STORIA DELLO SVILUPPO DELL'ARTE TERAPIA
articolo sull'argomento

Nella pedagogia moderna, il termine arteterapia è sempre più utilizzato. Che cos'è? Da dove viene il metodo di arteterapia, le sue tecniche, i compiti.

Scarica:

L'allegatoLa dimensione
istoriya_razvitiya_art.docx21,29 KB

Anteprima:

STORIA DELLO SVILUPPO DELL'ARTE TERAPIA

L'arte terapia è un metodo di psicoterapia relativamente nuovo. Questo termine fu usato per la prima volta da Adrian Hill nel 1938 per descrivere il suo lavoro con i malati di tubercolosi e presto divenne molto diffuso. Ora è usato per riferirsi a tutti i tipi di arte che si svolgono negli ospedali e nei centri di salute mentale, anche se molti esperti del settore considerano questa definizione troppo ampia e imprecisa. L'efficacia dell'applicazione dell'arte nel contesto del trattamento si basa sul fatto che questo metodo consente di sperimentare i sentimenti, esplorarli ed esprimerli a livello simbolico. L'arte simbolica risale ai disegni rupestri dei popoli primitivi. Gli antichi usavano il simbolismo per identificare il loro posto nello spazio del mondo e cercare il significato dell'esistenza umana. L'arte riflette la cultura e le caratteristiche sociali della società in cui esiste. Ciò è particolarmente confermato nel nostro tempo dal rapido cambiamento degli stili nell'arte in risposta ai cambiamenti nelle tendenze e nei valori culturali..

Nelle fasi iniziali, l'arteterapia rifletteva le idee della psicoanalisi, secondo la quale il prodotto finale della creatività del paziente, sia esso qualcosa disegnato con una matita, scritto con colori, scolpito o costruito, è considerato come un'espressione di processi inconsci che avvengono nella sua psiche. Negli anni '20. Prinzhorn ha condotto uno studio classico sul lavoro dei pazienti con disabilità mentali e ha concluso che il loro lavoro artistico riflette i conflitti più intensi. Negli Stati Uniti, Margaret Naumburg è stata una delle prime a dedicarsi all'arte terapia. Ha esaminato i bambini con problemi comportamentali presso l'Istituto psichiatrico dello Stato di New York e successivamente ha sviluppato diversi programmi di formazione sulla terapia di orientamento psicodinamico. Nel suo lavoro, Naumburg si è basata sull'idea di Freud che i pensieri e le esperienze primarie che sorgono nel subconscio sono spesso espressi sotto forma di immagini e simboli, e non verbalmente.

L'arte terapia media la comunicazione simbolica tra paziente e terapista. Le immagini della creazione artistica riflettono tutti i tipi di processi subconsci, comprese paure, conflitti, ricordi d'infanzia, sogni, cioè quei fenomeni che i terapisti di orientamento freudiano indagano durante la psicoanalisi.

Le tecniche di arteterapia si basano sul presupposto che l'io interiore si rifletta nelle forme visive dal momento in cui una persona inizia a dipingere, dipingere o scolpire spontaneamente. Sebbene Freud sostenesse che l'inconscio si manifesta in immagini simboliche, egli stesso non utilizzava l'arte terapia nel suo lavoro con i pazienti e non incoraggiava direttamente i pazienti a creare disegni. D'altra parte, il discepolo più vicino di Freud, Carl Jung, suggerì con insistenza che i pazienti esprimessero i loro sogni e le loro fantasie nei disegni, considerandoli come uno dei mezzi per studiare l'inconscio. I pensieri di Jung sui simboli personali e universali e l'immaginazione attiva dei pazienti hanno avuto una grande influenza su coloro che praticano l'arte terapia. Tradizionalmente, gli specialisti di arteterapia non avevano uno status indipendente e venivano usati come assistenti di psichiatri e psicologi nei casi in cui disegni, immagini di bambini e pazienti adulti negli ospedali potessero aiutare a stabilire una diagnosi e per la terapia stessa. Come vedremo, questo uso di materiale artistico differisce significativamente dall'uso di test proiettivi come il test di Rorschach o il test di appercezione tematica (TAT)..

L'arte terapia è attualmente utilizzata non solo negli ospedali e nelle cliniche psichiatriche, ma anche in altri contesti, come forma di terapia indipendente e come applicazione ad altri tipi di terapia di gruppo. La maggior parte degli arteterapeuti del Nord America continua a lavorare su concetti freudiani o junghiani. Tuttavia, molti specialisti in questo campo sono fortemente influenzati dalla psicologia umanistica e concludono che le teorie umanistiche della personalità forniscono una base più adatta per il loro lavoro rispetto alla teoria psicoanalitica..

Arteterapia (tradotto dall'inglese - arteterapia).

Il metodo di psicoterapia associato all'espressione delle emozioni e di altri contenuti della psiche umana attraverso l'arte al fine di cambiare lo stato e la struttura della visione del mondo. Le basi del metodo furono poste nelle opere di Prinzhorn, Z. Freud, K.G. Jung, che ha utilizzato il proprio disegno per convalidare l'idea di simboli personali e universali, e Naumburg. In Russia, le manifestazioni creative nella malattia mentale sono state studiate da P.I. Karpov. In futuro, gli psicoterapeuti umanistici hanno avuto una grande influenza sullo sviluppo dell'arte terapia..

Questo metodo è molto comune nei paesi di lingua inglese e prevede il trattamento delle belle arti con l'obiettivo di influenzare lo stato psico-emotivo del paziente, principalmente con le arti visive: disegno, grafica, pittura, scultura, design, piccola plastica, intaglio, bruciore, inseguimento, batik, arazzo, mosaico, affreschi, vetrate, tutti i tipi di artigianato dalla pelliccia, pelle, tessuti, video arte, installazione, performance, computer art, ecc..

L'arteterapia è un concetto complesso che include molte forme e metodi diversi, e quindi non esiste una classificazione generalmente accettata di esso..

Ci sono 4 aree principali dell'Arteterapia:

1. Arteterapia passiva. Analisi e interpretazione da parte del paziente di opere d'arte già esistenti.

2. Arteterapia attiva. Incoraggiare i pazienti a creare in modo indipendente, mentre l'atto creativo è visto come il principale fattore terapeutico.

3. Uso simultaneo del primo e del secondo principio.

4. Enfatizzare il ruolo dello psicoterapeuta stesso, il suo rapporto con il paziente nel processo di insegnamento della creatività.

Il vantaggio dell'arteterapia risiede nella capacità di valutare più profondamente il comportamento di una persona, di formarsi un'opinione in quale fase della vita si trova. I disegni e l'artigianato riflettono non solo i pensieri momentanei, ma anche quelli relativi al futuro e al passato del paziente, nonché le esperienze soppresse e nascoste. L'effetto fisico e fisiologico dell'arteterapia risiede nel fatto che la creatività visiva aiuta a migliorare la coordinazione, il recupero e la differenziazione più sottile degli atti ideomotori. Anche l'effetto diretto sul corpo del colore, delle linee, della forma non è da sottovalutare..

MECCANISMI DI TRATTAMENTO DELL'ARTE TERAPIA

Esistono diversi punti di vista sul meccanismo dell'azione terapeutica dell'arteterapia:

1. Creatività. In primo piano c'è la fede nella base creativa dell'uomo, la mobilitazione di forze creative latenti, che di per sé ha un effetto terapeutico. Questo è uno dei mezzi per superare la paura che nasce in connessione con il conflitto che si forma in una persona, il cui comportamento è governato dal desiderio di realizzare la personalità. Le persone creative sono più brave a concentrare le loro energie, i loro punti di forza per superare gli ostacoli e risolvere i conflitti interni ed esterni. L'enfasi nella terapia è posta sull'attività creativa, sulla capacità di creare e incoraggiare il paziente a creare in modo indipendente.

2. Sublimazione. La sublimazione artistica si verifica quando gli impulsi istintivi (sessuali, aggressivi) e gli stati emotivi (depressione, malinconia, depressione, paura, rabbia, insoddisfazione) di una persona vengono sostituiti da una rappresentazione visiva, artistico-figurativa. Pertanto, il pericolo di manifestazioni esterne di queste esperienze in attività socialmente indesiderabili è ridotto. Le opere di arteterapia contribuiscono alla svolta del contenuto dei complessi nella coscienza e all'esperienza delle emozioni negative che l'accompagnano. Ciò è particolarmente importante per i clienti che non possono parlare; esprimere le tue fantasie nella creatività è più facile che parlarne. Le fantasie, raffigurate su carta o realizzate in argilla, spesso velocizzano e facilitano la verbalizzazione delle esperienze. Nel processo di lavoro, la protezione che esiste durante il contatto verbale e abituale viene eliminata o ridotta, quindi, come risultato dell'arteterapia, il paziente valuta più correttamente e realisticamente i suoi disturbi e sentimenti del mondo che lo circonda. Disegnare, come sognare, rimuove la barriera della "censura dell'ego" che rende difficile esprimere verbalmente elementi conflittuali inconsci.

3. L'aspetto proiettivo in questo caso, l'attenzione principale non è prestata al processo di creazione. A guidare è l'orientamento mirato del terapeuta all'aspetto proiettivo della procedura e il suo focus sull'informazione. La funzione della terapia proiettiva è che la proiezione delle idee interiori cristallizza e rafforza i ricordi e le fantasie in una forma permanente. Nel corso della terapia artistica proiettiva, la dimostrazione di sentimenti, atteggiamenti, condizioni dovrebbe essere stimolata in modo che una persona conosca, comprenda tutti questi sentimenti e li superi in se stessa. La specificità del disegno proiettivo è che il medico offre al paziente una trama di natura proiettiva e poi discute i disegni e li interpreta.

