Metodo per determinare lo stato dominante di l in kulikova

Il sito è destinato a studenti e insegnanti di specialità psicologiche e pedagogiche

Totale 2.052.017 visitatori unici e 190 registrati
0 utenti registrati e 0 utenti registrati oggi.
Sono stati scaricati 107 file in totale 89419 volte. 46 argomenti del forum, 95 messaggi nel forum e 2 commenti pubblicati

Diagnostica dello stress, resistenza allo stress e alla frustrazione: metodi e tecniche

Diagnostica dello stress, resistenza allo stress e alla frustrazione: metodi e tecniche

Lo stress è la risposta adattativa del corpo a fattori esterni. Rimanere in questo stato per lungo tempo può essere dannoso per la salute, quindi è importante diagnosticare in modo tempestivo Ci sono molti metodi per valutare vari parametri di stress..

I principali gruppi di metodi per la psicodiagnostica dello stress

Test. Prove standardizzate, generalmente limitate nel tempo e brevi, progettate per determinare differenze psicologiche individuali qualitative e quantitative tra le persone. I test consistono in compiti a cui il soggetto deve dare risposte corrette. Sono suddivisi in diverse categorie di contenuti. Come parte dell'indagine, possono essere effettuati test di intelligenza, abilità, risultati e personalità.

Questionari. Tali strumenti psicodiagnostici vengono utilizzati per ottenere dati dalle parole del soggetto. I compiti vengono presentati sotto forma di domande e dichiarazioni. A differenza dei test, non hanno risposte giuste o sbagliate; riflettono solo il grado di accordo o disaccordo di una persona con determinate affermazioni. I questionari possono essere aperti (fornire risposte gratuite) o chiusi (all'argomento vengono offerte opzioni di risposta per ogni domanda).

Metodo di osservazione. Serve per ottenere ampie informazioni sull'argomento, insostituibili in tutti i casi in cui non siano state sviluppate procedure diagnostiche standardizzate. L'osservazione non richiede il consenso dei soggetti. Questo metodo presuppone:

  • dichiarazione problema;
  • scelta delle situazioni per l'osservazione;
  • determinazione delle caratteristiche del comportamento e delle qualità psicologiche che saranno oggetto di osservazione;
  • disponibilità di un sistema sviluppato per la registrazione dei risultati.

Conversazione. Il metodo viene utilizzato per raccogliere dati primari sull'argomento in base alla comunicazione verbale con lui. Fatte salve alcune regole, la conversazione consente di ottenere informazioni affidabili su eventi passati e attuali, motivazioni, inclinazioni persistenti, stati soggettivi del soggetto.Nell'ambito della psicodiagnostica, spesso vengono condotte interviste. Nella forma, può essere standardizzato (con un piano di conversazione sviluppato, un elenco di domande, ecc.), Gratuito (senza dettagli rigorosi) o parzialmente standardizzato..

Metodi per valutare la salute mentale e i livelli di stress

Metodologia "Scala di stress psicologico PSM-25". Al soggetto viene chiesto di valutare le sue condizioni generali negli ultimi 4-5 giorni. Per ogni affermazione è necessario scegliere un numero da 1 a 8. Non ci sono risposte sbagliate nel questionario. Per interpretare i risultati, viene calcolato il punteggio. Se il soggetto ha ottenuto 99 o meno, il suo livello di stress è basso, 100-125 è medio, più di 125 è alto.

Metodologia "Valutazione dello stress neuropsichico" (T. A. Nemchin). Il questionario include un elenco di segni di stress neuropsichico, contiene 30 caratteristiche di questa condizione. Sono divisi in 3 gruppi in base alla loro gravità. La diagnostica viene eseguita individualmente, una condizione importante è una buona illuminazione e isolamento acustico nella stanza. Dopo che il soggetto ha compilato il modulo del sondaggio, lo specialista calcola la quantità di punti ottenuti. Lo stress neuropsichico debole corrisponde al risultato da 30 a 50, moderato - 51-70, eccessivo - 71-90.

Metodo per determinare lo stato dominante (L. V. Kulikov). Il questionario è progettato per diagnosticare stati relativamente stabili del soggetto. Con l'aiuto delle sue valutazioni soggettive, vengono determinati l'umore e alcune altre caratteristiche del livello personale degli stati mentali. Il questionario contiene segni che descrivono l'atteggiamento di una persona nei confronti di vari fenomeni, il suo comportamento. Il soggetto deve valutare come questi segni siano caratteristici di lui personalmente. Quando si interpretano i risultati, i valori numerici ottenuti vengono convertiti in punti T standard. Quindi vengono valutati su diverse scale: "calma - ansia", "soddisfazione - insoddisfazione per la vita", ecc..

Diagnostica dello stato di stress (A.O. Prokhorov). La tecnica viene utilizzata per identificare le caratteristiche dell'esperienza di stress: il grado di autocontrollo e labilità emotiva in tali situazioni. Al soggetto viene chiesto di cerchiare il numero di domande a cui risponde positivamente. Quando si interpretano i risultati, a ciascuna risposta "sì" viene assegnato 1 punto, quindi viene calcolata la loro somma. Il risultato nell'intervallo di 0-4 punti corrisponde a un alto livello di regolazione in situazioni di stress, 5-7 - moderato, 8-9 - debole.

Questionario per determinare la propensione a sviluppare stress (secondo T.A.Nemchin e Taylor).

Al soggetto viene offerto un elenco di affermazioni con le quali deve essere d'accordo o in disaccordo. Quando si interpretano i risultati, vengono conteggiati il ​​numero di risposte "no" alle domande da 1 a 13, comprese, e le risposte "sì" a tutte le altre domande che caratterizzano la probabilità di sviluppare stress e il livello di ansia. Se il soggetto ha fornito 40-50 di tali risposte, ciò indica un alto rischio di sviluppare angoscia. Un punteggio da 5 a 15 corrisponde a un'elevata tolleranza allo stress e a una bassa ansia.

Cos'è la resistenza allo stress. Questo è un tratto di personalità integrativo, che è caratterizzato da una tale interazione di componenti intellettuali, volitive, motivazionali ed emotive dell'attività mentale, che consente di raggiungere con successo l'obiettivo in un ambiente emotivo complesso. Su questa base, si distinguono i seguenti gruppi di persone:

  • resistente allo stress: sempre pronto ai cambiamenti e facilmente accettabile, supera facilmente le difficoltà in tempi di crisi;
  • instabile dallo stress: difficile adattarsi ai cambiamenti, aderire a punti di vista stabiliti e modelli di comportamento. Se qualcosa va storto, queste persone cadono in uno stato di stress;
  • stressato - pronto per i cambiamenti, ma non globale e non repentino, tende ad adattarsi gradualmente all'ambiente. Se ciò non è possibile, tali persone possono diventare depresse. Quando situazioni stressanti ripetute reagiscono con più calma;
  • inibitori dello stress - non sono inclini a cambiamenti sotto l'influenza di fattori esterni, hanno atteggiamenti ideologici fermi, possono andare a cambiare la sfera psicotraumatica della vita contemporaneamente. Con la costante ripetizione dello stress, queste persone si perdono..

Perché valutare la resistenza allo stress. L'utilizzo di speciali tecniche diagnostiche fa parte del lavoro preventivo con il paziente.La valutazione della tolleranza allo stress consente al candidato di conoscere la disponibilità di risorse per poterle utilizzare in situazioni difficili, se necessario, mantenendo una qualità di vita soddisfacente.

Come determinare il livello di tolleranza allo stress

  • Metodi per determinare la stabilità neuropsichica, il rischio di disadattamento nello stress "Previsione". Tale questionario viene spesso utilizzato per selezionare i dipendenti che devono lavorare in situazioni estreme. Al soggetto viene chiesto di leggere le dichiarazioni e di rispondere a ogni "sì" o "no". Per l'interpretazione, le risposte vengono confrontate con la chiave e viene assegnato 1 punto per ogni incontro. Quando si riassumono i risultati, la sincerità dell'intervistato viene prima valutata sulla scala appropriata (ci sono domande trappola nel compito).
  • Metodologia "Previsione-2" (V. Yu. Rybnikov). Il questionario consente di identificare i segni di disturbi della personalità e valutare il rischio di esaurimento neuropsichico. Il soggetto dovrebbe ricevere le risposte sì / no più sincere a ciascuna domanda nell'elenco. Durante l'interpretazione, il numero di coincidenze di risposte con la chiave viene conteggiato sulla scala della stabilità neuropsichica.
  • Test di autovalutazione della resistenza allo stress S. Cowhen e G. Williansson. All'argomento viene offerto un elenco di domande. Per ciascuno di essi, puoi dare la risposta "mai" (0 punti), "quasi mai" (1), "a volte" (2), "abbastanza spesso" (3), "molto spesso" (4). Per elaborare i risultati, viene considerata la somma dei punti per tutte le domande. La resistenza allo stress viene determinata tenendo conto del valore ottenuto e dell'età del soggetto.

Cos'è la frustrazione. Questo è il nome di uno stato mentale negativo associato all'insoddisfazione di determinati bisogni personali e di solito si esprime in sentimenti di frustrazione, ansia, disperazione e irritabilità. La frustrazione influisce negativamente sulla vita in generale.

Come determinare il livello di frustrazione

  • Metodo espresso di V.V. Boyko. Il candidato è invitato a leggere l'elenco delle dichiarazioni ed esprimere il proprio consenso o disaccordo. Viene assegnato 1 punto per ogni risposta positiva. Quindi viene calcolata la loro somma. Un risultato da 0 a 3 significa nessuna frustrazione, 4-5 corrisponde a una frustrazione minore, 6-8 - grave, più di 9 - molto pronunciata.
  • Diagnostica delle reazioni di frustrazione secondo Rosenzweig. Il soggetto è chiamato a interpretare le situazioni presentate in 24 cifre. In 16 di loro, viene creato un ostacolo al soggetto raffigurato, in 8 - è accusato di qualcosa.L'interpretazione dei risultati consiste in una valutazione quantitativa e qualitativa della direzione della reazione (aggressività) e del suo tipo. Inoltre, viene calcolato l '"indicatore di conformità di gruppo", che viene utilizzato per giudicare l'adattamento sociale del soggetto.

