Psychos: perché le persone mentalmente squilibrate sono molto forti

Squilibrio: instabilità emotiva e maggiore eccitabilità possono manifestarsi non solo in urla e scoppi di rabbia, ma anche sotto forma di pianto e eccessiva sensibilità. Certo, possiamo essere tutti arrabbiati, nervosi e piangere: questo è normale. Ma nel caso di persone squilibrate, emozioni e sentimenti "negativi" iniziano a prevalere, perdono il controllo e peggiorano la qualità della vita. Invece di fare qualcosa, piangiamo. La forza delle persone mentalmente squilibrate dipende in gran parte dal desiderio di sopravvivere, dall'aggressività incontrollata e da altri atteggiamenti mentali.

Come puoi sbilanciare una persona?

Per interrompere l'equilibrio mentale, è necessario influenzare la personalità con una forza che supera la soglia abituale..

Ogni personalità mentalmente stabile è caratterizzata da un certo livello di stabilità dei processi in corso. Sono espressi nei meccanismi di protezione mentale e adattamento.

Allo stesso tempo, nella vita di una persona possono verificarsi i seguenti eventi negativi:

  • morte di una persona cara;
  • una grave malattia di un parente o problemi di salute propri;
  • ridimensionamento sul lavoro;
  • minacce da qualcun altro;
  • depressione prolungata;
  • essere curato in un reparto psichiatrico;
  • donne dopo il parto;
  • divorzio;
  • tradimento di un coniuge;
  • situazione politica difficile (guerra, disastri naturali).

Tutti questi eventi creano uno sfondo inaffidabile di maggiore prontezza mentale per la reazione..

Sintomi di squilibrio

Uno squilibrio è come un fiume che scorre dalle sue sponde. Nelle persone squilibrate, i sentimenti prevalgono sulla ragione. Ciò è dovuto alla mancanza di autocontrollo e compostezza.

Sintomi di squilibrio mentale

  • preposizioni, frasi assurde e deliranti prevalgono nel discorso. Secondo le statistiche, le preposizioni "per" e "per" sono più spesso utilizzate;
  • condurre un dialogo con se stessi;
  • risate irragionevoli;
  • dominanza dei desideri carnali (soddisfazione fisiologica);
  • manifestazione di egoismo. Preferenza per vivere da soli;
  • ostile e aggressività nei confronti dei propri cari (altri);
  • il desiderio di mostrare la loro esclusività;
  • ipocrisia;
  • irritabilità;
  • attacchi di panico (insorgenza infondata di sentimenti ansiosi);
  • pignoleria;
  • la capacità di imporre abilmente la tua visione del mondo ad altre persone.

Uno dei principali errori di persone con problemi di psiche

Questo errore sta nel cercare di eliminare completamente lo stress dalla tua vita. A volte le persone con una psiche instabile si allontanano dal mondo che li circonda: lasciano il lavoro, limitano la loro cerchia sociale e raramente iniziano a lasciare la casa. Ma una tale distanza dalla realtà rende la psiche ancora più instabile, una persona divorziata dalla vita inizia a vedere il mondo solo in bianco e nero, il pensiero perde la sua flessibilità e, alla fine, si instaura una depressione prolungata e la perdita del desiderio di vivere. Se inizi a notare un tale comportamento in te stesso o nei tuoi cari, dovresti iniziare immediatamente ad agire per evitare tristi conseguenze..

Come comportarsi con una persona mentalmente instabile

Quando si contatta una persona mentalmente squilibrata, è necessario prestare attenzione in modo che le frasi e le azioni non provochino un conflitto. La cosa migliore che puoi fare è tirarti indietro il più possibile, controllare le tue emozioni e rimanere calmo ed educato..

Non permettere a te stesso di discutere, imprecare, alzare la voce - lascia che il combattente sbilanciato a suo piacimento e tu lo ascolti in silenzio. Ricorda che la maggior parte delle volte le persone squilibrate si comportano in questo modo perché in fondo si sentono estremamente insicure, confuse e spaventate. Un guasto dovrebbe essere percepito come un tentativo di compensare la mancanza di attenzione degli altri. Pertanto, dovresti trattare una persona così gentilmente, dimostrargli che va tutto bene, la situazione è sotto controllo.

Quale medico devo contattare per un disturbo nervoso

L'opzione migliore sarebbe un medico neuropsichiatrico che, in una certa misura, combina le funzioni di un neurologo e di uno psichiatra. Se non è possibile fissare un appuntamento con questo particolare specialista, contattare uno psichiatra o un neuropatologo. Il primo riguarda ciò che è associato all'umore e alla consapevolezza di sé, il secondo - le manifestazioni fisiche dei disturbi nervosi, come insonnia, mal di testa, disturbi della concentrazione.

Uno psicologo e psicoterapeuta aiuterà solo quando le malattie mentali sono escluse, la diagnosi è stata fatta e l'obiettivo principale è riportare la persona alla vita normale..

Trattamento

Molti disturbi mentali possono essere trattati con tecniche psicoterapeutiche ed esercizi psicologici. In alcuni casi viene prescritta anche la terapia farmacologica..

I tranquillanti sono principalmente prescritti per la nevrastenia. I farmaci in questo gruppo possono ridurre l'ansia e alleviare la tensione emotiva..

Gli antipsicotici sono i più popolari nel trattamento delle patologie mentali. La loro azione è quella di ridurre l'eccitazione mentale, diminuire l'attività psicomotoria, ridurre l'aggressività e sopprimere la tensione emotiva..

I normotimici regolano l'espressione inappropriata delle emozioni. Sono usati per prevenire disturbi che coinvolgono diverse sindromi che compaiono in fasi, ad esempio, nel disturbo bipolare. I sali più comunemente usati sono litio, carbamazepina, valpromide.

Voci correlate:

  1. Anonimato in psichiatriaLa psichiatria è una branca della medicina la cui attività è finalizzata allo studio delle cause.
  2. Caratteristiche del decorso della schizofrenia negli anzianiLa schizofrenia è una malattia misteriosa e terribile. Nella vista delle masse.
  3. I piedi diventano insensibili per lo stressL'intorpidimento della gamba è una condizione anormale in cui c'è.
  4. Distonia vegeto-vascolare (VVD)La distonia vegeto-vascolare è un complesso di sintomi che include molti sintomi diversi.

Autore: Levio Meshi

Medico con 36 anni di esperienza. Blogger medico Levio Meshi. Revisione costante di argomenti scottanti in psichiatria, psicoterapia, dipendenze. Chirurgia, Oncologia e Terapia. Conversazioni con i principali medici. Recensioni di cliniche e dei loro medici. Materiali utili sull'automedicazione e sulla risoluzione dei problemi di salute. Visualizza tutte le voci di Levio Meshi

Come comunicare con una persona mentalmente instabile?

È consuetudine associare lo squilibrio mentale alla malattia mentale. In sostanza, lo squilibrio mentale è insito in quasi ogni persona a vari livelli. Lo squilibrio può essere episodico, oppure può diventare una sorta di stile di vita, quando una persona per molti anni dà l'impressione di essere mentalmente instabile e bisognosa di aiuto esterno.