4. L'arte terapia come lavoro. Si suppone che l'attività mirata e gratificante sia un "processo di guarigione" che attenua i disturbi e unifica le risposte sane. Particolare importanza è attribuita alla natura collettiva delle lezioni di arteterapia. A loro viene attribuito un effetto catalitico e comunicativo che contribuisce a migliorare la consapevolezza di sé, comprendere il proprio ruolo nella società, il proprio potenziale creativo e superare le difficoltà di espressione di sé..

L'arteterapia può essere eseguita con un paziente, con i coniugi, con tutta la famiglia, in gruppo e in équipe.

Il setting in psicoterapia è un “insieme” di strumenti ausiliari (non la metodologia e la metodologia della psicoterapia e del counselling stesso) che inquadrano specifici processi di psicoterapia.

Uno specialista in arte terapia deve fornire ai partecipanti i materiali e gli strumenti necessari per la creazione artistica: set di colori, matite, pastelli, pennelli, plastilina, ma anche pezzi di legno, pietre, frammenti di materia, carta. L'aula dovrebbe essere ben illuminata e tale che i partecipanti possano muoversi liberamente.

Le funzioni di un arteterapeuta sono piuttosto complesse e variano a seconda della situazione. Ha bisogno di possedere determinate abilità di arte artistica e decorativa-applicata, poiché quando si conduce l'arteterapia non si devono solo raccontare, ma anche mostrare le tecniche della creatività artistica. Lo specialista richiede studi sistematici indipendenti nella creazione artistica, che gli consentono di sentire e comprendere meglio molti dei processi, grazie ai quali il potenziale psicoterapeutico del metodo è in gran parte realizzato.

Lo specialista può consigliare il paziente, annotare i pensieri che sono sorti in lui durante il lavoro.

Primo passo. Informativo. In questa fase vengono risolte questioni di natura sociale e comunicativa:

- è necessario superare la resistenza associata al diffuso "complesso di incapacità", imbarazzo davanti a un'occupazione insolita

- sviluppo di un atteggiamento per ulteriori trattamenti, che determina l'efficacia della terapia

- il paziente ha familiarità con le basi delle tecniche artistiche, una conversazione sul lavoro di varie direzioni e stili, visite a musei e mostre.

Seconda fase. Quando il paziente supera la resistenza, che può essere determinata riducendo la formalità nel lavoro, l'arteterapeuta può iniziare a risolvere direttamente i problemi di trattamento.

Nelle fasi iniziali del lavoro, è più opportuno essere nominati da un arteterapeuta; in futuro, l'attività è fornita al cliente. Non aderiscono a una serie di argomenti rigida e definita. Gli argomenti coprono diverse aree della vita del cliente e sono solo linee guida. Il requisito principale per gli argomenti è il loro potenziale per provocare ulteriori discussioni. Tuttavia, devono tenere conto della resistenza naturale delle persone che non possono disegnare o scolpire le persone, nonché delle priorità..

È considerato importante identificare il simbolismo individuale di ogni paziente, che può esprimere le sue aspirazioni in diversi momenti della vita..

terapia artistica in crisi di conflitto

Nel gruppo di arteterapia, gli effetti terapeutici sono strettamente intrecciati con gli effetti del gruppo psicoterapeutico. La dimensione del gruppo è solitamente di 8-10 persone.

Si consiglia di utilizzare solo trattamenti a lungo termine (a volte più sessioni di seguito). Una lunga seduta costringe il cliente a immergersi più in profondità, concentrarsi più intensamente sul problema, analizzarlo in modo completo e cercare chiarimenti. Con un'attività prolungata, aumenta anche la comunicazione di gruppo, si sviluppa un senso di coesione e solidarietà di gruppo. La partecipazione attiva all'arte terapia è un must per tutti i membri del gruppo.

L'inizio del lavoro di gruppo è necessariamente preceduto da una conversazione speciale, in cui viene spiegato il significato di arteterapia per il funzionamento del gruppo e viene dimostrato il lavoro dei partecipanti dei gruppi precedenti. Inoltre, nelle prime lezioni, possono essere condotti giochi creativi volti a rinnovare la conoscenza dei materiali visivi, riducendo la tensione. A poco a poco, il processo di arteterapia cessa di essere un problema, la paura scompare, le obiezioni associate alla difficoltà di raffigurare diminuiscono e l'attenzione non è sull'opera in sé, ma sul suo autore. Inizia una discussione analitica, associata alla personalità dell'autore, i pazienti hanno ipotesi sugli argomenti che vengono posti, valutazioni serie e generalizzanti, emozioni. La discussione dei lavori avviene immediatamente dopo la fine del disegno, della modellazione, della realizzazione dei mestieri. La discussione inizia con la proposta dell'Arteterapeuta di riflettere, di toccare con mano il disegno, il prodotto, per capire quello che dice l'autore. Un arteterapeuta può partecipare alla discussione su base generale, ma è preferibile farlo, soprattutto all'inizio, sotto forma di domande agli interpreti, poiché le interpretazioni dell'arteterapista sono percepite dal resto del gruppo con l'aspettativa della sua "onniscienza" e possono ostacolare e rallentare l'iniziativa del gruppo. Il compito dell'arteterapeuta durante la discussione è quello di stimolare la discussione e utilizzare le informazioni che emergono durante la lezione non solo dai lavori finiti, ma anche dal comportamento dei membri del gruppo.

INDICAZIONI, CONTROINDICAZIONI E DIREZIONI PER L'ARTE TERAPIA

Indicazioni per l'arte terapia

Abbastanza ampia in quanto la sua applicazione può variare dalla preoccupazione superficiale all'analisi approfondita delle esperienze individuali nascoste. Il metodo viene applicato a pazienti di età diverse entro i più ampi limiti diagnostici.

L'arte terapia può essere utilizzata:

· Come rimedio sedativo (sedativo) per l'agitazione psicomotoria e le tendenze aggressive;

Come distrazione e occupazione

Facilitare il contatto con il disadattamento sociale

Rivelare esperienze nascoste

Come agente attivante e adattivo

Con l'aumento dei disturbi del sonno

Come metodo psicoprofilattico per ridurre lo stress e la frustrazione, ritrovare un senso di autostima, liberarsi dai dubbi sulle proprie capacità.

Nella terapia dei pazienti con nevrosi

Con forme resistenti di psicopatia

· Per coloro che, a causa delle caratteristiche fisiche o mentali della propria condizione, sono limitati nei contatti sociali. Esperienza creativa, nuove competenze e abilità consentono loro di partecipare in modo più attivo e indipendente alla vita della società, ampliare il raggio delle loro scelte sociali e professionali.

Condizioni che non consentono al paziente di stare seduto alla scrivania per un certo tempo

Quando il paziente interferisce con gli altri.

Pazienti con grave agitazione psicomotoria o maniacale, che non consente loro di concentrarsi sull'oggetto dell'azione

Compromissione della coscienza e gravi disturbi depressivi con astinenza.

L'arteterapia è combinata con altre forme di terapia creativa e tecniche psicoterapeutiche: in combinazione con musica, poesia, dramma terapia, con terapia orientata al corpo, con training autogeno e meditazione diretta, con tecniche per lavorare con sogni, miti e fiabe, oltre che con transpersonale terapia.

Lavorare con materie plastiche

La gamma di problemi che possono essere risolti utilizzando tecniche di arteterapia è piuttosto ampia: conflitti intra e interpersonali, stati di crisi, comprese crisi esistenziali e legate all'età, traumi, perdite, PTSD, disturbi nevrotici e psicosomatici, ecc. utilizzato nella consulenza e nella terapia per adulti, bambini e adolescenti, individualmente e in gruppo. Inoltre, uno dei compiti più importanti dell'arteterapia è il ripristino delle connessioni neuroticamente disturbate tra affetto e intelletto, lo sviluppo dell'integrità della personalità, la scoperta di significati personali attraverso la creatività..

L'arteterapia è un modo di adattamento sociale. L'arteterapia è particolarmente importante per le persone con disabilità che, per le caratteristiche fisiche o mentali della loro condizione, sono spesso socialmente disadattate, limitate nei contatti sociali. L'esperienza creativa, l'autoconsapevolezza, lo sviluppo di nuove abilità e capacità consentono a queste persone di partecipare in modo più attivo e indipendente alla vita della società, ampliare il raggio delle loro scelte sociali e professionali. Lo sviluppo del potenziale creativo di una persona contribuisce alla sua capacità di prendere decisioni, costruire la sua vita con più successo

Sul tema: sviluppi metodologici, presentazioni e note

L'articolo parla della formazione dell'educazione prescolare nella città di Omutninsk.

Sinossi della lezione tematica della serie "Storia dello sviluppo dello sport" per bambini in età prescolare senior "I primi giochi olimpici" con una presentazione.

L'articolo descrive le fasi principali nello sviluppo delle opinioni sulla gestione dei sistemi educativi. La conoscenza delle specifiche di ogni fase consentirà al manager di organizzare più efficacemente la sua gestione.

Tema dell'intrattenimento sportivo: Giochi Olimpici in Russia Scopo: fornire ai bambini una prima comprensione della storia dei Giochi Olimpici.

