Astenia: sintomi, trattamento

La sindrome astenica, o astenia (tradotto dal greco significa "mancanza di forza", "impotenza") è un complesso di sintomi, che indica che le riserve del corpo sono esaurite e funziona con la sua ultima forza. Questa è una patologia molto comune: secondo diversi autori, il tasso di incidenza varia dal 3 al 45% nella popolazione. Perché si verifica l'astenia, quali sono i sintomi, i principi di diagnosi e trattamento di questa condizione e saranno discussi nel nostro articolo.

Cos'è l'astenia

L'astenia è un disturbo psicopatologico che si sviluppa sullo sfondo di malattie e condizioni che in un modo o nell'altro impoveriscono il corpo. Alcuni scienziati ritengono che la sindrome astenica sia un presagio di altre malattie molto gravi del sistema nervoso e della sfera mentale..

Per qualche ragione, molte persone comuni pensano che l'astenia e la stanchezza ordinaria siano la stessa condizione, chiamata in modo diverso. Si sbagliano. La stanchezza naturale è una condizione fisiologica che si sviluppa a seguito dell'esposizione al corpo di un sovraccarico fisico o mentale, è di breve durata, scompare completamente dopo un buon riposo. L'astenia è stanchezza patologica. Allo stesso tempo, il corpo non subisce sovraccarichi acuti, ma sperimenta carichi cronici dovuti a una patologia o all'altra.

L'astenia non si sviluppa dall'oggi al domani. Questo termine si applica alle persone che hanno sintomi di sindrome astenica da molto tempo. I sintomi aumentano gradualmente, la qualità della vita del paziente diminuisce notevolmente nel tempo. Un buon riposo da solo non è sufficiente per eliminare i sintomi dell'astenia: è necessario un trattamento complesso da parte di un neurologo.

Cause di astenia

L'astenia si sviluppa quando, sotto l'influenza di una serie di fattori, i meccanismi di formazione di energia nel corpo sono esauriti. Sovraccarico, esaurimento delle strutture responsabili di una maggiore attività nervosa, in combinazione con una carenza di vitamine, oligoelementi e altri importanti nutrienti negli alimenti e disturbi del sistema metabolico costituiscono la base della sindrome astenica.

Elenchiamo le malattie e le condizioni contro le quali si sviluppa solitamente l'astenia:

  • malattie infettive (influenza e altre infezioni virali respiratorie acute, tubercolosi, epatite, malattie di origine alimentare, brucellosi);
  • malattie dell'apparato digerente (ulcera peptica, dispepsia grave, gastrite acuta e cronica, pancreatite, enterite, colite e altri);
  • malattie del cuore e dei vasi sanguigni (ipertensione essenziale, aterosclerosi, aritmie, cardiopatia ischemica, in particolare infarto del miocardio);
  • malattie del sistema respiratorio (broncopneumopatia cronica ostruttiva, polmonite, asma bronchiale);
  • malattia renale (pielo e glomerulonefrite cronica);
  • malattie del sistema endocrino (diabete mellito, ipo e ipertiroidismo);
  • malattie del sangue (soprattutto anemia);
  • processi neoplastici (tutti i tipi di tumori, soprattutto maligni);
  • patologie del sistema nervoso (distonia neurocircolatoria, encefalite, sclerosi multipla e altre);
  • malattia mentale (depressione, schizofrenia);
  • trauma, soprattutto craniocerebrale;
  • periodo postpartum;
  • periodo postoperatorio;
  • gravidanza, in particolare gravidanze multiple;
  • periodo di allattamento;
  • stress psico-emotivo;
  • assumere determinati farmaci (principalmente psicotropi), droghe;
  • nei bambini - un ambiente familiare sfavorevole, difficoltà di comunicazione con i coetanei, richieste eccessive di insegnanti e genitori.

Vale la pena notare che il lavoro monotono prolungato, in particolare con l'illuminazione artificiale in uno spazio ristretto (ad esempio, i sottomarini), i frequenti turni notturni, il lavoro che richiede l'elaborazione di una grande quantità di nuove informazioni in breve tempo, può svolgere un ruolo nello sviluppo della sindrome astenica. A volte si verifica anche quando una persona si trasferisce in un nuovo lavoro..

Il meccanismo di sviluppo, o patogenesi, astenia

L'astenia è la reazione del corpo umano a condizioni che minacciano l'esaurimento delle sue risorse energetiche. Con questa malattia, prima di tutto, cambia l'attività della formazione reticolare: la struttura situata nella regione del tronco cerebrale, che è responsabile della motivazione, della percezione, del livello di attenzione, che fornisce sonno e veglia, regolazione autonomica, lavoro muscolare e l'attività del corpo nel suo insieme..

Ci sono anche cambiamenti nel lavoro del sistema ipotalamo-ipofisi-surrene, che svolge un ruolo di primo piano nell'attuazione dello stress..

Numerosi studi hanno dimostrato che anche i meccanismi immunologici giocano un ruolo nel meccanismo di sviluppo dell'astenia: nelle persone affette da questa patologia sono stati identificati alcuni disturbi immunologici. Tuttavia, i virus finora noti non hanno un ruolo diretto nello sviluppo di questa sindrome..

Classificazione della sindrome astenica

A seconda della causa dell'astenia, la malattia si divide in funzionale e organica. Entrambe queste forme si verificano con approssimativamente la stessa frequenza - 55 e 45%, rispettivamente.

L'astenia funzionale è una condizione temporanea e reversibile. È una conseguenza di stress psicoemotivo o post-traumatico, malattie infettive acute o aumento dello sforzo fisico. Questo è un tipo di reazione del corpo ai fattori di cui sopra, quindi il secondo nome per l'astenia funzionale è reattivo.

L'astenia organica è associata ad alcune malattie croniche che si verificano in un particolare paziente. Le malattie che possono provocare astenia sono elencate sopra nella sezione "cause".

Secondo un'altra classificazione, secondo il fattore eziologico, l'astenia è:

  • somatogeno;
  • post-infettivo;
  • dopo il parto;
  • post traumatico.

A seconda di quanto tempo esiste la sindrome astenica, si divide in acuta e cronica. L'astenia acuta si verifica dopo una recente malattia infettiva acuta o uno stress grave e, di fatto, è funzionale. Il cronico si basa su una sorta di patologia organica cronica e procede a lungo. Separatamente, si distingue la nevrastenia: astenia derivante dall'esaurimento delle strutture responsabili di una maggiore attività nervosa.

A seconda delle manifestazioni cliniche, esistono 3 forme di sindrome astenica, che sono anche tre fasi consecutive:

  • iperstenico (lo stadio iniziale della malattia; i suoi sintomi sono impazienza, irritabilità, emotività irregolare, una maggiore reazione a stimoli luminosi, sonori e tattili);
  • una forma di irritabilità e debolezza (c'è una maggiore eccitabilità, tuttavia, il paziente si sente debole, esausto; l'umore della persona cambia bruscamente da buono a cattivo e viceversa, l'attività fisica varia anche da aumentata a completa riluttanza a fare qualsiasi cosa);
  • ipostenico (questa è l'ultima forma più grave di astenia, caratterizzata da prestazioni ridotte al minimo, debolezza, affaticamento, sonnolenza costante, completa riluttanza a fare qualcosa e assenza di emozioni; non c'è nemmeno interesse per l'ambiente).

Sintomi di astenia

I pazienti che soffrono di questa patologia presentano un'ampia varietà di disturbi. Prima di tutto, sono preoccupati per la debolezza, si sentono costantemente stanchi, non c'è motivazione per alcuna attività, la memoria e l'intelligenza sono compromesse. Non possono concentrare la loro attenzione su qualcosa di specifico, sono distratti, sono costantemente distratti, piangono. Per molto tempo non riescono a ricordare un cognome familiare, una parola, la data desiderata. Leggere meccanicamente, non capire e non ricordare il materiale letto.

