Il lavoro non è divertente: burnout o apatia?

Ho una buona notizia per voi: il senso di orrore travolgente di un'altra giornata di lavoro incredibilmente lunga, che abitualmente chiamiamo "burnout", è finalmente entrato nella classificazione internazionale delle malattie dell'Organizzazione mondiale della sanità. Questa sindrome è ufficialmente riconosciuta e assegnata al codice ICD-11. Ciò significa che è anche riconosciuto che una persona potrebbe lavorare così duramente - fisicamente, emotivamente, intellettualmente o anche spiritualmente - che, a causa del sovraccarico, non è più in grado di continuare con lo stesso spirito..

Sia che stiamo combattendo "in prima linea" per il bene della nazione, o nelle retrovie rispondendo ai reclami dei clienti, inserendo dati nel database o raccogliendo informazioni sugli utenti su istruzioni del capo, possiamo sperimentare qualcosa come il burnout.

Sintomi di burnout

La ricerca mostra che il burnout è stato un problema sin dalla metà degli anni '70, ma fino a poco tempo fa i tentativi di etichettarlo come una malattia sono stati un fiasco..

Ora la situazione è cambiata e il medico può determinare il burnout in base a tre sintomi:

  • sensazione di vuoto e mancanza di energia,
  • aumentare l'allontanamento mentale dal lavoro o dalla negatività e persino dal cinismo nei suoi confronti,
  • diminuzione dell'efficienza professionale - parlando in termini legali, "adempimento scorretto dei doveri".

Tutti questi sono simili alle manifestazioni di altri disturbi comportamentali, come la depressione o l'ansia. Pertanto, la chiave per diagnosticare il burnout è la relazione tra sintomi e lavoro. Tuttavia, il rapporto con il lavoro ha spesso un forte impatto sulla condizione generale, quindi a prima vista il confine può essere sfumato.

Se lavori dal lunedì al venerdì, potresti essere ansioso quando il fine settimana volge al termine e una nuova settimana di lavoro si profila davanti..

Hello Sunday Syndrome

Al liceo, i miei ragazzi hanno coniato il nome "malattia" che colpisce alcuni studenti e adulti la domenica entro mezzogiorno. La sensazione di paura, sconforto e ansia associata alla fine del fine settimana e all'imminente inizio della prossima settimana scolastica, hanno chiamato sindrome della domenica.

Mentre alcuni si godono il riposo nelle ultime ore libere e aspettano anche felicemente l'inizio dei giorni feriali per tornare al loro lavoro preferito, altri non sono in grado di godersi la domenica sera a causa del malumore associato al lunedì imminente. Sebbene non sia ancora pianificata alcuna formalizzazione per la sindrome di Sunday, potrebbe essere un segno di esaurimento imminente o in corso..

Burnout o apatia?

Molti secoli fa, un ottavo fu aggiunto all'elenco dei sette peccati capitali o "cattivi pensieri": l'apatia. A volte i monaci raggiungevano uno stato in cui non potevano più svolgere i loro doveri quotidiani. Questo termine è stato usato per la prima volta per descrivere questo fenomeno. Le parole "pigrizia" e "lentezza" descrivono il comportamento nell'apatia, ma non coprono l'intero spettro delle esperienze emotive.

In questi giorni, i sintomi dell'apatia assomigliano al burnout. Da un punto di vista teologico, la perdita della capacità di gioire e di godere del comfort significava indifferenza verso il mondo e incapacità di apprezzare e comprendere le questioni esistenziali della vita..

"Non ce la faccio più" può essere l'apatia

Oggi l'apatia si manifesta in un'irresistibile indifferenza: al lavoro, alle attività quotidiane necessarie o a qualsiasi altra attività che richieda impegno. Invece, navighiamo in Internet, parliamo con un assistente virtuale o azioniamo il telecomando senza pensare. Spesso la chiamiamo depressione, anche se non ci sentiamo tristi, ma solo "spenti" dalla routine. Fare cose semplici diventa insopportabilmente noioso.

L'apatia può anche manifestarsi nelle relazioni personali se dobbiamo fare troppi sforzi per "stare veramente insieme". Incoraggia alcune persone a fuggire dalla "vita reale" e nascondersi dove non ci si aspetta nulla da loro..

Nella creatività, l'apatia può manifestarsi come un "blocco di scrittura" - uno stato in cui è impossibile mettere un solo tratto, è impossibile scrivere su una riga o esprimersi in qualsiasi altro modo. Negli affari, è l'improvvisa consapevolezza che un grosso pagamento ricevuto non valeva lo sforzo, ascoltando le chiacchiere dei clienti, incontrando i produttori. È ora dopo ora un crescente bisogno di urlare: "Non ce la faccio più!"

Percorsi di guarigione

In caso di burnout, gli esperti consigliano di cercare supporto da amici e familiari o da un professionista. Le pratiche di consapevolezza aiutano anche a ripristinare l'equilibrio perduto nella vita: meditazione, yoga, tai chi. L'esercizio fisico regolare è necessario per mantenere un normale stato fisico ed emotivo e un riposo adeguato (principalmente un sonno sano) aiuta a riorganizzare e ripristinare le risorse interne. Quando i nostri obblighi lavorativi superano il nostro dovere di prenderci cura della nostra condizione, dobbiamo sacrificare entrambi - e in misura molto maggiore di quanto si possa immaginare..

Come per il trattamento della depressione, si raccomanda di fare tutto ciò che ci coinvolge nel processo. Se questo sta digitando, allora continuiamo a battere sui tasti. Se annaffiamo il giardino, continuiamo ad annaffiare. E non dimenticare le passeggiate quotidiane e la pratica regolare per mantenere la forma fisica e controllare lo stato d'animo..

12 fasi di burnout professionale

Il tuo lavoro preferito ha iniziato a stancare? Colleghi e riunioni sono fastidiosi, la mattina non vuoi correre in ufficio come prima? Potresti essere stato vittima di un burnout professionale. Ha una varietà di sintomi e, se non ignorato, le conseguenze possono essere evitate..

Auto-sabotaggio: perché distruggiamo le nostre stesse vite?

Di solito sabotiamo la capacità di essere felici per motivi minori, ma con conseguenze disastrose. Gli psicologi identificano i tre errori più comuni nel nostro comportamento e spiegano come possiamo cambiarlo..

Cos'è l'apatia: 7 sintomi principali, modi per sbarazzarsi di

Saluti amici!

Ognuno di noi almeno una volta ha affrontato un tale stato in cui non si vuole assolutamente nulla. Non c'è gioia o tristezza, l'atmosfera è semplicemente "nessuna" e ogni buona o cattiva notizia è quasi priva di emozioni. Questa condizione è chiamata apatia. A volte scompare senza lasciare traccia dopo un buon riposo e talvolta può persistere per mesi, impedendo a una persona di vivere e lavorare normalmente. Oggi daremo uno sguardo più da vicino a cos'è l'apatia, perché si manifesta, in base a quali sintomi può essere determinata e come eliminarla. Iniziamo.

Cos'è l'apatia?

