Cause di autismo

Le cause dell'autismo sono una combinazione di fattori che influenzano l'insorgenza di una data malattia o creano un ambiente favorevole al suo sviluppo. Allo stato attuale, non è ancora del tutto chiaro cosa lo causi esattamente, è noto per certo che le cause principali dell'apparenza sono strettamente correlate alla genetica e all'ereditarietà. Ciò è dimostrato da numerosi studi scientifici moderni effettuati in questo settore. Le caratteristiche generali della malattia, la sua natura ed eziologia danno costantemente origine a nuove teorie sull'origine dell'autismo. Da dove viene una tale malattia? Qual è la ragione della sua formazione e sviluppo?

In questo articolo, prenderemo in considerazione tutti i possibili concetti che influenzano lo sviluppo dell'autismo e parleremo anche dei fattori che sono ancora erroneamente considerati le ragioni che provocano il suo verificarsi..

Predisposizione ereditaria

  • Predisposizione ereditaria
  • Gene dell'autismo
  • Virus
  • Vaccino
  • Il glutine come provocatore delle disabilità dello sviluppo
  • Ragioni spirituali
  • Lo stato psicologico e lo stile di vita della madre
  • Riassumendo

I geni geneticamente modificati sono uno dei motivi principali per cui questa malattia si manifesta e si sviluppa. L'autismo è ereditato, il che significa che i bambini autistici che soffrono di questa malattia erano inizialmente suscettibili ad essa a livello genetico. È l'ereditarietà che è il motivo per cui diversi bambini in una famiglia soffrono di una tale malattia. E studi scientifici dimostrano che il rischio di sviluppare l'autismo nella prima infanzia tra sorelle e fratelli aumenta da tre a otto volte..

Ci sono molti problemi genetici con l'autismo. Sono direttamente correlati a proteine, proteine, neuroni e mitocondri. Va notato che un difetto mitocondriale è un malfunzionamento genetico che si verifica più spesso negli autisti. Allo stesso tempo, viene chiaramente tracciata una predisposizione genetica a disturbi proteici e deviazioni nell'interazione neuronale, che si verificano a livello cellulare. Tali cambiamenti spesso portano alla distruzione delle membrane cellulari e provocano la formazione di energia nei mitocondri..

Gene dell'autismo

Sebbene l'origine della malattia sia strettamente correlata alla genetica, al momento non ci sono prove scientifiche per l'esistenza di un gene specifico che causa la malattia. Tuttavia, un team internazionale di scienziati ha recentemente pubblicato i risultati della loro ricerca sulla rivista Science Translational Medicine. Nel corso del loro lavoro, hanno scoperto che le mutazioni nel gene PTCHD1, situato su un singolo cromosoma maschile, sono significativamente associate all'autismo. Secondo gli scienziati, questo spiega il fatto che i ragazzi nascono autistici quattro volte più spesso delle ragazze..

Tuttavia, gli stessi scienziati affermano che il piccolo numero di individui nelle cui strutture genetiche è stata rivelata questa connessione durante un tale esperimento non è una prova fondamentale, ma solo una delle ulteriori conferme della possibile causa dell'insorgenza del disturbo autistico..

Virus

La ricerca scientifica è stata condotta nel campo della virologia. Pertanto, è stato suggerito che cause tossiche e infettive possono influenzare lo sviluppo dell'autismo..

Il virus dell'herpes simplex, la rosolia, la mononucleosi, la varicella, la roseola e il citomegalovirus sono molto pericolosi per il cervello in via di sviluppo di un bambino. Possono causare una risposta anormale del sistema immunitario del corpo alle infezioni, che può portare allo sviluppo di autismo e altre malattie autoimmuni..

Con una ridotta immunità nei neonati, la penetrazione del virus nel loro corpo influisce in modo significativo sul sistema nervoso e sul cervello, a seguito della quale si verifica una reazione autoimmune. In termini semplici, il corpo del bambino combatte contro se stesso, danneggiando le proprie cellule sane, a causa delle quali compaiono l'autismo della prima infanzia e il ritardo mentale.

Molto spesso, il virus entra nel corpo del bambino durante lo sviluppo intrauterino, quando una donna incinta viene infettata. È anche possibile che il bambino possa essere infettato attraverso il latte materno durante l'allattamento o la saliva. Accade così che un bambino prenda una malattia infettiva in un asilo nido.

In primo luogo vengono colpite le aree più deboli del cervello, ovvero quelle responsabili dell'umore emotivo e delle capacità di comunicazione. Ad esempio, l'amigdala contribuisce alla regolazione del background emotivo ed è responsabile delle modalità di comunicazione, intonazione e contatto visivo. E come sapete, i principali sintomi dell'autismo sono la mancanza di contatto visivo, la povertà emotiva, il ritiro e la diminuzione delle funzioni di comunicazione.

Vaccino

Una teoria è che l'autismo sia causato dalle vaccinazioni somministrate ai bambini nell'infanzia durante il processo di vaccinazione obbligatoria. Tuttavia, ad oggi, ci sono stati molti studi scientifici diversi, ma nessuno di loro ha mai dimostrato un legame tra i vaccini o la loro combinazione con questa malattia. Inoltre, non ha trovato assolutamente alcuna prova che le sostanze utilizzate nella produzione di vaccini contribuiscano all'insorgenza di disturbi dello spettro autistico. La teoria che il Thimerosal aggiunto ai vaccini aumenta il rischio di sviluppare una tale malattia di diverse volte è rimasta solo una teoria infondata..

Il glutine come provocatore delle disabilità dello sviluppo

Recentemente, si è parlato del fatto che uno dei fattori che causano l'autismo nei bambini e negli adulti potrebbe essere l'intolleranza al glutine. Come sapete, la manifestazione clinica di tale deviazione è la celiachia. In effetti, c'è stato un effetto positivo sui disturbi dello spettro autistico a seguito di una dieta priva di glutine..

Successivamente, gli scienziati hanno negato il legame esistente tra la celiachia e l'insorgenza di autismo nei bambini, tuttavia, hanno confermato che un aumento del rischio di sviluppare questa malattia è in quelle persone che hanno una mucosa intestinale normale, ma allo stesso tempo con un test positivo per gli anticorpi contro i componenti del glutine.

Si scopre che le condizioni patologiche nell'autismo non si sviluppano con manifestazioni cliniche di intolleranza al glutine, cioè celiachia, ma direttamente sotto l'influenza del glutine. La teoria secondo cui l'intolleranza immunologica ai componenti del glutine può essere alla base del meccanismo di sviluppo dei disturbi dello spettro autistico è stata confermata.

Ecco perché, nel trattamento dell'autismo, un dietista è tenuto a prescrivere una dieta priva di glutine, che migliora significativamente le funzioni cognitive nei bambini malati..

Ragioni spirituali

La psicologia ha le sue opinioni sulle cause di una tale malattia. I fattori spirituali e psicologici giocano un ruolo importante nello sviluppo dell'autismo. La psicosomatica della malattia indica che le manifestazioni fisiologiche in tale malattia sono strettamente correlate proprio a quelle psicologiche. Ad esempio, un bambino perde la capacità di parlare se non vuole comunicare con gli altri.

Le ragioni psicologiche che hanno influenzato l'acquisizione della malattia, in questo caso, diventano:

  • problemi nel rapporto con la madre nella prima infanzia;
  • insufficiente attenzione al bambino da parte dei genitori;
  • ha subito un grave stress emotivo;
  • completa ignoranza del bambino da parte della madre, svezzamento precoce;
  • trauma psicologico in un bambino;
  • percezione distorta del mondo circostante a causa della sua mancanza di conoscenza.

Questi bambini spesso hanno acquisito autismo piuttosto che congenito.

Lo stato psicologico e lo stile di vita della madre

Lo stile di vita della madre del bambino e il suo stato psicologico durante la gravidanza possono anche influenzare lo sviluppo di tale malattia..

Malattie passate

Una delle cause dell'autismo è considerata una malattia infettiva trasferita da una donna incinta durante la gestazione. Queste infezioni includono morbillo, herpes e varicella. Anche l'influenza comune e le infezioni virali acute durante un tale periodo aumentano quasi il doppio dei rischi di avere un bambino autistico..

Stress prenatale

Lo stato emotivo di una donna durante la gravidanza può anche essere la causa dello sviluppo del bambino di disturbi del ciclo autistico. I frequenti stress subiti da una donna durante un tale periodo aumentano la concentrazione di glucocorticoidi nel sangue, che, in eccesso, non vengono neutralizzati, ma entrano nel feto. Gli ormoni sono in grado di penetrare nel cervello del bambino, causando vari disturbi in esso, che compaiono immediatamente dopo la nascita del bambino o mentre si sviluppa. Di solito questo è il periodo del primo anno di vita, o da sette a nove anni. I glucocorticoidi, che circolano in tutto il corpo del bambino, causano aumento dell'ansia, paure espresse, contribuiscono allo sviluppo di disturbi del sistema nervoso e malattie psicosomatiche, incluso l'autismo della prima infanzia.

Cattive abitudini

Non ultimo ruolo nello sviluppo dell'autismo infantile è giocato dalle cattive abitudini che la madre ha durante la gravidanza. Il fumo è particolarmente dannoso. Sebbene gli scienziati non abbiano ancora annunciato apertamente la connessione tra l'autismo nei bambini e il fumo della futura mamma, i risultati della ricerca condotta in quest'area indicano che esiste. Pertanto, il fumo di una donna incinta può provocare lo sviluppo di forme specifiche di autismo in un bambino..

Anche l'alcol, la caffeina, i farmaci e le sostanze stupefacenti utilizzate dalla futura mamma non apportano nulla di buono alla salute del bambino. Sebbene non sia stata stabilita una connessione diretta tra il loro uso e lo sviluppo dell'autismo nei bambini, tali cattive abitudini generalmente hanno un effetto negativo sulla salute del feto e causano processi patologici nel suo corpo..

I genitori invecchiano

In una questione del genere, è l'età del padre che è di grande importanza. Gli uomini sopra i cinquant'anni hanno un rischio maggiore del sessantasei per cento di autismo. Se al momento del concepimento l'età del futuro padre aveva dai quaranta ai cinquanta anni, la cifra scese al ventotto percento.

Anche la tarda età della madre lascia il segno. Le donne che diventano madri dopo i quarant'anni corrono il quindici per cento in più a rischio di avere un figlio autistico rispetto ai trent'anni. E se entrambi i genitori hanno superato il limite dei quarant'anni, i rischi sono aumentati ancora di più.

  • Perché non puoi metterti a dieta da solo
  • 21 consigli su come non acquistare un prodotto stantio
  • Come conservare frutta e verdura fresca: semplici accorgimenti
  • Come combattere la voglia di zucchero: 7 cibi inaspettati
  • Gli scienziati dicono che la giovinezza può essere prolungata

Va notato, tuttavia, che la grande differenza di età tra i genitori gioca un ruolo. I più suscettibili all'autismo sono i bambini i cui padri hanno un'età compresa tra i trentacinque ei quarant'anni e le cui madri hanno dieci anni in più. Al contrario, se un uomo ha dieci anni meno di una donna e lei, a sua volta, ha un'età compresa tra i trenta ei quarant'anni, anche il rischio di sviluppare la malattia è piuttosto alto..

Una combinazione di fattori

È necessario parlare con cautela di qualsiasi causa della patologia. Recentemente, gli scienziati hanno notato sempre più il fatto che l'insorgenza e lo sviluppo dei disturbi dello spettro autistico è influenzato da una combinazione di vari fattori, tra cui la predisposizione ereditaria, l'ecologia e l'età dei genitori e vari motivi psicologici..

Riassumendo

Le cause dell'autismo sono molte e al momento non sono state ancora del tutto comprese. Pertanto, è impossibile dire con certezza quale particolare motivo sia fondamentale nell'insorgenza di questa malattia. Le moderne disposizioni, i lavori scientifici e le ricerche svolte in questo settore fanno sempre più pensare che non esista un'unica causa della malattia. La malattia si forma sotto l'influenza di diversi fattori, che insieme e portano alla comparsa di disturbi dello spettro autistico.

Informazioni sulla salute più fresche e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: terapista, neurologo.

Esperienza totale: 5 anni.

Luogo di lavoro: BUZ PA "Korsakov Central District Hospital".

Istruzione: Oryol State University intitolata a I.S. Turgenev.

2011 - Diploma in Medicina Generale, Oryol State University

2014 - certificato nella specialità "Terapia", Oryol State University

2016 - Diploma in Neurologia, Università statale di Oryol intitolata a I.S. Turgenev

Vice capo medico per il lavoro organizzativo e metodologico nella BUZ PA "Ospedale regionale centrale di Korsakov"

Autismo nei bambini: vero e falso

Tuo figlio si comporta in modo strano, gioca sempre da solo e apparentemente non ha bisogno di comunicare? Ha l'autismo? La psicologa infantile Natalya Antonova ha detto a Pravda.Ru su come determinare se un bambino ha una patologia.

- Come identificare l'autismo nei bambini?

- In effetti, non tutti i bambini che hanno difficoltà di comunicazione e adattamento sono autistici. Molto spesso non c'è patologia, solo per alcuni motivi psicologici il bambino si comporta in modo chiuso, non si "adatta" alla squadra. Inoltre, può svilupparsi in modo assolutamente normale. Questi bambini devono essere abituati alla squadra, cercare di comunicare costantemente, giocare con altri bambini.

- E come determinare se esiste una vera patologia?

- Prima di tutto - osservare il comportamento e le reazioni del bambino. Se all'età di tre anni non parla, rifiuta il contatto tattile con i suoi genitori, non mostra interesse per il mondo che lo circonda - questo è un sintomo molto allarmante.

Un bambino del genere può giocare solo completamente da solo, mentre dispone sempre i giocattoli nello stesso ordine, ad esempio in base al colore. Sintomi esterni: il bambino ha un'espressione fissa sul viso, non lo guarda negli occhi, non capisci i suoi gesti...

Quando i bambini autistici possono parlare, il loro discorso è solitamente monotono, come se stessero ripetendo un testo memorizzato. Spesso questi bambini tendono, come un'eco, a ripetere le parole di altre persone senza pensare al loro significato. Possono ripetere la stessa azione molte volte. Insomma, un bambino autistico somiglia a un piccolo robot...

- L'autismo è una forma di ritardo mentale? È vero che le persone autistiche possono essere molto capaci, talentuose e persino geniali??

- A mio parere, queste sono tutte invenzioni dei creatori di film e libri. Personalmente non ho mai incontrato un bambino di grande talento con una patologia simile. Un'altra cosa è che è molto difficile tracciare il confine tra patologia e norma..

Esiste una forma lieve di autismo, quando non si può parlare di patologia, ma piuttosto di una caratteristica mentale. Un bambino simile nella prima infanzia può comportarsi in modo chiuso, timido, ma, una volta nella squadra dei bambini, si adatta gradualmente a lui e diventa più socievole.

I veri autisti non sentono il bisogno di adattarsi. Non possono né comunicare bene con gli altri bambini, né imparare. Alcuni non sono nemmeno in grado di servirsi da soli e masticare il cibo. Qui, ovviamente, stiamo parlando di ritardo mentale..

- Cosa fare se tuo figlio scopre di avere l'autismo?

- Prima di tutto, finché il bambino è piccolo, lasciatelo vivere secondo i suoi orari: lasciate che decida lui stesso quando camminare, mangiare, dormire o giocare. Se gli imponi il tuo regime "corretto", può esacerbare deviazioni comportamentali. Se il bambino ha completato con successo un compito, lodalo. Incoraggia qualsiasi azione "normale".

Un bambino autistico ha bisogno di sessioni di correzione individuali con specialisti. Se ci sono chiari segni di autismo, non provare a mandare tuo figlio a un asilo oa una scuola normale: non sarà in grado di adattarsi lì. Ma in un'istituzione specializzata nell'educazione e nell'educazione di bambini con problemi simili, lo aiuteranno almeno un po 'ad adattarsi a una vita normale..

Riferimento:

Il termine "autismo" fu menzionato per la prima volta nel 1912 dallo psichiatra svizzero Eugene Bloeler. Questa malattia del sistema nervoso si manifesta solitamente nei bambini di età inferiore ai 3 anni ed è caratterizzata principalmente da uno sviluppo ritardato e dalla riluttanza a entrare in contatto con gli altri.

La patologia si verifica in circa 1-6 bambini su mille. Le cause dell'autismo non sono completamente comprese. Alcuni esperti (e la maggior parte di loro) ritengono che l'autismo abbia radici genetiche, mentre altri, tra i possibili fattori per lo sviluppo della malattia, nominano un ambiente sfavorevole, le condizioni di vita e l'atteggiamento dei genitori verso un bambino.

Incorpora Pravda.Ru nel tuo flusso di informazioni se desideri ricevere commenti e notizie operative:

Aggiungi Pravda.Ru alle tue fonti in Yandex.News o News.Google

Saremo anche lieti di vederti nelle nostre comunità su VKontakte, Facebook, Twitter, Odnoklassniki.

Un bambino ha l'autismo: perché è successo a noi?

Autismo: cos'è questa malattia? Se qualcosa non va con il bambino

Elizaveta Zavarzina-Memmy non è un medico o uno psicologo. Biologa di formazione, aiuta suo figlio ad affrontare i sintomi dell'autismo da oltre 20 anni. Durante questo periodo, non solo sono state effettuate tutte le analisi possibili e sono stati provati tutti i metodi di trattamento esistenti. Costretta a cercare costantemente informazioni utili, Elizabeth è una delle migliori promotrici della conoscenza sull'autismo. Ecco una breve descrizione della diagnosi dal suo libro "Le avventure di un altro ragazzo".

Il termine "autismo" fu introdotto nel 1920 dallo psichiatra Eugene Blair e indicava originariamente la peculiarità del pensiero dei pazienti schizofrenici, caratterizzati dal ritiro in se stessi, dalla fuga dalla realtà. Oggi, l'autismo è considerato un disturbo nella struttura e nel funzionamento del sistema nervoso. In questo senso, il termine fu usato per la prima volta nel 1943 dallo psichiatra americano Leo Kanner (Kanner, 1943 (1985)). È qui che inizia la storia della ricerca sull'autismo..

Kanner ha descritto le caratteristiche comuni dei disturbi comportamentali in 11 bambini, che ha osservato per quattro anni. A suo parere, questi disturbi formavano un'unica sindrome, fino ad allora non descritta, e Kanner le diede il nome di "autismo della prima infanzia". Devo ammettere che il nome non è dei migliori, perché l'autismo non scompare con l'età..

I sintomi descritti da Kanner sono ancora i criteri principali nella diagnosi di autismo. Tra questi: una notevole limitazione nell'attività spontanea; movimenti stereotipati della mano (ad esempio, incrociare le dita in aria, la necessità di giocherellare con gli oggetti); mancanza di iniziativa e necessità di essere tempestivi per avviare l'azione; mancanza di interesse nella conversazione; incapacità di giocare a giochi collettivi; paura degli oggetti meccanici (aspirapolvere, ascensore).

Un anno dopo, nel 1944, lo psichiatra austriaco Hans Asperger, ignaro del lavoro di Kanner, pubblicò una descrizione di un disturbo simile, che chiamò psicopatia autistica (Asperger, 1944 (1991)). Nel 1981, questa forma di autismo (a volte indicata come autismo ad alto funzionamento) prese il nome da lui come sindrome di Asperger. Lo psichiatra ha anche descritto molti dei tratti distintivi dell'autismo, come l'uso della visione periferica, tendenze ossessive (ad esempio, la necessità di disporre gli oggetti in un certo ordine), problemi di comunicazione, apparente indifferenza per l'ambiente.

Oggi, nella medicina ufficiale, la diagnosi di "autismo" viene fatta secondo la triade dei disturbi.

  1. Violazioni qualitative dell'interazione sociale. Si ritiene che un bambino autistico non capisca il significato delle espressioni facciali, i bisogni di un'altra persona, le regole di comportamento accettate nella società, non sappia come comportarsi in situazioni tipiche, non abbia interessi comuni con gli altri.
  2. Violazioni qualitative della comunicazione: la parola è completamente assente o si sviluppa con un ritardo molto lungo, mentre il bambino non tenta di comunicare in un altro modo, ad esempio usando i gesti; il bambino non ha immaginazione.
  3. Interessi, attività e comportamenti limitati ripetitivi e stereotipati: aderenza alle stesse attività, inflessibilità nell'ordine delle azioni, attaccamento pronunciato a routine prive di significato o attività rituali come agitare le mani.

Perché ci sono più bambini con autismo

L'autismo è stato a lungo considerato una malattia rara, ma dall'inizio degli anni '90 il numero di casi ha cominciato a salire alle stelle e in molti paesi si è parlato di un'epidemia di autismo. Si ritiene che ciò sia dovuto a una migliore diagnosi di autismo e all'uso più frequente di questo termine come diagnosi..

Le statistiche più dettagliate sull'autismo sono condotte negli Stati Uniti, in California. Nel marzo 1999, le autorità statali furono sorprese e allarmate dal triplice (210%) aumento dell'autismo tra il 1987 e il 1998 e crearono una commissione speciale per studiare il problema. La Commissione ha concluso che questa dinamica non può essere spiegata da un cambiamento nei criteri diagnostici, suggerendo che un gran numero di bambini con autismo o qualche anomalia statistica si è trasferito in California (Sicile-Kira, 2010).

  • 1992: 1 caso ogni 10.000 bambini;
  • 1997: 1 su 500
  • 2002: 1 su 250
  • 2012: 1 su 88.

In Russia non esistono statistiche ufficiali sul numero di bambini con autismo. "Ma anche in sua assenza, sulla base di dati indiretti, si può affermare con certezza che oggi il numero di bambini autistici di età compresa tra 2 e 16 anni supera le 300mila persone" (1st Moscow International Conference on Autism, 2013).

Viene riconosciuta una predisposizione genetica all'autismo; quindi, alcune delle sue caratteristiche possono essere presenti in una forma più debole in genitori, fratelli, sorelle e altri parenti stretti. Se una famiglia ha un figlio con autismo, c'è una probabilità del 15-20% che un altro bambino lo sviluppi; se uno dei gemelli identici ha l'autismo, il 90% delle volte ce l'ha l'altro. È noto che i ragazzi hanno una probabilità quattro volte maggiore di avere l'autismo rispetto alle ragazze.

Esistono molte teorie diverse, non c'è consenso, ma in generale la causa dell'autismo è considerata una complessa interazione di fattori genetici, le conseguenze della patologia della gravidanza e del parto, le lesioni craniocerebrali e gli effetti avversi dell'ambiente esterno..

L'inquinamento dell'acqua e dell'aria con sostanze tossiche sembra essere uno dei fattori più probabili. Inoltre, negli ultimi 20 anni, che hanno visto un forte aumento del numero di casi di autismo, viviamo circondati da una varietà di dispositivi che emettono onde elettromagnetiche. Non puoi nasconderti da loro ed è difficile presumere che il loro effetto costante sul nostro corpo sia sicuro.

L'autismo è un disturbo psicologico?

Leo Kanner credeva che la causa dell'autismo fosse un danno cerebrale organico, ma negli anni '50 il suo suggerimento sulle cause psicologiche fu ulteriormente sviluppato. Nel suo famoso articolo del 1943, Kanner notò che i genitori dei suoi pazienti erano impegnati nel lavoro intellettuale (tra loro c'erano psicologi e psichiatri), erano troppo occupati con se stessi e non prestavano sufficiente attenzione ai bambini, che vedeva come una possibile causa di violazioni. È ormai noto che l'autismo si manifesta indipendentemente dallo stato sociale.

Sebbene Leo Kanner abbia successivamente abbandonato l'idea della colpa psicologica dei genitori "eccessivamente intelligenti", questa idea è stata ulteriormente sviluppata negli anni '50 da Bruno Bettelheim, che era riconosciuto come uno dei massimi esperti di autismo, sebbene non fosse uno psichiatra o uno psicologo. Bettelheim ha avanzato la teoria della "madre frigorifero", sostenendo che l'autismo è un disturbo psicologico causato dall'atteggiamento freddo dei genitori nei confronti del bambino. Anche nel 1981 scrisse che per tutta la vita aveva lavorato con bambini le cui vite furono distrutte perché le loro madri li odiavano..

L'atteggiamento di Bettelheim fu accettato all'unanimità e dominato fino ai primi anni '60 e la psicoanalisi, allora di moda, divenne il principale metodo di trattamento. Alcuni esperti condividono ancora questo punto di vista; ad esempio, in Francia, la psicoanalisi come trattamento principale per l'autismo ha iniziato a essere criticata solo nel 2012.

In molti paesi, l'applicazione di questa teoria ha causato molto dolore ai bambini con autismo e alle loro famiglie. Anche questo non ci è sfuggito. Quando Petya era ancora molto giovane, due degli specialisti che lo hanno guardato - psicologi e psichiatri, in Russia e in Francia - hanno insistito sul fatto che anche durante la gravidanza ho trattato male il mio ragazzo, e nella prima infanzia non l'ho notato e non gli ho parlato.

Idee moderne sull'autismo

L'autismo è stato a lungo considerato una malattia psichiatrica, fino a quando i lavori di Bernard Rimland (Rimland, 1964) e Carl Delacato (Delacato, 1974) apparvero all'inizio della seconda metà del XX secolo..

Bernard Rimland, professore di psicologia, fondatore dell'American Autism Society, padre di un bambino con autismo, credeva che il problema di un bambino con autismo è che non è in grado di interpretare correttamente i segnali sensoriali in arrivo.

Carl Delacato credeva anche che molte delle manifestazioni dell'autismo siano causate da disturbi nel funzionamento delle funzioni sensoriali e che, quindi, l'autismo non sia un disturbo psicologico o mentale, ma un disturbo neurologico, che deve essere accompagnato da metodi di riabilitazione neurologica. Ha dimostrato che gravi disturbi comportamentali nei bambini con autismo possono essere causati da una ridotta percezione sensoriale e ha proposto metodi per risolvere questi problemi, molti dei quali sono stati sviluppati durante i suoi molti anni presso l'IAHP, l'Institutes for Human Potential, fondato da Glenn Doman. Il libro di Carl Delacato (Delacato, 1974) rimane immeritatamente poco conosciuto, nonostante contenga informazioni che qualsiasi persona che si occupa di autismo, in particolare gli specialisti, deve conoscere..

La colpa è delle vaccinazioni?

All'inizio degli anni '90, il numero di casi del cosiddetto autismo regressivo è aumentato drasticamente (cinque volte rispetto agli anni '70). Con l'autismo regressivo, un bambino si sviluppa normalmente fino a due o tre anni, e poi perde improvvisamente le capacità acquisite; ciò si verifica spesso dopo la vaccinazione, nella maggior parte dei casi con il cosiddetto triplo vaccino morbillo-rosolia-parotite (parotite). Rimland è stato uno dei primi a suggerire che questa dinamica è una conseguenza dell'uso incontrollato di antibiotici e dell'eccessiva vaccinazione dei bambini in tenera età..

Questo punto di vista è condiviso da altri esperti, in particolare dal dottor Jonathan Tommy, il cui figlio ha sviluppato l'autismo dopo tripla vaccinazione. Il dottor Andrew Wakefield, uno scienziato che ha guidato la ricerca presso la clinica, è stato privato della sua licenza medica e costretto a lasciare l'Inghilterra per pubblicare articoli in cui sosteneva che la somministrazione del triplo vaccino potesse causare danni gastrointestinali e sintomi associati all'autismo. La medicina ufficiale nega categoricamente il legame tra la vaccinazione e l'insorgenza dell'autismo.

Nuove ipotesi: mitocondri e neuroni specchio

Esistono oggi altre ipotesi. Secondo uno di loro, la disfunzione mitocondriale potrebbe essere la causa dell'autismo. Questi organelli si trovano in tutte le cellule (eccetto i globuli rossi) e generano più del 90% dell'energia di cui il corpo ha bisogno per vivere e crescere. Se il loro lavoro viene interrotto, non viene prodotta abbastanza energia e se ciò accade in tutto il corpo, possono comparire vari problemi: ritardi nello sviluppo, crampi, emicranie, disturbi del movimento, debolezza muscolare e dolore, disturbi della deglutizione e digestione, vista e udito, scarsa crescita malattie di vari organi, complicanze respiratorie, suscettibilità alle infezioni e segni di autismo. Attualmente non esiste una cura per i disturbi mitocondriali, ma è possibile una terapia di supporto efficace (Balcells, 2012; www.umdf.org).

Un'altra teoria, avanzata alcuni anni fa, suggerisce che molte delle manifestazioni dell'autismo sono causate dal sottosviluppo dei cosiddetti neuroni specchio, cellule cerebrali altamente specializzate scoperte accidentalmente nel 1992 nelle scimmie e poi negli esseri umani..

Queste cellule si attivano quando si esegue un'azione, così come quando si osserva un'azione eseguita da qualcun altro. Si ritiene che i neuroni specchio siano responsabili della capacità di imitare: riprodurre azioni, comportamenti, rendere possibile comprendere i sentimenti e le intenzioni di altre persone, empatizzare emotivamente (empatia), partecipare allo sviluppo della parola, grazie a loro il bambino percepisce il movimento delle labbra e della lingua di un'altra persona, imita i suoni e i gesti sono aree di menomazione caratteristiche dell'autismo (Ramachandran, 2011).

L'ipotesi è promettente, ma oggi quest'area non è stata sufficientemente studiata, e non è ancora del tutto chiaro come applicare concretamente quanto già scoperto..

Le informazioni sul sito sono solo di riferimento e non sono una raccomandazione per l'autodiagnosi e il trattamento. Per domande mediche, assicurati di consultare un medico.

Cos'è l'autismo nei bambini??

Informazione Generale

L'autismo è una diagnosi che molti genitori percepiscono come una sorta di condanna. La ricerca su cosa sia l'autismo e cosa sia questa malattia è in corso da molto tempo e, tuttavia, l'autismo infantile rimane la malattia mentale più misteriosa. La sindrome dell'autismo si manifesta più chiaramente durante l'infanzia, il che porta all'isolamento del bambino dai parenti e dalla società.

Autismo - che cos'è?

L'autismo è definito in Wikipedia e in altre enciclopedie come un disturbo generale dello sviluppo in cui c'è un massimo deficit di emozioni e comunicazione. In realtà, il nome della malattia determina la sua essenza e come la malattia si manifesta: il significato della parola "autismo" è dentro di sé. Una persona che soffre di questo disturbo non dirige mai i suoi gesti e le sue parole al mondo esterno. Non c'è significato sociale nelle sue azioni..

A che età compare questa malattia? Questa diagnosi viene fatta più spesso nei bambini di età compresa tra 3-5 anni ed è chiamata RDA, sindrome di Kanner. Nell'adolescenza e negli adulti, la malattia si manifesta e, di conseguenza, viene rilevata raramente.

L'autismo si esprime in modo diverso negli adulti. I sintomi e il trattamento di questa malattia in età adulta dipendono dalla forma della malattia. Ci sono segni esterni e interni di autismo negli adulti. I sintomi caratteristici sono espressi in espressioni facciali, gesti, emozioni, volume della parola, ecc. Si ritiene che i tipi di autismo abbiano un carattere sia genetico che acquisito.

Cause di autismo

Le cause di questa malattia sono legate ad altre malattie, dicono gli psichiatri..

Di norma, i bambini autistici hanno una buona salute fisica, inoltre non hanno difetti esterni. I bambini malati hanno un cervello normale e quando si parla di come riconoscere i bambini autistici, molte persone dicono che questi bambini hanno un aspetto molto attraente..

Le madri di questi bambini hanno una gravidanza normale. Tuttavia, lo sviluppo dell'autismo è ancora in alcuni casi associato alla manifestazione di altre malattie:

  • Paralisi cerebrale;
  • infezione da rosolia durante la gravidanza;
  • sclerosi tuberosa;
  • alterato metabolismo dei grassi (il rischio di avere un bambino con autismo è maggiore nelle donne obese).

Tutte queste condizioni possono essere dannose per il cervello e, di conseguenza, provocare sintomi di autismo. Ci sono prove che la predisposizione genetica gioca un ruolo: i segni dell'autismo si manifestano più spesso nelle persone la cui famiglia ha già una persona autistica. Tuttavia, cos'è l'autismo e quali sono le cause della sua manifestazione non è ancora del tutto chiaro..

Percezione del mondo da parte di un bambino autistico

L'autismo nei bambini si manifesta in certi modi. Si ritiene che questa sindrome porti al fatto che il bambino non può combinare tutti i dettagli in un'unica immagine..

La malattia si manifesta con il fatto che il bambino percepisce una persona come un "insieme" di parti del corpo non collegate. Il paziente difficilmente distingue tra oggetti inanimati e oggetti animati. Tutte le influenze esterne - tatto, luce, suono - provocano uno stato di disagio. Il bambino cerca di ritirarsi all'interno del mondo che lo circonda.

Sintomi dell'autismo

L'autismo nei bambini si manifesta in certi modi. L'autismo della prima infanzia è una condizione che può manifestarsi nei bambini in tenera età, sia a 1 anno che a 2 anni. Che cos'è l'autismo in un bambino e se si verifica questa malattia è determinato da uno specialista. Ma puoi capire in modo indipendente che tipo di malattia ha il bambino e sospettarlo, sulla base delle informazioni sui segni di tale condizione.

I primi segni di autismo in un bambino

Questa sindrome è caratterizzata da 4 caratteristiche principali. Nei bambini con questa malattia, possono essere determinati a vari livelli..

I segni dell'autismo nei bambini sono i seguenti:

  • interazione sociale interrotta;
  • comunicazione interrotta;
  • comportamento stereotipato;
  • primi sintomi dell'autismo infantile nei bambini sotto i 3 anni di età.

Interazione sociale interrotta

I primi segni di bambini autistici possono essere espressi già all'età di 2 anni. I sintomi possono essere lievi quando non vi è alcun contatto visivo o più gravi quando è completamente assente.

Un bambino non può percepire un'immagine olistica di una persona che sta cercando di comunicare con lui. Anche nelle foto e nei video, puoi riconoscere che le espressioni facciali di un bambino di questo tipo non corrispondono alla situazione attuale. Non sorride quando qualcuno cerca di divertirlo, ma può ridere quando il motivo di ciò non è chiaro a chi gli è vicino. Il viso di un bambino del genere è simile a una maschera, periodicamente appaiono delle smorfie.

Il bambino usa i gesti solo per indicare i bisogni. Di norma, anche nei bambini di età inferiore a un anno, l'interesse è chiaramente mostrato se vedono un oggetto interessante: il bambino ride, punta un dito, mostra un comportamento gioioso. I primi segni nei bambini di età inferiore a 1 anno possono essere sospettati se il bambino non si comporta in questo modo. I sintomi dell'autismo nei bambini di età inferiore a un anno si manifestano con il fatto che usano un certo gesto, volendo ottenere qualcosa, ma allo stesso tempo non cercano di attirare l'attenzione dei genitori includendoli nel loro gioco.

Interazione sociale interrotta, foto

Una persona autistica non può capire le emozioni delle altre persone. Il modo in cui questo sintomo si manifesta in un bambino può essere rintracciato già in tenera età. Se i bambini normali hanno un cervello progettato in modo che possano facilmente determinare quando guardano altre persone se sono arrabbiati, allegri o spaventati, allora una persona autistica non è in grado di farlo.

Il bambino non è interessato ai coetanei. Già all'età di 2 anni, i bambini normali tendono alla compagnia - a giocare, a incontrare i coetanei. I segni di autismo nei bambini di 2 anni sono espressi dal fatto che un bambino del genere non partecipa ai giochi, ma si immerge nel suo mondo. Chi vuole sapere come riconoscere un bambino dai 2 anni in su dovrebbe solo dare un'occhiata più da vicino alla compagnia dei bambini: una persona autistica è sempre sola e non presta attenzione agli altri o li percepisce come oggetti inanimati.

È difficile per un bambino giocare usando l'immaginazione e i ruoli sociali. I bambini di 3 anni e anche più piccoli giocano, fantasticano e inventano giochi di ruolo. Nelle persone autistiche, i sintomi a 3 anni di età possono essere espressi dal fatto che non capiscono quale sia un ruolo sociale nel gioco e non percepiscono i giocattoli come oggetti integrali. Ad esempio, i segni di autismo in un bambino di 3 anni possono essere espressi dal fatto che il bambino gira il volante dell'auto per ore o ripete altre azioni..

Il bambino non risponde alle emozioni e alla comunicazione dei genitori. In precedenza, era generalmente accettato che tali bambini non si attaccassero emotivamente ai loro genitori. Ma ora gli scienziati hanno dimostrato che quando una madre se ne va, un bambino simile a 4 anni e anche prima mostra ansia. Se i membri della famiglia sono in giro, sembra meno ossessionato. Tuttavia, nell'autismo, i segni nei bambini di 4 anni di età sono espressi da una mancanza di reazione al fatto che i genitori sono assenti. Una persona autistica mostra ansia, ma non cerca di restituire i suoi genitori.

Comunicazione interrotta

Nei bambini di età inferiore a 5 anni e oltre, c'è un ritardo nel linguaggio o la sua completa assenza (mutismo). Con questa malattia, i segni nei bambini di 5 anni nello sviluppo del linguaggio sono già chiaramente espressi. L'ulteriore sviluppo del linguaggio è determinato dai tipi di autismo nei bambini: se si nota una forma grave della malattia, il bambino potrebbe non padroneggiare affatto la parola. Per indicare i suoi bisogni, usa solo alcune parole in una forma: dormire, mangiare, ecc. Il discorso appare, di regola, incoerente, non volto a comprendere le altre persone. Un bambino del genere può dire la stessa frase, che non ha senso, per diverse ore. Le persone autistiche parlano di se stesse in terza persona. Il modo in cui trattare tali manifestazioni e se la loro correzione è possibile dipende dal grado della malattia..

Discorso anormale. Rispondendo alla domanda, questi bambini ripetono l'intera frase o parte di essa. Possono parlare a voce troppo bassa o troppo alta, oppure avere un'intonazione sbagliata. Un bambino del genere non risponde se chiamato per nome.

Nessuna "età delle domande". Le persone autistiche non fanno molte domande ai loro genitori sul mondo che li circonda. Se sorgono domande, allora sono monotone, non hanno alcun significato pratico..

Comportamento stereotipato

Perde in una lezione. Tra i segni di come definire l'autismo in un bambino, va segnalata anche l'ossessione. Il bambino può ordinare i cubi per colore per molte ore, creare una torre. Inoltre, è difficile restituirlo da questo stato..

Esegue rituali ogni giorno. Wikipedia testimonia che questi bambini si sentono a proprio agio solo se l'ambiente per loro rimane familiare. Qualsiasi cambiamento - riorganizzare la stanza, cambiare il percorso durante una passeggiata, un altro menu - può provocare aggressività o un pronunciato ritiro in se stessi.

Ripetizione molte volte di movimenti privi di significato (manifestazione di stereotipia). Le persone autistiche sono inclini all'auto-stimolazione. Questa è una ripetizione di quei movimenti che il bambino usa in un ambiente non familiare. Ad esempio, può schioccare le dita, scuotere la testa, battere le mani.

Sviluppo di paure e ossessioni. Se la situazione è insolita per un bambino, può sviluppare attacchi di aggressività e autoaggressività.

Inizio precoce dell'autismo

Di regola, l'autismo si manifesta molto presto - anche prima di 1 anno, i genitori possono riconoscerlo. Nei primi mesi, questi bambini sono meno mobili e rispondono in modo inadeguato agli stimoli dall'esterno, hanno una scarsa espressione facciale.

Perché i bambini con autismo nascono non è ancora chiaramente noto. Nonostante il fatto che le cause dell'autismo nei bambini non siano ancora state chiaramente identificate e, in ogni caso, le ragioni possano essere individuali, è importante informare immediatamente uno specialista dei tuoi sospetti. L'autismo può essere curato, ed è curato affatto? A queste domande si risponde solo individualmente conducendo un test appropriato e prescrivendo un trattamento..

Cose da ricordare per i genitori di bambini sani?

Per coloro che non sanno cosa sia l'autismo e come si manifesti, va comunque ricordato che questi bambini si trovano tra i coetanei dei vostri figli. Quindi, se il bambino di qualcuno diventa isterico, potrebbe essere un bambino autistico o un bambino con altri disturbi mentali. Devi essere pieno di tatto e non incolpare questo comportamento.

  • incoraggia i genitori e offri il tuo aiuto;
  • non criticare il bambino oi suoi genitori, pensando che sia solo viziato;
  • prova a rimuovere tutti gli oggetti pericolosi vicino al bambino;
  • non guardarlo troppo da vicino;
  • sii il più calmo possibile e fai sapere ai tuoi genitori che percepisci tutto correttamente;
  • non attirare l'attenzione su questa scena e non fare rumore.

Intelligenza nell'autismo

Nello sviluppo intellettuale, i tratti autistici compaiono anche nel bambino. Di cosa si tratta dipende dalle caratteristiche della malattia. Di regola, questi bambini hanno una forma moderata o lieve di ritardo mentale. I pazienti con questo disturbo hanno difficoltà di apprendimento a causa dei loro difetti cerebrali.

Se l'autismo è combinato con anomalie cromosomiche, epilessia, microcefalia, può svilupparsi un profondo ritardo mentale. Ma se esiste una forma lieve di autismo e allo stesso tempo il bambino sviluppa dinamicamente il linguaggio, lo sviluppo intellettuale può essere normale o addirittura superiore alla media..

La caratteristica principale della malattia è l'intelligenza selettiva. Questi bambini possono dimostrare ottimi risultati in matematica, disegno, musica, ma molto indietro in altre materie. Il savantismo è un fenomeno in cui l'autistico è molto dotato in un'area specifica. Alcune persone autistiche sono in grado di suonare una melodia accuratamente dopo averla ascoltata solo una volta, o di calcolare gli esempi più difficili nella loro mente. Famose persone autistiche del mondo: Albert Einstein, Andy Kaufman, Woody Allen, Andy Warhol e molti altri.

Sindrome di Asperger

Esistono alcuni tipi di disturbi autistici, tra cui la sindrome di Asperger. È generalmente accettato che questa sia una forma lieve di autismo, i cui primi segni compaiono già in età avanzata, dopo circa 7 anni. Tale diagnosi comporta le seguenti caratteristiche:

  • intelligenza normale o alta;
  • normali capacità linguistiche;
  • ci sono problemi con il volume e l'intonazione del discorso;
  • ossessione per qualsiasi lezione o studio del fenomeno;
  • mancanza di coordinazione dei movimenti: posture strane, camminata goffa;
  • egocentrismo, mancanza di capacità di scendere a compromessi.

Queste persone conducono una vita relativamente normale: studiano nelle istituzioni educative e allo stesso tempo possono fare progressi, creare famiglie. Ma tutto questo avviene a condizione che si creino le giuste condizioni per loro, ci sia educazione e sostegno adeguati..

Sindrome di Rett

Questa è una grave malattia del sistema nervoso, le cause della sua comparsa sono associate ad anomalie nel cromosoma X. Solo le ragazze ne sono ammalate, poiché con tali violazioni il feto maschio muore anche nel grembo materno. La frequenza di questa malattia è 1: 10.000 ragazze. Quando un bambino ha questa particolare sindrome, si notano i seguenti segni:

  • autismo profondo, isolando il bambino dal mondo esterno;
  • sviluppo normale del bambino nei primi 0,5-1,5 anni;
  • crescita lenta della testa dopo questa età;
  • perdita di movimenti e abilità mirati della mano;
  • movimenti delle mani, come stringere la mano o lavarsi il viso;
  • la scomparsa delle abilità linguistiche;
  • scarsa coordinazione e scarsa attività fisica.

Come determinare la sindrome di Rett è una domanda per uno specialista. Ma questo stato è leggermente diverso dall'autismo classico. Quindi, con questa sindrome, i medici determinano l'attività epilettica, il sottosviluppo cerebrale. Con questa malattia, la prognosi è infausta. In questo caso, tutti i metodi di correzione sono inefficaci..

Come viene diagnosticato l'autismo?

Esternamente, tali sintomi nei neonati non possono essere determinati. Tuttavia, gli scienziati hanno lavorato a lungo per identificare i segni dell'autismo nei neonati il ​​prima possibile..

Molto spesso, i primi segni di questa condizione vengono notati nei bambini dai genitori. Soprattutto all'inizio, il comportamento autistico è determinato da quei genitori la cui famiglia ha già bambini piccoli. Coloro nella cui famiglia è presente un autista dovrebbero essere tenuti in considerazione che questa è una malattia che dovrebbe essere tentata di diagnosticare il prima possibile. Dopotutto, prima viene rilevato l'autismo, maggiori sono le possibilità che un bambino del genere si senta adeguatamente nella società e viva una vita normale..

Prova con questionari speciali

Se si sospetta l'autismo di un bambino, la diagnostica viene eseguita utilizzando i sondaggi dei genitori, oltre a studiare come si comporta il bambino nel suo ambiente abituale. Si applicano i seguenti test:

  • Scala di osservazione diagnostica dell'autismo (ADOS)
  • Inventario diagnostico dell'autismo (ADI-R)
  • Scala di valutazione dell'autismo infantile (CARS)
  • Questionario diagnostico comportamentale dell'autismo (ABC)
  • Lista di controllo per la valutazione degli indicatori di autismo (ATEC)
  • Inventario dell'autismo nei bambini piccoli (CHAT)

Ricerca strumentale

Vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • condurre un'ecografia del cervello - al fine di escludere danni cerebrali che provocano sintomi;
  • EEG - per determinare le convulsioni dell'epilessia (a volte queste manifestazioni sono accompagnate da autismo);
  • test dell'udito di un bambino - per escludere un ritardo nello sviluppo della parola a causa della perdita dell'udito.

È importante che i genitori percepiscano correttamente il comportamento di un bambino con autismo.

Gli adulti vedonoNon èForse sì
Mostra dimenticanza, disorganizzazioneManipolazione, pigrizia, mancanza di voglia di fare qualsiasi cosaIncomprensione delle aspettative dei genitori o di altre persone, ansia elevata, reazione a stress e cambiamento, tentativi di regolare i sistemi sensoriali
Preferisce la monotonia, resiste al cambiamento, si arrabbia per il cambiamento, preferisce ripetere le azioniTestardaggine, rifiuto di collaborare, rigiditàIncertezza, come seguire le istruzioni, desiderio di mantenere un ordine normale, incapacità di valutare la situazione dall'esterno
Non segue le istruzioni, è impulsivo, fa provocazioniEgoismo, disobbedienza, desiderio di essere sempre al centro dell'attenzioneÈ difficile per lui comprendere concetti generali e astratti, è difficile per lui elaborare le informazioni
Evita l'illuminazione e alcuni suoni, non guarda negli occhi di nessuno, ruota, tocca, annusa oggetti estraneiDisobbedienza, cattivo comportamentoHa segnali corporei e sensoriali mal elaborati, alta sensibilità visiva, sonora, olfattiva

Trattamento dell'autismo

Che questa condizione venga trattata o meno è di grande interesse per i genitori di questi bambini. Sfortunatamente, la risposta alla domanda "L'autismo può essere curato?" inequivocabile: "No, non è trattato".

Ma, nonostante il fatto che la malattia non possa essere curata, è possibile migliorare la situazione. Il miglior "trattamento" in questo caso è fare esercizio regolarmente ogni giorno e creare l'ambiente più favorevole per la persona autistica..

Modi per correggere l'autismo

Tali azioni sono in realtà un lavoro molto duro sia per i genitori che per gli insegnanti. Ma tali mezzi possono ottenere un grande successo..

Come allevare un bambino autistico

  • Renditi conto di chi è autistico e che l'autismo è un modo di essere. Cioè, un bambino del genere è in grado di pensare, guardare, ascoltare, sentire in modo diverso dalla maggior parte delle persone..
  • Fornire il miglior ambiente possibile per lo sviluppo e l'apprendimento della persona autistica. Un ambiente sfavorevole e cambiamenti nella routine fanno male all'autistico e lo inducono a ritirarsi ancora più profondamente in se stesso.
  • Consulta specialisti: psichiatra, psicologo, logopedista e altri.

Come trattare l'autismo, fasi

  • Forma le abilità che devi apprendere. Se il bambino non entra in contatto, stabiliscilo gradualmente, senza dimenticare chi sono: autisti. A poco a poco, è necessario sviluppare almeno i rudimenti della parola.
  • Elimina i comportamenti non costruttivi: aggressività, autoaggressione, paure, ritiro, ecc..
  • Impara ad osservare, imitare.
  • Insegna giochi e ruoli sociali.
  • Impara a stabilire un contatto emotivo.

Terapia comportamentale per l'autismo

Il trattamento più comune per l'autismo viene praticato secondo i principi del comportamentismo (psicologia comportamentale).

Uno dei sottotipi di questa terapia è la terapia ABA. Il fulcro di questo trattamento è osservare come appaiono le reazioni e il comportamento del bambino. Dopo che tutte le caratteristiche sono state studiate, gli stimoli vengono selezionati per un particolare autistico. Per alcuni bambini, questo è un piatto preferito, per altri - motivi musicali. Inoltre, tale incoraggiamento rafforza tutte le reazioni desiderate. Cioè, se il bambino ha fatto tutto come dovrebbe, riceverà incoraggiamento. È così che si sviluppa il contatto, si consolidano le competenze e scompaiono i segni di comportamenti distruttivi..

Pratica di logopedia

Nonostante il grado di autismo, questi bambini hanno alcune difficoltà con lo sviluppo del linguaggio, che interferiscono con la normale comunicazione con le persone. Se il bambino lavora regolarmente con un logopedista, la sua intonazione e pronuncia stanno migliorando.

Sviluppare capacità di self-service e socializzazione

Le persone autistiche non hanno la motivazione per giocare e svolgere le loro attività quotidiane. Trovano difficile adattarsi al mantenimento dell'igiene personale e della routine quotidiana. Per consolidare l'abilità desiderata, utilizzare le carte su cui viene disegnato o scritto l'ordine di esecuzione di tali azioni.

Terapia farmacologica

Il trattamento dell'autismo con i farmaci è consentito solo se il comportamento distruttivo del giovane paziente interferisce con il suo sviluppo. Tuttavia, i genitori si annoiano nel ricordare che qualsiasi reazione autistica - pianto, urla, stereotipi - è una sorta di contatto con il mondo esterno. Peggio ancora se il bambino si ritira in se stesso per intere giornate.

Pertanto, qualsiasi farmaco sedativo e psicotropo può essere utilizzato solo su indicazioni rigorose..

Ci sono alcune opinioni che sono popolari piuttosto che scientifiche. Ad esempio, l'evidenza che una dieta priva di glutine può aiutare a curare l'autismo non è scientificamente supportata..

Alcuni metodi non solo sono inutili, ma possono essere pericolosi per il paziente. Stiamo parlando dell'uso della glicina, delle cellule staminali, della micropolarizzazione, ecc. Tali metodi possono essere molto dannosi per gli autisti.

Condizioni che imitano l'autismo

ZPRD con tratti autistici

I sintomi di questa malattia sono associati a un ritardo nello sviluppo psicoverbale. Sono simili in molti modi ai segni dell'autismo. A partire dalla più tenera età, il bambino non si sviluppa in termini di linguaggio nel modo suggerito dalle norme esistenti. Nei primi mesi di vita non balbetta, poi non impara a pronunciare parole semplici. A 2-3 anni, il suo vocabolario è molto povero. Questi bambini sono spesso poco sviluppati fisicamente, a volte iperattivi. La diagnosi finale è fatta dal dottore. È importante visitare uno psichiatra, logopedista con un bambino.

Sindrome da deficit di attenzione e iperattività

Questa condizione viene spesso scambiata per autismo. Con deficit di attenzione, i bambini sono irrequieti, è difficile per loro studiare a scuola. Ci sono problemi di concentrazione, questi bambini sono molto mobili. Anche in età adulta, rimangono echi di questo stato, perché è difficile per queste persone memorizzare le informazioni e prendere decisioni. Devi provare a diagnosticare questa condizione il prima possibile, praticare un trattamento con psicostimolanti e farmaci anti-ansia e visitare uno psicologo.

Perdita dell'udito

Si tratta di vari disturbi dell'udito congeniti e acquisiti. Anche i bambini con problemi di udito hanno un ritardo nel linguaggio. Pertanto, tali bambini non rispondono bene al nome, soddisfano le richieste e possono sembrare disobbedienti. Allo stesso tempo, i genitori possono sospettare l'autismo nei bambini. Ma uno psichiatra professionista invierà sicuramente il bambino per un esame della funzione uditiva. Un apparecchio acustico può aiutare a risolvere i problemi.

Schizofrenia

In precedenza, l'autismo era considerato una delle manifestazioni della schizofrenia nei bambini. Tuttavia, ora è chiaro che si tratta di due malattie completamente diverse. La schizofrenia nei bambini inizia più tardi - all'età di 5-7 anni. I sintomi di questa malattia compaiono gradualmente. Questi bambini hanno paure ossessive, parlano da soli, compaiono successivamente delusioni e allucinazioni. Tratta questa condizione con i farmaci.

È importante capire che l'autismo non è una frase. Infatti, soggetto a cure adeguate, la prima correzione dell'autismo e il supporto di specialisti e genitori, un bambino del genere può vivere pienamente, studiare e trovare la felicità, diventando un adulto.

Istruzione: Laureato in Farmacia presso il Rivne State Basic Medical College. Laureato alla Vinnitsa State Medical University dal nome M.I. Pirogov e stage alla sua base.

Esperienze lavorative: Dal 2003 al 2013 - ha lavorato come farmacista e responsabile di un'edicola di farmacia. È stata premiata con certificati e riconoscimenti per molti anni e lavoro coscienzioso. Articoli su argomenti medici sono stati pubblicati su pubblicazioni locali (giornali) e su vari portali Internet.

Commenti

Olga, dimmi da quale dottore sei andata a Mosca sull'autostrada Kashirskoye, come arrivarci? Telefono? grazie per l'aiuto!

Il canale web "Autism: kindergarten - school" MADOU No. 50 a Krasnoyarsk contribuisce alla diffusione di informazioni sull'autismo https://youtu.be/JRWqGUbz-CY

L'avvelenamento del corpo della madre può infatti portare a danni al cervello fetale. Ma questo richiede alte concentrazioni di sostanze nocive. Ad esempio, lavora durante la gravidanza in una pianta di mercurio. E la genetica non ha quasi nulla a che fare con questo. Le cause dell'autismo sono le stesse delle cause della paralisi cerebrale e dei mancini. È solo che queste sono diverse fasi di danno al cervello del bambino nella fase della tarda gravidanza e in particolare del parto. Una debole asfissia fetale alla nascita porta all'emergere di persone mancine, un'asfissia più forte porta allo sviluppo dell'autismo e ancora di più porta allo sviluppo della paralisi cerebrale. L'asfissia fetale è la causa del 90% di questi disturbi. Il restante 9% è attribuibile a disturbi all'inizio della gravidanza e l'1% è assegnato a disturbi genetici e sviluppo della prima infanzia a causa di malattie. E la vera ragione per il verificarsi di queste malattie è un'assistenza ostetrica insufficiente durante la gravidanza avanzata e il parto. Pertanto, il seguente consiglio alle famiglie su come evitare un bambino disabile. 1. Non partorire per la prima volta dopo i 40 anni. La probabilità di avere un bambino malato aumenta notevolmente. Le tue capacità fisiologiche sono notevolmente diminuite. L'età migliore è sotto i 30 anni. 2. Fate esercizio regolarmente e date al vostro corpo una buona attività fisica quotidiana. Allena flessibilità e addominali. 3. Cerca di non ammalarti. 4. Controlla il tuo peso. 5. Mangia bene ed equilibrato, ma non lasciarti trasportare dalle diete.

Non ho confermato ufficialmente la diagnosi a mio figlio, ma sembra tremendamente come l'autismo! All'età di 5 anni, uno psichiatra mi ha subito parlato di lui, sono passati 8 anni da allora,

Olga! Potrebbe indicare il nome completo del medico, l'ora e il luogo dell'appuntamento. Come posso fissare un appuntamento con lui telefonicamente per costruire adeguatamente il lavoro sull'educazione e lo sviluppo di un bambino con segni di autismo!

Buona giornata. bambino in un mese 6. ma ho notato che era ancora 1.6. i medici hanno sostenuto all'unanimità che il ragazzo avrebbe pareggiato. ESATTAMENTE. ASPETTARE. Ho aspettato fino a quando l'insegnante non ha esitato a chiamare mio figlio SICK. è un bene che ci siamo imbattuti in un amico il cui nipote è autenok. consigliato un BUON MEDICO a Mosca. AUTOSTRADA DI KASHIRSKOE 34. andato. ci hanno guardato a lungo e testato.. hanno prescritto i farmaci necessari NON COSTOSI. e ora vedo il risultato tra sei mesi. come ha detto il medico, FARMACI CORRETTAMENTE SELEZIONATI SENZA ESERCIZIO NON DANNO RISULTATO. e viceversa perché il bambino non percepisce le informazioni. Voglio augurare SUCCESSO a tutti i genitori. TUTTO FUNZIONERÀ E NON CADE MAI LE MANI. altrimenti la società camminerà in mezzo alla folla su tuo figlio. non perdere tempo..