Nutrizione per l'autismo

L'autismo è una malattia mentale che si manifesta sotto forma di anomalia nello sviluppo di un bambino, compromissione del contatto con gli altri, attività stereotipata, perversione degli interessi, comportamento limitato, freddezza emotiva.

Cause di autismo
Le opinioni sulle cause dell'autismo differiscono, diversi scienziati includono: danni cerebrali a seguito di infezione intrauterina, conflitto Rh tra madre e feto, condizioni di lavoro specifiche e pericolose dei genitori, disturbi genetici, vaccinazioni, mancanza di interazione emotiva con i genitori, famiglie disfunzionali, reazioni allergiche alimentari.

Sintomi dell'autismo

  • un numero limitato di manifestazioni emotive;
  • evitare il contatto con gli altri;
  • ignorare i tentativi di comunicazione;
  • evitare il contatto visivo;
  • attività inappropriata, aggressività o passività;
  • discorso con ripetizione automatica delle parole, il loro uso monotono;
  • gesti, posture, andatura insoliti;
  • giochi da soli con una serie di azioni standard (specialmente con l'acqua);
  • autolesionismo;
  • convulsioni.

Al momento, ci sono molti studi che confermano che l'autismo non è tanto una malattia mentale quanto una malattia basata su disturbi metabolici (il corpo non si decompone completamente e assorbe le proteine ​​che si trovano nel latte - caseina e nella segale, grano, orzo, ecc. avena - glutine).

Alimenti sani per l'autismo

Gli alimenti che non contengono caseina e glutine includono:

  1. 1 verdura (broccoli, cavolfiori, fagiolini, melanzane, zucchine, carote, cipolle e porri, barbabietole, cetrioli, lattuga, zucca, ecc.).
  2. 2 carne (pollo, maiale, manzo, coniglio, tacchino);
  3. 3 pesci (sgombro, sardina, spratto, aringa);
  4. 4 frutti (uva, banane, prugne, pere, ananas, albicocca);
  5. 5 composte o purea di frutta fresca, bacche, decotti di frutta secca;
  6. 6 prodotti da forno fatti in casa a base di farina di riso, castagne, grano saraceno, piselli, amido;
  7. 7 olio d'oliva, olio di girasole, olio di semi d'uva, olio di semi di zucca o olio di noci;
  8. 8 margarina di palma o vegetale;
  9. 9 uova di quaglia o uova di gallina in prodotti da forno;
  10. 10 miele;
  11. 11 uvetta, prugne, albicocche secche, frutta secca;
  12. 12 erbe ed erbe aromatiche (coriandolo, coriandolo macinato, cipolla, aglio, prezzemolo, aneto, basilico);
  13. 13 cocco, riso e latte di mandorle;
  14. 14 biscotti e prodotti di panetteria senza glutine;
  15. 15 frittelle, frittelle e waffle fatti in casa;
  16. 16 castagne commestibili;
  17. 17 riso, mele e aceto di vino;
  18. 18 salse contenenti condimenti e aceto senza glutine;
  19. 19 acqua purificata o acqua mineralizzata;
  20. 20 succhi naturali di ananas, albicocca, uvetta, carote, arancia.

Menu di esempio:

  • Colazione: prosciutto, uovo sodo, tè con miele e torte fatte in casa.
  • Seconda colazione: zucca cotta con frutta secca al forno.
  • Pranzo: zuppa di patate magre alle erbe, biscotti o frittelle con farina di riso, prugne fresche e composta di pere.
  • Merenda pomeridiana: frittelle fatte in casa con marmellata di ciliegie, succo d'arancia.
  • Cena: pesce al vapore o bollito, insalata di broccoli o barbabietole, pane fatto in casa.

Alimenti pericolosi e dannosi per l'autismo

Le persone con autismo non dovrebbero mangiare cibi che contengono:

  • glutine (frumento, orzo, orzo e orzo perlato, segale, farro, avena, cereali per la colazione, prodotti da forno, pasticceria dolce, cioccolatini e dolci di produzione industriale, malto e amidone, salsicce e carne macinata pronta, verdure in scatola e frutta di origine industriale, ketchup, salse, aceti, tè, caffè con additivi e miscele di cacao istantaneo, bevande alcoliche a base di cereali);
  • caseina (latte animale, margarina, formaggio, ricotta, yogurt, dessert a base di latte, gelato).

Inoltre, non dovresti mangiare cibi contenenti soia (lecitina, tofu, ecc.), Soda, fosfati, coloranti e conservanti, zucchero e dolcificanti artificiali.

In alcuni casi di intolleranza individuale, dovresti evitare di mangiare mais, riso, uova, agrumi, pomodori, mele, cacao, funghi, arachidi, spinaci, banane, piselli, fagioli, fagioli.

È meglio non includere pesci di grandi dimensioni nella dieta a causa della sua saturazione eccessiva con elementi di mercurio e pesce del Mar Baltico con un livello aumentato di diossina, che non viene escreta dal corpo.

Una dieta priva di glutine per bambini con autismo

Una dieta priva di glutine per bambini con autismo

Roman non prende prodotti contenenti zucchero già da 6 mesi, riceve dolci e dolcificanti sotto forma di fruttosio, stevia e sorbitolo, ovvero con basso indice glicemico.

Ho sentito molto parlare di una dieta priva di glutine per bambini con autismo, quindi ho deciso di provare ad eliminare il glutine dalla dieta del bambino, te lo dirò subito se compri tutto al supermercato, allora questo è un piacere costoso... no, non così... questo è un piacere molto costoso (((Cereali solo riso, grano saraceno e il porridge di mais, nonostante il fatto che i Rom scegliessero il porridge di grano saraceno e categoricamente non volessero mangiarne un altro.

Nonostante abbia aggiunto una pera matura al porridge e il bambino che ha raccolto la pera lungo la strada ha mangiato grano saraceno) Un argomento separato sui biscotti, i biscotti senza glutine possono contenere zucchero. Ma per essere senza zucchero e senza glutine, devi cercarlo.

Quindi il prezzo dei biscotti importati è generalmente un incubo, guarda le foto, ho comprato ad Auchan, 150-350 rubli per un pacchetto di biscotti importati.

Ma anche lì ho trovato un analogo domestico, e persino sul fruttosio, e solo 80 r per 200 g. foto sotto:

Nonostante ci siano tre gusti lì: riso, mais e grano saraceno, è simile ai biscotti di farina d'avena. Ho trovato la pasta senza glutine a 120 rubli per una confezione da 300 grammi. Il pane è stato sostituito con pane croccante di grano saraceno dal Dr. Corner, e c'è anche riso dolce. Al momento della pubblicazione dell'articolo, e questo è già novembre, i prezzi sono aumentati in modo significativo per i biscotti domestici, 75-95 rubli.

Roma all'inizio mangiava il grano saraceno con piacere, ma alla fine della settimana era già stanco di loro, e poteva mangiarli solo sotto le spoglie di salsiccia) A pranzo ea cena ci sono diversi tipi di zuppe e borscht, gli piacciono anche le patate fritte e ovviamente la frutta dove senza di loro.

È stato trovato anche cioccolato domestico per diabetici, il che mi ha reso molto felice) per un piccolo bar - 19 rubli. E ho anche trovato barrette di amaranto nella glassa di cioccolato sul fruttosio, ma a 29 rubli, mi sembra un po 'caro, ma per incoraggiamento lo farà anche.