L'apatia è uno stato che si manifesta nella totale indifferenza verso tutto e nella completa mancanza di motivazione. Una persona che è immersa in questo stato perde interesse per il lavoro, l'intrattenimento, la ricreazione e persino la comunicazione con gli amici. Il termine "apatia" deriva dalla parola greca antica "apatheia", tradotta come "distacco" (in modo più significativo può essere tradotto come "mancanza di passione per la vita").

La caratteristica chiave dell'apatia è che una persona diventa ugualmente indifferente a tutte le aree della sua vita. Reagisce anche in modo ugualmente neutrale sia alle buone che alle cattive notizie. In psicologia, l'apatia non è vista come una diagnosi indipendente, ma come un sintomo di una serie di altri disturbi e malattie. Le cause dell'apatia sono diverse e in alcuni casi puoi liberartene da solo, ma a volte potresti aver bisogno dell'aiuto qualificato di un neuropsichiatra.

Segni di apatia

L'apatia è abbastanza evidente dall'esterno, soprattutto se conosci la persona da molto tempo. Immerso in questo stato, si comporta in modo più distaccato, passivo e indifferente. Tieni presente che ogni persona si comporta occasionalmente in modo più calmo e flemmatico (che ne dici?) Del solito. Ma in uno stato di apatia, c'è una notevole mancanza di interesse per molte cose significative. Una persona non si sforza più per lo scambio di emozioni, è come se il bisogno di amore e comunicazione sparisse. I parenti spesso lo prendono sul personale e si offendono per il fatto che ha iniziato a prestar loro molta meno attenzione..

È possibile determinare la presenza di apatia in te stesso o in un amico da segni come:

  1. sensazione di malessere, mancanza di forza, stanchezza costante, sonnolenza;
  2. mancanza di interesse per tutto, reazione piuttosto indifferente agli eventi buoni e cattivi;
  3. solitudine, riluttanza a uscire e comunicare con gli amici;
  4. una reazione lenta a una chiamata (una persona non risponde immediatamente o non risponde in modo inappropriato)
  5. discorso lento, monotono, quasi completamente privo di emozioni;
  6. mancanza di desiderio di prendersi cura di se stessi (una persona smette di prestare la dovuta attenzione all'igiene, all'aspetto, alla salute);
  7. Abitudini "nervose" (pestare un piede, sfregarsi le mani, schioccare le dita, ecc.).

Cause di apatia

Nella maggior parte dei casi, le persone attribuiscono l'apatia alla stanchezza o al cattivo umore, ma l'elenco delle cause è molto più ampio. I fattori più significativi sono:

1. Ansia. La psiche umana è fragile e vulnerabile, quindi ha sviluppato alcuni meccanismi protettivi. E uno di questi meccanismi è ignorare stimoli troppo forti. Quindi, l'ansia eccessiva può portare all'apatia semplicemente perché il cervello sta cercando di ridurre i livelli di stress..

2. Mancanza di riposo. Per essere energico, devi riposare. E anche se una persona dorme abbastanza e non si sente stanca, può accumulare fatica dal lavoro di routine. Pertanto, è importante riposarsi periodicamente, scegliendo modi di trascorrere il tempo attivi ed emotivamente ricchi..

3. Pressione da altri. Succede che parenti troppo esigenti inizino a fare pressione su una persona e persino gli estranei gli dicono cosa dovrebbe fare. Ciò provoca protesta interna e riluttanza a fare anche quelle cose che farebbe volentieri in assenza di pressione. In questo caso, l'apatia è una reazione difensiva della psiche che consente a una persona di non "cedere" alle richieste degli altri.

4. Stress. Ogni "seccatura" è un carico pesante sul sistema nervoso. E se una persona è regolarmente esposta a un forte stress, esaurisce semplicemente l'energia emotiva e cade nell'apatia..

5. Problemi di salute. Esiste una vasta gamma di malattie che possono esaurire il corpo a livello fisico. Ma ancora più pericolosi sono malattie e disturbi del sistema nervoso, a causa dei quali anche una persona fisicamente sana può sentirsi debole ed esausta..

6. Effetti collaterali dei farmaci. Alcuni farmaci indeboliscono gravemente le risposte emotive di una persona e possono provocare apatia. Questi includono sedativi, ipnotici, antidepressivi SSRI e persino alcuni antibiotici..

7. Burnout emotivo. Ognuno di noi ha determinati hobby, attività che portano la più grande gioia, pace e soddisfazione. Può essere un lavoro preferito, un hobby, giochi sportivi, attività ricreative all'aperto, una visita in piscina - qualsiasi cosa che dia piacere. A volte queste attività ci piacciono così tanto che siamo pronti a dedicarle quasi tutto il nostro tempo. Ma in questo caso, anche la cosa più amata e piacevole può annoiarsi, e poi arriva il burnout emotivo, e con esso - l'apatia.

Ovviamente, qualsiasi attività non amata può portare a un esaurimento emotivo molto più velocemente di una persona cara. Pertanto, le persone che sono costrette a svolgere un noioso lavoro di routine si bruciano molto più velocemente. E anche immersi nell'apatia, continuano a lavorare, esaurendo ancora di più il loro sistema nervoso, ma non vedendo nulla di insolito nel loro stato..

Come sbarazzarsi dell'apatia?

Se hai capito bene cos'è l'apatia, allora sai già che è uno stato indesiderabile che non porta a nulla di buono. Certo, a volte si verifica per ragioni naturali: è così che il corpo ci segnala che dobbiamo solo prendere una pausa da tutto. Ma nella maggior parte dei casi è meglio sbarazzarsene il prima possibile. Ovviamente, il rimedio più efficace per l'apatia indotta dalla fatica è il buon riposo..

È meglio scegliere un passatempo moderatamente attivo, ad esempio, rilassarsi vicino al laghetto o nel villaggio. Rilassarsi sul divano non aiuta molto qui. Anche carichi troppo pesanti sono inefficaci, ma 1-2 giorni possono essere dedicati a giocare a badminton o pallavolo. La cosa principale è che dopo un forte sforzo fisico, rimangono almeno un paio di giorni di riserva per ripristinare il corpo.

La regola principale per l'intero riposo è isolarsi completamente dal lavoro e dalla maggior parte delle attività quotidiane. Pertanto, è meglio non considerare affatto il riposo a casa o vicino alla casa: vai al villaggio, al mare, al lago, nella foresta o in qualsiasi altro luogo accessibile. Devi trascorrere almeno qualche giorno in un ambiente "strano", con la piena consapevolezza che il lavoro e il trambusto quotidiano sono lontani.

È importante tenere conto del fatto che l'apatia è uno stato di crisi piuttosto avanzato. Sorge per vari motivi, ma quasi sempre parliamo di un grande mucchio di problemi accumulati in molti mesi. Pertanto, è impossibile sbarazzarsi dell'apatia in 1 giorno, anche se sarà la vacanza migliore e più ricca di eventi della tua vita. Se la causa di questa condizione è la stanchezza, è necessaria una lunga vacanza. Se le cause dell'apatia sono nascoste più profondamente, potrebbe essere necessario l'aiuto di uno psicoterapeuta..

