Cosa fare ai genitori se il bambino non obbedisce?

A un certo punto, molti genitori si trovano ad affrontare una situazione in cui i figli smettono di obbedire e fanno il contrario. Dettano i loro termini tutto il tempo e vogliono diventare gli unici proprietari. Ogni tentativo di migliorare le relazioni porta a uno scandalo e ad una resa dei conti. Se questo problema non viene risolto in modo tempestivo, successivamente rotola come una palla di neve e i bambini in questo momento non obbediscono affatto agli adulti. Questo articolo non ha lo scopo di insegnarti come educare tuo figlio. Il suo compito si basa sul fatto che i genitori pensano al motivo per cui il bambino non obbedisce, perché gli adulti hanno il desiderio di punirlo e quali risultati possono essere ottenuti con diversi approcci all'istruzione.

Ragioni per la disobbedienza dei bambini

Gli psicologi hanno identificato le ragioni principali della disobbedienza dei bambini, perché non vogliono soddisfare i requisiti dei loro genitori.

Deficit di attenzione. Il ritmo moderno della vita spesso porta al fatto che i bambini mancano di attenzione da parte degli adulti. Non hanno sempre abbastanza tempo per parlare con loro, giocare, allenarsi. Ma troveranno sempre il tempo per rimproverare, punire il loro bambino. Un vivido esempio di quando una madre cammina con un bambino nel parco giochi e incontra la sua amica. Naturalmente, la mamma passa da lei e il bambino, lasciato solo, sta cercando in ogni modo possibile di attirare l'attenzione su se stesso. Corre su e lancia la sabbia al genitore, che alza la voce verso di lui sbalordito. Di conseguenza, il bambino che piange e la mamma irritata tornano a casa..

Cosa vede la mamma? È offesa dal fatto che altri genitori abbiano attirato l'attenzione su di loro e ha concluso che non sta crescendo bene un bambino poiché lui concede tali libertà. Cosa vede il piccolo? Ho chiamato mia madre a suonare insieme, di conseguenza, gli hanno prestato attenzione per gridare, non gli piaccio, non sono interessati a me

Autoaffermazione del bambino. In questo caso, i bambini mostrano disobbedienza, quando i genitori lo proteggono eccessivamente, cercano di "mettere una cannuccia" sotto il passo di ogni bambino.

La decisione di vendicarsi. A volte gli adulti non si accorgono quando fanno qualcosa di spericolato che ha eroso la fiducia e le relazioni. Hanno promesso di portarmi al circo e sono rimasti a casa, hanno tenuto un segreto e subito hanno gridato a mia nonna al telefono, li hanno puniti senza scoprire il motivo. E poi si innesca il principio del bambino: "Sei così, beh, mi vendicherò di te"..

Motivo della vendetta dei bambini

Incredulità nelle proprie forze. Ci sono momenti in cui i ragazzi sentono spesso parole come "stupido", "stupido", "storto". Con le loro azioni, confermano l'opinione prevalente. Non per niente gli psicologi infantili dicono: "Se dici 10 volte a un bambino che è un maiale, a 11 anni grugnirà"..

Errori più comuni degli adulti

Quando un bambino non vuole obbedire, non è raro che gli adulti ne prendano la colpa perché commettono errori quando comunicano con i bambini. I più comuni sono:

  • Nella comunicazione tra un adulto e un bambino, non c'è contatto visivo. Se vuoi che i bambini sentano quello che vogliono trasmettere loro, guardali negli occhi e dì cosa è necessario.
  • Un adulto pone compiti troppo difficili. Se dici a un bambino di 5-6 anni un'azione troppo lunga, allora, molto probabilmente, sarà confuso e non capirà nulla. È necessario suddividere la richiesta in diversi semplici passaggi.
  • Un pensiero poco chiaro. Avendo trovato una briciola nel fango, non è necessario chiedere per quanto tempo rimarrà lì. La richiesta deve essere formulata in modo chiaro: "Esci dalla pozzanghera!" Altrimenti, capirà tutto alla lettera e rimarrà lì per un po '..
  • Alzare il tono non aiuterà a risolvere il problema, di conseguenza, il piccolo avrà paura, ma le azioni che infastidiscono così tanto l'adulto saranno fatte di nascosto. In ogni situazione, devi mantenere un tono misurato e calmo..
La mancanza di contatto è una delle ragioni della disobbedienza
  • Aspettando presto l'azione. I bambini sotto i 10 anni hanno bisogno di tempo per soddisfare la richiesta. Esprimi la richiesta e dai tempo per reagire.
  • Richiesta e contestuale diniego. Qui devi ricordare: "Non" non è percepito dal bambino! Non sente "No", lo ignora. La negazione dovrebbe essere, ad esempio, "Non andare nel fango" da sostituire con un'analogia in un'altra versione: "Andiamo in giro per l'erba".

Disobbedienza a 2 anni

Quando un bambino di 2 anni non obbedisce, a volte i genitori non capiscono cosa sta succedendo e come agire, perché passa un momento e il bambino si trasforma da angelo in un bambino intollerabile. Prima di tutto, niente panico, perché è normale che i bambini abbiano un cattivo comportamento. Questo è un indicatore del fatto che stanno crescendo e si stanno sviluppando correttamente, solo i genitori non hanno avuto il tempo di crescere con il bambino.

Non c'è bisogno di urlare, urlare non farà che aggravare la situazione, il piccolo farà i capricci ancora di più.

Quando un bambino di 2 anni non obbedisce, allora vale la pena provare a diventare un passo con lui, ad ammettere le sue esigenze, se certamente non minacciano la vita e la salute. I genitori dovrebbero essere coerenti, se un bambino di 2 anni ha un'isterica a causa del fatto che non gli è stata data la cioccolata, allora non dovresti seguire il suo esempio. Altrimenti, successivamente, il bambino, capricci e capricci, raggiungerà l'obiettivo prefissato..

La disobbedienza a 2-3 anni è il risultato di una crisi di autoaffermazione

Il bambino dovrebbe avere il diritto di scegliere, ovviamente non può mangiare cioccolato a 2 anni, ma puoi offrirgli una mela o una banana. Deve sentire di essere tenuto a freno e di essere il padrone della vita. Durante un capriccio, dovresti cercare di spostare l'attenzione del bambino su una questione importante, chiedergli di nutrire il gatto, innaffiare i fiori. A questa età, a loro piace aiutare in casa..

Un'altra condizione importante per il buon umore del bambino è un buon sonno. Il bambino assonnato di solito non fa i capricci, sa come comportarsi bene e affronta bene le sue emozioni.

Disobbedienza a 5 anni

I genitori spesso si chiedono cosa fare se un bambino di 4-5 anni non obbedisce. Un bambino di cinque anni capisce tutto molto meglio di quanto sembri agli adulti, assorbe tutto come una spugna.

Un semplice "no" non gli basta più, chiede spiegazioni sul perché non è permesso, e quando è possibile, e cosa succederà se viola il divieto dei genitori.