Inoltre, i pazienti sono preoccupati per i sintomi del sistema autonomo: aumento della sudorazione, iperidrosi dei palmi (sono costantemente bagnati e freschi al tatto), sensazione di mancanza d'aria, mancanza di respiro, labilità del polso, picchi di pressione sanguigna.

Alcuni pazienti notano anche vari disturbi del dolore: dolore al cuore, alla schiena, all'addome, ai muscoli.

Sul lato emotivo, vale la pena notare la sensazione di ansia, tensione interna, frequenti sbalzi d'umore, paure.

Molti pazienti sono preoccupati per diminuzione dell'appetito fino alla sua completa assenza, perdita di peso, diminuzione del desiderio sessuale, irregolarità mestruali, sintomi gravi della sindrome premestruale, maggiore sensibilità alla luce, al suono, al tatto.

I disturbi del sonno includono forti addormentamenti, frequenti risvegli notturni e incubi. Dopo il sonno, il paziente non si sente riposato, ma, al contrario, si sente di nuovo stanco e debole. Di conseguenza, il benessere di una persona peggiora, il che significa che la capacità lavorativa diminuisce..

Una persona diventa eccitabile, irritabile, impaziente, emotivamente instabile (il suo umore si deteriora bruscamente al minimo fallimento o in caso di difficoltà nell'eseguire un'azione), la comunicazione con le persone lo stanca e i compiti che gli vengono assegnati sembrano essere impossibili.

In molte persone con astenia, sono determinati un aumento della temperatura ai valori subfebrilari, mal di gola, aumento di alcuni gruppi di linfonodi periferici, in particolare cervicale, occipitale, ascellare, dolore alla palpazione, dolore ai muscoli e alle articolazioni. Cioè, c'è un processo infettivo e una mancanza di funzioni immunitarie.

Le condizioni del paziente peggiorano in modo significativo la sera, il che si manifesta con un aumento della gravità di tutti o alcuni dei sintomi di cui sopra.

Oltre a tutti questi sintomi legati direttamente all'astenia, una persona è preoccupata per le manifestazioni cliniche della malattia sottostante, quella contro la quale si è sviluppata la sindrome astenica.

A seconda della causa che ha causato l'astenia, il suo decorso ha alcune caratteristiche..

  • La sindrome astenica che accompagna la nevrosi si manifesta con la tensione nei muscoli striati e un aumento del tono muscolare. I pazienti lamentano una stanchezza costante: sia durante il movimento che a riposo.
  • In caso di insufficienza circolatoria cronica nel cervello, l'attività motoria del paziente, al contrario, diminuisce. Il tono muscolare è ridotto, la persona è letargica, non ha voglia di muoversi. Il paziente sta vivendo la cosiddetta "incontinenza emotiva" - apparentemente piange senza motivo. Inoltre, c'è difficoltà e rallentamento del pensiero..
  • Con i tumori cerebrali e le intossicazioni, il paziente avverte debolezza, impotenza, riluttanza a muoversi e fare qualsiasi cosa, anche amata in precedenza. Il suo tono muscolare è ridotto. Possono svilupparsi sintomi simili alla miastenia grave. Sono tipici debolezza mentale, irritabilità, stati d'animo ipocondriaci e ansiosi-paurosi, nonché disturbi del sonno. Queste violazioni sono generalmente persistenti.
  • L'astenia, che si è manifestata dopo un infortunio, può essere sia funzionale - cerebrostenia traumatica, sia di natura organica - encefalopatia traumatica. I sintomi di encefalopatia, di regola, sono pronunciati: il paziente sperimenta una debolezza costante, nota disturbi della memoria; la sua cerchia di interessi sta gradualmente diminuendo, c'è una labilità di emozioni - una persona può essere irritabile, "esplodere" per inezie, ma improvvisamente diventa letargica, indifferente a ciò che sta accadendo. Le nuove abilità sono difficili da imparare. Vengono determinati i segni di disfunzione del sistema nervoso autonomo. I sintomi della cerebrostenia non sono così pronunciati, ma possono durare a lungo, per mesi. Se una persona conduce uno stile di vita corretto e parsimonioso, mangia razionalmente, si protegge dallo stress, i sintomi della cerebrostenia diventano quasi invisibili, tuttavia, sullo sfondo del sovraccarico fisico o psico-emotivo, durante ARVI o altre malattie acute, la cerebrostenia è esacerbata.
  • L'astenia e l'astenia postinfluenzali dopo altre infezioni virali respiratorie acute sono inizialmente di natura iperstenica. Il paziente è nervoso, irritabile e sperimenta una costante sensazione di disagio interno. In caso di infezioni gravi, si sviluppa una forma ipostenica di astenia: l'attività del paziente è ridotta, si sente sempre assonnato, irritato per sciocchezze. Forza muscolare, desiderio sessuale, diminuzione della motivazione. Questi sintomi persistono per più di 1 mese e diventano meno pronunciati nel tempo e viene in primo piano una diminuzione della capacità lavorativa, la riluttanza a svolgere un lavoro fisico e mentale. Nel tempo, il processo patologico acquisisce un decorso prolungato, in cui compaiono sintomi di disturbo vestibolare, disturbi della memoria, incapacità di concentrarsi e percepire nuove informazioni.

Diagnosi di astenia

Spesso i pazienti credono che i sintomi che stanno vivendo non siano spaventosi e tutto funzionerà da solo, non appena dormirai a sufficienza. Ma dopo il sonno, i sintomi non scompaiono e nel tempo peggiorano e possono provocare lo sviluppo di malattie neurologiche e psichiatriche molto gravi. Per evitare che ciò accada, non sottovalutare l'astenia, ma se si verificano i sintomi di questa malattia, dovresti consultare un medico che farà una diagnosi accurata e ti dirà quali misure adottare per eliminarla.

La diagnosi della sindrome astenica si basa principalmente su reclami e dati dall'anamnesi della malattia e della vita. Il medico ti chiederà quanto tempo fa sono comparsi certi sintomi; se sei impegnato in un lavoro fisico o mentale pesante, hai recentemente sperimentato un sovraccarico ad esso associato; se associ l'insorgenza dei sintomi allo stress psico-emotivo; non soffre di malattie croniche (che - vedi sopra, nella sezione "cause").

Quindi il medico condurrà un esame obiettivo del paziente per rilevare cambiamenti nella struttura o nelle funzioni dei suoi organi..

Sulla base dei dati ricevuti, al fine di confermare o negare una particolare malattia, il medico prescriverà al paziente una serie di studi di laboratorio e strumentali:

  • analisi del sangue generale;
  • analisi generale delle urine;
  • analisi del sangue biochimica (glucosio, colesterolo, elettroliti, reni, test di funzionalità epatica e altri indicatori richiesti dal medico);
  • analisi del sangue per gli ormoni;
  • Diagnostica PCR;
  • coprogramma;
  • ECG (elettrocardiografia);
  • Ecografia del cuore (ecocardiografia);
  • Ecografia della cavità addominale, spazio retroperitoneale e piccola pelvi;
  • fibrogastroduodenoscopia (FGDS);
  • radiografia del torace;
  • Ultrasuoni dei vasi cerebrali;
  • imaging a risonanza magnetica o computerizzata;
  • consultazioni di specialisti correlati (gastroenterologo, cardiologo, pneumologo, nefrologo, endocrinologo, neuropatologo, psichiatra e altri).

Trattamento dell'astenia

La direzione principale del trattamento è la terapia della malattia sottostante, quella contro la quale è insorta la sindrome astenica.