Naturalmente, il trattamento dell'apatia dovrebbe essere iniziato con un buon riposo. Affinché sia ​​di qualità sufficiente ed efficace, è necessario osservare i seguenti requisiti:

  1. Devi riposare abbastanza attivamente, ma senza esaurirti con uno sforzo fisico pesante. Camminare, nuotare, giocare, fare escursioni, attività ricreative all'aperto sono ottime opzioni. Se, invece di un buon riposo, vai in campagna e scavi un giardino, questo non può che aggravare lo stato di apatia, anche se tale attività ti dà piacere..
  2. Devi riposare il più lontano possibile, idealmente in un luogo nuovo e completamente sconosciuto. Il tuo cervello ha bisogno di capire che il lavoro, i problemi e il trambusto quotidiano sono lontani, e ora è fuori portata. Questo è l'unico modo per sbarazzarsi completamente di preoccupazioni inutili e rilassarsi per un buon riposo..
  3. Cerca di dormire almeno 8 ore al giorno durante le vacanze. Tieni presente che la privazione del sonno e il sonno eccessivo sono ugualmente dannosi per la salute e il benessere..
  4. Cerca di ridurre al minimo la quantità di alcol. Forse a volte ti aiuta davvero a rilassarti meglio e ad eliminare i problemi dai tuoi pensieri. Ma i suoi effetti nocivi sulla salute alla fine peggioreranno seriamente la qualità del riposo..
  5. Dimentica del tutto lavoro e problemi. Fai attenzione che nulla ti faccia pensare alle cose da cui stai cercando di prendere una pausa. Al lavoro, tutti i problemi dovrebbero essere risolti, non dovrebbero esserci "code" che possono metterti sotto pressione. Chiedi a colleghi o dipendenti di non chiamarti a meno che non sia assolutamente necessario.

Naturalmente, più tempo trascorri rilassandoti, meglio è. Ma anche se ti rimane solo una settimana, questo è abbastanza per riposarti e "resettare" i tuoi pensieri. Ma la lotta contro l'apatia dovrà continuare dopo il ritorno dalle vacanze. A tal fine, osservare sempre i seguenti principi:

  1. Ricorda, la durata ottimale del sonno è di 7-8 ore. Meno sonno non è sufficiente per un buon riposo, ma se dormi più di 8 ore, la qualità del sonno è notevolmente compromessa.
  2. Fai colazione ogni mattina, osserva la tua dieta. La tua energia dipende dalla qualità della tua dieta e dal tempestivo apporto di sostanze nutritive al corpo..
  3. Stabilisci un programma e rispettalo. Di solito, le persone che evitano programmi e orari sentono che questo limita la libertà personale e richiede molto tempo. In pratica, risulta il contrario: le persone che vivono secondo un programma di solito hanno tempo per fare di più e ogni giorno hanno diverse ore di tempo libero che possono essere spese per qualsiasi cosa..
  4. Elimina le sostanze irritanti. Accettiamo costantemente piccole cose spiacevoli, senza pensare che alcune possano essere eliminate del tutto. Cerca di escludere dalla tua vita tutto ciò che ti fa perdere l'equilibrio. Il sole splende nei tuoi occhi in ufficio? Trova un modo per chiuderlo (incolla un poster sulla parte desiderata della finestra se ai capi non dispiace). Ricorda che ogni irritante può essere eliminato o indebolito. Ad esempio, se stiamo parlando di una relazione danneggiata con un collega, puoi riconciliarti (ad esempio, usando il consiglio di Dale Carnegie) o semplicemente smettere di attribuire importanza a questo confronto..

Se sei ben riposato e hai curato il miglioramento delle tue condizioni di vita e di lavoro, ma l'apatia persiste, devi rivolgerti a un neuropsichiatra. Questo è uno specialista la cui professione implica la conoscenza della psicologia e della neurologia. La sua competenza include disturbi della salute mentale associati a malattie e lesioni organiche del sistema nervoso..

Conclusione

Molte persone fraintendono cos'è l'apatia, quindi sottovalutano il pericolo di questa condizione. È importante tenere presente che l'apatia, indipendentemente dalle cause che l'hanno causata, ha sempre un effetto estremamente negativo sulla qualità della vita. Pertanto, a questo stato non dovrebbe essere consentito di persistere troppo a lungo. E per avere sempre un rimedio efficace per un rapido sollievo dall'apatia, memorizza o annota le raccomandazioni che abbiamo esaminato oggi. E non dimenticare che proteggere la tua coscienza dalle emozioni negative, così come un riposo buono e tempestivo sono i fattori più importanti che influenzano la qualità della nostra vita..

Cos'è l'apatia e come sbarazzarsene: 8 modi per aiutare te stesso e 5 modi per aiutare un amico

Ciao cari amici! Conosci le parole "blues", "apathy", "depresnyak"? Questo è il nome dello stato quando non vuoi fare nulla, non c'è desiderio di essere attivo e comunicare. Per più della metà degli europei, questa condizione si verifica almeno una volta all'anno, quando inizia il freddo. E poi ci sono pensieri di una coperta rossa a scacchi, un caminetto, una sedia a dondolo e un delizioso gabbiano con un limone... Ebbene, come ha fatto a soffiare in autunno? Avevo già freddo. Solo questo non è "depresso" e non sempre "apatia". Di seguito scopriremo cos'è l'apatia quando ci visita inaspettatamente e cosa farne..

Definizione

L'apatia è considerata un tipo di risposta allo stress. Questo è uno stato in cui una persona sperimenta delusione, stanchezza. Inoltre, per molti, l'interesse per tutto ciò che li circonda diminuisce, l'energia vitale si prosciuga e le emozioni diventano meno pronunciate..

Ogni persona ha stati simili quando lavoriamo sodo, nella fretta di fare molto lavoro in un breve periodo di tempo. Dopodiché, ci vogliono diversi giorni per riprendersi. Ci sentiamo depressi, indifferenti, moralmente stanchi.

Di conseguenza, abbiamo un circolo vizioso: siamo stanchi - non possiamo fare il lavoro - cerchiamo di farlo lo stesso - ci stanchiamo ancora di più.

E sebbene questa condizione si presenti in tutti, non si può ignorarla affatto. Se non rispondi in tempo, la qualità della vita può diminuire notevolmente e portare a varie malattie: questo è il posto per la psicosomatica.

A volte una situazione si verifica anche quando una persona è apatica e la sua malattia cronica è peggiorata. Ma non è in grado di guarire. Pensi che questo influenzerà la sua salute? Certo che si! Pertanto, ai primi segni di apatia, tu o la persona amata dovete agire e risolvere il problema..

Come capire che hai apatia

In parole semplici, questo stato è descritto come assoluta indifferenza a tutto. Ma questo è uno stato fugace, ea volte si trascina per molto tempo. Quindi, come capire che hai solo apatia e non pigrizia o depressione.

Anche la pigrizia non è un nome così comune, perché inizialmente ha origine da fallimenti o da una diminuzione di energia..