Corvalol PHYTO sotto stress 1

Nella complessa terapia degli effetti dello stress può essere utilizzato Corvalol PHYTO. È un prodotto di combinazione a base di erbe OTC. Contiene olio di menta piperita, etil bromisovalerianato ed estratto di erba madre. La concentrazione dei componenti dipende dalla forma di rilascio: gocce o compresse. Il farmaco ha un effetto sedativo, antispasmodico, cardiotonico moderato, proprietà ipotensive moderate.

1 Ha controindicazioni. Prima di utilizzare il farmaco, è necessaria la consultazione con uno specialista.
2 Istruzioni per l'uso di un medicinale per uso medico Corvalol PHYTO (compresse, gocce).

Metodo per determinare lo stato dominante [19]

Metodo per determinare lo stato dominante [19]

Utilizzato per esaminare gli adulti.

Scopo: determinare le caratteristiche degli stati d'animo e alcune altre caratteristiche del livello personale degli stati mentali utilizzando valutazioni soggettive del soggetto. Lo scopo principale del questionario è diagnosticare stati relativamente stabili (dominanti)..

Istruzioni. Il questionario contiene segni che descrivono lo stato, il comportamento e l'atteggiamento di una persona nei confronti di vari fenomeni. Valuta come questi segni sono caratteristici di te, tenendo presente non solo oggi, ma un periodo di tempo più lungo.

Non cercare di "migliorare" o "peggiorare" le risposte, questo porterà a risultati inaffidabili, poiché la tecnica coglie distorsioni e insincerità delle risposte. Puoi essere certo che le tue risposte non verranno rilasciate.

Il tuo accordo con ogni giudizio espresso nel questionario deve essere espresso utilizzando una scala a sette punti:

1 - completamente in disaccordo;

2 - leggermente d'accordo;

3 - d'accordo quasi la metà;

4 - metà d'accordo;

5 - più della metà è d'accordo;

6 - d'accordo quasi completamente;

7 - Sono completamente d'accordo.

Scegliendo uno dei punti della scala: 1,2, 3, 4, 5, 6 o 7, esprimerai il tuo grado di accordo con questo giudizio. Scrivi il punteggio selezionato sul foglio delle risposte accanto al numero di serie di questo articolo, indicando in alto sul foglio il tuo cognome (o nickname), la data e l'ora di inizio del lavoro.

Non saltare un singolo elemento del questionario. Ti chiediamo di non scrivere o sottolineare nulla nel testo del questionario. Si prega di non trasferire un numero a un altro nello stesso posto. Per correggerlo, cancella il numero non necessario e scrivine uno nuovo a destra.

Questionario

1. Il mio corpo reagisce fortemente ai cambiamenti del tempo o ai cambiamenti climatici.

2. Molto spesso c'è uno stato d'animo in cui mi distraggo facilmente dagli affari, divento distratto e sognante.

3. Sono molto spesso ansioso.

4. Spesso mi addormento male.

5. Un sacco di piccoli problemi mi fanno impazzire.

6. I miei pensieri ritornano costantemente a possibili fallimenti ed è difficile per me indirizzarli in un'altra direzione..

7. Lodo spesso le persone che conosco molto poco..

8. Provo una vaga ansia, paura, non so perché.

9. Se tutti sono contro di me, non mi perdo d'animo.

10. Mi sveglio la mattina esausto e stanco.

11. Mi sento spesso inutile..

12. Non riesco a controllare la mia frustrazione o rabbia..

13. I compiti difficili mi rallegrano.

14. Ho spesso mal di testa..

15. Mi capita spesso di spettegolare con qualcuno.

16. Ho spesso la premonizione che mi aspetta una sorta di punizione..

17. Una parola mi ferisce facilmente.

18. Sono pieno di energia.

19. C'è un conflitto tra i miei piani e la realtà..

20. In situazioni di stress neuropsichico prolungato, mostro resistenza.

21. Le mie maniere a tavola a casa di solito non sono buone come a una festa..

22. Molto spesso qualche sciocchezza si impossessa dei miei pensieri e mi dà fastidio per diversi giorni.

23. Molto spesso mi sento stanco, letargico.

24. Perdo un'opportunità perché non prendo una decisione abbastanza velocemente.

25. Ci sono tante cose che mi infastidiscono facilmente..

26. Mi sento spesso stressato e ansioso per quello che è successo durante il giorno..

27. Quando non mi sento bene, sono irritabile..

28. Molto spesso ho un blues (umore malinconico).

29. Al mattino, dopo essermi svegliato, mi sento stanco e sopraffatto per molto tempo.

30. Mi piace superare costantemente nuove difficoltà..

31. Desidero cambiare molto il mio stile di vita, ma mi manca la forza.

32. La maggior parte delle volte riesco facilmente a superare la frustrazione..

33. La soddisfazione di alcuni dei miei bisogni e desideri rende impossibile soddisfare gli altri.

34. Spesso scherzi indecenti o addirittura osceni mi fanno ridere.

35. Guardo al futuro con piena fiducia.

36. Divento impaziente molto spesso.

37. Le persone mi deludono.

38. Ho spesso cattivi pensieri di cui è meglio non parlare.

39. Mi stanco di tutto velocemente.

40. Mi sento come se fossi vicino a un esaurimento nervoso.

41. Mi sento spesso debolezza generale.

42. Mi viene spesso detto che sono irascibile.

Interpretazione dei risultati. In questa tecnica, quando si interpretano i valori numerici ottenuti, viene utilizzata la traduzione di punti grezzi in quelli standard, in punteggi T. Le scale dei punti T standard sono costruite come segue: i valori medi sono equivalenti a 50 punti T; 10 punti T sono uguali a un sigma (sigma è la deviazione standard).

I punteggi più alti su una scala o sull'altra sono segni di 55 o più punti T. Questa è più della metà di una deviazione sigma dalla media..

I voti diminuiti sono gradi di 45 o meno punti T. Questa deviazione dalla media al lato più piccolo di oltre mezzo sigma..

Un punteggio alto indica un punteggio di 60 o più punti T..

I punteggi bassi sono segni di 40 o meno punti T..

Bilancia

Scala "Ak": "atteggiamento attivo - passivo nei confronti della situazione di vita". Questa scala consente di avere un'idea delle caratteristiche dello stato, nella maggior parte dei casi, più fortemente dipendenti dal tratto di personalità corrispondente - attività che da altri fattori. Va tenuto presente che l'attività è solo relativamente stabile, poiché la predisposizione a un atteggiamento attivo o passivo, la reazione dipende da molte circostanze attuali, dall'ambiente sociale e dagli eventi che precedono il periodo di vita dell'individuo. Per diagnosticare stati e stati d'animo, è particolarmente importante tenere conto della forza della fede nel raggiungimento dei propri obiettivi, per identificare una posizione attiva o passiva in relazione alla situazione di vita attuale. Questo parametro è particolarmente importante nella diagnosi di condizioni di stress..

Punteggio alto: oltre 60 punti T. Si esprime un atteggiamento attivo e ottimista nei confronti della situazione di vita, c'è disponibilità a superare gli ostacoli, fiducia nelle proprie capacità. Sentirsi in grado di superare gli ostacoli e raggiungere i propri obiettivi. L'allegria è più alta della maggior parte delle persone.

Punteggi bassi: meno di 40 punti T. Atteggiamento passivo nei confronti della situazione di vita, nella valutazione di molte situazioni di vita prevale una posizione pessimistica, incredulità nella possibilità di superare con successo gli ostacoli.

Scala "A": "tono: alto - basso". In una situazione di stress acuto, una persona spesso sperimenta una sensazione di forza crescente, ma spesso si osserva l'immagine opposta: una sensazione di debolezza. Un'immagine simile può essere osservata con uno stress prolungato. Le caratteristiche energetiche per qualsiasi stato mentale sono la misura più importante. Sono particolarmente necessari per prevedere lo stato sviluppato di un individuo. Nella diagnosi delle condizioni di stress, forniscono dati preziosi sulla profondità dello stress..

Voti alti. Caratterizzato da alta attività, reazione stenica alle difficoltà emergenti. Sensazioni soggettive di compostezza interiore, riserva di forza, energia. Pronto per il lavoro, anche a lungo termine.

Voti bassi. Caratterizzato da affaticamento, mancanza di assemblaggio, letargia, inerzia e bassa efficienza. Ci sono meno opportunità di essere attivi, di consumare energia, la risorsa di forze è ridotta e la fatica è aumentata. La tendenza a mostrare reazioni asteniche alle difficoltà emergenti.

Scala "Cn": "calma - ansia". Nello stato mentale, l'esperienza dell'ansia è di importanza decisiva per una serie di altri fenomeni. È l'ansia che esalta il suono di stimoli emotiogeni di vari punti di forza, anche insignificanti, aumentando l'intensità delle emozioni negative, aggravando il loro impatto negativo su coscienza, comportamento e attività. La scala è progettata per misurare il livello di ansia generalizzata. In letteratura, è anche denotato dai termini "fluttuante", "immotivato", ecc. Tra i tipi di ansia per questo tipo di persone, le esperienze emotive a lungo termine sono le più caratteristiche.

Voti alti. Maggiore fiducia nelle proprie capacità e capacità rispetto alla maggior parte delle persone.

Voti bassi. C'è la tendenza a provare ansia in una vasta gamma di situazioni della vita, a vedere una minaccia al prestigio e al benessere, indipendentemente da quanto siano reali le ragioni. Attesa di eventi con esito sfavorevole, premonizione di una minaccia futura (punizione, perdita di rispetto o rispetto di sé) senza una chiara consapevolezza delle sue fonti.

Scale "Us": "stabilità - instabilità del tono emotivo".

Voti alti. Prevale un tono emotivo anche positivo, un corso calmo dei processi emotivi. Elevata stabilità emotiva, in uno stato di eccitazione emotiva, l'adeguatezza e l'efficacia dell'autoregolazione mentale, del comportamento e dell'attività sono preservate. I voti molto bassi possono essere interpretati come rigidità emotiva.

Voti bassi. Diminuzione della stabilità emotiva, sorge facilmente l'eccitazione emotiva, l'umore è mutevole, l'irritabilità è aumentata, prevale il tono emotivo negativo.

