Fanno parte dell'esercito con sindrome nevrotica astenica

Molti coscritti ei loro genitori sono interessati alla domanda "Vengono reclutati nell'esercito con distonia vegetativa-vascolare?" Non è considerata una malattia grave, ma una spiacevole sindrome nevrotica, quindi i ragazzi vanno a lavorare. Tuttavia, ci sono alcune sfumature quando viene rilasciata un'esenzione dall'esercito. Questa è la presenza di una sindrome complessa.

Forma complessa di VSD

La decisione di prestare servizio nell'esercito è presa da una speciale commissione medica militare. Emette anche un parere - se il coscritto è ammissibile o presenta una petizione per il rilascio. La ragione di ciò è la presenza di malattie specifiche. Ad esempio, la nevrosi e l'esercito sono concetti compatibili, poiché il disturbo non è grave. Non c'è alcun VSD nell'elenco dal 2016, quindi possono assumere.

La sfumatura è che la stessa sindrome nevrotica consiste in dozzine di malattie associate (manifestazioni ipertensive e vegetative, ecc.). La distonia vegetovascolare interrompe il lavoro di molti organi, così come i sistemi nervoso, circolatorio e digestivo. Gravi sintomi della malattia complicano il decorso della sindrome e portano a complicazioni che contribuiscono alla comparsa di malattie specifiche.

Consiglio medico militare

Fondamentalmente, i coscritti vengono rilasciati dal servizio a causa di disturbi cardiaci o circolatori. La diagnosi e la categoria della malattia sono indicate nella conclusione. Fanno entrare nell'esercito con il VSD su un tipo misto?

Sì, ma se alcuni dei sintomi della distonia vegetativa-vascolare sono nella fase di esacerbazione, allora si distinguono come una patologia separata (ad esempio, astenia, ipertensione). E se la malattia è tra i motivi di esenzione dal servizio, la commissione medica militare emette una conclusione appropriata.

Entrano nell'esercito dal VSD? Eventuali violazioni del corpo vengono registrate da medici militari. Se vengono rilevate deviazioni dalla norma, vengono prese note scritte. Quindi il dottore manda il coscritto per l'esame. Se la diagnosi non è nell'elenco, verrà reclutato il coscritto.

Malattie incompatibili con il servizio

Fanno parte dell'esercito con distonia vascolare vegetativa? Esistono numerose condizioni elencate per l'esenzione dal servizio. Alcuni dei più comuni e riscontrati di frequente:

  • patologie vascolari che portano a una ridotta circolazione sanguigna;
  • distonia vascolare di tipo ipertensivo;
  • disfunzione del ventricolo sinistro;
  • insufficienza cardiaca;
  • astenia, accompagnata da gravi complicazioni;
  • astenia neurocircolatoria.

Questo non è l'intero elenco delle malattie. Puoi già iniziare a sottoporsi a un esame davanti alla commissione medica se il coscritto ha frequenti svenimenti, scarso cardiogramma, ecc..

Se viene rilevata una distonia neurocircolatoria, saranno necessari ulteriori sintomi (improvvisi picchi di pressione, ridotta capacità di lavorare) per ritardare e l'esercito potrebbe non essere disponibile.

Quali sono le categorie di esenzione dall'esercito?

I motivi per cui un coscritto viene rilasciato dal servizio sono suddivisi in diverse categorie. Dopo una visita medica completa, viene effettuata una diagnosi finale. Quindi il coscritto si rivolge al commissario militare. Prende la decisione finale se assumere o non servire. Esistono tre categorie di esenzione:

  • "B" - in tempo di pace, il coscritto viene rimosso dal servizio, ma iscritto alla riserva;
  • "G" - a un potenziale soldato viene concessa una tregua temporanea (ad esempio, quando viene rilevato un astenico);
  • "D" - il coscritto non è affatto adatto all'esercito.

Il periodo di grazia è concesso solo per 6 mesi o non più di un anno. Questo periodo ha lo scopo di trattare la malattia (ad esempio, sbarazzarsi di attacchi di panico). Se viene identificato l'asma, il problema viene risolto individualmente. Dopo il rinvio, il coscritto deve nuovamente sottoporsi a una visita medica. L'esenzione è concessa solo in presenza di altre categorie, ad eccezione di "G". In tutti gli altri casi, con il VSD vengono portati nell'esercito.

Sono compatibili l'esercito e il VVD?

I sintomi della distonia vegetativa raramente portano al rinvio o alla sospensione dal servizio militare. Tuttavia, il VSD ha ampi segni di molte malattie, quindi la conclusione viene fatta dopo un esame completo. La maggior parte dei sintomi non interferirà con il servizio militare, ma può agire come una medicina. Per esempio:

  1. La cattiva forma fisica viene corretta dall'esercizio e dallo stress. Inoltre, il coscritto è spesso all'aperto..
  2. I pensieri ossessivi e la sindrome nevrotica semplicemente non hanno posto. Ciò è facilitato da un impiego costante e da una squadra militare che combatte con successo la depressione..
  3. Il coscritto diventa non solo fisicamente più forte, ma anche mentalmente, gli attacchi di panico scompaiono. Ha un senso di scopo. Compostezza e molte altre qualità positive.

Il servizio militare può essere vietato per un coscritto di attacco di panico. Se la malattia è grave, è necessario ottenere un'esenzione dal servizio militare. Ad esempio, con VSD di tipo ipertensivo.

Cosa fare se la categoria richiesta non è stata assegnata?

Poiché la VSD è considerata semplicemente una sindrome nevrotica che combina i segni di molte malattie, non viene fornito il rilascio basato su frammenti della manifestazione della patologia. Succede che i medici non fanno una diagnosi, credendo che la malattia non si sia ancora manifestata e i sintomi siano piuttosto distanti.