Quando non vuoi lavare i piatti in questo momento, perché semplicemente non ti piace farlo, è pigro. Se non riesci a radunarti "in un mucchio" per pulire la casa, per fare le solite cose che avresti fatto facilmente in un altro momento, già questo sembra apatia.

Ma lo stato di apatia è anche caratterizzato da una violazione della sfera emotivo-volitiva. Se ti senti scoraggiato e lasci cadere una tazza costosa, presentata dalla tua persona più amata, e allo stesso tempo non reagisci in alcun modo... Questo è già un motivo per salvarti dal gelo emotivo.

Puoi capire se sei apatico in questo momento. Per fare questo, fai il test "Hai depressione o apatia?" Ti aiuta a capire meglio la tua condizione.

Le principali cause di apatia

Questo stato è complicato dal fatto che non si sa immediatamente quale motivo abbia portato all'apatia, poiché le ragioni possono essere non solo fisiche, ma anche psicologiche. Oggi la medicina conosce i seguenti motivi:

  • trasferimento di malattie: mentale o somatico persistente;
  • mancanza cronica di sonno;
  • immunità debole;
  • mancanza di oligoelementi e vitamine, ad esempio B12, D, iodio e altri;
  • burnout emotivo, stress ed esaurimento fisico;
  • stile di vita sedentario;
  • fallimenti nella vita personale e sul lavoro;
  • maniaco del lavoro;
  • un brusco cambiamento nella situazione della vita;
  • come conseguenza di dipendenze da vergogna, senso di colpa, perfezionismo, incapacità di controllare le emozioni.

La parola "apatia" significa "senza passione", "senza eccitazione" e questo stato non è poi così male. Tutti questi motivi potrebbero causare malattie mentali o esaurimenti nervosi. Ma la nostra psiche è protetta dall'assenza di emozioni e "accende" l'apatia.

Sintomi di uno stato di apatia

Prima di tutto, la sensazione di apatia di una persona si manifesta con l'assenza di emozioni. Ad esempio, vieni a trovare un amico d'infanzia che non vedi da diversi anni. E lei non è affatto felice di vederti. Non abbiate fretta di offendervi, forse è in uno stato di apatia e l'unica cosa che può mostrare ora è l'indifferenza e la mancanza di emozioni.

Ciò che causa l'apatia, abbiamo capito, e come si manifesta negli uomini e nelle donne, considereremo di seguito.

Negli uomini

Ci sono pochi studi su questa condizione negli uomini. Ma le menti brillanti hanno rivelato che si manifesta più spesso dai 15 ai 30 anni, quando un uomo, per determinati motivi, non può realizzare i suoi piani e desideri. Questo porta a una perdita di fiducia in se stessi, i pensieri si insinuano in quanto è un fallimento..

La seconda ondata di apatia è l'età dopo i 40 anni. L'uomo inizia a provare ansia per il domani, alcune prospettive si perdono. Anche se si è realizzato in famiglia e al lavoro, a volte gli vengono ancora in mente i pensieri "cosa viene dopo", "come essere il prossimo". Compaiono stanchezza, letargia e si ritira in se stesso.

Se tutto è andato secondo un buon scenario, questo periodo finisce rapidamente e arriva un'epifania: “Ecco! Lo farò, metto i miei soldi qui e prenderò questo. " Ma se entrasse in vigore uno scenario negativo: conflitti in famiglia, scelta della donna sbagliata, problemi con i bambini, puro malinteso... Diventa molto difficile combattere l'apatia, e si precipita in tutti i buchi, si può vedere ad occhio nudo:

  • appare insoddisfazione per l'aspetto;
  • non ci sono aspirazioni;
  • appare il senso di colpa;
  • una persona è impantanata nella monotonia della vita quotidiana;
  • non vede lo scopo nella vita;
  • diminuzione significativa delle prestazioni;
  • chiuso in se stesso come una lumaca, è abbastanza difficile arrivare a un tale marito.

Tra le donne

È stato dimostrato che l'apatia nelle donne si verifica più spesso che nel sesso forte. Ciò è dovuto alla naturale sensibilità e vulnerabilità delle ragazze, alla loro eccessiva emotività. Perché l'apatia si verifica più spesso - sì, almeno a causa degli ormoni. Quante volte nella vita di una donna cambia il suo background ormonale? È impossibile persino contare!

Nel gentil sesso, questa condizione è difficile da perdere. Impronta la sua impronta su tutti gli ambiti della vita:

  • perdi interesse a prenderti cura del tuo aspetto e questo, posso dirti, è uno dei sintomi più pericolosi per gli altri!
  • perde interesse per gli hobby passati;
  • appare l'insicurezza;
  • il viso cessa di esprimere un arcobaleno di emozioni, appare una “maschera congelata” di indifferenza;
  • isolamento;
  • in una conversazione puoi spesso sentire "Non mi interessa", "Non mi interessa";
  • non c'è desiderio di comunicare, essere attivi nella società;
  • la parola diventa più monotona;
  • la rettitudine della postura è persa, l'aspetto è opaco;
  • appare sonnolenza, debolezza del tono muscolare;
  • emozioni come empatia, gioia o piacere diventano estranee.

Il consiglio dello psicologo su come affrontare l'apatia

Voglio che tu capisca: se l'apatia è un sintomo di malattia mentale, allora lo psicologo è impotente qui ed è necessaria la consultazione di un medico. Ma se è stagionale o dopo superlavoro, stress, problemi nella vita personale e sul lavoro, allora sei il benvenuto qui per un consiglio o da uno psicologo per un consulto.

Per l'autouscita

Se non sei ancora impantanato in una palude di completa apatia, puoi facilmente far fronte a questa condizione da solo..

Accetta il tuo stato

Quando la batteria si esaurisce, i piani di Ost sono falliti, è ora di buttare via tutto il tuo perfezionismo e, finalmente, ammettere che non sei fatto di ferro! E non hai bisogno di giustificarti, "raccogliere la tua volontà in un pugno", "accendere" i resti del perfezionismo non aiuterà.

In questo momento, la cosa migliore è ammettere di avere questo stato. E sì, trovi difficile persino disattivare l'allarme. E tu non sei pigro, non sfacciato, non pigro. Sei una persona che sta esaurendo il vapore, che ha bisogno di un riavvio, che richiede di caricare la batteria. Quando lo capisci, puoi fare l'auto-aiuto..

Analisi

Determina cosa ha preceduto esattamente la tua apatia. Dopo aver individuato le ragioni, puoi almeno ipoteticamente cambiare la situazione. Ad esempio, la costante mancanza di sonno ti mette in uno stato di assenza di emozioni. Quando capisci questo, decidi di andare a letto non alle 03.00, ma almeno alle 23.00–00.00, poi puoi dormire fino al mattino. E nel tempo, l'apatia andrà da qualche parte.

Trova momenti positivi

Uno stato d'animo per il meglio può aiutarti a superare l'apatia. Quando ti rendi conto che non solo ti senti male ora, ma alcuni sono anche peggio, allora in qualche modo vorrai fare dei piani.