Scala "Ud": "soddisfazione - insoddisfazione per la vita nel suo insieme (il suo corso, il processo di autorealizzazione)". Le difficoltà nel processo di autorealizzazione portano a esperienze di voluminoso disagio emotivo. Questa caratteristica ha un valore diagnostico speciale nella consulenza individuale e nel lavoro psicocorrezionale. L'esperienza della pienezza di vita è uno dei principali supporti della stabilità psicologica dell'individuo. I sentimenti di vuoto sono un fattore di rischio per disturbi nevrotici e depressivi, dipendenza da alcol. I giudizi inclusi in questa scala si riferiscono agli aspetti interni delle esperienze, al sentimento di soddisfazione per la propria vita. Poiché i criteri per il successo dell'auto-realizzazione sono soggettivi, la cosa più importante per un diagnostico è una valutazione soggettiva del successo dell'auto-realizzazione. La piena autorealizzazione di una persona non è solo lo sviluppo di abilità speciali, ma anche lo sviluppo del suo potenziale come essere umano forte e integrale, libero da vincoli interni che lo paralizzano.

Voti alti. Soddisfazione per la vita in generale, il suo corso, l'autorealizzazione, il modo in cui sta andando la vita. Una persona sente la capacità di assumersi la responsabilità e la capacità di fare la propria scelta, in cui si sente la voce del proprio “io”. Il soggetto si sente pronto a superare le difficoltà nel realizzare le sue capacità (se i suoi bisogni superiori vengono attivati). Valutazione sufficientemente alta del successo personale.

Voti bassi. Insoddisfazione per la vita in generale, il suo corso, il processo di autorealizzazione e come si stanno attualmente svolgendo i principali eventi della vita. Bassa valutazione del successo personale. Allo stato attuale, una persona non ha trovato completamente se stessa, non si è aperta, non ha sentito supporti interni affidabili, non sente la capacità di esigere risposte veritiere da se stessa. Spesso è caratteristico un ritiro nel dubbio, che ti permette di evitare la necessità di fare scelte di vita, ascoltandoti prima di tutto, assumendoti la responsabilità di ciò che ti sta accadendo.

Scala "Po": "immagine di sé positiva - negativa". Questa scala è ausiliaria, consente di determinare la criticità dell'autovalutazione (bassa o alta), l'adeguatezza dell'autovalutazione. Su una scala di 6 punti. La criticità dell'autostima è strettamente correlata all'autoaccettazione dell'individuo. Più è positiva l'immagine di se stessi, meno una persona vede i difetti in se stessa. L'auto-accettazione ha un impatto significativo sull'umore: più completa auto-accettazione e più positivi sono i sentimenti emotivi verso se stessi, più alto è l'umore. Gli indicatori della scala "Po" hanno una significativa correlazione positiva con gli indicatori delle scale principali. L'autoaccettazione positiva migliora lo stato mentale e viceversa: uno stato più favorevole dispone a vedere i tuoi difetti come insignificanti, ti consente di valutare il tuo comportamento il più vicino alla norma.

Un punteggio molto alto indica una comprensione di se stessi non sufficientemente sviluppata. La somma di più di 65 punti dà motivo di presumere bassa criticità nell'autovalutazione, insufficiente adeguatezza dell'autovalutazione, insincerità. Altri motivi possono essere: atteggiamento negativo nei confronti del sondaggio, influenza di un forte interesse del soggetto per i risultati "positivi, buoni" del sondaggio.

Valutazioni di 60-64 punti significano una ridotta criticità nell'autovalutazione, insufficiente adeguatezza dell'autovalutazione. Se sulla scala si ottengono punteggi "Us", "Cn" o "Ud" - più di 60, allora molto probabilmente i dati nel loro insieme non sono abbastanza affidabili.

Gli indicatori compresi tra 40 e 59 caratterizzano il grado di autoaccettazione da parte dell'individuo. Maggiore è il punteggio standard, minore è la criticità dell'autovalutazione e maggiore è l'accettazione di se stessi con tutte le sue carenze..

Con valutazioni inferiori a 50 punti, c'è motivo di parlare di sufficiente sincerità nelle risposte, spiccato desiderio di adeguatezza nella valutazione delle proprie caratteristiche psicologiche e della propria condizione, e di criticità nell'autovalutazione..

Voti bassi - meno di 40 punti - indicano non solo un'elevata criticità nel valutare se stessi e un grande desiderio di essere sinceri, ma anche un atteggiamento negativo verso se stessi.

Chiave

Ak: 9, 13, 18, 20, 30, 32, 35.

A: 1, 4, 10, 14, 23, 29, 41.

Cn: 3, 6, 8, 16, 22, 26.

Stati Uniti: 5, 12, 25, 36, 39, 40, 42.

Oud: 2, 11, 17, 19, 24, 28, 31, 33, 37.

A: 7, 15, 21, 27, 34, 38.

TABELLA DI CONVERSIONE DEI PUNTI GREZZI IN PUNTI T (per le donne)

Lezione 11. Diagnostica dell'umore dominante

Osservazioni introduttive: il benessere soggettivo dell'individuo, l'esperienza della pienezza della vita, la stabilità in situazioni di vita difficili sono direttamente correlate all'umore dominante e mentale

L'umore è una componente relativamente stabile degli stati mentali, il collegamento principale nella relazione delle strutture della personalità con i vari componenti degli stati mentali (sentimenti ed emozioni, esperienze di eventi che si verificano nella vita spirituale, sociale e fisica di una persona, tono mentale e fisico dell'individuo).

Lo stato dominante è quello che prevale nel tempo, assorbendone la maggior parte. Tali stati sono caratteristici non tanto in un dato momento, a seconda delle caratteristiche di una particolare situazione, quanto in generale per il periodo presente della vita di una persona. Sono determinati in misura minore dalla situazione attuale, attuale, che ha un arco di tempo definito con precisione, e in misura maggiore da fattori personali socio-psicologici. Naturalmente, con questa prospettiva nella struttura dello stato mentale, è necessario individuare non solo la componente "dominante", ma anche quella "situazionale" ("corrente"). Sullo sfondo degli stati dominanti, gli stati attuali si formano ed esistono.

Quindi, ad esempio, sullo sfondo dello stato di paura dominante per la vita di una persona cara che si trova in condizioni che minacciano la sua vita da molto tempo, possono sorgere stati reali di un piano diverso: ad esempio, gioia causata da buone notizie o successi di altre persone vicine. Una persona sullo sfondo di uno stato dominante di ansia o paura non può perdere la capacità di entrare in uno stato di concentrazione o provare entusiasmo lavorativo, ispirazione. Kulikov L.V. Psicologia dell'umore. SPb.: Casa editrice di SPbSU, 1997.

Lo scopo della lezione è diagnosticare l'umore dominante dei partecipanti alla lezione, analizzare i fattori che lo determinano, valutare la stabilità psicologica della personalità come potenziale di salute mentale e fisica.

Attrezzatura Per diagnosticare l'umore dominante, viene utilizzata la tecnica per determinare lo stato dominante (versione completa - DS-8). Lo scopo della tecnica è determinare le caratteristiche degli stati d'animo e alcune caratteristiche del livello personale degli stati mentali utilizzando valutazioni soggettive del soggetto. Il questionario è destinato principalmente alla diagnosi di condizioni relativamente stabili (dominanti). Ne sono state sviluppate due versioni: completa (DS-8) con 8 scale (57 punti) e corta (DS-6) con 6 scale (42 punti).

Valutazione della gravità del parametro di stato Le scale dei punti G standard sono costruite in modo tale che i valori medi siano equiparati a 50 punti G. 10 punti G equivalgono a un sigma (sigma - deviazione standard).

Punteggio più alto su una scala o sull'altra: 55 punti G o più. Questa è più della metà di una deviazione sigma dalla media. I voti declassati sono gradi di 45 punti G o meno. Questa è più della metà di una deviazione sigma dalla media. Voti alti: 60 punti G o più. Basso: 40 punti G o meno.

Bilance di base

Scala Ak: atteggiamento attivo-passivo nei confronti della situazione di vita.

Scala Bo: allegria-sconforto.

Voti alti. Umore acuto e allegro, prevale uno sfondo emotivo positivo. Espandere gli interessi, aspettarsi eventi gioiosi in futuro. Espresso desiderio di agire.

Voti bassi. Prevalgono uno stato d'animo basso e triste, sconforto, uno sfondo emotivo negativo. La delusione per il corso degli eventi, il restringimento degli interessi sono caratteristici, i toni cupi si notano nel quadro del futuro, il suo significato non è chiaro. Con voti molto alti: depressione, senso di sfortuna imminente, ipotimico.

Per scalare: tono alto-basso.

Voti alti. Maggiore probabilità di attività e dispendio energetico, risposta stenica alle difficoltà emergenti. Sensazioni soggettive di compostezza interiore, riserva di forza, energia. Maggiore disponibilità al lavoro, anche a lungo termine.

Voti bassi. Caratterizzato da stanchezza, incoerenza, letargia, inerzia, bassa efficienza. La probabilità di manifestazione dell'attività, il consumo di energia è ridotto, la risorsa di forze è ridotta, la fatica è aumentata. La tendenza a mostrare reazioni asteniche alle difficoltà emergenti.

Scala Ra: rilassatezza - tensione.

Voti alti. Nella situazione attuale, la persona non vede la sfida, i problemi sono stati ampiamente risolti o risolti con successo. Gli obiettivi desiderati sono percepiti come abbastanza realizzabili. È possibile che la situazione sia valutata come insolubile, ma non c'è un rifiuto attivo di essa, l'acutezza emotiva del rifiuto viene cancellata. Non c'è un forte desiderio di apportare cambiamenti in se stessi, nel proprio comportamento o in una situazione, eseguire intensamente le trasformazioni necessarie, in misura maggiore per padroneggiare la situazione. La scioltezza è caratteristica. Con voti molto alti: indifferenza, calma.

Voti bassi. Prevale un intenso desiderio di soddisfare il necessario, di agire in modo più completo, di comportarsi nel modo desiderato. Vivere il grande significato degli eventi che si verificano nella vita del soggetto, la situazione che si è creata; sperimentando la maggiore importanza del comportamento, dell'attività svolta. È caratteristico un coinvolgimento più ampio delle risorse o l'attivazione dei meccanismi di difesa. La tensione qui si riferisce principalmente alla tensione emotiva..

Scala CN: calma - ansia.

Voti alti. Maggiore fiducia nelle proprie capacità e capacità rispetto alla maggior parte delle persone. Nello stato mentale, l'esperienza dell'ansia è di importanza decisiva per una serie di altri fenomeni. È l'ansia che esalta il suono degli stimoli emotiogeni di vari punti di forza, anche insignificanti, aumentando l'intensità delle emozioni negative, esacerbando il loro impatto negativo sulla coscienza, sul comportamento e sull'attività. La scala è progettata per misurare il livello di ansia generalizzata. In letteratura è anche indicato con i termini "fluttuante", "immotivato", ecc..

