Ansia e ansia costanti: sintomi, come sbarazzarsi di paure e stress

La sensazione di ansia è una caratteristica geneticamente intrinseca di una persona: nuove attività, cambiamenti nella vita personale, cambiamenti nel lavoro, nella famiglia e altro, dovrebbero causare una leggera ansia.

L'espressione "solo un pazzo non ha paura" ha perso la sua rilevanza nel nostro tempo, perché per molti l'ansia di panico appare da zero, quindi la persona si carica semplicemente e le paure inverosimili aumentano come una palla di neve.

Con il ritmo accelerato della vita, i sentimenti costanti di ansia, ansia e incapacità di rilassarsi sono diventati stati abituali..

La nevrosi, secondo la sistematica russa classica, fa parte dei disturbi d'ansia, questa è una condizione umana causata da depressione prolungata, grave stress, ansia costante e sullo sfondo di tutto ciò compaiono disturbi vegetativi nel corpo umano.

Va bene, sono solo preoccupato e un po 'spaventato

Una delle fasi precedenti dell'emergenza della nevrosi può essere l'emergere irragionevole di ansia e preoccupazione. La sensazione di ansia è una tendenza a sperimentare una situazione, una preoccupazione costante.

A seconda della natura della persona, del suo temperamento e sensibilità alle situazioni stressanti, questa condizione può manifestarsi in modi diversi. Ma è importante notare che le paure infondate, l'ansia e l'ansia, come stadio preliminare della nevrosi, si manifestano molto spesso in tandem con stress, depressione.

L'ansia, in quanto senso naturale della situazione, non in una forma iperforme, fa bene a una persona. Nella maggior parte dei casi, questa condizione aiuta ad adattarsi alle nuove circostanze. Una persona, che si sente ansiosa e preoccupata per l'esito di una situazione particolare, si prepara il più possibile, trova le soluzioni più adatte e risolve i problemi.

Ma non appena questa forma diventa permanente, cronica, i problemi iniziano nella vita di una persona. L'esistenza quotidiana si trasforma in duro lavoro, perché tutto, anche le piccole cose, fa paura.

In futuro, questo porta alla nevrosi e, talvolta, a una fobia, sviluppa un disturbo d'ansia generalizzato (GAD).

Non esiste un confine chiaro del passaggio da uno stato all'altro, è impossibile prevedere quando e come l'ansia e la sensazione di paura si trasformeranno in nevrosi e questo, a sua volta, in disturbo d'ansia.

Ma ci sono alcuni sintomi di ansia che compaiono costantemente senza una ragione significativa:

  • sudorazione;
  • vampate di calore, brividi, tremori nel corpo, tremori in alcune parti del corpo, intorpidimento, forte tono muscolare;
  • dolore al petto, sensazione di bruciore allo stomaco (sofferenza addominale);
  • svenimenti, vertigini, paure (morte, follia, omicidio, perdita di controllo);
  • irritabilità, una persona è costantemente "nervosa", nervosismo;
  • disturbi del sonno;
  • qualsiasi scherzo può causare paura o aggressività.

Nevrosi d'ansia: i primi passi verso la follia

La nevrosi d'ansia in persone diverse può manifestarsi in modi diversi, ma ci sono sintomi principali, caratteristiche della manifestazione di questa condizione:

  • aggressività, perdita di forza, completa disperazione, ansia anche con una leggera situazione stressante;
  • risentimento, irritabilità, eccessiva vulnerabilità e pianto;
  • ossessione per una situazione spiacevole;
  • affaticamento, scarso rendimento, diminuzione dell'attenzione e della memoria;
  • disturbi del sonno: superficiale, non c'è leggerezza nel corpo e nella testa dopo il risveglio, anche la minima sovraeccitazione priva del sonno, e nelle ore mattutine, al contrario, c'è una maggiore sonnolenza;
  • disturbi vegetativi: sudorazione, picchi di pressione (principalmente a una diminuzione), interruzione del tratto gastrointestinale, palpitazioni;
  • una persona durante un periodo di nevrosi reagisce negativamente, a volte anche in modo aggressivo ai cambiamenti nell'ambiente: una diminuzione della temperatura o un forte aumento, luce intensa, suoni forti, ecc..

Ma va notato che la nevrosi può manifestarsi sia esplicitamente in una persona che nascosta. Ci sono spesso casi in cui un infortunio o una situazione precedente a un fallimento nevrotico si è verificato molto tempo fa, e il fatto stesso della comparsa di un disturbo d'ansia si è appena formato. La natura della malattia stessa e la sua forma dipendono dai fattori circostanti e dalla personalità stessa della persona.

GTR - paura di tutto, sempre e ovunque

Esiste un disturbo d'ansia generalizzato (GAD), che è una delle forme di disturbi d'ansia, con un avvertimento: la durata di questo tipo di disturbo è misurata in anni e si applica a tutte le sfere della vita umana..

Si può concludere che è proprio uno stato così monotono di "ho paura di tutto, ho sempre e costantemente paura" che porta a una vita difficile e dolorosa.

Anche la solita pulizia in casa, fatta non secondo gli orari, sconvolge una persona, un viaggio al negozio per il necessario che non c'era, una telefonata a un bambino che non ha risposto in tempo, ma nel suo pensiero “è stato rubato, ucciso”, e tanti altri motivi per cui non c'è bisogno di preoccuparsi, ma c'è ansia.

E tutto questo disturbo d'ansia generalizzato (a volte chiamato anche disturbo d'ansia fobico).

E poi c'è il depressivo...

Il disturbo ansioso-depressivo, in quanto una delle forme di nevrosi, secondo gli esperti, entro il 2020 andrà al secondo posto dopo la cardiopatia coronarica, tra i disturbi che portano alla disabilità.

Lo stato di ansia e depressione croniche sono simili, motivo per cui è apparso il concetto di TAD, come una sorta di forma di transizione. I sintomi del disturbo sono i seguenti:

  • sbalzi d'umore;
  • disturbi del sonno per un lungo periodo;
  • ansia, paura per te stesso e per i tuoi cari;
  • apatia, insonnia;
  • bassa efficienza, diminuzione dell'attenzione e della memoria, incapacità di assimilare nuovo materiale.

Ci sono anche cambiamenti vegetativi: aumento della frequenza cardiaca, aumento della sudorazione, vampate di calore o, al contrario, brividi, dolore al plesso solare, disturbi gastrointestinali (dolore addominale, costipazione, diarrea), dolore muscolare e altro.

La sindrome ansia-depressiva è caratterizzata dalla presenza di molti dei suddetti sintomi per diversi mesi.

Ragioni per la comparsa di stati di ansia

Le cause della comparsa dei disturbi d'ansia non possono essere separate in un gruppo chiaramente formulato, perché ogni persona reagisce a questa o quella circostanza nella vita in modi diversi.

Ad esempio, un certo calo del tasso di cambio di una valuta o di un rublo potrebbe non disturbare una persona durante questo periodo della vita, ma i problemi a scuola o in istituto con colleghi, colleghi o parenti possono portare a nevrosi, depressione e stress.

Gli esperti identificano alcune delle cause e dei fattori che possono causare il disturbo d'ansia di personalità:

  • famiglia disfunzionale, depressione e stress sofferto durante l'infanzia;
  • vita familiare problematica o incapacità di organizzarla in tempo;
  • predisposizione;
  • sesso femminile - purtroppo, molti del gentil sesso sono già per loro stessa natura predisposti a “prendere tutto a cuore”;
  • Inoltre, gli esperti hanno rivelato una certa dipendenza dalla costituzione costituzionale del corpo umano: le persone in sovrappeso sono meno inclini alla comparsa di nevrosi e altri disturbi mentali;
  • fissare gli obiettivi sbagliati nella vita, o piuttosto sovrastimarli, - già il fallimento iniziale porta a preoccupazioni inutili e il ritmo sempre più accelerato della vita moderna non fa che aggiungere benzina al fuoco.