Ad esempio, vivo in una città. A volte brontolo che manca qualcosa, non ho tempo per qualcosa. E quando vengo dai miei parenti nel villaggio, capisco che ho ancora tutto traforato! E in qualche modo la vita diventa più gioiosa, l'assenza di emozioni se ne va. E parlando del villaggio, passiamo senza problemi alla punta successiva..

Essere impegnato

Persone più care. La terapia occupazionale è prescritta anche per i malati mentali più difficili. Come si è detto prima: "Il lavoro ha fatto l'uomo da una scimmia".

Ebbene, non entreremo nei dettagli della teoria dell'evoluzione, dirò solo dalla mia esperienza professionale e di vita: quando una persona è impegnata in un'attività, anche insignificante, ha un obiettivo, e questo è già un modo per liberarsi dell'apatia. Anche quando, sembrerebbe, non c'è niente da fare, guarda le idee di cosa fare per non inacidire e non chiuderti in te stesso.

Prenditi cura della tua forma fisica

Le attività sportive aiutano non solo a migliorare lo stato della tua figura, ma anche la tua mente. Quando una persona fa qualche tipo di esercizio, conduce uno stile di vita attivo, i segni di apatia sono meno comuni..

Ora puoi obiettare e dire: "Niente del genere, molti atleti sono inclini a questa condizione!" Qui il punto è diverso. Spesso nello sport, una persona lavora per esaurimento, è impegnata nella linea di resistenza estrema. Quando una carriera finisce, all'esaurimento fisico e morale si aggiunge un senso di inutilità, vuoto e disperazione. E queste sono già ragioni non solo per l'apatia..

Quindi, esercitandoti al meglio delle tue capacità, acceleri il sangue attraverso il corpo, il che è benefico per questo, disciplina te stesso. E questo significa già che ci tieni.

Viaggio

Com'è bello in riva al mare in inverno... E com'è bello guardare le cascate... Anche una piccola collina alta 30 metri in cima cattura il tuo spirito... E dov'è il grande zoo in questa città sconosciuta. Wow, che bella diapositiva in questo parco acquatico!

Viaggiare risveglierà le tue emozioni, vorrai visitare e poi ricordare tutti i luoghi in cui sei stato. Viaggiare con un'azienda è particolarmente impressionante. Insieme, tutti i problemi sono più divertenti da vivere durante un viaggio, le emozioni positive sono vissute in modo più potente. Quanto c'è di apatia?

Comunicare

Cerca di comunicare di più con persone diverse. L'uomo è un essere sociale. Ed è logico che in assenza di comunicazione compaiano indifferenza, isolamento e assenza di emozioni..

Ma qui devi sapere quando fermarti: se sei fisicamente o mentalmente esausto, è meglio dormire e prenderti del tempo per te stesso, e non comunicare.

Controlla il regime e il potere

Ho già scritto sopra che questo stato si verifica anche da una dieta squilibrata, quando non ci sono abbastanza vitamine e alcuni minerali. Presta attenzione a ciò che mangi. Prova a mangiare cibi "vivi" per diverse settimane - quelli che non si prestano al trattamento termico: insalate, frutta, verdura separatamente.

Fai un atto irrealistico

A volte, per "iniziare" la tua psiche e la tua volontà, devi fare qualcosa di insolito. Ad esempio, saltare con il paracadute, scendere con gli sci, esibirsi in piazza con una canzone o qualcos'altro che provocherà una scarica di adrenalina. Ti aiuterà a cambiare la tua vita in meglio..

Nota che queste sono le cose principali da fare se soffri di apatia psicologica. Questo è il primo soccorso. Ma se queste misure non aiutano, è necessario contattare uno specialista. Forse anche nelle prime coppie sarà richiesto un supporto vitaminico e farmacologico. Ad esempio, una volta ho bevuto il solito complesso vitaminico dopo lo stress e mi ha davvero aiutato!

Come aiutare un'altra persona

Se sei preoccupato per le condizioni della persona amata, cerca di aiutarlo con tali azioni..

Parlare

Chiedi a un amico i motivi della loro insensibilità. Questo aiuterà la persona a uscire dall'apatia. Parla di dopo che è venuto questo stato, di come vede una via d'uscita da esso.

Porta una "torta"

Puoi aiutare una persona apatica a distanza con una "torta". Quello che voglio dire? In uno stato depresso, una persona ha bisogno di una carica che influisca sul centro del piacere. Si trova nei nuclei basali del proencefalo. Quindi questo centro è estremamente importante per qualsiasi persona, specialmente per quella depressa. È in lui che la motivazione, il piacere e il rifornimento di energia umana sono rafforzati..

Se stimolata, l'apatia si trasformerà in uno stato di felicità e motivazione per la vita. Banane, noci, pesce rosso, vino, pasta, dolci al cioccolato stimolano la produzione degli ormoni del piacere!

Evita di predicare

La moralità e il verbale "aiuto per vivere" non influenzeranno in alcun modo l'amico apatico. Pertanto, non insegnare al tuo amico a vivere, aiuta finanziariamente! Qui questa frase è rilevante. Piuttosto che dire frasi magniloquenti, vai con lui al parco, vai sui rollerblade, cavalca, lasciati distrarre guardando la commedia.

Consiglia uno specialista competente

Non voglio sminuire i tuoi meriti, ma se l'apatia di una persona cara è un sintomo di una malattia, dovresti consultare uno specialista. A volte solo la tua insistenza nel visitare uno psicologo o uno psichiatra può far uscire una persona dall'apatia..

Camminare al sole

La mancanza di vitamina D spesso causa un comportamento apatico. Quindi non essere pigro e cerca di allungare il tuo amico al sole.

Bene, in generale, la tua sincera attenzione e la tua comunicazione costante possono davvero guarire una persona cara. Qui decidi se sei pronto a dedicare un po 'di tempo a salvare questa persona..

Libri

Ci sono libri di psicologia che esaminano questo stato in dettaglio: cosa fare se una persona ha apatia e come prevenirla. Oltre ai libri di psicologia, puoi leggere l'esperienza descritta di persone che sono uscite dall'apatia e hanno iniziato una nuova vita dopo il divario sperimentato.

  1. Tove Jansson "La cometa arriva".
  2. Eduard Limonov "Diario di un perdente o taccuino segreto".
  3. Alessandro Baricco “Novecento. La leggenda del pianista ".
  4. Faina Ranevskaya “Cases. Scherzi. Aforismi ".
  5. Osho “Life. Amore. Risata".
  6. Viktor Frankl "Un uomo in cerca di significato".
  7. Kate Atkinson "Life After Life".
  8. Janet Oak "L'amore cresce come un albero".
  9. Mike Viking “Lykke. Alla ricerca dei segreti delle persone più felici ".
  10. Anar Mamedov “Depressione. Come fuggire da un buco nero ".

Film

Per superare la depressione, ti consiglio di guardare film motivanti:

  1. Dal fondo delle vette.
  2. Dove possono arrivare i sogni.
  3. Questa è una storia molto divertente..
  4. Il più affascinante e attraente.
  5. Castoro.
  6. Gatto di strada di nome Bob.
  7. PS Ti amo.
  8. Pagane un altro.
  9. La strada del cambiamento.
  10. 1 + 1.