Obiettivo Formazione di un atteggiamento di valore nei confronti di una persona Compiti - Chiarire le idee sulla sequenza delle fasi della vita di una persona - Promuovere la manifestazione della necessità di ottenere informazioni sulla storia..

Nel 2013, la comunità psicologica mondiale celebra segretamente il centenario del metodo della terapia con la sabbia, poiché nel 1913 Dora Calf e Margaret Lowenfeld descrissero per la prima volta l'uso di una sandbox di.

Presentazione dei bambini in età prescolare alla storia dei trasporti.

LiveInternetLiveInternet

  • registrazione
  • ingresso

-Categorie

  • Cinema, stelle del cinema (384)
  • 100 meraviglie del mondo (33)
  • Posizioni anormali (62)
  • Archeologia, scavi, scoperte (477)
  • Architettura, castello, fortezza, guado (1036)
  • Astrologia, segni, pianeti (12)
  • Bioenergia, energia delle cose, alberi (25)
  • Video (473)
  • Vita orientale, interessante (50)
  • Tempo, calendari, misurazione del tempo (106)
  • Sopravvivenza in condizioni estreme (82)
  • Lavoro a maglia, tessitura. (39)
  • Hyperborea, Shambhala, Tibet (90)
  • Arti e mestieri (435)
  • Diario, decorazione (380)
  • Cornici per versi (91)
  • Casa, cottage, miglioramento, consigli utili (344)
  • Città e paesi antichi. Patrimonio Unesco (65)
  • Antiche civiltà (162)
  • Spiritualità, creatività, intuizione, meditazione (529)
  • Donna, bellezza, moda (926)
  • ZhZL. Le vite di persone straordinarie (205)
  • Pittura, (e diverse nature morte) (1010)
  • Pittura1 (754)
  • Animali (140)
  • Indovinelli, ipotesi, UFO (322)
  • Salute, dieta, pulizia (1070)
  • Salute, medicina (1221)
  • Interessante!! (3865)
  • Storia del mondo, civiltà, (1410)
  • Storia dalla Russia alla Russia. Slavi, paganesimo (489)
  • Libri, scrittori (563)
  • Computer (250)
  • Spazio, universo (494)
  • Bei posti del mondo! (399)
  • Cucina, cottura al forno, torte, torte (786)
  • Cucina, carne, pesce, insalate, ecc. (809)
  • Cultura, Culturologia, Morale (1018)
  • Amore, Famiglia (556)
  • Misticismo, Esoterismo, Sciamano, Divinazione, Oroscopo, Tarocchi (309)
  • Miti, leggende, cerchi nel grano, simboli, labirinti. (180)
  • Mare, abitanti, segreti. (161)
  • Musica (1184)
  • Scienza, fenomeni, superpoteri dell'uomo (933)
  • Parchi, giardini (150)
  • Pedagogia, educazione, istruzione (557)
  • Pleykast, clipart (271)
  • Conoscenza del mondo e di te stesso (427)
  • Politica, economia (391)
  • Poesia, testi, poesie (697)
  • Ortodossia, cristianesimo (155)
  • Proverbi, citazioni, aforismi (359)
  • Psicologia. (1610)
  • Gestalt (27)
  • Psicoterapia, pratica, esercizio fisico, psico-ginnastica (488)
  • Uccelli (59)
  • Viaggio (382)
  • Religioni del mondo (73)
  • Scultura, monumento (162)
  • Sportiva (10)
  • Maglie (80)
  • Disastri naturali (19)
  • Poesie selezionate. (158)
  • Paesi del mondo (486)
  • Segreti del secolo, enigmi, sconosciuti (1104)
  • Danza, balletto (214)
  • Test (170)
  • Tecnologia, invenzioni, (619)
  • Formazione all'immaginazione, puzzle, scacchi (252)
  • Filosofia, saggezza (702)
  • Foto, natura, paesaggio (358)
  • Templi, cattedrali della pace, monasteri (259)
  • Artisti, biografia (41)
  • Fiori, piante, alberi (464)
  • Bere il tè. Caffè. Piatti antichi, antiquariato, (104)
  • Sentimenti (423)
  • Fenomeni naturali, ecologia (403)

-Musica

  • Tutti (224)

-Ricerca nel diario

-Interessi

  • Tutti (14)

-Amici

  • Tutti (637)

-Lettori abituali

  • Tutti (801)

-Statistiche

La storia dell'Arteterapia!!

Venerdì 16 marzo 2012 14:00 + nel blocco delle quotazioni

Soddisfare
introduzione
1. La storia dell'arte terapia
2. La teoria dell'arte terapia
3. L'essenza, gli approcci, gli obiettivi dell'Arteterapia
4. Origami è una direzione relativamente nuova nell'arteterapia
Conclusione
Bibliografia

introduzione
L'arte terapia è una direzione in psicoterapia, psicocorrezione e riabilitazione, basata sulle lezioni dei clienti (pazienti) nelle arti visive. L'arte terapia può essere vista come una delle propaggini della psicoterapia artistica insieme alla musicoterapia, alla drammaterapia e alla danza del movimento..
Il termine "arteterapia" è stato utilizzato per la prima volta nei paesi di lingua inglese intorno agli anni '40 del XX secolo. Ha designato opzioni per la pratica medica e riabilitativa, diverse per forma e giustificazione teorica. Alcuni furono iniziati da artisti e furono realizzati principalmente in studi organizzati in grandi ospedali. Altri hanno ammesso elementi di interpretazione psicoanalitica dei prodotti visivi dei pazienti e si sono concentrati sulla loro relazione con l'analista..

Al giorno d'oggi, l'arteterapia è un'applicazione terapeutica della creatività visiva del cliente, che coinvolge l'interazione tra l'autore dell'opera d'arte, l'opera stessa e lo specialista. La creazione di immagini visive è considerata un importante mezzo di comunicazione interpersonale e una forma di attività cognitiva del cliente, che gli consente di esprimere esperienze precoci o rilevanti "qui e ora" che sono difficili da esprimere a parole.
Nonostante lo stretto legame con la pratica medica, in molti casi l'arte terapia acquisisce un orientamento prevalentemente psicoprofilattico, socializzante e di sviluppo. Durante la sua esistenza, l'arteterapia ha assimilato i risultati della scienza e della pratica psicologica, gli sviluppi teorici e le tecniche di varie direzioni della psicoterapia, l'esperienza e le strategie delle belle arti, i metodi della pedagogia, le rappresentazioni individuali della teoria della cultura, della sociologia e di altre scienze. Continua a svilupparsi attivamente al momento attuale, padroneggiando nuove aree di applicazione pratica e arricchendosi di idee grazie alla combinazione con altre discipline scientifiche..

1. Storia dell'emergere dell'arteterapia
L'arteterapia è una forma privata di terapia della creatività ed è principalmente associata alle cosiddette arti visive (pittura, grafica, fotografia, scultura, nonché le loro varie combinazioni con altre forme di attività creativa). Nella letteratura domestica, la più vicina al concetto occidentale di arteterapia è l'iso-terapia. Oltre all'arteterapia, il gruppo di vari tipi di terapia della creatività comprende anche musicoterapia, dramma terapia, danza e terapia del movimento, ecc. Alcuni autori si riferiscono anche alla terapia della creatività (o terapia dell'espressione creativa di sé) come terapia mediante comunicazione creativa con arte e scienza, terapia collettiva creativa e altre forme di attività creativa che hanno un significato psicoterapeutico e psicoprofilattico.

Quando le tendenze difensive vengono superate, le pitture sono in grado di evocare una forte risposta emotiva, sentimenti di gioia della scoperta, stimolare l'immaginazione. Argilla, pasta, sabbia e altri materiali plastici hanno un potenziale significativo per esprimere sentimenti forti, inclusi sentimenti di rabbia. Lavorare con loro presuppone un maggior grado di coinvolgimento fisico e di attività muscolare, che lo rende più "energivoro", influenzando i processi psicofisiologici. Pertanto, quando si lavora con loro, spesso può esserci un effetto positivo nei disturbi psicosomatici e nelle manifestazioni somatovegetative degli stati nevrotici..
L'uso delle tecniche di collage aiuta spesso i pazienti a superare la timidezza associata alla mancanza di "talento artistico" e abilità. Inoltre, l'uso di oggetti e immagini già pronti per creare una nuova composizione da essi dà ai pazienti un senso di sicurezza, poiché non identificano le loro esperienze con questi oggetti e immagini come, ad esempio, quando dipingono. Ciò fornisce loro il necessario grado di distanza da sensazioni troppo forti o delicate e il necessario grado di sicurezza durante il lavoro visivo..

3. L'essenza, gli approcci, gli obiettivi dell'Arteterapia
L'attrattiva del metodo di arteterapia per una persona moderna è che questo metodo utilizza principalmente modi non verbali di autoespressione e comunicazione. Nel processo di creatività, l'emisfero destro del cervello è attivamente coinvolto. La civiltà moderna utilizza principalmente il sistema di comunicazione verbale e l'emisfero "logico" sinistro. Lo sviluppo normale e armonioso di una persona presuppone uno sviluppo uguale di entrambi gli emisferi e una normale interazione interemisferica. Inoltre, alcuni tipi di attività umana richiedono solo il lavoro dell'emisfero destro: creatività, intuizione, educazione culturale, organizzazione familiare, educazione dei figli e, naturalmente, romanticismo nelle relazioni amorose. L'arte terapia fa appello alle risorse interiori di auto-guarigione di una persona, strettamente legate al suo potenziale creativo. Una caratteristica distintiva di una persona è la capacità e allo stesso tempo la necessità di mostrare il proprio mondo interiore. Questa funzione ti consente di elaborare attivamente le informazioni che provengono dall'esterno. Di conseguenza, vari meccanismi di adattamento sono sviluppati nella psiche dell'individuo. Consentono a una persona di adattarsi meglio alla vita, di avere più successo in un mondo in continua evoluzione. Nel processo di interazione con il mondo, una persona cerca di realizzarsi come persona, di comprendere il suo ruolo nella vita, di lasciare una "traccia". Questa traccia rimane non solo nella forma dell'attività economica, ma anche nei prodotti della sua attività mentale attiva. Una delle forme più sorprendenti della sua manifestazione è l'arte e la creatività. L'arte e la creatività sono il risultato dei processi di elaborazione delle informazioni quando si interagisce con il mondo esterno. Inoltre, la personalità si svilupperà armoniosamente se questi processi, in generale, sono di natura costruttiva.

