Cos'è l'autismo nei bambini??

Di recente, sempre più spesso si sente parlare di un disturbo mentale come l'autismo. La società ha finalmente smesso di chiudere gli occhi su questo fenomeno e ha teso una mano alle persone con autismo. La promozione della tolleranza e le attività educative hanno svolto un ruolo importante in questo..

La conoscenza di che tipo di malattia è, come riconoscerla, se viene curata o meno, è diventata molto diffusa. Ciò ha permesso di ridurre l'età della diagnosi e di fornire un trattamento tempestivo. Le persone con autismo hanno avuto la possibilità di socializzare con successo e una vita felice nonostante la loro diagnosi.

Anch'io non potevo ignorare questo disturbo. L'argomento del mio articolo di oggi sono le persone autistiche. Chi sono, come si comportano, come comunicare con loro - prenderemo in considerazione tutte queste domande. Cercherò di rispondere con parole semplici e comprensibili..

Cos'è l'autismo

L'autismo è un disturbo mentale caratterizzato da una violazione della sfera emotiva e comunicativa. Si manifesta già nella prima infanzia e rimane con una persona per tutta la vita. Le persone con questo disturbo hanno difficoltà con l'interazione sociale e mostrano uno scarso sviluppo dell'intelligenza emotiva.

Gli autisti sono chiusi e immersi nel loro mondo interiore. La comunicazione con altre persone viene data loro con difficoltà, poiché sono completamente prive di empatia. Queste persone non sono in grado di comprendere il significato sociale di ciò che sta accadendo. Non percepiscono le espressioni facciali, i gesti, le intonazioni delle persone, non possono determinare le emozioni nascoste dietro le manifestazioni esterne.

Che aspetto hanno le persone autistiche dall'esterno? Puoi riconoscerli da uno sguardo distaccato, diretto, per così dire, all'interno. Queste persone sembrano prive di emozioni, come robot o bambole. Le persone autistiche evitano il contatto visivo quando parlano.

Il comportamento autistico è spesso stereotipato, stereotipato, meccanico. Hanno un'immaginazione limitata e un pensiero astratto. Possono ripetere le stesse frasi molte volte, porre lo stesso tipo di domande e rispondere loro stessi. La loro vita è soggetta a una routine, la cui deviazione è molto dolorosa. Qualsiasi cambiamento è stressante per gli autisti.

Questa malattia è dedicata al meraviglioso film "Rain Man" con Dustin Hoffman e Tom Cruise nei ruoli principali. Se vuoi vedere in prima persona come appare l'autismo dall'esterno, ti consiglio di guardare questo film.

Molte persone famose soffrono di questo disturbo, ma questo non impedisce loro di vivere una vita appagante. Tra loro ci sono le cantanti Courtney Love e Susan Boyle, l'attrice Daryl Hannah, il regista Stanley Kubrick.

Sintomi dell'autismo

La diagnosi di autismo viene solitamente effettuata nella prima infanzia. Le prime manifestazioni possono essere viste già in un bambino di un anno. A questa età, i genitori dovrebbero essere avvisati dei seguenti segni:

  • mancanza di interesse per i giocattoli;
  • bassa mobilità;
  • scarse espressioni facciali;
  • letargia.

Man mano che invecchiano, vengono aggiunti sempre più sintomi, emerge un vivido quadro clinico della malattia. Un bambino con autismo:

  • non ama il tatto, è nervoso con qualsiasi contatto tattile;
  • sensibile a determinati suoni;
  • evita il contatto visivo con le persone;
  • parla poco;
  • non è interessato a comunicare con i coetanei, passa la maggior parte del tempo da solo;
  • emotivamente instabile;
  • sorride raramente;
  • non risponde al proprio nome;
  • ripete spesso le stesse parole e suoni.

Avendo scoperto almeno alcuni di questi sintomi in un bambino, i genitori dovrebbero mostrarlo al medico. Un medico esperto diagnosticherà e svilupperà un regime di trattamento. Gli specialisti in grado di diagnosticare l'autismo includono un neurologo, uno psichiatra e uno psicoterapeuta.

Questa malattia viene diagnosticata sulla base dell'osservazione del comportamento del bambino, test psicologici, conversazioni con un piccolo paziente. In alcuni casi, potrebbero essere necessari MRI ed EEG.

Classificazione dei disturbi autistici

Attualmente, i medici di solito usano il termine disturbo dello spettro autistico (ASD) invece del termine "autismo". Combina diverse malattie con sintomi simili, ma differiscono nella gravità delle manifestazioni.

La sindrome di Kanner

La forma "classica" di autismo. Un altro nome è l'autismo della prima infanzia. È caratterizzato da tutti i sintomi di cui sopra. Può essere lieve, moderato e grave, a seconda della gravità delle manifestazioni.

Sindrome di Asperger

Questa è una forma relativamente lieve di autismo. Le prime manifestazioni compaiono a circa 6-7 anni di età. Sono frequenti i casi di diagnosi già in età adulta.

Le persone con Asperger possono condurre una vita sociale abbastanza normale. Differiscono poco dalle persone sane e in condizioni favorevoli riescono a trovare un lavoro e a mettere su famiglia.

Questo disturbo è caratterizzato dai seguenti sintomi:

  • capacità intellettuali sviluppate;
  • discorso comprensibile e leggibile;
  • ossessione per una lezione;
  • problemi con la coordinazione dei movimenti;
  • difficoltà nel "decodificare" le emozioni umane;
  • capacità di imitare la normale interazione sociale.

Le persone con la sindrome di Asperger spesso esibiscono capacità mentali straordinarie. Molti di loro sono riconosciuti come geni e raggiungono livelli incredibili di sviluppo in aree specifiche. Possono, ad esempio, avere una memoria fenomenale o eseguire complessi calcoli matematici nella loro mente..

Sindrome di Rett

È una forma grave di autismo causata da malattie genetiche. Solo le ragazze ne soffrono, poiché i ragazzi muoiono nel grembo materno. È caratterizzato da completo disadattamento dell'individuo e ritardo mentale.

Di solito fino a un anno, i bambini con sindrome di Rett si sviluppano normalmente e quindi c'è una forte inibizione dello sviluppo. C'è una perdita di abilità già acquisite, un rallentamento nella crescita della testa, una violazione della coordinazione dei movimenti. I pazienti non parlano, sono completamente immersi in se stessi e disadattati. Questo disturbo è praticamente non corretto..

Disturbo pervasivo dello sviluppo non specifico

Questa sindrome è anche chiamata autismo atipico. Il quadro clinico della malattia è stato cancellato, il che complica notevolmente la diagnosi. I primi sintomi tendono ad apparire più tardi rispetto all'autismo classico e possono essere meno gravi. Spesso questa diagnosi viene fatta già nell'adolescenza..

L'autismo atipico può essere accompagnato da ritardo mentale o può procedere senza perdita di capacità intellettive. Con una forma lieve di questa malattia, i pazienti sono ben socializzati e hanno la possibilità di vivere una vita piena..

Disturbo disintegrativo dell'infanzia

Questa patologia è caratterizzata dal normale sviluppo di un bambino fino a due anni. E questo vale sia per la sfera intellettuale che per quella emotiva. Il bambino impara a parlare, capisce il discorso, acquisisce capacità motorie. L'interazione sociale con le persone non è disturbata - in generale, non è diverso dai suoi coetanei.

Tuttavia, dopo aver raggiunto l'età di 2 anni, inizia la regressione. Il bambino perde abilità precedentemente sviluppate e si ferma nello sviluppo mentale. Questo può accadere gradualmente nell'arco di diversi anni, ma più spesso accade rapidamente - in 5-12 mesi.

All'inizio possono essere osservati cambiamenti di comportamento come scoppi di rabbia e panico. Quindi il bambino perde capacità motorie, comunicative e sociali. Questa è la principale differenza tra questa malattia e l'autismo classico, in cui vengono mantenute le abilità acquisite in precedenza..

La seconda differenza significativa è la perdita della capacità di self-service. Con un grave grado di disturbo integrativo dei bambini, i pazienti non possono mangiare, lavarsi, andare in bagno in modo indipendente.

Fortunatamente, questa malattia è molto rara: circa 1 su 100.000 bambini. Viene spesso confuso con la sindrome di Rett a causa della somiglianza dei sintomi.

Le cause dell'autismo

La medicina non fornisce una risposta chiara sul motivo per cui le persone nascono con questa malattia. Tuttavia, gli scienziati hanno identificato fattori congeniti e acquisiti che contribuiscono al suo sviluppo..

  1. Genetica. L'autismo è ereditato. Se una persona ha un familiare con disturbo dello spettro autistico, è a rischio.
  2. Paralisi cerebrale.
  3. Lesione cerebrale traumatica subita da un bambino durante il parto o nei primi giorni dopo la nascita.
  4. Gravi malattie infettive trasferite dalla madre durante la gravidanza: rosolia, varicella, citomegalovirus.
  5. Ipossia fetale durante la gravidanza o il parto.

Trattamento dell'autismo

L'autismo è una malattia incurabile. Accompagnerà il paziente per tutta la vita. Alcune forme di questo disturbo escludono la possibilità di socializzazione di una persona. Questi includono la sindrome di Rett, il disturbo disintegrativo dell'infanzia e la sindrome di Kanner grave. I parenti di tali pazienti dovranno fare i conti con la necessità di prendersi cura di loro per tutta la vita..

Le forme più leggere sono suscettibili di correzione, soggette a una serie di condizioni. È possibile mitigare le manifestazioni della malattia e ottenere l'integrazione di successo dell'individuo nella società. Per fare questo, fin dalla prima infanzia, è necessario affrontarli costantemente e creare un ambiente favorevole per loro. Le persone autistiche devono crescere in un'atmosfera di amore, comprensione, pazienza e rispetto. Spesso queste persone diventano lavoratori preziosi a causa della loro capacità di immergersi nello studio di una particolare area..

Tutti i genitori, ai cui figli è stata diagnosticata una diagnosi del genere, sono preoccupati per quanto tempo vivono le persone autistiche. È molto difficile rispondere, poiché la previsione dipende da molti fattori. Secondo uno studio svedese, la durata media della vita degli autisti è di 30 anni inferiore a quella delle persone comuni.

Ma non parliamo di cose tristi. Diamo uno sguardo più da vicino ai principali trattamenti per l'autismo.

Terapia comportamentale cognitiva

La terapia cognitivo comportamentale si è dimostrata efficace nella correzione dell'autismo senza ritardo mentale. Prima si inizia il trattamento, migliore sarà il risultato..

Lo psicoterapeuta osserva prima il comportamento del paziente e registra i punti che devono essere corretti. Quindi aiuta il bambino a prendere coscienza dei suoi pensieri, sentimenti, motivazioni delle azioni in modo da isolare da essi quelli non costruttivi e falsi. Le persone autistiche hanno spesso convinzioni disadattive.

Ad esempio, possono percepire tutto in bianco e nero. Quando vengono assegnati loro incarichi, possono pensare di poter essere svolti perfettamente o male. Non ci sono opzioni "buone", "soddisfacenti", "non cattive" per loro. In questa situazione, i pazienti hanno paura di assumere compiti, perché l'asticella del risultato è troppo alta.

Un altro esempio di pensiero distruttivo è la generalizzazione da un esempio. Se il bambino non riesce a fare qualche esercizio, decide che non può far fronte al resto..

La terapia cognitivo comportamentale corregge con successo questi pensieri negativi e modelli comportamentali. Lo psicoterapeuta aiuta il paziente a sviluppare una strategia per sostituirli con costruttivi.

Per fare ciò, utilizza incentivi positivi, rafforzando le azioni desiderate. Lo stimolo viene selezionato individualmente; questo ruolo può essere un giocattolo, un regalo o un intrattenimento. Con l'esposizione regolare, i modelli positivi di comportamento e pensiero sostituiscono quelli distruttivi.

Analisi comportamentale applicata (terapia ABA)

La terapia ABA (Applied Behavior Analysis) è un sistema di formazione basato su tecnologie comportamentali. Permette al paziente di formare abilità sociali complesse: parola, gioco, interazione collettiva e altri..

Lo specialista suddivide queste abilità in semplici, piccole azioni. Ogni azione viene memorizzata dal bambino e ripetuta molte volte fino a portarla all'automatismo. Quindi vengono aggiunti in un'unica catena e formano un'abilità completa..

Un adulto controlla piuttosto rigidamente il processo di padronanza delle azioni, impedendo al bambino di prendere l'iniziativa. Tutte le azioni indesiderate vengono soppresse.

ABA ha diverse centinaia di programmi di formazione nel suo arsenale. Sono progettati sia per i bambini piccoli che per gli adolescenti. L'intervento precoce è più efficace prima dei 6 anni.

Questa tecnica prevede un allenamento intensivo di 30-40 ore settimanali. Diversi specialisti lavorano con il bambino contemporaneamente: un defettologo, un terapista artistico, un logopedista. Di conseguenza, la persona autistica acquisisce i comportamenti necessari per la vita nella società..

L'efficacia del metodo è molto alta: circa il 60% dei bambini sottoposti a correzione in tenera età è stato successivamente in grado di studiare nelle scuole di istruzione generale.

Protocollo Nemechek

Il medico americano Peter Nemechek ha stabilito un legame tra disturbi cerebrali e disfunzione intestinale nell'autismo. La ricerca scientifica gli ha permesso di sviluppare un metodo completamente nuovo per curare questo disturbo, radicalmente diverso da quelli esistenti..

Secondo la teoria di Nemechek, la disfunzione del sistema nervoso centrale e il danno alle cellule cerebrali nell'autismo possono essere causati da:

  • batteri diffusi nell'intestino;
  • infiammazione intestinale;
  • intossicazione con i prodotti di scarto dei microrganismi;
  • squilibrio dei nutrienti.

Il protocollo ha lo scopo di normalizzare i processi intestinali e ripristinare la microflora naturale. Si basa sull'uso di speciali additivi alimentari.

  1. Inulina. Promuove l'eliminazione dell'acido propionico prodotto dai batteri dal corpo. Esperimenti su animali dimostrano che l'eccesso di esso provoca un comportamento antisociale.
  2. Omega 3. Normalizza le difese del corpo e sopprime le reazioni autoimmuni causate dalla proliferazione batterica.
  3. Olio d'oliva. Supporta l'equilibrio degli acidi grassi Omega-3 e Omega-6, prevenendo l'infiammazione.

Poiché il metodo è nuovo e piuttosto peculiare, le controversie attorno ad esso non si placano. La donna tedesca è accusata di collusione con produttori di integratori alimentari. Saremo in grado di valutare l'efficacia e la fattibilità dell'utilizzo del protocollo solo dopo molti anni. Nel frattempo, la decisione spetta ai genitori.

Logoterapia

Le persone con autismo tendono a iniziare a parlare tardi e sono riluttanti a farlo in seguito. La maggior parte soffre di disturbi del linguaggio che aggravano la situazione. Pertanto, alle persone autistiche vengono mostrate sessioni regolari con un logopedista. Il medico ti aiuterà a mettere la pronuncia corretta dei suoni e superare la barriera del linguaggio.

Trattamento farmacologico

La terapia farmacologica ha lo scopo di alleviare i sintomi che interferiscono con la vita normale: iperattività, autoaggressione, ansia, convulsioni. Vi ricorrono solo nei casi più estremi. Antipsicotici, sedativi, tranquillanti possono provocare un ritiro ancora più profondo nella persona autistica.

Conclusione

L'autismo è una malattia grave con la quale una persona dovrà vivere tutta la sua vita. Ma questo non significa che devi accettare e rinunciare. Se lavori duramente con il paziente fin dalla prima infanzia, puoi ottenere risultati eccellenti. Le persone con una forma lieve di autismo saranno in grado di socializzare completamente: trovare un lavoro, creare una famiglia. E nei casi più gravi, i sintomi possono essere notevolmente alleviati e la qualità della vita migliorata..

L'ambiente di una persona gioca un ruolo enorme. Se cresce in un'atmosfera di comprensione e rispetto, è più probabile che ottenga buoni risultati. Condividi questo articolo con i tuoi amici in modo che quante più persone possibile conoscano questa malattia. Lavoriamo insieme per creare un ambiente in cui tutti siano a proprio agio.

Autismo

Autismo: che cos'è?

L'autismo è un disturbo mentale, i sintomi principali sono interazioni sociali alterate e disturbi emotivi. Le capacità cognitive nell'autismo possono essere ridotte o preservate: tutto dipende dalla forma della malattia e dalla sua gravità. Le caratteristiche caratteristiche della malattia includono una tendenza a movimenti stereotipati, sviluppo ritardato del linguaggio o uso insolito delle parole. I primi segni di autismo di solito compaiono nei bambini di età inferiore a 3 anni, che è associato alla natura genetica della malattia.

I sintomi dell'autismo possono manifestarsi in diverse combinazioni e variare in gravità. A seconda di ciò, si distinguono varie forme di autismo, che hanno i loro nomi. In generale, la classificazione delle malattie nello spettro autistico è vaga, poiché i confini tra alcune condizioni sono piuttosto arbitrari. L'autismo è stato isolato come unità nosologica separata relativamente di recente, il periodo del suo studio attivo è caduto nella seconda metà del ventesimo secolo, quindi, molte questioni di diagnosi, trattamento e classificazione sono ancora discusse e riviste.

Autismo nei bambini

Come già accennato, l'autismo di solito si manifesta in tenera età, quindi il nome completo della malattia secondo ICD 10 suona come autismo della prima infanzia (EDA). La frequenza delle manifestazioni dipende dal genere: l'autismo si verifica nelle ragazze, secondo varie fonti, 3-5 volte meno spesso rispetto ai ragazzi. Ciò è spiegato dalla possibile presenza di protezione nel genoma femminile o da una diversa genetica dell'autismo nelle donne e negli uomini. Alcuni scienziati associano diversi tassi di rilevamento della malattia con un migliore sviluppo delle capacità di comunicazione nelle ragazze, quindi i segni di una forma lieve di autismo possono essere compensati e invisibili..

Segni di autismo nei bambini di età diverse

Con molta attenzione, l'autismo della prima infanzia può essere rilevato nei bambini molto piccoli, in alcuni casi anche nei neonati. Dovresti prestare attenzione a come il bambino entra in contatto con gli adulti, mostra il suo umore, il ritmo dello sviluppo neuropsichico. Segni di autismo nei bambini sono la mancanza di desiderio di mettersi le mani, la mancanza di un complesso di rivitalizzazione quando un adulto si rivolge a lui. All'età di diversi mesi, un bambino sano inizia a riconoscere i suoi genitori, impara a distinguere le intonazioni del loro discorso, questo non accade nell'autismo. Il bambino è ugualmente indifferente a tutti gli adulti e può percepire in modo errato il loro umore.

Già all'età di 1 anno, un bambino sano inizia a parlare; un segno di autismo può essere la mancanza di parola a 2 e 3 anni. Anche se il vocabolario di un bambino autistico corrisponde alle norme di età, di solito usa le parole in modo errato, crea le sue forme di parole e parla con intonazioni insolite. L'ecolalia è caratteristica dell'autismo: la ripetizione delle stesse frasi, a volte prive di significato.

Le difficoltà nell'interazione con altri bambini vengono gradualmente alla luce: questo è il sintomo principale dell'autismo della prima infanzia. Sono collegati al fatto che il bambino non può capire le regole dei giochi, le emozioni dei coetanei, è a disagio con loro. Di conseguenza, gioca da solo, inventando i suoi giochi, che molto spesso sembrano movimenti stereotipati privi di significato dall'esterno..

La tendenza a muoversi in modo stereotipato, specialmente sotto stress, è un altro sintomo dell'autismo infantile. Può oscillare, rimbalzare, ruotare, muovere le dita, le braccia. Con l'autismo, il bambino sviluppa una routine quotidiana, in seguito alla quale si sente calmo. In caso di circostanze impreviste, sono possibili focolai di aggressione, che possono essere diretti a te stesso o ad altri..

In età prescolare e in età scolare, vengono identificate difficoltà di apprendimento. Abbastanza spesso, un sintomo dell'autismo nei bambini è il ritardo mentale associato a una ridotta attività funzionale della corteccia cerebrale. Ma c'è anche un autismo altamente funzionale, un segno del quale è un'intelligenza normale o addirittura superiore alla media. Con una buona memoria, un linguaggio sviluppato, i bambini con una tale diagnosi hanno difficoltà a generalizzare le informazioni, non hanno un pensiero astratto, ci sono problemi di comunicazione, nella sfera emotiva.

I segni di autismo negli adolescenti sono spesso esacerbati dai cambiamenti ormonali. Ha anche un impatto e la necessità di essere più attivi, il che è importante per un'esistenza a tutti gli effetti in una squadra. Allo stesso tempo, dall'adolescenza, un bambino autistico è già chiaramente consapevole della sua diversità dagli altri bambini, motivo per cui di solito soffre molto. Ma potrebbe esserci la situazione opposta: la pubertà cambia il carattere di un adolescente, rendendolo più socievole e resistente allo stress..

Tipi di autismo nei bambini

La classificazione dell'autismo viene periodicamente rivista, vengono introdotte nuove forme di malattia. Esiste una versione classica dell'autismo della prima infanzia, che è anche chiamata sindrome di Kanner, dal nome dello scienziato che per primo ha descritto questo complesso di sintomi. I segni della sindrome di Kanner sono una triade obbligatoria:

  • povertà emotiva;
  • violazione della socializzazione;
  • movimenti stereotipati.

Si possono anche notare altri sintomi: disturbi del linguaggio, aggressività, deterioramento cognitivo. Se è presente solo una frazione dei sintomi, possono essere diagnosticati il ​​disturbo dello spettro autistico (ASD) o l'autismo atipico. Questi includono, ad esempio, la malattia di Asperger (autismo con buona intelligenza) o la sindrome di Rett (degenerazione progressiva delle abilità neurologiche, del sistema muscolo-scheletrico), che si verifica solo nelle ragazze. Con sintomi lievi, la diagnosi di solito suona come tratti di personalità autistica.

La classificazione dell'autismo della prima infanzia può essere basata sulla gravità della malattia. La forma lieve di autismo riduce leggermente la qualità della vita e, quando si crea un ambiente di vita confortevole, eliminando i fattori di stress, può essere invisibile agli altri. L'autismo grave richiede un aiuto costante da parte degli altri e la supervisione del medico curante.

Sindrome di Rett nei bambini

La sindrome di Rett (malattia) è una malattia simile nelle manifestazioni all'autismo, quindi attribuita da un certo numero di scienziati al gruppo dei disturbi autistici. La sua caratteristica distintiva è una forte perdita di abilità, lo sviluppo neuropsichico inverso, accompagnato dalla formazione di disturbi motori, lo sviluppo di deformità del sistema muscolo-scheletrico. La progressione della malattia porta a un grave ritardo mentale, allo stesso tempo ci sono disturbi caratteristici dell'autismo nella sfera psicoemotiva.

Tutti questi cambiamenti di solito compaiono in 1-1,5 anni. Fino a questa età lo sviluppo neuropsichico del bambino può procedere in modo assolutamente normale oppure si verificano lievi ritardi rispetto ai bambini sani, segni di ipotensione muscolare.

La sindrome di Rett si verifica principalmente solo nelle ragazze con eccezioni molto rare, poiché il gene responsabile della formazione della patologia si trova sul cromosoma X. La presenza del gene della sindrome di Rett nei ragazzi porta alla morte del feto, mentre le ragazze, grazie a due cromosomi X, di cui uno normale, sopravvivono.

Cause di autismo nei bambini

Fino ad ora, non esiste una teoria univoca che spieghi le cause dell'autismo. Esistono solo ipotesi secondo le quali sono importanti le mutazioni genetiche che determinano le caratteristiche del funzionamento del sistema nervoso. L'autismo non è una malattia ereditaria, non è caratterizzata da nepotismo. La formazione di alcune combinazioni di geni, che, secondo gli scienziati, causano la nascita di bambini con autismo, si verifica a seguito di mutazioni spontanee, che possono essere associate, tra l'altro, all'influenza di fattori esterni (tossine, infezioni, ipossia fetale). In alcuni casi, l'influenza esterna diventa una sorta di meccanismo scatenante della malattia in presenza di una predisposizione genetica. In questo caso non si può ancora parlare di autismo acquisito, poiché le cause iniziali della malattia sono sempre congenite..

Trattamento per l'autismo nei bambini

Va detto subito che una cura per l'autismo è impossibile, poiché la malattia ha una natura genetica, la cui correzione è al di là del potere dei medici. Il trattamento dell'autismo infantile è esclusivamente sintomatico, cioè gli specialisti aiutano ad affrontare le manifestazioni della malattia e migliorare la qualità della vita del bambino. Di solito, viene utilizzata una terapia complessa per influenzare i vari sintomi dell'autismo e i meccanismi del loro sviluppo. Raccomandazioni specifiche vengono fornite dal medico dopo una diagnosi approfondita e l'elaborazione di un quadro completo della malattia.

Esistono diversi trattamenti per l'autismo, ognuno dei quali merita una considerazione dettagliata..

  • Aiuto psicologico.
Il punto principale nel trattamento di qualsiasi tipo di autismo è l'aiuto di uno psicologo per l'adattamento sociale dei bambini. Per questo, sono stati sviluppati esercizi speciali per i bambini con autismo, consentendo loro di affrontare le difficoltà di comunicazione, imparare a riconoscere le emozioni e gli stati d'animo delle altre persone e sentirsi più a loro agio nella società. Le lezioni con uno psicologo possono essere di gruppo o individuali. Esistono corsi speciali per parenti e persone vicine, dove vengono spiegate le caratteristiche del comportamento dei bambini con autismo, si parla della malattia e dei metodi di correzione. Gli psicologi con una vasta esperienza nella riabilitazione di tali pazienti danno consigli ai genitori di bambini con autismo..
  • Caratteristiche dell'insegnamento e dell'educazione dei bambini con autismo.
La metodologia di insegnamento per i bambini con autismo ha le sue caratteristiche. Anche in assenza di ritardo mentale, il pensiero autistico differisce da quello dei bambini sani. Non hanno la capacità di pensare in modo astratto; sorgono difficoltà con la generalizzazione dell'informazione, la sua analisi e la costruzione di catene logiche. Ad esempio, con la sindrome di Asperger, il bambino ricorda bene le informazioni, può operare su dati precisi, ma non può sistematizzarli..

È necessario tenere conto delle peculiarità del linguaggio nei bambini con autismo, che causano anche difficoltà di apprendimento. Le persone autistiche spesso usano le parole in modo errato, costruiscono frasi prive di significato e le ripetono. Lavorare con bambini con autismo deve necessariamente includere esercizi che ampliano il vocabolario e formano un linguaggio corretto.
L'istruzione è possibile con autismo lieve. L'autismo grave, specialmente se accompagnato da ritardo mentale, è un'indicazione per l'apprendimento individuale. Le lezioni a domicilio per l'autismo sono più rilassate, senza stress, il che aumenta l'efficacia dell'apprendimento.
Con il ritardo mentale, si consiglia di utilizzare giocattoli educativi speciali per bambini con autismo.

  • Terapie non convenzionali.
Oltre alle lezioni tradizionali con uno psicologo nell'autismo, vengono sempre più utilizzati nuovi metodi di riabilitazione dei bambini con autismo. Ad esempio, la zooterapia, basata sull'effetto benefico della comunicazione con diversi rappresentanti del mondo animale sui bambini. Nuotare con i delfini provoca molte emozioni positive, mentre c'è un contatto con una creatura vivente che non è stressante, a differenza della comunicazione con le persone. Molto adatto a bambini con ippoterapia autistica - passeggiate a cavallo.
Un altro tipo di trattamento non tradizionale per l'autismo è l'arteterapia, cioè il trattamento artistico. Può essere disegnare, modellare: qualsiasi creazione che permetta al bambino di esprimersi. Nel processo di creatività, ansia, eccitazione e altre emozioni negative "schizzano fuori", che possono essere la causa dello stress cronico. L'arte terapia stabilizza lo stato interiore del bambino e gli consente di adattarsi più efficacemente alle condizioni difficili per lui nella società.
  • Dieta per l'autismo nei bambini.

Nell'autismo, i processi metabolici vengono interrotti, il che è stato dimostrato da numerosi studi. Le proteine ​​glutine e caseina, che sono componenti di molti alimenti, non sono completamente digerite, quindi si consiglia di escluderle dalla dieta quando viene diagnosticato l'autismo. La cosiddetta dieta senza glutine per l'autismo non dovrebbe contenere cereali (segale, grano, orzo, avena) che sono ricchi di glutine. Il glutine provoca comportamenti strani causati dal rilascio di prodotti di emivita di questa proteina nel flusso sanguigno. La stessa cosa accade con la caseina, che si trova nel latte e nei latticini. Una dieta priva di latticini e priva di glutine per l'autismo deve essere seguita costantemente, il che è particolarmente difficile quando un bambino frequenta l'asilo o la scuola.

  • Terapia farmacologica per l'autismo.
I farmaci per l'autismo sono prescritti allo scopo di correggere il comportamento, varie manifestazioni della malattia. Non cureranno l'autismo, ma possono migliorare significativamente la qualità della vita con questa diagnosi. Nell'autismo vengono utilizzati farmaci di diversi gruppi: la scelta dipende dal quadro clinico della malattia.
  1. I nootropi hanno un effetto stimolante sulla corteccia cerebrale, aumentando la prontezza mentale. "Nootropil", "Piracetam", "Encephabol", "Picamilon", "Cogitum", "Cortexin", "Gliatilin" nell'autismo migliorano le funzioni cognitive e hanno un effetto stimolante sul sistema nervoso. I nootropi non sono necessari nell'autismo altamente funzionale quando l'intelligenza è preservata. I farmaci elencati sono controindicati in caso di eccitabilità generale, in quanto possono provocare attacchi di aggressione. In questo caso, puoi usare "Pantogam", che ha un effetto calmante..

Autismo negli adulti

Come accennato in precedenza, l'autismo è un disturbo congenito che viene diagnosticato più spesso durante l'infanzia. Le manifestazioni dell'autismo negli adulti sono in qualche modo diverse dai sintomi dell'autismo della prima infanzia, ma hanno molto in comune con loro, poiché sono associate allo stesso disadattamento sociale e disturbi emotivi.

Succede anche che l'autismo venga rilevato per la prima volta in età adulta, ma questo non significa che sia acquisito. Di solito, in questo caso, si tratta di una forma lieve o di autismo atipico negli adulti, i cui sintomi potrebbero passare inosservati nei bambini, ma peggiorare nell'adolescenza o sullo sfondo di situazioni ed esperienze stressanti. Se c'è una certa vigilanza tra i pediatri riguardo all'autismo dei bambini e i genitori, notando le peculiarità del comportamento del bambino, consulteranno sicuramente un medico, allora i sintomi dell'autismo negli adulti possono essere attribuiti alla stanchezza, alla depressione stagionale. Questo porta a una sottodiagnosi di autismo negli adulti, spesso i pazienti non ricevono l'assistenza necessaria.

Come la sindrome di Kanner, l'autismo è circa 4-5 volte più comune negli uomini negli adulti..

Sintomi e segni di autismo negli adulti

Forme di autismo negli adulti

L'autismo adulto può essere una logica continuazione dell'autismo infantile (sindrome di Kanner), che si è manifestato nella prima infanzia. I sintomi che sono comparsi durante l'infanzia di solito persistono, ma possono trasformarsi, cambiare la gravità, anche a causa del trattamento.

Quando i segni di autismo compaiono nell'età adulta, di solito si parla di autismo atipico. È diverso da quello classico in quanto non tutti i sintomi sono presenti o la loro gravità è piccola.

La sindrome di Asperger negli adulti è un ottimo esempio di autismo atipico. La sua caratteristica distintiva è l'elevata intelligenza con difficoltà di comunicazione e una tendenza ai movimenti stereotipati. La sindrome di Asperger è stata diagnosticata in molti brillanti scienziati, scrittori, programmatori, quindi la domanda è spesso posta: l'autismo è una malattia o un dono? La sindrome di Rett negli adulti è sempre una conseguenza dei cambiamenti già formati nell'infanzia, che progrediscono, il che porta a ritardo mentale e deformità del sistema muscolo-scheletrico.

Molto spesso, la classificazione dell'autismo negli adulti si basa sulla gravità delle manifestazioni della malattia. L'autismo lieve negli adulti spesso rimane non diagnosticato, le sue manifestazioni sono "attribuite" a tratti caratteriali. I pazienti sono permalosi, dipendono dalle opinioni degli altri, non affrontano bene i problemi. L'autismo grave è una completa incapacità di interagire con gli altri, che spesso richiede l'isolamento in istituzioni speciali. Tra questi stati polari, ci sono opzioni intermedie con vari gradi di disadattamento sociale.

Cause dell'autismo negli adulti

Le ragioni dello sviluppo dell'autismo sono sempre le stesse, a qualunque età si manifesti la malattia e qualunque sia l'intensità dei sintomi. Queste sono mutazioni genetiche che determinano le caratteristiche del funzionamento del sistema nervoso. Possono essere il risultato di influenze esterne, oppure stress, infezioni, i vaccini fungono da fattore scatenante per la malattia, ma in ogni caso l'autismo non viene mai acquisito.

Come trattare l'autismo negli adulti?

Quando i sintomi dell'autismo compaiono negli adulti, gli approcci terapeutici sono gli stessi dei bambini. Viene in primo piano l'assistenza psicologica nell'adattamento sociale, che può assumere la forma di lezioni individuali o di gruppo. Esistono tecniche speciali che insegnano agli autisti a interagire con il mondo che li circonda. Come nei bambini, la comunicazione con il mondo animale e la creatività hanno un buon effetto nella terapia dell'autismo negli adulti. La formazione di dominanti positive contribuisce alla formazione dell'equilibrio interno e alla diminuzione del livello di stress dall'essere nella società.

La terapia farmacologica viene prescritta quando è necessario correggere le manifestazioni di autismo che interferiscono con la vita normale. I gruppi di farmaci utilizzati sono gli stessi dei bambini:

  • nootropici;
  • antipsicotici;
  • antidepressivi;
  • tranquillanti.

Diagnosi di autismo

Un punto molto importante nel trattamento e nella riabilitazione dei pazienti con autismo è la sua tempestiva individuazione. La diagnosi di autismo si basa sull'osservazione del paziente, identificando le caratteristiche comportamentali che sono sintomi della malattia. La diagnosi di autismo in tenera età è la più difficile, soprattutto se il bambino è il primo figlio dei genitori. I primi segni di autismo possono essere considerati una variante normale. Inoltre, molte tecniche diagnostiche per l'autismo non possono essere eseguite nei bambini piccoli..

In generale, la diagnosi di autismo della prima infanzia include la compilazione di speciali questionari da parte dei genitori e l'osservazione del bambino in un ambiente calmo. I seguenti questionari vengono utilizzati per diagnosticare l'autismo nei bambini:

  • Scala di osservazione diagnostica dell'autismo (ADOS);
  • Questionario diagnostico sull'autismo (ADI-R);
  • Questionario comportamentale diagnostico dell'autismo (ABC);
  • test di autismo del bambino piccolo (CHAT);
  • Childhood Autism Rating Scale (CARS);
  • Lista di controllo per la valutazione degli indicatori di autismo (ATEC).
Oltre ai questionari, è obbligatorio un esame strumentale, il cui scopo è escludere patologie concomitanti e condurre una diagnostica differenziale. L'elettroencefalografia (EEG) rivela l'attività convulsiva: l'epilessia può essere accompagnata da sintomi simili all'autismo, le convulsioni sono caratteristiche della sindrome di Rett e di alcune altre forme di autismo. Le tecniche di imaging (ultrasuoni, risonanza magnetica) sono necessarie per identificare i cambiamenti organici nel cervello che possono essere la causa dei sintomi esistenti. Le consultazioni di specialisti ristretti sono necessariamente nominate per escludere altre malattie (audiologo, neurologo, psichiatra).

Diagnosi differenziale

Prognosi dell'autismo

Una diagnosi di autismo non è una frase. La prognosi per vivere con l'autismo è favorevole: la malattia non rappresenta un pericolo, sebbene abbia un effetto significativo sulla qualità della vita. Il futuro di una persona dipende dalla gravità dei sintomi, dal grado di sviluppo della parola, dall'intelligenza. Le forme lievi di autismo possono interferire leggermente con la vita normale. Quando si creano condizioni confortevoli per una persona autistica, ottenendo una professione adeguata che non è correlata alla comunicazione con le persone, può condurre una vita normale senza riscontrare problemi particolari.

La riabilitazione psicologica dei pazienti con autismo, la terapia adeguatamente selezionata è di grande importanza. Con un approccio approfondito, è possibile un aumento significativo dell'adattamento del paziente alla società.

Molte persone famose con autismo non solo affrontano con successo la malattia, ma sono anche riuscite a ottenere un grande successo nella loro professione. Pertanto, se un bambino è malato di autismo, non è necessario "rinunciarvi" - forse diventerà uno scienziato di successo e sarà in grado di trovare un nuovo metodo di trattamento e sconfiggere l'autismo.