Disturbo ossessivo-compulsivo: cause e conseguenze, come trattare?

Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) - può verificarsi per la prima volta quando un bambino compie 10 anni. All'inizio, si manifesta come un certo tipo di fobia, uno stato ossessivo e una persona è in grado di vedere l'irrazionalità della sua ansia e affrontarla. In futuro, l'autocontrollo è perso, la condizione peggiora.

Sindrome ossessivo-compulsiva

Il disturbo o sindrome ossessivo-compulsivo è un disturbo ossessivo-compulsivo durante il quale una persona è posseduta da un pensiero o un'idea ansiosa ed esegue azioni compulsive (coercitive). Il disturbo può essere monocomponente o ossessivo - emotivo o compulsivo - con azioni ossessive rituali. Si manifesta in diversi modi:

  • episodicamente;
  • progredisce ogni anno;
  • cronico persistente.

Disturbo ossessivo-compulsivo - cause

C'è una ragione per tutto e il comportamento compulsivo con le ossessioni non fa eccezione. Medici specialisti e psicologi propongono molte teorie sull'insorgenza della malattia. Disturbo ossessivo-compulsivo - fattori predisponenti e cause:

  • violazione dell'omeostasi e del metabolismo generale;
  • disturbi ormonali;
  • conseguenze di un grave trauma craniocerebrale;
  • malattie infettive;
  • rigorosa educazione morale e religiosa;
  • relazioni complesse con le persone;
  • bassa resistenza allo stress.

Disturbo ossessivo-compulsivo - sintomi

Il sintomo principale del disturbo compulsivo è questo o quello stato ossessivo, pensieri ripetitivi, il cui argomento può essere diverso. Segni e sintomi del disturbo:

  • uno stato di ansia irragionevole che precede i pensieri ossessivi;
  • comportamento rituale - movimenti ossessivi volti ad eliminare l'ansia;
  • un aumento dell'ansia nei luoghi affollati a uno stato di panico;
  • si manifesta fisiologicamente con: aumento della frequenza cardiaca, difficoltà respiratorie, pallore della pelle, sudorazione fredda.

Disturbo ossessivo-compulsivo - esempi

Tutte le persone hanno, a causa di superlavoro, stress, pensieri ansiosi che spuntano fuori, per qualche tempo scorrono nella loro testa, ma dopo un buon riposo, il caldo diminuisce, la persona risolve il problema e l'ansia è sparita. Altrimenti, tutto avviene con vere compulsioni e ossessioni, sono cicliche, si rafforzano e si fissano su "base permanente".

Disturbo ossessivo-compulsivo - esempi dalla vita:

  • paura della contaminazione da microbi: una persona ha paura di toccare le maniglie delle porte, le gru, i corrimano dei trasporti pubblici;
  • paura di possibili pericoli (rapina, omicidio, stupro);
  • controlli ripetuti: se la porta è chiusa a chiave, se il gas, il ferro da stiro, la luce sono spenti (tornano dal lavoro per ricontrollare);
  • superstizione: una persona non uscirà di casa senza un certo rituale, leggendo una preghiera;
  • pensieri ossessivi di natura sessuale con elementi di crudeltà: una persona evita l'intimità per paura di danneggiare un partner.

Disturbo ossessivo compulsivo - conseguenze

Il disturbo compulsivo-ossessivo influisce negativamente sulla vita quotidiana di una persona, i pensieri e le azioni ossessive complicano le relazioni con i propri cari, una persona si stanca di se stessa. Tra le persone che soffrono di questo disturbo nevrotico, una grande percentuale di disoccupati - una persona a volte ha semplicemente paura di uscire di casa, diventa disabile a causa delle sue paure. Anche la vita personale va in crash.

Disturbo ossessivo compulsivo - Trattamento

Come trattare il disturbo ossessivo-compulsivo - a questa domanda, gli psicoterapeuti spesso rispondono che senza identificare la causa che ha causato la malattia, non sarà possibile ottenere la remissione o la cura "in modo permanente". Quando tutti i fattori di stress sono stati identificati, il medico prescrive un trattamento complesso: terapia farmacologica e supporto psicologico a lungo termine. Il disturbo d'ansia ossessivo-compulsivo viene trattato con successo se una persona smette di sperare in un esito indipendente della malattia, per evitare situazioni di disturbo.

Disturbo ossessivo compulsivo - Trattamento domiciliare

Le ossessioni o le compulsioni sono difficili da correggere da sole - questo è il caso quando è giusto chiedere aiuto a uno specialista. Una persona si guida in un circolo vizioso da un crollo all'altro e inizia a odiarsi per aver mostrato ancora di più debolezza e mancanza di autocontrollo. Ma non mollare, anche se capitano dei fallimenti. Usando l'esempio dell'eccesso di cibo, che è comune sia alle donne che agli uomini, possiamo considerare la tattica di affrontare il disturbo ossessivo a casa..

Disturbo da alimentazione incontrollata - come combatterlo da solo, passaggi:

  • lavorare con il pensiero - affermazioni;
  • sbarazzarsi di cibi nocivi - cibi raffinati e ricchi di carboidrati dovrebbero essere spietatamente esclusi dalla dieta;
  • fare sport - un'attività fisica moderata aumenta la resistenza allo stress e aumenta la quantità delle proprie endorfine;
  • tenere un diario alimentare - tutti gli alimenti consumati durante il giorno dovrebbero essere registrati in esso - questo aiuta ad analizzare e fissare con coscienza quanto e che tipo di cibo viene mangiato;
  • pratiche di respirazione e meditazioni - bilanciamento dello stato mentale;
  • sonno completo.

Disturbo ossessivo compulsivo - Ricovero

Disturbo ossessivo-compulsivo della personalità: il disturbo richiede raramente un trattamento ospedaliero, se non è accompagnato dall'imposizione di tratti di personalità schizotipici e paranoici di personalità in una persona, il decorso e la prognosi peggiorano. Il trattamento ospedaliero è principalmente indicato. Disturbo ossessivo-compulsivo: le tattiche di gestione includono:

  1. Psicoterapia. L'approccio cognitivo-comportamentale ti permette di analizzare situazioni che provocano ansia e panico e imparare a gestire la tua condizione. Il paziente è esposto a uno stimolo reale o immaginario e, con l'aiuto del terapeuta, impara a interrompere la risposta, formando un nuovo modello comportamentale. Più lunga è l'interazione con stimoli provocatori, più efficacemente viene rinforzato il nuovo comportamento. Da sola, senza farmaci, la psicoterapia ha raramente successo nel trattamento del DOC.
  2. Farmacoterapia. Il disturbo comportamentale ossessivo-compulsivo esaurisce gravemente il sistema nervoso di una persona e i farmaci a volte sono l'unico modo per alleviare la condizione. Farmaci di scelta per il trattamento del disturbo ossessivo compulsivo:
  • antidepressivi di largo utilizzo (Clomipramine, Litio, Buspirone);
  • inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (sertralina, fluvoxamina, fluoxitina).

Disturbo ossessivo-compulsivo: che cos'è in termini semplici e come sbarazzarsene

Sfortunatamente, nelle grandi città le persone sono particolarmente inclini a vari tipi di disturbi mentali. Oggi parlerò del disturbo ossessivo-compulsivo: cos'è, quali sono i suoi sintomi e le cause. Considera anche come trattare questa malattia e se è possibile sbarazzarsene per sempre. Resta: sarà interessante e informativo!

Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) è un tipo specifico di disturbo d'ansia. In psichiatria, è anche chiamato disturbo ossessivo-compulsivo. Il paziente con questo disturbo è tormentato da pensieri ossessivi (ossessioni), con i quali cerca di far fronte con l'aiuto di azioni ripetitive (compulsioni). Questo tipo di disturbo è molto difficile da trattare e può compromettere seriamente la qualità della vita..

Il disturbo ossessivo compulsivo causa molto spesso disadattamento sociale, rendendo il paziente incapace di lavorare e costruire relazioni.

Per comprendere meglio l'essenza di questo fenomeno, ti darò un esempio dalla vita. Una delle ossessioni più comuni è la paura ossessiva di contrarre qualche tipo di infezione. Una persona vede batteri ovunque, qualsiasi starnuto nella sua direzione è percepito come una minaccia per la vita e la salute. Inizia a evitare i luoghi pubblici, riduce al minimo la comunicazione con le persone.

Allo stesso tempo, gli argomenti logici e il ragionamento razionale sull'infondatezza di tale ansia non hanno alcun effetto. Il potere dell'ossessione è così grande da catturare l'intera coscienza dell'individuo. Solo azioni ripetitive che assumono il carattere di rituali aiutano a liberarsi dall'ansia. Si tratta principalmente di lavaggio a mano, spruzzatura di soluzioni disinfettanti, frequente pulizia a umido. Possono ridurre l'ansia per un breve periodo, ma nel tempo devono essere usati più spesso..

Per una prospettiva esterna su OCD, guarda il film The Aviator. L'eroe di Leonardo DiCaprio soffre di questa malattia mentale.

Il disturbo ossessivo compulsivo è più comune negli uomini che nelle donne fino a circa 65 anni. In un'età più avanzata, questa diagnosi viene data più spesso alle donne. Nei bambini, il disturbo compare per la prima volta dopo i 10 anni di età. Di solito inizia con la comparsa di fobie e paure ossessive. All'inizio, i sintomi non causano seria preoccupazione al paziente e non interferiscono con la vita normale..