Farina di riso o mais - 80 rubli per 500 gr. - Dirò immediatamente QUESTO È COSTOSO - (1kg - 160 r).

Dopo un po 'di ricerca su Google, ho trovato nel villaggio di Severskaya un'azienda che vende riso, grano saraceno, farina di mais e molto altro, anche se in sacchi da 45 kg, ma il prezzo per 1 kg di farina di mais è di 25 rubli. e non 160 rubli - come nel negozio)

Se c'è un'opportunità, prepara tu stesso pane e biscotti, nel primo è più economico, nel secondo è più utile. La ricetta più semplice per biscotti vegani e senza glutine è di 400 grammi di farina di mais, 2 confezioni di margarina e 3-5 cucchiai di fruttosio - tutto!

Cuocere in forno per 20-30 minuti, (non appena il fondo è dorato, tiratelo subito fuori) basta mettere una ciotola d'acqua nel forno, altrimenti la farina si seccherà ei biscotti si trasformeranno in gesso, l'ho già controllato su me stesso), il bambino mangia per entrambe le guance.

Ora sul cambiare il comportamento di Roman verso una dieta priva di glutine per bambini con autismo, cosa puoi dire, o è arrivato il momento e si calma e stabilizza il suo comportamento, o la dieta senza glutine aiuta. Non ho prove dirette, ma vedo che mio figlio è diventato più cosciente.

A titolo di esempio, citerò un caso del genere con il mio romano, come, per caso, un bambino ha ricevuto in ricompensa non il suo cioccolato dietetico, ma il normale cioccolato con lo zucchero, e questo è successo alle 19:00, e così dopo il cioccolato correva come un pazzo, come se avesse bevuto una bevanda energetica ha chiesto una barretta di cioccolato))) Pertanto, sono un sostenitore di non tenere prodotti che il bambino non può tenere in cucina in modo che tali incidenti non accadano.

La dieta senza glutine è stata sviluppata e proposta dal nutrizionista americano, cardiologo Arthur Agatston come unica cura possibile per la celiachia. La celiachia è una malattia autoimmune in cui il corpo umano non può tollerare cibi contenenti glutine (glutine). Sintomi celiaci: nausea, vomito, dolore, gonfiore, feci sconvolte - costipazione o diarrea.

Grano, avena, segale

Prodotti da forno: tutti i tipi di muffin, torte, pasticcini

Piatti pronti, inclusi salsicce, salsicce, bastoncini di granchio

Prodotti fast food (crostini, patatine)

Gelati, cioccolatini ripieni

Alimenti ammessi per una dieta priva di glutine per bambini con autismo

Frutta e verdura fresca

Carne e pesce bolliti e al forno

Semole: grano saraceno, riso

Pane senza glutine, fette biscottate. L'imballaggio deve includere queste informazioni

Un approccio alternativo a una dieta priva di glutine per bambini con autismo

Nel mondo moderno, ci sono molti aderenti a una dieta priva di glutine. Possiamo dire che ora è di tendenza. Gli imballaggi dei supermercati sono pieni di avvertenze senza glutine poiché la domanda crea l'offerta.

Molte persone rinunciano al glutine per perdere peso. I sostenitori di un'alimentazione sana esortano a rinunciare al pane ea mangiare verdure, che è esattamente ciò che fanno le persone celiache..

I pasti senza glutine sono prescritti dai medici per le allergie al glutine. L'intestino tenue contiene cellule responsabili dell'immunità. In caso di danni a queste cellule, la velocità della risposta immunitaria diminuisce, a seguito della quale una persona diventa più suscettibile al raffreddore..

Gli alimenti senza glutine sono spesso prescritti come alimento salutare per i bambini con autismo. Si ritiene che una dieta priva di glutine per bambini con autismo regolerà lo squilibrio minerale nel corpo del bambino, oltre a migliorare la velocità delle reazioni biochimiche nel cervello. Grazie a ciò, il bambino sarà in grado di acquisire rapidamente abilità vitali e adattarsi più facilmente nella società.

Effetti di una dieta priva di glutine per bambini con autismo

Sebbene rinunciare al glutine sia considerata una dieta sana e corretta, non tutto è così semplice..

Poiché i produttori di prodotti senza glutine (gelati, dessert, cibi pronti) puliscono i loro prodotti dal glutine, nel cibo appare invece un eccesso di altre sostanze. Ad esempio, zucchero, sale, esaltatori di sapidità, idro-grassi nocivi, che influenzano negativamente lo stato dei vasi sanguigni e, a lungo termine, sul corpo nel suo insieme. Inoltre, la mancanza di fibre negli alimenti senza glutine e la predominanza dei grassi sulle proteine ​​possono portare allo sviluppo di obesità, diabete mellito e varie malattie cardiovascolari..

La dieta è puramente medica. Pertanto, senza una diagnosi confermata di celiachia e senza la consulenza di uno specialista, non dovresti passare a una dieta priva di glutine..

Dieta per l'autismo

Oggi, l'autismo è un problema estremamente comune, in relazione al quale vengono regolarmente sviluppati e testati nuovi metodi di diagnosi e terapia di questa condizione. Tra la varietà di tecniche terapeutiche utilizzate per correggere i disturbi dello spettro autistico, solo la tecnica di Applied Behavioral Analysis (ABA) ha lo status di scientificamente fondata e ufficialmente raccomandata..

Tuttavia, mettendo in ordine il livello mentale con l'aiuto della terapia ABA, non bisogna dimenticare il livello fisico - e qui la dieta corretta per l'autismo è utile, le principali varietà di cui descriveremo in dettaglio in questo articolo..

Perché hai bisogno di una dieta per l'autismo

La stragrande maggioranza delle persone autistiche (oltre il 75%) è caratterizzata da vari disturbi metabolici, spesso manifestati nell'assimilazione impropria di alcune proteine. Le proteine ​​più "problematiche" per gli autisti sono considerate glutine (presente in alcuni cereali) e caseina (presente nel latte e suoi derivati).

Ad esempio, il medico italiano Alessio Fasano, uno degli esperti di fama mondiale sulla celiachia (intolleranza al glutine), ha scoperto che la sensibilità (ipersensibilità) al glutine e alla caseina nelle persone autistiche viene diagnosticata molto più spesso che nelle persone neurotipiche. Secondo i risultati degli studi di A. Fasano, l'intolleranza a queste proteine ​​tra i bambini autistici raggiunge almeno il 25% dei casi, mentre tra i bambini neurotipici della stessa età questi disturbi sono solo il 2,3%.

I fautori dell'approccio biomedico al trattamento dell'ASD sottolineano che nel corpo di una persona autistica, il glutine e la caseina si trasformano in sostanze simili nelle loro proprietà a sostanze stupefacenti (casomorfina e glutomorfina). In futuro, questi "veleni cerebrali" hanno un effetto distruttivo sullo stato mentale e sul comportamento delle persone autistiche, esacerbando sintomi come menomazione sensoriale, bassa concentrazione, difficoltà di parola, iperattività, mancanza di contatto sociale, ansia, ecc..

