Tipi di lavoro per prevenire la discalculia
schema di una lezione di matematica (gruppo senior) sull'argomento

Svolgere attività con i bambini del gruppo senior per sviluppare un'idea accurata della struttura grafica dei numeri, la capacità di determinare il posto di un numero in una serie di numeri naturali. Stabilire la relazione di un numero con i suoi vicini. Sviluppo della memoria, percezione visiva dei numeri.

Scarica:

L'allegatoLa dimensione
profilaktika_diskalkulii_v_starshey_gruppe_onr_mart_2014.doc22,5 KB

Anteprima:

Prevenzione della discalculia nel gruppo OHP più anziano

Argomento: "Tipi di lavoro per prevenire la discalculia"

Scopo: una comprensione accurata della struttura grafica dei numeri. Determinazione di un posto in una fila di numeri naturali. Stabilire la relazione di un numero con i suoi vicini. Sviluppo della memoria, percezione visiva dei numeri.

Vivere in un libro difficile

Dieci di loro, ma questi fratelli

Conta tutto nel mondo.

a) Trova l'errore nella serie numerica

0 1 2 3 4 5 9 7 8 6;

b) Assegna un nome ai "vicini del numero:

c) Assegna un nome al numero del tuo vicino: 3, 6, 8, ecc..

più (meno) di 1

d) Stabilire uno schema e continuare la serie

f) Inserisci i numeri mancanti

a) Trova e traccia il numero 5 con una matita

nominare i numeri nella figura (Appendice 1)

Attività 4. Trova i numeri scritti correttamente e cerchiati.

Aggiungi l'elemento mancante

c) Collega immagini con lo stesso numero di oggetti

Gioca una serie di forme geometriche, numeri

Attività 6: progettare e ricostruire i numeri.

Sul tema: sviluppi metodologici, presentazioni e note

Lavoro correttivo per prevenire la discalculia nei bambini in età prescolare con sottosviluppo del linguaggio generale attraverso lo sviluppo di processi mentali. In opera.

Dall'esperienza di un insegnante-logopedista sullo sviluppo della struttura lessicale e grammaticale della lingua Una guida per insegnanti e genitori.

Scopo: prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare con TNR. Compiti: 1. Prevenzione della discalculia verbale - formazione di rappresentazioni matematiche e consolidamento di queste rappresentazioni nel discorso.

Lavoro congiunto di un insegnante - logopedista ed educatore sulla prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare più grandi con gravi disturbi del linguaggio.

L'interesse per i problemi di diagnosi precoce, prevenzione e correzione di disturbi specifici del controllo dell'attività di conteggio nei bambini è dovuto al fatto che questo tipo di attività è di grande importanza nella vita..

Sinossi di una lezione sulla prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare più anziani con CR

Krivoshchekova Marina Valerievna
insegnante-defettologo
GBOU numero 687 "Centro di riabilitazione infantile"
San Pietroburgo

Descrizione: questo sviluppo è destinato a educatori, logopedisti, insegnanti-defectologi che lavorano con bambini con ritardo mentale. La lezione è pensata per i bambini in età prescolare più grandi. Questo materiale consente ai bambini in età prescolare di formare rappresentazioni matematiche in modo giocoso.

Riepilogo di una lezione sulla prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare più anziani con PDD

Tema: "Animali selvaggi".
Scopo: sviluppo di rappresentazioni matematiche.
Compiti:
- aggiornamento del dizionario sull'argomento "Animali selvaggi";
- sviluppo di un discorso coerente;
- lo sviluppo della capacità di coordinare i nomi con i numeri;
- sviluppare una comprensione della terminologia matematica;
- sviluppo del pensiero logico;
- sviluppo dell'orientamento spaziale;
- sviluppo di rappresentazioni quantitative;
- sviluppo di idee su forma e colore;
- sviluppo della memoria visiva;
- educazione alla capacità di agire secondo le istruzioni di un logopedista;
- sviluppare la capacità di lavorare in gruppo.
Dotazione:
- flanella;
- immagine della trama;
- forme geometriche multicolori;
- immagini del soggetto (pomodoro rosso, tappeto blu, pagliaio giallo, quaderno verde, testa di cavolo verde);
-immagini di animali.

Corso della lezione:
I bambini entrano in ufficio e si siedono sui seggioloni.
-Ciao ragazzi.
Indovina gli indovinelli.
Orecchie lunghe, gambe veloci.
Grigio, ma non un topo.
Chi è. (Coniglietto)

* Nodulo rosso fuoco,
Con una coda di cavallo come un paracadute,
Cavalca veloce tra gli alberi,
Era lì.
Da nessuna parte.
È veloce come una freccia.
Così è. (Scoiattolo)

Marrone, piede torto
Passeggiate nella foresta.
Gli piace "prendere in prestito"
Le api della foresta hanno il miele.
(Orso)

-E dove vivono la lepre, lo scoiattolo e l'orso?
-Destra. E oggi andremo anche nella foresta.
-Per entrare nella foresta, devi attraversare una palude pericolosa.
-Sai cos'è una palude? (risposte dei bambini)
-Il terreno nella palude è molto soffice, quindi puoi cadere e rimanere bloccato nella palude.
- Ascolta attentamente in modo da non rimanere impantanato nella palude. Ti dirò quanti passi e in quale direzione devi prendere.
I bambini eseguono il compito secondo le istruzioni verbali.
-2 passi a destra, 3 passi in avanti, 1 passo a sinistra, 1 passo avanti, 2 passi a sinistra, 2 passi avanti, 1 passo a destra.
-Molto bene! Abbiamo superato la palude ed siamo entrati nella radura.
Il logopedista mette una foto di uno scoiattolo su un flanella.
-Senti, abbiamo uno scoiattolo sulla nostra strada. Questo scoiattolo è un artista. Guarda il quadro che ha dipinto.
Il logopedista mette un'immagine della trama su un flanelegraph.
- Diamo uno sguardo da vicino.
-Cosa c'è nel mezzo? Rispondi con una frase completa (un albero è disegnato al centro dell'immagine).
-Cosa c'è a destra dell'albero? Rispondi con una frase intera. (I conigli sono disegnati a destra dell'albero).
-Quanti coniglietti? (Cinque coniglietti).
-Mostra questo numero sulle dita.
-Cosa c'è a sinistra dell'albero? Rispondi con una frase intera. (I funghi sono dipinti a sinistra dell'albero).
-Quanti funghi? (Due funghi).
-Mostra questo numero sulle dita.
-Cosa è dipinto sopra l'albero? Rispondi con una frase intera. (Un uccello è disegnato sopra l'albero).
Quanti uccelli? (Un uccello).
-Mostra questo numero sulle dita.
-Lo scoiattolo si è vantato della sua pittura ed è scappato. Bene, andremo avanti.
Un logopedista mette una foto di una volpe su un flanella.
-E più avanti c'era una volpe.
-Lisa vuole fare un gioco con te. Ma lei è molto astuta, quindi sii
attenta, cercherà di confonderti.
Il logopedista attacca 5 forme geometriche multicolori al flanelegraph.
-Assegna un nome alle forme. Di che colore sono? (triangolo blu, quadrato rosso, cerchio verde, rettangolo blu, quadrato giallo).
-Ora ricorda in quale sequenza sono attaccati.
-Chiudi gli occhi. La volpe furba scambierà le figure in alcuni punti e dovrai ricordare in quale ordine si trovavano le figure e attaccarle.
-Ora rispondi alle domande della volpe furba.
-Qual è la seconda cifra? (Piazza Rossa).
-Tra quali cifre c'è il quadrato rosso? (Tra il triangolo blu e il cerchio verde).
-Qual è il valore del cerchio verde? (Il cerchio verde è il terzo di fila).
-Quale figura sta di fronte al triangolo blu? (il triangolo blu si trova di fronte al quadrato rosso).
-La volpe non è riuscita a confonderti. Andiamo oltre.
Un logopedista mette l'immagine di un riccio su un flanella.
-E poi abbiamo incontrato un riccio.
-Il riccio vuole giocare con te. Chiediamogli indovinelli e lui li indovinerà. Ma gli indovinelli non saranno facili: ci sono immagini davanti a te. Li descriverai, nominando il loro colore e la loro forma, e il riccio indovinerà quale argomento è in discussione. Alleghiamo l'immagine con la risposta al flanelgraph. (Ad esempio: "È rosso e rotondo"; "È verde e rettangolare").
-Ora che abbiamo allegato tutte e 5 le immagini, giochiamo al gioco "Cosa manca?" Chiudi gli occhi e il riccio rimuoverà un'immagine in questo momento. E dovrai dire quale immagine mancava.
-Molto bene. Ha giocato con un riccio.
-Andiamo oltre. E un alce apparve sulla nostra strada.
Il logopedista mette una foto di un alce su un flanella.
- L'alce ha bisogno di reinsediare tutti gli abitanti della foresta nelle loro case. Ma non sa come farlo. Aiutiamolo.
Il logopedista espone cinque case. Su ogni casa viene disegnato un numero che indica il numero di oggetti. Le immagini con un numero diverso di animali raffigurati su di esse sono disposte accanto a.
- Guarda le IMMAGINI. Devi contare il numero di animali in ogni immagine e trovare la loro casa. Ad esempio, metteremo un'immagine con l'immagine di una volpe in una casa su cui è disegnato il numero uno.
- Chi c'è in questa foto? Rispondi con una frase intera. (Gli orsi sono disegnati in questa immagine).
-quanti orsi ci sono in questa foto? Rispondi con una frase intera. (Due orsi sono disegnati in questa immagine).
-in quale casa metteremo gli orsi? (Metteremo gli orsi nella seconda casa)
(il logopedista pone domande simili sul resto delle immagini).
-Ottimo. Ha aiutato gli animali a trovare le loro case.
-Ma è ora che torniamo all'asilo.

Riassumendo la lezione:
Quali animali hai incontrato nella foresta??
Come puoi chiamare tutti questi animali?
Quali attività sono state eseguite in "Watch"?
- Cosa ti è piaciuto in classe oggi?
- Cosa c'è di nuovo che hai imparato?
Segna coloro che sono molto bravi in ​​tutto.

Lezione sul superamento della discalculia nella padronanza della matematica nei bambini in età prescolare più grandi

Svetlana Sedochenko
Lezione sul superamento della discalculia nella padronanza della matematica nei bambini in età prescolare più grandi

Contenuto del software: migliorare la capacità dei bambini di usare numeri ordinali e cardinali in base alla situazione. Formare l'idea che un numero è indicato da un numero e non dipende dalla sua posizione nello spazio.

Categorie di dimensioni dell'ancoraggio.Impara a mettere in relazione i concetti: largo - stretto, lungo - corto. Forma frasi complesse con un'unione perché - perché.

Elabora gli orientamenti spaziali. Impara a usare le preposizioni da dietro, da sotto, da sotto, sopra, avanti nel discorso indipendente.

Per favorire l'indipendenza nella risoluzione del compito assegnato, la capacità di lavorare in concerto in una squadra.

Materiale:

1. Numeri con numeri.

2. Gioco didattico "Scrivi la parola giusta".

3. Immagini raffiguranti animali selvatici e forme geometriche.

4. Schede con algoritmi di percorso.

5. Buste con strisce di diverse larghezze.

6. Alberi (quercia, pino, betulla).

10. Matite semplici.

11. Fogli di carta.

18. Brooks largo e stretto.

19. Tavole di varie lunghezze.

20. Tavole di diversa larghezza.

Tecniche metodiche: "Brainstorming", domande, risposte, costruzione in team, confronto di concetti, chiarimenti, spiegazioni, indovinello logico, "piano - sorpresa", dettatura uditiva, gioco didattico "Ricorda - espandi", gioco didattico "Espandi in sequenza decrescente", gioco didattico "Disegna uno schema di frasi", gioco didattico "Dai un nome alla lunghezza della parola", canto - discorso, poesia, incoraggiamento, chiarimento.

Corso della lezione.

I bambini vengono al tavolo, dove ci sono distintivi con numeri e cantano una canzone - un discorso.

- Ragazzi, ci sono distintivi con i numeri sul tavolo. Hai la possibilità di scegliere il numero che ti piace di più: questo sarà il tuo numero. Oggi nella lezione lavoreremo come una squadra e nella squadra ognuno ha un numero. Avremo "Suoni" e "Primer".

(Numeri pin bambini).

- Ora dividi in due squadre in modo che i numeri non si ripetano. A destra - il comando "Suono", a sinistra - il comando "ABC".

(Gioco didattico "Scrivi la parola giusta".)

- Primo compito per le squadre. Allineati per altezza e paga in ordine.

(I bambini chiamano l'ordinale in base al loro posto nella formazione.)

Domande ai bambini - risposte dei bambini. "Brainstorm".

- Sei nella tua squadra? (Il primo.)

- Perché sei il primo? (Ho il numero 1 e sono il più alto, il più alto.)

- Qual'è il tuo numero? (Secondo).

- Perché? (Perché ho il numero 2).

- Quanti "Suoni" ci sono nella squadra? (Sette.)

- Qual è il tuo numero quattro in classifica? (Settimo.)

- Perché sei l'ultimo? (Io sono il più basso.)

- Allora cosa sei? (Basso.)

- Tu chi sei? (Il quarto.)

- Quale numero è maggiore: il primo o l'ultimo? (Ultima cosa.)

- Perché? (Perché il numero 5 è maggiore del numero 2.)

(L'educatore riassume.)

- Oggi abbiamo risposto alle domande quante, quali, quali. Ti sei assicurato che il numero non dipenda da ciò che è in una serie di numeri.

- Ragazzi, oggi la nostra lezione sarà nella foresta. Andremo alla scuola forestale. Per entrare nella foresta, devi superare un ostacolo. Ci sono due flussi in arrivo.

- Quali sono? (Uno è largo e l'altro è stretto.)

- Cosa pensi che possiamo fare? (Risposte dei bambini). Incoraggiare l'intelligenza,attivare l'uso dei verbi nel discorso: saltare, scavalcare, guadare; preposizioni - attraverso il flusso.

(Momento sorprendente.) (La rana ha in mano una busta contenente un piano d'azione.)

- Cosa facciamo? (La punta della rana.)

- Costruiremo ponti attraverso un flusso ampio e stretto.

- Quanto tempo ci servono le tavole? (Tavole lunghe per costruire un ponte su un ampio corso d'acqua, assi corte su uno stretto.)

- Ascolta attentamente il compito.

- Il ponte su un torrente largo è costruito ai numeri 1, 3.5 e 67, il ponte su un torrente stretto è costruito ai numeri 2, 4 e 6.

(Le domande per rafforzare i concetti sono lunghe - corte, larghe - strette).

- Quale tavola hai preso? (Lungo.)

- Perché? (Perché sto costruendo un ponte su un ampio corso d'acqua.)

-E, numero nove, quale tavola porti? (Porto una tavola corta - il flusso è stretto.)

- È così che abbiamo risolto il nostro problema. Fu costruito un lungo ponte su un ampio ruscello, un breve ponte su uno stretto ruscello.

- Zhenya, dicci cosa hai fatto? (Ho preso tavole lunghe perché stavo costruendo un ponte attraverso un ampio corso d'acqua.)

-Cammineremo lungo i ponti, attraverseremo il torrente e ci troveremo nella foresta. Ecco la foresta. Possiamo vedere molte cose interessanti qui..

- Cosa cresce nella foresta? (Alberi.)

- Quanto pensi sia spessa la possente quercia? (Grasso.)

- La betulla è snella? (Magro.)

- E il pino, l'albero per gli alberi delle navi, qual è l'altezza? (Alto.)

- Ma un ceppo si frappone. Che cosa è lui? (Spesso, basso.)

- E quali sono i nodi di spessore? (Sia spessi che sottili.)

(I bambini si avvicinano alla scuola forestale.)

- Non c'è nessuno, mentono solo il materiale scolastico. Chiediamo al gufo perché?

- Il gufo dice che Teddy Bear sta studiando alla scuola forestale. Non è molto ordinato, materiale scolastico sparso. Il gufo ci invita ad aiutarlo a raccogliere tutto ea dirgli dove hai trovato questo o quell'oggetto.

(Risposte dei bambini.)

- Ho trovato un taccuino sotto il tavolo.

- Ho trovato una penna per canapa.

- Il libro guardava da dietro l'immagine.

- Ho preso un astuccio da sotto il cubo.

- Ho preso i colori dal tavolo.

- Ragazzi, il gufo ci sta dando un pacco. E in esso è un compito. Questo è il piano. Secondo questo piano, devi trovare la busta e dire dove l'hai trovata..

(Si suggerisce un algoritmo di percorso.)

(Risposte dei bambini.)

- Ho trovato una busta sotto il tavolo.

- Ho trovato una busta dietro la tenda.

- La mia busta spuntava da sotto il cubo.

- La mia busta giaceva su un ceppo.

- Ora vedremo cosa c'è nelle buste. Sì, c'è una specie di gioco. Sediamoci ai tavoli e giochiamo.

Gioco "Ricorda ed espandi".

- Ascolta attentamente il compito, ricorda e poi ti esibirai.

- La lepre è arrivata prima, l'orso secondo e lo scoiattolo terzo. Il primo ha ricevuto un cerchio, il secondo un quadrato, il terzo un triangolo.

(Il gioco si ripete, l'attività cambia.)

- Ora facciamo un minuto fisico.

Camminiamo lungo la strada, la strada è grande, la nostra casa è lontana.

Ci siederemo su una canapa, guarderemo da dietro una quercia.

Ci sdraeremo sotto la quercia, scuoteremo le ghiande dalla quercia,

Raccoglieremo da sotto la quercia, andremo di nuovo all'asilo.

- Adesso ragazzi, è ora che torniamo all'asilo.

- Arriviamo.

- Sediamoci ai tavoli.

- Ora daremo suggerimenti su dove hai trovato la busta. Rispondi con un'offerta.

(Risposte dei bambini.)

Mi è piaciuta la proposta che ha fatto Vika.

(La busta era sul davanzale della finestra.)

- Delineamo questa proposta.

(I bambini disegnano uno schema di frase.)

- Tutte le parole hanno la stessa lunghezza?

- Qual è la parola più lunga? (Il davanzale della finestra.)

- E la parola “posare, cosa? (Più breve.)

- Trova la parola più breve. (Su.)

- La parola "su" - quale? (Terzo.)

- Dove sta la parola "busta"? (Il primo.)

- E ora un altro compito.

- Apri le buste e rimuovi le strisce.

- Hanno tutti la stessa larghezza? (No.)

- Disporre le strisce in ordine decrescente.

- Quale striscia metteremo per prima? (Il più largo.)

- E poi? (La striscia è più stretta.)

(I bambini si sdraiano.)

- Sasha, dimmi, in che ordine hai disposto le strisce? (Il più largo, il più stretto, anche il più stretto, anche il più stretto, il più stretto.) (2-3 risposte.)

Riepilogo della lezione.

- Ragazzi, ricordiamo cosa abbiamo fatto in classe? (Risposte dei bambini). Oggi tutti i bambini sono stati molto attenti, hanno risposto correttamente alle domande e hanno completato i compiti. Mi sono piaciute le risposte di Zhenya, Vicki, Natasha.

Gioco didattico "Radure fiorite" Gioco didattico "Prati fioriti" Per bambini in età prescolare primaria. Scopo del gioco: sviluppo della percezione sensoriale. Didattico.

Pianificazione a lungo termine per lo sviluppo della matematica per il gruppo medio Pianificazione a lungo termine per lo sviluppo della matematica Tempo trascorso Argomento e scopo della lezione della prima settimana - "Autunno colorato" Argomento e obiettivi.

Riassunto di una sessione di logopedia sulla prevenzione e prevenzione della discalculia per bambini con TNR

Riassunto di una sessione di logopedia sulla prevenzione e prevenzione della discalculia per bambini con TNR.

(gruppo preparatorio per la scuola)

Scopo: consolidare la conoscenza dei bambini sull'argomento "Animali selvaggi", utilizzando compiti matematici volti a prevenire e prevenire violazioni delle abilità di conteggio.

Per attivare ed espandere il dizionario sull'argomento "Animali selvaggi". Esercizio di orientamento spaziale. Consolidare i concetti di destra-sinistra, avanti-indietro. Impara a riconciliare i nomi con gli aggettivi. Consolidare i concetti di più o meno e correlarli al numero di oggetti, ai numeri. Insegna la formazione di aggettivi da sostantivi, analisi sillabica. Impara a correlare il numero di suoni ascoltati con i numeri. Rafforza i suoni automatizzati nel parlato. Sviluppare attenzione uditiva e visiva, memoria, senso del ritmo, capacità di coordinare la parola con i movimenti, abilità motorie generali. Aumenta l'interesse per il mondo che ti circonda. Sviluppa la capacità di ascoltare e seguire le istruzioni di un logopedista.

Attrezzatura: materiale fotografico per il coordinamento di numeri con nomi, dispense per consolidare i concetti più - meno, bastoncini di Kuisener, serie di numeri in base al numero di bambini, attrezzatura multimediale, registrazione audio di voci di animali.

Letteratura usata: rivista "Preschool Pedagogy" n. 6 agosto 2016 Articolo di S.Yu. Kondratieva, E.A. Osipova Prevenzione della discalculia nei bambini con disabilità nell'educazione prescolare.

Corso della lezione:

Coordinamento dei numeri con i nomi:

Logopedista: ragazzi, andate al tavolo, scegliete una carta alla volta e conta tutti quelli che vi sono raffigurati. Come chiamarli in una parola, chi è questo? (animali selvaggi). Ragazzi, avete indovinato, oggi parleremo di animali selvatici.

- C'è un suono, la gazza cinguetta.

Ragazzi, la gazza birichina ha rubato e nascosto le code degli animali. Vuoi aiutare gli animali a riavere la coda? Solo per questo dobbiamo entrare nella foresta. Seguimi:

gira tre volte la spalla destra,

battere due volte il piede sinistro,

batti le mani quattro volte,

bussa in ginocchio una volta - ci troveremo nella foresta quell'ora!

Eccoci nella foresta. Dove cerchiamo le code, come aiutare gli animali?

2. Bastoncini di Cuisener. Guarda qui e il primo compito, che ci ha lasciato quaranta, se lo affrontiamo, restituiremo la coda di qualcuno. È necessario piegare una lepre dai bastoncini (i bambini eseguono i compiti secondo le istruzioni). Guarda, la prima coda è tornata: la coda della lepre. Andiamo oltre, attraversiamo il bosco, toglieremo le code!

3. Sviluppo dell'analisi sillabica. Chi pensi che viva nella conca? Vero scoiattolo. Lo scoiattolo usa la conca anche come ripostiglio per le sue riserve per l'inverno. Cosa mangia lo scoiattolo? La gazza non solo ha rubato la coda dello scoiattolo, ma ha anche mescolato tutte le sue riserve. Aiutiamo lo scoiattolo a distribuire tutte le riserve nelle cavità, magari si troverà la coda. Nella cavità sotto il numero "uno" metteremo oggetti nel nome di cui una sillaba, nella cavità sotto il numero "due" - oggetti in cui ci sono due sillabe, e nella cavità sotto il numero "tre" - oggetti con tre sillabe nel nome. I bambini stanno facendo. Ed ecco la coda dello scoiattolo. Camminiamo attraverso la foresta, prenderemo le code!

Consolidamento dei concetti "più" - "meno", correlandoli al numero.

Ragazzi, ascoltate chi è questo ruggente? Questo è un orso. La gazza ha preso la coda dell'orso, ma se riesce a risolvere il suo problema, le restituirà la coda. E l'orso non può decidere correttamente, aiutiamolo. Devi contare orsi e ricci sulla tua carta e determinare quale di loro è di più. Gli orsi saranno indicati da un ciottolo quadrato e i ricci da un tondo.

I bambini completano l'attività, rispondono con una proposta completa. Ed ecco la coda dell'orso. Attraversiamo la foresta, prenderemo le code.

Sviluppo dell'attenzione uditiva.

Logopedista: Stanchi, sediamoci nella radura e riposiamoci un po '. I bambini si siedono sul tappeto (registrazione del suono di un picchio che bussa). Ragazzi, perché un picchio si chiama dottore forestale? Conta quante volte un picchio colpirà un albero. Chiudi gli occhi e ascolta. Aumenta il numero che indica il numero di colpi (il gioco viene ripetuto tre volte). Ecco un'altra coda: la coda di un lupo.

"Fai attenzione".

Logopedista: non ci resta che restituire l'ultima coda, la coda della volpe. La volpe è una bestia astuta, quindi anche il compito della gazza è astuto. Ascolta e rispondi:

- Chi sono più lepri o orecchie da coniglio??

- Chi ha più zampe da una lepre o da un orso?

I bambini rispondono. Molto bene! Abbiamo restituito tutte le code ai loro proprietari!

7. Formazione di aggettivi relativi.

Logopedista: questa è la coda di un orso. Di chi è questa coda?

Bambini: è una coda d'orso.

Logopedista: questa è la coda di una volpe. Come si dice di chi è la coda? (volpe) ecc.

Logopedista: Gli animali ci sono molto grati, ma è ora che torniamo all'asilo. Ripeti dopo di me.

Batti due volte.

Calpestiamo tre volte.

Una volta che ci voltiamo e torniamo all'asilo!

In conclusione: ragazzi, vi è piaciuto il nostro viaggio?

PREVENZIONE E CORREZIONE DEL CONTENUTO DELLA DISCALCOLIA Definizione

  • Dimensioni: 2,4 Mb
  • Autore:
  • Numero di diapositive: 59

Descrizione della presentazione PREVENZIONE E CORREZIONE DELLA DISCALCOLIA CONTENUTO Definizione per diapositive

PREVENZIONE E CORREZIONE DELLA DISCALCOLIA

INDICE Determinazione della discalculia Eziologia della discalculia Meccanismi della discalculia Tipi di compromissione dell'attività di conteggio acalculia discalculia Tipi di classificazione della discalculia L. Kosc altri tipi di discalculia Sintomi della discalculia

Correzione della discalculia Il ruolo delle lezioni di logopedia nella correzione della discalculia Prevenzione della discalculia nelle lezioni di belle arti Riepilogo delle lezioni sulla prevenzione della discalculia Riferimenti

DEFINIZIONE DI DISCALCOLIA 1. Discalculia - disturbi specifici dell'apprendimento del conteggio, che si manifestano nelle diverse età della popolazione prescolare e scolastica. [7]

Le opere di alcuni autori contengono informazioni sulla condizionalità ereditaria delle violazioni delle capacità di conteggio e conteggio. (Mnukhin S.S., Demyanov Yu.K.) Molti genitori di bambini con discalculia hanno complicazioni psicopatologiche: alcolismo, depressione, psicopatia.

Vari tipi di violazioni delle operazioni di conteggio sono associati a danni organici al cervello nelle prime fasi dell'ontogenesi e al sottosviluppo secondario delle strutture cerebrali che si formano nel periodo postnatale.

Tra i fattori di rischio si distinguono le caratteristiche del decorso della gravidanza (prematurità, tossicosi, asfissia). La discalculia può essere causata da precedenti infezioni, malattie croniche e debolezza somatica nei bambini. G. E. Sukhareva nell'eziologia dei disturbi mette in primo luogo malattie dei primi tre anni di vita, traumi alla nascita e lesioni cerebrali in tenera età.

Yu. G. Demyanov - un ambiente microsociale sfavorevole. M. S. Pevzner attribuiva importanza alla condizione fisica dei bambini. P. P. Blonsky, M. S. Pevzner attribuiscono importanza alla condizione fisica dei bambini (sottosviluppo fisico combinato con anemia, cattivo sonno). Altri autori considerano i disturbi della personalità come la ragione principale (paura della scuola, scarso adattamento in una situazione scolastica). [8, p. 21-22]

La questione dei meccanismi della discalculia nei bambini è un problema complesso e non sufficientemente studiato. Esistono diverse concentrazioni:

Gli autori del primo concetto (N. Granjon-Galifret, A. Benton, L. Kosc) distinguono i disordini gnostico-prassici come meccanismi di discalculia. In questo caso, la discalculia è correlata a una violazione della gnosi e della prassi digitale, in combinazione con uno schema corporeo non formato, aprassia costruttiva.

I sostenitori del concetto psicologico (S. S. Mnukhin, L. S. Lebedinskaya, G. M. Kapustina) associano la discalculia a meccanismi che combinano la mancanza di formazione di funzioni mentali che influenzano il processo di padronanza delle abilità di conteggio (memoria, attenzione, pensiero). [6]

Esistono due tipi principali di incapacità di calcolo, a seconda del grado di sottosviluppo e dell'età in cui si è manifestato: acalculia e discalculia.

ACALCULIA Acalculia - difficoltà acquisite in età adulta da una persona che in precedenza non aveva avuto difficoltà nell'esecuzione di operazioni computazionali e che conserva capacità mentali generali. Si verifica a seguito di una lesione cerebrale sullo sfondo della normale capacità matematica generale.

DISCALCULIA (lat. Dis - dipartimento, calculia - conteggio) - sottosviluppo della capacità di operazioni computazionali, difficoltà patologiche nell'esecuzione di operazioni computazionali. La frequenza di occorrenza nella popolazione scolastica è di circa il 5%. La discalculia si verifica ugualmente spesso tra i due sessi. [cinque]

Classificazione della discalculia L. Kosc:

DISCALCOLIA VERBALE Le operazioni di calcolo possono essere eseguite con successo, ma il paziente non è in grado di nominare numeri, simboli, quantità, concetti. Uno dei sintomi più comuni è l'incapacità di completare una semplice attività di ricalcolo.

DISCALCOLIA PRACTOGNOSTICA (discalculia aprassica) Incapacità di utilizzare simboli matematici astratti durante l'esecuzione di operazioni su oggetti. I pazienti non sono in grado di contare oggetti o dividerli in gruppi in base a forma, dimensione, caratteristiche spaziali.

DISCALCOLIA DISLESSICA Lettura alterata di segni matematici, designazione verbale di concetti matematici, percezione del colore, forma, dimensione, quantità, percezione spaziale, memoria visiva e uditiva. [4, p. 45]

DISCALCOLIA GRAFICA Mancata correlazione del numero presentato con il suo simbolo grafico. Tuttavia, queste persone sono in grado di correlare la designazione simbolica di un numero con la sua formula verbale.

DISCALCOLIA OPERATIVA Incapacità di applicare con precisione le operazioni matematiche. Le soluzioni trovate di problemi matematici sono errate o, se le soluzioni sono corrette, sono casuali. Questo è il tipo più difficile da diagnosticare, poiché la logica utilizzata dai pazienti durante l'esecuzione di operazioni matematiche è di difficile accesso. [4, p. 47]

PSEUDODISCALCULIA; DISCALCULIA GENERALIZZATA; DISCALCOLIA LESSICA;

PSEUDODISCALCULIA Sottosviluppo delle capacità matematiche derivante dalla mancanza di istruzione, mancanza di motivazione ad apprendere, ritardo accademico o programmi di formazione inadeguati. [4, p. 47]

OLIGOCALCULIA (discalculia generalizzata) Disabilità generale causata da un disturbo di un'ampia gamma di funzioni matematiche. È spesso accompagnato da ritardo mentale, mentre altre forme di discalculia si sviluppano con un livello di intelligenza preservato. [4, p. 47]

DISCALCOLIA LESSICA (discalculia digitale) Incapacità di concettualizzare funzioni aritmetiche basate su operazioni con simboli (+/-), equazioni ed espressioni matematiche. Si verifica a seguito di una violazione dei processi visivo-spaziali. [4, p. 48]

I sintomi della discalculia si esprimono in difficoltà:

• comprendere la struttura a bit di un numero e il concetto di numero; • comprendere la composizione interna di un numero e la relazione tra i numeri; • comprendere le componenti sinistra e destra del numero, il valore zero; • enumerazione e creazione di serie digitali e ordinali automatizzate; • eseguire operazioni computazionali elementari (addizione, sottrazione, divisione, moltiplicazione); • riconoscimento di caratteri numerici; • correlazione di numeri in operazioni aritmetiche; • memorizzare la tavola pitagorica;

• percezione visuo-spaziale della connessione del numero con la verbalizzazione del processo di conteggio; • divulgazione del contenuto matematico di diagrammi e immagini che portano alla risposta corretta; • risolvere problemi che richiedono la comprensione del significato e diverse operazioni logiche con la conservazione di determinate azioni in memoria; • esecuzione di complesse azioni logico-astratte incluse in algebra, geometria, trigonometria, fisica, ecc. [7]

Le complesse attività mediche e pedagogiche vengono svolte in condizioni ambulatoriali e policliniche, istituzioni specializzate per bambini e un centro di logopedia scolastico. Si suppone il lavoro congiunto di specialisti di diversi profili: logopedista, psicologo, neurologo. Il complesso delle misure diagnostiche deve includere un esame di logopedia all'inizio e alla fine del corso del trattamento. Ciò include studi su linguaggio impressionante, linguaggio espressivo, gnosi, prassi, funzioni di lettura, scrittura, conteggio, memoria, attività costruttiva-spaziale, intelligenza (secondo il metodo per bambini di D.Veksler).

Di importanza decisiva nella correzione della discalculia è uno speciale complesso pedagogico, comprese sessioni di logopedia e terapia farmacologica volte ad eliminare alcune violazioni delle funzioni superiori. È importante condurre un adeguato corso di trattamento volto a migliorare l'attività delle strutture cerebrali. [7]

Si consiglia di condurre un corso di lezioni di logopedia in forma individuale con il passaggio a un gruppo. Le lezioni dovrebbero essere finalizzate alla formazione del concetto di composizione del numero, abilità di conteggio, attività di pensiero logico-astratto e visivo-spaziale, sviluppo della capacità di programmare strutture aritmetiche, formazione di processi di autocontrollo. A seconda della gravità della discalculia, si consigliano da 30 (con un grado lieve) a 270 sessioni o più (con un alto grado di gravità) in forma individuale e di gruppo.

La durata del corso delle misure correttive dipende dalla gravità della discalculia e dalla malattia neurologica sottostante. Come risultato del trattamento, vengono attivate funzioni mentali superiori, tra cui memoria visiva e uditiva, capacità di attenzione, sviluppo del pensiero e rappresentazioni simboliche, gnosi visivo-spaziale, miglioramento delle capacità di calcolo, aumento delle capacità di autocontrollo, rafforzamento della condizione generale e rimozione delle manifestazioni di nevrosi scolastica. [7]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA VERBALE Per la prevenzione della discalculia verbale, sono significativi: la formazione di concetti matematici e il loro consolidamento nel linguaggio; formazione della comprensione delle parole che denotano concetti matematici; capacità di utilizzare la terminologia matematica.

Il lavoro per prevenire la discalculia comprende anche la formazione della percezione spaziale; sviluppo della memoria visiva e uditiva; padroneggiare la struttura lessicale e grammaticale del discorso; sviluppo della percezione uditiva; formazione della percezione del colore, forma, dimensione, rappresentazioni quantitative. [2, p. tredici]

Nel corso del lavoro correttivo per prevenire la discalculia verbale, vengono utilizzati metodi pratici, visivi e verbali. I metodi pratici mirano a organizzare e migliorare le attività pratiche dei bambini con materiale visivo e materiale di conteggio. Questi sono: esercizi (discorso, gioco, esecuzione imitativa e costruttiva), azioni mirate con vario materiale didattico, che creano le condizioni per l'uso delle abilità di conteggio nella vita quotidiana, nel lavoro, nel gioco e nella comunicazione. [3, p. 42]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA PRATTOGNOSTICA Per la prevenzione, significative sono: la formazione di idee sull'immagine dell'oggetto e sulla sua immagine simbolica; formazione di abilità di conteggio; designazione verbale del sistema numerico; comprendere la sequenza di conteggio; nominare il totale dell'account e correlarlo al numero di dita; sviluppo della percezione visivo-spaziale;

sviluppo delle capacità motorie e della coordinazione visivo-motoria; sviluppo della memoria visiva e uditiva e della struttura lessicale e grammaticale del discorso. Lo sviluppo del senso del ritmo nei bambini è significativo nel lavoro di logopedia sulla prevenzione della discalculia pratica-gnostica. Lo scopo del lavoro sulla formazione di un senso del ritmo è far conoscere ai bambini le strutture di base del ritmo, insegnare loro a riconoscerle visivamente e a orecchio, formarsi un'idea della relazione tra le forme del ritmo, indipendentemente dal tipo di attività in cui si manifesta. Si consiglia in aula di includere contemporaneamente analizzatori motori, visivi, uditivi, sviluppando la loro attività coordinata. [2, p. sedici]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA DISLESSICA Per la prevenzione della discalculia dislessica, è significativo quanto segue: la formazione di un'immagine visiva di segni matematici, figure geometriche; sviluppo della percezione del colore, della forma, delle dimensioni, delle idee quantitative, delle idee sull'immagine dei numeri e dei segni matematici; sviluppo della memoria visiva e uditiva; sviluppo di attività analitiche e sintetiche; comprensione della terminologia matematica.

Uno dei metodi principali per la prevenzione della discalculia dislessica è la modellazione, che è la costruzione di un modello e il suo utilizzo per formare rappresentazioni e proprietà degli oggetti nella struttura delle loro relazioni. Per questo, ai bambini vengono offerti modelli soggetto (costruzione da oggetti reali), modelli soggetto-schematico (costruzioni da oggetti sostitutivi), modelli grafici (disegni, segni, ecc.). Il compito principale è la formazione e lo sviluppo della gnosi visiva. Le attività consigliate includono: riconoscimento di immagini barrate di oggetti, evidenziazione e riconoscimento di immagini di contorni sovrapposte l'una sull'altra, riconoscimento di immagini di contorni sottostanti. [4, p. 46]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA GRAFICA Per la prevenzione della discalculia grafica è significativo quanto segue: sviluppo delle capacità motorie manuali; orientamento nello spazio su un piano; sviluppo della coordinazione uditivo-visivo-motoria; la formazione di idee sull'immagine dell'oggetto e sulla sua immagine simbolica; sviluppo della percezione visiva; comprensione della terminologia matematica; la formazione di attività analitiche e sintetiche; sviluppo della memoria visiva e uditiva. [2, p. quattordici]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA OPERATIVA Per la prevenzione della discalculia operativa è significativo quanto segue: formazione dell'attività di conteggio; la capacità di eseguire azioni di addizione e sottrazione; comprensione della terminologia matematica; sviluppo della percezione uditiva e visiva; la capacità di usare i simboli; sviluppo di attività analitiche e sintetiche; sviluppo della struttura lessicale e grammaticale del discorso; sviluppo della memoria visiva e uditiva. [2, p. quindici]

Le lezioni di attività visiva svolgono un ruolo importante nella formazione dell'immagine visiva di un oggetto. Considera la sequenza nel lavoro sullo sviluppo della capacità di riconoscere le immagini di contorno sovrapposte l'una sull'altra, usando l'esempio del tema "Verdure"

Esame di oggetti naturali, elaborazione di storie descrittive sulle verdure (nelle attività di gioco: didattica, giochi di ruolo della trama); Classificazione delle verdure per colore, forma, dimensione (nel processo di questo compito, il vocabolario dei bambini viene chiarito ed espanso);

Modellazione di verdure; Elaborazione di nature morte da vegetali naturali; Selezione di un quadro raffigurante ortaggi per questa natura morta; Delineare e ombreggiare le verdure; Delineare le immagini delle verdure e selezionare i colori appropriati in cui possono essere dipinte; Verdure applique, posizionate separatamente;

Appliques di verdure sovrapposte l'una sull'altra; Colorare una natura morta di verdure secondo l'applicazione; Quando i bambini imparano a identificare le immagini di oggetti sovrapposti l'uno sull'altro, il lavoro dovrebbe essere svolto con forme geometriche e simboli matematici nella stessa sequenza. [4, p. 46-48]

ARGOMENTO: "Aiuta l'artista"

OBIETTIVI DELLA LEZIONE: 1 - sviluppo delle sensazioni cinestetiche; 2 - formazione del conto ordinale e quantitativo; 3 - sviluppo di rappresentazioni ottico-spaziali; 4 - la formazione di concetti matematici; 5 - sviluppo della gnosi visiva; 6 - la formazione dell'attività soggetto-gioco; 7 - formazione di un conto ordinale;

EQUIPAGGIAMENTO: Lettera; pacchetto; "Magic bag" con frutta (banana, arancia, pera); un foglio di carta bianca con un'immagine dei contorni dei frutti (arancia, banana, pera) per ogni bambino; una busta con sagome degli stessi frutti per ogni bambino; colla e pennello; la stessa serie di immagini di grandi dimensioni per l'insegnante, (sagoma di frutti di diversi colori).

PROCESSO DI LEZIONE: 1. Momento organizzativo. Logopedista: “Ciao ragazzi. Oggi abbiamo una lezione insolita ". 2. Comunicazione dell'argomento della lezione. Conversazione. - Guarda, ci hanno portato un pacco e una lettera. Leggiamo cosa c'è scritto nella lettera: “Cari ragazzi, vi chiedo aiuto. Sono un artista, disegno biglietti d'invito. Presto il tuo asilo avrà una vacanza autunnale, per tutti volevo preparare un biglietto d'invito, ma non ho tempo ". Che peccato ragazzi, vero? Penso che possiamo aiutare. - Di quale vacanza parlava l'artista? Cos'è un biglietto d'invito, come puoi crearne uno? (decidono di fare una foto di natura morta, che cos'è?)

3. Sviluppo di sensazioni cinestetiche. I ragazzi aprono il pacco, c'è una borsa. Si svolge il gioco "Magic Bag": i bambini determinano al tatto cosa c'è nella borsa. 4. Formazione del conto ordinale e quantitativo. Cosa abbiamo tirato fuori prima dalla borsa? L'ultimo? Quanti frutti ci sono? Di che forma, colore, ecc. Sono?. ?

5. Sviluppo di rappresentazioni ottico-spaziali. - Ora facciamo una natura morta con i nostri frutti. (quale frutto vediamo completamente, quale non lo è completamente, perché?) 6. Formazione di rappresentazioni matematiche. I bambini si siedono ai tavoli. Buste aperte in cui sono presenti sagome di frutti. I fogli sono distribuiti con l'immagine dei contorni del frutto. - Che tipo di frutta vedi qui? Disegna un dito attorno a una banana, un'arancia,... Quanti frutti sono disegnati sul foglio? Nella natura morta? Dov'è di più? 7. Sviluppo della gnosi visiva. - Guarda il mio cavalletto, cosa viene mostrato? Sì, frutti come il tuo, ma ce ne sono molti. Aiutami a trovarne di simili e decorarli.