Quindi il coscritto deve andare a servire. Con una diagnosi di VSD, deve prendersi cura della propria salute da solo. Se compaiono anche piccoli segni della malattia, è necessario contattare un medico.

I controlli frequenti sono molto importanti, poiché le condizioni di vita sono cambiate in modo significativo da una vita libera. Può comparire un tipo ipertensivo NPA. È improbabile che il coscritto sia tra i "corvi bianchi". Anche i ragazzi sani e forti spesso si adattano per tre mesi..

La distonia vascolare vegeto non è una frase. Se è sorto sullo sfondo di una grave malattia, dovrai dimenticarti di prestare servizio nell'esercito, ma quando il VSD si manifesta con sintomi isolati, questo non fa paura. È anche necessario tenere conto del momento in cui il servizio militare cambia non solo la routine quotidiana, contribuisce all'acquisizione di un'ottima forma fisica.

Sindrome aseno-nevrotica

Opzioni del tema
  • versione stampata

Sindrome aseno-nevrotica

Buon pomeriggio. Da un mese ormai, i medici (un neurologo in un distretto e un neurologo e un terapista in un policlinico retribuito) mi danno la sindrome aseno-nevrotica e il VSD. VSD è in funzione già da un anno. Oggi ho visitato uno psicoterapeuta, ho scritto "Reazione nevrotica allo stress dal 2006" e ho prescritto una serie di farmaci con iniezioni (come iniezioni di fenotropile, enerion, cortossina, ecc.). Prima di allora, i neurologi mi avevano prescritto pirazidolo, lucetam, afobazolo.

C'è qualche indizio sulla sindrome aseno-nevrotica e sulla reazione nevrotica allo stress? Ho letto che in qualche modo può essere riqualificato in psichiatria, come se fosse più facile ottenere l'esenzione lì.

Questo utente ha ringraziato Assoulter per questo utile post:

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Puoi ben sperare di essere esentato dalla leva, iscriverti alla riserva e ricevere un documento d'identità militare.
Il tuo 17 ° articolo sui disturbi nevrotici, legati allo stress e somatoformi:
L'articolo prevede psicosi reattive, disturbi nevrotici, dissociativi e somatoformi, stati e reazioni depressive psicogene, sviluppo della personalità nevrotica, cambiamenti di personalità post-reattivi cronici e disturbo da stress post-traumatico..
L'elemento "a" include psicosi isteriche, stati reattivi con un decorso prolungato, nonché disturbi nevrotici, dissociativi e somatoformi pronunciati che non rispondono al trattamento.
La voce "b" include disturbi psicotici con decorso favorevole e di breve durata; disturbi nevrotici moderatamente pronunciati, prolungati o ripetuti, quando le manifestazioni dolorose, nonostante il trattamento ospedaliero in corso, sono persistentemente trattenute ed espresse in una misura che rende difficile per la persona esaminata svolgere compiti di servizio militare.
La voce "c" include disturbi nevrotici moderati, a breve termine con un decorso favorevole, che terminano in compensazione.
La voce "d" include disturbi nevrotici lievi a breve termine, caratterizzati principalmente da disturbi emotivo-volitivi, autonomici, ben suscettibili di trattamento e che terminano con il recupero.

Iscriviti per una consulenza telefonica:
(495) 364-15-29 Mosca
(812) 719-85-26 San Pietroburgo
(843) 245-68-12 Kazan

Questo utente ha ringraziato il medico consulente per questo utile post:

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Grazie per la risposta. Per rafforzare questa opportunità, a quanto ho capito, è necessario consultare uno psichiatra, o finora è sufficiente solo la conclusione di un neurologo + uno psicoterapeuta, e lo stesso ufficio militare di registrazione e arruolamento si innesterà quindi per ulteriori esami presso il PND?

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Ha ricevuto i risultati di una risonanza magnetica oggi (fatta su raccomandazione di un neurologo privato).

Diagnosi: SD?
Obiettivo dello studio: chiarimento della diagnosi

Risultato della ricerca:
L'indagine è stata eseguita senza aumento del contrasto. È stata eseguita la risonanza magnetica del cervello. Lo studio è stato condotto in proiezioni sagittali, assiali e frontali. Su una serie di tomogrammi pesati T1 e T2, sono state ottenute immagini di strutture sub- e sopratentoriali. Sulle immagini ottenute nella struttura della sostanza bianca del cervello nel lobo parietale sinistro, viene visualizzato un unico fuoco iperintenso - nelle immagini pesate T1 e T2, il fuoco, fino a 3,8 mm di diametro (da concordare con la clinica). I solchi del cervello non sono allargati, lo spazio subaracnoideo è moderatamente allargato nella regione frontale-parietale, le fessure interemisferiche e silviane non sono allargate. Le strutture mediane non vengono spostate. Il sistema gastrico è simmetrico, non espanso, non deformato. Il terzo ventricolo è fino a 2,8 mm (normalmente 3,0 mm). Il quarto ventricolo è normale fino a 12,0 mm. Non sono stati riscontrati cambiamenti patologici da parte dei nervi cranici visualizzati (II, VIII coppie). La ghiandola pituitaria e il cervelletto sono strutturalmente e anatomicamente invariati. La cisterna sovrapellare non è dilatata. L'area chiasmo-sellare è priva di patologia. Le vie visive - i contorni sono uniformi, non deformati (nelle regioni retrobulbari - senza patologia). Le strutture staminali sono normali. Tonsille cerebellari a livello della linea Chamberlain. I seni paranasali - nessuna patologia focale. La giunzione craniovertebrale e la struttura del midollo spinale cervicale a livello C1-C4 - nessuna caratteristica.