Inoltre, si ritiene che queste proteine, specialmente in combinazione con le infezioni fungine caratteristiche di molte persone autistiche, portino a un'eccessiva permeabilità intestinale e aumentino il rischio di sviluppare disturbi gastrointestinali (tra cui IBS - sindrome dell'intestino irritabile), allergie e malattie della pelle..

Sulla base di tutto quanto sopra, molti ricercatori concludono che una dieta speciale per autisti è una soluzione perfettamente ragionevole, grazie alla sua sicurezza e alla capacità di eseguire la terapia dietetica a casa..

Gli esperti biomedici dell'autismo consigliano di iniziare la dieta con un corso di “prova” di almeno 6-8 mesi. È possibile utilizzare separatamente un menu senza glutine (BG) o senza caseina (BC), nonché limitare il consumo di cibi ricchi di amido, zucchero, sale, conservanti, ecc..

Se si ottengono risultati positivi, la dieta può essere continuata o addirittura prolungata per tutta la vita. Se, durante il periodo di prova, il cambiamento della dieta non porta cambiamenti tangibili nello stato autistico, può essere abbandonato. Questo esperimento è garantito per non danneggiare la salute del reparto (a differenza di molti farmaci usati nella terapia farmacologica), ma i benefici possono essere abbastanza tangibili.

Vale la pena notare che né il glutine né la caseina hanno un valore particolare per il corpo anche di una persona neurotipica (inoltre, è stato a lungo dimostrato che la caseina danneggia le articolazioni ei vasi sanguigni degli adulti). Pertanto, i genitori che decidono di applicare una dieta speciale per un bambino autistico non devono preoccuparsi del fatto che questo possa portare a perdite irreparabili. Tutti i preziosi nutrienti contenuti nei cereali e nei latticini possono essere facilmente reintegrati con altri alimenti e integratori minerali e vitaminici. Dovresti anche prestare attenzione agli integratori vitaminici, compresi i sonniferi alla melatonina, che hanno un effetto benefico sulle condizioni generali del bambino..

Oltre alle diete per la MH e la MH, la nutrizione per l'autismo può includere anche altri tipi di menu, ad esempio a basso contenuto di ossalato e chetogenico, che saranno anche menzionati di seguito..

Come mangiare per l'autismo

La maggior parte delle persone autistiche limita la propria dieta da sola, rinunciando a molti cibi sani a favore di cibi che sono essenzialmente inutili - pasta, pasticcini, pizza, gelato, ecc. Cioè, esattamente quegli alimenti che contengono molto glutine, caseina, zucchero, amido, vari allergeni, conservanti, profumi e altre sostanze indesiderate. Questo fatto spinge naturalmente i sostenitori della terapia dietetica all'idea che le persone autistiche siano in una sorta di "dipendenza dalla droga" da queste sostanze. Ma, naturalmente, le cause dell'autismo nei bambini non possono essere attribuite solo alle abitudini alimentari..

In alcuni casi, le persone con diagnosi di autismo preferiscono mangiare solo cibi di un certo colore, il che complica ulteriormente i problemi gastronomici.

Il compito dei genitori o dei tutori di una persona autistica è di fornirgli una dieta completa con una composizione vitaminica e minerale equilibrata. Certo, alcune difficoltà sono possibili lungo questa strada, perché l'introduzione di nuovi prodotti nel menu e il rifiuto del cibo abituale può provocare una protesta da parte del reparto. Tuttavia, nel tempo, la situazione migliorerà sicuramente, soprattutto se l'approccio corretto ai cambiamenti dietetici, che dovrebbero avvenire secondo le seguenti regole:

  • aggiungere nuovi prodotti al menu ed escludere quelli vecchi gradualmente;
  • se possibile, prova a scegliere nuovi prodotti che somiglino visivamente a quelli vecchi;
  • elementi del gioco possono e devono essere inclusi nel processo di passaggio a una nuova dieta;
  • vale la pena avvertire parenti e amici di non portare prodotti indesiderati quando vengono a trovarti.

Sarà molto più veloce e più facile ottenere un buon risultato se il resto dei membri della famiglia inizierà ad aderire alla nuova dieta, quindi il reparto non sarà tentato di trovare e mangiare qualcosa di dannoso per se stesso.

Dovrebbe essere immediatamente chiarito che il numero di prodotti consentiti supera significativamente il numero di quelli proibiti, pertanto le preferenze di gusto di un autistico nella maggior parte dei casi cambiano abbastanza rapidamente..

Cosa puoi mangiare con l'autismo?

Quando viene diagnosticato l'autismo, si consiglia di pianificare una dieta basata su:

  • molte verdure. Particolarmente utile è l'uso di cavolfiori, melanzane, zucchine, cetrioli, fagiolini, lattuga, zucca, carote, cipolle e porri;
  • cereali senza glutine (riso, grano saraceno, sago, miglio / miglio, amaranto, quinoa, sorgo);
  • frutta (uva, prugne, pere, albicocche, pesche) - puoi anche fare succhi, purea di frutta, marmellata fatta in casa con fruttosio al posto dello zucchero;
  • carne (maiale magro, pollo, tacchino, coniglio, nutria e altre carni dietetiche);
  • pesce (preferibilmente di taglia media - spratto, aringa, aringa, sardine, sgombro).

Per condire i piatti, puoi usare margarina vegetale, olio di oliva e di girasole, olio di noci, zucca, canapa, semi d'uva, aceto (vino, mela o riso di alta qualità). Consentito l'uso di varie verdure, miele, frutta secca, uvetta.

Si consiglia di bere una quantità sufficiente di acqua purificata e moderatamente mineralizzata, alternando queste due tipologie.

È molto utile aggiungere semi di lino o piantaggine macinati (1-2 cucchiai al giorno) al cibo, nonché fibre alimentari da colture senza glutine.

Un tale menu è in grado di ridurre al minimo il carico allergenico e tossico sul corpo di una persona autistica nel più breve tempo possibile, il che avrà un effetto benefico sulla sua salute mentale..

Cosa non mangiare nell'autismo?

Il divieto di alcuni piatti per l'autismo dipende in gran parte dal tipo di dieta scelto. Quindi, una dieta priva di glutine significa evitare grano, orzo, alcuni cereali, pane e altri alimenti con glutine nella composizione. Se, oltre al glutine o separatamente da esso, viene praticata una dieta priva di caseina, il consumo di latte animale, la parte principale dei latticini e la soia in qualsiasi forma saranno vietati. Vi diremo di più sulle diete BG e BK di seguito..

Indipendentemente dalla presenza o assenza di una dieta, è necessario astenersi dal mangiare cibi contenenti le seguenti sostanze:

  • zucchero e dolcificanti sintetici (motivo per cui l'uso di bevande gassate zuccherate è fortemente sconsigliato con l'autismo);
  • conservanti e coloranti artificiali (coloranti);
  • "E-sostanze" nocive - alcuni additivi alimentari con la lettera "E" nel nome. Gli elenchi di additivi nocivi e innocui in questa categoria sono disponibili in rete.