Terapia artistica

1. La storia dell'arte terapia

2. La teoria dell'arte terapia

3. L'essenza, gli approcci, gli obiettivi dell'Arteterapia

4. Origami è una direzione relativamente nuova nell'arteterapia

L'Arteterapia è una direzione in psicoterapia, psicocorrezione e riabilitazione, basata sulle lezioni dei clienti (pazienti) nelle arti visive. L'arte terapia può essere vista come una delle propaggini della psicoterapia artistica insieme alla musicoterapia, alla drammaterapia e alla danza del movimento..

Il termine "arteterapia" è stato utilizzato per la prima volta nei paesi di lingua inglese intorno agli anni '40 del XX secolo. Hanno designato varianti della pratica medica e riabilitativa, diverse per forma e giustificazione teorica. Alcuni furono iniziati da artisti e furono realizzati principalmente in studi organizzati in grandi ospedali. Altri hanno consentito elementi di interpretazione psicoanalitica dei prodotti visivi dei pazienti e si sono concentrati sulla loro relazione con l'analista. Al giorno d'oggi, l'arteterapia è un'applicazione terapeutica della creatività visiva del cliente, che coinvolge l'interazione tra l'autore dell'opera d'arte, l'opera stessa e lo specialista. La creazione di immagini visive è considerata un importante mezzo di comunicazione interpersonale e una forma di attività cognitiva del cliente, che gli consente di esprimere esperienze precoci o effettive "qui e ora" che sono difficili da esprimere a parole.

Nonostante lo stretto legame con la pratica medica, in molti casi l'arte terapia acquisisce un orientamento prevalentemente psicoprofilattico, socializzante e evolutivo. Durante la sua esistenza, l'arteterapia ha assimilato i risultati della scienza e della pratica psicologica, gli sviluppi teorici e le tecniche di varie direzioni della psicoterapia, l'esperienza e le strategie delle belle arti, i metodi della pedagogia, le rappresentazioni individuali della teoria della cultura, della sociologia e di altre scienze. Continua a svilupparsi attivamente al momento attuale, padroneggiando nuove aree di applicazione pratica e arricchendosi di idee grazie alla combinazione con altre discipline scientifiche..

1. La storia dell'arte terapia

L'arteterapia è una forma privata di terapia della creatività ed è principalmente associata alle cosiddette arti visive (pittura, grafica, fotografia, scultura, nonché le loro varie combinazioni con altre forme di attività creativa). Nella letteratura domestica, la più vicina al concetto occidentale di arteterapia è l'iso-terapia. Oltre all'arteterapia, il gruppo di vari tipi di terapia della creatività comprende anche musicoterapia, dramma terapia, danza e terapia del movimento, ecc. Alcuni autori si riferiscono anche alla terapia della creatività (o terapia dell'espressione creativa di sé) come terapia mediante comunicazione creativa con arte e scienza, terapia collettiva creativa e altre forme di attività creativa che hanno un significato psicoterapeutico e psicoprofilattico.

L'arte terapia ha origini antichissime. In un certo senso, il suo prototipo sono vari tipi di arte sacra, spesso usati per scopi terapeutici e comprendenti componenti suggestivo-magici, didattici, estetici e altri effetti terapeutici. Avendo perso gli attributi della sacralità nell'era del predominio del paradigma scientifico newtoniano-cartesiano, la cosiddetta terapia dell'impressione o terapia occupazionale attraverso varie forme di attività creativa dei pazienti era una forma piuttosto popolare di psicoterapia clinica umana anche prima della metà del secolo scorso. Tuttavia, in seguito, a causa della differenziazione degli approcci psicoterapeutici, è stato messo in secondo piano..

Il termine arteterapia fu coniato nel 1938 da Adrian Hill. I pionieri dell'arte terapia si basavano sull'idea di Freud che il sé interiore di una persona si manifesta in una forma visiva ogni volta che disegna e scolpisce spontaneamente, così come i pensieri di Jung sui simboli personali e universali. La figura centrale nel processo di arteterapia non è il paziente (come una persona malata), ma una persona che si impegna per lo sviluppo personale ed espande la gamma delle sue capacità.

Un rinnovato interesse per la terapia creativa, in particolare l'arteterapia, è stato notato intorno alla metà del XX secolo, quando divenne sempre più ampiamente utilizzata come forma di terapia occupazionale, principalmente negli ospedali psichiatrici e somatici generali. Ad eccezione dei singoli casi, è stato considerato un fattore di psicoprofilassi secondaria e psicoterapia, consentendo di superare le conseguenze dell'isolamento sociale dei pazienti. Allo stesso tempo, l'arteterapia è stata fortemente influenzata dai concetti biomedici. I terapisti che svolgono questo tipo di lavoro di arteterapia, di regola, non avevano una formazione accademica seria e non erano in grado di svolgere alcun ruolo attivo nel trattamento dei pazienti. Il loro compito principale era fornire ai pazienti l'opportunità di impegnarsi in modo relativamente libero nei tipi più semplici di attività visiva, durante i quali potevano essere distratti dalle esperienze negative associate alla malattia..

Fanno eccezione gli approcci psicodinamici presentati dai seguaci di Freud e, in particolare, Jung, che utilizzavano il materiale dell'attività visiva dei loro clienti per analizzare i vari contenuti dell'inconscio in esso riflessi. Fino a poco tempo, nel nostro paese, l'arteterapia veniva utilizzata principalmente nel lavoro con pazienti mentalmente malati ed era fortemente influenzata dal pensiero clinico. La riorganizzazione del servizio psichiatrico occidentale negli anni '50 e '60, associata alla chiusura di molte cliniche psichiatriche e all'espansione della rete di servizi ambulatoriali e semi-ospedalieri, ha portato al fatto che gli arteterapeuti hanno iniziato a lavorare a stretto contatto con psicoterapeuti, assistenti sociali, educatori e altri professionisti, e anche con congregazioni e popolazioni religiose. Ciò ha avuto una grande influenza sullo sviluppo della teoria e pratica dell'arteterapia, arricchendola di nuove idee nello spirito dell'approccio esistenziale-umanistico, uno dei più influenti in psicologia, psicoterapia e pedagogia di quel tempo. L'arteterapia ha notevolmente ampliato la gamma delle sue possibilità empiriche, combinandosi con successo con gli atteggiamenti caratteristici dell'approccio nominato nei confronti dello sviluppo del potenziale umano, dell'autorealizzazione della personalità e dell'integrazione di vari aspetti dell'attività mentale.

Negli ultimi due o tre decenni, l'arte terapia, dopo aver sintetizzato i risultati della maggior parte degli approcci psicoterapeutici, sta iniziando a prendere forma come metodo indipendente con una propria metodologia e una varietà di strumenti altamente differenziati. Sebbene l'accumulo e la generalizzazione dei dati empirici relativi all'arteterapia sia in qualche modo in anticipo rispetto allo sviluppo della sua teoria, l'applicazione di alcuni concetti teorici ha contribuito all'emergere dell'arteterapia al livello di un metodo psicoterapeutico indipendente. Tra questi concetti teorici degli ultimi tempi, i più significativi sono, in particolare, i seguenti:

- psicologia dell'attività ludica, concetto di sviluppo ontogenetico di diversi tipi di attività ludica;

- psicologia degli stati alterati di coscienza, che interpreta l'attività di arteterapia in uno stato di ispirazione creativa come un meccanismo progressivo di adattamento, una delle tante componenti di una reazione integrale del corpo volta al raggiungimento dell'equilibrio dinamico;

- rappresentazioni moderne della teoria generale dei sistemi riguardanti l'attività mentale, in particolare, il concetto delle risposte multiple della psiche a stati di stress, malattia e crisi spirituale. Secondo queste idee, le forze curative insite in ogni organismo vivente e nella psiche possono agire in due direzioni. Dopo un disturbo, il corpo e la psiche possono tornare al loro stato precedente a causa di vari processi di autoconservazione. D'altra parte, il corpo e la psiche possono abbracciare il processo di auto-trasformazione, che include le fasi di crisi e transizione e porta a uno stato di equilibrio completamente diverso. Allo stesso tempo, l'attività creativa è considerata un fattore significativo nello sviluppo di reazioni adattive di questo tipo;

- metodologia transpersonale che considera l'arte terapia come un metodo universale che contribuisce all'integrazione dell'esperienza biografica, perinatale e transpersonale, nonché all'equilibrio delle cosiddette modalità chilo- e olotropiche di attività mentale.