Stile di vita

Anche la modifica dello stile di vita è importante:

  • modalità di lavoro e riposo ottimale;
  • sonno notturno della durata di 7-8 ore;
  • evitare i turni notturni al lavoro;
  • atmosfera tranquilla al lavoro ea casa;
  • minimizzare lo stress;
  • attività fisica quotidiana.

Spesso il paziente beneficia di un cambiamento di scenario sotto forma di un viaggio turistico o di riposo in un sanatorio..

La dieta delle persone che soffrono di astenia dovrebbe essere ricca di proteine ​​(carne magra, legumi, uova), vitamine del gruppo B (uova, verdure verdi), C (acetosa, agrumi), aminoacido triptofano (pane integrale, banane, formaggio a pasta dura) e altri nutrienti. L'alcol dovrebbe essere eliminato dalla dieta.

Farmacoterapia

I farmaci per l'astenia possono includere farmaci dei seguenti gruppi:

  • adattogeni (estratto di Eleuterococco, ginseng, citronella, Rhodiola rosea);
  • nootropici (aminalon, pantogam, ginkgo biloba, nootropil, cavinton);
  • sedativi (novo-passit, sedasen e altri);
  • farmaci procolinergici (enerion);
  • antidepressivi (azafen, imipramina, clomipramina, fluoxetina);
  • tranquillanti (fenibut, clonazepam, atarax e altri);
  • antipsicotici (eglonil, teralen);
  • Vitamine del gruppo B (neurobion, milgamma, magne-B6);
  • complessi contenenti vitamine e minerali (multitabs, duovit, berokka).

Come è risultato chiaro dall'elenco sopra, ci sono molti farmaci che possono essere usati per trattare l'astenia. Tuttavia, ciò non significa che l'intero elenco verrà assegnato a un paziente. Il trattamento dell'astenia è prevalentemente sintomatico, cioè i farmaci prescritti dipendono dalla predominanza di alcuni sintomi in un particolare paziente. La terapia inizia con l'uso delle dosi più basse possibili, che, con normale tolleranza, possono essere successivamente aumentate..

Trattamenti non farmacologici

Insieme alla farmacoterapia, una persona che soffre di astenia può ricevere i seguenti tipi di trattamento:

  1. L'uso di infusi e decotti di erbe lenitive (radice di valeriana, motherwort).
  2. Psicoterapia. Può essere eseguito in tre direzioni:
    • impatto sulle condizioni generali del paziente e sull'individuo, diagnosticato in lui, sindromi nevrotiche (auto-allenamento di gruppo o individuale, autoipnosi, suggestione, ipnosi); le tecniche consentono di aumentare la motivazione per il recupero, ridurre l'ansia e aumentare l'umore emotivo;
    • terapia che influenza i meccanismi di patogenesi dell'astenia (tecniche riflesse condizionate, programmazione neuro-linguistica, terapia cognitivo-comportamentale);
    • tecniche che influenzano il fattore causale: terapia della gestalt, terapia psicodinamica, psicoterapia familiare; lo scopo dell'utilizzo di questi metodi è la consapevolezza del paziente della connessione tra l'insorgenza della sindrome da astenia ed eventuali problemi di personalità; durante le sedute vengono rivelati conflitti o tratti inerenti alla personalità dei bambini in età adulta, che contribuiscono allo sviluppo della sindrome astenica.
  3. Fisioterapia:
    • Terapia fisica;
    • massaggio;
    • idroterapia (doccia di Charcot, doccia di contrasto, nuoto e altri);
    • agopuntura;
    • fototerapia;
    • stare in una capsula speciale sotto l'influenza di influenze di calore, luce, aromatiche e musicali.

A fine articolo vorrei ribadire che l'astenia non può essere ignorata, non si può fare affidamento su "passerà da sola, dormi a sufficienza". Questa patologia può svilupparsi in altre malattie neuropsichiatriche molto più gravi. Con una diagnosi tempestiva, è abbastanza semplice affrontarlo nella maggior parte dei casi. Anche l'automedicazione è inaccettabile: i farmaci prescritti in modo analfabeta possono non solo non dare l'effetto desiderato, ma anche danneggiare la salute del paziente. Pertanto, se ti trovi con sintomi simili a quelli sopra descritti, chiedi aiuto a uno specialista, in questo modo porterai in modo significativo il giorno della tua guarigione..

Revisione di trattamenti efficaci per l'astenia

Tutti i contenuti iLive vengono esaminati da esperti medici per garantire che siano il più accurati e concreti possibile.

Abbiamo linee guida rigorose per la selezione delle fonti di informazione e ci colleghiamo solo a siti Web affidabili, istituti di ricerca accademica e, ove possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi.

Se ritieni che uno dei nostri contenuti sia inaccurato, obsoleto o altrimenti discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Molti pazienti che affrontano una debolezza irragionevole e una stanchezza costante si chiedono quale medico contattare per l'astenia?

L'astenia viene trattata a seconda della malattia a cui è associata. Se la malattia è comparsa a seguito di sovraccarico emotivo o fisico, stress, nevrosi, si rivolgono a psicologi, psichiatri, neuropsichiatri o psicoterapeuti.

I bambini sono curati da un pediatra che, se necessario, può dare un rinvio ad un altro specialista. Se la patologia è di natura post-infettiva o traumatica, durante il processo di trattamento vengono consultati terapisti, chirurghi e neurologi.

Rimedi per l'astenia

Oggi sono molti i farmaci usati per curare le patologie vegetative. Vari approcci consentono di eliminare rapidamente ed efficacemente la malattia. Poiché il disturbo è associato al dispendio di forze vitali e mentali, il paziente ha bisogno di un buon riposo, un cambiamento nell'ambiente e nel tipo di attività. Ciò consentirà al corpo di riposare e immagazzinare energia. Ma a volte queste raccomandazioni, per un motivo o per l'altro, sono impraticabili. Pertanto, ricorrono alla terapia farmacologica..

  • I farmaci nootropici o neurometabolici sono farmaci sicuri e convenienti per il trattamento di disturbi psicopatologici. Tuttavia, la loro efficacia clinica rimane non dimostrata, poiché non tutti i sintomi di malessere possono essere controllati. Per questo motivo, questa categoria di farmaci viene utilizzata con intensità variabile nei diversi paesi. Sono ampiamente utilizzati in Ucraina, ma raramente in America e in Europa occidentale..
  • Antidepressivi - Gli inibitori della ricaptazione della serotonina sono usati per trattare sintomi astenici e segni di depressione.
  • Antipsicotici o antipsicotici atipici - efficaci per condizioni vitali e asteniche.
  • Psicostimolanti: questa categoria di farmaci è prescritta da uno psichiatra con adeguate indicazioni per l'uso. Questi includono agenti pro-colinergici..
  • Bloccanti del recettore NMDA: aiutano con il deterioramento cognitivo dovuto all'aterosclerosi cerebrale e altre patologie che causano il deterioramento delle funzioni cognitive.
  • Gli adattogeni sono prodotti a base vegetale. Molto spesso, ai pazienti viene prescritto ginseng, citronella cinese, pantocrina, Rhodiola rosea ed Eleuterococco.
  • Vitamine del gruppo B: questo metodo di terapia è popolare negli Stati Uniti, ma è limitato nell'uso a causa dell'elevato rischio di reazioni allergiche. Pertanto, viene utilizzata una terapia vitaminica ottimale, che include vitamine del gruppo B, C e PP.

Tutti i prodotti di cui sopra richiedono adeguate indicazioni per l'uso. Inoltre, nella pratica medica generale, il loro utilizzo è limitato.