Voti bassi. C'è una maggiore tendenza a provare ansia in una varietà di situazioni della vita, a vedere una minaccia al prestigio e al benessere, non importa quanto siano reali le ragioni. Attesa di eventi con esito sfavorevole, premonizione di una minaccia futura (punizione, perdita di rispetto o rispetto di sé) senza una chiara consapevolezza delle sue fonti.

Scale Us: stabilità - instabilità del tono emotivo.

Voti alti. Prevalgono un tono emotivo anche positivo, un flusso calmo di processi emotivi. Elevata stabilità emotiva, in uno stato di eccitazione emotiva, l'adeguatezza e l'efficacia dell'autoregolazione mentale, del comportamento e dell'attività sono preservate. I voti molto bassi possono essere interpretati come rigidità emotiva.

Voti bassi. Diminuzione della stabilità emotiva, sorge facilmente l'eccitazione emotiva, l'umore è mutevole, l'irritabilità è aumentata, prevale il tono emotivo negativo.

Scala Ud: soddisfazione - insoddisfazione per la vita nel suo insieme (il suo corso, il processo di autorealizzazione).

Voti alti. Soddisfazione della vita in generale, del suo progresso, dell'autorealizzazione. Una persona sente la capacità di assumersi la responsabilità e la capacità di fare una scelta in cui si sente la voce di sé Il soggetto si sente pronto a superare le difficoltà nel realizzare le sue capacità (se vengono attivati ​​bisogni più elevati). Valutazione sufficientemente alta del successo personale.

Voti bassi. Insoddisfazione per la vita in generale, il suo corso, il processo di autorealizzazione e il modo in cui si stanno attualmente svolgendo i principali eventi della vita. Bassa valutazione del successo personale. Allo stato attuale, una persona non ha trovato se stessa completamente, non si è rivelata, non ha sentito supporti interni affidabili, non sente la capacità di esigere risposte veritiere da se stessa. Spesso è caratteristico un ritiro nel dubbio, che ti permette di evitare la necessità di fare una scelta di vita, ascoltando prima di tutto te stesso, assumendoti la responsabilità di ciò che ti sta accadendo.

Scala di controllo

Scala Po: "immagine di sé positiva - negativa". Questa scala è ausiliaria, consente di determinare la criticità dell'autovalutazione (bassa o alta) e la sua adeguatezza. Su una scala di 6 punti.

Un punteggio molto alto indica una comprensione di se stessi non sufficientemente sviluppata. Con i punteggi standard su questa scala superiori a 65, c'è motivo di presumere una bassa criticità nell'autovalutazione, la sua insufficiente adeguatezza e insincerità. Altre ragioni per tali indicatori possono essere: atteggiamento negativo nei confronti del sondaggio, influenza di un forte interesse del soggetto nei risultati del test "positivi, buoni".

Valutazioni di 60-64 punti significano ridotta criticità nell'autovalutazione, insufficiente adeguatezza dell'autovalutazione. Se si ottengono punteggi più alti sulle scale Us, Cp o Ud - più di 60, allora, molto probabilmente, i dati non sono generalmente abbastanza affidabili.

Gli indicatori compresi tra 40 e 59 caratterizzano il grado di autoaccettazione da parte di una persona. Maggiore è il punteggio standard, minore è la criticità dell'autovalutazione e maggiore è l'accettazione di se stessi con tutte le sue carenze. Con stime inferiori a 50 punti, ci sono tutte le ragioni per parlare di sufficiente sincerità nelle risposte, di un forte desiderio di adeguatezza nella valutazione delle proprie caratteristiche psicologiche e della propria condizione, di criticità nell'autovalutazione.

I voti bassi - meno di 40 punti - indicano non solo un'elevata criticità nell'autostima e una grande voglia di essere sinceri, ma anche un atteggiamento negativo verso se stessi. Quanto è forte l'influenza del fenomeno della desiderabilità sociale nella diagnosi dell'umore??

Manifestazioni del fenomeno della desiderabilità sociale La desiderabilità sociale è una disposizione o un atteggiamento a dare risposte socialmente approvate a domande di autovalutazione al fine di far sembrare se stessi o gli altri socialmente desiderabili. La desiderabilità sociale si manifesta nel caso in cui vengano valutate caratteristiche significative per l'ambiente sociale, rendendo attraente il loro proprietario a questo riguardo.

L'utilizzo di una scala a 7 punti nella metodologia DS all'interno di ogni item consente di interpretare le valutazioni sulla scala Po non solo in termini di sincerità e insincerità. La criticità dell'autovalutazione è strettamente correlata all'autoaccettazione dell'individuo. Più è completo, più positiva è l'immagine di se stessi, meno una persona vede i difetti in se stessa. L'autoaccettazione ha un effetto significativo sull'umore e sullo stato mentale dell'individuo: più completa auto-accettazione e più sentimenti positivi nella relazione emotiva con se stessi, più elevato è l'umore, più favorevole è lo stato. Ciò è confermato anche dalle correlazioni rivelate nell'analisi dei dati empirici. Queste connessioni sono bidirezionali: più elevato risulta essere l'umore, più pronunciata l'accettazione di sé, minore è la discrepanza tra il sé reale e quello ideale della personalità..

Senza dubbio, il fenomeno della desiderabilità sociale si manifesta frequentemente, e spesso inconsciamente. Non c'è motivo di valutare questo aspetto in modo univoco negativamente, e ancor più per trasferire la discussione su un altro piano, ad esempio, etico. Il termine "scala delle bugie" dovrebbe piuttosto essere attribuito al gergo professionale. L'ideale I esiste in ogni personalità e certamente si manifesta in relazioni, valutazioni e autovalutazioni, azioni e azioni, motivazioni. Senza questa struttura mentale, è difficile immaginare le forze motrici dello sviluppo della personalità con sufficiente completezza..

Elaborazione dei risultati del test L'elaborazione consiste nel sommare i punteggi scritti dal candidato per tutti gli elementi inclusi nella scala appropriata.

Chiave per le scale della versione completa del DS (DS-8)

Ak: 13, 17, 23, 28, 44, 46, 48, 50. Su una scala di 8 punti.

Bo: (3), 6, 8, (17), (38), 39, (50). Su una scala di 7 punti.

A: 1, 7, 14, 18, 27, 43, 55, 57. Su una scala di 8 punti.

Ra: 4,8,25,31,35,37,41 '. Su una scala di 7 punti.

Cn: 5,9,10,12,21,24,30,35. Su una scala di 8 punti.

Us: 16, 20, 29, 34, 51, 53, 54, 56. Su una scala di 8 punti.

Oud: 2, 15, 22, 26, 33, 40, 45, 47, 52. Su una scala di 9 punti.

Da: 11, 19, 32, 36, 42, 49. Su una scala di 6 punti.

Sulla scala Bo, i numeri degli elementi tra parentesi hanno una scala a 7 punti invertita. Per questi elementi, il punteggio totale della scala non include i punteggi scritti dai soggetti, ma la differenza ottenuta dopo aver sottratto il punteggio scritto (nel modulo di risposta) da 8. Di conseguenza, è necessario utilizzare la formula

S = 8- M,

dove M è il punteggio scritto dal soggetto, S è il punteggio che sarà incluso nella somma dei punteggi "grezzi" per questa scala.

Invece di una formula, puoi usare una tabella per il ricalcolo (Tabella 11.1).

Tabella 11.1

Ricalcolo dei punti

Punteggio scritto dal soggetto del test
Punteggio preso in considerazione quando si sommano

Si noti che questa conversione dei punteggi è necessaria solo per gli elementi della scala Bo, i cui numeri sono tra parentesi.

Dopo aver calcolato i punteggi primari per tutte le scale, è necessario convertirli in quelli standard. Per questo, vengono utilizzate tabelle di traduzione, tenendo conto del genere del soggetto esaminato. Nella colonna "Punteggi grezzi" troviamo il punteggio primario calcolato ("grezzo") per la prima scala (Ak). All'intersezione della sua riga e della colonna della scala Ak, troviamo la cella in cui è scritto il punteggio G standard sulla scala Ak. Inoltre, allo stesso modo per le scale Bo, To, Ra, Cn, Us, Ud, Po. Ad esempio, il punteggio principale sulla scala Ak era di 29 punti. Nella prima colonna - "Punti grezzi" - troviamo la riga in cui è presente il numero 29. A destra di esso è scritto il punteggio G standard pari a 40. Per il punteggio Bo primario di 29 unità, il punteggio G standard è 38, per il punteggio G primario punti sulla scala A, il punteggio G standard è 39, ecc..

Costruzione del profilo DS Sulla scala delle ascisse, tracciamo le divisioni per ogni scala nell'ordine in cui sono elencate in questo testo. Utilizzando le divisioni sugli assi delle ordinate, disegnare un segno (cerchio, croce, ecc.) Nel campo del diagramma. Quindi colleghiamo i segni applicati con una linea spezzata. Nella fig. 11.1 mostra un esempio di costruzione di un profilo di punti standard medi. Su di esso, le linee rappresentano i parametri numerici degli stati d'animo dominanti durante vari eventi della vita che si sono verificati di recente nella vita degli intervistati: eventi tristi e drammatici (43 persone), spiacevoli (142), piacevoli (193), gioiosi (65 persone).

Interpretazione del profilo DS Il questionario ha lo scopo di determinare le principali caratteristiche dello stato. Ogni scala in esso ha correlazioni significative con altre scale. Ciò significa che questo questionario determina le caratteristiche dello stato mentale, che sono abbastanza strettamente correlate tra loro. La presenza nello stato dominante delle caratteristiche principali che non sono in relazione tra loro contraddirebbe la comprensione dello stato come fenomeno mentale integrale. L'integrità dello stato è una caratteristica molto essenziale di esso, senza di essa è impossibile immaginare l'implementazione delle funzioni di integrazione e coordinamento di cui scrivono la maggior parte dei ricercatori.

Figura: 11.1 Profili di stati d'animo dominanti in vari eventi della vita

Designazioni profilo: 1 - drammatico, triste

sviluppi; 2 - eventi spiacevoli; 3 - eventi piacevoli;

4 - eventi gioiosi; 5 - eventi non notevoli

Era. Le scale DS sono tracciate in ascissa e in ordinata -

valori medi delle valutazioni standard dei punti di scala.