2 teoria della terapia artistica

La psicoanalisi fin dall'inizio della sua comparsa iniziò a rivolgersi all'analisi delle belle arti. Il fatto è che l'attività visiva spontanea è in grado di esprimere il contenuto inconscio della vita mentale. L'arte è un particolare tipo di sublimazione che si verifica quando un impulso istintivo viene sostituito da una rappresentazione artistico-figurativa. Secondo Freud, la creatività visiva ha molto in comune con le fantasie e i sogni, poiché, come loro, svolge un ruolo compensatorio e allevia lo stress mentale derivante dalla frustrazione (l'impossibilità di soddisfare i bisogni istintivi). È una forma di compromesso della loro soddisfazione, che viene eseguita non direttamente, ma in forma indiretta..

Quali sono i motivi della creatività? Una persona depressa ricrea nella creatività ciò che sembra essere distrutto, una persona schizoide cerca un significato nascosto negli oggetti e non nei rapporti con le persone, una persona ossessiva si difende nella creatività dalle ossessioni.

I "giochi simbolici" sono un elemento indispensabile di qualsiasi arte, poiché il linguaggio delle belle arti è profondamente simbolico e il colore, la forma, la linea, il volume e gli altri elementi pittorici hanno un significato profondo e sfaccettato, anche se spesso non può essere realizzato. L'arteterapia fa appello alla funzione simbolica delle belle arti, poiché è uno dei fattori del processo psicoterapeutico, aiuta il paziente a comprendere e integrare il materiale dell'inconscio, e l'arteterapeuta - a giudicare le dinamiche di questo processo e i cambiamenti in atto nella psiche del paziente.

"Giochi sociali" o "giochi con regole" sono i più significativi nell'implementazione di forme di lavoro di arteterapia di gruppo, che implicano l'uso di determinate norme di comportamento di gruppo, incluso nel processo di attività visiva congiunta dei membri del gruppo.

Per il lavoro di arteterapia è necessario disporre di un'ampia selezione di vari materiali visivi. Insieme a colori, matite, pastelli o pastelli, riviste, carta colorata, pellicola, tessuti, argilla, plastilina, pasta speciale - per modellare, sabbia con figure in miniatura - per "giocare con una sabbiera", vengono spesso usati legno e altri materiali. La carta da disegno dovrebbe essere di diverse dimensioni e sfumature. È inoltre necessario disporre di pennelli di diverse dimensioni, spugne per dipingere grandi aree, forbici, fili, diversi tipi di adesivi, nastro, ecc. La qualità dei materiali dovrebbe essere la più alta possibile, altrimenti può ridurre il valore del lavoro stesso e dei suoi risultati agli occhi dei pazienti.

Va tenuto presente che la scelta di questo o quel materiale può essere associata alle caratteristiche della condizione e della personalità del paziente, nonché alle dinamiche del processo di arteterapia. Al paziente dovrebbe essere data l'opportunità di scegliere l'uno o l'altro materiale e mezzi per il lavoro pittorico. Di norma, all'inizio del lavoro, i pazienti preferiscono usare matite, pastelli a cera o pennarelli. Questi strumenti di lavoro consentono loro di avere un buon controllo sul processo di disegno, che soddisfa il bisogno dei pazienti di evitare il confronto con i propri sentimenti nelle prime fasi del lavoro. La scelta di questi fondi può essere correlata alla necessità dei pazienti di protezione psicologica. Nelle fasi successive del processo di terapia artistica, i pazienti imparano gradualmente altri materiali, comprese le vernici, che forniscono loro grandi opportunità per esprimere varie esperienze e lavorare con i propri sentimenti. Inoltre, le pitture, mescolando e creando varie sfumature, rendono il processo visivo meno prevedibile, associato alla manifestazione di sottili sfumature degli stati emotivi del paziente e di vari aspetti della sua esperienza. Quando le tendenze difensive vengono superate, le pitture sono in grado di evocare una forte risposta emotiva, sentimenti di gioia della scoperta, stimolare l'immaginazione. Argilla, pasta, sabbia e altri materiali plastici hanno un potenziale significativo per esprimere sentimenti forti, inclusi sentimenti di rabbia. Lavorare con loro presuppone un maggior grado di coinvolgimento fisico e di attività muscolare, che lo rende più "energivoro", influenzando i processi psicofisiologici. Pertanto, quando si lavora con loro, spesso può esserci un effetto positivo nei disturbi psicosomatici e nelle manifestazioni somatovegetative degli stati nevrotici..

L'uso delle tecniche di collage aiuta spesso i pazienti a superare la timidezza associata alla mancanza di "talento artistico" e abilità. Inoltre, l'uso di oggetti e immagini già pronti per creare una nuova composizione da essi dà ai pazienti un senso di sicurezza, poiché non identificano le loro esperienze con questi oggetti e immagini come, ad esempio, quando dipingono. Ciò fornisce loro il necessario grado di distanza da sensazioni troppo forti o delicate e il necessario grado di sicurezza durante il lavoro visivo..

3. L'essenza, gli approcci, gli obiettivi dell'Arteterapia

L'attrattiva del metodo di arteterapia per una persona moderna è che questo metodo utilizza principalmente modi non verbali di autoespressione e comunicazione. Nel processo di creatività, l'emisfero destro del cervello è attivamente coinvolto. La civiltà moderna utilizza principalmente il sistema di comunicazione verbale e l'emisfero "logico" sinistro. Lo sviluppo normale e armonioso di una persona presuppone uno sviluppo uguale di entrambi gli emisferi e una normale interazione interemisferica. Inoltre, alcuni tipi di attività umana richiedono solo il lavoro dell'emisfero destro: creatività, intuizione, educazione culturale, organizzazione familiare, educazione dei figli e, naturalmente, romanticismo nelle relazioni amorose. L'arte terapia fa appello alle risorse interiori di auto-guarigione di una persona, strettamente legate al suo potenziale creativo. Una caratteristica distintiva di una persona è la capacità e allo stesso tempo la necessità di mostrare il proprio mondo interiore. Questa funzione ti consente di elaborare attivamente le informazioni che provengono dall'esterno. Di conseguenza, vari meccanismi di adattamento sono sviluppati nella psiche dell'individuo. Consentono a una persona di adattarsi meglio alla vita, di avere più successo in un mondo in continua evoluzione. Nel processo di interazione con il mondo, una persona cerca di realizzarsi come persona, di comprendere il suo ruolo nella vita, di lasciare una "traccia". Questa traccia rimane non solo nella forma dell'attività economica, ma anche nei prodotti della sua attività mentale attiva. Una delle forme più sorprendenti della sua manifestazione è l'arte e la creatività. L'arte e la creatività sono il risultato dei processi di elaborazione delle informazioni quando si interagisce con il mondo esterno. Inoltre, la personalità si svilupperà armoniosamente se questi processi, in generale, sono di natura costruttiva.

Molto spesso, il metodo dell'arteterapia viene utilizzato nella riabilitazione di persone con disabilità e nel lavoro con i bambini. I bambini con disabilità dello sviluppo hanno difficoltà a percepire adeguatamente il mondo. Una persona del genere ha un'idea disturbata di un'immagine olistica del mondo. Un bambino può percepire il mondo come un insieme di elementi sparsi e caotici. Di conseguenza, non riesce a trovare il suo posto nella vita, per essere un membro a tutti gli effetti della società. Di conseguenza, la natura dell'interazione con l'ambiente diventa generalmente distruttiva. Questa situazione può essere influenzata in diversi modi. Il più naturale è la creazione di condizioni per lo sviluppo umano, il suo "allineamento" con l'aiuto di elementi naturali, nonché l'armonizzazione delle attività incluse nella vita umana: prendersi cura degli animali domestici, decorare la casa, fare artigianato e creatività. L'uomo è anche una parte della natura e un'interazione appositamente organizzata con elementi del sistema naturale, ovviamente, dovrebbe avere un risultato positivo. Nelle opere creative, di regola, si riflettono la natura ei modi di interagire con esso. L'arteterapia invita il bambino a esprimere le proprie emozioni e sentimenti attraverso la scultura, il disegno, la costruzione con materiali naturali. Vivendo le immagini, una persona acquisisce la sua interezza, originalità e individualità. Puoi anche applicare altre forme d'arte: improvvisazione corporea, spettacoli teatrali, creazione letteraria. Pertanto, gli obiettivi sono raggiunti:

- espressione di emozioni e sentimenti associati all'esperienza dei propri problemi, se stessi;

- ricerca attiva di nuove forme di interazione con il mondo;

- conferma della loro individualità, originalità e significato;

- e, come conseguenza delle tre precedenti, un aumento dell'adattabilità in un mondo in continua evoluzione (flessibilità).

L'arteterapeuta persegue questi obiettivi quando lavora con adulti e bambini. Il bambino non è ancora in grado di formulare accuratamente ciò che lo preoccupa. Può esprimere le sue paure con frasi semplici, ad esempio: "Ho paura che al buio qualcuno possa venire a rubarmi". Quando chiedi a un bambino chi potrebbe essere, il bambino potrebbe non rispondere, ma cercherà di disegnare o dare un significato figurato alla sua paura (qualcuno che cammina nell'oscurità, potrebbe essere Baba Yaga). L'arte terapia è il metodo di lavoro più morbido, affrontando problemi difficili. Il bambino può non parlare o non riconoscere i suoi problemi come propri, ma allo stesso tempo scolpire, muoversi ed esprimersi attraverso i movimenti del corpo. Le lezioni di arteterapia possono anche alleviare lo stress mentale..

