sua sensualità e coscienza si rivelerà una perdita di tempo ed energia. Inoltre, mostrando le tue debolezze, vulnerabilità, delizierai solo il sociopatico. Rendendosi conto di aver causato dolore, sofferenza e altre esperienze spiacevoli, proverà soddisfazione, non senso di colpa..
  • Anche le minacce sono inutili. Possono provocare un attacco di aggressività, durante il quale soffrirai a causa della sua incapacità di controllarsi. In un gioco del genere, la superiorità è unica per il dissociale..
  • Smetti di cercare di fare appello alla sua razionalità cercando di organizzare conversazioni sul bene e il male, sulla moralità e sulla moralità. Tali giudizi non gli sono chiari, non perché sia ​​stupido, ma perché non gli importa.

Cosa fare in caso di minacce

Se sei minacciato e capisci che la violenza è inevitabile, assicurati di contattare le forze dell'ordine. Non dovresti rischiare la tua stessa vita, soprattutto se in precedenza le minacce sono state tradotte in realtà. Ha accesso alle armi, o anche solo periodicamente condivide ossessioni deliranti sul fare del male agli altri..

Nel caso in cui senti l'influenza della dissociazione su te stesso, chiedi il sostegno dei tuoi cari e vai a consultare uno psicologo. In terapia potrai scoprire i tuoi confini e come proteggerli. Sviluppa uno stile di comportamento che aiuti a mantenere l'integrità e a garantire la sicurezza.

Diagnosi

La diagnosi viene fatta solo con l'osservazione a lungo termine del paziente fino all'età di diciotto anni, poiché i sintomi che compaiono possono essere considerati un disturbo comportamentale.

La diagnosi finale si basa sui criteri:

  1. Insorgenza continua dei sintomi fino all'età di quindici anni.
  2. Avere almeno tre sintomi del disturbo.
  3. Sintomi al di fuori degli attacchi di schizofrenia o disturbo maniacale.

Trattamento

La psicopatia è un compito difficile per gli specialisti. Coloro che soffrono di questa malattia non cercano aiuto. Sono soddisfatti dello stile di vita scelto, della sua percezione. Non pensano di essere malati, al contrario, pensano che le persone intorno a loro non siano abbastanza intelligenti e forti. Soprattutto rispetto a loro.

Pertanto, diventano pazienti per lo più non di loro spontanea volontà. Il trattamento viene solitamente avviato da funzionari delle forze dell'ordine. Meno comunemente insegnanti, datori di lavoro, familiari.

Si rivolgono indipendentemente a psichiatri e psicoterapeuti a causa della sensazione di ansia che si manifesta senza motivo. Oppure, se sembra che la vita stia passando, non c'è motivazione, e così via.

L'efficacia del trattamento è generalmente bassa, a causa del fatto che non sanno come stabilire connessioni emotive con gli altri, in particolare con gli specialisti. Non fidarti, non puoi ricevere o fornire supporto, empatia.

I gruppi di auto-aiuto hanno un effetto benefico sul loro cambiamento. Solo se è possibile raccogliere un numero di persone con DRL che ammettono la presenza della malattia e stanno cercando di affrontarla.

Importante è anche la figura del leader, capace di resistere a stress, provocazioni ed è in grado di affrontare e riconoscere per tempo le manipolazioni dei partecipanti..

La terapia farmacologica viene spesso utilizzata per ridurre i sintomi della malattia. La stessa ansia, irritabilità che porta alla rabbia.