Più vicino all'età di 30 anni, si sviluppa un quadro clinico pronunciato di DOC. La malattia diventa impossibile da ignorare, in qualche modo colpisce tutte le aree della vita dell'individuo. I tentativi di guarire da soli non fanno che aggravare la situazione e rafforzare ulteriormente il comportamento patologico.

Sintomi del disturbo ossessivo compulsivo

Puoi sospettare un disturbo ossessivo-compulsivo in te stesso o nei tuoi cari dai seguenti segni.

  1. Scorrimento di pensieri e immagini negative nella tua testa. I pazienti sono spesso tormentati da pensieri di morte, violenza, perversione sessuale, atti immorali e asociali. Queste immagini sono cariche di emozione ed estremamente invadenti. Una persona cerca con tutte le sue forze di sopprimerla o allontanarla, ma, di regola, fallisce. Nel tempo, sviluppa una paura di questi pensieri..
  2. L'emergere di ansia irrazionale. I sentimenti di ansia possono sorgere da zero senza alcuna minaccia. Il paziente non può né spiegare la causa del suo verificarsi, né affrontarlo da solo.
  3. Attività o rituali ripetitivi. Lo schiocco delle dita, la ripetizione monotona di parole o frasi, il già citato lavaggio delle mani... Ci sono molte opzioni. Queste azioni vengono eseguite nel momento dell'ansia e spesso sono inconsce..
  4. Evitare luoghi affollati. Le persone con DOC si sentono a disagio in luoghi affollati. Nella folla, la loro ansia aumenta fino allo sviluppo di attacchi di panico. Preferiscono la tranquilla solitudine alle riunioni rumorose in compagnia..
  5. La tendenza a ricontrollare costantemente tutto. Chi soffre di disturbo ossessivo-compulsivo può controllare dieci volte per vedere se il gas o il ferro sono spenti. Sono costantemente tormentati dall'ansia di aver dimenticato di prendere o fare qualcosa. Non sembrano fidarsi di se stessi.
  6. Accaparramento. I pazienti hanno difficoltà a separarsi da cose vecchie e inutili. I tentativi di sbarazzarsi della spazzatura sono accompagnati da lampi di ansia. Una persona conserva le cose "per ogni evenienza", nella speranza che un giorno tornino utili.
  7. Fattura ossessiva. L'abitudine di contare costantemente qualcosa è caratteristica del DOC. A volte si possono contare le cose più inaspettate. Ad esempio, macchie sul pelo del cane di un vicino, la lettera "m" su cartelli e vetrine, piselli in un piatto di insalata.
  8. Pedanteria malsana. Questo sintomo può essere espresso nella costante pulizia e disposizione delle cose in luoghi. Qualsiasi deviazione dall'ordine stabilito provoca disagio psicologico..

Quali sono le cause del disturbo ossessivo-compulsivo?

Lo sviluppo di questa nevrosi è facilitato da fattori sia biologici che psicologici e sociali. I fattori biologici includono:

  • trauma cranico;
  • malattie infettive trasferite del cervello: encefalite, meningite;
  • violazione dei processi biochimici nel cervello;
  • dipendenza chimica;
  • eredità;
  • malattia mentale;
  • sistema nervoso debole.

Ragioni psicologiche per lo sviluppo del DOC:

  • stress prolungato e grave;
  • aumento del controllo dei genitori durante l'infanzia;
  • paura sperimentata in connessione con la minaccia alla vita;
  • violenza morale e fisica;
  • morte di persone care;
  • religiosità eccessiva.

Vale la pena notare che il disturbo di personalità ossessivo-compulsivo colpisce le persone con un certo temperamento. Si tratta principalmente di individui ansiosi e insicuri con una bassa autostima. Tendono a dubitare costantemente di tutto e cercano sostegno in persone più forti e più sicure. Molto spesso rimangono infantili over-age e vivono sotto la cura di qualcun altro fino alla vecchiaia. Ciò è in parte facilitato dalla nevrosi progressiva..

Questi individui sono scarsamente adattati alla società e hanno una resistenza allo stress molto bassa. Il loro sistema nervoso debole non è in grado di far fronte a difficoltà e malfunzionamenti.

Trattare il disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo non dovrebbe essere ignorato, anche se le sue manifestazioni non sono ancora molto pronunciate. Questo disturbo tende a progredire e peggiorare. Nel tempo, i pensieri ossessivi diventano sempre di più ei rituali aiutano ad affrontarli sempre meno..

Il disturbo ossessivo compulsivo grave è difficile da trattare. Circa l'1% dei pazienti si suicida, oltre il 10% perde la capacità di lavorare. Meno tempo è passato dalle prime manifestazioni della malattia al rivolgersi ad uno psicoterapeuta, più favorevole è la prognosi.

Il DOC è trattato con farmaci farmacologici e psicoterapia.

Trattamento farmacologico

La medicina si è presa cura di rendere la vita più facile a qualcuno con DOC. Lo scopo del farmaco è alleviare i sintomi e riportare il paziente alla vita normale. Ma è impossibile curare questo disturbo con le sole pillole. Quando smetti di prenderli, tutti i sintomi di solito ritornano. Pertanto, la terapia farmacologica deve essere necessariamente accompagnata dal trattamento da parte di uno psicoterapeuta o psichiatra..

Antidepressivi, tranquillanti e antipsicotici sono prescritti per il DOC. Gli antidepressivi ripristinano l'equilibrio di serotonina, adrenalina e norepinefrina nel cervello. I tranquillanti alleviano l'ansia. E gli antipsicotici riducono l'agitazione psicomotoria.

Questi sono farmaci molto seri con molti effetti collaterali, quindi solo un medico può prescriverli..

Trattamento psicoterapeutico

Quando si corregge il disturbo ossessivo compulsivo, l'esposizione e il bias si sono dimostrati migliori. Il paziente è posto in condizioni che provocano pensieri ossessivi, non dandogli l'opportunità di ricorrere ad azioni compulsive. Lo specialista insegna al paziente metodi costruttivi per ridurre l'ansia e liberarsi delle ossessioni.

Nell'ambito della terapia cognitivo-comportamentale, le paure e le ansie vengono portate a un livello cosciente e risolte. Lo psicoterapeuta aiuta il paziente a isolare una componente inconscia nelle proprie ossessioni ea razionalizzarla.

Il metodo avversivo aiuta il paziente ad abbandonare le compulsioni rafforzando le associazioni spiacevoli ad esse associate.

In casi estremi, il medico usa l'ipnosi. Con il suo aiuto, è possibile rompere la connessione patologica tra ossessioni e compulsioni, aggirando la coscienza.

Sfortunatamente, anche dopo il successo del trattamento, c'è un alto rischio di ricaduta. La malattia diventa cronica, dormiente e può risvegliarsi in qualsiasi momento. Pertanto, è molto importante mantenere l'igiene psicologica. I pazienti dovrebbero evitare lo stress, non lavorare troppo, non abusare di alcol.

Conclusione

Quindi, abbiamo scoperto che il disturbo ossessivo-compulsivo è una condizione grave che non dovrebbe essere lasciata al caso. In presenza di sintomi come pensieri ossessivi, ansia, pulizia eccessiva, accumulo, dovresti stare in guardia. Il disturbo ossessivo compulsivo è stato trattato con successo con farmaci e psicoterapia negli adulti e nei bambini. Prima il paziente cerca un aiuto qualificato, più favorevole è la prognosi.

Se hai domande, non esitare a chiederle nei commenti, sarò felice di rispondere. Condividi l'articolo con chi potrebbe trovarlo utile e torna a trovarci. Salute a te e ai tuoi cari!

Disturbo ossessivo-compulsivo: tipologie, cause, terapia

"Se calpesto solo le piastrelle bianche, non succederà nulla ai miei cari".

Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) è un disturbo in cui una persona ha pensieri ossessivi incontrollabili (ossessioni) e azioni ripetitive (compulsioni). Nel DSM-5, è classificato come disturbo d'ansia..

Ricorda i momenti in cui la melodia avvincente non ha mai lasciato la tua testa: qualunque cosa tu faccia, continua a girare ed è terribilmente fastidiosa. Ora immagina che questa non sia una melodia, ma un pensiero o un'idea - spaventoso e insopportabile: "Ho buttato giù una persona", "Vorrei fare del male ai miei cari, per questo motivo accadrà loro qualcosa di brutto", "Non ho spento il ferro, e la mia casa è in fiamme adesso. " La persona con disturbo ossessivo compulsivo sa di non aver fatto nessuna di queste cose: guida un'auto in modo ordinato, ama i propri cari e ha controllato il ferro dieci volte prima di uscire. Ma i pensieri e le emozioni non si fermano.

Se sei preoccupato per la tua condizione, puoi trovare gratuitamente uno specialista adatto alla tua richiesta personale compilando il modulo.

Le compulsioni sono altrettanto ossessive e soggettivamente importanti, ma non hanno senso per il resto dell'azione: ad esempio, spegni e accendi la luce finché non lo fai "bene". In genere, le compulsioni aiutano temporaneamente ad alleviare le ossessioni o semplicemente a ridurne l'intensità. Tuttavia, il disturbo ossessivo compulsivo a volte si verifica senza una componente ossessiva o compulsiva..