Molte disabilità mentali e alcune fisiche rendono il bambino passivo. La cerchia dei suoi interessi si restringe. La necessità di un'interazione attiva con il mondo sta diminuendo. Di conseguenza, viene ridotta anche la capacità di adattamento. Si chiude in se stesso. Crede che non sarà in grado di trovare una via d'uscita da questa situazione. L'arte terapia rompe questo circolo vizioso. Quando un bambino è creativo, inventa modi nuovi e nuovi di esprimere le sue emozioni. E inconsciamente nuovi e nuovi modi di comunicare con il mondo. Quelli. le abilità perse vengono ripristinate.

Nell'arte, è molto importante che il bambino abbia successo in questa attività. Se vede che ha successo nell'esprimere e mostrare le sue emozioni, creando artigianato, disegni unici, il successo nella comunicazione gli arriva e l'interazione con il mondo diventa più costruttiva. Il successo nella creatività nella sua psiche viene trasferito inconsciamente alla vita ordinaria..

Una persona nota che possono essere creati bellissimi prodotti da materiale di scarto (ramoscelli, foglie, ritagli di carta, sabbia, argilla, pietre). Puoi anche risolvere un problema psicologico complesso: guardalo in modo diverso, non come apparivi prima. La psiche umana diventa flessibile. Questa proprietà ti consente di essere più reattivo. Questo è l'obiettivo della riabilitazione. L'arteterapia ti consente di rendere questo processo gioioso, interessante, di successo, individuale per tutti.

Successivamente, bambini e adulti sottoposti a arteterapia possono acquisire un hobby, apprendere un nuovo tipo di arte applicata. Un nuovo hobby ti consente di prestare maggiore attenzione a te stesso. Questo rende il rapporto tra genitore e figlio più armonioso..

L'arteterapia utilizza forme di lavoro individuali e di gruppo. Il lavoro in gruppo è particolarmente sorprendente. Ad esempio, si propone di creare un'opera individuale in un gruppo, nonché di creare un'opera comune. Ogni partecipante contribuisce con qualcosa di proprio a questo lavoro. I pazienti portano con sé a casa molte opere di carta, composizioni di materiali naturali e altre cose, le mostrano ai loro parenti e amici, si sforzano di insegnare loro ciò che hanno imparato..

Sorprendentemente, ma la moderna arteterapia scientifica con tutta la diversità delle sue connessioni con i fenomeni culturali è la più vicina all'arte preistorica primitiva "primitiva". Come l'arteterapia, si basa sull'espressione spontanea di sé e in una certa misura ignora i criteri estetici nel valutare i suoi risultati e la professionalità dell'autore. Per entrambi, il processo creativo è più importante del risultato..

Le forme d'arte arcaiche sono sopravvissute più a lungo nell'arte popolare. La sua intrinseca ingenuità e il suo carattere diretto ed efficace, così come la dipendenza dal linguaggio simbolico dell'inconscio collettivo durante l'esistenza dell'arte accademica "alta" per molte persone erano una fonte di salute mentale. La primitività dei motivi, il ritmo dell'ornamento calma. L'ornamento più semplice - una sequenza di croci durante il ricamo o sui piatti o l'incisione su una statuetta - è una sorta di meditazione che porta a uno stato di pace, soddisfazione.

Molti disegni e prodotti "primitivi" assomigliano a creazioni per bambini nel loro aspetto, che è anche associato a esperienze speciali, che sono piuttosto positive per una persona creativa..

Esistono due approcci principali all'arte terapia:

1. L'arte ha un effetto curativo in sé, la creatività artistica permette di esprimere e rivivere i conflitti interni, è un mezzo per arricchire l'esperienza soggettiva, l'arteterapia è vista come un mezzo di sviluppo personale e il suo potenziale creativo, il meccanismo principale è la sublimazione e la trasformazione. Il facilitatore incoraggia i membri del gruppo a fidarsi delle proprie percezioni ed esplorare le proprie creazioni sia da soli che con l'aiuto del resto del gruppo..

2. In primo luogo - gli obiettivi terapeutici, gli obiettivi creativi sono secondari, l'arte terapia come aggiunta ad altri metodi terapeutici, esprimendo il contenuto del proprio mondo interiore in una forma visiva, una persona si muove gradualmente verso la propria consapevolezza, il meccanismo principale è il trasferimento. Il capogruppo incoraggia la libera associazione dei membri del gruppo e i loro tentativi di scoprire in modo indipendente il significato del proprio lavoro. Alcuni esercizi prevedono il lavoro di gruppo insieme, come la creazione di murales di gruppo e la creazione di un'immagine complessiva di gruppo..

Gli obiettivi principali dell'arteterapia sono l'espressione di sé, l'espansione dell'esperienza personale, la conoscenza di sé, l'integrazione interna della personalità (i suoi vari aspetti e componenti) e l'integrazione con la realtà esterna (sociale, etnica, culturale). Nell'arte terapia, il disegno e la scultura spontanei sono una forma di immaginazione, non un'espressione di talento artistico. Le belle arti sono un ponte tra il mondo della fantasia e la realtà. Include elementi di entrambi, consentendo di creare una sorta di sintesi che né un bambino né un adulto possono creare senza l'aiuto di mezzi artistici..

Un concetto importante di arteterapia è la sublimazione - l'espressione di istinti e pulsioni inconsce (a volte distruttivi) trasformandoli in opere d'arte; l'arte può simultaneamente "dirigere in un'altra direzione" ed esprimere anche sentimenti di rabbia, dolore, ansia, paura.

I vantaggi del metodo di terapia artistica sono che:

1) offre l'opportunità di esprimere sentimenti aggressivi in ​​un modo socialmente accettabile. Disegnare, dipingere o scolpire sono modi sicuri per scaricare lo stress;

2) accelera i progressi nella terapia. I conflitti subconsci e le esperienze interiori sono espressi più facilmente usando immagini visive che nella conversazione durante la psicoterapia verbale. È più probabile che le forme di comunicazione non verbale evitino la censura deliberata;

3) fornisce una base per interpretazioni e lavoro diagnostico nel corso della terapia. A causa della sua realtà, i prodotti creativi non possono essere negati dal paziente. Il contenuto e lo stile dell'opera d'arte forniscono al terapeuta una ricchezza di informazioni, inoltre l'autore stesso può contribuire all'interpretazione delle proprie creazioni;

4) consente di lavorare con pensieri e sentimenti che sembrano insormontabili (perdita, morte, traumi e violenze subite, paure, conflitti interni, ricordi d'infanzia, sogni). A volte il mezzo non verbale è l'unico strumento per rivelare e chiarire sentimenti e convinzioni intense;

5) aiuta a rafforzare la relazione terapeutica. Elementi di coincidenza nella creazione artistica dei membri del gruppo possono accelerare lo sviluppo di empatia e sentimenti positivi;

6) promuove un senso di controllo interno e ordine;

7) sviluppa e rafforza l'attenzione ai sentimenti;

8) esalta la sensazione del proprio valore personale, aumenta la competenza artistica. Un sottoprodotto dell'arteterapia è la soddisfazione che deriva dalla scoperta e dallo sviluppo di abilità nascoste..

Fattori di influenza psicoterapeutica nell'arte terapia (cosa ha un effetto curativo):

1) il fattore dell'espressione artistica - l'incarnazione dei sentimenti, dei bisogni e dei pensieri del cliente nel suo lavoro, esperienza di interazione con vari materiali artistici e immagine artistica;

2) il fattore delle relazioni psicoterapeutiche - le dinamiche del rapporto tra cliente-terapeuta-gruppo (transfert e controtransfert), proiezioni, influenza dell'esperienza personale;

3) il fattore di interpretazioni e feedback verbale: trasformazione, trasferimento di materiale (processo e risultato della creatività) dal livello emotivo al livello di comprensione, formazione di significati.

Il leader del gruppo di arteterapia fornisce al gruppo il materiale necessario ed è abbastanza flessibile da stimolare la creatività artistica.La stanza dovrebbe fornire spazio per il movimento e il gioco rumoroso. Il ruolo del leader è promuovere la creatività. I partecipanti vengono istruiti ad arrendersi completamente ai propri sentimenti e a non preoccuparsi della maestria delle loro creazioni.

Ci sono due parti principali nella struttura delle lezioni di arteterapia:

- uno è non verbale, creativo, non strutturato. Il principale mezzo di autoespressione è l'attività visiva (disegno, pittura). Vengono utilizzati vari meccanismi di autoespressione non verbale e comunicazione visiva (70% della sessione).

- l'altra parte è verbale, appercettiva e formalmente più strutturata. Implica la discussione verbale, nonché l'interpretazione degli oggetti disegnati e delle associazioni che sono sorte. Vengono utilizzati meccanismi di autoespressione non verbale e comunicazione visiva (30% della sessione).

Aree di analisi, cosa conta nell'analisi della creatività:

- come una persona si esprime;

- cosa esprime;

- come influisce su una persona o un gruppo.

Nel contesto dell'arteterapia, l'attività artistica può essere definita spontanea, in contrapposizione alle attività pianificate e attentamente organizzate per insegnare arti o mestieri a diversi gruppi di persone. I ricercatori di arteterapia concordano sul fatto che l'abilità artistica o una formazione speciale del paziente non è necessaria per utilizzare la creatività artistica come strumento terapeutico. Per l'arteterapia, il processo stesso e quelle caratteristiche che il prodotto finale della creatività aiuta a rivelare nella vita mentale del creatore è importante. Il leader incoraggia i membri del gruppo a esprimere spontaneamente i sentimenti interiori ea non preoccuparsi del merito artistico del loro lavoro..

