Altri disturbi nevrotici (F48)

C'è una significativa variabilità culturale in questo disturbo. Esistono due tipi principali di disturbo che si sovrappongono in larga misura. La caratteristica principale del primo tipo sono i reclami di un aumento della fatica dopo lo sforzo mentale, che è spesso associato a una leggera diminuzione delle prestazioni o della produttività nelle attività quotidiane. L'affaticamento mentale è descritto dal paziente come un evento spiacevole di distrazione, indebolimento della memoria, incapacità di concentrazione e inefficacia dell'attività mentale. In un altro tipo di disturbo, l'enfasi è sul sentirsi fisicamente deboli ed esausti anche dopo uno sforzo minimo, accompagnato da una sensazione di dolore muscolare e incapacità di rilassarsi. Entrambi i tipi di disturbo sono caratterizzati da una serie di sensazioni fisiche sgradevoli comuni, come vertigini, intenso mal di testa e una sensazione di instabilità generale. Le caratteristiche comuni sono anche ansia per il calo delle capacità mentali e fisiche, irritabilità, perdita della capacità di divertirsi e depressione e ansia lievi. Il sonno è spesso disturbato nelle fasi iniziali e intermedie, ma anche la sonnolenza può essere grave.

Se è necessario identificare una malattia somatica che precede questo disturbo, utilizzare un codice aggiuntivo.

Escluso:

  • astenia SAI (R53)
  • stato di esaurimento della vitalità (Z73.0)
  • malessere e stanchezza (R53)
  • sindrome da stanchezza dopo malattia virale (G93.3)
  • psicastenia (F48.8)

Una malattia rara in cui il paziente lamenta involontariamente che la sua attività mentale, il corpo e l'ambiente siano qualitativamente modificati in modo tale da sembrare irreali, distanti o automatizzati. Tra le varie manifestazioni di questa sindrome, la più comune è una perdita di emozioni e una sensazione di freddezza o distacco dai propri pensieri, dal proprio corpo o dal mondo reale. Nonostante la natura drammatica dell'esperienza, il paziente si rende conto dell'irrealtà di questi cambiamenti. La coscienza viene mantenuta e la capacità di esprimere le emozioni non viene persa. La sindrome da depersonalizzazione-derealizzazione può far parte della schizofrenia diagnosticata, del disturbo depressivo, fobico o ossessivo-compulsivo. In questo caso, la diagnosi si basa sul disturbo sottostante..

Nevrosi professionale, compreso lo spasmo della scrittura

Sindrome aseno-nevrotica

La sindrome aseno-nevrotica è una variazione di un disturbo nevrotico che si verifica spesso nelle persone con una psiche mobile, poiché la loro risposta a qualsiasi influenza esterna è caratterizzata dalla reattività. Queste persone percepiscono le più piccole battute d'arresto troppo emotivamente, reagiscono violentemente a piccoli problemi quotidiani. La sindrome aseno-nevrotica è una conseguenza di stress mentale prolungato o sovraccarico fisico. I pazienti con sintomi astenici sono spesso irritabili, hanno difficoltà a concentrarsi e si stancano rapidamente. Tali individui hanno difficoltà ad addormentarsi e a svegliarsi..

Cause di occorrenza

La base di questo disturbo è considerata una contraddizione psicologica, consistente nell'opposizione dei desideri alle possibilità. I fattori psicosomatici giocano un ruolo nell'origine della sindrome descritta. Tuttavia, il ruolo principale è dato proprio alle reazioni individuali a un evento traumatico. Inoltre, non solo le situazioni oggettive quotidiane sono significative, ma anche l'atteggiamento di una persona nei loro confronti.

La sindrome aseno-nevrotica è caratterizzata da una contraddizione tra i requisiti della personalità, presentati a se stessi e le sue capacità. Una tale discrepanza è compensata dalle risorse di mobilitazione interna, che successivamente porta alla disorganizzazione del corpo..

Le ragioni che hanno dato origine all'emergenza e allo sviluppo della sindrome descritta formano un gruppo piuttosto ampio di vari fattori. Pertanto, a volte è difficile determinare l'origine del problema..

La sindrome aseno-nevrotica grave può essere causata dai seguenti fattori:

- disturbi infettivi, accompagnati da febbre alta, intossicazione;

- stress costante, che porta a sovraccarico, esaurimento del sistema nervoso;

- sovraccarichi sistematici del sistema nervoso (l'attuale ritmo della vita porta a una mancanza di sonno, che influisce negativamente sullo stato di salute);

- intossicazione causata dal fumo di tabacco, abuso di sostanze alcoliche o assunzione di droghe);

- Trauma cerebrale (anche piccoli lividi spesso causano interruzioni nel normale funzionamento del cervello);

- ipovitaminosi, che causa debolezza del sistema nervoso;

- tratti della personalità (spesso la nevrastenia si verifica in individui che si sottovalutano, così come in persone inclini a un'eccessiva drammatizzazione degli eventi e sono caratterizzate da una spiccata suscettibilità);

- disturbi degenerativi (corea senile, morbo di Parkinson, Alzheimer);

- fattori sociali (difficoltà nell'ambiente professionale, attività educative o problemi familiari che incidono negativamente sul funzionamento del sistema vegetativo);

La sindrome aseno-nevrotica nell'infanzia è spesso innescata da infezione intrauterina, ipossia fetale, difetti del sistema nervoso, traumi alla nascita. È anche possibile identificare condizioni che hanno un potenziale impatto sullo sviluppo della sindrome descritta: mancanza cronica di sonno, attività monotona, spesso associata a lavoro sedentario, stress mentale prolungato o attività fisica, confronto costante nell'ambiente familiare o in ambito professionale.

Sintomi

Il fattore eziologico e le manifestazioni di questo disturbo determinano la sua attribuzione a classi differenti secondo l'ICD 10. Sindrome aseno-nevrotica MKB 10 si riferisce alla classe degli "altri disturbi nevrotici".

I sintomi del disturbo descritto sono caratterizzati da aspecificità e diversità. Molto spesso, si esprime in rapida stanchezza, debolezza, disturbi del sonno, apatia, instabilità emotiva, diminuzione della capacità lavorativa.

I sintomi della sindrome aseno-nevrotica sono suddivisi in tre categorie: sintomi diretti della sindrome, deviazioni causate dalla patologia primaria e disturbi causati dalla risposta di una persona a un problema.

Quindi, il disturbo è caratterizzato dalla presenza dei seguenti sintomi:

- insonnia o aumento precoce;

- sonnolenza diurna, costante risveglio notturno;

- irritabilità, manifestata da incontinenza precedentemente insolita;

- declino dell'attività mentale;

- lieve dolore miocardico;

- negli uomini, diminuzione della libido, eiaculazione precoce;

- le donne hanno interruzioni delle mestruazioni;

- raffreddori persistenti o patologie infettive;

- pianto, in precedenza non inerente;

- ipersensibilità agli stimoli esterni;

- l'incapacità di formare pensieri con le parole.

Nei bambini, la sindrome aseno-nevrotica si manifesta in modo leggermente diverso rispetto agli adulti..

Di seguito la sintomatologia che si manifesta nell'infanzia con la sindrome in questione:

- pianto e malumore;

- forti sbalzi d'umore;

- completa rinuncia al cibo, perdita di appetito;

- scoppi incontrollabili di aggressività;

- sfogare la rabbia sui giocattoli o cose preferiti;

- difficoltà nell'interazione comunicativa con i coetanei.

