Perché alcune persone si mangiano i capelli

Gli scienziati hanno spiegato perché alcune persone mangiano i propri capelli. Nel racconto dei fratelli Grimm, una Rapunzel catturata si tira giù i lunghi capelli attraverso una finestra della torre in modo che il principe possa arrampicarsi e salvarla..

Prende il nome da questa storia, la sindrome di Rapunzel è una condizione estremamente rara in cui i capelli che una persona ha mangiato si aggrovigliano e si bloccano nello stomaco. A una donna di 38 anni è stata recentemente rimossa chirurgicamente una palla di capelli di 15 x 10 cm dallo stomaco..

I sintomi della sindrome di Rapunzel includono nausea, stomaco gonfio, diminuzione dell'appetito, perdita di peso e costipazione o diarrea. La morte per questa malattia si verifica nel 4% dei casi.

Gli autori della revisione BMJ Case Reports hanno rilevato che quasi il 70% dei pazienti con sindrome di Rapunzel erano donne di età inferiore ai 20 anni. Si ritiene che le donne abbiano questa sindrome più degli uomini, perché le loro ciocche di capelli tendono ad essere più lunghe ei loro capelli sono lunghi. hanno maggiori probabilità di rimanere bloccati negli strati dello stomaco.

Alcune persone con disabilità intellettive e alcuni disturbi mentali mangiano i propri capelli, un comportamento chiamato tricofagia. Si ritiene che questi gruppi siano a maggior rischio di sviluppare la sindrome di Rapunzel. Ci sono due disturbi mentali specifici in cui le persone mangiano i propri capelli: la tricotillomania e la pica.

Le persone con tricotillomania si sentono obbligate a strapparsi i capelli, spesso dal punto di perdita di capelli visibile. Molto spesso per poi giocare con le ciocche di capelli rimosse. Uno studio ha rilevato che il 20% delle persone con tricotillomania lo fa quotidianamente, anche ingoiando i capelli. Un altro studio ha rilevato che il 25% delle persone con tricotillomania può avere una palla di capelli nello stomaco..

Pica deriva dalla parola latina "gazza" (gazza), a causa delle insolite abitudini alimentari dell'uccello. Il disturbo include voglie di cose da non mangiare, come argilla, sporco, carta, sapone, tessuti, lana, ciottoli e capelli. La pica di solito non viene diagnosticata nei neonati o nei bambini piccoli, poiché mangiare tutto ciò che li circonda è considerato abbastanza normale a questa età. È più comune negli adolescenti, nelle donne incinte e nelle persone con disabilità intellettive come i disturbi dello spettro autistico. La tricofagia e il luccio sono stati riscontrati anche nelle persone con carenza di ferro.

Che cos'è la sindrome di Rapunzel o perché alcune persone mangiano i capelli? (9 foto)

Nel racconto dei fratelli Grimm, Rapunzel, tenuta prigioniera in cima alla torre, getta i suoi lunghi capelli, attraverso i quali il principe si alza e la salva.

La sindrome di Rapunzel prende il nome dall'eroina di questo racconto. Questa è una malattia estremamente rara che induce una persona a mangiare i propri capelli. Naturalmente, si impigliano e rimangono nello stomaco. Ciò provoca la formazione di un trichobezoar (palla di pelo), che ha una lunga "coda" che si estende nell'intestino tenue.

Storia paziente

Non molto tempo fa, siamo rimasti tutti scioccati dalla storia di una donna di 38 anni il cui trichobezoar è stato rimosso dai chirurghi dallo stomaco. Le sue dimensioni hanno raggiunto i 15 * 10 centimetri. Inoltre, i capelli sono stati rimossi anche dalla parte superiore dell'intestino tenue, che formava un nodulo di 3 * 4 centimetri. Questo caso è l'89 ° evidenza pubblicata della sindrome di Rapunzel nella letteratura medica..

Come circa l'85-95% delle persone con sindrome di Rapunzel, questa donna è venuta dal medico con dolore addominale, nausea e vomito. Altri sintomi includono diminuzione dell'appetito, gonfiore, perdita di peso, diarrea o costipazione. In alcuni casi, si verifica un danno all'intestino, che può portare a sepsi (avvelenamento del sangue). La morte si verifica nel 4% dei casi.

Fortunatamente, la donna di cui stiamo parlando sta avendo una buona guarigione. Tuttavia, rimane sconosciuto il motivo per cui si è mangiata i capelli (o forse quelli di qualcun altro) e quanto tempo ci è voluto. Possono essere necessari sei mesi per la formazione di un trichobezoar nello stomaco, sebbene ci siano prove che alcune persone hanno vissuto con la sindrome di Rapunzel per 12 mesi prima di dover vedere un medico.

Chi è affetto dalla sindrome

I ricercatori hanno scoperto che circa il 70% dei malati di sindrome di Rapunzel sono donne di età inferiore ai 20 anni. Tuttavia, il paziente più giovane era un neonato e il più anziano era un uomo di 55 anni..

Si ritiene che le donne abbiano molte più probabilità degli uomini di sviluppare la sindrome di Rapunzel perché le loro ciocche di capelli tendono ad essere molto più lunghe. Ciò significa che è più probabile che rimangano bloccati nello stomaco. Più capelli mangia una persona, più velocemente si forma il tricobobo, poiché lo stomaco non può digerirli.

Perché le persone mangiano i capelli?

Le persone con disturbi mentali o disabilità intellettive possono mangiare i propri capelli. Questo comportamento è noto come tricofagia. Questi gruppi di persone tendono ad essere maggiormente a rischio di sviluppare la sindrome di Rapunzel..

Ci sono disturbi mentali specifici nelle persone che mangiano i capelli: la tricotillomania e il morbo di Pick.

Cos'è la tricotillomania

Le persone con tricotillomania possono sentirsi come se fossero letteralmente costrette a strapparsi i capelli, spesso prima che sembri cadere. Molto spesso, queste persone iniziano a giocare con fili strappati. Ad esempio, possono sentirsi rilassati quando si masticano le radici dei capelli o li fanno scorrere lungo le labbra..

Il 20% delle persone con tricotillomania mostra questo comportamento ogni giorno, compreso il mangiare i capelli. Uno studio a cui hanno preso parte 24 persone affette da tricotillomania ha mostrato che il 25% di loro ha sviluppato trichobezoar nello stomaco.

Disordine di picco

Questo nome deriva dal latino "gazza" a causa delle insolite abitudini alimentari degli uccelli. Questo disturbo provoca voglie di sostanze non nutritive come argilla, sporco, carta, sapone, tessuti, lana, ciottoli o capelli.

La malattia di Pick generalmente non viene diagnosticata nei neonati o nei bambini piccoli, poiché leccare e l'ingestione accidentale di sostanze non nutritive è considerata normale per loro. Questo disturbo è più comune nei bambini e nelle donne incinte, così come nelle persone con disabilità intellettive come il disturbo dello spettro autistico..

Come compaiono questi disturbi

Esistono molte teorie per spiegare la tricofagia e la malattia di Pick, come il digiuno o l'abbandono dei bambini, così come la gestione dello stress e le pratiche culturali. Ad esempio, in alcune parti dell'India, dell'Africa e degli Stati Uniti, si ritiene che l'uso dell'argilla abbia benefici per la salute e spirituali..

Inoltre, entrambi i tipi di disturbi compaiono nelle persone con carenza di ferro. In alcuni casi clinici di sindrome di Rapunzel, il trattamento della celiachia o della carenza di ferro ha eliminato l'abitudine di mangiare i capelli..

La celiachia provoca danni all'intestino tenue, con conseguente scarso assorbimento dei nutrienti. I capelli in realtà contengono tracce di minerali di ferro e altre sostanze, ma non è ancora chiaro se ci siano benefici biologici dal masticare i capelli. Altri casi di studio hanno rilevato che un blocco dello stomaco causato da un bolo di pelo era in realtà la causa principale della carenza di ferro..

Metodi di trattamento

Nella maggior parte dei casi, è necessario un intervento chirurgico per rimuovere il trichobezoar dallo stomaco del paziente. Puoi anche usare prodotti chimici per sciogliere i capelli o un laser che rompe il ciuffo in piccoli pezzi. Può anche essere rimosso con l'endoscopia. Tuttavia, questi metodi sono generalmente meno efficaci della chirurgia..

Si raccomanda anche un trattamento psicologico per prevenire il consumo compulsivo di capelli in futuro. Ciò è particolarmente importante per i pazienti con tricotillomania o disturbo di Pick, poiché potrebbero essere a rischio di sviluppare nuovamente la sindrome di Rapunzel.

È molto importante coinvolgere i genitori o i coniugi nell'assistenza psicologica in modo che possano imparare a sostenere i loro cari e aiutarli a fermare questo comportamento..

Narcologo-Psichiatra

centro per tossicodipendenze e cure psichiatriche

Trichophagia - compulsivo mangiare i capelli

La tricofagia è un complesso di disturbi mentali, una caratteristica distintiva della quale è l'attrazione malsana di una persona per i propri capelli: il desiderio di mangiarli costantemente. Secondo le statistiche, tuttavia, non ci sono così tanti pazienti con una diagnosi del genere. È vero, molti ricercatori notano che le persone tendono a nascondere tali attrazioni oa non prestarvi alcuna attenzione..

Qualcuno rosicchia le estremità dei capelli, qualcuno li tira fuori dalle radici e mangia i follicoli. Ci sono anche persone che mangiano i capelli stessi, interi. Spesso un hobby pericoloso porta allo sviluppo di patologie del tratto gastrointestinale, in cui possono essere necessari anche interventi chirurgici di emergenza. Come sapete, a causa della sua struttura, i capelli non vengono digeriti nel corpo umano - a causa di questa caratteristica, i ciuffi di capelli si accumulano nello stomaco, bloccando il percorso verso l'intestino. Ecco perché la tricofagia e la tricofrenia che si è associata ad essa sono malattie abbastanza gravi, nel cui trattamento è impossibile fare a meno dell'aiuto di uno psichiatra e talvolta di un chirurgo..

Trichophagia - caratteristiche dei sintomi

Nella maggior parte dei casi, la tricofagia appare sullo sfondo di un desiderio patologico di tirare fuori i propri capelli (questa è la tricotillomania - una deviazione separata). Questa malattia è rara, principalmente nelle donne. Nella maggior parte dei casi, i pazienti mangiano i propri capelli, ma ci sono anche casi noti di mangiare estranei. Inoltre, in casi particolarmente rari, i pazienti mangiano anche peli di animali domestici..

Il più delle volte, una persona mangia i capelli in modo puramente automatico. Tuttavia, sono noti casi assolutamente eccezionali quando la malattia va troppo lontano. Ad esempio, la storia di una donna americana di 44 anni che da tempo mangia la lana del proprio gatto ha ricevuto molta pubblicità. Inoltre, la donna ha pettinato in modo indipendente il suo animale domestico. Il paziente credeva seriamente che la lana fosse ricca di vitamine e minerali, ed è anche una prelibatezza. Fortunatamente, le strane preferenze gastronomiche della giovane donna sono arrivate all'attenzione degli psichiatri..

Una forte voglia di mangiare i capelli non si manifesta rapidamente, all'inizio il paziente semplicemente li tira fuori, in seguito inizia a masticare, quindi a mangiare. Come accennato in precedenza, molti pazienti usano solo follicoli, ma a volte vengono utilizzati anche capelli interi..

Il consumo costante di capelli porta alla formazione di boli di pelo nello stomaco e in futuro e all'ostruzione intestinale. I chirurghi trovano spesso i capelli nell'intestino di una persona. Anche quando ci arrivano per caso, rappresentano un enorme problema digestivo. Non è necessario parlare di mangiare intenzionalmente i capelli. Spesso, la tricofagia trascurata è fatale.

I capelli tendono ad aggrovigliarsi e ad aggrovigliarsi. Le situazioni più pericolose sono quando un bolo di pelo è nello stomaco umano e una lunga "coda" si estende nell'intestino. Questo fenomeno ha persino il suo nome: "sindrome di Rapunzel". Chirurghi esperti parlano di situazioni in cui lo stomaco del paziente assomigliava a una solida palla di capelli: si tratta di circa cinque chilogrammi.

La tricofagia è uno dei disturbi mentali e delle pulsioni compulsive, in cui prima appare un desiderio irresistibile e poi si forma un'abitudine. La tricofagia si osserva spesso nella schizofrenia o nel ritardo mentale, ma le persone che hanno un aspetto completamente sano sono spesso malate..

Manifestazioni cliniche della tricofagia:

Proviamo ad elencare le manifestazioni che possono indicare lo sviluppo della tricofagia in una persona:

  • Pensieri fastidiosi, voglie da mangiare i capelli;
  • Apparentemente, la tensione e l'ansia aumentano prima di mangiare i capelli;
  • Sollievo dopo aver consumato i capelli
  • Lacerazione costante dei capelli sulla testa, ascelle, inguine;
  • Mancanza di vomito e nausea dopo aver mangiato i capelli.

Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, una persona può masticare i capelli a lungo senza deglutire e il fenomeno può sembrare un'abitudine innocua. Con lo sviluppo della patologia, il paziente mangia i capelli in modo sempre più sicuro e spudorato. Inoltre, nel tempo, si forma una sorta di dipendenza dai propri capelli (o di qualcun altro). Quando l'esperienza di mangiare i capelli è significativa, i segni di chiusura del lume intestinale - dolore parossistico, vertigini, vomito - vengono aggiunti ai sintomi elencati. Sfortunatamente, la maggior parte dei pazienti con tricofagia cerca assistenza medica solo in condizioni estremamente gravi..

Eziologia della tricofagia:

La maggior parte degli psichiatri concorda sul fatto che le ragioni dello sviluppo della tricofagia possono essere, in particolare:

  • Mancanza di amore materno;
  • Paura di essere soli;
  • Morte di persone care;
  • Alcolismo e tossicodipendenza;
  • Depressione;
  • Complesso di inferiorità.

Come hai già notato, ci sono tutti i prerequisiti per la comparsa della malattia durante l'infanzia, compresa la prima infanzia. In effetti, la tendenza verso la patologia in esame si manifesta davvero abbastanza presto. Indirettamente può essere attribuito al "gruppo a rischio" dei bambini che si avvolgono i capelli sulle dita durante le esperienze o nei momenti di concentrazione.

Di solito i bambini capiscono bene che avere i capelli fa male, cercano di nascondere il loro desiderio di farlo agli adulti, si ritirano per abbandonarsi alla tricofagia. I bambini si discostano dalle domande pertinenti, nascondono l'abitudine a genitori e medici.

In termini di carattere, questi bambini hanno eccellenti capacità di comunicazione, capacità di leadership sviluppate e buone prestazioni a scuola. Spesso questi bambini crescono in famiglie autoritarie, dove la pedanteria e l'adesione a regole chiare sono incoraggiate. Mangiare i capelli può essere innescato da una sensazione di disagio e senso di colpa quando si devia dall'algoritmo di comportamento impostato da genitori severi.

Ci sono aggiunte?

Se puoi integrare l'articolo o hai trovato una buona definizione di tricofagia, lascia un commento su questa pagina. Aggiorneremo sicuramente il dizionario. Siamo sicuri che aiuterà centinaia di psichiatri-narcologi attuali e futuri.

Glossario di termini

In questa sezione abbiamo raccolto tutti i termini che potresti aver incontrato in questo articolo. A poco a poco, raccoglieremo da queste spiegazioni un vero dizionario di un narcologo-psichiatra. Se alcuni concetti rimangono incomprensibili per te, lascia i tuoi commenti sotto gli articoli del nostro sito. Ti aiuteremo sicuramente a capirlo.

La sindrome di Rapunzel è una situazione in cui una palla di pelo è nello stomaco di una persona e una lunga "coda" si estende nell'intestino. Una conseguenza diretta della voglia di mangiare i capelli.

La tricotillomania è un bisogno patologico di una persona di tanto in tanto per strappare i capelli sulla testa o su altre parti del proprio corpo. Nelle donne, la tricotillomania si verifica circa il doppio delle volte rispetto agli uomini. Considerato un disturbo mentale, spesso associato a stress.

La tricofrenia è un disturbo mentale caratterizzato da un atteggiamento particolarmente riverente nei confronti dei propri capelli. La maggior parte degli psichiatri classifica la tricofrenia come un tipo di schizofrenia..

Tirare e rosicchiare selettivamente i capelli

Domanda agli psicologi

Chiede: Yanna

Categoria domanda: dipendenze

Tutto è iniziato molto tempo fa. Il mio padrino è morto. Allora avevo 10-11 anni. Per qualche ragione ho appena iniziato a strapparmi i capelli, tenerli tra le unghie e buttarli via - quindi stavo cercando capelli molto "scanalati", non lisci, ma corti, ondulati. Per qualche ragione, non volevo avere capelli afro così cattivi in ​​testa. Testa calva a malapena guarita.

Nel tempo, ho iniziato a scegliere questi capelli, tirarli fuori, tenerli tra le unghie e rosicchiarli. Tagliare in pezzi di un millimetro e deglutire. E ciò che è più disgustoso, provo sollievo e piacere di essermi sbarazzato di quei capelli così cattivi..

Non ho assolutamente alcun controllo su di esso. Anche in pubblico, a volte, leggendo un libro in metropolitana, penso, mi immergo nel libro e quando arrivo alla realtà, capisco che tutti mi stanno guardando, e in ginocchio ho qualche pelo che non è stato completamente masticato.

Quando sono felice, o quando sono impegnato con qualcosa di interessante, capisco che non li rosicchio. Ma quando mi innervosisco, questa cosa riappare.

Mi aiuti per favore. Non voglio essere lasciato senza capelli!

Ho letto da qualche parte che questa malattia è unica nel suo genere, si verifica nell'1-2% della popolazione e viene curata con le pillole. Se possibile, consiglia una clinica dove può essere curato fino alla fine. Voglio vivere normalmente.

Ho ricevuto 3 consigli - consultazioni da psicologi, alla domanda: mi tiro selettivamente e mi mordo i capelli

Lo psicologo Togliatti Era online: 8 giorni fa

Risposte sul sito: 2783 Conduce corsi di formazione: 2 Pubblicazioni: 23

Aha, viene trattato con le pillole. dai capelli.

Trova uno specialista in ipnosi classica, aiuta in questi casi.

Risposta buona 3 Risposta sbagliata 5

Le pillole possono essere trovate, forse anche dare un sollievo temporaneo. Solo a mio parere, è molto più importante riprendere la responsabilità delle proprie azioni. Se noti e realizzi cosa stai facendo, allora hai una possibilità. Se vuoi davvero scoprire e capire cosa ti sta succedendo, ti sostengo nella ricerca dell'aiuto a tempo pieno da uno specialista.

Risposta buona 4 Risposta sbagliata 0

Ciao Yana! in generale, non c'è unicità qui - questo può essere attribuito a disturbo ossessivo-compulsivo (ocd), ossessioni - solo uno psichiatra può esprimere la diagnosi appropriata e prescrivere il trattamento appropriato (che AIUTA!) e il lato dei farmaci è importante qui (in generale, è difficile fidarsi di uno psicologo ( la questione della competenza e delle qualifiche), in questa materia, poiché NON è nella competenza di uno psicologo giudicare la terapia farmacologica! e ancor più la sua efficacia se lo psicologo ha una base clinica, ha lavorato con tali casi ed è veramente competente entro i confini - la norma e NON la norma, poi si rende conto e dà consigli per essere sicuro di consultare uno psichiatra - poiché il disturbo ossessivo compulsivo stesso è difficile da trattare e l'effetto della terapia cognitivo-comportamentale può essere qui, MA non duraturo! - Io stesso lavoro con casi clinici, e lavoro nel tondem con uno psichiatra, e vedo i risultati in un approccio integrato!) - es. devi avvicinarti da entrambi i lati e NON ridurre o svalutare la correzione del farmaco! e sullo sfondo del trattamento, puoi lavorare con uno psicologo!

Yana, se decidi di capire cosa sta succedendo - puoi sentirti libero di contattarmi - chiamami - posso dare le coordinate di uno specialista - sarò felice di aiutarti!

Capelli masticati per 10 anni: un enorme tricobobozoo è stato estratto dallo stomaco di una studentessa

A Tomsk, i medici hanno rimosso una palla di pelo del peso di mezzo chilogrammo dallo stomaco di una ragazza di 16 anni. Si è formato a causa del fatto che una studentessa si è masticata i capelli per dieci anni, che per tutto questo tempo si sono accumulati nello stomaco..

Nel dipartimento della salute della regione di Tomsk, a RIA Novosti è stato detto che è stata eseguita un'operazione insolita nell'ospedale di emergenza n. 2. Si è scoperto che l'80% dello stomaco di un paziente di 16 anni era occupato da un enorme bolo di pelo (trichobezoar).

Il primario dell'ospedale Andrei Karavaev ha spiegato che un corpo estraneo di queste dimensioni potrebbe causare un'ostruzione completa del tratto gastrointestinale, quindi il giovane paziente necessitava di un'operazione urgente.

I chirurghi hanno tagliato la parete addominale e aperto la cavità dello stomaco. Ora la studentessa è già in via di guarigione e si sente soddisfatta.

Il dipartimento sanitario regionale ha chiarito che inizialmente la ragazza lamentava la caduta dei capelli. Hanno anche affermato che questo è il secondo caso simile a Tomsk, registrato negli ultimi 25 anni. Gli esperti dicono che in futuro questa ragazza (per evitare ricadute) avrà bisogno dell'aiuto di uno psichiatra..

Lo stomaco umano, che contiene acido cloridrico, è apparentemente in grado di digerire molto. Ad esempio, in un anno "padroneggia" in media mezza tonnellata di cibo vario, ma questo organo non riesce a digerire i propri capelli. Il fatto è che i capelli sono composti da cheratina, una sostanza che forma, ad esempio, corna e zoccoli. È una sostanza abbastanza refrattaria e difficilmente solubile. Per "elaborare" la cheratina, il corpo deve riscaldarsi fino a 100 gradi Celsius, il che, ovviamente, è impossibile. Pertanto, entrando nello stomaco, i capelli rivestono gradualmente le sue pareti e formano un enorme nodulo cavo. È possibile rimuoverlo completamente dal corpo del paziente con "sindrome di Rapunzel", come viene chiamata colloquialmente la tricofagia, solo mediante intervento chirurgico.

La lana non viene digerita nello stomaco degli animali. Quindi, un gufo che ha mangiato un topo sta cercando di sbarazzarsi della sua pelle il prima possibile. E il gatto, dopo aver leccato la lana, deve rigurgitare il pelo accumulato nello stomaco..

Tricotillomania (tirarsi i capelli) come malattia mentale

Ciglia lunghe, sopracciglia folte, capelli belli e ben curati sono indicatori di bellezza naturale. Pertanto, i tricotillomani sono spesso rifiutati e ridicolizzati dalla società..

Il termine "tricotillomania" deriva dalle parole greche trichos (capelli), tillo (tirare), mania (attrazione). È un disturbo mentale impulsivo che si manifesta in un'irresistibile voglia di strappare i capelli in diverse parti del corpo. Fu descritto per la prima volta nel 1889 dal dermatologo francese Allopo F.A..

Meccanismo di innesco

Secondo i dati ufficiali, circa il 5% delle persone nel mondo soffre di tricotillomania. Ma questa cifra è imprecisa, poiché la maggior parte dei pazienti nasconde una dipendenza. Le persone sono in grado di nascondere la loro inclinazione per 20 anni.

La maggior parte dei pazienti sono donne. Molto spesso, la malattia debutta nell'infanzia o nell'adolescenza, meno spesso nell'intervallo di 20-30 anni, ancora meno spesso dopo i 40.

Lo sviluppo della malattia si basa sulla sensazione emergente di tensione, ansia. La causa può essere un complesso di colpa, paura, rabbia, rabbia e molte altre condizioni che provocano una sensazione di ansia..

La pelle, dove cresce l'attaccatura dei capelli, è perfettamente innervata grazie alla fitta rete di fibre nervose. Ciò aumenta la sua sensibilità. Una persona che si strappa i capelli avverte dolore. Pertanto, il paziente sposta la sua attenzione dallo stress mentale alle sensazioni fisiche..

Il dolore autoinflitto è un modo di auto-punizione. Il tricotillomane con questo metodo allevia lo stress che lo tormenta. Le endorfine rilasciate da impulsi dolorosi danno una sensazione di soddisfazione, ma solo per breve tempo. Presto, la sensazione ritorna. Il processo viene ripetuto.

È stato suggerito che il disturbo possa anche soddisfare le pulsioni masochiste. Presumibilmente, il paziente intensifica deliberatamente le sensazioni di dolore al fine di ottenere successivamente piacere quando il dolore si attenua. Ma questa teoria è solo un'ipotesi.

Il terreno per lo sviluppo della malattia

La tricotillomania è provocata da vari motivi:

  1. Gli scienziati stanno conducendo ricerche per confermare la natura genetica della malattia. È stato riscontrato che lo stesso gene, SLITKR1, è stato danneggiato in un certo numero di pazienti..
  2. La tricotillomania diventa una manifestazione di una serie di altri disturbi mentali: schizofrenia, depressione, nevrosi, demenza. Agisce come un sintomo del disturbo bipolare. Nella maggior parte dei casi, la trazione anormale dei capelli è un disturbo ossessivo compulsivo del DOC..
  3. La malattia provoca danni organici al cervello.
  4. Una mancanza di serotonina diventa un disturbo provocatore.
  5. I picchi ormonali sono giustamente in grado di rivendicare un ruolo nel verificarsi della tricotillomania. La teoria è supportata dal periodo di massimo splendore della malattia nell'adolescenza.
  6. Il disturbo si forma più spesso nelle persone con un trucco speciale della personalità: sospettoso, scrupoloso, sensibile.
  7. La tricotillomania può essere scatenata da uno stress cronico forte o prolungato. Lo stress emotivo più forte che si verifica durante lo stress richiede un rilascio e lo trova in una forma così perversa.

Come si manifesta

La malattia si manifesta all'improvviso. Il paziente inizia a strappare i capelli su qualsiasi parte del corpo dei capelli:

  • più spesso sulla testa;
  • sopracciglia;
  • ciglia;
  • pube;
  • ascelle;
  • stomaco;
  • il petto.

Come notano i pazienti stessi, il desiderio di strappare i capelli è così forte che l'impulso non può essere soffocato. Dopo aver eseguito un'azione, appare una sensazione di piacevole rilassamento..

Per un tricotillomane, strappare i capelli è un intero rituale. Il filo è avvolto in un modo speciale sul dito. Se i capelli sono corti, vengono pizzicati in un certo modo..

Il ragazzo si è sistemato un ciuffo di capelli tra l'indice e il medio. Quello grande premette contro l'indice, poi tirò fuori capelli dopo capelli con un metodo di scorrimento. Secondo la madre, tutto il cuoio capelluto è stato rimosso. Dopo che il bambino è passato a sopracciglia e ciglia.

Dopo il rituale, la persona deve assicurarsi che i capelli vengano rimossi. Il paziente tiene una ciocca tra i denti, morde la cipolla.

La tricofagia è tipica: mangiare fili strappati. Succede che il paziente mangia persino i capelli di qualcun altro. Il fenomeno è stato notato nel XVIII secolo:
un medico francese ha trovato un ragazzo di 16 anni con un bolo di pelo nel tratto digerente.

Oltre alla tricofagia, la tricotillomania è accompagnata da mangiarsi le unghie e traumi cutanei. I pazienti tirano fuori la lana dagli animali, tirano i fili dal tessuto.

Un altro tipo di disturbo è la tricotemmania: una persona "assottiglia" i capelli grigi, credendo che in questo modo allevia il prurito.

L'estrazione delle ciocche di capelli può essere totale, fino alla completa calvizie, o zonale. La pelle calva ha un aspetto normale con orifizi follicolari ben definiti.

Il tricotillomane esegue il rituale consciamente e inconsciamente. Inconsciamente, il processo si verifica in uno stato di noia, solitudine, mentre si svolgono attività quotidiane: parlare al telefono, guardare la TV, leggere un libro. Gli impulsi inconsci nascono sia in uno stato calmo che durante un periodo di crescita della tensione di picco. Dopo una perfetta autodepilazione, una persona rimane perplessa quando i presenti gli raccontano quello che hanno fatto, poiché non ricorda come ha eseguito il rituale.

Eseguendo la procedura consapevolmente, il paziente è accuratamente preparato per questo. Prepara gli strumenti, cerca di ritirarsi.

Le persone con tricotillomania nascondono attentamente i luoghi della calvizie forzata. Per fare ciò, usano i metodi disponibili. Indossa cappelli, sciarpe, parrucche. Fai un tatuaggio per le sopracciglia, l'estensione delle ciglia.

Variante infantile del disturbo

Lo sviluppo della tricotillomania nei bambini è principalmente influenzato dal modo di educazione:

  • il disturbo nella maggior parte dei casi si forma in un bambino con un senso di colpa sviluppato o un complesso di inferiorità. Ciò è facilitato allevando i bambini in un'atmosfera di maggiore severità, controllo totale, censura costante e requisiti esagerati;
  • modello genitoriale iperprotettivo;
  • freddezza, deficit di attenzione. Quindi, un bambino di 4 anni si è strappato tutti i capelli in testa. Quando sua madre lo portò alla reception, durante la conversazione divenne chiaro che il ragazzo stava vivendo un'acuta mancanza di amore dei genitori. Il padre beve molto, quindi non presta attenzione a suo figlio. La madre fa due lavori per mantenere la sua famiglia. A causa della mancanza di tempo, poca comunicazione con il bambino;
  • conflitti tra genitori, divorzio dei genitori.

La mancanza di una risposta emotiva da parte dei propri cari ha influenzato la bambina di 9 anni Lena. Non aveva un padre, sua madre prestava poca attenzione a sua figlia, dedicando tutto il suo tempo libero all'organizzazione della sua vita personale. Lena ha un complesso di colpa. La ragazza crede di aver causato molto dolore a sua madre. Le vengono costantemente raccontate storie di come sua madre ha sofferto durante la gravidanza. La nascita stessa ha dato una complicazione all'utero, che ha dovuto essere rimosso.

Lena è andata presto all'asilo. La ragazza con le lacrime ha rilasciato sua madre ogni mattina. La donna non ha mostrato una sola goccia di simpatia. Il bambino ha dovuto essere rassicurato dagli assistenti.

All'età di 5 anni, Lena ha sviluppato la tendenza a tirarsi i capelli mentre era a letto prima di andare a letto. Le lesioni calve apparivano impercettibilmente sulla testa. La madre ha portato il bambino dal medico che ha prescritto il trattamento. L'effetto desiderato dopo la terapia non è seguito. Non hanno scoperto il motivo.

Solo all'età di 9 anni, quando la ragazza divenne completamente calva, divenne paurosa, chiusa, sua madre portò Lena da uno psichiatra, che le diagnosticò la tricotillomania.

Nell'infanzia, la malattia inizia a manifestarsi dopo 3 anni. Questi bambini eseguono l'auto-depilazione in modo incontrollabile: mentre giocano, guardano i cartoni animati e anche in una situazione stressante. Il bambino non cerca di nascondere azioni patologiche.

Negli adolescenti, oltre ai costi dell'istruzione, la tricotillomania è provocata da un clima di tensione nel team scolastico, problemi di comunicazione con i coetanei.

Gli adolescenti di tricotillomania sono già inclini a danneggiare deliberatamente i capelli. Esegui rituali a mano o prepara una pinzetta. La procedura richiede privacy. La malattia porta loro disagio. I bambini cercano di controllare le loro azioni, ma il controllo sui rituali intensifica solo le loro manifestazioni.

Una ragazza di 13 anni in vacanza estiva è andata con la sua amica e la sua famiglia a riposare nella loro dacia. La ragazza è rimasta così colpita dal caldo rapporto della sua amica con i membri della famiglia, in contrasto con il suo rapporto con i suoi genitori, che due settimane dopo la madre non ha riconosciuto sua figlia. All'arrivo a casa, la ragazza è tornata completamente senza ciglia. La tricotillomania è stata innescata dal rapporto contrastante tra genitori e figli in famiglie diverse.

Il quadro clinico della malattia è simile negli adolescenti con adulti. C'è un elemento di consapevolezza della mutilazione. Gli adolescenti cercano anche di nascondere le tracce di autodepilazione: indossano cappucci, vesti. Spesso un sopracciglio mezzo strappato diventa un indicatore..

Ciò che minaccia la tricotillomania

Le lesioni fisiche e sociali sono tra le conseguenze della malattia..

Tra le conseguenze fisiche, vale la pena evidenziare la lesione del tratto gastrointestinale che si verifica quando si mangiano i capelli. Nel processo di tricofagia, nello stomaco si forma un bezoare: un bolo di pelo. Provoca molti disagi, dai dolori di stomaco all'indigestione. Il grado estremo di questo disturbo è chiamato sindrome di Rapunzel, una condizione in cui l'attaccatura dei capelli si estende dallo stomaco all'intestino..

La sindrome di Rapunzel è un fenomeno estremamente pericoloso che minaccia la morte del paziente. È stato descritto un caso in cui una palla di pelo del peso di 4 kg è stata rimossa dal tubo digerente di una ragazza.

Inoltre, mangiare i capelli influisce sulla condizione dello smalto dei denti..

La pelle che è traumatizzata nel punto in cui è stato estratto il follicolo pilifero può essere infettata. Inoltre, se rimuovi sistematicamente l'attaccatura dei capelli in una certa area per un certo tempo, cresce più lentamente. Sulla testa, nell'area delle ciglia, delle sopracciglia, la completa calvizie sta già diventando un problema estetico.

La mancanza di ciglia provoca problemi alla vista:

  • infiammazione delle palpebre, delle mucose degli occhi;
  • congiuntivite;
  • blefarite;
  • foruncolosi;
  • microtrauma dell'occhio.

In termini sociali, la malattia non è meno problematica che fisicamente. I pazienti si rendono conto dell'assurdità della loro condizione, nascondono una tendenza patologica e conseguenze poco attraenti. Provano a combattere, ma da soli va male.

Va notato che la società è scarsamente consapevole del problema della tricotillomania. Pertanto, una persona calva in modo irregolare senza sopracciglia e ciglia provoca involontariamente smarrimento e sarcasmo da parte degli altri.

L'autoflagellazione, il bullismo pubblico introducono i tricotillomani nella depressione, li costringono a isolarsi dall'ambiente, che minaccia il completo isolamento sociale, la perdita di contatti amichevoli, il loro io.

Come aiutare un tricotillomane

Il trattamento della tricotillomania, come qualsiasi disturbo mentale, richiede l'uso di metodi psicoterapeutici.

La terapia cognitivo comportamentale fornisce un risultato affidabile, ma richiede al paziente di immergersi completamente e consapevolmente nel problema. Il metodo insegna a riconoscere le situazioni che provocano comportamenti distruttivi. Aiuta a sviluppare tecniche di gestione dello stress più costruttive.

L'ipnosi sostituisce lunghe sessioni di consapevolezza del problema con un percorso più veloce. Tramite la suggestione, trasmette al paziente nuovi programmi comportamentali..

I metodi psicoterapeutici lavorano per spiegare a una persona la soggettività del suo atteggiamento nei confronti di una situazione traumatica. Impara a tenere la situazione sotto controllo cosciente. Uscire dal problema come un vincitore invece che come un nevrotico soppresso dall'abitudine.

Per il trattamento della tricotillomania, tutti i metodi di psicoterapia sono buoni. Oltre alle riunioni individuali, al paziente vengono assegnate sessioni di gruppo. Se attualmente non esiste un gruppo di trattamento TTM, il paziente viene aggiunto al gruppo OCD.

Per i bambini, la terapia del gioco sta diventando una scelta adatta. Attraverso il gioco, il bambino esprime i suoi sentimenti senza formalità. È più conveniente, più facile.

È imperativo che i genitori del bambino siano coinvolti nel corso del trattamento durante la terapia familiare per un'analisi più approfondita della situazione..

La terapia farmacologica mira a riequilibrare lo stato mentale del paziente. Per la disforia, la depressione, l'ansia, vengono prescritti farmaci psicotropi di diversi gruppi.

Il ripristino dei capelli dopo un intervento traumatico include l'uso di unguenti ormonali, vitamine. Dalle procedure fisioterapiche, vengono prescritte compresse di paraffina, applicazioni di ozocerite. Prescrivi il criomassaggio.

A casa, per ridurre il trauma, il sito dell'effetto patologico viene rasato, coperto con indumenti speciali. Efficace nel tentativo di ridurre la probabilità che l'autoepilazione sia una distrazione per un'attività eccitante. È stato stabilito: quando un paziente è coinvolto in un caso di suo interesse, la frequenza delle azioni distruttive viene drasticamente ridotta.

La tricotillomania si riferisce a quei disturbi mentali che, con la diagnosi precoce e il trattamento, vengono fermati con successo. Il problema è che molti pazienti non ne sono consapevoli, sono poco consapevoli di una tale diagnosi. Pertanto, cercano aiuto in una fase avanzata della malattia. Un errore così fatale minaccia una persona con la perdita di un'immagine estetica, problemi di salute e decadimento della personalità..

Che tipo di malattia è quando i malati mangiano i loro capelli?

In effetti, esiste una tale malattia. Una malattia durante la quale una persona mangia i capelli è chiamata tricofagia. Molto spesso, la tricofagia è un sintomo raro di una malattia chiamata tricotillomania. I pazienti si tolgono i capelli dalla testa o da altre parti del corpo e li mangiano.

Le conseguenze di questa malattia possono essere le più deplorevoli, è persino possibile la morte, se la malattia non viene rilevata in tempo e non vengono prese misure.

Mangiare i capelli porta a dolore addominale, accumulo di capelli nel tratto gastrointestinale e formazione di grumi di capelli (bezoari), che a loro volta portano all'ostruzione intestinale. In questa fase della tricofagia, è necessario un intervento chirurgico, con ulteriore trattamento da parte di uno psicologo.

Come sbarazzarsi delle "abitudini nervose". Psicologo sul perché ci tiriamo i capelli e ci mangiamo le unghie quando siamo molto ansiosi

Nella rubrica "stile di vita sano" di MTS vi diciamo come cambiare corpo e mente. Oggi la psicologa Katerina Karpovich spiega cosa sono le "abitudini nervose" e se è necessario combatterle.

Katerina Karpovich, psicologa, capo del centro di intelligenza emotiva ZenFish,
conduttore del canale educativo "Psicologia cosa?".

DOVE ABBIAMO ABITUDINI NERVOSE?

- Per cominciare, non esiste un tale concetto nella terminologia professionale. Esiste un termine "azioni compulsive (compulsive)": possono essere qualsiasi cosa, dal fare clic su una penna allo strapparsi i capelli. E mirano a ridurre il disagio emotivo, che varia anche..

Una persona può provare una parvenza di prurito, ad esempio aggiustando costantemente le cose in modo che si trovino in modo ordinato. E se gli chiedi perché lo fa, non otterrai una risposta chiara.

Ma c'è anche una certa ragione, ad esempio paura o eccitazione prima di un evento importante. Una persona del genere si morderà le unghie, scuoterà la gamba, ma allo stesso tempo è perfettamente comprensibile perché sta accadendo.

La stessa arricciatura dei capelli può essere un atto completamente inconscio. Lo facciamo per trasferire la nostra ansia da qualche parte e reindirizzare l'energia.

Esistono anche dei "rituali di fortuna": ad esempio, una persona prima di gare importanti prende la zampa di un coniglio felice, bussa sette volte sul tavolo e si gira. Inizialmente è influenzato da una previsione negativa: "Se non controllo se la porta è chiusa sette volte, verrò sicuramente derubato".


Come puoi vedere, il meccanismo per la formazione di un'abitudine è il seguente: appare il disagio o l'ansia, una persona non sa come affrontarlo, quindi viene creato un rituale che dà l'illusione del sollievo. Perché un'illusione? Perché da tempo lo fa stare meglio, ma in realtà queste azioni non influiscono in alcun modo sul successo e, inoltre, una persona non impara a far fronte allo stress..

E MOLTI HANNO TALI ABITUDINI?

- Le azioni compulsive potrebbero non essere visibili a noi. Prestiamo attenzione solo all'ovvio - come fare clic su una penna - che è evidente a tutti, ma in realtà, le persone a volte compiono azioni ossessive nella loro mente: possono ripetere qualcosa a se stessi o immaginare unicorni rosa per compensare il negativo con un positivo.

Cerchiamo tutti di evitare il disagio. Questa è una tendenza evolutiva, grazie alla quale siamo sopravvissuti. Ora possiamo ammirare una tigre, ma nei tempi antichi era così: ho visto una tigre - la reazione "combatti o fuggi" ha funzionato. Ora le minacce alla sopravvivenza sono diminuite parecchie volte, quindi ha senso imparare a godersi la vita di nuovo, invece di evitare qualsiasi disagio.

E un altro punto importante: un'abitudine nervosa raramente vive da sola. Tutti i sintomi come una coppia, o anche una trinità: durante lo stress, una persona può avvolgere i capelli attorno al dito, afferrare tutto dolce e gridare a qualcuno.


POTREBBE CRESCERE IN QUALCOSA DI SERIO?

- Con l'aumento dello stress, se una persona non impara ad affrontarlo in modo diverso, le azioni ossessive possono trasformarsi in disturbo ossessivo-compulsivo (DOC). Due segni chiave del DOC sono le ossessioni (pensieri ossessivi) e le compulsioni (azioni compulsive), di cui stiamo parlando. Esistono criteri clinici in base ai quali è possibile stabilire che un'abitudine si è trasformata in DOC. E, soprattutto, un'azione ossessiva richiede un'ora o più del tuo tempo al giorno..

Ma le abitudini non sono l'unico fattore nello sviluppo del DOC, può essere una predisposizione genetica o familiare. In alcune persone, i genitori coltivano il perfezionismo fin dall'infanzia, che può essere un terreno fertile per lo sviluppo del DOC. Un sintomo può essere il desiderio di allineare le cose..

COME CAPIRE QUESTO MI STA DANNOSO?

- È semplice: o noti già queste abitudini, oppure no. In caso contrario, molto probabilmente non sono molto pronunciati e non ti infastidiscono affatto. E se sei preoccupato di avere questo, è di per sé un sintomo di disturbo d'ansia. Molto spesso le persone che si rivolgono a uno psicologo con disturbo ossessivo compulsivo temono di ammalarsi di qualcosa di grave come la schizofrenia, diventano antisociali, nonostante il fatto che la probabilità che ciò accada per loro sia estremamente bassa.

Se l'abitudine è una tantum, raramente si manifesta e non infastidisce una persona, questa è una variante della norma, una normale manifestazione di ansia. In questo caso, questo è un piccolo problema di punto. Se lavorarci o meno dipende da quanto una persona è a disagio con questo. Questo di solito accade: a una persona non piace il proprio comportamento, capisce perfettamente che le sue azioni sono associate allo stress e arriva per imparare come superarlo in un altro modo. A volte i parenti sottolineano tali abitudini alle persone.

Ma se capisci che le tue abitudini si stanno trasformando in DOC - richiedono sempre più tempo, influenzano l'autostima, la capacità di lavorare e le relazioni - allora dovresti assolutamente contattare uno specialista. È possibile visualizzare informazioni su disturbo ossessivo-compulsivo, sintomi, criteri. Ma non vale assolutamente la pena fare un'autodiagnostica profonda con il passaggio di test professionali e l'automedicazione..

COME COMBATTERE TALI ABITUDINI?

- Non mi piace la parola "combattere", è come controllare, resistere a se stessi. Questa è inizialmente una formulazione errata: una persona fa pressione su se stessa e questo provoca ancora più disagio e ansia. Devi lavorare con le abitudini, cercare e sviluppare altri modi per affrontare lo stress, perché tali abitudini portano solo un sollievo temporaneo e una persona potrebbe non capire a cosa è associato lo stress..

Un buon modo è sviluppare la tua intelligenza emotiva, cioè la capacità di riconoscere le tue emozioni e quelle degli altri e usare questa conoscenza. Perché usarlo? Per ridurre i livelli di stress e migliorare la qualità della vita. Ci sono una varietà di abilità di intelligenza artificiale che possono aiutarti a gestire lo stress.


L'ormai popolare tecnica di consapevolezza (in effetti, una tecnica buddista adattata alla gente comune) include diverse abilità: concentrazione, attenzione al respiro e al corpo, non reattività. Quest'ultima è la capacità di non lasciarsi coinvolgere dalle proprie emozioni. Ad esempio, se sei reattivo, quando sei arrabbiato con qualcuno, puoi dire qualcosa di duro, alzare la voce. Se non reagisci, noterai che sei arrabbiato e adotterai un approccio equilibrato per ulteriori azioni. Questa abilità ti permette di guardare l'emozione dall'esterno e pensare prima di agire..

Sviluppando la consapevolezza, puoi concentrarti meglio su un compito. Quando una persona è spesso distratta, la rende ansiosa, tirandosi i capelli e mordendosi le unghie. Se una persona è immersa in un'attività, ciò non accade..

Le nostre emozioni si manifestano sempre a livello fisiologico. Prestando attenzione alla respirazione e al corpo, una persona noterà che il suo cuore batte più spesso, i palmi sudano, le torsioni nello stomaco. Capirà che questo è ancora stress e inizierà a rispondere alla domanda sul perché è sorto. La stessa consapevolezza dell'eccitazione è un grande passo per non sviluppare abitudini nervose..

È più efficace praticare la consapevolezza ogni giorno per 10-20 minuti. Se lo fai regolarmente, ottieni un modo per affrontare lo stress e l'ansia ossessiva che ti fa mordere le unghie scompare..

PER INIZIARE: AFFRONTARE LO STRESS O L'ABITUDINE?

- Non puoi sviluppare modi per affrontare lo stress una volta per tutte. Vai in palestra per costruire muscoli. Allo stesso modo, i muscoli dell'intelligenza emotiva devono essere mantenuti in buona forma. Se impari queste abilità regolarmente, l'abitudine scompare..

E SE NOTO UN PROBLEMA DEL TALE CON UNA PERSONA AMATA?

- Questa, purtroppo, è una questione di motivazione della persona stessa. È impossibile "fargli del bene" senza il suo desiderio, può solo cominciare a resistere e ad arrabbiarsi di più. Se vedi che sta soffrendo molto, ma non sa a chi rivolgersi, o per orgoglio non vuole ammettere il problema, esprimi gentilmente la tua preoccupazione, offri aiuto. In nessun caso dovresti dire: "Vai da uno psicologo urgentemente" o "Se non vai, mi separerò da te". Dì: "Sono preoccupato e voglio che tu stia meglio"..

La ristampa dei materiali di CityDog.by è possibile solo con il permesso scritto dell'editore. Dettagli qui.

Private Unitary Enterprise "Labs Publicity Group", UNP 191760213

Capelli masticati per 10 anni: un enorme tricobobozoo è stato estratto dallo stomaco di una studentessa

A Tomsk, i medici hanno rimosso una palla di pelo del peso di mezzo chilogrammo dallo stomaco di una ragazza di 16 anni. Si è formato a causa del fatto che una studentessa si è masticata i capelli per dieci anni, che per tutto questo tempo si sono accumulati nello stomaco..

Nel dipartimento della salute della regione di Tomsk, a RIA Novosti è stato detto che è stata eseguita un'operazione insolita nell'ospedale di emergenza n. 2. Si è scoperto che l'80% dello stomaco di un paziente di 16 anni era occupato da un enorme bolo di pelo (trichobezoar).

Il primario dell'ospedale Andrei Karavaev ha spiegato che un corpo estraneo di queste dimensioni potrebbe causare un'ostruzione completa del tratto gastrointestinale, quindi il giovane paziente necessitava di un'operazione urgente.

I chirurghi hanno tagliato la parete addominale e aperto la cavità dello stomaco. Ora la studentessa è già in via di guarigione e si sente soddisfatta.

Il dipartimento sanitario regionale ha chiarito che inizialmente la ragazza lamentava la caduta dei capelli. Hanno anche affermato che questo è il secondo caso simile a Tomsk, registrato negli ultimi 25 anni. Gli esperti dicono che in futuro questa ragazza (per evitare ricadute) avrà bisogno dell'aiuto di uno psichiatra..

Lo stomaco umano, che contiene acido cloridrico, è apparentemente in grado di digerire molto. Ad esempio, in un anno "padroneggia" in media mezza tonnellata di cibo vario, ma questo organo non riesce a digerire i propri capelli. Il fatto è che i capelli sono composti da cheratina, una sostanza che forma, ad esempio, corna e zoccoli. È una sostanza abbastanza refrattaria e difficilmente solubile. Per "elaborare" la cheratina, il corpo deve riscaldarsi fino a 100 gradi Celsius, il che, ovviamente, è impossibile. Pertanto, entrando nello stomaco, i capelli rivestono gradualmente le sue pareti e formano un enorme nodulo cavo. È possibile rimuoverlo completamente dal corpo del paziente con "sindrome di Rapunzel", come viene chiamata colloquialmente la tricofagia, solo mediante intervento chirurgico.

La lana non viene digerita nello stomaco degli animali. Quindi, un gufo che ha mangiato un topo sta cercando di sbarazzarsi della sua pelle il prima possibile. E il gatto, dopo aver leccato la lana, deve rigurgitare il pelo accumulato nello stomaco..

Peli del corpo: una questione di igiene o estetica

Capiamo se abbiamo bisogno di vegetazione sotto le ascelle e il pube e se vale la pena rimuoverla.

La pubblicità di rasoi e epilatori suggerisce fortemente che i peli del corpo non sono igienici e brutti. La società sostiene questa convinzione, ma non insiste. Radere determinati luoghi, tutto o niente, a scelta di tutti.

Nel caso di peli sulle zone esposte del corpo - gambe, braccia, torace - l'igiene non viene presa in considerazione e il motivo può essere solo un punto di vista estetico. Ma i peli sotto le ascelle e sul pube sono un'altra cosa, qui mi vengono in mente prima di tutto la pulizia e l'assenza di odore.

Prima di esaminare i veri motivi che spingono le persone a radersi, sarebbe bello capire perché abbiamo ascelle e peli pubici e se stiamo perdendo qualcosa di importante radendoli..

Perché abbiamo bisogno dei peli pubici e delle ascelle

Ci sono due teorie che spiegano perché abbiamo una vegetazione piuttosto fitta in questi luoghi..

  1. Per ridurre l'attrito. Nel caso delle ascelle - quando si cammina, si corre, si lavora con le mani e sul pube - durante il sesso. Tuttavia, l'assenza di capelli non sembra contribuire alla comparsa di graffi in queste aree..
  2. Per attirare il sesso opposto. Sotto le ascelle e il pube sono presenti le ghiandole apocrine, il cui compito è secernere le secrezioni di proteine, grassi e acidi grassi. Questa ricchezza è alimentata dai batteri, che forniscono un profumo specifico Al naso: aspetti genetici ed evolutivi dell'olfatto. Gli scienziati ipotizzano che il segreto satura i capelli, il che migliora l'odore e, in teoria, attrae i partner. Tuttavia, il rudimentale organo vomeronasale del capitolo 19 Feromoni umani (quelli che gli animali definiscono feromoni) e la disfunzione delle ghiandole apocrine nel pube suggeriscono che questa caratteristica è una reliquia e non così necessaria per trovare un partner sessuale..

Quindi, non c'è bisogno urgente di peli su queste aree del corpo..

Perché le persone hanno iniziato a radersi i peli del corpo

Radersi le gambe, le ascelle e il pube non è un'invenzione così moderna della depilazione pubica femminile. La rasatura era praticata nelle antiche culture dell'Egitto e della Grecia, nell'antica Roma e anche durante il Medioevo per sbarazzarsi dei pidocchi del pube.

Nel 20 ° secolo, il marketing è accusato della diffusione della moda elegante del corpo. Nel 1915 uscì la prima pubblicità Gillette con il messaggio che era femminile e igienica. E nel 1924 apparve il primo costume da bagno bikini e le donne iniziarono a radersi i capelli e abbassare l'addome..

La moda per la pelle rasata non solo sul viso ha raggiunto gli uomini un po 'più tardi Depilazione del corpo maschile: prevalenza e caratteristiche associate della depilazione del corpo. Tuttavia, oggi, molti uomini occidentali preferiscono sbarazzarsi dei peli pubici e delle ascelle, prevalenza e motivazione: cura dei peli pubici tra gli uomini negli Stati Uniti..

La produzione di prodotti per la rasatura e l'epilazione, così come lo sviluppo di vari metodi di depilazione è un settore enorme in cui girano molti soldi..

Il corpo senza peli è promosso non solo nelle pubblicità, ma anche nelle riviste di moda, nei film e negli spettacoli televisivi. Parlano anche della proliferazione della pornografia, in cui i peli pubici sono molto rari. I giovani assorbono questa esperienza e iniziano a percepire la mancanza di capelli come uno dei criteri della sessualità..

Ma nonostante il fatto che l'immagine di un corpo ideale, sancito dalla cultura popolare, non abbia i capelli, solo una piccola percentuale di persone crede di radersi a causa delle aspettative sociali..

Quali altri motivi ci sono

Studi nel Regno Unito, in Nuova Zelanda, in Australia e negli Stati Uniti mostrano che, mappando il microbiota ascellare responsabile degli odori corporei utilizzando un approccio indipendente dalla cultura, i peli pubici vengono rasati dal 65-89% delle donne e dal 65-82% degli uomini. Un'indagine su oltre 4.000 uomini in Prevalence and Motivation: Pubic Hair Grooming Among Men negli Stati Uniti e 3.000 donne in Pubic Hair Grooming Prevalence and Motivation Women negli Stati Uniti negli Stati Uniti ha mostrato che le ragioni principali per la rasatura sono il sesso e l'igiene.

Molto spesso, le persone di entrambi i sessi si radono prima del sesso, specialmente prima del sesso orale.

Inoltre, il 61% degli uomini e il 59% delle donne lo fa per l'igiene, mentre il 44 e il 46% lo percepisce come parte della propria cura personale di routine. È interessante notare che alcune comunità primitive che non hanno accesso a riviste di moda o pornografia si stanno sbarazzando dei peli all'inguine per gli stessi motivi..

Lo studio Pubic Hair Removal Practices in Cross-Cultural Perspective ha trovato 26 di queste società preindustriali. In 22 di loro solo le donne si radono il pube, in 11 lo fanno anche gli uomini. Gli scienziati hanno trovato informazioni sulle cause della tradizione in alcune comunità: in due di esse è stato fatto per l'attrattiva, in sette per l'igiene..

È igienico

Probabilmente il motivo più comune per la rasatura ascellare è eliminare un odore sgradevole. Negli uomini, la rimozione dei peli in queste aree aiuta davvero Uno studio clinico comparativo delle diverse procedure di rimozione dei peli e del loro impatto sulla riduzione dell'odore ascellare negli uomini per indebolire immediatamente l'aroma del sudore, invece del semplice lavaggio con sapone. Inoltre, le donne trovano più piacevole l'odore delle ascelle degli uomini rasati La rasatura dei peli ascellari ha solo un effetto transitorio sulla gradevolezza dell'odore corporeo percepita rispetto a quelli che crescono troppo per 6-10 settimane.

Per le donne, questo è un po 'meno rilevante, poiché hanno meno sudore Mappatura del microbiota ascellare responsabile degli odori corporei utilizzando un approccio indipendente dalla cultura e il suo odore è debole. Ma poiché i capelli aumentano l'area coperta dai batteri Capitolo 19 Feromoni umani, le donne continuano a trarre vantaggio dalla rasatura..

Quando si tratta di peli pubici, la depilazione ti aiuta a farcela. Il "brasiliano" ha ucciso il pidocchio pubico? con i pidocchi pubici, altrimenti i benefici sono controversi.

Il problema dell'odore non è così acuto qui come nel caso delle ascelle. Il fatto è che le ghiandole apocrine nei luoghi intimi non producono ghiandole apocrine pubiche e odore di sudore apocrino. Pertanto, un odore non emana mai dalla zona inguinale, come dalle ascelle, e non è necessario combatterlo. Per mantenere l'igiene, puoi semplicemente lavarti regolarmente e questo sarà sufficiente.

Inoltre, la rasatura del pube presenta alcuni rischi Prevalenza della cura dei peli pubici - Lesioni correlate e identificazione di individui ad alto rischio negli Stati Uniti, lesioni da toelettatura dei peli pubici che si presentano negli Stati Uniti dipartimenti di emergenza. : tagli, infezioni della pelle, sepsi. Un piccolo studio ha anche collegato la rasatura dei peli pubici è correlata alla displasia vulvare e all'infiammazione: uno studio caso-controllo sulla rasatura pubica con un aumentato rischio di displasia vulvare. Questo è un cambiamento nell'epitelio degli organi genitali esterni che può portare al cancro.

Per ridurre il rischio di lesioni e infezioni, puoi saltare il rasoio e tagliare i capelli con un rifinitore o rimuoverli usando altri metodi..

Si può concludere che la depilazione in termini di igiene ha senso solo nella zona delle ascelle. In altri punti - sul pube, sulle gambe, sulle braccia - svolge solo una funzione puramente estetica. In ogni caso, fallo o no, dipende da te.