Carl Jung credeva che l'immaginazione e la creatività fossero le forze trainanti dell'esistenza umana. Ha usato il termine "immaginazione attiva" per riferirsi a un tale processo creativo quando una persona osserva semplicemente lo sviluppo della sua fantasia e non cerca di influenzarla. Un esempio dell'uso spontaneo della fantasia nell'arte terapia è un esercizio di scarabocchi. Il partecipante, senza alcun piano, traccia una linea ondulata per un periodo di tempo prolungato, senza sollevare la penna o il pennello dal foglio. Lo scopo di questo esercizio è consentire al partecipante di esprimere spontaneamente le proprie emozioni. Man mano che l'esercizio procede, compaiono i componenti subconsci della psiche del partecipante. Quindi il partecipante guarda il disegno per qualche tempo e cerca di capire se le immagini visive che sono emerse possono aiutare a realizzare situazioni, oggetti o personaggi nel suo subconscio. Le tecniche di arteterapia come l'esercizio dello scarabocchio sono simili agli esercizi di "immaginazione attiva" di Jung, in cui i pazienti vengono istruiti a continuare i loro sogni interrotti nella fantasia..

Le aree di applicazione del graffio artistico includono:

1) arteterapia individuale, di gruppo e familiare;

2) centri di arteterapia presso cliniche psichiatriche, counselling, psicoterapeutici, centri sociali e centri medici specializzati;

3) nelle scuole di istruzione generale, negli asili nido, nelle scuole specializzate, nelle pensioni, nei centri di creatività dei bambini - lavorare con bambini con difficoltà di apprendimento, ritardi nello sviluppo, con problemi emotivi o che vivono in condizioni sociali difficili, con problemi pedagogici e psicologici bambini trascurati, con bambini con disturbi del comportamento, disturbi della personalità o accentuazioni del carattere, con bambini dotati, con bambini che mostrano un interesse per la creazione artistica;

4) con gli anziani (nelle case di cura, nei centri specializzati);

5) con persone affette da dipendenze di vario genere (droga, alcol, ecc.),

6) nelle istituzioni mediche per scopi somatici e psichiatrici generali.

4. Origami è una direzione relativamente nuova nell'arteterapia

Tra i mezzi e le direzioni moderne nell'arte terapia, una direzione promettente relativamente nuova: l'origami.

La tradizionale arte giapponese dell'origami - il design di varie figure di carta piegando un quadrato senza tagliare e incollare - viene sempre più integrata nella cultura e nella scienza mondiale, diventando oggetto di ricerca per specialisti in settori come ingegneria, architettura, matematica, disegno tecnico, pedagogia, psicologia pratica e arte. terapia. Al giorno d'oggi, l'origami come metodo di arteterapia viene utilizzato con successo nella pratica medica e riabilitativa da medici di varie specializzazioni. I materiali della Prima Conferenza Internazionale "Origami in Pedagogia e Terapia dell'Arte" sottolineano l'impatto positivo delle lezioni di origami nel lavorare con persone con disabilità uditive, visive, del sistema muscolo-scheletrico, pazienti di dispensari neuropsichiatrici, ospedali psichiatrici, pazienti sordi e muti, malati di cancro, così come la riabilitazione sociale dei tossicodipendenti. alcolizzati e prigionieri. Numerosi studi dimostrano che le lezioni di origami migliorano la qualità della vita dei pazienti, riducono il livello di ansia, aiutano a dimenticare il dolore e il dolore, aumentano l'autostima, promuovono l'instaurazione di relazioni amichevoli, l'assistenza reciproca nel team e aiutano a stabilire un contatto tra il medico e il paziente. Pertanto, non è un caso che un nuovo termine sia apparso nella pratica di arteterapia: "stile di vita origami".

Mentre fa l'origami, il paziente partecipa a un'azione emozionante: la trasformazione di un quadrato di carta in una statuetta originale: un fiore, una scatola, una farfalla, un dinosauro. Questo processo assomiglia a un trucco, una piccola performance, che porta sempre una gioiosa sorpresa. Piegando la carta in modo sequenziale e semplice lungo linee geometriche, otteniamo un modello che colpisce per la sua bellezza e cambia in meglio lo stato emotivo del paziente. C'è il desiderio di mostrare a qualcuno questo miracolo, di aggiungere qualcos'altro. La sensazione di isolamento scompare, viene stabilita la comunicazione, anche tra il medico e il paziente, il che è particolarmente importante se il paziente è un bambino. Ci sono momenti in cui i bambini, in uno stato di paura, ansia, rifiutano di prendere cibo o medicine. Poi una bambola viene in soccorso nelle mani di un arteterapeuta e l'impossibile diventa possibile. Origami serve come la stessa "bacchetta magica". Ma non tutti gli ospedali hanno uno specialista in terapia dei burattini, mentre la piegatura con la tecnica dell'origami è disponibile per quasi tutti e la carta è sempre a portata di mano. Ci sono esempi di utilizzo riuscito dell'origami anche nei casi di autismo. È noto che il figlio di Nicola II, Alessio, era un bambino malaticcio e ritirato con sintomi di autismo. Un insegnante inglese, con l'aiuto delle lezioni di origami, non solo è riuscito a far parlare il ragazzo, ma ha anche aumentato il suo interesse per la lingua inglese. Ecco un altro esempio con un adulto: un terapista cerca di attirare l'attenzione del paziente sfogliando una colorata rivista illustrata di fronte a lui. Il paziente è indifferente. Quindi il dottore estrae una pagina dalla rivista, ne piega una figurina origami e il paziente inizia a mostrare interesse per ciò che ha visto: il contatto è stabilito. L'effetto è migliorato utilizzando figure di origami mobili come una rana che salta, un corvo gracidante, una gru che sbatte le ali, ecc. Questi giocattoli di carta sono interessanti sia per gli adulti che per i bambini, soprattutto se sono piegati con le proprie mani. Con loro, in un ambiente ospedaliero, puoi organizzare giochi-gare per bambini. E per coloro che sono limitati nei movimenti, teatro delle marionette da dito e fiabe origami, saranno disponibili vari puzzle di carta che rallegreranno e porteranno nuovi colori vivaci nella grigia realtà della vita ospedaliera del paziente. Medici di diversi paesi del mondo, dove l'origami è stato utilizzato per più di 20 anni, affermano che questi esercizi migliorano significativamente lo stato emotivo dei pazienti, alleviano la depressione, aumentano la fiducia in se stessi, promuovono la creazione di contatti amichevoli, che generalmente migliora lo stato psicologico dei pazienti e rende il trattamento più efficace.... L'unicità dell'influenza artistico-terapeutica dell'origami sta anche nel fatto che una persona, anche in condizioni di completo isolamento, ha la possibilità di dialogare con se stessa, con il proprio intelletto. È molto divertente..

Ci sono molte ragioni per il successo delle lezioni di origami nella terapia ATR e nell'organizzazione del tempo libero dei pazienti in ospedali e centri di riabilitazione:

- in primo luogo, è la carta stessa con il suo solito status non aggressivo. Puoi fare quello che vuoi con la carta: accartocciare, strappare, disegnare su di essa e negli origami la carta gioca un nuovo ruolo insolito: molti modelli interessanti possono essere ripiegati. C'è la motivazione, il desiderio di imparare questo;

- È molto facile padroneggiare la tecnica dell'origami, a qualsiasi età, sia per i bambini che per gli adulti (in un ospedale gli insegnanti possono essere psicologi, genitori e personale medico);

-il risultato si ottiene rapidamente;

- c'è un risultato positivo previsto: se pieghi la figura con cura e precisione, risulterà sicuramente bellissima, e il pegno di questo è la natura stessa di questa tecnica di progettazione, dove regnano accuratezza, simmetria e armonia delle linee geometriche;

-c'è un'opportunità per guidare il processo ”, cioè per apportare modifiche alla figura a piacimento, per inventare molti dei nostri modelli;

- la barriera tra medico e paziente viene rimossa, si crea un'atmosfera di fiducia;

- nelle lezioni di origami, il contatto non verbale viene effettuato nella comunicazione, che in alcuni casi è l'unica possibile;

- origami combina le tecniche e le forme di lavoro di alcune altre aree terapeutiche dell'arte: terapia delle fiabe (racconti di origami), terapia del gioco (giochi con figure in movimento), terapia con dramma e terapia delle marionette (scene di recitazione con bambole origami, maschere, ecc.), terapia con musica, canto corale ed euritmia con la loro intrinseca armonia e ritmo dei movimenti (che si verifica anche quando si piega nella tecnica dell'origami e dà un effetto terapeutico), cromoterapia (utilizzando carta multicolore);

- il metodo di ripetizione e il ritmo nella piegatura degli origami modulari (stelle, ornamenti, modelli "3-D") riequilibrano lo stato mentale di una persona;

- la forma stessa di alcune figure (kusudam, poliedri, strutture a telaio) ha un positivo effetto armonizzante e curativo.