Fasi della sindrome

Molto spesso, le persone cercano aiuto medico solo nella seconda fase della malattia, quando la sindrome ha iniziato a causare disagi fisici che non possono essere superati da soli.

In totale, ci sono tre fasi del disturbo descritto. Il primo è caratterizzato da una significativa irritabilità nervosa, accompagnata da una rapida perdita di forza e da una sensazione di vuoto. Intolleranza all'ambiente, irritabilità, aumento della reazione agli stimoli (rumore, luce), aggressività irragionevole o brevi guasti. Tutto quanto sopra è un segno di sovraeccitazione mentale dovuta all'esposizione a fattori di stress e stress eccessivo. Questa tensione interferisce con il sonno normale e dà origine a sogni inquietanti. A riposo, una persona non si sente sollevata. Le manifestazioni descritte portano a una diminuzione della capacità lavorativa e un calo della concentrazione..

La seconda fase segnala il passaggio della malattia alla fase attiva. Lo stato di stanchezza aumenta gradualmente, la persona si sente debole, letargica. Il sistema nervoso perde le sue risorse a causa di uno stato di aumentata eccitabilità. Spesso si verificano attacchi di panico e mancanza di respiro. Una persona può soffrire di fluttuazioni di pressione, mal di testa. Non è più in grado di far fronte al normale carico di lavoro. L'interazione sociale crea confronto e una sensazione di completo esaurimento.

Nell'ultima fase, la stanchezza raggiunge il suo apice. La depressione e l'apatia prevalgono sulle risposte agli stimoli. Una persona non è più in grado di aiutare se stessa. Questa condizione costringe il paziente a cercare di evitare qualsiasi interazione sociale. Non è in grado di contattare adeguatamente l'ambiente. Una persona concentra tutta la sua attenzione solo sul deterioramento del proprio benessere, si isola, ma allo stesso tempo non cerca di adottare misure migliorative. Incubi, insonnia, pensieri depressivi, paure si sovrappongono a disturbi ormonali, problemi all'apparato respiratorio, digestione, cuore.

Trattamento

Prima di prescrivere la terapia, è innanzitutto necessario determinare se il paziente ha effettivamente segni di sindrome aseno-nevrotica o se soffre di un disturbo depressivo generato da un'abbondanza di situazioni quotidiane difficili e stressanti. Poiché nel secondo caso, l'umore depressivo di una persona può essere superato con l'aiuto di sessioni psicoterapeutiche, che è inefficace nella sindrome descritta, poiché, prima di tutto, il paziente ha bisogno di riposo.

La sindrome descritta viene diagnosticata, prima di tutto, in base al quadro clinico, ai reclami dei pazienti e alle informazioni dei loro cari. Con la diagnosi di sindrome aseno-nevrotica, uno specialista competente di solito non ha problemi. E con l'istituzione del fattore eziologico, possono sorgere difficoltà. Pertanto, nel processo di diagnosi, è necessario utilizzare un approccio integrato, che, a prima vista, implica il lavoro individuale di uno specialista con un paziente. Stabilire una diagnosi inizia con la familiarizzazione con il quadro clinico della sindrome parlando direttamente con il paziente e i suoi parenti, al fine di determinare il provocatore patologico oi fattori che influenzano l'ereditarietà. Inoltre, al fine di identificare le cause estranee al decorso di un particolare disturbo, è necessario raccogliere una storia di vita: l'atmosfera dei rapporti familiari, il clima nell'ambiente professionale, l'assunzione da parte del paziente di eventuali farmaci farmacopea..

Successivamente, viene valutata la condizione generale della persona: vengono misurati il ​​polso, gli indicatori di pressione, viene eseguito un sondaggio dettagliato per determinare il debutto dei sintomi e il grado della sua gravità. Ciò consentirà di accertare lo stadio del disturbo..

I più informativi tra gli esami di laboratorio sono: esame clinico generale e biochimico di urine, sangue, coprogramma, test sierologici.

Tra le procedure strumentali, uno studio quotidiano degli indicatori della pressione sanguigna, ecocardiografia, fibroesofagogastroduodenoscopia, elettrocardiografia, tomografia computerizzata, ecografia, esame a raggi X.

Dopo che un neurologo ha studiato i risultati delle misure diagnostiche e le consultazioni di altri specialisti, viene elaborata una strategia terapeutica individuale.

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica è finalizzato all'eliminazione dei fattori-catalizzatori del disturbo in questione e alla correzione dei sintomi da essi generati.

La strategia terapeutica è determinata anche dallo stadio della malattia. Nella fase iniziale di questo disturbo, vengono mostrati un cambiamento nel regime, il riposo, l'esercizio fisico e l'eliminazione dei fattori che hanno causato il sovraccarico. Tra la terapia farmacologica, la preferenza è data alle tisane, alla balneoterapia e all'assunzione di complessi vitaminici. In assenza di miglioramento o con deterioramento della salute, è indicata la nomina di sedativi, in alcuni casi vengono prescritti antidepressivi.

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica con farmaci viene effettuato secondo lo schema prescritto dal medico. Si consiglia la nomina dei seguenti gruppi di farmaci. Prima di tutto, questi sono sedativi costituiti da ingredienti a base di erbe, ad esempio, motherwort o tintura di menta, persen. Le sostanze vegetali hanno un effetto calmante, ma non hanno effetti collaterali.

Viene anche mostrata la nomina di preparati di bromo, che attivano i processi di inibizione nella corteccia cerebrale..

In assenza di un effetto dai farmaci del gruppo sopra, è indicata la nomina di tranquillanti (nitrazepam, clonazepam), che, oltre a un effetto calmante, allevia il nevrastenico dalle manifestazioni di ansia e dall'esposizione a fattori di stress. Il meccanismo d'azione di questo gruppo di farmaci si basa sulla soppressione delle strutture cerebrali responsabili delle reazioni emotive.

Per attivare l'attività mentale, stimolare le funzioni cognitive, migliorare la memoria, vengono prescritti nootropi (citicolina, fenibut). Aiutano anche a superare la tensione psicoemotiva. Inoltre, si consiglia di assumere tonici, ad esempio radice di ginseng, complessi vitaminici e minerali (triovit, undevit).

Viene anche mostrata la nomina della terapia sintomatica, ad esempio i beta-bloccanti sono usati per la tachicardia (anaprilina, bisoprololo).

Oltre ai farmaci farmacopea elencati, si raccomandano anche metodi psicoterapeutici. Molto spesso vengono mostrate sessioni di arteterapia (eliminazione della tensione attraverso il canto, la pittura, la modellazione), la pet therapy (ripristino dell'armonia mentale con l'aiuto di animali), la gestalt terapia (sviluppo dell'autocoscienza).

Autore: Psiconeurologo N.N. Hartman.

Dottore del Centro Medico e Psicologico PsychoMed

Le informazioni fornite in questo articolo sono destinate esclusivamente a scopo informativo e non possono sostituire la consulenza professionale e l'assistenza medica qualificata. Al minimo sospetto della presenza di sindrome aseno-nevrotica, assicurati di consultare un medico!

Sindrome aseno-nevrotica (nevrastenia)

Informazione Generale

La neurastenia (nevrosi astenica, sindrome astenico-nevrotica) è un disturbo mentale appartenente al gruppo delle nevrosi, che si sviluppa a seguito di un prolungato sovraccarico mentale o fisico. Rispondendo alle domande "Stati astenonurotici, cos'è" e "chi è suscettibile a questo disturbo", va notato che questa condizione si sviluppa solitamente nei giovani. È associato a stress trasferiti, forti esperienze emotive, problemi di sonno costanti, ecc. Spesso un tale disturbo si verifica quando una combinazione di trauma mentale con un lavoro troppo duro, mancanza di sonno, mancanza di riposo normale, ecc. La sindrome neurastenica si sviluppa spesso in coloro il cui corpo è indebolito infezioni, fumo, alcol, dieta malsana, ecc..