Conclusione:
Una singola lesione nel lobo parietale sinistro. Consigliato: controllo dinamico con CD.

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

"Una singola lesione nel lobo parietale sinistro" può essere utile. Su di esso, puoi anche sbarazzarti della chiamata.
Questo è il 23 ° articolo Malattie organiche, ereditarie-degenerative del sistema nervoso centrale e malattie neuromuscolari:
L'articolo prevede degenerazioni cerebrali, morbo di Parkinson, altre malattie extrapiramidali, degenerazioni spinocerebellari, tumori del cervello e del midollo spinale, paralisi cerebrale, anomalie congenite (malformazioni), malattie della giunzione neuromuscolare e dei muscoli, nonché altre malattie del sistema nervoso centrale (idrocefalo, cisti cerebrale, ecc.).
La voce "a" comprende gravi anomalie congenite (malformazioni) e malattie del sistema nervoso, nonché malattie con un decorso rapido o accompagnate da una disfunzione acuta (tumori del cervello o del midollo spinale, siringomielia con disturbi trofici pronunciati, sclerosi laterale amiotrofica, miastenia grave, amiotrofia neurale, atassia spinale di Friedreich, atassia cerebellare di Pierre-Marie, paralisi cerebrale infantile, miotonia, miopatia, ecc.).
La voce "b" comprende le malattie il cui decorso è caratterizzato da un lento, per un lungo periodo di tempo (almeno un anno), un aumento dei sintomi (siringomielia con lieve atrofia muscolare e lieve disturbo sensoriale, craniostenosi con sindrome da ipertensione endocranica, ecc.).
La clausola "c" si riferisce a malattie del sistema nervoso a progressione estremamente lenta, quando i segni oggettivi della malattia sono espressi in misura insignificante (siringomielia con disturbi sensoriali dissociati lievi, senza atrofia muscolare e disturbi trofici) o quando i sintomi della malattia persistono a lungo nello stesso stato.
Dopo la rimozione radicale dei tumori benigni del cervello o del midollo spinale, l'esame viene eseguito in base al punto "a", "b" o "c", a seconda del grado di disfunzione.

Iscriviti per una consulenza telefonica:
(495) 364-15-29 Mosca
(812) 719-85-26 San Pietroburgo
(843) 245-68-12 Kazan

I 2 utenti hanno ringraziato il consulente medico per questo post utile:

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Ciao! Ho una leggera attività parossistica sull'EEG, una diminuzione dello stato funzionale del cervello; Provo continui mal di testa, vertigini, attacchi di irritazione. Sono registrato come neurologo sin dalla tenera età. Diagnosi: distonia vegetativa-vascolare, cefalea, sindrome astenica-nevrotica. C'è qualche speranza che non verrò arruolato nell'esercito? Grazie.

Ultima modifica di Boris Karloff; 29/03/2008 alle 07:53.

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Puoi sperare di essere esentato dal progetto VSD, dall'iscrizione alla riserva e ricevere un documento d'identità militare.
Il tuo articolo 24 Malattie vascolari del cervello, midollo spinale:
L'articolo prevede emorragie subaracnoidee, intracerebrali, altre emorragie intracraniche, infarto cerebrale, ischemia cerebrale transitoria, conseguenze di lesioni vascolari del cervello, midollo spinale.
L'articolo "a" include:
colpi ripetuti indipendentemente dal grado di disfunzione;
perdita persistente delle funzioni del sistema nervoso, derivante da una violazione acuta della circolazione cerebrale o spinale;
encefalopatia discircolatoria di stadio III (emiplegia, paresi profonda, linguaggio, memoria, disturbi del pensiero, parkinsonismo, crisi epilettiche, disfunzione pelvica, ecc.).
L'articolo "b" include:
aneurismi arteriosi multipli dopo che sono stati esclusi dalla circolazione;
malformazioni artero-venose dopo embolizzazione, trombosi artificiale o rimozione intracranica;
lesioni vascolari del cervello o del midollo spinale con decorso favorevole e moderata gravità della perdita focale;
encefalopatia discircolatoria di stadio II nell'aterosclerosi cerebrale (debolezza, cefalea, vertigini, disturbi del sonno, ridotta capacità di svolgere compiti militari, disturbi della sfera emotivo-volitiva in presenza di alcuni segni organici persistenti da parte del sistema nervoso centrale, chiara anisoriflessia, lentezza della risposta pupillare alla luce, sintomi piramidali, ecc.);
frequenti (3 o più volte l'anno) disturbi transitori della circolazione cerebrale (ischemia cerebrale transitoria, crisi cerebrali ipertensive);
conseguenze di una ridotta circolazione spinale sotto forma di disturbi della sensibilità o lieve paresi delle estremità.
L'articolo "c" include:
aneurismi arteriosi singoli dopo clipping intracranico o esclusione dalla circolazione mediante palloncino o trombosi artificiale;
rari (non più di 2 volte l'anno) disturbi transitori della circolazione cerebrale (ischemia cerebrale transitoria, crisi cerebrali ipertensive), accompagnati da sintomi focali instabili dal sistema nervoso centrale (paresi, parestesie, disturbi del linguaggio, fenomeni cerebellari), che persistono per non più di un giorno e passare senza compromettere le funzioni del sistema nervoso;
manifestazioni iniziali di insufficienza circolatoria cerebrale ed encefalopatia discircolatoria di stadio I sotto forma di sindrome pseudoneurotica (instabilità emotiva, irritabilità, disturbi della memoria, mal di testa, vertigini, disturbi del sonno, tinnito, ecc.);
varie forme di emicrania con attacchi frequenti (3 o più volte l'anno) e a lungo termine (di giorno o più);
distonia vegetativo-vascolare con crisi frequenti (1 o più volte al mese), manifestata da anemia acuta del cervello (svenimento semplice e convulsivo), confermata da documenti.
Le persone soggette a svenimento sono soggette a un esame e un trattamento approfonditi. La presenza di distonia vegetativo-vascolare viene stabilita solo nei casi in cui non sono state identificate altre malattie, accompagnate da funzioni alterate del sistema nervoso autonomo. I cittadini, al momento della registrazione militare iniziale, della coscrizione, dell'arruolamento nel servizio militare con contratto e del personale militare in presenza di svenimenti dovuti ad altre malattie o disturbi (infezioni, lesioni, intossicazione, ecc.) Vengono esaminati secondo gli articoli pertinenti del programma della malattia. Le persone soggette a svenimenti non sono adatte alla guida, ai lavori in quota, vicino a macchinari in movimento, al fuoco e all'acqua.
Per quanto riguarda il personale militare che svolge il servizio militare in base a un contratto, dopo aver subito un incidente cerebrovascolare transitorio, ai sensi dell'articolo 28 del programma delle malattie, si può concludere sulla necessità di concedere l'esenzione o il congedo per malattia.
Dopo aver subito un'emorragia subaracnoidea spontanea (non traumatica) in relazione a quelle esaminate secondo le colonne I, II del prospetto delle malattie, la conclusione è fatta al punto "a", esaminato secondo la colonna III dello schema delle malattie - al punto "b", e con ripetute emorragie subaracnoidee (indipendentemente dall'eziologia) - sull'elemento "a".
In caso di aneurismi e malformazioni artero-venose dei vasi del cervello e del midollo spinale, che sono causa di accidente cerebrovascolare, e l'impossibilità di trattamento chirurgico o il suo rifiuto, l'esame viene effettuato al punto "a", indipendentemente dalla gravità dei fenomeni residui di accidente cerebrovascolare e dalle funzioni del sistema nervoso.
Dopo il trattamento chirurgico per aneurisma cerebrale, altre lesioni vascolari del cervello o del midollo spinale in relazione a quelle esaminate secondo le colonne I, II dello schema delle malattie, la conclusione viene fatta al punto "a" e quelle esaminate alla colonna III - al punto "a", "b" o "c" a seconda della radicalità dell'operazione, della sua efficacia, dell'entità del difetto postoperatorio nelle ossa del cranio, della dinamica del ripristino delle funzioni compromesse. In presenza di un difetto nelle ossa del cranio si applicano i relativi paragrafi dell'articolo 81 del prospetto delle malattie.