Gli psicologi danno le seguenti raccomandazioni per i bambini di 5 anni:

  • Se il genitore minaccia il bambino con qualcosa, allora deve certamente farlo. Non puoi promettere e non fare altrimenti, allora puoi perdere l'autorità, il bambino è più calmo nel vedere in giro persone obbligate che sanno quello che vogliono. Il debole di cuore, ad esempio, ha promesso che non avrebbe guardato una fiaba per cattivo comportamento, e poi se ne è pentito e l'ha dato, danneggiando la relazione tra un adulto e un bambino.
  • Se il bambino continua a comportarsi male, non importa cosa, allora vale la pena guardarsi intorno cosa ha causato questo comportamento. Il problema può essere risolto solo rimuovendo le radici dei malintesi.
  • Non è necessario ricorrere a minacce, il bambino capisce già tutto perfettamente, dovresti scegliere il tono e la formulazione giusti della richiesta. Invece di: "Non costringermi ad agire se ti vedo di nuovo in piedi" puoi dire: "Mi aspetto di riposare, quindi credo che andrai a letto e non camminerai per l'appartamento".
  • Quando un bambino sente rapporti amichevoli con un genitore, allora non farà i capricci, vorrà negoziare e rivelare loro ciò che lo preoccupa.

Disobbedienza a 7 anni

Un bambino all'età di 7 anni non obbedisce perché è consapevole di se stesso da adulto, quindi mostra che può essere indipendente e non ha bisogno di cure eccessive. Il ragazzo comprende già il suo significato sociale e capisce perfettamente che in alcuni momenti potrebbe avere la sua opinione.

Disobbedienza a 7 anni: il bambino si considera un adulto

Affinché uno studente possa ascoltare i suoi genitori, deve essere trattato con rispetto. A 7 anni non potrà più dire "perché", perché ha bisogno di sapere "perché no". Se il bambino viene ascoltato, ascolterà gli adulti. A questa età, ha ancora bisogno di divieti, poiché aiutano a modellare il suo comportamento, a sviluppare disciplina e responsabilità..

I bambini sono grandi manipolatori che capiscono perfettamente come ottenere ciò di cui hanno bisogno dagli adulti. E, se i genitori capiscono che il loro bambino cerca così di ottenere ciò che vogliono, allora non dovresti sostenere tale comportamento.

Disobbedienza a 10 anni

Se un bambino di 10 anni non obbedisce ai suoi genitori, allora questo indica l'inizio di un periodo di transizione in cui non vuole imparare e ascoltare nessuno. Naturalmente, molti genitori, che non sono indifferenti al destino dei bambini, letteralmente non trovano un posto per se stessi. Gli psicologi consigliano di metterti al suo posto. Gli adolescenti hanno bisogno di libertà dalle cure dei genitori, dai loro ordini, dai consigli infiniti, dalla moralità.

Cosa dovrebbero fare i genitori? Non importa quanto possa sembrare paradossale, devi limitarli dalle tue cure, puoi dare loro la sensazione di libertà, privati ​​dei consigli dei genitori, dei decreti e della morale della lettura.

Gli adulti, infatti, non dovrebbero lasciare che la situazione faccia il suo corso, ma tenere tutto sotto il proprio attento controllo. Credimi, passerà un po 'di tempo e un figlio di 10 anni verrà per un consiglio, avrà bisogno di consultarsi e parlare delle sue esperienze.

Quindi che si fa?

Questa età richiede un numero minimo di divieti. Ai bambini dovrebbe essere vietato solo ciò che rappresenta per loro un vero pericolo. I genitori dovrebbero cercare di essere amici, di conoscere i loro compagni, quale musica preferiscono ascoltare, cosa li interessa. Questa età parla della limitazione del potere genitoriale, per loro la vicina Petka di 10 anni ha più autorità del padre-professore.

La cosa principale è che non devi andare nel panico, cerca di capire la prole, gradualmente tutto tornerà alla normalità.

Come punire un bambino, raccomandazioni di uno psicologo

Per quanto paradossale possa sembrare, i bambini si sentono più tranquilli quando vengono puniti. Perché è più sicuro per loro crescere in un ambiente stabile, e non quando i loro genitori cambiano idea alla prima occasione. Se il bambino non obbedisce, gli psicologi danno alcune raccomandazioni su come punirlo..

Dobbiamo rinunciare alla punizione fisica

  1. Non puoi punire in un impeto di rabbia, devi calmarti e poi prendere misure educative.
  2. Il bambino deve capire perché viene punito.
  3. Non puoi essere punito più volte per un reato.
  4. Ci dovrebbe essere una punizione solo se la colpa è del bambino.
  5. Lo smontaggio non deve essere eseguito in presenza di estranei.
  6. Durante la punizione, il ragazzo dovrebbe capire che è stato punito per un misfatto, ma non hanno smesso di amarlo.
  7. Se il bambino viene punito ingiustamente, il genitore dovrebbe farsi coraggio e scusarsi con lui..

Molti psicologi consigliano di non crescere i bambini, ma di educare te stesso, poiché i bambini saranno ancora come noi.

Perché il bambino non obbedisce e cosa fare al riguardo?

Tutti i bambini dimostrano periodicamente forme di comportamento indesiderabili. Ma se alcuni di tanto in tanto si comportano male, altri cercano regolarmente di molestare gli adulti con capricci, riluttanza a soddisfare le richieste. Prima di fare qualcosa, devi capire perché il bambino non obbedisce.

La domanda su cosa fare quando il bambino non obbedisce affatto non è rara. E non puoi lasciare la situazione al caso, perché spesso un cattivo comportamento assume forme estreme, quando un bambino o un adolescente praticamente batte le mani. Scopriamolo.

Problemi tipici

Ci sono molte situazioni in cui un bambino si comporta in modo inappropriato.

Di seguito sono riportati 5 modelli comuni di disobbedienza dei bambini, ciascuno con il proprio background e fascia di età:

  1. Il bambino mostra un comportamento pericoloso. Accade spesso che, dopo ripetuti avvertimenti, un bambino di due anni scappi dalle braccia di sua madre mentre cammina, afferra oggetti appuntiti, ecc. Naturalmente, tali azioni sono estenuanti.
  2. Il bambino sta protestando. Il bambino risponde alla richiesta o richiesta di qualsiasi madre con resistenza, protesta, isteria. Non vuole vestirsi, sedersi a tavola, tornare da una passeggiata. Questo comportamento è comune nei bambini di 3 anni e anche di 4 anni..
  3. Il bambino interferisce con gli altri. Anche all'età di 5 anni, i bambini possono comportarsi in modo semplicemente insopportabile: urlare e correre in luoghi pubblici, spingere e calciare. Di conseguenza, la madre si vergogna molto delle opinioni e dei commenti insoddisfatti delle persone intorno a lei. Molto spesso, all'età di 7 anni, questo problema scompare completamente..
  4. Il bambino ignora i genitori. Quando gli adulti chiedono di vestirsi, di pulire la stanza, i bambini rispondono con silenzio e ignorando le parole loro rivolte. Questo comportamento è particolarmente comune all'età di 10 anni e più, quando inizia una rivolta adolescenziale..
  5. Il bambino chiede di comprargli qualcosa. Tali azioni sono più tipiche per la più giovane età prescolare. A 4 anni, i bambini possono chiedere a gran voce di insistere per l'acquisto di un giocattolo costoso o di qualche tipo di dolcezza.

Ragioni per la disobbedienza

Le fonti di comportamento "sbagliato" a volte sono molto facili da identificare semplicemente analizzando le azioni del bambino e come reagisci ad esse. In altre situazioni, i fattori provocatori sono nascosti, quindi l'analisi dovrebbe essere più approfondita..

