10 fatti spaventosi sulla paralisi del sonno

La paralisi del sonno si verifica a causa di una violazione della cosiddetta "paralisi del sonno REM" - questa è una funzione naturale del corpo che non ci consente di fare movimenti improvvisi in un sogno, camminare, cadere dal letto. Le persone che non hanno la paralisi del sonno REM soffrono di sonnambulismo. Ma le persone in cui si manifesta anche in stato di veglia soffrono di paralisi del sonno..

I pazienti con narcolessia soffrono maggiormente di paralisi del sonno, ma si verifica periodicamente in persone completamente sane. Da lui nascono molte leggende popolari su brownies e demoni che siedono sul petto e non permettono la respirazione. Ecco alcuni fatti su questa condizione spaventosa..

Sull'orlo della realtà e del sonno: 10 fatti inquietanti sulla paralisi del sonno

Se hai mai sperimentato una condizione chiamata paralisi del sonno, non la dimenticherai mai. In questo momento di questo spiacevole disturbo, il corpo è sull'orlo della realtà e dorme senza la capacità di muoversi. Se sei uno dei "fortunati" che hanno sperimentato la paralisi del sonno, allora conoscerai gli altri effetti collaterali..

La paralisi del sonno si verifica a causa di una violazione della cosiddetta "paralisi del sonno REM" - questa è una funzione naturale del corpo che non ci consente di fare movimenti improvvisi in un sogno, camminare, cadere dal letto. Le persone che non hanno la paralisi del sonno REM soffrono di sonnambulismo. Ma le persone in cui si manifesta anche in stato di veglia soffrono di paralisi del sonno..

1. I pazienti con narcolessia soffrono maggiormente di paralisi del sonno, ma si verifica periodicamente in persone assolutamente sane. Da lui nascono molte leggende popolari su brownies e demoni che siedono sul petto e non permettono la respirazione. Ecco alcuni fatti su questa condizione spaventosa..

2. La paralisi del sonno è chiamata così non per amore di uno slogan: durante il suo inizio, una persona rimane cosciente, ma non è in grado di muoversi. Il fatto è che il corpo in questo momento si trova in una fase di sonno REM e blocca qualsiasi azione del corpo. Questo può durare da pochi secondi a un paio di minuti..

Allucinazioni ipnopompiche

Le allucinazioni ipnopompiche sono strane visioni che si verificano durante il risveglio..

Immagina di svegliarti lentamente, quando all'improvviso inizi a vedere forme geometriche luminose, a sentire suoni o persino a sentire il tocco di qualcuno. Queste sensazioni possono essere descritte come ipnopompiche, poiché non sei completamente addormentato, ma allo stesso tempo non sei ancora completamente sveglio. Sebbene i fenomeni ipnopompici siano spesso osservati tra i pazienti con vari tipi di disturbi del sonno (ad esempio, narcolessia), si osservano anche nelle persone sane (circa il 6,6% della popolazione mondiale).

In alcuni casi, queste allucinazioni ipnopompiche possono essere spaventose e accompagnate da un episodio di paralisi del sonno. In altri casi, possono essere relativamente morbidi (come le forme geometriche) o anche piacevoli (come la sensazione di fluttuare o volare).

Le esperienze di allucinazioni ipnopompiche sono spesso il risultato dell'anatomia cerebrale individuale, della neurochimica o dell'esperienza subconscia accumulata. Differiscono dai sogni in quanto sono percepiti come accaduti nella realtà. [R]

  1. Cosa causa allucinazioni ipnopompiche?
  2. Effetti interni sul cervello
  3. Influenza esterna sul cervello
  4. Tipi
  5. Quali malattie possono causare allucinazioni ipnopompiche??
  6. Trattamento
  7. Domande frequenti (FAQ)

Cosa causa allucinazioni ipnopompiche?

Le ragioni esatte di solito dipendono dalla persona specifica. Uno li sperimenta come conseguenza di un disturbo del sonno, mentre l'altro come conseguenza dell'assunzione di un farmaco psicoattivo. Inoltre, ciò che una persona vede può essere associato a un'esperienza subconscia accumulata unica. E il modo in cui viene percepito - con uno stato psicologico. Di seguito esamineremo i motivi comuni.

Effetti interni sul cervello

Attività cerebrale. La stimolazione diretta del cervello in alcune aree porta ad allucinazioni, anche tra coloro che non le hanno mai sperimentate. Le allucinazioni visive o acustiche possono essere create stimolando i nervi ottici o uditivi.

Attività REM. Il sonno REM è caratterizzato da una maggiore attività cerebrale. Il sogno inizia e finisce con lei. Può essere ripetuto anche durante il sonno. È in questa fase che una persona vede i sogni. Pertanto, un brusco risveglio durante il sonno può causare allucinazioni. Anche in questo momento, una persona può percepire il suono, vedere la luce e sentire i tocchi, il che porta anche all'autointerpretazione e, di conseguenza, alle allucinazioni.

Danno cerebrale. Il rischio di allucinazioni aumenta se ci sono anomalie strutturali nel cervello. Possono essere presenti dalla nascita o da gravi lesioni cerebrali.

Onde cerebrali. Queste onde sono responsabili della condizione umana e controllano un'ampia gamma di funzioni: sonno, apprendimento, memoria, emozioni, ecc. Durante le allucinazioni ipnopompiche, l'attività delle onde cerebrali cambia e predominano principalmente le onde lente.

Coscienza. Lo stato ipnopompico è caratterizzato da una coscienza altamente emotiva e simile al sonno. In questo momento, il cervello cerca di comprendere logicamente cosa sta succedendo. Il che, a sua volta, a causa dell'esperienza passata, porta a interpretazioni soggettive.

Neurotrasmissione. I neurotrasmettitori sono messaggeri attraverso i quali le cellule nervose comunicano tra loro. Svolgono uno dei ruoli più importanti nel funzionamento del cervello. Sotto l'aumento artificiale (come risultato di farmaci o droghe), vari neurotrasmettitori influenzano il sonno e possono causare allucinazioni. Ad esempio, un aumento dei livelli di dopamina può portare ad allucinazioni.

Psicodinamica. Durante uno stato ipnopompico, un'esperienza inconscia o subconscia può aprirsi alla coscienza. Ciò contribuirà al verificarsi di allucinazioni. Possiamo dire che le visioni, in questo caso, saranno una combinazione di queste esperienze. [R]

Influenza esterna sul cervello

Droghe. I tossicodipendenti hanno spesso sogni strani o vividi. Inoltre sperimentano allucinazioni sia ipnopompiche che ipnagogiche. Ciò può essere innescato sia dall'azione del farmaco stesso e dal suo effetto sulla coscienza, sia da danni cerebrali dovuti al suo uso prolungato..

Prodotti farmaceutici. Quei farmaci che influenzano la neurotrasmissione del cervello possono causare allucinazioni ipnopompiche. Questi includono: antidepressivi, psicostimolanti, antipsicotici, inibitori dell'acetilcolinesterasi, ecc. Ad esempio:

  • Gli inibitori dell'acetilcolinesterasi aumentano la concentrazione di acetilcolina. Il risultato è un miglioramento delle funzioni cognitive (memoria, intelligenza, velocità di apprendimento). Ma allo stesso tempo, questo aumento altera la durata del sonno REM, il che aumenta la probabilità di visioni..
  • Gli antidepressivi triciclici alterano anche i modelli di sonno. E la maggior parte dei pazienti può vedere allucinazioni durante il risveglio. [R, R]

Meditazione. Coloro che hanno meditato a lungo possono rimanere a terra o completamente svegli durante la fase di transizione (ipnopompica). E sarà consapevole di tutte le possibili allucinazioni che spesso si verificano durante l'attività REM..

Deprivazione sensoriale. La deprivazione sensoriale è il blocco di uno o più dei tuoi sensi. Indossare una benda, tappi per le orecchie nelle orecchie, naso schiacciato o essere senza peso sono tutte forme di privazione sensoriale. Il punto è che il cervello scansiona costantemente l'ambiente alla ricerca dei principali input sensoriali (vista, udito, olfatto e tattile). In assenza di uno, molti o tutti, il cervello inizia a colmare queste lacune. Il che porta ad allucinazioni. Coloro che dormono con i tappi per le orecchie, indossano una benda per dormire o hanno un forte raffreddore aumentano la possibilità di sperimentare allucinazioni ipnagogiche o ipnopompiche. [R]

Privazione del sonno. La privazione del sonno altera l'attività cerebrale, gli ormoni e la neurotrasmissione. Tutti questi fattori influenzano le prestazioni del cervello e, di conseguenza, possono causare allucinazioni ipnopompiche. La privazione cronica del sonno aumenta questo rischio. [R]

Esistono vari tipi di allucinazioni ipnopompiche. Le più comuni sono le immagini visive come oggetti, persone, frammenti di luce, ecc. Un altro tipo comune sono i suoni che non sono basati sulla realtà ma sono percepiti dal cervello..

Visivo. Anomalie nell'anatomia del cervello, nell'attività dei neurotrasmettitori e nei processi inconsci / coscienti influenzano le allucinazioni visive che si verificano durante uno stato ipnopompico. Quando l'attività della corteccia visiva primaria del cervello viene interrotta, si possono vedere semplici effetti visivi. Se la violazione viene osservata sia nella zona primaria che in altre zone visive, si osserveranno allucinazioni più complesse, ad esempio: figure complesse, numeri, persone, ombre, ecc. R]

Apparecchi acustici. Il secondo tipo più comune di allucinazione ipnopompica sono i suoni o le voci. Possono essere sottili e durare pochi minuti, oppure possono essere rumorosi e durare solo pochi secondi. Le allucinazioni uditive sono associate alla fase REM. Tuttavia, questi suoni possono essere causati da un'attivazione anormale della corteccia uditiva. Maggiore è l'attivazione, più complessi sono i suoni, ad esempio: tocco, ronzio, musica, conversazione, ecc..

Tattile. Le allucinazioni tattili sono più comuni nei casi di paralisi del sonno, in cui una persona non è in grado di muoversi, ma è già in uno stato semi-cosciente. In questi casi, si avverte una pressione sul petto (come se qualcuno ci fosse seduto sopra), diventa difficile respirare e sorge una sensazione di panico..

Altri tipi (meno comuni). Oltre agli effetti visivi, ai suoni e al tatto, possono verificarsi altri tipi di allucinazioni. Questi includono motore (sensazione di volare o cadere), olfattivo (odore) e gustativo (gusto). Di solito si trovano in combinazione con uno dei tipi sopra menzionati (più comuni).

Quali malattie possono causare allucinazioni ipnopompiche??

Ansia e disturbi da stress. Le persone con ansia sono più inclini alla paralisi del sonno. La paralisi del sonno è caratterizzata da un'incapacità di muoversi durante uno stato REM semi-cosciente, che causa allucinazioni ipnopompiche.

Disturbo bipolare. Con questo disturbo, si verificano allucinazioni durante gli stati maniacali o ipomaniacali. Queste condizioni sono caratterizzate da aumento dell'umore, diminuzione del sonno e aumento delle concentrazioni di neurotrasmettitori stimolanti..

Danno cerebrale. Influenzano l'attività cerebrale, riducono l'assunzione di informazioni e inibiscono la funzione cognitiva. Il danno alle aree del cervello coinvolte nell'elaborazione sensoriale (p. Es., Vista, udito, tatto, ecc.) Può portare ad allucinazioni come conseguenza della deprivazione sensoriale indotta dal danno.

Depressione. Gli antidepressivi sono usati per la depressione. Questi farmaci hanno un potente effetto sulla concentrazione dei neurotrasmettitori, che porta sia a cambiamenti di umore che a allucinazioni..

Epilessia. Durante la ricerca, le persone con epilessia hanno sperimentato allucinazioni ipnopompiche. Ciò era dovuto ad un'attività cerebrale anormale. Tali visioni possono essere così sofisticate e credibili che a volte passano inosservate o sono percepite come realtà e rimangono nella memoria. [R]

Schizofrenia. Le persone con schizofrenia hanno livelli di dopamina anormalmente alti con attività caotica in alcune aree del cervello. Il cervello di una persona con schizofrenia può generare allucinazioni pre-risveglio come sottoprodotto diretto della malattia mentale.

Disordini del sonno. Coloro che hanno già avuto disturbi del sonno (come la narcolessia) hanno maggiori probabilità di riferire allucinazioni ipnopompiche. In passato, le allucinazioni derivanti da disturbi del sonno erano considerate un sintomo di malattia mentale. I medici stanno ora realizzando che le visioni sono fenomeni sensoriali anormali che derivano da disturbi del sonno. [R]

Sonno irregolare. Cambiamenti costanti nei modelli di sonno e risvegli significano che non sei sincronizzato con il tuo ritmo circadiano. L'incoerenza con il ritmo circadiano porta ad un'attivazione cerebrale alterata e alla neurochimica. Questo cambiamento porta a disturbi del sonno o allucinazioni ipnopompiche.

Ricezione di integratori alimentari. Vale a dire: triptofano (per aumentare la serotonina) o L-tirosina (per aumentare la dopamina). Potresti notare cambiamenti nel tuo sonno durante l'assunzione di integratori e ad un certo punto potresti persino avere allucinazioni..

Trattamento

Esistono varie opzioni di trattamento che possono aiutare a ridurre la probabilità o l'intensità delle allucinazioni ipnopompiche..

Modifica delle onde cerebrali. Se vuoi migliorare la qualità del sonno e ridurre l'attività anormale delle onde cerebrali, potresti prendere in considerazione il neurofeedback, i battiti binaurali o la stimolazione neurale..

Abbandona alcol e droghe. Se stai usando alcol, nicotina, stimolanti o altre sostanze che influenzano la percezione e l'attività cerebrale, prova ad eliminarli per un po 'e vedi se il tuo sonno sta migliorando..

Prodotti farmaceutici. I malati di mente saranno aiutati da vari antipsicotici, antidepressivi, ecc. D'altra parte, è importante capire che vari farmaci stessi causano allucinazioni ipnopompiche. Se sospetti che un farmaco che stai assumendo stia causando allucinazioni, puoi parlare con il tuo medico di possibili aggiustamenti del dosaggio, aggiustamenti del trattamento (come l'ora del giorno in cui lo stai assumendo), interrompere o passare a un altro farmaco.

Sonno migliorato (qualità + quantità). Poiché molti disturbi del sonno (comprese le allucinazioni ipnopompiche) sono il risultato di una scarsa qualità del sonno o della mancanza di sonno, correggere questi due aspetti e mantenere una sana igiene del sonno ridurrà la loro frequenza..

Trattamento dei disturbi del sonno. Poiché la maggior parte delle persone con allucinazioni ipnopompiche ha un disturbo del sonno, è importante trattarlo prima di aspettarsi che le allucinazioni scompaiano. Può trattarsi di lavorare con un medico del sonno, tenere un diario del sonno, aderire a un programma rigoroso o assumere farmaci. In ogni caso, devi vedere un dottore.

Situazione in un sogno. Dormire sulla schiena aumenta il rischio di allucinazioni al risveglio. Prova a dormire su un fianco o sulla pancia e guarda cosa succede..

Riduzione dello stress. Nelle persone con stress costante, il cervello produce neurotrasmettitori stimolanti (dopamina, norepinefrina e adrenalina), si verificano squilibri ormonali (troppo cortisolo) e la persona è costantemente stressata. Pertanto, è necessario ridurre e, se possibile, eliminare i carichi di stress..

Domande frequenti (FAQ)

Quanto durano le allucinazioni ipnopompiche? Per la maggior parte delle persone, le allucinazioni ipnopompiche sono estremamente brevi. Possono durare da una frazione di secondo a secondi o da secondi a un paio di minuti. Coloro che assumono sostanze psicoattive o che alterano il cervello possono sperimentare allucinazioni che durano molto più a lungo.

Le allucinazioni ipnopompiche sono importanti? Di solito non hanno alcun significato nascosto. Pensa a loro come a strane esperienze sensoriali derivanti da un'attività cerebrale alterata o anormale.

Le allucinazioni ipnopompiche sono una cosa buona o cattiva? Oggettivamente, dovrebbero essere considerati neutri nel senso che non sono altro che strane esperienze sensoriali dovute a cambiamenti nell'attività cerebrale. Inoltre, se provocano una sensazione di paura, possono essere percepiti soggettivamente come "cattivi", mentre se sono piacevoli, possono essere percepiti come "buoni".

Il demone accanto al letto: paralisi del sonno e perché accade

“Quando mi sveglio, mi rendo conto che non posso muovermi. Provo a dire qualcosa, ma non ci riesco. Posso sentire molto chiaramente tutto ciò che sta accadendo intorno a me. A volte posso aprire gli occhi per vedere cosa sta succedendo davanti a me. A volte mi spavento e cerco di combattere, ma non ne esce niente. Comincio a respirare più a fondo. I miei figli hanno imparato a riconoscere la mia condizione dal suono del mio respiro. Mi toccano e ora posso muovermi, parlare, guardarmi intorno ". È così che una paziente con paralisi del sonno, che l'ha perseguitata fin dall'infanzia, ha descritto la sua vita..

Le parole della donna furono citate nel 1942 da un medico in The Journal of Nervous and Mental Disease. La donna aveva 69 anni a quel punto. All'inizio, questi attacchi di paralisi le sono accaduti solo di notte, poi hanno iniziato a comparire dopo un pisolino. A volte capitavano più volte alla settimana, altre volte potevano essere assenti per mesi.

Demone sul petto

Il caso di questa signora è tutt'altro che unico. Secondo alcune stime, circa l'8% della popolazione umana ha sperimentato la paralisi del sonno almeno una volta nella vita. Un disturbo in cui, addormentandosi o risvegliandosi, una persona cade in uno stato di bambola volitiva, incapace di muovere gli arti o addirittura di chiedere aiuto, emettendo almeno un suono dal petto. La paralisi può durare da pochi secondi a diversi minuti. Sembrerebbe un bel po ', ma durante questo periodo una persona che è cosciente, ma incapace di controllare il proprio corpo, può essere piuttosto spaventata.

Soprattutto quando il prossimo attacco è accompagnato da allucinazioni uditive o audiovisive: passi nella stanza, sospiri, voci e ombre da qualche parte nella periferia della vista. A questo si può aggiungere una sensazione di pesantezza al petto, come se qualcuno ci avesse messo sopra la mano dura e fredda..

Naturalmente, la paralisi del sonno non è un'invenzione moderna..

Un caso ben documentato di paralisi del sonno è stato descritto per la prima volta in un trattato medico del XVII secolo dal medico olandese Isbrand van Diemerbreck, il cui paziente era una donna di 50 anni in buona salute..

- Quando cercava di dormire, a volte credeva che il diavolo fosse sdraiato su di lei e la tenesse stretta. A volte veniva soffocata da un grosso cane o da un ladro che le giaceva sul petto in modo che potesse a malapena parlare o respirare. E quando ha cercato di buttarli via, semplicemente non poteva muovere gli arti, - il dottore ha descritto la storia della donna.

Diavoli, demoni... La paralisi del sonno può essere definita il progenitore di molte creature del pantheon demoniaco nel folklore di diversi paesi. Questo disturbo è stato segnalato in antichi manoscritti. È vero, l'hanno chiamato in modo diverso e associato al mondo del paranormale.

Gli eschimesi canadesi, ad esempio, consideravano uno stato di volontà così debole al confine tra sonno e veglia come trucchi degli sciamani, che tolgono la capacità di muoversi a una persona. Nella cultura giapponese, il colpevole è uno spirito vendicativo che strangola i suoi nemici mentre dormono. In nigeriano è un demone femminile. Nel folclore brasiliano, un personaggio di nome Pisadeira si adatta alla descrizione della paralisi del sonno. Questa è una vecchia con le unghie lunghe che di notte si aggira sui tetti e salta sul petto di chi dorme sulla schiena a stomaco pieno.

Nella mitologia slava, quest'ultimo è descritto come mara - un fantasma che strangola le persone che dormono di notte, appoggiandosi su di loro e portando con sé sogni terribili. Simili entità paranormali spiacevoli nelle mitologie di altri paesi europei portano nomi simili. In realtà, le origini della parola francese incubo (cauchemar) e dell'incubo inglese possono anche essere cercate da qualche parte in quella direzione. Non c'è da stupirsi che la serie di dipinti "Nightmare" di Henry Fuseli sia stata ispirata da storie di fantasmi e paralisi del sonno. Ma oggi non si tratta di etimologia.

Demoni della scienza

Come abbiamo già scoperto, gli esseri soprannaturali sono accusati delle cause della paralisi del sonno per un motivo. Le allucinazioni visive e sonore, che sono accompagnate dalla paralisi di tutti gli organi, erano difficili da spiegare alla scienza cento o duecento anni fa, quando la religione e gli zabobon governavano la vita umana. Uno stato di coscienza offuscato al confine tra sonno e veglia è sicuramente in grado di generare demoni, soprattutto quando una persona inizia a farsi prendere dal panico e non comprende le ragioni del suo stato di impotenza.

Da un punto di vista scientifico, le allucinazioni che accompagnano la paralisi del sonno sono generalmente suddivise in tre tipologie: "ospite non invitato", "esperienze corporee insolite", "incubo".

Un intruso è caratterizzato da un senso di paura e presenza spiacevole, accompagnato da allucinazioni visive e uditive. Per "esperienze corporee insolite" (allucinazioni vestibolo-motorie) si intende la sensazione di fluttuare e l'impressione che il paziente abbia lasciato il proprio corpo e possa osservarlo di lato. "Incubus" si riferisce alla sensazione di un oggetto che preme sul petto e alla mancanza di respiro.

Come abbiamo detto, la paralisi del sonno spesso non è un problema cronico. Molto più spesso - solo un episodio nella vita. Un episodio spiacevole. Fino al 90% degli attacchi di paralisi del sonno sono accompagnati da una paura inspiegabile, quasi animale. Ciò contrasta notevolmente con le statistiche che mostrano che solo circa un terzo dei sogni di una persona media può essere considerato spaventoso o inquietante..

Tuttavia, in un contesto clinico, è abbastanza difficile per i medici studiare questo disturbo, poiché è difficile provocarlo. E il paziente stesso può avere difficoltà a capire quando si è effettivamente svegliato e quando ha un sogno che si è svegliato e non poteva muoversi. Come la paralisi del sonno, il falso risveglio può essere molto realistico..

Appena sopra, abbiamo citato l'8% come possibile indicatore di quante persone sulla terra potrebbero sperimentare la paralisi del sonno. Ma questa è una stima. In alcuni gruppi, può essere molto più alto. Ad esempio, studi su pazienti psichiatrici hanno mostrato che il 31,9% di loro ha sperimentato questa sensazione spiacevole al risveglio. Nei pazienti con disturbo di panico, la percentuale di "testimoni di paralisi" era 34,6. Si è anche scoperto che le persone di razza caucasica hanno molte meno probabilità di subire tali attacchi. E sì, lo studio è stato condotto negli Stati Uniti.

Cause di paralisi del sonno

Alcuni ricercatori sono inclini a credere che il verificarsi della paralisi del sonno possa essere associato alla fase del sonno REM, quando il cervello umano ha una maggiore attività. Si riconosce dal rapido movimento dei bulbi oculari sotto le palpebre. In questa fase abbiamo dei sogni.

Durante il sonno REM, il corpo umano è praticamente paralizzato: funzionano solo gli organi vitali. Il tono muscolare viene ridotto dai segnali inviati dal cervello da alcuni neurotrasmettitori (acido gamma-aminobutirrico e glicina). Questo sistema impedisce agli animali che dormono di eseguire effettivamente i movimenti che fanno durante il sonno. Il fisiologo francese Michel Jouvet lo ha dimostrato nel secolo scorso sui gatti, quando, a seguito di esperimenti e la rimozione di alcune aree del tronco cerebrale, i suoi soggetti sperimentali correvano, si lavavano e masticavano durante il sonno..

Nel 1993, gli scienziati Dalitz e Parks hanno suggerito che una mancanza di sincronizzazione tra i cambiamenti nel cervello e una diminuzione del tono muscolare potrebbe innescare la paralisi del sonno. Di conseguenza, una persona si sveglia come una bambola dalla volontà debole che non può nemmeno piangere.

Ma perché c'è una tale mancanza di sincronia nel lavoro del cervello e dei muscoli? Abbiamo compreso il meccanismo specifico, ma non ne abbiamo determinato completamente le ragioni. Alcuni ricercatori suggeriscono che la colpa sia della genetica. Altri suggeriscono di cercare le ragioni nelle sfumature quotidiane della nostra vita, consigliano ai pazienti che sono tormentati dalla paralisi del sonno di dormire di più, aderiscono a un programma di sonno chiaro e non abusano di alcol e pillole..

Prima di tutto, i ricercatori cinesi e giapponesi sono giunti a questa conclusione: prima di tutto, devi dormire bene in modo che i demoni non vengano da te al mattino per sederti sul tuo petto. L'indagine ha coinvolto 90.000 adolescenti. Il 35,2% di loro ha avuto incubi notturni e l'8,3% ha avuto paralisi del sonno. Dopo aver elaborato i risultati, i ricercatori hanno concluso che lunghi sonnellini, andare a letto troppo presto o tardi, avere difficoltà ad addormentarsi e avere sonnolenza diurna aumentano le possibilità di provocare paralisi..

In un altro studio presso la Waseda University di Tokyo nel 1992, è stato condotto un esperimento su 16 volontari che avevano già incontrato un demone addormentato almeno due volte nella loro vita. Per sette notti sono rimasti all'interno delle mura dell'università, i ricercatori li hanno sistematicamente svegliati dopo 40 minuti di sonno NREM, hanno sottoposto loro un test di 40 minuti e poi hanno permesso loro di addormentarsi per un po '. Dopo 5 minuti dall'inizio del sonno REM, i soggetti sono stati nuovamente risvegliati. Su 64 interventi, 6 hanno portato ad un attacco di paralisi del sonno. E tutti e sei erano associati al sonno REM..

La conoscenza della paralisi del sonno nella scienza moderna è ancora agli inizi. Tuttavia, sono stati compiuti progressi significativi nello studio dei demoni che hanno spaventato le persone in tutto il mondo per secoli..

Leggi anche:

Contatto rapido con gli editori: leggi la chat pubblica di Onliner e scrivici in Viber!

Una specie di gioco sul nostro canale Telegram

Paralisi del sonno: il mistero degli scienziati

"Psytech.Advisor" - una piattaforma per l'assistenza psicologica a distanza, il coaching e lo sviluppo della personalità

  • Consultazioni a distanza di psicologi, psicoterapeuti, allenatori e altri specialisti;
  • Registrazione online per un appuntamento a distanza;
  • Coaching, formazione e supporto;
  • Risolvere problemi psicologici e assistenza psicologica;
  • Consultazioni, accoglienza, sedute, terapia, ipnologia, tecniche, approcci, coaching, formazione e molto altro ancora.

Sapete cos'è la "sindrome della vecchia strega"? Pensi che non ci sia tale violazione? Ed esiste. Questo è il nome della paralisi del sonno, che molti hanno riscontrato almeno una volta nella vita. In questo articolo analizzeremo di cosa si tratta..

Gli scienziati in tutti i campi hanno fatto un enorme passo avanti. Ciò ha aiutato a capire che quando una persona si trova ad affrontare la paralisi del sonno, nessun alieno lo rapisce ei demoni non cercano di strangolare. Ma nonostante i continui tentativi di comprendere la natura della paralisi del sonno, la conoscenza al riguardo è ancora agli inizi. Tuttavia, anche questo può aiutare quelle persone che incontrano questo problema molto più spesso di un paio di volte nella loro vita..

Daria Belyaeva - psicologa e coach per la crescita personale

Cos'è la paralisi del sonno? Questa è un'anomalia del sonno a breve termine, che è caratterizzata dallo stato di una persona mezzo addormentata, quando sente che non può muoversi, emettere suoni o persino respirare. In questo caso, una persona prova una sensazione di panico e possono verificarsi anche allucinazioni visive, uditive e tattili. Questo stato può durare da alcuni secondi a diversi minuti, quindi la persona di solito si sveglia ancora. In rari casi, una persona senza svegliarsi passa da un pisolino a un sonno profondo.

Gli scienziati distinguono tre tipi di paralisi del sonno:

  • ipnagogico - allucinazioni di una persona quando si addormenta;
  • ipnomesico - condizioni che si verificano direttamente durante il sonno;
  • ipnopompico: quegli stati che si osservano al risveglio.

La sindrome della vecchia strega (il secondo nome per la paralisi del sonno) è nota da molto tempo. In precedenza, lo stupore assonnato era sconcertato. Ogni nazione aveva la sua "spiegazione" di questo stato. Alcuni credevano negli sciamani che si tolsero la vita, altri nelle streghe e altri ancora credevano che questi fossero demoni "che si divertivano". Dato che le persone di solito hanno visto visioni approssimativamente simili, tali spiegazioni sono comprensibili. Il primo caso documentato di stupore del sonno è descritto dal medico olandese Isbrand van Diemerbreck in un trattato del XVII secolo. Poi ha descritto il caso di una donna di 50 anni che altrimenti era completamente sana. Isbrand van Diemerbreck ha scritto: “Quando cercava di dormire, a volte credeva che il diavolo mentisse e la tenesse stretta. A volte veniva soffocata da un grosso cane o da un ladro che le giaceva sul petto. Nello stesso luogo, il medico ha scritto che la donna non poteva muoversi per scacciare gli ospiti non invitati. Da allora, le manifestazioni di paralisi non sono cambiate. Tuttavia, gli scienziati sono stati in grado di determinare in quali fasi si osservano visioni e allucinazioni e hanno anche determinato i sintomi generali per tutti i tipi di stupore del sonno..

Stupore ipnagogico. Viene quando una persona si addormenta. I sintomi elencati di seguito costringono una persona a svegliarsi e molto bruscamente. Una caratteristica caratteristica è che al risveglio una persona si contrae - con tutto il suo corpo, letteralmente con tutto il suo corpo, o con la mano o il piede. I sintomi dello stupore ipnagogico includono quanto segue:

  • brusco risveglio inaspettato con transizione quasi completa al sonno;
  • allucinazioni uditive. Può essere un rumore crescente che si trasforma in una specie di squittio. O qualche mormorio, le voci di qualcuno;
  • il passaggio dall'idea di poter muovere la mano a questa azione è molto lungo, fibroso;
  • sensazione di intorpidimento a causa della paura;
  • comprensione improvvisa o completa dell'ambiente quando è impossibile in qualche modo influenzare ciò che sta accadendo;
  • uno stato di completa consapevolezza del proprio corpo. In questo stato, una persona sente tutti i capelli del corpo, sente tutte le ossa, come ogni muscolo si rilassa, come si verificano la respirazione e altre sensazioni, a cui non prestiamo attenzione nella vita ordinaria;
  • una sensazione opprimente della fine del mondo o della morte imminente. Come se con l'inizio del sonno, una persona scomparisse.

Paralisi del sonno ipnometrica. Uno stato di stupore che si verifica durante il sonno. Di solito in questo stato, una persona ha un incubo (ad esempio, un inseguimento). Va tutto bene, ma poi cade e non riesce a muoversi. Non può urlare, invece sogna di riuscire a malapena a respirare. Il tempo in un sogno inizia a essere viscoso, tutto rallenta. La persona sta cercando di fare qualcosa per essere salvata. E gradualmente si sveglia con sensazioni fisiche di tensione, corrispondenti ai sogni. Può sognare che qualcuno lo possieda e lo controlli. In un sogno, una persona si vede in una situazione reale come se si fosse svegliata.

Stupore ipnopompico. Viene dopo il risveglio. Lo stesso stupore quando si verificano visioni da incubo, la cui realtà non suscita dubbi nell'osservatore. I sintomi di questo tipo di paralisi ti fanno anche risvegliare completamente attraverso le contrazioni di un braccio, una gamba o un leggero gemito. In realtà, è così che puoi determinare che il dormiente sta vivendo una paralisi del sonno. I sintomi della paralisi del sonno ipnopompica includono quanto segue:

  • completa immobilità. Una persona non può muovere il braccio o la gamba, non può aprire la bocca, non può emettere un suono;
  • una sensazione di pesantezza nel corpo, come se qualcuno premesse sul petto, non consente il movimento;
  • un senso della presenza di creature mistiche, il cui aspetto dipende dalla cultura in cui una persona è stata allevata (possono essere vampiri, diavoli, demoni, streghe, sciamani, spiriti e altre creature ultraterrene);
  • una sensazione di assorbimento dell'orrore a livello degli istinti primitivi (paura della morte, orrore del soffocamento, paura della completa impotenza);
  • allucinazioni sonore, in cui una persona sente vari rumori, voci, colpi, passi. Questi rumori possono essere associati alla realtà (ad esempio, una persona sa che la sua porta di una stanza sta scricchiolando, quindi sente il cigolio di una porta che si apre);
  • allucinazioni lucide o sogni a occhi aperti. Una persona vede ombre, persone, dove non dovrebbero essere. Allo stesso tempo, l'intera situazione viene preservata e la persona capisce che sta accadendo qualcosa di straordinario;
  • sullo sfondo dell'orrore, può sorgere disorientamento nel mondo circostante. Una persona smette di essere consapevole di dove si trova. Possono sorgere visioni che sia stato trasportato all'inferno, per strada, nello spazio e così via;
  • falso senso di movimento. L'uomo pensa di essersi voltato, ma in realtà non si è mosso;
  • spasmi delle terminazioni nervose delle dita e degli arti in generale.

È in questo stato che le allucinazioni si dividono in 3 tipi principali: allucinazioni da incubazione (la sensazione che qualcuno stia strangolando o premendo sul petto), presenza ossessiva (è un "ospite non invitato", questa è la sensazione di qualche creatura vicina, per lo più pericolosa) e allucinazioni vestibolari-motorie (sensazione come se una persona "lascia il corpo", vola, galleggia, si guarda di lato e altre sensazioni di movimento).

Ci sono sintomi comuni per tutti i tipi di paralisi:

  • Difficoltà a respirare (da leggero a soffocamento, o come se si dimenticasse come respirare);
  • una falsa sensazione di arresto cardiaco, dopo di che il battito cardiaco aumenta e diventa estremamente forte;
  • la pressione sanguigna può aumentare, può comparire sudore freddo. Una persona è trafitta da un tremore interiore, accompagnato da una sensazione di ansia..

E sebbene i sintomi di solito durino non più di due minuti, per una persona queste condizioni sembrano un'eternità..

Poiché la paralisi del sonno non è una diagnosi medica a tutti gli effetti e nella classificazione dei disturbi del sonno si fa riferimento alla parasonnia, non esiste una diagnosi medica della stessa sindrome della vecchia strega. Inoltre, se lo stupore assonnato è accaduto solo una volta, allora non avrà senso nella diagnosi. È un'altra questione se questa condizione si manifesta regolarmente. Per prima cosa devi contattare un sonnologo e un neurologo. Il medico esaminerà i sintomi che impediscono al paziente di dormire. Valuta i rischi e poi istruiscili a tenere un diario. Lì, una persona segnerà le date e i tempi della paralisi, oltre a descrivere gli stati durante lo stupore, le allucinazioni, quanto tempo è durato, lo stato dopo il completo risveglio e quanto tempo ci è voluto per calmarsi. I principali strumenti diagnostici in questa fase sono:

  • test. Ciò include vari test e questionari per lo studio dei sintomi;
  • ricerca neurologica e psicologica;
  • studiare la latenza del sonno, soprattutto in presenza di narcolessia;
  • polisonnografia.

La paralisi del sonno è interessante in quanto può essere sia una causa di disturbi mentali che una conseguenza. Pertanto, se qualcuno dei medici ha dubbi su questo, viene rilasciato un rinvio a uno psichiatra. La paralisi del sonno dovrebbe essere annotata separatamente in coloro che soffrono di sonnambulismo. In questo caso, questo stato è giustificato proprio dal sonnambulismo. Di nuovo, se il sonnambulismo in sé non è un sintomo o una conseguenza dei disturbi mentali.

Perché la paralisi del sonno è pericolosa? Se appare raramente, i sintomi non aumentano, quindi non è pericoloso. Alcuni addirittura praticano coscientemente andando in tali stati. Tuttavia, il frequente stupore del sonno porta a disturbi del sonno persistenti. E questo è già irto di disturbi mentali, oltre a varie malattie psicosomatiche. La privazione del sonno e il sonno di scarsa qualità influenzano tutte le aree della vita di una persona. La frequente paralisi del sonno può portare ad attacchi di panico, sentimenti di maggiore ansia o esplosioni di aggressività. Oltre a disturbi nervosi, nevrosi, è possibile sviluppare tachicardia, insonnia, formazione di fobie, comparsa di difficoltà respiratorie e allucinazioni.

Considerando le conseguenze, vale la pena trattare la paralisi del sonno. Tuttavia, non esiste un trattamento specializzato. Ma ci sono una serie di raccomandazioni per affrontare questa condizione:

  • stabilire un modello di sonno (cioè andare a letto allo stesso tempo);
  • fare esercizio regolarmente durante il giorno, camminare all'aria aperta. È necessario essere il più attivi possibile durante il giorno per essere stanchi in modo positivo al momento del sonno;
  • è necessario rinunciare alle cattive abitudini, compreso l'uso di bevande toniche nel pomeriggio;
  • dovresti prendere infusi di erbe che hanno un effetto rilassante, fare bagni rilassanti, arieggiare la stanza prima di andare a letto;
  • è necessario interrompere l'assunzione di farmaci che causano l'insonnia;
  • devi imparare ad addormentarti su un fianco, perché è addormentarsi sulla schiena che provoca la paralisi del sonno. Si nota anche che gli incubi si vedono più spesso in posizione supina;
  • il numero di ore di sonno dovrebbe essere impostato. Questo viene fatto con uno specialista, perché l'indicatore è individuale.

Se la paralisi del sonno è il risultato di disturbi nel corpo umano o nella psiche, è necessario affrontare direttamente la causa.

Cosa fare se la paralisi del sonno si è già verificata? Ovviamente, in uno stato di panico, è improbabile che una persona sia in grado di ricordare immediatamente queste raccomandazioni, ma la ripetizione regolare aiuterà a ricordarle in un momento così emotivo:

  • prova prima a rilassarti mentalmente;
  • devi fare un respiro profondo, dopo di che devi respirare come al solito;
  • prova a fare almeno un po 'di suono, ad esempio, moo;
  • chiudi bene gli occhi anche se hai gli occhi chiusi;
  • ai primi segni del ritorno della capacità di movimento, è necessario iniziare a guidare la lingua sul palato, sui denti, sulle labbra;
  • devi iniziare a muoverti gradualmente: muovi almeno un dito, gonfia le guance, ruota il piede. È importante fare piccoli e semplici movimenti;
  • Un riscaldamento intellettuale aiuterà finalmente il risveglio: contando da 1 a 10 e viceversa, elencando le lettere dell'alfabeto, ricordando i nomi di tutti i parenti e dei loro animali domestici, tutti gli amici e i loro parenti con i loro animali domestici, elencando le regole della lingua russa o assiomi geometrici, e così via.

Queste azioni ti aiutano a svegliarti completamente più velocemente ea riprendere il controllo del tuo corpo. Tuttavia, ci sono azioni che in nessun caso dovrebbero essere eseguite, poiché aggraveranno la manifestazione della paralisi del sonno:

  • non c'è bisogno di cercare di sbarazzarsi della debolezza muscolare. Non affrettarti a girare la testa o ad alzare le braccia nel tentativo di alleviare la paralisi. Movimenti bruschi, che ancora non puoi fare, non faranno che aggravare la paura e prolungare lo stupore;
  • non è necessario cercare di respirare rapidamente o consentire tale respirazione, perché ciò porterà a una saturazione eccessiva di ossigeno, che aumenterà la tua paura;
  • non dovresti nemmeno trattenere il respiro. Nonostante il fatto che la maggior parte delle persone smetta automaticamente di respirare per la paura, è più corretto assumere il controllo della respirazione, come descritto sopra. Il fatto è che l'anidride carbonica accumulata a causa del trattenere il respiro renderà ancora più difficili i riflessi respiratori, il che porterà a un maggiore stato di orrore..

Dopo aver affrontato il trattamento, sorge la domanda: perché compare la paralisi del sonno? Quali sono le cause di questa condizione? La stessa paralisi del sonno è spontanea e si verifica a causa di disturbi a breve termine nel sistema nervoso, quando c'è una discrepanza tra i processi di coscienza e l'attività muscolare nelle diverse fasi del sonno. La paralisi del sonno è più comune negli adolescenti a causa della ristrutturazione del corpo. Ci sono anche una serie di fattori provocatori:

  • regolare mancanza di sonno;
  • stress frequente;
  • la presenza di disturbi mentali (come il disturbo bipolare, per esempio);
  • fallimento dei bioritmi (di solito si verifica quando si cambia fuso orario);
  • sindrome delle gambe agitate;
  • la presenza di gioco d'azzardo, alcol o altra dipendenza;
  • dormire in una posizione scomoda;
  • la presenza di narcolessia;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • predisposizione genetica;
  • presenza di sonnambulismo.

Daria Belyaeva - psicologa e coach per la crescita personale

Esiste anche un gruppo a rischio, che comprende persone con le seguenti caratteristiche: persone troppo sospettose e ansiose; avere un lavoro eccessivo del sistema nervoso; adolescenti; persone con nevrosi; individui che tendono a tenere tutto per sé, che sono introversi.

Per prevenire la paralisi del sonno, utilizzare gli stessi consigli del trattamento: regolare il sonno, un ambiente favorevole in camera da letto, allenarsi in condizioni di stress e così via..

Infine, vorrei scrivere 6 fatti curiosi sulla sindrome della vecchia strega.

  1. La paralisi del sonno può capitare a chiunque. Assolutamente. E a qualsiasi età. Nessuno è immune da questo stupore, accompagnato da visioni da incubo;
  2. Le visioni possono essere più che mitiche. Possono apparire parenti defunti o viventi che compiono azioni insolite, trasformandoti in qualcosa di terribile;
  3. Eppure le allucinazioni possono essere carine, divertenti. O anche attraente, sexy. Inoltre, l'eccitazione e il piacere sessuale saranno percepiti in modo diverso, non del tutto fisicamente;
  4. Le allucinazioni possono interagire con la realtà. Quindi, ad esempio, se chiudi la porta in anticipo di notte e ti barrichi, le ombre, i mostri o chiunque arrivi lì tireranno la maniglia, busseranno, romperanno la serratura, graffieranno la porta con gli artigli, proveranno a spostare le barricate;
  5. La paralisi del sonno è strettamente correlata alla nostra cultura. Ecco perché gli alieni rubano qualcuno, e un bambino demone salta sul petto di qualcuno;
  6. Non esiste una cura per la sindrome stessa. Ancora. Gli scienziati non possono risolvere il mistero dell'apparizione di questa paralisi. Pertanto, le raccomandazioni sul trattamento sembrano raccomandazioni di prevenzione. In linea di principio, questo è il caso.

Ti auguro un buon sonno, sogni piacevoli e salute!

6 motivi per cui la paralisi del sonno è la cosa peggiore al mondo

Il cervello umano in molti modi si comporta come un vero pezzo di merda. Anche piccoli "incidenti" possono trasformare il tuo mondo in un incubo a occhi aperti. La paralisi del sonno, ad esempio, che lo fa letteralmente. Questa è un'esperienza terrificante e abbastanza comune di svegliarsi con l'incapacità di muoversi e avere vivide allucinazioni a cui non si può resistere..

Abbiamo parlato con alcune delle persone che hanno subito questa violazione per capire come ci si sente quando i tuoi incubi ti perseguitano nella vita reale. Avviso spoiler: questo è un male.

6. Può succedere a chiunque, incluso te.

La paralisi del sonno sembra piuttosto semplice. Il cervello continua a dormire quando il corpo è sveglio. Quando ti addormenti, il tuo cervello rilascia sostanze chimiche che interferiscono con i tuoi movimenti. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle persone non si alza dal letto per farsi dei selfie quando sogna di essere la migliore amica di Tony Hawk. Alcune persone non ne hanno mai abbastanza di questa sostanza chimica, che porta al sonnambulismo..

In un certo senso, la paralisi del sonno è esattamente l'opposto del sonnambulismo. Sei sveglio, ma il tuo cervello continua a produrre sostanze chimiche che impediscono i tuoi movimenti. Quindi, se il vero Tony Hawk entrasse nella tua stanza e ti chiedesse di diventare il suo migliore amico, non saresti in grado di annuire, rispondere o fare nient'altro. Sfortunatamente, la maggior parte delle persone non vedrà nemmeno Tony Hawk; invece, avranno allucinazioni con coloro che i nostri intervistati hanno descritto come "persone ombra".

La ricerca suggerisce che circa l'8% della popolazione soffre di paralisi cronica del sonno. Questo numero sale al 28% nelle persone che soffrono di altri problemi di sonno e sale al 34% nelle persone che soffrono di problemi di salute mentale come la depressione. Tuttavia, mentre i casi cronici sono piuttosto rari, alcuni studi suggeriscono che una persona su quattro sperimenterà la paralisi del sonno almeno una volta. In molti casi, non sapranno che si tratta di un disturbo del sonno; penseranno di aver visto un vero fantasma o demone.

In effetti, esiste una teoria secondo cui la maggior parte della fede dell'umanità nel paranormale deriva da questo strano errore. Questi sogni a occhi aperti possono essere così realistici. Hanno costretto generazioni di persone a chiedere l'espulsione degli spiriti maligni o semplicemente a trasferirsi dalla casa maledetta.

5. Quando le visioni non si limitano alle persone ombra, diventano ancora più terrificanti.

Le allucinazioni della paralisi del sonno possono essere visive, come le persone ombra, o uditive, che consistono principalmente in strilli terrificanti, come se qualcuno stesse calpestando un Lego fatto di chiodi. Spesso, le persone ombra circondano il tuo letto. A volte si muovono. Un soggetto del test di nome Sean ha descritto come ha visto un uomo ombra girare come uno stupido pubblicitario gonfiabile. E da bambino, vedeva sua madre nelle sue allucinazioni.

"Ero molto giovane, avevo cinque o sei anni, e ricordo che mia madre entrò nella mia stanza una sera tardi. Non riuscivo a muovermi e pensavo che qualcosa non andava in me, e mia madre venne ad aiutarmi Ma quando si è avvicinata al letto, ho visto che i suoi movimenti sembravano strani e innaturali.Il suo viso era diverso, e prima che me ne rendessi conto, era già seduta sul mio letto e mi fissava, sorridendo.Non potevo reagire, e presto il suo viso iniziò lentamente a trasformarsi in qualcosa di demoniaco, ma sempre sorridendo, sentii una forte pressione e chiusi gli occhi, incapace di gridare ".

Diversi anni dopo, da adulto, Sean vide sua moglie in un altro sogno paralitico. "Mi sono svegliato una notte e ho sentito mia moglie che mi parlava, ma la sua voce è distorta e confusa. All'inizio non capisco niente e cerco di capire cosa sta succedendo, e lentamente mi rendo conto che non posso muovermi. succede, la sua voce torna normale e dice "Oh, a proposito, non sono veramente Emily", e poi improvvisamente qualcosa mi afferra la gola e inizia a soffocarmi. ".

Oh sì, la sensazione di soffocamento è abbastanza comune durante questi episodi, molto probabilmente a causa della paralisi dei muscoli delle vie aeree superiori. Quanti di voi provano un po 'di panico solo immaginando questa merda?

4. A volte le allucinazioni sono carine (o sexy)

Sia la madre che la nonna di Shawn soffrivano di questa condizione, il che ha senso quando si sente parlare di un recente studio che conferma un possibile legame tra paralisi del sonno e genetica (alcune persone ottengono geni per capelli alti e lussuosi, altri ricevono visite notturne da demoni). Ma, secondo Sean, sua madre non ha mai visto persone ombra. Ha appena visto i gatti correre per la sua camera da letto. Nemmeno i gatti demoni che miagolano costantemente anche se le loro ciotole sono piene. Solo vecchi gatti normali.

"Secondo lei, erano sempre gatti neri che saltavano sugli armadietti, che camminavano per la stanza. Niente di sinistro, solo gatti normali. Sono un po 'geloso.".

Sean potrebbe anche invidiare alcune delle allucinazioni sessuali che Corey, un altro soggetto del test, ha visto. E intendiamo sexy nel senso più carino:

"Quindi, di solito accade tutto allo stesso modo: mi sveglio nel mio letto, ma so che questo è un sogno. Poi aspetto di scoprire chi verrà a trovarmi. Lo saprò quando verrà, perché vedo, mentre le foglie dei fiori di ciliegio fluttuano nella mia stanza. Mi concentro su di lei e lei mi guarda dritto negli occhi, più a lungo dura, più grandi diventano le sue pupille, e poi iniziano a brillare nella stessa luce gialla. Quando ciò accade, Sento un piacere sessuale che è davvero difficile da descrivere. Non sembra la cosa reale, è più come qualcosa di interno, se ha senso. ".

In realtà. sì, è ancora piuttosto terrificante.

3. Le allucinazioni possono interagire con il mondo reale in modi strani

Aspetta perché le cose diventeranno più strane ora.

Sean ha avuto un'esperienza con gli Shadow People, in cui invece di starsene in giro per il letto e spaventarlo come al solito, sono entrati per la prima volta dalla porta. Sean sentì lo scatto della serratura e la porta iniziò ad aprirsi lentamente e con uno scricchiolio. All'improvviso, un gruppo di persone ombra si precipitò nella stanza e lo circondò. Apparentemente, anche le parti del corpo che controllano la vestizione dei pantaloni erano paralizzate in quel momento..

La notte successiva, ha escogitato un piano. Quando le persone ombra entravano dalla porta, pensava di poter evitare un altro terrore bloccandola prima di andare a letto. Con sua sorpresa, ha funzionato. Beh, più o meno.

Invece di entrare, gli intrusi hanno tirato la maniglia e hanno graffiato la porta. Di conseguenza, hanno persino iniziato a bussare alla porta finché non è uscito da questo stato e il rumore è cessato. Vedere? Questo va un po 'meglio.

2. La paralisi del sonno è impressa nella nostra cultura

Non tutte le esperienze si concludono con visioni terrificanti e mancanza di respiro. Molte persone si sentono come se fossero state sollevate dal letto e fluttuassero nell'aria (incluso Sean, che aveva sogni in cui si sentiva alzarsi sopra il letto). Questo è spesso accompagnato da voci smorzate e incomprensibili..

Questo è il motivo per cui molti esperti credono quando le persone affermano di essere state rubate dagli alieni quando in realtà hanno sperimentato la paralisi del sonno. Nel frattempo, nelle Indie occidentali, la paralisi del sonno è chiamata kokma e si crede che sia dovuta a un bambino fantasma che afferra la persona addormentata per la gola, saltandogli sul petto. I cinesi lo chiamano gui ya e credono che il fantasma che ti ha attaccato si sieda sul tuo petto mentre dormi. Tutti lo spiegano semplicemente con qualsiasi mitologia a portata di mano..

Puoi anche vederlo apparire in famose opere d'arte, come L'incubo di Heinrich Füssli, che mostra tutti i classici segni della paralisi del sonno.

La donna è sdraiata sulla schiena, il demone è seduto sul suo petto (respiro affannoso) e sullo sfondo sono visibili figure sfocate. Ci piace pensare che l'artista abbia chiamato il dipinto "Incubo" a causa della figura scura sullo sfondo - solo perché la presenza di demoni non significa che non puoi divertirti con i giochi di parole. Corey ha anche creato dipinti e musica ispirati dalle sue allucinazioni. Non sono così calmi come ti aspetteresti..

1. Non esiste una cura semplice

Allora cosa farai se ti succedesse questo inferno? Una volta avviato, non puoi fare molto. Ci sono molti consigli divertenti su Internet, come cercare di rilassarti (mentre cercare di combattere aumenterà solo il tuo panico, poiché questa è una battaglia che ovviamente non puoi vincere). Altri insistono sul fatto che puoi combattere la paralisi concentrandoti solo su un dito del piede o su una mano, e se riesci a farlo muovere, "spezzerai l'incantesimo". Uno degli intervistati, Bill, dice che non è facile.

"C'è una sensazione opprimente che devo superare per iniziare a muovermi, o morirò, e qualsiasi tipo di movimento sembra incredibilmente difficile. Di solito cerco di iniziare a dimenare un dito del piede o muovere un arto, e mi porta via ogni grammo di forza che trovo in me stesso. per svegliarmi completamente e iniziare a muovermi, e se smetto di fare sforzi costanti, devo ricominciare tutto da capo. Se so che qualcuno è in piedi accanto a me, cercherò di chiedergli aiuto, ma di solito posso solo borbottare qualche incoerente parole ".

La prevenzione è la chiave. La maggior parte degli scienziati ritiene che le persone possano gestire la paralisi del sonno con schemi di sonno più coerenti. Come accennato in precedenza, la paralisi del sonno è solitamente un segno di altri problemi. E se hai mai avuto bisogno della motivazione per andare a letto in tempo, eccola qui: tiene quei dannati mostri fuori dalla tua stanza..

Trovati duplicati

L'ho avuto una volta. Fortunatamente, sapevo già del fatto che le persone vedono alieni e bobine in questi casi, altrimenti avrei sicuramente creduto nell'altro mondo. Nella mia stanza, più vicino al mattino, qualcuno sembrava davvero camminare e lanciare oggetti con i piedi. C'è una pila di giocattoli per bambini sul pavimento e ho potuto sentire direttamente la creatura che si muoveva per la stanza, spingendoli via con i suoi piedi. Non potevo muovermi, ma capii che non stava accadendo nulla del genere, poiché mia moglie e mio figlio dormivano fianco a fianco e questi suoni chiaramente non li disturbavano. Insomma, qualcosa si è avvicinato al letto dalla mia parte e poi i rumori si sono placati.

Ho avuto tali allucinazioni, come se vedessi un fantasma. O no se?

Mi sveglio, sento la presenza di qualcuno, vedo una donna vestita di bianco, capelli scuri, mi alzo e guardo. Ho cominciato a dirle: "vai via, hai incasinato l'appartamento, non hai vissuto qui e non sei morto, la casa era nuova. Ciò significa che non hai niente a che fare con quella stanza. Vai al tuo appartamento, vai al tuo. Silenziosamente mi voltai e cominciai a dissolversi..

Per me è anche divertente e interessante. Ma la mattina ho ricordato mia nonna, che una decina di anni fa, morendo nella stessa stanza, ha visto una donna esattamente uguale, vestita allo stesso modo, con la stessa descrizione, nello stesso posto. La nonna la vide per diverse notti di seguito, finché non la mandò in tutto l'appartamento. Forse non è divertente.

è successo 1-2 volte durante l'infanzia, quella spazzatura era un'ombra e un panico, dopo 5 secondi è scomparsa ma il mio cuore batteva da molto tempo

è la cosa peggiore del mondo

Sì, proprio ora! In qualche modo ho sperimentato la paralisi del sonno.

Rispetto al fine settimana al lavoro, incontro la mattina dopo l'alcol e rotture di baclofen - cazzate di cane.

Sono state 2 volte. La prima volta che l'ha conosciuta di un simile fenomeno ed era notoriamente stufo - ho potuto urlare "Mamma" solo dopo pochi minuti di tentativi.

Per la seconda volta ho già letto Terry Pratchett con il suo Discworld Science, dove questo fenomeno è descritto in dettaglio. Ho avuto molto piacere, non c'è più paura, ma l'interesse rimane.

Con le urla in un tale stato, è generalmente difficile. I vicini hanno detto che ha emesso un tremendo sibilo quando ha cercato di urlare per la paralisi. E quando ero ancora una fica, ero prepotente, quando mia sorella maggiore ululava di notte. Brrr. Solo una dozzina di anni dopo, ho capito che era la buona vecchia paralisi che aveva.

In quale libro è descritto?

Scienza del mondo piatto.

Leggo costantemente man mano che escono i libri. Ora ho finito "Little Gods". A quanto ho capito, la "scienza" può essere avviata proprio ora?

No, è meglio dopo tutti gli episodi per capire le barzellette.

E ho pensato che, al contrario, aiuterà a capire meglio ogni libro. Anche se tutto sembra essere chiaro.

Una questione di gusti, probabilmente. L'ho incontrata dopo.

se mi addormento in una posizione innaturale alla televisione e questa merda viene per me. L'ultima volta che mi hanno afferrato per la gola e mi hanno strangolato, realisticamente, come se in realtà ti strangolassero e non puoi muoverti.

All'età di 15 anni iniziò. Creatura ispida sul petto, è difficile respirare. Terribile paura, paura di dormire. Man mano che maturavano, una creatura si abbracciava, respirava alle spalle, orrore. Negli anni ho imparato a combattere. Il metodo che mi ha aiutato per molto tempo: giusto in un sogno (o come dovrei chiamare questo stato?) Quando sei paralizzato e tutta la schifezza ti sta respirando nella parte posteriore della testa, devi resistere molto forte, non aver paura, ma solo essere molto arrabbiato, giura a te stesso, a questa creatura incomprensibile - e se ne va. Sembra che abbia pensato, vinto, capito. E poi è iniziato qualcos'altro. Quando mi addormento (se SP) provo dolore fisico - qualcuno mi morde le mani e mi torce le dita. Mi sveglio, senza dolore. Tutto è come nella realtà. Dannazione, spaventoso. Prima c'era una paura, ora un'altra

All'università, a causa della tensione e della mancanza di sonno, succedeva spesso. All'inizio era inquietante, ma poi mi ci sono abituato. La cosa più strana è successa quando i miei occhi erano socchiusi e ho visto un po 'la situazione intorno. Un momento lo riempì bene: il chiaro di luna dalla finestra, davanti alla finestra c'è la sagoma nera di un laptop (come si è scoperto dopo), e il cervello di questa sagoma fa la testa di un fottuto coniglio nero che cresce e riempie tutto lo spazio, era inquietante. In tali momenti, un suono inquietante in crescita è costantemente infestato, come nei film dell'orrore. Ma a volte sono successe cose interessanti. Un paio di volte mi sono ritrovato in questo stato e ho controllato il mio udito (come mi sembrava). Potrei accenderlo e sentire cosa stava succedendo intorno, oppure potrei spegnerlo, ma poi tutto è stato riempito con qualcosa come un rumore bianco.

Sì. era. Anche il palo segato. Hanno detto che era paralisi del sonno. E così chiaramente. https://pikabu.ru/story/khozyain_kvartiryi_5977538

non c'erano allucinazioni del genere, ma le sensazioni sono specifiche.

# 1 Ipotesi di Goldbach

Ieri ho postato un post sul libro "The Greatest Mathematical Problems". Onestamente, non mi aspettavo una reazione così positiva dai miei lettori. Nei commenti ho letto che molti vogliono sapere di cosa si tratta.

Pertanto, l'argomento di questo articolo sarà proprio la congettura di Goldbach

Per me, da liceale, la matematica è molto interessante, a proposito, se tra voi (miei lettori) ci sono anche liceali che amano il matan scriveteci nei commenti, vediamo quanti di noi.

Così, su Internet ho trovato un libro di Enrique Grassia "Numbers a long road to infinity", questo libro descriveva le caratteristiche e la storia dello studio dei numeri primi, è stato lì che ho trovato la prima menzione della congettura di Goldbach

Poi in libreria mi sono imbattuto nel libro di Ian Stewart The Greatest Mathematical Problems, che menzionava anche la congettura di Goldbach.

L'ipotesi di Goldbach fu formata dal matematico tedesco Christian Goldbach e fu descritta per la prima volta nella sua lettera a Eulero. La condizione dell'ipotesi è:

Qualsiasi numero intero pari maggiore di due può essere rappresentato come la somma di due numeri primi (parte binaria dell'ipotesi).

Ma c'è anche una parte ternaria di questa ipotesi, che suona così: qualsiasi numero dispari maggiore di 5 può essere rappresentato come una somma di tre numeri primi.

Sembrerebbe che qui sia difficile

6 = 3 + 3 e tutto è chiaro, ma non lo è. Il fatto è che tali soluzioni non rispondono alla domanda sull'essenza stessa dell'ipotesi. Nello specifico, ci sono luoghi in cui questa ipotesi non funziona e perché?

Per risolvere il problema ternario, i matematici hanno utilizzato il cosiddetto metodo di sovrapposizione.

Questo metodo ha ridotto significativamente la gamma di numeri primi, e quindi lo spazio di ricerca. Successivamente, Shnerelman ha formato una costante che un certo numero C è uguale alla somma di alcuni n

Nel 1923, Hardy e Littlewood usarono la teoria della probabilità per risolvere l'ipotesi, dimostrando che la costante di Schnerelman è numeri fino a 10

Negli anni '90, Olivier Ramaret ha dimostrato che la costante era 6, e solo nel 2013 un matematico peruviano ha dimostrato la congettura di Goldbach riducendo la costante da sei a 4 e utilizzando la teoria della probabilità.

Ma l'ipotesi binaria di Goldbach non è stata ancora risolta

Di per sé, l'ipotesi di Goldbach ha qualcosa in comune con il teorema di Fermat, vale anche la pena notare che, secondo i cosmologi, l'ipotesi di Goldbach potrebbe diventare un'altra conferma dell'infinità del nostro universo e dell'esistenza dei wormhole..

1.Il romanzo Uncle Petros è stato scritto sulla congettura di Goldbach e la congettura di Goldbach è incentrata sulla storia di un matematico che cerca di dimostrare l'ipotesi.

2. La Cornell University paga 5 milioni di dollari per risolvere l'ipotesi di Goldbach

Grandi compiti

Senza dubbio tutti almeno una volta nella vita abbiamo sentito parlare del teorema di Fermat, del teorema di Poincaré, della teoria di Yang-Mills.

Per molti di noi, questi compiti terminano con i nomi e per molti di noi sembra qualcosa di irreale, distante.

Questo articolo si concentrerà sul libro

I "Greatest Mathematical Problems" di Ian Stewart

In questo libro, l'autore scrive con incredibile semplicità di spiegazione sui compiti più difficili dell'umanità..

Ad esempio, a me (da liceale) è piaciuto il capitolo sull'ipotesi di Goldbach, la spiegazione è iniziata con concetti e regole semplici che gradualmente sono passati nella storia dell'ipotesi e tentativi di risolverla.

Nonostante il volume abbastanza grande del libro (circa 500 pagine), il libro è di facile lettura ed estremamente appassionante. Anche in questo libro l'autore risponde alla domanda se la matematica gioca un ruolo importante nella nostra vita, la risposta a questa domanda è espressa in molti esempi.

Questo libro, nonostante la sua monotonia a prima vista, ha molti temi che si spostano dall'uno all'altro..

A mio parere, questo libro è un vivido esempio di buona saggistica.

Partiti (Parte seconda. Chi sei. Non ti ho chiamato. Parti.)

Ooooh. Solo ora ho capito che bravi ragazzi, ho scritto tutti i post precedenti. Voglio inchinarmi a tutti loro, a tutti loro, dalla plesiadapis a tutti i tipi di homo. I ragazzi erano gentili e responsabili. Ecco alcune ossa per te, ed eccone altre, ecco guarda, un teschio quasi solido, ma vai lì, scava, c'è uno scheletro praticamente intatto preparato per te.

Grazie anche a quegli homo sapiens che corrispondono davvero a questo nome, scienziati - quelli bolliti. Hanno ricercato tutto, descritto tutto (non lo sottolineerò). Ho iniziato a parlare, ho dimenticato qualcosa o non lo sapevo - nessun problema! Ho tirato fuori un libriccino dallo scaffale, ho letto il capitolo necessario, ho guardato un paio di lezioni sul mandrino, ho guardato le immagini sul sito tematico e vai avanti, scrivi e sii felice! Grazie a tutti loro.

Non è tutto per il gatto Shrovetide.

Chi è mr. denisovets?

Denisovans (homo heidelbergensis of Asia) sono tre denti pesanti e un pezzo di dito, come questo.

Un pezzo della falange del mignolo (a destra, se quello.):

Trova nella grotta di Denisova (da cui il nome) un carro e un carretto, il problema è che tutti i tipi di creature hanno vissuto lì per 300mila anni, Denisova, Neanderthal, Sapiens, il loro meticcio e il diavolo sa chi altro. Due denti, ora attribuiti ai Denisoviani, furono ritrovati ai tempi dell'URSS, durante la grande estinzione dei segretari generali, per lungo tempo furono descritti come "Neandertaloidi". Verrebbero descritti ora, probabilmente allo stesso modo, ma recentemente hanno finalmente imparato a lavorare e hanno iniziato a portare benefici reali ai signori della genetica, l'aspetto dell'uomo di Denissov è il loro merito. E sebbene al paleoantropologo classico non piaccia davvero trarre conclusioni solo sulla base del DNA isolato, in questo caso semplicemente non c'è altra via d'uscita..

Ok, non ne uscirò più, volevo parlarne alla fine. Meno di un anno fa, i nostri amici cinesi hanno finalmente esaminato e descritto questa cosa che è stata trovata molto tempo fa in Tibet. I. Niente, non è cambiato molto.

Mascella grande con denti grandi. Inoltre, le persone intelligenti sono riuscite a sradicarne alcune proteine, a estrarne il DNA e, voilà! L'uomo di Denissov, ciao, cara! C'è anche un teschio interessante di alcuni Huimuilundun, o qualunque cosa sia, ma non è stata ancora adeguatamente studiata, non è chiaro di chi aspetteremo. Ci saranno molti candidati ora, gli antropologi cinesi cesseranno presto di resistere (si aspettano ancora che le persone moderne vengano dall'Asia, ma scusatemi, vorrei rispondere con il famoso detto di Vadim Yevseyev. No, non lo farò, improvvisamente qualcuno ha meno di diciotto anni). Wangyu, tra un anno, cinque o dieci potremo parlare dei Denisoviani con la stessa sicurezza di Neanderthal, perché in Cina molto di tutto è stato dissotterrato, non più dissotterrato, e il Tibet è rimasto quasi intatto fino ad ora.

Nel frattempo, abbiamo conclusioni scientifiche..

C'era una volta, tanto tempo fa, alcuni homo erectus lasciarono l'Africa, privandosi così dell'opportunità di diventare persone intelligenti (homo sapiens), ma riuscirono a produrre diverse discipline umanistiche parallele, e quante di loro non abbiamo idea, nessuno lo sa.

È chiaro che coloro che sono scappati dall'Africa hanno iniziato ad evolversi in un modo leggermente diverso rispetto ai nostri diretti antenati africani, e ad un certo punto quelli che se ne sono andati e si sono trasferiti a destra sono diventati specie diverse e l'uno relativo all'altro. La genetica è una scienza giovane e inesperta, i numeri si chiamano diversi, ora 700mila anni, poi 500mila anni, poi un altro numero di migliaia di anni, insomma, prima ci hanno lasciati e poi si sono sganciati l'uno dall'altro. Considerando che un kirdyk è venuto a tutti, possiamo sicuramente dire che era necessario stare con noi e non armeggiare da nessuna parte.

Sfortunatamente, nel ripristinare l'aspetto di un uomo denisoviano, la genetica non è quasi in grado di aiutare, oggi è solo chiaro che avevano denti e mascelle grandi, capelli e occhi scuri e anche la pelle era scura, molto probabilmente.

Ma ciò che i genetisti amano e sanno fare è cercare le impurità. Dicono che non hai nemmeno bisogno di nutrirli, fammi solo trovare una sorta di impurità. E naturalmente è stata trovata anche una mescolanza di Denisoviani nelle persone. Il prossimo paio di frasi, sconsiglio vivamente di leggere ai razzisti, al Ku Klux Klan e ad altri fan del potere bianco, non accendete la vostra scoreggia. Quindi, in base al genoma umano, gli unici sapiens purosangue rimasti sul pianeta sono i neri africani, che, seguendo i precetti dei loro antenati, continuano a frequentare l'Africa. Noi, la maggioranza assoluta della popolazione mondiale, abbiamo un pezzo del genoma di Neanderthal. Ma i papuani, gli aborigeni australiani, alcuni melanesiani, alcuni cinesi meridionali e alcuni altri abitanti della regione Asia-Pacifico, persino gli eschimesi, a quanto pare, portano in sé l'eredità sia dei Neanderthal che dei Denisoviani. Dannazione mezzosangue, hehe.

Ebbene, allora entrano in gioco la geografia, la cronologia e la logica. Lo chiamerei "MTK" (metodo scientifico poke). Ti esorto a non trattare questo metodo con disprezzo, il tuo umile servitore, con il suo aiuto, più di una volta ha superato la fisica, lo schizzo e altri compiti perversi per la superintelligenza (no, geometria descrittiva - copiando..

Allora, cosa abbiamo? La miscelazione con i sapiens, a quanto pare, è avvenuta da qualche parte nel sud-est dell'Eurasia (India, Cina meridionale, Indonesia), e abbiamo scavato i loro pezzi pietosi in Altai, da cui deduciamo sull'habitat dell'uomo di Denissov di Altai (confine della Federazione Russa, Cina e Mongolia) all'Indonesia, alle Isole Filippine, in generale, a tutta l'Asia orientale. E poi i nostri Denisoviti, che provengono dalla grotta Denisova, sono molto probabilmente dei miserabili perdenti, spinti fino al limite settentrionale. Purtroppo è impossibile isolare il DNA da reperti più meridionali, anch'essi sono stati conservati in un clima caldo, e quelli di cui si scopre sono già sapiens.

Sulla base di questa logica geografica, gli antropologi moderni stanno cercando di legare i Denisoviani al Sinanthropus (ancora una sottospecie di Homo erectus).

Ma i sinantropi sono più vecchi e i loro denti sono più piccoli. I tuoi denti sono ingranditi? Tipi diversi? Grande diversità intraspecifica? Sconosciuto. Non abbiamo il DNA di Sinanthropus, non abbiamo un intero cranio di Denisovan, non abbiamo una faccia intera né dell'uno né dell'altro, in breve, signore e signori, scavando bastoni nelle nostre mani, mani in piedi e scavare, scavare e ancora scavare. Genetisti dell'occhio in un microscopio e anche arbeiten, shnelle-shnelle. Nel frattempo, considereremo, come tutti, i Denisoviani discendenti del Sinantropo.

In generale, a differenza dell'Europa, scavato su e giù, e anche l'Africa, dobbiamo ancora studiare e studiare l'Asia. Data la distanza e la diversità dell'ambiente, quante persone troveremo lì e come saranno collegate tra loro, si può indovinare fino a quando non sarà blu in faccia. In breve, voglio catturare un paio di residenti dell'isola.

E i primi saranno le persone di Ngandong, il nome non è ancora normale per loro. È chiaro che questi sono i discendenti degli erectus che raggiunsero l'isola di Giava, l'allora estremità della Terra. Gli stessi Ngandong sono classificati come erectus o sapiens, e potrebbero anche essere Denisovani, perché no? Il fatto è che gli antenati raggiunsero Giava via terra, un milione o un milione e mezzo di anni fa, poi il livello dell'oceano salì e si abbassò, ma dall'esterno poche persone penetrarono qui, quindi gli Ngandoniani si sono evoluti per centinaia di migliaia di anni nel loro modo speciale..

E si sono evoluti in alcuni tratti molto specifici che non si trovano in altri compagni fossili. Secondo la tradizione consolidata, non mi annoierò dell'unicità dell'assenza dei processi ritardati dell'osso temporale e di altri condili occipitali. L'altezza di uno degli individui è risultata essere di circa 1,65 m - molto nella media. Il volume medio del cervello per tutti i crani è di 1100 cm³ - medio e noioso.

È interessante notare che tutti i 14 frammenti di teschi e diverse ossa sono stati trovati, infatti, in un unico posto, qui puoi accendere la tua immaginazione, camminare sul difetto! Cannibal Brain Eating Party? Teste mozzate che pendono lungo il perimetro? Sì, molto probabile, visti i danni ai crani. Ma potrebbe non essere, dato che questo tesoro è stato trovato sulle rive del fiume, in strati fortemente misti. Quali pietre stavano bussando loro? Quali animali li rosicchiavano? Sconosciuto.

I Ngandongchan hanno lasciato un segno nell'uomo moderno? Alcuni scienziati occidentali stanno cercando di legarli agli aborigeni australiani, ma non funziona molto bene, oh, scusa Mikhail Nikolaevich Zadornov ci ha lasciato, dimostrerebbe rapidamente che quelle persone di Ngandong sono persone moderne di Hong Kong e chiuderebbe l'argomento. Gli Ngandongchins erano ragazzi molto specifici, non c'è niente di simile in noi, si sono estinti, sembra molto prima dell'arrivo dei Sapiens, il che non sorprende, l'isolamento raramente porta a qualcosa di buono (sto parlando di evoluzione, se quello).

E soprattutto, la zoppia dello sviluppo in isolamento, è dimostrata dai nostri ultimi eroi di oggi, homo floresiensis, anche lui è un uomo di flores, è anche uno hobbit dell'isola di Flores (50-100 mila anni fa).

All'inizio, circa un milione di anni fa, navigarono per Flores, apparentemente dall'isola di Giava, ordinario Pithecanthropus, erectus locale, furono trovati anche loro, va tutto bene, ma poi, nelle condizioni chiuse di una minuscola isola, iniziò il divertimento.

L'evoluzione sulle isole, in linea di principio, ama essere strano, ad esempio, aumentare qualcuno al gigantismo.

Diciamo il pappagallo Kakapo, così grande per un pappagallo (fino a quattro kg di peso) che si è dimenticato di volare.

E sulla stessa Flores ha vissuto con gli hobbit e vive ancora oggi il drago di Komodo, la lucertola più grande del mondo. Il maledetto dinosauro può pesare fino a 100 kg ed essere lungo fino a 2,5 metri. Considerando che piccoli coccodrilli, cinghiali, cani, bovini e così via sono inclusi nella dieta delle lucertole che sono state tagliate corte, mi sembra che gli abitanti di Flores ne abbiano sofferto, ma non scherzare.

Di recente, le cose sono andate peggio per loro, indovina chi è chukhan e ti spiazza?

L'evoluzione dell'isola manda gli altri nella direzione opposta, giocando con loro - chi è questo nano qui? Di solito gli artiodattili, i predatori a sangue caldo e la proboscide non sono fortunati, non so a quale di loro l'evoluzione abbia attribuito l'arrivo del Pitecantropo, ma in poco meno di un milione di anni (anche meno, molto meno) si sono raggrinziti notevolmente.

Non qualcosa è diminuito, ma tutto. Poiché nella grotta di Liang Bua, tra le altre cose, è stato trovato quasi uno scheletro intero, sappiamo molto su di loro. Sono lieto che dai primi ritrovamenti siano state tratte ipotesi e conclusioni, che sono state confermate da ritrovamenti successivi a Mata-Menge, dove sono stati rinvenuti resti di 650-800 mila anni, e appartengono chiaramente a una specie intermedia, tra Pitecantropo e hobbit. Ad esempio i denti sono già piccoli, più piccoli dei nostri, ma la struttura è la stessa di quella del Pithecanthropus. È lo stesso con la mascella e il cranio nel loro insieme. La rapidità dell'evoluzione isolata è interessante, un milione di anni fa: il normale Pithecanthropus, come tutti gli altri, e dopo trecentomila anni, o anche meno, già nani. Il prosciugamento è confermato anche dagli strumenti trovati, se i primi arrivati ​​avevano buone costolette a grandezza naturale della cultura acheulea, come tutti gli altri, allora negli strati successivi ci sono già piccoli fiocchi. Ma perché le lancette sono diminuite!

In media, la crescita del popolo Flores era di un metro, forse un po 'di più, un naso largo, una mascella senza una sporgenza del mento, in generale, il cranio sembra più un homo precoce, estinto da tempo lontano in Africa. Braccia molto lunghe e le proporzioni degli arti in generale sono come quelle dell'Australopiteco! Australopithecus bl. 2 milioni di anni fa chi ha vissuto! E la ragazza (lo scheletro hobbit più completo è una femmina) ha meno di centomila anni. Il polso non assomiglia affatto a nessuno. Sì fichi con loro, con gli arti, sai cos'altro c'era a livello dell'Australopiteco? Cervello. 400-450 grammi. Come gli scimpanzé moderni. 2-2,5 volte inferiore a quella degli antenati che sono arrivati ​​sull'isola. Tuttavia, questo non è sorprendente, anche gli ippopotami del Madagascar, gli elefanti a Malta e altri isolani nani hanno perso un volume cerebrale maggiore e più veloce delle dimensioni del corpo.

Ma! Questo è ciò che è importante, per molti anni esisteva il concetto di "cervello rubico", si credeva che qualsiasi attività "umana" fosse possibile solo quando si raggiunge un certo volume del cervello. 700, 900 grammi, le opinioni erano diverse. Qualcosa del genere, gli Australopitechi avevano meno - erano stupidi, non potevano fare nulla, ma il primo Homo Rubicon si incrociava e si precipitava - costruendo strumenti, cercando di comunicare e così via. E il piccolo homo floresiensis l'ha preso e l'ha spaccato su una testa intelligente. Tutti gli scienziati contemporaneamente. Avendo perso metà del loro cervello, hanno continuato a creare semplici strumenti, bastoni affilati, cacciati elefanti nani (stegodon), in altre parole, sono riusciti in qualche modo a preservare la cultura con cui sono arrivati ​​sull'isola. O perdendo le circonvoluzioni, abbiamo mantenuto il più importante, o sottovalutiamo l'importanza dell'apprendimento e del trasferimento della conoscenza, ma in qualche modo siamo riusciti.

Ebbene, per noi hobbit, come tanti altri, sembra che diciamo: "Non dovresti pensare di sapere tutto, cerca e studia finché puoi".

Su questo, forse, fermerò il mio carrello. Bene, se non sei stanco di questo, allora scriverò qualcos'altro.

Cos'è la memoria?

Prima che la scrittura fosse inventata, solo la testa delle persone conservava i ricordi. Parlare con qualcuno era l'unico modo per conoscere il passato. Con qualcuno che aveva più esperienza e sentito di più, pensato di più. Anche oggi, con tutti i tipi di media a portata di mano, i più antichi tra noi rimangono biblioteche di ciò che i media fisici e digitali non possono memorizzare in linea di principio, o non potrebbero, o non possono ancora..

Come tutti i metodi di conservazione, le persone non durano per sempre. I media possono diventare obsoleti. Anche se è a portata di mano una scheda di memoria, potrebbe non essere possibile leggerla. I dispositivi si consumano nel tempo, proprio come dimentichiamo.

Come ricordiamo?

Quando impari qualcosa di nuovo, un'altra ruga o qualcosa del genere non appare nel cervello. Il cervello crea una "catena" di neuroni collegati. Per ricordare qualcosa, il cervello deve attivare questa "catena". Più spesso il cervello lo fa, più forte è la connessione..

Sarà difficile per il mio amico elencare i titoli di tutti i libri che ha letto. Ma non appena pronuncerò il titolo del libro, dirà facilmente se l'ha letto. Il nome che senti probabilmente attiva la “catena” che porta alla memoria di ciò che leggi. A volte, quando guardo i libri sullo scaffale, ricordo subito come ho comprato, dove e con chi.

Ma se tagliassi la "catena" associata alla memoria? È possibile sbarazzarsi di ricordi indesiderati in questo modo??

Solo se tagli la maggior parte del cervello. I ricordi non sono immagazzinati in una parte del cervello, ma sono distribuiti casualmente tra tutte le parti. Gusto da una parte, giallo dall'altra, ecc. Insieme formano un ricordo di come ho assaggiato per la prima volta il purè di patate.

Quali sono le dimensioni della nostra memoria?

Puoi approssimativamente presumere se conti tutti i neuroni e quante "catene" un neurone è in grado di creare. Paul Raeber, professore di psicologia alla Northwestern University, ha calcolato che il cervello può immagazzinare digitalmente fino a 2,5 petabyte di memoria. Questo è più o meno lo stesso della registrazione di un canale televisivo per 300 anni. Queste sono informazioni su tutte le tue abilità, le persone che hai incontrato, ecc. Ma la nostra memoria non è così affidabile come potrebbe sembrare. Quando le cellule cerebrali sono danneggiate, i ricordi svaniscono ed è più difficile ricordare cose nuove..

Effetto Mandela.

Nelson Mandela, presidente del Sud Africa dal 94 al 99, è morto nella sua casa di Houghton il 5 dicembre 2013 all'età di 95 anni. Ma molte persone hanno affermato di ricordare la morte di Mandela in prigione negli anni '80. Molti "falsi testimoni" ricordano addirittura il funerale, che sarebbe stato trasmesso in TV. L'effetto Mandela è pura disattenzione. Non cerchiamo di ricordare tutti i dettagli. Nel 2007, George W. Bush disse metaforicamente che Nelson era morto. C'è anche un intero articolo dedicato a questo..

Riesci a ricordare qualcosa che non è realmente accaduto?

In A World Full of Demons: Science Is Like a Candle in the Dark, Carl Sagan sostiene che è facile impiantare falsi ricordi negli esseri umani. In primo luogo, valuta la creduloneria della persona. Ad esempio, Sagan ha citato persone che, su insistenza di medici o ipnotizzatori, hanno iniziato a credere di essere state rapite dagli alieni oa ricordare gli abusi durante l'infanzia, cosa che non è mai avvenuta. Per queste persone, il confine tra la memoria e l'immaginazione era sfumato e gli eventi che non erano mai accaduti venivano cuciti nella memoria come reali. I partecipanti agli esperimenti sono stati anche in grado di descrivere in dettaglio gli eventi di fantasia, come se fossero realmente accaduti. I falsi ricordi hanno le stesse proprietà di quelli reali. L'unico modo per distinguerli è trovare prove di una memoria che deve essere "testata". Falsi ricordi albergano nella mente delle persone con un QI basso, dei bambini e di coloro che soffrono di malattie mentali (schizofrenia). Se una persona non separa male la finzione dalla realtà, nella sua testa possono sorgere falsi ricordi. I falsi ricordi di interi eventi sono meno comuni dei ricordi parziali (pensando di aver visto un segnale stradale invece di un altro).

I ricordi possono confermare o distruggere un'accusa.

Negli Stati Uniti, un uomo è stato condannato per aver violentato le sue figlie adottive. Le ragazze già maggiorenni lo hanno fatto domanda. L'uomo è stato imprigionato a vita. Le ragazze hanno avuto un'infanzia difficile. Un'ondata di stupri ha investito gli Stati Uniti, che ha lasciato un'impronta nelle loro menti. Le sorelle, dopo che il patrigno fu imprigionato, riferirono di aver eseguito rituali con sacrificio e seppellirono i resti degli animali nel cortile sul retro. La polizia ha scavato l'intero cortile, ma non ha mai trovato nulla. Questa è stata la prima campana per il rilascio di una persona innocente. Dopo una serie di test e altri controlli, le ragazze sono state trovate pazze.

Elizabeth Loftus, psicologa dell'Università della California, Irvine, ha dedicato la sua carriera allo studio dei falsi ricordi. Nel 1980, ha invitato i volontari per la ricerca. Loftus ha inventato una storia su un triste viaggio al centro commerciale, dove si sono persi. Per rendere gli eventi più credibili, ha persino trascinato le loro famiglie. Un terzo dei soggetti ha ricordato in dettaglio l'evento Loftus.

Amnesia, confabulazione, paramnesia sono malattie associate alla memoria. L'amnesia è una perdita di memoria parziale o completa. La paramnesia è una distorsione dei ricordi. Quando confabula, una persona distorce i ricordi aggiungendovi finzione. Nei pazienti con paramnesia, eventi passati e presenti, ricordi reali e fittizi sono mescolati. Questo perché una persona attribuisce grande importanza agli eventi che gli sono accaduti in passato. La causa della malattia è lo stress, il superlavoro. Le violazioni "classiche" sono la sostituzione dei ricordi più piacevoli con i ricordi negativi. Ragioni psicologiche: un complesso di inferiorità o una sensazione di inferiorità personale. Attualmente non esiste un trattamento farmacologico specifico.

Perché le persone ricordano a malapena la loro infanzia?

Con l'età, le vecchie cellule vengono riscritte con quelle nuove nel cervello umano, durante le quali i primi ricordi vengono cancellati. Il cervello dei bambini non è in grado di memorizzare un'abbondanza di informazioni.

I ricordi sono la nostra libreria di immagini a cui prestare attenzione. Espandilo, allena il cervello con compiti logici, ecc. Tutto ciò migliorerà la qualità della memoria e la chiarezza dei ricordi..