Iscriviti per una consulenza telefonica:
(495) 364-15-29 Mosca
(812) 719-85-26 San Pietroburgo
(843) 245-68-12 Kazan

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Sono andato in clinica a vedere uno psichiatra. Ha consigliato un day hospital, ha scritto un rinvio per il ricovero. Nella direzione della diagnosi ICD - F43.1. Ho guardato nell'ICD stesso, la diagnosi suona come "Disturbo da stress post-traumatico". Visto wikipedia:
Il disturbo post-traumatico da stress (PTSD, "sindrome vietnamita") è una condizione psicologica che si verifica a seguito di situazioni traumatiche che vanno oltre la normale esperienza umana e minacciano l'integrità fisica del soggetto o di altre persone. Ha un effetto prolungato, ha un periodo di latenza, e si manifesta nel periodo da sei mesi a dieci anni dopo aver subito un trauma psicologico singolo o ripetuto.
La diagnosi, a giudicare dall'ICD, rientra nel 17 ° articolo del programma delle malattie.
Quindi sto pensando: andare in ospedale (e se mi cureranno lì), o con una copia di questa direzione, andare all'ufficio militare di registrazione e arruolamento dallo psichiatra, in modo che io possa mandarli lì per un esame, e non per il trattamento?

Oggetto: sindrome aseno-nevrotica

Naturalmente, sottoporsi a un trattamento in ospedale, questo indicherà che hai una malattia molto grave. Inoltre, le diagnosi fatte a seguito di un giorno o di un normale ospedale sono considerate più significative.

E penso che non valga la pena andare a VK solo con un pezzo di carta del genere. È come se ti fosse stato dato un rinvio a FGDS per identificare un'ulcera e verresti a VK semplicemente con questo rinvio sostenendo che hai un'ulcera.

Asteno sindrome nevrotica esercito

Sindrome aseno-nevrotica e esercito
La sindrome aseno-nevrotica è un insieme di sintomi neurologici, ma non una diagnosi.
Con esso, puoi ottenere un differimento dalla coscrizione ai sensi dell'articolo 28 del programma delle malattie:
Disturbi funzionali temporanei del sistema nervoso centrale o periferico dopo una malattia acuta, esacerbazione di una malattia cronica, trauma o intervento chirurgico
C'è anche un'opzione per esonerare dalla chiamata per la psichiatria, articolo 17 del Programma delle malattie:
Disturbi nevrotici e somatoformi legati allo stress:
La voce "c" include disturbi nevrotici moderati, a breve termine con un decorso favorevole, che terminano in compensazione.

Sindrome cefalica e esercito
La sindrome cefalica è un attacco di mal di testa basato su disturbi vasomotori o, meno spesso, vasomotorio-liquorodinamici. Anche questa non è una diagnosi, ma una sindrome, di per sé non è una base per l'esenzione per la coscrizione. In questo caso, viene eseguito l'esame per la malattia sottostante..

Encefalopatia e esercito
L'encefalopatia è un termine collettivo per una malattia non infiammatoria del cervello.
Tuttavia, l'encefalopatia è inclusa nella lista delle malattie solo discircolatoria (associata a un insufficiente afflusso di sangue al cervello) nell'articolo 24 p. "In" Programmi delle malattie.
L'articolo "c" include:
- stadio I encefalopatia discircolatoria sotto forma di sindrome pseudoneurotica (instabilità emotiva, irritabilità, disturbi della memoria, mal di testa, vertigini, disturbi del sonno, tinnito, ecc.);

Pertanto, per essere liberati dall'encefalopatia, è necessario avere:
- encefalopatia discircolatoria di stadio 1;
- la presenza di sindrome pseudoneurotica (cioè la presenza di instabilità emotiva, irritabilità, disturbi della memoria, mal di testa, vertigini, disturbi del sonno, tinnito, ecc.)

In generale, ci sono possibilità di liberazione, ma deboli.

Sindrome aseno-depressiva e esercito

Sindrome aseno-depressiva e esercito

Dima8 »30 aprile 2014 17:12

Discuto a lungo con l'ufficio militare di registrazione e arruolamento per motivi di salute.
C'è un'opportunità per cancellare la psichiatria, soprattutto perché il neurologo mi ha già diagnosticato: sindrome aseno-depressiva. Lo psicologo dell'ufficio di registrazione e arruolamento militare ha detto che mi avrebbe scritto un rinvio a un ospedale pazzo senza problemi.

1 domanda:
Basterà questa diagnosi per ottenere la categoria B.?

2 domanda:
Molte persone temono che se si cancellano per malattia mentale, i diritti dell'auto non saranno più visti.
Altri sostengono che questo è lontano dal caso, tk. Mettono semplicemente la categoria B e non scrivono su cosa sia esattamente questa categoria. Dicono anche che la patente non viene rilasciata solo per alcune gravi malattie mentali (ad esempio, schizofrenia o uno stadio elevato di alcolismo). Uno psicologo presso l'ufficio militare di registrazione e arruolamento afferma che per qualsiasi malattia mentale non ci saranno diritti di auto e un buon lavoro.
Quindi, qual è la verità in questa faccenda?

Oggetto: sindrome aseno-depressiva e esercito

Anton Nikolaevich »06 maggio 2014 01:33

Dipende dalla gravità della malattia. Ai sensi del paragrafo "c" dell'articolo 17, viene inserita la categoria "C" e al paragrafo "d" viene inserita la categoria "B-3":
Disturbi nevrotici e somatoformi legati allo stress:
L'articolo prevede psicosi reattive, disturbi nevrotici, dissociativi e somatoformi, stati e reazioni depressive psicogene, sviluppo della personalità nevrotica, cambiamenti di personalità post-reattivi cronici e disturbo da stress post-traumatico..
La voce "c" include disturbi nevrotici moderati, a breve termine con un decorso favorevole, che terminano in compensazione.
La voce "d" include disturbi di adattamento lievi a breve termine che rispondono bene al trattamento e provocano il recupero.

Consultazioni gratuite
Novosibirsk +7 (383) 213-66-83
Mosca +7 (499) 755-88-71

Chi è online adesso

Visitano il forum: nessun utente registrato e 0 ospiti

Sindrome aseno-nevrotica

Roman, ha scritto il 29 aprile 2012, 22:21

Genere femminile
Richiesto: psichiatra

Volevo sapere questa domanda. Non ho prestato servizio nell'esercito: la diagnosi era distonia vegetativa-vascolare, sindrome aseno-nevrotica. Ora ho bisogno di passare attraverso il miele. ancora una volta la commissione per il conducente, durante il passaggio ha chiesto un certificato dall'ufficio di registrazione e arruolamento militare, per il quale articolo non ha servito. Andrò all'ufficio di registrazione e arruolamento militare per prendere un certificato. Dimmi a quale articolo appartiene questa malattia e se ci saranno problemi quando passerà la commissione medica. Grazie!

La distonia vegeto-vascolare e la sindrome aseno-nevrotica non sono malattie, ma sono "sindromi", cioè condizioni patologiche che richiedono necessariamente la loro attribuzione ad una particolare malattia, che è all'origine dell'insorgenza di queste sindromi, e che (sindromi) non possono di per sé essere criteri per decidere l'idoneità di una persona che le possiede per una determinata attività. Pertanto, solo una persona lontana dalla medicina o lo stesso medico può rispondere alla tua domanda (non importa quanto possa sembrare paradossale).

Asteno sindrome nevrotica esercito

Il tema della nevrosi e dell'esercito è ambiguo. Da un lato, puoi sbarazzarti di questa malattia. D'altra parte, questa è una diagnosi come un ponte fragile: se taci su alcune lamentele, puoi essere portato nell'esercito, e se dici qualcosa di superfluo, puoi mettere un disturbo mentale più grave.

Problema 1: scarsa preparazione per la chiamata

Come per ogni altra diagnosi, è possibile liberarsi dall'esercito per nevrosi solo se i propri reclami di salute non sono infondati e si può fornire documenti medici che confermano l'appello a uno psichiatra.

Molti coscritti si diagnosticano da soli o cercano aiuto da psicoterapeuti privati, trascurando i medici di un dispensario neuropsichiatrico. Non farlo. In primo luogo, tale negligenza può portare a un ricorso. In secondo luogo, se porti i documenti di un medico privato all'ufficio di registrazione e arruolamento militare, sarai comunque inviato per l'esame al PND.

Problema 2: reclami di salute riportati in modo errato

A volte le reclute stesse non si accorgono di non poter descrivere le loro lamentele. All'appuntamento dal medico, o dimenticano di parlare di alcuni sintomi o, viceversa, iniziano ad abbellirsi.

Entrambe le opzioni possono portare a seri problemi. Ho già scritto sopra che manifestazioni insignificanti di nevrosi non esentano dall'esercito, quindi è estremamente importante che un coscritto racconti tutto ciò che lo preoccupa. Allo stesso tempo, nella tua storia non hai bisogno di mentire o abbellire, altrimenti il ​​medico potrebbe esporre una diagnosi più difficile.