Tipi tipici di DOC

Ossessione: paura dell'inquinamento e della contaminazione
Compulsione: per pulire e pulire l'appartamento in condizioni perfette, lavare "fino a quando non cigola" più volte al giorno, non toccare direttamente le cose sulla strada e nei mezzi pubblici (farlo con guanti o attraverso un tovagliolo)

Il desiderio di pulizia e ordine è assolutamente normale per una persona. Ma con OCD, diventa inadeguato. Sporcizia e microbi compaiono ovunque, è impossibile far fronte alla paura e al disgusto - il che fa sì che una persona pulisca compulsivamente se stessa e lo spazio intorno.

Ossessione: paura di fare del male a te stesso e agli altri
Compulsione: verifica e ricontrollo di tutte le situazioni potenzialmente pericolose

Il ferro è spento? E la stufa? La porta è chiusa? Non è sufficiente che una persona con disturbo ossessivo compulsivo lo controlli una volta: non si fida dei propri ricordi di averlo già fatto. Nella mente vengono disegnate immagini terribili di incendi o rapine e ti fanno controllare costantemente le fonti di pericolo.

Esistono molte forme di disturbo ossessivo compulsivo, non necessariamente si verificano esattamente in queste combinazioni. Inoltre, come abbiamo già scritto, la presenza di entrambi i componenti non è necessaria..

Il DOC impedisce a una persona di condurre una vita appagante: costruire relazioni, lavorare, riposare. Non può essere semplicemente "messo in pausa", calmarsi o distrarsi..

Ti consigliamo di guardare il famoso video sulla vita con il disturbo ossessivo compulsivo: un uomo incontra una ragazza per cui le sue "stranezze" all'inizio sembrano carine, ma poi non riesce a sopportarle.

A proposito, non confondere OCD con OCD (disturbo ossessivo compulsivo di personalità). Se il primo è un disturbo di cui una persona soffre e che considera qualcosa di estraneo, il secondo è una combinazione di tratti della personalità, carattere. Le persone con disturbo ossessivo compulsivo amano seguire le regole e mantenere la pulizia e la disciplina. Considerano il loro stile di vita l'unico vero e non ne soffrono..

Cause di OCD

Esistono diverse teorie sul motivo per cui le persone sviluppano il DOC. Uno di loro è genetico. Se qualcuno nella tua famiglia ha sofferto di DOC, corri anche il rischio di sviluppare questo disturbo. Tuttavia, gli scienziati devono ancora trovare un gene o un gruppo di geni responsabili del disturbo ossessivo compulsivo..

La teoria psicodinamica suggerisce che c'è un profondo conflitto intrapersonale dietro il DOC. Una persona non può realizzare, accettare e risolvere un problema serio, ma questo problema è ancora allarmante. Poi inconsciamente trova un'altra fonte di ansia, più semplice e più comprensibile: lo sporco, i germi, il rischio di incendio. Poiché le esperienze sono molto forti, sarà appropriato concentrarsi sulla fonte..

La teoria cognitiva afferma che una persona con una predisposizione al DOC è abituata a esagerare il significato dei propri pensieri. Per questo motivo, è preso dall'ansia, che non può più affrontare e ricorre ad azioni compulsive. Riducono il livello di ansia, il comportamento è fisso e si trasforma in disordine..

Cosa fare?

Se senti che:

  • Ti vengono in mente idee inquietanti, aggressive, strane e non puoi liberartene;
  • I pensieri ossessivi compaiono ogni giorno e ti concentri su di essi per molto tempo (più di un'ora);
  • Senti che se non intraprendi determinate azioni, potrebbe accadere qualcosa di brutto;
  • Hai annullato i piani almeno una volta perché devi eseguire determinate azioni:

hai bisogno di vedere uno psicoterapeuta. Molte persone con disturbo ossessivo compulsivo sono timide o hanno paura dei loro sintomi. I pensieri aggressivi o strani e ossessivi non ti rendono una persona cattiva o pazza. E certamente il terapeuta non ti giudicherà, perché capisce cosa ti sta accadendo e sa come aiutarti..

La terapia cognitivo-comportamentale ha dimostrato di essere efficace contro il disturbo ossessivo compulsivo. In esso, tu e il terapeuta sovrastimerete le ossessioni e ridurrete la loro importanza soggettiva. Svilupperai anche modi più efficaci per affrontare l'ansia e imparerai a rilasciare volontariamente il controllo..

I farmaci di supporto sono spesso prescritti per il disturbo ossessivo compulsivo. Aiuta a controllare le ossessioni e le compulsioni se impediscono al cliente di vivere una vita appagante e di sottoporsi a psicoterapia verbale..

Prima inizi la psicoterapia, maggiori sono le tue possibilità di sbarazzarti completamente del disturbo, anche senza farmaci..

Disturbo ossessivo-compulsivo (DOC)

A volte capita a una persona di aver dimenticato di ricontrollare alcune cose, e questo è del tutto normale. Ad esempio, "Ho chiuso la porta del garage? La porta d'ingresso è chiusa? La stufa e il forno sono spenti? ”. Certo, controlla tutto questo... Ma cosa succede se il pensiero di ricontrollare gli torna in mente ancora e ancora e deve essere ricontrollato tre volte, o anche quattro volte, o anche cinque? Allora sembra già un pensiero ossessivo, o ossessione.

L'ossessione è il termine per le ossessioni, così come per i pensieri fastidiosi e indesiderati ricorrenti. Le persone soffrono di pensieri ripetitivi e immagini di pensiero associate a possibili errori, omissioni, comportamenti inappropriati, possibilità di infezione, perdita di controllo e così via..

E se prima di uscire di casa fosse necessario eseguire un certo RITUALE con fornello e porta del forno? Ad esempio, vai tre volte alla porta per assicurarti che sia chiusa, vai tre volte in cucina per controllare che il fornello sia spento, puliscilo, ricontrolla che tutti i bruciatori siano spenti, assicurati che il forno sia spento, pulisci il forno, quindi aprilo per assicurarti che non ha caldo, e solo allora esce di casa. Allora potrebbe essere costrizione.

La costrizione si esprime nel comportamento ossessivo, secondo il quale una persona deve intraprendere un'azione per prevenire qualcosa di brutto. Pertanto, tutte le azioni mirano a evitare il pericolo percepito. La costrizione è il risultato di ossessioni (rituali ossessivi). Hanno lo scopo di eliminare il problema che una persona deve affrontare a causa delle ossessioni. Inoltre, l'individuo smette di eseguire azioni compulsive solo dopo aver ridotto il livello di ansia..

Il disturbo ossessivo-compulsivo, o DOC, è un tipo specifico di disturbo d'ansia caratterizzato da questi tipi di ossessioni o compulsioni. Le ossessioni sono spesso pensieri ripetitivi, ossessivi e involontari di cui è difficile liberarsi. Questi pensieri indesiderati, come "La mia casa non è sicura", provocano ansia e di solito portano a compulsioni, azioni che una persona intraprende per ridurre l'ansia ossessiva..

Ad esempio, queste persone a volte contano i passaggi, si lavano le mani più di 10 volte al giorno. Le manifestazioni della malattia diventano immediatamente evidenti a colleghi e colleghi. Le persone con disturbo ossessivo compulsivo cercano sempre di suggerire il regalo perfetto, con tutti gli articoli disposti simmetricamente. Quindi, i libri sull'armadio sono in ordine alfabetico e corrispondono alla combinazione di colori..

Come puoi immaginare, questi pensieri e rituali possono influenzare seriamente la vita quotidiana di una persona. Il disturbo ossessivo compulsivo si manifesta in circa il 3% della popolazione, con proporzioni uguali negli uomini e nelle donne.

Il disturbo ossessivo-compulsivo si verifica a causa di fattori genetici della personalità psicastenica, nonché di problemi intrafamiliari. Oltre alla psicogenesi, è possibile distinguere ragioni criptogeniche in cui si nasconde la radice dell'emergere di esperienze.

Gli stati ossessivo-compulsivi sono incontrati principalmente da persone con un carattere psicastenico. I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo si manifestano in stati simili alla nevrosi nel processo di schizofrenia lenta, epilessia, depressione endogena, dopo lesioni cerebrali traumatiche e malattie somatiche, nel processo di sindrome ipocondriaca o nosofobica.

Alcuni ricercatori sostengono che il quadro clinico della genesi del disturbo ossessivo-compulsivo sia direttamente correlato al trauma mentale o agli stimoli riflessi condizionati, che sono diventati fondamentali e la loro coincidenza con altri stimoli ha causato una sensazione di paura e panico. Un ruolo piuttosto importante viene svolto in situazioni che sono diventate psicogene a causa del confronto di tendenze opposte. Va anche notato che questi stessi esperti affermano quanto segue: incontrano stati ossessivi durante i tratti caratteriali, ma le personalità psicasteniche molto spesso soffrono.

La malattia di solito inizia nell'infanzia o nell'adolescenza. Celebrità come David Beckham e Howie Mandel soffrono di DOC. Un esempio più serio è Howard Hughes, un magnate industriale e imprenditore che soffriva di una forma piuttosto grave di disturbo ossessivo compulsivo in età adulta..