8. Formazione dell'attività soggetto-gioco. I bambini usano sagome di frutti e un foglio di carta per creare una natura morta. 9. Formazione di un conto ordinale. - Quale frutto abbiamo attaccato per primo? L'ultimo? Perché? 10. Sviluppo delle capacità di formazione delle parole. Il logopedista conduce il gioco "Big - small". (arancione - arancione, ecc.)

11. Riassumendo i risultati della lezione. - Chi ha ricordato perché abbiamo realizzato biglietti d'invito? A chi li consegneremo? Cosa diremo quando ci presentiamo? 12. Valutazione delle attività dei bambini. - Grazie per aver aiutato l'artista. Eri molto attento, quindi hai completato correttamente l'attività. 13. Fine lezione organizzata. [3, p. 46-48]

1. Erofeeva TI, Pavlova LN, Novikova VP Matematica per bambini in età prescolare. - M.: Istruzione, 1992 - 191 p. (il libro è stato utilizzato per selezionare le immagini) 2. Kondrat'eva S. Yu. "Sulla prevenzione dei disturbi del conteggio nei bambini in età prescolare con ritardo mentale" g. Logopedista all'asilo № 2 (17), 2007 p. 12 3. Kondratyeva S. Yu., Yatskovskaya TB "Prevenzione di discalculia verbale in bambini in età prescolare con MRI" g. Logopedista all'asilo № 10 (25), 2007 p. 41 4. Kondratyeva S. Yu., Yatskovskaya TB "Prevenzione di discalculia in bambini in età prescolare con ritardo mentale in classe per attività visiva" g. Logopedista all'asilo n. 5 (20), 2007 con.

5. Kornev A. N. Dislessia e disgrafia nei bambini. - SPb. : Ippocrate, 1995 - 224 pagg. 6. Lalaeva RI, Germakovska A. Violazioni nella padronanza della matematica (discalculia) negli studenti più giovani. - SPb. : "Soyuz", 2005 - 175 pagg. 7. Paramonova L. G. Prevenzione ed eliminazione della disgrafia nei bambini. M.: Soyuz, 2001 - 216 pagg. 8. Stepkova OV, Yakovlev SB "Discalculia: questioni di eziologia e meccanismi" g. Logopedista all'asilo n. 3 (18), 2007 con.

Riepilogo delle classi di discalculia

La discalculia è un disturbo specifico dell'imparare a contare, manifestato in età diverse della popolazione prescolare e scolastica.

I sintomi della discalculia specifica sono espressi in difficoltà:
- comprendere la struttura di bit di un numero e il concetto di numero;
- comprendere la composizione interna del numero e la relazione tra i numeri;
- comprendere le componenti sinistra e destra di un numero, il valore zero;
- enumerazione e allineamento di serie digitali automatizzate, soprattutto ordinali;
- eseguire operazioni computazionali elementari (addizione, specialmente con una transizione per dieci, sottrazione, divisione, moltiplicazione);
- riconoscimento di caratteri numerici;
- correlare i numeri nelle operazioni aritmetiche;
- imparare la tavola pitagorica; · - risolvere problemi che richiedono una comprensione del significato e diverse operazioni logiche con la conservazione di determinate azioni in memoria;
- percezione visivo-spaziale della connessione del numero con la verbalizzazione del processo di conteggio;
- divulgare il contenuto matematico di diagrammi e immagini che portano alla risposta corretta;
- eseguire complesse azioni logico-astratte, incluse in algebra, geometria, trigonometria, fisica, ecc..

Cause di discalculia. La discalculia è causata da una serie di meccanismi che combinano la mancanza di formazione di funzioni mentali superiori coinvolte nel processo di padronanza delle abilità di conteggio (attenzione, memoria, pensiero logico astratto), gnosi visivo-spaziale e di percezione visiva, reazioni emotivo-volitive. Si nota spesso un comportamento instabile dei bambini sullo sfondo di malessere sociale e abbandono pedagogico. Dovrebbero essere esclusi: violazioni del conteggio dovute a ritardo mentale, apprendimento inadeguato, disturbi emotivi, disturbi della vista e dell'udito, deprivazione sociale. La gravità della discalculia può essere espressa da lieve a moderata ad alta, a seconda della formazione correlata all'età di funzioni mentali superiori. La diagnosi clinica di discalculia specifica è complicata dall'ambiguità dell'eziologia della malattia. La produttività dell'apprendimento dell'aritmetica in un bambino è significativamente inferiore al livello di età previsto in base al livello di sviluppo dell'intelligenza e al rendimento scolastico. La valutazione viene effettuata sulla base di test di punteggio standardizzati. Le capacità di lettura e ortografia dovrebbero rientrare nell'intervallo normale per l'età mentale. Alcuni bambini hanno problemi socio-emotivi-comportamentali associati.

Trattamento discalculia. Attività mediche e pedagogiche complete. Si presume che specialisti di diversi profili lavoreranno insieme: un logopedista, uno psicologo, un neurologo, ecc. Il complesso delle misure diagnostiche dovrebbe includere un esame di logopedia con l'uso di test neuropsicologici all'inizio e alla fine del corso del trattamento. Ciò include studi su linguaggio impressionante, linguaggio espressivo, gnosi, prassi, funzioni di lettura, scrittura, conteggio, memoria, attività costruttiva-spaziale, intelligenza (secondo il metodo di Veksler per bambini), ecc. Un complesso speciale è di grande importanza nella correzione della discalculia in questo contingente di bambini. pedagogica, compresa la logopedia, e la terapia farmacologica finalizzata all'eliminazione di alcuni disturbi delle funzioni superiori e della gnosi visivo-spaziale. È importante condurre un adeguato corso di trattamento volto a migliorare l'attività delle strutture cerebrali. Si consiglia di condurre un corso di lezioni di logopedia in forma individuale con il passaggio a un gruppo. A seconda della gravità della discalculia e delle forme della sua manifestazione, le lezioni sono finalizzate alla formazione del concetto di composizione del numero, abilità di conteggio, attività di pensiero logico-astratto e visivo-spaziale, sviluppo di capacità di programmazione per costruzioni aritmetiche (matematiche), formazione di processi di autocontrollo.

Riassunto di una sessione di logopedia sulla prevenzione e prevenzione della discalculia per bambini con TNR

Alexander Myasnikov risponderà alle domande degli utenti del progetto "Infourok"

Analizzeremo tutto ciò che ti preoccupa.

19 giugno 2020 19:00 (ora di Mosca)

  • tutti i materiali
  • Articoli
  • Lavori scientifici
  • Video lezioni
  • Presentazioni
  • Astratto
  • Test
  • Programmi di lavoro
  • Altro metodico. materiali
  • Sultanova Alfira Nasyryanovna scrive 556 16/03/2018

Numero materiale: DB-1327769

  • Educazione prescolare
  • Bambini in età prescolare
  • Astratto

Aggiungi materiale protetto da copyright e ricevi premi dalla lezione informativa

Montepremi settimanale 100.000 RUB

    16/03/2018 215
    16/03/2018 297
    16.03.2018 130
    16/03/2018 430
    16.03.2018 952
    16/03/2018 373
    16/03/2018 612
    16/03/2018 221

Non hai trovato quello che stavi cercando?

Ti interesseranno questi corsi:

Lascia il tuo commento

  • Riguardo a noi
  • Utenti del sito
  • FAQ
  • Risposta
  • Dettagli dell'organizzazione
  • I nostri banner

Tutti i materiali pubblicati sul sito sono creati dagli autori del sito o pubblicati dagli utenti del sito e sono presentati sul sito solo a scopo informativo. Il copyright dei materiali appartiene ai rispettivi autori. È vietata la copia parziale o completa dei materiali del sito senza l'autorizzazione scritta dell'amministrazione del sito! L'opinione editoriale può essere diversa da quella degli autori.

La responsabilità per la risoluzione di eventuali controversie riguardanti i materiali stessi e il loro contenuto è assunta dagli utenti che hanno pubblicato il materiale sul sito. Tuttavia, gli editori del sito sono pronti a fornire tutti i tipi di supporto nella risoluzione di eventuali problemi relativi al lavoro e ai contenuti del sito. Se noti che i materiali vengono utilizzati illegalmente su questo sito, informane l'amministrazione del sito tramite il modulo di feedback.

Discalculia della causa. Appunti della lezione di discalculia

Una di queste malattie è la discalculia. Discalculia: cos'è, una malattia o una norma? Questa malattia, che porta a una violazione del conteggio e può manifestarsi in età prescolare o scolare. Il motivo è una violazione della memoria visiva, dell'attenzione, del pensiero (figurativo, logico). Molto spesso osservato in famiglie disfunzionali.

Durante l'apprendimento, un bambino simile non ricorda le condizioni del problema, non può pianificare il corso della sua soluzione e non sa come organizzare correttamente il suo tempo libero. Tutto ciò porta a una visione negativa dell'apprendimento in generale. Alla fine, il bambino non padroneggia il materiale scolastico e non si adatta alla vita nella società..

I principali segni di discalculia in un bambino.

Il bambino non ricorda i numeri (né a orecchio né visivamente).

Difficoltà a lavorare con numeri complessi (addizione, sottrazione, moltiplicazione o divisione).

Il bambino ha difficoltà a confrontare il numero di oggetti.

Non è possibile pianificare chiaramente l'algoritmo per risolvere il problema.

Sorgono difficoltà nel concetto del significato delle operazioni aritmetiche.

Non riesco a ricordare definizioni matematiche, formule, tabelline.

I motivi principali che possono portare allo sviluppo della discalculia.

Varie manifestazioni di fobie, in particolare matematiche. Un bambino in età scolare, non avendo padroneggiato l'azione matematica, non potrebbe affrontarla da solo. Si ispirerà costantemente che non avrà successo. Quindi, c'è un atteggiamento negativo nei confronti della matematica e, di conseguenza, una fobia. Non proverà nemmeno a risolvere il compito più semplice. È completamente autonomo.

Incapacità di elaborare completamente le informazioni con un analizzatore visivo. In una tale situazione, i bambini non possono rappresentare visivamente la condizione del problema, di conseguenza, la soluzione sbagliata. Parallelamente a questo, l'ortografia soffre, ci sono problemi con la scrittura a mano.

Formulazione errata di azioni sequenziali. I bambini non possono ricordare i fatti o applicare correttamente le formule matematiche. Tali violazioni portano a disturbi della lettura e dell'ortografia..

Violazione dello sviluppo del linguaggio in un bambino. Il linguaggio errato è un fattore importante nella manifestazione della discalculia durante l'infanzia. Pertanto, è necessario rilevare i problemi nelle prime fasi e aiutare il bambino..

La correzione della discalculia nei bambini in età prescolare e primaria viene effettuata in centri speciali, necessariamente con la partecipazione di uno specialista. Di norma, per eliminare questo problema, è necessaria la cooperazione reciproca di un logopedista, psicologo, psichiatra, neurologo, pediatra. Il trattamento deve essere accompagnato da un intervento medico, solo in questa combinazione di azioni è possibile ottenere un risultato positivo.

Il significato di tale trattamento è dirigere le azioni per attivare l'attività cerebrale. Le lezioni di logopedia vengono costruite prima secondo un piano individuale, quindi si spostano gradualmente in una direzione di gruppo. Le lezioni di logopedia sono finalizzate alla formazione di concetti come la composizione del numero, il conteggio orale, lo sviluppo del pensiero; sulla corretta compilazione delle azioni matematiche e sull'organizzazione della tua routine quotidiana. Per eliminare completamente il difetto, devi frequentare da trenta a novanta lezioni con un logopedista. Tutto dipende dalla gravità della malattia. A volte il numero di classi può arrivare fino a duecentocinquanta.

Al momento della correzione si presta attenzione alle operazioni di conteggio. La formazione di queste abilità viene effettuata tenendo conto di alcune fasi.

· Risolvere problemi matematici con eventi reali che sono più vicini alla vita del bambino. Deve conoscere bene gli oggetti e le azioni compiute con essi. Diciamo azioni in un negozio, contare il numero di uccelli su un ramo, sommare il numero di membri della famiglia e così via..

· Espressione vocale dei metodi di azione. In questo caso, tutti gli oggetti attivi vengono imitati con bastoncini, monete o altri oggetti..

· La graduale formazione del pensiero astratto attraverso l'uso di materiale aggiuntivo appendendolo sotto forma di diagrammi, algoritmi, promemoria che ti ricorderanno costantemente come completare correttamente l'attività. Il riferimento costante a loro porta alla memorizzazione involontaria..

· Diminuzione dell'articolazione verbale delle loro azioni. Capacità di confrontare tutto mentalmente.

Transizione delle azioni matematiche in un'abilità che viene gradualmente consolidata e preservata.

La discalculia negli studenti più giovani può essere corretta attraverso misure preventive. Prima di tutto, è necessario creare i prerequisiti per la formazione delle abilità matematiche. Sorgono durante lo sviluppo di un'attività nervosa superiore (percezione, parola, pensiero, volontà, memoria). È necessario osservare una certa gerarchia. Cioè, all'inizio si formano metodi semplici (pensiero spaziale, divisione per forma, dimensione, memoria visiva). Successivamente le abilità primarie vengono consolidate utilizzando compiti multilivello con difficoltà crescente, che mirano a consolidare il risultato.

Un lavoro efficace per correggere e prevenire la discalculia dipende dal corretto utilizzo dei seguenti principi:

· Un approccio basato sull'attività basato su una combinazione di una forma di gioco di attività con una sostanziale-pratica ed educativa;

· Indipendenza - una ricerca indipendente forma attivamente le sfere volitive ed emotive del bambino;

· Un approccio differenziato - è selezionato per tutti individualmente, include classi multilivello;

La formazione delle azioni mentali - dovrebbe essere eseguita in più fasi, dal semplice al complesso.

Per il trattamento e la correzione di una malattia come la discalculia, l'esercizio è il modo più efficace.

Sviluppo della percezione delle dita.

Fin dalla tenera età, è necessario eseguire il conteggio orale sulle dita. Al bambino viene affidato il compito di contare le dita. Se il bambino si sta sviluppando bene, non sarà difficile per lui. Il malato di discalculia si confonde tra le dita, non può tracciare un'analogia con le dita dell'insegnante.

Indicazioni per lo sviluppo della percezione digitale:

· Imitazione con l'aiuto delle mani e delle dita;

· Sviluppo della dinamica e coordinamento dei movimenti con l'ausilio di giochi e conteggio di rime ("Ladushki", "Magpie", "How a bird drinks" e così via);

· Conteggio delle dita - conteggio avanti e indietro, con numeri mancanti;

Sviluppo della percezione visiva:

· Trovare forme geometriche;

· Classificazione delle cifre per diversi motivi;

· Orientamento nello spazio usando la parola;

· Imitazione di varie azioni;

· Lavora con i disegni: trova gli eccessi, finisci di disegnare un'immagine, attraversa il labirinto;

Trasferimento dell'immagine su un foglio di carta secondo le istruzioni verbali.

Sviluppo di funzioni sequenziali.

· Capacità di classificare oggetti;

Discorso e percezione uditiva: esecuzione di compiti percepiti dall'orecchio, ripetizione e imitazione di vari suoni.

Esercizi di gioco per lo sviluppo delle funzioni cognitive: "Disegna un disegno", "Piega un disegno di tre figure", "Scegli una dimensione e una forma", "Fai come me", "Fai esercizi", "Canta una melodia", "Disponi i numeri corretti in riga "," Trova l'errore in una riga di numeri ".

I metodi per lo sviluppo di rappresentazioni quantitative nella diagnosi di discalculia possono essere presentati come segue.

· Insegna a percepire automaticamente gli oggetti nella quantità di cinque pezzi. Possono essere raffigurati in un disegno o in oggetti naturali. La cosa principale è che hanno diversi colori e forme..

· Impara a confrontare gli oggetti in base al loro numero, dove maggiore, uguale o minore, per forma e colore. La cosa principale è dire tutte le azioni ad alta voce.

Impara a misurare oggetti con un righello, scale, confrontare tra loro, determinare le dimensioni a occhio.

Questi esercizi possono essere utilizzati sia per la prevenzione che per la correzione di una malattia come la discalculia nei bambini. Sfortunatamente, i metodi di trattamento moderni sono ancora imperfetti, poiché questa diagnosi non è ancora ben compresa. Al momento stanno cercando di sviluppare programmi per computer speciali per la correzione. Ma di solito sono unilaterali, regolando solo l'area responsabile del confronto dei numeri.

Per eliminare le difficoltà matematiche, al bambino può essere offerto il seguente algoritmo di azioni.

Visualizza il problema nel miglior modo possibile. Puoi disegnare un'immagine con azioni e oggetti specifici.

Considera attentamente tutte le informazioni visive trasportate dall'attività.

Puoi chiedere una soluzione di esempio.

Disegna un'analogia con una situazione di vita, in cui puoi applicare le stesse azioni dell'attività.

Devi dedicare più tempo alla memorizzazione di formule, regole.

Queste semplici azioni aiuteranno il bambino a concentrarsi sul problema e risolverlo correttamente. Il lavoro di correzione dovrebbe essere completo. Deve correggere le funzioni cognitive del corpo e, parallelamente, formare operazioni di conteggio. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla formazione di numeri, la sequenza di numeri in una serie di numeri, la composizione di numeri, il conteggio diretto, la risoluzione di problemi con uno sconosciuto, un chiaro algoritmo per risolvere il problema.

La discalculia nei bambini è una malattia che deve essere trattata molto seriamente. Altrimenti, sarà molto difficile per un bambino nella società moderna vivere con tali disabilità..

Schema di una lezione di matematica (gruppo senior) sull'argomento:

Tipi di lavoro per prevenire la discalculia

Svolgere attività con i bambini del gruppo senior per sviluppare un'idea accurata della struttura grafica dei numeri, la capacità di determinare il posto di un numero in una serie di numeri naturali. Stabilire la relazione di un numero con i suoi vicini. Sviluppo della memoria, percezione visiva dei numeri.

Scarica:

Anteprima:

Prevenzione della discalculia nel gruppo OHP più anziano

Argomento: "Tipi di lavoro per prevenire la discalculia"

Scopo: una comprensione accurata della struttura grafica dei numeri. Determinazione di un posto in una fila di numeri naturali. Stabilire la relazione di un numero con i suoi vicini. Sviluppo della memoria, percezione visiva dei numeri.

Vivere in un libro difficile

Dieci di loro, ma questi fratelli

Conta tutto nel mondo.

a) Trova l'errore nella serie numerica

b) Assegna un nome ai "vicini del numero:

c) Assegna un nome al numero del tuo vicino: 3, 6, 8, ecc..

più (meno) di 1

d) Stabilire uno schema e continuare la serie

f) Inserisci i numeri mancanti

a) Trova e traccia il numero 5 con una matita

nominare i numeri nella figura (Appendice 1)

Attività 4. Trova i numeri scritti correttamente e cerchiati.

Aggiungi l'elemento mancante

c) Collega immagini con lo stesso numero di oggetti

Gioca una serie di forme geometriche, numeri

Attività 6: progettare e ricostruire i numeri.

Sul tema: sviluppi metodologici, presentazioni e note

Lavoro correttivo per prevenire la discalculia nei bambini in età prescolare con sottosviluppo del linguaggio generale attraverso lo sviluppo di processi mentali. In opera.

Consultazione nell'ambito del lavoro sulla prevenzione dell'abbandono dei bambini in età prescolare "Sistema di lavoro per prevenire l'abbandono e la delinquenza nelle istituzioni educative prescolari".

Dall'esperienza di un insegnante-logopedista sullo sviluppo della struttura lessicale e grammaticale della lingua Una guida per insegnanti e genitori.

Rilevanza del problema Preservare e rafforzare la salute dei bambini è il compito principale della società moderna. Strade sovraccariche di trasporti, comportamento irresponsabile degli utenti della strada - p.

Il lavoro preventivo sulla sicurezza antincendio viene svolto nella scuola materna al fine di ottenere le conoscenze necessarie, padroneggiare le abilità, instillare determinate abilità sulla sicurezza antincendio,.

La conoscenza delle regole della strada, l'educazione di una cultura di comportamento sulla strada dovrebbe essere effettuata in conformità con l'attuazione dei requisiti del programma nel complesso di tutte le attività educative e.

Scopo: prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare con TNR. Compiti: 1. Prevenzione della discalculia verbale - formazione di rappresentazioni matematiche e consolidamento di queste rappresentazioni nel discorso.

Appunti della lezione di discalculia

GBOU numero 687 "Centro di riabilitazione infantile"

Scopo: sviluppo di rappresentazioni matematiche.

Aggiornamento del dizionario sull'argomento "Animali selvaggi";

Sviluppo di un discorso coerente;

Sviluppo della capacità di coordinare i nomi con i numeri;

Sviluppare una comprensione della terminologia matematica;

Sviluppo del pensiero logico;

Sviluppo dell'orientamento spaziale;

Sviluppo di rappresentazioni quantitative;

Sviluppo di idee su forma e colore;

Sviluppo della memoria visiva;

Educazione alla capacità di agire secondo le istruzioni di un logopedista;

Sviluppare la capacità di lavorare in squadra.

Forme geometriche multicolori;

Immagini del soggetto (pomodoro rosso, tappeto blu, pagliaio giallo, quaderno verde, testa di cavolo verde);

Immagini di animali.

I bambini entrano in ufficio e si siedono sui seggioloni.

Orecchie lunghe, gambe veloci.

Grigio, ma non un topo.

Chi è. (Coniglietto)

Con una coda di cavallo come un paracadute,

Cavalca veloce tra gli alberi,

È veloce come una freccia.

Così è. (Scoiattolo)

Le api della foresta hanno il miele.