Problema 3: convincere il medico a non parlare della diagnosi

A volte i medici dell'ufficio di registrazione e arruolamento militare, dopo aver parlato con il coscritto, capiscono che i sintomi sono quasi invisibili e iniziano a dissuadere i giovani dalla categoria "B" di idoneità. Le reclute vengono informate sui problemi futuri sul lavoro e sono spaventate dall'iscrizione al PND: “Perché hai bisogno di questa diagnosi? E se servi, andrà tutto bene ".

Ricorda che nell'esercito, in una situazione stressante, le condizioni possono peggiorare, quindi non cadere in tale persuasione e non aver paura di essere esaminato al PND. Con la nevrosi, non verrai inviato all'ospedale con la forza e la diagnosi stessa può essere successivamente rimossa se lo stato di salute non peggiora. Potrebbero esserci problemi con l'occupazione, ma in casi isolati: la maggior parte dei posti vacanti non richiede un certificato del PND. Pertanto, né il datore di lavoro né i colleghi verranno a conoscenza della tua diagnosi..

Sindrome aseno-nevrotica: cause, sintomi, diagnosi, trattamento

La sindrome aseno-nevrotica è un tipo di nevrosi che può verificarsi sia negli adulti che nei bambini. L'asthenoneurosi porta al fatto che le persone diventano nervose e allo stesso tempo sperimentano costantemente un aumento della fatica. La malattia è spesso chiamata astenia, debolezza neuropsichiatrica, sindrome da stanchezza cronica, astenonurosi o sindrome astenica..

La malattia insorge e si sviluppa solitamente a causa di anomalie nell'attività dell'intero sistema nervoso autonomo. Una persona con sindrome astenica ha costantemente bisogno di supporto e protezione.

Il numero di pazienti con astenia aumenta più volte all'anno. Un brusco salto nella crescita dei pazienti è associato a un ritmo di vita accelerato, scarsa ecologia, stress regolare e depressione. La sindrome aseno-nevrotica spesso preoccupa i bambini vulnerabili, che prendono tutto "a cuore", reagiscono attivamente a qualsiasi stimolo e si arrabbiano anche a causa di piccoli fallimenti.

L'asthenoneurosi può essere confusa con l'affaticamento, che si verifica con un aumento dello sforzo mentale o fisico. Secondo l'ICD 10, i pazienti vengono diagnosticati con il codice F48.0, che sta per altri disturbi nevrotici.

Le cause della malattia

Un gruppo abbastanza ampio di fattori può essere attribuito alle cause dell'aspetto e dello sviluppo della sindrome. A volte è abbastanza difficile determinare il motivo per cui si è verificata la malattia. Per fare questo, devi trovare uno specialista veramente qualificato..

Le cause più comuni di sindrome astenica includono:

  • Stress frequente. Forti esperienze ed eventi tragici possono portare a sovraccarico e esaurimento del sistema nervoso e, di conseguenza, all'astenia.
  • Malattie infettive. Qualsiasi infezione che si verifica insieme alla temperatura e all'intossicazione del corpo, provoca la morte delle cellule nervose e la comparsa della sindrome astenica.
  • Trauma cerebrale. Anche piccoli lividi spesso portano a disfunzioni dell'intero cervello. Le lesioni diventano particolarmente pericolose durante l'infanzia, quando le ossa del corpo sono ancora deboli e fragili e il cervello sta aumentando attivamente di dimensioni. È per questo che in nessun caso dovresti scuotere e vomitare un neonato..
  • Sovraccarico regolare del sistema nervoso. Una mancanza di riposo e un corrispondente deterioramento del benessere si riscontra ora in ogni seconda persona sulla Terra. Di recente anche i bambini hanno iniziato ad affrontare questo problema..
  • Carenza di vitamine. Una diminuzione della quantità di minerali e vitamine nel corpo porta all'esaurimento e all'indebolimento del sistema nervoso.
  • Intossicazione. Il fumo, l'abuso di alcol e l'uso di droghe avvelenano il tessuto cerebrale, causando la morte di un numero enorme di cellule nervose.
  • Malattie del sistema endocrino. Le violazioni nel lavoro del pancreas, della tiroide e delle gonadi spesso portano alla morte cellulare e allo sviluppo di astenia.
  • Caratteristiche personali di una persona. Abbastanza spesso, l'astenoneurosi si verifica in quelle persone che si sottovalutano come persona. I pazienti diventano anche inclini a un'eccessiva drammatizzazione e soffrono di una maggiore sensibilità..
  • Fattori sociali. Prima o poi, ogni persona ha difficoltà sul lavoro, a scuola o nella vita personale. Tutti questi casi hanno anche un impatto negativo sul funzionamento del sistema nervoso autonomo..

Nei bambini, la sindrome aseno-nevrotica può verificarsi a causa di:

  1. Ipossia fetale;
  2. Infezioni durante lo sviluppo fetale;
  3. Lesioni da parto;
  4. Vari difetti del sistema nervoso;
  5. Cattive abitudini della madre durante il periodo di gestazione.

Sintomi di astenoneurosi

Di solito, i pazienti non attribuiscono molta importanza ai primi segni della sindrome, poiché sono attribuiti alla manifestazione di affaticamento. Le persone si rivolgono a un medico per chiedere aiuto anche quando diventa impossibile far fronte ai problemi accumulati da soli. Molto spesso, la diagnosi viene fatta se non ci sono disturbi somatici o neurologici.

I primi sintomi della sindrome astenica includono:

  • Apatia e irritabilità irragionevole;
  • Stanchezza regolare;
  • Diminuzione dell'immunità, che porta al verificarsi di infezioni e raffreddori.