Stimolo per l'astenia

Stimol è una soluzione orale con un ingrediente attivo - citrullina malato. Il principio attivo attiva la generazione di energia a livello cellulare. Il meccanismo d'azione si basa su un aumento del livello di ATP, una diminuzione del livello di lattato nel plasma e nei tessuti sanguigni e sulla prevenzione dell'acidosi metabolica. Stimola l'escrezione dei prodotti metabolici dal corpo, elimina la labilità emotiva e una sensazione di stanchezza, aumenta l'efficienza.

  • È usato per trattare l'astenia di varia origine, compresa quella senile, sessuale, post-infettiva, fisica. Aiuta con debolezza, sonnolenza, labilità emotiva, aumento della fatica. Può essere utilizzato da pazienti con distonia vegetativo-vascolare di tipo ipotonico e con sintomi da astinenza.
  • Viene assunto per via orale, ben assorbito nell'intestino. La concentrazione plasmatica massima si verifica 45 minuti dopo la somministrazione. Viene escreto entro 5-6 ore. Prima dell'uso, la polvere deve essere sciolta in ½ bicchiere d'acqua. Il dosaggio e la durata del trattamento sono determinati dal medico curante. Ma, di regola, ai pazienti adulti e adolescenti viene prescritta 1 bustina (10 ml) 3 volte al giorno. Per i pazienti sotto i 15 anni, 10 ml 2 volte al giorno.
  • Tra gli effetti collaterali, è possibile solo il disagio allo stomaco. Si sconsiglia l'uso in caso di intolleranza al principio attivo e ad altri componenti. Non indicato per pazienti con ulcere peptiche dello stomaco e del duodeno, donne in gravidanza e pazienti di età inferiore a 6 anni.

Phenibut per l'astenia

Phenibut è un agente nootropico, acido gamma-ammino-beta-fenilbutirrico cloridrato. Ha un effetto tranquillizzante, psicostimolante e antiossidante, facilita la trasmissione degli impulsi nervosi al sistema nervoso centrale. Migliora la circolazione cerebrale, riduce i sentimenti di ansia, paura, ansia. Aiuta a normalizzare il sonno e ha effetti anticonvulsivanti.

  • Dopo somministrazione orale, viene rapidamente assorbito, penetra in tutti i tessuti del corpo. È distribuito uniformemente nei reni e nel fegato, metabolizzato nel fegato dell'80-90%. Non si accumula, i metaboliti sono farmacologicamente inattivi. Viene escreto dai reni 3-4 ore dopo l'ingestione, ma un'alta concentrazione nei tessuti cerebrali dura 6 ore. Il 5% della sostanza viene escreto immodificato dai reni e parte con la bile.
  • È prescritto per il trattamento di stati ansiosi-nevrotici, astenia, ansia, paura, stati ossessivi, psicopatia. Aiuta nel trattamento dell'enuresi notturna e della balbuzie nei bambini e dell'insonnia nei pazienti anziani. Il medicinale è efficace per le disfunzioni dell'analizzatore vestibolare, nonché per la cinetosi. Può essere usato come terapia complessa per l'alcolismo.
  • Le compresse vanno assunte per via orale, indipendentemente dal pasto. Il dosaggio e la durata del trattamento dipendono dalle indicazioni, dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente e dalla sua età. Un singolo dosaggio per gli adulti è 20-750 mg e per i bambini 20-250 mg.
  • È controindicato l'uso in caso di ipersensibilità ai principi attivi. Con estrema cautela, nominare pazienti con insufficienza epatica, lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale. L'uso a lungo termine richiede il monitoraggio degli indicatori della funzionalità epatica e del sangue periferico. Durante la gravidanza e l'allattamento, viene utilizzato con appropriate indicazioni mediche.
  • Gli effetti collaterali causano maggiore irritabilità, ansia, mal di testa e vertigini, sonnolenza. Sono possibili attacchi di nausea e reazioni allergiche sulla pelle. Se usato contemporaneamente a farmaci ipnotici, analgesici, antipsicotici e antiepilettici, ne potenzia l'effetto.

Grandaxin per l'astenia

Grandaxin è un tranquillante con il principio attivo tofisopam. Il farmaco appartiene al gruppo dei derivati ​​delle benzodiazepine. Ha un effetto ansiolitico, ma non è accompagnato da un effetto sedativo e anticonvulsivante. Il regolatore psicovegetativo elimina i disturbi vegetativi, ha una moderata attività stimolante.

  • Dopo somministrazione orale, viene rapidamente e quasi completamente assorbito dal tratto gastrointestinale. La concentrazione massima nel plasma sanguigno viene mantenuta per due ore dopo la somministrazione e diminuisce in modo monoesponenziale. Il principio attivo non si accumula nel corpo, i metaboliti non hanno attività farmacologica. Escreto dai reni per il 60-80% con l'urina e per circa il 30% con le feci.
  • È usato per trattare nevrosi, apatia, depressione, compulsioni ossessive, disturbi da stress post-traumatico, sindrome climaterica, miopatia, sindrome da tensione premestruale e astinenza da alcol.
  • Il dosaggio è individuale per ogni paziente e dipende dalla forma clinica della malattia vegetativa. Agli adulti vengono prescritti 50-100 mg 1-3 volte al giorno, la dose massima giornaliera non deve superare i 300 mg. Per i pazienti con insufficienza renale, la dose è dimezzata.
  • Il sovradosaggio provoca la soppressione della funzione del sistema nervoso centrale, compaiono vomito, coma, convulsioni epilettiche, confusione e depressione respiratoria. Il trattamento è sintomatico. Gli effetti collaterali provocano insonnia, convulsioni, mal di testa, problemi gastrointestinali, varie reazioni allergiche, dolori muscolari e articolari.
  • È controindicato l'uso in caso di insufficienza respiratoria e arresto respiratorio durante il sonno, con agitazione psicomotoria pronunciata e con depressione profonda. Non usare nel primo trimestre di gravidanza e allattamento, con intolleranza al galattosio, ipersensibilità alle benzodiazepine. Utilizzare con estrema cautela in lesioni cerebrali organiche, glaucoma, epilessia.

Teraligen per l'astenia

Teraligen è un antipsicotico, agente neurolettico. Ha un moderato effetto antispasmodico e antistaminico. Il principio attivo è l'alimemazina, che ha un effetto antipsicotico. A causa del blocco dei recettori adrenergici, si verifica un effetto sedativo.

  • Dopo la somministrazione orale, il principio attivo viene rapidamente e completamente assorbito nel tratto digestivo. La concentrazione massima nel plasma sanguigno viene mantenuta per 1-2 ore. Legame proteico al livello del 30%. Viene escreto dai reni come metabolita, l'emivita è di 3-4 ore, circa il 70% viene escreto entro 48 ore.
  • Viene utilizzato per il trattamento di nevrosi, astenia, aumento dell'ansia, apatia, psicopatia, disturbi fobici, senestopatici e ipocondriaci. Aiuta con i disturbi del sonno, può essere utilizzato come terapia sintomatica per le reazioni allergiche.
  • Le compresse vanno assunte intere senza masticare, bevendo molta acqua. Per il trattamento di condizioni psicotiche, agli adulti vengono prescritti 50-100 mg, ai bambini 15 mg 2-4 volte al giorno. Massima dose giornaliera per adulti 400 mg, per bambini 60 mg.
  • Gli effetti collaterali provengono dal sistema nervoso, causando una maggiore sonnolenza e confusione. Inoltre, sono possibili ridotta acuità visiva, tinnito, secchezza delle fauci, costipazione, disturbi del ritmo cardiaco, ritenzione vescicale e reazioni allergiche..
  • Controindicato per pazienti con sensibilità individuale al principio attivo e ingredienti aggiuntivi. Non nominare pazienti con sindrome da malassorbimento di glucosio-galattosio e deficit di lattasi. È vietato l'uso in pazienti che assumono inibitori delle monoaminossidasi. Con estrema cautela, viene prescritto a pazienti con alcolismo cronico, epilessia, ittero, ipotensione arteriosa e in caso di soppressione del midollo osseo. Non utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento.

Citoflavina per l'astenia

La citoflavina è un farmaco che influenza i processi del metabolismo dei tessuti. Si riferisce ad agenti metabolici con proprietà citoprotettive. Attiva la formazione di energia e respirazione nelle cellule, ripristina le difese antiossidanti del corpo, stimola la sintesi proteica nelle cellule e partecipa al rapido utilizzo degli acidi grassi. Questi effetti ripristinano le proprietà intellettuali e mnestiche del cervello, migliorano il flusso sanguigno coronarico e cerebrale.

  • Il farmaco viene rilasciato sotto forma di compresse e soluzione per infusione. Il medicinale contiene diversi principi attivi: acido succinico, nicotinamide, riboflavina mononucleotide e inosina. Dopo l'applicazione, si distribuisce rapidamente in tutti i tessuti, penetra nella placenta e nel latte materno. Metabolizzato nel miocardio, fegato e reni.
  • È prescritto come parte di una terapia complessa per l'eliminazione di disturbi acuti della circolazione cerebrale, ischemia cronica del tessuto cerebrale, encefalopatia vascolare, aumento della fatica e malattie asteniche.
  • La soluzione viene utilizzata solo per gocciolamento endovenoso, diluendo con una soluzione di cloruro di sodio allo 0,9% o una soluzione di glucosio. Le compresse vengono assunte al mattino e alla sera, 30 minuti prima dei pasti, 2 volte al giorno, 2 pezzi. Il corso del trattamento è di 25-30 giorni.
  • Gli effetti collaterali provocano una sensazione di calore, arrossamento della pelle, mal di gola, amarezza e secchezza delle fauci. È possibile l'esacerbazione della gotta. In rari casi, c'è disagio nella regione epigastrica, dolore toracico a breve termine, nausea, mal di testa, reazioni allergiche. Controindicato per l'uso con l'allattamento al seno, abbassando la pressione parziale. Per quanto riguarda l'uso durante la gravidanza, se una donna non ha reazioni allergiche ai componenti del prodotto, può essere utilizzato.

Vitamine per l'astenia

La terapia vitaminica per la sindrome astenica viene eseguita indipendentemente dalla forma della malattia e dalle sue caratteristiche cliniche. Per scopi medicinali, vengono utilizzate vitamine del gruppo B, poiché ripristinano le risorse vitali e le riserve energetiche del corpo.

Diamo uno sguardo più da vicino a ciascuna delle vitamine di questo gruppo:

  • B1 - la tiamina sintetizza le ammine bioattive, influenza i processi metabolici, partecipa alla scomposizione del glucosio, cioè aiuta a convertire il cibo in energia. È necessario per il normale funzionamento del corpo, la sua carenza influisce sul lavoro di tutti gli organi e sistemi, e in particolare del sistema nervoso centrale. Non è sintetizzato nel corpo, quindi deve essere assunto con il cibo.
  • B6 - piridossina cloridrato, è coinvolta nel processo metabolico. Sintetizza i mediatori del sistema nervoso, necessari per la trasmissione degli impulsi nervosi e la sintesi dell'emoglobina. Questa sostanza stimola il lavoro del midollo osseo, degli anticorpi e delle cellule del sangue e influenza le condizioni della pelle. Il suo uso regolare previene lo sviluppo di parestesie e convulsioni. Sintetizzato in piccole quantità dalla microflora intestinale.
  • B12 - cianocobalamina, è coinvolta nel metabolismo di carboidrati, proteine ​​e grassi. Regola i sistemi nervoso e digerente.

Una mancanza di vitamine può essere la causa dello sviluppo di una sindrome psicopatologica. Con una carenza di nutrienti, c'è un aumento del nervosismo, disturbi del sonno, prestazioni ridotte, affaticamento, disturbi del sistema digerente e astenia. L'uso di vitamine è incluso nel complesso di trattamento e misure per ripristinare il normale funzionamento del corpo.

Rimedi popolari per l'astenia

Insieme ai metodi tradizionali di trattamento dell'astenia, vengono utilizzati anche rimedi popolari. Tale terapia si basa sull'uso di ingredienti vegetali per ripristinare il normale funzionamento di tutti gli organi e sistemi..

Rimedi efficaci e semplici per disturbi vegetativi, esaurimento nervoso e nevrosi:

  • Macinare 300 g di noci, due teste d'aglio (bollite) e 50 g di aneto. Mescolare bene tutti gli ingredienti, versare 1 litro di miele e lasciar fermentare in un luogo buio e fresco. L'agente viene assunto 1 cucchiaio 1-2 volte al giorno prima dei pasti..
  • Macinare noci e pinoli allo stato di farina, mescolare con miele (tiglio, grano saraceno) 1: 4. Prendi 1 cucchiaio 2-3 volte al giorno.
  • Mescolare un cucchiaio di semi di lino con 20 g di camomilla officinalis, versare 500 ml di acqua bollente e lasciare fermentare per 2-3 ore. Dopo che il rimedio è stato infuso in esso, aggiungi un cucchiaio di miele e prendi 100 ml 3 volte al giorno prima dei pasti.
  • Tritate datteri, mandorle e pistacchi in rapporto 1: 1: 1. Usa la miscela risultante 2 volte al giorno, 20 g.
  • I bagni caldi con oli essenziali hanno proprietà rigeneranti. Aggiungere all'acqua un paio di gocce di chiodi di garofano, olio di limone, cannella, zenzero o rosmarino. Questo ti aiuterà a rilassarti e ad addormentarti velocemente..
  • Macina 250 g di rosa canina, 20 g di fiori di iperico e calendula. Mescolare bene tutti gli ingredienti e aggiungere 500 ml di miele. Lo strumento deve essere infuso per 24 ore, prendere un cucchiaio 3-5 volte al giorno.
  • Una raccolta di erbe di motherwort, menta, origano e biancospino aiuterà a far fronte a irritabilità e attacchi di rabbia. Tutti gli ingredienti sono presi in proporzioni uguali, 250 ml di acqua bollente vengono versati e infusi. Prendi 1/3 di tazza 3-4 volte al giorno.
  • Preparare 100-150 ml di succo di carota appena spremuto e aggiungere un cucchiaio di miele. La bevanda aiuta con esaurimento e stanchezza.
  • Prendi l'erba di timo, la Rhodiola rosea e la radice di Leuzea in proporzioni uguali, mescola e versa 250 ml di acqua bollente. Insistere per 1-2 ore, filtrare, aggiungere un cucchiaio di miele e 5 g di zenzero in polvere. Prendi ¼ di tazza 3-4 volte al giorno.

Oltre a prendere i fondi di cui sopra, trascorri più tempo all'aria aperta, dormi a sufficienza, riposa e non dimenticare una dieta completamente sana..

Erbe per l'astenia

Le erbe nel trattamento delle malattie neurologiche e asteniche sono incluse nella categoria dei rimedi popolari. Il vantaggio dell'utilizzo di ingredienti a base di erbe è la naturalezza, gli effetti collaterali minimi e le controindicazioni.

Erbe efficaci per psicopatologie:

  • Aralia Manchu

Dalle radici della pianta viene preparato un ambiente alcolico che stimola il lavoro del muscolo cardiaco. Per preparare il prodotto, le radici frantumate della pianta vengono versate con il 70% di alcol in un rapporto di 1: 6 e insistono per due settimane in un luogo caldo. Il medicinale deve essere drenato e assunto 30 gocce 2-3 volte al giorno, il corso del trattamento è di un mese.