Di seguito sono elencate le cause più comuni di disobbedienza nei bambini di età diverse:

  1. Il periodo di crisi. La psicologia identifica diverse fasi principali di crisi: 1 anno, 3 anni, 5, 7 anni, 10 - 12 anni (l'inizio dell'età di transizione). Naturalmente, i confini sono piuttosto arbitrari, qualcos'altro è più importante: durante questi periodi avvengono cambiamenti significativi nella personalità del bambino e nelle capacità del bambino. Sia la psiche che il comportamento cambiano.
  2. Numero eccessivo di divieti. La ribellione è una reazione naturale dei bambini di tutte le età alle restrizioni. Con la parola che suona costantemente "no", il bambino a volte viola deliberatamente i divieti per dimostrare la sua indipendenza e "infastidire" i genitori.
  3. Genitorialità incoerente. Per vari motivi, i genitori impongono sanzioni a un bambino per qualcosa che ieri, se non incoraggiato, poi non è stato condannato. Naturalmente è confuso, disorientato, il che si esprime nella disobbedienza..
  4. Permissività. In una situazione del genere, al contrario, non ci sono praticamente restrizioni. A un bambino è permesso letteralmente tutto, perché i genitori confondono i concetti di "infanzia felice" e "infanzia spensierata". Il risultato di indulgere in qualsiasi capriccio è il deterioramento;
  5. Disaccordi nella genitorialità. I vari requisiti per un bambino non sono rari. Ad esempio, i padri di solito chiedono di più dai figli, mentre le madri mostrano simpatia e pietà. Oppure potrebbe sorgere un conflitto tra i genitori e la vecchia generazione. In ogni caso, la disobbedienza è una conseguenza del disorientamento del bambino..
  6. Mancanza di rispetto per la personalità del bambino. Spesso gli adulti sono convinti che un bambino di 8 o 9 anni sia “impotente” quanto un bambino di un anno. Non vogliono ascoltare la sua opinione, quindi non sorprende che il risultato sia un comportamento di protesta..
  7. Conflitti familiari. Gli adulti, risolvendo le proprie relazioni, dimenticano il bambino. E cerca di attirare l'attenzione attraverso scherzi o anche gravi cattive condotte. Successivamente, diventa un'abitudine..

Come rispondere alla disobbedienza?

Sono già stati menzionati i problemi e le ragioni tipiche della disobbedienza dei bambini. Ora devi capire cosa fare ai genitori se il bambino non obbedisce.

Vale la pena notare che parleremo di azioni che rimangono ancora nel range normale. Cioè, considereremo solo la disobbedienza e non il comportamento deviante..

Un articolo utile e pertinente in cui uno psicologo spiega perché non puoi urlare a un bambino e come le urla dei genitori influenzano la sua vita futura.

Un altro articolo importante che tratta il tema della punizione fisica. Lo psicologo spiegherà in modo accessibile perché non puoi picchiare i bambini.

Il bambino mostra un comportamento pericoloso

Cosa fare con un bambino se si comporta in modo così sconsiderato da minacciare la sua salute o addirittura la vita? È necessario introdurre un sistema di telai rigidi che è vietato attraversare.

Un bambino di 3 anni che sta attivamente imparando a conoscere il mondo semplicemente non ha idea di quanto sia pericoloso. Tuttavia, a causa delle caratteristiche dell'età, non comprende spiegazioni lunghe, quindi il sistema di restrizioni si basa su un comportamento riflessivo condizionato..

Per far funzionare l'intera struttura, hai bisogno di:

  • prendere una parola chiave che significherebbe un divieto categorico. È meglio non usare la parola "no" per questo scopo, poiché il bambino la sente tutto il tempo. I segnali "stop", "pericoloso", "vietato" sono adatti;
  • dimostrare la relazione tra una parola di segnalazione e una conseguenza negativa. Naturalmente, la situazione non dovrebbe rappresentare un serio pericolo per il bambino. Ad esempio, se un bambino tira un dito verso un ago, puoi permettergli di sentire il dolore di uno acuto. In situazioni veramente pericolose, è necessario pronunciare ripetutamente l'espressione del segnale: "È pericoloso prendere un coltello.", "È pericoloso toccare la stufa.";
  • rimuovere le emozioni. A volte un bambino di 5 anni provoca deliberatamente il pericolo, in modo che la madre abbia paura per lui ed è saturo delle sue emozioni. Questo è il motivo per cui non dovresti mostrare i tuoi forti sentimenti quando il bambino si comporta in questo modo..

Proteste dei bambini

Come già notato, i bambini attraversano diverse crisi, caratterizzate da stati d'animo di protesta. Un uomo in crescita si sforza per l'autonomia, ma raramente un genitore è pronto a fornirla a 5, 8 o 9 anni.

Cosa dovrebbero fare i genitori in questo caso? Consenti a tuo figlio di essere più indipendente e di prendere decisioni. D'accordo, puoi dargli l'opportunità di decidere cosa farà colazione o cosa indosserà a scuola.

Cose del genere sembreranno piccole cose ai genitori, ma per un bambino che cresce questo è una sorta di passaggio al mondo degli adulti. Sente anche di poter beneficiare i suoi cari..

Se il bambino insiste per completare un compito deliberatamente "perdente", lascialo fare (a meno che, ovviamente, questo non danneggi il bambino stesso). Tuttavia, dopo un risultato insoddisfacente, non è necessario dire, dicono, ti avevo avvertito, ecc..

Se la protesta si trasforma in isteria, l'adulto dovrebbe rimanere calmo, altrimenti l'esplosione emotiva si intensificherà. È necessario liberare il bambino dal pubblico, abbracciarlo o, al contrario, fare un piccolo passo indietro, non perderlo di vista. Tutto dipende dalle circostanze.

Il bambino interferisce con gli altri

In questo caso, è necessario chiarire che esistono principi comportamentali generali che devono essere seguiti senza fallo. Naturalmente, se un bambino non obbedisce a 4 anni, potrebbe semplicemente non capire l'importanza di soddisfare questi requisiti.

Se non funziona ora, all'età di 8 anni il bambino imparerà le regole di comportamento che mamma o papà ripetono così spesso. E più è accessibile da spiegare, prima arriverà questo momento.

Il bambino ignora i genitori

I bambini non vogliono ascoltare un genitore che gli dà lezioni per due motivi:

  • il bambino è impegnato, si libra nei suoi pensieri, quindi non sente nemmeno di cosa sta parlando il genitore;
  • questa è un'altra variante del comportamento di protesta.

Nel primo caso, i bambini che mostrano tratti autistici si comportano in questo modo. Tuttavia, questo comportamento può manifestarsi anche nei bambini dotati, poiché scorrono costantemente molte idee diverse nelle loro teste..

È necessario capire perché il bambino non può o non vuole ascoltare per correggere la situazione in tempo o cercare di migliorare le relazioni. Uno psicologo qualificato ti dirà cosa fare in questo caso.

Il comportamento di protesta è tipico per i bambini sopra i 9 anni e soprattutto per gli adolescenti. Vogliono più indipendenza, quindi si arrabbiano con i loro genitori, si rifiutano di ascoltarli, resistendo così alle loro richieste.

Non importa se un adolescente ribelle o un bambino di tre anni non obbedisce ai genitori, i metodi per risolvere il problema saranno simili. Ai bambini dovrebbe essere data maggiore indipendenza se non nuoce alla loro sicurezza, e più amore e sostegno..

Il bambino chiede di comprargli qualcosa

Non c'è bisogno di aspettare che le richieste e il malumore si trasformino in un attacco isterico. È meglio lasciare immediatamente il negozio e prendere il bambino con un pretesto plausibile. Ad esempio, spiega che hai dimenticato i soldi..

L '"acquirente" fallito deve essere deviato a un'altra azione. Presta attenzione al gatto che corre, conta gli uccelli sul ramo, ripeti la poesia appresa. Di solito i bambini dimenticano rapidamente l'acquisto imperfetto..