Come superare l'apatia con l'allenamento

Il corso di disintossicazione cerebrale è un buon modo per sbarazzarsi di depressione, autoimmersione, apatia e indifferenza. Spesso, lo sconforto e l'indifferenza vengono da noi a causa dell'ingombro del nostro cervello con problemi. Questo tutorial ti aiuterà completamente:

  1. Svuota la mente e la mente.
  2. Concentrati sulle cose importanti.
  3. Sbarazzati di stress e ansia fastidiosi.
  4. Dormi bene e riposa bene.
  5. Sviluppa empatia.
  6. Sbarazzati dei pensieri cattivi e tossici.

Autore del corso - Viktor Shiryaev - uno specialista di prima classe in psicologia dello sviluppo.

Riceverai 10 lezioni con compiti pratici, esercizi e tecniche per sbarazzarti della spazzatura cerebrale in eccesso.

Qual è la linea di fondo? Gli sviluppatori del corso dichiarano che diventerai una nuova persona con mente chiara e mente lucida!

Prezzo: 1.053 RUB.

Se improvvisamente qualcosa non ti soddisfa, entro 7 giorni puoi rimborsare i soldi per il corso.

Conclusione

Cari amici, spero davvero di avervi fornito informazioni complete su questo stato indifferente e privo di emozioni. Esercitati in affermazioni, pensa a cose buone e, naturalmente, bilancia lavoro e gioco..

Che tutto vada bene per te! Fino alla prossima volta.

Ti senti bloccato nella routine della vita? 7 modi per sconfiggere l'apatia

Sei stanco di lavorare tutti i giorni, nella vita non succede niente, tutto procede come al solito, da cui non hai nessuna impressione? In effetti, molte persone hanno questi problemi. La cosa peggiore è che a causa di un tale stato d'animo non vuoi assolutamente fare nulla, le tue mani si arrendono e affondi sempre più in profondità in te stesso. Scopriamo perché si verifica l'apatia per la vita e consideriamo diversi modi in cui puoi superarla e ricominciare a vivere..

1. Comprendi il problema

L'apatia nasce dall'insoddisfazione per la vita, indipendentemente da come si manifesta. Questo può essere un problema al lavoro, nella tua vita personale o con gli amici. Il primo passo è capire la radice del problema. Annota tutto ciò che non ti si addice e come puoi cambiarlo. La cosa principale è non iniziare a provare a cambiare tutto in una volta. Fallo gradualmente, passando da un'attività all'altra. Scrivere su carta ti consente di visualizzare i tuoi problemi e vedere come risolverli.

2. Cambia il ritmo della vita

Se ci pensi, il lavoro occupa gran parte della giornata. Ma la maggior parte delle persone ci va per qualche motivo, come i lavori forzati. Forse questo accade perché, a parte il lavoro, niente ti circonda. Cambia il tuo ritmo di vita, rendi il lavoro solo una piccola parte della tua giornata. Trascorri del tempo fuori dal lavoro praticando attivamente sport o incontrando gli amici. Trova un hobby, fai una passeggiata e tieniti occupato. Dopo un po 'di tempo, non solo penserai al lavoro, ma diventerai più disponibile ed entusiasta di completare gli incarichi di lavoro in previsione di qualcosa di più brillante. Vedrai, l'apatia per la vita scomparirà.

3. Pensa bene

Sai che i tuoi pensieri si stanno materializzando? Gli psicologi consigliano di dedicare almeno 15 minuti al giorno, al mattino o prima di andare a letto, per pensare al bene e sognare. Immagina di essere la persona che vorresti diventare, sogna una vita migliore e pensa positivamente. Dopo un po 'di tempo, la tua apatia sarà sostituita dal desiderio di cambiare radicalmente qualcosa: questo è già un buon indicatore del movimento verso il progresso..

4. Cambia

Forse stai vedendo una completa stagnazione nella tua vita? È diventato tutto monotono, poco interessante e noioso? Prova a cambiare la tua vita iniziando da te stesso: cambia la tua pettinatura o la tua immagine. Quindi puoi provare a cambiare le tue abitudini e il tuo stile di pensiero. In generale, non stare fermo. La condizione principale è prendere e fare. Se non ti piace, cambia e vai avanti. Non aver paura di lasciare andare le persone inutili. Immagina solo che, liberandoti da relazioni inutili, troverai l'equilibrio interiore e l'apatia per la vita si dissolverà.

5. Rilassati

Forse hai solo sovraccaricato di lavoro e bruciato? Se senti di non avere più la forza e l'energia per andare avanti, non devi rinunciare a nulla o cambiare radicalmente la tua vita. Devi capire oggettivamente che tutto va bene per te. Fai una breve pausa: prenditi una vacanza e vai in vacanza. Oppure resta a casa e passa un po 'di tempo da solo.

6. Comprendi ciò che ti circonda

L'ambiente è esattamente ciò che ci plasma ogni giorno. E il tipo di umore in cui ci troviamo dipende da quanto è bello. Se inizi a notare che dopo aver comunicato con questa o quella persona ti senti devastato, significa che l'energia ti è stata semplicemente risucchiata. Pensa a come i tuoi amici e conoscenti contribuiscono alla tua vita e trai le conclusioni appropriate. Forse la tua apatia per la vita è nata proprio a causa di tutte le persone intorno a te. Quindi conduci un esperimento e metti in pausa la comunicazione per un po '. Quindi controlli se la tua comunità vicina ti sta premendo..

7. Cerca la motivazione

Nessuna persona di successo otterrebbe qualcosa senza la giusta motivazione. Pertanto, il tuo obiettivo è farti un piano dei desideri. Forse vuoi cambiare casa o guadagnare soldi per una nuova auto? O forse vuoi diventare il miglior specialista del tuo dipartimento? Quindi ora lavora, studia, sviluppa per raggiungere questo obiettivo. Questa sarà la motivazione stessa, grazie alla quale il lavoro non sarà un peso, ma una gioia.!

Condividi il post con i tuoi amici!

Apatia da quarantena: perché non vuoi fare nulla e non hai la forza per nulla

Dormi 10 ore al giorno e al mattino ti senti ancora sopraffatto e debole? Non hai voglia non solo di fare esercizi o cucinare la colazione, ma anche solo di alzarti dal letto? Il pensiero di quanto devi fare in un giorno causa malinconia e voglia di piangere? Non affrettarti a vergognarti per la pigrizia e raccogliere la volontà in un pugno - forse hai apatia.

Apatia o pigrizia: imparare a distinguere

Ieri hai gestito mille cose, ti sei posto obiettivi ambiziosi e li hai raggiunti, sei rimasto sveglio la notte per finire più velocemente un progetto importante. E oggi all'improvviso ti rendi conto che non vuoi assolutamente nulla. Le cose che hanno portato gioia e piacere sono diventate irrilevanti, i successi non evocano sentimenti di orgoglio e soddisfazione e persino il dolore ha perso il suo precedente vantaggio. Tutto ciò di cui hai bisogno dalla vita è sdraiarti sotto le coperte, guardare la serie e non pensare a nulla.

Se sei fisicamente sano, un tale esaurimento indica che, molto probabilmente, l'apatia ti ha visitato, uno stato in cui una persona è assorbita dalla completa indifferenza verso tutto ciò che lo circonda. Questo visitatore non è piacevole: ci priva della motivazione e del desiderio di agire, interferisce con il godimento della vita e mette a repentaglio anche l'adempimento dei doveri quotidiani. È molto importante non confonderla con la pigrizia: quest'ultima può essere superata con uno sforzo di volontà. L'apatia, invece, "attacca" senza preavviso e rende impossibili anche quelle cose che prima non creavano assolutamente difficoltà.

Da dove viene l'apatia?

“Dobbiamo vivere al massimo!”, Ci convincono con insistenza psicologi e coach di crescita personale e seguiamo diligentemente questo consiglio. Ci assumiamo coraggiosamente numerose responsabilità sulle nostre spalle, fissiamo dozzine di obiettivi e non ci concediamo una discesa finché non li raggiungiamo. Questa è una sorta di "sindrome della pupilla eccellente": devi essere il migliore in tutto e sempre, e per questo non ti dispiace nessuno sforzo. Ma nella ricerca della perfezione, ci dimentichiamo completamente di noi stessi, non sentiamo il momento in cui le risorse emotive iniziano a esaurirsi. E anche se notiamo che stiamo diventando meno efficaci, non pensiamo al riposo. Al contrario, stiamo cercando un modo per rallegrarci e trovare un'ulteriore fonte di forza. Questo è uno dei percorsi classici verso l'apatia..

C'è un altro modo per guadagnare l'esaurimento fisico, mentale ed emotivo, ed è particolarmente rilevante ora, quando molti sono in isolamento. La mancanza di nuove impressioni e la mancanza di attività fisica possono portare all'apatia tanto rapidamente quanto al superlavoro.

Cosa fare se non vuoi niente

È del tutto possibile affrontare l'apatia da soli se affronti correttamente questo problema. E, soprattutto, devi smetterla di vergognarti per la tua incapacità di agire. È difficile non sentirsi in colpa quando le scadenze stanno per scadere, una montagna di stoviglie non lavate sale nel lavandino, l'ora si avvicina a mezzogiorno e non riesci a uscire da sotto le coperte. Ma dobbiamo ammettere che ci sono stati in cui una persona non ha il diritto di sopraffare se stessa, perché andrà solo peggio.

Non voglio più lavorare: apatia stagionale o burnout?

Ciao cari lettori! Oggi stiamo esaminando il motivo per cui scompare il desiderio di fare qualcosa, le ragioni del burnout professionale e come affrontarlo. Ti sei sorpreso a pensare di voler smettere, andare in vacanza (anche se sei tornato solo da poco dal mare) o restare a casa senza muoverti?

Cause di apatia

Tutto quanto sopra ci accade per diversi motivi:

  • arrivò il freddo e si coprì di apatia stagionale
  • è urgente riposare (soprattutto se non sei stato in vacanza da molto tempo o le settimane precedenti sono passate in modalità "Stress")
  • si è verificato il burnout professionale
  • desidera cambiare il campo di attività

Forse non tutti saranno d'accordo con l'elenco sopra e vorranno aggiungere qui problemi con la squadra, i capi e gli orari irregolari. Ma questi problemi sono dello stesso ordine e ne parlerò di seguito..

Determiniamo cosa c'è dietro il desiderio di smettere e non andare a lavorare e, soprattutto, come affrontarlo (dopotutto, nessuno ha annullato gli obblighi).

Perché non vuoi lavorare in inverno e in autunno?

Il cambio delle stagioni è sempre un momento difficile. Meno sole, basse temperature, un ritmo di vita più lento: tutto ciò influisce sul nostro comportamento e sul nostro benessere. Il corpo attiva la modalità economica, quindi a volte le solite cose sembrano difficili. Ne ho parlato in uno dei post precedenti (in esso troverai anche dei veri consigli su come cambiare la situazione).

Cos'è il blues autunnale? Questa è una diminuzione del ritmo della vita, ma senza un cambiamento tangibile nella sua qualità. Ad esempio, diventa difficile svegliarsi la mattina e andare in ufficio entro le nove del mattino. Tuttavia, dopo aver eseguito i soliti rituali al lavoro, tutto va a posto..

Certo, ci sono momenti di tristezza, cattivo umore, perdita di energia, ma in generale la qualità della vita non cambia molto. Sei ancora felice di incontrare amici, anche se li vedi meno spesso, sei comunque portato via da alcuni compiti nel servizio, anche se può essere difficile avvicinarli a causa della pigrizia a volte che si verifica.

In autunno, di solito vuoi muoverti di meno, dormire di più e mangiare di più. A volte, la depressione e il blues possono peggiorare, ma non durano a lungo, da un paio d'ore a diversi giorni.

In generale, dopo un po 'di tempo, un corpo sano si adatta alle nuove condizioni intorno e inizia a entrare nel suo ritmo abituale. Ma vale la pena dire che ci sono sempre stati momenti di scarso approvvigionamento energetico nella vita, indipendentemente dai fattori in giro, è necessario fare i conti e accettare questo fatto.

Ripeto ancora una volta, in autunno l'apatia e la sonnolenza sono inevitabili e se queste condizioni non interrompono gravemente il tuo solito corso della vita professionale e personale, non devi preoccuparti. Ma ciò che vale sicuramente la pena fare è pensare al cibo, inclusi cibi più grassi (avocado, pesce di mare, noci, oli), fare qualche tipo di sport, stare più all'aperto e al sole e, naturalmente, più spesso per accontentarti di qualcosa di piacevole.

Quando è il momento di cambiare la sfera?

Il lavoro può interrompersi quando si insinua l'idea di lasciare la professione. Sorgono per molte ragioni e non sono sempre associate a una reale necessità di apportare drastici cambiamenti di carriera. Ad esempio, potresti avere un compito difficile davanti a te e hai semplicemente paura di affrontarlo, perché capisci che non ti arrenderà immediatamente e, possibilmente, con delle perdite..

O forse è l'azienda stessa o il suo management. Ti piace la tua squadra? Ti viene data l'opportunità di crescere? Ti piacciono le condizioni di lavoro? È noioso fare il lavoro attuale? Forse è perché hai superato la tua posizione e senti che puoi e meriti di più. Allora hai una strada diretta verso gli specialisti delle risorse umane. Lascia che scelgano un'opzione che si adatta alle loro competenze ed esperienze..

Oppure potrebbe valere la pena considerare i concorrenti. Forse sono in grado di offrire più vantaggi rispetto agli attuali leader e non è necessario modificare l'ambito.

Quando vale la pena cambiare la sfera? Quando c'è una chiara comprensione che vuoi te stesso una vita completamente diversa. Ad esempio, nella tua posizione attuale sei legato all'ufficio, ma vorresti viaggiare di più in tutto il mondo. O forse c'è il desiderio di lavorare meno con le persone, ma ora sei un insegnante o un operatore di call center.

Se l'attuale stato di cose non è completamente soddisfatto e, soprattutto, c'è la forza e il desiderio di cambiare qualcosa, allora è giunto il momento di cambiare.