  • Eleuterococco spinoso

Stimola efficacemente il sistema nervoso centrale, migliora le prestazioni mentali e fisiche, accelera il metabolismo, aumenta l'acuità visiva. La pianta aumenta l'appetito, abbassa lo zucchero nel sangue. Aiuta nella cura delle patologie del sistema nervoso, con depressione e condizioni ipocondriache. Per preparare la tintura, prendi 200 g di radici di piante per 1 litro di vodka. La miscela viene infusa in un luogo buio e caldo per 2 settimane, agitando costantemente. Filtrare la tintura e assumere 30 gocce ogni mattina e sera..

  • Schisandra chinensis

Un agente tonico e stimolante per il sistema nervoso. Aumenta perfettamente le prestazioni fisiche e mentali, protegge il corpo dagli effetti negativi dell'ambiente esterno. Aiuta con la psicostenia, la depressione reattiva. Il medicinale viene preparato dai semi o dai frutti della pianta. Prendi 10 g di frutta secca di citronella e versa 200 ml di acqua bollente. L'infusione richiede 1 cucchiaio 1-2 volte al giorno.

  • Rhodiola rosea

I preparati di questa pianta migliorano le prestazioni, ripristinano la forza, aiutano con nevrosi e patologie nevrotiche. Il loro uso quotidiano riduce l'irritabilità, migliora l'attenzione e la memoria. La tintura è preparata dalla radice di rodiola. Versare 20 g di radice tritata con 200 ml di vodka, lasciare per 2 settimane in un luogo asciutto e caldo. Dose terapeutica 25 gocce 2-3 volte al giorno.

  • Cartamo Leuzea

Stimola il sistema nervoso centrale, aiuta con ipocondria, malattie vegetative, impotenza. Ha un effetto tonico e tonico, allevia la stanchezza e la debolezza. L'infuso viene assunto 40 gocce, diluite in 30 ml di acqua 1-2 volte al giorno.

Stimolante naturale del sistema nervoso centrale, allevia la stanchezza e la sonnolenza, migliora la funzione cardiaca, aumenta l'efficienza, allevia l'affaticamento muscolare. L'abuso di caffeina può portare all'ipertensione e persino all'infarto del miocardio. Controindicato in pazienti con difetti cardiaci, pazienti ipertesi, angina pectoris e insufficienza cardiaca.

Omeopatia per l'astenia

La terapia omeopatica prevede l'uso di piccole dosi di sostanze che, a dosi elevate, provocano sintomi patologici. Il trattamento con questo metodo si basa sull'eliminazione della malattia primaria che ha causato i segni di un disturbo nervoso. Il malessere è caratterizzato da un aumento della fatica, prestazioni ridotte, esaurimento rapido, sia fisico che mentale.

La medicina tradizionale utilizza psicostimolanti e sedativi per eliminare la malattia. L'omeopatia implica l'uso di farmaci innocui che non creano dipendenza o hanno effetti collaterali. Tali farmaci non regolano, ma non sopprimono le funzioni del cervello e del sistema nervoso centrale. Il farmaco deve essere selezionato dal medico, indicando il dosaggio e la durata della terapia. Gli agenti più comunemente usati sono: ignacia, Nux vomica, thuja, gelsemium, acteracemosis, platinum, cocculus e altri. La preparazione del ginseng Ginseng si è dimostrata efficace. Allevia la stanchezza, tonifica, tradisce forza ed energia. Aiuta con affaticamento di natura traumatica, aumento della debolezza nei pazienti anziani. Elimina il tremolio della mano e l'affaticamento muscolare.

L'omeopatia viene utilizzata in combinazione con altri metodi come l'agopuntura, l'irudoterapia e la cromoterapia. Un approccio integrato è più efficace, poiché aiuta a eliminare rapidamente i sintomi della sindrome. Ma il vantaggio principale del metodo è la capacità di condurre una vita normale..

Psicostimolanti per l'astenia

Gli psicostimolanti sono farmaci che migliorano temporaneamente le prestazioni fisiche e mentali. L'effetto positivo si ottiene grazie alla mobilitazione delle capacità di riserva del corpo, ma l'uso prolungato di pillole le esaurisce. A differenza dei farmaci che deprimono il sistema nervoso centrale, gli psicostimolanti sono privati ​​della selettività d'azione, poiché dopo la stimolazione il sistema nervoso viene soppresso.

Questo gruppo di fondi elimina rapidamente la stanchezza, la debolezza, aiuta a combattere l'irritabilità e la labilità emotiva. Possono essere considerati una sorta di doping per il sistema nervoso, che rimuove temporaneamente i sintomi astenici..

  1. Farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale:
  • Stimolare la corteccia cerebrale - Meridolo, fenamina, metilfenamina, alcaloidi xantina.
  • Stimolanti del midollo spinale - Stricnina.
  • Mog allungato stimolante - Anidride carbonica, Bemegrid, Canfora, Cordiamina.
  1. Agendo in modo riflessivo sul sistema nervoso: Lobelin, Nicotine, Veratrum.

La classificazione di cui sopra è considerata condizionale, poiché se i farmaci vengono prescritti in grandi dosi, stimolano completamente il sistema nervoso centrale. Il medicinale è prescritto dal medico curante, poiché tali farmaci richiedono una prescrizione per l'acquisto.

Psicoterapia per l'astenia

La psicoterapia nel trattamento delle condizioni asteniche si riferisce a metodi aggiuntivi, poiché l'enfasi principale è sulla terapia farmacologica. È un sistema di impatto psicologico sul corpo del paziente. Elimina i sintomi e le circostanze traumatiche che li hanno causati, cioè riduce al minimo l'impatto negativo dei fattori traumatici. Può essere utilizzato come metodo di riabilitazione e psicoprofilassi.

Per elaborare un programma di trattamento, il medico esegue una diagnostica psicologica e redige un piano. La terapia può essere di gruppo e individuale. Il successo della sua applicazione risiede nello stretto contatto del paziente con uno psicoterapeuta o psicologo. Ma per migliorare la salute, è necessario aderire al regime quotidiano, assumere vitamine e una buona alimentazione. Consultazioni regolari con uno psicologo ti permetteranno di comprendere ed eliminare le vere cause della malattia.

Trattamento dell'astenia dopo l'influenza

Il trattamento della sindrome astenica dopo l'influenza si riferisce al trattamento di malattie psicopatologiche post-infettive. Di norma, le infezioni parassitarie, batteriche, virali e fungine si manifestano entro un breve periodo di tempo dopo il recupero. I sintomi spiacevoli possono durare da 2-4 settimane. Le principali cause della malattia sono l'acidosi metabolica e l'ipossia tissutale, che derivano dall'intossicazione virale. La carenza di ossigeno interrompe il metabolismo energetico delle cellule e accumula prodotti di ossidazione, che riduce l'assorbimento di ossigeno da parte dei tessuti e aggrava l'acidosi a livello metabolico.

Per curare la maggiore debolezza e l'affaticamento irragionevole dopo l'influenza, è necessario ripristinare l'equilibrio metabolico del corpo. Stimol si è dimostrato efficace nel trattamento. Migliora il benessere in breve tempo. Inoltre, ai pazienti viene prescritta terapia vitaminica (vitamine del gruppo B, C, PP), buona alimentazione e riposo, frequenti passeggiate all'aria aperta, minimo stress ed emozioni più positive.