Quindi dovresti promettere di aggiungere l'importo mancante per il tuo compleanno o Capodanno e acquistare la cosa che ti piace. Naturalmente, la promessa deve essere mantenuta..

Suggerimenti utili

Abbiamo esaminato cosa fare se il bambino non obbedisce in situazioni tipiche. Tuttavia, ci sono linee guida generali che saranno utili a tutti i genitori. E non importa quanti anni ha il bambino: 3, 5, 8 o 9 anni.

  1. Riduci il numero di inibizioni, lasciandole per situazioni davvero gravi. In questo caso, il numero di punizioni diminuirà immediatamente..
  2. Se un bambino di 8 anni non obbedisce e sei abituato a risolvere il problema urlando, cerca di calmarti e commenta con tono calmo.
  3. Se tuo figlio non ascolta per entusiasmo, cerca di attirare la sua attenzione non con grida, ma, al contrario, sussurrando, espressioni facciali o gesti. L'interlocutore, volenti o nolenti, dovrà ascoltare.
  4. Non dare voce alle tue richieste più e più volte. Per prima cosa, avvisa il bambino di smetterla di indulgere, quindi segue l'azione disciplinare. E dopo la punizione, viene spiegato il motivo di misure così severe.
  5. Cerca di non usare la particella "NOT" nel tuo discorso. Questo consiglio si basa sulla convinzione che i bambini non percepiscano la particella negativa, prendendo letteralmente la richiesta come guida all'azione..
  6. Se i bambini sono isterici, in questo momento non è necessario fare appello alla loro mente. Calmati, conferma ancora una volta la tua richiesta senza alzare la voce. Questo avviene più a 8, 9 anni e una distrazione funzionerà con i bambini piccoli.
  7. Sii coerente nelle tue azioni, richieste e promesse. Ottieni anche il sostegno del tuo coniuge e delle tue nonne. La coerenza eviterà il disorientamento di un bambino che non ha motivo di essere provocatorio..
  8. Cerca di passare più tempo a interagire con i bambini. E non è il numero di minuti che conta, ma la qualità dell'interazione.
  9. Preparati mentalmente per l'inevitabile crescita. Il bambino sta crescendo, ha bisogno di più indipendenza per realizzare i suoi desideri e progetti. Fornire questa indipendenza ogni volta che è possibile.
  10. Mostra interesse genuino. Scopri come vive tuo figlio adulto. Forse i suoi film preferiti non sono così superficiali e la musica è abbastanza melodica.

Come ripristinare la fiducia di tuo figlio?

Affinché un bambino obbedisca o almeno si relaziona adeguatamente alle esigenze degli adulti, è necessario ripristinare il rapporto genitore-figlio più fiducioso e stabilire una connessione emotiva.

Modi per stabilire un rapporto di fiducia:

  1. È importante che il bambino capisca cosa si può dire ai genitori della situazione inquietante. Inoltre, l'ometto deve sapere che può fare domande agli adulti senza paura che si arrabbino. Allo stesso tempo, i genitori dovrebbero sentirsi liberi di chiedere, chiarire, parlare di diversi modi per risolvere il problema.
  2. Se hai bisogno di comunicare alcune notizie importanti o chiedere qualcosa di urgente, è meglio non gridare, ma avvicinarsi, abbracciarsi, cioè creare un contatto fisico. Un'azione del genere mostrerà il tuo grande interesse per questa situazione e il bambino avrà meno motivi per rifiutarti..
  3. Quando comunichi, devi mantenere il contatto visivo, ma lo sguardo dovrebbe essere morbido. Se un genitore guarda con rabbia, allora il bambino sente inconsciamente una minaccia, il desiderio di metterlo sotto pressione, quindi percepisce ogni appello come un ordine.
  4. L'istruzione implica non solo richieste, ma anche gratitudine. Lodi, parole di approvazione sono il miglior incentivo per i bambini, perché li ascoltano dai loro genitori. A proposito, per un bambino l'incoraggiamento materiale non vale quanto la gratitudine di una madre o di un padre sincera..
  5. Non dimenticare che sei un genitore, cioè più grande e più esperto di tuo figlio. Relazioni eccessivamente amichevoli spesso portano al fatto che il bambino smette di percepirti come un protettore, la persona principale della famiglia. Cioè, devi essere più flessibile..

Il potere dell'esempio personale

I bambini non sempre rispondono in modo appropriato alle semplici spiegazioni del perché dovrebbero comportarsi in un modo o nell'altro. È meglio educare con l'esempio personale, perché questo metodo funziona in modo molto più efficiente di numerose parole e desideri.

In un momento non più bello, quasi ogni genitore può affrontare il problema della disobbedienza. Tuttavia, non disperare e risolvere il problema con la forza, è meglio costruire relazioni con il bambino in modo che i conflitti non arrivino al punto di non ritorno..

Inoltre, considera se un bambino obbediente è così buono. Dopo tutto, alcune manifestazioni di insubordinazione sono associate al normale passaggio delle crisi dell'età e se i bambini non si oppongono mai, forse mancano di indipendenza e desiderio di auto-sviluppo..

Infine, gli stessi adulti devono servire da modelli di comportamento costruttivo. D'accordo sul fatto che è stupido chiedere a un bambino di ascoltare e sentire se i genitori non sempre mantengono le loro promesse, cambiano i requisiti senza un dovuto motivo e non vogliono concedere in piccolo.

Ciao, sono Nadezhda Plotnikova. Dopo aver completato con successo i suoi studi alla SUSU come psicologa speciale, ha dedicato diversi anni a lavorare con i bambini con problemi di sviluppo e a consultare i genitori per crescere i figli. Utilizzo l'esperienza maturata, anche nella creazione di articoli di orientamento psicologico. Certo, in nessun modo pretendo di essere la verità ultima, ma spero che i miei articoli aiuteranno i cari lettori ad affrontare eventuali difficoltà.

Come insegnare a un bambino a tenere correttamente una penna? 6 modi principali e alcuni suggerimenti aggiuntivi

Cosa fare con un bambino di 1 - 2 anni: giochi per la casa e per la strada di uno psicologo infantile

5 consigli per il pediatra per aiutare il tuo bambino a imparare a stare seduto

Buone maniere, o 13 regole principali del galateo a tavola per un bambino

12 situazioni di conflitto nel parco giochi

Le principali ragioni e modi per eliminare l'isteria infantile

Cosa regalare a un bambino per 1 anno: giocattoli, regali pratici e regali simbolici

9 modi per calmare il tuo bambino dal neonato ai 3 anni: il metodo Harvey Karp e i consigli degli psicologi infantili

"Bottiglia d'addio", ovvero come insegnare a un bambino a bere da una tazza?

4 gruppi di motivi che spiegano perché un bambino cammina in punta di piedi

4 modi efficaci per svezzare il tuo bambino dal ciuccio: consigli e suggerimenti per i genitori

7 semplici modi per sconfiggere l'insonnia infantile

Quando un bambino inizia a tenersi la testa? 5 esercizi per rafforzare i muscoli del collo nei neonati

La trasformazione di una ragazza in una ragazza: lo sviluppo sessuale di una ragazza - scrive un ginecologo

Sport invernali: utili o traumatici? Suggerimenti per i genitori su come proteggere il tuo bambino dagli infortuni durante la pratica sportiva in inverno

Come non urlare a tuo figlio: 8 consigli utili per i genitori irascibili

Sviluppo del bambino a 5 mesi: cosa può fare, norme di altezza e peso

Viene stabilita la connessione con il mondo o quando il neonato inizia a vedere e ascoltare?