Per la prima volta, i segni di nevrastenia furono descritti dal medico americano Georg Beard - era nel 1869. Successivamente, la diagnosi di "nevrastenia" è diventata molto popolare - è stata fatta molto spesso, ma allo stesso tempo il termine ha acquisito un significato sempre più ampio.

Il codice ICD-10 per la sindrome aseno-nevrotica (nevrastenia) è F48.0. Le persone che sviluppano sintomi astenici sono irritabili, facilmente agitate, hanno difficoltà a concentrarsi su qualsiasi cosa e si lamentano della stanchezza. Hanno difficoltà ad addormentarsi e svegliarsi.

Il trattamento di questa condizione viene effettuato non solo con un metodo farmacologico. È inoltre necessario correggere la routine quotidiana e lo stile di vita..

Cos'è la nevrastenia, i sintomi e il trattamento della malattia - questo sarà discusso nell'articolo seguente.

Patogenesi

Al centro della nevrastenia c'è un conflitto psicologico, la cui essenza è la contraddizione tra desideri e possibilità..

Nella patogenesi della nevrastenia, sono importanti sia i fattori somatici che quelli mentali. Il ruolo principale è giocato dalla reazione della personalità al trauma. In questo caso, non solo le circostanze oggettive della vita sono importanti, ma anche il modo in cui il paziente si relaziona ad esse. Con la nevrastenia, si nota una contraddizione tra le capacità dell'individuo e le sue esigenze per se stessa. Questa discrepanza è coperta dalle risorse interne, dalla mobilitazione degli sforzi, che alla fine porta alla disorganizzazione del corpo.

Classificazione

Lo stato aseno-nevrotico può avere tre forme:

  • La nevrastenia iperstenica è lo stadio iniziale della nevrastenia ed è lei che si manifesta più spesso. Questa condizione è caratterizzata da eccitabilità e irritabilità. Il paziente può essere infastidito da cose apparentemente ordinarie - persone in gamba, rumore, ecc. Allo stesso tempo, queste persone hanno una diminuzione della capacità lavorativa a causa di incapacità mentale, superlavoro e distrazione. Se una persona inizia comunque a lavorare, allora è spesso distratta, reagisce agli stimoli, ecc. Di conseguenza, la sua produttività del lavoro è molto bassa. Si notano anche gravi disturbi del sonno: il paziente si addormenta con difficoltà, spesso si sveglia, è disturbato da sogni inquietanti associati a quelle preoccupazioni che sono nella sua vita. Di conseguenza, al mattino si sente stanco, non avendo il tempo di riprendersi durante la notte. La conseguenza di ciò è un cattivo umore, una sensazione di debolezza con un mal di testa alla cintura. Inoltre, con questa forma di nevrastenia, si notano debolezza generale, disturbi della memoria, sensazioni somatiche spiacevoli.
  • La debolezza irritabile è il secondo stadio della malattia, che è intermedio. Durante questo periodo, una persona sviluppa la cosiddetta "debolezza irritabile", una condizione in cui l'eccitabilità e l'irritabilità sono combinate con grave affaticamento e rapido esaurimento. Violenti scoppi di irritazione si verificano anche per motivi minori. Questi focolai sono brevi ma molto frequenti. Il paziente può mostrare pianto, che in precedenza non era caratteristico di lui. Un'altra caratteristica di questa fase è l'intolleranza alla luce intensa, al rumore, agli odori forti. La capacità di controllare le tue emozioni è persa. L'umore può cambiare drasticamente, c'è una tendenza alla tristezza e alla depressione. Se stiamo parlando di una forma grave di nevrastenia, potrebbe esserci un sintomo di depressione, esaurimento, manifestato da letargia e indifferenza per ciò che sta accadendo nella vita. In questa fase si notano problemi con il sonno e l'appetito. Problemi di sonnolenza durante il giorno, insonnia di notte. Ci sono anche problemi di digestione: bruciore di stomaco, eruttazione, costipazione, ecc. Spesso possono iniziare mal di testa, problemi nell'attività sessuale.
  • Nevrastenia ipostenica: nella terza fase della malattia prevalgono stanchezza e debolezza. I principali segni di questa malattia durante questo periodo sono apatia, sonnolenza, debolezza, letargia. Una persona non è in grado di mobilitarsi e lavorare, è costantemente disturbata da pensieri di spiacevoli sensazioni somatiche. L'astenia si nota su uno sfondo di umore basso. Possono apparire ansia, indebolimento degli interessi, ma in generale l'umore è inerente a un carattere nevrotico, alla labilità emotiva. I disturbi ipocondriaci e l'ossessione per le sensazioni interne non sono rari. Se lo stato astenico-nevrotico viene adeguatamente trattato durante questo periodo, nel tempo inizia il processo di guarigione: il sonno migliora, la gravità dei fenomeni depressivi diminuisce.

Cause

La neurastenia si sviluppa nelle persone sullo sfondo del sovraccarico mentale e fisico, che a sua volta provoca il superlavoro del corpo. La ragione per lo sviluppo di un tale stato può essere un conflitto interno, una psiche debole, l'adesione a lungo termine a una dieta molto rigida, ecc..

Il verificarsi della nevrastenia è influenzato da fattori predisponenti e provocatori. Quelli predisponenti includono:

  • aumento dell'ansia;
  • tendenza al perfezionismo;
  • periodo di convalescenza dopo malattie somatiche.

I fattori provocatori includono:

  • forte stress;
  • situazioni di conflitto in famiglia e sul lavoro;
  • mancanza di riposo normale per lungo tempo;
  • ha subito lesioni, compreso il parto;
  • gli interventi chirurgici trasferiti;
  • malattie infettive;
  • malnutrizione e, di conseguenza, carenza di vitamine e altre sostanze importanti;
  • abuso di alcol, fumo;
  • mancanza di attività fisica;
  • mancanza di sonno;
  • intossicazione;
  • disturbi endocrinologici;
  • condizioni psicosociali avverse;
  • condizioni meteorologiche avverse, ecc..

Sintomi e segni di nevrastenia

Segni e sintomi della sindrome aseno-nevrotica dipendono dallo stadio della malattia.

  • Nella prima fase, i sintomi della sindrome nevrastenica sono: irritabilità, emozioni instabili, grave eccitabilità, aggressività, pianto. Le donne hanno spesso la tendenza all'isterismo, si verificano sbalzi d'umore.
  • Nella seconda fase, i sintomi della nevrastenia negli adulti e nei bambini si manifestano con un esaurimento generale, affaticamento e debolezza. Il sonno e l'appetito sono disturbati, l'immunità si deteriora, il che può portare a malattie somatiche.
  • Il terzo stadio è caratterizzato dalla depressione. Il paziente vuole pace e solitudine, ha apatia e letargia, non c'è gioia nella vita.

In generale, i sintomi della nevrastenia possono essere molto diversi. I più tipici di essi sono caratterizzati da un indebolimento delle funzioni di inibizione interna..