Inoltre, per l'interpretazione dei dati ottenuti, è sempre importante non solo la direzione dei cambiamenti nei parametri e la loro coerenza, ma anche il grado della loro gravità. Per quanto riguarda un profilo che mostra sotto forma di diagramma gli indicatori del metodo scala in punti standard di un singolo soggetto oi valori medi di un gruppo, ciò significa che non solo la natura lineare o frastagliata della linea del diagramma, non solo la pendenza della linea o la sua posizione orizzontale, ma anche l'altezza della linea relativa livello di 50 punti G. La gravità di qualsiasi qualità mentale, la forza della manifestazione di qualche fenomeno mentale in diversi intervalli non è affatto esaurita dalle definizioni "più-meno", "più forte-più debole". Diversi gradi di gravità di qualsiasi caratteristica molto spesso hanno specificità qualitativa, relazioni strutturali speciali e sono anche caratterizzati da varie connessioni con gli insiemi di funzioni implementati, ecc..

A questo proposito, è meglio iniziare l'interpretazione del profilo con una stima dell'altezza della sua posizione. Più in alto si trova, più favorevole è lo stato mentale. Naturalmente, con un'autostima sufficientemente adeguata e un atteggiamento appropriato nei confronti della procedura d'esame.

La diminuzione dei punteggi nelle prime quattro scale (Ak, Bo, To, Pa) e nella scala Us suggeriscono la presenza di stress prolungato. Inoltre, più basso è il punteggio G sulla scala A, più probabile è. Tale stress è pericoloso a causa del verificarsi di disturbi psicosomatici e somatici..

La diminuzione dei voti nelle scale UK e Ak indica una disarmonia dell'umore. Questo potrebbe non portare a conseguenze negative immediate per la salute, ma parla di una ridotta stabilità psicologica dell'individuo. In questi casi, è consigliabile raggiungere una consapevolezza più completa attraverso l'introspezione, in una conversazione confidenziale o in una seduta consultiva di uno specialista. Procedura: gli studenti ricevono il testo del questionario e compilano il foglio delle risposte. Quindi familiarizzano con le scale della tecnica DS, la loro interpretazione, la procedura per l'elaborazione dei dati e la costruzione di un profilo.

Quindi gli studenti vengono divisi in coppie e danno al partner un profilo basato sui dati del sondaggio per familiarizzare. Poi si fanno domande a vicenda, rispondono, commentando i risultati del sondaggio. L'attenzione principale dovrebbe essere prestata alle tue caratteristiche personali, che potrebbero essere significative per mantenere la stabilità psicologica, provare benessere, soddisfazione per la situazione di vita o per tendenze opposte nelle dinamiche dell'umore dominante. Può essere produttivo cercare di analizzare i principali eventi recenti e il loro impatto sull'umore e sullo stato mentale..

Domande di controllo

1. Qual è l'umore dominante?

2. Qual è lo scopo della tecnica DS?

3. Qual è la struttura della metodologia, quali parametri dell'umore misura?

TECNICA DS- 8. TABELLA DI CONVERSIONE DEI PUNTI "GREZZI" IN PUNTI T STANDARD.

Uomini

Punteggi grezziT-score standard
AkBoPoiRACnBaffiOudDi
48 '

Campione: 685 uomini di età compresa tra 20 e 60 anni [over 20 e under 60), praticamente sani, sottoposti a visita di propria iniziativa, su proposta di uno psicologo o per ordine della direzione. Tutti i cittadini dell'URSS e della Russia.

Continuazione dell'applicazione 11.2

TECNICA DS-8. TABELLA PER LA CONVERSIONE DI PUNTI "RAW" IN PUNTI G STANDARD.

DONNE

Punteggi grezziPunteggi G standard
AkBoPoiRACnBaffiOudDi
55 '
39 40
-
'

Campione normativo: 635 donne di età compresa tra i 20 ei 55 anni (oltre i 20 e sotto i 55 anni), praticamente sane, che sono state sottoposte a visita di propria iniziativa, su proposta di uno psicologo o per ordine della direzione Tutti i cittadini dell'URSS e della Russia.

Questionario DS-8

Istruzioni. Il questionario contiene segni che descrivono lo stato, il comportamento e l'atteggiamento di una persona nei confronti di vari fenomeni. Valuta come questi segni sono caratteristici di te, tenendo presente non solo oggi, ma un periodo di tempo più lungo.

Non cercare di “migliorare” o “peggiorare” le risposte, questo porterà a risultati inaffidabili, poiché la tecnica coglie distorsioni e insincerità delle risposte. Puoi essere certo che le tue risposte non verranno rilasciate.

Esprimi il tuo accordo con ciascuna affermazione del questionario utilizzando una scala a 7 punti:

1 - completamente in disaccordo;

2 - leggermente d'accordo;

3 - d'accordo quasi la metà;

4 - metà d'accordo;

5 - più della metà è d'accordo;

6 - d'accordo quasi completamente;

7 - Sono completamente d'accordo.

La tua risposta sarà una scelta di uno dei punti della scala - 1,2,3,4,5,6 o 7. Scrivi il punto selezionato sul foglio delle risposte accanto al numero di serie di questo articolo.

Non saltare un singolo elemento del questionario. Si prega di non scrivere o sottolineare nulla nel questionario stesso. Si prega di non trasferire un numero a un altro nello stesso posto. Per risolverlo, cancella la cifra non necessaria e scrivine una nuova a destra.

Compila tutte le caselle in alto nel foglio delle risposte, scrivi l'ora di inizio e procedi con il questionario. Al posto del cognome, nome e identità puoi scrivere qualsiasi pseudonimo.

Testo del questionario

  1. Il mio corpo reagisce fortemente ai cambiamenti del tempo o ai cambiamenti climatici.
  2. Molto spesso c'è uno stato d'animo in cui mi distraggo facilmente dagli affari, divento distratto e sognante.
  3. Cerco di essere il primo e il migliore in tutto.
  4. Mi sento molto nervoso.

5. Sono ansioso molto spesso.

6. Sono irragionevolmente piuttosto infelice..

7. Spesso mi addormento male.

8. Le difficoltà quotidiane mi fanno sentire a disagio.

9. Molto spesso ho periodi di ansia così intensa che mi è difficile stare fermo..

10. I miei pensieri tornano costantemente a possibili fallimenti e trovo difficile indirizzarli in un'altra direzione..

11. Lodo spesso le persone che conosco molto poco..

12. Provo una vaga ansia, paura, non so perché.

13. Se tutti sono contro di me, non mi perdo d'animo..

14. Mi sveglio la mattina sentendomi esausto e stanco.

15. Spesso mi sento inutile..

16. Non riesco a contenere la mia frustrazione o rabbia..

17. I compiti difficili mi tirano su di morale.

18. Ho spesso mal di testa.

19. Mi capita spesso di spettegolare con qualcuno.

20. Un sacco di piccoli guai mi fanno incazzare.

21. Ho spesso la premonizione che mi aspetta una sorta di punizione.

22. Sono facilmente ferito da una parola.

23. Sono pieno di energia.

24. Molto spesso qualche sciocchezza si impossessa dei miei pensieri e mi dà fastidio per diversi giorni.

25. Mi innervosisco quando penso a tutto ciò che mi aspetta.

26. C'è un conflitto tra i miei piani e la realtà:

27. Molto spesso mi sento stanco, letargico.

28. In situazioni di stress neuropsichico prolungato, mostro una grande resistenza.

29. Spesso perdo la pazienza a causa di qualcuno..

30. Tendo ad esagerare nei miei pensieri l'atteggiamento negativo delle persone vicine nei miei confronti.

31. Ho spesso una pesantezza nella mia testa.

32. Le mie maniere a tavola a casa di solito non sono buone come a una festa..

33. Perdo un'opportunità spesso a causa del fatto che) non prendo una decisione abbastanza rapidamente.

34. Ci sono così tante cose che mi danno facilmente fastidio..

35. Spesso mi sento stressato e ansioso per quello che è successo durante il giorno..

36. Quando non mi sento bene, sono irritabile..

37. L'ansia spesso mi fa venire sonno.

38. Posso essere definito una persona piena di speranza.

39. Ostacoli molto minori mi infastidiscono molto.

40. Molto spesso ho un blues (umore triste).

41. Mi sento come se non avessi abbastanza tempo per fare tutto ciò che deve essere fatto.

42. Ho spesso cattivi pensieri di cui è meglio non parlare.

43. La mattina dopo il risveglio, mi sento stanco e sopraffatto per molto tempo.

44. Mi piace davvero superare costantemente nuove difficoltà.

45. Desidero cambiare molto il mio stile di vita, ma mi manca la forza.

46. ​​Nella maggior parte dei casi, supero facilmente la frustrazione.

47. La soddisfazione di alcuni dei miei bisogni e desideri rende impossibile soddisfare gli altri.

48. Ho una resistenza mentale molto elevata.

49. Spesso scherzi indecenti o addirittura osceni mi fanno ridere.

50. Guardo al futuro con piena fiducia.

51. Divento impaziente molto spesso.

52. Le persone mi deludono.

53. Mi annoio velocemente.

54. Mi sento come se fossi vicino a un esaurimento nervoso.

55. Mi sento spesso debolezza generale.

56. Mi viene spesso detto che sono irascibile.

57. La gente mi stanca.

Appendice 11.4 FOGLIO PER LE RISPOSTE

Numero, mese, anno di nascita ___________________________________________

Questionario DS

Lettura consigliata

Kulikov L.V. Psicologia dell'umore. SPb., 1997.

Kulikov L.V. Guida ai metodi di diagnostica degli stati mentali, degli stati d'animo e della sfera dei sentimenti. Sviluppo e verifica delle tecniche. SPb., 2003.

I. Definizione dello stato mentale dominante e attuale. Metodo per determinare lo stato dominante

Scopo: determinare le caratteristiche degli stati d'animo e alcune altre caratteristiche del livello personale degli stati mentali utilizzando valutazioni soggettive del soggetto. Lo scopo principale del questionario è diagnosticare stati relativamente stabili (dominanti)..

Istruzioni. Il questionario contiene segni che descrivono lo stato, il comportamento e l'atteggiamento di una persona nei confronti di vari fenomeni. Valuta come questi segni sono caratteristici di te, tenendo presente non solo oggi, ma un periodo di tempo più lungo.

Non cercare di "migliorare" o "peggiorare" le risposte, questo porterà a risultati inaffidabili, poiché la tecnica coglie distorsioni e insincerità delle risposte. Puoi essere certo che le tue risposte non verranno rilasciate.