7 consigli di lavoro di uno psicologo su come svezzare il tuo bambino dal biberon

Come svezzare un bambino dalle mani: cause di un'abitudine e come superarla

Quando un neonato inizia a sentire, vedere, annusare?

"Io stesso!" o 7 principali segni di una crisi 3 anni e come superarli

Imparare dalla culla secondo il metodo Glen Doman: beneficio o danno?

Il bambino dice sempre "No"? 5 modi per risolvere il problema

23 commenti all'articolo “Perché il bambino non obbedisce e cosa fare al riguardo? "

Mio figlio ha 4 anni. È come una meteora, non sta mai fermo, ha bisogno di tutto e ovunque ha bisogno di arrampicarsi. Capisce perfettamente cosa è possibile e cosa non lo è, e fa ancora ciò di cui ha bisogno. Questo articolo descrive tutti i fattori e le ragioni di questo comportamento. Questo articolo aiuta a comunicare correttamente con il bambino e tutti erano contenti di tale comunicazione..

La disobbedienza di un bambino è una sorta di manifestazione del carattere. In ogni caso, cerco di guardare la situazione “attraverso i suoi occhi” e, ovviamente, di ascoltare i suoi argomenti. Nella maggior parte dei casi, riusciamo a risolvere il problema. Succede quando devi prendere una decisione ferma, ma non in ogni caso forza fisica.

L'ordine di comunicazione con un bambino è descritto molto facilmente in questi articoli. Ma perdonami, quando giorno dopo giorno affronti lo stesso problema, come un pappagallo, spiegami con tono calmo perché e come. Dare esempi. Ti interessa l'opinione, e domani tutto si ripete e così per 3 anni, sai, nessuna persona, anche con i nervi di ferro, non sarà in grado di spiegare e parlare con calma senza passare a un tono alzato. Sai, la generazione dei nostri genitori non ha approfondito lo stato psicologico dei bambini. C'erano regole in base alle quali era necessario vivere a casa, a scuola, in società, e nessuno ne parlava. È necessario, quindi è necessario. E siamo cresciuti come bambini normali. Rispetto per la vecchia generazione. E abbiamo avuto un'età di transizione, ma non potevamo nemmeno immaginare di disobbedire ai nostri genitori e discutere di qualcosa. Siamo stati più indipendenti e responsabili. E con l'avvento di tali psicologi e letteratura sull'argomento "Come trovare un approccio a un bambino", abbiamo cancellato i confini di regole, norme, moralità nei bambini. Ora considerano normale dire ai loro genitori di non disturbare il loro spazio vitale. Sì, io stesso non riuscivo nemmeno a pensarci, figuriamoci a dirlo ai miei genitori. Noi adulti viviamo secondo le regole e i regolamenti. E che ci piaccia o no, facciamo la cosa giusta. Allora perché i bambini dovrebbero essere diversi, dovremmo prepararli per la vita e non crescere i bambini. Non lo so, sono già vicino a non fregarmene di tutti i consigli degli psicologi e di costruire le regole necessarie, anche se non sono adatte al bambino. E poiché non capisce la normale comunicazione, significa in un tono ordinato.

Sono d'accordo con te, Julia. In effetti, hanno generato psicologi che sanno dall'esterno come e cosa fare.

Bene, qui, purtroppo, è il mio ringhio e l'intonazione del capo che funziona subito, e le persuasioni e le spiegazioni settimanali / mensili sono come un muro.
Non appena i miei nervi cedono e abbaiano, mia figlia è come una di seta: raccoglierà lo zaino, toglierà il piatto dopo il pasto, si laverà dal primo promemoria e dirà grazie. Non appena agisco secondo la "psicologia" e ci laviamo i denti dal 25esimo promemoria, e "questo è il piatto più insapore della mia vita!" Allo stesso tempo, lo stesso piatto chiede poi alla nonna di cucinare.
Quindi hai davvero bisogno di guardare la situazione e purtroppo non puoi fare a meno di alzare la voce.

Mi iscriverò sotto ogni parola!

Sono d'accordo con te al 100%.

Julia, sono d'accordo al 100 percento! Mio figlio ha quasi 9 anni, ma per "negoziare" con lui devi essere diviso a metà. Qualsiasi mia richiesta, ogni azione elementare viene accolta con diniego: sedersi a tavola quando mi sono già coperto e chiamato per mangiare, riunirsi quando te lo chiedono, la sera andare a lavarti i denti, mettere le cose nell'armadio, completare il compito come chiede l'insegnante, come indicato nel libro di testo, vieni e togliti il ​​capospalla, ecc., ecc..
Una volta lo abbiamo quasi perso quando si è ficcato le mani sporche in bocca e si è preso una terribile infezione intestinale (sciocchi, hanno passato l'intera giornata a spiegare cosa e come, e perché non dovrebbe essere fatto, ma lui praticamente le ha colpite; ma tutto quello che doveva fare era legarsi le mani! ). Si sono sdraiati negli ospedali con terribili iniezioni e contagocce, e poi per altri 3 mesi si sono ripresi come l'inferno. Allo stesso tempo, io stesso ho massaggiato così tanta salute... Abbiamo riletto tonnellate di libri educativi. Già sono andati da uno psicologo, per sei mesi hanno cercato di "spostarlo" in qualche modo dal suo posto.
Ora io, una "cattiva madre", sputavo su tutto e talvolta afferro un lungo righello e una cintura. Il problema viene risolto in 5 minuti.
È bene avvisare quando questo problema non ti riguarda personalmente!

Sai, parliamo davvero troppo di come non ferire l'anima del tenero bambino e dare la nostra vita ai bambini "per essere fatti a pezzi". In qualche modo non riesco a guardarla in nessun altro modo. Ci dovrebbe essere un minimo di divieti, altrimenti... Non picchiare il bambino, oppure... Non urlare, oppure... Non sistemare le cose davanti a lui, altrimenti... E poi - cosa?! Suicidio nell'adolescenza? O mancanza di contatto? O qualcos'altro?
Vivi in ​​costante riflessione sul fatto che sei una cattiva madre, non sensibile, non tollerante e più in basso nella lista. E il bambino, quasi 7 anni, ha voluto sputare sulle tue richieste. E così dalla nascita. Dall'ospedale stesso. Non mi ha dato un'ora per dormire lì. Poi siamo arrivati ​​a casa - ed è diventato chiaro che la nostra vita era già finita. C'è solo lui. E siamo come le sue appendici.
Sì, forse ha un VSD da qualche parte (nella nostra pediatria, a loro ancora non piace discuterne, perché non si può fare nulla al riguardo. Lo so, perché vivo in una famiglia di medici e ho bevuto tutto quello che posso.) e di notte la testa premeva, ma durante il giorno lo era anche e c'è un costante prurito e disaccordo con la linea. Non si può "dimenticare" tutto e cercare solo di ascoltare le sue esigenze, che molto spesso sono = capricci (andiamo in negozio, compriamo...). Ci sono cose urgenti!
In 2-3 anni si lamentava senza motivo, ora il costante "mi annoio", l'incapacità di giocare da solo, di occuparsi, il vuoto interiore. Non lo capisco, sono cresciuto da solo ed ero molto malato, ad es. Non andavo in giardino e, seduto a casa con mia nonna, mi divertivo mentre la nonna era impegnata in casa. In modo che con me qualcuno degli adulti giocasse con i miei giocattoli ogni giorno all'età di 5-6-7 anni perché sono annoiato da solo, non riesco a ricordare. In precedenza, sì. E disegnavano, a nascondino, ma più vicini alla scuola, in generale, questo era fuori discussione. E con noi - per scontato, altrimenti "mi annoio" e inizia a guastare. Può davvero rovinare le cose. È un po 'tardi per non capire cosa significa, consapevolmente. Dove posso ottenere un tono uniforme e un'espressione benevola, quando di tanto in tanto. E poi. Se crescessi un figlio unico. Ma accanto a lui c'è il primogenito, con una differenza di 13 anni, un bambino assolutamente adeguato. Ho capito il discorso, anche se non ho obbedito la prima volta, come tutti i bambini, ma ho visto la differenza tra "posso" e "no", sapevo quando era pericoloso. E non c'erano tali nervi: né per lui, né per lui. Che cos'è? Come nella fiaba “l'anziano era un tipo intelligente,…. il più giovane era affatto uno sciocco "o noi, come genitori, ci siamo deteriorati così tanto che non siamo in grado di far fronte al più giovane?
So che non ci sarà una risposta... Gli psicologi non amano le domande difficili. Tutti vogliono avere successo, ma qui non darai un consiglio o nemmeno un commento.