Destra. E oggi andremo anche nella foresta.

Per entrare nella foresta, devi attraversare una palude pericolosa.

Sai cos'è una palude? (risposte dei bambini)

Il terreno nella palude è molto soffice, quindi puoi cadere e rimanere bloccato nella palude.

Ascolta attentamente in modo da non rimanere impantanato nella palude. Ti dirò quanti passi e in quale direzione devi prendere.

I bambini eseguono il compito secondo le istruzioni verbali.

2 passi a destra, 3 passi in avanti, 1 passo a sinistra, 1 passo avanti, 2 passi a sinistra, 2 passi avanti, 1 passo a destra.

Molto bene! Abbiamo superato la palude ed siamo entrati nella radura.

Il logopedista mette una foto di uno scoiattolo su un flanella.

Senti, abbiamo uno scoiattolo sulla nostra strada. Questo scoiattolo è un artista. Guarda il quadro che ha dipinto.

Il logopedista mette un'immagine della trama su un flanelegraph.

Diamo uno sguardo da vicino.

Cosa c'è nel mezzo? Rispondi con una frase completa (un albero è disegnato al centro dell'immagine).

Cosa c'è a destra dell'albero? Rispondi con una frase intera. (I conigli sono disegnati a destra dell'albero).

Quanti coniglietti? (Cinque coniglietti).

Cosa c'è a sinistra dell'albero? Rispondi con una frase intera. (I funghi sono dipinti a sinistra dell'albero).

Quanti funghi? (Due funghi).

Mostra questo numero sulle dita.

Cosa è dipinto sopra l'albero? Rispondi con una frase intera. (Un uccello è disegnato sopra l'albero).

Quanti uccelli? (Un uccello).

Mostra questo numero sulle dita.

Lo scoiattolo si è vantato della sua pittura ed è scappato. Bene, andremo avanti.

Un logopedista mette una foto di una volpe su un flanella.

Lisa vuole fare un gioco con te. Ma lei è molto astuta, quindi sii

attenta, cercherà di confonderti.

Il logopedista attacca 5 forme geometriche multicolori al flanelegraph.

Assegna un nome alle forme. Di che colore sono? (triangolo blu, quadrato rosso, cerchio verde, rettangolo blu, quadrato giallo).

Ora ricorda in quale sequenza sono attaccati.

Chiudi gli occhi. La volpe furba scambierà le figure in alcuni punti e dovrai ricordare in quale ordine si trovavano le figure e attaccarle.

Ora rispondi alle domande della volpe furba.

Qual è la seconda cifra? (Piazza Rossa).

Tra quali cifre c'è il quadrato rosso? (Tra il triangolo blu e il cerchio verde).

Qual è il valore del cerchio verde? (Il cerchio verde è il terzo di fila).

Quale figura sta di fronte al triangolo blu? (il triangolo blu si trova di fronte al quadrato rosso).

Un logopedista mette l'immagine di un riccio su un flanella.

Il riccio vuole giocare con te. Chiediamogli indovinelli e lui li indovinerà. Ma gli indovinelli non saranno facili: ci sono immagini davanti a te. Li descriverai, nominando il loro colore e la loro forma, e il riccio indovinerà quale argomento è in discussione. Alleghiamo l'immagine con la risposta al flanelgraph. (Ad esempio: "È rosso e rotondo"; "È verde e rettangolare").

Ora che abbiamo allegato tutte e 5 le immagini, giochiamo al gioco "Cosa manca?" Chiudi gli occhi e il riccio rimuoverà un'immagine in questo momento. E dovrai dire quale immagine mancava.

Molto bene. Ha giocato con un riccio.

Il logopedista mette una foto di un alce su un flanella.

L'alce ha bisogno di reinsediare tutti gli abitanti della foresta nelle loro case. Ma non sa come farlo. Aiutiamolo.

Il logopedista espone cinque case. Su ogni casa viene disegnato un numero che indica il numero di oggetti. Le immagini con un numero diverso di animali raffigurati su di esse sono disposte accanto a.

Chi c'è in questa foto? Rispondi con una frase intera. (Gli orsi sono disegnati in questa immagine).

Quanti orsi ci sono in questa foto? Rispondi con una frase intera. (Due orsi sono disegnati in questa immagine).

In quale casa metteremo gli orsi? (Metteremo gli orsi nella seconda casa)

(il logopedista pone domande simili sul resto delle immagini).

Ottimo. Ha aiutato gli animali a trovare le loro case.

Ma è ora che torniamo all'asilo.

Quali animali hai incontrato nella foresta??

Come puoi chiamare tutti questi animali?

Quali attività sono state eseguite in "Watch"?

Cosa ti è piaciuto in classe oggi?

Cosa c'è di nuovo che hai imparato?

Segna coloro che sono molto bravi in ​​tutto.

PREVENZIONE E CORREZIONE DEL CONTENUTO DELLA DISCALCOLIA Definizione

Descrizione della presentazione PREVENZIONE E CORREZIONE DELLA DISCALCOLIA CONTENUTO Definizione per diapositive

PREVENZIONE E CORREZIONE DELLA DISCALCOLIA

Correzione della discalculia Il ruolo delle lezioni di logopedia nella correzione della discalculia Prevenzione della discalculia nelle lezioni di belle arti Riepilogo delle lezioni sulla prevenzione della discalculia Riferimenti

DEFINIZIONE DI DISCALCOLIA 1. Discalculia - disturbi specifici dell'apprendimento del conteggio, che si manifestano nelle diverse età della popolazione prescolare e scolastica. [7]

Le opere di alcuni autori contengono informazioni sulla condizionalità ereditaria delle violazioni delle capacità di conteggio e conteggio. (Mnukhin S.S., Demyanov Yu.K.) Molti genitori di bambini con discalculia hanno complicazioni psicopatologiche: alcolismo, depressione, psicopatia.

Vari tipi di violazioni delle operazioni di conteggio sono associati a danni organici al cervello nelle prime fasi dell'ontogenesi e al sottosviluppo secondario delle strutture cerebrali che si formano nel periodo postnatale.

Tra i fattori di rischio si distinguono le caratteristiche del decorso della gravidanza (prematurità, tossicosi, asfissia). La discalculia può essere causata da precedenti infezioni, malattie croniche e debolezza somatica nei bambini. G. E. Sukhareva nell'eziologia dei disturbi mette in primo luogo malattie dei primi tre anni di vita, traumi alla nascita e lesioni cerebrali in tenera età.

Yu. G. Demyanov - un ambiente microsociale sfavorevole. M. S. Pevzner attribuiva importanza alla condizione fisica dei bambini. P. P. Blonsky, M. S. Pevzner attribuiscono importanza alla condizione fisica dei bambini (sottosviluppo fisico combinato con anemia, cattivo sonno). Altri autori considerano i disturbi della personalità come la ragione principale (paura della scuola, scarso adattamento in una situazione scolastica). [8, p.]

La questione dei meccanismi della discalculia nei bambini è un problema complesso e non sufficientemente studiato. Esistono diverse concentrazioni:

Gli autori del primo concetto (N. Granjon-Galifret, A. Benton, L. Kosc) distinguono i disordini gnostico-prassici come meccanismi di discalculia. In questo caso, la discalculia è correlata a una violazione della gnosi e della prassi digitale, in combinazione con uno schema corporeo non formato, aprassia costruttiva.

I sostenitori del concetto psicologico (S. S. Mnukhin, L. S. Lebedinskaya, G. M. Kapustina) associano la discalculia a meccanismi che combinano la mancanza di formazione di funzioni mentali che influenzano il processo di padronanza delle abilità di conteggio (memoria, attenzione, pensiero). [6]

Esistono due tipi principali di incapacità di calcolo, a seconda del grado di sottosviluppo e dell'età in cui si è manifestato: acalculia e discalculia.

ACALCULIA Acalculia - difficoltà acquisite in età adulta da una persona che in precedenza non aveva avuto difficoltà nell'esecuzione di operazioni computazionali e che conserva capacità mentali generali. Si verifica a seguito di una lesione cerebrale sullo sfondo della normale capacità matematica generale.

DISCALCULIA (lat. Dis - dipartimento, calculia - conteggio) - sottosviluppo della capacità di operazioni computazionali, difficoltà patologiche nell'esecuzione di operazioni computazionali. La frequenza di occorrenza nella popolazione scolastica è di circa il 5%. La discalculia si verifica ugualmente spesso tra i due sessi. [cinque]

Classificazione della discalculia L. Kosc:

DISCALCOLIA VERBALE Le operazioni di calcolo possono essere eseguite con successo, ma il paziente non è in grado di nominare numeri, simboli, quantità, concetti. Uno dei sintomi più comuni è l'incapacità di completare un semplice compito di riconteggio.

DISCALCOLIA PRACTOGNOSTICA (discalculia aprassica) Incapacità di utilizzare simboli matematici astratti durante l'esecuzione di operazioni su oggetti. I pazienti non sono in grado di contare oggetti o dividerli in gruppi in base a forma, dimensione, caratteristiche spaziali.

DISCALCOLIA DISLESSICA Lettura alterata di segni matematici, designazione verbale di concetti matematici, percezione del colore, forma, dimensione, quantità, percezione spaziale, memoria visiva e uditiva. [4, p. 45]

DISCALCOLIA GRAFICA Mancata correlazione del numero presentato con il suo simbolo grafico. Tuttavia, queste persone sono in grado di correlare la designazione simbolica di un numero con la sua formula verbale.

DISCALCOLIA OPERATIVA Incapacità di applicare con precisione le operazioni matematiche. Le soluzioni trovate di problemi matematici sono errate o, se le soluzioni sono corrette, sono casuali. Questo è il tipo più difficile da diagnosticare, poiché la logica utilizzata dai pazienti durante l'esecuzione di operazioni matematiche è di difficile accesso. [4, p. 47]

PSEUDODISCALCULIA; DISCALCULIA GENERALIZZATA; DISCALCOLIA LESSICA;

PSEUDODISCALCULIA Sottosviluppo delle capacità matematiche derivante dalla mancanza di istruzione, mancanza di motivazione ad apprendere, ritardo accademico o programmi di formazione inadeguati. [4, p. 47]

OLIGOCALCULIA (discalculia generalizzata) Disabilità generale causata da un disturbo di un'ampia gamma di funzioni matematiche. Spesso accompagnato da ritardo mentale, mentre altre forme di discalculia si sviluppano con un livello di intelligenza preservato.

DISCALCOLIA LESSICA (discalculia digitale) Incapacità di concettualizzare funzioni aritmetiche basate su operazioni con simboli (+/-), equazioni ed espressioni matematiche. Si verifica a seguito di una violazione dei processi visivo-spaziali.

I sintomi della discalculia si esprimono in difficoltà:

Comprendere la struttura di bit di un numero e il concetto di numero; comprendere la composizione interna del numero e la relazione tra i numeri; comprendere le componenti sinistra e destra di un numero, il valore zero; enumerazione e creazione di serie digitali e ordinali automatizzate; eseguire operazioni computazionali elementari (addizione, sottrazione, divisione, moltiplicazione); riconoscimento di caratteri numerici; correlazione dei numeri in operazioni aritmetiche; memorizzare la tavola pitagorica;

Percezione visuo-spaziale della connessione del numero con la verbalizzazione del processo di conteggio; divulgazione del contenuto matematico di diagrammi e immagini che portano alla risposta corretta; risolvere problemi che richiedono una comprensione del significato e diverse operazioni logiche con la conservazione di determinate azioni in memoria; eseguire complicate azioni logico-astratte, incluse in algebra, geometria, trigonometria, fisica, ecc. [7]

Le complesse attività mediche e pedagogiche vengono svolte in condizioni ambulatoriali e policliniche, istituzioni specializzate per bambini e un centro di logopedia scolastico. Si suppone il lavoro congiunto di specialisti di diversi profili: logopedista, psicologo, neurologo. Il complesso delle misure diagnostiche deve includere un esame di logopedia all'inizio e alla fine del corso del trattamento. Ciò include studi su linguaggio impressionante, linguaggio espressivo, gnosi, prassi, funzioni di lettura, scrittura, conteggio, memoria, attività costruttiva-spaziale, intelligenza (secondo il metodo per bambini di D.Veksler).

Di importanza decisiva nella correzione della discalculia è uno speciale complesso pedagogico, comprese sessioni di logopedia e terapia farmacologica volte ad eliminare alcune violazioni delle funzioni superiori. È importante condurre un adeguato corso di trattamento volto a migliorare l'attività delle strutture cerebrali..

Si consiglia di condurre un corso di lezioni di logopedia in forma individuale con il passaggio a un gruppo. Le lezioni dovrebbero essere finalizzate alla formazione del concetto di composizione del numero, abilità di conteggio, attività di pensiero logico-astratto e visivo-spaziale, sviluppo della capacità di programmare strutture aritmetiche, formazione di processi di autocontrollo. A seconda della gravità della discalculia, si consigliano da 30 (con un grado lieve) a 270 sessioni o più (con un alto grado di gravità) in forma individuale e di gruppo.

La durata del corso delle misure correttive dipende dalla gravità della discalculia e dalla malattia neurologica sottostante. Come risultato del trattamento, vengono attivate funzioni mentali superiori, tra cui memoria visiva e uditiva, capacità di attenzione, sviluppo del pensiero e rappresentazioni simboliche, gnosi visivo-spaziale, miglioramento delle capacità di calcolo, aumento delle capacità di autocontrollo, rafforzamento della condizione generale e rimozione delle manifestazioni di nevrosi scolastica. [7]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA VERBALE Per la prevenzione della discalculia verbale, sono significativi: la formazione di concetti matematici e il loro consolidamento nel linguaggio; formazione della comprensione delle parole che denotano concetti matematici; capacità di utilizzare la terminologia matematica.

Il lavoro per prevenire la discalculia comprende anche la formazione della percezione spaziale; sviluppo della memoria visiva e uditiva; padroneggiare la struttura lessicale e grammaticale del discorso; sviluppo della percezione uditiva; formazione della percezione del colore, forma, dimensione, rappresentazioni quantitative. [2, p. tredici]

Nel corso del lavoro correttivo per prevenire la discalculia verbale, vengono utilizzati metodi pratici, visivi e verbali. I metodi pratici mirano a organizzare e migliorare le attività pratiche dei bambini con materiale visivo e materiale di conteggio. Questi sono: esercizi (discorso, gioco, esecuzione imitativa e costruttiva), azioni mirate con vario materiale didattico, che creano le condizioni per l'uso delle abilità di conteggio nella vita quotidiana, nel lavoro, nel gioco e nella comunicazione. [3, p. 42]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA PRATTOGNOSTICA Per la prevenzione, significative sono: la formazione di idee sull'immagine dell'oggetto e sulla sua immagine simbolica; formazione di abilità di conteggio; designazione verbale del sistema numerico; comprendere la sequenza di conteggio; nominare il totale dell'account e correlarlo al numero di dita; sviluppo della percezione visivo-spaziale;

sviluppo delle capacità motorie e della coordinazione visivo-motoria; sviluppo della memoria visiva e uditiva e della struttura lessicale e grammaticale del discorso. Lo sviluppo del senso del ritmo nei bambini è significativo nel lavoro di logopedia sulla prevenzione della discalculia pratica-gnostica. Lo scopo del lavoro sulla formazione di un senso del ritmo è far conoscere ai bambini le strutture di base del ritmo, insegnare loro a riconoscerle visivamente e a orecchio, formarsi un'idea della relazione tra le forme del ritmo, indipendentemente dal tipo di attività in cui si manifesta. Si consiglia in aula di includere contemporaneamente analizzatori motori, visivi, uditivi, sviluppando la loro attività coordinata. [2, p. sedici]

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA DISLESSICA Per la prevenzione della discalculia dislessica, è significativo quanto segue: la formazione di un'immagine visiva di segni matematici, figure geometriche; sviluppo della percezione del colore, della forma, delle dimensioni, delle idee quantitative, delle idee sull'immagine dei numeri e dei segni matematici; sviluppo della memoria visiva e uditiva; sviluppo di attività analitiche e sintetiche; comprensione della terminologia matematica.

Uno dei metodi principali per la prevenzione della discalculia dislessica è la modellazione, che è la costruzione di un modello e il suo utilizzo per formare rappresentazioni e proprietà degli oggetti nella struttura delle loro relazioni. Per questo, ai bambini vengono offerti modelli di soggetto (costruzione da oggetti reali), modelli soggetto-schematico (costruzioni da oggetti sostitutivi), modelli grafici (disegni, segni, ecc.). Il compito principale è la formazione e lo sviluppo della gnosi visiva. Le attività consigliate includono: riconoscimento delle immagini barrate degli oggetti, evidenziazione e riconoscimento delle immagini dei contorni sovrapposte l'una sull'altra, riconoscimento delle immagini dei contorni sottostanti.

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA GRAFICA Per la prevenzione della discalculia grafica è significativo quanto segue: sviluppo delle capacità motorie manuali; orientamento nello spazio su un piano; sviluppo della coordinazione uditivo-visivo-motoria; la formazione di idee sull'immagine dell'oggetto e sulla sua immagine simbolica; sviluppo della percezione visiva; comprensione della terminologia matematica; la formazione di attività analitiche e sintetiche; sviluppo della memoria visiva e uditiva.

PREVENZIONE DELLA DISCALCOLIA OPERATIVA Per la prevenzione della discalculia operativa è significativo quanto segue: formazione dell'attività di conteggio; la capacità di eseguire azioni di addizione e sottrazione; comprensione della terminologia matematica; sviluppo della percezione uditiva e visiva; la capacità di usare i simboli; sviluppo di attività analitiche e sintetiche; sviluppo della struttura lessicale e grammaticale del discorso; sviluppo della memoria visiva e uditiva. [2, p. quindici]

Le lezioni di attività visiva svolgono un ruolo importante nella formazione dell'immagine visiva di un oggetto. Considera la sequenza nel lavoro sullo sviluppo della capacità di riconoscere le immagini di contorno sovrapposte l'una sull'altra, usando l'esempio del tema "Verdure"

Esame di oggetti naturali, elaborazione di storie descrittive sulle verdure (nelle attività di gioco: didattica, giochi di ruolo della trama); Classificazione delle verdure per colore, forma, dimensione (nel processo di questo compito, il vocabolario dei bambini viene chiarito ed espanso);

Modellazione di verdure; Elaborazione di nature morte da vegetali naturali; Selezione di un quadro raffigurante ortaggi per questa natura morta; Delineare e ombreggiare le verdure; Delineare le immagini delle verdure e selezionare i colori appropriati in cui possono essere dipinte; Verdure applique, posizionate separatamente;

Appliques di verdure sovrapposte l'una sull'altra; Colorare una natura morta di verdure secondo l'applicazione; Quando i bambini imparano a identificare le immagini di oggetti sovrapposti l'uno sull'altro, il lavoro dovrebbe essere svolto con forme geometriche e simboli matematici nella stessa sequenza. [4, p.]

ARGOMENTO: "Aiuta l'artista"

OBIETTIVI DELLA LEZIONE: 1 - sviluppo delle sensazioni cinestetiche; 2 - formazione del conto ordinale e quantitativo; 3 - sviluppo di rappresentazioni ottico-spaziali; 4 - la formazione di concetti matematici; 5 - sviluppo della gnosi visiva; 6 - la formazione dell'attività soggetto-gioco; 7 - formazione di un conto ordinale;

EQUIPAGGIAMENTO: Lettera; pacchetto; "Magic bag" con frutta (banana, arancia, pera); un foglio di carta bianca con un'immagine dei contorni dei frutti (arancia, banana, pera) per ogni bambino; una busta con sagome degli stessi frutti per ogni bambino; colla e pennello; la stessa serie di immagini di grandi dimensioni per l'insegnante, (sagoma di frutti di diversi colori).

PROCESSO DI LEZIONE: 1. Momento organizzativo. Logopedista: “Ciao ragazzi. Oggi abbiamo una lezione insolita ". 2. Comunicazione dell'argomento della lezione. Conversazione. - Guarda, ci hanno portato un pacco e una lettera. Leggiamo cosa c'è scritto nella lettera: “Cari ragazzi, vi chiedo aiuto. Sono un artista, disegno biglietti d'invito. Presto il tuo asilo avrà una vacanza autunnale, per tutti volevo preparare un biglietto d'invito, ma non ho tempo ". Che peccato ragazzi, vero? Penso che possiamo aiutare. - Di quale vacanza parlava l'artista? Cos'è un biglietto d'invito, come puoi crearne uno? (decidono di fare una foto di natura morta, che cos'è?)

3. Sviluppo di sensazioni cinestetiche. I ragazzi aprono il pacco, c'è una borsa. Il gioco "Magic Bag" viene eseguito: i bambini determinano al tatto cosa c'è nella borsa. 4. Formazione del conto ordinale e quantitativo. Cosa abbiamo tirato fuori prima dalla borsa? L'ultimo? Quanti frutti ci sono? Di che forma, colore, ecc. Sono?. ?

5. Sviluppo di rappresentazioni ottico-spaziali. - Ora facciamo una natura morta con i nostri frutti. (quale frutto vediamo completamente, quale non lo è completamente, perché?) 6. Formazione di rappresentazioni matematiche. I bambini si siedono ai tavoli. Buste aperte in cui sono presenti sagome di frutti. I fogli sono distribuiti con l'immagine dei contorni del frutto. - Che tipo di frutta vedi qui? Disegna un dito attorno a una banana, un'arancia,... Quanti frutti sono disegnati sul foglio? Nella natura morta? Dov'è di più? 7. Sviluppo della gnosi visiva. - Guarda il mio cavalletto, cosa viene mostrato? Sì, frutti come il tuo, ma ce ne sono molti. Aiutami a trovarne di simili e decorarli.