Il tuo accordo con ogni giudizio espresso nel questionario deve essere espresso utilizzando una scala a sette punti:

1 - completamente in disaccordo;

2 - leggermente d'accordo;

3 - d'accordo quasi la metà;

4 - metà d'accordo;

5 - più della metà è d'accordo;

6 - d'accordo quasi completamente;

7 - Sono completamente d'accordo.

Scegliendo uno dei punti della scala: 1,2, 3, 4, 5, 6 o 7, esprimerai il tuo grado di accordo con questo giudizio. Scrivi il punteggio selezionato sul foglio delle risposte accanto al numero di serie di questo articolo, indicando in alto sul foglio il tuo cognome (o nickname), la data e l'ora di inizio del lavoro.

Non saltare un singolo elemento del questionario. Ti chiediamo di non scrivere o sottolineare nulla nel testo del questionario. Si prega di non trasferire un numero a un altro nello stesso posto. Per correggerlo, cancella il numero non necessario e scrivine uno nuovo a destra.

1. Il mio corpo reagisce fortemente ai cambiamenti del tempo o ai cambiamenti climatici.

2. Molto spesso c'è uno stato d'animo in cui mi distraggo facilmente dagli affari, divento distratto e sognante.

3. Cerco di essere il primo e il migliore in tutto.

4. Mi sento molto nervoso..

5. Sono ansioso molto spesso.

6. Sono irragionevolmente piuttosto infelice..

7. Spesso mi addormento male.

8. Le difficoltà quotidiane mi fanno sentire a disagio.

9. Molto spesso ho periodi di ansia così intensa che mi è difficile stare fermo..

10. I miei pensieri tornano costantemente a possibili fallimenti e trovo difficile indirizzarli in un'altra direzione..

11. Lodo spesso le persone che conosco molto poco..

12. Provo una certa ansia, paura non so perché.

13. Se tutti sono contro di me, non mi perdo d'animo..

14. Mi sveglio la mattina sentendomi esausto e stanco.

15. Spesso mi sento inutile..

16. Non riesco a contenere la mia frustrazione o rabbia..

17. I compiti difficili mi tirano su di morale.

18. Ho spesso mal di testa.

19. Mi capita spesso di spettegolare con qualcuno.

20. Un sacco di piccoli guai mi fanno incazzare.

21. Ho spesso la premonizione che mi aspetta una sorta di punizione.

22. Sono facilmente ferito da una parola.

23. Sono pieno di energia.

24. Molto spesso qualche sciocchezza si impossessa dei miei pensieri e mi dà fastidio per diversi giorni.

25. Mi innervosisco quando penso a tutto ciò che mi aspetta.

26. C'è un conflitto tra i miei piani e la realtà.

27. Molto spesso mi sento stanco, letargico.

28. In situazioni di stress neuropsichico prolungato, mostro resistenza.

29. Spesso perdo la pazienza a causa di qualcuno..

30. Tendo ad esagerare nei miei pensieri l'atteggiamento negativo delle persone vicine nei miei confronti.

31. Ho spesso una pesantezza nella mia testa.

32. Le mie maniere a tavola a casa di solito non sono buone come a una festa..

33. Perdo spesso un'opportunità perché non prendo una decisione abbastanza rapidamente.

34. Ci sono tante cose che mi infastidiscono facilmente..

35. Spesso mi sento stressato e ansioso per quello che è successo durante il giorno..

36. Quando non mi sento bene, sono irritabile..

37. L'ansia spesso mi fa venire sonno.

38. Posso essere definito una persona piena di speranza.

39. Ostacoli molto minori mi infastidiscono molto.

40. Molto spesso ho un blues (umore triste).

41. Mi sento come se non avessi abbastanza tempo per fare tutto ciò che deve essere fatto.

42. Ho spesso cattivi pensieri di cui è meglio non parlare.

43. Al mattino, dopo essermi svegliato, per molto tempo mi sento stanco e sopraffatto.

44. Mi piace davvero superare costantemente nuove difficoltà.

45. Desidero cambiare molto il mio stile di vita, ma mi manca la forza.

46. ​​La maggior parte delle volte riesco facilmente a superare la frustrazione..

47. La soddisfazione di alcuni dei miei bisogni e desideri rende impossibile soddisfare gli altri.

48. Ho una resistenza mentale molto elevata..

49. Spesso scherzi indecenti o addirittura osceni mi fanno ridere.

50. Guardo al futuro con piena fiducia.

51. Divento impaziente molto spesso.

52. Le persone mi deludono.

53. Mi annoio velocemente.

54. Mi sento come se fossi vicino a un esaurimento nervoso.

55. Mi sento spesso debolezza generale.

56. Mi viene spesso detto che sono irascibile.

57. La gente mi stanca.

Elaborazione dei risultati:

Chiave per le scale della versione completa del DS

"Ak": 13, 17, 23, 28, 44, 46, 48, 50. Su una scala di 8 punti.

"Bo": (3), 6, 8, (17), (38), 39, (50). Su una scala di 7 punti.

"Quello": 1, 7, 14, 18, 27, 43, 55, 57. Su una scala di 8 punti.

"Ra": 4, 8, 25, 31, 35, 37,41. Su una scala di 7 punti.

"Cn": 5, 9, 10, 12, 21, 24, 30, 35. Su una scala di 8 punti.

"Us": 16, 20, 29, 34, 51, 53, 54, 56. Su una scala di 8 punti.

"Ud": 2, 15, 22, 26, 33, 40, 45, 47, 52. Su una scala di 9 punti.

Po: 11, 19, 32, 36, 42, 49. Su una scala di 6 punti.

Nella scala Bo, i numeri degli elementi tra parentesi hanno una scala a sette punti invertita. Per questi item, il punteggio totale della scala non include i punti scritti dal soggetto, ma la differenza che si ottiene sottraendo da otto il punteggio scritto (nel modulo di risposta). Cioè, è necessario utilizzare la formula: S = 8 - M, dove M è il punteggio scritto dal soggetto, S è il punteggio che sarà incluso nella somma dei punteggi grezzi per questa scala.

Si noti che la conversione dei punteggi di cui sopra è necessaria solo per gli elementi sulla scala "Bo", i cui numeri sono tra parentesi.

Inoltre, è consigliabile convertire i punti della scala grezza in punteggi T standard. Per questo, vengono utilizzate tabelle di traduzione..

Supponiamo che un uomo sia stato esaminato utilizzando il DS completo. Sulla scala "Ak", nel calcolare i punti totali, sono stati ottenuti 21 punti. Ci rivolgiamo a tavola. Nella colonna più a sinistra con il nome "Raw points" troviamo la riga in cui è scritto il numero 21. Nella stessa riga nella colonna con il nome "Ak" vediamo il numero 29. Questo è il punteggio standard, in altre parole, il punteggio T del parametro "Ak" del soggetto dato... Se il punteggio totale sulla scala "Bo" è 26, nella cella della tabella all'intersezione della riga con il punteggio grezzo di 26 e la colonna con il nome "Bo" troviamo il punteggio standard di 43. Allo stesso modo, traduciamo il resto dei punteggi grezzi in standard.

Interpretazione dei risultati:

In questa tecnica, quando si interpretano i valori numerici ottenuti, viene utilizzata la traduzione di punti grezzi in quelli standard, in punteggi T. Le scale dei punti T standard sono costruite come segue: i valori medi sono equivalenti a 50 punti T; 10 punti T sono uguali a un sigma (sigma è la deviazione standard).

Voti più alti su una scala particolare - questi sono segni di 55 o più punti T. Questa è più della metà di una deviazione sigma dalla media..

Gradi ribassati - questi sono segni di 45 o meno punti T. Questa deviazione dalla media al lato più piccolo di oltre mezzo sigma..

Voti alti - questi sono segni di 60 o più punti T..

Voti bassi - questi sono segni di 40 o meno punti T..

Scala "Ak": "atteggiamento attivo - passivo nei confronti della situazione di vita". Questa scala consente di avere un'idea delle caratteristiche dello stato, nella maggior parte dei casi, più fortemente dipendenti dal tratto di personalità corrispondente - attività che da altri fattori. Va tenuto presente che l'attività è solo relativamente stabile, poiché la predisposizione a un atteggiamento attivo o passivo, la reazione dipende da molte circostanze attuali, dall'ambiente sociale e dagli eventi che precedono il periodo di vita dell'individuo. Per diagnosticare stati e stati d'animo, è particolarmente importante tenere conto della forza della fede nel raggiungimento dei propri obiettivi, per identificare una posizione attiva o passiva in relazione alla situazione di vita attuale. Questo parametro è particolarmente importante nella diagnosi di condizioni di stress..

Punteggio alto: oltre 60 punti T. Si esprime un atteggiamento attivo e ottimista nei confronti della situazione di vita, c'è disponibilità a superare gli ostacoli, fiducia nelle proprie capacità. Sentirsi in grado di superare gli ostacoli e raggiungere i propri obiettivi. L'allegria è più alta della maggior parte delle persone.

Punteggi bassi: meno di 40 punti T. Atteggiamento passivo nei confronti della situazione di vita, nella valutazione di molte situazioni di vita prevale una posizione pessimistica, incredulità nella possibilità di superare con successo gli ostacoli.

Scala "A": "tono: alto - basso". In una situazione di stress acuto, una persona spesso sperimenta una sensazione di forza crescente, ma spesso si osserva l'immagine opposta: una sensazione di debolezza. Un'immagine simile può essere osservata con uno stress prolungato. Le caratteristiche energetiche per qualsiasi stato mentale sono la misura più importante. Sono particolarmente necessari per prevedere lo stato sviluppato di un individuo. Nella diagnosi delle condizioni di stress, forniscono dati preziosi sulla profondità dello stress..

Voti alti. Caratterizzato da alta attività, reazione stenica alle difficoltà emergenti. Sensazioni soggettive di compostezza interiore, riserva di forza, energia. Pronto per il lavoro, anche a lungo termine.

Voti bassi. Caratterizzato da affaticamento, mancanza di assemblaggio, letargia, inerzia e bassa efficienza. Ci sono meno opportunità di essere attivi, di consumare energia, la risorsa di forze è ridotta e la fatica è aumentata. La tendenza a mostrare reazioni asteniche alle difficoltà emergenti.