È interessante notare che una delle figure origami più antiche - kusudama - palline di carta di sei o più moduli, non ha perso il loro scopo tradizionale nel nostro tempo: portare salute alle persone. Si ritiene che una tale palla, se appesa sul letto del paziente, favorirà il recupero. Tali idee appartengono al campo della geometria sacra e il termine stesso è usato da archeologi, antropologi, filosofi e scienziati culturali. È usato per descrivere il sistema di archetipi religiosi, filosofici e spirituali che sono stati osservati nel corso della storia dell'umanità e sono in un modo o nell'altro associati a visioni geometriche riguardanti la struttura dell'universo e dell'uomo. Secondo queste idee una persona, con l'ausilio di alcuni oggetti geometrici (poliedri regolari, per esempio), entra in contatto con il mondo energetico, l'energia terrena e cosmica, che dà forza per il suo sviluppo fisico e spirituale. Forse questo è il segreto del fascino dell'origami e del potenziale di salute. La geometria regna in esso. La ricerca moderna mostra che i poliedri regolari (solidi platonici) possono proteggere dalle radiazioni tecnogene, attivare l'autoregolazione del corpo e ripristinare lo scambio energetico umano. All'interno di stanze a forma di piramide, i processi di guarigione e guarigione sono più veloci. La forma convessa senza bordi consente di immagazzinare energia e trasferirla al proprietario. La forma ovale ha un effetto positivo sulla psiche e sul comportamento. La forma tonda condensa l'energia nel migliore dei modi e serve a migliorare la salute.

C'è un'altra statuetta origami che sarà sempre associata alla speranza di guarigione. Questa è una gru giapponese, "tsuru" - un uccello dal collo lungo - un simbolo di longevità e una vita felice. Secondo la leggenda giapponese, se aggiungi un migliaio di queste gru, il tuo desiderio diventerà realtà. Dieci anni dopo i bombardamenti atomici di Hiroshima e Nagasaki, la ragazza giapponese Sadako si ammalò di leucemia: iniziò a piegare mille gru di carta per sopravvivere. Quando si rese conto che non si sarebbe ripresa, piegando poi le gru origami, iniziò a pregare per la pace nel mondo. Sadako non è riuscita a deporre mille gru, ma ora migliaia di gru di carta volano al complesso commemorativo di Hiroshima in sua memoria, come simboli di speranza.

La pratica dell'utilizzo dell'origami nell'arte terapia dà un effetto positivo duraturo, come testimonia l'esperienza di medici di diversi paesi del mondo per quasi due decenni. Ci sono esempi di uso riuscito dell'origami in Russia (Istituto di oncologia ed ematologia pediatrica di Mosca). L'uso di fiabe origami, figure in movimento e lavoro collettivo nel piegare il kusudam è la forma più produttiva nell'organizzazione del tempo libero dei bambini malati. Le lezioni di origami possono distogliere la loro attenzione dalla malattia e alleviare uno stato mentale difficile..

Origami ha le seguenti proprietà psicoterapeutiche:

-aumentare l'attività dell'emisfero destro del cervello e bilanciare il lavoro di entrambi gli emisferi;

- aumentare il livello di intelligenza in generale;

- attivare il pensiero creativo;

- aumentare e stabilizzare lo stato psico-emotivo ad alto livello;

- ridurre l'ansia e aiutarti ad adattarti più facilmente alle situazioni difficili;

- migliorare l'attività motoria delle mani, sviluppare le capacità motorie delle dita;

- migliorare la memoria e gli occhi.

Queste osservazioni sono ugualmente preziose sia per lavorare con bambini sani che in ambiente ospedaliero, quando la mobilitazione dello stato psicologico è una condizione molto importante per il recupero..

Un'esperienza positiva nel lavoro con non vedenti e ipovedenti è descritta da E.L. Kabachinskaya (Centro Origami di San Pietroburgo). Nota che l'uso dell'origami risiede non solo nello sviluppo delle capacità motorie fini, nella concentrazione dell'attenzione, ma anche nello sviluppo della sensibilità tattile, nel microorientamento, nella possibilità di una percezione unica dell'integrità dell'immagine di un oggetto e nella stimolazione delle capacità creative. Ricerca sulla velocità di assimilazione del tipo di rilievo e dell'orientamento spaziale nel processo di apprendimento dell'origami: un eccellente mezzo di riabilitazione.

Nel nostro paese l'origami nell'arteterapia è appena all'inizio e nella pratica didattica esiste da più di 15 anni. E il primo contributo significativo alla divulgazione di quest'arte è stato dato da M.G. Yaremenko e O. M. Sukharevskaya di Poltava. Ecco un curioso caso di riabilitazione psicologica di un bambino, uno dei loro studenti, allievo di un orfanotrofio, che si trovava in un sanatorio. Poche persone erano interessate a lui, finché non ha piegato il kusudama dai normali fogli di quaderno. Prima i bambini del reparto, dove si trovava il ragazzo, si interessarono a lei, poi il personale di servizio del sanatorio e, infine, la voce raggiunse lo stesso direttore. Ha invitato il ragazzo a casa sua e gli ha chiesto se era vero che lui stesso ha messo insieme una cosa così straordinaria. Il ragazzo ha risposto che lo era, e su richiesta del regista ha piegato un altro kusudama. Un ragazzo precedentemente sconosciuto di un orfanotrofio è diventato un eroe, al centro dell'attenzione di tutti coloro che erano nel sanatorio. Questo incidente sarà ricordato per tutta la vita, darà al bambino fiducia nelle sue capacità, aumenterà l'autostima e migliorerà lo stato emotivo del piccolo paziente. Ci sono altri esempi di riabilitazione sociale per bambini coinvolti in origami. Uno studente del 4 ° grado di una delle scuole di Kiev, grazie alla sua passione per l'origami, non solo ha superato la timidezza causata dalla malattia (disturbi del linguaggio), ma è diventato anche il leader di un gruppo di bambini a cui ha insegnato quest'arte. Nella mia pratica, ci sono stati casi in cui ragazzi "in ritardo" nelle materie di base, bambini con problemi di vista, ansiosi, poco comunicativi, insicuri, hanno avuto successo con gli origami e questo li ha aiutati ad affrontare i loro problemi.

Imparare origami e lezioni con bambini nei centri di riabilitazione non richiede molto tempo o attrezzature speciali. Nella maggior parte dei casi, sono necessari solo quadrati di carta o carta A4 e conoscenze di base per lavorare con questa tecnica. Il corso di origami per principianti include lo studio di forme di base, tecniche di piegatura di base, simboli internazionali per lavorare con schemi, introduce semplici modelli classici, origami modulari e tecniche di ondulazione. Sono allo studio anche metodi di gioco per lavorare con i bambini. Negli origami, ci sono un numero enorme di modelli di diversi livelli di difficoltà. La loro scelta dipende dall'età e dallo stato di salute del bambino..

Lo sviluppo dell'origami nel nostro Paese, la sua introduzione nella pratica pedagogica e arteterapia di ospedali, convitti, orfanotrofi, il lavoro dei servizi sociali per bambini e giovani, il lavoro con gli anziani è una delle aree prioritarie del Kiev Origami Club, creato nel 2000. sostenuto dall'Ambasciata del Giappone, il Kiev Origami Club organizza mensilmente lezioni aperte per tutti coloro che desiderano unirsi a quest'arte (insegnanti, medici, studenti, bambini e i loro genitori). Ogni anno vengono organizzate mostre internazionali, seminari, corsi di perfezionamento e consultazioni. L'obiettivo è diffondere l'origami nel nostro paese, utilizzare il suo enorme potenziale in aree socialmente importanti come la pedagogia e l'arte terapia.

Attualmente, l'arte terapia sta guadagnando popolarità. Creando e creando, una persona nei materiali utilizzati per la creatività esprime le sue paure, paure, problemi. Qui non è necessario scegliere le parole e pensare con un occhio a uno specialista: "E se non mi capiscono o non mi giudicano?". I metodi di arteterapia appartengono a tecniche proiettive e rappresentano la rimozione di ciò che ci preoccupa di più nel mondo esterno. Nel processo del lavoro terapeutico, c'è uno studio morbido e la correzione degli eventi disturbanti.

Di grande interesse sono i tentativi di alcuni arteterapeuti di espandere i confini della loro ricerca attraverso l'uso di dati neuropsicologici, idee di medicina psicosomatica, dati sulla psicologia della percezione delle immagini visive e fisiologia delle emozioni, alcune disposizioni della teoria dell'attaccamento, nonché i risultati dello studio dell'effetto placebo. Indubbiamente, anche nell'era della medicina avanzata, non si può affrontare il problema solo con il trattamento tradizionale: prescrivere procedure e pozioni per il corpo e antidepressivi per l'anima. È necessario affrontare integralmente la soluzione dei problemi, perché il corpo è inseparabile dall'anima e l'anima è dal corpo. L'arteterapia è, prima di tutto, una medicina integrale, senza limiti di età ed effetti collaterali. Secondo me, la terapia della creatività è una direzione molto progressiva. Utilizzando la conoscenza delle scienze correlate come aggiunta applicata alla tela della creatività, l'arte terapia prenderà gradualmente il suo giusto posto tra gli altri metodi terapeutici..

Bibliografia

1. Art Tarapia - New Horizons / Ed. A.I. Kopytina. - M.: Kogito-Center, 2006. - 336 s.

2. Gulinkina O. Geometria della vita. Influenza della forma dell'imballaggio su una persona e sullo spazio. Packagin, No.1 (15), febbraio 2008, pagg. 56-62..

3. Osadchuk L.O. Origami Lifestyle: Origami in Pedagogia e Arteterapia. Spazio di arteterapia: subito con te, Vip.2 Associazione di arteterapia, Kiev, 2006, p.54-60.

4. Kabachinskaya E.L. Insegnare l'origami ai ciechi e agli ipovedenti // Origami e pedagogia: materiali della 1a conferenza tutta russa di insegnanti di origami 23-24 aprile 1996, San Pietroburgo, San Pietroburgo, 1996, p. 36.