Quali sono tutti questi fattori in comune? L'importanza, il significato del fattore traumatico nella tua vita. E di conseguenza, sorge una sensazione di ansia e paura, che da una normale forma naturale può svilupparsi in un ipertrofico, irragionevole.

Ma va detto che tutti i fattori simili predispongono solo e il resto della conclusione avviene nei pensieri di una persona.

Complesso di manifestazioni

I sintomi dei disturbi d'ansia si dividono in due gruppi:

  1. Sintomi somatici. Sono caratterizzati da sensazioni dolorose, deterioramento della salute: mal di testa, disturbi del sonno, oscuramento degli occhi, comparsa di sudorazione, minzione frequente e dolorosa. Possiamo dire che una persona avverte dei cambiamenti a livello fisico e questo aggrava ulteriormente l'ansia..
  2. Sintomi mentali: stress emotivo, incapacità di una persona di rilassarsi, fissazione sulla situazione, suo costante scorrimento, dimenticanza, incapacità di concentrarsi su qualcosa, incapacità di ricordare nuove informazioni, irritabilità e aggressività.

Il passaggio di tutti i suddetti sintomi a una forma cronica porta a conseguenze spiacevoli come nevrosi, depressione cronica e stress. Vivere in un mondo grigio e spaventoso dove non c'è gioia, risate, creatività, amore, sesso, amicizia, cena o colazione deliziose... tutte queste sono le conseguenze di disturbi mentali non trattati.

Richiesta di aiuto: diagnostica

La diagnosi dovrebbe essere fatta solo da uno specialista. La sintomatologia mostra che tutti gli stati d'ansia sono intrecciati, non ci sono chiari indicatori oggettivi che possano separare, in modo chiaro e preciso, una forma di disturbo d'ansia da un'altra.

La diagnostica da parte di uno specialista viene eseguita utilizzando tecniche di colore e conversazione. Una semplice conversazione, un dialogo piacevole, che è un sondaggio "segreto", aiuterà a rivelare il vero stato della psiche umana. La fase del trattamento inizia solo dopo che è stata fatta la diagnosi corretta.

Ci sono sospetti di sviluppare disturbi d'ansia? Devi contattare il tuo medico di famiglia. Questa è la prima fase.

Inoltre, in base a tutti i sintomi, il terapeuta ti dirà se hai bisogno di contattare uno psicoterapeuta o meno.

Tutti gli interventi devono essere eseguiti solo a seconda del grado e della gravità del disturbo. È importante notare che il trattamento è strutturato solo individualmente. Esistono metodi, raccomandazioni generali, ma l'efficacia del trattamento è determinata solo dall'approccio corretto a ciascun paziente separatamente.

Come affrontare la paura, la preoccupazione e l'ansia

Per sbarazzarsi di paura, preoccupazione e sentimenti di ansia oggi, ci sono due approcci principali..

Sedute di psicoterapia

Sessioni di psicoterapia, un nome alternativo per CBT (terapia cognitivo comportamentale). Nel corso di tale terapia, vengono identificate le cause della comparsa di disturbi mentali autonomici e somatici..

Un altro obiettivo importante è chiedere il giusto sollievo dallo stress, imparare a rilassarsi. Durante le sessioni, una persona può cambiare i propri schemi di pensiero, durante una conversazione calma in un ambiente favorevole, il paziente non ha paura di nulla, motivo per cui si rivela pienamente: calma, una conversazione che aiuta a capire le origini del suo comportamento, realizzarli, accettare.

Quindi la persona impara come affrontare l'ansia e lo stress, sbarazzarsi di panico irragionevole, impara a vivere. Lo psicoterapeuta aiuta il paziente ad accettarsi, a capire che tutto è in ordine con lui e il suo ambiente, che non ha nulla da temere.

È importante notare che la CBT viene eseguita su base individuale e in gruppo. Dipende dal grado del disturbo, nonché dalla disponibilità del paziente a essere trattato in un modo o nell'altro..

È importante che una persona debba venire consapevolmente da uno psicoterapeuta, deve capire almeno che è necessario. Spingendolo in ufficio con la forza e costringendolo a parlare più a lungo - tali metodi non solo non daranno il risultato desiderato, ma aggraveranno anche la situazione.

In un duetto con sessioni di psicoterapia, è possibile eseguire massaggi e altre procedure di fisioterapia.

Cure per paura e ansia: un'arma a doppio taglio

A volte viene praticato l'uso di droghe: si tratta di antidepressivi, sedativi, beta-bloccanti. Ma è importante capire che i farmaci non cureranno i disturbi d'ansia, né saranno una panacea per i problemi di salute mentale..

Lo scopo del metodo farmacologico è completamente diverso, i farmaci aiutano a tenersi sotto controllo, aiutano a sopportare più facilmente l'intera gravità della situazione.

E non sono prescritti nel 100% dei casi, lo psicoterapeuta guarda al decorso del disturbo, al grado e alla gravità, e determina già se c'è bisogno di tali farmaci o meno.

Nei casi avanzati, vengono prescritti farmaci forti e ad azione rapida per ottenere un effetto precoce per alleviare gli attacchi di ansia.

La combinazione dei due metodi fornisce risultati molto più rapidi. È importante tenere conto che una persona non deve essere lasciata sola: la famiglia, i suoi cari possono fornire un sostegno insostituibile e quindi spingere alla guarigione..
Come affrontare l'ansia e l'ansia - Suggerimenti video:

Emergenza: cosa fare?

In casi di emergenza, un attacco di panico e ansia viene rimosso con i farmaci, e anche solo da uno specialista, se non è presente al momento del picco dell'attacco, è importante prima chiamare l'assistenza medica, e poi provare con tutte le tue forze a non peggiorare la situazione.

Ma questo non significa che devi correre e gridare "aiuto, aiuto". No! Tutti i tipi dovrebbero mostrare calma, se c'è la possibilità che una persona possa ferire, andarsene immediatamente.

In caso contrario, prova anche a parlare con voce calma, sostieni la persona con le frasi “Io credo in te. Siamo insieme, possiamo farcela ". Evita le frasi "lo sento anch'io", l'ansia e il panico sono sentimenti individuali, tutte le persone li sentono in modo diverso.

Non peggiorare le cose

Molto spesso, se una persona si applica in una fase iniziale dello sviluppo del disturbo, i medici raccomandano diverse semplici misure preventive dopo aver interrotto la situazione:

  1. Uno stile di vita sano.
  2. Dormi a sufficienza, un sonno di buona qualità è garanzia di calma, garanzia della salute generale di tutto l'organismo.
  3. Mangia correttamente. Cibo vario, di alta qualità, bello (e questo è anche importante) può tirarti su di morale. Chi non vorrebbe una torta di mele calda aromatica appena sfornata con una piccola pallina di gelato alla vaniglia. Già da queste parole, la mia anima si riscalda, cosa dire del pasto stesso.
  4. Trova un hobby, qualcosa di tuo gradimento, magari cambia lavoro. È una sorta di rilassamento, relax.
  5. Impara a rilassarti e ad affrontare lo stress, e per questo, con l'aiuto di uno psicoterapeuta o studia autonomamente i metodi di rilassamento: esercizi di respirazione, usando punti speciali sul corpo, con la cui pressione, si verifica il rilassamento, ascoltando il tuo audiolibro preferito o guardando un buon (!) Film.

È importante notare che medici e specialisti utilizzano la riabilitazione obbligatoria solo in casi molto gravi. Il trattamento nelle prime fasi, quando quasi tutte le persone dicono a se stesse "passerà da solo", è molto più veloce e migliore.

Solo la persona stessa può venire e dire "Ho bisogno di aiuto", nessuno può costringerlo. Ecco perché dovresti pensare alla tua salute, non lasciare che tutto faccia il suo corso e contattare uno specialista.

Cos'è la nevrosi, gli attacchi di panico, il comportamento e la condizione nevrotica?

