Aulia, abdali, outada, kutb: chi sono?

Domanda: Assalam alaykum.
Potresti per favore chiarire chi sono i kutbs, budalai, avtads?
Possono essere dotati di abilità? (Russia, Daghestan)

Nel nome del misericordioso e misericordioso Allah!
Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatukh!

Allah Onnipotente ha creato l'umanità esclusivamente per adorarlo. Allo stesso tempo, Allah ha creato passioni in una persona che possono portarlo alla disobbedienza.

Quando una persona si trattiene da queste passioni che lo portano alla disobbedienza ad Allah, combatte contro le istigazioni dello shaitan, si dedica all'adorazione dell'Onnipotente ed evita di commettere peccati, allora Allah avvicina questo schiavo a Se stesso e dopo un po 'lo benedice con il Suo "nisbat" (connessione) e fa portalo giù (amico, confidente).

Questi schiavi speciali hanno un rapporto speciale con Allah che le altre persone non hanno. Qualsiasi persona può diventare un wali di Allah se segue la retta via, obbedisce agli ordini dell'Onnipotente ed evita ciò che Allah ha definito haram (proibito). Il numero di awliya (amici, confidenti di Allah) non è strettamente fisso ed esistono in tutto il mondo.

Tra gli awliya, Allah ha scelto quaranta schiavi speciali ed estremamente giusti, chiamati abdal. In ogni epoca il numero degli abdal sarà sempre quaranta. Si chiamano abdal perché la parola abdal significa "sostituzioni": quando uno degli abdal muore, viene sostituito da un altro, e quindi il loro numero è sempre quaranta. In questo mondo, il loro compito è chiamare le persone per l'unità di Allah e allontanare le avversità dalle persone. Nessuno sa chi sia esattamente tra gli abdal, ad eccezione di una manciata di persone selezionate, che l'Onnipotente voleva informare.

Per lo più, gli abdali si trovano nel Levante (Siria), tuttavia possono essere in qualsiasi parte del mondo.

C'è un altro gruppo di servi speciali di Allah, noto con il termine "awáad", che significa vagamente "pioli". Ci sono solo quattro Outad in ogni epoca. Il motivo per cui sono chiamati outad (pioli) è perché sono come i pioli di una tenda. Proprio come una tenda ha bisogno di quattro pioli per reggere, anche il terreno ha bisogno di quattro pioli per mantenerla senza intoppi..

L'Onnipotente permette a questo mondo di funzionare senza intoppi grazie a queste quattro persone speciali che sono dei fuorilegge, e Allah ha collocato ciascuna di loro nei quattro angoli del mondo. Uno è a est, uno a ovest, il terzo a nord e il quarto a sud.

Il leader e il capo di tutti gli schiavi elencati (awliya, abdal e autad) è qutb. Questa è una persona che è la più giusta e la più vicina allo schiavo Altissimo di tutti i viventi sulla terra. C'è esattamente un qutb in ogni epoca. Quando il qutb di un'era particolare muore, il maggiore degli abdal diventa il successivo qutb e il più giusto wali diventa il successivo abdal. Non c'è una chiara indicazione di dove sia il qutb. (Majmoo rasail ibn Abidin. - Volume 2, p. 264)

E Allah lo sa.
Wasalam.

Mufti Suhail Tarmakhomed
Divisione Fatwa del Consiglio di Ulama (KwaZulu-Natal, Sud Africa)

Aggiunta

Domanda: Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatukh, rispettato sceicco.
Dimmi, lo stesso Qutb sa chi è? E, di conseguenza, outad: si conoscono? E c'è comunicazione tra di loro?
Secondo te, chi è l'outad del nostro tempo?
Jazakallahu hayran. (Kazan, Russia)

Nel nome del misericordioso e misericordioso Allah!
Assalamu alaykum wa rahmatullahi wa barakatukh!

Qutb, Autad e Abdali si conoscono e comunicano tra loro, come abbiamo capito dagli insegnamenti di molti pii Ulama. Non abbiamo trovato un hadith esplicito a supporto di ciò..

Non sappiamo chi sia il fuori dal nostro tempo.

E Allah lo sa.
Wasalam.

Mufti Suhail Tarmakhomed
Divisione Fatwa del Consiglio di Ulama (KwaZulu-Natal, Sud Africa)

Aulia '

Awliya '(arabo أولياء - vicino, santi, singolare "wali") - persone vicine a Dio (dai loro pensieri, desideri, aspirazioni, azioni, cultura della parola e del comportamento). La parola "awliya" (in russo puoi anche pronunciare "awliya") deriva dalla parola araba "wilaya", uno dei cui significati è "essere vicino, vicino".

I profeti erano stretti schiavi del Creatore, ma il loro grado davanti a Lui è superiore a quello degli awliya '. La ragione di ciò è il fatto che i profeti, a differenza degli awliya ', avevano una serie di caratteristiche distintive inerenti solo a loro: l'infallibilità, la fede in loro è obbligatoria, le rivelazioni sono state inviate loro, erano obbligati a istruire il loro popolo sul vero sentiero, così come l'espressione le parole offensive e diffamatorie rivolte a loro è incredulità (kufr). Inoltre, dopo la partenza dell'ultimo messaggero di Dio, il profeta Muhammad, la catena profetica fu completata. Pertanto, i messaggeri non verranno più inviati alle persone, ma awliya 'sarà sempre lì fino alla fine del mondo.

Parlando di awliya ', si possono spesso ricordare i miracoli (karamat) che sono accaduti loro. Va notato che secondo l'opinione unanime dei teologi, i miracoli (karamat) non sono la principale caratteristica distintiva degli awliya, come a volte si crede erroneamente. In effetti, in alcuni casi, con gli atei possono verificarsi miracoli (karamat). Pertanto, la principale caratteristica distintiva degli awliya 'è la loro rettitudine ultima, che si manifesta nella stretta aderenza alle istruzioni del Creatore e nell'evitare ciò che Egli ha proibito. La maggior parte degli scienziati-teologi è unanime nell'opinione che a volte i miracoli (karamat) possano accadere agli awliya ', uno dei quali è quello di sbarazzarsi di alcune delle loro difficoltà e alleviare le difficoltà della vita.

Come accennato in precedenza, un miracolo (karamat) accaduto può testimoniare lo status di "awliya" solo se la persona con cui è accaduto si distingue per la massima rettitudine e, cosa importante, non si spaccia per un profeta. Non dobbiamo dimenticare che ci sono stati molti casi in cui alcune persone hanno affermato che i miracoli sono accaduti loro (karamat) o, al contrario, hanno affermato lo stesso in relazione ad un'altra persona, ma successivamente è stata rivelata la falsità delle loro affermazioni e l'incongruenza con la realtà. Il vero awliya, qualsiasi miracolo che sia accaduto a loro (karamat), cerca sempre di nascondersi dalle altre persone e di non portarlo al pubblico. In questo modo, cercano di mantenere la loro massima sincerità (ichlas) davanti al Creatore..

È importante aggiungere che alcuni fenomeni miracolosi (mu'jizat) sono accaduti sia ai profeti che agli awliya '. Tuttavia, l'essenza dei miracoli (mu 'jizat) con i profeti è fondamentalmente diversa dall'essenza dei miracoli (karamat) avvenuti con awliya'. Quindi, ad esempio, a differenza degli awliya ', i miracoli (mu' jizat) accaduti ai profeti erano una conferma inconfutabile della verità delle loro parole, nonché una conferma della verità della loro missione profetica agli occhi di coloro che la negano e non la riconoscono. Inoltre, a differenza degli awliya ', i profeti dovevano pubblicizzare i miracoli che erano accaduti loro (mu' jizat) e portarli al pubblico. Ciò era necessario affinché le persone credessero in loro e li seguissero. Così, i miracoli (mu 'jizat) accaduti ai profeti hanno confermato inconfutabilmente la loro essenza profetica, che non si può dire riguardo agli awliyah', poiché, come accennato in precedenza, i miracoli (karamat) non sono la loro principale caratteristica distintiva. Cioè, un miracolo (karamat) accaduto a questa o quella persona non è una chiara prova dello status di "avliya".

La parola "awliya" alla radice significa anche "patroni", "guardiani" e la parola "wali" significa "protettore", "guardiano". Quest'ultimo può essere trovato in alcuni versi del Sacro Corano, quando il Creatore informa di se stesso che è il vincitore dei credenti usando la parola "wali". È importante notare che la condizione principale per il patrocinio del Creatore sui credenti è l'adempimento della Sua prescrizione ed evitare il proibito. Inoltre, il grado del Suo patrocinio può dipendere in gran parte dal grado di adempimento di questa condizione. Inoltre, la parola "awliya" alla radice può anche significare "chi è al potere", "manager". In questo senso, la parola è usata in relazione a persone che hanno il potere di gestire gli affari degli altri, ad esempio, in relazione a un governante. In conformità con la legge islamica, le persone autorizzate a gestire gli affari degli altri devono soddisfare determinate condizioni e requisiti: devono essere musulmani maschi adulti, essere sani di mente ed essere fisicamente completi, retti, aderire alla giustizia, avere conoscenze religiose [1].

Collegamenti a fonti teologiche e commenti:

[1] Vedi: Ministry of Waqaf and Islamic Issues. Adorazione // Fiqh Encyclopedia, 2a ed. In 45 volumi Kuwait, 1983. V. 45. S. 135-183.

Chi sono gli awliya (confidenti) di Allah?

La nostra religione è la via dello sviluppo spirituale che porta alla soddisfazione di Allah Onnipotente. Questo è il percorso per avvicinarsi al nostro Signore, camminare lungo il quale la mummia può raggiungere il grado di awliya.
Dalle parole del Messaggero di Allah segue che gli awliya sono persone che sono costantemente impegnate nell'adorazione di Allah, non avranno paura in questo mondo nemmeno dopo la morte, e tutto questo è associato al più alto grado di paura di Dio.
Allah Onnipotente ha detto:
﴿أَلا إِنَّ أَوْلِيَاءَ اللَّهِ لَا خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلَا هُمْ يَحْزَنُونَ * الَّذِينَ آَمَنُوا وَكَانُواُ يَحْزَنُونَ * الَّذِينَ آَمَنُوا وَكَانُواُ يَحْزُنُونَ
che significa: "Awliya Allah non sperimenterà né paura né dolore (nel Giorno del Giudizio). Questi sono i servi di Allah che credono in Lui e Lo temono (eseguono tutti i Comandi, evitano tutti i divieti). " (Surah Yunus, ayah 62-63)
Dice anche nel Corano:
)إن الذين قالوا ربنا الله ثم استقاموا تتنزل عليهم الملائكة ألا تخافوا وللنا تحزنتونامونتونونتونتونا تحزل(نونونا تحزنتون
che significa: "In verità, per coloro che credevano in Allah ed erano pii (raggiunti il ​​grado di Awliya), gli angeli della misericordia scendono con notizie gioiose, in modo che non si rattristino e temano, mentre il paradiso li attende" (Surah Fussilat, ayat 30)
Possa Allah Onnipotente concederci la Sua grazia e renderci tra coloro che hanno acquisito il massimo grado di timore di Dio.
La parola "awliya" è un plurale della parola "uali", che significa "vicino", "vicino" o "amico". Gli "Awliya" sono persone che Allah Onnipotente ha benedetto con la sua speciale vicinanza, vale a dire queste sono persone le cui azioni rispettano pienamente gli ordini di Allah, così come la Sunnah del nostro amato Profeta.
Il Profeta (la pace sia su di Lui) ha detto che Allah ha detto:
من عادى لي وليًّا فقد ءاذنته بالحرب. ولا يزال عبدي يتقربُ إليَّ بالنوافل حتى أحبَّه فإذا أحببته كنت سمعَه الذي يسمعُ به وصره الذي وهمواره الذي يُبواهره
“Dichiarerò guerra a chi è inimicizia con i Miei santi (awliya)! Di tutte le azioni con cui il mio schiavo si avvicina a me, amo di più le prescrizioni obbligatorie. E per mezzo di ulteriori prescrizioni il Mio schiavo continua ad avvicinarsi a Me fino a che non lo amo… Se mi chiede qualcosa, certamente glielo darò; se comincia a cercare rifugio presso di me, certamente glielo concedo, e niente di ciò che faccio mi fa esitare ". (Bukhari)
L'imam Sa'duddin at-Taftazani (712-793 x / 1312-1390 m) ha detto:
"Wali è colui che conosceva l'Onnipotente, distratto da tutto, che ha rivolto tutta la sua attenzione ad Allah, e la rivelazione di karamat, senza pretendere di profezia, è consentita anche dall'intenzione di Wali." [Sharh al-Makasid, 5/75]
È importante notare che l'obiettivo di "awliya" non è karamata (miracoli), ma la vita secondo la Sunnah del Messaggero di Allah e attraverso questo raggiungimento della soddisfazione e dell'amore di Allah Onnipotente.
Gli studiosi di Ahli Sunnah sottolineano due qualità che devono essere obbligatorie per le persone vicine ad Allah:
Ita'at - obbedienza ad Allah, osservanza delle leggi della Sharia)
Dhikr: un ricordo costante di Allah.
Gli Awliya stretti servitori dell'Onnipotente Allah sono descritti da una qualità chiamata "Al-Istiqamah".
Questa è un'adesione incessante adempiendo all'obbligatorio, tenendosi dai peccati e adempiendo la Sunnah in grandi quantità, e questo è il percorso della perfezione morale spirituale
Il percorso di sviluppo spirituale e morale (Tasawwuf) è, prima di tutto, il desiderio di costruire la propria vita entro i confini del Corano e della Sunnah.
Il Sacro Corano comanda (significato):
"Obbedisci ad Allah e al Messaggero - forse sarai perdonato".
“O tu che hai creduto! Obbedisci ad Allah, obbedisci al Messaggero e non trasformare le tue azioni nel nulla ".
Il profeta Muhammad (sallallahu alayhi wa sallam) ha detto nel suo sermone di addio:
“… Sappi che entrerò in Paradiso prima di te e ti aspetterò sulle rive del bacino idrico di Kausar! Mi rallegrerò della tua superiorità numerica sulle altre comunità. Non disonorarmi in alcun modo (commettendo peccati)!... Oh mumins! Vi lascio due cose da tenere, guidate dalle quali, non vi smarrirete mai. Questo è il Libro di Allah - Sacro Corano e Sunnah

Il termine istikamat è usato insieme a karamat (abilità insolite), e l'aggiunta segue che lo schiavo non dovrebbe essere karamat ma istikamat.
Ad esempio, Abu Ali Juzjani ha detto questo al riguardo: "Sforzati per la retta via, non per il possesso di superpoteri, perché la tua nafs desidera karamata e il tuo Signore ti sta aspettando"..
Ibn Ata ha detto: "Istiqamat si ottiene con lo scopo del cuore per Allah".
Kushairi afferma che seguire il sentiero rettilineo porta alla continuazione del karamat, perché in questo verso Allah proclama che Allah conferisce le sue benedizioni con costanza a coloro che seguono la retta via: "Se essi (cioè persone e jinn) fossero saldi sulla retta via, daremmo loro l'acqua della Nostra Misericordia". 257
Avliya può avere varie funzioni. Alcuni di loro istruiscono le persone sul sentiero della verità (irshad). Altri si prendono cura e aiutano le persone nella loro zona.
Ci sono quelli il cui compito è risolvere e razionalizzare alcuni affari umani speciali.
Gli awliya sono chiamati in modo diverso: avtads, aktabs, nudjabai, nukabai, abdalai, budalai, ridzhal ul-ghayb, ecc..
Vivono in mezzo a noi, mangiano, bevono, sperimentano i bisogni umani. Quando li incontreremo, non saremo in grado di distinguerli dalla gente comune. Puoi incontrarli in qualsiasi forma: un mendicante, un venditore, un operaio, solo un passante.
Per volontà dell'Onnipotente Allah, vengono in aiuto delle persone in una situazione pericolosa e senza speranza. Questo è l'ordine stabilito dalla volontà dell'Altissimo (lode a Lui, l'Onnipotente).
L'Imam Mahdi sarà l'ultimo dei governanti nell'ummah di Muhammad (sallallahu'alayhi wa sallam).
L'imam Rabbani ha detto di lui in questo modo:
“La mia nisba (Naqshbandi tariqah) esisterà fino alla fine del mondo attraverso i miei discendenti ideologici. Anche l'Imam Mahdi apparterrà a lei. Così, la catena Naqshbandi raggiungerà il Mahdi, e lui sarà l'ultimo mentore "..
Ora prestiamo attenzione a un'altra domanda importante:

Cosa attende colui che danneggia gli awliya (favoriti) di Allah
Secondo l'Islam, è vietato nuocere a chiunque, né fisico sotto forma di mutilazione, né morale sotto forma di calunnia, calunnia, pettegolezzo..
Un credente è colui dal quale non proviene alcun danno alle persone e accanto al quale gli altri provano pace e sicurezza..
Ma sfortunatamente, ci sono persone che calunniano coloro che sono vicini ad Allah.
Amanti di Allah - Gli Awliya sono vicini ad Allah per gradi e Lo hanno riconosciuto, ricordano Allah più spesso di altri e confidano in Lui in tutte le loro azioni.
Allah Onnipotente ha detto dei suoi preferiti:
أَلا إِنَّ أَوْلِيَاء اللَّهِ لاَ خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلاَ هُمْ يَحْزَنُونَ
Significato: "In verità, i favoriti di Allah non conoscono la paura e non saranno rattristati" (Yunus, ayah 62). Allah ha anche detto nel Corano:
وَاصْبِرْ نَفْسَكَ مَعَ الَّذِينَ يَدْعُونَ رَبَّهُم بِالْغَدَاةِ وَالْعَشِيِّ يُرِيدُونَ وَجْهَهُ

Significato: "Sii paziente con coloro che invocano Allah al mattino e prima del tramonto e lotta per il piacere di Allah" (al-Kahf, ayah 28).
Nel libro "Ihya" dell'Imam al-Ghazali (che Allah abbia pietà di lui) è scritto che il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) disse:
أولياء أمتي أنبياء من دونهم
Significato: "Gli intimi favoriti di Allah della mia comunità sono come i Profeti (la pace sia su di loro) di altre comunità".
Questo non ha un significato letterale, ma sottolinea la dignità di awliya Allah.
Dagli hadith di cui sopra, ricordiamo che Allah Onnipotente dichiarò personalmente guerra a coloro che danneggiano i Suoi preferiti, ogni musulmano sa che nessuno può salvare dall'ira di Allah e dalla Sua punizione se una persona non si pente di Allah e Allah non accetta il suo pentimento.
Anas ibn Malik (che Allah sia soddisfatto di lui) ha riferito che il Messaggero di Allah (pace e benedizioni su di lui) ha detto che Allah dice:
من عادى لي وليا فقد بارزني بالحرب
Significato: "Colui che mi fa del male, danneggiando il mio preferito, gli ho dichiarato guerra" (Imam al-Bukhari).
L'hadith è molto chiaro. È possibile per una persona essere inimicizia con i giusti dopo ciò? !
Un'altra versione della trasmissione di questo hadith dice:
من أهان لي وليا فقد بارزني بالمحاربة
Significato: "Colui che mi ha insultato, insultando il mio preferito, a lui ho dichiarato guerra" (al-Bukhari).
Questi tre hadith, che parlano di dichiarare guerra per diversi tipi di danni agli animali domestici, possono essere intesi come un avvertimento passo dopo passo sulla punizione dell'Onnipotente per inimicizia, cioè, se una persona ha insultato l'amato di Allah, allora Allah gli ha dichiarato inimicizia, se lo ha ferito fisicamente, la rabbia di Allah aumenta, se combatte con i giusti, l'odio di Allah per il nemico diventa terribile.
Alcuni gruppi di musulmani, per la loro ignoranza, calunniano e cercano di umiliare la dignità dei giusti, hanno bisogno di pentirsi immediatamente e lasciare la via dell'illusione.
Ibn Hajar al-Haytami (che Allah abbia pietà di lui) scrive: “Questo peccato è grave, perché Allah non dichiarerà guerra per un peccato che non è grave. Allah ha dichiarato guerra per due tipi di peccato: per l'usura e l'inimicizia con i favoriti di Allah "(al-Zawajir, volume 1, p. 161).

Il culto dei "santi" tra i musulmani: chi sono gli awliya?

Awliya (o awliya - dall'arabo "trustee", "santo", si trova anche nella forma singolare di wali) occupa un posto speciale tra i credenti..

Questo è il nome dato ai musulmani che hanno raggiunto un livello speciale di timore di Dio. Eseguono regolarmente rituali di adorazione e sono particolarmente rispettati nella ummah. Inoltre, evitano di commettere peccati gravi e osservano rigorosamente tutti i precetti della religione..

Inoltre, nell'Islam non ci sono requisiti chiari per coloro che possono essere considerati awliya. A questo proposito, il loro numero esatto è sconosciuto, inoltre, vivono in tutto il mondo. Secondo l'hadith citato da Ibn Hibban e Nasai, lo stesso Profeta (sgv) descrisse awliya come segue: “Ci sono credenti che anche i profeti invidieranno gentilmente nel Giorno del Giudizio. Queste sono persone che amano per il bene dell'Onnipotente e non per ricchezza materiale o parentela. I loro volti sono pieni di luce, e non sono sconvolti quando gli altri sono sconvolti (cioè, a causa del banale - circa Islam.Global) ".

Gli Awliya occupano una posizione speciale nella ummah musulmana e sono sotto la tutela del Signore dei mondi. Surah Yunus ha detto:

“In verità, i santi di Dio non conoscono la paura e non saranno rattristati. La buona notizia è destinata a loro in questo mondo e nell'aldilà "(10:62, 64)

Spesso i musulmani creano un culto dei loro awliya "nazionali", elevandoli al rango di santi. Intorno a loro nascono varie leggende e superstizioni, ei loro luoghi di sepoltura diventano oggetto di pellegrinaggio di massa della popolazione locale..

Alcuni awliya hanno partecipato attivamente alla politica, in particolare, ai movimenti di liberazione nazionale dei loro popoli nella lotta contro i coloni. Oggi gli awliya godono di un'autorità speciale nelle tariqah sufi. Allo stesso tempo, tendenze più conservatrici nell'Islam negano l'istituzione dei "santi" nell'Islam, definendola innovazione e assimilazione ai cristiani.

Atteggiamento verso Awliya da parte dei musulmani

Il dovere dei credenti è considerato rispettoso e rispettoso degli schiavi timorati di Dio di Allah. L'inimicizia con gli awliya è considerata un peccato grave. Il profeta Muhammad (s.g.v.) ha detto a questo proposito: "Colui che danneggia i miei preferiti, gli dichiarerò guerra" (Bukhari).

Ma questo non significa affatto che gli awliya siano superumani che non hanno spazio per l'errore. I credenti non dovrebbero essere ingannati e seguire ciecamente ogni musulmano particolarmente devoto. Tutti saranno responsabili delle proprie azioni nel Giorno del Giudizio individualmente. Pertanto, tutti possono ascoltare l'opinione di awliya, ma la decisione deve essere presa da solo..