È necessario prestare attenzione con prodotti come:

  • verdure amidacee (patate, piselli, lenticchie, fagioli) - è meglio usarle raramente e in piccole quantità, monitorando costantemente la reazione del corpo;
  • manzo: questa carne provoca spesso allergie e, inoltre, le proteine ​​del manzo hanno una composizione simile alle proteine ​​del latte, motivo per cui la carne bovina non è raccomandata per le diete prive di caseina;
  • i pesci di grandi dimensioni (soprattutto il tonno) possono essere pericolosi a causa dell'elevato rischio di mercurio in essi contenuti;
  • qualsiasi pesce catturato nel Mar Baltico è condizionatamente pericoloso a causa del possibile contenuto di diossine in esso - sostanze sintetiche dannose che si accumulano nei tessuti viventi;
  • le uova (eccetto la quaglia), così come alcune verdure e frutta in alcuni casi possono provocare allergie. Pertanto, quando si pianifica un menu per una persona autistica, è necessario monitorare attentamente la reazione del suo corpo a agrumi, pomodori, funghi, arachidi e altre noci, banane, mele..


Una menzione particolare meritano le salsicce da negozio, le salsicce, i semilavorati di carne, che spesso contengono latte e / o farina di frumento, pertanto è vietato inserirli nel menù delle persone autistiche che seguono una dieta priva di glutine e / o caseina.
Inoltre, le persone con autismo non sono consigliate di mangiare cibi con alti livelli di soda e / o fosfati nella composizione..

Una dieta priva di glutine per autisti

Una dieta priva di glutine per l'autismo nei bambini e negli adulti (in terminologia medica, si chiama senza glutine) comporta un rifiuto completo degli alimenti realizzati utilizzando cereali contenenti glutine: grano, avena, segale, orzo e malto d'orzo (anche se sono presenti nella composizione in quantità minime)... Pertanto, oltre ai prodotti da forno "classici", pizza, dolci, pasticceria e pasta, prodotti come:

  • tutti conservano salse e condimenti;
  • cibo in scatola acquistato in negozio contenente concentrato di pomodoro;
  • fiocchi di cereali, muesli;
  • patatine e patatine fritte acquistate;
  • bastoncini di granchio;
  • cioccolato in qualsiasi forma.

In linea di principio, il glutine può essere trovato in quasi tutti gli alimenti con una composizione complessa, realizzati in un ambiente commerciale. A questo proposito, una dieta priva di glutine per autisti nella maggior parte dei casi si basa su piatti fatti in casa, che sono garantiti per non "nascondere" questa proteina indesiderata..

Una dieta priva di caseina per autisti

La dieta priva di caseina per l'autismo si basa sull'evitare il latte di qualsiasi animale perché contiene caseina. Oltre al latte stesso, è vietata anche la maggior parte dei latticini:

  • gelato (oltre alla caseina, spesso contiene glutine);
  • formaggio (sono vietati anche i formaggi ammuffiti a causa del loro contenuto di glutine);
  • yogurt, kefir, latte cotto fermentato, siero di latte;
  • margarina con latte nella composizione (è consentita solo margarina di palma o altra verdura).

La possibilità di utilizzare il burro con una dieta priva di caseina è una questione controversa. Molti genitori di bambini autistici alimentati con diete prive di caseina sono inclini a credere che sia ancora possibile mangiare burro occasionalmente, ma in quantità minime e monitorando costantemente la reazione organica a questo prodotto..

Con una dieta priva di caseina, si consiglia di assumere integratori vitaminici e minerali, tra cui calcio e vitamina D contenuti nel latte animale.

In genere, una dieta priva di caseina / senza glutine è seguita da una dieta priva di soia (BS). Si ritiene che le proteine ​​della soia, come la caseina e il glutine, siano interpretate male nelle persone autistiche, causando reazioni fisiche e mentali distruttive. Di conseguenza, nell'autismo, tutti gli alimenti contenenti soia non sono raccomandati per il consumo: prodotti semilavorati, latte di soia, lecitina, formaggio di tofu, ecc..

Non è vietato introdurre nella dieta vari tipi di latte vegetale oltre al latte di soia (mandorle, cocco, riso, castagne).

Dieta chetogenica adattata

La dieta chetogenica o cheto è inclusa nell'elenco delle diete a basso contenuto di carboidrati e prevede il consumo di una grande quantità di grassi (il 75% di tutto il cibo, mentre solo il 20% e il 5% sono assegnati rispettivamente a proteine ​​e carboidrati).

Secondo alcuni studi, questo tipo di dieta a volte può essere applicato a persone con epilessia, contribuendo a ridurre l'incidenza delle crisi epilettiche. Per quanto riguarda i pazienti con autismo - ad oggi, c'è solo uno studio non controllato in cui la dieta chetogenica è stata applicata con relativo successo in un gruppo di bambini autistici..

A volte, una dieta cheto adattata alle esigenze di una persona con autismo può essere utilizzata in aggiunta a una dieta priva di glutine / caseina. I grassi in questo caso vengono consumati sotto forma di acidi grassi polinsaturi e trigliceridi a catena media (MCT).

È vietato utilizzare una dieta chetogenica adattata per l'autismo senza previa consultazione con un nutrizionista e un esame approfondito dell'intero corpo del paziente.

Dieta a basso contenuto di ossalato

La dieta a basso contenuto di ossalato (LOD) si basa su una diminuzione del livello di ossalati nella dieta - sali di acido ossalico (dal latino "oxalis" - acetosa). Queste sostanze si trovano principalmente negli alimenti vegetali..

Le diete a basso contenuto di ossalato per l'autismo credono che l'eccesso di ossalato nel corpo degli autisti sia seriamente dannoso per le loro condizioni generali a causa dell'aumentata permeabilità intestinale insita nei pazienti autistici con intolleranza al glutine e alla caseina. Gli ossalati che entrano nel corpo attraverso le pareti intestinali danneggiate rappresentano una minaccia per altre cellule del corpo, contribuendo alla comparsa di eccedenze di acido, che vengono assorbite dalle cellule e portano all'interruzione dei processi intercellulari.

Per comodità di pianificare un menu a basso contenuto di ossalato, tutti i prodotti esistenti sono divisi in tre gruppi su larga scala a seconda del livello di contenuto di ossalato:

  • cibi a basso contenuto di ossalato (fino a 2 mg / porzione) - consumati senza restrizioni;
  • ossalato medio (2-6 mg / porzione) - non sono consentite più di tre porzioni al giorno;
  • altamente ossalato (oltre 7 mg / porzione) - vietato per l'uso.

A causa della mancanza di prove ufficiali dell'efficacia della dieta a basso contenuto di ossalato nell'autismo, nonché per la difficoltà di combinarla con la dieta BGBK (BS), questa dieta è usata raramente..

Dieta per l'autismo nei bambini

La dieta più comune per i bambini, così come per l'autismo degli adulti, è la dieta BGBK (BG) - senza glutine / senza caseina / senza soia. In oltre il 90% dei casi, quando i genitori di un bambino autistico decidono di seguire una dieta, rimuovono prima di tutto gli alimenti con glutine, caseina e soia dalla loro dieta..

Naturalmente, preparare il cibo "secondo le nuove regole" per un bambino con ASD richiederà molto più tempo e impegno, mentre costa molto di più di un normale menu. Tuttavia, a condizione che il bambino riceva tutte le sostanze necessarie alla sua crescita e al corretto sviluppo fisico, ben presto sarà possibile notare evidenti risultati positivi: miglioramento della concentrazione, diminuzione dell'iperattività, aggressività, aumento della capacità di contatto sociale, ecc..

Quando si trasferisce un bambino autistico a una dieta, leggere attentamente tutte le etichette che indicano la composizione di determinati prodotti, poiché i loro ingredienti possono cambiare di volta in volta.

Prima di iniziare la dieta, consultare un nutrizionista esperto sulla necessità di ulteriori complessi minerali e vitaminici. È molto importante che il cibo dietetico contenga o sia ulteriormente arricchito con vitamine A, C, E, D e del gruppo B (soprattutto B6, B12 e acido folico), oltre a calcio, zinco, selenio e magnesio. Per quanto riguarda il rame, non dovrebbe essercene molto, poiché tra i bambini autistici c'è quasi sempre un iper contenuto di rame nel corpo..

Menu di esempio

Portiamo alla vostra attenzione un menù campione per una persona autistica di età superiore a tre anni, compilato tenendo conto del massimo valore nutritivo dei piatti e dell'assenza di sostanze indesiderate in essi.

Il primo giorno

Colazione: porridge di riso con agrumi (se non allergico) o altra frutta.

Pranzo: zuppa di crema di champignon o broccoli.

Cena: insalata con carote e albicocche secche, porridge di mais con polpette.

Secondo giorno

Colazione: porridge di grano saraceno con petto di pollo bollito.

Pranzo: borscht non troppo ricco o magro con pane senza glutine.

Cena: insalata di cavolo cappuccio, riso, pesce (preferibilmente al vapore o bollito).

Terzo giorno

Colazione: porridge di miglio con frutta fresca o secca.

Pranzo: zuppa di patate, frittelle di farina di riso.

Cena: cotolette di pollo o tacchino tritato, verdure bollite assortite (cavolfiore, peperoni, carote, sedano, asparagi, ecc.).

Il menu può essere variato giornalmente con prodotti da forno senza glutine, varie composte, insalate, dolci fatti in casa e altro ancora. Per un'ampia varietà di ricette per adulti e bambini senza glutine, caseina e allergeni, vedere il Cookbook for Autists di Susan K. Delane, che disponibile su Internet per una prova gratuita.

Ricorda che il cibo dietetico in sé non è una "cura magica" per l'autismo - è necessario trattare questa condizione in modo completo. Ad esempio, l'uso della dieta insieme alla terapia ABA correttiva può fornire a una persona autistica un aiuto a tutto tondo, per migliorare le proprie condizioni fisiche e sviluppare le abilità sociali necessarie. Anche tutti i tipi di giochi terapeutici per le persone autistiche sono efficaci..

L'autismo può essere curato con le diete??

Perché è emersa l'opinione che l'autismo possa essere curato con le diete, quando i cambiamenti dietetici sono giustificati e su cosa non "giocano" i più onesti esperti??

L'articolo della terapeuta e nefrologa Tatyana Kirsanova descrive in dettaglio diversi tipi di diete e come influenzano (o non influenzano) i sintomi dell'ASD.

Terapie tradizionali, complementari e alternative nel trattamento dell'autismo

Chiunque abbia incontrato varie diete in un modo o nell'altro, ad esempio per dimagrire, sa che molte di esse riguardano la modifica del rapporto tra proteine, grassi e carboidrati o l'eliminazione completa di uno o più alimenti dalla dieta. Molte di queste diete promettono un successo garantito, come la perdita di peso, solo in una certa percentuale dei singoli componenti..

Ma oltre alle diete "dimagranti", ci sono quelle il cui uso aiuta con le malattie, comprese le malattie del sistema nervoso, ad esempio, con l'epilessia resistente. Queste diete includono la classica dieta chetogenica (dieta cheto), l'entusiasmo attorno alla quale ha dato origine all'emergere di una serie di ciarlatani che promettono di curare non solo l'epilessia con il suo aiuto, ma anche altre malattie, incluso l'autismo. Oltre alla chetogenica, ci sono altre diete comunemente usate dai genitori di bambini con autismo..

L'abbondanza di truffatori attorno al misterioso autismo ha una serie di prerequisiti. Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è un disturbo dello sviluppo del sistema nervoso mediato biologicamente caratterizzato da un'interazione sociale ridotta e modelli di comportamento, interessi e attività limitati e ripetitivi. Dalla definizione diventa chiaro che anche descrivere i sintomi e le caratteristiche dell'autismo è abbastanza difficile. Da un lato, le cause dell'autismo non sono ancora chiare e, dall'altro, anche la patogenesi della malattia non è chiara, ovvero quali processi nel corpo e nel cervello portano a questi disturbi. In terzo luogo, l'enorme varietà di sintomi e manifestazioni (quadro clinico) non lascia la possibilità di caratterizzare universalmente l'ASD: le persone con autismo possono differire molto tra loro sia nella gravità dei sintomi che nei disturbi comportamentali. (Puoi leggere di più nell'articolo "Autismo: miti e verità su cause e trattamento", che abbiamo pubblicato in precedenza - Ed.) In realtà, il fatto che una persona abbia ASD ci dice solo che questa è una condizione cronica che richiede un approccio integrato alla terapia.

Il desiderio di trovare una soluzione universale è comprensibile: i genitori di bambini con ASD vogliono davvero salvare il loro bambino da un tale destino e vogliono aiutare, e preferibilmente rapidamente, anche se costoso.

Qualsiasi dieta per l'autismo si riferisce alla medicina complementare e alternativa, che, secondo il National Center for Complementary and Alternative Medicine, è "un gruppo di diverse pratiche mediche e quasi mediche non di solito considerate parte della medicina tradizionale". Le terapie alternative sono quelle che vengono utilizzate al posto di quelle tradizionali consigliate dalle organizzazioni mediche e basate su prove comprovate. Le terapie complementari includono quelle utilizzate in combinazione con i trattamenti tradizionali. La combinazione di metodi tradizionali e complementari, che hanno alcune prove a sostegno, viene spesso definita "medicina integrativa". Alcuni degli interventi inizialmente considerati complementari o alternativi possono diventare di routine se vi sono sufficienti evidenze scientifiche e cliniche a sostegno del loro utilizzo..

I trattamenti convenzionali per ASD includono principalmente interventi comportamentali (p. Es., Applied Behavioral Analysis - ABA). Inoltre, dal punto di vista della medicina basata sull'evidenza, esiste un elenco piuttosto ridotto di vari supporti medicinali per l'ASD, ma le indicazioni per l'uso di questi farmaci sono determinate solo da uno psichiatra, che svolge anche un'ulteriore osservazione.

La medicina complementare e alternativa viene spesso utilizzata per i bambini con bisogni speciali. In ampi studi su bambini con ASD, dal 27 all'88% delle famiglie dichiara di utilizzare questo tipo di terapia e il 17-25% utilizza diete speciali. I tassi sono generalmente più alti nei bambini con ASD più grave, diagnosticati in età precoce, con sintomi gastrointestinali, ecc. I tipi di terapia alternativa sono molteplici: vitamine, integratori, diete speciali, trattamento osteopatico. Molte famiglie con bambini con ASD cercano terapie sia tradizionali che complementari o alternative nel tentativo di comprendere e accettare la diagnosi.

Alcuni genitori scelgono metodi complementari perché sentono la mancanza di efficacia della terapia tradizionale e nella speranza di trovare la "pillola d'oro", mentre altri usano questi metodi in aggiunta al solito, perché vogliono fare tutto il possibile per aiutare il loro bambino. Le famiglie possono scegliere una terapia alternativa a causa di problemi di sicurezza o effetti collaterali dei farmaci. Alcune terapie dietetiche sono considerate dai sostenitori per "curare la causa dell'autismo", indipendentemente dal fatto che ci siano prove scientifiche a sostegno di questa ipotesi..

Il razionale per l'utilizzo di diversi tipi di diete si basa sul presupposto che i disturbi gastrointestinali, come la disbiosi o la permeabilità intestinale, giocano un ruolo importante nella patogenesi dell'ASD (oltre alle diete, alcuni "guaritori" suggeriscono di utilizzare agenti antifungini, probiotici, ecc.), ipersensibilità al cibo e allergie (questa ipotesi si basa sull'uso di una dieta priva di glutine e / o caseina), disturbi metabolici (ad esempio, nella sintesi di glutatione, solfatazione, metabolismo dei folati, che "giustifica" l'integrazione con antiossidanti), tossicità dei metalli pesanti, in particolare il mercurio (molti sono impegnati nella chelazione) e, naturalmente, squilibri alimentari, che stanno cercando di eliminare con integratori alimentari (ad esempio, acidi grassi omega-3 e vitamine).

Diamo un'occhiata alle principali diete o integratori più apprezzati dai genitori di bambini con ASD in termini di prove e sicurezza..

Dieta priva di glutine e caseina (GBD)

L'uso di tale dieta per i bambini con ASD si basa sull'ipotesi che una maggiore permeabilità intestinale (chiamata sindrome dell'intestino permeabile) consente ai peptidi di glutine e caseina di fuoriuscire dall'intestino, inducendo un'eccessiva attività oppioide e portando a comportamenti osservati nell'ASD. Questo tipo di dieta è efficace per un'altra malattia, la celiachia, caratterizzata da disturbi digestivi causati dal danneggiamento dei villi dell'intestino tenue da parte di alcuni alimenti contenenti glutine e relative proteine. Pertanto, si consiglia ai pazienti celiaci di evitare il pane e altri alimenti a base di cereali. Tuttavia, i bambini con ASD non hanno più probabilità di avere una celiachia coesistente rispetto ad altri bambini e non hanno quantità eccessive di composti simili agli oppioidi nelle urine..

Le prove dell'efficacia di questa dieta sono troppo limitate e deboli: la stretta aderenza alla dieta è difficile e può essere dovuta a una carenza nell'assunzione di nutrienti essenziali (ad esempio, calcio, vitamina D, aminoacidi essenziali), a meno che la dieta non sia somministrata da un nutrizionista competente che possa soddisfare tutte le esigenze del bambino. Si ritiene che il latte di riso o di mandorle e le patate non siano sufficienti fonti di proteine. Revisioni sistematiche di studi randomizzati che valutano le diete HDBD nei bambini con ASD indicano che l'evidenza dei benefici non può essere considerata sufficiente. Una delle revisioni sistematiche più recenti pubblicate nel 2016 ha valutato solo uno studio randomizzato con 21 pazienti. I bambini di età compresa tra tre e cinque anni con autismo hanno ricevuto o non hanno ricevuto una dieta BGBC rigorosa per 4-6 settimane. I bambini hanno anche ricevuto almeno 10 ore a settimana di terapia comportamentale intensiva. Tra i 14 bambini che hanno completato lo studio, non c'erano differenze nel comportamento o altri sintomi di autismo. Data la piccola dimensione del campione, i risultati dovrebbero essere interpretati con cautela, ma la stessa dieta dovrebbe essere seguita con la stessa cautela: ad alcuni dei bambini che hanno lasciato lo studio precocemente è stata diagnosticata l'anemia.

Chelazione o purificazione del corpo dai metalli pesanti

La chelazione è il processo di introduzione nel corpo di sostanze che legano i metalli pesanti e li rimuovono dal corpo, come l'acido etilendiamminotetraacetico (EDTA) o l'acido dimercaptosuccinico (DMSA).

L'uso della chelazione nell'autismo si basa sull'ipotesi che il comportamento osservato nei bambini con ASD sia secondario agli effetti tossici del mercurio o di altri metalli pesanti e che i bambini con ASD non possano sbarazzarsi di questi composti nei loro corpi da soli. Tuttavia, ci sono pochissime prove a sostegno di questa ipotesi. Le manifestazioni cliniche della tossicità da mercurio non sono simili a quelle dell'ASD e non ci sono prove a sostegno di una relazione causale tra il thimerosal (un composto contenente mercurio usato come agente antisettico e antimicotico in alcuni vaccini) e l'autismo.

La sicurezza e l'efficacia della terapia chelante per l'ASD, compresi i farmaci orali o rettali disponibili senza prescrizione medica, non sono state adeguatamente studiate in studi controllati. Inoltre, durante il periodo di uso paramedico (alternativo) attivo della chelazione dal 2003 al 2005, il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie ha registrato 3 decessi di bambini con ASD. I bambini muoiono per il progressivo declino del calcio.

L'unico studio randomizzato sulla chelazione aveva gravi limitazioni metodologiche. Gli agenti chelanti legano gli ioni in modo aspecifico e possono portare a livelli ridotti di calcio, ferro e magnesio. Anche quando la chelazione viene utilizzata nel trattamento dell'avvelenamento confermato da metalli pesanti, è richiesto un monitoraggio rigoroso, quindi questo tipo di trattamento è severamente sconsigliato ai bambini con ASD.

Vitamina B6 e magnesio

Per molto tempo, qualsiasi disturbo psichiatrico è stato provato con vitamina B6 e magnesio (il magnesio viene aggiunto per ridurre gli effetti collaterali della vitamina B6), ma pochi studi di alta qualità hanno valutato l'efficacia del complesso B6-magnesio per il trattamento dell'ASD. Nel 2010, una revisione sistematica di tre piccoli studi randomizzati (33 pazienti in totale) ha trovato le prove di efficacia inconcludenti. Inoltre, dosi elevate di vitamina B6 (oltre 100 mg / die) possono portare a neuropatia. Questo trattamento non è raccomandato per i bambini con ASD..

acidi grassi omega-3

Gli Omega-3 (acido eicosapentaenoico e docosaesaenoico) sono acidi grassi essenziali con potenziali, ma non ancora provati, effetti profilattici sulle malattie cardiovascolari. Alcuni ricercatori hanno suggerito che le concentrazioni plasmatiche di acidi omega-3 nei bambini con ASD sono inferiori rispetto ai bambini sani, tuttavia, non è stata trovata alcuna correlazione clinica.

Revisioni sistematiche di studi randomizzati suggeriscono che l'integrazione di acidi grassi omega-3 non migliora i sintomi sottostanti dell'ASD o quelli associati all'ASD. Nonostante la mancanza di benefici, vale la pena notare la mancanza di danni in questo tipo di trattamento..

Gli effetti collaterali più comunemente riportati della supplementazione di omega-3 sono stati disturbi gastrointestinali (p. Es., Nausea e diarrea). Si ritiene che gli omega-3 debbano essere usati con cautela nelle persone con disturbi della coagulazione del sangue e allergie ai pesci. Non ci sono anche linee guida specifiche per il dosaggio (1,3 e 1,5 g al giorno sono stati utilizzati negli studi su bambini con ASD).