  • Segni di una persona mentalmente instabile
    • Irritabilità
    • Paure irragionevoli
    • Pignoleria e arroganza
  • Come comportarsi con una persona mentalmente instabile
    • Aiutalo a sentirsi eccezionale
    • Dimostra che ti fidi di lui
    • Aiutalo a mostrare indipendenza
  • Uno dei principali errori di persone con problemi di psiche

Segni di una persona mentalmente instabile

È importante conoscere ed essere in grado di identificare i segni di squilibrio mentale. Questo ti aiuterà a vederli in te stesso o nei tuoi cari ed eviterà gravi conseguenze..

Irritabilità

Le persone, sottoposte a stress anche minori, possono scoppiare in una tempesta di emozioni. Durante questo, vengono sprecate enormi riserve di energia, che potrebbero essere dirette alla creazione. Allo stesso tempo, in cinque minuti di urla frenetiche, imprecazioni e preoccupazioni, una persona riesce a stancarsi come se stesse facendo un lavoro fisico tutto il giorno.

Paure irragionevoli

Il costante senso della presenza di un pericolo imminente può essere esasperante. Una persona squilibrata inizia a vedere una minaccia per la propria vita e sicurezza quasi ovunque e perde la capacità di valutare con sobrietà l'ambiente. Il soggiorno costante in uno stato irrequieto e ansioso porta a seri problemi di salute: il sistema nervoso è distrutto, aumenta il rischio di infarto e ictus. Gli attacchi di panico costanti possono portare all'agorafobia e a uno stile di vita solitario.

Pignoleria e arroganza

Un altro segno di squilibrio è la fretta costante, l'incapacità di fermarsi per qualche minuto e rilassarsi. Lo stress costante, il bisogno di occuparsi di qualcosa è causato da una sovrabbondanza di pensieri, che scorrono caoticamente per la testa. Il confine tra la realtà e il proprio mondo illusorio viene cancellato. Naturalmente, questo porta a una diminuzione della produttività e allo spreco di energia..

Il desiderio di mostrare la propria importanza, differenza dagli altri, attribuendosi a se stessi meriti esorbitanti è anche segno di instabilità mentale. Le persone arroganti diventano dure, è difficile per loro notare i propri difetti e imparare dai propri errori. Spesso queste persone non hanno senso dell'umorismo, prendono la vita troppo sul serio e si arrabbiano facilmente..

Altri sintomi

Di regola, i segni di cui sopra sono facili da rilevare perché spesso non sono temporanei ma diventano qualcosa di un tratto caratteriale. Inoltre, ci sono altri sintomi evidenti di disturbi mentali:

  • difficoltà a concentrarsi mentre si lavora o si comunica;
  • risate senza motivo;
  • alienazione e ostilità verso i propri cari;
  • allucinazioni uditive o visive - dall'esterno sembrano conversazioni con se stessi, risposte alle domande di un interlocutore invisibile;
  • discorso confuso, difficile da capire, contenente frasi assurde o deliranti.

Inoltre, lo squilibrio mentale può essere accompagnato da insonnia e mal di testa, disturbi alimentari, problemi nella vita intima, abuso di alcol e abbandono dell'aspetto..

Come comportarsi con una persona mentalmente instabile

Quando si contatta una persona mentalmente squilibrata, è necessario prestare attenzione in modo che le frasi e le azioni non provochino un conflitto. La cosa migliore che puoi fare è tirarti indietro il più possibile, controllare le tue emozioni e rimanere calmo ed educato..

Non permettere a te stesso di discutere, imprecare, alzare la voce - lascia che il combattente sbilanciato a suo piacimento e tu lo ascolti in silenzio. Ricorda che la maggior parte delle volte le persone squilibrate si comportano in questo modo perché in fondo si sentono estremamente insicure, confuse e spaventate. Un guasto dovrebbe essere percepito come un tentativo di compensare la mancanza di attenzione degli altri. Pertanto, dovresti trattare una persona così gentilmente, dimostrargli che va tutto bene, la situazione è sotto controllo.

Aiutalo a sentirsi eccezionale

Le persone mentalmente instabili sono spesso indifese e ne soffrono. Per convincerli del contrario, hai bisogno di alcuni semplici trucchi:

  • Sottolinea che tieni a questa persona. Dopotutto, se si accorge che la comunicazione con lui è spiacevole per te, questo può ridurre ulteriormente la sua autostima;
  • Apprezzo le sue opinioni e rispetta la sua opinione. Quando parli, non lasciarti distrarre da altre questioni, prestagli attenzione. Lode per i pensieri espressi, anche se non sei d'accordo con il suo punto di vista;
  • Prenditi cura del comfort e presta attenzione ai bisogni della persona. Anche una semplice offerta di un bicchiere d'acqua o una coperta calda può migliorare in modo significativo il suo benessere e il suo atteggiamento nei tuoi confronti..

Dimostra che ti fidi di lui

Le persone con problemi psicologici perdono la fiducia non solo negli altri, ma in se stesse, nelle proprie considerazioni. Pertanto, è importante dimostrare la tua fede in una persona del genere in modo che riacquisti la sua autostima e importanza. Per fare ciò, prova a rivolgerti a lui per un consiglio o un consiglio su una questione in cui capisce davvero. Anche una semplice richiesta di aiuto distoglierà la sua attenzione dai suoi problemi e lo aiuterà a percepire più adeguatamente il mondo che lo circonda..

Aiutalo a mostrare indipendenza

A volte, quando cerchi di aiutare una persona mentalmente instabile, puoi farlo sentire completamente impotente e inutile. Pertanto, è importante dargli una certa libertà di azione. Lascia che sia responsabile di se stesso: non dovresti sopprimere completamente alcuna situazione stressante, dargli l'opportunità di imparare come affrontare i fattori di stress da solo. A volte chiedigli di completare un incarico e di fornire completa libertà di azione dall'inizio alla fine..

Tuttavia, non dovresti permettere a una persona squilibrata di fare quello che vuole. La libertà di azione va bene con moderazione; per questo, dovrebbero essere stabilite alcune regole e quadri. Altrimenti, rischi di essere nella posizione di un sacco da boxe o inizieranno semplicemente a pulirti i piedi. Pertanto, non appena noti che il tuo amico inizia a prendersi delle libertà con te, mettilo al suo posto con delicatezza ma con insistenza. Stai calmo e impara a difenderti quando necessario.

Uno dei principali errori di persone con problemi di psiche

Questo errore sta nel cercare di eliminare completamente lo stress dalla tua vita. A volte le persone con una psiche instabile si allontanano dal mondo che li circonda: lasciano il lavoro, limitano la loro cerchia sociale e raramente iniziano a lasciare la casa. Ma una tale distanza dalla realtà rende la psiche ancora più instabile, una persona divorziata dalla vita inizia a vedere il mondo solo in bianco e nero, il pensiero perde la sua flessibilità e, alla fine, si instaura una depressione prolungata e la perdita del desiderio di vivere. Se inizi a notare un tale comportamento in te stesso o nei tuoi cari, dovresti iniziare immediatamente ad agire per evitare tristi conseguenze..

Quali sono i segni di una persona malata mentalmente squilibrata

Tradizionalmente, la psichiatria è stata coinvolta nel riconoscimento e nel trattamento di malattie e disturbi mentali. Studiamo quei disturbi dell'attività mentale umana che si manifestano in pensieri, sentimenti, emozioni, azioni, comportamenti in generale. Queste violazioni possono essere evidenti, fortemente espresse o non essere così ovvie da parlare di "anormalità". Le persone squilibrate non sono sempre mentalmente malsane..

Personalità umana come sistema in cambiamento

La linea in cui la patologia inizia dietro la norma è piuttosto sfumata e non è stata ancora chiaramente definita né in psichiatria né in psicologia. Pertanto, la malattia mentale è difficile da interpretare e valutare in modo univoco. Se ci sono segni di un disturbo mentale nelle donne, potrebbero essere gli stessi negli uomini. A volte è difficile notare evidenti differenze di genere nella natura della malattia mentale. In ogni caso, con disturbi mentali pronunciati. Tuttavia, il tasso di prevalenza in base al sesso può variare. I segni di disturbi mentali negli uomini si manifestano con non meno forza, sebbene non siano privi di originalità.

Se una persona pensa, ad esempio, di essere Napoleone o di avere abilità soprannaturali, o ha sbalzi d'umore improvvisi senza motivo, o inizia la malinconia o cade nella disperazione a causa dei più banali problemi quotidiani, allora possiamo presumere che abbia segni di disturbi mentali. malattie. Inoltre, potrebbero esserci pulsioni perverse o le sue azioni saranno chiaramente diverse dal normale. Le manifestazioni degli stati morbosi della psiche sono molto diverse. Ma la cosa generale sarà che, prima di tutto, la personalità di una persona, la sua percezione del mondo subirà un cambiamento..

La personalità è un insieme di proprietà mentali e spirituali di una persona, il suo modo di pensare, che risponde ai cambiamenti nell'ambiente, il suo carattere. I tratti della personalità di persone diverse hanno le stesse differenze fisiche, fisiche: la forma del naso, delle labbra, il colore degli occhi, l'altezza, ecc. Cioè, l'individualità di una persona ha lo stesso significato di un individuo fisico.

Dalla manifestazione dei tratti della personalità, possiamo riconoscere una persona. I tratti della personalità non esistono separatamente l'uno dall'altro. Sono strettamente correlati, sia nelle loro funzioni che nella natura della loro manifestazione. Cioè, sono organizzati in una sorta di sistema integrale, proprio come tutti i nostri organi, tessuti, muscoli, ossa formano un involucro corporeo, un corpo.

Così come il corpo subisce cambiamenti con l'età o sotto l'influenza di fattori esterni, la personalità non rimane inalterata, si sviluppa, cambia. I cambiamenti di personalità possono essere fisiologici, normali (specialmente con l'età) e patologici. I cambiamenti di personalità (normali) con l'età, sotto l'influenza di fattori esterni e interni, si verificano gradualmente. Anche l'immagine mentale di una persona sta cambiando gradualmente. Allo stesso tempo, i tratti della personalità cambiano in modo che l'armonia e l'integrità della personalità non vengano violate..

Cosa succede con un brusco cambiamento nei tratti della personalità?

Ma a volte, la personalità può cambiare drasticamente (o comunque, così sembrerà agli altri). Le persone familiari passano improvvisamente da modeste a vanagloriose, troppo dure nei giudizi, erano calme, equilibrate e sono diventate aggressive e irascibili. Da dettagliati si trasformano in frivoli, superficiali. Tali cambiamenti sono difficili da perdere. L'armonia della personalità è già stata spezzata. Tali cambiamenti sono già chiaramente patologici, sono deviazioni nella psiche. Che sia la malattia mentale a causare tali cambiamenti è ovvio. Sia i medici che gli psicologi ne parlano. Dopotutto, i malati di mente spesso si comportano in modo inappropriato rispetto alla situazione. E diventa ovvio agli altri nel tempo..

Fattori che provocano l'insorgenza e lo sviluppo della malattia mentale:

  • Lesioni traumatiche alla testa e al cervello. Allo stesso tempo, l'attività mentale cambia drasticamente, chiaramente non in meglio. A volte si ferma del tutto quando una persona cade in stato di incoscienza..
  • Malattie organiche, patologie congenite del cervello. In questo caso, sia le proprietà mentali individuali che l'intera attività della psiche umana nel suo insieme possono essere disturbate o "escluse".
  • Malattie infettive generali (tifo, setticemia o avvelenamento del sangue, meningite, encefalite, ecc.). Possono causare cambiamenti irreversibili nella psiche..
  • Intossicazione del corpo sotto l'influenza di alcol, droghe, gas, medicinali, prodotti chimici domestici (come la colla), piante velenose. Queste sostanze possono causare profondi cambiamenti nella psiche e interruzioni del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale).
  • Stress, trauma psicologico. In questo caso, i segni di anomalie mentali possono essere temporanei..
  • Eredità pesata. Se una persona ha una storia di parenti stretti con malattie croniche mentali, aumenta la probabilità che si manifesti una tale malattia tra le generazioni successive (sebbene questo punto a volte sia contestato).

Potrebbero esserci altri motivi tra i fattori di cui sopra. Ce ne possono essere molti, ma non tutti sono noti alla medicina e alla scienza. Di solito, una persona chiaramente mentalmente sbilanciata si nota immediatamente, anche alle persone comuni. Eppure, la psiche umana è forse il sistema meno studiato del corpo umano. Pertanto, i suoi cambiamenti sono così difficili da analizzare in modo chiaro e inequivocabile..

Ogni caso di cambiamenti patologici nella psiche deve essere studiato individualmente. Un disturbo o una malattia mentale può essere acquisita o congenita. Se vengono acquisiti, significa che è arrivato un certo momento nella vita di una persona in cui le proprietà patologiche di una persona vengono alla ribalta. Sfortunatamente, il momento del passaggio dalla norma alla patologia non può essere rintracciato e quando sono sorti i primi segni è difficile scoprirlo. Inoltre, come prevenire questa transizione.

Dove e quando inizia l '"anormalità"?

Dov'è la linea dietro la quale inizia immediatamente la malattia mentale? Se in ogni caso non vi era alcuna interferenza esterna evidente nella psiche (trauma cranico, intossicazione, malattia, ecc.), Sia nell'opinione del malato che nel suo ambiente, allora perché si è ammalato o si sono verificati disturbi mentali, anche se non psicogeno? Cosa è andato storto, a che punto? I medici non rispondono ancora a queste domande. Si può solo ipotizzare, studiare attentamente la storia, cercare di trovare almeno ciò che potrebbe provocare cambiamenti.

Parlando di congenito, si presume che le proprietà mentali di una persona non siano mai state in armonia. Una persona è nata con un'integrità di personalità rotta. I disturbi mentali nei bambini e i loro sintomi rappresentano un'area di studio separata. I bambini hanno le loro caratteristiche mentali, che differiscono dagli adulti. E va tenuto presente che i segni di un disturbo mentale possono essere evidenti ed evidenti, oppure possono apparire, per così dire, gradualmente e per caso, occasionalmente. Inoltre, i cambiamenti anatomici (questo più spesso significa cambiamenti nel cervello, in primo luogo) nelle malattie e nei disturbi mentali possono essere visibili ed evidenti, e accade che non possano essere rintracciati. Oppure i loro cambiamenti sono così sottili che non possono essere rintracciati a un dato livello di sviluppo della medicina. Cioè, da un punto di vista puramente fisiologico, non ci sono violazioni, ma la persona è malata di mente e necessita di cure.

La base fisiopatologica della malattia mentale dovrebbe essere considerata, prima di tutto, disturbi del sistema nervoso centrale - una violazione dei principali processi di attività nervosa superiore (secondo I.P. Pavlov).

Se parliamo direttamente dei segni dei disturbi mentali, allora dovrebbero essere prese in considerazione le peculiarità della classificazione delle malattie mentali. In ogni periodo storico nello sviluppo della psichiatria, le classificazioni hanno subito vari cambiamenti. Nel tempo, è diventato ovvio che è necessaria una diagnosi coordinata degli stessi pazienti da parte di diversi psichiatri, indipendentemente dal loro orientamento teorico e dall'esperienza pratica. Anche se questo può essere difficile da ottenere ora, a causa delle differenze concettuali nella comprensione dell'essenza dei disturbi e delle malattie mentali.

Un'altra difficoltà sta nel fatto che esistono diverse sistematiche nazionali delle malattie. Possono differire tra loro in base a vari criteri. Al momento, in termini di significato di riproducibilità, vengono utilizzate la classificazione internazionale delle malattie 10 revisione (ICD 10) e l'americano DSM-IV.

Tipi di patologia mentale (secondo la classificazione domestica), a seconda dei motivi principali che li causano:

  • Malattia mentale endogena (sotto l'influenza di fattori esterni), ma con la partecipazione di fattori esogeni. Questi includono schizofrenia, epilessia, disturbi affettivi, ecc..
  • Malattia mentale esogena (sotto l'influenza di fattori interni), ma con la partecipazione di fattori endogeni. Questi includono malattie somatogene, infettive, traumatiche, ecc..
  • Malattie causate da disturbi dello sviluppo, nonché a causa di disfunzioni o disturbi nel funzionamento dei sistemi corporei formati. Questi tipi di malattie includono vari disturbi della personalità, ritardo mentale, ecc..
  • Psicogeni. Queste sono malattie con segni di psicosi, nevrosi.

Va notato che tutte le classificazioni non sono perfette e sono aperte a critiche e revisioni..

Cos'è un disturbo mentale e come può essere diagnosticato??

I pazienti con problemi di salute mentale possono spesso visitare i medici. Molte volte possono essere in ospedale e sottoporsi a numerosi esami. Sebbene, prima di tutto, le persone mentalmente malsane hanno maggiori probabilità di lamentarsi di una condizione fisica.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha identificato i principali segni di un disturbo o malattia mentale:

  1. Disagio psicologico esplicito.
  2. Capacità ridotta di svolgere il lavoro normale o le responsabilità scolastiche.
  3. Aumento del rischio di morte. Pensieri suicidari, tentativi di suicidio. Disabilità mentale generale.

Vale la pena diffidare, se anche con un esame approfondito non vengono rilevati disturbi somatici (e le lamentele non si fermano), il paziente è stato “curato” a lungo e senza successo da diversi medici, e le sue condizioni non migliorano. Le malattie della psiche o della malattia mentale possono essere espresse non solo dai segni di una violazione dell'attività mentale, ma nella clinica della malattia possono esserci anche disturbi somatici.

Sintomi somatizzati causati dall'ansia

I disturbi d'ansia sono 2 volte più comuni nelle donne che negli uomini. Nei disturbi d'ansia, i pazienti hanno maggiori probabilità di presentare disturbi somatici rispetto a reclami di cambiamenti nello stato mentale generale. Spesso si osservano disturbi somatici con vari tipi di depressione. È anche un disturbo mentale molto comune tra le donne..

Sintomi somatizzati causati dalla depressione

Ansia e disturbi depressivi spesso coesistono. L'ICD 10 ha anche un disturbo ansia-depressivo separato..

Attualmente, nella pratica di uno psichiatra, viene utilizzato attivamente un esame psicologico complesso, che include un intero gruppo di test (ma i loro risultati non sono una base sufficiente per una diagnosi, ma svolgono solo un ruolo chiarificatore).

Quando si diagnostica un disturbo mentale, viene eseguito un esame personale completo e vengono presi in considerazione vari fattori:

  • Il livello di sviluppo delle funzioni mentali superiori (o dei loro cambiamenti): percezione, memoria, pensiero, parola, immaginazione. Qual è il livello del suo pensiero, quanto sono adeguati i suoi giudizi e le sue conclusioni. Che ci siano disturbi della memoria, l'attenzione non è esaurita. Quanto i pensieri corrispondono all'umore, al comportamento. Ad esempio, alcune persone possono raccontare storie tristi mentre ridono. Viene valutata la velocità del discorso: è lento o viceversa, la persona parla rapidamente, in modo incoerente.
  • Viene valutato lo sfondo generale dell'umore (depresso o irragionevolmente alto, per esempio). Quanto sono adeguate le sue emozioni all'ambiente, i cambiamenti nel mondo che lo circonda.
  • Osserva il livello del suo contatto, pronto a discutere le sue condizioni.
  • Valuta il livello di produttività sociale e professionale.
  • Viene valutata la natura del sonno, la sua durata,
  • Comportamento alimentare. La persona soffre di eccesso di cibo o, al contrario, mangia troppo poco, raramente, a casaccio.
  • La capacità di provare piacere, gioia è valutata.
  • Il paziente può pianificare le sue attività, controllare le sue azioni, il comportamento, ci sono violazioni dell'attività volontaria.
  • Il grado di adeguatezza dell'orientamento in se stessi, nelle altre persone, nel tempo, nel luogo: i pazienti conoscono il loro nome, si riconoscono per quello che sono (o si considerano un superumano, per esempio), riconoscono parenti, amici, possono costruire una cronologia degli eventi nella loro vita e vite dei propri cari.
  • La presenza o l'assenza di interessi, desideri, attrazioni.
  • Livello di attività sessuale.
  • La cosa più importante è quanto sia critica una persona per le sue condizioni..

Questi sono solo i criteri più generali, l'elenco è lungi dall'essere completo. In ogni caso verranno presi in considerazione anche l'età, lo stato sociale, lo stato di salute, i tratti della personalità individuale. In effetti, le solite reazioni comportamentali, ma in una forma esagerata o distorta, possono servire come segni di disturbi mentali. Di particolare interesse per molti ricercatori è la creatività dei malati di mente, la sua influenza sul decorso della malattia. La malattia mentale non è un compagno così raro anche per grandi persone.

Si ritiene che "la malattia mentale abbia la capacità di aprire a volte improvvisamente le sorgenti del processo creativo, i cui risultati a volte sono in anticipo rispetto alla vita ordinaria per un tempo molto lungo". La creatività può servire come mezzo per calmare e avere un effetto benefico sul paziente. (PI Karpov, "La creatività dei malati di mente e la sua influenza sullo sviluppo dell'arte, della scienza e della tecnologia", 1926). E aiutano anche il medico a penetrare più a fondo nell'anima del paziente, per capirlo meglio. Si ritiene inoltre che i creatori nei campi della scienza, della tecnologia e delle arti soffrano spesso di instabilità nervosa. Secondo questi punti di vista, la creatività dei malati di mente è spesso di valore non inferiore alla creatività delle persone sane. Allora cosa dovrebbero essere le persone mentalmente sane? Anche questa è una formulazione ambigua e segni approssimativi..

Segni di salute mentale:

  • Comportamento e azioni adeguati ai cambiamenti esterni ed interni.
  • Una sana autostima non solo di te stesso, ma anche delle tue capacità.
  • Orientamento normale nella tua personalità, tempo, spazio.
  • Capacità di lavorare normalmente (fisicamente, mentalmente).
  • Capacità di pensare in modo critico.

Una persona mentalmente sana è una persona che vuole vivere, svilupparsi, sa essere felice o triste (mostra un gran numero di emozioni), non minaccia se stessa e gli altri con il suo comportamento, è generalmente equilibrata, in ogni caso, è così che dovrebbe essere valutato dalle persone che lo circondano. Queste caratteristiche non sono esaustive..

Disturbi mentali più comuni nelle donne:

  • Disturbi d'ansia
  • Disturbi depressivi
  • Disturbi ansia depressivi
  • Attacchi di panico
  • Problemi alimentari
  • Fobie
  • Disturbo ossessivo-compulsivo
  • Disturbo dell'adattamento
  • Disturbo isterico di personalità
  • Disturbo di personalità dipendente
  • Disturbo del dolore, ecc..

Spesso si osservano segni di un disturbo mentale nelle donne dopo la nascita di un bambino. In particolare, possono esserci segni di nevrosi e depressione di varia natura e gravità.

In ogni caso, i medici dovrebbero occuparsi della diagnosi e del trattamento dei disturbi mentali. Il successo della cura dipende in larga misura dalla tempestività della terapia. Il sostegno di parenti e amici è molto importante. Nel trattamento dei disturbi mentali viene solitamente utilizzata una combinazione di farmacoterapia e psicoterapia.

Instabilità emotiva

L'instabilità emotiva è una deviazione o un problema di natura psicologica, che si manifesta in sbalzi d'umore, scarso autocontrollo, impulsività, azioni impulsive, nonché altri segni di labilità emotiva. In altre parole, questo è uno stato che è l'opposto della stabilità psico-emotiva. Una personalità psicologicamente instabile reagisce in modo inadeguato agli stimoli quotidiani. Gli individui emotivamente labili hanno difficoltà a concentrarsi. Qualsiasi disturbo, anche minimo, di individui emotivamente instabili può interrompere il ritmo abituale della vita, compromettere le prestazioni.

Cos'è

La stabilità emotiva è considerata lo stato normale della psiche umana. È caratterizzato da un'adeguata risposta agli stimoli esterni. In altre parole, possiamo parlare di stabilità emotiva quando le reazioni psico-emotive degli individui corrispondono al livello di gravità della minaccia o del problema. Quindi, ad esempio, un soggetto emotivamente stabile non inizierà a piangere per le uova bruciate. In un individuo emotivamente stabile, forti emozioni danno origine a situazioni gravi, ad esempio la perdita di una persona cara.

La capacità di gestire la propria risposta emotiva è influenzata negativamente da stress, sovraccarico psico-emotivo, cambiamenti ormonali.

Gli individui emotivamente stabili hanno le seguenti caratteristiche:

- può controllare le proprie emozioni;

- sono in grado di prendere decisioni informate;

- ignora i problemi minori.

Grazie alle caratteristiche elencate, le persone con una psiche stabile, piacevole nella comunicazione, non incline agli affetti, sono ottimi lavoratori, poiché le difficoltà minori non influiscono sulla loro capacità di prendere decisioni competenti, concentrarsi e lavorare in modo produttivo.

L'instabilità emotiva è l'opposto della stabilità psicoemotiva..

Una persona psicoemotivamente instabile è caratterizzata da una risposta inadeguata agli stimoli quotidiani. Ha difficoltà a concentrarsi, qualsiasi problema insignificante può sconvolgere il suo solito modo di essere, ridurre la sua capacità di lavorare.

L'instabilità emotiva è caratterizzata da una maggiore irritabilità, scoppi spontanei di rabbia, frequenti sbalzi d'umore inconsci.

Cause di instabilità emotiva

L'instabilità delle emozioni non può essere attribuita alle malattie. È una deviazione della personalità che si manifesta in un violento scoppio emotivo. Una persona che soffre del tipo di disturbo descritto è caratterizzata da sbalzi d'umore, irritabilità, impazienza e, in alcune situazioni, aggressività. Percepiscono acutamente la minima critica dall'ambiente, è difficile per loro percepire l'opinione di qualcun altro.

Fino ad oggi, è abbastanza difficile determinare il vero fattore responsabile dell'inizio dell'instabilità emotiva. Tuttavia, oggi ci sono diversi motivi che provocano direttamente l'inizio della deviazione analizzata, vale a dire:

- ipo o iper-cura dei parenti;

- esposizione costante a fattori di stress;

- sovraccarico prolungato di natura emotiva;

- superlavoro cronico dovuto alla mancanza di sonno, malnutrizione, routine scorretta;

- carenza nel corpo di sostanze nutritive;

- interruzioni o cambiamenti ormonali;

- disturbi mentali: stati depressivi, nevrosi, disturbo bipolare, disturbo maniacale;

- effetti collaterali di alcuni farmaci;

- malformazioni congenite del sistema nervoso.

Inoltre, l'instabilità emotiva nelle donne può spesso verificarsi in una certa fase del ciclo mestruale o essere una conseguenza dell'approccio della menopausa. Tale condizione è transitoria e viene interrotta da farmaci farmacopea specializzati volti a normalizzare il rapporto tra gli ormoni.

Inoltre, l'instabilità emotiva può essere una conseguenza della presenza dei seguenti disturbi somatici, come: malattie vascolari, ipotensione, ipertensione, neoplasie cerebrali, diabete mellito, lesioni cerebrali. Qui, l'instabilità delle emozioni dovrebbe essere considerata come un sintomo del disturbo sottostante..

È anche possibile identificare fattori che aggravano la labilità psico-emotiva. L'instabilità emotiva è aggravata dalla mancanza di sonno, malnutrizione o cattiva alimentazione, stress, mancanza di riposo, deterioramento del benessere, sconvolgimento psico-emotivo, trovarsi in condizioni di disagio, ambiente inquieto, interazione forzata con individui che causano antipatia.

Sintomi di instabilità emotiva

L'instabilità emotiva si presenta in due varietà: impulsiva e borderline. Il tipo borderline è caratterizzato da un'immaginazione piuttosto sviluppata, un'eccessiva impressionabilità, mobilità della percezione, incapacità di percepire adeguatamente le difficoltà quotidiane e labilità affettiva. Qualsiasi ostacolo sul percorso di queste persone è percepito da loro come doloroso e malsano..

Questa condizione è anche chiamata psicopatia instabile. Confina con la schizofrenia. La labilità mentale del tipo in esame nasce durante la pubertà. Poiché è questo periodo che è caratterizzato dalla prevalenza dei propri desideri sulle norme comportamentali generalmente accettate.

L'instabilità emotiva degli adolescenti si trova qui in irrequietezza, sbalzi d'umore, frustrazione e disattenzione. Una persona con questo tipo di disturbo emotivamente labile spesso non può percepire adeguatamente le prove della vita. Pertanto, queste caratteristiche dell'attitudine all'essere spesso portano gli individui all'alcolismo o alla tossicodipendenza e possono anche spingerli a commettere un crimine. Gli individui con questo tipo di deviazione hanno un senso di attaccamento fortemente sviluppato, che dà luogo a una mancanza di indipendenza. Queste persone tendono a ricattare i propri cari con il proprio suicidio. Sono piuttosto conflitti e amano vomitare scandali a causa della gelosia..

Le persone con una deviazione emotivamente instabile del tipo impulsivo sono caratterizzate da un'eccitabilità eccessiva. L'instabilità emotiva in un bambino è qui caratterizzata da malumore infantile e risentimento. Questi ragazzi sono inclini all'isteria, all'aggressività. Gli adulti, oltre a questi sintomi, sono inerenti alla promiscuità e all'elevata attività sessuale.

Tali individui spesso commettono azioni emotive pubbliche, che sono spesso accompagnate da esplosioni di rabbia..

Le persone intorno a loro hanno paura di un simile comportamento, non hanno comprensione delle azioni degli individui che soffrono della labilità delle emozioni. Pertanto, si sforzano di ridurre al minimo l'interazione con tali persone. Gli individui che soffrono del tipo descritto di deviazione si distinguono per intransigente e crudeltà.

Le persone con labilità emotiva sono caratterizzate da una ridotta autostima, l'incapacità di costruire relazioni adeguate con la società. Si sentono soli, a causa dei quali fanno violenti tentativi per evitarlo. Sono caratterizzati da bruschi sbalzi d'umore. Queste persone sentono una paura schiacciante della necessità di apportare modifiche ai loro piani..

Diagnostica

La diagnosi del disturbo descritto dovrebbe essere fatta da uno psichiatra autorizzato. Per valutare lo stato di un individuo, prima di tutto, uno specialista osserva i modelli comportamentali dei pazienti. Ciò consente di rilevare deviazioni specifiche nella percezione emotiva, nei processi di pensiero e anche di identificare una serie di altri segni di un disturbo.

Viene effettuato un esame differenziale della patologia in questione al fine di distinguere la labilità emotiva da altri disturbi organici accompagnati da una clinica simile o identica.

Inoltre, la diagnosi di instabilità emotiva dipende dal suo tipo. L'esame diagnostico di un disturbo borderline emotivamente instabile inizia con un'anamnesi, poiché le persone con questo tipo di deviazione tendono a fraintendersi. Non hanno il senso del loro "io", il che porta all'impossibilità di rivelare i loro veri desideri. Queste persone sono inclini a relazioni disordinate, cambiano costantemente partner intimi. Queste persone cercano di dirigere tutti gli sforzi per evitare la solitudine. Sono inclini a comportamenti suicidi, poiché invariabilmente sentono il vuoto e un senso di inutilità..

Il tipo impulsivo è caratterizzato dalle seguenti manifestazioni. I pazienti con instabilità emotiva hanno la tendenza ad agire improvvisamente. Non tengono conto delle possibili conseguenze delle proprie azioni. Le relazioni con l'ambiente si costruiscono sulla base del confronto. C'è rabbia e tendenze violente. Tali pazienti richiedono un incoraggiamento immediato delle proprie azioni, altrimenti non portano a termine il caso. L'umore instabile è accompagnato da capricci costanti. È spiacevole e difficile essere intorno a queste facce..

Per diagnosticare la violazione descritta, sono necessarie le seguenti caratteristiche:

- pronunciata impulsività;

- ridotta capacità di pianificare e tenere conto delle conseguenze delle proprie azioni;

- scoppi di rabbia affettiva in risposta a divieti, condanne.

Trattamento

Prima di procedere con l'azione correttiva, è necessario determinare i fattori che hanno dato origine allo scostamento considerato. Se la labilità emotiva è stata provocata da una malattia somatica, la terapia delle manifestazioni della deviazione dovrebbe essere eseguita insieme alla correzione del disturbo sottostante. Inoltre, l'effetto terapeutico è dovuto al tipo di deviazione.

La correzione del tipo impulsivo comporta la conduzione di sessioni psicoterapeutiche e la prescrizione di farmaci volti a pacificare gli stati impulsivi.

La terapia di tipo borderline comprende anche la psicoterapia, che ha lo scopo di riportare l'individuo all'ambiente reale, sviluppando la capacità di resistere a fattori di stress, migliorando le relazioni con l'ambiente, stabilizzando le manifestazioni emotive.

Inoltre, l'attività fisica di moderata intensità aiuterà a correggere l'instabilità delle manifestazioni emotive, come: nuoto, yoga, pilates, danza in combinazione con la nomina di vari metodi volti al rilassamento, tra cui doccia di contrasto, aromaterapia, camminata, massaggio..

Si raccomanda inoltre di escludere situazioni che provocano l'attivazione di emozioni. In altre parole, dovresti cercare di evitare l'interazione con persone spiacevoli, situazioni di conflitto, pianificazione nervosa sul lavoro. Inoltre, viene praticata la prescrizione di vari farmaci biologicamente attivi. Aiutano a sbarazzarsi della stanchezza, ripristinare i normali livelli ormonali, fornire al corpo le sostanze necessarie.

Anche un cambiamento di ambiente non è superfluo, ad esempio una vacanza in un sanatorio, un viaggio in campagna o fuori città avrà un effetto benefico sulla stabilità del background emotivo.

Agli individui che soffrono di instabilità delle emozioni, indipendentemente dal fattore eziologico, viene mostrato un sonno notturno completo.

Si raccomanda inoltre di correggere l'alimentazione, che gioca un ruolo importante nella regolazione del background emotivo. Pertanto, dovresti includere le verdure nella tua dieta quotidiana, diversificare la tua dieta con frutta, latticini, arricchirla con cibi contenenti grandi quantità di acidi grassi omega-3.

Il trattamento dell'instabilità emotiva con farmaci farmacopea comprende la nomina di antipsicotici (eliminando gli scoppi impulsivi), antidepressivi (ansia da combattimento), normotimici (aiutando a migliorare la condizione, aiutando a stabilire relazioni con l'ambiente).

Autore: Psiconeurologo N.N. Hartman.

Dottore del Centro Medico e Psicologico PsychoMed

Le informazioni fornite in questo articolo sono destinate esclusivamente a scopo informativo e non possono sostituire la consulenza professionale e l'assistenza medica qualificata. Se hai il minimo sospetto di instabilità emotiva, assicurati di consultare il tuo medico!

Persone squilibrate. È possibile cambiare te stesso e gli altri?

“Sì, abbiamo un'intera famiglia di questi psicopatici, emotivamente squilibrati. La madre urla e piange, il padre urla e bussa al tavolo con i pugni. Beh, ci sono abituato. Mio marito era scioccato dal fatto che stavo urlando, era generalmente flemmatico. Ero così sorpreso ogni volta. Urlo con tutte le mie forze e lui chiude gli occhi. Per molto tempo mi sono svezzato da questa abitudine, sembra aver perso l'abitudine, anche se a volte no, no, e torno a gridare. Mi riprendo, rallento, ma non sempre funziona. Ho identificato le aree a rischio, so che urlo per la mancanza di sonno, quindi il sonno di qualità è sempre al primo posto. Quindi sono salvato ".

Purtroppo, molte persone comunicano solo gridando. Questo disturba non solo la loro famiglia, ma anche loro stessi. In effetti, invece di un dialogo costruttivo e di risolvere il problema, ottengono solo un altro scandalo e litigio. Perché le persone si comportano in questo modo se non è redditizio? Qual è la ragione della loro instabilità emotiva e della loro natura esplosiva? Ed è possibile in qualche modo cambiare questo comportamento?

Squilibrio: instabilità emotiva e maggiore eccitabilità possono manifestarsi non solo in urla e scoppi di rabbia, ma anche sotto forma di pianto e eccessiva sensibilità. [1] Ovviamente, possiamo tutti arrabbiarci, innervosirci e piangere - va bene. Ma nel caso di persone squilibrate, emozioni e sentimenti "negativi" iniziano a prevalere, perdono il controllo e peggiorano la qualità della vita. Invece di fare qualcosa, piangiamo. Oppure invece di risolvere un problema, gridiamo e pestiamo i piedi. Perché succede?

Cause di squilibrio

Lo squilibrio, come problema psicologico, non si forma immediatamente: è una conseguenza di problemi interni accumulati, emozioni negative. All'inizio, una persona ha improvvisi sbalzi d'umore: scoppi d'ira a breve termine, lacrime, scoppi di rabbia, se ne accorge lui stesso e può sentirsi in colpa. Per questo motivo, una persona spesso si isola e si comporta in modo distaccato. A poco a poco, la situazione peggiora e una persona diventa prigioniera delle proprie emozioni, che non può più controllarsi. In questo stato, diventa pericoloso sia per gli altri che per se stesso..

Se una persona si trova costantemente di fronte all'influenza dei seguenti fattori, la probabilità di sviluppare uno squilibrio è alta:

1. Abitudine

Tutto è semplice qui. Le persone sono abituate a reagire in questo modo e, il più delle volte, semplicemente non possono fare altrimenti. Un tale modello di comportamento può provenire dall'infanzia, come la nostra eroina Marina, oppure può essere acquisito in età cosciente. Ad esempio, gli studi dimostrano [2] che esprimere la rabbia attraverso il grido o il lancio di oggetti non riduce affatto il livello di aggressività, ma lo aumenta, lo rafforza e lo rende abituale. È lo stesso con le lacrime e qualsiasi altra reazione. È più facile per il cervello seguire il sentiero già battuto. La buona notizia è che questo percorso può essere utile. Ad esempio, l'abitudine di recitare o di non arrendersi.

2. Stress prolungato, problemi, dolore

È più difficile per una persona che è costantemente stressata controllare le sue condizioni: il suo sistema nervoso è esaurito, di conseguenza si manifesta uno squilibrio. Ad esempio, uno studente durante una sessione può esplodere a ogni commento. Oppure qualcuno che ha subito di recente una grave perdita può piangere per qualsiasi problema, anche il più piccolo.

3. Ansia, disturbo depressivo

Anche l'ansia costante, l'anticipazione dei guai, la paura, la malinconia e il vuoto ci esauriscono. [3] Di conseguenza, qualsiasi irritante aggiuntivo diventa l'ultima goccia - e esplodiamo.

4. Stanchezza, mancanza di sonno e riposo

Se non dormiamo a sufficienza e non riposiamo a sufficienza, potrebbe essere più difficile per noi controllare le nostre emozioni. [4] Questo effetto può essere particolarmente pronunciato durante il processo di riqualificazione. Ad esempio, se qualcuno una volta si è rotto costantemente, e ora sta imparando a controllare le sue azioni, allora con la mancanza di sonno, per così dire, tornerà alle vecchie abitudini. Un nuovo comportamento richiede un controllo cosciente e un cervello stanco non è in grado di farlo.

5. Crisi dell'età

Pubertà, due, tre o sette anni: questi sono periodi di età che sono molto spesso accompagnati da una maggiore eccitabilità, negativismo e altre delizie. [5] Ci sono due ragioni per l'instabilità emotiva nei bambini e negli adolescenti:

  • Il primo è fisiologico, associato a una maturità insufficiente del cervello e del sistema nervoso..
  • Il secondo è sociale, associato alla formazione della personalità, al desiderio di diventare più indipendenti, al desiderio di formare la propria visione del mondo.

Inoltre, un carattere squilibrato può manifestarsi con una crisi di mezza età o all'età della pensione. Una crisi di mezza età è solitamente innescata da un senso di opportunità mancate e inutilità. Lo squilibrio nella vecchiaia può essere associato sia alla fisiologia (deterioramento del cervello, demenza, ecc.) Sia alla sfera sociale. Un pensionato lascia il lavoro, il suo status cambia, si ritrova improvvisamente senza lavoro, non sa cosa fare di se stesso e come vivere.

6. Dipendenza da sostanze psicoattive

Questi includono alcol, tabacco e tossicodipendenza. Il tossicodipendente sperimenta una brama per l'argomento della dipendenza e l'incapacità di ottenere ciò che vuole lo rende sfrenato e irascibile. [6]

7. Autostima bassa o dolorosa, percezione di sé

In questo caso, qualsiasi parola o commento può essere percepito come un insulto personale, come un fastidio o come un tentativo di umiliare, rendere colpevole. La persona è turbata o sulla difensiva mostrando aggressività. E poiché ci sono molti motivi per sentirsi feriti, puoi difenderti quasi costantemente. Di conseguenza, si guadagna la reputazione di essere emotivamente instabile..

8. Intolleranza alla frustrazione

La frustrazione è uno stato in cui ci troviamo di fronte all'incapacità di ottenere ciò che vogliamo. Questo è uno stato naturale, ma ciò che conta è come lo viviamo. Ad esempio, una bassa tolleranza alla frustrazione è comune nei bambini. Possono persino diventare isterici quando non ottengono ciò che vogliono. E per i bambini questa è la norma.

Psicologicamente, un adulto, non una persona infantile, è resistente alla frustrazione, cioè reagisce con calma a tali situazioni, non si immerge in esperienze forti e controlla le sue emozioni. [7] Se la resistenza alla frustrazione non si è sviluppata, allora possiamo ottenere quello che alcuni considerano un tipo di temperamento sbilanciato. Ad ogni rifiuto, una persona inizia a comportarsi come un bambino piccolo che cade a terra in un negozio. È indignato, arrabbiato, incolpa tutti gli altri, chiede ciò che vuole e così via.

Squilibrio dei propri cari

A proposito di bambini

“Che ne so io delle crisi? Si a tutti! Ho tre figli: 15, 7 e 3 anni. Sono pronto a correre ai confini del mondo. Separatamente, riesco ancora a gestire, posso negoziare con loro. Ma sono insieme - è una tale spazzatura. “Mamma, è entrato nella mia stanza senza bussare! Mamma, prende i miei libri di testo! Mamma, mi colpisce con una macchina! Bene maaaaam! " Sono in mezzo a loro, come tra l'incudine e il martello. Avvocato, giudice e giuria si sono uniti. Qualcuno mi ha già salvato! "

A proposito dei genitori

“È stata dura anche con mia madre quando è andata in pensione. Tutto il giorno - boo-boo-boo, z-z-z-z. Tutto non è così per lei, tutto non è secondo lei, trova da ridire su tutto. Abbiamo ululato. E poi in qualche modo è scoppiata in lacrime e ha ammesso di essere molto triste. Papà è morto, è sola, non riesce a trovare un lavoro, i suoi amici erano in qualche modo confusi. Bene, ho dovuto insegnarle a usare Internet. Ho trovato delle ragazze del college, le stesse irrequiete, ora stanno organizzando la follia, hanno comprato una dacia per tre, fanno escursioni insieme, guardano film e poi ne discutono nel loro cinema club. Ride che hanno una "squadra di pensionati". In generale, la vita ha cominciato a ribollire. E boo-boo-boo se ne sono andati. I social network sono la felicità! "

A proposito di coniugi

“Ragazze, mio ​​marito è diventato di recente completamente pazzo e squilibrato, cosa dovrei fare? Non mi piace lamentarmi, ma a volte fa persino paura. Non mi sembra di bere, non trovo difetti e in generale sto zitto. Ma prende qualsiasi parola con ostilità. E rimani in silenzio - e questa è colpa tua. Mi ringhia, impreca, lancia cose. Non combatte: è semplice prepararsi e andarsene, ma anche vivere così non è molto piacevole. Ho provato a parlare, ma era arrabbiato, come penso fosse un debole. Cosa dovrei dirgli? Come assicurarti che non impazzisca in quel modo? "

“Ho un problema: mia moglie viene presa in giro. Dalla mattina alla sera cammina triste. Chiedo cosa sta succedendo: tace e piange. Non lo chiedo: si offende e piange. Sembra che lei abbia tutto, nessuno è morto. Forse quale dottore mostrare? Difficilmente posso fare qualcosa da solo con una moglie così squilibrata mentalmente. A chi devo rivolgermi, da uno psicologo o direttamente da uno psichiatra? Suona come depressione o qualcosa del genere? "

Cosa fare se la persona amata è emotivamente instabile?

Non possiamo cambiare l'altro senza il suo desiderio e consenso. Puoi essere più preciso, evitare rimproveri e accuse, non gridare a gridare, se possibile non contraddire, non discutere per amore di una discussione. Ma è importante preservare te stesso. Non dovresti andare avanti e accettare tutto, solo per evitare uno scandalo. Altrimenti, la persona amata potrebbe decidere che puoi essere manipolato e inizierà a metterti ancora di più sotto pressione..

Sfortunatamente, la tua spinta al cambiamento non è sufficiente. È importante che la persona stessa voglia cambiare, che ora non può controllare il suo comportamento.

Ma cosa succede se il tipo di personalità emotivamente instabile è te stesso? Come puoi migliorare la situazione e cambiare il tuo comportamento abituale?

7 passi per sbarazzarsi dell'incontinenza: "Se io stesso sono così"

La domanda "cosa fare se sei matto" è meno comune di "cosa fare se una persona cara è matta". Ammettere il tuo errore richiede una certa dose di coraggio e pensiero critico. Pertanto, prima di tutto, congratulazioni: vuoi cambiare e realizzare il problema, e questa è la base senza la quale nulla funzionerà..

Allora cosa puoi fare per diventare più equilibrato e calmo?

Primo passo. Trova la causa del tuo squilibrio

È importante non solo tenere traccia delle situazioni in cui perdi la pazienza, ma anche capire perché ti comporti in questo modo. A che punto crolli? Cosa ti fa arrabbiare esattamente? Perché sei infastidito da determinate circostanze? Come ti senti in caso di guasto? È importante rispondere a queste domande onestamente, preferibilmente per iscritto..

Tieni presente che potrebbero esserci diversi motivi, quindi dovrai lavorare con ciascuno di essi separatamente..

Se uno stato squilibrato è diventato la norma, può essere difficile determinare da soli la causa del problema. Allora è meglio consultare uno psicologo.

Passo due. Concentrati sull'eliminazione delle cause esterne

Se la tua irritabilità ha ragioni esterne, prima di tutto vale la pena affrontarle. Ad esempio, dormi poco e poco o sei costantemente stressato a causa di litigi di squadra. Pensa a quali cambiamenti sono nelle tue mani. Ad esempio, puoi pianificare e seguire un programma sonno-veglia più chiaro. O essere perplesso sulla ricerca di un nuovo lavoro. Oppure prova a migliorare le relazioni in una squadra. Oppure cambia il tuo atteggiamento nei confronti di ciò che sta accadendo.

Fase tre. Consultare un medico se necessario

Il supporto farmacologico e la terapia comportamentale possono essere necessari per trattare l'ansia e i disturbi depressivi o per sbarazzarsi di dipendenze come il fumo e l'alcol. Non aver paura di cercare aiuto: questo non è un indicatore della tua debolezza, ma al contrario, una manifestazione di forza interiore e determinazione..

Quarto passo. Pensa a come potresti comportarti invece dell'incontinenza

Non è sufficiente rinunciare alle reazioni che non ti piacciono: devono essere sostituite con qualcosa. Pensa a come puoi reagire in modo nuovo a ciò che ti ha infastidito prima. Puoi usare la tua immaginazione per questo e immaginare come ti comporti con calma in determinate circostanze. [8] Ad esempio, se le critiche ti fanno incazzare, immagina come non sei arrabbiato, ma analizzalo semplicemente: quale di queste è vero, come applicare queste informazioni, se può migliorare il tuo lavoro. Se prima eri arrabbiato per i giocattoli sparsi, immagina come organizzi con calma una pulizia delle articolazioni in modo giocoso.

Quinto passo. Impara a usare correttamente le emozioni

Emozioni e sentimenti ci aiutano a regolare le nostre attività. La rabbia aiuta a superare gli ostacoli creando energia. La tristezza è fare i conti con le perdite. L'ansia è evitare errori e pericoli. Non sbarazzarti di questi sentimenti benefici. Ma puoi imparare a gestirli: regola il loro numero e il modo di manifestazione, ascoltali, determinando la loro rilevanza. Anche se sei sensibile, puoi controllare le tue emozioni. Non reprimere o rifiutare, ma controlla il tuo comportamento.

Sesto passo. Preparati ai contraccolpi

Purtroppo, una sola decisione di cambiare non è sufficiente. Per prima cosa, devi rompere l'abitudine al vecchio comportamento e abituarti a uno nuovo - e questo è un lungo processo in cui non tutto andrà per il meglio. È più probabile che torni alle tue vecchie reazioni. Ed è importante sapere che questi contraccolpi sono naturali. Questo non è un fallimento o un motivo per smettere: è un ostacolo comune alla riqualificazione. Pertanto, poiché non puoi evitare i contraccolpi, guidali. Pianifica in anticipo ciò che farai quando fallirai in modo che sarà più facile per te tornare sul tuo percorso di cambiamento. [9] Ad esempio, se inizio a urlare, non penserò: "Sto urlando comunque, non si può fare niente, possiamo continuare", ma cercherò di interrompermi immediatamente e andare a bere il tè.

Settimo passo. Impara dai tuoi errori e lodati per la tua fortuna

Non tutti possono elogiarsi facilmente. Voglio solo svalutare: “Cosa ho fatto? Bene, si è trattenuto e non ha urlato contro il bambino. E ieri ha urlato. Niente funziona. " Questo approccio porta al fatto che smettiamo di credere in noi stessi. Quindi è meglio lodare te stesso per quello che è successo: “Ho fatto un ottimo lavoro e ho risposto con dignità, anche se di solito urlo. Sto iniziando a farlo bene. " E per analizzare cosa non ha funzionato: “Ho gridato di nuovo, perché è successo? Cosa posso fare in futuro per mantenere il controllo nella stessa situazione? "

E ricorda: sei già sulla buona strada per cambiare il tuo comportamento. Ora la cosa principale è attenersi al piano e credere in te stesso..