  • Irritabilità: si manifesta l'intemperanza, che in precedenza era insolita. Anche ragioni minori possono portare il paziente a reagire violentemente a loro con urla e azioni..
  • Sensibilità a sostanze irritanti minori: ad esempio, il paziente può essere notevolmente irritato dal fruscio della carta, dal suono delle attrezzature di lavoro, ecc..
  • Frequenti scoppi emotivi: sono caratteristiche frequenti, ma brevi manifestazioni di rabbia. Con tali attacchi, la coscienza rimane.
  • Lacrime: maggiore eccitabilità, che in precedenza era insolita per gli esseri umani.
  • Distrazione e compromissione della memoria: la concentrazione dell'attenzione diventa più difficile, quindi il paziente cerca di evitare gli sforzi mentali.
  • Problemi sessuali: negli uomini è possibile l'eiaculazione precoce e questo può successivamente trasformarsi in una sindrome ossessiva. È difficile per le donne provare piacere durante il rapporto, poiché non possono essere distratte da pensieri ossessivi. Se il problema peggiora, può portare a frigidità nelle donne e indebolimento della potenza negli uomini..
  • Maggiore sensibilità: irrita il suono, la luce, aumenta la sensibilità al caldo e al freddo.
  • Insonnia: a causa del pensiero sui problemi, il paziente non riesce a dormire la notte. Di conseguenza, questo porta a temere che non sarà in grado di addormentarsi, il che alla fine esacerba la situazione..
  • Sensazione di debolezza mattutina: il paziente si sveglia di cattivo umore, non vuole alzarsi dal letto. Tuttavia, la sera si sente un po 'più allegro, il che gli impedisce di andare a letto in tempo e di riposare completamente..
  • Stanchezza costante, sia fisica che mentale. Una sensazione di vuoto è caratteristica: il paziente non è contento di nulla, tutto sembra grigio e senza volto.
  • Mal di testa: il dolore alla cintura è caratteristico, come se un casco fosse messo sulla testa.
  • Manifestazioni somatiche: la schiena ei muscoli possono ferire, compare sudorazione, problemi al tratto gastrointestinale, minzione frequente, ecc..

Se non viene fornito un trattamento tempestivo e adeguato, la nevrastenia può portare a malattie di natura sia neurologica che fisiologica..

Analisi e diagnostica

Lo specialista esegue la diagnostica, valutando il quadro clinico, nonché i reclami del paziente e dei suoi cari. Nel processo di definizione di una diagnosi, è imperativo visitare un terapista e condurre quegli esami che prescrive per escludere altre malattie.

Poiché la nevrastenia può essere un segno di una malattia del cervello. Pertanto, è importante disporre di tomografia computerizzata o risonanza magnetica per escludere tali malattie. Inoltre, il medico può prescrivere la reoencefalografia per valutare la circolazione sanguigna nel cervello..

Su una varietà di risorse Internet, puoi eseguire un test per la nevrastenia. Tuttavia, un tale test non può essere considerato un analogo della diagnostica: può solo confermare o negare la presenza di una tendenza a tale malattia..

Trattamento della sindrome aseno-nevrotica

Il modo in cui trattare la nevrastenia dipende dallo stadio della malattia e dalla gravità dei suoi sintomi in un particolare paziente. Se stiamo parlando dello stadio iniziale della malattia, il trattamento della sindrome aseno-nevrotica comporta una revisione del regime di lavoro e riposo, l'eliminazione di quei fattori che hanno provocato un sovraccarico emotivo.

Il trattamento della nevrastenia a casa deve essere effettuato secondo lo schema prescritto dal medico. È molto importante fornire una buona alimentazione, terapia vitaminica, misure riparatrici a casa. È molto importante determinare la causa che ha provocato questa condizione ed eliminarla..

Cos'è la sindrome astenico-nevrotica nei bambini e come trattarla?

Consultazione online sulla malattia "Sindrome aseno-nevrotica". Fai una domanda gratuita agli specialisti: Neurologo.

  • Eziologia
  • Classificazione
  • Sintomi
  • Diagnostica
  • Trattamento
  • Prevenzione e prognosi

La causa più comune della formazione della malattia è l'influenza a lungo termine di situazioni stressanti. Oltre a questo fattore, molti altri fattori patologici e fisiologici possono influenzare l'insorgenza del disturbo..

I sintomi della sindrome aseno-nevrotica sono aspecifici: affaticamento, debolezza costante, diminuzione delle prestazioni, instabilità emotiva, disturbi del sonno e apatia.

Per scoprire la causa dello sviluppo del malessere, vengono eseguiti test di laboratorio ed esami strumentali. Un posto speciale nella diagnosi è occupato dalle manipolazioni eseguite dal medico.

Il trattamento della sindrome aseno-nevrotica sta cambiando lo stile di vita, assumendo farmaci e usando rimedi popolari. La terapia non sarà completa senza arrestare la malattia sottostante.

Nella classificazione internazionale delle malattie, l'anomalia non ha un suo significato, ma appartiene alla categoria "Altri disturbi nevrotici" - il codice ICD-10 sarà F48.0.

Diagnostica

Nonostante il fatto che osserviamo problemi con stati simili alla nevrosi molto più spesso di quanto sembri, nella maggior parte dei casi sia i pazienti che l'ambiente circostante chiudono semplicemente un occhio su ciò che sta accadendo, non riconoscendo segnali pericolosi. Il motivo è che la sindrome aseno-vegetativa (così chiamata per la sua stretta connessione con i disturbi del sistema nervoso autonomo) nelle fasi iniziali è simile alla normale stanchezza, sbalzi d'umore o perdita di forza dopo l'esercizio. Tuttavia, può avere manifestazioni piuttosto ampie, da focolai di aggressività immotivata a problemi al cuore, organi respiratori, appetito e disturbi del sonno..

Per fare una diagnosi, sarà necessario escludere tutte le altre possibili cause di tali condizioni per esclusione. I disturbi nel lavoro del sistema nervoso autonomo del corpo possono essere causati da vari fattori e si manifestano in diverse combinazioni di sintomi spiacevoli. Per alcuni, la principale difficoltà è lo stato generale di "cattiva salute" e un calo della capacità lavorativa, per altri - problemi sociali, perdita di autocontrollo e instabilità della psiche.

Fasi di sviluppo

La neurastenia non inizia all'improvviso, ma si sviluppa progressivamente, attraversando tre fasi, ognuna delle quali ha i suoi sintomi:

  1. Stato iniziale. Il paziente diventa irritabile, capriccioso, intollerante, piagnucoloso. Ci sono forti sbalzi d'umore, quando il paziente da uno stato depresso può trasformarsi in aggressivo.
  2. Seconda fase. In questo periodo della malattia, una persona avverte un generale deterioramento della salute, affaticamento, depressione e diminuzione delle prestazioni. Dietro l'esaurimento fisico, i sintomi di un disturbo nervoso diventano invisibili. Compaiono disturbi del sonno, perdita di appetito, cali di pressione, mal di testa persistenti.
  3. L'ultima tappa. Il paziente perde interesse per la vita, è socialmente isolato. I sintomi della malattia aumentano, possono verificarsi fobie e attacchi di panico e si sviluppa uno stato depressivo. Allo stesso tempo, i sintomi somatici progrediscono, compaiono segni di danni al sistema nervoso..

ANS e VSD

Vari disturbi vegetativi non si limitano a una singola malattia clinicamente riconosciuta e sono più spesso chiamati un'altra parola: VSD (distonia vegetativa-vascolare). Ciò significa che il sistema nervoso autonomo umano, che è responsabile del lavoro di tutti i sistemi di organi che non possiamo controllare consapevolmente (battito cardiaco, contrazione delle pareti dello stomaco, ecc.), Svolge in modo errato le sue funzioni e dà agli organi "comandi sbagliati".