Sono anche d'accordo... E hanno una cintura, e hanno picchiato alcuni con un tubo, e niente, e hanno fatto di tutto, e sono cresciuti come persone normali, ma ora non toccare il bambino, siamo diventati subito mostri, come un bambino con una cintura e un angolo, è immorale... il mio amico è stato "aiutato" da uno psicologo con 20 anni di esperienza. Ora sua figlia manda dove vuole e torna a casa ogni volta che vuole, e lei ruggisce perché ha ascoltato uno psicologo... La gravità e una cintura raggiungono rapidamente i bambini...

Certamente! Io, ovviamente, non ho ancora colpito... Ma sei cresciuto senza psicologi, e ora anche un neurologo dice che a 16 anni, i bambini stessi non possono versare il tè, perché l'acqua bollente? Questo è tutto l'aiuto degli psicologi! Oppure un'amica, una psicologa della Duma, lavora con la giovinezza d'oro e sua figlia le asciuga i piedi!

È a causa di persone come Julia che viviamo nella società di quelle persone che non hanno un'opinione propria, ma che hanno paura di piegare la loro linea e difendere i propri diritti.

Niente aiuta, il bambino deliberatamente non obbedisce ai genitori, si sforza sempre di fare tutto contro, anche se si fa male. Lo mando a un orfanotrofio, gli psicologi lo scopriranno là fuori.

Non riesco a trovare una lingua comune con mia figlia.
Lavoro con mio marito, mio ​​marito è a casa alle 5 del mattino intorno alle 21. Abbiamo due figli: un maschio e una femmina.
La ragazza ha 10 anni, sente, capisce quello che le dicono e mentre dice “prova” cerca di fare tutto ma fallisce...
La mattina allevo, mi nutro e vado a lavorare. Durante il giorno cerco di controllare al telefono: mangiare, fare i compiti o fare qualcosa di utile e in generale scoprire come sta.
Ora le vacanze - di tanto in tanto è a casa da sola.
Tutte le domande sul cibo, l'ordine, i libri: tutto è fatto, l'ordine, la lettura... E alla fine, l'intera giornata davanti alla TV o al telefono. Una bugia.
Il marito torna a casa e lì - come un tornado travolto, un casino, i piatti sono sporchi e non hanno letto niente....
Hanno parlato, chiesto, spiegato, punito: tutto è inutile.
aiutami per favore.
Amo mia figlia e voglio trovare un linguaggio comune con lei..

Buon pomeriggio. Hai descritto la nostra situazione. Cerco una via d'uscita, a volte le mie mani si arrendono. Hai cambiato qualcosa, trovato una soluzione? Dimmi se non è difficile.

Qualcuno può dirmi qualcosa. Sono una nonna, ho 2 nipoti. Non stiamo ancora parlando della più giovane, anche se ci sono chiaramente problemi con lei. Ma il nipote ha 5 anni. Mia figlia ha avuto un parto difficile. E poi si lamentava costantemente che il bambino le era indifferente, che non aveva attaccamento, il suo comportamento non corrispondeva realmente alle norme standard. Ma abbiamo spiegato questo dal fatto che un ragazzo, che non tutti i bambini sono uguali. E solo all'età di uno, il pediatra distrettuale ha detto: pazienza, molto probabilmente ha iperattività. E abbiamo iniziato a studiare tutto quello che potevamo. Abbiamo letto molti consigli da psicologi. Hanno cercato di mettere in pratica alcune cose. E se prima poteva occuparsi di giocattoli, libri almeno per un po ', ora la vita di sua figlia è un inferno. Non pensare, abbiamo una famiglia normale per gli standard odierni (istruzione, sicurezza materiale). Quello che possiamo fare per lo sviluppo dei bambini - lo facciamo. Ma il comportamento del nipote è insopportabile: non riesce a controllarsi, è molto difficile vedere dietro di lui. Spesso si infortuna, non ascolta e non sente, se cerchi di limitarlo in alcune azioni, si comporta in modo abbastanza aggressivo. A volte gli chiedi solo di non fare qualcosa. Puoi chiedere 3-4 volte. Ha continuato come ha fatto. Bene, per esempio, non gettare qualcosa sul pavimento. Dice spesso che se ne andrà. Parla come un adulto. Va in giardino. Certo, lo rimproverano, lo puniscono, ma lo sopportano comunque. La figlia semplicemente non ha la forza di combatterlo. È un'ottima madre. Mi dispiace tanto per lei, e io stesso non capisco cosa fare, perché il bambino sta peggiorando. Non sa come simpatizzare, non c'è pietà in lui, per tutto il tempo richiede attenzione a se stesso, soddisfazione dei suoi desideri, grida costantemente. Nessuno lo batte, ma promettono. Quindi dichiara che stanno battendo. Incoraggia il bambino a fare vari trucchi sporchi. E chi dovrebbe aiutare qui: uno psicologo o uno psichiatra? Sono propenso a uno psichiatra. Ma solo non ci sono specialisti a cui ci si possa davvero rivolgere. E cosa succederà quando andrà a scuola? Ha già trasformato la nostra vita in un incubo. Cerchiamo, ovviamente, di salvare la faccia, ma quanto durerà? Non è necessario discutere il mio commento. Se qualcuno vuole seriamente suggerire qualcosa di utile, darò la mia posta.

Sono anche una nonna, anch'essa nipote di 5 anni, con diagnosi di iperattività e deficit di attenzione. Tutto è come il tuo, beviamo Pantogam, ma non serve, se inizia a correre con i bambini, allora non ci sono freni, non sente nessuno in questo momento. In classe in giardino non obbedisce, interferisce con tutti, è anche un peccato camminare con lui, non sa come comportarsi da nessuna parte e non vuole. Abbiamo visitato gli psicologi, niente aiuta, e io e mia figlia siamo stanchi con lui, gli insegnanti difficilmente sopportano.

Il figlio ha 10 anni. Anche noi siamo stati iperattivi fin dall'infanzia. Quando sono andato all'asilo, era ancora più o meno. Ma quando siamo andati a scuola, sono solo kapets. Ci sono molti commenti! Non sembra voler offendere nessuno, in qualche modo si scopre automaticamente.