Stai vivendo un'ansia costante e inspiegabile, non riesci a rilassarti fisicamente e mentalmente? Paura di volare, claustrofobica, inorridita dalla vista del sangue? Sei perseguitato da pensieri ossessivi? Sai per certo di essere malato, ma i medici non trovano nessuna malattia in te? Tutte queste condizioni hanno una causa: la nevrosi. Cos'è e come affrontarne le manifestazioni, te lo dico in dettaglio in questo articolo.

Neurosi: cause, tipi e loro sintomi

Neurosi è il nome generico per disturbi del sistema nervoso di natura psicologica. La particolarità delle nevrosi come disturbi neuropsichiatrici è che i processi patologici sono reversibili. Uno psicologo o psicoterapeuta esperto è in grado di aiutare una persona che soffre di un disturbo nevrotico a liberarsi da una condizione distruttiva e tornare a una vita appagante.

Cause di nevrosi

Il fattore scatenante per lo sviluppo della nevrosi può essere:

Un evento traumatico specifico che ha causato un forte stress emotivo.

Può essere qualsiasi cosa:

  • Morte di un genitore, figlio, persona amata;
  • Incendio, incidente;
  • Stupro, percosse.

Lo shock può causare paura, rabbia, l'incapacità di prevenire qualcosa di tragico. Spesso tali emozioni sono vissute da testimoni di omicidi, catastrofi, attacchi terroristici e crimini crudeli. Cioè, qualsiasi situazione in cui la psiche umana non resiste alla tensione emotiva è in grado di provocare un disturbo neuropsichico..

Accumulo di stress.

Per molto tempo, una persona si trova in circostanze che causano stress, disagio psicologico. Per esempio:

  1. Rapporti difficili con la squadra o i capi al lavoro;
  2. Lavoro che implica molta responsabilità o alto stress mentale;
  3. Vivere con un partner tiranno, genitori autoritari, un bambino con bisogni speciali (disabile).

Arriva un momento in cui il livello di stress aumenta così tanto che la psiche non ce la fa e fallisce..

Regolazione ormonale.

Anche i cambiamenti nei livelli ormonali durante la pubertà e la menopausa possono provocare nevrosi. Più spesso questo si osserva nelle persone con maggiore eccitabilità, emotiva, sospettosa. Le persone con una predisposizione ereditaria ai disturbi mentali soffrono anche di nevrosi "ormonali"..

Studiando le storie mediche dei pazienti affetti da disturbi nevrotici, gli esperti hanno individuato un modello importante: lo sviluppo della nevrosi non dipende dalla gravità delle circostanze traumatiche, ma da come una particolare persona le percepisce. Significa che una persona rimane mentalmente stabile, essendo sopravvissuta al trauma più grave: la morte di una persona cara, il fallimento, la perdita del lavoro o della salute. Un altro cade in depressione a causa di difficoltà quotidiane apparentemente insignificanti: un debito per un appartamento comune, uno scandalo con i vicini, insoddisfazione per la vita.

Tipi di nevrosi

Nella psichiatria moderna esistono tre tipi principali di nevrosi. Ognuno di loro include una serie di disturbi nevrotici:

  • Nevrastenia. Le persone con questo disturbo descrivono la loro condizione come stanchezza cronica, mancanza di energia, prestazioni ridotte, difficoltà di concentrazione e irritabilità. I neurastenici hanno difficoltà ad addormentarsi, in un sogno sono tormentati da incubi. Tutto ciò impedisce loro di vivere una vita piena e attiva e porta alla depressione..
  • Nevrosi isterica. Si manifesta sotto forma di convulsioni isteriche, movimenti improvvisi, debolezza muscolare, paralisi, tremori delle mani, testa, tremori di tutto il corpo. La nevrosi isterica è anche caratterizzata da una perdita temporanea "simulante" dell'udito, della vista, della voce, dell'olfatto e del gusto. Anche le manifestazioni somatiche non sono rare: mal di testa, dolore all'addome, al cuore, alle articolazioni. Vomito psicogeno, nodulo e crampi alla gola con eccitazione, mancanza di respiro, palpitazioni: questi sintomi si osservano anche nelle persone che soffrono di nevrosi isterica.
  • Disturbo ossessivo-compulsivo. Questo tipo di nevrosi ha tre varietà:
    1. Ossessivo. È caratterizzato da pensieri ossessivi (una persona scorre costantemente alcune frasi, parole di una canzone nella sua testa, non può buttare fuori qualche idea dai suoi pensieri);
    2. Compulsivo. È caratterizzato da azioni ossessive (il desiderio di lavarsi costantemente le mani, mordersi le unghie, graffiare alcune parti del corpo, frequenti battiti di ciglia, contrazioni della testa, ecc.);
    3. Fobico. Ciò include tutte le paure ossessive (paura di uno spazio chiuso, paura della folla, paura di ammalarsi di una malattia pericolosa, ecc.).

Ci sono spesso casi in cui una persona soffre di diverse forme di nevrosi contemporaneamente. Ad esempio, ha contemporaneamente sintomi di nevrastenia: perdita di forza, letargia, irritabilità e segni di nevrosi compulsiva.

Più in dettaglio sulle nevrosi e le ragioni del loro verificarsi, ho detto in questo video. Assicurati di guardarlo per comprendere questo problema in modo più dettagliato e trovare le risposte necessarie..

Manifestazioni di nevrosi

Le nevrosi sono così multiformi che dozzine di volumi sono dedicati alle descrizioni delle loro manifestazioni nella letteratura scientifica psichiatrica. In questo articolo parlerò di alcuni di loro che più spesso mi imbatto nel mio lavoro. Questi sono ansia, apatia, stanchezza cronica e attacchi di panico..

Ansia patologica

L'ansia e la paura sono una reazione naturale della psiche a eventi specifici. Ad esempio, tuo figlio ha la febbre e tu sei preoccupato per lui. Oppure hai un colloquio per la posizione che sogni di ottenere. Sei preoccupato che qualcosa possa andare storto. Quando il bambino si riprende o hai un colloquio riuscito, l'ansia se ne va senza lasciare traccia. E 'normale. Ma succede anche in modo diverso.

L'ansia nasce senza motivo e non si attenua, anche quando oggettivamente non c'è nulla di cui preoccuparsi. L'ansia diventa sfondo e dapprima provoca disagio psicologico, e nel tempo rende impossibile vivere pienamente:

  • Questo stato è fisicamente estenuante ed emotivamente drenante;
  • Appare l'insonnia;
  • Ci sono disturbi somatici: mal di testa, picchi di pressione, pesantezza al petto;
  • Per soffocare la sensazione di ansia, una persona inizia a "coglierla";
  • Poiché tutti i pensieri sono occupati dall'ansia, non c'è modo di pensare a qualcos'altro, l'interesse per le cose che in precedenza causavano gioia ed entusiasmo scompare.

Senza un trattamento adeguato, l'ansia patologica può trasformarsi in disturbi mentali più gravi: depressione clinica, paranoia. L'argomento dell'ansia e come sbarazzarsene, anche da solo, l'ho descritto in dettaglio in questo articolo. https://mkravchuk.com/trevoga-kak-poborot-trevozhnost/

Apatia

L'apatia è una reazione difensiva della psiche in risposta a una situazione stressante o stress emotivo prolungato. Questo potrebbe essere:

  • Perdita di genitori, amico intimo, figlio;
  • Licenziamento da un lavoro che una persona ha apprezzato;
  • Grave divorzio;
  • Eccessivo stress psicologico sul lavoro, ecc..

Quando il livello di ansia diventa così alto che la psiche non può più farcela, si attiva la modalità di indifferenza per tutto ciò che accade intorno. È come un fusibile che, in caso di sovraccarico della rete, interrompe l'alimentazione al dispositivo in modo da non danneggiare gli impianti più importanti.