Scala "Cn": "calma - ansia". Nello stato mentale, l'esperienza dell'ansia è di importanza decisiva per una serie di altri fenomeni. È l'ansia che esalta il suono di stimoli emotiogeni di vari punti di forza, anche insignificanti, aumentando l'intensità delle emozioni negative, aggravando il loro impatto negativo su coscienza, comportamento e attività. La scala è progettata per misurare il livello di ansia generalizzata. In letteratura, è anche denotato dai termini "fluttuante", "immotivato", ecc. Tra i tipi di ansia per questo tipo di persone, le esperienze emotive a lungo termine sono le più caratteristiche.

Voti alti. Maggiore fiducia nelle proprie capacità e capacità rispetto alla maggior parte delle persone.

Voti bassi. C'è la tendenza a provare ansia in una vasta gamma di situazioni della vita, a vedere una minaccia al prestigio e al benessere, indipendentemente da quanto siano reali le ragioni. Attesa di eventi con esito sfavorevole, premonizione di una minaccia futura (punizione, perdita di rispetto o rispetto di sé) senza una chiara consapevolezza delle sue fonti.

Scale "Us": "stabilità - instabilità del tono emotivo".

Voti alti. Prevale un tono emotivo anche positivo, un corso calmo dei processi emotivi. Elevata stabilità emotiva, in uno stato di eccitazione emotiva, l'adeguatezza e l'efficacia dell'autoregolazione mentale, del comportamento e dell'attività sono preservate. I voti molto bassi possono essere interpretati come rigidità emotiva.

Voti bassi. Diminuzione della stabilità emotiva, sorge facilmente l'eccitazione emotiva, l'umore è mutevole, l'irritabilità è aumentata, prevale il tono emotivo negativo.

Scala "Ud": "soddisfazione - insoddisfazione per la vita nel suo insieme (il suo corso, il processo di autorealizzazione)". Le difficoltà nel processo di autorealizzazione portano a esperienze di voluminoso disagio emotivo. Questa caratteristica ha un valore diagnostico speciale nella consulenza individuale e nel lavoro psicocorrezionale. L'esperienza della pienezza di vita è uno dei principali supporti della stabilità psicologica dell'individuo. I sentimenti di vuoto sono un fattore di rischio per disturbi nevrotici e depressivi, dipendenza da alcol. I giudizi inclusi in questa scala si riferiscono agli aspetti interni delle esperienze, al sentimento di soddisfazione per la propria vita. Poiché i criteri per il successo dell'auto-realizzazione sono soggettivi, la cosa più importante per un diagnostico è una valutazione soggettiva del successo dell'auto-realizzazione. La piena autorealizzazione di una persona non è solo lo sviluppo di abilità speciali, ma anche lo sviluppo del suo potenziale come essere umano forte e integrale, libero da vincoli interni che lo paralizzano.

Voti alti. Soddisfazione per la vita in generale, il suo corso, l'autorealizzazione, il modo in cui sta andando la vita. Una persona sente la capacità di assumersi la responsabilità e la capacità di fare la propria scelta, in cui si sente la voce del proprio “io”. Il soggetto si sente pronto a superare le difficoltà nel realizzare le sue capacità (se i suoi bisogni superiori vengono attivati). Valutazione sufficientemente alta del successo personale.

Voti bassi. Insoddisfazione per la vita in generale, il suo corso, il processo di autorealizzazione e come si stanno attualmente svolgendo i principali eventi della vita. Bassa valutazione del successo personale. Allo stato attuale, una persona non ha trovato completamente se stessa, non si è aperta, non ha sentito supporti interni affidabili, non sente la capacità di esigere risposte veritiere da se stessa. Spesso è caratteristico un ritiro nel dubbio, che ti permette di evitare la necessità di fare scelte di vita, ascoltandoti prima di tutto, assumendoti la responsabilità di ciò che ti sta accadendo.

Scala "Po": "immagine di sé positiva - negativa". Questa scala è ausiliaria, consente di determinare la criticità dell'autovalutazione (bassa o alta), l'adeguatezza dell'autovalutazione. Su una scala di 6 punti. La criticità dell'autostima è strettamente correlata all'autoaccettazione dell'individuo. Più è positiva l'immagine di se stessi, meno una persona vede i difetti in se stessa. L'auto-accettazione ha un impatto significativo sull'umore: più completa auto-accettazione e più positivi sono i sentimenti emotivi verso se stessi, più alto è l'umore. Gli indicatori della scala "Po" hanno una significativa correlazione positiva con gli indicatori delle scale principali. L'autoaccettazione positiva migliora lo stato mentale e viceversa: uno stato più favorevole dispone a vedere i tuoi difetti come insignificanti, ti consente di valutare il tuo comportamento il più vicino alla norma.

Un punteggio molto alto indica una comprensione di se stessi non sufficientemente sviluppata. La somma di più di 65 punti dà motivo di presumere bassa criticità nell'autovalutazione, insufficiente adeguatezza dell'autovalutazione, insincerità. Altri motivi possono essere: atteggiamento negativo nei confronti del sondaggio, influenza di un forte interesse del soggetto per i risultati "positivi, buoni" del sondaggio.

Valutazioni di 60-64 punti significano una ridotta criticità nell'autovalutazione, insufficiente adeguatezza dell'autovalutazione. Se sulla scala si ottengono punteggi "Us", "Cn" o "Ud" - più di 60, allora molto probabilmente i dati nel loro insieme non sono abbastanza affidabili.

Gli indicatori compresi tra 40 e 59 caratterizzano il grado di autoaccettazione da parte dell'individuo. Maggiore è il punteggio standard, minore è la criticità dell'autovalutazione e maggiore è l'accettazione di se stessi con tutte le sue carenze..

Con valutazioni inferiori a 50 punti, c'è motivo di parlare di sufficiente sincerità nelle risposte, spiccato desiderio di adeguatezza nella valutazione delle proprie caratteristiche psicologiche e della propria condizione, e di criticità nell'autovalutazione..

Voti bassi - meno di 40 punti - indicano non solo un'elevata criticità nel valutare se stessi e un grande desiderio di essere sinceri, ma anche un atteggiamento negativo verso se stessi.

Tecnica DS (versione completa). Tabella per convertire i punti grezzi in punti T standard (uomini) *

CrudoT-score standard
punteggi"Ak""Bo""Quella""RA""Sp""Noi""Ud""Di"
-------
-----
-
-
-
-
-
-
-
-
-
55 '
-
-
--
--
---
----
----
----
----
-----
------
------
------
------
------
------
------
------
------
-------

Tecnica DS (versione completa). Tabella per convertire i punti grezzi in punti T standard (donne) *

CrudoT-score standard
punteggi"Ak""Bo""Quella""RA""Sp""Noi""Ud""Di"
-------
-----
--
_
-
-
-
-
-
-
--
--
--
---
---
---
----
----
----
------
------
------
------
-------
-------
-------

II. Tecnica di autovalutazione degli stati mentali (secondo G. Eysenck).

Istruzione: “Ti offriamo una descrizione di vari stati mentali. Se questa condizione ti si addice molto, vengono assegnati 2 punti per la risposta; se adatto, ma non molto buono, allora 1 punto; se non si adatta affatto, allora 0 punti ".

Modulo per la diagnosi degli stati mentali (secondo G. Eysenck)

No.Condizione mentaleAdattoAdatto, ma non molto buonoNon va bene
Non mi sento sicuro di me stesso
Spesso arrossisco per le sciocchezze
Il mio sonno è agitato
Mi scoraggio facilmente
Mi preoccupo solo dei guai immaginari
Le difficoltà mi spaventano
Amo approfondire i miei difetti
Sono facile da convincere
Sono sospettoso
Riesco a malapena a sopportare il tempo di attesa
Spesso mi sembrano situazioni senza speranza da cui trovare una via d'uscita
I guai mi turbano molto, mi perdo d'animo
Quando sono in grossi guai, tendo a incolpare me stesso senza una buona ragione.
La sfortuna e il fallimento non mi insegnano nulla
Mi rifiuto spesso di combattere, considerandolo inutile
Spesso mi sento indifeso
A volte ho uno stato di disperazione
Mi sento confuso di fronte alle difficoltà
Nei momenti difficili della vita, a volte mi comporto come un bambino, voglio essere compatito
Considero i miei difetti nel mio carattere incorreggibili
Mi riservo l'ultima parola
Spesso in una conversazione interrompo l'interlocutore
Mi arrabbio facilmente
Mi piace commentare gli altri
Voglio essere un'autorità per gli altri
Non mi accontento di poco, voglio di più
Quando mi arrabbio, mi trattengo male
Preferisco guidare piuttosto che subordinare
Ho gesti aspri e maleducati
Sono vendicativo
Trovo difficile cambiare le abitudini
Non è facile spostare l'attenzione
Sono molto diffidente nei confronti di tutto ciò che è nuovo
È difficile convincermi
Spesso i pensieri non escono dalla mia testa di cui dovrei liberarmi.
Non è facile avvicinarsi alle persone
Anche le violazioni minori del piano mi hanno turbato
Spesso divento testardo
Riluttante a correre rischi
Sono molto preoccupato per le deviazioni dal regime che ho adottato.

Elaborazione dei risultati:

Calcola il punteggio per ciascuno dei quattro gruppi di domande:

1. No. 1-10 - ansia.

2. N. 11-20 - frustrazione.

3. No. 21-30 - aggressività.

4. N. 31-40 - rigidità.

- 0-7 punti - non allarmante;

- 8-14 punti - ansia media, livello accettabile;

- 15-20 punti - molto inquietante.

- 0-7 punti - alta autostima, resistenza al fallimento e mancanza di paura delle difficoltà;

- 8-14 punti - livello medio, si verifica la frustrazione;

- 15-20 punti - bassa autostima, evitamento delle difficoltà, paura del fallimento.

0-7 punti: sei calmo, calmo;

8-14 punti - livello medio;

15-20 punti: sei aggressivo, sfrenato. Difficoltà a lavorare con le persone.

0-7 punti - nessuna rigidità, facile commutazione;

8-14 punti - livello medio;

15-20 punti: rigidità fortemente pronunciata, cambio di lavoro, cambiamenti in famiglia sono controindicati per te.

III. Stati mentali di una persona (Questionario sulla personalità A.T. Gersild)

Con l'aiuto di questo questionario, vengono valutati stati interni persistenti della personalità, che influenzano l'atteggiamento di una persona nei confronti delle persone che lo circondano e nei confronti del suo lavoro..