Madri, a tutti coloro a cui viene diagnosticata l'iperattività, da un neurologo, bene, prima inizi il trattamento, più facile sarà guarito tutto! Là non è il Pantogam che deve essere bevuto, ma droghe molto più serie. Trova un neurologo bravo e consigliato. Mio figlio è stato curato dai 4 anni, alle 7 la diagnosi è stata rimossa. Una scuola speciale ci ha minacciati. Neurologo PhD, quindi.

Ciao, dimmi, qualcuno ha trovato risposte alle tue domande? Mio figlio ha 10 anni. Il problema è lo stesso del tuo.

Giulia, anch'io sono d'accordo con te. Adesso ho 34 anni, quando ero bambino mi ricordo un po 'di me stesso. Ci è stato insegnato a rispettare gli anziani, a dare la precedenza e un posto sui mezzi pubblici. Il che è estremamente raro ora. Abbiamo sempre parlato con gli anziani di TE.
Mia figlia, ha 3 anni e 5 mesi, non obbedisce affatto. Non so più cosa fare e come andare d'accordo con lei. Ho provato sia nel bene che nel male. E quasi non vado da mia nonna, perché lì si coccolano al massimo e non mi ascoltano, come voglio crescere mio figlio.
Prima di tutto, questo è mio figlio. E nostra nonna crede che se è la prima nipote, allora tutto è possibile per lei. Sono arrabbiato e ho già iniziato a imprecare con mia madre. Se la nonna e la nipote si fossero viste non così spesso, allora sì, così poco potrebbe essere possibile. Ma nostra nonna vive a 200 metri da noi e spesso vede sua nipote 3-4 volte a settimana. E inizia spesso con una donna. Ho visto come comunicano, e così sono divampato, il fatto che mia madre non mi aiuti a crescere un bambino, ma la vizi. E poi a casa non riesco a raggiungere la disciplina e l'obbedienza. E mi sono già davvero pentito di non essermi allontanato da mia madre.
Forse suona crudele alla mamma. MA - e dopotutto, in futuro potrebbe risultare che questo fascino - che è stato coccolato, siederà sulla testa di tutti o chiederà ancora di più.
Quindi stiamo anche cercando di trovare un linguaggio comune con nostro figlio. Non dai libri, ma come lo vediamo.
Sì, un bambino è una persona e un figlio di genitori, ma non importa quanto sia amato, devi educare una persona al rispetto per gli altri e non un egoista.

Mio figlio ha avuto un periodo terribile in cui non ascoltava affatto nessuno. Mi faceva costantemente i capricci, diceva di no a tutto. Ho scoperto come affrontarlo. Bene, siamo in procinto di essere rieducati. E vedo già il risultato, che, ovviamente, piace e rassicura.

Il dottor Komarovsky su cosa fare se il bambino non obbedisce ai genitori

  • Problemi pedagogici attraverso gli occhi di un medico
  • Capricci
  • Punizione fisica
  • Il consiglio del dottor Komarovsky

Non esiste un bambino simile che obbedirebbe sempre ai suoi genitori. Anche ragazzi molto docili e calmi di tanto in tanto si "ribellano" e mostrano carattere. E alcuni bambini si comportano in questo modo molto spesso, il che provoca dispiacere e ansia tra madri e padri. Il famoso dottore Evgeny Komarovsky racconta perché il bambino non obbedisce ai genitori e cosa deve essere fatto in questa situazione.

Problemi pedagogici attraverso gli occhi di un medico

Si rivolgono a Evgeny Komarovsky non solo per il raffreddore, i piedi piatti e altri disturbi. Abbastanza spesso, i genitori portano i loro figli dal pediatra e si lamentano che il piccolo è diventato cattivo. Di solito questo problema si verifica nelle famiglie in cui i bambini hanno già 4 anni. È troppo tardi, sostiene Komarovsky, è consigliabile affrontare questioni di educazione e obbedienza quando il bambino ha 1,5-2 anni e idealmente dalla nascita.

Il bambino inizia a comportarsi in opposizione all'opinione dei genitori in due casi: se gli è stata data troppa libertà dalla nascita e se gli è stata ripetuta troppo spesso la parola "no". Il compito dei genitori è trovare lo stesso equilibrio "d'oro" tra questi estremi.

La democrazia in famiglia, che dà a un bambino la parità di diritti con gli adulti, porta all'educazione di un bambino cattivo e capriccioso che sarà isterico e scandali per ottenere ciò che vuole se gli viene proibito di fare qualcosa.

Capricci

Se un bambino ha provato una volta il metodo isterico ed è stato coronato dal successo (ha ottenuto ciò che voleva), allora, senza dubbio, il bambino userà spesso questo metodo per manipolare i genitori e le nonne. Pertanto, se un bambino cattivo inizia improvvisamente a organizzare "concerti", sbattendo la testa sul pavimento e sui muri, urlando, nel senso letterale della parola, finché non diventa blu, il modo migliore è non prestare attenzione, dice Evgeny Komarovsky.

Se non c'è uno spettatore nella persona di mamma o papà, il bambino semplicemente non ha alcuna motivazione per l'isterismo. Se urla, devi lasciare la stanza in cui si svolge il "dramma", se batte, metti un cuscino per renderlo più morbido e lascia la stanza. Per i genitori, questa fase è la più difficile..

Komarovsky consiglia di essere paziente, valeriano e ottimista: tutto funzionerà sicuramente se mamma e papà saranno coerenti nelle loro azioni.

Non temere che il bambino soffoca durante un isterico, anche se mostra con tutto il suo aspetto che questo sta per accadere. I bambini, secondo Komarovsky, spesso espirano dai polmoni l'intera fornitura di aria, inclusa l'aria di riserva, quando piangono, questo provoca una lunga pausa prima di inspirare. Se ci sono serie preoccupazioni, devi solo soffiare il bambino in faccia - prende un respiro di riflesso.

Punizione fisica

Il dottor Komarovsky si oppone alla punizione fisica, perché un bambino che fin dalla tenera età si è reso conto che chi è più forte vince, userà questa conoscenza per tutta la vita. Niente di buono nascerà da queste persone che sono abituate a risolvere i problemi con gli altri con l'aiuto della forza..

Se una mamma o un papà non possono risolvere i problemi con il loro bambino senza l'uso della forza fisica, questo è un motivo per contattare uno specialista: i genitori hanno bisogno di una consulenza da uno psicologo o psicoterapeuta. E questo è ragionevole e corretto, dice Komarovsky.

Ci sono abbastanza opzioni di punizione senza cintura: spiegazioni del perché qualcosa non può essere fatto, privazione temporanea di determinati beni (dolci, nuovi giocattoli). La cosa principale è che la punizione è adeguata e tempestiva: se un bambino si è comportato male al mattino, ed è stato privato della sera guardando i cartoni animati, non ricorda più per cosa è stato punito esattamente.

Mettere il tuo bambino in un angolo è una punizione abbastanza intelligente..

Un bambino in una situazione di conflitto deve essere solo con se stesso, senza giocattoli, senza cartoni animati e altri divertimenti. Komarovsky consiglia di mettere il bambino nell'angolo per esattamente tanti minuti quanti sono i bambini (3 anni - 3 minuti, 5 anni - 5 minuti).

Nel processo di punizione, i genitori non dovrebbero privare il bambino di ciò di cui ha bisogno per la vita: camminare all'aria aperta, bere e mangiare.

Il consiglio del dottor Komarovsky

Il "no" categorico dovrebbe essere detto solo quando la situazione rappresenta un potenziale pericolo per la salute e la vita del bambino e della sua famiglia. Collegalo a una presa - non puoi, bottino su una piastrella fredda - non puoi.