Nei bambini, l'astenoneurosi grave si manifesta in modo diverso rispetto agli adulti. Il bambino è osservato:

  1. Cambiamenti improvvisi di umore;
  2. Mancanza di appetito e rifiuto completo di mangiare;
  3. Attacchi incontrollati di aggressione;
  4. Pianto frequente e malumore;
  5. Scarica di rabbia su giocattoli e cose preferite;
  6. Stanchezza incessante;
  7. Dolore regolare in diverse aree della testa;
  8. Diminuzione del rendimento scolastico;
  9. Difficoltà a comunicare con altri bambini.

Fasi della sindrome astenica

I medici distinguono 3 fasi dell'astenoneurosi:

Nella prima fase, né i pazienti né i loro parenti di solito sospettano della presenza di patologia. Le persone associano tutti i sintomi di accompagnamento dell'astenia alla stanchezza e non prendono sul serio i primi segni della malattia. A poco a poco, una persona smette di controllare il suo comportamento, in qualsiasi momento può ridere o piangere.

Nella fase successiva dello sviluppo della malattia compaiono un'eccessiva emotività e un deterioramento del benessere: frequenti mal di testa, una costante sensazione di affaticamento e l'efficienza diminuisce. Il paziente è regolarmente preoccupato per l'insonnia, tutto il tempo che vuole sdraiarsi per riposare, ma le sue forze non vengono ripristinate anche dopo il sonno.

Durante la terza fase, il quadro clinico della sindrome diventa evidente. La fatica e l'ansia vengono sostituite dalla completa indifferenza verso tutto ciò che sta accadendo intorno. Una persona non è più interessata a film, intrattenimento o nuove conoscenze. Appare una depressione prolungata, che può essere affrontata solo con l'aiuto di antidepressivi.

Di solito le persone con sindrome aseno-nevrotica cercano assistenza medica al secondo o terzo stadio, quando non è più possibile affrontare la malattia da soli. Nel caso in cui la sindrome sia passata allo stadio finale, i pazienti non cercano più di migliorare il proprio benessere. Parenti e amici li portano dal dottore.

Conseguenze e complicanze della malattia

Molto spesso, la sindrome aseno-neuratica si presenta in forma cronica. Ma se è assente almeno un trattamento minimo della patologia, possono sorgere gravi complicazioni:

  • Ictus;
  • Attacco di cuore;
  • Ulcera allo stomaco ed esacerbazione di malattie gastrointestinali;
  • Disturbi ormonali.

Inoltre, in assenza di una terapia adeguata, può comparire depressione, che a volte porta anche al suicidio. Nelle fasi iniziali della malattia, una persona è ancora in grado di aiutare se stessa da sola..

Le complicanze dell'astenia nei bambini possono portare a malfunzionamenti della ghiandola tiroidea e, di conseguenza, a disturbi del sistema riproduttivo. Gli adulti possono avere problemi riproduttivi.

Diagnostica

La diagnosi della malattia, prima di tutto, comporta un interrogatorio orale del paziente. Il medico dovrebbe scoprire tutto ciò che preoccupa il paziente. Di solito, il quadro clinico della malattia diventa chiaro anche nelle sue prime fasi. Ecco perché non è difficile iniziare il trattamento della sindrome astenica il prima possibile. L'importante è determinare la vera causa dell'insorgenza della malattia, poiché è proprio la sua eliminazione che garantisce il successo del trattamento e il completo recupero del paziente.

Trattamento di astenoneurosi

La terapia della sindrome dovrebbe essere completa e includere diverse aree:

  1. Assunzione di farmaci. Di solito, durante la prima fase dello sviluppo della sindrome, puoi limitarti all'uso di tisane, complessi vitaminici e all'uso della medicina tradizionale. Se la salute di una persona peggiora, il medico prescrive vari sedativi, a volte antidepressivi.
  2. Aiuto psicologico. Nelle prime fasi la malattia può essere curata anche a casa: aromaterapia, bagni rilassanti e passeggiate all'aria aperta.
  3. Uno stile di vita sano. Una corretta alimentazione, sport e una chiara routine quotidiana aiuteranno a far fronte a qualsiasi malattia, inclusa l'astenoneurosi.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica prevede l'assunzione dei seguenti farmaci:

  • Sedativi: "Sedasen", "Persen", nonché tinture di motherwort, biancospino e valeriana. Il corso di ammissione deve essere di almeno due settimane.
  • Antidepressivi con il minor numero di effetti collaterali: Novo-Passit, Azafen, Doxepin, Sertralin.
  • Farmaci antiastenici: "Enerion" e "Adamantylphenylamine".
  • Nootropics: "Phenibut", "Cortexin", "Nooclerin".
  • Adattogeni: "vite di magnolia cinese", "tintura di eleuterococco".
  • Complessi vitaminici: "Neuromultivitis".

Inoltre, con il trattamento farmacologico, vengono solitamente prescritte procedure di fisioterapia: massaggio terapeutico, aromaterapia, elettrosonno e riflessologia.

Psicoterapia

La terapia per la sindrome astenica non può essere immaginata senza l'aiuto di uno psicologo. Il paziente deve assolutamente visitare uno specialista per chiarire la diagnosi e prescrivere il trattamento appropriato.

Di solito, il terapista consiglia al paziente di allontanarsi dalla propria malattia e di procurarsi degli hobby, ad esempio raccogliere monete, lavorare all'uncinetto o disegnare immagini. Inoltre, l'arte terapia o terapia con sabbia per molti anni aiuta i pazienti a far fronte all'astenoneurosi. Non dovresti trascurare gli esercizi di respirazione, poiché aiuta non solo a rilassare tutto il corpo, ma anche a ricaricarsi di buon umore..