Sebbene il disturbo ossessivo compulsivo di solito includa sia ossessioni che compulsioni, non è necessario avere entrambi i sintomi per fare una diagnosi. Alcuni pazienti sperimentano solo ossessioni o solo compulsioni, ma la maggior parte ha entrambe le cose ed è comune che la persona con DOC compia atti compulsivi per sbarazzarsi dei pensieri ossessivi. Una compulsione molto comune è la pulizia dovuta a ossessione o infezione batterica. Un'altra compulsione comune è la necessità di ricontrollare tutto, di solito associata a pensieri ossessivi di pericolo. Per assicurarsi che tutto vada bene,

le persone con disturbo ossessivo compulsivo possono verificare se la porta è bloccata correttamente sbloccandola e bloccandola di nuovo, a volte più volte. Più in generale, la ripetizione è una compulsione in sé e per sé, quando un'azione o una frase viene ripetuta più volte, di solito perché la persona con DOC sente che qualcosa di brutto accadrà se non viene eseguita. A volte i pazienti sentono il bisogno di disporre e sistemare gli oggetti perché il disordine causa loro ansia e disagio. Infine, anche i rituali mentali sono ossessioni. I pazienti spesso eseguono tali rituali nel tentativo di sbarazzarsi di pensieri ossessivi o, come pensano, cattivi pensieri. Ad esempio, possono cercare di ricordare certe parole o frasi che sembrano loro buone per soppiantare i cattivi pensieri con il loro aiuto..

Molti di noi devono affrontare regolarmente pensieri ossessivi, paure irrazionali, strani rituali: in una certa misura questo è caratteristico di ogni persona. Ma come capire se si tratta di un comportamento sano e se è necessario chiedere aiuto a specialisti competenti che lavorano in cliniche specializzate?

Il Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali fornisce criteri diagnostici specifici per la diagnosi di DOC.

Prima di tutto, è la presenza di ossessioni, compulsioni o una combinazione di questi sintomi. Anche ossessioni e / o compulsioni devono essere prolungate, spesso al punto da interferire con la vita sociale e lavorativa. Ad esempio, una persona con disturbo ossessivo compulsivo può trascorrere due ore al giorno piegando e spiegando i vestiti ed essere in ritardo al lavoro. È anche importante che le ossessioni e le compulsioni non sorgano come risultato degli effetti fisiologici di qualsiasi sostanza o altra malattia..

Infine, l'ansia espressa non può essere spiegata da un'altra malattia mentale, ad esempio l'ansia per il proprio aspetto, come nel disturbo da dismorfismo corporeo..

Come con la maggior parte dei disturbi mentali, la causa del disturbo ossessivo compulsivo è sconosciuta, ma si ritiene che sia una combinazione di fattori genetici e ambientali. Il disturbo ossessivo compulsivo può essere ereditato. Una prova significativa di ciò è che il disturbo ossessivo compulsivo è più comune nei gemelli identici che nei gemelli fraterni. Si ritiene ora che il ruolo principale sia giocato dai disturbi nel sistema di trasmissione della serotonina nel cervello, ma il meccanismo esatto è ancora sconosciuto..

Il trattamento di solito include psicoterapia, farmaci o entrambi. Tra le opzioni di psicoterapia, la terapia cognitivo-comportamentale si è dimostrata efficace, in particolare una tecnica chiamata "tecnica di prevenzione dell'esposizione e della risposta", in cui il paziente si trova in una situazione che causa ansia e compulsioni e, di conseguenza, si dimostra che in effetti l'ansia si riduce se non eseguire azioni compulsive. Poiché la causa del disturbo ossessivo compulsivo è stata collegata alla serotonina, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI) hanno dimostrato di essere efficaci nei farmaci per il disturbo ossessivo compulsivo, ma spesso presentano sintomi ed effetti collaterali, che a loro volta devono essere trattati con farmaci o psicoterapia. Con il giusto trattamento, i pazienti spesso tornano alla vita e alle attività normali.

Da tutto quanto sopra, traiamo brevi conclusioni; Il disturbo ossessivo compulsivo può essere suddiviso in due forme chiave. Questi sono: Ossessioni. Una persona si trova di fronte a pensieri e immagini ossessive, sia contrastanti (single) che sostituendosi a vicenda con numerosi pensieri in varie occasioni, di cui ha paura, cercando di distrarsi e sbarazzarsi.

Ossessioni-compulsioni. Implicano la presenza di pensieri e azioni ossessive. In questo caso, una persona non è in grado di subordinare i suoi sentimenti e pensieri al controllo, può tentare di fare qualcosa, applicare una serie di azioni per estinguere l'ansia e liberarsi di paure e pensieri fastidiosi.

Dopo un po 'di tempo, tutte le azioni di cui sopra assumono una forma ossessiva e diventano parte integrante della psiche umana. Di conseguenza, si trova di fronte a una sensazione travolgente di continuare a eseguire rituali e in futuro, anche se non vuole farli, è improbabile che abbia successo..

Varietà di DOC

Esistono diversi tipi di disturbo ossessivo-compulsivo. Se prendiamo in considerazione le peculiarità del corso di DOC, allora il disturbo si distingue:

Avere un unico attacco.

Con ulteriori ricadute che si verificano in determinati periodi. Caratterizzato da un decorso continuo con periodica intensificazione dei sintomi.

C'è anche un'altra classificazione in base al tipo più caratteristico di ossessioni:

Ossessione aggressiva, sessuale o religiosa con una frequenza compulsiva.

Pensieri ossessivi sulla simmetria che sono accompagnati da varie compulsioni o movimenti di permutazione.

Ossessione per l'inquinamento o la contaminazione - questo è anche accompagnato da azioni compulsive che mirano a lavare e pulire tutto.

Un disturbo che implica un costante desiderio di accumulare.

In generale, quasi ogni persona soffre di disturbo ossessivo-compulsivo nella forma più lieve, ma in queste persone il disturbo diventa una conseguenza dell'esaurimento emotivo o di uno stress grave. Per sbarazzarsi degli stati ossessivi, è necessario iniziare a condurre un processo di vita attivo, monitorare le proprie reazioni e prendere decisioni in modo indipendente su come agire in determinate situazioni.

La famiglia e gli amici della persona con DOC devono essere pazienti e comprensivi. Per molti, vivere con il disturbo ossessivo compulsivo è un vero dolore. Durante questo disturbo, una persona deve affrontare pensieri ossessivi che causano ansia. Per sbarazzarsi di una sensazione così spiacevole, molti sono costretti a eseguire rituali particolari. Il DOC è classificato come disturbo d'ansia. L'ansia è ben nota a tutti, ma questo non significa che qualsiasi persona dipendente possa capire come si sentono le persone con disturbo ossessivo compulsivo. A causa dei terribili sintomi della malattia, una persona non può far fronte al lavoro normalmente, avviare relazioni personali ed essere amica di altre persone. Di conseguenza, la vita cessa di essere preziosa e interessante, il paziente sprofonda nella depressione. Il disturbo ossessivo-compulsivo è un disturbo mentale quando una persona si confronta con pensieri ossessivi e compie azioni appropriate che agiscono come i principali sintomi della malattia. La terapia della malattia deve essere eseguita da uno specialista qualificato che aiuta a sbarazzarsi delle manifestazioni di ossessioni e compulsioni usando metodi psicoterapeutici e farmacologici.

Il DOC è un vicolo cieco per la psichiatria

DOC, disturbo ossessivo compulsivo, tecniche di autoaiuto

9 sintomi di disturbo ossessivo-compulsivo da non ignorare

C'è una linea dopo la quale il desiderio di mettere tutto sugli scaffali si trasforma in una nevrosi.

Questo articolo può essere non solo letto, ma anche ascoltato. Se è più conveniente per te, attiva il podcast.

A volte è utile essere un maniaco del controllo. È meglio assicurarsi cinque volte di mettere accuratamente biglietti aerei e passaporti nella borsa che più tardi in aeroporto per scoprire che mancano i documenti necessari.

Ma per alcuni, il desiderio di controllare e ricontrollare diventa ossessivo. E così tanto che rovina seriamente la vita. Una persona rimane letteralmente bloccata su alcune cose. Ad esempio, non può uscire di casa finché non si è assicurato che il ferro sia spento 20 volte. Oppure non si lava le mani 10 volte. Oppure, diciamo, non illuminerà il corridoio.

Questo comportamento è chiamato disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). Con questo disturbo, una persona visita regolarmente pensieri ossessivi disturbanti (ossessioni), dai quali cerca di sbarazzarsi con l'aiuto di azioni-rituali altrettanto ossessivi (compulsioni).

Secondo il Disturbo ossessivo-compulsivo del National Institute of Mental Health degli Stati Uniti, 1-2 persone su 100 soffrono di DOC e solo negli Stati Uniti il ​​problema colpisce oltre due milioni di cittadini..

È difficile riconoscere la linea in cui una sana previdenza o l'amore per la pulizia iniziano a trasformarsi in un disturbo mentale. Ma è ancora possibile - se non perdi alcuni sintomi caratteristici.

Come riconoscere il disturbo ossessivo-compulsivo

Tutte le persone sono, ovviamente, diverse. Ma molto spesso le ossessioni si sviluppano in base a diversi scenari dello stesso tipo. Disturbo ossessivo-compulsivo. Eccoli.

1. Paura dei germi o dello sporco

Una passione incontrollabile per l'igiene è uno dei sintomi più comuni del DOC.

Le persone con questo disturbo temono disperatamente che i microbi patogeni si depositino sulle loro mani o sul loro corpo. Pertanto, si lavano le mani cinque volte di seguito. E ripetono la procedura ogni volta che toccano la maniglia o il ricevitore del telefono dell'ufficio. Ebbene, la necessità di stringere la mano a un collega, abbracciare un amico quando si incontrano o, diciamo, afferrare un corrimano nei trasporti pubblici diventa il loro incubo personale..

2. Una malsana passione per la pulizia

Ci sono persone le cui case brillano letteralmente. Sono puliti. Ma se tutto è pulito e gli ospiti camminano per l'appartamento come in un museo, ma tu sei ancora infelice e hai un desiderio irresistibile di strofinare gli specchi e inumidire il pavimento nel corridoio ancora e ancora, possiamo parlarne - disturbo ossessivo-compulsivo.

3. La necessità di tenere tutto in ordine (letteralmente)

Una tazza che viene lasciata sul tavolo, invece di prendere il suo posto sullo scaffale della cucina, può far diventare naturalmente isterica una persona con DOC. È infuriato per tutto ciò che, secondo lui, non è dove dovrebbe essere. Le pantofole devono certamente stare su un piedistallo per scarpe, un programma deve trovarsi sotto la TV e anche un gatto deve sedersi nella sua cesta. Una persona può essere nervosa anche se l'oggetto si trova nell'angolazione sbagliata..

Qualcuno potrebbe chiamare questo comportamento una passione per l'ordine guidata al perfezionismo. Ma no, questo è anche un segno di disturbo ossessivo-compulsivo..

4. Eccessiva insicurezza

Molte persone si preoccupano di come appaiono, se stanno facendo la cosa giusta e cosa penseranno gli altri di loro. Questo non è un problema (o meglio, non il peggiore di loro).

Tali esperienze diventano un problema quando una persona non può tenerle dentro..

Si chiede all'infinito: questi jeans gli stanno davvero bene? L'inchiostro è macchiato? Sembra troppo grasso con questo vestito? Sta eseguendo correttamente l'attività? E adesso? E adesso? E anche qui non si sbagliava?

Un nevrotico ha bisogno fisicamente di incoraggiamento o rassicurazione costante da parte degli altri che va tutto bene per lui. Questo è ciò che dà il disturbo ossessivo-compulsivo..

5. La necessità di ricontrollare costantemente tutto

Esempi tipici sono un ferro presumibilmente scollegato o una luce spenta, per il bene della quale una persona può tornare a casa due o tre volte. Ciò include anche la necessità di tirare la maniglia della porta una dozzina di volte, anche se hai appena bloccato la porta e l'hai chiusa. Oppure, ad esempio, ricontrolla regolarmente se l'email è arrivata al destinatario..

6. Conteggio ossessivo

Quando si cerca di concentrarsi su qualcosa, molti pensano a se stessi. Ad esempio, sussurrano: "Uno, due, tre - andiamo". E 'normale.

Ma se una persona conta le cose più inaspettate, ad esempio il numero di alberi accanto a un tram o il numero di piselli in un'insalata portata, questo è già un motivo per diffidare. È anche peggio se i risultati dei calcoli sono allarmanti ("Ci sono 13 piselli nell'insalata, il cameriere chiaramente vuole viziarmi!") E sono costretti a compiere alcune azioni (ad esempio, tirare fuori un pisello dall'insalata e buttarlo via). Questo comportamento è già un po 'oltre il normale, sì.

7. Costruire la vita secondo rituali chiari

Magari metti i calzini in un cassetto rigorosamente in ordine arcobaleno. Oppure a pranzo, mangia i cibi in ordine alfabetico: prima bevi il brodo della zuppa (lettera "B"), poi mangia le tagliatelle (L), la carne (M) e solo dopo - un uovo sodo (io sono l'ultima lettera dell'alfabeto). Oppure vai a lavorare con un unico percorso rigorosamente definito. Un passo a sinistra, un passo a destra - e hai già il panico a metà con la certezza che la giornata passerà "sbagliata".

Se hai qualche rituale, anche il più innocuo della tua vita, la cui partenza è allarmante, potrebbe essere un segno di DOC..

8. Accumulo di cose

Comportamento sano: sbarazzarsi di vestiti, mobili o elettrodomestici che sono diventati ovviamente inutilizzabili.

Non è salutare pensare: "Lascialo sdraiare (stare in piedi), e all'improvviso un giorno ti tornerà utile". E fallo 100 volte, o anche 200, finché la casa non si trasforma in un magazzino di cose vecchie. Scomodo, ma calmo. E si adatta bene ai sintomi del disturbo ossessivo compulsivo.

9. Ossessione per le relazioni

Separazione da una persona cara, una lite con un amico, un conflitto con le autorità. Queste sono situazioni spiacevoli ma comuni. Tutti devono preoccuparsi, cercare di capire cosa ha portato esattamente alla rottura o allo scandalo, tutti devono trarre conclusioni. Ma se i sentimenti e l'autocritica durano per anni, vale la pena chiedere aiuto..

Cosa fare se sospetti un disturbo ossessivo-compulsivo

L'opzione migliore è vedere uno psicoterapeuta. Uno specialista ti aiuterà a capire se si tratta davvero di DOC. Forse ti suggerirà di fare un esame del sangue: a volte l'ansia eccessiva è un sintomo di disturbi nella ghiandola tiroidea, quindi è necessaria la consultazione di un endocrinologo.

Il disturbo ossessivo-compulsivo, se confermato, viene corretto con la psicoterapia. Il medico può anche prescrivere antidepressivi. Tutto ciò contribuirà a ridurre il livello di ansia e sbarazzarsi di pensieri e azioni ossessive..

Ma non puoi sperare che "passerà da solo". Il fatto è che i disturbi mentali tendono a crescere e peggiorare con l'età. E questo può portare a conseguenze molto spiacevoli. Gli esperti dell'organizzazione di ricerca americana Mayo Clinic tra loro:

  • dermatite da contatto dovuta al lavaggio delle mani troppo spesso;
  • incapacità dovuta all'ansia di andare al lavoro o in altri luoghi pubblici;
  • difficoltà nelle relazioni personali, incapacità di creare o mantenere una famiglia;
  • un calo generale della qualità della vita;
  • brama di suicidio.

In generale, il disturbo ossessivo-compulsivo non è una cosa che può essere considerata solo un tratto della personalità. È importante sconfiggerlo. Fino a quando questo disturbo mentale non rovina la vita.

Disturbo ossessivo-compulsivo

Informazione Generale

La sindrome psicopatologica OCD (disturbo ossessivo-compulsivo) si riferisce al disturbo ossessivo-compulsivo ed è un disturbo mentale borderline che, con un trattamento adeguato, è reversibile. Il nome della sindrome deriva dalle parole: obsessio (ossessione per un'idea) e compulsio (compulsione).

Si basa sulla sindrome ossessiva - ossessione. Wikipedia lo definisce come stati ossessivi ricorrenti che si manifestano sotto forma di vari sentimenti, pensieri, rappresentazioni o paure che nascono spontaneamente da cui è difficile liberarsi da soli, oltre che gestirli / controllarli. I pensieri ossessivi generano ansia, paura e riempiono l'intero essere di una persona. Ciò è dovuto al fatto che alcuni oggetti / pensieri / sentimenti diventano estremamente preziosi e importanti per una persona e il suo ambiente diventa troppo pericoloso. Allo stesso tempo, il paziente è consapevole del proprio dolore ed è critico nei suoi confronti.

La seconda componente del disturbo ossessivo compulsivo sono le compulsioni, definite come azioni compulsive (comportamenti). Tali azioni / rituali hanno lo scopo di prevenire il verificarsi di vari eventi negativi, che, secondo l'opinione del paziente, possono danneggiare lui / un'altra persona. Secondo i pazienti, tali azioni sono utili, cioè sono anche di natura ossessiva e sono rituali criticamente consapevoli. Allo stesso tempo, con la soppressione volontaria delle azioni compulsive, l'ansia aumenta. Pertanto, le ossessioni sono associate ad un aumento della sensazione di disagio soggettivo e alla gravità dell'ansia e le compulsioni riducono il livello della loro gravità. Tuttavia, i rituali interrompono temporaneamente i pensieri ossessivi, quindi il paziente è costretto a ripeterli spesso (costantemente). La costrizione può essere sia fisica (più controlli per vedere se la porta è chiusa a chiave) o mentale (pronunciare una frase speciale nella tua mente / preghiera per neutralizzare le conseguenze negative).

Di norma, una persona che soffre di ossessioni sviluppa gradualmente un doloroso e spiacevole affetto, dovuto sia al fatto stesso dell'apparizione di un atto mentale irresistibilmente ripetitivo a lui estraneo, sia, spesso, dal contenuto stesso del fenomeno ossessivo..

La figura mostra schematicamente l'intero ciclo di ricerca e sviluppo

Come mostra la figura, un attacco OCD include 2 componenti: ossessione e compulsione. Cioè, c'è un certo sviluppo ciclico della patologia: l'emergere di pensieri ossessivi porta a riempirlo di significato negativo e l'emergere di una sensazione di paura, che provoca determinate azioni protettive. Dopo l'implementazione dei movimenti difensivi, segue un periodo di calma e poi, dopo un intervallo di tempo, il ciclo viene riavviato..

Per facilitare la percezione della sindrome OCD, ecco alcuni esempi che sono più comuni nella pratica:

  • Paura dell'infezione da agenti patogeni: lavare il corpo, le mani, lavarsi, ricontrollare frequentemente.
  • Dubbi sulla correttezza dell'azione eseguita - una / più ripetizione dell'azione.
  • Paura per qualcuno / te stesso / le tue azioni - frasi per neutralizzare le conseguenze negative, preghiere.
  • Paura di buttare via qualcosa, poiché potrebbe essere necessario in futuro - raccogliere / accumulare.
  • Pensieri ossessivi sull'ordine delle cose / sulla loro "simmetria" - spostando costantemente le cose per raggiungere l'ordine / simmetria.
  • Conteggio ossessivo: aggiunta di numeri, una certa ripetizione quantitativa di numeri.

Le ossessioni provocano nella persona che ne soffre un affetto spiacevole e doloroso, associato sia al fatto stesso dell'esistenza di un atto mentale alieno e irresistibilmente ripetitivo, sia, spesso, al contenuto del fenomeno ossessivo. Tuttavia, dovrebbe essere chiaro che il disturbo ossessivo-compulsivo dovrebbe essere discusso solo quando la sintomatologia caratteristica si ripete per un lungo periodo di tempo e provoca anche ansia significativa, disagio e provoca sofferenza. Cioè, è un disturbo mentale e comportamentale cronico. I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo sono comuni nelle persone sane (subcliniche), tuttavia, sono solitamente situazionali e transitori e sono controllati dall'individuo. I sintomi diventano clinicamente rilevanti quando:

  • la durata dei sintomi viene gradualmente prolungata;
  • c'è un grado grave della loro gravità;
  • svilupparsi in assenza di fattori di formazione di stress;
  • la qualità della vita ne risente (condizione fisica, disadattamento professionale / sociale).

Epidemiologia

Il disturbo ossessivo-compulsivo di personalità, secondo vari autori, si manifesta nella popolazione generale nel 2-3%. Allo stesso tempo, la malattia nel 30-50% inizia nell'infanzia / adolescenza. Non ci sono differenze di genere affidabili, così come dati statisticamente affidabili sulla relazione tra la malattia e lo stato sociale / materiale di una persona. Tuttavia, queste statistiche sono altamente imprecise, poiché non includono disturbi subclinici, tenendo conto del fatto che la proporzione di pazienti con DOC può essere significativamente più alta..

Alcuni autori ritengono che esista un certo schema tra il livello di istruzione / intelligenza e il disturbo ossessivo compulsivo: il disturbo ossessivo compulsivo si verifica molto più spesso nelle persone con un'istruzione superiore e impegnate in attività intellettuali. La prevalenza di alcuni tipi di disturbo ossessivo compulsivo varia in modo significativo. La figura grafica sotto dà un'idea del loro rapporto..

Il principale gruppo di rischio per lo sviluppo del DOC sono le persone di un tipo di pensiero pronunciato con tratti caratteriali ansioso-sospettoso, pauroso ed eccessivamente coscienzioso..

Patogenesi

Oggi non c'è consenso tra gli specialisti sullo sviluppo della malattia. La più riconosciuta e diffusa è la teoria dei neurotrasmettitori. Al centro di questa teoria c'è l'associazione del disturbo ossessivo compulsivo con un'interazione compromessa tra i gangli della base e aree specifiche della corteccia cerebrale. I dati ottenuti con la tecnica PET (tomografia a emissione di positroni) indicano che il processo patologico coinvolge strutture controllate dal sistema serotoninergico: strutture limbiche, convoluzioni dei lobi frontali del cervello e nucleo caudato, cioè aree del cervello ricche di neuroni serotoninergici. Esistono dati affidabili che indicano il ruolo principale del metabolismo e dei disturbi della serotonina nel circolo frontale-basale-ganglio-talamo-corticale.

Secondo gli autori di questa teoria, a causa di una diminuzione del rilascio di serotonina, la capacità di influenzare la neurotrasmissione dopaminergica è drasticamente ridotta, il che contribuisce allo squilibrio delle funzioni dei sistemi e allo sviluppo dello squilibrio, che porta al predominio dell'attività della dopamina nei gangli della base..

È questo meccanismo che spiega lo sviluppo di comportamenti stereotipati e alcuni disturbi motori. Vie serotoninergiche efferenti vanno dai gangli della base alle strutture corticali (corteccia del lobo frontale), la cui sconfitta è causata da vari tipi di ossessioni. Gli autori suggeriscono che livelli insufficienti di serotonina nel disturbo ossessivo-compulsivo, a causa dell'aumentata ricaptazione dei neuroni, interferiscono con il processo di trasmissione dell'impulso al neurone successivo..

Classificazione

La classificazione della sindrome ossessivo-compulsiva si basa su vari segni, i principali dei quali sono la frequenza e la durata degli attacchi, la predominanza di alcuni segni clinici, la natura delle ossessioni..

A seconda della frequenza / durata degli attacchi, ci sono:

  • Sindrome ossessivo-compulsiva con un singolo episodio di malattia (che dura da 2-3 settimane a diversi anni).
  • Disturbo ossessivo compulsivo ricorrente con periodi di recessione completa.
  • DOC continuamente in corso, con periodi di sintomi aggravati.

Il DOC si distingue per i sintomi clinici:

  • con una predominanza di pensieri ossessivi (ossessioni);
  • con una predominanza di azioni e movimenti (compulsioni);
  • clinica mista.

Per natura / tipo principale di ossessioni:

  • Paure patologiche emotive che si trasformano in fobie.
  • Rappresentazioni intellettuali ossessive (pensieri, fantasie), ricordi inquietanti.
  • Il motore.

Cause di sviluppo e fattori che contribuiscono alla malattia

Oggi non c'è una ragione interpretata in modo univoco per la formazione dell'OKZ. Stiamo parlando solo di varie ipotesi, che sono parzialmente giustificate, ma allo stesso tempo non spiegano l'intera serie di manifestazioni della malattia. Ce ne sono molti, quindi sono combinati in diversi gruppi, i più importanti dei quali sono:

Biologico

  • Teorie sui neurotrasmettitori. Ce ne sono molti. L'essenza di uno di essi risiede nel disturbo del meccanismo convulsivo del neurotrasmettitore serotonina, che porta a una violazione della trasmissione degli impulsi da un neurone all'altro. Un'altra ipotesi è legata all'eccessiva produzione di dopamina e alla dipendenza da essa. La capacità di risolvere una situazione negativa associata a un'emozione / pensiero ossessivo porta ad un "senso di soddisfazione" e ad una maggiore produzione di dopamina.
  • Sindrome di PANDAS - l'ipotesi si basa sull'idea che gli anticorpi prodotti nel corpo durante l'infezione da streptococco colpiscano i tessuti dei nuclei dei gangli della base.
  • Teoria genetica - suggerisce che la malattia si basa su una mutazione nel gene hSERT, responsabile del processo di trasferimento (trasporto) del neurotrasmettitore serotonina.
  • Caratteristiche di una maggiore attività nervosa.
    Si basa su proprietà individuali congenite / acquisite del sistema nervoso, vale a dire un sistema nervoso debole, le cui strutture non possono funzionare completamente sotto carichi prolungati (inerzia dei processi nervosi o squilibrio di eccitazione e inibizione).
  • Aspetti costituzionali e tipologici della personalità. Si tratta di personalità anankastiche, la cui sindrome ossessivo-fobica si manifesta con una maggiore tendenza al dubbio, ai dettagli, alla sospettosità e all'impressionabilità con un'analisi infinita delle loro azioni. La sindrome fobica si manifesta spesso con un pronunciato desiderio di perfezionismo - fissazione sulla ricerca dell'ideale, sia in relazione alla propria personalità (abbigliamento, aspetto, stile di vita sano), sia in relazione alle azioni compiute, ordine.

Psicologico

  • Secondo la psicologia comportamentale, il disturbo ossessivo compulsivo nasce dalla paura e dal desiderio espresso di sbarazzarsene, che si ottiene con azioni ripetitive sviluppate, rituali.
  • La teoria di Z. Freud collega lo sviluppo della malattia con il passaggio sfavorevole di uno degli stadi dello sviluppo, cioè quello anale. L'autore ha collegato l'ossessione direttamente con l'onnipotenza del pensiero e il sistema di divieti e rituali. Compulsione: ritorno al trauma precedente.
  • La psicologia cognitiva basa lo sviluppo del DOC sulle peculiarità del pensiero e sui sentimenti di iperresponsabilità con una spiccata tendenza a sovrastimare la probabilità e il significato del pericolo, il desiderio di perfezione e la fede nella materializzazione dei pensieri.

Sociale

Spiega la patologia in base a circostanze traumatiche (fattori di stress): morte di persone care, fallimenti nella vita personale, violenza, cambio di luogo di residenza / lavoro.

Fattori che provocano lo sviluppo della malattia:

  • Esacerbazione di malattie croniche di eziologia streptococcica.
  • Stagione - Autunno / Primavera.
  • Disturbi ormonali.
  • Ferita alla testa.
  • Violazioni del ritmo della veglia e del sonno.

Sintomi del disturbo ossessivo compulsivo

I sintomi del disturbo ossessivo compulsivo hanno due componenti: compulsivo e compulsivo. La prima componente è caratterizzata dalla predominanza di pensieri (idee) fastidiosi ricorrenti, accompagnati da paura e che il paziente non è in grado di controllare / sopprimere da solo. In cui,
sono caratterizzati da:

  • la loro percezione adeguata - sono percepiti dal paziente come un prodotto interno della sua psiche (percepito come inappropriato e invadente);
  • accompagnato da un desiderio infruttuoso di ignorarli (sopprimere, evitare, neutralizzare);
  • mancanza di connessione visibile con il contenuto del pensiero;
  • non influenzano la struttura logica e l'intelligenza del paziente.

La seconda componente è caratterizzata da azioni / rituali stereotipati, eseguiti regolarmente in risposta all'ossessione e che portano sollievo al paziente per un certo periodo di tempo. Nonostante una significativa varietà di pensieri ossessivi e attività rituali, i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo sono suddivisi in diversi tipi..

Dubbi fatali

Il paziente è ossessionato da dubbi ossessivi sul fatto che abbia compiuto una certa azione o meno. Allo stesso tempo, ha un bisogno ossessivo di ricontrollare, il che, a suo avviso, può prevenire conseguenze negative. Tuttavia, anche dopo ripetuti controlli, il soggetto non ha fiducia nell'azione eseguita / completata. Di norma, questo tipo di dubbi si riferisce alle attività quotidiane svolte automaticamente dalle persone..

I pazienti possono controllare ripetutamente se la porta d'ingresso è chiusa a chiave, se la valvola del gas è chiusa, se il rubinetto è chiuso, ritornando sulla scena e sull'argomento del dubbio. E anche dopo essersi assicurato che tutto sia in ordine, dopo aver lasciato la loro casa, continua a dubitare. Questo tipo di disturbo impulsivo-compulsivo può applicarsi anche all'attività professionale: l'incertezza del compito completato lo ossessiona costantemente - se ha inviato un'e-mail, preparato un documento e così via..

Di conseguenza, rilegge di nuovo impulsivamente, ricontrolla le sue azioni, ma dopo aver lasciato il posto di lavoro, i dubbi sorgono di nuovo. Allo stesso tempo, il paziente si rende conto che i suoi dubbi sono infondati, ma non può rompere un tale circolo vizioso e convincersi a non effettuare ripetuti controlli da solo. Il circolo vizioso si interrompe solo durante il periodo di attenuazione dei sintomi del disturbo ossessivo compulsivo, quando c'è un temporaneo rilascio dalle ossessioni.

Ossessioni immorali

In questo gruppo di ossessioni, ci sono ossessioni con contenuti indecenti espressi (immorali, blasfemi, illegali) e il soggetto ha un bisogno indomabile di commettere atti di contenuto osceno. In questo contesto, sorge un conflitto tra norme morali sociali / individuali e un desiderio indomabile di azioni di questo tipo..

Spesso è necessario umiliare qualcuno, insultare, essere scortese o un'idea per compiere un atto immorale (bestemmia contro Dio, uomini di chiesa, atti di teppisti, dissolutezza sessuale). Allo stesso tempo, il paziente si rende conto che questo tipo di necessità persistente di azione è illegale o innaturale, ma quando cerca di sbarazzarsi del desiderio di tali azioni e pensieri, la loro intensità aumenta.

Preoccupazioni schiaccianti per l'inquinamento

I pazienti con tali disturbi hanno misafobia - un alto livello di ansia prima di una potenziale infezione da una malattia intrattabile e il paziente esegue ripetutamente azioni protettive volte a escludere il contatto con i microbi. Molto spesso questo si manifesta con la paura della contaminazione di parti del corpo, l'inalazione di aria e il mangiare. Di conseguenza, si lavano costantemente le mani / fanno la doccia, puliscono le loro case, lavano i vestiti e valutano la qualità del cibo / dell'acqua. Tali soggetti non sono soddisfatti dei metodi delle procedure igieniche standard, ma aspirano i tappeti più volte al giorno, lavano i pavimenti con vari disinfettanti, asciugano le superfici dei mobili, interrompendo solo per il sonno notturno..

Azioni ossessive

Si esprimono nell'esecuzione di azioni (compulsioni) volte a superare i pensieri ossessivi. Molto spesso, gli atti compulsivi vengono eseguiti sotto forma di un certo rituale, che, secondo il paziente, può proteggere da potenziali disastri. Tali azioni sono caratterizzate dalla regolarità della loro esecuzione e dall'incapacità del paziente di rifiutare / sospendere in modo indipendente l'esecuzione dell'azione..

Esiste un numero piuttosto elevato di tipi di compulsioni, che riflettono i tipi di pensiero ossessivo in una particolare area presente nel soggetto. Alcuni esempi di comportamento compulsivo includono:

  • lavaggio regolare del viso e delle mani con acqua "santa";
  • ripetizione di parole, preghiere, incantesimi per proteggersi da azioni indesiderate;
  • esecuzione eccessiva delle procedure igieniche, esempi: fare la doccia / lavarsi le mani 8-10 volte al giorno, 3-4 volte pulire la casa / lavare oggetti personali;
  • la necessità di raccontare costantemente gli oggetti circostanti (contando gli alberi circostanti, gli gnocchi mangiati);
  • posizionamento degli oggetti circostanti in una sequenza rigorosamente stabilita o simmetricamente tra loro;
  • brama di raccolta / accumulo patologico - tenere giornali / riviste a casa negli ultimi 10-15 anni;
  • ripetuti controlli di elettrodomestici, rubinetti / porte gas per verificare che tutto sia in ordine e che l'azione sia stata eseguita correttamente;
  • evitando luoghi, persone, chiamate sgradevoli.

La malattia si sviluppa spesso gradualmente e ha un carattere ondulato e cronico con periodi di remissione ed esacerbazioni, spesso dovuti alla provocazione dello stress. Nella stragrande maggioranza dei pazienti, il decorso della malattia è progressivo e alla fine porta a una marcata violazione dell'adattamento sociale e lavorativo. In alcuni casi, si notano disturbi della sfera emotiva (depressione, debolezza irritabile, sentimenti di insicurezza / inferiorità), un cambiamento di carattere: ansia, sospettosità, timidezza, timidezza, timidezza. Le remissioni spontanee che durano più di un anno si osservano solo nel 10% dei pazienti.

In alcuni casi, la sindrome ossessivo-compulsiva è complicata da manifestazioni ansia-depressive. I pazienti diventano depressi, scontrosi, cercano la solitudine, evitano la società. Nei casi più gravi, il paziente, a causa della paura dello spazio aperto, dell'inquinamento, della comunicazione, non può uscire e condurre una vita normale. Il disturbo ossessivo compulsivo è caratterizzato da comorbidità, cioè la malattia procede spesso sullo sfondo di altri disturbi mentali: disturbi di panico (25-30%), depressione ricorrente (55-60%), fobie specifiche (20-30%), alcolismo / abuso di sostanze (10% ), fobia sociale (25%) e persino schizofrenia (12-15%), disturbo bipolare (5%) e parkinsonismo. Il 20-30% dei pazienti ha tic.

Analisi e diagnostica

La diagnosi di DOC si basa sui reclami dei pazienti, sull'esame del paziente, sui colloqui clinici approfonditi e sull'acquisizione della storia. I criteri diagnostici comuni per il disturbo ossessivo compulsivo includono:

  • lamentele sulla comparsa di pensieri e / o azioni ossessive per due o più settimane;
  • le ossessioni / compulsioni ripetitive sono una fonte di stress per una persona e sono percepite da questa come prive di significato o eccessive;
  • l'idea della loro implementazione è sgradevole per il soggetto;
  • la percezione di loro come pensieri propri e non imposti dagli altri;
  • il focus delle azioni per sbarazzarsi di sentimenti spontanei di ansia, tensione e / o disagio interno;
  • ostacolare l'adattamento lavorativo / sociale del soggetto;
  • incapacità di resistere alle ossessioni / compulsioni.

Diagnosi “OCD. Prevalentemente pensieri o riflessioni ossessive "è impostato solo in presenza di pensieri / riflessioni ossessivi che assumono la forma di immagini mentali, idee o impulsi all'azione e che sono quasi sempre sgradevoli per il soggetto.

Diagnosi “OCD. Azioni prevalentemente compulsive ”viene impostato quando predominano le compulsioni. Allo stesso tempo, il comportamento del soggetto si basa sulla paura e le azioni rituali mirano a prevenire potenziali pericoli.

Alla forma mista viene diagnosticata la presenza e la stessa gravità di ossessioni e compulsioni.

La diagnosi differenziale con schizofrenia e disturbi ad essa associati e disturbi dell'umore è di particolare importanza..

Ricerca di laboratorio

Non esistono metodi diagnostici di laboratorio / strumentali specifici. Esistono vari questionari di test psicologici per determinare la malattia, tra cui il test professionale più comunemente usato per il disturbo ossessivo-compulsivo: la scala Yale-Brown OCD (Y-BOCS).

Questo test consiste in una scala di pensieri ossessivi e una scala di azioni ossessive e consente di identificare alcuni dei sintomi del disturbo ossessivo compulsivo e la loro gravità, tuttavia, non è destinato alla diagnosi e può essere considerato solo come metodo ausiliario..

Trattamento per il disturbo ossessivo-compulsivo

Il trattamento del DOC è complesso, compresi i metodi di farmacoterapia e psicoterapia. L'obiettivo principale della terapia OCD è ridurre la gravità dei sintomi (ossessioni / compulsioni), migliorare la vita e normalizzare l'adattamento sociale dei pazienti. Nel trattamento del disturbo ossessivo compulsivo è estremamente importante combinare metodi farmacologici con psicoterapia intensiva ea lungo termine. Un metodo particolarmente efficace è la psicoterapia comportamentale, che consente di mantenere l'effetto per un numero di mesi / anni, a differenza del trattamento farmacologico, in cui, dopo l'interruzione del farmaco, si verificano frequenti esacerbazioni dei sintomi del disturbo ossessivo compulsivo..

Allo stesso tempo, in psicoterapia, l'efficacia di fermare le compulsioni è molto più alta di quella delle ossessioni. Viene utilizzata anche la terapia di gruppo psicoeducativa, che riduce l'ansia generale, volta ad insegnare al paziente a spostare la sua attenzione su altri stimoli, avversi (usando stimoli dolorosi quando compaiono pensieri ossessivi), cognitivi, familiari e altri metodi di psicoterapia e misure socio-riabilitative. Con ossessioni pronunciate, coloro che si arrestano debolmente con i farmaci ricorrono a metodi di trattamento non farmacologici: stimolazione magnetica elettroconvulsiva e transcranica.

Principi di base della farmacoterapia

Terapia antidepressiva

Gli antidepressivi psicotropi sono diventati ampiamente utilizzati nel trattamento del DOC. Tra i farmaci di questo gruppo vengono attualmente utilizzati antidepressivi triciclici e inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina..

Antidepressivi triciclici

La clomipramina è un farmaco ampiamente utilizzato in questo gruppo. L'elevata efficacia del farmaco è dovuta alla pronunciata inibizione (blocco) della ricaptazione di noradrenalina e serotonina, mentre l'inibizione della ricaptazione della serotonina è più pronunciata.

Nella maggior parte dei pazienti, quando il farmaco viene prescritto dopo 3-6 giorni, si nota una diminuzione della gravità dei sintomi ossessivo-fobici e si sviluppa un effetto stabile entro 1-1,5 mesi dalla terapia. Allo stesso tempo, per mantenere l'effetto ottenuto, è necessaria una terapia di supporto, i cui risultati consentono di ottenere una recessione prolungata, tuttavia, quando il farmaco viene interrotto, si nota un'esacerbazione dei sintomi nel 90% dei pazienti. I dati clinici nei pazienti hanno mostrato che l'effetto complessivo è più pronunciato nei pazienti con psicosi affettive con una gamma limitata di stati ossessivi pronunciati - monorituali (con lavaggio frequente delle mani).

Nel disturbo ossessivo compulsivo generalizzato (con molteplici azioni rituali di pulizia), l'efficacia della clomipramina è significativamente inferiore. L'effetto terapeutico si sviluppa a dosaggi del farmaco nell'intervallo 225-300 mg / die. La durata del ciclo di terapia infusionale è di 14 giorni e lo schema più comunemente usato è una combinazione con l'assunzione del farmaco all'interno. Attualmente, per il trattamento del DOC, la Clomipramina è il farmaco ottimale che colpisce sia il nucleo ossessivo-compulsivo del disturbo sia i sintomi di ansia / depressione che accompagnano le principali esperienze..

Quando si esegue la terapia di mantenimento, gli SSRI hanno un indubbio vantaggio rispetto alla clomipramina, poiché sono meglio tollerati e percepiti dai pazienti. È pratica generalmente accettata prescrivere antidepressivi serotoninergici per un periodo di almeno un anno e, se vengono annullati, ridurre gradualmente il dosaggio del farmaco. L'uso della clomipramina in molti pazienti è accompagnato da effetti collaterali: secchezza delle fauci, visione offuscata, ipotensione ortostatica, ritenzione urinaria. L'uso di Clomipramina è controindicato in pazienti con aritmia cardiaca, glaucoma ad angolo chiuso, fluttuazioni del tono vascolare, ipertrofia prostatica.

Tranquillanti

Sono prescritti per il rapido sollievo degli attacchi acuti di ansia e disturbi d'ansia (Diazepam, Clonazepam, Tofizopam, Etifoxin, Alprazolam). Molto spesso vengono prescritti in combinazione con antidepressivi perché alleviano efficacemente la componente ansia dei pensieri ossessivi..

Antipsicotici

Sono prescritti per la correzione dei disturbi comportamentali, diminuzione dell'attività mentale e hanno un pronunciato effetto sedativo (clorprotixene, sulpiride, tioridazina).

Altri medicinali

  • Per migliorare l'effetto serotoninergico degli antidepressivi, specialmente in violazione del controllo della pulsione e della comorbidità con il disturbo bipolare, si raccomanda di includere sali di litio (carbonato di litio) nel regime di trattamento. Il litio aumenta il rilascio di serotonina ai terminali sinaptici, aumentando così la neurotrasmissione e l'efficacia del trattamento in generale.
  • Somministrazione aggiuntiva di L-triptofano, che è un precursore naturale della serotonina, particolarmente giustificato nei casi di deplezione / diminuzione della sintesi di serotonina. L'effetto terapeutico si verifica in 1-2 settimane..
  • Per stabilizzare l'umore e normalizzare i ritmi biologici, possono essere prescritti farmaci normotimici (acido valproico, lamotrigina, topiramato, carbamazepina).

Psicoterapia

È ampiamente utilizzato nel trattamento del disturbo ossessivo compulsivo mediante psicoterapia cognitiva e comportamentale, ipnosi e speciali tecniche psicoanalitiche.

Psicoterapia cognitiva

Rivolto all'acquisizione da parte del paziente di competenze finalizzate a:

  • comprendere l'influenza di pensieri / emozioni sull'insorgenza dei sintomi del disturbo ossessivo compulsivo e la capacità di modificarli;
  • la capacità di controllare la gravità dell'ansia e l'acquisizione di capacità per far fronte alle ossessioni;
  • sostituire i pensieri con credenze e spiegazioni più razionali;
  • rifiuto del comportamento ossessivo.

Terapia comportamentale

Un metodo di adattamento graduale del paziente a situazioni e soggetti stressanti con addestramento e rafforzamento delle abilità per valutare oggettivamente le conseguenze dell'arresto / evitamento dei rituali. Le competenze vengono consolidate nelle sedute di psicoterapia ea casa nel processo di formazione indipendente.

  • Una tecnica per identificare e modificare le "trappole del pensiero" alla base del disturbo ossessivo-comulsivo. Mirato a rivalutare il pericolo, ridurre l'intolleranza all'incertezza / disagio, il significato dei propri pensieri, l'iperresponsabilità e il perfezionismo, la formazione di una comprensione dell'importanza e delle capacità di controllo completo sui propri pensieri.
  • Tecnica "Distaccata consapevolezza della vita interiore". Ha lo scopo di realizzare la separatezza del pensiero ossessivo e del proprio "io". Cosa si ottiene osservando distaccata i tuoi pensieri senza analizzarne il contenuto.
  • La tecnica del "riempire il vuoto" e l'adattamento alla vita normale. Creazione di motivazione per il ritorno a uno stile di vita normale nei pazienti con adattamento compromesso alla società e alla sfera personale della vita - lavoro / studio, relazioni con le persone, relazioni familiari.
  • Ipnosi. Aiuta a ridurre la dipendenza del paziente da pensieri ossessivi, paure, azioni e disagio. Come adattamento a tecniche di questo tipo, ai pazienti vengono insegnati metodi di autoipnosi, affermazioni positive.

Nell'ambito della psicoanalisi e delle tecniche speciali, il medico, insieme al paziente, identifica le cause di esperienze e rituali, cerca e elabora modi per sbarazzarsene. Lo psicoterapeuta analizza le paure e il significato che il paziente mette in esse, fissa l'attenzione sulle azioni, aiutando ad evitare / modificare il rituale e la formazione di sensazioni spiacevoli nel paziente durante l'esecuzione di rituali / azioni ossessive.

I metodi psicoterapeutici sono usati sia in gruppo che individualmente. Quando si lavora con i bambini, si raccomanda la terapia familiare al fine di stabilire la fiducia, aumentare il valore dell'individuo..

Trattare il disturbo ossessivo-compulsivo a casa

Il trattamento domiciliare per il disturbo ossessivo compulsivo non è raccomandato, ma esistono numerosi metodi e interventi di trattamento e prevenzione che possono aiutare a ridurre la gravità delle manifestazioni cliniche e sono raccomandati per la pratica a casa.

Il trattamento domiciliare si basa sulla normalizzazione dello stile di vita, che comprende:

  • sonno notturno di alta qualità, sufficiente nel tempo;
  • una dieta equilibrata e nutriente, poiché una mancanza di glucosio nel sangue e una pronunciata sensazione di fame possono causare stress, che a sua volta può provocare sintomi di DOC;
  • ridurre l'uso di alcol e bevande contenenti caffeina;
  • massaggi, bagni caldi e attività sportive regolari che favoriscono la produzione di endorfine, che aumenta la resistenza allo stress;
  • esercizi di respirazione / rilassamento muscolare, auto-allenamento, che stabilizzano
    condizione alla comparsa iniziale dei sintomi;
  • allo scopo di rilassarsi e alleviare l'ansia, assumere decotti / infusi alle erbe che forniscono
    effetto sedativo (erba madre, valeriana officinalis, erba di San Giovanni, melissa).

Ulteriori azioni e la scelta di un metodo, come trattare un paziente, sono in gran parte determinate dalla presenza e dalla gravità dei segni di disorientamento sociale, e in presenza di tali, è necessario attuare un complesso di misure riabilitative, inclusa la formazione individuale in interazione con l'ambiente circostante e l'ambiente sociale.

Il trattamento viene effettuato principalmente su base ambulatoriale. Le indicazioni per il ricovero volontario sono disturbi psicopatologici con manifestazioni desocializzanti non quotate ambulatorialmente.

Ricovero obbligatorio - per disturbi che rappresentano un pericolo immediato per gli altri / se stessi, nonché nei casi e nell'incapacità di soddisfare autonomamente bisogni vitali o in assenza di cure.