Se il bambino sta solo lanciando giocattoli, allora questo divieto è inappropriato qui. È meglio spiegare perché questo è brutto, scomodo e perché è preferibile rimuovere i giocattoli dopo tutto. Quindi il divieto sarà percepito dal bambino come qualcosa di veramente importante. Più spesso sente "no", meno gli attribuisce importanza.

Chiedendo qualcosa e sostenendo la loro richiesta, i genitori devono mantenere la loro posizione fino alla fine.

Ciò che era impossibile ieri dovrebbe essere impossibile oggi. Tutti i membri della famiglia dovrebbero sostenere la richiesta e non cambiare le loro decisioni. Questa è un'ottima profilassi per bambini e ragazzi..

Se la madre insegna al bambino a "pronunciare" le sue emozioni, a chiamare i sentimenti con le parole (che è molto difficile per tutti i bambini!), Allora questo aiuterà il bambino a superare più facilmente tutte le "crisi di età" che si verificano a 2-3 anni, 6-7 anni e anche all'età di 14-16 anni, quando le crisi sono già adolescenti e gravi.

La capacità di esprimere le proprie emozioni libera il bambino dalla necessità di urlare. Se non sa come farlo, urlare e piangere da parte sua è l'unico modo per mostrare ai genitori che gli sta accadendo qualcosa di incomprensibile, di brutto, che non può spiegare.

Il dottor Komarovsky ti dirà di più sulle regole per crescere un bambino cattivo nel suo programma.

  • Dottor Komarovsky
  • Il bambino è spesso malato
  • Indurimento
  • Regime quotidiano
  • Il peso
  • Dorme male
  • Sonno diurno
  • Capricci

revisore medico, specialista in psicosomatica, madre di 4 figli

Cosa fare se il bambino non obbedisce?

I genitori di tutti i bambini si trovano spesso di fronte al loro comportamento inappropriato nelle diverse fasi dell'istruzione. La capricciosità e la regolare riluttanza a soddisfare la richiesta di mamma o papà sono molto estenuanti.

A volte tali "sorprese" possono portare i genitori alla frenesia. Per capire come affrontare questo comportamento, vale la pena comprendere le ragioni della comparsa della protesta dei bambini..

Scopriamolo insieme, cosa fare se il bambino non obbedisce ai genitori?

  1. Motivi per disobbedire a un bambino
  2. Come reagire e cosa fare se il bambino non obbedisce?
  3. Conclusione

Motivi per disobbedire a un bambino

Le ragioni della disobbedienza dei bambini sono individuali per ogni famiglia. Puoi identificare le motivazioni dietro la comparsa di tale comportamento analizzando il tuo.

Gli errori genitoriali più comuni sono:

  1. Requisiti dei genitori incoerenti. Spesso i genitori che minacciano un bambino di punizione per un particolare reato non mantengono la loro promessa. L'impunità genera una ricaduta nella disobbedienza. Un errore abbastanza comune è la punizione il giorno dopo il reato. Questo comportamento dei genitori di solito deprime i bambini..
  2. Frequenti conflitti familiari. Il chiarimento delle relazioni tra gli adulti influisce negativamente sulla psiche del bambino. In questi casi, il bambino, cercando di attirare l'attenzione su di sé, commette reati..
  3. Mancanza di autostima in un bambino. Molti genitori non notano cambiamenti legati all'età nei loro figli, trattandoli allo stesso modo di qualche anno fa. Questo atteggiamento offende i bambini, si sentono impotenti e dipendenti..
  4. Divieti o loro totale assenza. Due estremi della genitorialità che hanno conseguenze negative. Costanti divieti su varie richieste del bambino suscitano in lui il desiderio di mostrare la propria indipendenza, rompendo tutti i tabù. La permissività, al contrario, porta al deterioramento, che sarà piuttosto difficile da risolvere..
  5. La differenza di opinioni sull'istruzione. Le situazioni di conflitto che sorgono nei genitori sulla punizione portano al disorientamento della piccola persona. Spesso i padri sono più esigenti nei confronti dei figli e le madri sono più fedeli ai loro difetti..

Una disobbedienza irragionevole può essere causata da cambiamenti legati all'età. Gli psicologi notano i periodi di crisi dell'età di transizione a 1 anno, 3 anni, 5 anni e l'adolescenza da 10 a 15 anni. Ciò è dovuto alla ristrutturazione del corpo del bambino e ai cambiamenti di personalità..

Inoltre, il comportamento negativo può essere causato da cambiamenti globali nella composizione familiare, come il divorzio, l'apparizione di una nuova persona (patrigno / matrigna) o la nascita di un fratello / sorella.

Come reagire e cosa fare se il bambino non obbedisce?

Dopo aver affrontato i motivi del comportamento deviante del bambino, è molto importante rispondere correttamente alla sua disobbedienza:

  1. Mantieni la calma. Qualunque cosa abbia fatto tuo figlio, non gridare, figuriamoci picchiarlo. Non lasciare che tuo figlio si nutra delle tue emozioni e cerca di essere il più calmo possibile senza dare rabbia e risentimento. Se ritieni di perdere il controllo di te stesso durante il conflitto, rimanda la conversazione di un paio di minuti. Esci dalla stanza, lasciando il bambino da solo con se stesso. Questo metodo ti aiuterà a calmarti entrambi..
  2. Non leggere la notazione. Il tono di insegnamento del genitore non farà che peggiorare il problema. I bambini, mostrando indipendenza, vogliono che gli adulti li ascoltino e capiscano. Le noiose lezioni su cosa non fare non faranno altro che alienare il bambino. È meglio cercare di spiegare le conseguenze delle azioni negative in modo gentile e discreto..
  3. Ricorda sistematicamente le regole della decenza. I genitori dovrebbero educare i propri figli ricordando loro costantemente le regole della decenza. Ciò è particolarmente vero per i luoghi pubblici. Se il bambino è rumoroso, attira la sua attenzione sulle persone intorno a lui, spiega come può interferire.
  4. Attento alle critiche. Non criticare costantemente le azioni dei bambini. In tal modo, c'è un grande rischio di crescere una persona nota e insicura. Osservando le azioni indipendenti di un figlio o di una figlia, è meglio offrire il tuo aiuto che correggere le sue azioni.
  5. Essere un amico. Una relazione amichevole tra genitori e figli dovrebbe svilupparsi per tutta la vita. Un bambino non dovrebbe aver paura di condividere le proprie paure o preoccupazioni con gli anziani. È possibile ottenere tale fiducia interessandosi regolarmente al successo, agli interessi e alle aspirazioni della piccola persona. Ma non oltrepassare il limite. L'autorità del genitore deve rimanere sempre incrollabile. Mamma o papà è prima di tutto un protettore e un sostegno, e solo allora un amico e un amico.
  6. Sii coerente. In un momento di disobbedienza, insisti nel soddisfare la tua richiesta. Senza troppa emozione, avverti il ​​bambino di cosa seguirà se i requisiti non saranno soddisfatti. Aspetta un breve periodo di tempo, quindi fai ciò che hai promesso.

Conclusione

Crescere i figli non è un compito facile. Le persone, decidendo di avere un figlio, devono capire chiaramente che il comportamento di una persona in crescita non sarà sempre perfetto..

Resta calmo ed esigente nei momenti di conflitto. I genitori emotivi possono essere incoraggiati a impegnarsi nell'autoeducazione, poiché i bambini sono un riflesso degli adulti.

E per stabilire un contatto emotivo, dovrai mostrare moderazione e attenzione in relazione al bambino..