Anche la sindrome aseno-nevrotica, o psicovegetativa, indica in qualche modo un simile "errore": il corpo reagisce agli stimoli circostanti non come dovrebbe nel suo stato di salute. Questo si riferisce piuttosto al campo della salute mentale umana, ma può anche interessare problemi che sono classici per la distonia fisiologicamente manifestata, come:

  • insonnia, attacchi di panico notturno;
  • dolore al petto;
  • disturbi cardiaci;
  • soffocamento, mancanza di respiro;
  • emicrania, vertigini, disorientamento nello spazio;
  • mancanza di appetito, disfunzione intestinale, ecc..

I classici sintomi di ANS, noti come segni di "sindrome da stanchezza cronica", possono essere ricondotti a tre stadi della malattia..

Classificazione ICD-10

Il disturbo aseno-nevrotico ha ricevuto il codice F48.0. I tipi di segni di patologia sono associati al livello culturale, spirituale dei pazienti e al loro sviluppo mentale. La malattia si manifesta in 2 forme.

  1. Aumento della fatica: le principali manifestazioni si osservano durante l'attività fisica o mentale a breve termine. L'attenzione si indebolisce, appare il disagio muscolare, la concentrazione dell'attenzione diminuisce.
  2. Disturbo del sonno - i sintomi predominanti sono: insonnia notturna, sonnolenza durante il giorno. Le violazioni provocano cambiamenti nell'appetito: un'improvvisa forte sensazione di fame viene sostituita dalla completa indifferenza al cibo. Il disturbo è accompagnato da attacchi di panico, fobie, ansia.

Segni e sintomi della nevrastenia si manifestano in modi diversi. Il disturbo inizia a manifestarsi improvvisamente in una persona sana. I cambiamenti iniziano nelle reazioni emotive a determinati eventi, deviazioni comportamentali che non possono essere controllate.

La stanchezza cronica, la debolezza con nevrosi è chiamata astenia. Questo sintomo accompagna qualsiasi forma di nevrastenia..

Sintomi

Di norma, i pazienti iniziano a cercare l'aiuto di un medico solo dopo aver raggiunto il secondo stadio, quando la sindrome distonica inizia a fornire inconvenienti fisici che non possono essere superati da soli..

Fase uno

È caratterizzato da una maggiore eccitabilità nervosa di una persona, alternata a un rapido dispendio di energia e una sensazione di vuoto. Irritabilità, intolleranza verso gli altri, reazione intensa all'illuminazione, rumori e odori, aggressività immotivata o esaurimenti a breve termine sono tutti segni che stress e tensione mantengono la psiche in uno stato sovraeccitato, prevenendo il rilassamento.

Lo stress non consente di dormire a sufficienza la notte, il riposo non porta sollievo, il paziente vede sogni inquietanti e si sveglia con la testa pesante, la capacità lavorativa e la concentrazione diminuiscono.

Fase due

Significa che la sindrome della distonia autonomica è passata a una fase più attiva. La stanchezza aumenta nel tempo, il paziente si sente sopraffatto e letargico, il sistema nervoso è ancora in uno stato di maggiore eccitabilità, ma dopo perde rapidamente le sue risorse. Sono possibili attacchi di panico e mancanza di respiro, una persona soffre di mal di testa e picchi di pressione, non è più in grado di sopportare il normale carico di lavoro ei contatti sociali portano a conflitti e una sensazione di completo esaurimento.

Terza tappa

In questa fase, la stanchezza cronica raggiunge il limite quando l'apatia e la depressione superano la risposta agli stimoli e la persona non è più in grado di aiutare se stessa da sola. In questo stato, il paziente cerca di evitare il più possibile ogni uscita dalla società, è incapace di un'interazione adeguata, si chiude in se stesso e diventa ossessionato dal deterioramento del benessere fisico, senza cercare di prendere misure migliorative. Incubi, insonnia, paure e pensieri depressivi si sovrappongono a problemi con cuore, vasi sanguigni, respirazione, digestione, disturbi ormonali.

Una volta raggiunto il terzo stadio, i pazienti non sono più propensi a cercare aiuto: le persone vicine che sono preoccupate per le loro condizioni lo fanno per loro.

Manifestazioni somatiche: dolore, disturbi del sonno, appetito

Sono frequenti una varietà di sensazioni spiacevoli e dolorose dal corpo. Disturbo da sonnolenza durante il giorno o disturbi del sonno durante la notte, insonnia, sonno superficiale e intermittente, sensazione di freddo eterno o sudorazione eccessiva, temperatura sproporzionata, fluttuazioni della pressione e della frequenza cardiaca, dolore al cuore di natura transitoria, sensazione di soffocamento o mancanza di aria. La sensibilità della pelle, degli organi sensoriali può cambiare - gli stimoli abituali sono avvertiti in modo molto acuto, fino a sensazioni di dolore.

Spesso, i pazienti lamentano un mal di testa sordo e pressante che si verifica a causa di uno sforzo o quasi costante, a partire dalla mattina, una risposta acuta al tempo. L'apparato digerente e la secrezione biliare possono soffrire, che dà dolore al fianco, vicino all'ombelico o lungo l'intestino. La natura del dolore è ogni volta diversa, il che distingue questa condizione dalle patologie organiche. Il dolore spesso scompare dopo il riposo o il cambio di attività, la camminata o il cambiamento dell'ambiente.

Tale condizione richiede la consultazione di un medico, non solo per curare tutti i sintomi spiacevoli nel tempo e riportare una persona in servizio. Spesso, la sindrome asenovegetativa è la fase iniziale di gravi malattie neurologiche e il loro riconoscimento precoce aiuta a prevenire le complicanze.

Sindromi nevrotiche e simili alla nevrosi

Una sindrome neurovegetativa non curata nel tempo può portare ad un deterioramento dello stato mentale generale, allo sviluppo di anomalie cliniche fino alla schizofrenia. Esiste un'ampia gamma di varianti e forme che possono assumere le sindromi nevrotiche..

  • sindrome angiodistonica (mal di testa, alterazioni del tono vascolare);
  • sindrome da insufficienza autonomica periferica (disturbi nel funzionamento di organi, ghiandole endocrine, ecc.);
  • sindrome da iperventilazione (mancanza di respiro, respiro accelerato e palpitazioni, sensazione di soffocamento).

Tutti questi stati sono in qualche modo correlati tra loro..

Neurastenia negli adulti


L'astenia in un adulto è una condizione correlata alla patologia, in cui una persona è esausta sia fisicamente che mentalmente, la sua capacità di svolgere un lavoro fisico o mentale per lungo tempo scompare (o diminuisce). Devo dire che questo disturbo viene spesso diagnosticato in persone sane. È un errore credere che l'astenia sia una definizione psichiatrica. Naturalmente, l'attività nervosa più elevata a questa sindrome è più direttamente correlata, tuttavia, le patologie cerebrali che possono provocare astenia sono solo uno dei motivi non più comuni per lo sviluppo di questa sindrome nel mondo moderno..
Le sindromi asteniche e nevrotiche sono fenomeni reversibili, il che significa che con una terapia adeguata, una persona può sbarazzarsi delle manifestazioni cliniche e tornare alla vita normale.

Sindrome da distonia autonomica: che cos'è?

Prestazioni ridotte e affaticamento costante possono essere solo uno dei segni di cambiamenti patologici nel corpo umano. Se stress prolungati, malattie o altri motivi hanno portato a disturbi nel lavoro degli organi interni, il riposo dalla "stanchezza cronica" non sarà in grado di correggere la situazione.

Se, durante lo studio dell'attuale fase della malattia, il terapeuta diagnostica la sindrome da disfunzione autonomica, può essere necessario l'aiuto di altri specialisti per ulteriori trattamenti e l'elaborazione di un quadro completo. Psicologo, neuropatologo, endocrinologo, cardiologo: tutti questi medici dovranno passare attraverso per assicurarsi che la sindrome da VSD non rappresenti una seria minaccia.

Dopotutto, l'interruzione del sistema cardiovascolare, ad esempio, può causare una grave malattia cronica e, di conseguenza, la morte. La distonia in sé non è pericolosa per la vita, ma le sue conseguenze possono essere molto gravi se non agisci in tempo.

Gruppo di rischio principale

La malattia può manifestarsi a qualsiasi età, indipendentemente dallo stato sociale e dalla situazione finanziaria. Il gruppo di rischio è:

  1. Anziani e adolescenti della pubertà a causa di cambiamenti legati all'età, cambiamenti ormonali nel corpo.
  2. Persone che prendono decisioni serie, che sono responsabili dei subordinati quando si tratta del lavoro del leader.
  3. Uomini d'affari che promuovono progetti di alto valore.
  4. Donne emancipate che lottano per l'indipendenza e l'autoaffermazione.
  5. Operai in produzione che sono costantemente a contatto con sostanze nocive.
  6. Alcol, tabacco, tossicodipendenti.
  7. Studenti delle scuole superiori e universitari la cui tensione mentale e la costante paura degli esami formano tutti i tipi di nevrosi.
  8. Persone che lavorano di notte.
  9. Ex coniugi il cui matrimonio si è sciolto.
  10. Individui con una storia di numerose malattie croniche.

L'elenco può includere bambini provenienti da famiglie svantaggiate che sono costantemente esposti alla violenza dei loro genitori, nonché persone con un'elevata autostima ("geni non riconosciuti").

Cause di occorrenza

Lo sviluppo della sindrome aseno-nevrotica è direttamente correlato alla vita psicologica interiore di una persona. Tutto ciò che mette sotto stress il sistema nervoso centrale - stress, stress mentale, pressione emotiva dalla famiglia o dall'ambiente circostante - influenza indirettamente il sistema nervoso autonomo. La sindrome neurovegetativa si sviluppa quando la tensione nei muscoli (compresa la muscolatura liscia degli organi interni) non corrisponde alla realtà, spende più risorse di quanto dovrebbe e provoca notevoli cambiamenti nel corpo.

Una causa comune della sindrome distonica risiede davvero nella vita e nello stress lavorativo. Tuttavia, anche altri fattori possono provocare un problema simile, come ad esempio:

  • disturbi patologici degli organi interni;
  • predisposizione genetica;
  • intossicazione (comprese quelle causate da alcol, caffeina, nicotina, sostanze stupefacenti);
  • trauma alla testa;
  • malattie infettive gravemente trasferite;
  • malnutrizione, cattive condizioni ambientali;
  • mancanza di ossigeno, ipossia cerebrale (a partire dal periodo di vita perinatale).

Qualunque cosa influenzi lo sviluppo della sindrome aseno-nevrotica, alle ragioni fisiche si aggiunge sempre un catalizzatore psicologico. Questo è il motivo per cui lo psicologo e il terapeuta devono unire le forze per elaborare un programma completo di trattamento e cura del paziente..

Disturbo di somatizzazione

Le caratteristiche principali sono sintomi fisici numerosi, ricorrenti, che cambiano frequentemente che si verificano da almeno due anni. La maggior parte dei pazienti ha una storia lunga e complessa di contatti con servizi sanitari primari e specializzati, durante i quali possono essere stati eseguiti molti esami inefficaci e procedure diagnostiche sterili. I sintomi possono interessare qualsiasi parte del corpo o del sistema di organi. Il decorso del disturbo è cronico e irregolare ed è spesso associato a comportamenti sociali, interpersonali e familiari alterati. Esempi di sintomi di breve durata (meno di due anni) e meno evidenti dovrebbero essere classificati come disturbo somatoforme indifferenziato (F45.1).

Leggi anche: Idee per un interno di narghilè

Disturbo psicosomatico multiplo

Esclude: simulazione [simulazione cosciente] (Z76.5)

Trattamento

Il corso del trattamento sarà mirato principalmente all'eliminazione della causa, ma se nel processo sono coinvolte patologie trascurate degli organi interni, dovrai far fronte alle loro conseguenze. Malattie croniche di reni, cuore e vasi sanguigni, problemi di circolazione sanguigna e digestione, respirazione e vita sessuale in alcuni casi vengono alla ribalta quando la sindrome aseno-nevrotica negli adulti va di pari passo con cattive abitudini e abuso di uno stile di vita malsano.

A seconda della situazione, al paziente viene prescritto:

  • consultazioni con uno psicoterapeuta;
  • un corso di trattamento farmacologico;
  • fisioterapia;
  • trattamento Spa.

Se la sindrome della distonia vegetativa deriva da uno stile di vita improprio, viene prescritta una dieta appositamente selezionata che corregge le caratteristiche nutrizionali e il corpo riceve gli elementi necessari per stabilizzare il suo lavoro.

Cos'è l'astenia nei bambini

I segni di questa sindrome in un bambino sono i seguenti:

  • debolezza;
  • sonnolenza irragionevole;
  • aumento della fatica;
  • irritabilità;
  • tendenza a piangere frequentemente;
  • incapacità di concentrarsi sul compito da svolgere.

Le ragioni per lo sviluppo di questa sindrome in un bambino sono più spesso associate all'esaurimento morale e psicologico. I bambini moderni sono molto impegnati a scuola, in classi extra e praticamente non hanno l'opportunità di rilassarsi completamente. Inoltre, le cause di questa condizione patologica in un bambino possono essere stress, mancanza di ossigeno per nutrire il cervello, assunzione di determinati farmaci, cambiamenti nei livelli ormonali, malattie virali e infettive.

Il trattamento dei bambini con astenia può includere l'assunzione di farmaci, vitamine, immunomodulatori. Tuttavia, la cosa più importante nel trattamento è l'aiuto dei genitori..

Importante! Se i genitori non sono in grado di far fronte da soli all'astenia del bambino, è necessario consultare uno psicologo.

Terapia

La disponibilità a lavorare per migliorare la propria condizione e la consapevolezza della presenza di una situazione di stress in quanto tale sono molto importanti per il punto di partenza della riabilitazione di un individuo. In poche parole, una persona non può essere curata finché non riconosce la presenza della malattia. La sindrome psicovegetativa causata da stress represso richiede un'attenta analisi.

La terapia sarà finalizzata ad affrontare il problema e ad una via d'uscita sistematica dalla situazione. In molti casi, è la ricerca panica di una soluzione al problema "irrisolvibile" che porta a nevrosi e ulteriore astenia. Correggendo attentamente gli errori, il pensiero positivo e il ritorno a uno stile di vita sano, è possibile superare la sindrome aseno-vegetativa.

Terapia farmacologica

Quando la semplice terapia psicologica non è sufficiente, il medico può prescrivere un ciclo di farmaci farmacologici aggiuntivi. Questi includono:

  • sedativi;
  • antipsicotici;
  • antidepressivi;
  • ipnotico.

Tutti questi fondi sono volti a ridurre l'eccitabilità del sistema nervoso, il completo rilassamento del corpo, che non è in grado di liberarsi dallo stress anche durante il riposo fisico, a correggere i disturbi del sonno. Il paziente si libera di pensieri e paure ossessive, inizia finalmente a dormire a sufficienza, è in grado di analizzare con calma la situazione e rivedere i compiti.

Ma vale la pena ricordare che la sindrome della distonia vegetativa-vascolare è associata non solo al lavoro del sistema nervoso, ma anche agli organi vitali, quindi l'uso di farmaci dovrebbe essere molto attento. In nessun caso dovresti auto-medicare e acquistare farmaci senza la raccomandazione del tuo medico.!

Fitoterapia

Spesso, quando il VSD è associato alla sindrome aseno-nevrotica, il trattamento di bambini e adulti si concentra sulle malattie del cuore e dei vasi sanguigni. Il lato cardiologico è la causa più preoccupante, poiché un forte dolore al petto e l'incapacità di respirare provoca la paura di una minaccia di infarto e la vasocostrizione e l'apporto insufficiente di ossigeno al cervello portano a debolezza, tinnito e svenimento.

Per alleviare lo stato di crisi, equalizzare la frequenza cardiaca, dilatare o restringere i vasi sanguigni, utilizzare tinture a base di erbe e fitopreparati, noti per le loro caratteristiche di effetto sui sistemi cardiovascolare e nervoso del corpo.

Tisane e preparati a base di erbe possono salvare da attacchi ipertensivi e calmare il background emotivo, sono più sicuri di un corso di antidepressivi e non provocano il rischio di dipendenza. Tuttavia, il loro uso dovrebbe anche essere coordinato con i medici: non dovresti auto-medicare quando c'è il rischio di sovrapporre i sintomi di altri problemi. Ad esempio, se il VSD è accompagnato da minzione frequente, vomito o costipazione, alcune erbe che sono diuretiche o causano reazioni allergiche individuali possono essere un "disservizio" nel trattamento della condizione generale.

Rimedi popolari per le nevrosi

Le medicine fatte in casa sono un'aggiunta al corso principale del trattamento. Devono essere controllati con il medico. Per contrastare la stanchezza cronica, prepara un decotto di fiori di tiglio e erba di San Giovanni:

  1. Mescolare un cucchiaio di ingredienti, versare un bicchiere di acqua bollente.
  2. Lasciare in posa 30 minuti, filtrare.
  3. Assumere 50 ml mattina e sera, prima dei pasti.
  4. Durata del trattamento - 30 giorni.

Il decotto di meliloto, che ha un effetto sedativo, aiuterà a calmare il sistema nervoso in uno stato isterico:

  1. Metti due cucchiai di erbe in un bicchiere di acqua bollente.
  2. Immergere un'ora sotto il coperchio, filtrare.
  3. Bere 2 cucchiai due volte al giorno.
  4. Il corso della terapia è di un mese.

Nel trattamento della sindrome aseno-nevrotica, prendi un infuso dalla raccolta di erbe, che include le radici dell'orologio a tre foglie, la valeriana e le foglie di menta:

  1. Mescola parti uguali di piante schiacciate.
  2. Prendi 2 cucchiai della miscela, aggiungi 200 ml di acqua bollente.
  3. Lasciar riposare per un'ora, filtrare.
  4. Bere 100 ml mattina e sera per un mese.

Prevenzione

Un ambiente psicologico sano, l'aderenza a una routine quotidiana, una dieta equilibrata e il rifiuto delle cattive abitudini sono verità ovvie, ma sono il principale metodo di prevenzione di cui ha paura la sindrome distonica.

La salute mentale dipende anche dalla presenza di vari tipi di stress: l'esercizio è importante quanto il lavoro mentale e deve compensarlo. Per medici e pazienti che affrontano nevrosi, esercizi di fisioterapia, stare all'aria aperta e l'equilibrio dei carichi sono verità insostituibili.

Prenditi cura della tua salute, sia fisica che psicologica, e quindi le cause della sindrome astenico-nevrotica non ti daranno più fastidio.

  • VSD e tratto gastrointestinale: psicosomatica delle malattie e metodi di trattamento
  • Perché la tachicardia si manifesta senza motivo?
  • Sesso con VSD: come il disturbo influisce sulle nostre vite
  • Manifestazione dei sintomi nelle donne

Disturbo in un bambino di 2-6 anni

È difficile per i genitori determinare quale malattia causa apatia e pianto in un bambino di 3 anni. La nevrosi nei bambini si manifesta con sintomi contrastanti. Il trattamento efficace della patologia è possibile se il bambino non presenta gravi lesioni del sistema nervoso centrale.

Se il tuo bambino è spesso infastidito da raffreddori e malattie virali e il suo appetito è ridotto, c'è motivo di sospettare che le riserve mentali delle briciole siano ridotte.

La paura in presenza di estranei e gli stati d'animo sono manifestazioni sintomatiche. I seguenti sintomi nei bambini aiuteranno a riconoscere la nevrosi:

  • sonno agitato;
  • incontinenza notturna;
  • scoppi di aggressività, il bambino alza spesso la voce ai parenti più anziani, scandali con i coetanei, rompe i giocattoli, vale la pena mostrare il bambino al dottore;
  • cinetosi durante il trasporto, a causa di un disturbo nevrotico, i bambini piccoli possono avere nausea e vomito;
  • aumento della sudorazione;
  • crampi alle braccia e alle gambe;
  • tic nervoso;
  • perdita di interesse nei giochi.

Se i genitori del bambino in età prescolare hanno ignorato i suddetti sintomi e il trattamento è stato ritardato, la nevrosi nei bambini inizierà a manifestarsi con un grave disagio fisico. Un disturbo trascurato si fa sentire con dolore al collo e alle braccia. Il tuo bambino potrebbe avere le vertigini dopo l'esercizio.

A volte i ragazzi e le ragazze di 5 anni hanno convulsioni. Se la nevrosi esaurisce il bambino con sintomi spaventosi, il bambino in età prescolare non può far fronte al problema senza trattamento. Un attacco è una condizione in cui un bambino sbatte la testa contro un muro o un tavolo, ferendosi.

Sindrome aseno-vegetativa: che cos'è, codice ICD-10, cause dello sviluppo, sintomi distintivi e metodi di trattamento del disturbo

Tra le disfunzioni del sistema nervoso autonomo c'è la sindrome aseno-vegetativa. La patologia è associata a un trasporto alterato degli impulsi alle cellule dai recettori. Inoltre, si può osservare un fallimento nell'interazione dei neuroni nei sistemi nervoso periferico e centrale. La maggior parte dei pazienti con questa diagnosi riesce a cavarsela con un trattamento conservativo, che include l'aderenza al regime quotidiano corretto e uno stile di vita sano. Il farmaco viene utilizzato solo in casi avanzati..

Cos'è la sindrome astenico-vegetativa?

La sindrome aseno-vegetativa si manifesta con debolezza cronica e una serie di altri sintomi

La sindrome aseno-vegetativa è solitamente chiamata disturbo del sistema nervoso viscerale. A causa di questa malattia, c'è una violazione della trasmissione dei segnali nervosi. Adulti e bambini di età diverse possono affrontarlo. Molto spesso, la patologia preoccupa gli adolescenti durante la pubertà.

La classificazione internazionale delle malattie contiene informazioni sulla rottura del sistema nervoso autonomo, cioè il sistema nervoso autonomo. Il codice ICD-10 per la sindrome è G90. Di seguito sono indicati i disturbi ANS non specificati..