In questo stato, una persona non prova emozioni e sentimenti. Non gli importa cosa succede a lui e intorno a lui. Non tutti possono uscire da questo stato da soli. Nei casi più gravi, quando l'apatia dura a lungo e assume la forma del distacco, non si può fare a meno di un aiuto psichiatrico professionale. Se ti trovi in ​​questo stato e vuoi uscirne, prova la seguente tecnica. Il suo scopo è risvegliare i tuoi sensi e le tue sensazioni..

  1. Ponetevi la domanda: "Cosa vedo adesso?" Rispondi ad alta voce nel modo più dettagliato possibile. Ad esempio: “Vedo una finestra ricoperta di tulle con un motivo di foglie e fiori. Un albero cresce fuori dalla finestra, è un acero con foglie verdi intagliate... ”. Eccetera. Descrivi in ​​dettaglio tutto ciò che vedi.
  2. Chiediti: "Cosa sto ascoltando adesso?" Inoltre, ad alta voce e nel modo più dettagliato possibile, elenca tutti i suoni che percepisci: il rumore delle macchine che passano, l'abbaiare di un cane, il fruscio delle foglie, un allarme che è stato attivato. Dai un nome a tutto ciò che senti.
  3. L'ultima domanda a te stesso è "Cosa sento adesso?" Descrivi come ti gusti in questo momento. Ad esempio: "Sento la fragola, agrodolce, con una leggera amarezza...".
  4. Analizza le tue condizioni dopo aver completato questi esercizi. Dì ad alta voce come ti senti riguardo a ciò che vedi, ascolti e provi. Ti piace il tulle o vuoi sostituirlo, i suoni sono piacevoli o ti danno fastidio, il sapore delle fragole piace o respinge...

Usa questa tecnica più volte, cercando di concentrarti su pensieri, sensazioni e sentimenti..

Fatica cronica

La sindrome da stanchezza cronica (CFS) è una condizione in cui una persona non ha la forza di svolgere anche compiti di base, mentre i medici non trovano disturbi fisiologici nel corpo. Questa è una sensazione di estrema stanchezza, che non scompare nemmeno dopo un buon riposo..

Gli esperti non possono ancora determinare con precisione le cause della stanchezza cronica, poiché le persone che soffrono di CFS, parallelamente, hanno segni di altre malattie: infettive, virali, immunitarie, ormonali. Ma non ci sono prove credibili che un particolare virus o infezione abbia causato stanchezza cronica..

La sindrome da stanchezza cronica è strettamente correlata allo sviluppo della nevrosi. Di solito si accende all'improvviso. È spesso preceduto da un'infezione virale con febbre e malessere generale. Quando i sintomi delle infezioni respiratorie acute diminuiscono, invece di un'ondata di forza ed energia, la persona avverte una grave stanchezza. Poiché prima della malattia era energico, spesso di successo, e quasi in un giorno ha perso l'opportunità di fare le sue solite cose, questo si riflette nel suo stato psicologico. C'è una sensazione di inferiorità, pensieri ossessivi sull'insensatezza della vita.

I principali segni della sindrome da stanchezza cronica sono:

  • Una sensazione di allegria, un'ondata di forza non appare, non importa per quanto tempo una persona riposa - 8, 10, 12 ore;
  • Mal di testa di cui i medici non riescono a trovare la causa;
  • Sonnolenza costante durante il giorno. Allo stesso tempo, è impossibile addormentarsi;
  • Irritabilità e cattivo umore senza una ragione apparente. Infuria letteralmente tutto: suoni, odori, persone care fastidiose;
  • Compromissione della memoria, difficoltà di concentrazione: una persona si confonde sui giorni della settimana, sulla cronologia degli eventi, dimentica ciò che ha detto di recente. Non riesco a concentrarmi su un compito, i miei pensieri passano costantemente da uno all'altro.

La CFS è spesso accompagnata da sintomi fisiologici:

  1. Faringite;
  2. Allergie;
  3. Infiammazione dei linfonodi del collo e delle ascelle;
  4. Dolori muscolari che gli esperti non possono spiegare.

La sindrome da stanchezza cronica è una condizione medica grave. È abbastanza difficile da trattare e richiede sempre un approccio integrato. Di solito al paziente vengono prescritte psicoterapia, fisioterapia, farmaci.

Attacchi di panico: stress che peggiora

Un attacco improvviso di paura irragionevole, forte, "animale" che accompagna le manifestazioni somatiche - tremore, disorientamento, vertigini, dolore al petto, ronzio nelle orecchie, palpitazioni cardiache - è chiamato attacco di panico (PA). Questo è il modo in cui il corpo reagisce al sovraccarico emotivo. Gli attacchi di panico possono essere scatenati da:

  1. Una situazione stressante specifica;
  2. Stress accumulato per molto tempo, stress mentale che non ha avuto sfogo.

Molto spesso, i giovani - tra i 20 ei 35 anni - soffrono di attacchi di panico a causa di un eccesso di stress. Come puoi vedere, questo è il periodo più attivo nella vita di una persona, quando è costretto a risolvere molti problemi. Quando un enorme carico emotivo viene imposto a tratti caratteriali come iperresponsabilità, ansia, perfezionismo, fissazione per la propria salute, maggiore esigenza nei confronti di se stessi e degli altri, la psiche non si alza e "chiede aiuto" fisiologia.

Il corpo produce grandi quantità di adrenalina, l '"ormone della paura". Il suo compito è preparare il corpo a reagire al pericolo - ad attaccare o correre:

  • La pressione sanguigna aumenta;
  • Il sangue scorre ai muscoli e agli organi interni;
  • La respirazione accelera, diventa superficiale, inizia l'iperventilazione - mancanza di ossigeno.

Una delle caratteristiche degli attacchi di panico è che durante essi una persona non perde mai conoscenza, anche se gli sembra che stia per svenire.

Per quanto riguarda le situazioni stressanti specifiche che sono diventate il fattore scatenante degli attacchi di panico, possono essere molto diverse. Darò un esempio dalla mia pratica.

Già il decimo dottore ha detto ad Elena che i suoi polmoni sono in perfetto ordine e il suo cuore è assolutamente sano. Ma, uscendo dall'ufficio, ha subito preso appuntamento con l'undicesimo cardiologo. Qualcuno deve capire cosa le sta succedendo.
Ieri, per la terza volta in una settimana, era sdraiata sul divano del soggiorno e sentiva che stava morendo: un bruciore al petto, il cuore che faticava a bucare le costole e tirare fuori, le era impossibile respirare, aveva le vertigini per mancanza d'aria, il braccio sinistro era intorpidito. Non può nemmeno chiedere aiuto.
E già il 10 ° medico le dice che ha problemi non al cuore, ma alla “testa”, e le consiglia di vedere uno psicologo. Come uno psicologo la alleverà dagli attacchi di cuore?!
"Va bene, mi preparo per il prossimo appuntamento: vado da uno psicologo, prendo una conferma scritta che tutto è in ordine con la mia psiche. Allora crederà sicuramente che non ho inventato una malattia per me stesso, ma che posso davvero morire in qualsiasi momento ". È così che abbiamo incontrato Elena.
Sono passati 9 mesi dal primo incontro, ma il nostro lavoro è ancora in corso. Durante le sedute, abbiamo scoperto che il motivo che ha scatenato gli attacchi di panico è stato un incidente in cui la ragazza è stata colpita 3 anni fa..
Elena pian piano rievoca ogni dettaglio: “Un forte colpo di volante al petto, le si ferma il respiro. È impossibile inspirare: invece dell'aria, il corpo è pieno di un forte dolore sordo. Il cuore non batte, ma tamburella contro il petto, il suo suono assorda. Un dolore acuto trafigge la mano sinistra, come se tenesse un filo scoperto collegato a una presa "..
Nel tempo, le abrasioni sono guarite, i lividi sono scomparsi. L'immagine di quella terribile situazione sfocata, quasi scomparsa dalla mia memoria. Ma nella mente subconscia una paura profondamente radicata: "Sto per morire!" E con il minimo stress o eccitazione, emergono tutte le sensazioni fisiche vissute in quel momento, costringendo a rivivere questo incubo ancora e ancora.