Trattamento dell'astenia, sindrome nevrotica astenica

Il trattamento dell'astenia non può essere considerato un processo semplice. Nonostante la sua apparente semplicità, questo disturbo del sistema nervoso dà spesso complicazioni molto gravi. Il più efficace nel trattamento dell'astenia è l'uso di programmi complessi individuali con l'uso di terapia neurometabolica, psicocorrezione e metodi di terapia riparativa del sistema nervoso da parte di uno psicoterapeuta e un neurologo. Forse, in alcuni casi, l'uso di tecniche ipnotiche lievi.

Gli specialisti di Brain Clinic hanno una vasta esperienza nel trattamento dell'astenia di varia origine, saranno in grado di ripristinare in sicurezza il funzionamento del cervello e del sistema nervoso senza alcun effetto collaterale o negativo sul corpo..

Chiama il +7495135-44-02 e fissa un appuntamento!
Il nostro trattamento per l'astenia aiuta anche nei casi più gravi quando altri trattamenti non hanno aiutato!

Consultazione iniziale ed esame 2 500Terapia riabilitativa da 5000

In pratica, ti imbatti spesso in varie interpretazioni della sindrome aseno-nevrotica. La sintomatologia combinata di astenia con nevrosi è più comune, quindi, in questi casi, dovrebbe essere notata la sindrome astenico-nevrotica; nelle prime fasi della formazione della sindrome astenica, le persone raramente vanno dal medico, quindi i medici raramente vedono l'astenia "nella sua forma pura".

Ho l'astenia?

  • Segni di astenia, questa è una malattia?
  • L'astenia può essere una variante normale?
  • Questa è una condizione temporanea e reversibile?
  • Se ci sono segni di astenia, hai bisogno dell'aiuto di un medico?
  • È possibile evitare la malattia?
  • Quali sintomi rientrano in questa categoria?

Le risposte a queste domande sono state preparate per te dai nostri medici. Cominciamo da come si manifesta questo stato.

Segni primari di astenia

  • Stanchezza, debolezza
  • Irritabilità, sentirsi insoddisfatti degli altri
  • Stato di salute abbassato
  • Vari disturbi sessuali, guasti, ecc..
  • Attenzione esaurita con specifiche eccessive
  • Piangere, aumento del sentimentalismo.
  • Disturbi del sonno (insonnia notturna, sonnolenza durante il giorno).
  • Scarsa tolleranza per suoni forti, luce intensa, odori forti.
  • Mal di testa.
  • Nervosismo.
  • Sensazione di tremore interiore.
  • Scarso appetito.
  • Preoccupazione eccessiva per motivi non essenziali.
  • Difficoltà a prendere decisioni.
  • Il pensiero si perde facilmente, è difficile concentrarsi.
  • Sintomi vegetativi: palpitazioni, sudorazione, sensazione di mancanza di respiro, tremore, sensazioni di tremore.
  • Sensazioni spiacevoli in diverse parti del corpo che possono cambiare e "migrare".

Astenia

Il decorso della sindrome aseno-nevrotica o astenia è spesso associato a possibili complicazioni che si accumulano e si formano a causa della durata di questo processo patologico. Pertanto, i medici raccomandano vivamente di non ritardare il trattamento dell'astenia o il trattamento della sindrome astenico-nevrotica..
Il sistema nervoso esaurito è facilmente suscettibile alla formazione di un'ampia varietà di patologie dello spettro mentale delle malattie.

Nonostante il fatto che la prognosi per il trattamento dell'astenia o il trattamento della sindrome astenico-nevrotica nella stragrande maggioranza dei casi abbia una prognosi favorevole, la durata della terapia può essere piuttosto lunga e dipende sia dalla profondità dei disturbi che dalla durata del suo decorso..

L'astenia può procedere sotto forma di attacchi, con pieno recupero durante i periodi di calma. Tuttavia, più spesso lo stato astenico è caratterizzato da una costante (spesso con un aumento la sera), "come sfondo" e un lungo corso.

Trattamento dell'astenia

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica dovrebbe avvenire sotto la supervisione obbligatoria di uno psicoterapeuta e di un medico di terapia riabilitativa in neurologia. Ciò è dovuto alla possibilità di sviluppare patologie complesse del sistema nervoso, che non solo devono essere previste, ma anche non autorizzate a formarsi nel tempo. Il trattamento monopolare, di regola, non è solo inefficace, ma anche molto instabile alle ricadute.

La quantità di assistenza per le condizioni asteniche dipende dalle vere cause della formazione, dai meccanismi di sviluppo, dai disturbi concomitanti del sistema nervoso e del corpo, dai fattori sociali. Quando si tratta la sindrome nevrotica astenica, tutti questi fattori dovrebbero essere presi in considerazione..

Va anche aggiunto che per accertare lo stato è necessario vedere che questi sintomi sono direttamente correlati ad un eventuale sovraccarico psicofisico e non passano o non si attenuano dopo un riposo di qualità..

Cioè, sulla base di questo elenco, si può presumere che si abbia uno stato astenico. Ma, per determinare esattamente se c'è o meno astenia, solo un medico a un appuntamento a tempo pieno può farlo.

Nel classico libro di riferimento sulla psichiatria russa sulla psichiatria, l'astenia è brevemente caratterizzata come uno stato di maggiore affaticamento con frequenti sbalzi d'umore, debolezza irritabile, esaurimento, iperestesia (aumentata suscettibilità agli stimoli comuni), pianto, disturbi del sistema nervoso autonomo e disturbi del sonno.

Terapie

  • Isolamento da stimoli esterni.
  • Psicoterapia.
  • Fisioterapia.
  • Terapia farmacologica.
  • Terapia della luce.
  • Terapia riabilitativa.
  • Terapia dietetica.
  • Fisioterapia (L.F.K.).
  • Terapia occupazionale.
  • Altri trattamenti.

A seconda della specializzazione del medico e delle sue preferenze personali per la pratica, è possibile trovare vari termini che denotano questa variante del disturbo dell'attività nervosa superiore. Nella vita, puoi incontrare un'ampia varietà di sinonimi per astenia..

Sinonimi di astenia

  • Sindrome astenica
  • Condizione astenica
  • Sindrome aseno-nevrotica
  • Nevrastenia
  • Cerebroastenia
  • Psicastenia
  • Sindrome del manager
  • Sindrome da inibizione trascendentale
  • Sindrome da debolezza irritabile

I principali sintomi dell'astenia

  • Stanchezza e debolezza
  • Corpo o arto pesante
  • Irritabilità aumentata
  • Perdita di desiderio sessuale o piacere
  • Depressione
  • Insonnia
  • Sensazione di tensione
  • Mal di testa
  • Nervosismo
  • Vertigini
  • Mancanza o diminuzione dell'appetito
  • Diminuzione della memoria
  • Sintomi vegetativi
  • Difficoltà a prendere decisioni

Ricorda che questa è solo una piccola parte delle sensazioni umane che possono essere osservate con questo disturbo del sistema nervoso. Spesso avvengono le manifestazioni più esotiche. Le persone sono spesso perse in congetture, panico o depressione, che aggrava notevolmente la condizione e complica seriamente il recupero.

Le condizioni asteniche nelle fasi iniziali sono trattate molto bene, quindi non ritardare la visita dal medico per assistenza medica.

Trattamento di isolamento per astenia

Un meccanismo universale per lo sviluppo di stati astenici e nevrotici combinati è una diminuzione della resistenza dei neuroni della corteccia cerebrale agli stimoli. Ed è stato a lungo notato che se proteggi una persona in uno stato astenico da qualsiasi stimolo, esterno e interno, positivo e negativo, allora, almeno, diventa notevolmente più facile (diminuzione dei fenomeni astenici) o l'astenia scompare completamente. Un irritante non è solo un evento spiacevole e traumatico, ma una comunicazione con persone piacevoli, che ricevono buone notizie. Anche una luce intensa, un suono forte, un odore forte, un gusto pronunciato nel cibo è un irritante che deve essere ridotto al minimo per aiutare a uscire da uno stato astenico. Tuttavia, con uno stato astenico, il medico non consiglia sempre il licenziamento dal lavoro o dallo studio, per non perdere l'attività sociale..