8. Formazione dell'attività soggetto-gioco. I bambini usano sagome di frutti e un foglio di carta per creare una natura morta. 9. Formazione di un conto ordinale. - Quale frutto abbiamo attaccato per primo? L'ultimo? Perché? 10. Sviluppo delle capacità di formazione delle parole. Il logopedista conduce il gioco "Big - small". (arancione - arancione, ecc.)

11. Riassumendo i risultati della lezione. - Chi ha ricordato perché abbiamo realizzato biglietti d'invito? A chi li consegneremo? Cosa diremo quando ci presentiamo? 12. Valutazione delle attività dei bambini. - Grazie per aver aiutato l'artista. Eri molto attento, quindi hai completato correttamente l'attività. 13. Fine lezione organizzata. [3, p.]

1. Erofeeva TI, Pavlova LN, Novikova VP Matematica per bambini in età prescolare. - M.: Istruzione, 1992 - 191 p. (il libro è stato utilizzato per selezionare le immagini) 2. Kondrat'eva S. Yu. "Sulla prevenzione dei disturbi del conteggio nei bambini in età prescolare con ritardo mentale" g. Logopedista all'asilo № 2 (17), 2007 p. 12 3. Kondratyeva S. Yu., Yatskovskaya TB "Prevenzione di discalculia verbale in bambini in età prescolare con MRI" g. Logopedista all'asilo № 10 (25), 2007 p. 41 4. Kondratyeva S. Yu., Yatskovskaya TB "Prevenzione di discalculia in bambini in età prescolare con ritardo mentale in classe per attività visiva" g. Logopedista all'asilo n. 5 (20), 2007 con.

5. Kornev A. N. Dislessia e disgrafia nei bambini. - SPb. : Ippocrate, 1995 - 224 pagg. 6. Lalaeva RI, Germakovska A. Violazioni nella padronanza della matematica (discalculia) negli studenti più giovani. - SPb. : "Soyuz", 2005 - 175 pagg. 7. Paramonova L. G. Prevenzione ed eliminazione della disgrafia nei bambini. M.: Soyuz, 2001 - 216 pagg. 8. Stepkova OV, Yakovlev SB "Discalculia: questioni di eziologia e meccanismi" g. Logopedista all'asilo n. 3 (18), 2007 con.

Lezione sul superamento della discalculia nella padronanza della matematica nei bambini in età prescolare più grandi

Contenuto del software : migliorare la capacità dei bambini di usare numeri ordinali e cardinali in base alla situazione. Formare l'idea che un numero è indicato da un numero e non dipende dalla sua posizione nello spazio.

Elabora gli orientamenti spaziali. Impara a usare le preposizioni da dietro, da sotto, da sotto, sopra, avanti nel discorso indipendente.

Per favorire l'indipendenza nella risoluzione del compito assegnato, la capacità di lavorare in concerto in una squadra.

1. Numeri con numeri.

2. Gioco didattico "Scrivi la parola giusta".

3. Immagini raffiguranti animali selvatici e forme geometriche.

4. Schede con algoritmi di percorso.

5. Buste con strisce di diverse larghezze.

6. Alberi (quercia, pino, betulla).

10. Matite semplici.

11. Fogli di carta.

18. Brooks largo e stretto.

19. Tavole di varie lunghezze.

20. Tavole di diversa larghezza.

Tecniche metodiche : "Brainstorming", domande, risposte, costruzione in team, confronto di concetti, chiarimenti, spiegazioni, indovinello logico, "piano - sorpresa", dettatura uditiva, gioco didattico "Ricorda - espandi", gioco didattico "Espandi in ordine decrescente", gioco didattico "Disegna un diagramma di frasi", gioco didattico "Dai un nome alla lunghezza di una parola", canto - discorso, poesia, incoraggiamento, chiarimento.

Corso della lezione.

I bambini vengono al tavolo, dove ci sono distintivi con numeri e cantano una canzone - un discorso.

Ragazzi, ci sono distintivi con i numeri sul tavolo. Hai la possibilità di scegliere il numero che ti piace di più: questo sarà il tuo numero. Oggi nella lezione lavoreremo come una squadra e nella squadra ognuno ha un numero. Avremo "Suoni" e "Primer".

(Numeri pin bambini).

Ora dividi in due squadre in modo che i numeri non si ripetano. A destra - il comando "Suono", a sinistra - il comando "ABC".

(Gioco didattico "Scrivi la parola giusta".)

Primo compito per le squadre. Allineati per altezza e paga in ordine.

(I bambini chiamano l'ordinale in base al loro posto nella formazione.)

Domande ai bambini - risposte dei bambini. "Brainstorm".

Sei nella tua squadra? (Il primo.)

Perché sei il primo? (Ho il numero 1 e sono il più alto, il più alto.)

Qual'è il tuo numero? (Secondo).

Perché? (Perché ho il numero 2).

Quanti "Suoni" ci sono nella squadra? (Sette.)

Qual è il tuo numero quattro in classifica? (Settimo.)

Perché sei l'ultimo? (Io sono il più basso.)

Tu chi sei? (Il quarto.)

Quale numero è maggiore: il primo o l'ultimo? (Ultima cosa.)

Perché? (Perché il numero 5 è maggiore del numero 2.)

(L'educatore riassume.)

Oggi abbiamo risposto alle domande quante, quali, quali. Ti sei assicurato che il numero non dipenda da ciò che è in una serie di numeri.

Ragazzi, oggi la nostra lezione sarà nella foresta. Andremo alla scuola forestale. Per entrare nella foresta, devi superare un ostacolo. Ci sono due flussi in arrivo.

Quali sono? (Uno è largo e l'altro è stretto.)

Cosa pensi che possiamo fare? (Risposte dei bambini). Incoraggia l'intelligenza, attiva l'uso della parola nella parola verbi : saltare, scavalcare, guadare; preposizioni - attraverso il flusso.

(Momento sorprendente.) (La rana ha in mano una busta contenente un piano d'azione.)

Cosa facciamo? (La punta della rana.)

Costruiremo ponti attraverso un flusso ampio e stretto.

Quanto tempo ci servono le tavole? (Tavole lunghe per costruire un ponte su un ampio corso d'acqua, assi corte su uno stretto.)

Ascolta attentamente il compito.

Il ponte su un torrente largo è costruito ai numeri 1, 3.5 e 67, il ponte su un torrente stretto è costruito ai numeri 2, 4 e 6.

(Le domande per rafforzare i concetti sono lunghe - corte, larghe - strette).

Quale tavola hai preso? (Lungo.)

Perché? (Perché sto costruendo un ponte su un ampio corso d'acqua.)

E, numero nove, quale tavola porti? (Porto una tavola corta - il flusso è stretto.)

È così che abbiamo risolto il nostro problema. Fu costruito un lungo ponte su un ampio ruscello, un breve ponte su uno stretto ruscello.

Zhenya, dicci cosa hai fatto? (Ho preso tavole lunghe perché stavo costruendo un ponte attraverso un ampio corso d'acqua.)

Cammineremo lungo i ponti, attraverseremo il torrente e ci troveremo nella foresta. Ecco la foresta. Possiamo vedere molte cose interessanti qui..

Cosa cresce nella foresta? (Alberi.)

Quanto pensi sia spessa la possente quercia? (Grasso.)

La betulla è snella? (Magro.)

E il pino, l'albero per gli alberi delle navi, qual è l'altezza? (Alto.)

Ma un ceppo si frappone. Che cosa è lui? (Spesso, basso.)

E quali sono i nodi di spessore? (Sia spessi che sottili.)

(I bambini si avvicinano alla scuola forestale.)

Non c'è nessuno, mentono solo il materiale scolastico. Chiediamo al gufo perché?

Il gufo dice che Teddy Bear sta studiando alla scuola forestale. Non è molto ordinato, materiale scolastico sparso. Il gufo ci invita ad aiutarlo a raccogliere tutto ea dirgli dove hai trovato questo o quell'oggetto.

Ho trovato un taccuino sotto il tavolo.

Ho trovato una penna per canapa.

Il libro guardava da dietro l'immagine.

Ho preso un astuccio da sotto il cubo.

Ho preso i colori dal tavolo.

Ragazzi, il gufo ci sta dando un pacco. E in esso è un compito. Questo è il piano. Secondo questo piano, devi trovare la busta e dire dove l'hai trovata..

(Si suggerisce un algoritmo di percorso.)

Ho trovato una busta sotto il tavolo.

Ho trovato una busta dietro la tenda.

La mia busta spuntava da sotto il cubo.

La mia busta giaceva su un ceppo.

Ora vedremo cosa c'è nelle buste. Sì, c'è una specie di gioco. Sediamoci ai tavoli e giochiamo.

Gioco "Ricorda ed espandi".

Ascolta attentamente il compito, ricorda e poi ti esibirai.

La lepre è arrivata prima, l'orso secondo e lo scoiattolo terzo. Il primo ha ricevuto un cerchio, il secondo un quadrato, il terzo un triangolo.

(Il gioco si ripete, l'attività cambia.)

Ora facciamo un minuto fisico.

Camminiamo lungo la strada, la strada è grande, la nostra casa è lontana.

Ci siederemo su una canapa, guarderemo da dietro una quercia.

Ci sdraeremo sotto la quercia, scuoteremo le ghiande dalla quercia,

Raccoglieremo da sotto la quercia, andremo di nuovo all'asilo.

Adesso ragazzi, è ora che torniamo all'asilo.

Arriviamo.

Sediamoci ai tavoli.

Ora daremo suggerimenti su dove hai trovato la busta. Rispondi con un'offerta.

Mi è piaciuta la proposta che ha fatto Vika.

(La busta era sul davanzale della finestra.)

Delineamo questa proposta.

(I bambini disegnano uno schema di frase.)

Tutte le parole hanno la stessa lunghezza?

Qual è la parola più lunga? (Il davanzale della finestra.)

E la parola “posare, cosa? (Più breve.)

Trova la parola più breve. (Su.)

Dove sta la parola "busta"? (Il primo.)

E ora un altro compito.

Apri le buste e rimuovi le strisce.

Hanno tutti la stessa larghezza? (No.)

Disporre le strisce in ordine decrescente.

Quale striscia metteremo per prima? (Il più largo.)

E poi? (La striscia è più stretta.)

Sasha, dimmi, in che ordine hai disposto le strisce? (Il più largo, il più stretto, anche il più stretto, anche il più stretto, il più stretto.) (2-3 risposte.)

Ragazzi, ricordiamo cosa abbiamo fatto in classe? (Risposte dei bambini). Oggi tutti i bambini sono stati molto attenti, hanno risposto correttamente alle domande e hanno completato i compiti. Mi sono piaciute le risposte di Zhenya, Vicki, Natasha.

Gioco didattico "Radure fiorite" Gioco didattico "Prati fioriti" Per bambini in età prescolare primaria. Scopo del gioco: sviluppo della percezione sensoriale. Didattico.

Pianificazione a lungo termine per lo sviluppo della matematica per il gruppo medio Pianificazione a lungo termine per lo sviluppo della matematica Tempo trascorso Argomento e scopo della lezione della prima settimana - "Autunno colorato" Argomento e obiettivi.

Discussioni

DISCALCULIA

130 messaggi

Comprendere la struttura di bit di un numero e il concetto di numero;

Comprendere la composizione interna di un numero e la relazione tra i numeri;

Comprensione delle componenti sinistra e destra di un numero, il valore zero;

Enumerazione e allineamento di serie digitali automatizzate, soprattutto ordinali;

Esecuzione di operazioni computazionali elementari (addizione, specialmente con una transizione per dieci, sottrazione, divisione, moltiplicazione);

Riconoscimento di caratteri numerici;

Correlazione dei numeri in operazioni aritmetiche;

Imparare la tavola pitagorica; · - risolvere problemi che richiedono una comprensione del significato e diverse operazioni logiche con la conservazione di determinate azioni in memoria;

Percezione visuo-spaziale della connessione del numero con la verbalizzazione del processo di conteggio;

Rivelare il contenuto matematico di diagrammi e immagini che portano alla risposta corretta;

Esecuzione di complicate azioni logico-astratte incluse in algebra, geometria, trigonometria, fisica, ecc..

Fanno del loro meglio per "visualizzare" - figurativamente, immaginano visivamente un problema matematico. Forse dovresti anche disegnare un'immagine per rendere più chiaro il compito..

Dedica più tempo alla ricerca di qualsiasi informazione visiva allegata all'attività (figura, tabella, grafico, ecc.).

Leggi il problema ad alta voce e ascolta attentamente. Ciò consente capacità di ascolto (che possono essere forti).

Richiedi un incarico di esempio.

Chiedi un esempio dalla vita reale in cui è richiesta la stessa soluzione.

Risolvi i problemi su carta a quadretti e segui le linee in modo che i numeri siano tenuti in fila.

Se devi lavorare con compiti su fogli di lavoro separati, puoi chiedere un foglio senza gli appunti di altre persone per non sovraccaricarti di un'abbondanza di informazioni visive.

Dedica più tempo a memorizzare regole matematiche, formule, fatti. Prova a pronunciarli ritmicamente o cantare o insegnare alla musica.

Baryaeva L.B., Kondratyeva S.Yu. Discalculia nei bambini: prevenzione e correzione delle violazioni nella padronanza dell'attività di conteggio

Il manuale è rivolto a studenti delle università pedagogiche, può essere utile per insegnanti-logopedisti, insegnanti-defectologi, educatori, insegnanti di scuola primaria, psicologi dell'educazione, studenti di corsi di alta formazione, genitori premurosi e attenti.

Requisiti per i risultati della padronanza della disciplina.

Principi per la selezione del contenuto e l'organizzazione del processo educativo.

Unità didattiche di base.

Attuale certificazione della qualità dell'assimilazione della conoscenza.

Certificazione finale del corso.

Organizzazione del lavoro indipendente.

Fondamenti teorici della formazione di una cultura della cognizione della matematica nei bambini in età prescolare ed elementare "a rischio".

Il moderno sistema di educazione matematica per bambini in età prescolare e scolari elementari con gravi disturbi del linguaggio.

Acalculia e discalculia: sintomi, meccanismi, classificazioni.

Studio delle peculiarità della formazione dei meccanismi funzionali generali dell'attività linguistica nella struttura della formazione delle rappresentazioni matematiche elementari nei bambini in età prescolare e nella scuola primaria.

Ambiente di sviluppo del soggetto come mezzo per sviluppare idee logiche e matematiche e prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare e nella scuola primaria.

Fondamenti teorici e metodologici del lavoro di logopedia sulla prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare e primaria.

La logopedia funziona per la prevenzione della discalculia nei bambini in età prescolare e negli studenti più giovani.

Compiti per lo studio della predisposizione alla discalculia negli scolari di seconda elementare di una scuola speciale (correzionale) di tipo V;

Compiti per lo studio della predisposizione alla discalculia negli scolari di quinta elementare di una scuola speciale (correzionale) di tipo V;

Giochi per la prevenzione della discalculia utilizzando apparecchiature multifunzionali;

Giochi con il modulo didattico "Watch";

Attività educative con i bambini con il modulo didattico tartaruga;

Varianti di giochi ed esercizi di gioco con l'acqua utilizzando un bagnetto e figure piatte in polistirolo;

Esempi di appunti di lezione per la correzione dei disturbi discalculici negli studenti;

Argomenti e piano di tesi per la prevenzione e correzione della discalculia nei bambini, dell'acalculia negli adulti.

Classificazione e diagnosi della discalculia. Metodi per prevenire e correggere il disturbo

Sintomi di discalculia

La descrizione della discalculia non dovrebbe essere limitata al conteggio delle violazioni..

"La discalculia è un complesso di violazioni nella comprensione della logica delle azioni matematiche, delle leggi di conversione dei numeri e delle loro relazioni, incomprensione delle condizioni dei problemi".

I sintomi della discalculia possono essere raggruppati nei seguenti:

  • Errori nella denominazione dei numeri.
  • Ricordare l'ordine dei numeri senza comprenderne il significato.
  • Difficoltà a determinare la posizione di un numero tra gli altri numeri.
  • Conoscenza insufficiente della terminologia matematica.
  • Difficoltà a scomporre un numero in termini.
  • Incapacità di distribuire i numeri secondo lo schema di più o meno.
  • Errori nell'ortografia dei numeri.
  • Eseguendo solo operazioni aritmetiche elementari, ed esclusivamente mediante conteggio manuale.
  • I processi di pensiero sono estremamente specifici, i compiti vengono percepiti solo se esiste una condizione oggettiva.
  • Difficoltà nell'esecuzione di operazioni aritmetiche sequenziali.
  • Difficoltà significative o completa impossibilità di eseguire azioni con numeri complessi.

Cause di discalculia

La discalculia può essere sia una conseguenza di un ritardo generale dello sviluppo mentale, sia il risultato dell'esposizione a vari fattori psicotraumatici.

Spesso, la discalculia si verifica nei bambini che hanno avuto un'esperienza negativa nell'apprendimento del conteggio: sono stati costretti a imparare, puniti per scarsi risultati, l'insegnante non è riuscito a trovare un approccio a questo bambino. Tutto ciò porta alla mancanza di fiducia nelle proprie capacità, isolamento, paura e, di conseguenza, a una violazione dell'account..

Possibili cause organiche della discalculia sono difficoltà nell'elaborazione delle informazioni visive, a seguito delle quali il bambino non può riconoscere le condizioni del problema e l'incapacità di memorizzare formule matematiche e schemi in base ai quali i problemi vengono risolti.

La discalculia si verifica spesso nei bambini provenienti da famiglie asociali. In questi bambini sono coinvolti tutti i meccanismi di formazione della discalculia..

Diagnosi di discalculia

I genitori possono sospettare indipendentemente che un bambino abbia un disturbo come la discalculia. La diagnostica del suo tipo specifico viene eseguita durante una conversazione personale con un logopedista, un medico o uno psicologo con un bambino. Gli viene chiesto di contare fino a 10 o 20, scegliere numeri più grandi o più piccoli, eseguire le operazioni aritmetiche più semplici, disporre i numeri in ordine crescente e decrescente, nominare varie forme geometriche e ordinarle per colore. Inoltre, a seconda delle violazioni identificate, viene fatta un'ipotesi sul tipo di discalculia e sulle modalità della sua correzione..

Classificazione della discalculia

La più conveniente è la seguente classificazione della discalculia:

  1. Pratico: l'incapacità di contare gli oggetti o le loro designazioni.
  2. Grafica: difficoltà nella scrittura di numeri e simboli matematici, difficoltà o completa incapacità di riprodurre forme geometriche.
  3. Verbale: difficoltà, se necessario, a nominare azioni matematiche, concetti.
  4. Dislessico: lettura ridotta di simboli matematici.
  5. Operativo: incapacità di eseguire operazioni aritmetiche.

I tipi descritti di discalculia sono convenienti per sviluppare una strategia ottimale per la sua correzione e prevenzione..

Prevenzione della discalculia

  1. La discalculia pratica viene prevenuta insegnando abilità di conteggio, eseguendo operazioni aritmetiche con la loro pronuncia, nominando il risultato e mostrando il numero appropriato di dita, sviluppando tutti i tipi di memoria e linguaggio letterato, percezione spaziale e coordinazione motoria, imparando a correlare un oggetto reale e la sua immagine.
  2. La prevenzione della discalculia grafica è possibile con l'aiuto di esercizi per lo sviluppo della percezione delle immagini visive, capacità motorie fini, coordinamento tra visione e movimento della mano, allenamento di vari tipi di memoria, comprensione della connessione tra un oggetto e la sua immagine, insegnamento dei termini matematici.
  3. La discalculia verbale viene prevenuta insegnando al bambino i nomi delle operazioni matematiche e la loro essenza, la capacità di usarle correttamente nel linguaggio, lo sviluppo di tutti i tipi di memoria, imparando a comprendere l'idea della forma, del colore, delle dimensioni degli oggetti e dell'uso di questi concetti nel discorso.
  4. La variante dislessica della discalculia può essere prevenuta sviluppando la percezione visiva del bambino, le sue idee sul colore, la forma, insegnandogli a riconoscere i simboli matematici e la loro corretta denominazione, il significato di questi segni, sviluppando la memoria e il pensiero logico.
  5. La discalculia operativa per la prevenzione richiede formazione sul conteggio, azioni con numeri, l'uso di termini matematici nel linguaggio e nel conteggio, lo sviluppo della parola, della memoria e del pensiero, vari tipi di percezione.

Correzione della discalculia

Molto spesso, un logopedista è coinvolto nella correzione della discalculia. Inoltre, se necessario, sono coinvolti psicologi, pediatri e neurologi. Le lezioni possono essere tenute in uffici specializzati di cliniche, asili nido, gruppi specializzati o classi. Per le classi correzionali, vengono sviluppati esercizi di gioco speciali che insegnano il conteggio, sviluppando contemporaneamente il linguaggio e il pensiero del bambino, le sue capacità musicali, visive ed educative.

Lo sviluppo di un discorso coerente e completo è un'area di lavoro estremamente importante per la discalculia. La correzione viene effettuata ampliando il vocabolario dei bambini parallelamente all'insegnamento dei termini matematici, del loro significato e del corretto utilizzo. Nella prima fase vengono introdotti i concetti di less-more, allo stesso modo, i nomi delle figure geometriche, generalizzando le caratteristiche degli oggetti. Inoltre, l'allenamento al conteggio ordinale e all'uso dei numeri nel linguaggio, il confronto di oggetti e il loro numero è collegato, si forma una connessione tra il numero e il suo aspetto nella scrittura, lo sviluppo di vari tipi di memoria, capacità motorie fini, pensiero.

Al raggiungimento di risultati stabili nel conteggio e nel confronto, l'insegnante procede all'insegnamento delle operazioni aritmetiche più semplici, alla loro pronuncia e scrittura, comprendendo il significato del problema, la logica della soluzione. Il vocabolario dei bambini e il loro linguaggio si stanno espandendo, vengono insegnati nuovi metodi per confrontare gli oggetti. Viene introdotto il concetto di parti componenti, dividere un oggetto in parti e piegarlo dalle parti. I bambini imparano a disegnare numeri e segni su carta. Lo sviluppo delle capacità motorie, delle capacità di disegno, della memoria e della parola continua.

Sessioni regolari con uno specialista avviate in tempo aiuteranno ad eliminare le manifestazioni di discalculia in un bambino e ad aumentare il suo rendimento scolastico.

Discalculia negli adulti

"La discalculia negli adulti è un motivo per una visita immediata da un neurologo, può essere una manifestazione di una condizione pericolosa per la vita!"

Nella maggior parte dei casi, questa è una manifestazione di danno cerebrale organico, molto spesso ictus. Inoltre, le cause della discalculia negli adulti possono essere tumori, lesioni, cisti quando sono localizzate nella regione temporale..

Fin dall'infanzia, mio ​​figlio Matvey ha avuto difficoltà con la lettura e la scrittura. Un numero enorme di errori, grafia terribile, velocità di lettura molto lenta dalla prima elementare. Abbiamo fatto molto sia in modo indipendente, sia con logopedisti e con neuropsicologi. Non c'era praticamente alcun risultato. Diagnosi: dislessia neurologica, disgrafia. A scuola, per il lavoro scritto - 2, ma le risposte orali hanno aiutato, quindi Matvey ha tirato.
Non ho mai smesso di cercare informazioni sulla correzione della dislessia e di leggere della tecnica Davis. Siamo stati molto fortunati e abbiamo incontrato Anna. Anna ha immediatamente affascinato sia Matvey che me. Matvey è andato a lezione con grande piacere e la sera ha parlato con entusiasmo di quello che stava facendo. La settimana è trascorsa velocemente e nella lezione finale Anna mi ha mostrato come continuare a studiare a casa da sola.
Il risultato si è visto subito ed è stato semplicemente fantastico. I primi cinque per dettati e il primo trimestre è finito con 4 in russo! (abbiamo lavorato con Anna all'inizio di ottobre). Anche la lettura è migliorata, con meno errori e un leggero aumento della velocità. E in generale, mi sembra che Matvey sia diventato più sicuro di sé e più calmo.
Mille grazie ad Anna! Anna è una persona incredibilmente amichevole, paziente e intelligente! Vero professionista! Buona fortuna, buona fortuna a te!
P.S. I compiti richiedono 20-30 minuti al giorno, per niente difficili.

Con rispetto e gratitudine, Rzhevskaya Maria

Rzhevskaya Maria, figlio di Matvey di 12 anni.

Abbiamo capito i problemi nell'imparare a leggere e scrivere dalla mia nipotina più giovane dai risultati del lavoro finale della prima elementare. È rimasta indietro nella velocità di lettura, non ha sempre colto la catena logica della storia e ha descritto le immagini in un modo particolare. Nello scrivere, ho perso le vocali, anche se ho scritto, pronunciando le sillabe. In seconda elementare, abbiamo deciso di invitare uno psicologo e un logopedista per lezioni aggiuntive. Sei mesi di formazione non hanno dato risultati. Ho sentito parlare di dislessia nei bambini. Secondo la descrizione, siamo giunti alla conclusione che dobbiamo cercare l'aiuto di un metodologo. Ha superato il corso di correzione della dislessia di Davis. Le case hanno continuato a svolgere compiti tenendo conto delle nuove raccomandazioni.
L'insegnante ci ha parlato dei "successi" e delle "scoperte". Ha notato chiari miglioramenti nella lingua e nella lettura. I voti adesso sono 4. Ma la nipote ora non salta le lettere, conosce le regole per scrivere i segni be b, i prefissi, la struttura di una frase. Ho studiato. La velocità di lettura è aumentata. Anche la rivisitazione e la comprensione del testo ci hanno ceduto.
All'inizio della quinta elementare, abbiamo deciso di seguire il corso di matematica di Davis, dal momento che anche memorizzare la tavola pitagorica causava grandi difficoltà. Inoltre e la sottrazione dopo dieci, sono stati spesso commessi errori, anche la composizione del numero, tenendo conto di diversi disegni, non ci ha obbedito. Il corso di matematica è stato seguito dalla metodologa Anna Hare. Il corso è durato 5 giorni, così come per la dislessia. Alla fine del corso sono stati risolti i problemi di comprensione del testo dei problemi, con tutte le operazioni aritmetiche, compresa la tavola pitagorica. È finita l'aggiunta di numeri negativi, frazioni decimali (chiarirò che questo non è stato ancora fatto a scuola). L'autostima del bambino è aumentata. I punteggi dei test sono migliorati e ha completato i compiti più velocemente. Vorrei ringraziare la metodologa Anna per la sua professionalità, dedizione, desiderio di aiutare il bambino e il suo spirito per il successo. Crediamo che i programmi Davis siano efficaci! Consigliato se non sei indifferente al destino di tuo figlio.

Knysh Natalia, nipote Liza di 11 anni.

Abbiamo recentemente completato il corso di correzione della dislessia di Anna (circa un mese fa). Devo dire che da otto anni su nove mio figlio è monitorato da un neurologo e quali diagnosi non ci sono state fatte! Difficile immaginare quanto abbiamo sperimentato, quanti professori di medicina, psicologia, logopedia abbiamo visitato. Una volta, ancora una volta cercando di trovare la "luce alla fine del tunnel", mi sono imbattuto in informazioni sulla dislessia e sulla sua correzione. Non avevo idea che la dislessia non sia solo un'incapacità di parlare, scrivere, leggere correttamente. È un certo stato di una persona (disorientamento), essere in cui una persona non può fare molto: "mettere insieme" lettere in righe, leggere orizzontalmente, capire il significato di ciò che legge, per non parlare della calligrafia, ecc. Dopo aver letto il libro di Davis, ero ancora più convinto che si trattasse di "noi". La nostra ricerca di un mentore ci ha portato ad Anna. Devo dire che mio figlio non aveva molta voglia di andare al consulto iniziale (c'è stata una brutta esperienza di comunicazione con uno psicologo). Ero preoccupato. Il primo incontro è iniziato con le lacrime, ma Anya è riuscita a conquistare il bambino a se stessa in pochi minuti e alla fine della lezione le ha raccontato tutto il suo segreti. Abbiamo "indovinato" le lezioni per le vacanze di maggio. Dirò quello che era all'inizio delle lezioni: si studia in seconda elementare, leggendo per sillabe, il testo a volte non capisce. Il tempo massimo per concentrarsi sulla lettura è di 4 righe, poi ho distolto lo sguardo, ero distratto se leggevo "a me stesso", non capivo affatto quello che leggevo. La matematica è davvero pessima, non ho imparato la composizione del numero fino a 10. Scrittura-barare con difficoltà 2 righe, non vede né punti né virgole, è grammaticale. Scrittura a mano - compiti a casa sotto la mia stretta supervisione e dettatura - dignitoso, lavoro in classe - grazie se vengono scritte 5 righe. Non poteva scrivere un saggio o un'esposizione. Ignora il lato sinistro del foglio. Dopo il corso con Anna, molto è cambiato. La cosa più importante sono io. Ho potuto capire a mio figlio cosa gli stava succedendo quando scrive, legge, decide. Che fatica per lui afferrare le lettere "volanti" e tradurle in parole! Ora io stesso, dal fermarmi a leggere, sento quali parole-trigger lo rallentano. La visione del mondo del bambino è cambiata dopo il corso. Ha saputo leggere senza intoppi, a parole intere, capire quello che aveva letto, prima dovevo rileggergli quello che leggeva a metà con dolore per "cogliere il significato", ora legge da solo. E legge non quattro righe alla volta, ma una pagina alla volta! Questo è un grande risultato per noi. Lettera: ha cominciato a "vedere" il bordo sinistro del foglio. Lavoriamo con l'alfabetizzazione! Ma ora ho trovato la mia "luce alla fine del tunnel". Lavoriamo a casa. È facile, persino divertente. La modellazione è diventata una cosa preferita. Grazie ad Anna per la sua pazienza, comprensione, atteggiamento positivo, ottimismo e supporto..

Oksana Hakobyan, figlio David di 9 anni.

Abbiamo studiato con Anna Zayats a marzo. Non volevo scrivere una recensione prima, per non infastidirla) Bene, guarda i risultati. Allora cosa è successo: una figlia di 10 anni, una studentessa di terza elementare. Tutti e tre gli anni a scuola ho letto terribilmente! Ho pensato alla fine delle parole, ed è stato molto lento e doloroso! È chiaro che con tale lettura non ho capito il significato di ciò che ho letto. Di solito tengo il silenzio sulla lettera! Ho perso le lettere, ostinatamente non ho visto il segno morbido, nomi e nomi sono sempre con una minuscola! Potrei iniziare a scrivere dal centro del foglio, non dall'alto. Abbiamo studiato con neuropsicologi per 2 anni a casa. Non ci sono stati risultati! (Ora cosa: 4 in russo e 4 in letteratura per trimestre. Questo è un grande risultato per noi! Non abbiamo visto nulla tranne 3 e 2 prima! Sono molto soddisfatto del programma e Anna! Questa è una persona molto piacevole e una sua professionista Si vede che ama i bambini, per me è stato importante quando si sceglie uno specialista. Ho trovato subito un linguaggio comune con Arisha. Le lezioni si tengono a casa di Anna in una stanza enorme e spaziosa separata. Anche questo è stato un plus per me. Sì, ancora una cosa: ora studiamo a casa 2 volte a settimana. Ogni lezione dura circa 30 minuti. Non è affatto fastidioso e non è difficile! Buona fortuna e tutto il meglio a tutti! Ad Anna, un enorme umano GRAZIE per quello che sta facendo!

Yankovskaya Olga, figlia Arina di 10 anni.

Certo, non è un caso che la parola dislessia attiri l'attenzione..

Ecco come sono arrivato al tuo sito. E voglio davvero dire, no, anche gridare: questa tecnica funziona. Mio figlio è dislessico. L'ho saputo quando era in seconda elementare (erano 13 anni fa) e l'insegnante ha attirato la mia attenzione sul problema della lettura e della scrittura con mio figlio, mi ha consigliato di cercare specialisti. Siamo stati testati, abbiamo ricevuto una conclusione "dislessia e disgrafia" e un'offerta per trasferire il bambino in una scuola di correzione speciale. Ma ho un bambino completamente normale, intelligente, sano e felice. Sì, non legge bene, sì, commette errori divertenti in quasi ogni parola. E non ero d'accordo con un'altra scuola. Ho iniziato a studiare qualsiasi informazione sulla dislessia. Mi sono imbattuto in un articolo su Ronald Davis e il suo libro "The Gift of Dyslexia". Agganciata. Ho trovato un centro a Mosca, sono andato per un consulto. Sia a me che a mio figlio è piaciuto tutto. Abbiamo continuato i nostri studi. Oggi è uno studente del quarto anno, uno studente di un impiegato statale di una non debole Università tecnica di Mosca. E sebbene scriva ancora in modo eterogeneo, a volte ci sono errori, ea volte non lo sono affatto, sono grato a Davis per tutto ciò che ho potuto dare e insegnare a mio figlio usando il suo metodo. Lei lavora!

Natalia, figlio, 21 anni.

Voglio lasciare il mio feedback sul metodo Davis non tanto ad Anna, ma a tutti quei genitori che cercano almeno qualche informazione sul trattamento della dislessia e sul metodo Davis. Io stesso ho affrontato un problema quando ci sono pochissime informazioni e feedback su Internet da parte di coloro che hanno già provato a praticare questo metodo. Mio figlio ha 11 anni. Nessuno ci ha diagnosticato la dislessia, anche se siamo andati da un neuropsicologo. Ci è stato consigliato di prendere un buon logopedista. Lavoriamo con due logopedisti da quasi due anni! Non posso dire che non ci sia stato alcun risultato. No, ce n'erano alcuni. Il figlio ha cominciato a leggere almeno le sillabe. Prima di allora, non capiva affatto come piegare le lettere. Ma il problema è che in questa lettura per sillabe ha costantemente commesso degli errori. Ci sono MOLTI errori nella lingua russa! Soprattutto nei dettati! Certo, ho avuto l'idea di trasferirlo in una scuola privata, dopotutto ci sono meno bambini e l'approccio è individuale. Ma è successo che all'inizio ho deciso di provare il metodo Davis. La mia scelta è caduta su Anna. Subito dopo il consulto, non avevamo ancora avuto il tempo di uscire dalla porta, e Artyom aveva già detto che voleva tornare qui ed era pronto per seguire il corso. Quindi Anna gli piaceva). In generale, è molto timido e riluttante a entrare in contatto, soprattutto con gli adulti. E poi sono entrato in conversazione, non subito, naturalmente, ma ho guardato la conversazione tra Artyom e Anna e mi sono chiesto come avesse detto così tanto di se stesso a uno sconosciuto. In generale, abbiamo seguito il corso a settembre. Il quinto giorno, c'è stato un netto miglioramento nella lettura. Ne sono stato molto felice! Siamo tornati a casa per studiare ulteriormente. Ci alleniamo tre volte a settimana: questo è mercoledì e due giorni di riposo. È passato un mese. La lettura sta migliorando sempre di più. Ci sono meno errori di scrittura. Anna ci ha avvertito che gli errori nella scrittura scompariranno gradualmente se ti eserciti regolarmente: prima, miglioramento nella lettura e poi nella scrittura. Per i compiti in russo, Artyom ha iniziato a portarne 4! L'insegnante chiede dove siamo stati e cosa stiamo facendo, perché vede anche miglioramenti e risultati! Artyom capisce di cosa sta leggendo e può raccontarlo di nuovo. Prima non era così! Per ora ho deciso di restare alla scuola pubblica. È incredibile, ma sta ancora portando avanti il ​​programma. Spero che la mia recensione aiuti i genitori che non sanno cosa fare o dove affrontare la dislessia..

Anna, figlio Artyom di 11 anni.

Ragazza, 8 anni. Abbiamo affrontato un problema nell'apprendimento: era molto difficile per noi raccogliere i nostri pensieri e fare lezioni, era difficile concentrarci su una cosa. Quindi, sono sorte difficoltà con la scuola e i compagni di classe: il bambino non tira il curriculum scolastico. Ci siamo rivolti ad Anna per chiedere aiuto. E si è scoperto che Anna possiede strumenti meravigliosi, il segreto di cui ora conosce la nostra ragazza. E ora, nel caso del "volo tra le nuvole", ricorriamo a strumenti miracolosi. Il bambino torna alle lezioni entro un minuto e, allo stesso tempo, il rendimento scolastico migliora sotto i nostri occhi. In 1 ° grado, gli insegnanti ci hanno detto: "Il bambino studierà per 2 in tutte le materie". Alla fine del secondo trimestre, i nostri voti infatti variano da 3 a 5. E i due sono evaporati da qualche parte e continuano ad evaporare! Grazie mille, Anna!

Maria, Sofia 8 anni.

Mia figlia Varya (9 anni) è stata sottoposta a trattamento per la dislessia secondo il metodo Davis nell'agosto 2017. Prima di allora, c'erano 1,5 anni di programmi correttivi che utilizzavano metodi classici, che non davano miglioramenti evidenti. Il mio desiderio (come mamma) era quello di aumentare la velocità di lettura del bambino. Varya aveva una "mentalità matematica", persino l'inglese le veniva dato con meno stress della letteratura e del russo. Le lezioni di Anna ci hanno aiutato molto! Varya iniziò a leggere in modo molto più scorrevole e significativo. Non ha bisogno di rileggere le frasi due o tre volte per capire il succo. HA IMPARATO A CONCENTRARE L'ATTENZIONE! C'è ancora molta strada da fare a scuola. Ora so come aiutarla in tempo, indirizzarla nella giusta direzione..

Grazie mille Anna!

Elena, figlia di Varvara, 9 anni.

Abbiamo seguito il corso di Anna alla fine di maggio. Prima del corso, mia figlia leggeva con grande difficoltà, con tutto il cuore odiava leggere! I compiti di lettura e la lingua russa erano una vera tortura per lei e per me e finivano sempre in urla e litigi, i nostri rapporti iniziarono a deteriorarsi bruscamente, iniziammo ad allontanarci gli uni dagli altri. I test a scuola in russo l'hanno portata al punto di fallire. È arrivato al punto che quando doveva esserci un test in russo, mia figlia ha iniziato ad ammalarsi! Non abbiamo mai visitato medici speciali con questa domanda e quei pediatri che l'hanno guardata non hanno visto alcun problema. L'insegnante ha anche detto che era solo pigra e non voleva studiare, e che aveva bisogno di studiare di più a casa: leggere e scrivere di più. Ho trovato io stesso informazioni sulla dislessia su Internet, ho letto molto al riguardo, ho capito che si trattava della mia Darina. Nello stesso posto mi sono imbattuto nel sito di Anna e, a dire il vero, non ho cercato nessuno o altro. Siamo venuti per un consulto e la mia ostinata Darina si è innamorata di Anna. Alla consultazione, Anna ha espresso il mio pensiero sulla dislessia e alla fine di maggio siamo venuti al corso. Siamo molto contenti del risultato! Mia figlia ha iniziato a leggersi con piacere! Sceglie lei stessa il libro e lo legge di notte! Ora ha iniziato a dettare e controllare le parole mentre scriveva. Ci sono molti meno errori! È diventata più sicura di sé, vede i suoi successi e quindi è attratta dalla lettura! Sorprendente! Ed è diventato molto più facile per me! Le sono stati assegnati degli incarichi nel suo taccuino estivo per l'estate: vuole farli da sola, senza il mio aiuto! Sono molto felice e soddisfatto! Grazie Anna!

Irina, figlia di Darin 10 anni

Ho notato il problema in prima elementare: leggere era sempre difficile, le lettere erano confuse, i finali venivano inghiottiti o inventati. Lo ha attribuito alla disattenzione. Le parole del vocabolario sono state insegnate dall'estate, in modi diversi: visivamente, a orecchio, scritte molte volte. Ma, sfortunatamente, in seconda elementare, le parole del vocabolario sono state dimenticate, le preposizioni sono state scritte insieme alle parole. Ho capito che c'era un problema e ho sospettato la dislessia. Come risultato dei test, le mie paure sono state confermate. Si è deciso di seguire un corso di correzione con Anna. Il risultato è stato sbalorditivo: dettati, vocaboli, lettura hanno smesso di essere tortura. Il bambino ha imparato a usare gli strumenti, è diventato sicuro di sé. È diventato meno ansioso. Ho cambiato il mio approccio, è diventato più facile per me. Certo, c'è ancora molto lavoro da fare a casa, ma è motivo di gioia per me e per il bambino. Anna, grazie per averti incontrato: una persona meravigliosa e una professionista con la maiuscola. Grazie da tutta la nostra famiglia. Ekaterina e Artyom

Ekaterina Shestakova, figlio Artyom di 8 anni.

Voglio dire un enorme grazie umano ad Anna per il suo lavoro! Dopo aver completato il corso, mio ​​figlio, che, in generale, non sapeva leggere, non capiva di cosa stava leggendo, odiava la lettura e tutto ciò che era connesso ad essa, ha chiesto di comprargli un libro. Legge tutti i giorni, e io cerco nemmeno di respirare, per non spaventarmi!) Si siede per le lezioni e mi chiama! In quei dettati che gli ho dettato, dopo il corso ho cominciato a fare il doppio degli errori! Il corso è appena stato completato e ci sono ancora lezioni da seguire, ma ora vedo progressi! Abbiamo tempo per studiare attivamente prima dell'inizio dell'anno scolastico. Scriverò ulteriori risultati..

Svetlana, figlio Artyom di 12 anni

È difficile guardare un bambino che è considerato più di una semplice “pecora nera” in classe, che non ha amici, quando uno psicologo della scuola primaria parla di una scuola per bambini “portatori di handicap”. A casa, questo bambino ama l'astronomia, gli animali, ecc. È arrivato al punto che i genitori hanno deciso di trasferire Nastya in un'altra scuola. Ma dov'è la probabilità che sia migliore lì? Non scriverò ed elencherò tutti quei problemi che tutti voi conoscete molto bene (dislessia e disgrafia). Questo è scritto in tutte le recensioni sui loro figli. Voglio solo dire ANNA, GRAZIE MOLTO, GRAZIE così tanto che è impossibile trasmettere questo. Questo può essere compreso solo da quei genitori con bambini che hanno seguito il corso di dislessia di Anna. Questo può essere compreso dai bambini che non vogliono separarsi da Anya. Cari genitori, se state leggendo la mia recensione, non esitate, chiamate e iscrivetevi ad Anna. Credimi, non riconoscerai tuo figlio dopo 2 lezioni. Ancora una volta GRAZIE ENORMI e FIOCCO!.

Vera Borisovna, nipote di Anastasia di 9 anni

Ho trovato Anna nel giugno 2018. L'abbiamo contattata con un problema di lettura e scrittura da parte di suo figlio. Leggeva molto male, faceva molti errori, non capiva di cosa stava leggendo. Nel taccuino russo, tutte le pagine erano rosse per le correzioni dell'insegnante. Posso dire che il metodo funziona. Adesso mio figlio legge senza problemi. Certo, non quello che è stato chiesto a scuola per l'estate, non è interessante per lui. Ma legge i libri che sceglie: guarda in Internet, cerca, chiede di comprare. Questo è sorprendente, ovviamente, e insolito. Non posso ancora dare una risposta univoca sulla lettera. Sua moglie sta lavorando con lui, devi ripetere molte altre regole in russo. Ma, nei dettati che lei gli detta, ha sicuramente iniziato a fare meno errori. Il metodo Davis posso tranquillamente consigliare. Questa è una "spinta" visibile nello sviluppo del bambino..

Oleg, figlio di Gleb 11 anni

Buon pomeriggio, prima di venire da Anna, ho familiarizzato con molti dei metodi disponibili per correggere la dislessia. Cercavo il meglio per mio figlio e penso di aver trovato la strada giusta. Maxim non voleva particolarmente andare al corso, ricordava le nostre ultime lezioni. C'erano compiti a casa grandi e noiosi per correggere la dislessia. Ma dopo il primo incontro con Anna, si è interessato e si è detto che voleva studiare. Anna, in una conversazione con un figlio adolescente, affascina e interessa. Il problema era un numero enorme di errori di ortografia nei dettati e anche con la semplice riscrittura. Hai completato un corso di correzione della dislessia. Abbiamo iniziato a studiare a casa 2 volte a settimana. Un mese e mezzo dopo, il figlio per la prima volta nella sua vita ha chiesto di comprargli un libro. Questo non è un programma scolastico, ma una sua scelta, ma durante l'estate ha "ingoiato" tre volumi di 350 pagine. Continuiamo a lavorare a casa, in uno stato adeguatamente sintonizzato rispediamo le regole per la lingua russa. La mia grafia è migliorata, ho iniziato a pensare all'ortografia, a concentrarmi più facilmente, non così stanco. Continuiamo a lavorare e osservare i risultati. Anna, grazie mille da tutta la nostra famiglia!

Olga, figlio Maxim Solovyov di 10 anni.

Nel settembre 2018, la mia studentessa Sasha (11 anni) ha studiato con Anna Zayats sul superamento della disgrafia e della dislessia. Le difficoltà di Sasha nel padroneggiare il curriculum scolastico in lingua e letteratura russa sono cresciute di anno in anno. Alla fine del 5 ° anno è sorta la questione di riprendere i risultati della prova finale, in quanto "insoddisfacenti". Lo studente conosce le regole, svolge compiti di grammatica, ma con la dettatura è un disastro, anche se fa il lavoro successivo sugli errori oralmente bene. Anna gli ha insegnato a sintonizzarsi sul lavoro, a mantenere a lungo l'attenzione durante lo svolgimento dei compiti, a leggere senza perdere lettere, a essere consapevole di ciò che legge; lavora con parole in cui sbaglia mentre le scrive. Le lezioni erano interessanti e produttive. Il bambino ha imparato facilmente come agire per superare le difficoltà che si presentano. Abbiamo proseguito con entusiasmo il lavoro iniziato in casa. Nei suoi studi, Sasha ha mostrato risultati positivi, e questo si rifletteva naturalmente nel suo atteggiamento nei confronti degli studi. È diventato più fiducioso nelle sue capacità, con piacere frequentando lezioni di russo e letteratura. Mille grazie ad Anna per questi risultati!

Nadezhda, figlio Daniel, 11 anni

Ciao Anna, grazie mille per il tuo lavoro, i progressi sono evidenti.

Alexander, figlio Dmitry Morgachev di 9 anni

In seconda elementare, a mio figlio è stata diagnosticata la dislessia disgrafica. istruzione domestica. ho iniziato a studiare con un logopedista, ha scritto 28 parole in una lezione, su Internet ho trovato corsi sul metodo Davis. Siamo venuti per un consulto sul test, la nostra diagnosi è stata confermata., Abbiamo iniziato la formazione. Il primo giorno dopo il corso, è uscito con gli occhi ardenti e ha detto: "Mamma, sono felice!" Fino a sera, ha continuato a dirmi qualcosa. era una diagnosi. che ha portato a lasciare la scuola. Dopo la seconda lezione, il bambino era felice di inventare barzellette e fino a sera non poteva essere impedito di parlare. In classe, Anna ha sostituito sia uno psicologo che un neuropsicologo, un logopedista e un defettologo che ci è stato detto di passare dopo 3 giorni di lezione era pensieroso, concentrato per 2 ore e poi non ha smesso di parlare fino a sera. dopo 4 giorni di lezione, ha recitato indietro l'alfabeto, era fiducioso di buon umore. dopo 5 giorni di lezioni, ha letto un libro in metropolitana e così espressamente, ad alta voce e con fervore l'intera carrozza si è commossa con orgoglio. Sull'autobus chiedevo un secondo libro e lo leggevo espressamente: ogni sera leggevo a mia sorella di notte, leggevo 13 libri di fiabe e io stesso leggevo 11 racconti di Nosov. ho appena iniziato a leggere "Boy Star". Ho scritto una storia di 110 parole in formato A4 con tutti i segni di punteggiatura, ho usato 6 aggettivi per la descrizione della volpe, preposizioni senza errori in 1 ora. Un grande balzo, il logopedista ha visto una svolta dopo il corso

Davis è lodato in classe, racconta ciò che ha letto, ricorda le lezioni, insegna poesie, le lezioni richiedono poco tempo.

Anni di tormento per me e mio figlio si sono fermati in un attimo come una boccata d'aria fresca Grazie mille ad Anna per il suo lavoro e aiuto I genitori che hanno riscontrato un tale problema non perdono tempo vieni a studiare corsi molto efficaci programma che consiglio.

Natalia, figlio di Kirill Emelyanov, 9 anni

ARGOMENTO: Violazioni delle operazioni di conteggio (concetti di base)

Le violazioni del conteggio sono definite dai termini "acalculia" e "discalculia". Allo stesso tempo, i disturbi di conteggio nei pazienti con lesioni cerebrali locali sono più spesso definiti dal termine "acalculia" e disturbi nel controllo delle operazioni di conteggio nei bambini - "discalculia".

Il termine "acalculia" fu proposto per la prima volta da S. F. Henschen nel 1919 per denotare disturbi del conteggio dovuti a danni cerebrali locali. L'autore ha differenziato le violazioni della lettura e della scrittura di numeri, da un lato, e i disturbi delle operazioni mentali di conteggio, dall'altro. Chiamò i disturbi della lettura e della scrittura dei numeri acalculia nel senso ampio di questo termine e disturbi delle operazioni mentali di conteggio - acalculia in senso stretto..

Un gran numero di studi sono stati dedicati all'acalculia negli adulti con lesioni cerebrali locali. I disturbi del conteggio nei bambini sono stati studiati in modo meno intensivo.

La ricerca di Gerstman ha dato un contributo significativo allo studio dell'acalculia. L'autore ha descritto una sindrome associata a una lesione parieto-occipitale del lato sinistro, in cui l'agnosia digitale era combinata con indistinguibilità destra-sinistra, agrafia, aprassia costruttiva e ridotta funzione di conteggio. Questa sindrome è chiamata "sindrome di Hertsman". L'autore ha sottolineato la stretta correlazione tra abilità con le dita e operazioni di conteggio elementari..

K. Kleist (1934) ha effettuato la diagnosi differenziale tra varie forme di disturbi del conteggio nelle lesioni cerebrali locali. Tra le violazioni del racconto, l'autore ha individuato tre forme: 1) alessia dei numeri; 2) grafia dei numeri; 3) acalculia.

Alexia dei numeri, cioè una violazione della lettura dei numeri, l'autore considerava una manifestazione residua di afasia. S. F. Henschen ha rivelato un'elevata prevalenza di alessia delle dita tra i pazienti con afasia. Allo stesso tempo, i pazienti hanno una lettura lenta del testo alfabetico, ma non possono leggere i numeri..

L'agrafia dei numeri, secondo K. Kleist, è associata all'aprassia e all'agrafia delle parole. Con l'aggraphics dei numeri, l'organizzazione spaziale del numero è assente, ma i pazienti non hanno difficoltà nelle operazioni di conteggio mentale. L'agrafia dei numeri, secondo K. Kleist, appare molto raramente in isolamento, di solito è combinata con l'alessia dei numeri.

L'autore identifica due forme di agrafia dei numeri: aprassica ideocinetica e aprassica costruttiva. Nella prima forma, il paziente non riesce a trovare i movimenti necessari per scrivere il numero. In questo caso, una cifra viene sostituita da un'altra. Nella seconda forma, l'idea della posizione della cifra si rompe nella designazione dei numeri. In questo caso, la sequenza di scrittura dei numeri è mista quando si denota un numero. Allo stesso tempo, con gli agrafici dei numeri, i pazienti non hanno difficoltà significative nelle operazioni di conteggio mentale orale. Secondo Kleist, l'agrafia dei numeri si manifesta molto raramente in isolamento, di solito è combinata con l'alessia.

Akalkulia, secondo K. Kleist, è associata a una violazione delle operazioni mentali del conto senza alessia pronunciata e agrafia dei numeri. L'Akalculia è considerata un disordine dell'idea di quantità.

Molti autori (O. Peritz, 1918; A. Wöpagu, 1922; K. Kleist, 1934) descrissero casi di acalculia "pura", che era associata a una violazione delle operazioni di conteggio mentale. K. Kleist considerava questo disturbo del conteggio una violazione del concetto di quantità.

Pertanto, un'analisi della letteratura dell'inizio del XX secolo mostra che durante questo periodo sono stati distinti due tipi di violazioni di conteggio.

Nel primo tipo di conteggio delle violazioni, la difficoltà principale risiede nell'incapacità di determinare la posizione del numero durante la percezione e la scrittura del numero. Allo stesso tempo, i pazienti non sono in grado di implementare l'account plan. Fanno errori durante l'aggiunta e la sottrazione di numeri perché non posizionano correttamente le colonne di numeri. Allo stesso tempo, il loro conto mentale viene preservato. La maggior parte degli autori associa questo tipo di acalculia a un difetto nella percezione spaziale..

Con il secondo tipo di acalculia, le difficoltà sono associate alla disintegrazione del sistema quantitativo, con una violazione del concetto di numero.

Per quanto riguarda la localizzazione della lesione, la maggior parte degli autori ha notato la lesione della regione occipitale-parietale del cervello con acalculia.

ARGOMENTO: Violazioni della padronanza delle operazioni di conteggio (discalculia) nei bambini

Le difficoltà nel padroneggiare la matematica al livello iniziale di scolarizzazione si osservano non solo nei bambini con vari tipi di disturbi dello sviluppo, ma anche nei bambini con uno sviluppo mentale preservato.

Prevenire e superare il fallimento scolastico dei bambini nel padroneggiare le conoscenze, abilità e abilità matematiche di base richiede lo studio delle loro difficoltà, identificando i meccanismi e le cause di queste difficoltà.

1. BREVE PANORAMICA STORICA SULLO SVILUPPO DELL'INSEGNAMENTO SULLA DISCALCOLIA

Le prime menzioni di alcuni sintomi di disturbi del conteggio nei bambini si trovano in J. Kerr (1897).

Le opinioni degli scienziati della fine del XIX e dell'inizio del XX secolo sulla natura della discalculia erano ambigue. Alcuni autori ritenevano che le difficoltà nel padroneggiare il racconto non fossero specifiche, ma piuttosto legate a un insegnamento improprio o alla frequenza non scolastica. Altri, al contrario, hanno notato che difficoltà specifiche sono alla base della discalculia..

Inizialmente, le difficoltà nel padroneggiare il conteggio sono state studiate in relazione ai problemi di lettura. Quindi, A. Stezz (1897), N. Ritter (1902), S. Stefenson (1904) notarono che insieme ai disturbi della scrittura e della lettura nei bambini, vengono rivelati difetti nelle operazioni di conteggio. I lavori degli autori indicano la natura delle difficoltà, ma non rivelano i problemi dell'eziologia e dei meccanismi patologici di questi disturbi..

Nelle opere di F. Bachmann, dedicate all'alessia congenita, si nota che l'alessia delle parole a volte si estende ai numeri. F. Bachmann ha scoperto 86 casi di alessia congenita, 7 casi di numeri di alessia. Secondo l'autore, l'alessia completa dei numeri è molto rara, tuttavia, la disposizione errata dei numeri quando si scrive un numero e le tendenze all'inversione sono molto spesso rivelate..

Successivamente, appare un punto di vista, secondo il quale la discalculia nei bambini non è sempre associata a disturbi della lettura e della scrittura. Così, E. Guttman (1936), studiando la discalculia evolutiva, identificò casi di discalculia "pura" e discalculia associata a disgrafia.

Nei casi di discalculia "pura", le principali difficoltà dei bambini sono nell'attuazione delle operazioni di conteggio mentale. I bambini hanno difficoltà a confrontare il numero di battiti, contare il numero di battiti in un dato ritmo e determinare contemporaneamente il numero di oggetti. Nei casi associati alla disgrafia, i bambini hanno difficoltà a scrivere numeri, mescolare la posizione dei numeri nelle operazioni di conteggio scritte.

Successivamente, la letteratura descrive un gran numero di casi di difficoltà nell'acquisizione di conoscenze e abilità matematiche da parte dei bambini..

Dagli anni '30, lo studio della discalculia nei bambini è diventato più intenso e sfaccettato (F. Laubental, 1936; A. Tredgold, 1937; N. Granjon-Galifret, J. Ajuriaguerra, 1951; A. Kossakowski, 1962; E. Hasaerts van Geertruyden, 1970; C. Daurat-Hmeliak, M.-R. Montes-Boada, R. Narlian, C. Portier, 1970; Ch. Richaud, 1970; Cl. Vergout-Rueff, 1970; L. Kosc, 1971 ). Tra gli autori domestici, un certo contributo allo sviluppo della dottrina della discalculia nei bambini è stato dato da S. S. Mnukhin (1948), E. D. Prokopova (1953), Yu. G. Dem'yanov, (1970), L. M. Chuchalina (1970), M. V. Ippolitova (1972), V. M. Yavkin (1975), S. L. Shapiro (1976), G. M. Kapustina (1989) e altri.

Studi clinici, psicologici, neuropsicologici su bambini con discalculia hanno permesso agli autori di identificare non solo la sintomatologia, ma anche l'eziologia, i meccanismi di questo disturbo, hanno permesso di considerarlo dal punto di vista dell'approccio sindromico.

2. EZIOLOGIA DELLA DISCALCOLIA

Esistono diversi punti di vista sull'eziologia della discalculia in letteratura. Come fattori eziopatogenetici principali, si distinguono fattori sia endogeni che esogeni.

I genitori di molti bambini con discalculia hanno complicazioni psicopatologiche: alcolismo, condizioni depressive, psicopatie, squilibrio psicopatologico, ecc..

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, vari tipi di disturbi del conteggio sono associati a danni organici al cervello nelle prime fasi dell'ontogenesi e al sottosviluppo secondario delle strutture cerebrali che si formano nel periodo postnatale..

Nella storia dei bambini con discalculia, si nota spesso la patologia del sistema nervoso centrale: emiplegia, paraplegia, idrocefalo, epilessia, polimielite, ecc. (V.M. Yavkin, 1975; S. Daurat-Hmeliak, 1970; Cl. Vergout-Rueff, 1970, ecc..).

Le menomazioni parziali influenzano l'acquisizione di tutte le abilità della scuola elementare: lettura, scrittura e conteggio..

Tra i fattori di rischio nella storia dei bambini con discalculia, si distinguono anche prematurità, tossicosi della gravidanza, asfissia durante il parto, malnutrizione, alterato sviluppo psicomotorio precoce..

Nell'analisi dell'eziologia della discalculia, l'attenzione è focalizzata sull'importanza delle infezioni, delle malattie croniche e della debolezza somatica in questa categoria di bambini..

Nell'eziologia del rendimento scolastico compromesso, il primo posto è occupato dalle malattie sofferte prima dei tre anni (malattie croniche, infezioni gravi, ecc.), Così come dalla nascita e dalle lesioni cerebrali in tenera età (Yu. G. Demyanov, S. S. Mnukhin, G.E.Sukhareva, S. Daurat-Hmeliak e altri).

L'ambiente microsociale sfavorevole come fattore significativo nell'insuccesso scolastico dei bambini, anche in matematica, è sottolineato da Yu G. Demyanov, TM Simeon, E. Grushchik-Kolchinskaya. Nella stragrande maggioranza dei casi, i bambini con discalculia hanno una situazione familiare “distorta”: una famiglia incompleta, figli illegittimi, deviazioni significative nella manifestazione dei sentimenti materni, indifferenza verso il bambino o eccessiva custodia, una situazione familiare traumatizzante. Tutti questi fattori hanno un impatto negativo sull'evoluzione dei rapporti familiari e sulla personalità del bambino. Relazioni familiari sfavorevoli, cattive condizioni sociali causano un ritardo nello sviluppo di molte funzioni mentali, sviluppo tardivo della parola, difficoltà nel padroneggiare la lettura, la scrittura e il conteggio.

La discalculia, come altre manifestazioni di insuccesso scolastico, è associata a disturbi affettivi, scarso adattamento alle condizioni scolastiche, difficoltà nei contatti personali e comparsa di paura della scuola.

A seconda dell'origine (cerebrale, somatogena) e del tempo di esposizione del bambino a fattori patologici, i disturbi dello sviluppo mentale nei bambini con discalculia possono manifestarsi in diverse varianti di deviazioni nella sfera emotivo-volitiva, nell'attività intellettuale e linguistica..

Secondo S. Daurat-Hmeliak, S. Portier e altri autori, i seguenti gruppi si distinguono tra i bambini con discalculia: 1) inibiti; 2) bambini con uno stato psicotico; 3) instabile; 4) bambini con sintomi neurologici.

Il gruppo più numeroso è risultato essere bambini inibiti, rappresentando la metà di tutti quelli esaminati. Questi bambini sono caratterizzati da letargia generale, immaturità emotiva e ansia. Il comportamento dei bambini è caratterizzato da passività, pigrizia, rifiuto di qualsiasi iniziativa.

I risultati degli studi sullo sviluppo intellettuale, valutati da Wechsler, hanno mostrato che il QI di questi bambini nella maggior parte dei casi è normale..

Un numero significativo di bambini inibiti rende necessario scoprire la genesi e la natura dei disturbi del conteggio in essi. Si pone la questione se le difficoltà di scolarizzazione di questi bambini siano collegate alle peculiarità della loro attività mentale, con l'inibizione dei processi mentali. Si dovrebbe presumere che la pedagogia tradizionale non stimoli sufficientemente la loro attività mentale. I fallimenti del bambino si accumulano, si sovrappongono, diventano più complessi, ha un atteggiamento negativo nei confronti della scuola. A sua volta, ciò provoca la "fuga" dai problemi, in relazione ai quali i fallimenti diventano sistematici e persistenti..

Il gruppo di bambini con una condizione psicotica comprende solo ragazzi e rappresenta un quinto di tutti i bambini con discalculia. I bambini di questo gruppo rappresentano una tipologia molto caratteristica: sono individui, poco strutturati, che non rifiutano il contatto, ma sono molto dispersi nel comportamento. Spesso vivono in un mondo di immagini, lontano dalla realtà, pensano poco a quello che fanno e dicono. Spesso mostrano la stessa indifferenza per tutto..

Il livello intellettuale di questi bambini della scala Wechsler è in media 95, ma non è lo stesso (da 79 a 111).

I bambini di questa categoria al primo esame fanno una buona impressione, creando l'illusione della facilità di superare la discalculia. Tuttavia, nel processo di correzione, viene riscontrato un difetto significativo nelle funzioni che garantiscono la padronanza del conteggio. Di regola, i bambini sono in ritardo di due anni di scuola e le loro difficoltà progrediscono con l'età.

Nel gruppo di bambini instabili si notano instabilità psicomotoria, eccitabilità, labilità di attenzione, mancanza di interesse per la scuola.

L'instabilità dei bambini domina sia nelle relazioni familiari che scolastiche. In classe, questi bambini sono costantemente eccitati, la loro attenzione è instabile. Nonostante il potenziale per una comprensione globale del materiale scolastico, la loro conoscenza matematica è caratterizzata da frammentazione, indistinzione e vaga, poiché non possono concentrarsi per molto tempo..

Le difficoltà di conteggio di questi bambini non sono isolate. Sono spesso associati all'immaturità della lateralizzazione e dell'organizzazione spaziale. In alcuni casi, si nota il ritardo motorio, il ritardo nello sviluppo del linguaggio.

Il livello intellettuale di questa categoria di bambini è normale, secondo la scala Wechsler è in media 100.

Il quarto gruppo è costituito dai casi in cui i bambini mostrano sintomi neurologici (emiplegia, epilessia, idrocefalo, ecc.). Le difficoltà scolastiche per questi bambini sono di natura globale. I fattori che determinano la difficoltà di padroneggiare il conteggio sono associati all'immaturità linguistica, nonché a grande affaticamento, passività mentale.

Il livello intellettuale di questa categoria di bambini è nel range normale, il QI è in media 91 (secondo Veksler).

La discalculia, come altre manifestazioni di fallimento scolastico (dislessia, disgrafia, disorfografia), sono più spesso osservate in una sindrome di vari disturbi mentali: nei bambini con danno cerebrale organico (con epilessia, idrocefalo, paralisi cerebrale, ecc.), Nei bambini con problemi di udito e vista, con gravi disturbi del linguaggio e soprattutto spesso nei bambini con disfunzione cerebrale minima, ritardo mentale (S.S. Mnukhin, 1948; Yu.G. Demyanov, 1970; S.L.Shapiro, 1976; G.M. Kapustina, 1989; E Hasaerts van Geertruyden, 1970; K. Kosc, 1971; N. Sylvestre, C. Daurat-Hmeljak, 1972; J. Brousseau, 1980, ecc.).

La frequenza della discalculia nei bambini con ritardo mentale è associata alle specificità dell'attività cognitiva e alle caratteristiche dello sviluppo mentale (M. S. Pevzner, 1966; Yu. G. Demyanov, 1970; T. A. Vlasova, 1973; S. L. Shapiro, 1976; V.I. Lubovsky, 1978, 1989, ecc.).

Lo sviluppo mentale dei bambini con CRD è caratterizzato dalle seguenti caratteristiche.

Hanno un'immaturità della sfera cognitiva ed emotivo-volitiva, difficoltà nel comportamento, una limitata disponibilità di idee sul mondo che li circonda, difficoltà nelle operazioni logico-verbali e peculiarità della memoria. Nei bambini con CRD, viene rivelato un basso livello di formazione di tali processi mentali come rappresentazioni spaziali, percezione visiva, analisi e sintesi simultanee e successive. Insieme a questo, si riscontra spesso un sottosviluppo generale del linguaggio (Yu. G. Demyanov, 1970; V. I. Kovshikov, 1970; E. V. Maltseva, 1990; R. I. Lalaeva, 1992, ecc.).

Così, lo studio delle conoscenze e delle abilità matematiche degli alunni di prima elementare di una scuola per bambini con ritardo mentale, condotto da SL. Shapiro, ha trovato discalculia in più della metà dei bambini, acalculia in un terzo e una forma di discalculia cancellata nel 14%. Va sottolineato che nel gruppo di soggetti non c'erano bambini che avrebbero completato correttamente tutti i compiti..

Risultati simili sono stati ottenuti da G. M. Kapustina a seguito di uno studio su bambini con Ritardo Mentale: solo il 10% di loro è stato in grado di raggiungere il secondo livello di successo nel completamento delle attività (dal 99 al 75% delle attività completate correttamente); la maggior parte dei bambini ha raggiunto il terzo livello (medio) di successo (meno del 75% delle attività completate correttamente). E non un solo bambino è stato in grado di affrontare completamente tutti i compiti.

3. SINTOMATICI DELLA DISCALCOLIA

La sintomatologia della discalculia include gli errori e le difficoltà più tipici nel processo di padronanza delle conoscenze, abilità e abilità matematiche (S. S. Mnukhin, 1948; Yu.G. Dem'yanov, 1970; M. V. Ippolitova, 1972; N. I. Nepomnyashchaya, 1972; S.L. Shapiro, 1976):

Conoscenza insufficiente della composizione di un numero, difficoltà nel padroneggiare la regola di formazione di un numero;

Relazioni quantitative non formate di numeri;

Riproduzione automatica dell'ordine dei numeri;

Difficoltà nello stabilire la relazione di un numero con i suoi vicini;

Difficoltà nel determinare la posizione di un numero in una serie di numeri naturali;

Padronanza insufficiente del vocabolario matematico;

Denominazione errata dei numeri;

Comprensione imprecisa della struttura grafica dei numeri;

Un modo elementare di eseguire operazioni aritmetiche (i bambini non si affidano alle regole, ma si affidano ad azioni esterne, un modo "manuale" di eseguire);

Ignoranza delle tabelle di addizione e sottrazione, moltiplicazione e divisione;

Natura prevalentemente specifica delle operazioni mentali.

4. MECCANISMI DELLA DISCALCOLIA

La questione dei meccanismi della discalculia è un problema complesso e non sufficientemente studiato. Vari fattori sono considerati meccanismi patogenetici della discalculia. L'analisi di diversi punti di vista sui meccanismi della discalculia consente di individuare condizionatamente diversi concetti (tenendo conto dell'aspetto principale di considerare i meccanismi della discalculia).

1. I concetti di discalculia, in cui le violazioni gnostico-pratiche si distinguono come meccanismi di discalculia.

Alcuni autori (N. Granjon-Galifret, J. Ajuriaguerra, 1951; A. Benton, 1962; M. Kindsborn, K. Warrington, 1963; Ch. Richaud, 1970; L. Kosc, 1971, ecc.) Correlano la discalculia con la gnosi e la prassi digitale in combinazione con uno schema corporeo non formato, l'aprassia costruttiva, cioè la discalculia nei bambini, è considerata una sindrome evolutiva di Hertsmann.

Allo stesso tempo, in alcuni studi sulla dislessia evolutiva (E. D. Prokopova, 1953; E. Hasaerts van Geertruyden, 1970) nei bambini con discalculia, non vengono rilevate violazioni della gnosi e della prassi.

Alcuni autori (C. Daurat-Hmeliak, M.-R. Montes-Boada, R. Narlian, C. Portier, 1970; CI. Vergout-Rueff, 1970, ecc.) Riscontrano disprassia e sintomi neurologici in alcuni bambini con discalculia. Allo stesso tempo, si nota che le violazioni della prassi hanno un impatto negativo sulla formazione di abilità e abilità matematiche. Tuttavia, il numero di bambini con disprassia nel numero totale di studenti con discalculia è insignificante..

Pertanto, i disturbi gnostico-pratici possono essere considerati non obbligatori (cioè, inerenti a tutti i bambini con discalculia), ma come un possibile fattore patogenetico. Inoltre, questo fattore è definito come uno dei meccanismi possibili, ma non dominanti, della discalculia..

2. Concetti psicologici della discalculia.

I concetti psicologici (nel quadro del problema generale dell'insuccesso scolastico) sono i più numerosi. I loro sostenitori associano la discalculia, come altre manifestazioni di insuccesso scolastico, con le operazioni mentali non formate di memoria, attenzione, pensiero (S.S. Mnukhin, 1948; A.I. Katsitadze, 1973; G.M. Kapustina, 1989; L.S. Lebedinskaya, 1983, ecc.).

S. S. Mnukhin, esaminando bambini con disturbi di lettura, scrittura e conteggio, scopre in essi disturbi della formazione di righe e riproduzione di righe automatizzate (violazione del conteggio ordinale, denominazione dei giorni della settimana, mesi dell'anno, ecc.), Rileva la mancanza di formazione di azioni complesse che consistono in una serie di operazioni sequenziali.

I bambini con discalculia hanno spesso una carenza nello sviluppo delle funzioni spaziali: orientamento spaziale, percezione spaziale.

Si noti che i bambini che non riescono in matematica hanno compromesso in modo significativo i processi del pensiero logico e matematico, ci sono difficoltà a livello delle operazioni mentali di base (classificazione, analisi, sintesi, generalizzazione, distrazione, inferenza, ecc.)

I bambini con discalculia hanno una ridotta attenzione, memoria visiva e uditiva.

Negli studi di alcuni autori (J. Luzikas, S. Daurat-Hmeliak, M.-R. Mop-teS-Boada, R. Narlian, S. Portier) si sottolinea che i bambini con insuccesso scolastico in matematica hanno caratteristiche non solo l'attività cognitiva, ma anche la sfera emotivo-volitiva.

Questi bambini sono caratterizzati da esaurimento mentale, bassa efficienza, inerzia dei processi mentali.

La discalculia è un disturbo specifico dell'imparare a contare, che si manifesta in età scolastiche e prescolari diverse. Secondo i risultati di molti anni di ricerca, è emerso che dal 3 al 6% dei bambini è caratterizzato da segni di discalculia.

Classificazione discalculia:

discalculia verbale - violazione della designazione verbale di concetti matematici

discalculia pratico-gnostico - disturbi del sistema numerico di oggetti specifici e visivi o dei loro simboli

discalculia dislessica - lettura alterata dei segni matematici

discalculia grafica - violazioni della registrazione di segni o simboli matematici e corretta riproduzione di forme geometriche

discalculia operativa: incapacità di eseguire operazioni matematiche.

Questa presentazione fornisce informazioni sulla prevenzione di un tipo di discalculia, vale a dire discalculia verbale..

Scarica:

Anteprima:

Per utilizzare l'anteprima delle presentazioni, crea un account Google (account) e accedi ad esso: https://accounts.google.com

Didascalie delle diapositive:

La direzione, il contenuto e i metodi della logopedia lavorano sulla prevenzione della discalculia verbale Preparato da: Alekseeva Anna Sergeevna

Cos'è la discalculia La discalculia è un disturbo espresso dall'incapacità di una persona di contare, di risolvere problemi matematici. Molto spesso, questa condizione si manifesta in età prescolare e primaria. Spesso i bambini con discalculia sono riconosciuti come ritardati mentali o pigri, vengono inseriti in classi speciali per i ritardatari. Per l'ulteriore sviluppo completo e un'istruzione di successo del bambino, è importante diagnosticare e correggere tempestivamente questo disturbo..

Sintomi di discalcolo ed errori di denominazione. Memorizzare l'ordine dei numeri senza comprenderne il significato. Difficoltà nel determinare la posizione di un numero tra gli altri numeri. Conoscenza insufficiente della terminologia matematica. Difficoltà a scomporre un numero in termini. Incapacità di distribuire i numeri secondo lo schema di più o meno. Errori nell'ortografia dei numeri. Eseguendo solo operazioni aritmetiche elementari, ed esclusivamente mediante conteggio manuale. I processi di pensiero sono estremamente specifici, i compiti vengono percepiti solo se esiste una condizione oggettiva. Difficoltà nell'esecuzione di operazioni aritmetiche sequenziali. Difficoltà significative o completa impossibilità di eseguire azioni con numeri complessi.

Classificazione della discalculia Pratica: l'incapacità di contare gli oggetti o le loro designazioni. Grafica: difficoltà nella scrittura di numeri e simboli matematici, difficoltà o completa incapacità di riprodurre forme geometriche. Verbale: difficoltà, se necessario, a nominare azioni matematiche, concetti. La dislessica è una violazione della lettura dei simboli matematici. Operativo: incapacità di eseguire operazioni aritmetiche.

Discalculia verbale La discalculia verbale si manifesta nella violazione della designazione verbale dei concetti matematici. Con la discalculia verbale, le operazioni computazionali possono essere eseguite con successo, ma il bambino non è in grado di nominare numeri, simboli, quantità, concetti. Con la discalculia verbale, il semplice compito di contare non è disponibile.

Prevenzione della discalculia verbale la formazione di rappresentazioni matematiche e il consolidamento di queste rappresentazioni nel discorso la formazione della comprensione delle parole (termini matematici) che denotano concetti matematici la formazione della capacità di usare la terminologia matematica la formazione della percezione spaziale lo sviluppo della memoria visiva e uditiva sviluppo della struttura lessicale del discorso sviluppo della percezione uditiva la formazione della percezione del colore, forma, dimensione, rappresentazioni quantitative.

Fasi e direzioni del lavoro di logopedia Fase I Insegnare ai bambini a comprendere le costruzioni del linguaggio e generalizzare le parole Sviluppare il discorso dialogico dei bambini nel processo di esecuzione di compiti matematici; in due gruppi Insegna ai bambini a equalizzare il numero di oggetti in due gruppi Insegna a confrontare gli oggetti in base alle dimensioni ed esprimere il risultato del confronto in parole. Riconoscere e nominare un cerchio, un quadrato, un triangolo Eseguire l'orientamento più semplice nello spazio Sviluppare l'attenzione uditiva, la memoria visiva e il senso del ritmo Sviluppare abilità motorie manuali (ginnastica con le dita).

Fase II Espandere il vocabolario dei bambini Sviluppare la funzione comunicativa del discorso dei bambini, discorso coerente. Insegna ai bambini a designare il numero con un numero e annotare il numero. Per sviluppare la percezione uditiva dei bambini, insegna loro a contare suoni e movimenti. Per ottenere l'assimilazione del conteggio quantitativo e ordinale da parte dei bambini entro i cinque anni, sulla base di materiale visivo. Insegna ai bambini a confrontare gli oggetti in base alle dimensioni. Sviluppa una prassi costruttiva nei bambini. Insegna ai bambini a percepire e riprodurre schemi ritmici. Insegna ai bambini a capire la condizione del problema e la sua domanda. Impara a comporre compiti. Insegna loro a confrontare il contenuto del problema con la storia, a trovare le differenze. Espandi il vocabolario antonimico dei bambini per mezzo dei concetti alto - basso, umido - secco, venuto - sinistro, alto - basso, ecc..

Fase III Insegna ai bambini a usare le costruzioni grammaticali: ampia, più ampia, ancora più ampia e più ampia, ecc. Sviluppa un vocabolario attivo e passivo per i bambini. Insegna ai bambini a usare il conteggio numerico e ordinale entro dieci (in ordine avanti e indietro). Insegna ai bambini a confrontare i numeri adiacenti entro dieci (su base visiva). Insegna ai bambini a misurare e confrontare le dimensioni degli oggetti (lunghezza, larghezza, altezza). Insegna ai bambini a scrivere la matematica. Insegna ai bambini a suddividere le forme geometriche in parti e crearne una grande con più forme. Insegna ai bambini a navigare nello spazio e su un foglio di carta in una gabbia. Insegna ai bambini a usare e nominare correttamente i numeri da 0 a 10, i segni matematici (+), (-). Insegna ai bambini a riconoscere la forma delle forme geometriche negli oggetti.

Indicazioni, contenuti e metodi della logopedia per la prevenzione della discalculia verbale

Insegnamento della terminologia matematica

Sviluppo della percezione di colore, forma, dimensione, rappresentazioni quantitative

Sviluppo di una comprensione della relazione tra numeri che denotano un numero con la sua designazione verbale

Grazie per l'attenzione!

La descrizione della discalculia non dovrebbe essere limitata al conteggio delle violazioni..

"La discalculia è un complesso di violazioni nella comprensione della logica delle azioni matematiche, delle leggi di conversione dei numeri e delle loro relazioni, incomprensione delle condizioni dei problemi".

I sintomi della discalculia possono essere raggruppati nei seguenti:

  • Errori nella denominazione dei numeri.
  • Ricordare l'ordine dei numeri senza comprenderne il significato.
  • Difficoltà a determinare la posizione di un numero tra gli altri numeri.
  • Conoscenza insufficiente della terminologia matematica.
  • Difficoltà a scomporre un numero in termini.
  • Incapacità di distribuire i numeri secondo lo schema di più o meno.
  • Errori nell'ortografia dei numeri.
  • Eseguendo solo operazioni aritmetiche elementari, ed esclusivamente mediante conteggio manuale.
  • I processi di pensiero sono estremamente specifici, i compiti vengono percepiti solo se esiste una condizione oggettiva.
  • Difficoltà nell'esecuzione di operazioni aritmetiche sequenziali.
  • Difficoltà significative o completa impossibilità di eseguire azioni con numeri complessi.

Cause di discalculia

La discalculia può essere sia una conseguenza di un ritardo generale dello sviluppo mentale, sia il risultato dell'esposizione a vari fattori psicotraumatici.

Spesso, la discalculia si verifica nei bambini che hanno avuto un'esperienza negativa nell'apprendimento del conteggio: sono stati costretti a imparare, puniti per scarsi risultati, l'insegnante non è riuscito a trovare un approccio a questo bambino. Tutto ciò porta alla mancanza di fiducia nelle proprie capacità, isolamento, paura e, di conseguenza, a una violazione dell'account..

Possibili cause organiche della discalculia sono difficoltà nell'elaborazione delle informazioni visive, a seguito delle quali il bambino non può riconoscere le condizioni del problema e l'incapacità di memorizzare formule matematiche e schemi in base ai quali i problemi vengono risolti.

La discalculia si verifica spesso nei bambini provenienti da famiglie asociali. In questi bambini sono coinvolti tutti i meccanismi di formazione della discalculia..

Diagnosi di discalculia

I genitori possono sospettare indipendentemente che un bambino abbia un disturbo come la discalculia. La diagnostica del suo tipo specifico viene eseguita durante una conversazione personale con un logopedista, un medico o uno psicologo con un bambino. Gli viene chiesto di contare fino a 10 o 20, scegliere numeri più grandi o più piccoli, eseguire le operazioni aritmetiche più semplici, disporre i numeri in ordine crescente e decrescente, nominare varie forme geometriche e ordinarle per colore. Inoltre, a seconda delle violazioni identificate, viene fatta un'ipotesi sul tipo di discalculia e sulle modalità della sua correzione..

Classificazione della discalculia

La più conveniente è la seguente classificazione della discalculia:

  1. Pratico: l'incapacità di contare gli oggetti o le loro designazioni.
  2. Grafica: difficoltà nella scrittura di numeri e simboli matematici, difficoltà o completa incapacità di riprodurre forme geometriche.
  3. Verbale: difficoltà, se necessario, a nominare azioni matematiche, concetti.
  4. Dislessico: lettura ridotta di simboli matematici.
  5. Operativo: incapacità di eseguire operazioni aritmetiche.

I tipi descritti di discalculia sono convenienti per sviluppare una strategia ottimale per la sua correzione e prevenzione..

Prevenzione della discalculia

  1. La discalculia pratica viene prevenuta insegnando abilità di conteggio, eseguendo operazioni aritmetiche con la loro pronuncia, nominando il risultato e mostrando il numero appropriato di dita, sviluppando tutti i tipi di memoria e linguaggio letterato, percezione spaziale e coordinazione motoria, imparando a correlare un oggetto reale e la sua immagine.
  2. La prevenzione della discalculia grafica è possibile con l'aiuto di esercizi per lo sviluppo della percezione delle immagini visive, capacità motorie fini, coordinamento tra visione e movimento della mano, allenamento di vari tipi di memoria, comprensione della connessione tra un oggetto e la sua immagine, insegnamento dei termini matematici.
  3. La discalculia verbale viene prevenuta insegnando al bambino i nomi delle operazioni matematiche e la loro essenza, la capacità di usarle correttamente nel linguaggio, lo sviluppo di tutti i tipi di memoria, imparando a comprendere l'idea della forma, del colore, delle dimensioni degli oggetti e dell'uso di questi concetti nel discorso.
  4. La variante dislessica della discalculia può essere prevenuta sviluppando la percezione visiva del bambino, le sue idee sul colore, la forma, insegnandogli a riconoscere i simboli matematici e la loro corretta denominazione, il significato di questi segni, sviluppando la memoria e il pensiero logico.
  5. La discalculia operativa per la prevenzione richiede formazione sul conteggio, azioni con numeri, l'uso di termini matematici nel linguaggio e nel conteggio, lo sviluppo della parola, della memoria e del pensiero, vari tipi di percezione.

Correzione della discalculia

Molto spesso, un logopedista è coinvolto nella correzione della discalculia. Inoltre, se necessario, sono coinvolti psicologi, pediatri e neurologi. Le lezioni possono essere tenute in uffici specializzati di cliniche, asili nido, gruppi specializzati o classi. Per le classi correzionali, vengono sviluppati esercizi di gioco speciali che insegnano il conteggio, sviluppando contemporaneamente il linguaggio e il pensiero del bambino, le sue capacità musicali, visive ed educative.

Lo sviluppo di un discorso coerente e completo è un'area di lavoro estremamente importante per la discalculia. La correzione viene effettuata ampliando il vocabolario dei bambini parallelamente all'insegnamento dei termini matematici, del loro significato e del corretto utilizzo. Nella prima fase vengono introdotti i concetti di less-more, allo stesso modo, i nomi delle figure geometriche, generalizzando le caratteristiche degli oggetti. Inoltre, l'allenamento al conteggio ordinale e all'uso dei numeri nel linguaggio, il confronto di oggetti e il loro numero è collegato, si forma una connessione tra il numero e il suo aspetto nella scrittura, lo sviluppo di vari tipi di memoria, capacità motorie fini, pensiero.

Al raggiungimento di risultati stabili nel conteggio e nel confronto, l'insegnante procede all'insegnamento delle operazioni aritmetiche più semplici, alla loro pronuncia e scrittura, comprendendo il significato del problema, la logica della soluzione. Il vocabolario dei bambini e il loro linguaggio si stanno espandendo, vengono insegnati nuovi metodi per confrontare gli oggetti. Viene introdotto il concetto di parti componenti, dividere un oggetto in parti e piegarlo dalle parti. I bambini imparano a disegnare numeri e segni su carta. Lo sviluppo delle capacità motorie, delle capacità di disegno, della memoria e della parola continua.

Sessioni regolari con uno specialista avviate in tempo aiuteranno ad eliminare le manifestazioni di discalculia in un bambino e ad aumentare il suo rendimento scolastico.

Discalculia negli adulti

"La discalculia negli adulti è un motivo per una visita immediata da un neurologo, può essere una manifestazione di una condizione pericolosa per la vita!"

Nella maggior parte dei casi, questa è una manifestazione di danno cerebrale organico, molto spesso ictus. Inoltre, le cause della discalculia negli adulti possono essere tumori, lesioni, cisti quando sono localizzate nella regione temporale..

(10,4 Kb)16.11.2014, 13:46
Krivoshchekova Marina Valerievna
--> Insegnante-defettologo -> GBOU № 687 "Centro di riabilitazione per bambini", San Pietroburgo