È piacevole e follemente prezioso per me che dopo ogni nostro incontro Elena trovi più facile affrontare questa condizione. Ha imparato presto a riconoscere, controllare e affrontare gli attacchi di panico. Sì, ci sono ancora manifestazioni di luce e continuiamo a lavorare con loro. Ma durante questi 9 mesi è riuscita a uscire dal suo "inferno" e iniziare a respirare profondamente.

Come calmarsi durante un attacco di panico

Quando un attacco di panico si verifica per la prima volta, coglie sempre la persona di sorpresa. Non può fare nulla per alleviare la condizione. Se le crisi si ripetono, il paziente può già riconoscere l'approccio di una crisi e fermarla rapidamente. Per questo hai bisogno di:

  1. Regola la respirazione. Con un attacco di panico, diventa superficiale, la quantità di anidride carbonica nel sangue diminuisce drasticamente, a causa della quale l'ossigeno non entra nei tessuti e negli organi. Ciò causa mancanza di respiro e aumenta gli attacchi di panico. Nei primi secondi di un attacco, è necessario normalizzare l'equilibrio dei gas nel sangue. Per fare questo, devi respirare in un sacchetto di carta o con i palmi piegati in una tazza e premuti saldamente sul viso. Allo stesso tempo, cerca di respirare profondamente e nel modo più uniforme possibile..
  2. Cambia attenzione. Quando inizia un attacco di panico, una persona si concentra istintivamente sui suoi sentimenti, su ciò che gli sta accadendo. È molto importante nel momento di un attacco di panico passare a qualcosa al di fuori di te stesso: concentrarti su un oggetto, una persona, ricordare una poesia, contare da 100 a 1 o nominare solo numeri abbinati / non abbinati. Se hai carta e matita a portata di mano, puoi provare a disegnare o scrivere qualcosa.
  3. Autoipnosi. Durante un attacco, devi tenere a mente il pensiero che il panico passerà in pochi minuti. Che questo stato non sia pericoloso, non condurrà alla morte, non ti farà impazzire. Ripetendo costantemente questa frase, una persona sposta l'attenzione dalle sue sensazioni e ammorbidisce le manifestazioni dell'attacco.

Come sbarazzarsi degli attacchi di panico

Gli attacchi di panico possono essere fermati con uno psicologo esperto o uno psicoterapeuta. Ma prima devi visitare un terapista. Le condizioni caratteristiche degli attacchi di panico possono essere sintomi di numerose malattie complesse, principalmente malattie cardiovascolari. Prima di iniziare la psicoterapia, è necessario escludere cause organiche..

Gli attacchi di panico generalmente rispondono bene alle tecniche psicoterapeutiche e, se necessario, ai farmaci appropriati. Ma un effetto stabile sarà solo se viene identificata la causa esatta della nevrosi. Se si tratta di stress cronico, devi trovare la sua fonte:

  • Troppo carico di lavoro;
  • Conflitti di squadra;
  • Relazioni distruttive, ad esempio, con un partner abusante, alcolizzato o tossicodipendente;
  • Responsabilità insostenibile (per figli, genitori anziani, altri parenti, subordinati al lavoro, ecc.).

Dopo aver identificato il motivo, devi astrarre da lei il più possibile e, ancora meglio, rimuoverla dalla vita - lascia il tuo lavoro, lascia il tuo tiranno marito, limita la responsabilità per gli altri. Sfortunatamente, non è sempre possibile eliminare la causa della nevrosi..

In questa situazione, il compito dello psicologo è quello di modificare l'atteggiamento del paziente nei suoi confronti in modo che non la percepisca come fonte di stress..

Cos'è il comportamento nevrotico

In conclusione, qualche parola su nevrotici, comportamento e condizione nevrotici. Questi concetti sono spesso usati per riferirsi a persone che soffrono di nevrosi e alle caratteristiche del loro comportamento. Ma questo non è del tutto vero. A questo argomento ho dedicato un video a parte, in cui ho descritto in dettaglio chi sono i nevrotici e qual è la particolarità del loro comportamento. Guardalo e diventerà chiaro a tutti voi.

La nevrosi è una malattia nevrotica molto complessa, in alcuni casi molto grave. Non va via da solo, peggiora nel tempo e può distruggere la vita. Se tu oi tuoi cari vi trovate di fronte a qualsiasi manifestazione di nevrosi, sono pronto ad aiutarvi a far fronte a questa condizione nella terapia individuale o di gruppo..

Sensazioni di ansia: quali sono le cause dell'ansia "senza causa" e come eliminarle?

Tutti hanno familiarità con la sensazione di ansia in una forma o nell'altra. Questa è una reazione mentale del tutto normale associata all'aspettativa di qualche tipo di problema. Tuttavia, a volte questo stato sfugge al controllo. Nell'articolo ti diremo perché una sensazione di ansia apparentemente irragionevole può tormentare e come affrontarla.

Perché si verifica un'ansia costante?

È possibile parlare di ansia come patologia se la condizione è regolare, si manifesta in un grado inadeguatamente alto e si manifesta in modo assolutamente infondato. L'ansia, dovuta all'aspettativa di un incontro fatale, un esame decisivo e simili, non è una deviazione dalla norma..

I sentimenti patologici di ansia, o disturbi d'ansia (di seguito denominati TS), possono essere suddivisi in diversi tipi, ognuno dei quali, oltre all'ansia stessa, ha i propri sintomi fisiologici, psicologici e comportamentali.

  1. Disturbo d'ansia generalizzato. È per questo tipo di ST che un sentimento di ansia e ansia senza motivo è particolarmente caratteristico: gli eventi sia del passato che del futuro servono come ragione, ei fallimenti immaginari vengono vissuti con un senso di disperazione non inferiore a quelli reali. L'ansia va fuori scala, indipendentemente dalla serietà e dalla validità del motivo. I sintomi fisici includono stanchezza costante, insonnia, vertigini, palpitazioni cardiache, brividi, indigestione.
  2. Fobie. Questa è una paura irrazionale ipertrofica. Tra le fobie più comuni vi sono la paura dell'altezza, la paura dei ragni, i serpenti, la paura dei viaggi aerei. Sotto l'influenza della paura ossessiva, la respirazione diventa disordinata, la frequenza cardiaca aumenta, compaiono tremori e nausea e la testa gira. Una persona sta per perdere il controllo di se stessa alla vista dell'oggetto della sua paura ed è pronta a fare qualsiasi cosa per evitarlo.
  3. Attacchi di panico. Questa condizione può essere descritta come attacchi improvvisi di ansia, che ricordano un attacco di cuore e che portano alla disperazione, durano fino a 20 minuti. Sono accompagnati da battito cardiaco accelerato, sudorazione, dolore al petto, mancanza di respiro; la paura della morte può "attaccare". Gli attacchi di panico sono spesso combinati con agorafobia (paura dei luoghi pubblici) o claustrofobia (paura degli spazi chiusi).
  4. Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). È un disturbo d'ansia in cui il paziente è posseduto da pensieri ossessivi (ossessioni), con conseguente intensa ansia interiore. Allo stesso tempo, per sbarazzarsi dell'ansia, una persona commette azioni ossessive (compulsioni). Una delle manifestazioni più comuni del DOC è la paura della contaminazione: i pazienti si lavano le mani molto spesso, e spesso un certo numero di volte (un tale rituale porta conforto per un po '), mentre la persona comprende l'insensatezza delle loro azioni, ma non può rifiutarle.
  5. Disturbo d'ansia sociale. Questa è una violazione dell'adattamento sociale, la paura di interagire con la società. Un tale disturbo riduce significativamente la qualità della vita, perché situazioni quotidiane assolutamente ordinarie causano un'ansia eccessiva. I pazienti non possono mangiare in pubblico, evitare di fare conoscenze e anche la necessità di chiamare, ad esempio, un idraulico provoca il panico. Allo stesso tempo, la stessa sensazione di ansia provoca disagio psicologico, poiché i pazienti sono timidi e hanno paura che gli altri possano notarlo.
  6. Disturbo post-traumatico da stress (PTSD). Nasce come conseguenza di un intenso psicotrauma (violenza, minacce di morte). Il disturbo da stress post-traumatico è caratterizzato da un'eccessiva vigilanza e ansia, inoltre, gli eventi traumatici possono "cadere" dalla memoria.

Tuttavia, i sentimenti irrazionali di ansia non sono necessariamente il risultato di un disturbo d'ansia. A volte è più corretto cercare ragioni non a livello di psicologia o psichiatria, ma a livello di fisiologia, poiché l'ansia senza fondamento è uno dei sintomi di malfunzionamenti nel corpo. Pertanto, una sensazione di ansia può segnalare malattie ormonali e cardiache, disturbi circolatori, nonché una mancanza di vari micro e macroelementi che sono fondamentali per il funzionamento dei sistemi nervoso ed endocrino..

Ad esempio, una sensazione di ansia può verificarsi quando il magnesio è carente. Questo elemento è coinvolto in più di 300 processi di regolazione e metabolismo. Con una mancanza di magnesio, i sistemi nervoso ed endocrino sono particolarmente colpiti, poiché i composti di magnesio sono coinvolti nella sintesi di un gran numero di ormoni, nel funzionamento delle cellule nervose e nella trasmissione di segnali attraverso i neuroni. In effetti, con una mancanza di magnesio, il metabolismo energetico è disturbato e il corpo non ha risorse sufficienti per far fronte a stress, fobie e sostanze irritanti. Quindi, sorge un circolo vizioso: la mancanza di magnesio provoca stress e ansia, che a loro volta aumentano il bisogno di magnesio..

Cosa fare quando l'ansia attacca?

Offriamo un algoritmo di azioni, in seguito al quale puoi far fronte a un maggiore senso di ansia.

  1. Respirate profondamente e lentamente. Con un sovraccarico nervoso, la frequenza di inspirazione-espirazione aumenta bruscamente. La normalizzazione cosciente della respirazione può avere l'effetto opposto, cioè calmare, calmare il battito cardiaco e le vertigini.
  2. Prova a rimuovere il trigger di preoccupazione. Per fare ciò, è necessario determinare quale fattore ha innescato l'attacco di panico (una vista dall'alto, incontrare una persona spiacevole) e allontanarsi dalla sua influenza (cambiare il punto di vista, lasciare la stanza e così via..
  3. Analizza e parla delle cause dell'attacco. Innanzitutto, aiuterà a individuare la radice del problema. In secondo luogo, lo stesso processo di comunicazione con coloro di cui ti fidi contribuisce al rilassamento emotivo. Se non ci sono persone vicine nelle vicinanze, puoi parlare da solo - questo ti aiuterà anche a calmarti..
  4. Cerca di distrarti. Sposta la tua attenzione su cose che di solito ti fanno sentire bene, come suonare musica o cantare una canzone.
  5. Meditare. Dopo aver imparato le pratiche meditative, puoi sviluppare la capacità di entrare in uno stato rilassato indipendentemente dalle circostanze..

Come sbarazzarsi di sentimenti di ansia e ansia

Le istruzioni sopra ti aiuteranno ad affrontare l'ansia improvvisa, ma se i tuoi attacchi di ansia sono regolari, dovresti consultare uno specialista. Egli prescriverà una serie di test ed esami che aiuteranno a identificare la causa, dopodiché selezionerà un programma di trattamento.

Le misure terapeutiche possono includere:

  1. Lavorare con uno psicologo. Lo specialista non solo aiuterà ad affrontare i problemi psicologici, ma insegnerà anche al paziente tecniche di rilassamento efficaci, il controllo della respirazione. Il trattamento dell'ansia e dell'ansia persistenti con la terapia cognitivo-comportamentale (CBT) ha dimostrato di essere utile nel rilevare modelli di pensiero negativi e convinzioni irrazionali che contribuiscono all'ansia. Inoltre, i metodi di terapia dell'esposizione si sono dimostrati efficaci: in esso, le paure del paziente legate a determinati fattori scatenanti vengono riprodotte in un ambiente sicuro noto. Ciò aumenta il controllo sulle paure e consente di ridurre gradualmente il livello di ansia..
  2. Terapia farmacologica. Ci sono molti farmaci che si sono dimostrati efficaci nel combattere i sentimenti di ansia continua. Queste sono classi di farmaci come tranquillanti, antidepressivi, antipsicotici atipici, anticonvulsivanti e beta-bloccanti. In particolare, sono diventati famosi gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina dagli antidepressivi, le benzodiazepine dai tranquillanti, che sono caratterizzati da un rapido raggiungimento di un effetto terapeutico. L'uso di questo gruppo di farmaci può essere accompagnato dal rischio di tossicodipendenza, sintomi di astinenza e una serie di effetti collaterali: letargia, ridotta attenzione, debolezza muscolare (che influiscono negativamente sull'attività quotidiana delle persone.

È urgente la questione di un gruppo alternativo di farmaci per il trattamento dei disturbi d'ansia con un migliore profilo di sicurezza. Gli esperti dell'Organizzazione mondiale della sanità raccomandano di considerare la possibilità di prescrivere ansiolitici non benzodiazepinici, preparati a base di erbe. Uno dei trattamenti alternativi più sicuri per i disturbi d'ansia lievi è l'uso di sedativi a base di erbe a base di valeriana, passiflora, luppolo, melissa e altri..

I migliori risultati si ottengono combinando farmacoterapia con metodi psicoterapici ed esercizio autonomo mirato a combattere l'ansia.

  • Correzione dello stile di vita. Non esiste una cura miracolosa per una costante sensazione di ansia (di regola, è necessaria una serie di misure. E molto dipende dal paziente stesso. Quindi, per sbarazzarsi di una sensazione irragionevole di ansia, vale la pena:
    • evitare situazioni che di solito diventano fattori scatenanti per la crescita dell'ansia, ad esempio tale comunicazione, che ora è comunemente chiamata tossica;
    • prenditi cura della tua salute: la malattia contribuisce alla crescita di ansia e paure;
    • sviluppare l'abitudine di fare educazione fisica, ginnastica per almeno 20-30 minuti al giorno. È utile interessarsi a complessi sanitari come yoga, qigong, pilates;
    • rinunciare all'alcol e ad altre sostanze che contribuiscono ai salti emotivi. Vale anche la pena ridurre il consumo di caffè e tè forte;
    • Trova un hobby rilassante come disegnare, lavorare a maglia
    • studiare e padroneggiare le tecniche di meditazione, rilassamento, compiacimento;
    • trova fonti di emozioni opposte alle paure. Questo può essere guardare film comici, sessioni di massaggi, camminare all'aria aperta;
    • stabilire un regime di sonno: andare a letto e svegliarsi allo stesso tempo, provvedere a condizioni confortevoli per il riposo (silenzio, buio, temperatura e umidità ottimali, letto comodo);
    • mangiare correttamente ed in modo equilibrato. Le diete eccessivamente restrittive dovrebbero essere abbandonate: la dieta dovrebbe contenere sia proteine, grassi che carboidrati. Anche l'eccesso di cibo non gioverà al corpo, non lasciarti trasportare da cibi grassi, fritti e piccanti.
  • Dato lo stile di vita stressante con tanti stress e la qualità di cibi poveri di nutrienti, sarà utile sostenere il proprio organismo assumendo vitamine, preparati con micro e macro elementi. Come già accennato, la mancanza di magnesio diventa spesso causa di ansia "senza causa". Pertanto, gli specialisti con una carenza di magnesio accertata, che è accompagnata da una maggiore eccitabilità e ansia, spesso prescrivono preparati di magnesio insieme ad ansiolitici, tranquillanti e sedativi a base di erbe..

    Quindi, la costante ansia oppressiva sembra solo essere priva di causa: ci sono sempre ragioni, anche se sono nascoste a livello di psicologia o fisiologia. Con tutta l'importanza della psicoterapia e della farmacoterapia per sbarazzarsi di forti sentimenti di ansia, gli sforzi principali dovrebbero essere diretti a correggere il tuo stile di vita. Ovviamente, in ogni caso, chiedere consiglio a uno specialista è una misura obbligatoria..

    Complesso con magnesio ed estratti di erbe contro l'ansia

    Il moderno complesso “Magnelis® Express calmness” può aiutare con ansia e tensione nervosa. Un lieve effetto lenitivo è fornito grazie alla presenza di magnesio, vitamina B9 ed estratti di piante officinali: passiflora, valeriana e luppolo. Quindi, i componenti del complesso hanno un effetto benefico sui processi di eccitazione e inibizione nel sistema nervoso centrale e contribuiscono a:

    • migliorare l'umore e alleviare l'ansia;
    • normalizzazione del sonno e della veglia;
    • aumentare la resistenza ai fattori di stress.

    Le raccomandazioni per l'uso di "Magnelis® Express Calm" sono molto semplici: basta una compressa al giorno per un mese. Puoi sentire un miglioramento dello stato psico-emotivo dopo la prima assunzione..

    * Il numero dell'integratore alimentare "Magnelis® Express calmness" nel Registro dei certificati di registrazione statale di Rospotrebnadzor - RU.77.99.88.003.Е.001136.03.18, data di registrazione - 20 marzo 2018.

    La carenza di magnesio può causare nervosismo, ansia e insonnia.

    Quando si sceglie una preparazione di magnesio, è importante prestare attenzione al dosaggio giornaliero richiesto dell'elemento.

    Il magnesio è uno degli elementi più importanti per la funzione cerebrale. La carenza di magnesio può avere effetti negativi sulla concentrazione, la memoria e le prestazioni.

    Magnelis® Express Calm contiene magnesio ed estratti di valeriana, luppolo e passiflora, che hanno un leggero effetto lenitivo.

    Quali preparati con estratti di erbe aiutano a normalizzare il sonno?

    "Magnelis® Express Calm" - un complesso di magnesio ed estratti vegetali per rafforzare il sistema nervoso.

    C'è solo una risposta corretta alla domanda su come sbarazzarsi della sensazione di ansia: la prima cosa da fare è contattare uno specialista. Solo dopo aver determinato la causa di questa condizione, puoi iniziare il trattamento.

    Panico, paura, ansia, cura

    Ogni persona fin dall'infanzia almeno una volta ha sperimentato panico e paura senza motivo. Una forte eccitazione che sale dal nulla, una sensazione di panico travolgente non può essere dimenticata, accompagna una persona ovunque. Le persone che soffrono di fobie, attacchi di paura irragionevole sono ben consapevoli delle spiacevoli sensazioni di stordimento, tremore degli arti, comparsa di sordità e "pelle d'oca" davanti agli occhi, polso accelerato, mal di testa improvviso, debolezza in tutto il corpo, nausea che si avvicina.

    La ragione di questa condizione è facilmente spiegabile: un ambiente sconosciuto, nuove persone, ansia prima di un'esibizione, esami o una conversazione seria e spiacevole, paura nello studio di un medico o di un capo, ansia e preoccupazioni per la tua vita e quella dei tuoi cari. Le ansie e le paure causali sono curabili e alleviate ritirandosi dalla situazione che si è creata o ponendo fine all'azione che causa il disagio.

    Nessun motivo per farsi prendere dal panico

    Molto più difficile è la situazione in cui si avverte un'allarmante sensazione di panico e paura senza motivo. L'ansia è una sensazione costante, irrequieta e crescente di paura inspiegabile che sorge in assenza di pericolo e minaccia per la vita umana. Gli psicologi distinguono 6 tipi di disturbi d'ansia:

    1. Attacchi d'ansia. Appaiono quando una persona deve attraversare lo stesso episodio emozionante o un evento spiacevole che è già accaduto nella sua vita e il suo esito è sconosciuto.
    2. Disturbo generalizzato. Una persona con questo disturbo pensa costantemente che qualcosa sta per accadere o che qualcosa sta per accadere..
    3. Fobie. Questa è la paura di oggetti inesistenti (mostri, fantasmi), l'esperienza prima di una situazione o di un'azione (volo in altitudine, nuoto in acqua), che non rappresentano davvero un pericolo.
    4. Disturbo ossessivo-compulsivo. Questi sono pensieri ossessivi che un'azione dimenticata da una persona possa danneggiare qualcuno, ricontrollo infinito di queste azioni (rubinetto aperto, ferro scollegato), azioni ripetute molte volte (lavarsi le mani, pulire).
    5. Disordine sociale. Si manifesta come una timidezza molto forte (paura del palco, folla di persone).
    6. Disturbo post traumatico da stress. Paura costante che eventi che sono stati feriti o pericolosi per la vita si ripetano.

    Interessante! Una persona non può nominare una sola ragione della sua ansia, ma può spiegare come una sensazione di panico lo sorpassa: l'immaginazione dà una varietà di immagini terribili da tutto ciò che una persona ha visto, conosce o letto.

    Una persona avverte fisicamente attacchi di panico. Un attacco improvviso di ansia profonda è accompagnato da una diminuzione della pressione, costrizione dei vasi sanguigni, intorpidimento delle braccia e delle gambe, una sensazione di irrealtà di ciò che sta accadendo, pensieri confusi, desiderio di scappare e nascondersi.

    Esistono tre tipi distinti di panico:

    • Spontaneo: si verifica in modo imprevisto, senza motivo o circostanza.
    • Situazionale: appare quando una persona si aspetta una situazione spiacevole o qualche problema difficile.
    • Condizionalmente situazionale: si manifesta come risultato dell'uso di una sostanza chimica (alcol, tabacco, droghe).

    Succede che non ci sono ragioni apparenti. Gli attacchi avvengono da soli. Ansia e paura perseguitano una persona, ma in questi momenti della vita nulla la minaccia, non ci sono situazioni fisiche e psicologiche difficili. Gli attacchi di ansia e paura aumentano, impedendo a una persona di vivere normalmente, lavorare, comunicare e sognare.

    I principali sintomi delle convulsioni

    La costante paura che un attacco di ansia inizi nel momento più inaspettato e in qualsiasi luogo affollato (su un autobus, in un bar, in un parco, in un posto di lavoro) non fa che rafforzare la coscienza umana già distrutta.

    Cambiamenti fisiologici durante un attacco di panico che avvertono di un attacco imminente:

    • cardiopalmus;
    • sensazione di ansia nella regione toracica (scoppio al petto, dolore incomprensibile, "nodo alla gola");
    • cadute e picchi di pressione sanguigna;
    • lo sviluppo della distonia vascolare;
    • mancanza d'aria;
    • paura della morte imminente;
    • sensazione di caldo o freddo, nausea, vomito, vertigini;
    • mancanza temporanea di vista o udito acuti, coordinazione ridotta;
    • perdita di conoscenza;
    • minzione incontrollata.

    Tutto ciò può causare danni irreparabili alla salute umana..

    Importante! Disturbi fisici come vomito spontaneo, emicranie debilitanti, anoressia o bulimia possono cronicizzarsi. Una persona con una psiche distrutta non sarà in grado di vivere una vita piena.

    Ansia da sbornia

    Una sbornia è un mal di testa, vertigini insopportabili, non c'è modo di ricordare gli eventi di ieri, nausea e vomito, disgusto per ciò che è stato bevuto e mangiato ieri. Una persona è già abituata a questo stato e non causa paure, ma sviluppandosi gradualmente, il problema può trasformarsi in una grave psicosi. Quando una persona consuma alcol in grandi quantità, si verifica un malfunzionamento nel sistema circolatorio e il cervello non riceve abbastanza sangue e ossigeno, un disturbo simile si verifica nel midollo spinale. Ecco come appare la distonia vegetativa..

    I sintomi dell'ansia da sbornia sono i seguenti:

    • disorientamento;
    • blackout: una persona non riesce a ricordare dove si trova e in quale anno vive;
    • allucinazioni - non capire se si tratta di un sogno o di una realtà;
    • polso rapido, vertigini;
    • senso di ansia.

    Nelle persone gravemente ubriache, oltre ai sintomi principali, appare l'aggressività, la mania della persecuzione - tutto ciò inizia gradualmente ad assumere una forma più complessa: inizia il delirium tremens e la psicosi maniaco-depressiva. I prodotti chimici hanno un effetto devastante sul sistema nervoso e sul cervello, il dolore è così spiacevole che una persona pensa al suicidio. A seconda della gravità dei postumi da ansia, è indicato il trattamento farmacologico.

    Nevrosi d'ansia

    Il superlavoro fisico e psicologico, le situazioni stressanti lievi o acute sono le ragioni della comparsa di nevrosi d'ansia in una persona. Questo disturbo si trasforma spesso in una forma più complessa di depressione o addirittura in una fobia. Pertanto, è necessario iniziare a trattare la nevrosi d'ansia il prima possibile..

    Più donne soffrono di un tale disturbo, poiché il loro background ormonale è più vulnerabile. Sintomi di nevrosi:

    • senso di ansia;
    • palpitazioni;
    • vertigini;
    • dolore in vari organi.

    Importante! I giovani con una psiche instabile, con problemi al sistema endocrino, le donne in menopausa e squilibrio ormonale, così come le persone i cui parenti soffrivano di nevrosi o depressione sono suscettibili di nevrosi d'ansia.

    Nel periodo acuto della nevrosi, una persona avverte una sensazione di paura, che si trasforma in un attacco di panico, che può durare fino a 20 minuti. Si osservano mancanza di respiro, mancanza di respiro, tremori, disorientamento, vertigini, svenimento. Il trattamento della nevrosi d'ansia consiste nell'assunzione di farmaci ormonali.

    Depressione

    Un disturbo mentale in cui una persona non può godersi la vita, divertirsi a comunicare con i propri cari, non vuole vivere, si chiama depressione e può durare fino a 8 mesi. Molte persone sono a rischio di contrarre questo disturbo se hanno:

    • eventi spiacevoli: perdita di persone care, divorzio, problemi sul lavoro, mancanza di amici e familiari, problemi finanziari, cattiva salute o stress;
    • trauma psicologico;
    • membri della famiglia che soffrono di depressione;
    • lesioni infantili;
    • farmaci auto-prescritti presi;
    • uso di droghe (alcol e anfetamine);
    • trauma cranico passato;
    • diversi episodi di depressione;
    • condizioni croniche (diabete, malattie polmonari croniche e malattie cardiovascolari).

    Importante! Se una persona ha sintomi come mancanza di umore, depressione, apatia, indipendentemente dalle circostanze, mancanza di interesse per qualsiasi tipo di attività, pronunciata mancanza di forza e desiderio, rapida stanchezza, la diagnosi è ovvia.

    Una persona che soffre di un disturbo depressivo è pessimista, aggressiva, ansiosa, ha un costante senso di colpa, non è in grado di concentrarsi, ha disturbi dell'appetito, insonnia e pensieri suicidi.

    L'incapacità a lungo termine di identificare la depressione può portare una persona a usare alcol o altri tipi di sostanze, che influenzeranno in modo significativo la sua salute, la vita e la vita dei suoi cari.

    Fobie così diverse

    Una persona che soffre di disturbi d'ansia, provando sentimenti di paura e ansia, è sul punto di passare a una malattia nevrotica e mentale più grave. Se la paura è la paura di qualcosa di reale (animali, eventi, persone, circostanze, oggetti), allora la fobia è una malattia dell'immaginazione malata, quando la paura e le sue conseguenze vengono inventate. Una persona che soffre di una fobia vede costantemente oggetti o attende situazioni che sono spiacevoli per lui e lo spaventano, il che spiega gli attacchi di paura irragionevole. Avendo pensato e risolto il pericolo e la minaccia nella sua mente, una persona inizia a provare una sensazione di grave ansia, inizia il panico, attacchi di soffocamento, sudore delle mani, gambe imbottite, svenimento, perdita di coscienza.

    I tipi di fobie sono molto diversi e sono classificati in base all'espressione della paura:

    • fobia sociale - paura di essere al centro dell'attenzione;
    • agorafobia: paura di essere indifesi.

    Fobie relative a oggetti, oggetti o azioni:

    • animali o insetti - paura di cani, ragni, mosche;
    • situazioni - paura di essere solo con te stesso, con gli stranieri;
    • forze naturali: paura dell'acqua, della luce, delle montagne, del fuoco;
    • salute: paura dei medici, del sangue, dei microrganismi;
    • stati e azioni - paura di parlare, camminare, volare;
    • oggetti: paura dei computer, del vetro, del legno.

    Gli attacchi di ansia e ansia in una persona possono essere causati dalla situazione approssimativa vista al cinema o al teatro, da cui una volta in realtà ha ricevuto un trauma mentale. Spesso ci sono attacchi di paura irragionevole a causa dell'immaginazione messa in atto, che ha dato immagini terribili delle paure e delle fobie di una persona, causando un attacco di panico.

    Guarda questo video per l'utile esercizio Come sbarazzarsi di paura e ansia:

    Diagnosi stabilita

    Una persona vive in uno stato di irrequietezza costante, che è aggravata da una paura irragionevole e gli attacchi di ansia diventano frequenti e prolungati, gli viene diagnosticato un attacco di panico. Tale diagnosi è indicata dalla presenza di almeno quattro sintomi ricorrenti:

    • polso rapido;
    • respiro caldo e rapido;
    • attacchi d'asma;
    • mal di stomaco;
    • sentirsi "fuori dal corpo";
    • paura della morte;
    • paura di impazzire;
    • brividi o sudorazione;
    • dolore al petto;
    • svenimento.

    Assistenza medica e indipendente

    Specialisti nel campo della psicologia (ad esempio, la psicologa Nikita Valerievich Baturin) aiuteranno a scoprire in modo tempestivo le cause dell'ansia, che causano attacchi di panico, e anche a capire come trattare questa o quella fobia e sbarazzarsi di attacchi di paura irragionevole.

    Possono essere prescritti diversi tipi di terapia, che vengono eseguiti da uno specialista:

    • psicoterapia orientata al corpo;
    • psicoanalisi;
    • Programmazione Neuro Linguistica;
    • psicoterapia familiare sistemica;
    • sessioni ipnotiche.

    Oltre ai farmaci, puoi provare a prevenire o alleviare l'ansia da solo. Questo potrebbe essere:

    • esercizi di respirazione - respirare nello stomaco o gonfiare un palloncino;
    • fare una doccia di contrasto;
    • meditazione;
    • conteggio distratto di oggetti nella stanza o fuori dalla finestra;
    • prendendo tinture a base vegetale;
    • fare sport o quello che ami;
    • passeggiate all'aria aperta.

    La famiglia, la famiglia e gli amici della persona con il disturbo possono essere di grande aiuto per identificare il problema. Avendo parlato con una persona, puoi imparare molto più velocemente e di più sulla sua malattia, lui stesso potrebbe non parlare mai delle sue paure e ansie.

    Supportare parenti e amici con una parola e un atto gentili, l'adesione a semplici regole durante i periodi di attacchi di panico e ansia, visite regolari a specialisti e l'attuazione sistematica delle loro raccomandazioni: tutto ciò contribuisce al sollievo precoce dei disturbi esistenti e al completo rilascio da essi.