Istruzioni: le affermazioni seguenti sono selezionate da giudizi tipici e quotidiani di persone che sono caratterizzate da problemi emotivi personali e che sono indicate per la psicocorrezione di gruppo o la psicoterapia. Leggi attentamente ciascuna dichiarazione. Esprimono ciò che le persone vorrebbero capire nella propria vita e comprendere se stesse più a fondo. Quindi, nota se questo giudizio esprime qualche sentimento che è inerente a te o una domanda che personalmente vorresti capire. Indica anche se desideri capire meglio cosa significa tutto questo per te personalmente, se questo problema è personalmente significativo per te.

In alcune sentenze, ci sono argomenti che sono menzionati di nuovo nel testo. Ignorali e rispondi come se li incontrassi per la prima volta. Ricorda che non ci sono risposte "giuste" o "sbagliate" alle domande poste. Tratta ciascuno dei giudizi come completamente indipendente e rispondi indipendentemente dagli altri. Alla fine, nota se questo giudizio esprime esattamente il problema che devi affrontare personalmente nella vita. Nella metà sinistra del questionario, le formulazioni dei problemi corrispondenti sono fornite sotto forma di dichiarazioni tipiche di persone su questo argomento. Nella metà destra, ci sono opzioni per le risposte, tra le quali devi scegliere quella più adatta a te e contrassegnarla.

La gente dice: “Questa è una domanda che mi riguarda personalmente. Pertanto, vorrei (a) capirlo più a fondo ".

La mia opinione su questo tema è la seguente (scelgo la seguente risposta):

1. Penso di sì. Questa è una delle aree che vorrei capire personalmente..

2. Penso di sì, ma ritengo che questo problema non sia particolarmente importante per me, al fine di comprenderlo in modo specifico.

3. Non ha niente a che fare con la mia vita..

4. Non lo so. Trovo difficile rispondere a questa domanda.

(Per tutti i giudizi seguenti, vengono offerte opzioni di risposta identiche, quindi non sono descritte in dettaglio di seguito nel testo.)

1. “Non è facile per me considerarmi una persona che ha costantemente bisogno, cerca e accetta aiuto dall'esterno per risolvere i propri problemi di vita. Penso che dovrei (dovrei) avere la forza e la capacità di risolvere i problemi personali senza un aiuto esterno ".

2. Ho un grande bisogno di confrontarmi costantemente con le altre persone, per dimostrare a me stesso che sono superiore agli altri, o almeno non peggiore degli altri.

3. Sento che nella mia vita non c'era alcuna possibilità per una normale vita sessuale.

4. Non so esattamente cosa voglio veramente dalla vita. Inoltre non capisco abbastanza quale sia la cosa più importante da fare, chi essere nella vita, cosa ottenere da essa.

5. Mi è difficile sentirmi così libero di essere sempre me stesso nei rapporti con le persone, soprattutto con quelle che occupano una posizione più alta, hanno un rango più alto o godono di maggior prestigio. Sono libero solo con quelle persone che sono uguali a me o occupano una posizione inferiore.

6. Anche se penso che la lotta per la vita sia un'impresa utile, per me personalmente sembra un'impresa piuttosto disperata.

7. Ho trascorso una parte significativa della mia vita lavorativa in un'atmosfera che non mi interessava e in cui quasi tutte le persone erano lontane l'una dall'altra..

8. Anche se cerco di comunicare con tatto con altre persone, spesso ignorano i miei sentimenti..

9. Sento che in generale sono una persona piuttosto felice nella vita. Devo il mio successo nella vita al destino felicemente formato e alla buona volontà delle altre persone. A volte mi preoccupo davvero che la mia felicità finisca.

10. Sento che ci sono cose importanti nella vita che mi sono perse e che non tornerò mai più, non importa quanto mi sforzi e cosa ottengo..

11. Tendo a caricarmi di così tante cose da fare e ad assumermi così tante responsabilità che non ho tempo per me stesso..

12. Non mi sembra di essere in grado di liberarmi dai sensi di colpa o di paura associati alla mia esperienza sessuale.

13. Mi sembra di passare da un lavoro all'altro, da un rapporto con le persone a un altro, o da un posto all'altro, senza trovare quello che mi serve.

14. Spesso sento il bisogno di impressionare le persone come più capaci, più forti, più premurose e più indipendenti di quanto non sia in realtà. Ho la sensazione di non essere all'altezza delle aspettative degli altri..

15. La solitudine è uno dei sentimenti che spesso mi prende..

16. Sento che anche se una volta, forse, avevo la mia casa nel senso fisico e psicologico della parola, l'ho persa e non ne ho acquisita un'altra.

17. Io, mi sembra, non sono in grado di liberarmi dal sentimento di inadeguatezza, dalla colpa del peccato associata a ciò che non era nella mia precedente vita sessuale.

18. In teoria, so che è bello poter, amare, godere, essere tristi e provare altri sentimenti umani profondi, ma non vedo quali conseguenze questo potrebbe avere su di me..

19. Quando sono a casa con i miei cari, sento che mi manca qualcosa. Quando interagisco con persone fuori casa, sento anche che mi manca qualcosa. In generale, mi sembra che da nessuna parte mi sento completamente a mio agio.

20. Mi sento troppo disconnesso dalle altre persone. Mi sembra che ci sia sempre una barriera invisibile tra me e gli altri..

21. Abbastanza spesso, quando qualcuno mi chiede di fare qualcosa, di andare da qualche parte o di assumermi la responsabilità di qualcosa, sono d'accordo, ma in seguito me ne pento o mi sento infastidito per aver detto di sì.

22. Mi sento come se non fossi mai stato all'altezza dei miei ideali, e spesso penso che non ce la farò mai.

23. Nel mio lavoro, nell'assistenza all'infanzia, nelle faccende domestiche, ecc. Spesso devo incoraggiare gli altri a fare qualcosa o insegnare qualcosa che io stesso non penso sia abbastanza significativo e importante.

24. Sento che la mia famiglia mi sta chiedendo e in una misura tale da risentirmi. Tuttavia, mi trovo incapace di difendermi, di far valere il mio diritto ai miei desideri e pensieri, di esercitare il diritto di ribellarmi alla violenza..

25. Sento di dover essere sempre all'erta ed evitare errori, poiché altre persone possono trarne vantaggio immediatamente.

26. A volte mi sembra che la vita sia così complicata e confusa che ho dubbi sull'opportunità di continuare a combattere.

27. A volte mi sembra che sarei deluso e persino inorridito se riuscissi davvero a capire me stesso.

28. Mi sento in imbarazzo quando gli altri mostrano i loro sentimenti, come rabbia, tenerezza o paura, apertamente in pubblico o vengono da me ed espongono i loro sentimenti.

29. A volte mi sembra che tendo a valutarmi come persona sulla base di ciò che era o non esisteva nella mia vita sessuale.

30. A volte perdo la calma o provo sentimenti di rabbia, rabbia che mi fanno perdere l'equilibrio.

31. Mi sento come se ci fossero cose nella vita a cui ho dovuto rinunciare. Immagino sia troppo tardi alla mia età per cercare di recuperare.

32. Spesso mi arrabbio e mi indignano quando mi mettono fretta, mi fanno pressione, impongono la loro opinione, specialmente se non posso resistere o mostrare il mio dispiacere.

33. Quello che faccio e quello che succede nella mia vita non mi sembra abbastanza significativo per me. Vorrei ricevere più soddisfazione dagli sforzi compiuti nel lavoro, nello studio, negli affari di famiglia, ma non posso dire che in realtà la ottengo..

34. Non ho nessuno a cui affidare i miei sentimenti personali profondi, sapendo che verrò davvero ascoltato e compreso.

35. Quando prendo decisioni o penso a un passo che ho fatto, spesso mi chiedo cosa farebbe qualcun altro - un genitore, un amico, un manager o un collega senior - al mio posto in una situazione simile..

36. Indipendentemente dal fatto che io sia al lavoro, a casa o in vacanza, non lascio la sensazione di distacco da ciò che accade intorno a me, e non mi sento personalmente incluso in esso.

Dal mio punto di vista, domande del tipo che vengono formulate sopra:

1. Possono sbilanciarsi, ma è meglio metterli che ignorarli.

2. Squilibrio o induzione di ogni sorta di introspezione, ed è meglio non preoccuparsi di cercare una risposta a loro.

3. Non hanno, dal mio punto di vista, di grande importanza.

La chiave della metodologia “Questionario sulla personalità di A.T. Jerseyde "

Le risposte alle domande in questa tecnica sono raggruppate attorno a nove stati di personalità, che, insieme ai giudizi ad essi correlati, sono presentati di seguito..

Ogni stato di personalità nel questionario corrisponde a 4 giudizi, e ce ne sono 36 in totale. La valutazione massima della gravità di una particolare qualità o stato della personalità secondo questo metodo è 8 e il minimo è 0 punti. Queste stime, rispettivamente, si ottengono in questo modo. Se il soggetto, rispondendo all'uno o all'altro giudizio del questionario, sceglie la prima risposta, allora ottiene 2 punti; se sceglie la seconda risposta - 1 punto; se il terzo - 0 punti. La scelta della quarta risposta - "Non lo so" - non è in alcun modo valutata a punti. In conclusione, per ciascuno dei nove stati di personalità, viene determinata la somma dei punti ricevuti dai soggetti per i quattro giudizi associati a questo stato di personalità. È una valutazione di questa condizione..

Di seguito sono riportati i nomi dei corrispondenti stati di personalità e i numeri ordinali dei giudizi ad essi associati:

Solitudine - 7, 15, 20, 34.

L'assenza di significato dell'esistenza (sensazione di assenza di significato dell'esistenza) - 4, 11, 23, 33.

Libertà di scelta (atteggiamento verso l'autorità) - 5, 21, 24, 35.

Conflitto sessuale - 3, 12, 17, 29.

Conflitto ostile - 8, 25, 30, 32.

La discrepanza tra il reale e l'ideale "io" - 2, 14, 22, 27.

Libero arbitrio - 1.9, 18, 28.

Disperazione - 6, 10, 26, 31.

Sensazione di irrequietezza (senzatetto) - 13, 16, 19, 36.

7-8 punti: gravità molto alta dello stato di personalità;

5-6 punti: forte gravità della condizione;

3-4 punti: moderata gravità della condizione;

0-2 punti: debole gravità della condizione.

Data di inserimento: 23/10/2014; Visualizzazioni: 3248; Violazione del copyright?

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | No