Il gene della schizofrenia è ereditato nei bambini??

L'esistenza di fattori genetici nell'insorgenza della schizofrenia è fuori dubbio, ma non nel senso di alcuni geni portatori.

La schizofrenia viene ereditata solo quando il percorso di vita dell'individuo, il suo destino prepara una sorta di terreno per lo sviluppo della malattia.

L'amore infruttuoso, le disgrazie della vita e i traumi psico-emotivi portano al fatto che una persona lascia una realtà insopportabile in un mondo di sogni e fantasie.

Leggi i sintomi della schizofrenia ebefrenica nel nostro articolo.

Cos'è questa malattia?

La schizofrenia è una malattia cronica progressiva che comprende un complesso di psicosi derivanti da cause interne non associate a malattie somatiche (tumore al cervello, alcolismo, tossicodipendenza, encefalite, ecc.).

Come risultato della malattia, si verifica un cambiamento patologico della personalità con una violazione dei processi mentali, espressa dai seguenti segni:

  1. La graduale perdita di contatti sociali, che porta all'isolamento del paziente.
  2. Impoverimento emotivo.
  3. Disturbi del pensiero: verbosità vuota e infruttuosa, giudizi privi di buon senso, simbolismo.
  4. Contraddizioni interne. I processi mentali che avvengono nella mente del paziente si dividono in "propri" ed esterni, cioè non appartenenti a lui..

I sintomi concomitanti includono la comparsa di idee deliranti, disturbi allucinatori e deliranti, sindrome depressiva.

Il decorso della schizofrenia è caratterizzato da due fasi: acuta e cronica. Nella fase cronica, i pazienti diventano apatici: mentalmente e fisicamente devastati. La fase acuta è caratterizzata da una sindrome mentale pronunciata, che include un complesso di sintomi-fenomeni:

  • la capacità di ascoltare i propri pensieri;
  • voci che commentano le azioni del paziente;
  • percezione delle voci sotto forma di dialogo;
  • le proprie aspirazioni sono realizzate sotto l'influenza esterna;
  • esperienze di impatto sul tuo corpo;
  • qualcuno toglie i suoi pensieri al paziente;
  • altri possono leggere la mente del paziente.

La schizofrenia viene diagnosticata quando un paziente presenta una combinazione di disturbi maniaco-depressivi, sintomi paranoici e allucinatori.

Chi può ammalarsi?

La malattia può iniziare a qualsiasi età, tuttavia, il più delle volte il debutto della schizofrenia si verifica all'età di 20-25 anni.

Secondo le statistiche, l'incidenza è la stessa negli uomini e nelle donne, ma nei maschi la malattia si sviluppa molto prima e può iniziare nell'adolescenza.

Nel sesso femminile, la malattia è più acuta ed è espressa da sintomi luminosi e affettivi..

Secondo le statistiche, il 2% della popolazione mondiale soffre di schizofrenia. Oggi non esiste un'unica teoria sulla causa della malattia..

Congenita o acquisita?

È una malattia ereditaria o no? Ad oggi, non esiste una singola teoria sull'insorgenza della schizofrenia..

I ricercatori hanno avanzato molte ipotesi sul meccanismo di sviluppo della malattia, e ognuna di esse ha una sua conferma, tuttavia, nessuno di questi concetti spiega completamente l'origine della malattia..

Tra le tante teorie sull'insorgenza della schizofrenia, ci sono:

  1. Il ruolo dell'ereditarietà. Una predisposizione familiare alla schizofrenia è stata scientificamente provata. Tuttavia, nel 20% dei casi, la malattia si manifesta prima in una famiglia in cui non è stato dimostrato il carico ereditario.
  2. Fattori neurologici. Nei pazienti con schizofrenia sono state identificate varie patologie del sistema nervoso centrale, causate da danni al tessuto cerebrale da processi autoimmuni o tossici nel periodo perinatale o nei primi anni di vita. È interessante notare che disturbi simili del sistema nervoso centrale sono stati trovati in parenti mentalmente sani di un paziente con schizofrenia..

Pertanto, è stato dimostrato che la schizofrenia è, prevalentemente, una malattia genetica associata a varie lesioni neurochimiche e neuroanatomiche del sistema nervoso..

Tuttavia, l '"attivazione" della malattia avviene sotto l'influenza di fattori interni e ambientali:

  • trauma psico-emotivo;
  • aspetti dinamici della famiglia: errata distribuzione dei ruoli, madre iperprotettiva, ecc.;
  • deterioramento cognitivo (ridotta attenzione, memoria);
  • violazione dell'interazione sociale;

Sulla base di quanto precede, possiamo concludere che la schizofrenia è una malattia multifattoriale di natura poligenica. Inoltre, la predisposizione genetica in un determinato paziente si realizza solo con l'interazione di fattori interni ed esterni.

Come distinguere la schizofrenia pigra dalla nevrosi? Scopri subito la risposta.

Quale gene è responsabile della malattia?

Diversi decenni fa, gli scienziati stavano cercando di identificare il gene responsabile della schizofrenia. L'ipotesi della dopamina è stata attivamente diffusa, suggerendo una disregolazione della dopamina nei pazienti. Tuttavia, questa teoria è stata scientificamente smentita..

Oggi i ricercatori tendono a credere che la malattia si basi su una ridotta trasmissione di impulsi di molti geni..

Eredità - maschio o femmina?

C'è un'opinione secondo cui la schizofrenia viene trasmessa più spesso attraverso la linea maschile. Queste conclusioni si basano sui meccanismi di manifestazione della malattia:

  1. Negli uomini, la malattia si manifesta in età precoce rispetto alle donne. A volte le prime manifestazioni di schizofrenia nelle donne possono iniziare solo durante la menopausa..
  2. La schizofrenia in un portatore genetico si manifesta sotto l'influenza di qualche tipo di trigger. Gli uomini sperimentano un trauma psico-emotivo molto più profondo delle donne, il che porta a uno sviluppo più frequente della malattia.

Infatti, se la madre è ammalata di schizofrenia in famiglia, i bambini si ammalano 5 volte più spesso che se il padre fosse malato..

Dati statistici sulla presenza di predisposizione genetica

Studi genetici hanno dimostrato il ruolo dell'ereditarietà nello sviluppo della schizofrenia.

Se la malattia è presente in entrambi i genitori, il rischio di malattia è - 50%.

Se uno dei genitori ha la malattia, la probabilità che si verifichi in un bambino diminuisce al 5-10%.

Studi che utilizzano il metodo dei gemelli hanno dimostrato che la probabilità di ereditare la malattia in entrambi i gemelli identici è del 50%, nei gemelli fraterni - questo indicatore scende al 13%.

Per eredità, in misura maggiore, non viene trasmessa la schizofrenia stessa, ma una predisposizione a una malattia, la cui attuazione dipende da molti fattori, compresi i trigger.

Puoi fare un test della doppia personalità sul nostro sito web..

Come scoprire la probabilità nella tua famiglia?

Il rischio di sviluppare la schizofrenia in una persona con genetica non complicata è dell'1%. Se uno dei genitori è malato in famiglia, la probabilità di eredità è del 5-10%.

Se la malattia si manifesta nella madre, il rischio di malattia aumenta in modo significativo, specialmente in un bambino maschio.

La possibilità di sviluppare la malattia è del 50% se entrambi i genitori sono malati. Se in famiglia c'erano nonni schizofrenici, il rischio di malattia per il nipote è del 5%.

Se la malattia viene rilevata nei fratelli, la probabilità di schizofrenia sarà del 6-12%.

Dove viene trasmessa la schizofrenia? Scoprilo dal video:

Come viene ereditato - schema

La probabilità di ereditare la schizofrenia dai parenti dipende dal grado di relazione.

Nonno

Nonna

Nonno

Nonna

Padre

Madre

Cognata

Fratello (I)

La sorella è sana (10%)

Il marito della sorella

Bambino

possibilità di malattia - 50%

Bambino

probabilità di malattia - 5%

L'ereditarietà complicata può talvolta manifestarsi come cambiamenti di personalità, processi cognitivi alterati o forme lievi della malattia.

Cos'è lo sviluppo cognitivo del bambino? Scoprilo nel nostro articolo.

A che età può essere diagnosticato un bambino?

La schizofrenia in un bambino i cui genitori sono malati può iniziare a qualsiasi età.

Gli psichiatri canadesi ammettono la possibilità di insorgenza della malattia nei bambini di età inferiore ai 3 anni.

Tuttavia, secondo i risultati di molti studi, la malattia è stata diagnosticata nei bambini non prima dei 5 anni di età..

La schizofrenia infantile è espressa dai seguenti sintomi:

  • paura;
  • malinconia;
  • oppressione delle capacità cognitive;
  • disturbo del linguaggio;
  • disturbi del sonno e dell'appetito;
  • in ritardo di altezza e peso.

I bambini in età scolare hanno disturbi nella comunicazione con i coetanei, impoverimento emotivo, stato di eccitazione e letargia degli impulsi.

Come meccanismo scatenante nello sviluppo della malattia nei bambini, molti ricercatori identificano la violazione del rapporto tra madre e figlio e altri aspetti familiari..

Studi clinici e genetici speciali su famiglie di bambini con schizofrenia, che nel 70% dei casi i genitori presentavano segni di schizofrenia.

Uno psichiatra racconta le cause della schizofrenia nei bambini:

È possibile evitare?

L'ereditarietà complicata non implica affatto lo sviluppo obbligatorio della malattia. Una persona che ha parenti con schizofrenia non ha bisogno di temere per la propria salute e di concentrarsi sul possibile sviluppo della malattia.

Come misura preventiva, dovresti:

  1. Conduci uno stile di vita sano, rifiuta e non consumare affatto bevande alcoliche e altre droghe.
  2. Condividi esperienze e altri disturbi emotivi con uno psicologo esperto per evitare lo sviluppo dell'apatia.
  3. Per dedicare più tempo allo sport, per impegnarsi in attività attive.

È importante sviluppare un atteggiamento corretto nei confronti della vita. Non dovresti disperare di fronte a nessun problema e sperimentare vari fallimenti da solo con te stesso. Dovresti trattare i problemi con calma e giudizio o risolvere i problemi con uno psicologo.

Quali metodi include la terapia cognitivo comportamentale? Leggi qui.

Cosa fare se la schizofrenia viene diagnosticata durante la gravidanza? A proposito di questo nel video:

La schizofrenia è una malattia ereditaria

La schizofrenia è ereditaria o acquisita? Cosa influenza l'accadimento? È possibile dire in anticipo se ci sarà o meno la schizofrenia? Esistono test per la schizofrenia? Molti ricercatori stanno cercando di rispondere a questa domanda..

Innanzitutto, vogliamo sottolineare che la schizofrenia è curabile. Questa non è una condanna a vita. I nostri pazienti sottoposti a trattamento completano con successo i loro studi presso le università, lavorano in organizzazioni prestigiose e occupano buone posizioni. I migliori risultati si ottengono nelle prime fasi della formazione. La situazione è peggiore quando il trattamento non era corretto o qualche psicologo o psicoterapeuta analfabeta ha cercato di eseguirlo. In questo caso, ci si possono aspettare varie complicazioni..

La trasmissione della malattia mentale per via ereditaria non è una questione inutile. Cosa fare se ci sono pazienti schizofrenici tra i parenti o nei parenti della seconda metà? La domanda naturale è: la schizofrenia è una malattia ereditaria o no??

C'è stato un tempo in cui si diceva che gli scienziati avevano trovato 72 geni per la schizofrenia. Da allora sono passati diversi anni ei dati della ricerca non sono stati confermati. Fino ad ora, gli scienziati di tutto il mondo stanno cercando di trovare la causa della schizofrenia nell'ereditarietà. Tuttavia, finora nessuno è riuscito..

La schizofrenia è una malattia ereditaria?

Tutto il discorso che è possibile stabilire la schizofrenia utilizzando speciali esami del sangue o test genetici e su questa base per effettuare il trattamento non è altro che semplici parole. Non si basano su fatti confermati ufficialmente. Tuttavia, molti dei guaritori di oggi cercano di vendere aria, sotto forma di test genetici o di altro tipo per la schizofrenia..

Tuttavia, una delle teorie conosciute sulla formazione della schizofrenia si basa sull'origine genetica. Molti medici si riferiscono alla schizofrenia come a una malattia geneticamente determinata. Tuttavia, i cambiamenti strutturali in alcuni geni non sono mai stati identificati..

È stato identificato un insieme di geni difettosi che possono interrompere il funzionamento del cervello, ma non si può dire che questo porti allo sviluppo della schizofrenia. I fatti concreti non lo confermano. Non è possibile, dopo un test genetico, dire se una persona avrà o meno la schizofrenia.

Se seguiamo la teoria dell'origine della schizofrenia come malattia ereditaria, un numero enorme di pazienti per la prima volta esce da questa teoria. Coloro che non hanno genitori o nonni nel loro albero genealogico che hanno avuto questa malattia.

Nonostante la mancanza di dati statistici scientificamente provati e l'assenza di una connessione diretta tra l'eredità della schizofrenia nella formazione della malattia, esiste una connessione definita con la generazione più anziana. Si è riscontrato che nel 30% dei pazienti con schizofrenia, i parenti più stretti, il padre, la madre, la nonna, il nonno o la vecchia generazione di parentela diretta avevano fatti di manifestazione di disturbi mentali. Il resto dei pazienti non aveva una predisposizione ereditaria..

Pertanto, sulla base di dati statistici, è possibile parlare di probabilità che la schizofrenia sia una malattia ereditaria solo nel 30% dei casi..

Teoria della schizofrenia

Poiché l'origine della malattia è sconosciuta, gli scienziati medici identificano diverse ipotesi per il verificarsi della schizofrenia:

  • Genetico: nei bambini gemelli, così come nelle famiglie in cui i genitori soffrono di schizofrenia, si osserva la manifestazione più frequente della malattia.
  • Dopamina: l'attività mentale umana dipende dalla produzione e dall'interazione dei principali mediatori, serotonina, dopamina e melatonina. C'è una maggiore stimolazione dei recettori della dopamina nella regione limbica del cervello. Tuttavia, ciò causa la manifestazione di sintomi produttivi, sotto forma di deliri e allucinazioni, e non influisce in alcun modo sullo sviluppo di una sindrome apato-abulica negativa: una diminuzione della volontà e delle emozioni.
  • Costituzionale - un insieme di caratteristiche psicofisiologiche di una persona: uomini-ginecomorfi e donne di tipo picnico si trovano più spesso tra i pazienti con schizofrenia. Si ritiene che i pazienti con displasia morfologica siano meno sensibili al trattamento.
  • Una teoria infettiva dell'origine della schizofrenia è attualmente più di interesse storico di quanto non abbia alcuna base. In precedenza si credeva che lo stafilococco, lo streptococco, la tubercolosi e l'Escherichia coli, così come le malattie virali croniche, riducessero l'immunità umana, che, presumibilmente, è uno dei fattori nello sviluppo della schizofrenia.
  • Neurogenetico: una mancata corrispondenza tra il lavoro degli emisferi destro e sinistro a causa di un difetto nel corpo calloso, nonché una violazione delle connessioni frontale-cerebellare porta allo sviluppo di manifestazioni produttive della malattia.
  • Psicoanalitico - spiega la comparsa della schizofrenia nelle famiglie con una madre fredda e crudele, un padre oppressivo, la mancanza di relazioni calde tra i membri della famiglia o la loro manifestazione di emozioni opposte allo stesso comportamento del bambino.
  • Ambientale: l'effetto mutageno di fattori ambientali sfavorevoli e una mancanza di vitamine durante il periodo di sviluppo fetale.
  • Evolutivo: aumentare l'intelligenza delle persone e aumentare lo sviluppo tecnocratico nella società. La natura cerca di migliorare la funzione cerebrale, ma fallisce.

Ad oggi, la causa della schizofrenia non è completamente compresa..

Come viene diagnosticata la schizofrenia?

La diagnosi di schizofrenia si basa su:

  • un'analisi approfondita dei sintomi;
  • analisi della formazione individuale del sistema nervoso;
  • dati sul parente più prossimo;
  • conclusione della diagnostica pato-psichica;
  • osservare la risposta del sistema nervoso ai farmaci diagnostici.

Queste sono le principali misure diagnostiche per stabilire una diagnosi. Ci sono anche altri fattori individuali aggiuntivi che possono indicare indirettamente la possibilità della presenza della malattia e possono aiutare il medico.

Vorrei sottolineare che la diagnosi finale di schizofrenia non è stabilita alla prima visita dal dottore. Anche se una persona viene ricoverata urgentemente in uno stato psicotico acuto (psicosi), è troppo presto per parlare di schizofrenia. Per stabilire questa diagnosi, ci vuole tempo per osservare il paziente, la reazione alle azioni diagnostiche e ai farmaci del medico. Se una persona è attualmente in psicosi, prima di stabilire una diagnosi, i medici devono prima interrompere la condizione acuta e solo dopo può essere eseguita una diagnosi completa. Ciò è dovuto al fatto che la psicosi schizofrenica è spesso simile nella sintomatologia ad alcune condizioni acute nelle malattie neurologiche e infettive. Inoltre, un medico non ha bisogno di fare una diagnosi. Questo dovrebbe avvenire durante una visita medica. Di norma, quando si effettua una diagnosi si dovrebbe tenere conto dell'opinione di un neurologo e terapista..

Schizofrenia come malattia ereditaria

Ricorda! La diagnosi per qualsiasi disturbo mentale non è stabilita sulla base di alcun metodo di ricerca di laboratorio o apparato! Questi studi non forniscono alcuna prova diretta che indichi la presenza di una particolare malattia mentale..

Gli studi hardware (EEG, MRI, REG, ecc.) O di laboratorio (analisi del sangue e di altri mezzi biologici) possono solo escludere la possibilità di malattie neurologiche o altre malattie somatiche. In pratica, un medico competente li usa molto raramente e, se li usa, in modo molto selettivo. La schizofrenia come malattia ereditaria non è definita con questi mezzi.

Per ottenere il massimo effetto di eliminare la malattia, è necessario:

  • non aver paura, ma consultare per tempo uno specialista qualificato, solo uno psichiatra;
  • diagnostica completa e di alta qualità, senza sciamanesimo;
  • corretta terapia complessa;
  • rispetto da parte del paziente di tutte le raccomandazioni del medico curante.

In questo caso, la malattia non sarà in grado di riprendersi e verrà interrotta indipendentemente dalla sua origine. Ciò è dimostrato dalla nostra pratica a lungo termine e dalla scienza fondamentale..

La probabilità di ereditarietà nella schizofrenia

  • uno dei genitori è malato - il rischio di sviluppare la malattia è di circa il 20%,
  • un parente di seconda linea, nonna o nonno è malato - il rischio è fino al 10%,
  • un parente diretto della 3a linea è malato, bisnonno o bisnonna - circa il 5%
  • i fratelli soffrono di schizofrenia, in assenza di parenti malati - fino al 5%,
  • un fratello o un fratello soffre di schizofrenia; in presenza di disturbi mentali in parenti diretti di 1, 2 o 3 linee, il rischio sarà di circa il 10%,
  • quando un cugino (fratello) o una zia (zio) si ammalavano, il rischio di malattia non era superiore al 2%,
  • se solo il nipote è malato - la probabilità non è superiore al 2%,
  • la probabilità che la formazione della malattia emerga per la prima volta nel gruppo genealogico - non più dell'1%.

Questi dati statistici hanno una base pratica e parlano solo del possibile rischio di formazione della schizofrenia, ma non ne garantiscono la manifestazione. Come puoi vedere, la percentuale che la schizofrenia è una malattia ereditaria non è bassa, ma non è una conferma della teoria ereditaria. Sì, la percentuale maggiore è quando i parenti più stretti hanno avuto la malattia, questi sono i genitori e la nonna o il nonno. Tuttavia, vorrei sottolineare che la presenza di schizofrenia o altri disturbi mentali nei parenti stretti non garantisce la presenza di schizofrenia nella generazione successiva..

La schizofrenia è una malattia ereditaria nella linea femminile o maschile?

La domanda è ragionevole. Se assumiamo che la schizofrenia sia una malattia ereditaria, si trasmette per linea materna o paterna? Secondo le osservazioni degli psichiatri praticanti, nonché le statistiche degli scienziati medici, non è stato identificato alcun modello diretto. Cioè, la malattia è ugualmente trasmessa attraverso le linee sia femminile che maschile. Tuttavia, c'è una certa regolarità. Se alcuni tratti del carattere sono stati trasmessi, ad esempio, da un padre affetto da schizofrenia a suo figlio, la probabilità che la schizofrenia venga trasmessa a suo figlio aumenta notevolmente. Se le caratteristiche caratterologiche vengono trasmesse da una madre sana a un figlio, la probabilità di formazione di una malattia in un figlio è minima. Di conseguenza, lungo la linea femminile, c'è lo stesso schema.

La formazione della schizofrenia si verifica più spesso sotto l'azione di fattori cumulativi: ereditarietà, caratteristiche costituzionali, patologia durante la gravidanza, sviluppo del bambino nel periodo perinatale, nonché le caratteristiche dell'educazione della prima infanzia. Lo stress acuto cronico e grave, così come l'alcolismo e la tossicodipendenza possono essere fattori provocatori per l'insorgenza della schizofrenia nei bambini.

Schizofrenia ereditaria

Poiché le vere cause della schizofrenia non sono note e nessuna delle teorie della schizofrenia spiega fino in fondo le sue manifestazioni, scienziati e medici non sono inclini ad attribuire la schizofrenia a malattie ereditarie.

Se uno dei genitori è malato di schizofrenia o ci sono casi di manifestazione della malattia tra altri parenti, prima di pianificare un bambino, tali genitori dovrebbero consultare uno psichiatra. Si esegue un esame, si calcola il rischio probabilistico e si determina il periodo più favorevole per la gravidanza.

Aiutiamo i pazienti non solo con cure ospedaliere, ma cerchiamo anche di fornire ulteriore riabilitazione ambulatoriale e socio-psicologica, la clinica della Trasfigurazione numero di telefono 8 (800) 2000109.

La schizofrenia è una malattia ereditaria o acquisita

La schizofrenia può essere ereditata? Partiamo dal fatto che circa 700 anni fa, molto era associato alla schizofrenia, tranne che per il nome della malattia stessa..

Sapevano nemmeno che esiste una tale malattia? Le persone si sono comportate in modo molto diverso. La vita li ha resi la loro visione del mondo o lo stadio della schizofrenia, per giudicare gli storici. Ma si può sicuramente determinare che molte delle nostre abitudini, comportamenti e comunicazioni moderne non sarebbero sicuramente considerate normali né nel mondo della psichiatria né tra gli abitanti di quei tempi..

Vale anche la pena ricordare che, secondo gli esperti, oggi è molto difficile trovare famiglie senza deviazioni dalla schizofrenia. Tuttavia, la malattia risponde al lancio. Il meccanismo può funzionare a qualsiasi età. I seguenti fattori possono influenzare lo sviluppo della malattia:

  • disaccordi familiari;
  • rimproveri regolari nella squadra (putrefazione);
  • atmosfera stressante regolare;
  • gli anni dell'adolescenza;
  • squilibrio ormonale;
  • perdita di una persona cara;
  • emozioni troppo vivide che causano disarmonia;
  • lo sviluppo di paure interne;
  • solitudine;
  • passione eccessiva per qualsiasi attività commerciale;
  • una dichiarazione sulla persona stessa che è malata di schizofrenia.

Si può presumere che anche se un gene viene ereditato, per tutta la lunga vita di una persona comune, potrebbe semplicemente non aprirsi, bloccato dalla resistenza psicologica del corpo all'influenza di vari tipi di emozioni e situazioni di vita in generale.

Malattia acquisita

È la condizione medica più comune e grave nel gruppo dei disturbi mentali. I pazienti perdono il contatto con la realtà, sentono o vedono cose irreali, sotto l'influenza delle loro idee possono agire in modo insolito, irrazionale.
Si tratta di una malattia episodica, manifestata da crisi psicotiche (convulsioni) o, successivamente, ricadute.

  • Si verifica nell'1-1,5% della popolazione (circa 1 su 100).
  • L'incidenza è la stessa nelle diverse culture, nei diversi continenti.
  • Colpisce uomini e donne allo stesso modo (la differenza è presente solo all'inizio della malattia).

Il decorso della malattia e il percorso di guarigione dipendono da una serie di fattori, soprattutto da un contesto familiare ben funzionante, cure mediche e psicologiche tempestive e ben organizzate, riabilitazione sistematica.

Secondo l'attuale classificazione, esistono 4 tipi principali di disturbo:

  • paranoico;
  • ebefrenico;
  • catatonico;
  • simplex.
  • cambiamenti comportamentali:
  • allucinazioni, deliri;
  • incapacità di pensare ragionevolmente;
  • disturbi dell'umore;
  • cambiamenti di personalità;
  • scarsa coordinazione dei movimenti;
  • timidezza;
  • depressione;
  • aggressività.

Pensieri paranoici e sentimenti di ansia sono comuni tra gli schizofrenici. Ci sono persone che convivono con l'idea di essere i governanti intergalattici dell'universo, in possesso di un'ampia gamma di qualità soprannaturali. Naturalmente, sorge la domanda: il paziente deve essere curato? Ha bisogno di usare droghe (spesso con effetti indesiderati molto forti) per tornare alla realtà, che spesso si manifesta con un lavoro insoddisfacente o un matrimonio sull'orlo del collasso?

Esistono fattori che possono innescare lo sviluppo della malattia in persone senza predisposizione genetica? La schizofrenia può essere acquisita? La manifestazione del disturbo può verificarsi più tardi nella vita di una persona a causa dell'influenza di fattori sociali e biologici che causano un forte stress (il periodo più rischioso è di 15-30 anni).

La schizofrenia acquisita può verificarsi in una persona con capacità di adattamento insufficiente, adattabilità a situazioni difficili e pericolose per la vita (morte di una persona cara, delusione in amore, fallimenti sociali, cambiamenti nell'ambiente socio-culturale, ecc.), Nonché a eventi che richiedono decisioni serie.

Nello sviluppo della schizofrenia acquisita, le cause includono fattori biologici, in particolare alcolismo, tossicodipendenza e abuso di droghe. Una persona perde la resistenza allo stress, che porta all'insorgenza della schizofrenia, che è caratterizzata da alcune caratteristiche primarie:

  • ipersensibilità;
  • timidezza;
  • ansia;
  • umore depresso;
  • sospettosità;
  • isolamento;
  • difficoltà di comunicazione.

I sintomi si manifestano improvvisamente o gradualmente.

Ci sono una serie di altri fattori che, secondo gli esperti, possono essere coinvolti nello sviluppo della schizofrenia acquisita..

Le persone con questo disturbo spesso scoprono che la loro nascita non è andata bene. I fattori di rischio più comuni sono l'asfissia o il trauma. Non è ancora chiaro come questo fatto sia correlato all'insorgenza della malattia..

Durante il periodo di maggiore incidenza di infezioni, nascono diversi bambini che in seguito soffrono di schizofrenia. Un numero crescente di futuri schizofrenici nasce durante un'epidemia di influenza.

Questi cambiamenti sono molto complessi, per capirli è necessario guardare alle basi di biochimica, biologia molecolare, farmacologia. Le principali sostanze associate alla schizofrenia includono:

  • dopamina;
  • serotonina;
  • norepinefrina;
  • acido gamma-amminobutirrico (GABA);
  • glutammato;
  • acetilcolina e molti altri.

Le cause della schizofrenia

La probabilità di ammalarsi può essere notata non solo come risultato di una storia seminale appesantita, il meccanismo di attivazione della schizofrenia può essere:

  • fame della madre durante la gravidanza;
  • trauma emotivo e fisico subito da un bambino durante l'infanzia;
  • lesioni alla nascita;
  • cattive condizioni ambientali;
  • uso di droghe e alcol;
  • isolamento sociale;
  • disturbo della crescita intrauterina.

In larga misura, la malattia è considerata ereditaria. È tramandato ai discendenti diretti e attraverso le generazioni, quindi si trova spesso nelle famiglie. Oltre alla causa genetica della schizofrenia, le seguenti possono essere:

  • fattori ambientali: parto prolungato o prematuro, infezione virale nell'infanzia che ha attaccato alcune parti del cervello;
  • stress infantile causato dalla perdita precoce dei genitori, abuso fisico o sessuale.

La schizofrenia ereditaria è la più difficile da diagnosticare; nella maggior parte dei casi, una diagnosi accurata viene fatta dopo diversi anni dalla comparsa dei primi segni..

Le teorie emergenti sulle cause dei disturbi schizofrenici riguardano il processo di formazione del cervello, a partire dalle prime fasi dello sviluppo fetale, quando milioni di neuroni migrano in aree diverse durante il suo inizio..

Una deviazione dalla norma può causare squilibrio ormonale, fame della madre nel 1 ° trimestre di gravidanza, un errore nella codifica genetica e altri fattori.

Nel Royal College of Surgeons di Dublino, sono stati confrontati i risultati degli studi di 2 gruppi di persone: quelli che hanno subito lesioni alla testa e quelli che non lo hanno fatto. Tutti i partecipanti avevano parenti di sangue con una diagnosi di schizofrenia.

Di conseguenza, è stato riscontrato che un trauma cranico aumenta il rischio di malattia di 2,8 volte. Tuttavia, questa connessione non è ancora considerata definitivamente provata..

La schizofrenia è un grave disturbo mentale cronico che porta alla disabilità ed è stato conosciuto dall'umanità nel corso della sua storia..

Poiché la causa della malattia non è stabilita con precisione, è difficile dire in modo inequivocabile se la schizofrenia sia ereditaria o acquisita. Ci sono risultati di ricerca che indicano che questa schizofrenia è ereditata in una certa percentuale di casi..

Oggi la malattia è considerata una malattia multifattoriale a causa dell'interazione di cause endogene (interne) ed esogene (esterne o ambientali). Cioè, l'ereditarietà (fattori genetici) da sola non è sufficiente per lo sviluppo di questo disturbo mentale, è necessario anche un effetto sul corpo dei fattori ambientali. Questa è la cosiddetta teoria epigenetica dello sviluppo della schizofrenia..

Il diagramma seguente mostra il probabile processo di sviluppo della schizofrenia..


Potrebbe non esserci alcun fattore che danneggia il cervello, inclusa la neuroinfezione, per sviluppare la schizofrenia

Portatori di schizofrenia

Dopotutto, sulla base della definizione dei sintomi e dello sviluppo della schizofrenia, è probabile che uscire dalla vita reale e rinunciare al proprio corpo come tempio dell'anima sia uno stadio avanzato. Una psiche distrutta è fuori controllo. È molto, molto difficile sbloccare la coscienza di una persona del genere. E i segni debolmente sviluppanti della schizofrenia, in particolare nel comportamento, in questo periodo del nostro tempo possono passare inosservati. Libertà di parola, pensiero, libertà di stile e comportamento mescolano folle di persone, adeguate e non in se stesse, dissipando l'immagine esatta di una mente matura a tutti gli effetti, responsabile delle loro azioni.

Quando e perché si manifesta il disturbo??

La psicosi si manifesta nelle persone con tendenza alla schizofrenia dopo l'esposizione a uno stress mentale eccessivo (es. Esami, prime collaborazioni, ecc.).

Tra i motivi che provocano la manifestazione della malattia ci sono l'ipersensibilità e una maggiore vulnerabilità, quindi la qualità delle relazioni con i parenti è importante. Ma la schizofrenia è una malattia congenita o acquisita? Solo la predisposizione è geneticamente ereditata e non la malattia stessa.

I parenti delle persone con schizofrenia corrono un rischio maggiore di sviluppare la malattia rispetto ad altri. La percentuale di rischio è proporzionale alla somiglianza genetica dei parenti. Studi su bambini adottati hanno dimostrato che l'aumento del rischio di schizofrenia è più spesso determinato dall'ereditarietà che dall'ambiente.

I risultati della ricerca mostrano:

  • I bambini nati da persone con un disturbo psicotico hanno la stessa incidenza, indipendentemente dal fatto che siano stati allevati dai loro genitori biologici o dai genitori adottivi..
  • Il disturbo è più comune nelle famiglie (presente in diversi membri della famiglia).
  • I parenti delle persone con schizofrenia corrono un rischio molto maggiore di sviluppare la malattia. Questo rischio è maggiore nei gemelli identici (a causa dello stesso trucco genetico).
  • In un bambino nato da schizofrenici, adottato e cresciuto da altri genitori, il rischio rimane pressoché invariato.
  • I parenti dei pazienti schizofrenici hanno anche un rischio maggiore di sviluppare alcune altre malattie mentali.
  • La malattia tende a trasmettersi attraverso la linea femminile, non quella maschile.

Il rischio di ereditare la schizofrenia è:

  • Il 48% ha due gemelli identici;
  • 46% - in un bambino di due persone con schizofrenia;
  • 17% - in un bambino con un genitore malato e un fratello malato;
  • 13% - in un bambino con un genitore malato;
  • Il 17% ha due gemelli;
  • 9% - se fratelli e sorelle sono malati;
  • 4% - in caso di malattia con uno zio o una zia;
  • 17% - con un figlio adottivo nato da una madre malata;
  • quasi lo 0% - in un figlio adottivo nato da una madre sana.

Si presume che la schizofrenia derivi dall'interazione di diversi geni. Sono in grado di esistere naturalmente nella popolazione, ma la loro combinazione causa problemi. Il numero di singoli geni in una persona determina il rischio di malattia. Il disturbo nasce dalla somma degli effetti di diversi geni. Ciascuno dei geni responsabili da solo non può causare malattie. Pertanto, è impossibile stabilire e valutare il rischio di sviluppare la schizofrenia nei bambini durante gli esami prenatali..

I geni umani sono localizzati su 23 coppie di cromosomi. Questi ultimi si trovano nel nucleo di ogni cellula umana. Ogni persona eredita due copie di ciascun gene, una da ciascun genitore. Si ritiene che alcuni geni siano associati a un aumentato rischio di sviluppare la malattia. In presenza di prerequisiti genetici, secondo gli scienziati, è improbabile che i geni stessi possano causare lo sviluppo della malattia. Ad oggi, è ancora impossibile prevedere con precisione chi si ammalerà, sulla base dello studio del materiale genetico..

È noto che l'età dei genitori (oltre i 35 anni) gioca un ruolo importante nello sviluppo non solo della schizofrenia, ma anche di altre malattie associate alla disgregazione del genoma. Ciò è dovuto al fatto che i difetti genetici si accumulano con l'età e questo può influire sulla salute del nascituro..

Secondo le statistiche, questa malattia colpisce circa l'1% della popolazione adulta. È stato riscontrato che le persone i cui parenti più stretti (uno dei genitori, fratello o sorella) o parenti di secondo grado di parentela (zii, zie, nonni o cugini e fratelli) soffrono di schizofrenia, il rischio di sviluppare questa malattia è molto più alto di altri persone. In una coppia di gemelli identici, dove uno è ammalato di schizofrenia, il rischio di ammalarsi nel secondo è il più alto: 40-65%.

Uno studio ha rilevato che la probabilità di sviluppare la schizofrenia varia tra le diverse popolazioni:

  • popolazione generale (senza parenti malati) - 1%;
  • bambini (un genitore è malato) - 12%;
  • bambini (entrambi i genitori sono malati) - 35-46%;
  • nipoti (se i nonni sono malati) - 5%;
  • fratelli (sorelle o fratelli sono malati) - fino al 12%;
  • gemelli fraterni (uno dei gemelli è malato) - 9-26%;
  • gemelli identici (uno dei gemelli è malato) - 35-45%.

Cioè, la predisposizione a questa malattia mentale viene trasmessa da nonno / nonna a nipote, piuttosto che da padre / madre a figlio o figlia.

La schizofrenia è ereditaria? Decisamente sì. Molto spesso, l'uovo della madre è la fonte di materiale genetico patologico, poiché contiene più informazioni genetiche dello sperma. Di conseguenza, il rischio di malattie mentali aumenta se la madre ha la schizofrenia..

La psicogenetica della schizofrenia è interessante in quanto una predisposizione ad essa non sempre causa la malattia. A volte per molti anni non si fa sentire, e solo un forte evento traumatico innesca una cascata patologica di reazioni chimiche nell'organismo.

Schizofrenia ereditaria: la probabilità che si verifichi

Dopo l'avvento dei metodi di ricerca genetica, hanno iniziato ad essere applicati allo studio dei disturbi mentali. La difficoltà nella ricerca sulla schizofrenia è dovuta al fatto che non esiste un chiaro modello di ereditarietà della malattia.

L'analisi degli indicatori generali ha rivelato che la genetica non colpisce tutti i casi di schizofrenia come malattia ereditaria..

È geneticamente determinato e coloro che hanno parenti con una tale diagnosi possono avere una predisposizione ad esso. Se la malattia si manifesta o meno dipende da molti altri fattori..

Le persone che non hanno un parente malato hanno una probabilità dell'1% di ammalarsi. La malattia si trasmette nel 70% dei casi. Tuttavia, gli psichiatri di diversi paesi hanno i propri dati su come vengono ereditati..

La probabilità di schizofrenia durante la vita dipende dal grado di relazione con il paziente e si presenta così:

  • se 1 dei genitori è malato - 13%;
  • entrambi i genitori sono malati - fino al 40%;
  • se la nonna o il nonno sono malati - il 13%;
  • per gemelli identici (identici) - 49%;
  • se il gemello fraterno è malato - 17%;
  • per i fratelli - 10%.

Questi numeri sono un possibile rischio. Nella maggior parte dei casi, la malattia si manifesta nella tarda adolescenza e nei giovani all'età di 20 anni, dopo i 45 anni è estremamente rara.

Il rischio di ereditarietà è grande?

La questione dell'ereditarietà delle patologie mentali è piuttosto acuta. E poiché la schizofrenia è uno dei tipi più comuni di malattia mentale, l'attenzione degli scienziati a questa patologia è speciale.

Sin dai tempi antichi, la schizofrenia ha causato paura nella gente comune, apprendendo la presenza di parenti con questa diagnosi, temendo l'ereditarietà negativa, si sono rifiutati di sposarsi. L'opinione che la schizofrenia sia ereditaria in quasi il cento per cento dei casi è tutt'altro che sbagliata. Ci sono molti miti sull'ereditarietà, come se la malattia si trasmettesse attraverso una generazione o solo ai ragazzi o, al contrario, alle ragazze. Tutto questo non è vero. Infatti, anche le persone senza ereditarietà negativa corrono il rischio di ammalarsi, secondo le statistiche si tratta dell'1% della popolazione sana.

Per quanto riguarda l'ereditarietà, ci sono anche alcuni calcoli del possibile rischio:

il rischio maggiore è per la prole con un nonno e un genitore con un disturbo mentale. In questo caso il rischio sale al 46% del caso;

  • Il 48% ha il rischio di sviluppare un gemello identico, se viene rilevata una patologia nel secondo;
  • nei gemelli fraterni questa soglia è ridotta al 17%;
  • se uno dei genitori e una delle nonne o dei nonni è malato, il rischio del bambino di sviluppare la malattia è del 13%;
  • se la malattia viene diagnosticata a un fratello o una sorella, il rischio di patologia aumenta dall'1 al 9%;
  • patologia in uno dei genitori o in una sorellastra o fratello - 6%;
  • nipoti - 4%;
  • uno zio, una zia o un cugino corrono un rischio del 2%.

Cambiamenti visibili nel cervello

Attraverso l'uso di moderni test di imaging, è stato scoperto che il cervello degli schizofrenici è diverso dal cervello di altre persone. Ma i cambiamenti nel sistema nervoso centrale non sono presenti nel 100% dei pazienti. Inoltre, possono verificarsi anche in persone sane. Non possono essere utilizzati per fare una diagnosi..

Non è chiaro in che misura i cambiamenti nel cervello siano associati all'insorgenza del disturbo. Ma la loro presenza più frequente nei pazienti attira l'attenzione degli scienziati. Non viene studiata solo la dimensione delle singole parti del cervello, ma anche la densità delle cellule nervose, la frequenza delle connessioni tra i neuroni. Forse è qui che gli scienziati troveranno la risposta alla domanda sul verificarsi della schizofrenia (malattia congenita o acquisita).

Cosa si sa delle differenze nel cervello degli schizofrenici:

  • Contrazione del sistema limbico. Il sistema linfatico è responsabile delle emozioni umane. Poiché lo schizofrenico è spesso emotivamente carente, la connessione è chiara.
  • Camere cerebrali. Il cervello non riempie l'intero cranio. Al suo interno ci sono fori attraverso i quali scorre il liquido cerebrospinale. In alcuni punti questi spazi si espandono come piccole "grotte" professionalmente chiamate camere cerebrali. Le persone malate hanno spesso camere più ampie delle persone sane..
  • Corteccia Prefrontale. Questa è un'area, la cui sconfitta è associata a una violazione dell'adattamento sociale dell'individuo. È qui che le persone con schizofrenia hanno una diminuzione del numero di connessioni tra le cellule cerebrali..
  • Mancanza di lateralizzazione della corteccia cerebrale. Nelle persone sane, il lato sinistro della corteccia cerebrale è più grande del lato destro. Questo fenomeno è chiamato lateralizzazione della corteccia cerebrale. La lateralizzazione si verifica solo negli esseri umani, non negli animali. Si ritiene che la lateralizzazione del cervello sia importante per attività umane specifiche, come la capacità di parlare. Ma negli schizofrenici, entrambe le parti della corteccia cerebrale hanno le stesse dimensioni..

Trattamento

Medicinali. Al paziente vengono prescritti farmaci - antipsicotici, che possono cambiare i processi biologici per qualche tempo. Insieme a questo, vengono utilizzati farmaci per stabilizzare l'umore e il comportamento del paziente viene corretto. Vale la pena ricordare che quanto sono efficaci i farmaci, maggiore è il rischio di complicanze.

Psicoterapia. Spesso i metodi dello psicoterapeuta possono attutire comportamenti solitamente inappropriati, durante le sedute il paziente impara il regime di vita in modo che la persona capisca come funziona la società ed è più facile per lui adattarsi e socializzare.

Terapia. Ci sono abbastanza trattamenti per la schizofrenia con la terapia. Questo trattamento richiede l'approccio solo di psichiatri esperti..

C'è un gene della schizofrenia?

Nel 2014, gli scienziati del Massachusetts Institute of Technology e dell'Università di Harvard hanno identificato più di 100 regioni del genoma umano associate a questa malattia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista "Nature" all'inizio del 2020..

Gli scienziati hanno creato un metodo molecolare per studiare mutazioni geniche comuni e hanno studiato i dati di 65mila pazienti provenienti da 30 paesi del mondo, di cui 29mila affetti da schizofrenia, oltre a 700 campioni di cervello post mortem. Sono stati condotti studi anche utilizzando topi di laboratorio.

Di conseguenza, è stato scoperto che per le persone con una predisposizione genetica alla schizofrenia, 1 delle varianti del cromosoma 4 è caratteristica - componente C4, con sovraespressione.

C4 è responsabile della produzione di proteine, fa parte del sistema immunitario e, come hanno scoperto gli autori, dell'eredità della schizofrenia.

Fino alla pubertà, la densità delle sinapsi (connessioni tra neuroni) viene mantenuta al livello più alto possibile. Dal momento della pubertà inizia la loro eliminazione. Questo accade in tutte le persone ed è un processo normale..

Ma con un'espressione anormale di C4, troppe sinapsi vengono rimosse al momento della formazione del cervello, il che causa i primi sintomi della schizofrenia: allucinazioni e diminuzione della luminosità delle emozioni.

La maggior parte degli esperti ritiene che questo studio offra grandi opportunità per studiare la malattia e C4 è un piccolo pezzo di un grande puzzle, una soluzione completa a cui resta da fare..

Questo può richiedere agli scienziati decenni di lavoro..

La schizofrenia è una malattia ereditaria?

Se il gene C4 è dominante, allora perché, se uno dei genitori è malato, la probabilità di avere un figlio schizofrenico non è del 100%?

Numerose pubblicazioni spesso dimostrano il contrario: la colpa è dei geni e la malattia viene ereditata o meno, quindi viene data priorità ai fattori di influenza esterni..

Nessuno può dire con certezza che una persona con difetti genetici si ammalerà e viceversa. Solo una cosa si può dire con certezza: più geni difettosi, maggiore è il rischio di schizofrenia..

Ci sono prove che se una donna ha contratto l'influenza durante la gravidanza, non un virus, ma un'eccessiva reazione del suo corpo con l'iniezione di interleuchina-8 è la causa delle anomalie mentali nel bambino.

Tuttavia, non tutte le donne con un aumento della quantità di IL-8 danno alla luce prole malata, anche se le donne incinte stesse sono predisposte allo sviluppo di disturbi mentali.

Non è la malattia stessa che viene ereditata, ma lo schema dei suoi processi metabolici. Le violazioni possono verificarsi non in 1, ma in 3 geni che interagiscono tra loro e in totale sono state identificate circa 30 mutazioni associate alla schizofrenia.

La malattia non viene trasmessa a tutti i parenti, ma tutti hanno una predisposizione ad essa.

Il rischio di patologia aumenta con lo stress costante, l'alcolismo e la tossicodipendenza.

Tutto il discorso che è possibile stabilire la schizofrenia utilizzando speciali esami del sangue o test genetici e su questa base per effettuare il trattamento non è altro che semplici parole. Non si basano su fatti confermati ufficialmente. Tuttavia, molti dei guaritori di oggi cercano di vendere aria, sotto forma di test genetici o di altro tipo per la schizofrenia..

Tuttavia, una delle teorie conosciute sulla formazione della schizofrenia si basa sull'origine genetica. Molti medici si riferiscono alla schizofrenia come a una malattia geneticamente determinata. Tuttavia, i cambiamenti strutturali in alcuni geni non sono mai stati identificati..

È stato identificato un insieme di geni difettosi che possono interrompere il funzionamento del cervello, ma non si può dire che questo porti allo sviluppo della schizofrenia. I fatti concreti non lo confermano. Non è possibile, dopo un test genetico, dire se una persona avrà o meno la schizofrenia.

Se seguiamo la teoria dell'origine della schizofrenia come malattia ereditaria, un numero enorme di pazienti per la prima volta esce da questa teoria. Coloro che non hanno genitori o nonni nel loro albero genealogico che hanno avuto questa malattia.

Nonostante la mancanza di dati statistici scientificamente provati e l'assenza di una connessione diretta tra l'eredità della schizofrenia nella formazione della malattia, esiste una connessione definita con la generazione più anziana. Si è riscontrato che nel 30% dei pazienti con schizofrenia, i parenti più stretti, il padre, la madre, la nonna, il nonno o la vecchia generazione di parentela diretta avevano fatti di manifestazione di disturbi mentali. Il resto dei pazienti non aveva una predisposizione ereditaria..

Pertanto, sulla base di dati statistici, è possibile parlare di probabilità che la schizofrenia sia una malattia ereditaria solo nel 30% dei casi..

Poiché l'origine della malattia è sconosciuta, gli scienziati medici identificano diverse ipotesi per il verificarsi della schizofrenia:

  • Genetico: nei bambini gemelli, così come nelle famiglie in cui i genitori soffrono di schizofrenia, si osserva la manifestazione più frequente della malattia.
  • Dopamina: l'attività mentale umana dipende dalla produzione e dall'interazione dei principali mediatori, serotonina, dopamina e melatonina. C'è una maggiore stimolazione dei recettori della dopamina nella regione limbica del cervello. Tuttavia, ciò causa la manifestazione di sintomi produttivi, sotto forma di deliri e allucinazioni, e non influisce in alcun modo sullo sviluppo di una sindrome apato-abulica negativa: una diminuzione della volontà e delle emozioni.
  • Costituzionale - un insieme di caratteristiche psicofisiologiche di una persona: uomini-ginecomorfi e donne di tipo picnico si trovano più spesso tra i pazienti con schizofrenia. Si ritiene che i pazienti con displasia morfologica siano meno sensibili al trattamento.
  • Una teoria infettiva dell'origine della schizofrenia è attualmente più di interesse storico di quanto non abbia alcuna base. In precedenza si credeva che lo stafilococco, lo streptococco, la tubercolosi e l'Escherichia coli, così come le malattie virali croniche, riducessero l'immunità umana, che, presumibilmente, è uno dei fattori nello sviluppo della schizofrenia.
  • Neurogenetico: una mancata corrispondenza tra il lavoro degli emisferi destro e sinistro a causa di un difetto nel corpo calloso, nonché una violazione delle connessioni frontale-cerebellare porta allo sviluppo di manifestazioni produttive della malattia.
  • Psicoanalitico - spiega la comparsa della schizofrenia nelle famiglie con una madre fredda e crudele, un padre oppressivo, la mancanza di relazioni calde tra i membri della famiglia o la loro manifestazione di emozioni opposte allo stesso comportamento del bambino.
  • Ambientale: l'effetto mutageno di fattori ambientali sfavorevoli e una mancanza di vitamine durante il periodo di sviluppo fetale.
  • Evolutivo: aumentare l'intelligenza delle persone e aumentare lo sviluppo tecnocratico nella società. La natura cerca di migliorare la funzione cerebrale, ma fallisce.

Ad oggi, la causa della schizofrenia non è completamente compresa..

Poiché le vere cause della schizofrenia non sono note e nessuna delle teorie della schizofrenia spiega fino in fondo le sue manifestazioni, scienziati e medici non sono inclini ad attribuire la schizofrenia a malattie ereditarie.

Se uno dei genitori è malato di schizofrenia o ci sono casi di manifestazione della malattia tra altri parenti, prima di pianificare un bambino, tali genitori dovrebbero consultare uno psichiatra. Si esegue un esame, si calcola il rischio probabilistico e si determina il periodo più favorevole per la gravidanza.

Aiutiamo i pazienti non solo con cure ospedaliere, ma cerchiamo anche di fornire ulteriore riabilitazione ambulatoriale e socio-psicologica, la clinica della Trasfigurazione numero di telefono 8 (800) 2000109.

Si tratta di geni o no?

La maggior parte delle malattie genetiche ereditarie sono facili da ereditare. Il gene sbagliato non esiste e viene trasmesso ai discendenti oppure no. Ma, nel caso della schizofrenia, tutto è diverso, il meccanismo esatto del suo sviluppo non è stato ancora stabilito. Ma secondo una ricerca dei genetisti, sono stati identificati 74 geni che in un modo o nell'altro possono essere coinvolti nello sviluppo della malattia. Quindi, più di questi 74 geni sono difettosi, maggiore è la probabilità di malattia..

Geneticamente, non c'è differenza tra prole maschio e femmina. In percentuale prima della malattia, entrambi i sessi sono uguali. È stato anche scoperto che il rischio di malattia aumenta sotto l'influenza di diversi fattori, non solo ereditari, ma anche correlati. Ad esempio, la manifestazione dei sintomi della patologia può essere innescata da fattori come grave stress, tossicodipendenza o alcolismo..

Nel caso di pianificazione di una gravidanza da parte di una coppia che ha avuto un caso di schizofrenia in famiglia, si consiglia di sottoporsi ad un esame da parte di un genetista. Con il suo aiuto, non c'è modo di sapere con certezza se gli eredi avranno problemi o meno, ma puoi calcolare la probabilità approssimativa di sviluppare patologie in un bambino e determinare il periodo migliore per la gravidanza.

In molti modi, le persone che soffrono di schizofrenia non sono praticamente diverse dalle persone sane. Solo poche forme di patologia, nella fase di esacerbazione, hanno pronunciato anomalie mentali. Durante il periodo di remissione, che si ottiene con un trattamento adeguato, il paziente si sente bene e non presenta manifestazioni cliniche della malattia. Nonostante il fatto che la schizofrenia sia una malattia cronica, la durata della remissione può superare significativamente il periodo di esacerbazione..

La lettura rafforza le connessioni neurali:

sito medico
Schizofrenia

È una malattia mentale che è accompagnata da comportamento affettivo, percezione alterata, problemi di pensiero e reazioni instabili del sistema nervoso. È estremamente importante capire che la schizofrenia non è demenza, ma un disturbo mentale, una lacuna nella stabilità e integrità della coscienza, che porta a una violazione del pensiero. Le persone con schizofrenia spesso non sono capaci di una vita sociale a tutti gli effetti, hanno problemi di adattamento e quando comunicano con le persone che li circondano. Uno dei motivi per cui la malattia progredisce e si sviluppa è l'ereditarietà.

Se la schizofrenia è maschile o femminile?

La malattia è più comune negli uomini, inoltre, inizia a manifestarsi prima, è caratterizzata da un gran numero di sintomi e forme più gravi.

Ma gli psichiatri praticanti sostengono che la schizofrenia è ereditata sia dalla linea materna che da quella paterna..

È stato stabilito che nel 20-30% dei pazienti adulti, la struttura del cervello presenta le seguenti anomalie:

  • la dimensione dei ventricoli laterali è aumentata;
  • dimensione ridotta dell'ippocampo;
  • la quantità di materia grigia nel lobo frontale è ridotta.

Scienziati della ChapelHill University in North Carolina (USA), studiando i neonati nati da donne malate, hanno scoperto che i ragazzi hanno cervelli e ventricoli laterali più grandi, indicando una predisposizione alla schizofrenia.

Nelle ragazze non sono state identificate anomalie anatomiche del cervello.

E un gruppo di scienziati australiani guidati dal dottor Hong Lee, dopo aver analizzato i dati genetici di oltre 12mila donne, ha scoperto che con l'aumento dell'età di una madre (dai 35 anni), aumenta il rischio di anomalie mentali nel nascituro..

Le affermazioni sull'ereditarietà attraverso la linea femminile, attraverso il maschio o esclusivamente attraverso una generazione non sono corrette. L'insieme dei cromosomi nella maggior parte dei casi non è prevedibile.

Caratteristiche dell'esame

Con varie patologie ereditarie, lo studio non è difficile. Questo perché un determinato gene è responsabile dello sviluppo di una particolare malattia..

Nella schizofrenia, è difficile farlo, poiché si verifica a livello di geni diversi e in ogni paziente possono esserne responsabili mutazioni completamente diverse..

Gli esperti osservano che, secondo le loro osservazioni, il grado di probabilità della comparsa di anomalie mentali in un bambino dipende dal numero di geni alterati. Per questo motivo, non si dovrebbe credere alle storie secondo cui la trasmissione della malattia avviene attraverso la linea maschile, o attraverso la femmina.

In effetti, anche i professionisti esperti non possono sapere quale gene è responsabile della schizofrenia in ogni caso..

La maggior parte dei tipi di disturbi mentali si sviluppa piuttosto lentamente e la diagnosi viene fatta diversi anni dopo dalla comparsa dei primi sintomi aspecifici.

Esercizio di test psicologico sulla schizofrenia

Schizofrenia in evoluzione

È interessante notare che utilizzando farmaci, i ricercatori sono in grado di indurre condizioni simili a episodi psicotici nei topi. Ma allo stesso tempo nel regno animale non c'è analogia con la schizofrenia. Sembra essere un disturbo umano specifico associato allo sviluppo del linguaggio e all'asimmetria cerebrale..

Uno dei ricercatori, il dottor Crowe, ha ipotizzato che la schizofrenia derivasse dalla perdita di questa asimmetria. Ha studiato oltre 11.000 bambini inglesi nati in una settimana e ha scoperto che i bambini con problemi di lettura e doppia mano destra avrebbero probabilmente avuto molti più schizofrenici in futuro..

Si è anche concentrato sul centro di Wernicke (l'area del cervello per la comprensione della lingua parlata). L'attività di questo centro di solito aumenta quando si ascolta il discorso degli altri e, al contrario, diminuisce durante il proprio monologo. Molto probabilmente, questa inibizione è un feedback critico che consente a una persona di distinguere il proprio discorso dalla conversazione degli altri. Non è stato trovato negli schizofrenici.

È possibile scoprire la malattia prima della nascita del bambino?

Questa domanda è importante per la futura mamma se qualcuno dei suoi parenti o della famiglia del marito soffre di schizofrenia.

Gli esperti obiettano se entrambi i coniugi sono malati, in questo caso la schizofrenia viene ereditata nel 46% dei casi, inoltre la gravidanza, il parto e il periodo postpartum sono un grande carico fisico, psicologico e ormonale sul corpo della donna.

I ricercatori della Mount Sinai School of Medicine di New York hanno trovato prove che la schizofrenia può essere determinata geneticamente prima della nascita nei bambini ad alto rischio di ereditarla.

Hanno scoperto che durante lo sviluppo embrionale vengono espresse molecole di microRNA che controllano centinaia di geni associati alla schizofrenia, ma questo è debole in un gruppo..

Pertanto, alcune strutture nel cervello saranno collegate patologicamente ad altre strutture, il che aumenta la probabilità di schizofrenia..

Eredità

La neurobiologia si sta sviluppando sempre di più ogni anno ed è questa scienza che può fornire una risposta alla domanda di interesse per molti: la schizofrenia è ereditaria o no?

Gli scienziati hanno approfondito il problema di trovare una connessione tra parenti e un bambino con schizofrenia, ma l'affidabilità dei risultati è piuttosto bassa a causa della considerazione di altri fattori genetici, nonché dell'ambiente di influenza. Non ci sono affermazioni inequivocabili che la trasmissione della schizofrenia per via ereditaria abbia tutte le ragioni. Così come inaffidabile sarà l'affermazione che tutte le persone che soffrono di questa malattia hanno acquisito la malattia esclusivamente a causa di lesioni cerebrali..