La malattia è generalmente classificata in base alla sua gravità. In una fase iniziale, la patologia è accompagnata da una sensazione di debolezza e esaurimento. Nei casi più gravi, il disturbo porta a pericolose anomalie neurologiche che influenzano notevolmente la vita del paziente.

Motivi della violazione

La sindrome aseno-vegetativa negli adulti e nei bambini può essere causata da vari motivi che influenzano negativamente il funzionamento del corpo umano. Questi includono i seguenti fattori avversi:

  1. Cronica mancanza di sonno.
  2. Vivere situazioni stressanti.
  3. Cattive abitudini da cui una persona è dipendente da molti anni.
  4. Grave affaticamento mentale o fisico.
  5. Mancanza di sonno e riposo.
  6. Patologie acute e croniche che interrompono il lavoro degli organi interni.
  7. Trauma psicologico.
  8. Condurre uno stile di vita sedentario.
  9. Cibo malsano.

Tutti questi fattori contribuiscono allo sviluppo di sintomi aspecifici, generalmente definiti come ABC.

Sintomi nei bambini e negli adulti

L'oscuramento degli occhi può indicare lo sviluppo della malattia.

Sia un adulto che un bambino possono contrarre la sindrome aseno-vegetativa. Il corpo del bambino tollera peggio questa condizione, quindi è necessario tentare di fermare la malattia al primo segno della sua comparsa.

I seguenti sono i segni che si verificano nelle persone con questa malattia astenico-vegetativa. I sintomi danno patologia:

  • Battito cardiaco accelerato anche con uno sforzo leggero.
  • Sudorazione eccessiva.
  • Debolezza cronica.
  • Mal di testa sordo.
  • Interruzione del tratto gastrointestinale.
  • Oscuramento negli occhi.

Le persone con la sindrome hanno mani e piedi freddi persistenti. In una stanza soffocante, possono svenire, che è anche una condizione caratteristica della sindrome astenico-vegetativa. Ciò si verifica negli adulti e nei bambini..

Puoi determinare il decorso di una condizione dolorosa in un bambino o in un adolescente dai seguenti segni:

  • Mancanza di aria nei momenti di rabbia.
  • Irritazione irragionevole seguita da risate.
  • Mancanza di interesse per qualsiasi cosa.
  • Distrazione e scarsa memoria.
  • Isolamento.

Il disturbo può svilupparsi con VSD (designazione di distonia vegetativa). La sindrome nevrotica è spesso accompagnata da sintomi che indicano disagio fisico. Questi includono lamentele di dolore alla testa e al cuore, insonnia, reazione lenta.

I sintomi della sindrome astenico-vegetativa tendono a manifestarsi gradualmente. Pertanto, la maggior parte dei pazienti va dal medico quando la malattia diventa complicata..

Perché l'ABC è pericoloso?

L'ABC può portare a complicazioni, che sono espresse in varie malattie. Questo risultato è raggiunto da pazienti che non iniziano il trattamento della sindrome astenico-vegetativa..

La mancanza di diagnosi e terapia tempestive si trasforma in un disturbo del linguaggio e in un malfunzionamento dei vasi cerebrali per una persona. Inoltre, non sono escluse altre malattie del sistema nervoso centrale e degli organi interni, che alla fine possono portare alla morte del paziente..

Diagnostica

La diagnosi della malattia viene eseguita da un neurologo

L'ABC influisce negativamente sul funzionamento di molti sistemi del corpo umano. Pertanto, la diagnosi della sua condizione è estremamente importante. Consente al medico di determinare correttamente la diagnosi e di prescrivere un trattamento adeguato al paziente..

Durante l'esame di un paziente con sospetto disturbo aseno-vegetativo, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Prendendo l'anamnesi.
  2. Diagnostica fisica.
  3. Diagnostica strumentale.

L'ultima versione dello studio viene utilizzata se il paziente ha patologie indipendenti che interrompono il lavoro degli organi e dei sistemi interni.

Un neurologo esamina un paziente che presenta gravi sintomi di sindrome astenico-vegetativa. Conduce la diagnostica ed esprime la sua opinione sullo stato attuale di una persona. In alcuni casi, è necessaria una consultazione aggiuntiva con uno psichiatra e uno psicologo.

Trattamento ABC

Un neurologo è responsabile della prescrizione del trattamento per un paziente che presenta disfunzioni nel lavoro dell'ANS. È specializzato in patologie neuropsichiche. In caso di disfunzione dell'ANS, che è accompagnata da disturbi caratteristici, viene selezionata una terapia complessa. Grazie a lei, il sistema vegetativo viene ripristinato, cioè il suo lavoro torna alla normalità..

In assenza di malattie acquisite o congenite del sistema nervoso, i pazienti riescono a limitarsi al trattamento non farmacologico. In questo stato, a una persona viene assegnato:

  • Alimenti dietetici. Il paziente deve controllare attentamente ciò che entra nel suo corpo. Con la sindrome, è vietato mangiare cibi e bevande dannosi e non portano alcun beneficio. È meglio riempire la tua dieta quotidiana con cereali, frutta secca, uova di gallina, pane integrale, frutta, verdura, prodotti a base di latte fermentato e noci. Questi prodotti contengono molte preziose vitamine e minerali che migliorano il funzionamento del corpo..
  • Fitoterapia. Viene utilizzato attivamente nel trattamento dell'ABC nei bambini. Questo metodo di trattamento ti consente di fare a meno dell'assunzione di antidepressivi, che possono influire negativamente sul corpo di un bambino e di un adulto. Per far fronte alla malattia, si consiglia di prendere un decotto di motherwort, menta o radice di valeriana prima di coricarsi. Puoi aggiungere una porzione di miele naturale alla tisana se non c'è allergia a questo prodotto;
  • Aromaterapia. Un altro modo efficace per trattare la sindrome astenico-vegetativa. I medici consigliano di aggiungere un paio di gocce di olio aromatico all'acqua durante il bagno. Un prodotto a base di bergamotto, gelsomino, sandalo o salvia funziona meglio.

Se la malattia è di gravità moderata, il paziente avrà bisogno di una terapia più seria. Gli saranno utili sessioni di elettroforesi e massaggio. Inoltre, non dovresti rinunciare alla terapia fisica. Non sforzarti troppo durante l'attività fisica. I carichi dovrebbero essere moderati.

Se la malattia è caratterizzata da un decorso grave, una persona con ABC dovrà accettare la terapia farmacologica. I metodi di cui sopra non lo aiuteranno a ottenere il recupero..

Con la sindrome astenico-vegetativa, vengono prescritti diversi gruppi di farmaci:

  1. Complessi vitaminici e minerali con calcio e magnesio.
  2. Sedativi e tranquillanti (Novopassit, Azafen).
  3. Mezzi per il ripristino del sistema cardiovascolare (Andipal, Adelfan).
  4. Preparati per migliorare il funzionamento del tratto digerente (Mezim, Festal).

Altri farmaci possono essere inclusi nel corso della terapia farmacologica. Sono necessari in caso di sviluppo di ulteriori malattie che influenzano la salute generale del paziente..

Quando si sceglie un metodo di trattamento, il medico deve tenere conto dell'età del paziente e del grado di abbandono della sua malattia. Il neuropatologo approva la correttezza del regime di trattamento solo dopo che il paziente si è sottoposto a un esame completo di tutto il corpo in clinica.

Per evitare trattamenti a lungo termine e lo sviluppo di complicanze della sindrome astenico-vegetativa, è necessario essere attenti al proprio corpo e, al minimo sospetto di disturbo, contattare un medico qualificato.