La dieta chetogenica

La dieta chetogenica classica (KD) è una dieta ricca di grassi con un contenuto proteico normale (adeguato) (1 g per kg di peso corporeo) e molto povera di carboidrati. Il CD induce cambiamenti metabolici associati alla fame di carboidrati. In medicina, la condizione che si sviluppa con una tale dieta è chiamata chetosi. La MC è diventata una pratica di routine per molti neurologi, poiché ha dimostrato la sua efficacia in alcuni tipi di epilessia. L'introduzione della MC negli approcci terapeutici per l'epilessia si basa sulla teoria che i corpi chetonici (acetoacetato, acetone e beta-idrossibutirrato) sintetizzati nel fegato dagli acidi grassi hanno un effetto anticonvulsivante diretto quando entrano nel cervello (quando attraversano la barriera emato-encefalica). Tuttavia, l'importanza della chetosi nel meccanismo d'azione della MC è sempre più messa in discussione..

La CD porta a una serie di cambiamenti nel corpo (inclusi cambiamenti nella biogenesi mitocondriale, fosforilazione ossidativa, aumento dei livelli di acido gamma-aminobutirrico (GABA), diminuzione dell'eccitabilità neuronale e stabilizzazione della funzione sinaptica). Sebbene questi cambiamenti possano essere causati dalla chetosi, sono stati proposti meccanismi d'azione alternativi di questa dieta per l'epilessia. Ad esempio, nei topi, la dieta chetogenica ha causato cambiamenti significativi nel microbioma intestinale, che ha portato a cambiamenti nei livelli dei metaboliti e li ha "protetti" dalle convulsioni. Già diverse ore dopo l'inizio della dieta si possono osservare cambiamenti nella concentrazione (spesso molto pronunciati) di chetoni, insulina, glucosio, glucagone e acidi grassi liberi nel plasma. Non è noto esattamente quale di questi cambiamenti metabolici sia responsabile del miglioramento della frequenza delle crisi. Questo meccanismo è probabilmente multifattoriale..

Un po 'di storia

È noto che varie restrizioni dietetiche (incluso il digiuno) sono state utilizzate per trattare le crisi dal 500 a.C. Il primo uso moderno della fame come trattamento per l'epilessia fu pubblicato da una coppia di medici parigini nel 1911. Hanno fatto morire di fame 20 bambini e adulti e hanno riportato un numero significativamente inferiore di convulsioni, ma non hanno fornito alcun dettaglio. Anche il primo rapporto completo di un paziente epilettico trattato con il digiuno selettivo è stato pubblicato all'inizio del XX secolo dal medico osteopatico Dr. Hugh Conklin. Quindi il guru americano dell'educazione fisica Bernarr Macfadden, che ha pubblicato la rivista di salute Physical Culture, che aveva una tiratura di 500.000 copie alla fine della prima guerra mondiale, ha scritto in una delle riviste che un digiuno rigoroso da 3 giorni a 3 settimane poteva facilitare il decorso di qualsiasi malattia, inclusa l'epilessia. A proposito, McFadden era molto popolare ai suoi tempi, soprattutto dopo che nel 1931 divenne il primo "segretario della salute" di Franklin Roosevelt, il futuro "presidente su una sedia a rotelle". Il dottor Conklin divenne l'assistente di McFadden. Insieme hanno sviluppato vari metodi di "digiuno selettivo" per trattare un'ampia varietà di disturbi. Questi studi attirarono l'attenzione dell'endocrinologo Rawle Geyelin, che nel 1921 presentò la sua esperienza nel trattamento dell'epilessia all'American Medical Association: fu il primo a documentare miglioramenti cognitivi. Nel corso dei due decenni successivi, questa terapia è stata ampiamente utilizzata, ma dall'introduzione di un gran numero di farmaci antiepilettici, il suo uso è notevolmente diminuito: entro la fine del XX secolo, il digiuno curativo è rimasto solo in un piccolo numero di ospedali pediatrici. E solo all'inizio degli anni 2000, l'epilettologia moderna ha ravvivato l'interesse scientifico e pratico per l'uso della CD.

Indicazioni ufficiali per CD

Ufficialmente, il CD è raccomandato solo per i pazienti con epilessia resistente a 2 o più farmaci. I farmaci antiepilettici sono il trattamento principale per l'epilessia e sono efficaci nel controllo delle crisi nella maggior parte dei pazienti. Tuttavia, circa un terzo dei pazienti non è abbastanza sensibile anche a 2 farmaci, per loro di solito è raccomandato il trattamento chirurgico. Sulla base delle prove disponibili, un gruppo di consenso di esperti nel 2018 ha raccomandato la MC per i bambini con epilessia resistente ai farmaci dopo tentativi falliti di trattamento con due farmaci. Le quattro principali opzioni di TC per il trattamento dell'epilessia sono la dieta chetogenica classica (catena lunga), la dieta dei trigliceridi a catena media (MCT), la dieta Atkins modificata e il trattamento a basso indice glicemico. Tutte queste opzioni hanno una certa base di prove. Ad esempio, sulla dieta chetogenica classica, il primo studio controllato randomizzato è stato pubblicato nel 2008 che includeva 145 bambini (età 2-16) con epilessia resistente ai farmaci che sono stati suddivisi in gruppi di trattamento e controllo attivi. Tre mesi dopo, 103 persone sono rimaste nello studio, di cui 54 nel gruppo di trattamento attivo. In questi pazienti è stata registrata una diminuzione doppia o maggiore della frequenza delle crisi. Diverse meta-analisi sono state eseguite con risultati simili: dopo sei mesi, circa il 60% dei bambini in MC ha avuto una riduzione delle crisi di oltre il 50% e un terzo dei pazienti ha avuto una riduzione delle crisi di oltre il 90%. Esistono anche malattie potenzialmente sensibili, spesso associate all'epilessia refrattaria, per le quali la base di prove non è così ampia. Ad esempio, Duse, sindrome di Dravet, carenza di Glut1 (una malattia genetica caratterizzata da un trasporto alterato del glucosio attraverso la barriera emato-encefalica, con conseguente epilessia generalizzata e ritardo dello sviluppo), deficit di piruvato deidrogenasi (malattia mitocondriale caratterizzata da acidosi lattica, grave e talvolta neurologica) epilessia controllata), sclerosi tuberosa e altri.

È interessante notare che, mentre le manifestazioni della sindrome convulsiva sono chiaramente ridotte con tale trattamento, l'effetto sul ritardo nello sviluppo neuropsichico è minimo..

Perché la dieta chetogenica ha iniziato a curare l'autismo?

In effetti, questa ricca base di prove ha generato l'emergere di ciarlatani che promettono di curare l'autismo con una dieta chetogenica. Naturalmente, per i soldi. Naturalmente costoso. Ma con una garanzia del risultato:

“Non ci adatteremo all'autismo. Dobbiamo sconfiggerlo. E ferma la sua folle crescita. E so come ".