Gli schiavi più paurosi del Creatore, tuttavia, meritano rispetto da parte dei credenti. Lo sceicco Ibn Useymin ha scritto: “I fedeli sono obbligati a valutare le azioni di ogni awliya per il rispetto del Corano e della Sunnah più pura. In tal caso, una persona ha il diritto di sperare di poter essere considerato awliya. " Allo stesso tempo, non possiamo dire con certezza se un particolare musulmano devoto appartiene ad awliya, perché solo Allah lo sa per certo..

Ti è piaciuto il materiale? Invialo a fratelli e sorelle nella fede e ottieni savab!

Lezione 2.36: Come diventare Awliya di Allah? Inimicizia con awliya Allah

حدثني محمد بن عثمان حدثنا خالد بن مخلد حدثنا سليمان بن بلال حدثني شريك بن عبد الله بن أبي نمر عن عطاء عن أبي هريرة قال: قال رسول الله صلى الله عليه وسلم: ((إن الله قال من عادى لي وليا فقد آذنته بالحرب, وما تقرب إلي عبدي بشيء أحب إلي مما افترضت عليه, وما يزال عبدي يتقرب إلي بالنوافل حتى أحبه, فإذا أحببته كنت سمعه الذي يسمع به, وبصره الذي يبصر به, ويده التي يبطش بها ورجله التي يمشي بها, وإن سألني لأعطينه, ولئن استعاذني لأعيذنه, وما ترددت عن شيء أنا فاجه ترددي عن نفس المؤمن ، يكره الموت وأنا أكره مساءته)).

È narrato dalle parole di Abu Hurayrah, che Allah sia soddisfatto di lui, che il Messaggero di Allah (pace e benedizioni di Allah siano su di lui) disse: "In verità, Allah Onnipotente ha detto:" Dichiarerò guerra a colui che è in guerra con coloro che mi sono vicini! La più amata di tutte, qualunque cosa (faccia) il Mio servitore nel tentativo di avvicinarsi a Me, è per Me ciò di cui l'ho accusato. E il Mio servo cercherà di avvicinarsi a Me, facendo più del previsto / nahuafil / finché non lo amerò. Quando lo amerò, diventerò il suo udito, attraverso il quale sentirà, e la sua vista, attraverso la quale vedrà, e la sua mano, che afferrerà, e la sua gamba, con cui camminerà. E se Mi chiede (qualcosa), gli darò sicuramente (questo), e se si rivolge a Me per protezione, lo proteggerò sicuramente. E niente di ciò che faccio mi è spiacevole in misura tale come (il bisogno di prendere) l'anima di un credente che non vuole la morte, perché non voglio fargli del male " (Bukhari 6502).

Continuiamo ad analizzare il hadith.

La frase successiva nell'hadith: "E se mi chiede qualcosa, allora gliela darò sicuramente"..

Ci sono persone che hanno frainteso questa frase. Dicono che Allah non può rifiutare se uno dei Suoi awliya Gli chiede qualcosa. Una tale convinzione è kufr.

Dimostrano anche da queste parole che poiché Allah ha promesso di rispondere alle richieste degli awliya, significa andare sulla tomba di una persona onorevole e chiedere all'abitante della tomba di intercedere per il supplicante davanti ad Allah - presumibilmente è una delle migliori azioni. Una tale convinzione è sottratta.

In effetti, queste parole hanno il seguente significato: quando una persona adempie a tutti i suoi obblighi verso il suo Signore e si avvicina anche ad Allah attraverso un'adorazione aggiuntiva, Allah concederà a tale persona un dono, rispondendo alla sua preghiera.

Quindi le seguenti parole vengono nell'hadith: "E se Mi chiede protezione, allora lo proteggerò sicuramente"..

Dopo di che viene la parola "تَرَدُّدٌ", che molti traducono come "dubbio". Tuttavia, questa traduzione non è corretta e l'altro significato di questa parola è più adatto - "antipatia".

Risulta così: "Non provo antipatia per qualcosa da quello che faccio, che antipatia per il fatto che prendo l'anima di un mu'min.".

La parola "antipatia" ha un significato comprensibile a una persona. Ma in relazione ad Allah, non conosciamo la posizione della sua avversione.

La frase successiva: "Non gli piace la morte, e non mi piace ferirlo"..

La domanda sorge spontanea: perché a Mu'min non piace la morte? A Mu'min non piace la morte, non perché preferisce la vita mondana, ma perché durante la sua vita esegue l'adorazione di Allah e non vuole interromperlo. Se a una persona miglio non piace la morte, allora questa è una cattiva qualità..

Usi di hadith:

1) Allah dà un'importante definizione in questo hadith: gli awliya di Allah sono coloro che cercano di eseguire ordini sia obbligatori che desiderabili. Chi non segue le istruzioni obbligatorie e non è zelante nel desiderabile - per definizione, non può essere un amico (awliya) di Allah.

È vero anche il contrario: ogni mu'min che adempie ai suoi obblighi nei confronti di Allah e cerca di eseguire il più possibile e migliore adorazione aggiuntiva, per quanto possibile è awliya di Allah nella misura in cui si sforza sinceramente e.

Le stesse persone che mostrano alcuni miracoli (karamata), ma allo stesso tempo non eseguono l'adorazione obbligatoria e aggiuntiva, non sono gli awliya di Allah. Anche se una persona vola o cammina sull'acqua, ciò non significa che sia l'awliya di Allah, finché non vediamo e ci assicuriamo che segue rigorosamente la Sunnah del Profeta, che Allah lo benedica e gli dia pace e zelo su questa strada.

Pertanto, quelle persone che non cercano di partecipare a preghiere collettive, non ricevono conoscenza, non conducono una chiamata alla religione di Allah e allo stesso tempo dicono di essere gli awliya di Allah - sono bugiardi.

2) Quando una persona è inimicizia con gli awliya di Allah, Allah lo accusa di guerra.

3) Quelle persone che parlano con parole o fatti contro coloro che esaltano la Parola di Allah sono i nemici di Allah, che Egli accusa di guerra. Pertanto, devi stare molto attento nei tuoi giudizi e parole in relazione ai fratelli, perché è possibile che uno di loro possa essere un amico di Allah.

In questa categoria di nemici di Allah, cadono prima di tutto gli sciiti, che sono apertamente e apertamente in guerra con i Compagni, che sono senza dubbio gli awliya di Allah.

4) Quando un mu'min adempie ai suoi obblighi verso Allah e si sforza di eseguire un'adorazione aggiuntiva, allora diventa un amico di Allah e si unisce al suo gruppo.

وَمَن يَتَوَلَّ اللَّهَ وَرَسُولَهُ وَالَّذِينَ آمَنُوا فَإِنَّ حِزْبَ اللَّهِ هُمُ الْغَالِبُونَ

"Se considerano Allah, il Suo Messaggero e i credenti come loro patroni e aiutanti, allora i campioni di Allah saranno certamente vittoriosi" (5:56).

5) Questo hadith contiene una confutazione per i sufi. I sufi sostengono che per diventare un awliya di Allah, è imperativo usare metodi speciali: tarikat e tasauuf. Questa metodologia non è stata provata nella religione, come risulta evidente da questo hadith. Pertanto, tarikat e tasauuf sono ovvie innovazioni..

Allo stesso tempo, i sufi affermano che durante il tempo del Profeta (pace e benedizioni di Allah siano su di lui), non c'erano molte altre cose: non c'erano libri, scienza Tajuid, grammatica araba, scienza Sirah e così via. Tutte queste cose che le persone hanno escogitato in seguito, al fine di comprendere meglio la religione di Allah. Quindi i sufi dicono che la scienza del tasauuf fu inventata più tardi per purificare i loro naf.

Quindi, sono astuti in questa materia, poiché tasauuf non è un modo, ma un metodo di adorazione. Qualsiasi metodo di adorazione che Allah e il Suo Messaggero non hanno legalizzato è un'innovazione (bid'a).

Cos'è Karamat awliya?

Cos'è Karamat awliya?

La parola "karamat" significa misericordia, superiorità. Il significato terminologico della parola karamat è un fenomeno soprannaturale dimostrato da qualcuno degli awliya, tra i seguaci di uno qualsiasi dei profeti, e che va oltre le leggi della fisica, della chimica e della fisiologia.

La verità del karamat awliya è confermata dal Corano: “Ogni volta che Zakariya entrava nella sua casa di preghiera, trovava cibo vicino a lei. Ha detto: “Oh Maryam! Da dove l'hai preso? " Lei rispose: "Questo viene da Allah, perché Allah concede cibo senza alcun conto a chi vuole" (Ali Imran 3/37). Il mufassir, interpretando questo verso, disse che quando Zakariyya (alayhi salam) entrò nella stanza di Maryam nei giorni estivi, vide i suoi frutti che maturavano in inverno, e quando andò da lei nei giorni invernali, vide che accanto a lei c'erano frutti che maturavano estate. È noto che secondo l'opinione unanime dell'Ulama, Maryam non era un profeta. E questo verso è una prova indiscutibile della verità del karamat awliya.

Uno degli awliya più famosi, Shihabuddin Suhraverdi ha detto: “Allah, per rafforzare la convinzione dei suoi amati schiavi, concede loro karamat. Ma sopra di loro ci sono gli schiavi, dai cui cuori furono tolti i veli, e che sapevano cosa era nascosto. Per tali schiavi, non è necessario che karamata rafforzi la loro convinzione. Pertanto, tra i Sahaba, appartenenti a questa categoria di schiavi, la manifestazione del karamat non era diffusa. E gli awliya delle generazioni successive hanno avuto molte manifestazioni di karamat. Poiché i Compagni erano sempre vicini al Messaggero di Allah (salallahu alayhi wa sallam), furono testimoni della rivelazione e dell'arrivo degli angeli. Non attribuivano importanza alla vita mondana, le loro anime erano pure e il loro cuore brillava come uno specchio. Pertanto, non avevano bisogno di karamata "..

Il Karamat di Aulia si verifica involontariamente. Karamat si divide in due tipologie: tangibile e intangibile..

La gente comune conosce solo il karamata tangibile. Ad esempio, la prima cosa che viene in mente alle persone quando menzionano karamat è la capacità di leggere la mente, vedere il futuro, la capacità di camminare sulla superficie dell'acqua, volare nell'aria, accettazione immediata di tutti i duas. Le persone considerano gli awliya solo coloro che sono in grado di dimostrare tutto questo. Indipendentemente dal fatto che queste persone adorino e che il loro carattere morale soddisfi i requisiti dell'Islam.

Per quanto riguarda l'intangibile karamat, solo i servi scelti di Allah lo sanno. Questo tipo di karamat include: adesione incondizionata ai comandi dell'Islam, il desiderio di compiere buone azioni, l'adempimento di tutti i propri doveri, la purificazione del cuore da tutte le cose cattive, il rifiuto dell'egoismo e la completa obbedienza ad Allah.

In conclusione, vorrei ripetere che karamat è la verità, ma karamat non è un prerequisito per una persona per essere awliya. Cioè, non è necessario che il wali abbia karamat.

questo articolo è stato utile? Ripubblica, scrivi il tuo commento!

hamim_media

  • Aggiungi agli amici
  • RSS

بسم الله الرحمن الرحيم

Portale video islamico HaMim Media

Lo sceicco Tajuddin Ahmad ibn Ataillah al-Sakanadri ha detto: "Glorioso è Colui che ha indicato il Suo awliya, solo indicandolo, e presenta awliya solo a coloro che voleva conoscere se stesso".

Sheikh Yusri Rushdie:

Awliya Allah nascosto, giusto? Sono nascosti tra le persone. Quando cammini in mezzo a una folla di persone, assicurati che ci sia awliya in questa folla, ma c'è un segno sul retro di awliya che dice "Questo è awliya"? -No, questo non lo è. Vivono proprio come le persone normali. Indossano gli stessi vestiti che indossano le persone, mangiano ciò che mangiano le persone, si stancano proprio come le persone comuni, si ammalano come le altre persone, si rallegrano come si rallegrano le persone comuni, tristi come le altre persone. Sono nascosti, nascosti da un velo, hijab, umanità. Proprio come Allah è nascosto per noi dai mondi intorno, ha nascosto i suoi awliya con molti veli.
Proprio come Allah è nascosto dall'universo ed è impossibile vederlo se non attraverso il mondo esterno. Pace, Alam è tutto ciò che esiste, eccetto Allah. Gli arabi lo chiamavano Alam, perché il mondo è un'indicazione (in arabo, alam) al suo Creatore.
Se presti attenzione a tutte le creature del mondo, le troverai impotenti, bisognose di qualcuno che abbia il potere e la capacità di governare. Nessuna delle creature afferma di essersi creata da sola: deve esserci un creatore.
Così, hai conosciuto Allah con l'aiuto del velo, che è il mondo che ci circonda..
E proprio come Allah si è nascosto con i mondi e nessuno può conoscere Allah, se non con uno sguardo che penetra oltre questi veli, con uno sguardo che non copre e ciò che è nascosto dietro di loro, così è awliya. Se qualcuno guarda i veli che nascondono gli awliya, nessuno capirà mai se è awliya o no. Anche se vive accanto a lui da cento anni. Al punto che anche sua moglie potrebbe non sapere che suo marito è un grande awliya. Lo vede come un uomo normale. Succede spesso. I figli potrebbero non conoscere la santità del padre, le persone che vivono con lui giorno e notte - questo a causa dei frequenti incontri con lui. Lo vedono dormire, alzarsi, mangiare come una persona normale. Vedono una persona normale. Va a lavorare e torna, un uomo normale! Questo perché non conoscevano il "segreto della sua particolarità" (sirr al-husiyya).
Quando Allah ti augura ogni bene, ti apre questi veli (kasaif) e tu inizi a vedere il "segreto della particolarità" di questo awliya. Proprio come Egli desiderava le benedizioni per i credenti, aprì per loro i kasaif - i veli dell'umanità dei messaggeri, e loro credettero in ciò con cui venivano questi messaggeri. E gli awliya di Allah sono gli eredi dei messaggeri di Allah.
Quando non ci sono profeti, come fa Allah a guidare le persone sul sentiero? - Attraverso i loro awliya. Non ci sono più profeti, sono nascosti dietro la cortina della morte, ma Allah ha dato loro degli eredi che sono tra le persone. E il numero di questi awliya è uguale al numero dei profeti. Allah ha mandato 124 mila profeti, ci sono anche 124 mila awliya in ogni momento. Quando uno di loro muore, Allah lo sostituisce con un altro. Cioè, il loro numero non diminuisce mai. Secondo il numero di profeti.
La spiritualità (ruhaniyya) di ogni profeta si manifesta nella ruhaniyya di uno degli awliya. Cioè, il segreto dello spirito che Allah ha posto nei profeti è passato agli awliya in termini di vicinanza, amore e forte connessione con Allah, e uno stato radioso (hala) in cui l'anima ascende al Creatore, Egli è Grande. Questa interpretazione è stata data dallo sceicco Abdurrahim Nahil.
Ci sono awliya in cui si manifesta il ruhaniyya di Musa (pace su di lui), c'è awliya con il ruhaniyya di Isa, con il ruhaniyya di Nukha, il ruhaniyya di Khuda, il ruhaniyya di Salih, c'è un awliya con il ruhaniyya del nostro signore Daudule, o nostro signore. Non c'è profeta che la sua ruhaniyya non sia preservata nel mondo attraverso gli awliya, che si sostituiscono a vicenda.
Awliya può passare da ruhaniyya di un Profeta a ruhaniyya di un altro.
Ad esempio, uno che era nel ruhaniyya di Ibrahim può andare al ruhaniyya di Muhammad, pace e benedizioni su di lui.
O forse passa da Rukhaniyya Khuda, a Rukhaniyya Salih, poi a Rukhaniyya Isa, poi Musa, poi Nuha, poi a Rukhaniyya Muhammad.
Non è affatto necessario che gli awliya rimangano permanentemente in uno di essi. La cosa importante è che i ruhaniyyat di tutti i profeti continuino la loro esistenza nel mondo. E il ruhaniyya di ogni profeta è tratto dal più grande ruhanniyya del nostro profeta Muhammad.
Ruhaniyya Muhammad è la fonte di tutti i Ruhaniyyat: profetici e awliya. Tutti questi ruhaniyya provengono dalla ruhaniyyah di Muhammadiyyah..
Qutb al-Azam, o qutb al-aktab, e c'è sempre qutb al-aktab (il più importante awliya), è l'Erede di Muhammad - varis al-muhammadiyyi.
Ok, sai chi è questo qutb al-aktab oggi? No, non lo sai. Sono nascosti.
Sapere che una certa persona proviene dagli awliya è una domanda, ma sapere quale ruhaniyyat è erede è una domanda completamente diversa. Forse hai imparato che una certa persona è awliya. Allah ti ha rivelato il "segreto della particolarità" di questo awliya, hai visto la particolarità nelle sue opinioni, nel suo suluk, o hai visto l'accettazione del suo daawat, o forse hai capito che questo awliya proviene dalla calma che appare durante il tuo soggiorno con lui, o perché solo uno sguardo a lui ti spinge a ricordare Allah. Perché gli awliya di Allah hanno questa caratteristica: senza parole, solo guardarli ti spinge a dhikr.
Quando lo guardi, senti il ​​desiderio di pentirti, di migliorare il tuo adab, senza alcun appello a te da parte di questa valia, senza parole, senza istruzioni...
Più riesci a purificare la tua nafs, più puro è il tuo cuore. Parlando in arabo, se smetti di vedere te stesso, Allah ti mostrerà i suoi compagni!
Awliya Allah non ti nasconde nulla, tranne te stesso! E mentre sei impegnato a contemplare te stesso, non vedrai nient'altro. Cioè, prima di tutto, devi allontanarti dal tuo nafs (da te stesso). Ecco perché le persone normali e modeste spesso conoscono gli awliya. Akhlyud-dunya, gente di dunya, i possessori della posizione non ne sanno nulla. Questo perché il loro nafs è l'hijab che impedisce loro di vedere.
E le persone comuni e umili vedono e conoscono gli awliya di Allah. Vivi e morti.
Ok, vuoi vedere gli awliya viventi, ma non hai questa sensazione, questa visione, cosa fare? - È necessario visitare gli awliya morti, lì incontrerai sicuramente gli awliya viventi che visitano i morti. Spesso ai nobili piace visitare i mawlid di diversi awliya, dicono "questi mawlid sono un'assemblea spirituale". Questo perché tutti i ruhaniyyat degli awliya partecipano a tali riunioni. Stanno celebrando questo giorno awliya. E una persona va a tali incontri, sperando che il suo ruhaniyya incontrerà il ruhaniyya awliya. E inizia a vedere gli awliya vivi e morti. E chi non visita questi Mawlid non sa nemmeno dove siano questi awliya viventi. O forse ti dirà che visitare tali Mawlid è sottratto e rimane solo con se stesso, e mentre rimane solo con se stesso, non smette di vedere nient'altro che se stesso.
Inoltre, nega generalmente l'esistenza degli awliya nel nostro tempo..
Ma non c'è tempo in cui non ci sia awliya, e questo vale non solo per il tempo, ma anche per il luogo. In ogni luogo dovrebbe esserci un wali di Allah, che è l'erede del Ruhaniyya di uno dei profeti. Questo è un punto importante, dobbiamo saperlo..
Ebbene, cosa puoi fare per non danneggiare accidentalmente alcun awliya? La via d'uscita è che tu rispetti tutti i musulmani! Per non danneggiare nessuno degli awliya. Dopotutto, si dice: "Colui che sarà in ostilità con il Mio" awliya ", a quello dichiaro guerra". Quindi, non fare del male a nessuno dei musulmani, forse questo è il vero awliya!
Salva te stesso da questo!
E se in qualche modo hai fatto del male al musulmano, vai a chiedere perdono. E fai un dua per lui. E istruisci i tuoi nafs. Quando tiri fuori la tua naf e smetti di danneggiare i credenti, vedrai gli awliya. In una volta.
Sia lode ad Allah, quando vivevo nella zona di Maniyal (a Giza), c'erano awliya sulla nostra strada. Uno di loro era il custode di casa nostra, si chiamava Ramadan. Il secondo era un venditore di semi all'inizio della strada. Un altro era un venditore di spezie. Loro stessi non sapevano di essere awliya. Li ho salutati e ho chiesto dua per me. Hanno visto chiaramente la vicinanza: vilaya.
Quando smetti di vedere te stesso, inizi a vederli. Finché ti vedi, non vedrai nient'altro.
Il velo più denso del figlio di Adamo è il suo nafs.
Il nostro signore Abu Yazid Bastami, in uno dei suoi halawat, in uno dei suoi duaas, gridò ad Allah con una preghiera: "O Allah, come posso avvicinarmi a Te?" - e sentì una voce dentro di sé: "Lascia te stesso - allora mi troverai".
Il nafs di una persona è quell'hijab. Quando una persona va oltre la sua nafs, trova la verità davanti a sé.
Grande è Allah, che ha tracciato la via per avvicinarsi a Lui avvicinandosi al Suo awliya.
E proprio come Allah si è nascosto con il mondo, ha nascosto i suoi awliya con lo stesso hijab.
Allah non rivela il suo awliya alle persone a causa della sua "girat" - la gelosia di lui.
Conoscevo lo sceicco Abdullah Siddik Gumari e ho visto in lui una "wilaya". Ho portato uno dei medici dei miei amici alle lezioni dello sceicco in modo che anche loro lo vedessero in lui, ma non potevano vedere la Wilaya nello sceicco. Hanno detto "Una persona normale...". Ho risposto loro "è meglio che tu continui a praticare la medicina". Non hanno visto un tremolio in lui, sebbene lei fosse evidente in lui. Ogni volta che andavo a trovarlo, portavo delle persone con me, ma non lo vedevano come un Wilaya. Di tutti quelli che ho portato con me a lezione, solo tre persone lo hanno visto in lui, altri hanno detto: "Una persona comune...", e qualcuno ha detto: "Conosco un khatib in questa o quella moschea, questo è un salafita, il mio cuore si rallegra molto di più con lui "-" Bene, amico mio, vai e rallegrati ".
Allah non vuole che il suo awliya sia conosciuto, non vuole che la gente lo sappia. Perché? A causa del fatto che è geloso di loro, in modo che gli awliya non siano distratti dalle persone da Lui, quindi Allah li nasconde, questo è obbligatorio, perché Allah è Sattar (uno dei nomi di Allah) - Nascosto, sono necessariamente nascosti da LORO.
Chiediamo ad Allah di presentarci al suo entourage! Con i vivi e i morti. In modo che ci amino e noi li amiamo, vivi e morti, e che Egli ci renda loro seguaci, e che Allah ci raduni insieme al nostro Profeta Mustafa (pace e benedizioni su di lui).
A differenza dei profeti, gli Awliya potrebbero conoscere se stessi o non sapere di essere awliya. La profezia è più alta di Viliya, i profeti dovrebbero sapere che sono profeti, quando non è necessario per gli awliya, alcuni awliya potrebbero non sapere fino alla loro morte che sono awliya, Allah li nasconde a se stessi a causa della gelosia per se stessi! Perché se alcuni awliya rivelano il segreto della loro vicinanza, allora si fideranno della loro condizione e lasceranno zelo sul Suo cammino.
E quelli che sanno che lui è awliya non te lo diranno mai, abbiamo incontrato awliya che dice "io vengo da awliya"? No mai.
Se awliya sa questo di se stesso o se le persone conoscono awliya in lui, nessuno lo dirà..
Ma puoi vedere in lui la sua apparente santità. Lo sceicco Shaarawis non era awliya? Era un ovvio awliya, ma non l'ha mai detto, né nelle assemblee generali, né in privato, perché gli awliya hanno paura di rivendicarlo.

Awliya è nell'Islam

La parola araba "Awliya" è il plurale della parola "Wali", che significa - un caro amico, santo o santo. E la frase "Awliyā'ullah" - "amico di Allah" ricorre più volte nel Corano, e non c'è una sola tendenza nell'Islam che neghi l'esistenza di queste persone; le discussioni riguardano solo chi dovrebbe essere considerato un amico di Allah.

È improbabile che sosterrai che uno degli obiettivi principali di tutti i sufi è raggiungere il livello di Wilāyah, dove si trovano i santi e i santi di Allah, e se ciò non è possibile, almeno dovresti provare a diventare qualcuno che è vicino agli amici intimi di Allah e servirli.

Esistono due categorie principali di awliya: quelli che hanno un rango specifico nella gerarchia spirituale e quelli che non ce l'hanno. Esattamente 124.000 Profeti furono inviati all'umanità, allo stesso modo ci furono 124.000 Compagni del Profeta (che Allah sia con lui) durante il suo ultimo Hajj, e 124.000 Awliya sono in pace in un dato momento. Quegli amici di Allah che hanno un rango speciale e ogni livello della gerarchia spirituale è occupato da una quantità di awliya strettamente definita. Questo numero non può mai aumentare o diminuire e se uno dei membri di questa gerarchia se ne va, qualcun altro prenderà necessariamente il suo posto..

Oltre a questi 124.000 awliya, ci sono anche altri illimitati amici di Allah; il loro numero può variare, tra loro potrebbero esserci persone che si trovano in vari siti spirituali. Alcuni di loro sono in contatto quotidiano con il resto dell'umanità, mentre altri trascorrono anni in concentrazione e servizio lontano dalle persone. Alcuni sono majdhūbs, le loro azioni sembrano quelle di un pazzo per gli altri, e sono anche amici intimi di Allah, e c'è una certa saggezza che sembrano pazzi. Alcuni Awliya appartengono a entrambe le categorie di insegnanti, sceicchi e maestri spirituali, altri come un vaso pieno che dà il suo splendore agli altri solo di tanto in tanto quando trabocca. L'Onnipotente Allah protegge queste persone ed è elegantemente indignato quando qualcuno le offende.

Le persone spesso hanno una comprensione molto distorta di chi sia Aulia, chi possono essere e come dovrebbero comportarsi. Alcune di queste idee possono provenire dalla lettura della descrizione e biografia dei grandi santi del passato; tali libri spesso portano una certa esagerazione nel tentativo di rendere un grande uomo ancora più maestoso, e sono piuttosto unilaterali, perché ignorano il fatto che molti santi hanno attraversato molte fasi miracolose e strane durante la loro vita. Molti musulmani del nostro tempo hanno una percezione piuttosto idealistica di ciò che Awliya dovrebbe essere e, forse, non lo riconosceranno come un santo se non discende dal cielo circondato da una schiera di angeli! C'è saggezza divina in una tale mancanza di comprensione; se le persone riconoscessero immediatamente chi è l'Amico di Allah e chi no, complicherebbero sicuramente la vita di quegli Awliya, il cui destino è quello di stare lontano dalle persone.

Chi sono gli Awliya? Possono compiere miracoli?

Risposte

Psicologo musulmano

La parola "karamat" significa misericordia, superiorità. Il significato terminologico della parola karamat è un fenomeno soprannaturale dimostrato da qualcuno degli awliya, tra i seguaci di uno qualsiasi dei profeti, e che va oltre le leggi della fisica, della chimica e della fisiologia.

La verità del karamat awliya è confermata dal Corano: “Ogni volta che Zakariya entrava nella sua casa di preghiera, trovava cibo vicino a lei. Ha detto: “Oh Maryam! Da dove l'hai preso? " Lei rispose: "Questo viene da Allah, perché Allah concede cibo senza alcun conto a chi vuole" (Ali Imran 3/37). Il mufassir, interpretando questo verso, disse che quando Zakariyya (alayhi salam) entrò nella stanza di Maryam nei giorni estivi, vide i suoi frutti che maturavano in inverno, e quando andò da lei nei giorni invernali, vide che accanto a lei c'erano frutti che maturavano estate. È noto che secondo l'opinione unanime dell'Ulama, Maryam non era un profeta. E questo verso è una prova indiscutibile della verità del karamat awliya.

Uno degli awliya più famosi, Shihabuddin Suhraverdi ha detto: “Allah, per rafforzare la convinzione dei suoi amati schiavi, concede loro karamat. Ma sopra di loro ci sono gli schiavi, dai cui cuori furono tolti i veli, e che sapevano cosa era nascosto. Per tali schiavi, non è necessario che karamata rafforzi la loro convinzione. Pertanto, tra i Sahaba, appartenenti a questa categoria di schiavi, la manifestazione del karamat non era diffusa. E gli awliya delle generazioni successive hanno avuto molte manifestazioni di karamat. Poiché i Compagni erano sempre vicini al Messaggero di Allah (salallahu alayhi wa sallam), furono testimoni della rivelazione e dell'arrivo degli angeli. Non attribuivano importanza alla vita mondana, le loro anime erano pure e il loro cuore brillava come uno specchio. Pertanto, non avevano bisogno di karamata "..

Il Karamat di Aulia si verifica involontariamente. Karamat si divide in due tipologie: tangibile e intangibile..

La gente comune conosce solo il karamata tangibile. Ad esempio, la prima cosa che viene in mente alle persone quando menzionano karamat è la capacità di leggere la mente, vedere il futuro, la capacità di camminare sulla superficie dell'acqua, volare nell'aria, accettazione immediata di tutti i duas. Le persone considerano gli awliya solo coloro che sono in grado di dimostrare tutto questo. Indipendentemente dal fatto che queste persone adorino e che il loro carattere morale soddisfi i requisiti dell'Islam.

Per quanto riguarda l'intangibile karamat, solo i servi scelti di Allah lo sanno. Questo tipo di karamat include: adesione incondizionata ai comandi dell'Islam, il desiderio di compiere buone azioni, l'adempimento di tutti i propri doveri, la purificazione del cuore da tutte le cose cattive, il rifiuto dell'egoismo e la completa obbedienza ad Allah.

In conclusione, vorrei ripetere che karamat è la verità, ma karamat non è un prerequisito per una persona per essere awliya. Cioè, non è necessario che il wali abbia karamat. Solo una persona smarrita nega awliya e karamata awliya.

Santi (Azizler) nell'Islam

È necessario credere nell'esistenza dei santi e del loro Karamata.

Un santo (per aliy, "e per lia") è un credente che osserva i comandi di Allah. Allah ha detto (Surah Yunus, Ayat 62-63):

﴿أَلا إِنَّ أَوْلِيَاءَ اللَّهِ لَا خَوْفٌ عَلَيْهِمْ وَلَا هُمْ يَحْزَنُونَ * الَّذِينَ آَمَنُوا وَكَانُواُ يَحْزَنُونَ * الَّذِينَ آَمَنُوا وَكَانُواُ يَ

che significa: “Ma in Lia Allah non proveranno né paura né dolore (nel Giorno del Giudizio). Questi sono i servi di Allah che credono in Lui e sono timorati di Dio (eseguono tutti i Comandi, evitano tutti i divieti) ".

Si dice anche in K ur'an (Surah "Fussilat", Ayat 30):

)إن الذين قالوا ربنا الله ثم استقاموا تتنزل عليهم الملائكة ألا تخافلبا ولنا تأنتوناونتونتونتونتونتونتونتونتونتونتونتونتونتونتونونون

Ciò significa: "In verità, per coloro che credevano in Allah ed erano pii (raggiunti il ​​grado di Awliya), gli Angeli della Misericordia scendono con notizie gioiose in modo che non si rattristino e temano, mentre il Paradiso li attende.".

I santi sono descritti con una qualità chiamata "Al-Isti k amah". Questa è un'adesione incessante facendo ciò che è obbligatorio, preservandosi dai peccati e facendo molte Sunnah (benedizioni desiderabili).

Inoltre, alcuni santi sono inerenti a Karamata.

Il Karamat è un fenomeno straordinario che appare nel credente osservante e in questo si differenzia dalla stregoneria e dall'illusionismo. E differiscono dal Miracolo di Karamata in quanto il Miracolo è dato per confermare la Profezia, e Karamat è dato come prova della veridicità del seguito del proprietario di questo Karamata dopo il suo Profeta.

Karamat può apparire su richiesta del santo. Alcuni di loro hanno detto: "Può darsi che chi non lo mostra sia migliore di chi lo ha esplicito, perché kashf (rivelando qualcosa dal nascosto) può essere dato per rafforzare la sua fede e il suo cuore"..

Pertanto, i Karamata non erano in gran numero tra i Compagni, ma spesso accadeva tra coloro che apparivano dopo di loro..

Il santo differisce anche dal Profeta in quanto il santo può commettere peccati minori e maggiori, ma allo stesso tempo è protetto dall'incredulità. La prova di ciò è Hadi, trasmesso da Abu Hurayra (narrato da Al-Bukhariy nella sua raccolta: il libro "Ar-Ri kak", sezione "At-Tawadu"), che dice che il Profeta, la pace sia su di Lui, disse cosa ha detto Allah:

من عادى لي وليًّا فقد ءاذنته بالحرب. ولا يزال عبدي يتقربُ إليَّ بالنوافل حتى أحبَّه فإذا أحببته كنت سمعَه الذي يسمعُ به وصره الذي وهمواره الذي يُبواهره

Ciò significa: “Chi è in inimicizia con i miei santi è in grande pericolo. Chiunque, oltre ai doveri, cerchi di osservare più nafl (benefici opzionali), allora è uno di quelli che Allah ama. Se una persona raggiunge un tale grado, Allah dà quell'udito speciale, visione speciale, passi speciali e forza speciale delle mani ".

E nella trasmissione di At - T Abaraniy da Khuzaif si dice: ويكون من أوليائي وأصفيائي "... E sarà uno dei miei santi." La catena di questa trasmissione è x asan (buono) eg arib, come disse Al-Kh afiz Ibn Kh ajar (vedi Fath Al-Bariy (11/342): “Da Khuzaifa, abbreviato da Khuzaifa, ho trasmesso At-T abaraniy. adi s ha - x asan, g arib ".)

Non c'è dubbio che colui che era il santo di Allah è stato salvato dall'incredulità. Non pronuncerà parole di incredulità tranne quando lascia la sua mente: in questo caso, è possibile che pronunci parole di incredulità, ma non si allontana dall'Islam, poiché in questo caso c'è una scusa (poiché una persona non è responsabile delle sue azioni e parole in il momento in cui perde la testa).

La prova che i santi possiedono il Karamata sono Ayat di K ur'an. Si narra che quando il profeta Solimano, la pace sia su di Lui, essendo in Palestina, volle che gli fosse consegnato il trono della regina dello Yemen chiamata Balqis. Il suo trono era molto grande e Suleiman, pace su di lui, si rivolse ai presenti con la domanda su chi gli avrebbe dato il trono della regina.

Si dice nel sacro Corano (Sura 27 An-Naml, Ayat 38-40):

] قال يا أيها الملأ أيكم يأتيني بعرشها قبل أن يأتوني مسلمين $ قال عفريت من الجن أنا ءاتيك به قبل أن تقوم من مقامك وإني عليه لقوي أمين قال الذي عنده علم من الكتاب أنا ءاتيك به قبل أن يرتد إليك طرفك فلما رءاه مستقرا عنده قال هذا من Asheet

Ciò significa: "Rivolgendosi ai presenti, il profeta Solimano disse:" Chi di voi porterà il suo trono prima di venire da me umile ". 'Ifrit dei geni ha detto: "Te lo consegnerò prima che ti alzi dal tuo posto, perché sono forte e leale". Qualcuno che conosceva la conoscenza religiosa disse: "Lo consegnerò prima che il tuo sguardo torni a te (in un batter d'occhio)". Quando il profeta Solimano vide che il trono gli era stato consegnato, disse: “È per la misericordia del mio Signore, infatti, chi è grato a Dio fa del bene a se stesso. E colui che non credeva in Allah, allora, in verità, Allah non ha bisogno di nessuno o di niente ".

Da questi Ayats, capiamo che non importa quanto 'ifrit sia forte, ma una persona pia è un santo, per volontà di Allah è più forte di lui. Ayat dice di un uomo chiamato "Asyf ibn Barkhya, che era di awliya. Era lui che era con il profeta Solimano, pace su di lui, quando gli disse: "Lo libererò in un batter d'occhio".

È stato anche narrato dall'Imam At-T Irmiziy e da altri che il Profeta, la pace sia su di Lui, disse:

اتقوا فَراسَة المؤمن فإنه ينظر بنور الله

In questo Hadiseh è dato sapere che il credente ha una visione speciale. In verità, Allah gli concede di vedere ciò che gli altri non notano.

È anche narrato in autentico Hadi se come 'Umar chiamò il capo dell'esercito chiamato Sariyah Ibn Zunaym, che si trovava nella zona di Nahuand:

"يا ساريةُ الجبلَ الجبلَ" significa "Oh, Sariyah, montagna! Montagna! ”, Avvertendolo così del pericolo oltre la montagna. E Sariyah ascoltò l'appello di 'Umar, che in quel momento si trovava a Medina, nonostante la grandissima distanza.

Ha narrato questo detto di Al-Bayha al th. Al-Kh afiz Ibn Kh Adjar ha chiamato questo Kh adi con autentico e buono ("Al-I s abah fi tamyiz As-Sahabat" 2/3).

Va notato che nonostante le eccellenti qualità dei santi musulmani, le migliori creazioni di Allah sono i Profeti, la pace sia su tutti loro.

L'imam Abu Ja'far At-T ahawiy ha detto nel suo libro sulla fede: “Non diamo la preferenza a nessun santo a nessun profeta, la pace sia con Lui. Diciamo che un profeta è migliore di tutti i santi "..

Queste parole confutano coloro che parlano della superiorità di alcuni imam sui Profeti. In effetti, un santo merita un certo grado di santità seguendo il Profeta nel compiere buone azioni e osservando la Shari'at di quel Profeta. Pertanto, è assurdo che lui (il santo) dovrebbe essere migliore del Profeta o alla pari con Lui.

In uno degli Ayat di K ur'ana (Sura 6 Al-An'aniyam, Ayat 86), che elenca i nomi di alcuni dei Profeti, si dice:

﴿وَكُلًّا فَضَّلْنَا عَلَى الْعَالَمِينَ﴾

Ciò significa: "Tutti i profeti sono le migliori di tutte le creature"..

Allo stesso tempo, non si può interpretare questo Ayat in modo tale che si riferisca presumibilmente al tempo in cui vissero questi profeti menzionati. Questa interpretazione è vietata e non ha prove..

Chiediamo ad Allah di concederci l'osservanza e di raggiungere il grado di Awliya.