Un cambio di attività può spaventare, farti procrastinare, ma se il pensiero di un nuovo lavoro ti ispira e ti spinge alla ricerca, hai la strada giusta. Cambia senza esitazione: non perderai nulla, ma guadagnerai solo di più.

Burnout professionale?

Bene, ora veniamo al più terribile e pericoloso. Come capire che eri esausto al lavoro e perché è successo? Comprendiamo i termini.

Il burnout psicologico (PV, a volte si può trovare un sinonimo di "sindrome da stanchezza cronica", anche se non è del tutto corretto) è esaurimento emotivo e fisico, che è accompagnato da apatia, evitamento dei contatti sociali, bassa autostima, cinismo, cambiamento nel modo di vivere abituale.

In parte in termini di sintomi, la PV è simile alla depressione, ma quest'ultima è una malattia più grave che spesso richiede un trattamento farmacologico.

Forse sono già in fiamme: dov'è la linea?

Gli psicologi fanno diverse ipotesi sul motivo per cui perdiamo interesse per il lavoro (e, di conseguenza, per la vita):

  • aumento costante dello stress sul lavoro
  • ritmo di vita veloce e riposo di scarsa qualità, mancanza di un adeguato recupero
  • atmosfera tesa nella squadra
  • mancanza di motivazione e incoraggiamento da parte dei colleghi e della direzione
  • si ritiene inoltre che ci siano persone più suscettibili al burnout: quelle che prendono tutto a cuore, impressionabili, emotive
  • lavorare con un grande flusso di persone

Ma, in un modo o nell'altro, tutte queste ragioni possono essere ridotte a tre determinanti: riposo di scarsa qualità, mancanza di una valutazione positiva da parte della direzione e processo di lavoro mal organizzato. Come puoi vedere, se ci esauriamo o meno al lavoro dipende da molti fattori e non sempre sono controllati da noi..

Anche se devi essere onesto fino alla fine e dire una cosa deludente: il PV è quasi inevitabile nella nostra vita. Ovunque lavoriamo, c'è una grande possibilità che un giorno tutto questo si annoi e non ci sarà forza per il cambiamento. L'unica domanda è quando accadrà. È possibile evitare il burnout, ma in condizioni quasi ideali, quando si è fortunati con il lavoro, i capi sono bravi e viene stabilito l'equilibrio tra lavoro e riposo. Ma su tutto punto per punto.

Come capire cosa ti ha coperto?

Oh, questo stato non può essere confuso con niente. Ecco solo un piccolo elenco di sintomi:

  • stanchezza costante anche dopo il fine settimana, le ferie, dopo solo un'ora di lavoro
  • diminuzione delle prestazioni
  • apatia, cattivo umore
  • costante irritazione, rabbia, persino odio per i colleghi
  • cinismo verso il lavoro e le persone
  • problemi di concentrazione, disattenzione
  • è difficile iniziare anche compiti semplici
  • disagio fisico, problemi di sonno e alimentazione
  • accresciuto senso di auto-inferiorità e insoddisfazione per il lavoro svolto
  • ansia e nervosismo

Con il fotovoltaico, questi segni vengono visualizzati in blocco e non separatamente. Questo non può essere attribuito alla pigrizia e al carattere "cattivo".

È molto difficile vivere normalmente con un simile set. Quasi tutto il modo di vivere e il ritmo abituale stanno cambiando, tutte le sfere della vita soffrono. Se inizi la tua condizione, si svilupperà in un grave disturbo psicologico..

Quali misure adottare contro il burnout?

Ti riconosci e vuoi agire? È urgente riposare e farlo bene. Nessuna corrispondenza al lavoro, nessun documento, nessuna conversazione con i colleghi. Fai solo ciò che ami. Idealmente, cambia completamente il luogo, ad esempio, vai nella natura, spegni il telefono e non prendi il laptop.

Tuttavia, all'arrivo, ti immergerai di nuovo nella solita routine e, molto probabilmente, sarai di nuovo risucchiato dal pozzo dell'apatia. Pertanto, è necessario comprendere le ragioni del burnout professionale..

  • Innanzitutto è necessario riconsiderare l'organizzazione del lavoro: niente più ritardi (almeno in maniera continuativa) fino alla notte, un programma chiaro e comprensibile che non implichi lavoro notturno da casa, riposo premuroso (di questo ne parlerò un po 'di seguito), ferie regolari.
  • In secondo luogo, l'ambiente di lavoro deve essere cambiato. Una persona ha bisogno di incoraggiamento dall'esterno. È molto difficile capire se ci stiamo muovendo nel modo giusto senza una valutazione del nostro lavoro da parte di superiori o colleghi, è difficile trovare motivazione. Se possibile, parla con qualcuno del reparto risorse umane o direttamente con il manager, descrivi loro il problema. Forse non sei l'unico a sentirsi esausto per la disattenzione dei gestori.
  • Terzo, passa a diversi tipi di attività. Il lavoro monotono di giorno in giorno erode il senso di piacere nel lavoro. Gli psicologi consigliano di alternare attività interessanti e noiose in modo che ci sia un contrasto.
  • Quarto, non lottare invano per le imprese! Siamo abituati al fatto che le gesta, nonostante siano buone. Tuttavia, la realtà mostra che se non sono stati richiesti, non saranno in grado di valutare le vittime e le forze e le energie sono già state spese. Distribuire e delegare compiti, chiedere aiuto. Non c'è niente di vergognoso nell'ammettere le tue risorse limitate.
  • Quinto, abbi cura di te su tutti i fronti. Un riposo ben meditato è la chiave per un recupero eccellente. Stare sdraiati sul divano, bere alcolici, ballare fino al mattino, guardare avidamente programmi TV sono cattive sceneggiature..

Cos'altro può aiutare?

Per accumulare energia, è adatto qualcosa che porti gioia: un hobby preferito, tempo con i propri cari, natura, sport, sonno sano, meditazione. A proposito, molti studi dimostrano che abbracciare migliora anche l'umore, quindi tocca le persone che ami più spesso..

Disegna il confine tra personale e lavoro e lascia quest'ultimo fuori dalla porta di casa e non portare a casa.

Mangia bene, fai più esercizio. Se ne senti il ​​bisogno, consulta uno psicologo. Ti dirà quali altri modi per ripristinare ci sono.

La buona notizia è che il burnout professionale può essere curato eliminando i fattori che consumano le forze. Penso che tu capisca che se nel tuo lavoro precedente non è realistico, per ora, pensane uno nuovo. Altrimenti, nulla rimarrà di te.

Secondo le recensioni di coloro che hanno sperimentato il fotovoltaico, il cambiamento di lavoro, squadra e condizioni di lavoro li ha riportati in vita.

Per non sorprenderti in un giorno emotivo un giorno, prenditi cura di te regolarmente: riposati bene, non fare più del necessario, osserva il regime e lasciati distrarre dagli hobby.

Qualcuno di voi ha incontrato un burnout professionale? Raccontaci come ti sei ripreso e quanto tempo ci è voluto?