Questa è una citazione di Vasily Generalov, MD, neurologo, commerciante, che scrive sul suo blog Facebook che le vaccinazioni causano l'autismo, che c'è una sorta di "fallimento post-vaccinazione" e che il CD può aiutare in 3 mesi. Promette "supporto in abbonamento", il che significa l'opportunità non solo di essere osservato, ma anche di acquistare tutti gli integratori alimentari necessari dalla sua clinica. All'inizio di aprile, mi è stato inviato un collegamento a un articolo su VOGUE, dove Natalya Davydova, una blogger con un milione di spettatori, che promuove stili di vita sani, pubblicizza l'aiuto di questo medico per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e l'autismo. La migliore pubblicità per una clinica, dove un'introduzione alla dieta cheto costa più di 100 mila rubli, è difficile da trovare.

Per qualche ragione, i veri specialisti raramente spiegano ai genitori dei pazienti cosa li confonde nei metodi di trattamento. È un peccato per il tempo, e c'è una reale fiducia che le persone stesse siano in grado di capirlo, perché c'è un mare di informazioni disponibili su Internet, questo aiuterà a rendere più facile per il paziente scegliere la strada giusta. Ma i populisti dei metodi miracolosi di solito non perdono tempo per le spiegazioni. Con enorme pedanteria e regolarità, spiegano i loro concetti in grande dettaglio, parlando di intestini "che perdono" o permeabilità della membrana, manipolando le emozioni e il desiderio di trovare una rapida uscita, e dimostrando anche ottimi risultati in singoli casi in cui un lettore corrosivo troverà un mucchio di contraddizioni, come "ha parlato, ma non c'è ancora discorso... ".

Ecco alcune altre citazioni di Vasily Generalov:

“L'autismo non è un problema mentale, ma neurobiologico. Se viene costruita la biochimica, dopo 3 mesi semplicemente non riconosco il bambino. Guardo la mappa - c'è una storia triste e dopo 3 mesi arriva un ragazzo abbastanza maturo. Perché l'autismo è una sfida per me. E ogni giorno cerchiamo soluzioni. Conosco molti protocolli universali, ma ci siamo resi conto che ogni paziente necessita di individualizzazione dell'algoritmo, 2 anni fa ho formato il mio sistema diagnostico, opzioni per protocolli costituiti da blocchi terapeutici e il tempo ha dimostrato che funziona molto bene. Con molti pazienti, vediamo risultati molto incoraggianti "..

La cosa più triste non è nemmeno che le persone spendono i loro ultimi soldi nella speranza, ma che le persone con problemi reali, dopo aver consultato un medico del genere e non ottenendo un risultato, non credono più nell'efficacia del metodo per quelle malattie quando è realmente indicato.

La dieta chetogenica, come accennato in precedenza, non è stata scoperta da Vasily Generalov, ma presenta il suo approccio come fondamentalmente diverso, ei suoi "protocolli antinfiammatori" includono un numero enorme di farmaci (principalmente integratori alimentari), e devono essere assunti per un tempo molto lungo. La mancanza di effetto può sempre essere attribuita agli errori dei genitori: non hanno rispettato il regime richiesto, hanno commesso un errore, ecc. Insomma, abbiamo fallito, ma è un peccato, tutto avrebbe potuto essere diverso.

Cose da ricordare sulla dieta chetogenica e sull'autismo?

  1. Ci sono solo pubblicazioni isolate sulla POSSIBILE efficacia di questa dieta per l'autismo, ci sono dipartimenti neurologici di cliniche mondiali che utilizzano questo approccio, ma finora si tratta di esperimenti più probabili su bambini con il consenso dei genitori e certamente non a loro spese. Una sperimentazione clinica è in corso negli Stati Uniti dal 2015. La gestione dei figli retribuita in un simile esperimento è contraria alle leggi dell'etica..
  2. I bambini con autismo hanno vari gradi di disturbi alimentari: dall'essere selettivi nella consistenza e nel gusto del cibo ad altre sfumature. Pertanto, qualsiasi trattamento sotto forma di intervento alimentare può terminare senza iniziare (se a questo bambino non piace, ad esempio, il gusto), inoltre, il bambino può rifiutarsi completamente di mangiare.
  3. La CD richiede una somministrazione stazionaria, poiché ha una serie di possibili effetti collaterali.

I primi eventi avversi nella MC sono stati disidratazione, disturbi gastrointestinali: nausea / vomito, diarrea e costipazione, gastrite e intolleranza ai grassi, ipertrigliceridemia, iperuricemia transitoria, ipercolesterolemia, varie malattie infettive, ipoglicemia sintomatica, ipoprotenemaemia, ipomagnesemia concentrazioni di lipoproteine ​​ad alta densità, polmonite lipoide indotta da aspirazione, epatite, pancreatite e acidosi metabolica persistente.

Le complicanze tardive includevano anche osteopenia, urolitiasi, cardiomiopatia, ipocarnitinemia secondaria e anemia da carenza di ferro. La maggior parte delle complicanze precoci e tardive sono state trattate con successo. Tuttavia, il 17% dei pazienti ha interrotto la MC a causa di vari tipi di gravi complicanze. A proposito, ci sono descrizioni di decessi, probabilmente erano associati alla malattia sottostante, ma questa possibilità dovrebbe essere tenuta presente quando si sceglie questo metodo di trattamento (il 3% dei pazienti è morto, due per sepsi, uno per cardiomiopatia e uno per polmonite lipoide). Ecco perché, in tutto il mondo, l'introduzione del CD classico viene eseguita solo in ospedale. E dopo l'introduzione, il paziente viene sottoposto a regolare esame da uno specialista.

La CD è efficace nell'epilessia concomitante resistente all'ASD, ma la sua somministrazione non è raccomandata di routine nell'ASD, soprattutto perché non può essere una panacea nel trattamento dell'ASD.

Un altro aspetto importante da tenere a mente quando si discute di qualsiasi trattamento aggiuntivo o alternativo è che i genitori di bambini con autismo possono essere influenzati da un forte effetto placebo, e alcuni ricercatori stanno studiando questo problema separatamente..

Invece di una conclusione

L'ASD è un disturbo eterogeneo, la cui natura non è completamente compresa. Non può essere attribuito inequivocabilmente a problemi metabolici, quindi è inaccettabile parlare di un metodo di trattamento universale con l'aiuto di diete e integratori alimentari. E anche se ci sono casi di "cura miracolosa" (ancora una volta, la domanda è come sono stati selezionati e valutati i risultati), ciò non significa affatto che un tale metodo aiuterà.

Quando si sceglie un medico per lavorare con qualsiasi intervento complementare o alternativo, ricordarsi di fornire informazioni equilibrate sul metodo, descrivendo i potenziali benefici e rischi. Attualmente non esiste una cura per l'ASD.

Studi controllati hanno dimostrato che una dieta priva di glutine e caseina per bambini con ASD che non soffrono di celiachia o ipersensibilità al glutine è inefficace, la chelazione può essere dannosa e l'uso di acidi omega-3 e vitamina B6 con magnesio non ha benefici. L'attuale medicina basata sull'evidenza scoraggia qualsiasi terapia con benefici sconosciuti e rischio minimo di effetti avversi, inclusa una dieta chetogenica per le persone autistiche senza epilessia refrattaria.

Autore: Tatiana Kirsanova, Ph.D., medico, nefrologo, reumatologo. Ricercatore senior, NMITs AG e P. Kulakov. Dirige il blog "Medicine in Art" e account Instagram creativi pheonae e pheonae_art.