In precedenza si pensava che l'isolamento dagli stimoli esterni fosse un trattamento importante per l'astenia e la sindrome astenico-nevrotica. Questo è stato considerato fino a poco tempo fa, ma con l'introduzione di tecniche sostitutive ospedaliere, si consiglia di trattare le condizioni asteniche in regime ambulatoriale, senza interrompere l'ambiente sociale, il che dà un effetto più duraturo. E solo con disturbi più profondi del sistema nervoso, il medico può raccomandare un ospedale.

Trattamento psicoterapeutico dell'astenia

Psicoterapia della sindrome aseno-nevrotica. L'effetto psicoterapeutico nell'astenia di varia origine consiste nell'utilizzo di tecniche "rilassanti" (trance, training autogeno, esercizi di respirazione, terapia corporea, ipnosi), alcuni tipi di fisioterapia e terapia fisica sono molto efficaci. Se il trauma mentale ha avuto un ruolo nello sviluppo dello stato astenico, viene utilizzata la psicoterapia cognitivo-comportamentale. Le sessioni psicoterapeutiche sono condotte individualmente o in gruppo. La psicoterapia razionale inizia dai primissimi minuti di comunicazione tra il medico e il paziente, consiste nel fatto che il paziente sviluppa un'idea corretta della sua condizione, della sua origine e del suo esito.

La psicoterapia è una delle tecniche riparatrici obbligatorie per tutte le forme di condizioni asteniche..

Fisioterapia

La fisioterapia ha lo scopo di normalizzare il rapporto tra i processi di eccitazione e inibizione nel sistema nervoso centrale. "Electrosleep" è uno dei metodi fisioterapici più diffusi nel nostro paese, il principio della sua azione è che a causa del campo elettromagnetico di una certa caratteristica, i processi di inibizione nelle strutture centrali del cervello vengono potenziati. Dai tipi acquatici di fisioterapia per l'astenia, puoi portare una doccia fredda al mattino..

La fisioterapia non è un metodo obbligatorio per il trattamento della sindrome nevrotica astenica. Ci sono molte controindicazioni e limitazioni per la fisioterapia in queste condizioni. Pertanto, solo dopo aver consultato un medico è possibile includere questo metodo nel complesso di trattamento generale..

Farmaci per l'astenia

La massima importanza nel trattamento dell'astenia o della sindrome nevrotica astenica è la terapia farmacologica. L'esaurimento richiede il supporto aggiuntivo di terze parti, l'introduzione di nutrienti mancanti nel tessuto nervoso. L'elenco dei farmaci possibili per il trattamento dell'astenia è piuttosto ampio e richiede un'attenzione particolare quando vengono prescritti..

I metodi farmacologici universali includono la terapia neurometabolica (una combinazione di vitamine del gruppo B, agenti nootropici, vascolari, disidratazione e aminoacidi). Oltre a un effetto terapeutico pronunciato, la terapia neurometabolica è anche un mezzo efficace per prevenire la formazione di astenia. I corsi di terapia neurometabolica vengono utilizzati prima del sovraccarico, prima dell'imminente stress pianificato. Per le persone considerate dai medici a rischio per lo sviluppo di condizioni asteniche, i corsi di terapia neurometabolica si svolgono due volte all'anno (più spesso in primavera e in autunno). Spesso, a discrezione del medico, vengono utilizzati solo alcuni componenti del trattamento neurometabolico, ad esempio solo vitamine o farmaci nootropici.

Per il trattamento della sindrome nevrotica astenica possono essere utilizzati farmaci del gruppo di neurolettici, antidepressivi e normotimici. Sono utilizzati quando il medico vede cambiamenti biologici (disturbi nei sistemi neurotrasmettitori del cervello).

I farmaci per l'astenia, così come la fisioterapia, non sono un metodo obbligatorio per il trattamento dei disturbi astenici. Solo dopo un esame faccia a faccia, il medico prende una decisione sulla necessità di utilizzare la terapia farmacologica per le condizioni asteniche. Il farmaco è obbligatorio nel trattamento dell'astenia, ma dovrebbe essere moderatamente ragionevole.

Terapia della luce

La terapia della luce viene utilizzata nei casi in cui i sintomi dell'astenia e dei sintomi nevrotici sono causati da reazioni affettive stagionali o quando il disturbo astenico è complicato da condizioni depressive. Durante la terapia della luce, il paziente si trova in una stanza speciale illuminata da lampade appositamente selezionate. I corsi di terapia della luce possono richiedere decine di giorni.
La terapia della luce è un metodo opzionale per il trattamento della sindrome nevrotica astenica.

Trattamento dell'astenia con programmi di riabilitazione e recupero

Alcuni esperti, secondo la tradizione, attribuiscono la terapia riabilitativa e di recupero della sindrome nevrotica astenica a un tipo di psicoterapia, tuttavia, in questo metodo di trattamento della sindrome nevrotica astenica, oltre ai meccanismi psicoterapeutici, i recettori sensoriali (senso dell'olfatto, sensazioni tattili, percezione, ecc.) Iniziano a funzionare, funzionano fattori climatici, fisici, sociali e di altro tipo. Pertanto, la terapia del viaggio è spesso consigliata per la riabilitazione ed è persino scelta come metodo separato per il trattamento delle condizioni asteniche e nevrotiche..

Solo un medico ha il diritto di inviare una persona in stato astenico o astenico-nevrotico in viaggio, dopo aver valutato i benefici ei rischi di questo metodo in ogni caso specifico..

Terapia dietetica per la sindrome nevrotica astenica

Dieta per l'astenia. La terapia dietetica o terapia nutrizionale è un metodo di assistenza in cui la quantità e la qualità del cibo influisce sui meccanismi di sviluppo di uno stato di malattia. La dieta per i disturbi astenici dipende dalle condizioni generali e dalla presenza di malattie concomitanti. Le caratteristiche principali della terapia dietetica per l'astenia: aumento del contenuto di alimenti contenenti vitamine e proteine ​​nella dieta. A volte, nel complesso del trattamento, può essere utilizzato un tipo di terapia dietetica come il digiuno.

Con l'astenia, la terapia dietetica non può essere il metodo principale per trattare l'astenia, solo un ausiliario.

Esercizi di fisioterapia per la sindrome nevrotica astenica

L'esercizio nel trattamento dell'astenia spesso ha un peso molto significativo. Nonostante l'apparente indebolimento dei pazienti in stato astenico, si è notato che alcuni tipi di attività fisica hanno un elevato effetto terapeutico sulla gravità dei sintomi. I tipi più comuni di esercizi di fisioterapia per il trattamento dell'astenia sono l'atletica e gli sport acquatici..

Sebbene la terapia fisica sia indicata per tutti i tipi di astenia, sfortunatamente, nella pratica, i medici la prescrivono raramente..

Terapia occupazionale per disturbi astenici

Il ripristino del sistema nervoso attraverso il lavoro è un trattamento comune per molti disturbi mentali e comportamentali. In condizioni asteniche, il lavoro è consigliato con una predominanza di attività fisica moderata e regolare su quella intellettuale.

La terapia occupazionale è un metodo opzionale per il trattamento dell'astenia e in alcuni casi può avere controindicazioni.

Consigliato per l'articolo

Se avverti disturbi tipici della sindrome astenica, chiama il +7495135-44-02

Puoi saperne di più sul trattamento dell'astenia dagli specialisti delle Brain Clinics.