Le seguenti raccomandazioni aiuteranno a far fronte alla malattia:

  1. Prima di tutto, devi sbarazzarti di tutte le cattive abitudini;
  2. Esercizi di forza e carichi cardio dovrebbero essere eseguiti quotidianamente;
  3. Il lavoro dovrebbe sempre essere alternato al riposo, non dovresti sforzarti troppo;
  4. Aggiungi più carne, soia, fagioli e banane alla tua dieta abituale;
  5. È obbligatorio assumere complessi vitaminici;
  6. E la cosa più importante è mantenere un ottimo umore per tutto il giorno..

Terapia tradizionale

Prima di tutto, non dimenticare che è estremamente indesiderabile trattare l'astenia solo con metodi popolari, poiché un effetto positivo può essere ottenuto solo con una terapia complessa. Ma come effetto aggiuntivo, i medici raccomandano le seguenti ricette:

  • Foglie di menta, radici di orologio a tre foglie e valeriana in proporzioni uguali, circa 2 cucchiai. l., devi tritare finemente e mescolare. Dopo - in un bicchiere di acqua bollente, devi aggiungere 2 cucchiaini. raccolta, lasciare per un'ora in un luogo caldo, quindi filtrare. Ogni giorno dovresti bere mezzo bicchiere al mattino e alla sera. Il corso del trattamento è di un mese.
  • 2 cucchiai. l. la motherwort deve essere versata con un bicchiere di acqua bollente e posta a bagnomaria per 20-30 minuti, senza portare a ebollizione. Quindi dovresti aggiungere acqua bollita al volume che era all'inizio nella ciotola. Vale la pena prendere un decotto 3 volte al giorno prima dei pasti, 1⁄3 parte di un bicchiere.
  • La valeriana e l'erba madre possono anche essere assunte in forma di pillola. Il medico curante deve determinare il dosaggio richiesto. E per preparare un infuso di Valeriana officinalis, aggiungere un cucchiaio di erba ad acqua bollente calda e lasciare agire per 20 minuti. Prendi il rimedio per un quarto di bicchiere tre volte al giorno e prima di coricarti.
  • La camomilla, l'erba di San Giovanni e il biancospino devono essere mescolati in 1 cucchiaio. l. e versare un bicchiere di acqua bollente. L'infusione dovrebbe durare 30-40 minuti. Si consiglia di prendere il medicinale prima di coricarsi.
  • La combinazione dell'erba di San Giovanni con i fiori di tiglio essiccati aiuterà a far fronte alla stanchezza cronica. Devi mescolare 1 cucchiaio. l. componenti e lasciare l'infuso per 20 minuti. La bevanda deve essere assunta a stomaco vuoto al mattino e alla sera prima di coricarsi, 50 ml. A volte una tintura alcolica viene preparata dalle erbe, che devono essere assunte 2-3 gocce prima dei pasti.
  • Per migliorare l'umore e stimolare il sistema nervoso, puoi seguire un corso di trattamento con la vite di magnolia cinese o eleuterococco, che vengono venduti in qualsiasi farmacia. I fondi hanno un effetto benefico su tutto il corpo, aiutano ad aumentare l'immunità, ricaricare di energia e uno stato d'animo positivo. Inoltre, le tinture aiuteranno a far fronte a apatia, isteria, ipotensione e mal di testa nella sindrome astenica..

Dieta per la sindrome neuro-astenica

Dalla dieta abituale del paziente, è imperativo escludere carne grassa, cibi fritti e spezie piccanti. Dovresti limitare il consumo di caffè e tè, puoi sostituirli con un infuso di biancospino o rosa canina. Si consiglia di mangiare più frutta e verdura possibile. Anche olio vegetale, pane nero e pesce grasso aiuteranno a migliorare il tuo benessere. E per rallegrarsi, gli esperti consigliano di mangiare una fetta di cioccolato fondente al giorno e in nessun caso utilizzare prodotti da forno.

Trattamento della sindrome nei bambini

La terapia per la sindrome astenica nei bambini è leggermente diversa dal trattamento della malattia negli adulti. Per aiutare tuo figlio, dovresti:

  1. Introdurre nella sua dieta tanto cibo sano corretto, vitamine utili e vari microelementi;
  2. Escludere bevande che contengono caffeina dalla dieta;
  3. Arieggia la stanza del bambino più volte al giorno;
  4. La sera, è necessario trascorrere del tempo all'aria aperta, è particolarmente utile camminare poco prima di coricarsi;
  5. Garantire un sonno sano e adeguato sia di giorno che di notte;
  6. Escludere guardare la TV e giocare al computer durante un'esacerbazione della malattia.

Prevenzione della sindrome

Come misura preventiva per la malattia, sono adatti gli stessi mezzi necessari per trattare la sindrome. Gli esperti consigliano di introdurre una routine quotidiana, la maggior parte della quale dovrebbe essere presa dal riposo. Dovresti passare a un'alimentazione sana e corretta, ricca di vitamine e minerali. Allo stesso tempo, è necessario limitare l'assunzione di grassi e carboidrati. L'esercizio fisico e l'attività fisica all'aperto possono anche aiutare a distogliere la mente dai sintomi della "stanchezza cronica" e migliorare il tuo benessere generale..

Previsione

L'asthenoneurosi non è una malattia grave se trattata tempestivamente. Le persone con astenia devono essere registrate da un neurologo, seguire tutte le sue raccomandazioni e assumere i farmaci necessari. Inoltre, uno stile di vita sano e attivo, il buon umore e una visione positiva del mondo giocano un ruolo decisivo nel trattamento della sindrome. La cosa principale è non iniziare il decorso della malattia, che può portare a disturbi della memoria, diminuzione della concentrazione e sviluppo di depressione o nevrastenia.